LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE"

Transcript

1 Settimana 16 lio 2012 numero 4/12 30 luglio 2012 LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE I prezzi al dettaglio della terza settimana di luglio (16 - lio) rispetto alla precedente (9-15 luglio) evidenziano dinamiche contenute per i principali settori del comparto agro-alimentare. Variazioni rilevanti, superiori del 2%, si riscontrano, in positivo, per lattuga romana, patate comuni, marmellata di albicocche. Diversa la situazione riscontrata dall analisi su base annua, da cui risultano tassi di variazione rilevanti che interessano principalmente i derivati dei cereali, Ortofrutta fresca e Ortofrutta trasformata. Rispetto agli altri settori si evidenziano forti variazioni su base annua, tese alla crescita, per petto di pollo, salame di Milano, uova confezionate, tonno sott olio, mozzarella vaccina, vini da tavola rossi e caffè; in contrazione per braciole di suino e sogliola surgelata. Rispetto alle aree geografiche, per la settimana in esame, limitatamente ai prodotti monitorati, si individua la prevalenza di prezzi medi più competitivi al Sud e isole (Derivati dei cereali, Carne, salumi e uova, Ortofrutta fresca) mentre sono il Nord ovest ed il Nord est a far registrare una presenza di prezzi superiori al livello medio nazionale (Nord ovest: Latte e derivati, Ortofrutta fresca, Altri prodotti alimentari; Nord est: Derivati dei cereali, Carne, salumi e uova). 1. La dinamica dei prezzi al dettaglio nella settimana 16 lio 2012 pag. 2 1

2 1. La dinamica dei prezzi al dettaglio nella settimana 16-lio 2012 Derivati dei cereali Nella terza settimana di luglio (16 - lio 2012) i prezzi medi al dettaglio si caratterizzano, rispetto alla settimana precedente e limitatamente ai prodotti monitorati, per una tendenza al ribasso per fette biscottate e, in misura lieve, per pane fresco. In modesta crescita i prezzi medi di biscotti frollini e cereali prima colazione. Diversa la dinamica tendenziale da cui risulta - ad eccezione di pane fresco - un deciso e generalizzato incremento. Per la pasta di semola, i prezzi medi nazionali si sono mantenuti stabili sui livelli della scorsa settimana. Il dettaglio per area geografica evidenzia delle contrazioni dei listini nelle aree del Nord e al Sud e isole mentre in controtendenza la dinamica al Centro. Dal confronto dei prezzi su base annua la crescita riscontrata su base nazionale trova conferma tra le diverse ripartizioni geografiche. Nella settimana in esame i prezzi medi di tale prodotto appaiono livellati tra le diverse macro ripartizioni geografiche, con unica eccezione per il Nord ovest, caratterizzato da un livello di prezzo lievemente superiore al dato medio nazionale. I prezzi medi di pane fresco registrano, rispetto alla settimana precedente, un calo nelle aree del Nord e una stabilità in quelle del Centro-Meridione. Dal confronto su base annua un incremento dei prezzi si riscontra nel Nord est e al Sud e isole. Nettamente negativa la dinamica sulle restanti aree. Per tale prodotto un livello di prezzo fortemente superiore al dato medio nazionale si evidenzia al Nord est, mentre ben al di sotto della media nazionale appare il prezzo nelle ripartizioni del Centro e del Sud e Isole. Con riguardo alle fette biscottate, la contrazione congiunturale dei prezzi registrata a livello nazionale è sintesi di un calo generalizzato nel territorio nazionale. Su base tendenziale la dinamica nazionale risente di un incremento dei prezzi nelle aree del Nord e al Sud e isole. In termini di livelli di prezzo, listini superiori al dato medio nazionale si registrano al Nord ovest e al Centro mente il più competitivo si riscontra al Nord est e al Sud e isole. Derivati dei cereali Tab.1 - Prezzi medi settimanali al dettaglio in Italia (euro/kg; ) Fig.1 - Prezzi medi al dettaglio per area geografica (16- ; Italia=100) 16- vs - Pasta di semola 1,84 0,0 2,2 - Pane fresco 2,33-0,4-0,9 - Fette biscottate 4,70-1,3 1,5 - Cereali I colazione 9,37 0,2 4,1 - Biscotti frollini 4,42 0,5 5,0 160,0 150,0 140,0 130,0 Pasta di semola Pane fresco Fette biscottate Fonte: ISMEA Rete di rilevazione Prezzi al Dettaglio 2

3 1.2. Carne, salumi e uova Contenuta la dinamica su base congiunturale dei prezzi medi al dettaglio relativi al settore di Carni, salumi e uova. Una tendenza al rialzo interessa fettine di bovino adulto e salame di Milano; sostanzialmente stabili i prezzi medi di prosciutto crudo comune, braciole di suino e uova confezionate, mentre tendono al lieve calo i prezzi di petto di pollo. Dal confronto su base annua si riscontra una forte crescita dei prezzi per uova confezionate, salame di Milano e petto di pollo. Una dinamica negativa interessa braciole di suino, fettine di bovino adulto e prosciutto crudo comune. La dinamica del prezzo medio del petto di pollo risulta, rispetto alla settimana precedente, contrassegnata da un calo generalizzato sul territorio nazionale, particolarmente accentuato al Nord ovest. Dal confronto tendenziale appaiono in crescita i prezzi medi al Centro ed al Sud e isole e tesi al calo al Nord ovest. In termini di differenziale di prezzo tra le diverse aree geografiche, il livello di prezzo più competitivo si ha al Nord ovest mentre risultano sostanzialmente allineati i prezzi medi tra le restanti aree. Per il prosciutto di crudo comune il prezzo medio tende su base congiunturale ad una stabilità diffusa nell ambito del territorio nazionale. La dinamica tendenziale si caratterizza per una contrazione dei prezzi che interessa prevalentemente il Nord ovest ed il Sud e isole. Con riguardo al livello di prezzo, il dato medio più competitivo si ha al Nord ovest mentre sono Nord est e Sud e isole a caratterizzarsi per prezzi superiori. Rispetto alle uova confezionate l analisi per ripartizione geografica evidenzia una contrazione dei prezzi rispetto alla scorsa settimana nelle aree del Nord ed una crescita in quella del Sud e isole. Su base tendenziale l incremento dei prezzi appare diffuso, con eccezione del Centro. Un livello superiore alla media nazionale si ha al Sud e isole mentre quello più competitivo si registra al Centro. Carne, salumi e uova Tab.2 - Carne, salumi e uova - Prezzi medi settimanali al dettaglio (euro/kg; ) 16- vs - Braciole di suino 6,39 0,2-5,1 - Fettine di bovino adulto 13,13 1,2-1,4 - Petto di pollo 9,01-0,4 3,1 - Prosciutto crudo 16,58-0,1-0,8 - Salame di Milano 18,11 0,4 9,1 - Uova confezionate* 0,24 0,0 9,1 Fig.2 - Prezzi medi al dettaglio per area geografica (16- ; Italia=100) 70,0 Petto di pollo Prosciutto crudo Uova *euro/unità 1.3. Latte e derivati Nell ambito del settore i prezzi medi al dettaglio evidenziano, su base congiunturale, una modesta contrazione per mozzarella vaccina, parmigiano reggiano e yogurt; stabili i prezzi medi al dettaglio per latte fresco intero e tesi al rialzo quelli di crescenza/stracchino. Dal confronto su base annua livelli di prezzo più sostenuti si h per mozzarella vaccina, crescenza/stracchino. Stabili i prezzi di latte fresco intero e yogurt mentre un calo si registra per parmigiano reggiano. Il latte fresco intero si caratterizza, rispetto alla precedente settimana, per una stabilità di prezzo sull intero territorio nazionale. Dal confronto su base annua si h prezzi più sostenuti al Nord est e Sud e isole e in contrazione sulle restanti macro-aree. Basso il differenziale di prezzo nell ambito del territorio nazionale, lievemente più competitivo al Nord est. 3

