! " " " %! " % # # $

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "! " " " %! " % # # $"

Transcript

1 !" " " %! % # " #$

2 # $ %& #' % ( ( )))))))))"" & & *! & # + #& (,-.( /""

3 +0 & '! "# $ %

4 1(&(2 & & ' # & '.% ' && ' && %

5 ! ( ) * (3 ( (+&'' '!. 4.!! 5!4 &! (

6 !

7 +, -. %.&. %!.6 0 +, -. % & % 7 &% 1"2 -/.. 6. && 8 8

8 9 : % ; : & '!&$! 0+< =

9 (#!!5 > &!.! &! & 3!?( " we feel assured that those who advocate evidence based medicine and criticise use of interventions that lack an evidence base will not hesitate to demonstrate their commitment by volunteering for a doubleblind, randomised, placebo controlled, crossover trial." Smith & Pell, BMJ 1" ; & 7 1 A? 2

10 1 +,! 1 + ' ) 1 % % % % %

11 ) + ( B. $! & : 7 9, : = + &+&? $ +C +0 0 & ++?D+A &.

12 / : ;76<: =96>:?;69: % 4 A0 + " B< 7< 7? 5 )

13 +? +D!? & & E E ' "." " IJJK + +<#?+D! + ' ' &FGH ' &E ' ' "<9&." "A +/ IJJI 6 )( 6 ( 6 C 6! 8<<E 3 '! & ' & ' +& ' + ' & '! 1"#,? FHJ"JJJ2 ' & ', ' /, ' ))))))))))))))""

14 + F, &$. 7 & & +& 1" 2! &,! (( 3 "3 $ # L * $ &.!.& &... A IJMJ $ *! M.M &+

15 ) 3C ; ' 9 ; 0& : ; &'! $ :! A ( (&? &! & </ IJJNOPPK-QPQ 1H 2 1 A + C M M R!.

16 C "$ $. &.&.. ". $ " Direttiva 2001/20/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio!,%,' A & # %1+2 # &1 #2

17 ""MH"JQ"MSSQE "*""MSMMN"JN"MSSQ1#2 ","IG"JK"IJJPE "*""MNGIG"JK"IJJP1#2 ","MQ"MI"IJJGE "*""GPII"JI"IJJH1 2 ""JK"MM"IJJQ1#2 ""I M"MI"I J J Q 1! 2 I J I J J N 1 &2 #& IG"JQ"IJJN ""MG"JQ"JSE "*"MG"JS"IJJS1 2 % % % D 666 /1 )! /666

18 / " $ % % % ) D % )! 6 " $ G 0 & H I J + "$ 3 /

19 ! "6 $ 98 % 9? # /' % % J )6/66 # /// # // # / % # # <

20 # / # && 0. &,: 9 & &0. &&!&%! 1"! 2.: 1". 2& &

21 # // ' # /// K " $( % & % % "6 ( 6$ K

22 # /' ( - L ) 2 H ( ( ( ( ( (! % A 0E &0 #E +H J,HJ 1 2 A && $ &.!. MMM,HJ MH J.& 0 & ' &#) 3 MJ"J J J &1"I J % 2 ' &' #) 3.& 9 &I J % PJ"JJ J #)3. & I J % #) 3

23 ) 55 MH J & 0 & ' ' #)3 MJJ& ' 1M 2&' 1P %2#) 3 H N D ( G2( /( 6 (! "H 9< 8<<9$

24 N "$ 5 ( 2( 2 ( & &IJJM%IJ%+#+ % / 8<99 D )/#) Anno Totale Profit Non-profit

25 / G3! / 8<<B%8<9<

26 + % 8<99 D )/#) % 8<<;%8<<E #0 C 3+ % *+

27 ( % 8<99) #0 8<99 D )/#) In un sottogruppo di 58 studi 63.8 % non-profit Studi osservazionali non riguardanti in maniera specifica farmaci? TT+??*,++,,+#*<<,?,A."GPII IJJH

28 ./%. H <<; A $ & $ &! &!!! $ 0 H <<; (#.&0! ( ; #: A A #? A + & A # %!: ' '!+ Ma allora, tutto bene?

29 .%.! &.! 12 & $ # & (" / ) & ("& / ) & 0 / -L # 2 2 +

30 - L /H3) #! 12 ) ) 2 ' "&$ / ' &&&? D E. # &1... $. 2

31 ) % - " $ ' "*( 6$ ' ' "$ ' ' 2 ' 2 ' ).. :!.&9 7 &!%+ % & ; E E!) & # & #! & 1"2

32 D H A. 1"? 2 <1"&2. && &!&

33 ! & #! Studio retrospettivo & prospettico combinato Basale attivo Prospettico? Basale storico Retrospettivo Retrospettivo Prospettico Prospettico?? Passato remoto Passato Presente Futuro Futuro a distanza

34 .%. Pazienti Gruppo tratt. A Gruppo tratt. B Pazienti Fine studio (settimane - mesi) Viene effettuato un confronto fra i Gruppi (es. trattamento A vs B) I risultati nel tempo vengono di solito confrontati con i valori basali + - $ ' ($B % 9 &

35 + $- 0&: 9!B &U : 9.! &&" L 9 &-0&: 0&! & 7 9 & 1 2.&" V.. B9 &U.&$ & 0&V ± " $-: BU 9 &.0&:!& : 7 1 2" V.. B'U.&$ & 0&V W 9 &'$!! &!!...&9 &.. "9 $ ( ( B (?"M <?"I?"M?"I?"P B 'B #?"M?"I?"P

36 "8 $ B'&( B 'B?" <, <,?"<?"?" B'&B <, <, <,?"<?"< "> $ Fattoriali" Trattamento B Presente (+) Assente (-) Trattamento A B<I 4I( Presente (+) Assente (-) Gruppo 1 (+/+) Gruppo 2 (-/+) Gruppo 3 (+/-) Gruppo 4 (-/-)

37 + H3/++/'/ ' )1 )!/+// & ))))) +" +!

38 % D 1 +D!!/ & &!!.&&&..$ &0 & &!!!." $.."

