Questionario Costi 2012 a livello consolidato

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Questionario Costi 2012 a livello consolidato"

Transcript

1 Gruppo in outsourcing (gestione informatica presso una società strumentale interno o esterna al gruppo) - in caso affermativo inserire un SI nella cella Gruppo non in outsourcing (gestione informatica concentrata in una componente bancaria del gruppo) - in caso affermativo inserire un SI nella cella Attività prevalenti / Linee di business (evidenziare il peso relativo: totale = 100) (cfr. glossario) trading asset management finanza personale banca commerciale e-banking, e-finance banca d'investimento credito al consumo mutui residenziali sistemi di pagamento altro (specificare) 0 corporate finance trading & sales retail banking commercial banking payment & settlement agency services asset management retail brokerage 0 0 Questionario Costi 2012 a livello consolidato PRIORITA' DEL GRUPPO: coerentemente con il piano strategico del gruppo, quali sono le priorità nel 2012 (1 = bassa priorità, 2 = priorità media, 3= priorità alta)? - risposte multiple 1) Aumento dei profitti 2) Crescita dimensionale 3) Qualità del servizio offerto alla clientela 4) Flessibilità operativa 5) Customer retention 6) Innovazione, creatività e capacità imprenditoriali del capitale umano 7) Reputazione aziendale 8) Sviluppo dei prodotti/servizi 9) Innovazione di prodotto 10) Aumento della produttività Sezione 1 - Le altre spese amministrative 1.1 Dettaglio delle altre spese amministrative (esercizio 2011) (migliaia di euro) Budget 2012 (+/- var. %) 1. spese telefoniche, postali e trasmissione dati 2. spese di vigilanza e contazione valori 3. spese legali, informazioni e visure 4. compensi a professionisti 5. energia elettrica, riscaldamento e acqua 6. pubblicità, rappresentanza e beneficienza 7. premi di assicurazione 8. spese di trasporto 9. manutenzione e fitti passivi 10. manutenzione e noleggio hardware e software 11. abbonamenti, riviste, quotidiani 12. cancelleria e stampati 13. compensi organi societari e contributi associativi 14. locazione macchine 15. canoni passivi elaborazioni presso terzi 16. pulizia locali 17. altre spese 0 di cui: indicare le voci di dettaglio delle "altre spese" di importo significativo 1.2 Imposte indirette e tasse (esercizio 2011) (migliaia di euro) 1. imposta di bollo e bollati vari 2. imposta sostitutiva 3. imposta comunale sugli immobili 4. imposta sui contratti di borsa 5. imposte indeducibili 6. IVA indeducibile 7. altre ABI - Costing Benchmark - edizione 2009 Pagina 1 di 5

2 1.3 Spese telefoniche relative all'esercizio 2011 (migliaia di euro) * costi telefonia fissa * costi telefonia mobile * costi Internet Service Provider (fissi e connessione) 1.4 Spese per la cultura (esercizio 2011) (migliaia di euro) 1. Spese per sponsorizzazioni culturali (nota a) 2. Iniziative promosse e curate direttamente (nota b) 3. Tutela del patrimonio storico-artistico di proprietà (nota c) 4. Tutela degli immobili di rilevante valore storico-architettonico (nota d) 5. Comunicazione e promozione degli eventi promossi o sostenuti (nota e) 6. Iniziative editoriali (nota f) 6.1 tiratura: n copie del volume strenna Sezione 2 - Il personale Composizione del personale operativo del Gruppo a fine 2011 per livello gerarchico unità Dirigenti Quadri direttivi Altro personale di cui part-time Sezione 3 - Aree di attività 3.1 Personale per area di attività: unità Distribuzione: - Sportelli - Rete multicanale * Call center * Internet Banking * Altro (specificare) Business Units: Staff: - Risorse umane e organizzazione - Pianificazione strategica - Affari legali e generali - Internal audit - Risk management - Compliance Servizi operativi: - Sistemi informativi - Logistica - Amministrazione e controllo Altro (voce residuale) 3.2 Indicare una stima delle altre spese amministrative (al netto degli ammortamenti e delle imposte indirette) imputabili alle aree di cui al punto 3.1 (valore in migliaia di euro relativo all'esercizio 2011) ABI - Costing Benchmark - edizione 2009 Pagina 2 di 5

3 3.3 Indicare una stima dei costi per il personale imputabili alle aree di cui al punto 3.1 (valore in migliaia di euro relativo all'esercizio 2011) 3.4 Indicare una stima del margine di intermediazione imputabile alle aree di cui al punto 3.1 (valore in migliaia di euro relativo all'esercizio 2011) Sezione 4 - Tecnologia 4.1 Costi per l'ead (migliaia di euro): * hardware * software * personale * servizi ricevuti da terzi: servizi professionali * servizi di elaborazione * banche dati e reti a valore aggiunto * immobili, mobili e impianti tecnologici * altri - di sistema - applicativo 4.2 Ricavi per l'ead (migliaia di euro): * servizi prestati * altri ricavi 4.3 Investimenti per l'ead (migliaia di euro): * hardware * software * impianti tecnologici e apparecchiature ausiliarie 4.4 Se il gruppo partecipa ad iniziative e-banking (mutui on line, prestiti on line, e-commerce, assicurazioni on line), indicare tramite quali strutture (in caso affermativo inserire un SI (non accentato) nella cella: IN CASO CONTRARIO NON VALORIZZARE LA CELLA ): 4.5 Se il gruppo partecipa ad iniziative e-money (servizi di pagamento elettronici, bonifici, carte di credito e di debito, carte prepagate), indicare tramite quali strutture (in caso affermativo inserire un SI (non accentato) nella cella: IN CASO CONTRARIO NON VALORIZZARE LA CELLA ): 4.6 Se la banca partecipa ad iniziative e-finance (asset management on line, trading on line, informazioni sui mercati finanziari, formazione per gli investitori), indicare tramite quali strutture (in caso affermativo inserire un SI (non accentato) nella cella: IN CASO CONTRARIO NON VALORIZZARE LA CELLA ): ABI - Costing Benchmark - edizione 2009 Pagina 3 di 5

