CATALOGO Corsi e certificazioni di base e di approfondimento

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CATALOGO 2012. Corsi e certificazioni di base e di approfondimento"

Transcript

1 CATALOGO 2012 Corsi e certificazioni di base e di approfondimento Edizione giugno

2

3 1. Indice 1. Indice Introduzione Elenco corsi di base e di approfondimento Elenco certificati di base e diplomi di approfondimento Corsi di base Corsi di approfondimento Certificati di base Diplomi di approfondimento Sintesi di altre proposte formative: Executive Master e Formazione su misura Tabella cronologica dei corsi di base e di approfondimento

4

5 2. Introduzione Formazione e aggiornamento continuo per i profili professionali del mondo bancario e finanziario Il Centro di Studi Bancari (CSB) offre numerose proposte per la formazione interdisciplinare e l aggiornamento delle professioni bancarie, fiduciarie, assicurative e giuridiche: annualmente si contano quasi 250 iniziative che coinvolgono all incirca 400 docenti e più di partecipanti. Dalla sua nascita, nel 1990, la gamma di offerta del CSB si è sempre più diversificata e tutte le proposte sono ora strutturate in funzione dei profili professionali della piazza finanziaria e delle rispettive esigenze di formazione e aggiornamento. Suddivisione delle proposte per livelli di complessità: una novità per facilitare la ricerca di corsi e certificazioni per le diverse esigenze Da quest anno le proposte formative del Centro di Studi Bancari sono suddivise per livello di complessità: CORSI Corsi di base Corsi di approfondimento Corsi di perfezionamento CERTIFICAZIONI Certificati di base Diplomi di approfondimento Executive Master Singoli corsi che introducono a nuove conoscenze applicabili a casi semplici Singoli corsi di livello intermedio che permettono la comprensione di nuovi concetti e la loro applicazione a situazioni reali Singoli corsi avanzati che permettono l'analisi, la sintesi e la valutazione autonoma di problematiche reali complesse Formazioni complete che introducono a nuove conoscenze applicabili a casi semplici Formazioni complete intermedie che permettono la comprensione di nuovi concetti e la loro applicazione a situazioni reali Formazioni complete e avanzate che permettono l'analisi, la sintesi e la valutazione autonoma di problematiche reali complesse 5

6 Uno degli elementi caratterizzanti del Centro di Studi Bancari è, dunque, di aver sviluppato una matrice che ordina le sue offerte formative da un lato per livello di complessità e dall altro lato per profilo professionale. Per ogni livello vengono proposti corsi singoli che rispondono a esigenze specifiche e puntuali e percorsi formativi che permettono di acquisire una conoscenza completa della materia trattata. Ne risulta un offerta voluminosa ma nel contempo di facile interpretazione. Ricerca corsi e convegni nel nostro sito internet Il sito Internet del Centro di Studi Bancari (www.csbancari.ch), rinnovato nella grafica e nella struttura, prevede diverse modalità di ricerca, nello specifico per: Obbiettivi del presente catalogo Con il presente catalogo, il Centro di Studi Bancari si propone di presentare in maniera esaustiva i corsi e le certificazioni di base e di approfondimento in programma per l anno 2012 (Sezioni 4 7), indicando i profili professionali ai quali si rivolgono e suggerendo ulteriori corsi che permettono di completare la formazione scelta. Nella Sezione 8 è prevista una breve panoramica degli Executive Master e dei Progetti su misura (per le relative informazioni di dettaglio si rimanda al sito Internet). 6

7 3. Elenco corsi di base e di approfondimento OPERAZIONI BANCARIE Corsi di base Tecnica bancaria di base: la banca a Corsi di approfondimento Traffico pagamenti / Payments Amministrazione titoli / Securities CREDITI E FINANZIAMENTI Corsi di base Introduzione ai crediti Crediti ipotecari I - fondamenti Crediti ipotecari II - applicazioni Crediti commerciali Elementi di procedure esecutive e fallimentari in ambito bancario Analisi di bilancio Elementi di trade finance Corsi di approfondimento Il credito bancario Finanziamenti ipotecari a clienti privati Finanziamento della proprietà fondiaria e tecniche di valutazione La valutazione immobiliare Crediti lombard, contro fideiussione e al consumo Finanziamenti dei clienti commerciali Crediti a clienti commerciali, gestione dei rischi di credito e analisi finanziaria

8 Analisi e pianificazione finanziaria per clienti commerciali Trade Finance e finanziamenti speciali e alternativi L'investment banking nelle operazioni di credito con la clientela aziendale FINANZA E INVESTIMENTI Corsi di base I prodotti finanziari Introduzione ai mercati finanziari I fondi di investimento Guida pratica ai rischi bancari: panoramica degli accordi di Basilea Introduzione ai prodotti derivati Introduzione ai prodotti strutturati Introduzione alla consulenza agli investimenti Corsi di approfondimento Investimenti obbligazionari: opportunità e rischi Azioni e titoli analoghi: opportunità e rischi Investimenti sui mercati monetari, forex e delle commodities I fondi d'investimento nella gestione patrimoniale Forward e futures nella gestione patrimoniale e nella tesoreria d azienda Le opzioni nella gestione patrimoniale: opportunità e rischi I derivati su tassi d interesse e valute nella gestione patrimoniale e nella tesoreria d azienda I prodotti strutturati nella gestione patrimoniale: opportunità e rischi DIRITTO BANCARIO E FINANZIARIO, FISCALITA' Corsi di base Diligenza, riciclaggio e segreto bancario Le procure bancarie Le successioni

9 Fondamenti di fiscalità svizzera Corsi di approfondimento Rapporti e contrattualistica bancaria Diritto in materia di esecuzione e fallimento Regolamentazione in ambito bancario e finanziario MANAGEMENT PER ISTITUTI FINANZIARI Corsi di base Accoglienza clientela e bon ton Introduzione al coaching Comportamento e comunicazione interculturale L'assistente di direzione. Un ruolo importante nelle aziende moderne Il linguaggio non verbale. Capire l'altro in base al body language Self marketing. Gestire, potenziare e promuovere se stessi ASSICURAZIONI PRIVATE E SOCIALI Corsi di base Assicurazioni sociali. Tipologie d'assicurazione, sistema dei tre pilastri, obbligo del pagamento del salario Assicurazioni sociali. Assicurazioni malattia Assicurazioni di persone. Opzioni di complemento secondo la legge sul contratto di assicurazione LCA in caso di malattia e infortunio Assicurazioni di persone. Tipologie, basi legali e fiscali delle assicurazioni sulla vita Economia assicurativa. Fondamenti del settore assicurativo svizzero Economia assicurativa. Compiti dell intermediario assicurativo, sistemi di indennizzo, analisi e applicazione dell IVA Nozioni giuridiche del settore assicurativo svizzero. Legge sulla sorveglianza degli assicuratori (LSA), Legge sul contratto di assicurazione (LCA)

10 Nozioni giuridiche del settore assicurativo svizzero. Obbligazioni, ragioni sociali e registro di commercio Nozioni giuridiche del settore assicurativo svizzero. Sorveglianza, statuto giuridico e responsabilità degli intermediari Nozioni giuridiche del settore assicurativo svizzero. Protezione dei dati, concorrenza sleale, distribuzione di fondi e limitazioni relative alla concorrenza Assicurazioni di cose. Mobilio domestico, oggetti di valore, stabili, casco, viaggi Assicurazioni di cose. Assicurazioni commerciali, tecniche, di trasporti Assicurazioni patrimoniali. Responsabilità civile privati, stabili e veicoli a motore Assicurazioni patrimoniali. Responsabilità civile d'impresa e professionale, interruzione d'esercizio e protezione giuridica d'impresa La consulenza alla clientela nel settore assicurativo Corsi di approfondimento Diritto d'assicurazione Economia d'assicurazione Marketing d'assicurazione Assicurazioni tecniche Assicurazioni patrimoniali Assicurazioni di cose Attestato federale di specialista in assicurazione AVS/AI e altre assicurazioni sociali, Assicurazione vita collettiva, Assicurazione vita individuale

11 4. Elenco certificati di base e diplomi di approfondimento Certificati di base Basics in Banking+Finance L'assistente di private banking. Un percorso formativo completo L'assistente del fiduciario finanziario e del consulente private banking Intermediario assicurativo AFA Diplomi di approfondimento AKAD Banking+Finance Diploma in Banking+Finance for IT Specialist Graduate s Diploma in Banking+Finance Diploma di consulente in fondi d'investimento IAF Fit for banking operations / Diploma in banking operations Fit for credit products Fit for credit products - clientela privata Fit for credit products - clientela aziendale Fit for financial products Fit for project management Attestato federale di specialista in assicurazione La previdenza professionale. Basi giuridiche, investimenti, organizzazione New New I trust, per consulenti agli investimenti Swiss Private Banking Expertise Italy

12

13 5. Corsi di base 13

14

15 OPERAZIONI BANCARIE 15

16

17 Tecnica bancaria di base: la banca a 360 Presentazione Destinatari Obiettivi Contenuti Docenti Durata Date e orari Il corso offre una panoramica completa a 360 dell'attività bancaria. È un'introduzione al mondo bancario rivolta soprattutto a collaboratori, nuovi dipendenti, personale in formazione e praticanti, sia del settore bancario che parabancario. Tutti i profili Al termine del corso il partecipante: - è in grado di spiegare le funzioni e i compiti economici di una banca - ha compreso le principali operazioni bancarie - conosce i principi fondamentali del credito e le diverse tipologie - conosce i principali prodotti finanziari e sa spiegarne le differenze - è informato sulle norme giuridiche di base che ogni collaboratore è tenuto ad osservare - ha una visione generale del sistema bancario svizzero e della funzione della Banca nazionale 1. La funzione della banca nell'economia 2. Le operazioni bancarie attive, passive e indifferenti 3. La raccolta dei fondi 4. I servizi bancari di traffico pagamenti 5. I prodotti finanziari 6. Cambi e divise 7. I metalli preziosi 8. Il riciclaggio di denaro 9. Il sistema bancario svizzero e la Banca nazionale svizzera 10. La Convenzione relativa all obbligo di diligenza delle banche (CDB) 11. Il segreto bancario 12. Introduzione ai crediti - Nadir Rodoni, Economista SUP, dipl. fed. in economia bancaria, Project Manager e docente al Centro di Studi Bancari, Vezia 24 ore Mercoledì 1 e giovedì 2 febbraio 2012 e lunedì 6 febbraio 2012, dalle 8.30 alle Quote Membri ABT CHF Altri CHF Iscrizione Entro il Informazioni Osservazioni Katia Ott Telefono : Altri corsi di base: - Crediti commerciali (p. 27) - Introduzione ai mercati finanziari (p. 39) - I prodotti finanziari (p. 37) - I fondi di investimento (p. 41) - Diligenza, riciclaggio e segreto bancario (p. 53) 17

