La nuova finanza d impresa per la crescita del Piemonte Startup, medie imprese, private equity, aggregazioni per rilanciare la crescita

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La nuova finanza d impresa per la crescita del Piemonte Startup, medie imprese, private equity, aggregazioni per rilanciare la crescita"

Transcript

1 La nuova finanza d impresa per la crescita del Piemonte Startup, medie imprese, private equity, aggregazioni per rilanciare la crescita Giovanni Foresti Direzione Studi e Ricerche Torino, 4 aprile 2016

2 PIL italiano lento, anche nel confronto Europeo 135 Evoluzione del PIL a confronto (2000=100; valori concatenati) Persi 15 anni di crescita: nel 2015 PIL italiano ai livelli del 2000; gap di 5 punti percentuali per il PIL piemontese. Nello stesso periodo +30% per il PIL USA, +18% per il PIL tedesco USA Germania 130,1 118,0 115,7 110 Area euro Italia 99, Fonte: Eurostat ed EIU Piemonte 94,3 1

3 Hanno pesato il crollo degli investimenti e la debolezza dei consumi interni 130 Evoluzione del PIL italiano e delle sue componenti (2000=100; valori concatenati) 124,2 128, ,4 Export , ,4 Spesa delle famiglie residenti PIL 99,7 99,5 90 Dopo sette anni di calo ininterrotto gli investimenti sono tornati a crescere (lievemente: +0,8%) Investimenti fissi lordi ,8 Fonte: ISTAT 2

4 Italia-Germania: l Italia perde la sfida del mercato interno Evoluzione tra il 2009 e il 2015 delle componenti del PIL (variazione % cumulata; valori concatenati) Esportazioni di beni 32,7 43,9 Piemonte: +44% Spese delle famiglie residenti -3,8 6,2 Investimenti fissi lordi -19,5 17, Italia Germania Fonte: Eurostat 3

5 Come incidere sul potenziale di crescita italiano? Per allineare il potenziale italiano di sviluppo a quello delle migliori economie europee è necessario agire principalmente su produttività, formazione professionale e investimenti, ossia sugli elementi su cui si sono accumulati i maggiori ritardi negli ultimi 15 anni. Bisogna allargare la platea dei protagonisti vincenti del nostro sistema produttivo. Crescita media annua del PIL nel 2020 (variazione %) Mondo Stati Uniti Area euro Germania Italia Fonte: Intesa Sanpaolo e FMI

6 1. Le startup innovative: più dinamiche Startup innovative a confronto (valori mediani) Variazioni % tra il 2012 e il 2014 EBIT margin Attivo 5,0 73, ,5 8,8 +0,3 Fatturato -1,9 73, ,9 8,3 Patrimonio netto 7,2 46, ,3 8,6-1, Startup innovative (a) Totale economia (b) Startup innovative (a) Totale economia (b) (a) 174 startup innovative per cui si dispone di bilanci aziendali nel triennio (b) imprese italiane specializzate negli stessi settori delle startup innovative (elettronica, elettrotecnica, meccanica, Information Technology, consulenza gestionale, ricerca e sviluppo, pubblicità, servizi di istruzione) e con dimensioni aziendali simili (fatturato 2014 superiore a euro e inferiore a 3,05 milioni di euro). Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati ISID (Intesa Sanpaolo Integrated Database) e Unioncamere 5

7 più patrimonializzate e con un peso rilevante delle immobilizzazioni immateriali Startup innovative a confronto, 2014 (in % Totale Attivo; valori mediani) Patrimonio netto 25,9 29,3 Immobilizzazioni immateriali 0,8 17,1 Immobilizzazioni materiali 2,7 3, Startup innovative (a) Totale economia (b) (a) 174 startup innovative per cui si dispone di bilanci aziendali nel triennio (b) imprese italiane specializzate negli stessi settori delle startup innovative (elettronica, elettrotecnica, meccanica, Information Technology, consulenza gestionale, ricerca e sviluppo, pubblicità, servizi di istruzione) e con dimensioni aziendali simili (fatturato 2014 superiore a euro e inferiore a 3,05 milioni di euro). Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati ISID (Intesa Sanpaolo Integrated Database) e Unioncamere 6

8 2. Una nuova generazione di medie imprese distrettuali: più crescita Distretti: evoluzione del fatturato tra il 2008 e il 2014 per dimensioni aziendali (var. % a prezzi correnti; valori mediani) Totale -0,5 Grandi imprese (a) 7,6 Medie imprese 10,0 Medie imprese al di fuori dei distretti: +4,1% Piccole imprese 3,5 Micro imprese -13, (a) Imprese medio-grandi. Nota: micro imprese: fatturato 2011 inferiore a 2 milioni di euro. Piccole imprese: fatturato 2011 tra 2 e 10 milioni di euro. Medie imprese: fatturato 2011 tra 10 e 50 milioni di euro. Grandi imprese: fatturato 2011 superiore a 50 milioni di euro. Nota: imprese distrettuali. Fonte: ISID (Intesa Sanpaolo Integrated Database) 7

9 e patrimonializzazione in aumento Distretti: evoluzione del patrimonio netto e dei debiti finanziari tra il 2008 e il 2014 per dimensioni aziendali (variazione %; valori mediani) Totale 0,3 17,5 Grandi imprese (a) -0,9 26,1 Medie imprese 1,4 26,6 Piccole imprese 3,6 16,3 Micro imprese -4,7 4, Debiti finanziari Patrimonio netto (a) Imprese medio-grandi. Nota: micro imprese: fatturato 2011 inferiore a 2 milioni di euro. Piccole imprese: fatturato 2011 tra 2 e 10 milioni di euro. Medie imprese: fatturato 2011 tra 10 e 50 milioni di euro. Grandi imprese: fatturato 2011 superiore a 50 milioni di euro. Nota: imprese distrettuali. Fonte: ISID (Intesa Sanpaolo Integrated Database) 8

10 Distretti: nel triennio battuta nettamente la concorrenza tedesca Evoluzione delle esportazioni tra il 2012 e il 2015 (variazione % cumulata) Distretti piemontesi 19,4 Manifatturiero piemontese 15,1 Distretti industriali 13,6 Manifatturiero tedesco 7,8 Manifatturiero italiano 6,3 Settori distrettuali tedeschi 2, Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati Istat e Statistisches Bundesamt 9