4 4.7 Se la banca offre servizi a prevalente contenuto tecnologico connessi con Internet, indicare la tipologia (in caso affermativo inserire un SI (non accentato) nella cella: IN CASO CONTRARIO NON VALORIZZARE LA CELLA ): * infrastruttura tecnologica * servizi relativi alla sicurezza * gestione delle fatture e di documentazione elettronica * servizi informativi * altro 4.8 Con riferimento all'esercizio 2011, quali sono stati gli investimenti, i costi e i ricavi associati allo sviluppo di tutte le attività di Internet banking (e-banking, e-money, e-finance) (migliaia di euro): * investimenti: - iscritti nello stato patrimoniale (HW + SW) - spesati in conto economico * costi del personale * altre spese amministrative * margine di intermediazione per le principali tipologie di attività: - e-finance - e-banking - e-money - altre attività (specificare) 0 * numero clienti (nota *) * numero unique visitors del sito aziendale (*) i clienti vanno segnalati con riferimento a ciascuna tipologia di prodotto utilizzato e a ciascun canale con il quale hanno effettuato le operazioni Sezione 5 - Processi di controllo dei costi operativi e strategie di contenimento 5.1 Per quali delle seguenti aree di costo sono state definite politiche attive di contenimento/riduzione a livello di gruppo? (in caso affermativo inserire un SI (non accentato) nella cella: IN CASO CONTRARIO NON VALORIZZARE LA CELLA): 1. spese telefoniche, postali e trasmissione dati 2. spese di vigilanza e contazione valori 3. spese legali, informazioni e visure 4. compensi a professionisti 5. energia elettrica, riscaldamento e acqua 6. pubblicità, rappresentanza e beneficienza 7. premi di assicurazione 8. spese di trasporto 9. manutenzione e fitti passivi 10. manutenzione e noleggio hardware e software 11. abbonamenti, riviste, quotidiani 12. cancelleria e stampati 13. compensi organi societari e contributi associativi 14. locazione macchine 15. canoni passivi elaborazioni presso terzi 16. pulizia locali 5.2 Nel corso del 2011 quali sono stati i costi non ricorrenti sostenuti dal gruppo per (dati in migliaia di euro): * prepensionamenti * consulenza strategica * oneri di ristrutturazione per operazioni di fusione e acquisizione * marketing * Basilea * Compliance Consulenza Spese informatiche Formazione Personale Altre spese Consulenza Spese informatiche Formazione Personale Altre spese 5.3 Quali strategie di contenimento dei costi operativi sono state adottate dal gruppo nel corso dell'esercizio 2011 (in caso affermativo inserire un SI (non accentato) nella cella: IN CASO CONTRARIO NON VALORIZZARE LA CELLA): * noleggio o locazione di cespiti e macchinari; * outsourcing di attività quali: - EAD - manutenzione hardware e software - telecomunicazioni - magazzini e archivi - contabilità generale e amministrazione del personale - formazione - sistemi di pagamento e contazione valori ABI - Costing Benchmark - edizione 2009 Pagina 4 di 5

5 - altre (specificare) * rinegoziazione dei contratti con i grandi fornitori (luce, telefono, ecc.); * alleanze strategiche (ad esempio software) * altro 5.4 Quali strategie di outsourcing sono state adottate nel corso dell'esercizio 2011? (in caso affermativo inserire un SI nella cella): Se si, valore del contratto in mgl di euro * facility management (al provider viene affidata unicamente l esecuzione delle procedure, cioè l insieme delle funzioni puramente operative. Analisi, sviluppo, progettazione e verifiche verranno ancora svolte all interno della banca) * outsourcing di base (la banca affida la totale o parziale gestione dell area aziendale sulla quale intende far intervenire il provider. La banca mantiene al proprio interno le funzioni e le procedure di controllo delle operazioni) * outsourcing globale (full outsourcing. Non si punta a trasferire al provider un intero processo, bensì a creare una strategia comune sotto il profilo decisionale ed operativo finalizzata al raggiungimento degli obiettivi del committente. Questo tipo di outsourcing richiede una continua collaborazione e condivisione di strategie fra committente e provider) * outsourcing di processo (Business process outsourcing. Vengono terziarizzati singoli processi aziendali, generalmente ad alto contenuto tecnologico, che vengono affidati ad un provider interamente autonomo e responsabile della gestione del processo) * outsourcing funzionale (vengono terziarizzate intere funzioni aziendali non strategiche, o parti di esse, e non solo processi aziendali) * scorporo di ramo di azienda (cessione di attività non strategiche con l obiettivo principale di ridurre l organico e gli oneri retributivi indiretti) * joint ventures (specifico progetto od operazione con uno o più partner finalizzato alla condivisione dei rischi e delle remunerazioni) Sezione 6 - Canali distributivi Con riferimento all'intero esercizio 2011, indicare la rilevanza (1=principale; 2=rilevante; 3=marginale; 4=non utilizzato) dei canali elencati in termini di contributo alla formazione del margine di intermediazione e la relativa quota % (nota e) rilevanza quota % * sportello * promotori * mediatori creditizi * canale telefonico (nota **) * internet * agenzie assicurative * società non comprese nel gruppo, di cui: * altri canali (specificare) (**) ricade in questo canale distributivo l'operatività per il tramite di call center, risponditori automatici, apparecchi di telefonia mobile con protocolli di trasmissione dati (a) iniziative espositive - interventi di restauro su opere appartenenti al patrimonio pubblico - iniziative musicali, progetti editoriali (escluse le sponsorizzazioni effettuate con l'utilizzo degli utili di bilancio) (b) iniziative espositive - incontri culturali - iniziative musicali (c) restauri - assicurazione - trasporti - catalogazione scientifica, multimediale ed editoriale - eventuale gestione delle sedi espositive (d) interventi di conservazione e di restauro (e) tradizionale - elettronica - multimediale (f) volume strenna - altra editoria Si conferma l attendibilità dei dati trasmessi e la corrispondenza degli stessi alle evidenze aziendali. Data, Parametri identificativi del Referente Nome e Cognome Ufficio/Servizio tel. ABI - Costing Benchmark - edizione 2009 Pagina 5 di 5

