STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 NORME GENERALI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 NORME GENERALI"

Transcript

1 STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 NORME GENERALI GESTIONE DEI CAMPIONATI INTERREGIONALI TRAMITE IL PROGRAMMA FIPAVONLINE In allegato si invia una guida con le spiegazioni per gestire il programma Fipavonline. Tutte i sodalizi da questo anno agonistico dovranno adeguarsi a questa innovazione che garantisce una maggiore celerità a tutte le operazioni che vengono gestite da questo comitato e dalle stesse società. SERVIZIO DI PRIMO SOCCORSO Si raccomanda vivamente alle società ospitanti di assicurare, all interno dell'impianto di gioco, un servizio di primo soccorso a disposizione delle squadre e degli spettatori, assolvibile con la presenza di un medico e/o con la presenza di un ambulanza. A tal proposito si ricorda che in base al Decreto 24 aprile 2013 del Ministero della Salute, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 169 del 20 luglio 2013, dal 1 gennaio 2016 tutti gli impianti sportivi dove si svolge qualsiasi tipo di attività sportiva (agonistica, allenamento, promozionale, amatoriale, ecc.) dovranno essere dotati della presenza di un defibrillatore e del relativo addetto al suo utilizzo. In tal senso il CF ha stabilito che: dalla stagione 2016/2017 nei Campionati di Serie C e D Maschile e Femminile sarà obbligatorio avere a disposizione nell impianto di gioco durante lo svolgimento delle gare, un defibrillatore semiautomatico e una persona abilitata al suo utilizzo. In caso di assenza la gara non potrà essere disputata e la squadra ospitante in sede di omologa sarà sanzionata dal Giudice Sportivo Nazionale con la perdita dell incontro con il punteggio più sfavorevole. dalla stagione 2017/2018 nei Campionati di Serie Provinciale e in tutti i Campionati di Categoria sarà obbligatorio avere a disposizione nell impianto di gioco durante lo svolgimento delle gare, un defibrillatore semiautomatico e una persona abilitata al suo utilizzo. In caso di assenza la gara non potrà essere disputata e la squadra ospitante in sede di omologa sarà sanzionata dal Giudice Sportivo Nazionale con la perdita dell incontro con il punteggio più sfavorevole.

2 Tali obblighi scaturiscono da quanto previsto dal Decreto 24 aprile 2013 del Ministero della Salute, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 169 del 20 luglio 2013, fatte salve eventuali ulteriori decisioni degli organi ministeriali competenti. L addetto all utilizzo del defibrillatore e il Medico di Servizio possono essere anche qualsiasi tesserato iscritto al CAMP3 e quindi anche il dirigente in panchina, l'addetto all'arbitro, il segnapunti, ecc., purché abilitati alla funzione. Nel caso di assenza della persona abilitata all utilizzo del defibrillatore, questa funzione potrà essere assolta dal Medico di servizio che ovviamente non dovrà presentare alcuna certificazione di abilitazione. E' ovvio che se l addetto al defibrillatore e del Medico di Servizio, tesserati iscritti nel CAMP3, dovessero intervenire durante la gara per eventi esterni al gioco (malore di una persona del pubblico, di un addetto all'impianto, ecc.) la gara non potrà essere sospesa e nel caso fosse un atleta, questi dovrà essere sostituito per poter espletare le sue funzioni, a meno che la gara non venga interrotta dagli arbitri in base alla eventuale gravità dell'accaduto. In relazione all attesa del defibrillatore e/o del suo addetto e/o del medico di servizio a ridosso dell orario di inizio delle gare, si precisa che gli Arbitri potranno dare inizio al riscaldamento ufficiale previsto dal protocollo pre-gara soltanto dopo il loro effettivo arrivo, in quanto non potendo sapere l ora esatta del loro arrivo al fine di evitare di dover interrompere il riscaldamento ufficiale per poi iniziarlo di nuovo. Pertanto è ovvio che gli arbitri daranno inizio al riscaldamento ufficiale soltanto dopo il suo effettivo arrivo e quindi questo potrebbe causare un ritardato inizio della gara che verrà poi sanzionato dal Giudice Sportivo. Nel caso durante lo svolgimento della gara l Ambulanza, l addetto all utilizzo del defibrillatore e il Medico di Servizio dovessero lasciare l impianto per motivi di servizio, dovrà essere comunque assicurata la presenza all interno dell impianto di un altro medico di servizio e del defibrillatore con relativa persona abilitata al suo utilizzo. Nel caso ciò non fosse assicurato, la società ospitante dovrà presentare una memoria difensiva entro il giorno successivo allo svolgimento della gara in cui venga motivata la situazione creatasi e il GUF, in sede di omologa, nel valutare le motivazioni addotte potrà applicare comunque sanzioni alla società ospitante.

3 gli operatori sanitari dovranno stazionare all interno dell impianto di gioco, in un posto che ne faciliti un immediato intervento di soccorso. Durante la gara il medico di servizio potrà sedere sulla panchina della Società ospitante soltanto se tesserato a favore della medesima con la qualifica di medico sociale ed inserito nel CAMP3. In caso contrario dovrà posizionarsi appena fuori dall area di gioco in un posto che ne faciliti un immediato intervento di soccorso. Il riconoscimento del medico di servizio avverrà mediante l esibizione del tesserino di appartenenza all Ordine dei Medici o il tesseramento per la Società in qualità di medico sociale. La persona abilitata per l utilizzo del defibrillatore dovrà presentare la relativa certificazione di abilitazione (IRC), ovviamente non scaduta, e durante la gara dovrà posizionarsi appena fuori dall area di gioco in un posto che ne faciliti un immediato intervento di soccorso. Agli operatori dell ambulanza non va richiesta l abilitazione all utilizzo del defibrillatore ma soltanto il loro tesserino di riconoscimento. I Vigili del Fuoco possono essere addetti al defibrillatore senza necessità di mostrare l abilitazione ma soltanto il loro tesserino di riconoscimento. Nel caso la società ospitante non metta a disposizione la persona abilitata all utilizzo del defibrillatore e uno degli Ufficiali di Gara designati per l incontro fosse abilitato all utilizzo, questi non potrà colmare la mancanza e la gara comunque non potrà avere inizio e la società ospitante sarà sanzionata dal Giudice Sportivo Nazionale con la perdita dell incontro con il punteggio più sfavorevole. Se il Medico di servizio e/o l addetto all utilizzo al defibrillatore fossero persone iscritte al referto, nel caso dovessero subire la sanzione della espulsione o della squalifica, come da regolamento devono abbandonare il terreno di gioco recandosi nello spogliatoio e comunque non devono sostare in qualsiasi zona dell impianto da cui possa avere contatto visivo con il campo di gioco e non potranno impartire direttive agli atleti in campo, ma ovviamente devono comunque rimanere a disposizione in caso di emergenza sanitaria. Si rammenta che la presente normativa che disciplina i servizi di primo soccorso è finalizzata alla tutela della salute fisica degli atleti, tesserati in campo e spettatori. La eventuale indisponibilità del defibrillatore, il suo malfunzionamento e/o la presenza di alcuni componenti scaduti, la mancanza dell operatore, del medico di servizio o il loro allontanamento anche momentaneo o comunque altre violazioni contrastando con i

4 principi ispiratori della detta normativa, attribuiranno alle società ospitanti oltre alle previste sanzioni sportive, ogni responsabilità penale e civile per quanto di ragione, in caso di incidente con conseguenze sulla incolumità fisica delle persone coinvolte. Ogni società ospitante, assumendosi la piena ed esclusiva responsabilità per ogni evento lesivo malleverà espressamente la Federazione Italiana Pallavolo e pertanto nessun addebito diretto o indiretto potrà essere attribuito a quest ultima. Il Consiglio Regionale FIPAV Abruzzo ha deliberato che a partire dalla stagione agonistica 2015/2016 tutte le società partecipanti ai campionati di serie interregionali e alle fasi regionali di categoria dovranno adeguarsi alla normativa. Per ulteriori informazioni e precisazioni si rimanda alla Guida Pratica 2015/2016 e al Decreto 24 aprile 2013 del Ministero della Salute, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 169 del 20 luglio NUOVE REGOLE DI GIOCO 2015/2016 Approvate dal 34 Congresso FIVB del 30 ottobre 1 novembre 2014 PRINCIPALI MODIFICHE RISPETTO ALLA VERSIONE Per ulteriori informazioni vedi la guida pratica 2015/ Azione di gioco e azione di gioco completata Un azione di gioco è la sequenza di scambi dal momento del colpo di servizio da parte del giocatore al servizio fino a che la palla è fuori gioco. Un azione di gioco completata è la sequenza di scambi che assegna un punto. Questo comprende l assegnazione di una penalizzazione e la perdita del servizio a causa della sua mancata esecuzione entro il tempo limite di PALLA DENTRO La palla è dentro se, in un qualsiasi istante del suo contatto col suolo, una parte di essa tocca il terreno di gioco, comprese le linee perimetrali Il contatto di un giocatore con la rete tra le antenne, durante l azione di giocare la palla, è fallo. L azione di giocare la palla include (tra l altro) il salto, il tocco di palla (o il suo tentativo) e la ricaduta Un giocatore interferisce con il gioco (tra l altro): toccando la rete tra le antenne o l antenna stessa durante la propria azione di giocare la palla; usando la rete tra le antenne come supporto o ausilio per recuperare l equilibrio; avvantaggiandosi slealmente sull avversario toccando la rete;