11 3. Private equity: più crescita, redditività e immobilizzazioni immateriali Imprese interessate da operazioni di private equity a confronto (valori mediani) Crescita e redditività Immobilizzazioni e Patrimonio netto (in % Totale Attivo) EBITDA margin 2014 (%) 7,1 9,9 Patrimonio Netto 28,1 29,5 EBIT margin 2014 (%) 4,5 6,4 Immobilizzazioni immateriali 0,9 14,3 Var. % fatturato tra 2012 e ,8 3,2 Immobilizzazioni materiali 6,3 13, Imprese interessate da operazioni di Private Equity (a) Totale economia (b) Imprese interessate da operazioni di Private Equity (a) Totale economia (b) (a) 394 imprese oggetto di investimenti private equity fino al (b) imprese italiane con fatturato superiore a 10 milioni di euro e specializzate negli stessi settori delle imprese interessate da operazioni di private equity. Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati ISID (Intesa Sanpaolo Integrated Database) e Laboratorio del Private Equity & Finanza per la Crescita 10

12 e miglior posizionamento competitivo Quota % di imprese per strategia (in % totale imprese) Differenza % imprese con attività di export % imprese con marchi internazionali e attività di export % imprese con brevetti % imprese con partecipate estere % imprese con certificati di qualità % imprese partecipate da multinazionali estere % imprese con certificati ambientali Imprese interessate da operazioni di Private Equity (a) Totale manifatturiero (b) (a) 252 imprese manifatturiere oggetto di investimenti private equity. (b) imprese manifatturiere italiane con fatturato superiore a 10 milioni di euro. Fonte: elab. Intesa Sanpaolo su dati ISID (Intesa Sanpaolo Integrated Database) e Laboratorio del Private Equity & Finanza per la Crescita 11

13 Vincenti grazie a un posizionamento strategico migliore Manifatturiero Piemontese: variazione % del fatturato tra il 2008 e il 2014 (valori mediani) Imprese con Certificati ambientali Imprese senza Certificati ambientali Imprese con Marchi internazionali Imprese senza Marchi internazionali Imprese con certificati di qualità Imprese senza certificati di qualità Imprese con attività di export Imprese senza attività di export Imprese con Partecipazioni all'estero Imprese senza Partecipazioni all'estero Imprese con Brevetti Imprese senza Brevetti Differenza +13,5 +10,3 +9,7 +9,5 +4,1 +3, imprese manifatturiere piemontesi con almeno euro di fatturato nel 2008 e più di euro di fatturato nel Certificati ambientali: ISO 14000, EMAS, FSC, Biologico. Fonte: ISID (Intesa Sanpaolo Integrated Database) 12

14 4. Nuova finanza per l innovazione: il caso Nova+ Imprese che hanno utilizzato lo strumento NOVA+ a confronto (valori mediani) Variazione % tra 2012 e 2014 EBIT margin EBITDA EBIT 1,8 5,5 10,5 11,8 6,5 6,0 5,5 5,0-0,06 4,79 5,02 +0,61 4,98 5,59 Patrimonio netto 7,6 8,4 4,5 4,0 4,42 4,36 Fatturato 2,8 4,6 3,5 Imprese NOVA+ (a) Totale manifatturiero (b) 3, Totale manifatturiero (b) Imprese NOVA+ (a) (a) 406 imprese manifatturiere italiane che tra il 2010 e la prima metà del 2012 hanno utilizzato lo strumento NOVA+ di Mediocredito Italiano. (b) imprese italiane manifatturiere con più di 4 milioni di euro di fatturato nel Nelle imprese NOVA+ è più alto il peso delle immobilizzazioni materiali (21,4% vs. 18,4%) e immateriali (1,7% vs. 0,7%). Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati ISID (Intesa Sanpaolo Integrated Database) e Mediocredito Italiano 13

15 5. Più produttività per le imprese che fan parte di gruppi Italia: produttività media delle imprese per appartenenza a un gruppo e classe di addetti (valore aggiunto per addetto; migliaia di euro) > 250 addetti 31,8 73, addetti 37,2 68, addetti 1-9 addetti 24,8 37,7 62,0 60,4 La produttività delle microimprese inserite in gruppi è quasi doppia rispetto a quella delle grandi imprese isolate Appartenenti a gruppi Non appartenenti a gruppi Fonte: Istat, Rapporto annuale

16 Un sostegno dal sistema bancario, con servizi ad elevato valore aggiunto Aumentare la proiezione internazionale: supporto sui paesi di sbocco, scouting controparti, copertura rischi, cash pooling, Innovare di più: asseverazione progetti, consulenza tecnologica sui progetti, open innovation con start-up, Raggiungere dimensioni aziendali mediamente più elevate: M&A advisory Adeguare la struttura finanziaria a un contesto più complesso e alternativo al finanziamento bancario: emissioni bond (ExtraMOT Pro, o private placement), IPO (Milano o AIM) 15

Festival CittàImpresa Le medie imprese vincenti: l identikit di 140 nuove «locomotive» del made in Italy

Festival CittàImpresa Le medie imprese vincenti: l identikit di 140 nuove «locomotive» del made in Italy Festival CittàImpresa Le medie imprese vincenti: l identikit di 140 nuove «locomotive» del made in Italy Gregorio De Felice Direzione Studi e Ricerche Vicenza, 1 aprile 2016 PIL italiano in ripresa per

Dettagli

Le nuove imprese vincenti: le leve strategiche per tornare a crescere. Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche

Le nuove imprese vincenti: le leve strategiche per tornare a crescere. Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche Le nuove imprese vincenti: le leve strategiche per tornare a crescere Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche Casale Monferrato, 8 giugno 2016 1 Premessa 2 I nuovi protagonisti della crescita 3 Focus

Dettagli

Confindustria - Cerved Il Motore della Ripresa Presentazione Rapporto PMI Centro-Nord 2016 Commento al Rapporto

Confindustria - Cerved Il Motore della Ripresa Presentazione Rapporto PMI Centro-Nord 2016 Commento al Rapporto Confindustria - Cerved Il Motore della Ripresa Presentazione Rapporto PMI Centro-Nord 2016 Commento al Rapporto Fabrizio Guelpa Responsabile Servizio Industry & Banking Research Roncade, 10 maggio 2016

Dettagli

Le specificità territoriali dell industria italiana: il settore lapideo Competitività di impresa nei distretti lapidei

Le specificità territoriali dell industria italiana: il settore lapideo Competitività di impresa nei distretti lapidei Le specificità territoriali dell industria italiana: il settore lapideo Competitività di impresa nei distretti lapidei Giovanni Foresti Intesa Sanpaolo Giampaolo Vitali Ceris-Cnr e GEI Marina di Carrara,

Dettagli

LE MEDIE IMPRESE VINCENTI: L IDENTIKIT DI 140 NUOVE LOCOMOTIVE DEL MADE IN ITALY

LE MEDIE IMPRESE VINCENTI: L IDENTIKIT DI 140 NUOVE LOCOMOTIVE DEL MADE IN ITALY LE MEDIE IMPRESE VINCENTI: L IDENTIKIT DI 140 NUOVE LOCOMOTIVE DEL MADE IN ITALY Sintesi della ricerca a cura della Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo che verrà presentata in apertura del Festival