Questionario Costi 2012 a livello individuale

Questionario Costi 2012 a livello individuale Attività prevalenti / Linee di business (evidenziare il peso relativo: totale = 100) trading asset management finanza personale banca commerciale e-banking, e-finance banca d'investimento credito al consumo

Dettagli

ABI benchmarking. Costing Benchmark. Estratto del Rapporto Generale. Individuale e Consolidato - Edizione 2011

ABI benchmarking. Costing Benchmark. Estratto del Rapporto Generale. Individuale e Consolidato - Edizione 2011 ABI benchmarking Costing Benchmark Estratto del Rapporto Generale Individuale e Consolidato - Edizione 2011 ESTRATTO RAPPORTO INDIVIDUALE [ ] Il cost/income, risulta, in media ponderata, pari al 67,3%

Dettagli

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI INTRODUZIONE 1. La visione d impresa e il ruolo del management...17 2. Il management imprenditoriale e l imprenditore manager...19 3. Il management: gestione delle risorse, leadership e stile di direzione...21

Dettagli

BUSINESS PLAN BUSINESS PLAN DI PER APERTURA PIZZERIA

BUSINESS PLAN BUSINESS PLAN DI PER APERTURA PIZZERIA BUSINESS PLAN DI PER APERTURA PIZZERIA 1 SINTESI DEL PROGETTO IMPRENDITORIALE: Tale sintesi dovrebbe dare al lettore una chiara idea del progetto imprenditoriale e dell opportunità di business che questo

Dettagli

126.926.088,47 126.926.088,47 1111 Competenze fisse al personale docente e ai ricercatori a tempo

126.926.088,47 126.926.088,47 1111 Competenze fisse al personale docente e ai ricercatori a tempo Ente Codice 000061130000000 Ente Descrizione UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA (ATENEO) Categoria Universita' Sotto Categoria UNIVERSITA Periodo ANNUALE 2014 Prospetto PAGAMENTI PER CODICI GESTIONALI Importi

Dettagli

Gruppo 24 ORE RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE 2010 RICAVI QUOTIDIANI, LIBRI E PERIODICI

Gruppo 24 ORE RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE 2010 RICAVI QUOTIDIANI, LIBRI E PERIODICI Conto economico (30) Ricavi quotidiani, libri e periodici RICAVI QUOTIDIANI, LIBRI E PERIODICI Quotidiano 67.401 74.456 (7.055) -9,5% Periodici 51.931 57.387 (5.456) -9,5% Collaterali 4.545 10.069 (5.524)

Dettagli

Gruppo 24 ORE RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE 2009 RICAVI QUOTIDIANI, LIBRI E PERIODICI

Gruppo 24 ORE RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE 2009 RICAVI QUOTIDIANI, LIBRI E PERIODICI Conto economico (31) Ricavi quotidiani, libri e periodici RICAVI QUOTIDIANI, LIBRI E PERIODICI Quotidiano 74.456 82.303 (7.847) -9,5% Periodici 57.387 64.930 (7.543) -11,6% Collaterali 10.069 27.376 (17.307)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IWBANK S.P.A.: APPROVATI I DATI DEL PRIMO SEMESTRE 2008

COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IWBANK S.P.A.: APPROVATI I DATI DEL PRIMO SEMESTRE 2008 COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IWBANK S.P.A.: APPROVATI I DATI DEL PRIMO SEMESTRE 2008 Confermato l ottimo trend di crescita del Gruppo Utile netto semestrale consolidato a circa 7,0

Dettagli

Raffronto esercizi 2000-2001 della gestione finanziaria centralizzata

Raffronto esercizi 2000-2001 della gestione finanziaria centralizzata Raffronto esercizi 2000-2001 della gestione finanziaria centralizzata Livelli ENTRATE Gestione finanziaria centralizzata Accertamenti Riscossioni 0 0 0 0 AVANZO 44.066 23.736-46,1% 1 0 0 0 ENTRATE PROPRIE

Dettagli

Gli indirizzi strategici del PS 2005-2007

Gli indirizzi strategici del PS 2005-2007 Gli indirizzi strategici del PS 2005-2007 Miglioramento efficienza operativa e Incremento redditività Crescita dimensionale attraverso incremento della produttività Incremento della redditività delle singole

Dettagli

Incentivo Start Up Polaris

Incentivo Start Up Polaris Incentivo Start Up Polaris Per l avvio di nuove iniziative d impresa negli ambiti tecnologici di specializzazione del parco Allegato A GUIDA FORMULARIO BUSINESS PLAN VRT 04/08-2010 INDICE 1. SINTESI DEL

Dettagli

I rischi operativi. Dott. Michele Lanotte

I rischi operativi. Dott. Michele Lanotte I rischi operativi Assilea, Assifact, Assofin Le nuove disposizioni di Vigilanza della Banca d Italia per le Banche e gli Intermediari Finanziari dell Elenco Speciale Milano, 14 aprile 2008 Dott. Michele

Dettagli

Quale servizio e quale consulente per il cliente private di domani

Quale servizio e quale consulente per il cliente private di domani Quale servizio e quale consulente per il cliente private di domani Simona Maggi Direzione Scientifica AIPB Milano, 10 aprile 2014 Il contributo di AIPB alla sfida della diffusione del servizio di consulenza