39 % ')1 +)/ ')1 +)/ # &! $ 7! #$ ' : ' 7 9 # " "! ""!!" # #!" +" +! +"+ && A & &

40 "$ ')1 +)/ ')1 +)/ # $ 0! 0 # #!! 3' / & 3' & &$ A +A T A "&! 0 $ 1 &%2 #+D,+A T 9 1"%2

41 Scheda raccolta dati / CRF H ( # "6 ( 6$ - & L % D % +&&&?!

42 Current Paper Process Source Document CRFs CRFs Primary Investigator DB1 Source Document Verification CRA Query Report Form Double Data Entry DB2 Master Clinical Data DB Edit checks Generate Queries Print Query Report Form CDM Query Report Form Query System DB H & O Source Document Verification Monitoring Reports Sponsor Site Internet Clinical Data Clinical Data for Review Queries Medical Monitor CRF Query / Response CDM Database Transfer Automated Project Status and Metrics Queries Clinical Project Manager Statistical Programming and Analysis

43 ICD IX dictionary

44 O % & D D 1 3 *2 " #( % $ ) H 2 % & % + %# "+ $ (2 )! + & ' & ' 1&."2 ' & '!% ' & ' 1(& (2 ' $ '!&... & &! ' 1&2

45 ! A &&'. &!8 &!, & ' 1"'' &"2 ' 0 <,? 0 +,T A D <,. /1 +3/1 / D C)C/!/+// * * : 9.9 :!.9 )/D 1 3( ' 9 & L 7? ' 7 $ 9 &

46 && &0& H & &MK Q EMS PE MKIE MQNE MKS MHJ'MHS MKJ'MKS MQJ'MQS MNJ'MNS MSJ'MSS IJJ?< &.: &! 9 Si definisce distribuzione Gaussiana o normale ( a campana )

47 ! * 2 $ ' ' & ' : &!&9 ' ' &(σ) ' +

48 DISTRIBUZIONE NORMALE (Gaussiana) simmetrica attorno alla media media = moda = mediana l area sottesa è = 1 µ ± 1σ = 68 % totale superficie sottesa µ ± 2σ = 95 % totale µ ± 3σ = 99.7 % totale!. 9 &. ' 1! &2 ' 9 01"'' 2 ' &9 & ' 2

49 ! 0&. : +D D )1 H3 L : : +D D /D!D 0 $.! 9 L

50 /,&:.:! & &L +3/D 3 G. Scannapieco, G. Gussoni et al. Thromb Haemost &.P"J J J.. & S H X. 9? +D MX PX 86;: # * >6<>E

51 << &% HJX% 8 < &% HJX% * & :! 9 $ 7! L =

52 H/31 /D 1 3 )/D 1 )/)! $ Y & $ BU 3 0

53 3 0 :.$ & & H J X > :! & P&! > <. : )""&! PJ &= # &&L H J-H J / D & 0& 1( '(2,0& : 7 & ("$).& 9 & ' # '& ' &

54 + : D 1"J"JHJ"JM2! 1 α2 $ & & 1"H XMX2 + - J"IJE J"MJ.! 1 β2 $ & & 1"I JXMJ X2! 1M' β."j"nje J"SJ2 : $ & 1"N J X' S J X2 +$ 0 1" <2. &$ 1"#2 G 6666 n = (1+1/ρ) (z α/2 +z β )2 (σ/δ) 2 ρ = Rapporto Allocazione z = Quantile distribuzione gaussiana standardizzata α = Prob. Errore tipo I β = Prob. Errore tipo II δ = Entità dell Effetto σ = Deviazione Standard (variabilità) CONSIGLIO: Non inventatevi dati statistici, trovatene uno bravo e aiutatelo per le informazioni che vi servono.

55 ? ρ.. α β α & β. & $? δ & σ! 2 K 1 2 σ - %G Scegliere un δ clinicamente rilevante e realistico

56 3 * &. G L obiettivo è valutare un eventuale differenza per la pressione sistolica fra due trattamenti anti-ipertensivi somministrati a due gruppi indipendenti di pazienti. Supponiamo di avere prefissato un rischio d'errore di tipo I : α = 0.05, un rischio d'errore di tipo II: β = 0.10, una stima della differenza fra trattamenti δ = 5 mmhg una stima della deviazione standard è σ = 12 mmhg un rapporto di allocazione fra trattamenti ρ = 1 : 1 n = (1+1/ρ) (z α/2 +z β )2 (σ/δ) 2 = 2 ( ) 2 (12/5) 2 = 99 Per il mio studio sono dunque necessari 198 elementi (99 per gruppo)

57 G L obiettivo è valutare un eventuale differenza per la pressione sistolica fra due trattamenti anti-ipertensivi ipertensivi somministrati a due gruppi indipendenti di pazienti. Supponiamo di avere prefissato un rischio d'errore di tipo I : α=0.05, un rischio d'errore di tipo II: β=0.10, una stima della differenza fra trattamenti δ = 5 mmhg una stima E se della ipotizzo deviazione una standard differenza è σ = 12 mmhg fra i trattamenti un rapporto di allocazione maggiore fra trattamenti (es. 7 ρ mmhg), : 1 = 1 : 1 il sample size aumenterà o diminuirà? n = (1+1/ρ) (z α/2 /2+z β ) 2 (σ/δ) 2 = 2 ( ) 2 (12/5) 2 = 99 Per il mio studio sono dunque necessari 198 elementi (99 per gruppo) G L obiettivo è valutare un eventuale differenza per la pressione sistolica fra due trattamenti anti-ipertensivi somministrati a due gruppi indipendenti di pazienti. Supponiamo di avere prefissato un rischio d'errore di tipo I : α = 0.05, un rischio d'errore di tipo II: β = 0.10, una stima della differenza fra trattamenti δ = 7 mmhg una stima della deviazione standard è σ = 12 mmhg un rapporto di allocazione fra trattamenti ρ = 1 : 1 n = (1+1/ρ) (z α/2 +z β )2 (σ/δ) 2 = 2 ( ) 2 (12/7) 2 = 61 Per il mio studio sono dunque necessari 122 elementi (61 per gruppo)

58 G Riprendiamo l esempio precedente con l unica differenza che siamo ora interessati a saggiare un eventuale differenza sulle proporzioni di soggetti con pressione sistolica < 130 mmhg (responders) al termine del trattamento un rischio d'errore di tipo I : α = 0.05, un rischio d'errore di tipo II: β = 0.10, una stima della proporzione di responders nel controllo: π 0 = 0.20 una stima della proporzione di responders nel test: π a = 0.30 un rapporto di allocazione fra trattamenti ρ = 1 : 1 n = (1+1/ρ) {z α/2 [π 0 (1 - π 0 )] ½ + z β [π a (1 - π a )] ½ } 2 (1/δ) 2 n = 2 {1.960 [0.2 (1 0.2)] ½ [0.3 (1 0.3)] ½ } 2 (1/0.1) 2 =376 In questo caso sarà necessario un campione totale di 752 elementi (376 per gruppo) o / ! &.. & & " o -!! 0 &. 9 0'.! & :! &

59 ) /++ P,0?? : & ( (",0 ## : 1 2 BU & + & & 0! &$ (. ) A ".. +?? D / A + +A T,!. & (" / &. &&& ". """"") '

60 # &...9.& % ))""! &.. &!.!.A A? 1A A? 2% Z 1A A Z & &

61 1 1 + esito trattamento fallimento successo totale trattati farmaco E farmaco C totale Rischio atteso (farmaco E) EER = 204/407 = Rischio atteso (farmaco C) CER = 240/407 = Riduz. rel. del rischio (RRR) = = Riduz. assol. del rischio (ARR) = = N pazienti da trattare (NNT) = 1/ARR = 1/0.089 = & & & 0$.0 "

62 +9 (( M <6<? = Cosa vuol dire p<0.05? In base ai dati a disposizione la probabilità di sbagliare nell accettare il risultato osservato è minore del 5% Ho più del 95% di probabilità che l effetto sia dovuto al trattamento, e meno del 5% che sia casuale.