5 compiendo azioni che ostacolano un legittimo tentativo di giocare la palla di un avversario; afferrando o trattenendo la rete. I giocatori nei pressi della palla quando viene giocata, o che tentano di giocarla, sono considerati nell azione di giocare la palla, anche se effettivamente non la toccano. Tuttavia, toccare la rete all esterno di un antenna non è da considerarsi fallo (eccetto che per la Regola 9.1.3). CAMPO DI GARA Vedi guida pratica 2015/2016 e l art.14 del Regolamento Gare. TUTTE LE FASI FINALI (PLAY OFF) DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE E DI CATEGORIA DOVRANNO ESSERE DISPUTATE IN PALESTRE REGOLARMENTE OMOLOGATE E CON CAPIENZA DI ALMENO 100 SPETTATORI E CON UN IMPIANTO MICROFONICO. DOVERI DI OSPITALITA Secondo quanto previsto dalle leggi in vigore, gli Affiliati sono responsabili del mantenimento dell ordine pubblico nei campi di gioco, della tutela degli Ufficiali di Gara, dei Dirigenti Federali e delle squadre ospitate prima, durante e dopo l incontro, dal loro arrivo nei pressi dell impianto e fino alla loro partenza dalla zona sede dell impianto. DIRIGENTI DI SOCIETA Tutte le società della Regione Abruzzo OBBLIGATORIAMENTE dovranno partecipare ai Corsi di Formazione Dirigere il Volley indetti dal CR FIPAV Abruzzo nell anno agonistico 2015/2016 con almeno un dirigente. Questi corsi itineranti, saranno indetti con nota successiva ad hoc, e daranno la possibilità alle società iscritte ai Campionati Interregionali 2016/2017 di poter riportare sul proprio camp3 la presenza del Dirigente Accompagnatore. La partecipazione a detti corsi è aperta anche a Dirigenti delle società di serie provinciale e nazionale. DIRIGENTE ADDETTO ALL'ARBITRO E obbligatoria la presenza del Dirigente addetto all Arbitro alle gare dei Campionati Regionali di Serie C e D. Costui deve essere un Dirigente della Società ospitante, regolarmente tesserato con la F.I.P.A.V. I suoi compiti principali sono:

6 accogliere gli arbitri al loro arrivo in palestra e assisterli nelle operazioni preliminari di controllo delle attrezzature del campo di gioco; posizionarsi, durante la gara, in un punto del campo dove possa essere facilmente reperibile e da dove possa intervenire tempestivamente su richiesta degli arbitri; accompagnare, a fine gara, gli arbitri nello spogliatoio, rimanendo a loro disposizione finché non avranno lasciato la palestra. MODALITA' DI RISCOSSIONE DELLE MULTE PER LA STAGIONE NON E PREVISTO IL VERSAMENTO DEL DEPOSITO CAUZIONALE Art. 58 del Regolamento Giurisdizionale. Si precisa che è stata reintrodotta la riscossione coattiva per le società che non provvedono a versare eventuali multe e contributi nei termini previsti dai vigenti regolamenti. COMUNICATI UFFICIALI Si ricorda, a termini di regolamento, la validità di affissione all'albo Federale (consultabile sul sito del Comitato) dei provvedimenti adottati dal Giudice Unico, come la sola notifica ufficiale. OBBLIGO DI PARTECIPAZIONE AI CAMPIONATI DI CATEGORIA SERIE C - D - 1^ E 2^ DIVISIONE La Consulta Regionale, ha deliberato sull obbligatorietà di partecipazione delle società di serie regionale e provinciale ai campionati di categoria. La mancata partecipazione ad almeno un campionato giovanile comporterà le seguenti ammende pecuniarie: - per le società di serie C una multa di Euro 750,00 - per le società di serie D una multa di Euro 500,00 - per le società dei campionati di 1^ e 2^ divisione una multa di Euro 250,00 Le multe saranno versate al proprio C.P. di appartenenza. Per le società che disputano più campionati di diverse serie nell ambito di uno stesso settore, l obbligatorietà di partecipazione ai campionati di categoria viene assolta in base a quanto previsto per il campionato maggiore a cui partecipano. Il Consiglio Federale, rivelata la peculiarità e specificità dell attività svolta, ha deliberato di esonerare dall obbligo di partecipazione a detti campionati, i CUS e i Gruppi Sportivi delle Forze Armate affiliate alla FIPAV e le società di prima

7 affiliazione che si iscrivono ai campionati di 1^ o 2^ divisione provinciale. Nessun obbligo per le società iscritte alla 3^ divisione. RITIRO DAI CAMPIONATI Le società che si ritirano dai campionati saranno così sanzionate: - Prima della stesura del calendario provvisorio: incameramento delle tasse versate e perdita del diritto. - Dopo la stesura del calendario provvisorio e prima dell inizio del campionato: incameramento delle tasse versate, multa di Euro 500,00 (cinquecento) e retrocessione. - Dopo l inizio del campionato ed alle fasi successive: incameramento delle tasse versate, multa di Euro 1.500,00 (millecinquecento) e retrocessione. MANCATA PARTECIPAZIONE AD UN GARA La mancata partecipazione ad una gara comporta la perdita della stessa con il punteggio più sfavorevole e la multa di Euro 500,00. Alla seconda rinuncia la società sarà esclusa dal campionato, sanzionata con Euro 1.500,00 di multa e retrocessa. INCENTIVI Al fine di incentivare l'inserimento di giovani under 23 (nati 1993 e successivi) negli organici delle squadre di serie C MASCHILE e under 22 (nati 1994 e successivi) negli organici delle squadre di serie D MASCHILE verra' erogato un premio in materiale sportivo a tutte quelle società che disputeranno tutte le gare del Campionato inserendo nei loro camp3 (ed effettivamente presenti in gara) di atleti giovani. Campionato serie C maschile 2015/16 campionato a 10 squadre - da 144 a 169 presenze totali Euro 300,00 - da 170 a 194 presenze totali Euro 600,00 - da 195 a 234 presenze totali Euro 900,00 Campionato serie D maschile 2015/16 campionato a 12 squadre - da 110 a 165 presenze totali Euro 250,00 - da 166 a 220 presenze totali Euro 500,00 - da 221 a 286 presenze totali Euro 750,00 Alle società che non conseguiranno la salvezza non verrà conferito il premio. PARTECIPAZIONE AI DIVERSI CAMPIONATI Per presenze e utilizzo si intende essere entrato in campo nelle gare.