Dettagli

Università per Stranieri di PERUGIA USCITE (Consolidato d'ateneo)

Università per Stranieri di PERUGIA USCITE (Consolidato d'ateneo) S100 RISORSE UMANE 14.640.006 14.617.877 S110 PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO 9.986.116 9.988.904 S111 Competenze fisse personale a tempo in 9.298.732 9.301.895 1111 Competenze fisse al personale docente

Dettagli

SIOPE Pagina 1 PAGAMENTI PER CODICI GESTIONALI. Ente Codice 000141639000000 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI GENOVA (ATENEO) Periodo ANNUALE 2013

SIOPE Pagina 1 PAGAMENTI PER CODICI GESTIONALI. Ente Codice 000141639000000 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI GENOVA (ATENEO) Periodo ANNUALE 2013 SIOPE Pagina 1 Ente Codice 000141639000000 Ente Descrizione UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI GENOVA (ATENEO) Categoria Universita' Sotto Categoria UNIVERSITA Periodo ANNUALE 2013 Prospetto PAGAMENTI PER CODICI

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITA' DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITA' DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITA' DI BOLOGNA BILANCIO: A.85 - DIPARTIMENTO DI MATEMATICA PREVENTIVO FINANZIARIO ANNO 2011 Chiave iniziali F.E ENTRATE F.E.0 AVANZO 823.279,82 823.279,82 F.E.1 ENTRATE PROPRIE

Dettagli

Il piano economico-finanziario. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano

Il piano economico-finanziario. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano Il piano economico-finanziario Ruolo e inquadramento dello strumento Il piano economico-finanziario (PEF) costituisce una parte di un più ampio strumento di formalizzazione di un idea imprenditoriale :

Dettagli

Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco. 19 Novembre 2001

Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco. 19 Novembre 2001 Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco 19 Novembre 2001 Valutare la trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto, misurando lo stato attuale di maturità

Dettagli

Rilevazione dello stato dell automazione del sistema creditizio

Rilevazione dello stato dell automazione del sistema creditizio CONVENZIONE INTERBANCARIA PER I PROBLEMI DELL AUTOMAZIONE ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA Rilevazione dello stato dell automazione del sistema creditizio Profili organizzativi ed economici F.A.Q. Frequently

Dettagli

MODELLO PER LA CREAZIONE DI UN BUSINESS PLAN

MODELLO PER LA CREAZIONE DI UN BUSINESS PLAN MODELLO PER LA CREAZIONE DI UN BUSINESS PLAN RICHIEDENTE Azienda, ragione sociale Indirizzo Persona di contatto Numero di telefono E-mail Luogo e data Firma e qualifica della persona autorizzata Business

Dettagli

Ottimizzazione del processo di acquisto delle Telecomunicazioni

Ottimizzazione del processo di acquisto delle Telecomunicazioni Ottimizzazione del processo di acquisto delle Telecomunicazioni Nicolò Romani Convegno ABI Costi & Business 2003 Roma, 18 novembre 2003 INDICE 1. SCENARIO DI MERCATO 2. PERCORSI DI COST CUTTING TLC SUGGERITI

Dettagli

RENDICONTO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2007. ATTIVO Immobilizzazioni immateriali Software Altre immobilizzazioni immateriali

RENDICONTO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2007. ATTIVO Immobilizzazioni immateriali Software Altre immobilizzazioni immateriali Società del Quartetto di Milano Associazione riconosciuta con D.P.R. Lombardia n. 011459 del 16 ottobre 2006 Sede Sociale: Milano - via Durini, 24 Registro Regionale delle Persone Giuridiche n. 2209 Codice

Dettagli

F.S SPESE F.S.00 Disavanzo 0,00 F.S.01 ORGANI UNIVERSITARI E ATTIVITA' ISTITUZIONALI 0,00 F.S.01.01 GETTONI DI PRESENZA AI COMPONENTI DEGLI ORGANI

F.S SPESE F.S.00 Disavanzo 0,00 F.S.01 ORGANI UNIVERSITARI E ATTIVITA' ISTITUZIONALI 0,00 F.S.01.01 GETTONI DI PRESENZA AI COMPONENTI DEGLI ORGANI Chiave Descrizione Previsione iniziale 2010 Previsione assestata 2010 variazione + rispetto alla previsione assestata variazione - rispetto alla previsione assestata PREVISIONE 2011 F.S SPESE F.S.00 Disavanzo

Dettagli

Università degli Studi di BARI USCITE (Amministrazione centrale - Interventi diritto allo studio)

Università degli Studi di BARI USCITE (Amministrazione centrale - Interventi diritto allo studio) S100 RISORSE UMANE S110 PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO S111 Competenze fisse personale a tempo in 1111 Competenze fisse al personale docente e ai ricercatori a tempo in 1112 Competenze fisse ai dirigenti

Dettagli

Nuove soluzioni di Factoring e nuovi rapporti con la Clientela

Nuove soluzioni di Factoring e nuovi rapporti con la Clientela Nuove soluzioni di Factoring e nuovi rapporti con la Clientela Intervento di Antonio De Martini Milano, 16 maggio 2006 Il vantaggio competitivo Principali elementi di soddisfazione: o Velocità e sicurezza

Dettagli

Categoria. Pagina 1 SIOPE. DlSPONIBILITA' LIQUIDE

Categoria. Pagina 1 SIOPE. DlSPONIBILITA' LIQUIDE DlSPONIBILITA' LIQUIDE SIOPE Pagina 1 Ente Codice Ente Descrizione Categoria Sotto Categoria Periodo Prospetto Tipo Report Data ultimo aggiornamento Data stampa Importi in EURO 000715784000000 UN]VERSlTA'