63 /1 /#/)+/'/+) +)+/+/) /!3')1 Q)!/1 /) &FJ"JH' FJ"JM " 0. $.& &. R<6<;E R<6<?9 &.. 9 E! ' &! ' A A? 1Z 2 ' & H # # & ))))""

64 ?++A +, / +

65 /.. ) 3+ ) D IJJS: A &.

66 @ A +/ IJJNOPHN-IHI'IKJ # ( E;: ( #H)?9: Publication bias? Meta-analisi e review sistematiche?! K. 7 '&,0 ( &(0 (&&( & & & &! &'( ( Un approfondimento delle conoscenze metodologiche ed un miglioramento della qualità diventano esigenze ineludibili

67 H &"! 7 && < A &0&.! &9 1[2! 0 $. 6 &? & 0

68 L &! )"" + A G#0 #& #&& # #

69 3 N ) -! '! ' / *2

70 3 N A! L&! L&. &! # # < < 5

71 '

Università di Camerino

Università di Camerino In corso la procedura di attivazione da parte degli organi accademici di competenza, al termine della quale potrà essere pubblicato il bando nel sito di Ateneo nell ambito dell offerta formativa 2014-2015.

Dettagli

Il Promotore di studi no-profit

Il Promotore di studi no-profit Il Promotore di studi no-profit La fattibilità e gli obblighi regolatori Alberto De Marchi Quintiles Spa Bergamo, 4 Giugno 2014 Copyright 2013 Quintiles L ambito di ricerca Settore Pubblico Settore Privato

Dettagli

L analisi statistica

L analisi statistica Statistica medica per IMS / 1 L analisi statistica Statistica medica per IMS / 2 Esempio (de Gans et al. NEJM 2002, 347: 1549-56) Esito Desametazone Trattamento Placebo Totale Sfavorevole Favorevole Totale

Dettagli

Gabriella Serio. Cattedra di Statistica Medica Facoltà di Medicina e Chirurgia - Università degli Studi di Bari

Gabriella Serio. Cattedra di Statistica Medica Facoltà di Medicina e Chirurgia - Università degli Studi di Bari Gabriella Serio Cattedra di Statistica Medica Facoltà di Medicina e Chirurgia - Università degli Studi di Bari GOOD CLINICAL PRACTICE GCP LE GCP SONO UNO STANDARD IN BASE AL QUALE GLI STUDI CLINICI SONO

Dettagli

Statistica inferenziale

Statistica inferenziale Statistica inferenziale Popolazione e campione Molto spesso siamo interessati a trarre delle conclusioni su persone che hanno determinate caratteristiche (pazienti, atleti, bambini, gestanti, ) Osserveremo

Dettagli

Università del Piemonte Orientale. Corso di dottorato in medicina molecolare. a.a. 2002 2003. Corso di Statistica Medica. Inferenza sulle medie

Università del Piemonte Orientale. Corso di dottorato in medicina molecolare. a.a. 2002 2003. Corso di Statistica Medica. Inferenza sulle medie Università del Piemonte Orientale Corso di dottorato in medicina molecolare aa 2002 2003 Corso di Statistica Medica Inferenza sulle medie Statistica U Test z Test t campioni indipendenti con uguale varianza

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

Agenzia Italiana del Farmaco

Agenzia Italiana del Farmaco Iniziative per la qualità dell Ispettorato GCP Angela Del Vecchio Dirigente AIFA Ispettore Senior GCP 1 Scopo della normativa italiana ed europea è raggiungere e mantenere la qualità e l integrità degli

Dettagli

Differenze territoriali nella qualità dell assistenza primaria per le malattie croniche in Italia: tassi di ospedalizzazione e indicatori di processo

Differenze territoriali nella qualità dell assistenza primaria per le malattie croniche in Italia: tassi di ospedalizzazione e indicatori di processo Torino 8 novembre 2011 Sessione Parallela Qualità dell Assistenza Differenze territoriali nella qualità dell assistenza primaria per le malattie croniche in Italia: tassi di ospedalizzazione e indicatori

Dettagli

Alla ricerca delle prove di efficacia

Alla ricerca delle prove di efficacia Ozzano dell Emilia EBVM e accesso a informazioni evidence-based 14 marzo 2009 Claudio Fabbri Biblioteca Centralizzata Polo Scientifico-Didattico di Rimini Università degli Studi di Bologna Alla ricerca

Dettagli

Come scrivere Revisioni Sistematiche e Meta- Analisi anche in Medicina Nucleare

Come scrivere Revisioni Sistematiche e Meta- Analisi anche in Medicina Nucleare NOTIZIARIO DI MEDICINA NUCLEARE ED IMAGING MOLECOLARE 12 dicembre 2011 Come scrivere Revisioni Sistematiche e Meta- Analisi anche in Medicina Nucleare Cosa sono le Revisioni Sistematiche e le Meta- Analisi?

Dettagli

I trials clinici. Trials clinici

I trials clinici. Trials clinici I trials clinici Trials clinici 1 La Evidence Based Medicine (EBM) Fondamenti epidemiologici 2 Evidence Based Medicine (Medicina basata sulle prove di efficacia) Approccio metodologico al problema clinico

Dettagli

Valutazione randomizzata della revisione italiana dell uso dei farmaci. fornita nella farmacia di comunità utilizzando l asma come modello (RE I-MUR)

Valutazione randomizzata della revisione italiana dell uso dei farmaci. fornita nella farmacia di comunità utilizzando l asma come modello (RE I-MUR) Valutazione randomizzata della revisione italiana dell uso dei farmaci fornita nella farmacia di comunità utilizzando l asma come modello (RE I-MUR) Numero di registrazione dello studio: ISRCTN72438848

Dettagli

Sperimentazione Clinica: ruolo e responsabilità dell Infermiere

Sperimentazione Clinica: ruolo e responsabilità dell Infermiere Sperimentazione Clinica: ruolo e responsabilità dell Infermiere Documenti per lo studio Giuseppe Caracciolo, Cardiologist e Clinical Research Physician, Menarini Ricerche Alessandra Milani, Coordinatore

Dettagli

La distribuzione Gaussiana

La distribuzione Gaussiana Università del Piemonte Orientale Corso di Laurea in Biotecnologie Corso di Statistica Medica La distribuzione Normale (o di Gauss) Corso di laurea in biotecnologie - Corso di Statistica Medica La distribuzione