8 Le presenze nei campionati superiori possono essere anche non consecutive e anche se l atleta debutta nella stagione in una gara del campionato di serie superiore. Per gli ingressi in campo nelle gare dei due campionati di serie vale la temporalità e non la giornata e quindi per esempio se una atleta gioca in B2 e D si trova ad aver fatto 15 ingressi in B2 e nello stesso fine settimana il programma delle gare prevede prima la gara di serie D e poi quella di B2, l atleta può giocare la gara di serie D e successivamente quella di B2 (ovviamente se la programmazione delle gare è al contrario dopo essere entrata in campo in B2 non può giocare nella successiva gara di serie D). Si precisa, inoltre, che la norma si applica soltanto su due campionati di serie per atleta e pertanto un atleta durante la stagione può disputare gare al massimo in due campionati di serie. Il Comitato Regionale ha deliberato di estendere tale normativa agli atleti nati dal 1996 e successivi, tali atleti potranno partecipare al campionato di 1^ Divisione provinciale fino ad un limite di partecipazione effettiva a 8 gare nella serie C o D. Per le atlete nate dal 1999 e successivi che disputano i campionati di serie C e D, potranno partecipare al Campionato di 1^ Divisione provinciale con un limite di 10 gare nella serie C o D. Inoltre si estende questa normativa anche ai campionati di 2^ divisione provinciale femminile limitandola alle atlete nate dal 2001 e successivi con un limite di 10 gare nella serie C o D. Le società che utilizzeranno gli atleti in due campionati dovranno comunicare al Comitato Regionale Abruzzo ed ai Comitati Provinciali di appartenenza il raggiungimento del limite di gare previsti in serie superiore. Nel caso di ritiro da un campionato di una squadra, le gare annullate non contano ai fini della classifica, ma gli atleti che sono scesi in campo in queste gare viene comunque conteggiata la presenza in campo. SECONDO LIBERO L utilizzo del Secondo Libero è previsto nei seguenti campionati e relative Coppe di serie, con i seguenti Limiti di età: C-D-1^-2^ e 3^ Div. under 19 (nati/e 1997 e successivi) In tutti gli altri campionati di serie e categoria ove sia prevista la possibile presenza del Libero, ogni squadra potrà iscrivere a referto: max 12 atleti/e senza alcun Libero oppure max 11 atleti/e + un Libero oppure max 11 atleti/e + due Libero di cui uno/a secondo i limiti di età su riportati. Per ulteriori informazioni vedi la Guida Pratica 2015/2016 e le Regole di Gioco punto 9 della Casistica della Regola 19.

9 LIMITAZIONE DI ISCRITTI A REFERTO DEGLI ATLETI/E OVER NEI CAMPIONATI DI SERIE C e D FEMMINILE SERIE C FEMMINILE: MAX quattro atlete OVER nate 1987 compreso e precedenti SERIE D FEMMINILE: MAX quattro atlete OVER nate 1988 compreso e precedenti. Nella stagione 2016/2017 le limitazioni saranno riviste secondo lo studio effettuato sull età dei campionati interregionali degli ultimi due anni agonistici. PRESTITO PER UN CAMPIONATO Per la stagione agonistica 2015/2016 la Consulta Regionale ha deliberato di estendere l istituto del Prestito per un Campionato, già previsto per i campionati di serie nazionali e regionali oltre che giovanili (U19M, U17M, U15M, U14M, U18F, U16F e U14F) anche al Campionato di 1^ divisione. Pertanto l eventuale utilizzo di atleti in prestito per un solo campionato in 2^ e 3^ divisione comporterà, per la squadra in difetto, la perdita dell incontro, una sanzione pecuniaria e, in caso di recidiva, provvedimenti disciplinari a carico dell atleta e del Presidente della Società. Si rimanda alle Norme di Affiliazione e Tesseramento Atleti 2015/2016 per quanto concerne la regolamentazione del prestito per un campionato. SQUADRE GIOVANI Il C.R. Abruzzo, allo scopo di incentivare le Società che investono nel settore giovanile, ha deciso di premiare con incentivi di classifica le Società che nella la stagione 2015/2016 disputeranno i campionati di: - serie C femminile iscrivendo sempre a referto almeno 6 atlete under 19 (1997) e che in tutte le gare 3 di queste atlete siano sempre in campo; - serie D femminile iscrivendo sempre a referto almeno 6 atlete under 18 (1998) e che in tutte le gare 3 di queste siano sempre in campo; - serie C maschile iscrivendo sempre a referto almeno 6 atleti under 23 (1993) e che in tutte le gare 3 di questi siano sempre in campo; - serie D maschile iscrivendo sempre a referto almeno 6 atleti under 21 (1995) e che in tutte le gare 3 di questi siano sempre in campo. Queste società verranno inserite ai primi posti dell ordine di ripescaggio nel caso di retrocessione. Vengono escluse dalla regola le squadre che si classificheranno all ultimo posto di gironi completi. Tra gli/le atleti/e "giovani" in campo NON può essere compreso il ruolo del Libero. Le squadre che intendono usufruire di questa possibilità dovranno dichiararlo al momento

10 dell iscrizione al Campionato, indicando nel campo NOTE SQUADRA GIOVANE e confermandolo alla C.O.G.R. prima dell inizio del campionato. Per le squadre giovani non vi sono limiti e graduatorie per il ripescaggio; pertanto una squadra giovane, sia femminile che maschile, potrà essere ripescata per più stagioni consecutive, fermo restando la posizione finale di classifica. PROMOZIONI IN SERIE B/M e F 2016/17: La miglior squadra non promossa della Serie C organizzata da quei Comitati Regionali che dovessero ospitare società di altre regioni nei loro campionati di serie C, avranno diritto di ripescaggio al Campionato di Serie B2/M e F 2016/2017 nel caso fra le squadre promosse ci sia una società non della propria regione. Il numero delle promozioni per ogni singola regione dai campionati di serie C 2016/2017 alla serie B2 2017/2018 verranno stabilite in base ai risultati dell Osservatorio Nazionale sull attività svolta nella stagione 2015/2016 e saranno 23 per la serie B/M e 40 per la serie B2/F. In sede di Verifica dei Campionati Nazionali di Serie B1 e B2 il numero delle promozioni potrebbe subire delle variazioni. REGOLAMENTAZIONE PER LE PROMOZIONI IN SERIE D 2016/2017 Il Consiglio Regionale FIPAV Abruzzo ha deliberato che le promozioni dai Campionati di 1^ divisione provinciali/interprovinciali 2015/2016, organizzati nelle regioni Abruzzo e Molise, in Serie D 2016/2017 saranno le seguenti: - settore maschile: n.3 squadre; - settore femminile: n.5 squadre. In caso i campionati di 1^ divisione provinciali e/o interprovinciali regolari siano di numero diverso (minore o maggiore) al numero di promozioni preventivate, la Commissione Regionale Gare del Comitato Regionale FIPAV d Abruzzo organizzerà la FASE INTERREGIONALE PER LA PROMOZIONE IN SERIE D MASCHILE E/O FEMMINILE secondo le indicazioni scaturite dalla riunione della Consulta Regionale Abruzzo-Molise che si terrà subito dopo la chiusura delle iscrizioni. Si ricorda a tutti i CC.PP. che in caso si debba organizzare la Fase Interregionale per la promozione in Serie D, loro fase provinciale o interprovinciale dovrà terminare entro il mese di Aprile Tutti i campionati devono rispettare un numero adeguato di gare per ogni squadra partecipante, è consigliabile organizzare, se le iscritte lo permettono, una prima fase

11 con un girone all italiana con gare di andata e ritorno, le promozioni e retrocessioni potranno essere definite anche con la disputa di play off e play out. Le variazioni di organico in un campionato comporterà la revisione delle promozioni preventivate. Quanto sopra è valido anche per i campionati di 1^ divisione organizzati nella Regione Molise. CESSIONE DEL DIRITTO E possibile la cessione dei diritti dei Campionati Interregionali di Serie C e D femminile tra società all interno della stessa Regione e tra le Regioni di Abruzzo e Molise. La cessione/acquisizione dei diritti deve avvenire entro il 10 agosto 2015, attraverso il tesseramento on-line. A partire dal prossimo anno agonistico 2016/2017 la società che acquisisce un TITOLO SPORTIVO SERIE C D dovrà rispondere ai seguenti requisiti: 1. non deve essere stata esclusa (per qualsiasi motivo, compreso il non aver portato a termine il campionato) da un campionato di serie regionale nelle ultime due stagioni 2014/2015 e 2015/2016; 2. deve aver disputato nelle ultime due stagioni 2014/2015 e 2015/2016; almeno un campionato di Serie A1-A2-B1-B2-C-D o 1^ divisione provinciale ovviamente nella stessa sezione del titolo che si acquisisce; 3. per il settore femminile: deve aver disputato nelle ultime due stagioni 2014/2015 e 2015/2016; almeno 2 dei 4 campionati di categoria Under 18F- 16F-14F-13F per stagione; per il campionato di Serie C maschile: deve aver disputato nelle ultime due stagioni 2014/2015 e 2015/2016; almeno 1 dei 4 campionati di categoria Under 19M-17M-15M-13M per stagione. 4. non deve aver già acquisito nella scorsa stagione 2015/2016 lo stesso campionato che intende acquisire; questa limitazione non si applica se il campionato 2014/2015 è stato effettivamente disputato con la denominazione di squadra giovane ; 5. non deve avere pendenze economiche nei confronti della FIPAV, sia Nazionale che Comitato Regionale e Territoriale. MANCATA ISCRIZIONE AD UN CAMPIONATO Fermo restando quanto disposto dall'art. 10 del Regolamento Gare per i Campionati Regionali e Provinciali, il Consiglio Federale ha stabilito per i Campionati Nazionali la seguente regolamentazione:

12 le società che entro il termine di iscrizione rinunciano a disputare il campionato di cui hanno diritto, potranno, su loro richiesta, essere ammesse: SERIE B1: al campionato di serie C o successivi, purché ci sia carenza di organico (competenza CR o CP) (*). SERIE B2: al campionato di serie D o successivi, purché ci sia carenza di organico (competenza CR o CP) (*). SERIE C : al campionato di 1^ divisione o successivi, purché ci sia carenza di organico (competenza CP) (*). (*) - le società che richiedono l'immissione nei campionati di C o D e successivi, hanno la precedenza rispetto alle società che hanno diritto di ripescaggio nel campionato richiesto. Resta valido che gli atleti possono richiedere alla Commissione Tesseramento lo scioglimento del vincolo secondo quanto previsto dal Regolamento Affiliazione e Tesseramento e dalle Norme sul Tesseramento 2015/2016. SPOSTAMENTI GARA PER CONCOMITANZA DI ALTRE MANIFESTAZIONI NEL CASO DI CONCOMITANZA DI GARE CON FINALI REGIONALI DI CATEGORIA LA CRG SU RICHIESTA DELLE SOCIETA INTERESSATE AUTORIZZERA D UFFICIO LO SPOSTAMENTO (ANTICIPO) DELLE GARE DELLA SOLA GIORNATA DELLE FINALI. INOLTRE POTRANNO ESSERE CONCESSE SPOSTAMENTI (ANTICIPI) DI GARE PER QUELLE SOCIETA CHE HANNO ATLETI IN PRESTITO PER UN CAMPIONATO E SONO IMPEGNATE IN FINALI NAZIONALI. Non saranno consessi spostamenti gare nelle ultime tre giornate di campionato, per non concedere vantaggi nel conoscere i risultati delle altre partite. INFORMATIVA AI SENSI DELLA LEGGE n.196/2003 Ai sensi della Legge n 196 del 2003, si informa che: 1. I dati personali forniti in relazione alle procedure di affiliazione, tesseramento e/o iscrizione ai campionati formeranno oggetto di trattamento nel rispetto della normativa succitata. 2. Tali dati verranno trattati per finalità strettamente connesse all attività sportiva della pallavolo ed in modo da garantirne la sicurezza anche attraverso strumenti automatizzati. 3. Il conferimento di tali dati è indispensabile per la realizzazione della attività sportiva cui si riferiscono e per gli obblighi correlativi. Pertanto, un eventuale rifiuto

13 a fornire tutti i dati richiesti, comporterebbe l impossibilità di omologare l iscrizione ai campionati. 4. Fermo restando le comunicazioni e diffusioni effettuate in esecuzione di obblighi di legge e di contratto, i dati personali potranno essere comunicati in Italia ed all estero ai soli fini della realizzazione di attività, iniziative e manifestazioni connesse con i fini istituzionali della Federazione ad altri soggetti pubblici o privati ed organismi associativi. 5. I dati verranno trattati per tutta la durata del rapporto di iscrizione ai campionati ed anche successivamente per le finalità istituzionali della FIPAV. 6. Relativamente ai dati medesimi l interessato può esercitare i diritti previsti dalla Legge 196/2003 succitata. 7. Titolare del trattamento dei dati personali è la Federazione Italiana Pallavolo Comitato Regionale Abruzzo. Per quanto non contemplato dal presente Regolamento valgono le norme contenute nella Guida Pratica 2014/2015 e quelle contenute nei Regolamenti Giurisdizionale, Affiliazione, Tesseramento, Gare, cui si fa esplicito rinvio. F.I.P.A.V. C.O.G.R. Abruzzo

Oggetto: Norme amministrative e organizzative stagione agonistica 2005/2006.

Oggetto: Norme amministrative e organizzative stagione agonistica 2005/2006. Roma, 22 giugno 2005 A Tutte le società dei Campionati Nazionali Ai Comitati Regionali FIPAV Ai Comitati Provinciali FIPAV Alle Leghe Nazionali Pallavolo TRASMISSIONE VIA FAX ed E-MAIL Oggetto: Norme amministrative

Dettagli

Campionato Serie C Regionale

Campionato Serie C Regionale Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Fax: 0965 598440 -Tel: 0965 598441 e-mail: ufficiogare@fip.it internet: www.fip.it/calabria COMUNICATO UFFICIALE

Dettagli

COMITATO REGIONALE LIGURIA CAMPIONATO NAZIONALE MASTER MASCHILE E FEMMINILE 2011/2012

COMITATO REGIONALE LIGURIA CAMPIONATO NAZIONALE MASTER MASCHILE E FEMMINILE 2011/2012 E-mail: liguria@federvolley.it http://www.volleyliguria.net CAMPIONATO NAZIONALE MASTER MASCHILE E FEMMINILE 2011/2012 1. INDIZIONE Il C. R. Liguria indice e la COGR organizza la Fase Regionale del Campionato

Dettagli

E IMPOSSIBILE GIOCARE IL VENERDI

E IMPOSSIBILE GIOCARE IL VENERDI INDIZIONE CAMPIONATO di SECONDA DIVISIONE FEMMINILE 2015/2016 La Federazione Italiana Pallavolo indice e la Commissione Organizzativa Gare di Torino organizza il campionato di Prima Divisione Femminile.

Dettagli

COMUNICATO MiniVolley n.1

COMUNICATO MiniVolley n.1 COMUNICATO MiniVolley n.1 del 3 Settembre 2015 FIPAV VERONA SEDE c/o STADIO BENTEGODI Piazzale Olimpia CURVA SUD CANCELLO E/20 37138 VERONA Tel 045/580192 - fax 045/580325 Rec. Corrispondenza c/0 PALASPORT

Dettagli

NOTIZIE E REGOLAMENTO CAMPIONATI PROVINCIALI

NOTIZIE E REGOLAMENTO CAMPIONATI PROVINCIALI 1 FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO Comitato Provinciale di Massa Carrara Prot.n. 121/10 Carrara, 17 luglio 2010 Spett. Società FIPAV interessate e p.c. Comm. Naz. Gare FIPAV Segreteria Generale Roma Egregi

Dettagli

ATTIVITA. MINIVOLLEY 2 LIVELLO 4vs4

ATTIVITA. MINIVOLLEY 2 LIVELLO 4vs4 FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO Comitato Provinciale di Lecco c/o CONI CASA DELLO SPORT Via allo Zucco 6-23900 Lecco tel 0341/251587 - fax 0341/258436 e-mail: lecco@federvolley.it sito internet: www.lecco.federvolley.it

Dettagli

CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI TROFEI BRIANZA STAGIONE 2014/15

CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI TROFEI BRIANZA STAGIONE 2014/15 A tutte le Società di Monza Brianza Loro sedi Agrate Brianza, 22-12-2014 Prot. 211/CPG e p.c. C.R. Lombardia FIPAV ROMA CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI TROFEI BRIANZA STAGIONE 2014/15 2 MODALITA DI SVOLGIMENTO

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO Regolamento Campionato serie C regionale A.S. 2014/2015 Formula di svolgimento: Fase di qualificazione. Fase ad orologio. Play-off. Fase di

Dettagli

STAGIONE AGONISTICA 2014/2015 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI

STAGIONE AGONISTICA 2014/2015 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI STAGIONE AGONISTICA 2014/2015 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI Tutte le disposizioni riportate devono essere intese come norme di attuazione dei Regolamenti Federali e per

Dettagli

Tornei Promozionali di Categoria Coppa Milano Femminile Maschile Femminile Maschile Under 16

Tornei Promozionali di Categoria Coppa Milano Femminile Maschile Femminile Maschile Under 16 Milano, 1 luglio 2015 Prot. 2 / COGP Oggetto: Campionati Provinciali e Tornei Promozionali 2015/2016 A tutte le Società della Provincia di Milano e p.c. C.R. Lombardo FIPAV Roma Il Comitato Provinciale

Dettagli

STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI

STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI Tutte le disposizioni riportate devono essere intese come norme di attuazione dei Regolamenti Federali e per

Dettagli

LE PRINCIPALI NORME DELLA STAGIONE 2015/2016

LE PRINCIPALI NORME DELLA STAGIONE 2015/2016 STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI Questo documento costituisce una guida per il tesseramento, per l organizzazione dei campionati di serie e categoria