4 La contenuta contrazione del prezzo medio della mozzarella vaccina registrata su base congiunturale risulta sintesi dei ribassi che h interessato le aree del Nord est e Sud e isole e dei rincari registrati a Nord ovest. La dinamica tendenziale risente dei tassi di crescita che, ad eccezione del Centro, h coinvolto l intero territorio nazionale. In termini di livelli di prezzo, i più sostenuti si h al Nord ovest mentre i più competitivi sono quelli registrati al Nord est. Per il parmigiano reggiano la modesta contrazione del prezzo riscontrata rispetto alla precedente settimana a livello nazionale è da imputare alle aree del Nord. Su base tendenziale si registrano cali diffusi, ad eccezione del Nord est. Tra le diverse aree geografiche a caratterizzarsi per prezzi più sostenuti sono le regioni del Nord ovest mentre è l area del Sud e isole a far registrare il livello di prezzo medio più competitivo. Latte e derivati Tab.3 - Latte e derivati - Prezzi medi settimanali al dettaglio (euro/kg; ) Fig.3 - Prezzi medi al dettaglio per area geografica (16 - ; Italia=100) 16- vs - Latte fresco intero* 1,38 0,0 0,0 - Yogurt 4,18-0,2 0,0 - Mozzarella vaccina 10,47-0,4 2,3 - Parmigiano reggiano 19,37-0,3-1,9 - Crescenza/stracchino 12,28 0,5 0,7 Latte fresco intero Mozzarella di vaccina Parmigiano reggiano *euro/unità 1.4. Ortofrutta Nell ambito del segmento del fresco nella settimana in esame si è registrato, rispetto alla settimana precedente, un incremento dei prezzi medi diffuso tra le diverse voci monitorate, con eccezione per pomodori rossi a grappolo e mele golden delicious. Riguardo la dinamica su base annua, risultano in calo i prezzi di mele golden delicious e patate comuni ed in forte crescita quelli di limoni, pomodori rossi a grappolo e lattuga romana. Nel trasformato si ha, rispetto alla precedente settimana, una crescita dei prezzi per marmellata di albicocca, succhi di arancia e passate di pomodoro. In calo il prezzo medio di piselli surgelati e piselli in scatola. Il confronto su base annua evidenzia incrementi consistenti per marmellata di albicocca, piselli in scatola e passate di pomodoro. In calo il prezzo medio di succhi di arancia e piselli surgelati. Riguardo i limoni, nell ambito del territorio nazionale appare diffusa la crescita dei prezzi al dettaglio, sia, su base congiunturale, sia, soprattutto, sul tendenziale. Per tale prodotto, livelli di prezzo superiori al dato medio italiano si registrano nelle aree del Nord mentre il prezzo più competitivo interessa il Centro. La lattuga romana si caratterizza, nella settimana in esame, per una dinamica positiva su base congiunturale ad eccezione della stabilità riscontrata al Centro. Dal confronto su base annua risultano in forte crescita i prezzi al Nord est ed al Centro-Meridione mentre in ribasso al Nord ovest. Prezzi superiori al dato medio nazionale si registrano al Nord ovest mentre il più competitivo si rileva al Centro. I pomodori tondi lisci rossi a grappolo evidenziano dinamiche dei prezzi, rispetto alla scorsa settimana, negative al Nord ed al Sud e isole e fortemente positive al Nord est. La tendenza su base annua risulta particolarmente positiva e generalizzata all interno del territorio nazionale. E il Sud e isole a caratterizzarsi per un livello di prezzo più competitivo per tale prodotto mentre livelli superiori al dato medio nazionale sono 4

5 quelli registrati al Centro. I succhi di arancia registrano, nella settimana in esame, una crescita congiunturale dei prezzi concentrata al Centro-Sud. Su base tendenziale si riscontra un calo generalizzato tra le diverse ripartizioni geografiche. Il prezzo medio appare particolarmente competitivo al Nord est mentre fortemente superiore al livello medio nazionale è il dato riscontrato al Sud e isole. Le passate di pomodoro evidenziano, nel dettaglio geografico, tassi di variazione, su base congiunturale, negativi al Nord ovest e positivi al Nord est. Forti tassi di crescita si registrano dal confronto su base annua, con eccezione per il Sud e isole. Un prezzo particolarmente competitivo per tale prodotto è quello registrato al Sud e isole mentre superiore al dato medio nazionale è il prezzo al dettaglio che si registra nelle aree del Nord ed al Centro. Per piselli surgelati la dinamica congiunturale su base territoriale appare contenuta, ad esclusione del calo riscontrato al Centro. Dal confronto con la stessa settimana del precedente si ha una contrazione dei prezzi sull intero territorio nazionale, ad eccezione della crescita registrata al Nord est. Il prezzo più competitivo per tale prodotto si evidenzia al Nord ovest, quello più sostenuto al Centro. Ortofrutta Tab.4a - Ortofrutta fresca - Prezzi medi settimanali al dettaglio (euro/kg; ) 16- vs - Mele golden delicious 1,52 0,0-2,6 - Limoni 1,98 1,0 8,2 - Pomodori rossi grappol 1,72 0,0 28,4 - Patate comuni 0,97 2,1-4,9 - Lattuga romana 1,47 2,1 6,5 vs Tab.4b - Ortofrutta trasformata - Prezzi medi settimanali al dettaglio (euro/kg; ) Marmellata di albicocca 5,91 4,4 8,6 - Succhi di arancia* 1,67 1,8-6,2 - Piselli surgelati 4,37-0,5-0,5 - Piselli in scatola 2,55-0,8 6,3 - Passate di pomodoro 1,54 0,7 6,2 Fig.4a - Prezzi medi al dettaglio per area geografica (16-; Italia=100) 130,0 Mele golden delicious Lattuga romana Pomodori rossi a grappolo Fig.4b - Prezzi medi al dettaglio per area geografica (16-; Italia=100) 130,0 70,0 Succhi di arancia Passate di pomodoro Piselli surgelati *euro/lt 5

6 1.5. Ittici I prezzi medi del settore si caratterizzano, nella settimana in esame, per una crescita su base congiunturale diffusa tra le voci monitorate. Dal confronto su base annua si rileva un forte incremento dei prezzi per tonno sotto olio ed un deciso calo per sogliola surgelata. Per l orata i prezzi medi al dettaglio evidenziano, dal confronto con la settimana precedente, incrementi di rilievo al Nord ovest ed al Sud e isole. Rispetto alla stessa settimana dello scorso un forte calo dei prezzi interessa il Nord ovest; cala anche il prezzo al Centro mentre di segno positivo la dinamica al Nord est ed al Sud e isole. Il prezzo medio più competitivo si ha al Nord ovest mentre è il Centro a caratterizzarsi per un livello di prezzo medio superiore al dato nazionale. Riguardo la sogliola surgelata i prezzi medi manifestano, a livello territoriale, dinamiche congiunturali significative, in positivo, al Nord est e in negativo al Nord ovest. Su base tendenziale si registrano forti ribassi generalizzati. Il prezzo medio più competitivo si ha al Centro mentre a caratterizzarsi per un livello di prezzo medio maggiore rispetto al dato medio nazionale è l area del Nord ovest. Con riferimento al tonno sott olio, dall analisi congiunturale dei prezzi per area geografica risulta un ribasso al Sud e isole ed un rialzo sulle restanti aree. Dal confronto su base annua si registrano rincari generalizzati. Tale prodotto si caratterizza per un livello di prezzo più competitivo al Sud e isole e più sostenuto al Nord ovest. Ittici Tab.5 - Ittici - Prezzi medi settimanali al dettaglio (euro/kg; ) 16- vs - Orata 13,45 1,1-0,5 - Sogliola surgelata 15,67 0,3-7,4 - Tonno sott'olio 12,77 0,8 5,3 Fig.5 - Prezzi medi al dettaglio per area geografica (16- ; Italia=100) 70,0 Orata Sogliola surgelata Tonno sott'olio 1.6. Altri prodotti alimentari Tra gli Altri prodotti, nella settimana in esame i prezzi medi al dettaglio risultano, rispetto alla settimana precedente, in forte calo per sale fino e in crescita, contenuta, per olio extravergine di oliva e caffè. Stabili i prezzi di vini da tavola rossi, acqua minerale naturale e zucchero normale. Su base tendenziale, prezzi in netta crescita si registrano per caffè, vini da tavola rossi e acqua minerale naturale. Lieve la dinamica, in positivo, per zucchero e, in negativo, per olio extravergine di oliva mentre una contrazione più decisa si registra nel prezzo medio di sale fino. L olio extravergine di oliva registra una crescita - sia su base congiunturale che tendenziale - dei prezzi medi al dettaglio al Nord est ed al Sud e isole e un calo nelle due restanti aree. Un livello di prezzo superiore alla media nazionale si ha al Centro mentre il dato più competitivo si registra al Nord ovest. Per i vini da tavola rossi nell ambito del territorio nazionale i prezzi medi appaiono, rispetto alla scorsa settimana, in modesta crescita al Centro-Sud ed in calo al Nord est. Dal confronto con la stessa settimana del 2011 i si evidenziano forti tassi di crescita sull intero territorio nazionale. I prezzi medi al dettaglio di tale prodotto risultano sostanzialmente allineati, lievemente più contenuti al Nord est. 6