Dettagli

BANDO AIFA 2012 PER LA RICERCA INDIPENDENTE SUI FARMACI

BANDO AIFA 2012 PER LA RICERCA INDIPENDENTE SUI FARMACI BANDO AIFA 2012 PER LA RICERCA INDIPENDENTE SUI FARMACI SCHEMA DI PRESENTAZIONE DELLA LETTERA DI INTENTI La presentazione della lettera di intenti dovrà avvenire entro le ore 12.00 del 23 aprile 2012,

Dettagli

GCP. Le Figure. Ruolo, interazioni e responsabilità SPONSOR SPERIMENTATORE MONITOR

GCP. Le Figure. Ruolo, interazioni e responsabilità SPONSOR SPERIMENTATORE MONITOR GCP Ruolo, interazioni e responsabilità Le Figure SPONSOR SPERIMENTATORE MONITOR Ruoli Sponsor: individuo o organizzazione che inizia, dirige e/o finanzia uno studio Monitor: persona designata dallo Sponsor,

Dettagli

STATISTICA DESCRITTIVA INFERENZA STATISTICA

STATISTICA DESCRITTIVA INFERENZA STATISTICA STATISTICA DESCRITTIVA INFERENZA STATISTICA Statistica inferenziale Probabilità Campione Popolazione Statistica inferenziale Popolazione finita e suoi parametri Una Popolazione finita è un insieme di unità

Dettagli

LA METODOLOGIA DELLA RICERCA CLINICA Luciano M. Fuccella

LA METODOLOGIA DELLA RICERCA CLINICA Luciano M. Fuccella LA METODOLOGIA DELLA RICERCA CLINICA Luciano M. Fuccella Faculty of Pharmaceutical Medicine, London Università di Milano Bicocca Società di Scienze Farmacologiche Applicate, Milano MaRS Università degli

Dettagli

COME NASCE E IN CHE COSA CONSISTE L EBM

COME NASCE E IN CHE COSA CONSISTE L EBM LEZIONE: LA MEDICINA BASATA SULLE PROVE DI EVIDENZA PROF. GIUSEPPE FERRAIOLO Indice 1 COME NASCE E IN CHE COSA CONSISTE L EBM ---------------------------------------------------------------- 3 2 L EVOLUZIONE

Dettagli

Audit a studi clinici in cui si utilizzano sistemi elettronici

Audit a studi clinici in cui si utilizzano sistemi elettronici Congresso Nazionale GIQAR 2012 - Torino Audit a studi clinici in cui si utilizzano sistemi elettronici Romina Zanier Computerised System Validation Specialist SIGMA-TAU ecrf electronic Case Report Form

Dettagli

Il ruolo del Clinical Research Coordinator-Data manager nella fase autorizzativa dello studio clinico

Il ruolo del Clinical Research Coordinator-Data manager nella fase autorizzativa dello studio clinico + Il ruolo del Clinical Research Coordinator-Data manager nella fase autorizzativa dello studio clinico Francesca Coati CRC UOC Oncologia Medica Ospedale Sacro Cuore - Don Calabria, Negrar(VR) + Il contesto

Dettagli

ARTICOLO SCIENTIFICO: ANALISI E VALUTAZIONE CRITICA DELLE INFORMAZIONI. critical appraisal BOSCARO GIANNI 1

ARTICOLO SCIENTIFICO: ANALISI E VALUTAZIONE CRITICA DELLE INFORMAZIONI. critical appraisal BOSCARO GIANNI 1 ARTICOLO SCIENTIFICO: ANALISI E VALUTAZIONE CRITICA DELLE INFORMAZIONI critical appraisal BOSCARO GIANNI 1 BOSCARO GIANNI 2 Analisi Statistica analisi descrittiva: descrizione dei dati campionari con grafici,

Dettagli

Enrica Morra S.C. Ematologia, A.O. Niguarda Ca Granda Milano

Enrica Morra S.C. Ematologia, A.O. Niguarda Ca Granda Milano Enrica Morra S.C. Ematologia, A.O. Niguarda Ca Granda Milano 1 Lo sviluppo clinico di un farmaco Processo essenziale nell ambito della cura delle malattie. Attività complessa, che nell ultimo secolo è

Dettagli

Bando per il Master Universitario di 2 livello in

Bando per il Master Universitario di 2 livello in Bando per il Master Universitario di 2 livello in Metodologia Clinica e Biostatistica Applicata ai Clinical Trials Anno accademico 2014/2015 L Università degli Studi di Camerino, VISTO lo Statuto di Ateneo,

Dettagli

Concetto di potenza statistica

Concetto di potenza statistica Calcolo della numerosità campionaria Prof. Giuseppe Verlato Sezione di Epidemiologia e Statistica Medica, Università di Verona Concetto di potenza statistica 1 Accetto H 0 Rifiuto H 0 Ipotesi Nulla (H

Dettagli

Definizione di segnale

Definizione di segnale Signal detection Laura Sottosanti Ugo Moretti Definizione di segnale Information that arises from one or multiple sources (including observations and experiments), which suggests a new potentially causal

Dettagli

LA VALUTAZIONE EPIDEMIOLOGICA

LA VALUTAZIONE EPIDEMIOLOGICA LA VALUTAZIONE EPIDEMIOLOGICA IN SANITÀ OBIETTIVI DIDATTICI Definire il ruolo dell epidemiologia nella valutazione dei bisogni sanitari e nell allocazione delle risorse Acquisire le conoscenze sulle principali

Dettagli

Bando per il CORSO DI PERFEZIONAMENTO in MONITOR E AUDITOR DELLE SPERIMENTAZIONI CLINICHE. Anno accademico 2014/2015

Bando per il CORSO DI PERFEZIONAMENTO in MONITOR E AUDITOR DELLE SPERIMENTAZIONI CLINICHE. Anno accademico 2014/2015 Bando per il CORSO DI PERFEZIONAMENTO in MONITOR E AUDITOR DELLE SPERIMENTAZIONI CLINICHE L Università degli Studi di Camerino, VISTO VISTO VISTA Anno accademico 2014/2015 lo Statuto, emanato con Decreto

Dettagli

L esperienza al servizio della ricerca. Contract Research Organisation

L esperienza al servizio della ricerca. Contract Research Organisation L esperienza al servizio della ricerca Contract Research Organisation Bioikòs Farma è una Contract Research Organisation (CRO), che dal 1993 si occupa di studi clinici di fase e osservazionali in diverse

Dettagli

FASE I identificazione e definizione del problema. Formulazione del quesito o ipotesi di ricerca

FASE I identificazione e definizione del problema. Formulazione del quesito o ipotesi di ricerca FASE I identificazione e definizione del problema Identificazione del problema e dello scopo FASE V Utilizzazione dei risultati DIFFUSIONE RISULTATI Revisione della letteratura Identificazione delle variabili