18

19 CREDITI E FINANZIAMENTI 19

20

21 Introduzione ai crediti Presentazione Destinatari Obiettivi Contenuti Docenti Durata Le operazioni creditizie costituiscono una delle attività principali per la maggior parte delle banche. Tutte le figure professionali del ramo bancario e parabancario dovrebbero possedere le conoscenze che il corso garantisce. In particolare, in questo corso introduttivo vengono esaminati gli aspetti fondamentali del credito, le sue principali forme, le classificazioni e il processo di concessione di un finanziamento creditizio. Tutti i profili Al termine del corso il partecipante: - conosce le principali forme di credito - ha approfondito le particolarità dei vari tipi di credito - ha compreso le caratteristiche di base delle operazioni di credito - è in grado di catalogare qualsiasi credito in classi specifiche - conosce i passi fondamentali della concessione di un credito - conosce il concetto e lo scopo del calcolo dei rating di credito 1. Concetti introduttivi 2. Gli obiettivi delle operazioni di credito 3. La politica creditizia della banca 4. Tipologie di credito 5. Le forme di credito 6. Svolgimento delle operazioni di credito 7. Il rating nelle operazioni di credito 8. Introduzione ai crediti ipotecari e commerciali - Nadir Rodoni, Economista SUP, dipl. fed. in economia bancaria, Project Manager e docente al Centro di Studi Bancari, Vezia 8 ore Date e orari Mercoledì 29 febbraio 2012, dalle 8.30 alle Quote Membri ABT CHF Altri CHF Iscrizione Entro il Informazioni Osservazioni Katia Ott Telefono : I partecipanti del corso "Tecnica bancaria di base" conoscono già i contenuti del corso in oggetto. Altri corsi di base: - Crediti commerciali (p. 27) - Crediti ipotecari I (fondamenti) (p. 23) - Crediti ipotecari II (applicazioni) (p. 25) - Elementi di procedure esecutive e fallimentari in ambito bancario (p. 29) - Analisi di bilancio (p. 31) Approfondimenti: - Il credito bancario (p. 117) - Fit for credit products (p. 201) 21

22

23 Crediti ipotecari I (fondamenti) Presentazione Destinatari Obiettivi Contenuti Docenti Durata I crediti ipotecari rappresentano circa i due terzi di tutti i crediti concessi sul mercato interno svizzero. Per la maggior parte delle banche universali il credito ipotecario rappresenta la tipologia di credito più importante, perché a livello strategico permette di consolidare la propria presenza e professionalità in ambito creditizio. L'operazione di concessione di un credito ipotecario è un servizio richiesto spesso dal cliente ed esige un cospicuo bagaglio di competenze da parte dell'operatore bancario che spaziano da quelle commerciali e normative fino a quelle di natura immobiliare. Il corso illustra gli aspetti fondamentali del credito ipotecario ricorrendo a esempi e esercitazioni. Tutti i profili Al termine del corso il partecipante: - conosce le particolarità e le caratteristiche principali della concessione dei crediti ipotecari a clienti privati (finanziamento abitazione primaria), del credito di costruzione tradizionale, come pure alcuni elementi introduttivi delle valutazioni immobiliari - conosce le particolarità, i contenuti e l organizzazione del registro fondiario - è informato sulle tipologie di prodotti offerte dalle banche sulla piazza - conosce i concetti generali concernenti la valutazione del merito e della capacità creditizia riguardanti un finanziamento ipotecario (analisi degli anticipi, tipologie di ammortamento e calcolo della sopportabilità) - è in grado di elaborare una prima richiesta di credito standard di un cliente sulla base delle informazioni a sua disposizione (analisi, concessione, sorveglianza) 1. Introduzione ai crediti ipotecari 2. Il registro fondiario 2.1 Il concetto e le tipologie di fondo secondo il codice civile 2.2 Il concetto e le tipologie di proprietà fondiaria 2.3 Le servitù e gli oneri fondiari 2.4 I diritti di pegno immobiliare contrattuali e legali 2.5 Le componenti e gli aspetti organizzativi del registro fondiario 3. Il credito di costruzione (teoria e esercitazioni) 4. Introduzione alle valutazioni immobiliari (teoria e esercitazioni) 5. Elementi di analisi concernenti i crediti ipotecari (anticipi, ammortamento, calcolo della sopportabilità) 6. Le tipologie di prodotti ipotecari offerti dalle banche 7. Caso pratico concernente un finanziamento ipotecario a clienti privati (casa primaria) 8. Conclusione e ricapitolazione - Nadir Rodoni, Economista SUP, dipl. fed. in economia bancaria, Project Manager e docente al Centro di Studi Bancari, Vezia 16 ore Date e orari Giovedì 15 marzo 2012 e venerdì 16 marzo 2012, dalle 8.30 alle Quote Membri ABT CHF Altri CHF Iscrizione Entro il

24 Informazioni Osservazioni Katia Ott Telefono : Altri corsi di base: - Crediti ipotecari II (applicazioni) (p. 25) - Elementi di procedure esecutive e fallimentari in ambito bancario (p. 29) Approfondimenti: - Finanziamenti ipotecari a clienti privati (p. 119) - Finanziamento della proprietà fondiaria e tecniche di valutazione (p. 121) - La valutazione immobiliare (p. 123) - Crediti lombard, contro fideiussione e al consumo (p. 125) - Fit for credit products (p. 201) 24

25 Crediti ipotecari II (applicazioni) Presentazione Destinatari Obiettivi Contenuti Docenti Durata Questo secondo corso sui finanziamenti ipotecari integra la preparazione teorica del corso "Crediti ipotecari I (fondamenti)", grazie all introduzione di alcune problematiche importanti e frequenti (il credito di costruzione con impresa generale e l ipoteca di previdenza). Ampio spazio è dedicato alle esercitazioni e ai lavori di gruppi sulla tematica. Tutti i profili Al termine del corso il partecipante: - conosce le particolarità e le caratteristiche principali dell'ipoteca di previdenza, del credito di costruzione con impresa generale - conosce le particolarità e le caratteristiche principali del finanziamento ipotecario con un diritto di superficie e con un diritto di abitazione - conosce il concetto di rating per i clienti ipotecari (per persone private) - sa utilizzare le competenze acquisite nella relazione con i clienti rappresentando con maggiore competenza professionale la propria banca 1. Ricapitolazione generale dei contenuti del corso Crediti ipotecari I (fondamenti)" 2. Caso pratico riassuntivo della materia trattata nel corso Crediti ipotecari I (fondamenti)" 3. Il rating delle operazioni ipotecarie (teoria ed esercitazione) 4. I crediti con diritto di superficie e di abitazione 5. Il credito di costruzione tramite impresa generale (approfondimento di alcune particolarità ed esercitazioni) 6. L'ipoteca di previdenza 7. Caso pratico conclusivo concernente un finanziamento ipotecario a clienti privati (casa plurifamiliare) - Nadir Rodoni, Economista SUP, dipl. fed. in economia bancaria, Project Manager e docente al Centro di Studi Bancari, Vezia 16 ore Date e orari Mercoledì 18 aprile 2012 e giovedì 19 aprile 2012, dalle 8.30 alle Quote Membri ABT CHF Altri CHF Iscrizione Entro il Informazioni Osservazioni Katia Ott Telefono : Altri corsi di base: - Elementi di procedure esecutive e fallimentari in ambito bancario (p. 29) - Elementi di trade finance (p. 33) Approfondimenti: - Finanziamenti ipotecari a clienti privati (p. 119) - Finanziamento della proprietà fondiaria e tecniche di valutazione (p. 121) - La valutazione immobiliare (p. 123) - Crediti lombard, contro fideiussione e al consumo (p. 125) - Fit for credit products (p. 201) 25

26

27 Crediti commerciali Presentazione Destinatari Obiettivi Contenuti Docenti Durata La clientela aziendale usufruisce di particolari tipologie di crediti. Il corso propone una completa visione d'insieme delle varie tipologie di crediti commerciali accompagnata da esercitazioni su casi pratici. Al termine del corso verranno introdotti alcuni principi di base concernenti l analisi di bilancio e la debt capacity necessari per la valutazione della capacità creditizia di un cliente commerciale. Tutti i profili Al termine del corso il partecipante: - conosce le particolarità e le caratteristiche principali delle seguenti forme di credito commerciale: crediti senza copertura, coperti da garanzia personale e reale, crediti di firma e le forme particolari di finanziamento - conosce i documenti necessari per l analisi di un credito commerciale - è informato su alcuni principi inerenti all analisi di bilancio e alla debt capacity - ha compreso la differenza e le principali caratteristiche del concetto di merito e capacità creditizia per un cliente commerciale - sa applicare le nozioni teoriche apprese alla soluzione di casi pratici 1. Introduzione ai crediti commerciali 1.1. Panoramica delle diverse tipologie di crediti commerciali 1.2. Raccolta e analisi delle informazioni e della documentazione necessaria 1.3. Concetto di merito e capacità creditizia 2. I crediti senza copertura 3. I crediti coperti da garanzie personali 4. I crediti coperti da garanzie reali 5. I crediti di firma 6. Le forme particolari di finanziamento 6.1. Il credito cauzionale 6.2. La garanzia bancaria 6.3. Il leasing 6.4. Il factoring 6.5. Il forfaiting 6.6. Le operazioni documentarie (credito e incasso documentario) 7. Elementi introduttivi dell analisi concernente la capacità creditizia di un cliente commerciale 7.1. Elementi introduttivi dell analisi di bilancio 7.2. Elementi introduttivi della debt capacity - Nadir Rodoni, Economista SUP, dipl. fed. in economia bancaria, Project Manager e docente al Centro di Studi Bancari, Vezia 16 ore Date e orari Martedì 14 febbraio 2012 e giovedì 16 febbraio 2012, dalle 8.30 alle Quote Membri ABT CHF Altri CHF Iscrizione Entro il Informazioni Katia Ott 27

28 Telefono : Osservazioni Altri corsi di base: - Crediti ipotecari I (fondamenti) (p. 23) - Crediti ipotecari II (applicazioni) (p. 25) - Elementi di procedure esecutive e fallimentari in ambito bancario (p. 29) - Analisi di bilancio (p. 31) Approfondimenti: - Finanziamenti dei clienti commerciali (p. 127) - Crediti a clienti commerciali, gestione dei rischi di credito e analisi finanziaria (p. 129) - Fit for credit products (p. 201) 28