Dettagli

PMI e capitale di rischio

PMI e capitale di rischio Presentazione PIR PMI e capitale di rischio Gregorio De Felice Direzione Studi e Ricerche Milano, 6 marzo 2017 Prospettive di crescita positive, ma Italia ancora in ritardo 1 Crescita cumulata del PIL

Dettagli

I distretti piemontesi nella sfida con i mercati esteri. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche

I distretti piemontesi nella sfida con i mercati esteri. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche I distretti piemontesi nella sfida con i mercati esteri Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche Torino, 7 ottobre 20 Export dei distretti piemontesi fermo per il secondo trimestre consecutivo 30 Export

Dettagli

Le dimensioni delle imprese italiane, il confronto internazionale, le proiezioni future

Le dimensioni delle imprese italiane, il confronto internazionale, le proiezioni future Le dimensioni delle imprese italiane, il confronto internazionale, le proiezioni future Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche Parma, Teatro Regio, 11 aprile 2017 : crescita intorno all 1%, ancora

Dettagli

Il legno-arredo italiano: visioni e sfide del comparto per vincere sui mercati a più alto potenziale

Il legno-arredo italiano: visioni e sfide del comparto per vincere sui mercati a più alto potenziale Il legno-arredo italiano: visioni e sfide del comparto per vincere sui mercati a più alto potenziale Giovanni Foresti Direzione Studi e Ricerche Udine, 8 giugno 2017 Agenda 1 1 L evoluzione delle quote

Dettagli

Nuove energie per l economia italiana

Nuove energie per l economia italiana Women Value Company 2017 Nuove energie per l economia italiana Gregorio De Felice Milano, 4 maggio 2017 Italia in ripresa, ma ancora in ritardo nel confronto internazionale 1 Crescita cumulata del PIL

Dettagli

Certificazioni ambientali e performance aziendali: la sostenibilità come leva strategica

Certificazioni ambientali e performance aziendali: la sostenibilità come leva strategica XXIV Giornata «Ripensare la politica industriale oggi», in ricordo di Franco Momigliano Futuro, competitività e sfide per l industria italiana: desertificazione o rilancio industriale? Certificazioni ambientali

Dettagli

Padova Treviso e Vicenza nel nuovo contesto competitivo internazionale Assise Generali 2016 Confindustria Padova Treviso e Vicenza

Padova Treviso e Vicenza nel nuovo contesto competitivo internazionale Assise Generali 2016 Confindustria Padova Treviso e Vicenza Padova Treviso e Vicenza nel nuovo contesto competitivo internazionale Assise Generali 2016 Confindustria Padova Treviso e Vicenza Ufficio Industry Economisti sul Territorio Direzione Studi e Ricerche

Dettagli

Gregorio De Felice Responsabile Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo

Gregorio De Felice Responsabile Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo Gregorio De Felice Responsabile Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo La crisi ha rallentato gli investimenti in R&S, creando un ostacolo alla ripresa Tra il 2009 e il 2013 crescita prossima a zero,

Dettagli

Le imprese di subfornitura in 6 distretti industriali dell Emilia Romagna: c è chi ce la fa

Le imprese di subfornitura in 6 distretti industriali dell Emilia Romagna: c è chi ce la fa Le imprese di subfornitura in 6 distretti industriali dell Emilia Romagna: c è chi ce la fa Adriano Maestri Direttore Regionale Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise Bologna, 19 novembre 2012 0 Criticità

Dettagli

La centralità delle filiere produttive in Italia e in Piemonte

La centralità delle filiere produttive in Italia e in Piemonte La centralità delle filiere produttive in Italia e in Giovanni Foresti Direzione Studi e Ricerche Torino, 9 maggio 2017 al 3 posto in Italia per avanzo commerciale 1 Avanzo commerciale nel settore manifatturiero

Dettagli

Presentazione dell Ottavo Rapporto Annuale Economia e finanza dei distretti industriali

Presentazione dell Ottavo Rapporto Annuale Economia e finanza dei distretti industriali Presentazione dell Ottavo Rapporto Annuale Economia e finanza dei distretti industriali Direzione Studi e Ricerche Milano, 1 marzo 2016 Agenda 1 I contenuti del Rapporto 2 L analisi dei bilanci e le previsioni

Dettagli

Politica industriale e strategie globali

Politica industriale e strategie globali Politica industriale e strategie globali GIANFRANCO VIESTI Università di Bari (gviesti@cerpemricerche.191.it twitter @profgviesti) Milano, 24 marzo 2015 Associazione Industrie Beni di Consumo 1 Gli elementi

Dettagli

Assinform. Anteprima del Rapporto 2008 Giancarlo Capitani. Amministratore Delegato NetConsulting. Milano, 17 marzo 2008

Assinform. Anteprima del Rapporto 2008 Giancarlo Capitani. Amministratore Delegato NetConsulting. Milano, 17 marzo 2008 Assinform Anteprima del Rapporto 2008 Giancarlo Capitani Amministratore Delegato NetConsulting Milano, 17 marzo 2008 17 marzo 2008 Slide 0 Mercato mondiale dell ICT (2004-2007) Valori in Mld $ e variazioni

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 24 Febbraio 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

I primi risultati di un indagine ad hoc sulla filiera della metallurgia nella provincia di Brescia. Direzione Studi e Ricerche

I primi risultati di un indagine ad hoc sulla filiera della metallurgia nella provincia di Brescia. Direzione Studi e Ricerche I primi risultati di un indagine ad hoc sulla filiera della metallurgia nella provincia di Brescia Direzione Studi e Ricerche 0 Brescia, 27 gennaio 2017 Agenda 1 La nostra indagine ad hoc sulla filiera

Dettagli

Indice. Lo scenario economico globale. Il posizionamento dell Italia. Le imprese italiane e l internazionalizzazione. Focus Emilia-Romagna e Rimini

Indice. Lo scenario economico globale. Il posizionamento dell Italia. Le imprese italiane e l internazionalizzazione. Focus Emilia-Romagna e Rimini 1 2 Indice Lo scenario economico globale Il posizionamento dell Italia Focus Emilia-Romagna e Rimini Le imprese italiane e l internazionalizzazione 3 Evoluzione dell economia globale previsioni 8, Dinamica

Dettagli

Il Piemonte e la sfida del capitale umano. Giovanni Foresti Direzione Studi e Ricerche

Il Piemonte e la sfida del capitale umano. Giovanni Foresti Direzione Studi e Ricerche Il e la sfida del capitale umano Giovanni Foresti Direzione Studi e Ricerche Torino, 11 maggio 2015 Agenda 1 vincente sui mercati internazionali 2 La sfida del capitale umano 1 PROPENSIONE ALL'EXPORT:

Dettagli

Lo scenario macroeconomico internazionale: sfide e opportunità per le imprese dell elettrotecnica e dell elettronica

Lo scenario macroeconomico internazionale: sfide e opportunità per le imprese dell elettrotecnica e dell elettronica ANIE OPEN DAY ATTIVITÀ INTERNAZIONALI 2014 Lo scenario macroeconomico internazionale: sfide e opportunità per le imprese dell elettrotecnica e dell elettronica Stefania Trenti - Servizio Studi e Ricerche

Dettagli

Annuario Istat-Ice 2015

Annuario Istat-Ice 2015 Annuario Istat-Ice 2015 Le informazioni statistiche sul Commercio estero e sulle Attività internazionali delle imprese Roberto Monducci Dipartimento per i conti nazionali e le statistiche economiche Istituto

Dettagli

Rapporto PMI Piemonte 2017 Guido Romano - Cerved

Rapporto PMI Piemonte 2017 Guido Romano - Cerved 22 Marzo 2017 Rapporto PMI Piemonte 2017 Guido Romano - Cerved Agenda Il sistema di PMI piemontesi La demografia I conti delle PMI Il rischio di default Startup e PMI innovative in Piemonte 2 Il Piemonte

Dettagli

L economia della Lombardia

L economia della Lombardia Presentazione Rapporto Mantova 21 giugno 211 L economia della Lombardia MAMU Centro Congressi Mantova Multicentre Indice della presentazione La congiuntura La reazione delle imprese manifatturiere alla

Dettagli

Il punto sullo scenario

Il punto sullo scenario 13 meeting ACEF «Insieme per la ripresa» Il punto sullo scenario Gregorio De Felice Chief Economist Bologna, 26 settembre 2013 Agenda 1 L economia italiana finalmente al punto di svolta? 2 La crescita

Dettagli

I fulcri della competitività 1.Risorse umane 2. Ricerca e innovazione 3.Infrastrutture 4.Internazionalizzazione

I fulcri della competitività 1.Risorse umane 2. Ricerca e innovazione 3.Infrastrutture 4.Internazionalizzazione I fulcri della competitività 1.Risorse umane 2. Ricerca e innovazione 3.Infrastrutture 4.Internazionalizzazione I fulcri della competitività 1. Risorse umane Le risorse umane formate e i relativi costi

Dettagli

La finanza delle imprese italiane e la crisi economica

La finanza delle imprese italiane e la crisi economica La finanza delle imprese italiane e la crisi economica FULVIO COLTORTI, Direttore emerito e Consigliere economico dell Area Studi Mediobanca Università degli Studi di Roma3 Roma, 13 maggio 2015 La congiuntura

Dettagli

L industria farmaceutica in Italia: un valore che cresce con l Hi-Tech. Pierluigi Petrone

L industria farmaceutica in Italia: un valore che cresce con l Hi-Tech. Pierluigi Petrone L industria farmaceutica in Italia: un valore che cresce con l Hi-Tech Pierluigi Petrone I numeri dell industria farmaceutica in Italia Struttura dell industria farmaceutica in Italia per nazionalità del

Dettagli

Quarto capitalismo. Fulvio Coltorti Roma, FULM 30 settembre 2010

Quarto capitalismo. Fulvio Coltorti Roma, FULM 30 settembre 2010 Quarto capitalismo Fulvio Coltorti Roma, FULM 30 settembre 2010 1 Classificazione per gruppo proprietario 117.000 società italiane (metodo Mediobanca) Manifattura Gruppi maggiori ital. No società di capitale

Dettagli

La filiera del mobile del Friuli Venezia Giulia: buone indicazioni dai dati di bilancio e dal commercio estero

La filiera del mobile del Friuli Venezia Giulia: buone indicazioni dai dati di bilancio e dal commercio estero La filiera del mobile del Friuli Venezia Giulia: buone indicazioni dai dati di bilancio e dal commercio estero Anna Maria Moressa Direzione Studi e Ricerche Udine, 20 novembre 2017 Agenda 1 1 Il traino

Dettagli

Milano città S.T.E.A.M.

Milano città S.T.E.A.M. Milano città S.T.E.A.M. Assemblea straordinaria 15 giugno 2015 Relazione del Presidente Gianfelice Rocca I consuntivi 2014 e le previsioni 2015 di fatturato delle imprese milanesi Consuntivi fatturato

Dettagli

I dati dell export piemontese di prodotti alimentari

I dati dell export piemontese di prodotti alimentari I dati dell export piemontese di prodotti alimentari 1 L industria alimentare piemontese in cifre (industria alimentare e delle bevande) n.4.229 imprese, 4.755 localizzazioni di impresa (dati Censimento

Dettagli

Lo stato di salute delle PMI sarde

Lo stato di salute delle PMI sarde 13 Aprile 2017 Lo stato di salute delle PMI sarde Guido Romano Cerved, Studi Economici Analizzate 2 mila PMI con sede in Sardegna Sardegna Italia 289 MEDIE IMPRESE 50-250 addetti 10-50 milioni di fatturato

Dettagli

La crescita zero. Pietro Modiano Direttore Generale, Intesa Sanpaolo

La crescita zero. Pietro Modiano Direttore Generale, Intesa Sanpaolo La trasformazione delle imprese italiane negli anni della crescita zero Roma, Università La Sapienza,, 20 Giugno 2007 Pietro Modiano Direttore Generale, Intesa Sanpaolo 1 I segnali del declino - Crescita

Dettagli

L industria chimica in Toscana. Giugno 2016

L industria chimica in Toscana. Giugno 2016 L industria chimica in Toscana Giugno 2016 Il comparto chimico in Italia Perchè la chimica è importante? Con 52 miliardi di euro prodotti la chimica italiana si colloca al 3 posto in Europa (al 10 nel

Dettagli

Grande o piccola impresa: chi esce meglio dalla crisi. Fulvio Coltorti, Area Studi Mediobanca Irpet, Firenze 21 gennaio 2011

Grande o piccola impresa: chi esce meglio dalla crisi. Fulvio Coltorti, Area Studi Mediobanca Irpet, Firenze 21 gennaio 2011 Grande o piccola impresa: chi esce meglio dalla crisi Fulvio Coltorti, Area Studi Mediobanca Irpet, Firenze 21 gennaio 2011 Ma la crisi è finita? 2 Ma la crisi è finita? Il PIL 125 120 115 110 105 100

Dettagli

INTESA SANPAOLO PRESENTA L OTTAVO RAPPORTO ANNUALE SULL ECONOMIA E FINANZA DEI DISTRETTI INDUSTRIALI 2015 CON AZIENDE ANALIZZATE