7 L acqua minerale naturale registra, dal confronto con la settimana precedente, una crescita dei prezzi medi al Sud e isole ed un calo nelle restanti aree. La dinamica tendenziale si caratterizza per un incremento al Sud e isole ed un calo al Centro. Il prezzo più competitivo si ha al Centro mentre quello più sostenuto si registra al Nord ovest ed al Sud e isole. Altri prodotti Tab.6 - Altri prodotti alimentari - Prezzi medi settimanali al dettaglio (euro/kg; ) 16- vs - Olio extravergine oliva* 5,11 0,8-0,6 - Vini da tavola rossi* 1,55 0,0 7,6 - Acqua minerale nat.* 0,29 0,0 0,0 - Zucchero normale 1,29 0,0 0,8 - Sale fino 0,44-17,0-2,2 - Caffè 14,48 0,4 6,8 Fig.6 - Prezzi medi al dettaglio per area geografica (16- ; Italia=100) Olio extravergine di oliva Vino da tavola rosso Acqua minerale Area Mercati Responsabile di redazione: P. Piozzi Redazione a cura di: 7

LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE

LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE Settimana 24 tembre 2012 numero 7/12 LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE I prezzi al dettaglio del comparto agro-alimentare relativi all ultima settimana di settembre (24 30 settembre)

Dettagli

LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE

LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE Settimana 26 novembre 2 dicembre 2012 numero 15/12 LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE I prezzi al dettaglio del comparto agro-alimentare relativi alla quinta settimana di novembre

Dettagli

LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE

LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE Settimana 18 24 giugno 2012 numero 1/12 6 luglio 2012 LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE L andamento dei prezzi al dettaglio nella settimana compresa tra il 18-24 giugno, rispetto

Dettagli

Area Mercati AGROALIMENTARE NEWS. Prezzi e dei costi dei fattori produttivi, Consumi domestici, import, export e saldo. Report mensile - Luglio 2011

Area Mercati AGROALIMENTARE NEWS. Prezzi e dei costi dei fattori produttivi, Consumi domestici, import, export e saldo. Report mensile - Luglio 2011 AGROALIMENTARE NEWS Prezzi e dei costi dei fattori produttivi, Consumi domestici, import, export e saldo Report mensile - Luglio 2011 n. 2/2011 4 agosto 2011 I PREZZI DEI PRINCIPALI SETTORI AGRICOLI (osservatorio

Dettagli

Spesa alimentare delle famiglie italiane: nel periodo gennaio-aprile 2013, la flessione su base annua raggiunge il -3,4%

Spesa alimentare delle famiglie italiane: nel periodo gennaio-aprile 2013, la flessione su base annua raggiunge il -3,4% numero 1/13 3 luglio 2013 Spesa alimentare delle famiglie italiane: nel periodo gennaio-aprile 2013, la flessione su base annua raggiunge il -3,4% Cala la fiducia dei consumatori nei primi quattro mesi

Dettagli

BIMESTRE MARZO-APRILE BIMESTRE GENNAIO-FEBBRAIO

BIMESTRE MARZO-APRILE BIMESTRE GENNAIO-FEBBRAIO VARIAZIONI PERCENTUALI DEI PREZZI PRATICATI DAI PRODUTTORI ALLE GRANDI CENTRALI Tav. 1 DI ACQUISTO PER I 39 PRODOTTI ALIMENTARI NEL PERIODO GENNAIO LUGLIO 2008 BIMESTRE GENNAIO-FEBBRAIO BIMESTRE MARZO-APRILE

Dettagli

Consumi alimentari: una famiglia su dieci ha tolto frutta e carne bovina dal carrello

Consumi alimentari: una famiglia su dieci ha tolto frutta e carne bovina dal carrello numero 2/13 24 luglio 2013 Consumi alimentari: una famiglia su dieci ha tolto frutta e carne bovina dal carrello Ancora in calo la fiducia dei consumatori nei primi cinque mesi del 2013. A rivelarlo è

Dettagli

La congiuntura in sintesi

La congiuntura in sintesi numero 2/12 24 aprile 2012 La congiuntura in sintesi LE TENDENZE DEL PERIODO L indice del clima di fiducia degli operatori della GDA si è attestato nel primo trimestre 2012 su un valore appena negativo

Dettagli

INDICE DEI PREZZI ALL INGROSSO SETTORE AGROALIMENTARE III trimestre 2014

INDICE DEI PREZZI ALL INGROSSO SETTORE AGROALIMENTARE III trimestre 2014 1. Riso e Cereali Relativamente al segmento Riso e Cereali nel terzo trimestre del 2014 l indice nazionale dei prezzi all ingrosso dei risi lavorati ha subìto un ribasso del 3,6% nel mese di luglio, complice

Dettagli

Rilevazione dei prezzi di un paniere di beni di largo consumo nella distribuzione organizzata della regione Lazio

Rilevazione dei prezzi di un paniere di beni di largo consumo nella distribuzione organizzata della regione Lazio Rilevazione dei prezzi di un paniere di beni di largo consumo nella distribuzione organizzata della regione Lazio Settimana di rilevazione: 4-8 Ottobre Regione Lazio Area Sistema Statistico SEZIONE 1 DATI

Dettagli

Rilevazione dei prezzi di un paniere di beni di largo consumo nella distribuzione organizzata della regione Lazio

Rilevazione dei prezzi di un paniere di beni di largo consumo nella distribuzione organizzata della regione Lazio Rilevazione dei prezzi di un paniere di beni di largo consumo nella distribuzione organizzata della regione Lazio Settimana di rilevazione: 15-19 Novembre Regione Lazio Area Sistema Statistico SEZIONE

Dettagli

I PREZZI E I CONSUMI DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA

I PREZZI E I CONSUMI DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA I PREZZI E I CONSUMI DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA Enrico De Ruvo Ismea Bologna, 9 settembre 2013 www.ismea.it www.ismeaservizi.it 09/09/2013 AGENDA Il contesto internazionale Le tendenze dei consumi

Dettagli

Agosto 2010 n. 1/10 15 ottobre 2010. 1. L andamento degli acquisti domestici mensili

Agosto 2010 n. 1/10 15 ottobre 2010. 1. L andamento degli acquisti domestici mensili Le tendenze degli acquisti domestici agroalimentari Consumi Agosto 2010 n. 1/10 15 ottobre 2010 1. L andamento degli acquisti domestici mensili Dopo la flessione tendenziale rilevata tra aprile e luglio,