29 Elementi di procedure esecutive e fallimentari in ambito bancario Presentazione Destinatari Obiettivi Contenuti Docenti Durata La formazione sui crediti viene integrata analizzando il tema delle procedure esecutive e fallimentari con un approccio concreto e pratico. L analisi del cliente viene così completata con gli aspetti legati alle conseguenze dell insolvenza creditizia e alle responsabilità di coloro che decidono sul merito creditizio. Particolare rilievo è dato agli aspetti pratici di rilievo connessi all avvio delle differenti procedure di realizzazione, in particolar modo quella su pegno e in via di fallimento, partendo dall analisi di casistiche creditizie, sia a livello ipotecario sia commerciale. Tutti i profili Al termine del corso il partecipante: - conosce le conseguenze di un insolvenza creditizia per la banca e per il cliente - conosce gli scopi delle procedure esecutive - conosce le principali norme legali che regolano le procedure esecutive - è informato sulle diverse tipologie, le fasi e le regole delle procedure in funzione delle più frequenti casistiche creditizie in ambito bancario - è sensibilizzato sull importanza di un'analisi del cliente accurata e orientata al rischio - possiede gli elementi fondamentali per valutare l opportunità di avviare o meno una procedura 1. L analisi del cliente in ambito creditizio 2. Le conseguenze dell insolvenza creditizia per la banca e per il cliente 2.1. Le responsabilità dello specialista crediti in caso di insolvenza del cliente 2.2. Le azioni da intraprendere 3. Introduzione alla Legge federale sulla esecuzione e sul fallimento (LEF) 3.1. Lo scopo e principi generali della legge 3.2. Il luogo e i termini di esecuzione 3.3. La procedura ordinaria (in breve) 3.4. Le procedure straordinarie (aspetti pratici) Esecuzione in via di realizzazione del pegno (esempio per credito ipotecario) Esecuzioni in via di fallimento (esempio per credito commerciale) 4. Il concordato 5. Casi pratici - Nadir Rodoni, Economista SUP, dipl. fed. in economia bancaria, Project Manager e docente al Centro di Studi Bancari, Vezia 8 ore Date e orari Martedì 6 novembre 2012, dalle 8.30 alle Quote Membri ABT CHF Altri CHF Iscrizione Entro il Informazioni Katia Ott Telefono :

30 Osservazioni Approfondimenti: - Diritto in materia di esecuzione e fallimento (p. 159) 30

31 Analisi di bilancio Presentazione Destinatari Obiettivi Contenuti Docenti Durata Identificare il valore di un'azienda è una delle competenze basilari per molte figure professionali. Saper interpretare il bilancio e utilizzare correttamente i diversi indici finanziari costituiscono gli elementi essenziali per verificare lo stato di salute di un'azienda. Solo conoscendo il valore di un'azienda è possibile svolgere un'attività di consulenza su basi concrete giustificate contabilmente. Il corso introduce i partecipanti alle tematiche inerenti all'analisi di bilancio facendo ampio ricorso a esercitazioni. Tutti i profili Al temine del corso il partecipante: - identifica e interpreta i documenti alla base dell'analisi finanziaria - conosce i principali riferimenti normativi svizzeri e internazionali - conosce il significato dell'attività di revisione contabile - conosce i concetti di leva finanziaria e di debt capacity (capacità di finanziamento) e li ha applicati alla risoluzione di casi pratici - sa calcolare, interpretare e valutare i principali indici finanziari (struttura patrimoniale e del capitale, copertura degli investimenti, liquidità, redditività, capacità di finanziamento) 1. I documenti dell'analisi finanziaria 1.1. Il bilancio 1.2. Il conto economico 1.3. L allegato 1.4. Il conto dei flusso dei fondi 2. I riferimenti normativi in materia di allestimento del conto annuale 3. Introduzione e scopo delle analisi contabili 4. L analisi degli indici 4.1. Gli aspetti introduttivi 4.2. Gli indici relativi alla struttura patrimoniale 4.3. Gli indici relativi alla copertura degli investimenti 4.4. Gli indici relativi alla liquidità 4.5. Gli indici relativi all attività 4.6. Gli indici relativi alla redditività del capitale 4.7. Gli indici relativi alla capacità di finanziamento 4.8. La debt capacity 5. Esercitazioni e casi pratici - Nadir Rodoni, Economista SUP, dipl. fed. in economia bancaria, Project Manager e docente al Centro di Studi Bancari, Vezia 16 ore Date e orari Lunedì 21 maggio 2012 e martedì 22 maggio 2012, dalle 8.30 alle Quote Membri ABT CHF Altri CHF Iscrizione Entro il Informazioni Katia Ott Telefono :

32 Osservazioni Altri corsi di base: - Crediti commerciali (p. 27) - Crediti ipotecari I (fondamenti) (p. 23) - Crediti ipotecari II (applicazioni) (p. 25) - Elementi di procedure esecutive e fallimentari in ambito bancario (p. 29) Approfondimenti: - Analisi e pianificazione finanziaria per clienti commerciali (p. 131) - Fit for credit products (p. 201) 32

33 Elementi di trade finance Presentazione Destinatari Obiettivi Contenuti Docenti Durata Negli ultimi anni la richiesta di prodotti e servizi relativi al commercio internazionale è cresciuta notevolmente. Il corso si propone di introdurre i partecipanti alle operazioni e ai servizi bancari utilizzati nel trade finance. Dopo una breve presentazione dei concetti generali e dei termini utilizzati nel settore, verranno trattati, con l'ausilio di esempi, i finanziamenti cauzionali, il credito e l'incassso documentario, oltre ad alcune forme di finanziamento alternative. Tutti i profili Al termine del corso il partecipante: - conosce l importanza delle operazione di trade finance nel commercio internazionale - conosce il funzionamento dell Assicurazione svizzera contro i rischi delle esportazioni (ASRE) - è informato sui rischi principali del commercio internazionale - sa spiegare al cliente le caratteristiche fondamentali dei prodotti offerti dalle banche nel commercio internazionale 1. Introduzione alle operazioni di trade finance 1.1. Il significato del commercio estero per la Svizzera 1.2. L Assicurazione svizzera contro i rischi delle esportazioni (ASRE) 1.3. I rischi nelle operazioni di commercio internazionale 2. Il credito cauzionale 2.1. Significato e terminologia 2.2. Differenze tra fideiussione bancarie e garanzia bancaria 2.3. Esempi pratici 3. Il credito documentario e l'incasso documentario 3.1. Il credito documentario (apertura, svolgimento, documentazione) 3.2. L incasso documentario (apertura, svolgimento, documentazione) 3.3. Analisi dei documenti necessari nelle operazioni documentarie 3.4. Esempi pratici 4. Le forme di finanziamento alternative (concetti e terminologia di base) 4.1. Il leasing 4.2. II factoring 4.3. La forfetizzazione 5. Esercitazioni - Nadir Rodoni, Economista SUP, dipl. fed. in economia bancaria, Project Manager e docente al Centro di Studi Bancari, Vezia 8 ore Date e orari Martedì 23 ottobre 2012, dalle 8.30 alle Quote Membri ABT CHF Altri CHF Iscrizione Entro il Informazioni Katia Ott Telefono :

34 Osservazioni Altri corsi di base: - Crediti ipotecari I (fondamenti) (p. 23) - Crediti ipotecari II (applicazioni) (p. 25) - Elementi di procedure esecutive e fallimentari in ambito bancario (p. 29) Approfondimenti: - Trade finance e finanziamenti speciali e alternativi (p. 133) - L'investment banking nelle operazioni di credito con la clientela aziendale (p. 135) - Fit for credit products (p. 201) 34

35 FINANZA E INVESTIMENTI 35

36

37 I prodotti finanziari Presentazione Destinatari Obiettivi Contenuti Docenti Durata In questi ultimi anni abbiamo assistito a una vera e propria rivoluzione nell'ambito dei prodotti finanziari: dagli originali titoli di credito e di partecipazione (le obbligazioni e le azioni), sono scaturiti prodotti di ogni tipo, da quelli derivati agli strumenti strutturati, agli hedge fund, etc. Nel corso sono esaminati i prodotti alla base di un investimento che costituiscono ancora oggi la parte preponderante dei portafogli titoli dei risparmiatori. In particolare, si parlerà delle varie forme di obbligazioni e di azioni. I concetti sono collegati alla teoria economica, all'economia reale e all'attualità dei mercati finanziari. Oltre alle obbligazioni e alle azioni, nel corso si accennerà ai fondi d'investimento. Conoscere questi prodotti, saperli confrontare e comprenderne le caratteristiche principali, nell'ottica del cliente e della banca, è ciò che si propone il corso. Tutti i profili Al termine del corso il partecipante: - ha una conoscenza generale delle caratteristiche dei prodotti finanziari - ha compreso le principali modalità di utilizzo di questi strumenti in relazione alla politica d'investimento della banca - conosce i rischi principali e le opportunità insiti nei prodotti finanziari - è in grado di introdurre i prodotti finanziari nell'ambito della finanza, della teoria economica e dell'economia reale - è in grado di collegare questi strumenti ai ragionamenti sulla struttura di portafoglio del cliente 1. Le azioni 2. Le obbligazioni 3. Introduzione ai fondi d'investimento e agli hedge funds 4. La Borsa Elettronica Svizzera, la VIRT-X 5. I prodotti finanziari e la teoria economica 6. I prodotti finanziari e l'economia reale 7. I prodotti finanziari, la politica d'investimento 8. Esempi e esercitazioni su casi pratici 9. Temi d'attualità sui prodotti finanziari - Alberto Vivanti, Titolare della Vivanti Analysis, Lugano, Vice Presidente e rappresentante per la Svizzera Italiana, Swiss Association of Market Technicians (SAMT) 16 ore Date e orari Venerdì 2 marzo 2012 e venerdì 9 marzo 2012, dalle 8.30 alle Quote Membri ABT CHF Altri CHF Iscrizione Entro il Informazioni Katia Ott Telefono :

38 Osservazioni Altri corsi di base: - I fondi di investimento (p. 41) - Introduzione ai mercati finanziari (p. 39) - Introduzione ai prodotti derivati (p. 45) - Introduzione ai prodotti strutturati (p. 47) Approfondimenti: - Investimenti obbligazionari: opportunità e rischi (p. 139) - Azioni e titoli analoghi (p. 141) - Fit for financial products (p. 209) 38