INTESA SANPAOLO PRESENTA L OTTAVO RAPPORTO ANNUALE SULL ECONOMIA E FINANZA DEI DISTRETTI INDUSTRIALI 2015 CON AZIENDE ANALIZZATE COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO PRESENTA L OTTAVO RAPPORTO ANNUALE SULL ECONOMIA E FINANZA DEI DISTRETTI INDUSTRIALI 215 CON 48.1 AZIENDE ANALIZZATE Distretti punto di forza dell industria italiana:

Dettagli

Il sistema industriale della difesa per il sistema Paese

Il sistema industriale della difesa per il sistema Paese Roma 5 luglio 2016 Il sistema industriale della difesa per il sistema Paese le evoluzioni recenti riservatezza Questo documento è la base per una presentazione orale, senza la quale ha quindi limitata

Dettagli

Update Milano - Lombardia - Italia

Update Milano - Lombardia - Italia Update Milano - Lombardia - Italia aggiornamento al 20 marzo 2014 A cura del Centro Studi Assolombarda HIGHLIGHTS Complessivamente il 2013 chiude con una flessione del Pil nazionale (cap. 1) pari al -1,9%

Dettagli

STRUTTURA E COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA DELLE IMPRESE INDUSTRIALI E DEI SERVIZI

STRUTTURA E COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA DELLE IMPRESE INDUSTRIALI E DEI SERVIZI 27 novembre 2014 Anno 2012 STRUTTURA E COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA DELLE IMPRESE INDUSTRIALI E DEI SERVIZI Nel 2012, le imprese attive dell industria e dei servizi di mercato sono 4,4 milioni e occupano

Dettagli

L andamento delle PMI

L andamento delle PMI L andamento delle PMI Valerio Momoni - Cerved Seguici su Twitter @CervedKnow #osservitaliacerved Le PMI oggetto del Rapporto 140.362 PMI Dimensione delle PMI analizzate Miliardi di euro 24.589 medie imprese

Dettagli

03/05/2012. Economia biellese 2011: Numeri e tendenze. Roberto Strocco. Unioncamere Piemonte

03/05/2012. Economia biellese 2011: Numeri e tendenze. Roberto Strocco. Unioncamere Piemonte Economia biellese 2011: Numeri e tendenze Roberto Strocco Coordinatore Area Studi e Sviluppo del Territorio Unioncamere Piemonte 1 L epicentro della crisi 800.000 La dinamica del Pil italiano Andamento

Dettagli

Le dinamiche dei distretti italiani. Fulvio Coltorti (Direttore emerito e Consigliere economico dell Area Studi Mediobanca)

Le dinamiche dei distretti italiani. Fulvio Coltorti (Direttore emerito e Consigliere economico dell Area Studi Mediobanca) Le dinamiche dei distretti italiani Fulvio Coltorti (Direttore emerito e Consigliere economico dell Area Studi Mediobanca) Workshop PwC Milano, 22 aprile 2013 La bassa crescita italiana Imprese troppo

Dettagli

Inflazione, produttività e salari

Inflazione, produttività e salari Ciclo di seminari Inflazione, produttività e salari. a cura di: Agostino Megale (Presidente Ires - CGIL) 10 luglio 2007 1 I numeri del DPEF (variazioni percentuali) 2006 2007 2008 2009 2010 PIL +1,9 +2,0

Dettagli

Le medie imprese industriali italiane Edizione Fulvio Coltorti, Ufficio Studi Mediobanca Milano, 11 marzo 2010

Le medie imprese industriali italiane Edizione Fulvio Coltorti, Ufficio Studi Mediobanca Milano, 11 marzo 2010 Le medie imprese industriali italiane Edizione 2010 Fulvio Coltorti, Ufficio Studi Mediobanca Milano, 11 marzo 2010 Indice I. Il territorio II. Le dinamiche III. La finanza IV. Indagine sulle medie imprese

Dettagli

Manifatturiero industria del futuro

Manifatturiero industria del futuro Manifatturiero industria del futuro Economia e finanza delle Prato, 23 novembre 2007 Fulvio Coltorti, Ufficio Studi Mediobanca La manifattura in Italia Stima valore aggiunto 2006 su dati Istat e Ufficio

Dettagli

Economia italiana e settori industriali

Economia italiana e settori industriali OPEN DAY ATTIVITÀ INTERNAZIONALI ANIE Economia italiana e settori industriali Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche Milano, 6 dicembre 2016 La crescita del PIL mondiale è diventata strutturalmente

Dettagli

PRODUTTIVITÀ, COMPETITIVITÀ, RICERCA, INNOVAZIONE L Italia è un Paese poco attraente?

PRODUTTIVITÀ, COMPETITIVITÀ, RICERCA, INNOVAZIONE L Italia è un Paese poco attraente? PRODUTTIVITÀ, COMPETITIVITÀ, RICERCA, INNOVAZIONE L Italia è un Paese poco attraente? Intervento di Marco Fortis (Fondazione Edison) ASSEMBLEA DI FARMINDUSTRIA 2016 Fondazione Edison 1 PRODUTTIVITÀ: UN

Dettagli

Osservatorio Distretto Tessile di Como L industria tessile comasca: i risultati economico finanziari del 2014

Osservatorio Distretto Tessile di Como L industria tessile comasca: i risultati economico finanziari del 2014 Osservatorio Distretto Tessile di Como L industria tessile comasca: i risultati economico finanziari del 2014 Giovanni Foresti e Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche Como, 24 novembre 2015 Agenda

Dettagli

MINI SAI ANALISI PRELIMINARE DI IMPRESA. Impresa XXX SPA

MINI SAI ANALISI PRELIMINARE DI IMPRESA. Impresa XXX SPA MINI SAI ANALISI PRELIMINARE DI IMPRESA Impresa XXX SPA 1 DATI ANAGRAFICI DELL AZIENDA, AZIONARIATO E PARTECIPAZIONI DATI ANAGRAFICI Nominativo azienda Indirizzo IMPRESA XXX SPA VIA Cusani, Milano Codice

Dettagli

Indagine congiunturale sull industria manifatturiera della provincia di Biella 4 trimestre 2015 CONGIUNTURA INDUSTRIA 4 TRIMESTRE 2015

Indagine congiunturale sull industria manifatturiera della provincia di Biella 4 trimestre 2015 CONGIUNTURA INDUSTRIA 4 TRIMESTRE 2015 Indagine sull industria manifatturiera della provincia di Biella 4 trimestre 2015 A cura dell Ufficio Studi CONGIUNTURA INDUSTRIA 4 TRIMESTRE 2015 NEL BIELLESE LA PRODUZIONE INDUSTRIALE REGISTRA UNA FLESSIONE