Dettagli

I consumi domestici di prodotti biologici nel primo semestre 2009

I consumi domestici di prodotti biologici nel primo semestre 2009 I consumi domestici di prodotti biologici nel primo semestre 2009 L andamento in termini di valore Secondo i dati provenienti dal panel di famiglie italiane Ismea/Nielsen, gli acquisti domestici di prodotti

Dettagli

A MONZA E A MILANO PER RISPARMIARE RISCOPRONO LA SCHISCETTA E SCELGONO IL TAKE AWAY

A MONZA E A MILANO PER RISPARMIARE RISCOPRONO LA SCHISCETTA E SCELGONO IL TAKE AWAY 0392807521-0392807511 In Lombardia la spesa per il carrello è diminuita ad aprile del -1,7% su base annua e i lombardi si ritrovano con 34 euro in più nel portafoglio, i monzesi ne risparmiano 27 A MONZA

Dettagli

I consumi domestici di prodotti biologici nel 2008

I consumi domestici di prodotti biologici nel 2008 I consumi domestici di prodotti biologici nel 2008 L andamento in termini di valore Secondo i dati provenienti dal panel di famiglie italiane Ismea/Nielsen, gli acquisti domestici di prodotti biologici

Dettagli

$ ()*+, $1 ' (*2+ -.*+/ & % $ % 3 % % $ 4$ % % $

$ ()*+, $1 ' (*2+ -.*+/ & % $ % 3 % % $ 4$ % % $ !"# $ & ' $ ()*+, -.*+/$ *-/ 0 $1 ' *$ (*2+ -.*+/ & $ 3 $ 4$ $ + -(0+/ -(0+/ -(2+/ $-(0+/ 5 (6+ (+ -.*0+/78-.0+/ -.0+/ *!"# 9 -/ 0 & Tabella 1 - L'andamento dei prezzi dei principali prodotti bio nel I

Dettagli

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO In sintesi Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO Continua la crescita della domanda di prodotti biologici confezionati nella GDO. Secondo i dati del Panel delle

Dettagli

Il prezzo di alcuni generi di largo consumo a Monza. con il coordinamento scientifico di

Il prezzo di alcuni generi di largo consumo a Monza. con il coordinamento scientifico di Il prezzo di alcuni generi di largo consumo a Monza con il coordinamento scientifico di IL PIANO DELLA PRESENTAZIONE Caratteristiche dell Indagine Il paniere di prodotti Risultati: La scala di prezzo:

Dettagli

& ' $ $ $ $ $,& $ '& & $ & ' & & '- '- ' 1 & $%# ".# 4 & $& ' $ 5 & $ 2 $ & 3# $ &$ $ $ $ (# 7 ' $ "($.#

& ' $ $ $ $ $,& $ '& & $ & ' & & '- '- ' 1 & $%# .# 4 & $& ' $ 5 & $ 2 $ & 3# $ &$ $ $ $ (# 7 ' $ ($.# 2 ! "#!%# "(# )#* +,!".# / (# (# (#%# 0/""# %# 2 /""# )# ".# 3# 4 "%# 5 # + * 6!3# "#"(# 2 7 3# (# 7 "(.# 3 ) ( /"#!%# 0""/ 8 9 26.000 25.000 24.000 23.000 22.000 2.000 25.37 24.572 23.367 23.268 22.825

Dettagli

La congiuntura in sintesi

La congiuntura in sintesi numero 1/13 28 gennaio 2013 La congiuntura in sintesi LE TENDENZE DEL PERIODO L indice di clima di fiducia degli operatori della GDA si è attestato, nel quarto trimestre 2012, su un valore di nuovo negativo,

Dettagli

In aumento la spesa alimentare nel primo semestre 2017

In aumento la spesa alimentare nel primo semestre 2017 gennaio-giugno 2017 numero 3/17 settembre 2017 In aumento la spesa alimentare nel primo semestre 2017 La spesa delle famiglie per i prodotti alimentari rilevata attraverso il monitoraggio Ismea-Nielsen

Dettagli

ALLEGATO N. 2. Comune di Itri (Lt) Settore V

ALLEGATO N. 2. Comune di Itri (Lt) Settore V ALLEGATO N. 2 Comune di Itri (Lt) Settore V CARNI FRESCHE LOTTO 1 Petto di pollo Filone suino (arista) Filone vitellone per (fettine e macinato) magro 1 qualità 800 kg 400 Kg 1.000Kg. 14.500,00 Le carni

Dettagli

I NUMERI DEL LATTE BIO

I NUMERI DEL LATTE BIO I NUMERI DEL LATTE BIO ENRICO DE RUVO ISMEA Bologna, 2 febbraio 2016 www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA Inumeristrutturalidelbio Il valore del mercato bio e le dinamicherecenti La struttura e la domanda

Dettagli

Contratto ad esecuzione periodica e continuativa. Contratto di fornitura di beni

Contratto ad esecuzione periodica e continuativa. Contratto di fornitura di beni AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Via Potito Petrone 85100 Potenza Telefono 0971612677 Fax 0971612551 e-mail: provveditore@ospedalesancarlo.it Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 Contratto ad

Dettagli

BIOLOGICO ITALIANO UN FOCUS SU CONSUMI E PREZZI NEL MERCATO NAZIONALE ISMEA.

BIOLOGICO ITALIANO UN FOCUS SU CONSUMI E PREZZI NEL MERCATO NAZIONALE ISMEA. BIOLOGICO ITALIANO UN FOCUS SU CONSUMI E PREZZI NEL MERCATO NAZIONALE ISMEA www.ismeamercati.it www.sinab.it Antonella Giuliano Roma, 9 settembre 2016 FOCUS DI ANALISI Il contesto socio economico La domanda

Dettagli

ALLEGATO 3. QUALITA E QUANTITA DEGLI ALIMENTI PRINCIPALI DA SOMMINISTRARSI NEI RELATIVI PASTI ADULTI (riferiti ai gr. di prodotto pesato crudo)

ALLEGATO 3. QUALITA E QUANTITA DEGLI ALIMENTI PRINCIPALI DA SOMMINISTRARSI NEI RELATIVI PASTI ADULTI (riferiti ai gr. di prodotto pesato crudo) ALLEGATO 3 QUALITA E QUANTITA DEGLI ALIMENTI PRINCIPALI DA SOMMINISTRARSI NEI RELATIVI PASTI ADULTI (riferiti ai gr. di prodotto pesato crudo) 1 ELENCO GENERALE PRIMI PIATTI PASTE ASCIUTTE Pasta di semola

Dettagli

Homepage > Carni» Carne suina e salumi» News e report» News mercati» 2017» Settembre» Settimana n. 35/2017. Suini d'allevamento

Homepage > Carni» Carne suina e salumi» News e report» News mercati» 2017» Settembre» Settimana n. 35/2017. Suini d'allevamento Homepage > Carni» Carne suina e salumi» News e report» News mercati» 07» Settembre» Settimana n. 35/07 Carne suina e salumi - News mercati il settimanale Ismea di informazione sui prodotti agricoli e agroalimentari

Dettagli

DATI OSSERVATORIO NAZIONALE GENNAIO 2017

DATI OSSERVATORIO NAZIONALE GENNAIO 2017 DATI OSSERVATORIO NAZIONALE GENNAIO 2017 Codice 01.1.1.1.0.00.01 Riso gr 1000 1,49 3,99 3,07 9 01.1.1.2.0.00.01 Farina di frumento gr 1000 0,35 1,10 0,68 9 01.1.1.3.1.00.01 Pane fresco gr 1000 2,80 4,50

Dettagli

A proposito di carrello della spesa!