39 Introduzione ai mercati finanziari Presentazione Destinatari Obiettivi Contenuti Docenti Durata Saper comprendere le molte informazioni che quotidianamente ci giungono dai mercati finanziari è di fondamentale importanza per tutti coloro che lavorano nel settore bancario e parabancario. Il corso introduce i partecipanti al mondo dei mercati finanziari facendo comprendere le variabili e i meccanismi che ne determinano il funzionamento e le oscillazioni. Ampio spazio è riservato alla comprensione delle più comuni notizie finanziarie che sono riportate dai media. Tutti i profili Al termine del corso il partecipante: - conosce i principali mercati finanziari e quali fattori macroeconomici ne influenzano l'andamento - sa interpretare l'impatto delle notizie economiche sull'evoluzione degli investimenti e comprende le ragioni che ne determinano le oscillazioni - distingue l influenza dei fattori fondamentali da quelli di tipo comportamentale nei movimenti dei mercati 1. I mercati finanziari 1.1. Cenni storici dei mercati 1.2. I principali strumenti finanziari trattati alle borse 1.3. Indici azionari e obbligazionari 2. Le variabili che influenzano i mercati 2.1. L'influenza del clima macroeconomico e della politica monetaria sull'andamento dei mercati 2.2. I multipli di valutazione dei titoli azionari 2.3. Distinzione tra analisi fondamentale e analisi tecnica 3. Il meccanismo dei prezzi 3.1. Come funziona la borsa 3.2. Come si formano le quotazioni azionarie 3.3. La variazione delle quotazioni obbligazionarie e i fattori che le determinano 4. Esercitazione 4.1. Come leggere un report finanziario 4.2. Come leggere le tabelle analitiche 4.3. Esempi pratici e discussione - Alberto Vivanti, Titolare della Vivanti Analysis, Lugano, Vice Presidente e rappresentante per la Svizzera Italiana, Swiss Association of Market Technicians (SAMT) 8 ore Date e orari Mercoledì 17 ottobre 2012, dalle 8.30 alle Quote Membri ABT CHF Altri CHF Iscrizione Entro il Informazioni Katia Ott Telefono :

40 Osservazioni Altri corsi di base: - Introduzione ai prodotti derivati (p. 45) - Introduzione ai prodotti strutturati (p. 47) - Guida pratica ai rischi bancari: panoramica degli accordi di Basilea (p. 43) Approfondimenti: - Investimenti obbligazionari: opportunità e rischi (p. 139) - Azioni e titoli analoghi: opportunità e rischi (p. 141) - Fit for financial products (p. 209) 40

41 I fondi di investimento Presentazione Destinatari Obiettivi Contenuti Docenti Durata I fondi d'investimento negli ultimi 30 anni hanno avuto uno sviluppo incredibile: sia in termini di volumi, sia in termini di contenuti. Cos'è un fondo d'investimento? Come funziona? Quali vantaggi offre? Qual è il fondo più rispondente alle esigenze del nostro cliente? Queste sono alcune delle domande alle quali il corso darà risposta in modo chiaro e comprensibile ricorrendo a esempi e notizie provenienti dai mercati finanziari e dall'attualità. I partecipanti saranno introdotti alle categorie più importanti di fondi: gli azionari, gli obbligazionari, gli immobiliari, etc. I fondi d'investimento saranno presentati e discussi in relazione alla politica d'investimento e alla struttura di portafoglio. Tutti i profili Al termine del corso il partecipante: - conosce la struttura e il funzionamento di un fondo d'investimento - ha una visione generale sui diversi tipi di fondi d'investimento - sa valutare il tipo di fondo più adatto alle esigenze del cliente - è in grado di introdurre il concetto di fondo d'investimento nell'ambito della finanza (struttura di portafoglio) e dell'investimento (politica d'investimento) - è in grado di inquadrare il fondo d'investimento nell'ambito della teoria economica e dell'economia reale 1. Cosa sono i fondi di investimento e come funzionano 2. Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei fondi di investimento 3. La Legge federale sugli investimenti collettivi di capitale (LICol) 4. I diversi tipi di fondi d'investimento 5. Come si presenta oggi il mercato dei fondi in Svizzera 6. I fondi d'investimento nella teoria finanziaria 7. I fondi d'investimento e la politica d'investimento 8. Accenno agli hedge fund 9. I criteri di confronto, valutazione e scelta di un fondo 10. I fondi d'investimento nell'ambito dell'economia reale 11. Esempi e esercitazioni su casi pratici 12. Temi d'attualità sui fondi - Alberto Vivanti, Titolare della Vivanti Analysis, Lugano, Vice Presidente e rappresentante per la Svizzera Italiana, Swiss Association of Market Technicians (SAMT) 16 ore Date e orari Venerdì 4 maggio 2012 e venerdì 11 maggio 2012, dalle 8.30 alle Quote Membri ABT CHF Altri CHF Iscrizione Entro il Informazioni Osservazioni Katia Ott Telefono : Altri corsi di base: - Introduzione ai mercati finanziari (p. 39) - Introduzione ai prodotti derivati (p. 45) 41

42 - Introduzione ai prodotti strutturati (p. 47) - Guida pratica ai rischi bancari: panoramica degli accordi di Basilea (p. 43) - Introduzione alla consulenza agli investimenti (p. 49) Approfondimenti: - I fondi di investimento nella gestione patrimoniale (p. 145) - Fit for financial products (p. 209) - Diploma di consulente in fondi d'investimento IAF (p. 195) 42

43 Guida pratica ai rischi bancari: panoramica degli accordi di Basilea Presentazione Destinatari Obiettivi Contenuti Docenti Durata Chiunque lavori nel settore bancario dovrebbe possedere nel proprio bagaglio di conoscenze le principali nozioni riguardanti i rischi che caratterizzano il mondo finanziario. Durante il corso si traccerà una panoramica dei rischi bancari e si analizzeranno i principi e gli obblighi alla base degli accordi di Basilea che hanno un importante impatto sull'attività degli istituti finanziari. In vista dell'imminente terzo nuovo accordo è previsto un focus che ne anticipa i principali cambiamenti. Tutti i profili Al termine del corso il partecipante: - conosce i principali rischi dell attività bancaria, in particolar modo il rischio di credito, di mercato e operativo - ha appreso i principi di base dell'accordo sulla convergenza internazionale della misurazione del capitale e dei coefficienti patrimoniali, noto come Basilea II - conosce le più importanti linee guida dell'applicazione dell'accordo, soprattutto in ambito di sorveglianza di rischio di credito, di mercato e operativo - conosce le nozioni di base del risk pricing e del rating - è in grado di capire gli impatti generali dell'accordo nell'operatività quotidiana - è informato sui cambiamenti che interverranno con gli accordi di Basilea III 1. Introduzione e nozioni storiche sugli accordi di Basilea 2. I principi di base dell'accordo di Basilea II 3. Il concetto di rischio nel mondo finanziario - bancario 4. La sorveglianza sul rischio di credito 4.1 Il credit pricing 4.2 II rating 5. La sorveglianza sul rischio di mercato 6. La sorveglianza sul rischio operativo 7. Fondi propri regolamentari e capitale economico 8. Passaggio da Basilea II a Basilea III 9. Conclusioni - Nadir Rodoni, Economista SUP, dipl. fed. in economia bancaria, Project Manager e docente al Centro di Studi Bancari, Vezia 8 ore Date e orari Mercoledì 9 maggio 2012, dalle 8.30 alle Quote Membri ABT CHF Altri CHF Iscrizione Entro il Informazioni Katia Ott Telefono :

44

45 Introduzione ai prodotti derivati Presentazione Destinatari Obiettivi Contenuti Docenti Durata Il mercato degli strumenti finanziari derivati è il più grande del mondo. Conoscere, ad esempio, le caratteristiche e le particolarità d'utilizzo delle opzioni call e delle opzioni put permette all'investitore, rispettivamente allo speculatore, di approfittare di previsioni di mercato al rialzo, al ribasso o con un andamento stagnante. Il corso introduce i partecipanti alle operazioni a termine, ricorrendo a esempi ed esercitazioni. Tutti i profili Al termine del corso il partecipante: - conosce le caratteristiche principali, la classificazione e la terminologia tecnica dei prodotti derivati - ha appreso le potenzialità di impiego dei prodotti derivati - sa applicare la teoria appresa a casi pratici 1. Le operazioni a termine 1.1. Caratteristiche 1.2. Impiego Copertura Speculazione Arbitraggio 2. Le operazioni a termine incondizionate e condizionate 2.1. Il concetto di opzione 2.2. Il concetto di future 3. Le opzioni call e le opzioni put 3.1. Definizioni e terminologia 3.2. Classificazione 3.3. Negoziazione 3.4. Prezzo di un opzione 3.5. Esercitazioni 4. I futures 4.1. Definizioni e terminologia 5. Le strategie di base con le opzioni 5.1. Rappresentazioni grafiche ed esempi - Mirko Boffa, Presidente della Direzione, Banca Raiffeisen della Magliasina, Caslano 8 ore Date e orari Mercoledì 12 settembre 2012, dalle 8.30 alle Quote Membri ABT CHF Altri CHF Iscrizione Entro il Informazioni Osservazioni Katia Ott Telefono : Altri corsi di base: 45

46 - Introduzione ai prodotti strutturati (p. 47) - Guida pratica ai rischi bancari: panoramica degli accordi di Basilea (p. 43) - Introduzione alla consulenza agli investimenti (p. 49) Approfondimenti: - Forward e futures nella gestione patrimoniale e nella tesoreria d'azienda (p. 147) - Le opzioni nella gestione patrimoniale: opportunità e rischi (p. 149) - I derivati su tassi d interesse e valute nella gestione patrimoniale e nella tesoreria d azienda (p. 151) - Fit for financial products (p. 209) 46