Dettagli

Trials clinici. Disegni di studio

Trials clinici. Disegni di studio Trials Clinici Dott.ssa Pamela Di Giovanni Studi descrittivi Disegni di studio Popolazioni Individui Studi analitici Osservazionali Sperimentali Studi di correlazione o ecologici Case report - Case series

Dettagli

A.A. 2014-2015. Obiettivi formativi del CI di Metodologia epidemiologica OBIETTIVO GENERALE

A.A. 2014-2015. Obiettivi formativi del CI di Metodologia epidemiologica OBIETTIVO GENERALE A.A. 2014-2015 Obiettivi formativi del CI di Metodologia epidemiologica OBIETTIVO GENERALE Utilizzare gli strumenti epidemiologici e statistici appropriati per ridurre l'area dell'incertezza nella rilevazione

Dettagli

Terapia medica basata sull evidenza

Terapia medica basata sull evidenza Lo scompenso cardiaco acuto e riacutizzato oggi Lettura: Terapia medica basata sull evidenza Giovanna Scroccaro Dipartimento di Farmacia - Azienda Ospedaliera di Verona Centro Culturale Marani - Verona,

Dettagli

Scelta del soggetto. Sviluppo del protocollo. Pretest e revisione del protocollo. Effettuazione dello studio. Analisi dei risultati

Scelta del soggetto. Sviluppo del protocollo. Pretest e revisione del protocollo. Effettuazione dello studio. Analisi dei risultati Ciclo della ricerca Scelta del soggetto Sviluppo del protocollo Pretest e revisione del protocollo Effettuazione dello studio Analisi dei risultati Conclusioni e loro pubblicazione ANATOMIA DELLA RICERCA:

Dettagli

Statistical Process Control

Statistical Process Control Statistical Process Control ESERCIZI Esercizio 1. Per la caratteristica di un processo distribuita gaussianamente sono note media e deviazione standard: µ = 100, σ = 0.2. 1a. Calcolare la linea centrale

Dettagli

Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS

Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS L Università degli Studi di Camerino, Anno accademico 2013/2014 VISTO lo Statuto, emanato

Dettagli

LA METANALISI. Franco Merletti Unità di Epidemiologia dei Tumori Università di Torino

LA METANALISI. Franco Merletti Unità di Epidemiologia dei Tumori Università di Torino LA METANALISI Franco Merletti Unità di Epidemiologia dei Tumori Università di Torino È causa di grande preoccupazione constatare come la professione medica non abbia saputo organizzare un sistema in grado

Dettagli

Università del Piemonte Orientale. Corso di Laurea in Biotecnologie Mediche. Corso di Statistica Medica. I modelli di studio

Università del Piemonte Orientale. Corso di Laurea in Biotecnologie Mediche. Corso di Statistica Medica. I modelli di studio Università del Piemonte Orientale Corso di Laurea in Biotecnologie Mediche Corso di Statistica Medica I modelli di studio Corso di laurea magistrale in biotecnologie mediche - Statistica Medica Disegno

Dettagli

Bando per il Master Universitario di 2 livello in. Metodologia Clinica e Biostatistica Applicata ai Clinical Trials. Anno accademico 2015/2016

Bando per il Master Universitario di 2 livello in. Metodologia Clinica e Biostatistica Applicata ai Clinical Trials. Anno accademico 2015/2016 Bando per il Master Universitario di 2 livello in Metodologia Clinica e Biostatistica Applicata ai Clinical Trials L Università degli Studi di Camerino, Anno accademico 2015/2016 VISTO lo Statuto di Ateneo,

Dettagli

Inferenza statistica

Inferenza statistica Inferenza statistica L inferenza statistica è un insieme di metodi con cui si cerca di trarre una conclusione sulla popolazione in base ad informazioni ricavate da un campione. Inferenza statistica: indurre

Dettagli

LO STUDIO CLINICO E LE FIGURE PROFESSIONALI. Negrar (VR), 29 aprile 2014

LO STUDIO CLINICO E LE FIGURE PROFESSIONALI. Negrar (VR), 29 aprile 2014 LO STUDIO CLINICO E LE FIGURE PROFESSIONALI Il ruolo del ClinicalMonitor Paolo Primiero Vicepresidente Assomonitor Docente a contratto Università di Roma Tor Vergata Negrar (VR), 29 aprile 2014 Definizione

Dettagli

RE I-MUR. Ottimizzazione delle risorse e contestualizzazione dei risultati. Andrea Manfrin & Janet Krska. a.manfrin@kent.ac.uk / j.krska@kent.ac.

RE I-MUR. Ottimizzazione delle risorse e contestualizzazione dei risultati. Andrea Manfrin & Janet Krska. a.manfrin@kent.ac.uk / j.krska@kent.ac. RE I-MUR Ottimizzazione delle risorse e contestualizzazione dei risultati Andrea Manfrin & Janet Krska a.manfrin@kent.ac.uk / j.krska@kent.ac.uk Medway School of Pharmacy Pharmacy Practice Research Group

Dettagli

Aspetti Critici degli Studi Clinici nel SNC

Aspetti Critici degli Studi Clinici nel SNC Aspetti Critici degli Studi Clinici nel SNC SSFA, Milano 10 settembre 2012 Eva J Runggaldier Clin. Ops. Therapeutic Area Leader Medical Affairs & Clinical Operations Roche SpA Summary Status della Ricerca

Dettagli

SCHEDA FARMACO. (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro)

SCHEDA FARMACO. (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Principio attivo (nome commerciale) Forma farmaceutica e dosaggio, posologia, prezzo, regime di rimborsabilità, ditta Dabrafenib (Tafinlar)

Dettagli

MODALITA DI TRASMISSIONE AL COMITATO ETICO INDIPENDENTE DELLE RICHIESTE DI VALUTAZIONE DI TUTTE LE TIPOLOGIE DI SPERIMENTAZIONI CLINICHE

MODALITA DI TRASMISSIONE AL COMITATO ETICO INDIPENDENTE DELLE RICHIESTE DI VALUTAZIONE DI TUTTE LE TIPOLOGIE DI SPERIMENTAZIONI CLINICHE ALLEGATO AL REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COMITATO ETICO INDIPENDENTE DEL CRO DI AVIANO Approvato nella seduta del 3 settembre 2015 MODALITA DI TRASMISSIONE AL COMITATO ETICO INDIPENDENTE DELLE RICHIESTE

Dettagli

Analisi statistica di dati biomedici Analysis of biologicalsignals

Analisi statistica di dati biomedici Analysis of biologicalsignals Analisi statistica di dati biomedici Analysis of biologicalsignals II Parte Verifica delle ipotesi (a) Agostino Accardo (accardo@units.it) Master in Ingegneria Clinica LM in Neuroscienze 2013-2014 e segg.