A proposito di carrello della spesa! A proposito di carrello della spesa! L Ufficio Statistica del Comune di Lecco, nell ambito della rilevazione prezzi al consumo condotta mensilmente, ha realizzato un approfondimento sul costo di un ipotetico

Dettagli

DATI OSSERVATORIO NAZIONALE MAGGIO 2016

DATI OSSERVATORIO NAZIONALE MAGGIO 2016 DATI OSSERVATORIO NAZIONALE MAGGIO 2016 Codice 01.1.1.1.0.00.01 Riso gr 1000 1.49 3.99 3.09 9 01.1.1.2.0.00.01 Farina di frumento gr 1000 0.35 1.1 0.66 9 01.1.1.3.1.00.01 Pane fresco gr 1000 2.6 4.3 3.33

Dettagli

PROGETTO OCCHIO AL PREZZO MONITORAGGIO PREZZI AL CONSUMO NEL COMUNE DI PESARO

PROGETTO OCCHIO AL PREZZO MONITORAGGIO PREZZI AL CONSUMO NEL COMUNE DI PESARO PROGETTO OCCHIO AL PREZZO MONITORAGGIO PREZZI AL CONSUMO NEL COMUNE DI PESARO Marzo 2004 Direttore dell Ufficio Statistica: dr. Franco Gabellini Rilevazione Dati: dott.sa Daniela Piccinino Elaborazione

Dettagli

Le tendenze dei prezzi al consumo nelle province del FVG

Le tendenze dei prezzi al consumo nelle province del FVG centro stam Le tendenze dei prezzi al consumo nelle province del FVG REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Assessore regionale alle finanze, patrimonio e programmazione Direzione centrale finanze, patrimonio

Dettagli

OSSERVATORIO PROVINCIALE PREZZI AL CONSUMO

OSSERVATORIO PROVINCIALE PREZZI AL CONSUMO COMUNE DI DUINO-AURISINA COMUNE DI TRIESTE COMUNE DI MUGGIA OSSERVATORIO PROVINCIALE PREZZI AL CONSUMO SETTEMBRE 2009 L osservatorio provinciale dei prezzi al consumo nel mese di settembre ha effettuato

Dettagli

ALLEGATO A ELENCO PRODOTTI

ALLEGATO A ELENCO PRODOTTI ALLEGATO A ELENCO PRODOTTI LOTTO 1 PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI FRESCHI N. PRODOTTO CARATTERISTICHE U. QUANTITA MIN. FREQUENZA STAGIONALITA M. DI CONSEGNA* CONSEGNA (mesi di fornitura) 1 AGLIO SECCO KG 100

Dettagli

La bilancia commerciale dell agroalimentare italiano nel Elementi di analisi congiunturale e di medio periodo

La bilancia commerciale dell agroalimentare italiano nel Elementi di analisi congiunturale e di medio periodo La bilancia commerciale dell agroalimentare italiano nel 2016 Elementi di analisi congiunturale e di medio periodo Roma, marzo 2017 1 La bilancia commerciale dell agroalimentare italiano nel 2016 Nel 2016

Dettagli

Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza e Lombardia. con il coordinamento scientifico di:

Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza e Lombardia. con il coordinamento scientifico di: Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza e Lombardia con il coordinamento scientifico di: La rilevazione 2 LA RILEVAZIONE DEI PREZZI Oggetto della rilevazione: Beni di largo consumo:

Dettagli

DATI OSSERVATORIO NAZIONALE MARZO 2016

DATI OSSERVATORIO NAZIONALE MARZO 2016 DATI OSSERVATORIO NAZIONALE MARZO 2016 Codice 01.1.1.1.0.00.01 Riso gr 1000 1.49 3.99 3.15 9 01.1.1.2.0.00.01 Farina di frumento gr 1000 0.35 1.1 0.66 9 01.1.1.3.1.00.01 Pane fresco gr 1000 2.6 4.3 3.33

Dettagli

COMUNE di TONARA (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 ( 0784/ / P.IVA

COMUNE di TONARA (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 ( 0784/ / P.IVA COMUNE di TONARA (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 ( 0784/63823 7 0784/63246 - P.IVA 00162960918 Allegato B - (Allegato alla determinazione del Responsabile del Servizio Affari Generali n. 79

Dettagli

CONSUMI E DIMENSIONI DEL

CONSUMI E DIMENSIONI DEL CONSUMI E DIMENSIONI DEL BIOLOGICO IN ITALIA FABIO DEL BRAVO ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA Il contesto Le dinamiche recenti Il valore del mercato bio Il ruolo della GDO

Dettagli

DATI OSSERVATORIO NAZIONALE SETTEMBRE 2016

DATI OSSERVATORIO NAZIONALE SETTEMBRE 2016 DATI OSSERVATORIO NAZIONALE SETTEMBRE 2016 Codice 01.1.1.1.0.00.01 Riso gr 1000 1.49 3.99 3.05 9 01.1.1.2.0.00.01 Farina di frumento gr 1000 0.35 1.1 0.68 9 01.1.1.3.1.00.01 Pane fresco gr 1000 2.6 4.3

Dettagli

Allegato D al capitolato per la concessione dei servizi di ristorazione scolastica

Allegato D al capitolato per la concessione dei servizi di ristorazione scolastica Allegato D al capitolato per la concessione dei servizi di ristorazione scolastica Descrizione Carne - Bistecche ai ferri Carne 80 100 115 Olio d oliva exrtravergine 3 4 5 Carne - Bistecca alla milanese

Dettagli

Rilevazione nella città di Potenza

Rilevazione nella città di Potenza rilevazioni del 4 Marzo 2010 SMS CONSUMATORI prezzo origine SMS CONSUMATORI prezzo ingrosso Yogurt "Parmalat" alla frutta Yogurt "Yomo" alla frutta Saccottini "Mulino Bianco" Cioccolato Kinder delice "Ferrero"

Dettagli

Come si progetta un menù scolastico?

Come si progetta un menù scolastico? Come si progetta un menù scolastico? Rispettando le «Linee guida» e i LARN Applicando varietà ed alternanza Scegliendo le migliori materie prime Rispettando le abitudini alimentari locali Facendo attenzione

Dettagli

Uova per polpette, ecc. (per 10 persone) n. 1 n. 1 Uova per tortini, flan, sformati di uova e verdure n. 1/2 n. 1

Uova per polpette, ecc. (per 10 persone) n. 1 n. 1 Uova per tortini, flan, sformati di uova e verdure n. 1/2 n. 1 Aggiornamento agosto 2005 PROSPETTO GRAMMATURE PER GLI ASILI NIDO (spuntino della mattina, pranzo e merenda) Le grammature sono indicate al crudo e al netto degli scarti, tranne quando diversamente indicato:

Dettagli

Il mercato dei prodotti biologici: i. dei prezzi. Enrico De Ruvo Ismea

Il mercato dei prodotti biologici: i. dei prezzi. Enrico De Ruvo Ismea Il mercato dei prodotti biologici: i trend della domanda e la dinamica dei prezzi Enrico De Ruvo Ismea SANA - Bologna, 10 settembre 2010 Agenda Aspetti strutturali e di mercato del biologico a livello

Dettagli

CITTA DI GIAVENO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA TABELLE DIETETICHE E DELLE GRAMMATURE ASILO NIDO PIO ROLLA

CITTA DI GIAVENO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA TABELLE DIETETICHE E DELLE GRAMMATURE ASILO NIDO PIO ROLLA CITTA DI GIAVENO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA TABELLE DIETETICHE E DELLE GRAMMATURE ASILO NIDO PIO ROLLA LATTANTI DIVEZZI ADULTI PRIMI PIATTI Grammi Grammi Grammi Riso asciutto 20 40 80 Pasta asciutta

Dettagli

SCHEMA DIETETICO STANDARD PER RICOVERATI

SCHEMA DIETETICO STANDARD PER RICOVERATI DIREZIONE GENERALE Via Casal Bernocchi n.73 00125 Roma Gara per l affidamento del servizio di ristorazione per i ricoverati dei PP.OO. e del servizio mensa dipendenti per le necessità dell Azienda USL

Dettagli

COMUNE DI BOLSENA ASILO NIDO

COMUNE DI BOLSENA ASILO NIDO MENU SEZIONE LATTANTI 6 MESE Crema di riso in brodo vegetale Brodo vegetale 200g, passato 30g, crema di riso 25g, parmigiano 3g, carne bovino 30g, olio extravergine 10g Pranzo: 1-3 settimana Crema ai 4