Dettagli

BERGAMO SVILUPPO BILANCIO DI CHIUSURA STATO PATRIMONIALE al 31/12/2014 (come da all.i) del DPR n.254/2005)

BERGAMO SVILUPPO BILANCIO DI CHIUSURA STATO PATRIMONIALE al 31/12/2014 (come da all.i) del DPR n.254/2005) A) 11 IMMOBILIZZAZIONI: ATTIVO BERGAMO SVILUPPO STATO PATRIMONIALE al (come da all.i) del DPR n.254/2005) a) 110 IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI: 110000 Licenze d'uso Software 0 0 0 110300 Oneri pluriennali

Dettagli

INFORMATIVA AL PUBBLICO STATO PER STATO. al 31 dicembre 2013. Gruppo Bancario Deutsche Bank

INFORMATIVA AL PUBBLICO STATO PER STATO. al 31 dicembre 2013. Gruppo Bancario Deutsche Bank Deutsche Bank S.p.A. INFORMATIVA AL PUBBLICO STATO PER STATO al 31 dicembre 2013 Gruppo Bancario Deutsche Bank Premessa Al fine di accrescere la fiducia dei cittadini dell Unione Europea nel settore finanziario,

Dettagli

Università degli Studi della BASILICATA USCITE (Consolidato d'ateneo)

Università degli Studi della BASILICATA USCITE (Consolidato d'ateneo) DAAP Disavanzo di amministrazione accertato nell'esercizio precedente S100 RISORSE UMANE 40.310.842 39.090.605 39.051.810 37.875.948 1.464.520 1.259.032 S110 PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO 27.614.282

Dettagli

Manuale delle Procedure ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI

Manuale delle Procedure ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI Manuale delle Procedure ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI Codice procedura: AC01 Revisione n 2 Data revisione: 23-07-2013 MANUALE DELLE PROCEDURE Sommario 1. Scopo della procedura 2. Glossario 3. Strutture

Dettagli

ELENCO DELLE PREVISIONI E DEI RISULTATI DI COMPETENZA E DI CASSA SECONDO LA STRUTTURA DEL PIANO DEI CONTI. DENOMINAZIONE VOCE del PIANO DEI CONTI

ELENCO DELLE PREVISIONI E DEI RISULTATI DI COMPETENZA E DI CASSA SECONDO LA STRUTTURA DEL PIANO DEI CONTI. DENOMINAZIONE VOCE del PIANO DEI CONTI ELENCO DELLE PREVISIONI E DEI RISULTATI DI E DI SECONDO LA STRUTTURA DEL PIANO DEI ENTRATE E.01.00.00.00.000 Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 68.267.980,00 68.267.980,00

Dettagli

SEZIONE A - INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO

SEZIONE A - INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO ALLEGATO 5 - Pag. 1 di 9 Per le imprese di nuova costituzione (ovvero quelle costituite o che hanno avviato la propria attività non oltre tre anni prima della richiesta di ammissione al Fondo di Garanzia

Dettagli

Bilancio esercizio 2014 Situazione Patrimoniale

Bilancio esercizio 2014 Situazione Patrimoniale Attività Situazione Patrimoniale 111 IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 11100052 LICENZE SOFTWARE INFORMATICI 575,84 Totale IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 575,84 113 IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI 11300031 IMPIANTI

Dettagli

(traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature)

(traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature) Modello A (traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature) Ragione sociale dell impresa o Titolo del progetto imprenditoriale BUSINESS PLAN per l accesso

Dettagli

Programma Operativo Regionale della Campania 2007-2013 Obiettivo Operativo 5.2 Regime di Aiuti per l Innovazione Organizzativa, di Processo e di Prodotto mediante l I.C.T. RELAZIONE TECNICO-ECONOMICA IMPRESA

Dettagli

Bilancio di esercizio 2014

Bilancio di esercizio 2014 Bilancio di esercizio 2014 Prospetti dei dati SIOPE: - incassi - pagamenti - indicatori aggregati Allegato J della deliberazione di Consiglio n. 5 del 27 aprile 2015 Proposto da: Area Risorse finanziarie

Dettagli

Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute Via Solaroli, 17 28100 Novara

Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute Via Solaroli, 17 28100 Novara RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 La Facoltà di Medicina adotta un bilancio annuale di previsione per l anno finanziario 2010 redatto in conformità a quanto previsto dal Regolamento di Ateneo

Dettagli

ESSERE O APPARIRE. Le assicurazioni nell immaginario giovanile

ESSERE O APPARIRE. Le assicurazioni nell immaginario giovanile ESSERE O APPARIRE Le assicurazioni nell immaginario giovanile Agenda_ INTRODUZIONE AL SETTORE ASSICURATIVO La Compagnia di Assicurazioni Il ciclo produttivo Chi gestisce tutto questo Le opportunità di

Dettagli

STARTCUP. Guida alla Compilazione del Business Plan

STARTCUP. Guida alla Compilazione del Business Plan STARTCUP Guida alla Compilazione del Business Plan 2 INDICE DEL BUSINESS PLAN 1. SINTESI DEL PROGETTO IMPRENDITORIALE 3 2.L'IMPRESA : SETTORE DI ATTIVITÀ E FORMA GIURIDICA 3 3. IL GRUPPO IMPRENDITORIALE

Dettagli

Bilanci previsionali 20.. 20. 20. Stato Patrimoniale

Bilanci previsionali 20.. 20. 20. Stato Patrimoniale MODULO PER LA VALUTAZIONE DELLE IMPRESE DI RECENTE COSTITUZIONE PER FINANZIAMENTI DI IMPORTO SUPERIORE A 50.000,00 EURO (importi in migliaia di Euro) Immobilizzazioni Rimanenze Disponibilità Bilanci previsionali