Dettagli

Le medie imprese industriali italiane

Le medie imprese industriali italiane Roma, 12 dicembre 2006 Fulvio Coltorti (Ufficio Studi Mediobanca) Dove sono nel 2003 Le medie imprese industriali Valore aggiunto Varese Bergamo BRESCIA VICENZA Beni persona casa 25,8% MILANO Treviso Verona

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA NEL CONTESTO INTERNAZIONALE: 150 ANNI DI STORIA. Roma, 6 Luglio 2011 Sala della Protomoteca, Campidoglio

L INDUSTRIA ITALIANA NEL CONTESTO INTERNAZIONALE: 150 ANNI DI STORIA. Roma, 6 Luglio 2011 Sala della Protomoteca, Campidoglio L INDUSTRIA ITALIANA NEL CONTESTO INTERNAZIONALE: 150 ANNI DI STORIA Roma, 6 Luglio 2011 Sala della Protomoteca, Campidoglio IL GRUPPO DI LAVORO Coordinamento: Beniamino Quintieri FONDAZIONE MANLIO MASI

Dettagli

L industria italiana tra declino e trasformazione un quadro di riferimento

L industria italiana tra declino e trasformazione un quadro di riferimento L industria italiana tra declino e trasformazione un quadro di riferimento Fulvio Coltorti Università degli Studi Roma Tre, Riunione SIE/STOREP, 15 ottobre 2011 Delle cose nostre o non ne abbiamo parlato

Dettagli

Contesto economico. qualche numero. Giovanni Ajassa Responsabile Servizio Studi Milano, 18 ottobre 2012

Contesto economico. qualche numero. Giovanni Ajassa Responsabile Servizio Studi Milano, 18 ottobre 2012 Contesto economico qualche numero Giovanni Ajassa Responsabile Servizio Studi Milano, 18 ottobre 2012 Dalla confusione alla coesione Rimetterci in moto Dal trend ai cicli Uno schema di ragionamento Europa

Dettagli

I produttori piemontesi di macchinari 4.0: i risultati di un indagine ad hoc. Gregorio De Felice Chief Economist Direzione Studi e Ricerche

I produttori piemontesi di macchinari 4.0: i risultati di un indagine ad hoc. Gregorio De Felice Chief Economist Direzione Studi e Ricerche I produttori piemontesi di macchinari 4.0: i risultati di un indagine ad hoc Gregorio De Felice Chief Economist Direzione Studi e Ricerche Torino, 17 luglio 2017 Prospettive di crescita mondiale positive,

Dettagli

Il settore agroalimentare: tendenze recenti e prospettive

Il settore agroalimentare: tendenze recenti e prospettive Il settore agroalimentare: tendenze recenti e prospettive Gregorio De Felice Chief Economist Roma, 30 maggio 2017 Agenda 1 1 Un biennio positivo 2 Le sfide per il futuro 2015-16: valore aggiunto in lieve

Dettagli

Le esportazioni di tessile-abbigliamento di Como: situazione 2016 e prospettive

Le esportazioni di tessile-abbigliamento di Como: situazione 2016 e prospettive Le esportazioni di tessile-abbigliamento di Como: situazione 2016 e prospettive Ilaria Sangalli, Direzione Studi e Ricerche XXIII Osservatorio Distretto Tessile di Como Como, 22 giugno 2017 Agenda 2 1

Dettagli

Un Nord-Est che si apre per valorizzare le specificità locali

Un Nord-Est che si apre per valorizzare le specificità locali FESTIVAL CITTA -IMPRESA 2017 Nord-Est, Milano, Torino: un unico racconto Un Nord-Est che si apre per valorizzare le specificità locali Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Vicenza, 31 marzo 2017

Dettagli

Il divario nord-sud. Marco Fortis, Fondazione Edison

Il divario nord-sud. Marco Fortis, Fondazione Edison Il divario nord-sud di Marco Fortis, Fondazione Edison Documento realizzato in occasione della tavola rotonda I punti di forza e di debolezza dell Italia Progetto Interesse Nazionale Con il contributo

Dettagli

Rapporto province lombarde

Rapporto province lombarde Brescia, 6 dicembre 2016 Rapporto province lombarde Struttura, andamento ed eccellenze del tessuto produttivo lombardo LETIZIA SAMPOLI Responsabile analisi qualitative e rischio settoriale, Centrale dei

Dettagli

Le medie imprese industriali italiane

Le medie imprese industriali italiane Milano, 15 febbraio 2008 Fulvio Coltorti, Ufficio Studi Mediobanca 3.984 MI nel 2005 per dimensione di valore aggiunto 50% del totale lungo l asse Torino-Venezia 2 Che cosa fanno Valore aggiunto 1996-2005

Dettagli

LA DIFFICILE USCITA DALLA CRISI: le prospettive della Toscana

LA DIFFICILE USCITA DALLA CRISI: le prospettive della Toscana LA DIFFICILE USCITA DALLA CRISI: le prospettive della Toscana Stefano Casini Benvenuti Firenze, 11 dicembre 2015 La gravità della crisi 1867-72 1930-36 2008-14 Durata complessiva 6 anni 7 anni 7 anni Anni

Dettagli

INVESTIMENTI E FINANZA IN ITALIA SFIDE E OPPORTUNITÀ. Investimenti, innovazione e produttività. Matteo Bugamelli Banca d Italia

INVESTIMENTI E FINANZA IN ITALIA SFIDE E OPPORTUNITÀ. Investimenti, innovazione e produttività. Matteo Bugamelli Banca d Italia INVESTIMENTI E FINANZA IN ITALIA SFIDE E OPPORTUNITÀ Investimenti, innovazione e produttività Matteo Bugamelli Banca d Italia Presentazione del rapporto BEI Investment and Investment Finance in Europe

Dettagli

Il riposizionamento competitivo delle imprese internazionalizzate: nuove evidenze a supporto delle policy

Il riposizionamento competitivo delle imprese internazionalizzate: nuove evidenze a supporto delle policy Il riposizionamento competitivo delle imprese internazionalizzate: nuove evidenze a supporto delle policy Presidente Istat Presentazione Annuario Istat-Ice 2017 Milano, 13 luglio 2017 OUTLINE Operatori

Dettagli

71,5 56,5 32,1 4,1 2,6

71,5 56,5 32,1 4,1 2,6 Valore aggiunto per addetto nelle imprese esportatrici e non esportatrici (215, imprese manifatturiere, migliaia di euro) 9 8 7 6 5 4 3 2 1 39,4 25, 53,5 38,4 62,4 43, 75,9 49,6 85,5 56,5 71,5-9 1-19 2-49