Dettagli

Le linee guida evidence based

Le linee guida evidence based Le linee guida evidence based Linee guida: definizione Raccomandazioni di comportamento clinico, prodotte attraverso un processo sistematico, allo scopo di assistere medici e pazienti nel decidere quali

Dettagli

Revisioni sistematiche Metanalisi Linee guida Health Technology Assessment report

Revisioni sistematiche Metanalisi Linee guida Health Technology Assessment report LE PUBBLICAZIONI SECONDARIE Sono così definite perché i ricercatori prendono i dati da studi già pubblicati (o anche non pubblicati), ne riassumono ed analizzano i risultati combinati, traggono conclusioni

Dettagli

Sistema Gestione dei Rischi

Sistema Gestione dei Rischi Sistema Gestione dei Rischi Applicazioni in Farmacovigilanza Annamaria Paparella Quality Assurance Manager General Management Takeda Italia Farmaceutici S.p.A Congresso GIQAR 4-5 Giugno 2009 Rischio e

Dettagli

Revisioni Sistematiche e Linee Guida: DOVE REPERIRLE?

Revisioni Sistematiche e Linee Guida: DOVE REPERIRLE? Revisioni Sistematiche e Linee Guida: DOVE REPERIRLE? Rita Iori Arcispedale Santa Maria Nuova Biblioteca Medica Reggio Emilia Chiara Bassi Ce.V.E.A.S Centro per la Valutazione della Efficacia dell Assistenza

Dettagli

Università del Piemonte Orientale. Corso di laurea in biotecnologia. Corso di Statistica Medica. Analisi dei dati quantitativi :

Università del Piemonte Orientale. Corso di laurea in biotecnologia. Corso di Statistica Medica. Analisi dei dati quantitativi : Università del Piemonte Orientale Corso di laurea in biotecnologia Corso di Statistica Medica Analisi dei dati quantitativi : Confronto tra due medie Università del Piemonte Orientale Corso di laurea in

Dettagli

La qualità vista dal monitor

La qualità vista dal monitor La qualità vista dal monitor F. Paolo Alesi - V Corso di aggiornamento sui farmaci - Qualità e competenza Roma, 4 ottobre 2012 Monitoraggio La supervisione dell'andamento di uno studio clinico per garantire

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome BRESCIANI CHIARA Indirizzo VIA AMBROGIO PORTALUPPI N 10, 20143 MILANO Telefono 349/8334464 oppure 02/8130872

Dettagli

IL RUOLO DEL DATA MANAGER

IL RUOLO DEL DATA MANAGER Bergamo, 10 giugno 2014 La proposta di regolamento europeo sulle sperimentazioni cliniche. Nuove opportunità per i pazienti e per la ricerca IL RUOLO DEL DATA MANAGER Dr Maria Luisa Ferrari Ematologia

Dettagli

Impiego clinico della vitamina D e dei suoi metaboliti ABSTRACT. 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza

Impiego clinico della vitamina D e dei suoi metaboliti ABSTRACT. 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza CORSO DI AGGIORNAMENTO E.C.M. Impiego clinico della vitamina D ABSTRACT 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza CORSO DI AGGIORNAMENTO E.C.M. Roma 26/01/2013 Confronto tra 25(OH) -calcifediolo

Dettagli

Statistica. Lezione 6

Statistica. Lezione 6 Università degli Studi del Piemonte Orientale Corso di Laurea in Infermieristica Corso integrato in Scienze della Prevenzione e dei Servizi sanitari Statistica Lezione 6 a.a 011-01 Dott.ssa Daniela Ferrante

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 HEALTHCARE Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

La Qualità del clinical trial. M. Primula Leone Clinical Operations Director-GSK Bergamo, 10 giugno 2014

La Qualità del clinical trial. M. Primula Leone Clinical Operations Director-GSK Bergamo, 10 giugno 2014 La Qualità del clinical trial M. Primula Leone Clinical Operations Director-GSK Bergamo, 10 giugno 2014 Agenda Qualità: definizione GCP: definizione GCP: scopo e principi GCP: ruoli e responsabilità GCP:

Dettagli

Audit SEA per l analisi delle criticità su eventi significativi

Audit SEA per l analisi delle criticità su eventi significativi Audit SEA per l analisi delle criticità su eventi significativi Giulio Toccafondi, Ph.D, CRM Centro Gestione Rischio Clinico e Sicurezza del Paziente Regione Toscana http://www.regione.toscana.it/centro-gestione-rischio-clinico

Dettagli

Come descrivere un fenomeno in ambito sanitario fondamenti di statistica descrittiva. Brugnaro Luca

Come descrivere un fenomeno in ambito sanitario fondamenti di statistica descrittiva. Brugnaro Luca Come descrivere un fenomeno in ambito sanitario fondamenti di statistica descrittiva Brugnaro Luca Progetto formativo complessivo Obiettivo: incrementare le competenze degli operatori sanitari nelle metodiche

Dettagli

Bando per il Master Universitario di 1 livello in INFERMIERE DI RICERCA

Bando per il Master Universitario di 1 livello in INFERMIERE DI RICERCA L Università degli Studi di Camerino, Bando per il Master Universitario di 1 livello in INFERMIERE DI RICERCA Anno accademico 2012/2013 VISTO lo Statuto, emanato con Decreto Rettorale n. 148 del 25 febbraio

Dettagli

Agenda 1/30/2011. Farmacovigilanza in Quintiles. Uno sguardo a Quintiles globale: i servizi di Farmacovigilanza. Farmacovigilanza negli studi clinici

Agenda 1/30/2011. Farmacovigilanza in Quintiles. Uno sguardo a Quintiles globale: i servizi di Farmacovigilanza. Farmacovigilanza negli studi clinici Farmacovigilanza in Quintiles Katia Lazzati Site Start Up Manager Roma - 26.01.2011 Agenda Uno sguardo a Quintiles globale: i servizi di Farmacovigilanza Farmacovigilanza negli studi clinici Basi legali

Dettagli

Le statine nell anziano. Quando usarle? Carlo M. Barbagallo

Le statine nell anziano. Quando usarle? Carlo M. Barbagallo Le statine nell anziano. Quando usarle? Carlo M. Barbagallo Dipartimento di Medicina Interna e Specialistica (DI.BI.MI.S.) Università degli Studi di Palermo Popolazione Italiana 1950-2020: Giovani ed Anziani

Dettagli

Anna Santa Guzzo Clinical Risk Manager A.U.Policlinico Umberto 1 Sapienza Università di Roma. La gestione del rischio al Triage

Anna Santa Guzzo Clinical Risk Manager A.U.Policlinico Umberto 1 Sapienza Università di Roma. La gestione del rischio al Triage Anna Santa Guzzo Clinical Risk Manager A.U.Policlinico Umberto 1 Sapienza Università di Roma La gestione del rischio al Triage Presented to Parliament by the Secretary of State for Health by Command of

Dettagli

Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1

Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1 Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1 29-Analisi della potenza statistica vers. 1.0 (12 dicembre 2014) Germano Rossi 1 germano.rossi@unimib.it 1 Dipartimento di Psicologia, Università di Milano-Bicocca