47 Introduzione ai prodotti strutturati Presentazione Destinatari Obiettivi Contenuti Docenti Durata I prodotti strutturati sono il risultato della combinazione di strumenti derivati (le opzioni, ad esempio) con strumenti tradizionali (azioni, obbligazioni, etc.) e rappresentano un asset class che ha un peso sempre più importante nei portafogli della clientela privata e istituzionale. Il corso passa in rassegna le principali categorie di prodotti strutturati e introduce i partecipanti a questa diffusa tipologia di prodotti, utilizzando esempi concreti e svolgendo esercitazioni con relative discussioni. Tutti i profili Al termine del corso il partecipante: - conosce le caratteristiche fondamentali dei prodotti strutturati - conosce le componenti costitutive di un prodotto strutturato standard - ha compreso e sa spiegare i rischi principali e le opportunità connessi ai prodotti strutturati 1. Breve riepilogo degli strumenti finanziari derivati 2. Definizione e caratteristiche dei prodotti strutturati 3. Elementi costitutivi di un prodotto strutturato standard 4. Classificazione dei prodotti strutturati secondo l Associazione Svizzera Prodotti Strutturati 4.1. Prodotti a partecipazione Esempi, vantaggi e rischi principali 4.2. Prodotti a ottimizzazione del rendimento Esempi, vantaggi e rischi principali 4.3. Prodotti a capitale protetto Esempi, vantaggi e rischi principali 5. Esempi di prospetti 6. Esercitazioni - Alberto Vivanti, Titolare della Vivanti Analysis, Lugano, Vice Presidente e rappresentante per la Svizzera Italiana, Swiss Association of Market Technicians (SAMT) 8 ore Date e orari Mercoledì 10 ottobre 2012, dalle 8.30 alle Quote Membri ABT CHF Altri CHF Iscrizione Entro il Informazioni Katia Ott Telefono :

48 Osservazioni Altri corsi di base: - Guida pratica ai rischi bancari: panoramica degli accordi di Basilea (p. 43) - Introduzione alla consulenza agli investimenti (p. 49) Approfondimenti: - I prodotti strutturati nella gestione patrimoniale: opportunità e rischi (p. 153) 48

49 Introduzione alla consulenza agli investimenti Presentazione Destinatari Obiettivi Contenuti Docenti Durata Date e orari La consulenza agli investimenti e la gestione patrimoniale richiedono al consulente finanziario capacità diverse in ambito psicologico, economico e finanziario. Ad esempio, la capacità di comprendere quali siano le motivazioni del cliente in rapporto alla sicurezza, al rendimento, alla crescita e alla liquidità dell'investimento. Queste abilità permettono infatti al consulente di stilare un profilo dettagliato del cliente utile per l'elaborazione di una proposta che rispecchi le aspettative fatte emergere durante il colloquio. Il corso si rivolge a tutti coloro che desiderano intraprendere l'attività di consulente e che quindi necessitano di prime competenze in ambito di consulenza agli investimenti e di gestione patrimoniale. Tutti i profili Al termine del corso il partecipante: - ha appreso i prodotti e i servizi che la banca è in grado di offrire nel campo degli investimenti patrimoniali - conosce le relazioni che sussistono tra la consulenza agli investimenti, la gestione patrimoniale, la pianificazione finanziaria e la gestione del portafoglio - conosce il processo in base al quale viene effettuato un investimento - è informato sulle modalità con le quali gli analisti finanziari costituiscono il portafoglio, selezionando gli investimenti più promettenti - conosce quali sono i due tipici servizi bancari in relazione agli investimenti patrimoniali - ha appreso i principi di base della pianificazione finanziaria - è sensibilizzato sull importanza del colloquio col cliente per conoscerne le esigenze 1. Servizi erogati dalla banca nell ambito dell investimento patrimoniale 1.1 Obiettivi d investimento e gestione del portafoglio 2. Processo della gestione del portafoglio 2.1 L analisi del cliente, l asset allocation, il monitoraggio del portafoglio, i principi fondamentali d investimento 3. L analisi finanziaria 3.1 Analisi fondamentale, analisi tecnica, teoria del portafoglio 4. Consulenza agli investimenti e gestione patrimoniale 5. La pianificazione finanziaria 6. Il colloquio con il cliente 7. Esercitazioni - Alberto Vivanti, Titolare della Vivanti Analysis, Lugano, Vice Presidente e rappresentante per la Svizzera Italiana, Swiss Association of Market Technicians (SAMT) - Grit Dilger Dolci, Formatrice e Consulente aziendale, Vezia 16 ore Mercoledì 7 novembre 2012 e mercoledì 14 novembre 2012, dalle 8.30 alle Quote Membri ABT CHF Altri CHF Iscrizione Entro il

50 Informazioni Katia Ott Telefono :

51 DIRITTO BANCARIO E FINANZIARIO, FISCALITA 51

52

53 Diligenza, riciclaggio e segreto bancario Presentazione Destinatari Obiettivi Contenuti Docenti Durata Il corso è una sintesi aggiornata degli elementi basilari della normativa e della prassi sulla diligenza, l'antiriciclaggio e il segreto bancario arricchita dalla discussione di casi concreti. Diversi i profili che in banca e nel settore parabancario sono obbligati al rispetto di tali normative e delle regole comportamentali correlate. Tutti i profili Al termine del corso il partecipante: - sa distinguere le diverse tipologie di norme legali che reggono la relazione tra il cliente e la banca - è informato sulle origini, le basi legali, l'importanza e i vari ambiti di applicazione del segreto bancario e della normativa contro il riciclaggio di denaro ed il finanziamento al terrorismo - conosce le conseguenze principali in caso di violazione della normativa antiriciclaggio, del segreto bancario e delle direttive interne - è in grado di risolvere correttamente dei casi semplici tratti dalla pratica 1. La relazione d'affari con la banca 2. Il segreto bancario 3. L'ordinamento svizzero in materia di lotta al riciclaggio di denaro e al finanziamento al terrorismo 3.1. Gli articoli del Codice Penale Svizzero Il riciclaggio di denaro, la carente diligenza in operazioni finanziarie, il diritto di comunicazione 3.2. La Legge federale relativa alla lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo nel settore finanziario (LRD) 3.3. La Convenzione relativa all obbligo di diligenza delle banche (CDB) 3.4. L Ordinanza FINMA sul riciclaggio di denaro (ORD-FINMA) 4. Esercitazioni su casi concreti - Flavia Giorgetti Nasciuti, Dr. iur., lic. oec., Collaboratrice scientifica Area Diritto bancario e finanziario, Centro di Studi Bancari, Vezia 16 ore Date e orari Giovedì 1 marzo 2012 e giovedì 8 marzo 2012, dalle ore 8.45 alle Quote Membri ABT CHF Altri CHF Iscrizione Entro il Informazioni Osservazioni Katia Ott Telefono : Altri corsi di base: - Le successioni (p. 57) - Le procure bancarie (p. 55) Approfondimenti: - Regolamentazione in ambito bancario e finanziario (p. 161) 53

54

55 Le procure bancarie Presentazione Destinatari Obiettivi Contenuti Docenti Durata Il potere di rappresentanza, dalla sua costituzione alla revoca, con tutte le sue implicazioni, si rivela spesso una problematica di non facile risoluzione. Il corso, caratterizzato da un forte approccio operativo alla materia e dall'ampio ricorso alla casistica, fornisce una panoramica delle tipologie di rapporti, gli obblighi e i doveri che si instaurano tra il procuratore, il rappresentato (titolare del conto/eredi) e la banca. Tutti i profili Al termine del corso il partecipante: - conosce i diversi tipi di relazioni bancarie che sono offerte dalla banca - conosce i diversi tipi di procure che possono essere proposti per agire sulle relazioni bancarie esistenti e l'estensione dei poteri di rappresentanza conferiti mediante procura - conosce le principali interdipendenze esistenti tra i tipi di procure e le normative di tipo civilistico, penale, amministrativo e comportamentale - sa quali sono le più importanti implicazioni per la banca in relazione all'esercizio delle procure - sa prestare una prima consulenza informata che tenga conto del caso concreto 1. La relazione bancaria 2. Tipi di conto (individuale, collettivo, congiunto, cifrato) 3. La procura (rappresentante, rappresentato, banca) 4. I tipi di procura 5. Due diligence e procura 6. Esercitazioni su casi concreti - Karin Valenzano Rossi, Notaio, Studio Legale e notarile Molino Adami Galante, Lugano 8 ore Date e orari Martedì 24 aprile 2012, dalle 8.30 alle Quote Membri ABT CHF Altri CHF Iscrizione Entro il Informazioni Osservazioni Katia Ott Telefono : Altri corsi di base: - Le successioni (p. 57) - Diligenza, riciclaggio e segreto bancario (p. 53) Approfondimenti: - Rapporti e contrattualistica bancaria (p. 157) 55

Fit for credit products - clientela privata

Fit for credit products - clientela privata Fit for credit products - clientela privata III Edizione 2015 Presentazione I crediti nel sistema bancario elvetico rappresentano un importante fonte di finanziamento di capitale di terzi. A fine ottobre

Dettagli

1. Ramo e azienda (conoscenze del ramo banca)

1. Ramo e azienda (conoscenze del ramo banca) Guida modello Profilo E / Profilo B Catalogo degli obiettivi di formazione (conoscenze del ramo banca) Competenze chiave Sistema bancario 1.7.1 Legge sulle banche 1.7.2 Convenzione relativa all obbligo

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE OFFERTA FORMATIVA Titolo: MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Padova, Roma e Bologna. Destinatari: Il Master si rivolge a laureati, preferibilmente in discipline economiche,

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA A.A. 2015/2016

OFFERTA FORMATIVA A.A. 2015/2016 OFFERTA FORMATIVA A.A. 2015/2016 Obiettivi formativi corsi di laurea, raggruppamenti disciplinari, insegnamenti Economia: banche, aziende e mercati Obiettivi formativi corso di laurea I laureati in Economia:

Dettagli

Capitolo 1 Il sistema finanziario e il sistema reale 3. Capitolo 2 I saldi finanziari settoriali e l intermediazione finanziaria 29

Capitolo 1 Il sistema finanziario e il sistema reale 3. Capitolo 2 I saldi finanziari settoriali e l intermediazione finanziaria 29 00.romaneNadotti:Layout 1 25-09-2009 15:15 Pagina vi Gli Autori Prefazione Ringraziamenti dell Editore In questo volume... Il sito xiii xiv xvi xvii xxiii PARTE I Concetti fondamentali Capitolo 1 Il sistema

Dettagli

Advantage. Skills. European. Program. Financial Advisor

Advantage. Skills. European. Program. Financial Advisor Advantage Skills Advantage Skills European Financial Advisor Program Il Corso Advantage Skills (European Financial Advisor Program) è un corso di alta qualificazione professionale, rivolto a chi opera

Dettagli

Diploma di approfondimento. Successione e trasmissione aziendale in Svizzera. I Edizione, 2015

Diploma di approfondimento. Successione e trasmissione aziendale in Svizzera. I Edizione, 2015 Diploma di approfondimento Successione e trasmissione aziendale in Svizzera I Edizione, 2015 Presentazione Obiettivi Per il mondo fiduciario e bancario l attività di consulenza in ambito di pianificazione