Dettagli

L andamento delle PMI. Fabiano Schivardi Università Bocconi

L andamento delle PMI. Fabiano Schivardi Università Bocconi L andamento delle PMI Fabiano Schivardi Università Bocconi Agenda Introduzione Nel 2015 torna ad aumentare il numero di PMI In crescita redditività e investimenti Primi segnali di ripresa del credito Il

Dettagli

La visione del settore automotive da parte del mondo bancario

La visione del settore automotive da parte del mondo bancario La visione del settore automotive da parte del mondo bancario Prof. Gian Maria Gros-Pietro Presidente del Consiglio di Amministrazione di Intesa Sanpaolo Torino, 7 aprile 2017 Ufficio del Presidente del

Dettagli

L economia italiana nel 2010: un analisi per macroarea

L economia italiana nel 2010: un analisi per macroarea BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A L economia italiana nel 2010: un analisi per macroarea Roberto Torrini, Servizio Studi di Struttura economica e finanziaria Pordenone, 21 giugno 2011 L economia internazionale

Dettagli

LEGGE 46/82 ART. 14 (FONDO ROTATIVO PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA)

LEGGE 46/82 ART. 14 (FONDO ROTATIVO PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA) LEGGE 46/82 ART. 14 (FONDO ROTATIVO PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA) BANDO TEMATICO PER L INNOVAZIONE DI PRODOTTO NEI SETTORI DI ALTA E MEDIO/ALTA TECNOLOGIA DA PARTE DI PICCOLE IMPRESE O DI IMPRESE IN FASE

Dettagli

Distretti protagonisti

Distretti protagonisti 33 Distretti protagonisti DELLA RIPRESA Fatturato e margini ai massimi storici per le imprese distrettuali: i dati del nono rapporto annuale di Intesa Sanpaolo Nel biennio 2015-16 il fatturato e i margini

Dettagli

Flash Industria

Flash Industria 30 luglio 2015 Flash Industria 2.2015 Nel secondo trimestre 2015, sulla base dell indagine VenetoCongiuntura, la produzione industriale ha registrato un incremento del +1,8 per cento rispetto al corrispondente

Dettagli

LA CONGIUNTURA ECONOMICA IN LOMBARDIA 4 trimestre 2017

LA CONGIUNTURA ECONOMICA IN LOMBARDIA 4 trimestre 2017 In collaborazione con le Associazioni regionali dell Artigianato Confartigianato, CNA, Casartigiani e CLAAI LA CONGIUNTURA ECONOMICA IN LOMBARDIA 4 trimestre 2017 6 febbraio 2018 Variazione % LA CONGIUNTURA

Dettagli

Giovanni Foresti, Fabrizio Guelpa e Angelo Palumbo Intesa Sanpaolo

Giovanni Foresti, Fabrizio Guelpa e Angelo Palumbo Intesa Sanpaolo Contributi 5. Analisi economico-finanziaria dei distretti industriali italiani Giovanni Foresti, Fabrizio Guelpa e Angelo Palumbo Intesa Sanpaolo 5.1 Introduzione La crisi che ha colpito l economia internazionale

Dettagli

Il mercato italiano della produzione dell Arredo & Design

Il mercato italiano della produzione dell Arredo & Design Il mercato italiano della produzione dell Arredo & Design Il mercato italiano della produzione è molto frammentato, con un numero elevato di operatori con inferiore a 50m; poche aziende superano i 200m

Dettagli

Guido Corbetta. Irene Dagnino. Mario Minoja. Giovanni Valentini

Guido Corbetta. Irene Dagnino. Mario Minoja. Giovanni Valentini Il settore farmaceutico in Italia: Posizionamento e fattori di crescita Guido Corbetta Irene Dagnino Mario Minoja Giovanni Valentini Centro di Ricerca Imprenditorialità e Imprenditori (EntER) Università

Dettagli

I numeri dell industria farmaceutica in Italia. Giugno 2016

I numeri dell industria farmaceutica in Italia. Giugno 2016 I numeri dell industria farmaceutica in Italia Giugno 2016 I numeri dell industria farmaceutica in Italia Struttura dell industria farmaceutica in Italia per nazionalità del capitale (% sul totale) 40%

Dettagli

Rapporto annuale sui bilanci delle società biellesi. Edizione Sarah Bovini Responsabile Ufficio Studi e Statistica Unioncamere Piemonte

Rapporto annuale sui bilanci delle società biellesi. Edizione Sarah Bovini Responsabile Ufficio Studi e Statistica Unioncamere Piemonte Rapporto annuale sui bilanci delle società biellesi. Edizione 2013 Sarah Bovini Responsabile Ufficio Studi e Statistica Unioncamere Piemonte La dinamica del Pil italiano variazioni % tendenziali, valori

Dettagli

L economia del Piemonte nella relazione annuale dell Ires. Intervento di Vittorio Ferrero

L economia del Piemonte nella relazione annuale dell Ires. Intervento di Vittorio Ferrero L economia del Piemonte nella relazione annuale dell Ires Intervento di Vittorio Ferrero La ripresa molto lenta Fonte: IMF, Istat e Prometeia Un inversione nelle dinamiche della crescita mondiale Rallentamento

Dettagli

L evoluzione della congiuntura economica: il caso del Piemonte

L evoluzione della congiuntura economica: il caso del Piemonte L evoluzione della congiuntura economica: il caso del Piemonte Roberto Cullino Divisione Analisi e Ricerca Economica Territoriale Banca d Italia Sede di Torino roberto.cullino@bancaditalia.it Factoring

Dettagli

L evoluzione recente dei sistemi bancari del Nord Africa

L evoluzione recente dei sistemi bancari del Nord Africa ABI Forum Internazionalizzazione 2007 Roma, 25 settembre 2007 L evoluzione recente dei sistemi bancari del Nord Africa Angelo Cicogna, Banca d Italia Addetto Finanziario, Ambasciata d Italia al Cairo Sommario

Dettagli

Bologna, 22 marzo 2016 COMPETITIVITA E SVILUPPO DELL AGROALIMENTARE ITALIANO DENIS PANTINI. Direttore Area Agroalimentare - NOMISMA spa

Bologna, 22 marzo 2016 COMPETITIVITA E SVILUPPO DELL AGROALIMENTARE ITALIANO DENIS PANTINI. Direttore Area Agroalimentare - NOMISMA spa Bologna, 22 marzo 2016 COMPETITIVITA E SVILUPPO DELL AGROALIMENTARE ITALIANO DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare - NOMISMA spa OUTLINE Evoluzione dei mercati e reazione dell industria alimentare

Dettagli

CRESCITA DEL FATTURATO DELLE IMPRESE DISTRETTUALI A TASSI PIU ELEVATI DELLE IMPRESE NON DISTRETTUALI

CRESCITA DEL FATTURATO DELLE IMPRESE DISTRETTUALI A TASSI PIU ELEVATI DELLE IMPRESE NON DISTRETTUALI COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO PRESENTA IL NONO RAPPORTO ANNUALE SULL ECONOMIA E FINANZA DEI DISTRETTI INDUSTRIALI 2016 CON 60.000 AZIENDE ANALIZZATE protagonisti della ripresa in corso: nel biennio