Dettagli

Passato di verdura con crostini/orzo/farro* Petto di pollo al forno Finocchi all olio*

Passato di verdura con crostini/orzo/farro* Petto di pollo al forno Finocchi all olio* 1 settimana 2 settimana 3 settimana 4 settimana Pasta al pomodoro Cavolfiore* Pasta pasticciata Riso allo zafferano Pasta al pomodoro e ricotta - Riso con zucchine* Carote al prezzemolo* Riso alla parmigiana

Dettagli

Menù Invernale PRIMA SETTIMANA

Menù Invernale PRIMA SETTIMANA PRIMA SETTIMANA Pasta o riso con sugo di verdure o passatelli in brodo vegetale Toast fontina e prosciutto cotto o torta rustica con verdure e prosciutto cotto Verdura di stagione Merenda: Tè leggero con

Dettagli

Osservatorio del mercato dei prodotti biologici Speciale Consumi 2010 n. 3/11 16 marzo 2011

Osservatorio del mercato dei prodotti biologici Speciale Consumi 2010 n. 3/11 16 marzo 2011 Osservatorio del mercato dei prodotti biologici Speciale Consumi 2010 n. 3/11 16 marzo 2011 Sommario 1. Premessa... 2 2. L andamento in valore dei consumi domestici... 2 3. La spesa per area geografica

Dettagli

Allegato B) grammature (menù estivo)

Allegato B) grammature (menù estivo) Allegato B) grammature (menù estivo) PRIMA SETTIMANA Lunedì Pasta al pomodoro POMODORI PELATI 60 80 100 SEDANO CAROTE CIPOLLE 10 15 20 Formaggio FORMAGGIO FRESCO: STRACCHINO, CACIOTTA E MOZZARELLA 50 60

Dettagli

TABELLA DIETETICA SETTIMANALE PER REFEZIONE SCUOLE DELL INFANZIA E PRIMARIE

TABELLA DIETETICA SETTIMANALE PER REFEZIONE SCUOLE DELL INFANZIA E PRIMARIE TABELLA DIETETICA SETTIMANALE PER REFEZIONE SCUOLE DELL INFANZIA E PRIMARIE Giorni 1 ^ SETTIMANA 2 ^ SETTIMANA 3 ^ SETTIMANA 4 ^ SETTIMANA RISOTTO CON ZUCCHINE PASSATO DI VERDURE RISOTTO CON PISELLI PASTA

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO ANNO EDUCATIVO 2013/2014

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO ANNO EDUCATIVO 2013/2014 C O M U N E Assessorato ai Servizi Sociali D I I S I L I TABELLA DIETETICA ASILO NIDO ANNO EDUCATIVO 2013/2014 Parte riservata alla ASL CAGLIARI SERVIZIO IGIENE DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE VALIDO

Dettagli

TABELLE DIETETICHE ASILI NIDO COMUNALI TABELLE DIETETICHE DAI 6 AI 12 MESI

TABELLE DIETETICHE ASILI NIDO COMUNALI TABELLE DIETETICHE DAI 6 AI 12 MESI Allegato 6 TABELLE DIETETICHE ASILI NIDO COMUNALI TABELLE DIETETICHE DAI 6 AI 12 MESI SPUNTINO DI META MATTINATA Frutta Frullata e a pezzi: mela, pera, banana 100 PRANZO Brodo vegetale ( Patate, carote,

Dettagli

Ingredienti e grammature, al crudo e al netto, delle ricette del menù nidi estate 2017

Ingredienti e grammature, al crudo e al netto, delle ricette del menù nidi estate 2017 Ingredienti e grammature, al crudo e al netto, delle ricette del menù nidi estate 2017 Primi piatti Ingredienti Bambini12/36 mesi Cous-cous Cous-cous 40 80 Parmigiano Reggiano 2,7 5,4 Prezzemolo 0,5 1

Dettagli

MENU STANDARD (MATERNA) PRIMA SETTIMANA

MENU STANDARD (MATERNA) PRIMA SETTIMANA MENU STANDARD (MATERNA) PRIMA SETTIMANA pasta e fagioli polpette di baccalà (o merluzzo) passato di verdura con pasta petto di pollo piselli pasta con zucca formaggio spinaci pasta con brodo vegetale filetto

Dettagli

L AGROALIMENTARE ITALIANO BIOLOGICO

L AGROALIMENTARE ITALIANO BIOLOGICO L AGROALIMENTARE ITALIANO BIOLOGICO FOCUS SU CONSUMI NEL MERCATO NAZIONALE Settembre 2017 ALCUNI DATI SOCIO-DEMOGRAFICI 60,6 Mln. la popolazione residente in Italia al 31.12.2016 (51,4% donne, 48,6% uomini);

Dettagli

Clima di fiducia (*) ed evoluzione delle vendite nell industria agroalimentare

Clima di fiducia (*) ed evoluzione delle vendite nell industria agroalimentare Panel agroalimentare Indagini congiunturali Panel Agroalimentare Ismea Clima di fiducia (*) ed evoluzione delle vendite nell industria agroalimentare II semestre 26 Risultati generali Grafico 1 Indice

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA MENU AUTUNNALE PRIMAVERILE SETTEMBRE E OTTOBRE E DA APRILE A GIUGNO PRIMA SETTIMANA. Primo Piatto Secondo piatto Contorno

SCUOLA DELL INFANZIA MENU AUTUNNALE PRIMAVERILE SETTEMBRE E OTTOBRE E DA APRILE A GIUGNO PRIMA SETTIMANA. Primo Piatto Secondo piatto Contorno SCUOLA DELL INFANZIA MENU AUTUNNALE PRIMAVERILE SETTEMBRE E OTTOBRE E DA APRILE A GIUGNO PRIMA SETTIMANA -Pasta al sugo di pomodoro fresco basilico e grana - Petto di pollo ai ferri - Pollo al forno -

Dettagli

Cosa spiega le differenze nei consumi

Cosa spiega le differenze nei consumi I consumi di prodotti agro-alimentari: differenziazioni nello spazio e nel tempo Cosa spiega le differenze nei consumi tra individui diversi tra paesi diversi per uno stesso individuo, o per uno stesso

Dettagli

I consumi alimentari: evoluzione strutturale, nuove tendenze, risposte alla crisi. Roma, 27 settembre 2011

I consumi alimentari: evoluzione strutturale, nuove tendenze, risposte alla crisi. Roma, 27 settembre 2011 I consumi alimentari: evoluzione strutturale, nuove tendenze, risposte alla crisi Roma, 27 settembre 2011 LA SPESA TRA PREZZI E QUANTITA 1) Quota in valore. Fonte: Ismea, Panel famiglie. IL PANIERE DELLA

Dettagli

Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza e in Lombardia. con il coordinamento scientifico di

Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza e in Lombardia. con il coordinamento scientifico di Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza e in Lombardia con il coordinamento scientifico di IL PIANO DELLA PRESENTAZIONE Caratteristiche dell Indagine Il paniere dei prodotti, il paniere

Dettagli

prima settimana 7-12 mesi

prima settimana 7-12 mesi COMUNE DI LIMBIATE: MENU' ESTIVO ASILO NIDO FANTASIA e MILLECOLORI prima settimana mattina frutta di stagione frutta di stagione frutta di stagione spremuta d'arancia frutta di stagione carne di pollo

Dettagli

Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza e in Lombardia. Giugno 2014

Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza e in Lombardia. Giugno 2014 Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza e in Lombardia Giugno 2014 1 Il prezzo di alcuni generi di largo consumo 2 La struttura della presentazione Caratteristiche dell indagine Il

Dettagli

Primi. Pasta di semola 35. Lenticchie secche crude 15 Patate crude 20. Carote crude 10. Sedano crudo 3 Sale marino 0,3 Olio extra vergine di oliva 3,5