Dettagli

Compliance management

Compliance management Compliance management Presentazione I requisiti postulati dalla sorveglianza prudenziale, l orientamento ai rischi e l affermarsi progressivo di una cultura della trasparenza, hanno contribuito a valorizzare

Dettagli

Diploma in Banking+Finance for IT Specialist III Edizione 2013

Diploma in Banking+Finance for IT Specialist III Edizione 2013 Diploma in Banking+Finance for IT Specialist III Edizione 2013 Presentazione Obiettivi Ogni istituto bancario, grande o piccolo che sia, dispone, per la propria gestione, di complessi sistemi informatici

Dettagli

Indice. Presentazione, di Roberto Ruozi. pag. xiii

Indice. Presentazione, di Roberto Ruozi. pag. xiii Presentazione, di Roberto Ruozi 1 L attività bancaria 1.1 Una definizione di banca 1.2 Le origini del sistema bancario moderno 1.3 L evoluzione del sistema creditizio nel quadro europeo: concorrenza e

Dettagli

CORSO DI FINANZA AZIENDALE

CORSO DI FINANZA AZIENDALE CORSO DI FINANZA AZIENDALE presso UNINDUSTRIA TREVISO SERVIZI & FORMAZIONE, Piazza delle Istituzioni 12-31100 Treviso PERCHÉ PARTECIPARE? L obiettivo principale del percorso è formare professionalità in

Dettagli

La nostra indipendenza vi garantisce scelte di gestione perfettamente obiettive

La nostra indipendenza vi garantisce scelte di gestione perfettamente obiettive AL VOSTRO SERVIZO Forte di oltre 50 anni di esperienza, PKB ha acquisito una profonda conoscenza delle esigenze di privati e famiglie, imprenditori, liberi professionisti e dirigenti. È quindi in grado

Dettagli

Compliance management

Compliance management Compliance management Presentazione I requisiti postulati dalla sorveglianza prudenziale, l orientamento ai rischi e l affermarsi progressivo di una cultura della trasparenza, hanno contribuito a valorizzare

Dettagli

Swiss Cross-Border Wealth Management Certification per assistenti II Edizione

Swiss Cross-Border Wealth Management Certification per assistenti II Edizione Swiss Cross-Border Wealth Management Certification per assistenti II Edizione Presentazione Il 22 ottobre 2010 la FINMA scriveva nella sua "Posizione sui Rischi giuridici e di reputazione nelle operazioni

Dettagli

Master in Private Banking

Master in Private Banking Master in Private Banking 2 Premessa Di fronte ai cambiamenti e alle evoluzioni del mercato che si susseguono con sempre maggiore forza, il private banker riveste un ruolo insostituibile fondato su una

Dettagli

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza.

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza. INSIEME PER L IMPRESA La forma e la sostanza. 2 La cultura d impresa è un patrimonio prezioso come i capitali e le buone consulenze. BANCA D IMPRESA SI NASCE ESPERIENZA, SPECIALIZZAZIONE E ORGANIZZAZIONE

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo: LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO

Dettagli

Competenza e networking per gli investimenti alternativi. Formazione consulenziale. Dicembre

Competenza e networking per gli investimenti alternativi. Formazione consulenziale. Dicembre Dicembre 2013 14 - Aprile 2014 15 previfin - GLI STRUMENTI ALTERNATIVI DI INVESTIMENTO iv edizione Formazione consulenziale Competenza e networking per gli investimenti alternativi L investimento in strumenti

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO CONFORME ALLA CIRCOLARE n. 5/12 DELL'OAM PER MEDIATORI CREDITIZI

PERCORSO FORMATIVO CONFORME ALLA CIRCOLARE n. 5/12 DELL'OAM PER MEDIATORI CREDITIZI PERCORSO FORMATIVO CONFORME ALLA CIRCOLARE n. 5/12 DELL'OAM PER MEDIATORI CREDITIZI IL SISTEMA FINANZIARIO E L'INTERMEDIAZIONE DEL CREDITO I soggetti operanti nell intermediazione creditizia: gli intermediari

Dettagli

Catalogo Corsi 2015. Progetti formativi. Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 (certificato N IT02/228)

Catalogo Corsi 2015. Progetti formativi. Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 (certificato N IT02/228) Catalogo Corsi 2015 Progetti formativi Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 (certificato N IT02/228) AREA REGOLAMENTAZIONE (Rischi, Bilancio, Controlli e Legale) a) Normativa antiriciclaggio e terrorismo

Dettagli

Il credito lombard La soluzione per una maggiore flessibilità finanziaria

Il credito lombard La soluzione per una maggiore flessibilità finanziaria Il credito lombard La soluzione per una maggiore flessibilità finanziaria Private Banking Investment Banking Asset Management Il credito lombard. Un interessante e flessibile possibilità di finanziamento

Dettagli

PROGRAMMAZIONE IN BASE ALLE LINEE GUIDA : ECONOMIA AZIENDALE PIANO DI LAVORO OBIETTIVI MINIMI PER LA CLASSE 4 M S.I.A.

PROGRAMMAZIONE IN BASE ALLE LINEE GUIDA : ECONOMIA AZIENDALE PIANO DI LAVORO OBIETTIVI MINIMI PER LA CLASSE 4 M S.I.A. PROGRAMMAZIONE IN BASE ALLE LINEE GUIDA : ECONOMIA AZIENDALE PIANO DI LAVORO OBIETTIVI MINIMI PER LA CLASSE 4 M S.I.A. Tomo 1 Modulo1 1. Le società di persone. Gestire il sistema delle rilevazioni con

Dettagli

Fit for project management Lavorare per progetti: fasi, strumenti e competenze manageriali

Fit for project management Lavorare per progetti: fasi, strumenti e competenze manageriali Fit for project management Lavorare per progetti: fasi, strumenti e competenze manageriali II Edizione Presentazione Da strumento limitato alla gestione dell innovazione in azienda, il project management

Dettagli

Fee Only Corporate Finance

Fee Only Corporate Finance Master 2007 Fee Only Corporate Finance Corso di 9 giornate: 16-17-18 maggio 6-7-8-19-20-21 giugno Formazione operativa per la consulenza finanziaria indipendente alle imprese www.consultique.com Master

Dettagli

RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016 PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016 Prof.ssa Simona Migliavacca MATERIA Economia Aziendale classe e indirizzo : 4 B AFT n. ore settimanali: 7 monte orario annuale: 231 CONOSCENZE 1 Strumenti

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

Online. istituti professionali ti aiuta a trovare il percorso giusto per te con la formazione online. Ovunque tu sia. Master per impiegato bancario

Online. istituti professionali ti aiuta a trovare il percorso giusto per te con la formazione online. Ovunque tu sia. Master per impiegato bancario Online istituti professionali ti aiuta a trovare il percorso giusto per te con la formazione online. Ovunque tu sia. Master per impiegato bancario Master per impiegato bancario Una figura che ha le giuste

Dettagli

Sei giorni full time di formazione operativa per fornire nuovi servizi di consulenza alle aziende con il supporto di Consultique

Sei giorni full time di formazione operativa per fornire nuovi servizi di consulenza alle aziende con il supporto di Consultique Master CORPORATE Sei giorni full time di formazione operativa per fornire nuovi servizi di consulenza alle aziende con il supporto di Consultique Verona - 4, 5 e 6 dicembre / 15, 16 e 17 gennaio CHI SIAMO

Dettagli

ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI I

ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI I ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI I Si propongono nel presente file alcuni esempi di domande estrapolate dagli esami assegnati negli anni accademici precedenti. Lo scopo di tali esemplificazioni non

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MATERIA DIRITTO CLASSE 3 INDIRIZZO RIM DESCRIZIONE Unità di Apprendimento UdA n. 1 Titolo: STATO E ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI VALUTARE FATTI E ORIENTARE I PROPRI COMPORTAMENTI IN BASE AD UN SISTEMA

Dettagli

Banking & Financial Diploma Percorso base

Banking & Financial Diploma Percorso base Banking & Financial Diploma Sono oggi più di 3.000 i partecipanti che hanno conseguito l Attestato ABI di professionalità bancaria e finanziaria, con risultati eccellenti in termini di crescita personale

Dettagli

AL SERVIZIO DEGLI IMPRENDITORI, PER LA LORO AZIENDA E LA LORO FAMIGLIA

AL SERVIZIO DEGLI IMPRENDITORI, PER LA LORO AZIENDA E LA LORO FAMIGLIA AL SERVIZIO DEGLI IMPRENDITORI, PER LA LORO AZIENDA E LA LORO FAMIGLIA AL SERVIZIO DEGLI IMPRENDITORI, PER LA LORO AZIENDA E LA LORO FAMIGLIA Come sarà il business della mia azienda fra 5 anni? Quali sono

Dettagli

VALUTAZIONE FINANZIARIA

VALUTAZIONE FINANZIARIA - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA AMMINISTRAZIONE FINANZA E CONTROLLO

Dettagli

SOLVENCY II: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 2015/35

SOLVENCY II: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 2015/35 1 SOLVENCY II: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 2015/35 2 BRRD: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO (UE) N. 2015/63

Dettagli

La fusione tra servizio e qualità

La fusione tra servizio e qualità La fusione tra servizio e qualità esperienza e competenza Banca Aletti è dal 2001 il polo di sviluppo delle attività finanziarie del Gruppo Banco Popolare. All attività di Private Banking si affiancano

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56)

LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56) LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56) Il corso di laurea in breve Il corso di laurea magistrale in Scienze Economiche, in modalità E-learning, mira a consentire l'acquisizione di conoscenze

Dettagli

Corso di Formazione > Amministrazione e Contabilità

Corso di Formazione > Amministrazione e Contabilità Da oltre 30 anni, al vostro fianco per formarvi, supportarvi, aiutarvi a crescere. K Venture Corporate Finance opera nel campo della consulenza di direzione aziendale e supporta le imprese nelle attività

Dettagli

Fit for financial products

Fit for financial products Fit for financial products V Edizione Presentazione Obiettivi Nel contesto attuale, caratterizzato da una diffusa crisi di fiducia nei confronti degli intermediari finanziari, da una riallocazione dei

Dettagli

BUDGET FINANZA E CONTROLLO

BUDGET FINANZA E CONTROLLO CONTROLLO DI GESTIONE AVANZATO IL BILANCIO: APPROFONDIMENTI E STRUMENTI PRATICI PER NON SPECIALISTI IL CREDITO COMMERCIALE: GESTIONE, SOLLECITO, RECUPERO COME AVVIARE LA CONTABILITÀ INDUSTRIALE CALCOLARE

Dettagli

Unità procedurali (UP)