Dettagli

PALLAVOLO AMATORI FASE LOCALE DEL CAMPIONATO REGIONALE E NAZIONALE CSI STAGIONE SPORTIVA 2012-2013

PALLAVOLO AMATORI FASE LOCALE DEL CAMPIONATO REGIONALE E NAZIONALE CSI STAGIONE SPORTIVA 2012-2013 PALLAVOLO AMATORI FASE LOCALE DEL CAMPIONATO REGIONALE E NAZIONALE CSI STAGIONE SPORTIVA 2012-2013 REGOLAMENTO UFFICIALE A cura della Commissione Tecnica Pallavolo CENTRO SPORTIVO ITALIANO - COMITATO PROVINCIALE

Dettagli

CAMPIONATO PROVINCIALE UNDER 17 MASCHILE 2015/2016

CAMPIONATO PROVINCIALE UNDER 17 MASCHILE 2015/2016 COMUNICATO UFFICIALE N. 9 STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 CAMPIONATO PROVINCIALE UNDER 17 MASCHILE 2015/2016 La Federazione Italiana Pallavolo indice ed il Comitato Provinciale di Roma organizza il Campionato

Dettagli

LE PRINCIPALI NORME DELLA STAGIONE 2015/2016

LE PRINCIPALI NORME DELLA STAGIONE 2015/2016 STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI Questo documento costituisce una guida per il tesseramento, per l organizzazione dei campionati di serie e categoria

Dettagli

CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI CAMPIONATI DI SERIE STAGIONE 2011/12

CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI CAMPIONATI DI SERIE STAGIONE 2011/12 A tutte le Società di MonzaBrianza Loro sedi Agrate B.za 14-07-2011 Prot. 2/CPG e p.c. C.R. Lombardo FIPAV ROMA CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI CAMPIONATI DI SERIE STAGIONE 2011/12 1. MODALITA DI SVOLGIMENTO

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO Regolamento Campionato serie C regionale A.S. 2013/2014 Formula di svolgimento: fase di qualificazione, fase ad orologio più Play-off e eventuali

Dettagli

Gli importi sono comprensivi della tassa di iscrizione, del contributo per il concorso spese generali e del contributo per il servizio risultati.

Gli importi sono comprensivi della tassa di iscrizione, del contributo per il concorso spese generali e del contributo per il servizio risultati. Campionati di categoria SETTORE MASCHILE 2015/2016 Per la gestione on-line di iscrizioni, designazioni, calendari, spostamenti gara, versamenti, risultati e classifiche le società troveranno un settore

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 13 MASCHILE 3 X 3 Fase Provinciale 2015/2016

CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 13 MASCHILE 3 X 3 Fase Provinciale 2015/2016 COMUNICATO UFFICIALE N. 15 STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 13 MASCHILE 3 X 3 Fase Provinciale 2015/2016 La Federazione Italiana Pallavolo indice ed il Comitato Provinciale di Roma

Dettagli

COMITATO REGIONALE UMBRIA COMUNICAZIONI VARIE NOTIZIE REGOLAMENTO INDIZIONE CAMPIONATI REGIONALI LE PRINCIPALI NORME. SERIE C e D M - F 2011/2012

COMITATO REGIONALE UMBRIA COMUNICAZIONI VARIE NOTIZIE REGOLAMENTO INDIZIONE CAMPIONATI REGIONALI LE PRINCIPALI NORME. SERIE C e D M - F 2011/2012 Perugia, 21 giugno 2011 Egregi Signori Presidenti delle Società Interessate Ai Comitati Provinciali FIPAV di PERUGIA e TERNI Alla Commissione Arbitri Regionale Alla Commissione Regionale Allenatori Al

Dettagli

Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA

Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Fax: 0965 598440 -Tel: 0965 598441-346 0825520-346 4133777 e-mail: ufficiogare@fip.it internet: www.calabria.fip.it

Dettagli

Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016. Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE

Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016. Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016 Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE Il Comitato Regionale Sardo F.I.Te.T. indice ed organizza per la stagione agonistica 2015-2016 i seguenti campionati

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2015/2016

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2015/2016 REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2015/2016 Il Comitato Regionale F.I.Te.T. Liguria indice per la stagione agonistica 2015/2016 i seguenti campionati a squadre:

Dettagli

Regolamenti 2010/2011 dell Attività a Squadre e dei relativi Campionati Parte Specifica

Regolamenti 2010/2011 dell Attività a Squadre e dei relativi Campionati Parte Specifica Regolamenti 2010/2011 dell Attività a Squadre e dei relativi Campionati Parte Specifica CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2 maschile... 4 Articolo

Dettagli

FIPAV Commissione Organizzativa Gare Torino A.S. 2014/2015

FIPAV Commissione Organizzativa Gare Torino A.S. 2014/2015 INDIZIONE CAMPIONATI di CATEGORIA 2014/2015 La Federazione Italiana Pallavolo indice e la Commissione Gare Provinciale organizza la fase provinciale dei campionati di categoria del settore femminile; l

Dettagli

DISCIPLINA GARE DI PLAY OFF E DI PLAY OUT- STAGIONE 2012/2013.

DISCIPLINA GARE DI PLAY OFF E DI PLAY OUT- STAGIONE 2012/2013. DISCIPLINA GARE DI PLAY OFF E DI PLAY OUT- STAGIONE 2012/2013. Qui di seguito si riporta la normativa definitiva che disciplina l organizzazione della gare di Play-Off e di Play-Out Il Consiglio Direttivo

Dettagli

STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI

STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI Tutte le disposizioni riportate devono essere intese come norme di attuazione dei Regolamenti Federali e per

Dettagli

INDIZIONI ATTIVITÀ SPORTIVA 2015/2016

INDIZIONI ATTIVITÀ SPORTIVA 2015/2016 Comitato FIPAV TERAMO INDIZIONI ATTIVITÀ SPORTIVA 2015/2016 INDICI con collegamento ipertestuale all argomento e dove cliccando sul simbolo si ritorna a questa pagina Campionati di categoria maschili 1^

Dettagli

FIPAV C.O.G.R. PIEMONTE

FIPAV C.O.G.R. PIEMONTE INDIZIONE CAMPIONATI di SERIE 2014/2015 La Federazione Italiana Pallavolo indice e la Commissione Organizzativa Gare Regionale organizza i campionati di serie interprovinciali di CN/AT. [Art. 1 e 2, comma

Dettagli

CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE Serie A2 Edizione 2014/2015 Approvato con delibera n. 229 Consiglio Federale del 30.09.2014

CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE Serie A2 Edizione 2014/2015 Approvato con delibera n. 229 Consiglio Federale del 30.09.2014 CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE Serie A2 Edizione 2014/2015 Approvato con delibera n. 229 Consiglio Federale del 30.09.2014 Iscrizione Tassa Gara Sono ammesse al Campionato Nazionale di Pallanuoto Maschile

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2014/2015

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2014/2015 REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2014/2015 Il Comitato Regionale F.I.Te.T. Liguria indice per la stagione agonistica 2014/2015 i seguenti campionati a squadre:

Dettagli

Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori

Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori Societa affiliata alla Fipav e all MSP Manofuori Cup Non è necessario essere Campioni per divertirsi giocando a pallavolo L Associazione Culturale

Dettagli

SU CARTA INTESTATA DELLA SOCIETA. Gara amichevole

SU CARTA INTESTATA DELLA SOCIETA. Gara amichevole Federazione Italiana Pallavolo Comitato Provinciale Taranto Via Puglie, 20 74121 TARANTO Oggetto: Autorizzazione Torneo Torneo Gara amichevole Disciplina Specialità Variante Contenuto Livello Indor Beach

Dettagli

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015 Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015 CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile.... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2

Dettagli

Comitato Regionale FRIULI VENEZIA GIULIA

Comitato Regionale FRIULI VENEZIA GIULIA Ufficio Gare Regionale 1 Fase - Qualificazione COMUNICATI N. 63 DEL 20/10/2015 UFFICIO GARE N. 57 Allegato al Campionato Serie D Regionale Formula di svolgimento Le 20 squadre iscritte sono state suddivise

Dettagli

Federazione Italiana Pallavolo. Video-Check. Regolamento. Settore Nazionale Ufficiali di Gara

Federazione Italiana Pallavolo. Video-Check. Regolamento. Settore Nazionale Ufficiali di Gara Federazione Italiana Pallavolo Video-Check Regolamento Settore Nazionale Ufficiali di Gara 2015-2016 Regolamento 1. Il presente regolamento descrive, per la stagione 2015/16, il procedimento di richiesta