Primi. Pasta di semola 35. Lenticchie secche crude 15 Patate crude 20. Carote crude 10. Sedano crudo 3 Sale marino 0,3 Olio extra vergine di oliva 3,5 Passato di Lenticchie con pasta Primi Pasta di semola 35 Lenticchie secche crude 15 Patate crude 20 Carote crude 10 Passato di Verdure (Invernale) con Pastina Pasta di semola 30 Patate fresche 20 Bieta

Dettagli

Ingredienti e grammature, al crudo e al netto, delle ricette del menù nidi inverno 2015/2016

Ingredienti e grammature, al crudo e al netto, delle ricette del menù nidi inverno 2015/2016 Ingredienti e grammature, al crudo e al netto, delle ricette del menù nidi inverno 2015/2016 Primi piatti Ingredienti 12/36 mesi Crema di cannellini con pasta Pasta 20 35 Fagioli cannellini secchi 15 30

Dettagli

Le dinamiche del commercio agro-alimentare e il Made in Italy. Renato Pieri Milano, 5 marzo 2015

Le dinamiche del commercio agro-alimentare e il Made in Italy. Renato Pieri Milano, 5 marzo 2015 Le dinamiche del commercio agro-alimentare e il Made in Italy Renato Pieri Milano, 5 marzo 2015 FONTE DEI DATI I dati utilizzati sono di fonte ISTAT nella classificazione: SH6 (a sei cifre) in ambito regionale

Dettagli

STRUTTURE RESIDENZIALI

STRUTTURE RESIDENZIALI STRUTTURE RESIDENZIALI Il seguente menù è indicativo. A tale menù dovrà essere aggiunto tutti i giorni frutta fresca e cotta, acqua naturale (utilizzando apposito erogatore), pane comune, integrale, olio

Dettagli

COMUNE DI POGGIOMARINO PROVINCIA DI NAPOLI TABELLA DIETETICA REFEZIONE SCOLASTICA SCUOLE DELL'INFANZIA ANNI FINO AL 31/12/2015

COMUNE DI POGGIOMARINO PROVINCIA DI NAPOLI TABELLA DIETETICA REFEZIONE SCOLASTICA SCUOLE DELL'INFANZIA ANNI FINO AL 31/12/2015 ALLEGATO 2 COMUNE DI POGGIOMARINO PROVINCIA DI NAPOLI TABELLA DIETETICA REFEZIONE SCOLASTICA SCUOLE DELL'INFANZIA ANNI 2013-2014-2015 FINO AL 31/12/2015 MENU' REFEZIONE SCOLASTICA I Settimana : pasta e

Dettagli

Il mercato delle produzioni biologiche in Italia

Il mercato delle produzioni biologiche in Italia biologiche in Italia Ismea Bologna, 1 Evoluzione dell agricoltura biologica in Italia: numero aziende 1997-2001 (fonte: dati MiPAF e FIAO) 25000 20000 15000 10000 5000 0 nord centro sud isole 1997 1998

Dettagli

FOCUS CONSUMI ALIMENTARI E RISPARMI DI SPESA. a cura dell Ufficio Economico Confesercenti

FOCUS CONSUMI ALIMENTARI E RISPARMI DI SPESA. a cura dell Ufficio Economico Confesercenti FOCUS CONSUMI ALIMENTARI E RISPARMI DI SPESA a cura dell Ufficio Economico Confesercenti Roma 7 maggio 2009 1 CONSUMI ALIMENTARI: CONTINUERA ANCHE NEL 2009 LA RIDUZIONE Consumi e vendite Il 2008 ha manifestato

Dettagli

Per area geografica bovino e la trasformazione ortofrutticola; più contenuta la crescita dell indicatore nel comparto della macellazione suina. Risult

Per area geografica bovino e la trasformazione ortofrutticola; più contenuta la crescita dell indicatore nel comparto della macellazione suina. Risult Panel agroalimentare Indagini congiunturali Panel Agroalimentare Ismea Clima di fiducia (*) ed evoluzione delle vendite nell industria agroalimentare I semestre 6 Risultati generali Grafico 1 Indice del

Dettagli

CITTA di ORTONA. Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI RICETTARIO MENU CON GRAMMATURE PER FASCE D ETA

CITTA di ORTONA. Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI RICETTARIO MENU CON GRAMMATURE PER FASCE D ETA CITTA di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI SETTORE Servizi Sociali Culturali e Tempo Libero ALLEGATO 4 RICETTARIO MENU CON GRAMMATURE PER FASCE D ETA Infanzia Primaria Medie - Insegnanti

Dettagli

Grammature Nido (espresse in grammi di alimento a crudo al netto degli scarti)

Grammature Nido (espresse in grammi di alimento a crudo al netto degli scarti) Grammature Nido (espresse in grammi di alimento a crudo al netto degli scarti) Divezzi 7-12 mesi Brodo di verdura (carote, patate, zucchine) Brodo di verdura con crema di mais /riso /multicereali/mais

Dettagli

Bologna, 7 settembre Francesco Giardina BIO IN CIFRE

Bologna, 7 settembre Francesco Giardina BIO IN CIFRE Bologna, 7 settembre 213 Francesco Giardina BIO IN CIFRE 212 Andamento di operatori e superfici in Italia dal 199 al 212 7. 1.4 6. 5. Numero di operatori SAU 1.2 1. Numero di operatori 4. 3. 2. 1. 199

Dettagli

Prezzi medi -Suini da macello

Prezzi medi -Suini da macello Page 1 of 6 Carne suina e salumi - News mercati il settimanale Ismea di informazione sui prodotti agricoli e agroalimentari Settimana n. 19/017 - dal 8 al 14 maggio 017 Prezzi medi -Suini da macello 1,8

Dettagli

ALLEGATO TECNICO N. 4 ANALISI PER LA VERIFICA DEGLI STANDARD MICROBIOLOGICI DEGLI ALIMENTI E DEGLI AMBIENTI

ALLEGATO TECNICO N. 4 ANALISI PER LA VERIFICA DEGLI STANDARD MICROBIOLOGICI DEGLI ALIMENTI E DEGLI AMBIENTI ALLEGATO TECNICO N. 4 ANALISI PER LA VERIFICA DEGLI STANDARD MICROBIOLOGICI DEGLI ALIMENTI E DEGLI AMBIENTI CATEGORIA MERCEOLOGICA PARAMETRI DA RICERCARE FRUTTA E VERDURA (fresca e lavata) CARNI FRESCHE

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA CALTANISSETTA BORSINO DELLA SPESA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA CALTANISSETTA BORSINO DELLA SPESA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA CALTANISSETTA BORSINO DELLA SPESA ANNO 2008 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CALTANISSETTA Mese di Agosto 2008 PRODOTTO

Dettagli

Ingredienti e grammature, al crudo e al netto, delle ricette del menù nidi estate 2016

Ingredienti e grammature, al crudo e al netto, delle ricette del menù nidi estate 2016 Ingredienti e grammature, al crudo e al netto, delle ricette del menù nidi estate 2016 Primi piatti Ingredienti Bambini12/36 mesi Cous-cous Cous cous 40 80 Parmigiano Reggiano 2,7 5,4 Prezzemolo 0,5 1

Dettagli

Ingredienti e grammature, al crudo e al netto, delle ricette del menù nidi inverno 2014/2015

Ingredienti e grammature, al crudo e al netto, delle ricette del menù nidi inverno 2014/2015 Ingredienti e grammature, al crudo e al netto, delle ricette del menù nidi inverno 2014/2015 Piatti svezzamento Ingredienti 4/12 mesi Brodo vegetale multicereali - semolino e carne Petto di pollo/fesa

Dettagli

L effetto Brexit sull agroalimentare italiano

L effetto Brexit sull agroalimentare italiano L effetto Brexit sull agroalimentare italiano Con l uscita dalla UE, la politica commerciale del Regno Unito sarà sottoposta a rinegoziazione. Da un lato, le imprese britanniche non potranno più beneficiare

Dettagli

Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza e in Lombardia. con il coordinamento scientifico di

Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza e in Lombardia. con il coordinamento scientifico di Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza e in Lombardia con il coordinamento scientifico di Dicembre 2012 La struttura della presentazione Caratteristiche dell indagine Il piano della

Dettagli

- Menù Estivo - PRIMA SETTIMANA. LUNEDI' Spuntino: Yogurt alla frutta o frutta di stagione Pranzo: MARTEDI' Spuntino: Frutta di stagione Pranzo:

- Menù Estivo - PRIMA SETTIMANA. LUNEDI' Spuntino: Yogurt alla frutta o frutta di stagione Pranzo: MARTEDI' Spuntino: Frutta di stagione Pranzo: - Menù Estivo - PRIMA SETTIMANA Pasta con sugo di verdura Uova ( frittatine miste di verdure al forno o sformato di spinaci oppure uova sode ) Verdure crude di stagione o verdure gratinate - pane Merenda:

Dettagli

(riso 60 gr., brodo vegetale q.b., olio extra vergine di oliva gr.5, zafferano, parmigiano Reggiano 10 gr.)