Unità procedurali (UP) Elemento 4 Indice: 1. Base concettuale Pagina 1 2. Processi / unità procedurali 2.1 Definizione / esempio Pagina 2 2.2 Obiettivo delle unità procedurali Pagina 2 2.3 Numero di unità procedurali Pagina

Dettagli

SDA Bocconi School of Management. seconda edizione

SDA Bocconi School of Management. seconda edizione SDA Bocconi School of Management seconda edizione l obiettivo del progetto formativo Creare condivisione, costruire e rafforzare l alleanza tra management della banca e direttori di filiale, fondata sulla

Dettagli

GESTIONE E CONTROLLO DEL RISCHIO FISCALE L architettura formativa di ABIFormazione

GESTIONE E CONTROLLO DEL RISCHIO FISCALE L architettura formativa di ABIFormazione PERCORSO FORMATIVO Modulo 1 12-14 maggio 2014 Modulo 2 3-5 giugno 2014 PERCORSO DI APPROFONDIMENTO 12-13 giugno 2014 23-24 giugno 2014 GESTIONE E CONTROLLO DEL RISCHIO FISCALE L architettura formativa

Dettagli

BASILEA II. Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa. Milano, 12 maggio 2004

BASILEA II. Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa. Milano, 12 maggio 2004 BASILEA II Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa Relatore: Aldo Camagni Presidente commissione finanza, controllo di gestione e contabilità d impresa dell Ordine dei Dottori Commercialisti

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE

PIANO DI LAVORO ANNUALE Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sezione Associata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI

Dettagli

Regolamento d investimento della Fondazione collettiva Perspectiva per la previdenza professionale. Edizione gennaio 2015

Regolamento d investimento della Fondazione collettiva Perspectiva per la previdenza professionale. Edizione gennaio 2015 Regolamento d investimento della Fondazione collettiva Perspectiva per la previdenza professionale Edizione gennaio 2015 2 Regolamento d investimento della Fondazione collettiva Perspectiva per la previdenza

Dettagli

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE PIANO DI LAVORO ANNUALE - CONTRATTO FORMATIVO

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE PIANO DI LAVORO ANNUALE - CONTRATTO FORMATIVO Pagina 1 di 9 ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PIANO DI LAVORO ANNUALE - CONTRATTO FORMATIVO DOCENTE MATERIA CLASSE GAROFOLI M. GIUSEPPINA ECONOMIA AZIENDALE V B MERCURIO OBIETTIVI DISCIPLINARI (in conformità

Dettagli

MATERIA: ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI CLASSI: PRIME TERZE QUINTE INDIRIZZI : SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE ED ASSICURATIVE

MATERIA: ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI CLASSI: PRIME TERZE QUINTE INDIRIZZI : SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE ED ASSICURATIVE MATERIA: ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE ED ASSICURATIVE Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi

Dettagli

Fee Only Corporate Finance

Fee Only Corporate Finance Master Fee Only Corporate Finance DALL ANALISI DEGLI EQUILIBRI FINANZIARI DELL IMPRESA ALLA DETERMINAZIONE DEL RATING Nuove opportunità nella consulenza finanziaria d impresa Basilea 2: miglioramento e

Dettagli

19.4. La riserva di elasticità

19.4. La riserva di elasticità INTRODUZIONE ALLA FINANZA 1.OBIETTIVI AZIENDALI E COMPITI DELLA FINANZA, di M. Dallocchio e A. Salvi 1.1. Creazione di valore come idea-guida 1.2. Creazione di valori per l impresa o per gli azionisti?

Dettagli

A volte il risultato della revisione è l'attribuzione di un rating peggiorativo, che può portare alla revoca in tronco degli affidamenti!

A volte il risultato della revisione è l'attribuzione di un rating peggiorativo, che può portare alla revoca in tronco degli affidamenti! Accade spesso che la banca vada a visitare l azienda solo quando deve acquisirne la relazione o, successivamente, per collocare nuovi prodotti o chiedere maggiori flussi di lavoro o relazioni indotte,

Dettagli

Indice. Presentazione, di Paolo Mottura e Sergio Paci

Indice. Presentazione, di Paolo Mottura e Sergio Paci Indice Presentazione, di Paolo Mottura e Sergio Paci Evoluzione dei modelli della banca e dell assicurazione, di Paolo Mottura e Sergio Paci I modelli dell intermediazione bancaria. Premessa.2 Il modello

Dettagli

Premessa. Di seguito le nostre principali aree aree di intervento

Premessa. Di seguito le nostre principali aree aree di intervento Premessa Ad Meliora è anche Sicurezza. Ci rivolgiamo principalmente ad aziende operanti nel settore del terziario erogando: corsi di adempimento normativo: in funzione della tipologia di azienda e dei

Dettagli

Gestione, Sviluppo e Amministrazione delle Risorse Umane

Gestione, Sviluppo e Amministrazione delle Risorse Umane Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo Gestione, Sviluppo e Amministrazione delle Risorse

Dettagli

Il Servizio di Consulenza Private del Gruppo Banca Sella

Il Servizio di Consulenza Private del Gruppo Banca Sella Il Servizio di Consulenza Private del Gruppo Banca Sella Il Private Banking del Gruppo Banca Sella Il Private Banking del Gruppo Banca Sella è una struttura integrata nella rete territoriale delle banche

Dettagli

CORSO EXECUTIVE FULL TIME SHORT MASTER IN INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA

CORSO EXECUTIVE FULL TIME SHORT MASTER IN INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA CORSO EXECUTIVE FULL TIME SHORT MASTER IN INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA Export 2.0: la gestione dell impresa nell attività con l estero Programma Executive Intensive Milano, 16 21 novembre 2015 SHORT

Dettagli

I.I.S. "PAOLO FRISI"

I.I.S. PAOLO FRISI I.I.S. "PAOLO FRISI" Via Otranto angolo Cittadini, 1-20157 - MILANO www.ipsfrisi.it PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DEL DIPARTIMENTO ECONOMICO AZIENDALE Anno Scolastico: 2014-2015 SECONDO BIENNIO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ( in base alle linee guida) : ECONOMIA AZIENDALE Classi Quarte indirizzo AFM

PROGRAMMAZIONE ( in base alle linee guida) : ECONOMIA AZIENDALE Classi Quarte indirizzo AFM PROGRAMMAZIONE ( in base alle linee guida) : ECONOMIA AZIENDALE Classi Quarte indirizzo AFM Tomo 1 Modulo1 1. Le società di persone Individuare e accedere alla normativa attività. Gestire il sistema delle

Dettagli

Ipoteche residenziali BSI

Ipoteche residenziali BSI Ipoteche residenziali BSI soluzioni flessibili e vantaggiose in esclusiva per i nostri clienti 3 BSI, IL PARTNER AFFIDABILE Da oltre un secolo BSI si dedica con impegno e passione nel proporre ai propri

Dettagli

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti Si rivolge a: Forza vendita diretta Agenti Responsabili vendite Il catalogo MARKET Responsabili commerciali Imprenditori con responsabilità diretta sulle vendite 34 di imprese private e organizzazioni

Dettagli

Il mercato primario Le offerte di azioni

Il mercato primario Le offerte di azioni Il mercato primario Le offerte di azioni Tecnicamente le offerte di azioni sono di due tipi: OFFERTE PUBBLICHE DI SOTTOSCRIZIONE (OPS), quando oggetto di offerta sono azioni di nuova emissione provenienti

Dettagli

my Solutions Opzioni e prodotti strutturati personalizzati

my Solutions Opzioni e prodotti strutturati personalizzati my Solutions Opzioni e prodotti strutturati personalizzati credit-suisse.com/mysolutions I prodotti strutturati non costituiscono una partecipazione in un investimento collettivo di capitale ai sensi della

Dettagli

FINANZA D IMPRESA Z6055 20 NOVEMBRE 2015 20 FEBBRAIO 2016. IV Edizione / Formula weekend. Amministrazione finanza e controllo

FINANZA D IMPRESA Z6055 20 NOVEMBRE 2015 20 FEBBRAIO 2016. IV Edizione / Formula weekend. Amministrazione finanza e controllo FINANZA D IMPRESA 2015 Amministrazione finanza e controllo Z6055 IV Edizione / Formula weekend 20 NOVEMBRE 2015 20 FEBBRAIO 2016 REFERENTE SCIENTIFICO DELL'INIZIATIVA Raffaele Oriani, Professore Associato

Dettagli

Training sulla Finanza per l Azienda

Training sulla Finanza per l Azienda Training sulla Finanza per l Azienda Identificare le fonti di finanziamento alternative A tendere si osserverà nei mercati una riduzione del credito concesso dalle banche, a causa degli shock endogeni

Dettagli

Percorsi Manageriali

Percorsi Manageriali Percorsi Manageriali La finanza per le piccole medie imprese Presentazione dell iniziativa Biella, 4 marzo 2009 Obiettivi dell iniziativa L Unione Industriale Biellese intende offrire ai propri Associati

Dettagli

Entriamo in azienda oggi 3 Tomo 2

Entriamo in azienda oggi 3 Tomo 2 RiViSTA PIANO DI LAVORO Eugenio Astolfi, Lucia Barale & Giovanna Ricci Entriamo in azienda oggi 3 Tomo 2 Tramontana Di seguito presentiamo il Piano di lavoro tratto dai materiali digitali per il docente

Dettagli

Investire. Costituzione del patrimonio zweiplus Trarre vantaggio dai fondi. E di più.