Dettagli

Bilancio di previsione 2015 - Per funzioni

Bilancio di previsione 2015 - Per funzioni DATA DI CREAZIONE: 19 gennaio Bilancio di previsione - Per funzioni Adempimento ai sensi dell art. 29 del d.lgs 33/2013 ENTRATE PER PROVENIENZA A Trasferimenti pubblici A.1 Contributo statale annuale 8.471.000,00

Dettagli

RELAZIONE ECONOMICO - FINANZIARIA

RELAZIONE ECONOMICO - FINANZIARIA aggiornato al 24/10/2011 L.P. 13 dicembre 1999, n. 6, articolo 5 RICERCA APPLICATA PROCEDURA VALUTATIVA RELAZIONE ECONOMICO - FINANZIARIA per domande di agevolazione di importo fino a 1,5 milioni di euro

Dettagli

Consulenza strategica

Consulenza strategica Banca regionale Implementazione di una nuova metodologia di budget per la rete delle filiali Consulenza strategica Primaria banca d i vesti e to italia a Gruppo assicurativo nazionale Pia o di ila io dell

Dettagli

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE Lucia Picardi Responsabile Marketing Servizi Digitali Chi siamo 2 Poste Italiane: da un insieme di asset/infrastrutture

Dettagli

Dalle Relazioni, il Valore

Dalle Relazioni, il Valore Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto 80 Schemi e prospetti 82 Le strategie e il Valore 86 Il Valore delle relazioni 88 Indici di Sostenibilità 89 78 79 Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

Piano dei conti per competenza

Piano dei conti per competenza Piano dei conti per competenza PATRIMONIALE: da prima apertura contabile movimento i conti con saldo diverso da zero al 31 dicembre dell anno precedente. Il conto Patrimoniale, attivo e passivo, evidenzia

Dettagli

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012 COMUNICATO STAMPA GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012 UTILE NETTO: Euro 217,5 milioni, +125% MASSE AMMINISTRATE: Euro 49,1 miliardi, +5% RACCOLTA NETTA BANCA MEDIOLANUM: Euro 1.760 milioni CARLO

Dettagli

Le banche LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO

Le banche LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO Banche Intermediari creditizi non bancari Intermediari della securities industry Assicurazioni LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO Fonte Banca d Italia, Relazione

Dettagli

GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO

GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO Società per Azioni RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 31 MARZO 2002 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA

Dettagli

ROAD SHOW 2008 Company Results

ROAD SHOW 2008 Company Results ROAD SHOW 2008 Company Results Milano, 24 marzo 2009 1 Relatori Luca Bronchi Direttore Generale Ugo Borgheresi Investor Relator 2 Agenda Company Highlights 31 Dicembre 2008 Linee Guida Piano Industriale

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2015

BILANCIO DI PREVISIONE 2015 BILANCIO DI PREVISIONE 2015 Organismo per la gestione degli elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi Il Direttore Generale Federico Luchetti Il Presidente Maurizio Manetti

Dettagli

ENTRATE Voce Elementare CONSUNTIVO ESERCIZIO 200. PER FUNZIONE

ENTRATE Voce Elementare CONSUNTIVO ESERCIZIO 200. PER FUNZIONE ENTRATE Voce Elementare Accertamenti Accertamenti Accertamenti Accertamenti Accertamenti Accertamenti Ricavi Ricavi Ricavi Ricavi Ricavi Ricavi al 01/01 al 31/12 Avanzo di amministrazione accertato AAAP

Dettagli

5.1. LA STRUTTURA DEL MASTER BUDGET: BUDGET OPERATIVI, FINANZIARI E DEGLI INVESTIMENTI

5.1. LA STRUTTURA DEL MASTER BUDGET: BUDGET OPERATIVI, FINANZIARI E DEGLI INVESTIMENTI 5.1. LA STRUTTURA DEL MASTER BUDGET: BUDGET OPERATIVI, FINANZIARI E DEGLI INVESTIMENTI Master Budget: insieme coordinato e coerente dei budget operativi, finanziari e degli investimenti è rappresentato

Dettagli

Approvati risultati al 30 settembre 2015

Approvati risultati al 30 settembre 2015 COMUNICATO STAMPA Approvati risultati al 30 settembre 2015 Risultati record nei primi nove mesi, con il miglior trimestre di sempre Utile netto: 148,8 milioni ( 109,3 milioni al 30 settembre 2014, +36,2%)

Dettagli

VIA BLIGNY 1/A 42124 REGGIO NELL'EMILIA RE 01586410357 01586410357 STATO PATRIMONIALE

VIA BLIGNY 1/A 42124 REGGIO NELL'EMILIA RE 01586410357 01586410357 STATO PATRIMONIALE 11620 REGGIO CHILDREN S.R.L. Data di stampa 9/06/2014 Pagina 1 di 5 Riferimenti bilancio Esercizio: 2013.0 Esercizio 2013 Bilancio di Verifica: BDV2013.0 Bilancio di verifica al 31/12/2012 Piano dei Conti:

Dettagli

GLI STANDARD SUGLI ASSETTI FINANZIARI DEI MUSEI. IL CASO FONDAZIONE TORINO MUSEI

GLI STANDARD SUGLI ASSETTI FINANZIARI DEI MUSEI. IL CASO FONDAZIONE TORINO MUSEI Convegno Standard per i musei della Regione Piemonte GLI STANDARD SUGLI ASSETTI FINANZIARI DEI MUSEI. IL CASO FONDAZIONE TORINO MUSEI Adriano Da Re Torino, 3 Dicembre 2007 Agenda La Fondazione Torino Musei