(riso 60 gr., brodo vegetale q.b., olio extra vergine di oliva gr.5, zafferano, parmigiano Reggiano 10 gr.) Prima settimana Risotto alla milanese (riso 60 gr., brodo vegetale q.b., olio extra vergine di oliva gr.5, zafferano, parmigiano Reggiano 10 gr.) Cotoletta di petto di pollo al forno 100 gr (lattuga una

Dettagli

Frumento tenero. Panificabile francese

Frumento tenero. Panificabile francese Aprile 2014 In sintesi Per tutto il 2013 e i primi mesi del corrente anno, il mercato del frumento e del mais è stato contraddistinto dalla strutturale volatilità che caratterizza le commodities, pur manifestando

Dettagli

ARTICOLAZIONE E COMPOSIZIONE DEI MENU E GRAMMATURA DEGLI ALIMENTI

ARTICOLAZIONE E COMPOSIZIONE DEI MENU E GRAMMATURA DEGLI ALIMENTI ARTICOLAZIONE E COMPOSIZIONE DEI MENU E GRAMMATURA DEGLI ALIMENTI per la preparazione dei pasti consumati nelle Scuole del Corpo Forestale dello Stato e nei Servizi Estivi (colonie ed attività didattiche

Dettagli

Anno scolastico MENU' SCUOLA ELEMENTARE. cinque giorni la settimane per il Comune di Caserta. Prima settimana

Anno scolastico MENU' SCUOLA ELEMENTARE. cinque giorni la settimane per il Comune di Caserta. Prima settimana Risotto alla milanese (riso 80 gr., brodo vegetale q.b., olio extra verginee di oliva gr.5,zafferano, parmigiano Reggiano 10 gr.) Cotoletta di petto di pollo al forno (petto di pollo 140 gr.) Pasta e fagioli

Dettagli

TABELLA DIETETICA. ************************ Giorno N. 1 LUNEDI *************************************

TABELLA DIETETICA. ************************ Giorno N. 1 LUNEDI ************************************* SERVIZIO MENSA ANZIANI ALLEGATO A) TABELLA DIETETICA Dieta elaborata il 19/11/2012 dal Dr. Domenico DECARLO SERVISIO IGIENE PUBBLICA ASLTA MOTTOLA ************************ Giorno N. 1 LUNEDI *************************************

Dettagli

indicazioni sull andamento dei prezzi al consumo a Napoli Prezzi in euro minimo massimo medio minimo massimo medio

indicazioni sull andamento dei prezzi al consumo a Napoli Prezzi in euro minimo massimo medio minimo massimo medio I prezzi rilevati nel mese di e indicazioni sull andamento dei prezzi al consumo a Napoli Qui di seguito sono indicati i prezzi al consumo rilevati ed elaborati dall Ufficio Comunale di Statistica effettuati

Dettagli

i prezzi al consumo nella città di Napoli

i prezzi al consumo nella città di Napoli I prezzi rilevati nei mesi di ottobre e novembre Qui di seguito sono indicati i prezzi al consumo rilevati ed elaborati dall Ufficio Comunale di Statistica effettuati in circa mille punti vendita suddivisi

Dettagli

COMUNE DI CUNEO SETTORE SOCIO EDUCATIVO E AFFARI DEMOGRAFICI ALLEGATO B. CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO - Servizi comunali per la prima infanzia

COMUNE DI CUNEO SETTORE SOCIO EDUCATIVO E AFFARI DEMOGRAFICI ALLEGATO B. CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO - Servizi comunali per la prima infanzia COMUNE DI CUNEO SETTORE SOCIO EDUCATIVO E AFFARI DEMOGRAFICI ALLEGATO B CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO - Servizi comunali per la prima infanzia MENU E TABELLE DIETETICHE Negli asili nido l alimentazione

Dettagli

La qualità degli alimenti

La qualità degli alimenti La qualità degli alimenti Le forniture contrattate prevedono prodotti di prima qualità, non O.G.M, conformi alle normative e, per quanto possibile, di provenienza nazionale. Sono in fornitura prodotti

Dettagli

prezzo al litro o al Kg. % IVA Prodotto richiesto note prezzo unitario Aceto bianco confezione da lt.1 (prezzo al litro)..

prezzo al litro o al Kg. % IVA Prodotto richiesto note prezzo unitario Aceto bianco confezione da lt.1 (prezzo al litro).. In riferimento al bando di gara di codesta Amministrazione, si riportano, di seguito, le nostre migliori offerte per la fornitura di GENERI ALIMENTARI E SURGELATI, per la mensa della Scuola dell'infanzia,

Dettagli

La spesa alimentare di prodotti biologici

La spesa alimentare di prodotti biologici OSSERVATORIO CONSUMI La spesa alimentare di prodotti biologici ISMEA Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo e Alimentare A cura di: Dr. Roberto D'Auria Dr.ssa Loredana Pittiglio Responsabile Osservatorio:

Dettagli

OSSERVATORIO PROVINCIALE PREZZI AL CONSUMO

OSSERVATORIO PROVINCIALE PREZZI AL CONSUMO COMUNE DI DUINO-AURISINA COMUNE DI TRIESTE COMUNE DI MUGGIA OSSERVATORIO PROVINCIALE PREZZI AL CONSUMO OTTOBRE 2009 L osservatorio provinciale dei prezzi al consumo nel mese di ottobre ha effettuato le

Dettagli

Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza. con il coordinamento scientifico di

Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza. con il coordinamento scientifico di Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza con il coordinamento scientifico di IL PIANO DELLA PRESENTAZIONE Caratteristiche dell Indagine Il paniere dei prodotti, il paniere dei servizi

Dettagli

COMUNE DI CERANO - Provincia di Novara. SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA CENTRI ESTIVI ED ASILO NIDO COMUNALE Procedura aperta

COMUNE DI CERANO - Provincia di Novara. SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA CENTRI ESTIVI ED ASILO NIDO COMUNALE Procedura aperta COMUNE DI CERANO - Provincia di Novara SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA CENTRI ESTIVI ED ASILO NIDO COMUNALE Procedura aperta CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO TABELLE DELLE GRAMMATURE C.I.G. 69491750A0 ASILO

Dettagli

LUNEDI Crema di carote e porri Biscotti secchi Sogliola al forno. MARTEDI Pasta al pomodoro fresco Yogurt con frutta Petto di pollo Bietola

LUNEDI Crema di carote e porri Biscotti secchi Sogliola al forno. MARTEDI Pasta al pomodoro fresco Yogurt con frutta Petto di pollo Bietola Comune di Follonica (GR) Servizi Socio Educativi 1^ SETTIMANA 4) MENU INVERNALE LUNEDI Crema di carote e porri Biscotti secchi Sogliola al forno MARTEDI Pasta al pomodoro fresco Yogurt con frutta Petto

Dettagli