Investire. Costituzione del patrimonio zweiplus Trarre vantaggio dai fondi. E di più. Investire Costituzione del patrimonio zweiplus Trarre vantaggio dai fondi. E di più. Unbenannt-3.indd 1 27.1.2009 14:12:11 Uhr E il suo denaro rende di più. La consulenza della bank zweiplus. Stimata investitrice,

Dettagli

Operatore bancario/ Operatrice bancaria

Operatore bancario/ Operatrice bancaria AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Operatore bancario/ Operatrice bancaria Ordinamento formativo per l'apprendistato professionalizzante 1. Descrizione del profilo

Dettagli

Percorsi formativi accreditati per il mantenimento della Certificazione FP - uropean Financial Planner - Anno 2009

Percorsi formativi accreditati per il mantenimento della Certificazione FP - uropean Financial Planner - Anno 2009 Percorsi formativi accreditati per il mantenimento della Certificazione FP - uropean Financial Planner - Anno 2009 Di seguito sono riportate le indicazioni utili per contattare gli enti che hanno l accreditamento

Dettagli

Centro di competenze qualificate in ambito servizi di valutazione immobiliare

Centro di competenze qualificate in ambito servizi di valutazione immobiliare Centro di competenze qualificate in ambito servizi di valutazione immobiliare La partnership Ribes e Nomisma Ribes ha avviato nel corso del 2010 la predisposizione di un nuovo Piano Industriale con l obiettivo

Dettagli

Executive Program Finanza aziendale e Controllo di Gestione (IV edizione)

Executive Program Finanza aziendale e Controllo di Gestione (IV edizione) Executive Program Finanza aziendale e Controllo di Gestione (IV edizione) OBIETTIVI E COMPETENZE La finanza aziendale sta diventando sempre di più uno strumento fondamentale per la crescita delle imprese,

Dettagli

Come usare gli ETF. Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team. Rimini, 17 maggio 2012

Come usare gli ETF. Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team. Rimini, 17 maggio 2012 Come usare gli ETF Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team Rimini, 17 maggio 2012 Cosa sono gli Etf? Gli Etf sono una particolare categoria di fondi d investimento mobiliare quotati

Dettagli

I processi di finanziamento

I processi di finanziamento I processi di finanziamento 1. pianificazione finanziaria: fabbisogno e fonti di finanziamento 2. acquisizione del finanziamento tutte quelle attività volte a reperire, gestire e rimborsare i finanziamenti

Dettagli

Catalogo Corsi accreditati per Dottori commercialisti ed Esperti contabili

Catalogo Corsi accreditati per Dottori commercialisti ed Esperti contabili Catalogo Corsi accreditati per Dottori commercialisti ed Esperti contabili Antiriciclaggio: gli obblighi per professionisti e aziende Il corso di autoformazione on line Antiriciclaggio: gli obblighi per

Dettagli

IL CENTRO DI STUDI BANCARI. Certificazioni CATALOGO 2014

IL CENTRO DI STUDI BANCARI. Certificazioni CATALOGO 2014 IL CENTRO DI STUDI BANCARI Certificazioni CATALOGO 2014 INDICE 5 Il Centro di Studi Bancari in breve CERTIFICATI DI BASE 9 Basics in Banking+Finance 10 Basics in Banking+Finance and It Governance 11 Consulente

Dettagli

Rendimento del capitale investito e costo delle risorse finanziarie. Cenni funzionali sui principi legislativi e ragionieristici del bilancio

Rendimento del capitale investito e costo delle risorse finanziarie. Cenni funzionali sui principi legislativi e ragionieristici del bilancio Le Novità del Credito: corso di aggiornamento Obiettivi Fornire una visione sistematica e completa dell'operatività creditizia, aggiornata alle piu recenti novita (I.A.S., riforma societaria, riforma diritto

Dettagli

ESAME DI FINE TIROCINIO NELLA PROFESSIONE DI IMPIEGATO DI COMMERCIO 2010 / LAVORO SCRITTO

ESAME DI FINE TIROCINIO NELLA PROFESSIONE DI IMPIEGATO DI COMMERCIO 2010 / LAVORO SCRITTO NELLA PROFESSIONE DI IMPIEGATO DI COMMERCIO 2010 / LAVORO SCRITTO ESERCIZI RAMO BANCA ESERCIZI SERIE 1 SITUAZIONI E CASI DELLA PRATICA PROFESSIONALE COGNOME/NOME DEL CANDIDATO: NUMERO DEL CANDIDATO: AZIENDA

Dettagli

FIT FOR FINANCIAL ADVISORY

FIT FOR FINANCIAL ADVISORY PRESENTANO FIT FOR FINANCIAL ADVISORY ottobre novembre 2011 ASSOSIM - Piazza Borromeo, 1 - Milano Obiettivo del Corso Fornire una conoscenza organica dei principi della consulenza finanziaria, della costruzione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INDIVIDUALE a. s. 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INDIVIDUALE a. s. 2013/2014 Pagina 1 di 6 DISCIPLINA: ECONOMIA AZIENDALE INDIRIZZO: MERCURIO CLASSE: 5BR DOCENTE: BONOMINI MIRELLA Elenco moduli Argomenti Metodi /Strumenti / Testi Letture A 1 I CARATTERI DELLE Le caratteristiche

Dettagli

Cinque regole per una relazione di qualità con il sistema bancario. a cura dell Area Finanza di Assolombarda. Sintesi dei contenuti

Cinque regole per una relazione di qualità con il sistema bancario. a cura dell Area Finanza di Assolombarda. Sintesi dei contenuti LE 5 C DEL CREDITO Cinque regole per una relazione di qualità con il sistema bancario a cura dell Area Finanza di Assolombarda Sintesi dei contenuti 1 Consapevolezza L'impresa deve avere consapevolezza

Dettagli

Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE

Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE Le caratteristiche del mercato finanziario e le dinamiche competitive emerse sin dall emergere della crisi hanno imposto

Dettagli

Le 6 regole fondamentali per un sicuro accesso al credito.

Le 6 regole fondamentali per un sicuro accesso al credito. Le 6 regole fondamentali per un sicuro accesso al credito. Torino, 18 settembre 2006 Indice Introduzione...p. 3 Le 6 regole fondamentali...p. 3 Introduzione Come abbiamo rilevato nei precedenti articoli

Dettagli

Nozioni di matematica finanziaria, analisi di scenario, strumenti finanziari, operatività bancaria e costruzione del portafoglio

Nozioni di matematica finanziaria, analisi di scenario, strumenti finanziari, operatività bancaria e costruzione del portafoglio Nozioni di matematica finanziaria, analisi di scenario Nozioni di Matematica Finanziaria 51 Analisi si scenario 103 Piani di ammortamento Rendite Regimi di capitalizzazione semplice e composta Tassi equivalenti

Dettagli

Il sistema creditizio e le banche. Classe V A

Il sistema creditizio e le banche. Classe V A Il sistema creditizio e le banche Classe V A Il credito è il diritto del creditore, che ha effettuato una prestazione attuale, di ottenere una controprestazione futura. CREDITO INDIRETTO: Trasferimento

Dettagli

PERCORSO DI FORMAZIONE IN 10 GIORNATE A FAVORE DI CENTRI DI COMPETENZA

PERCORSO DI FORMAZIONE IN 10 GIORNATE A FAVORE DI CENTRI DI COMPETENZA Dott., Dott. Ing. Sara Giordani, MBA Piazza Matteotti 17 36100 Vicenza Italy Tel. +39-0444-326515 Fax: +39-0444-327132 Mobile +39-348-1207924 E-m: sara@giordani-consulting.com E-m: sara.giordani@ttplab.com

Dettagli

Il vento: energia per le idee

Il vento: energia per le idee Il vento: energia per le idee Essere manager delle energie rinnovabili: l energia eolica CORSO DI FORMAZIONE ROMA 19-22 MAGGIO 2009 Introduzione Diverse sono le problematiche che devono affrontare coloro

Dettagli

ACCORDO EUROPEO SU UN CODICE DI CONDOTTA VOLONTARIO IN MATERIA DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER I CONTRATTI DI MUTUO DESTINATI ALL ACQUISTO O ALLA

ACCORDO EUROPEO SU UN CODICE DI CONDOTTA VOLONTARIO IN MATERIA DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER I CONTRATTI DI MUTUO DESTINATI ALL ACQUISTO O ALLA ACCORDO EUROPEO SU UN CODICE DI CONDOTTA VOLONTARIO IN MATERIA DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER I CONTRATTI DI MUTUO DESTINATI ALL ACQUISTO O ALLA TRASFORMAZIONE DI IMMOBILI RESIDENZIALI ( ACCORDO )

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI SETTEMBRE 2013 GENNAIO 2014 Fondazione CUOA Da oltre 50 anni Fondazione CUOA forma la nuova classe manageriale e imprenditoriale.è la prima business school

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

GESTIONE AZIENDALE AMMINISTRAZIONE

GESTIONE AZIENDALE AMMINISTRAZIONE GESTIONE AZIENDALE AMMINISTRAZIONE Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche legale: Corso Mazzini 151, Ascoli Piceno operativa: C.da S. Giovanni Scafa, San Benedetto

Dettagli

Innovazioni regolamentari e recenti mutamenti negli approcci metodologici: impatti sulle tecniche di finanziamento d impresa.

Innovazioni regolamentari e recenti mutamenti negli approcci metodologici: impatti sulle tecniche di finanziamento d impresa. Il percorso è articolato in 5 moduli della durata di una giornata, erogati in due sessioni: la prima di 2 giorni e la seconda di 3 giorni. Ogni modulo è dedicato a una tecnica specifica di analisi del

Dettagli

COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA OTTIMALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA OTTIMALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA OTTIMALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APRILE 2015 1 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO... 4 3 PROFILO TEORICO DEL CONSIGLIERE... 5 3.1 Ruoli

Dettagli

# $ % $ & # '() * + #./ * #

# $ % $ & # '() * + #./ * # ! " # $ % $ & #! '() * + '( ) (,--./--0 /1020-- #./ * # MODALITA DI FREQUENZA Il Master in Finanza e Controllo di Gestione verrà attivato ANCONA 22 febbraio 2013 31 maggio 2013 07 giugno 2013 BOLOGNA 25

Dettagli

Il vento: energia per le idee

Il vento: energia per le idee Il vento: energia per le idee Essere manager delle energie rinnovabili: l energia eolica Introduzione Diverse sono le problematiche che devono affrontare coloro che desiderano occuparsi di Energia rinnovabile:

Dettagli

Clientela commerciale

Clientela commerciale Clientela commerciale Approfittate della nostra gamma completa di prodotti e servizi. Prodotti e servizi in tutta lealtà, ritagliati sulle vostre esigenze Siete a capo di un azienda che ha già saputo affermarsi

Dettagli

corsi di formazione 2006-07 Organizzazione e Management

corsi di formazione 2006-07 Organizzazione e Management Al Polo Lionello Bonfanti corsi di formazione 2006-07 OM Organizzazione e Management OM ORG-MNG 01 Comunicazione aziendale Destinatari Durata ore / giornate Apprendere un modello della comunicazione non

Dettagli

Orientare la previdenza del personale al rendimento: con LPP Invest.

Orientare la previdenza del personale al rendimento: con LPP Invest. Orientare la previdenza del personale al rendimento: con LPP Invest. Chiedete a noi. T 058 280 1000 (24 h), www.helvetia.ch Maggior influsso sulla strategia di investimento della vostra previdenza del

Dettagli

Master in selezione del personale

Master in selezione del personale Master in selezione del personale Il Centro Formativo Provinciale Zanardelli,, in collaborazione con Seleform e Centro Scuole Athena, organizza un corso di formazione specialistica nell ambito della ricerca

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo: LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO

Dettagli