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO PRIMO CAMPIONATO DILETTANTI 2011-2012 O CAMPIONATO DI SVILUPPO STRALCIO DEL COMUNICATO UFFICIALE n.498 del 24 gennaio 2011 Consiglio Federale n.4 - Roma, 21 e 22 gennaio

Dettagli

FIPAV C.O.G.R. PIEMONTE

FIPAV C.O.G.R. PIEMONTE INDIZIONE CAMPIONATI di CATEGORIA 2015/2016 La Federazione Italiana Pallavolo indice e la Commissione Gare Provinciale [C.O.G.P.] organizza la fase provinciale dei campionati di categoria del settore femminile;

Dettagli

LE PRINCIPALI NORME DELLA STAGIONE 2013/2014

LE PRINCIPALI NORME DELLA STAGIONE 2013/2014 STAGIONE AGONISTICA 2013/2014 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI Questo documento costituisce una guida per il tesseramento, per l organizzazione dei campionati di serie e categoria

Dettagli

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI REGOLAMENTO DEI GIOCATORI Approvato dal Consiglio Federale il 3 luglio 2010 L attività dei giocatori è disciplinata dal Regolamento dei Giocatori, dal Regolamento delle Competizioni e da altre specifiche

Dettagli

SVOLGIMENTO DELLA MANIFESTAZIONE

SVOLGIMENTO DELLA MANIFESTAZIONE Matera, 13 Ottobre 2015 Prot. 7349 Alle Società Affiliate della Provincia di Matera Alle Scuole Elementari e Medie inferiori Affiliate Al Comune di Policoro Al CR CONI di Basilicata Al CR Fipav di Basilicata

Dettagli

ANNO SPORTIVO 2015-2016

ANNO SPORTIVO 2015-2016 Roma, 6 luglio 2015 COMUNICATO UFFICIALE N 3 ANNO SPORTIVO 2015-2016 CAMPIONATI NAZIONALI HOCKEY SU PRATO A COMPOSIZIONE NUMERICA ILLIMITATA CV/cc - prot. n. 2963 FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY Viale Tiziano,

Dettagli

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016 Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016 CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile.... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2

Dettagli

STAGIONE AGONISTICA 2014/2015 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI

STAGIONE AGONISTICA 2014/2015 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI STAGIONE AGONISTICA 2014/2015 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI Tutte le disposizioni riportate devono essere intese come norme di attuazione dei Regolamenti Federali e per

Dettagli

FIPAV C.O.G.R. PIEMONTE

FIPAV C.O.G.R. PIEMONTE INDIZIONE CAMPIONATI di SERIE 2015/2016 La Federazione Italiana Pallavolo indice e la Commissione Organizzativa Gare Regionale organizza i campionati di serie interprovinciali di CN/AT e AL/Bl/NO/VC/VCO.

Dettagli

VADEMECUM PROVINCIALE. DEFINITIVO Le nuove disposizioni sono evidenziate in giallo. www.fipav.re.it. segreteria@fipav.re.it

VADEMECUM PROVINCIALE. DEFINITIVO Le nuove disposizioni sono evidenziate in giallo. www.fipav.re.it. segreteria@fipav.re.it VADEMECUM PROVINCIALE DEFINITIVO Le nuove disposizioni sono evidenziate in giallo Stag. Sport. 2014-2015 www.fipav.re.it segreteria@fipav.re.it Commissione Provinciale Gare FIPAV Reggio Emilia INDICE PUNTO

Dettagli

L attività della categoria Giovanissimi costituisce il primo momento di verifica del processo di apprendimento tecnico-formativo.

L attività della categoria Giovanissimi costituisce il primo momento di verifica del processo di apprendimento tecnico-formativo. 2) ATTIVITÀ GIOVANILE AGONISTICA L attività giovanile è ad indirizzo competitivo e si configura principalmente attraverso i risultati delle gare ed il comportamento disciplinare in campo e fuori di Atleti,

Dettagli

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 Allegato n. 2 Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 A ) TASSA DI AFFILIAZIONE, ASSOCIAZIONE E VARIAZIONE DI ELEMENTI DELLA PERSONALITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE 1) Affiliazione a) Domanda

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Comitato Regionale Basilicata

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Comitato Regionale Basilicata COMUNICATO UFFICIALE N. 5 DEL 19/11/2010 UFFICIO GARE N.5 CAMPIONATO DI SERIE D ANNO SPORTIVO 2010-2011 1. SQUADRE PARTECIPANTI 1) Cod. 013182 ASD CIUMNERA BASKET POTENZA (**) 2) Cod. 015493 POL.AICS P.VARLOTTA

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO

FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO Principali Modifiche Manuale del Beach Volley 2015 In#vigore#dal#27#aprile#2015# Settore Beach Volley Pag. 1 di 5 Federazione Italiana Pallavolo Principali Modifiche Manuale

Dettagli

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI REGOLAMENTO DEI GIOCATORI Approvato dal Consiglio Federale il 3 settembre 2013 L attività dei giocatori è disciplinata dal Regolamento dei Giocatori, dal Regolamento delle Competizioni e da altre specifiche

Dettagli

FIPAV C.O.G.R. PIEMONTE

FIPAV C.O.G.R. PIEMONTE INDIZIONE CAMPIONATI di SERIE 2014/2015 La Federazione Italiana Pallavolo indice e la Commissione Organizzativa Gare Regionale organizza i campionati di serie interprovinciali di CN/AT. [Art. 1 e 2, comma

Dettagli

Indizione Campionati Giovanili 2015/2016

Indizione Campionati Giovanili 2015/2016 FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO COMITATO PROVINCIALE DI COMO A tutte le Società affiliate della Provincia di Como Loro sedi e.p.c. FIPAV Roma Organizzazione Territoriale Como 27 / 07 / 2015 FIPAV Lombardia

Dettagli

Regolamenti 2015/2016 dell Attività a Squadre ed Individuali Settore Veterani

Regolamenti 2015/2016 dell Attività a Squadre ed Individuali Settore Veterani Regolamenti 2015/2016 dell Attività a Squadre ed Individuali Settore Veterani Articolo 1. - Definizioni.... 2 Articolo 2. - Attività di ciascun campionato.... 2 Articolo 3. - Affidamento dell organizzazione....

Dettagli

DOAR 2010-2011 SERIE C REG. D B/F. Anno Sportivo 2010/2011. Serie C Regionale

DOAR 2010-2011 SERIE C REG. D B/F. Anno Sportivo 2010/2011. Serie C Regionale DOAR 2010-2011 SERIE C REG. D B/F UNDER nei campionati seniores regionali maschili Anno Sportivo 2010/2011 Serie C Regionale Serie D Minimo 3 Under 3 nati 1990 e seguenti Minimo 3 Under 3 nati 1990 e seguenti

Dettagli

CIRCOLARI INDIZIONE CAMPIONATI NAZIONALI SERIE B1 - B2 2015-2016

CIRCOLARI INDIZIONE CAMPIONATI NAZIONALI SERIE B1 - B2 2015-2016 STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 GUIDA PRATICA CIRCOLARE DI ATTUAZIONE DEI REGOLAMENTI FEDERALI Tutte le disposizioni riportate devono essere intese come norme di attuazione dei Regolamenti Federali e per

Dettagli

PIGIESSIADI. 30 maggio - 2 giugno 2015 REGOLAMENTO CALCIO A 5 CATEGORIA MICRO-MINI

PIGIESSIADI. 30 maggio - 2 giugno 2015 REGOLAMENTO CALCIO A 5 CATEGORIA MICRO-MINI Categorie e limiti di età. MICRO - MINI 2004/2005/2006/2007 PROPAGANDA 2002/2003 UNDER 15 2000/2001 UNDER 18 1997/1998/1999 LIBERA 1996 e prec. PIGIESSIADI 30 maggio - 2 giugno 2015 REGOLAMENTO CALCIO

Dettagli

FIPAV SETTORE SCUOLA E PROMOZIONE

FIPAV SETTORE SCUOLA E PROMOZIONE Comitato Provinciale di Modena FIPAV SETTORE SCUOLA E PROMOZIONE Via Giardini, 470/H - 41124 Modena (MO) - Tel. 059/8752312 327 - Fax 059/8754944 email: giovanile @ fipav.mo.it Responsabile settore CRISTINA

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N.1

COMUNICATO UFFICIALE N.1 COMUNICATO UFFICIALE N.1 CAMPIONATO REGIONALE SERIE C MASCHILE 2015/2016 Società aventi diritto: ASD TUSCIA TEAM VOLLEY ASD PALL. NETTUNO ASD PALLAVOLO VELLETRI ROMA 12 POL. CASAL BERTONE ROMA ASD BRACCIANO