Dettagli

Review, Meta-analisi e indici per la valutazione della qualità metodologica di uno studio scientifico

Review, Meta-analisi e indici per la valutazione della qualità metodologica di uno studio scientifico UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FERRARA Master in Economia e Management dei Servizi Sanitari Modulo Analisi del Fabbisogno di Salute Review, Meta-analisi e indici per la valutazione della qualità metodologica

Dettagli

Corso di Psicometria Progredito

Corso di Psicometria Progredito Corso di Psicometria Progredito 3.1 Introduzione all inferenza statistica Prima Parte Gianmarco Altoè Dipartimento di Pedagogia, Psicologia e Filosofia Università di Cagliari, Anno Accademico 2013-2014

Dettagli

STATISTICA INFERENZIALE PER VARIABILI QUALITATIVE

STATISTICA INFERENZIALE PER VARIABILI QUALITATIVE STATISTICA INFERENZIALE PER VARIABILI QUALITATIVE La presentazione dei dati per molte ricerche mediche fa comunemente riferimento a frequenze, assolute o percentuali. Osservazioni cliniche conducono sovente

Dettagli

CAMPUS NEUROMED IDEE PER LA CRESCITA DEL MANAGEMENT NELLA SANITA. (Maggio-Novembre 2013) in collaborazione con

CAMPUS NEUROMED IDEE PER LA CRESCITA DEL MANAGEMENT NELLA SANITA. (Maggio-Novembre 2013) in collaborazione con in collaborazione con IDEE PER LA CRESCITA DEL MANAGEMENT NELLA SANITA CAMPUS NEUROMED (Maggio-Novembre 2013) in collaborazione con Aree di intervento Destinatari - Dipendenti di strutture sanitarie pubbliche

Dettagli

RADIATION DOSE MONITOR. Il DACS per Costruire la cultura della Bassa Dose

RADIATION DOSE MONITOR. Il DACS per Costruire la cultura della Bassa Dose RADIATION DOSE MONITOR Il DACS per Costruire la cultura della Bassa Dose Radiation Dose Monitor / COSA È UN DACS? / Il DACS (Dose Archiving and Communication System) rappresenta per il dato di dose quello

Dettagli

Data handling and reporting in clinical trials with SAS

Data handling and reporting in clinical trials with SAS Data handling and reporting in clinical trials with SAS Milano, 22 Febbraio 2013 SSFA (Società di Scienze Farmacologiche Applicate) E un associazione scientifica senza fini di lucro formata da circa 850

Dettagli

INTRODUZIONE ALL ANALISI DEI DATI DI SOPRAVVIVENZA

INTRODUZIONE ALL ANALISI DEI DATI DI SOPRAVVIVENZA INTRODUZIONE ALL ANALISI DEI DATI DI SOPRAVVIVENZA Dott. Simone Accordini Sezione di Epidemiologia & Statistica Medica Università degli Studi di Verona DISEGNO DI COORTE ESPOSTI (D 1 OUTCOME NON ESPOSTI

Dettagli

Auscultazione intermittente Vs CTG continuo

Auscultazione intermittente Vs CTG continuo Corso pre congressuale Valutazione del benessere fetale in travaglio Auscultazione intermittente Vs CTG continuo Nicoletta Telleri Da: La sorveglianza del benessere fetale in travaglio di parto. Linea

Dettagli

FPF SINDROME METABOLICA

FPF SINDROME METABOLICA GUIDA OPERATIVA FPF SINDROME METABOLICA Sommario 1 OBIETTIVO... 2 1.1 Metodologia operativa della rilevazione... 2 2 DEFINIZIONE DI PAZIENTE ARRUOLABILE... 2 3 ARRUOLAMENTO PAZIENTI... 4 4 INSERIMENTO

Dettagli

Analisi statistica degli errori

Analisi statistica degli errori Analisi statistica degli errori I valori numerici di misure ripetute risultano ogni volta diversi l operazione di misura può essere considerata un evento casuale a cui è associata una variabile casuale

Dettagli

Glossario dei termini inglesi (e del loro significato) utilizzati nella medicina basata sulle prove di evidenza (EBM)

Glossario dei termini inglesi (e del loro significato) utilizzati nella medicina basata sulle prove di evidenza (EBM) FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO DI LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA CORSO INTEGRATO DI FARMACOLOGIA, TOSSICOLOGIA E MEDICINA BASATA SULLE EVIDENZE Glossario dei termini inglesi (e del loro significato)

Dettagli

DEFINITION, STRUCTURE, CONTENT, USE AND IMPACTS OF ELECTRONIC HEALTH RECORDS: A REVIEW OF THE RESEARCH LITERATURE

DEFINITION, STRUCTURE, CONTENT, USE AND IMPACTS OF ELECTRONIC HEALTH RECORDS: A REVIEW OF THE RESEARCH LITERATURE DEFINITION, STRUCTURE, CONTENT, USE AND IMPACTS OF ELECTRONIC HEALTH RECORDS: A REVIEW OF THE RESEARCH LITERATURE Kristiina Hayrinen, Kaija Saranto, Pirkko Nykanen. International Journal of Medical Infomratics

Dettagli

Analizza/Confronta medie. ELEMENTI DI PSICOMETRIA Esercitazione n. 7-8-9-107. Test t. Test t. t-test test e confronto tra medie chi quadrato

Analizza/Confronta medie. ELEMENTI DI PSICOMETRIA Esercitazione n. 7-8-9-107. Test t. Test t. t-test test e confronto tra medie chi quadrato Analizza/Confronta medie ELEMENTI DI PSICOMETRIA Esercitazione n. 7-8-9-107 t-test test e confronto tra medie chi quadrato C.d.L. Comunicazione e Psicologia a.a. 2008/09 Medie Calcola medie e altre statistiche

Dettagli

L automisurazione della pressione e aderenza al trattamento

L automisurazione della pressione e aderenza al trattamento Firenze, 2-3 Dicembre 2011 Aula Magna del Seminario Arcivescovile Maggiore L automisurazione della pressione e aderenza al trattamento Mauro Vannucci Elena Tamburini Il 62% delle visite dal medico danno

Dettagli

iovanella@disp.uniroma2.it http://www.disp.uniroma2.it/users/iovanella Verifica di ipotesi

iovanella@disp.uniroma2.it http://www.disp.uniroma2.it/users/iovanella Verifica di ipotesi iovanella@disp.uniroma2.it http://www.disp.uniroma2.it/users/iovanella Verifica di ipotesi Idea di base Supponiamo di avere un idea del valore (incognito) di una media di un campione, magari attraverso

Dettagli

Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS

Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS L Università degli Studi di Camerino, Anno accademico 2012/2013 VISTO lo Statuto, emanato