Dettagli

IL PIANO STRATEGICO DELLA BANCA

IL PIANO STRATEGICO DELLA BANCA IL PIANO STRATEGICO DELLA BANCA 1 IL PIANO INDUSTRIALE STRUMENTO DI GOVERNO DELLA STRATEGIA AZIENDALE ORIZZONTE PLURIENNALE OBIETTIVI STRUTTURA E CONTENUTI MODALITA DI COSTRUZIONE E DI LETTURA 2 1 PIANO

Dettagli

barrare la casella corrispondente al codice di attività prevalente (vedere istruzioni)

barrare la casella corrispondente al codice di attività prevalente (vedere istruzioni) DOMICILIO FISCALE INIZIO DELL'ATTIVITÀ ATTIVITÀ DI LAVORO AUTONOMO QUADRO A Personale addetto all attività QUADRO B Unità locale destinata all esercizio A0 A02 A03 A04 A05 B00 B0 B02 B03 B04 B05 B06 B07

Dettagli

Evoluzione Normativa: esperienze e orientamenti del Gruppo UBI Banca

Evoluzione Normativa: esperienze e orientamenti del Gruppo UBI Banca Evoluzione Normativa: esperienze e orientamenti del Gruppo UBI Banca ABI HR 2008: Banche e Risorse Umane Competenze e merito per crescere nella banca che cambia Andrea Ghidoni Roma, 8 Maggio 2008 Gruppo

Dettagli

Fondazione Accademia di Belle Arti di Verona STATO PATRIMONIALE

Fondazione Accademia di Belle Arti di Verona STATO PATRIMONIALE Totale 31.12.2014 A B C I II III II CREDITI V/ SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI Totale crediti verso soci per versamenti ancora dovuti IMMOBILIZZAZIONI IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 7) Altre Programmi

Dettagli

10 TIMBRO E FIRMA DEL TITOLARE O DEL /DEI LEGALI RAPPRESENTANTE/I

10 TIMBRO E FIRMA DEL TITOLARE O DEL /DEI LEGALI RAPPRESENTANTE/I I.6 Descrizione del profilo imprenditoriale e commerciale La titolare, Anna Frasca, dell' impresa individuale "A tutto ruota" nata a settembre del 2014 ha lo scopo di far conoscere la storia della città

Dettagli

Università degli Studi della BASILICATA USCITE (Consolidato d'ateneo)

Università degli Studi della BASILICATA USCITE (Consolidato d'ateneo) DAAP Disavanzo di amministrazione accertato nell'esercizio precedente 0 S100 RISORSE UMANE 39.820.913 39.445.153 38.444.457 38.082.142 378.270 1.376.456 S110 PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO 26.495.221

Dettagli

Il Facility Management nel Settore Bancario

Il Facility Management nel Settore Bancario Il Facility Management nel Settore Bancario Roma, 14 marzo 2013 MARCO IACONIS Coordinatore Competence Center ABI sul Facility Management Agenda Banche e FM: scenario di riferimento Il Report di analisi

Dettagli

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci.

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Debiti verso fornitori Importi dovuti ai fornitori. Crediti

Dettagli

Allegato D CONCEDENTE

Allegato D CONCEDENTE Allegato D CONCEDENTE FinBard S.p.a. Loc. Grand Chemin, 34 11020 - Saint-Christophe(AO) Telefono: +39.0165.230053 - Fax: +39.0165.236214 finbard@netvallee.it www.infobard.it OGGETTO: CONCESSIONI-CONTRATTO

Dettagli

Criteri di aggregazione

Criteri di aggregazione INCASSI PER CODICI SIOPE Pagina 1 Criteri di aggregazione Categoria Regioni e province autonome di Trento e di Bolzano Sotto Categoria REGIONI - GESTIONE SANITARIA Circoscrizione ITALIA NORD-OCCIDENTALE

Dettagli

PRESENTAZIONE. Dati al 30 settembre 2002

PRESENTAZIONE. Dati al 30 settembre 2002 PRESENTAZIONE Dati al 30 settembre 2002 1 2 PRESENTAZIONE DEL GRUPPO LA STRATEGIA DISTRIBUTIVA I RISULTATI LE SOCIETA DEL GRUPPO GLI OBIETTIVI IL GRUPPO UNIPOL AL 30/09/2002 UNIPOL ASSICURAZIONI (Compagnia

Dettagli

DIPARTIMENTO DI MEDICINA TRASLAZIONALE VIA SOLAROLI, 17 - NO BILANCIO DI PREVISIONE 2012

DIPARTIMENTO DI MEDICINA TRASLAZIONALE VIA SOLAROLI, 17 - NO BILANCIO DI PREVISIONE 2012 PARTE SPESE Codice Denominazione Previsioni definitive anno 2011 Dipartimento Medicina VARIAZIONI IN AUMENTO VARIAZIONI IN DIMINUZIONE previsione anno 2012 01 RISORSE UMANE 145.005,26 15.175,01 129.830,25

Dettagli

Variazione delle rimanenze del prodotti In corso di lavorazione, e finiti (Euro 2.956.15)

Variazione delle rimanenze del prodotti In corso di lavorazione, e finiti (Euro 2.956.15) Senato della Repubblica - 545 - Camera dei deputati Variazione delle rimanenze del prodotti In corso di lavorazione, e finiti (Euro 2.956.15) semilavorati L'importo si riferisce per la sua totalità alla

Dettagli

363.770,56 1.461.435,08 1111 Addizionale IRPEF. 23.187,03 295.492,07 1131 Addizionale sul consumo di energia elettrica

363.770,56 1.461.435,08 1111 Addizionale IRPEF. 23.187,03 295.492,07 1131 Addizionale sul consumo di energia elettrica Ente Codice 011120255 Ente Descrizione COMUNE DI SAN POLO D'ENZA Categoria Province - Comuni - Citta' metropolitane - Unioni di Comuni Sotto Categoria COMUNI Periodo MENSILE Dicembre 2013 Prospetto INCASSI