Dettagli

Mercato mondiale dell ICT (2001-) Mercato ICT 7% 5,9% 6% 3% 2% Differenziale 4% 0.8% 4,9% 5% 6,1% 3,9% 1.8% 5,1% 4,3% PIL 2.5% -0.7% 3,2% 3,2% -2.5% 2

Mercato mondiale dell ICT (2001-) Mercato ICT 7% 5,9% 6% 3% 2% Differenziale 4% 0.8% 4,9% 5% 6,1% 3,9% 1.8% 5,1% 4,3% PIL 2.5% -0.7% 3,2% 3,2% -2.5% 2 AITech-Assinform Anteprima del Rapporto 2006 Giancarlo Capitani Amministratore Delegato NetConsulting Conferenza Stampa Milano, 21 marzo 2006 Rapporto 2006 21 marzo 2006 Slide 0 Mercato mondiale dell ICT

Dettagli

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Roberto Strocco Coordinatore Area Studi e Sviluppo del Territorio Unioncamere Piemonte Lo scenario internazionale

Dettagli

Domenico Mauriello Centro Studi Unioncamere

Domenico Mauriello Centro Studi Unioncamere Domenico Mauriello Centro Studi Unioncamere Roma, 14 giugno 2016 LE MEDIE IMPRESE: OPPORTUNITÀ E VINCOLI PER ACCOMPAGNARE LE FILIERE ITALIANE NELL INDUSTRIA 4.0 2014 3.334 L evoluzione recente e le previsioni

Dettagli

Il settore dell igiene urbana in Italia: inquadramento e focus sul costo del lavoro. Rivoltella del Garda, 9-10 Luglio 2015

Il settore dell igiene urbana in Italia: inquadramento e focus sul costo del lavoro. Rivoltella del Garda, 9-10 Luglio 2015 Il settore dell igiene urbana in Italia: inquadramento e focus sul costo del lavoro Rivoltella del Garda, 9-10 Luglio 2015 La Fondazione Utilitatis UTILITATIS pro acqua energia ambiente nasce nel 1995

Dettagli

I numeri dell industria farmaceutica in Italia. Giugno 2016

I numeri dell industria farmaceutica in Italia. Giugno 2016 I numeri dell industria farmaceutica in Italia Giugno 2016 I numeri dell industria farmaceutica in Italia (% sul totale) Circa associate a Farmindustria, che rappresentano oltre il 90% del valore industriale

Dettagli

ANDAMENTO DELLA CONGIUNTURA IN PIEMONTE: I RISULTATI A CONSUNTIVO PER IL IV TRIMESTRE E L ANNO Marzo 2016

ANDAMENTO DELLA CONGIUNTURA IN PIEMONTE: I RISULTATI A CONSUNTIVO PER IL IV TRIMESTRE E L ANNO Marzo 2016 ANDAMENTO DELLA CONGIUNTURA IN PIEMONTE: I RISULTATI A CONSUNTIVO PER IL IV TRIMESTRE E L ANNO 2015 1 Marzo 2016 La produzione industriale e il clima di fiducia delle imprese in Italia La produzione industriale

Dettagli

Moda e lusso nell attuale contesto macroeconomico

Moda e lusso nell attuale contesto macroeconomico MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso Moda e lusso nell attuale contesto macroeconomico Gregorio De Felice Servizio Studi e Ricerche Milano, 8 novembre 2013 Agenda 1 Scenario

Dettagli

Quale futuro per l industria farmaceutica in Italia

Quale futuro per l industria farmaceutica in Italia Quale futuro per l industria farmaceutica in Italia Gli Incontri ASIS - Innovare per Crescere Tirrenia, 13 Marzo 2015 Renato Ridella La farmaceutica è 3 tra i settori manifatturieri per investimenti in

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Basilicata

Bollettino Mezzogiorno Basilicata Bollettino Mezzogiorno 02 2014 Basilicata INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 1.2 Struttura economica ed andamento del Pil in Basilicata Occupazione e disoccupazione in Basilicata LE IMPRESE 2.1 Struttura

Dettagli

Distretti industriali «motore» della crescita del Triveneto

Distretti industriali «motore» della crescita del Triveneto Distretti industriali «motore» della crescita del Triveneto Conferenza stampa Giovanni Foresti e Anna Maria Moressa Direzione Studi e Ricerche Padova, 11 maggio 2017 Agenda 1 1 Introduzione 2 Evoluzione

Dettagli

Le startup e le PMI innovative. Guido Romano - Cerved Michele Barbera - SpazioDati

Le startup e le PMI innovative. Guido Romano - Cerved Michele Barbera - SpazioDati Le startup e le PMI innovative Guido Romano - Cerved Michele Barbera - SpazioDati Agenda Oggetto e obiettivi dell analisi Startup e PMI non iscritte ai registri ufficiali Le caratteristiche di startup

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Sardegna

Bollettino Mezzogiorno Sardegna Bollettino Mezzogiorno 02 2014 Sardegna INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 1.2 Struttura economica ed andamento del Pil in Sardegna Occupazione e disoccupazione in Sardegna LE IMPRESE 2.1 2.2 Struttura

Dettagli

IL SISTEMA PRODUTTIVO PIEMONTESE: COMPETITIVITÀ E PERFORMANCE. 04 aprile 2016

IL SISTEMA PRODUTTIVO PIEMONTESE: COMPETITIVITÀ E PERFORMANCE. 04 aprile 2016 IL SISTEMA PRODUTTIVO PIEMONTESE: COMPETITIVITÀ E PERFORMANCE 04 aprile 2016 Il sistema produttivo piemontese 1. Sono tante o poche? 2. Sono di più o di meno rispetto al passato? 442.862 imprese registrate

Dettagli

Lombardia Statistiche Report

Lombardia Statistiche Report Lombardia Statistiche Report N 6 / 2017 5 luglio 2017 Congiuntura economica in Lombardia. I trimestre 2017 Il 2016 è stato un anno positivo per l economia lombarda. Questo dato sembra trovare conferma

Dettagli

FABIO ROSSELLO Presidente Cosmetica Italia

FABIO ROSSELLO Presidente Cosmetica Italia TREND E IL MERCATO GLOBALE DEL BEAUTY Milano, 25 maggio 2017 FABIO ROSSELLO Presidente Cosmetica Italia I NUMERI DELLA COSMETICA 205 valore globale della cosmetica nel 2016 in miliardi di euro +4% +8,4%

Dettagli