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PREVENA

SCHEDA PRODOTTO PREVENA NOME COMMERCIALE NOME GENERICO PRODUTTORE FORNITORE INDICAZIONE D USO INTERVENTO DI RIFERIMENTO SCHEDA PRODOTTO PREVENA Sistema di gestione delle incisioni con medicazione KCL KCL Il sistema di gestione

Dettagli

Safe Surgery Saves Lives and Resourses. Dott. Francesco Venneri

Safe Surgery Saves Lives and Resourses. Dott. Francesco Venneri Safe Surgery Saves Lives and Resourses Dott. Francesco Venneri CLINICAL RISK MANAGEMENT Safe Surgery Saves Lives and Resourses Dott. Francesco Venneri Clinical Risk Manager Azienda Sanitaria Firenze Tutti

Dettagli

MEDICAL MALPRACTICE CLAIMS ANALYSIS QUINTA EDIZIONE

MEDICAL MALPRACTICE CLAIMS ANALYSIS QUINTA EDIZIONE MEDICAL MALPRACTICE CLAIMS ANALYSIS QUINTA EDIZIONE Medical malpractice claims analysis - 5 edizione 2013 Indice Dati di analisi Il campione Analisi RRD Analisi temporale Stato e tipologia delle pratiche

Dettagli

Studio Re.mo.te "A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type

Studio Re.mo.te A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type Studio Re.mo.te "A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type 2 diabetes" Protocollo di Studio:durata e campione La

Dettagli

La ricerca bibliografica. Catia Biavati - Centro Studi EBN catia.biavati@aosp.bo.it

La ricerca bibliografica. Catia Biavati - Centro Studi EBN catia.biavati@aosp.bo.it La ricerca bibliografica Catia Biavati - Centro Studi EBN catia.biavati@aosp.bo.it L Evidence Based Practice La ricerca di informazioni in ambito biomedico è più complessa che in altri settori; per una

Dettagli

MODALITA DI TRASMISSIONE DELLE RICHIESTE DI VALUTAZIONE

MODALITA DI TRASMISSIONE DELLE RICHIESTE DI VALUTAZIONE ALLEGATO AL REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COMITATO ETICO INDIPENDENTE DEL CRO DI AVIANO Approvato nella seduta del 11 dicembre 2013 MODALITA DI TRASMISSIONE DELLE RICHIESTE DI VALUTAZIONE 1 COME RICHIEDERE

Dettagli

Dai risultati del sistema di sorveglianza OKkio alla SALUTE agli interventi di prevenzione dell obesità infantile

Dai risultati del sistema di sorveglianza OKkio alla SALUTE agli interventi di prevenzione dell obesità infantile Dai risultati del sistema di sorveglianza OKkio alla SALUTE agli interventi di prevenzione dell obesità infantile Paola Nardone 1 e Gianfranco Mazzarella 2 per il Comitato Tecnico di OKkio alla SALUTE

Dettagli

Sicurezza dei pazienti e gestione del rischio clinico: Quadro generale di riferimento

Sicurezza dei pazienti e gestione del rischio clinico: Quadro generale di riferimento ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI MASSA E CARRARA Sicurezza dei pazienti e gestione del rischio clinico: Quadro generale di riferimento Carlo Manfredi Sabato 28 novembre

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

COCHRANE LIBRARY E CLINICAL EVIDENCE: DOVE E COME TROVARE REVISIONI SISTEMATICHE IORI RITA 2008

COCHRANE LIBRARY E CLINICAL EVIDENCE: DOVE E COME TROVARE REVISIONI SISTEMATICHE IORI RITA 2008 COCHRANE LIBRARY E CLINICAL EVIDENCE: DOVE E COME TROVARE REVISIONI SISTEMATICHE IORI RITA 2008 2 Too much information, too little time THE COCHRANE LIBRARY - Pubblicazione elettronica aggiornata ogni

Dettagli

Statistica multivariata. Statistica multivariata. Analisi multivariata. Dati multivariati. x 11 x 21. x 12 x 22. x 1m x 2m. x nm. x n2.

Statistica multivariata. Statistica multivariata. Analisi multivariata. Dati multivariati. x 11 x 21. x 12 x 22. x 1m x 2m. x nm. x n2. Analisi multivariata Statistica multivariata Quando il numero delle variabili rilevate sullo stesso soggetto aumentano, il problema diventa gestirle tutte e capirne le relazioni. Cercare di capire le relazioni

Dettagli

SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Nintedanib (VARGATEF)

SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Nintedanib (VARGATEF) Principio attivo (nome commerciale) Forma farmaceutica e dosaggio, posologia, prezzo, regime di rimborsabilità, ditta SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Nintedanib (VARGATEF)

Dettagli

Corso per Infermieri di Ricerca in Reumatologia Hotel Duomo, Pisa 25-27 Ottobre 2010

Corso per Infermieri di Ricerca in Reumatologia Hotel Duomo, Pisa 25-27 Ottobre 2010 Corso per Infermieri di Ricerca in Reumatologia Hotel Duomo, Pisa 25-27 Ottobre 2010 Lunedì 25 Ottobre 2010 14.30 Arrivo e registrazione dei partecipanti 14.30-14.40 Introduzione al corso S. Bombardieri,

Dettagli

Politecnico di Milano - Anno Accademico 2010-2011 Statistica 086449 Docente: Alessandra Guglielmi Esercitatore: Stefano Baraldo

Politecnico di Milano - Anno Accademico 2010-2011 Statistica 086449 Docente: Alessandra Guglielmi Esercitatore: Stefano Baraldo Politecnico di Milano - Anno Accademico 200-20 Statistica 086449 Docente: Alessandra Guglielmi Esercitatore: Stefano Baraldo Esercitazione 9 2 Giugno 20 Esercizio. In un laboratorio per il test dei materiali,

Dettagli

Governance assistenziale

Governance assistenziale Governance assistenziale Dr.ssa Barbara Mangiacavalli Una premessa La crescita esponenziale del volume e della complessità della conoscenza biomedica che ha reso sempre più difficile l aggiornamento professionale

Dettagli

La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa

La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa Cosa fa IBM Cognos Scorecards & Dashboards Reports Real Time Monitoring Supporto? Decisionale Come stiamo andando? Percezione Immediate immediata

Dettagli

COME SELEZIONARE UNA CRO: IL PUNTO DI VISTA DELLO SPONSOR

COME SELEZIONARE UNA CRO: IL PUNTO DI VISTA DELLO SPONSOR Convegno AICRO 14 Novembre 2013 Le CRO in Italia: presente e futuro COME SELEZIONARE UNA CRO: IL PUNTO DI VISTA DELLO SPONSOR SILVANA GIRO Global Medical & Regulatory Affairs Responsible for Global Outsourcing

Dettagli

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza Irene Corradino Clinical Operations Unit Fondato nel 1998 con sede a Milano Studi clinici di fase I-II in oncologia, soprattutto in Italia, Svizzera, Spagna ARO = Academic Research Organization Sponsor/CRO

Dettagli