Dettagli

ISCRIZIONE 1 TORNEO DI BEACH VOLLEY FIERA DEL PRODOTTO AGRICOLO (Attività promozionale per tesserati FIPAV)

ISCRIZIONE 1 TORNEO DI BEACH VOLLEY FIERA DEL PRODOTTO AGRICOLO (Attività promozionale per tesserati FIPAV) ISCRIZIONE 1 TORNEO DI BEACH VOLLEY FIERA DEL PRODOTTO AGRICOLO (Attività promozionale per tesserati FIPAV) Data iscrizione: Denominazione squadra: Nome e cognome giocatore N 1: Nome e cognome giocatore

Dettagli

NORME GENERALI ATTIVITA PALLAVOLO 2015-2016

NORME GENERALI ATTIVITA PALLAVOLO 2015-2016 Centro Sportivo Italiano Commissione Pallavolo NORME GENERALI ATTIVITA PALLAVOLO 2015-2016 ART. 1 ISCRIZIONE Per poter partecipare all attività organizzata dalla Commissione Pallavolo è necessario essere

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE CAMPIONATI INDIVIDUALI

REGOLAMENTO REGIONALE CAMPIONATI INDIVIDUALI F.I.Te.T. - Comitato Regionale Lazio REGOLAMENTO REGIONALE CAMPIONATI INDIVIDUALI 2013-2014 Sommario PREMESSA...3 Art. 1 QUAL. REGIONALE CAMP. ITALIANI GIOVANILI, 2^ e 3^CAT...3 Art. 2 TORNEI REGIONALI...4

Dettagli

Norme per il tesseramento degli atleti

Norme per il tesseramento degli atleti FIPAV Federazione Italiana Pallavolo Norme per il tesseramento degli atleti Il presente documento costituisce una guida sulle norme per l'affiliazione, il tesseramento. Attualmente gli articoli relativi

Dettagli

ATTIVITÀ UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI di COMPETENZA del COMITATO REGIONALE LOMBARDIA

ATTIVITÀ UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI di COMPETENZA del COMITATO REGIONALE LOMBARDIA ATTIVITÀ UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI di COMPETENZA del COMITATO REGIONALE LOMBARDIA La Lega Nazionale Dilettanti - in attuazione delle disposizioni di cui all'art. 49, punto 1, lett. c),

Dettagli

CAMPIONATI DI SOCIETA 2015

CAMPIONATI DI SOCIETA 2015 CAMPIONATI DI SOCIETA 2015 Specialità Petanque. Regolamento Campionati di Società 1 CAMPIONATO di SOCIETA SERIE A MASCHILE Vi partecipano di diritto le prime sei Società classificate nell anno agonistico

Dettagli

CHAMPIONS LEAGUE. Torneo di calcio a 7 I) REGOLAMENTO GENERALE

CHAMPIONS LEAGUE. Torneo di calcio a 7 I) REGOLAMENTO GENERALE C.U.S. FOGGIA A.S.D. Via Napoli, 109 71122 Foggia CHAMPIONS LEAGUE Torneo di calcio a 7 I) REGOLAMENTO GENERALE Articolo 1 Iscrizioni. Il Campionato Champions League 2015 è aperto a tutti (universitari

Dettagli

REGOLAMENTO TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI 2008. Premessa

REGOLAMENTO TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI 2008. Premessa REGOLAMENTO TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI 2008 Premessa allegato "A" alla delibera di G.C. n 54 del 07.04.2008 Lo spirito che darà vita al Torneo di calcio a 11 Coppa Città di Sinnai 2008 si fonda

Dettagli

Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale della Sardegna. Disposizioni Organizzative Annuali Regionali Anno Sportivo 2014/2015

Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale della Sardegna. Disposizioni Organizzative Annuali Regionali Anno Sportivo 2014/2015 Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale della Sardegna Disposizioni Organizzative Annuali Regionali Anno Sportivo 2014/2015 Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale della Sardegna

Dettagli

La Lega Pallavolo Uisp Treviso, in collaborazione con Boom Camp, organizza il campionato invernale di beach volley 2014/15.

La Lega Pallavolo Uisp Treviso, in collaborazione con Boom Camp, organizza il campionato invernale di beach volley 2014/15. La Lega Pallavolo Uisp Treviso, in collaborazione con Boom Camp, organizza il campionato invernale di beach volley 2014/15. SEDE E PERIODO DI SVOLGIMENTO Le partite del campionato si svolgeranno presso

Dettagli

Trofeo Giovanni Agnelli 2012 Regolamento Particolare Tennis femminile

Trofeo Giovanni Agnelli 2012 Regolamento Particolare Tennis femminile Trofeo Giovanni Agnelli 2012 Regolamento Particolare Tennis femminile Art. 1 Partecipazione Sono ammesse a partecipare tutte le dipendenti in regola con le norme previste dagli art. 2 e 11 (comma 1) del

Dettagli

Norme per il tesseramento degli atleti

Norme per il tesseramento degli atleti FIPAV Federazione Italiana Pallavolo Norme per il tesseramento degli atleti Il presente documento costituisce una guida sulle norme per l'affiliazione, il tesseramento. Attualmente gli articoli relativi

Dettagli

NORME ED INDIZIONE CAMPIONATI PROVINCIALI

NORME ED INDIZIONE CAMPIONATI PROVINCIALI FIPAV COMITATO PROVINCIALE SIRACUSA NORME ED INDIZIONE CAMPIONATI Regolamento ed Indizione Campionati Provinciali C.O.G.P. Fipav Siracusa Pagina 1 NORME GENERALI PER I CAMPIONATI DI 1ª DIVISIONE E CATEGORIA

Dettagli

I tesserati Under 10 possono partecipare al solo Campionato del proprio settore di età.

I tesserati Under 10 possono partecipare al solo Campionato del proprio settore di età. NUOVA EDIZIONE REGOLAMENTO CAMPIONATI A SQUADRE (RCS) Applicazione nuove norme da gennaio 2014 (in corsivo modifiche ed integrazioni rif. Atti Ufficiali FIT circolari n. 8/9/10 agosto/settembre/ ottobre

Dettagli

FIPAV Federazione Italiana Pallavolo STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO

FIPAV Federazione Italiana Pallavolo STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO FIPAV Federazione Italiana Pallavolo STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO E possibile effettuare tutti i versamenti dovuti alla FIPAV Nazionale (tutti quelli che hanno la causale

Dettagli

CAMPIONATO DI SERIE C Maschile e Femminile

CAMPIONATO DI SERIE C Maschile e Femminile ( Comitato Regionale Emilia Romagna Bologna, 27 giugno 2011 Alle Società di Serie C e D m./f. Ai Consiglieri Regionali Fipav Ai Comitati Provinciali Fipav Alle Commissioni Regionali Alla Commissione Naz.

Dettagli

CAMPIONATO DI PROMOZIONE 2015

CAMPIONATO DI PROMOZIONE 2015 CAMPIONATO DI PROMOZIONE 2015 Specialità Petanque. Regolamento Campionato di Promozione 1 CAMPIONATO di PROMOZIONE Regionale Al Campionato di Promozione (ex serie C) maschile 2015 possono iscriversi tutte

Dettagli

A tutte le società interessate Loro sedi. Prot. Nr. 210/2015. COMMISSIONE PROVINCIALE GARE C.U. nr. 28 affisso all albo il 28 dicembre 2015

A tutte le società interessate Loro sedi. Prot. Nr. 210/2015. COMMISSIONE PROVINCIALE GARE C.U. nr. 28 affisso all albo il 28 dicembre 2015 A tutte le società interessate Loro sedi Prot. Nr. 210/2015 COMMISSIONE PROVINCIALE GARE C.U. nr. 28 affisso all albo il 28 dicembre 2015 Varese, 28 dicembre 2015 Oggetto: INDIZIONE TORNEI PRIMAVERILI

Dettagli

CAMPIONATI NAZIONALI DI CACIO A 11 REGOLAMENTO GENERALE FASE PROVINCIALE 44ª COPPA CITTA DI CAVA CALCIO A 11

CAMPIONATI NAZIONALI DI CACIO A 11 REGOLAMENTO GENERALE FASE PROVINCIALE 44ª COPPA CITTA DI CAVA CALCIO A 11 COMITATO PROVINCIALE DI CAVA DE TIRRENI c/o Stadio Comunale S.Lamberti C.so Mazzini, 210 Cava de Tirreni (SA) e-mail: info@csicava.it www.csicava.it Telefax 089/461602 ANNO SPORTIVO 2015/2016 CAMPIONATI

Dettagli

OGGETTO: INDIZIONE CAMPIONATI PROVINCIALI E DI CATEGORIA STAGIONE AGONISTICA 2015/2016

OGGETTO: INDIZIONE CAMPIONATI PROVINCIALI E DI CATEGORIA STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 F I P A V - COMITATO PROVINCIALE DI SAVONA Via Paleocapa 4/7-17100 SAVONA - tel. e fax: 019.853084 c/c postale: 13336177 - http://www.savonafedervolley.it fipavgare.sv@gmail.com - savona@federvolley.it

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO 00198 ROMA VIA PO, 36 STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 COMUNICATO UFFICIALE N 7 DEL 03/08/2015 CIRCOLARE N 1 ATTIVITÀ AGONISTICA A) Campionato

Dettagli

Egregi Signori Presidenti,

Egregi Signori Presidenti, 1 Prot. n 103/15 Firenze, 25 giugno 2015 Spett.li Società FIPAV interessate Ai Presidenti Comitati FIPAV Toscana Ai Consiglieri C.R. Al Centro Qualificazione della Toscana Al Commissario Arbitri Regionale

Dettagli

CAMPIONATO PROVINCIALE PALLAVOLO

CAMPIONATO PROVINCIALE PALLAVOLO CAMPIONATO PROVINCIALE PALLAVOLO REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO A.S. 2011/2012 Il Comitato Provinciale di Venezia del Centro Sportivo Italiano e del UISP, indicono per la stagione sportiva 2010/2011 il Campionato

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2015-2016 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO

STAGIONE SPORTIVA 2015-2016 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO STAGIONE SPORTIVA 2015-2016 I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO Da questa Stagione 2015/2016 tutte le Società di ogni Serie e Categoria e tutti i Tecnici di ogni ruolo e grado, saranno obbligati all utilizzo

Dettagli

Regolamento CALCIO. Comitato di Como. D. Time-Out

Regolamento CALCIO. Comitato di Como. D. Time-Out Comitato di Como Regolamento CALCIO D. Time-Out Verrà applicato in tutte le categorie, anche in quelle che non rientrano nei Campionati Nazionali. Ogni squadra potrà richiedere una sospensione di 2 per

Dettagli

NOTIZIE UTILI CAMPIONATI A SQUADRE

NOTIZIE UTILI CAMPIONATI A SQUADRE NOTIZIE UTILI CAMPIONATI A SQUADRE CAMPIONATO DEGLI AFFILIATI Maschile e Femminile distinto in : Divisioni Nazionali (Organizzazione a cura dell Ufficio Tecnico Organizzativo della FIT) Divisioni Regionali

Dettagli

Baruccana Volley. ART. 1 - SEDE DEL TORNEO e ORARIO DEGLI INCONTRI

Baruccana Volley. ART. 1 - SEDE DEL TORNEO e ORARIO DEGLI INCONTRI 1 Importanti novità! In questa edizione abbiamo introdotto la distinzione delle squadre iscritte in due categorie: Open e Amatori. I dettagli di ogni categoria li trovate nell articolo 5/A e 5/B. Ogni

Dettagli

REGOLAMENTO PALLAVOLO

REGOLAMENTO PALLAVOLO REGOLAMENTO PALLAVOLO STAGIONE 2009/2010 in vigore dal 1 settembre 2009 PREMESSA: Il regolamento è uno strumento atto a garantire nel migliore dei modi lo svolgimento dell attività in sintonia con le scelte

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE DI CALCIO AICS REGOLAMENTO GENERALE

CAMPIONATO NAZIONALE DI CALCIO AICS REGOLAMENTO GENERALE PREMESSA CAMPIONATO NAZIONALE DI CALCIO AICS La parte iniziale del regolamento è riferita alle norme di carattere generale inerenti l organizzazione dei Campionati di: Calcio a 5 maschile e femminile,

Dettagli

Comunicato Ufficiale N. 65

Comunicato Ufficiale N. 65 Stagione Sportiva 2014/2015 Comunicato Ufficiale N. 65 1. Comunicazioni della F.I.G.C. 2. Comunicazioni della L.N.D. 3. Comunicazioni della Divisione Calcio a Cinque 3.1. ATTIVITA NAZIONALE STAGIONE SPORTIVA

Dettagli

Bozza REGOLAMENTO 47 TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI

Bozza REGOLAMENTO 47 TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI COMUNE DI SINNAI PROVINCIA DI CAGLIARI Bozza REGOLAMENTO 47 TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI Premessa Lo spirito che darà vita al 47 Torneo di calcio a 11 Coppa Città di Sinnai 2014 si fonda sul principio

Dettagli

Imperia lì 27/07/2015

Imperia lì 27/07/2015 Delegazione Provinciale di Imperia Via Belgrano, 6 18100 Imperia INDIZIONE 2015/2016 Campionati di serie Provinciali Campionati di Categoria Imperia lì 27/07/2015 A tutte le Società affiliate alla Delegazione

Dettagli

Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 16 luglio 2014. Comitati e Delegazioni Regionali Ufficiali di Gara e, p.c. Componenti il Consiglio Federale

Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 16 luglio 2014. Comitati e Delegazioni Regionali Ufficiali di Gara e, p.c. Componenti il Consiglio Federale Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 16 luglio 2014 CIRCOLARE 61/2014 Società affiliate Comitati e Delegazioni Regionali Ufficiali di Gara e, p.c. Componenti il Consiglio Federale Oggetto: Normativa per la compilazione

Dettagli

LEGA CALCIO UISP BERGAMO

LEGA CALCIO UISP BERGAMO REGOLAMENTO CAMPIONATO PROVINCIALE DI CALCIO A 7 REGOLAMENTO ORGANICO ART. 1 - DOVERI DELLE SQUADRE E DEI TESSERATI a) Le squadre iscritte al Campionato Provinciale di Calcio a 7 hanno il dovere dell osservanza

Dettagli

PER TUTTE LE SOCIETA ISCRITTE AI CAMPIONATI

PER TUTTE LE SOCIETA ISCRITTE AI CAMPIONATI PALLAVOLO 2015/2016 (Documento inviato alle società ed affisso all albo in data 1 ottobre 2015) Premessa: il seguente documento sarà aggiornato periodicamente inserendo la logistica e le date/orario delle

Dettagli

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 A ) Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 TASSA DI AFFILIAZIONE, ASSOCIAZIONE E VARIAZIONE DI ELEMENTI DELLA PERSONALITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE 1) Affiliazione a) Domanda presentata

Dettagli

CIRCUITO NAZIONALE GIOVANILE U18 2013 Circuito Sperimentale Per atleti/atlete nati/e dal 1 gennaio 1996

CIRCUITO NAZIONALE GIOVANILE U18 2013 Circuito Sperimentale Per atleti/atlete nati/e dal 1 gennaio 1996 CIRCUITO NAZIONALE GIOVANILE U18 2013 Circuito Sperimentale Per atleti/atlete nati/e dal 1 gennaio 1996 Articolo 1 - INTRODUZIONE 1. La Federazione Italiana Pallavolo indice per la stagione 2013 il Circuito

Dettagli

GUIDA PRATICA STAGIONE SPORTIVA 2010/2011 LE PRINCIPALI NORME

GUIDA PRATICA STAGIONE SPORTIVA 2010/2011 LE PRINCIPALI NORME GUIDA PRATICA STAGIONE SPORTIVA 2010/2011 LE PRINCIPALI NORME In giallo sono evidenziate le principali novità della stagione 2010/2011. Per quanto non contemplato relativamente ai Campionati di Serie A1

Dettagli

X. Campionato Nazionale Assoluto Roma, 1-2 Agosto 2014, Stadio del Nuoto, 50m

X. Campionato Nazionale Assoluto Roma, 1-2 Agosto 2014, Stadio del Nuoto, 50m X. Campionato Nazionale Assoluto Roma, 1-2 Agosto 2014, Stadio del Nuoto, 50m Gare in programma e svolgimento Il programma dei Campionati avrà svolgimento a serie, in due giornate e quattro turni di gara

Dettagli

CONI - FIPAV FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO COMITATO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Commissione Regionale Gare

CONI - FIPAV FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO COMITATO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Commissione Regionale Gare CONI - FIPAV FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO COMITATO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Commissione Regionale Gare CIRCOLARE D INDIZIONE DEI CAMPIONATI REGIONALI DI Circolare di indizione dei Campionati Regionali

Dettagli