Dettagli

Dott. Giorgia Rosso Casanova g.rossoc@ec.unipi.it. Il Business Plan

Dott. Giorgia Rosso Casanova g.rossoc@ec.unipi.it. Il Business Plan Dott. Giorgia Rosso Casanova g.rossoc@ec.unipi.it Il Business Plan Che cos è il business plan Documento di pianificazione e comunicazione che analizza e descrive l idea imprenditoriale e ne consente una

Dettagli

GRUPPO CAD IT IL GRUPPO CAD IT. 3 Road Show del Nuovo Mercato. Milano, 20 novembre 2002

GRUPPO CAD IT IL GRUPPO CAD IT. 3 Road Show del Nuovo Mercato. Milano, 20 novembre 2002 GRUPPO CAD IT 3 Road Show del Nuovo Mercato IL GRUPPO CAD IT Milano, 20 novembre 2002 1 2 1 Overview del gruppo CAD IT: Azionariato e Corporate Governance Il gruppo CAD IT, fondato nel 1977, sviluppa e

Dettagli

Dati significativi di gestione

Dati significativi di gestione 182 183 Dati significativi di gestione In questa sezione relativa al Rendiconto Economico sono evidenziati ed analizzati i risultati economici raggiunti da ISA nel corso dell esercizio. L analisi si focalizza

Dettagli

Amministrazione Missione Categoria CE2 Codice Gestionale Erario Tesoreria Esterno Pagato Totale 001 - COMPETENZE FISSE 143 - ASSEMBLEE LEGISLATIVE

Amministrazione Missione Categoria CE2 Codice Gestionale Erario Tesoreria Esterno Pagato Totale 001 - COMPETENZE FISSE 143 - ASSEMBLEE LEGISLATIVE 02 - MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE 01 - Organi costituzionali, a rilevanza costituzionale e Presidenza del Consiglio dei ministri 04 - TRASFERIMENTI CORRENTI AD AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE 01-

Dettagli

MiliteGroup. Cerchiamo le giuste combinazioni per il successo di ogni azienda. Company profile

MiliteGroup. Cerchiamo le giuste combinazioni per il successo di ogni azienda. Company profile Cerchiamo le giuste combinazioni per il successo di ogni azienda. Company profile Chi siamo Milite Group è una società specializzata nella consulenza marketing, amministrativa e tecnica per aziende che

Dettagli

RICERCA SCIENTIFICA. Tabella 28 Fondi assegnati dall Amministrazione Centrale

RICERCA SCIENTIFICA. Tabella 28 Fondi assegnati dall Amministrazione Centrale RICERCA SCIENTIFICA Le risorse destinate nel 2007 alla ricerca scientifica sono state complessivamente pari a 7.445.235,62 di cui 2.269.331,38 trasferiti ai Dipartimenti dall Amministrazione centrale ed

Dettagli

3 SCHEMI DI VALORE AGGIUNTO

3 SCHEMI DI VALORE AGGIUNTO 3 SCHEMI DI VALORE AGGIUNTO 104 RENDICONTO DEL VALORE AGGIUNTO Lo schema qui presentato per la rendicontazione della formazione del Valore Aggiunto consolidato è quello definito in base al Modello dell

Dettagli

Milano, 24 marzo 2015. Approvato il rendiconto di gestione al 31 dicembre 2014 del Fondo immobiliare Investietico:

Milano, 24 marzo 2015. Approvato il rendiconto di gestione al 31 dicembre 2014 del Fondo immobiliare Investietico: AEDES BPM Real Estate SGR S.p.A. Sede in Milano, Bastioni di Porta Nuova n. 21, capitale sociale Euro 5.500.000,00 sottoscritto e versato, R.E.A. Milano n. 239479, Numero Registro delle Imprese di Milano

Dettagli

MODULO 5 DATI CONTABILI

MODULO 5 DATI CONTABILI MODULO 5 DATI CONTABILI 1. GENERALITÁ Il Modulo Dati Contabili raccoglie informazioni riguardanti le entrate accertate e gli impegni di spesa corrente per ciascuna Funzione/Servizio. Le informazioni richieste

Dettagli

ALLEGATO A Modello di domanda di iscrizione nell Elenco regionale delle associazioni dei consumatori e degli utenti. Domanda di iscrizione

ALLEGATO A Modello di domanda di iscrizione nell Elenco regionale delle associazioni dei consumatori e degli utenti. Domanda di iscrizione ALLEGATO A Modello di domanda di iscrizione nell Elenco regionale delle associazioni dei consumatori e degli utenti Alla REGIONE LIGURIA Settore Staff del Dipartimento Sviluppo Economico e Affari Giuridici

Dettagli

Interconsulting Studio Associato. 1 Abstract

Interconsulting Studio Associato. 1 Abstract 1 Abstract Situazione societaria attuale 17 COMUNI COMO 65 COMUNI LECCO 100% 100% LRH SPA AUSM SPA 96% 95,4% 4% AGE SPA ACEL SERVICES SRL IDROLARIO SRL 4,60% 2 Situazione attuale servizi / assets gestiti

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA Area Finanziaria Decreto Interministeriale 01.03.2007 criteri per l omogenea redazione dei conti consuntivi delle università. - Esercizio 2011 - UNIVERSITA DEGLI STUDI

Dettagli

I costi operativi 1998

I costi operativi 1998 Rif.: 95001-062 I costi operativi 1998 - Estratto - Benchmarking Banche Italiane Luglio 1999 Questo documento è un estratto dei risultati del Benchmarking Costi Operativi 1998 di KPMG Consulting, che già

Dettagli

CONTI PATRIMONIALI (E FINANZIARI )

CONTI PATRIMONIALI (E FINANZIARI ) IL BILANCIO D ESERCIZIO: COSA E E COME SI LEGGE (e soprattutto come si utilizza nel controllo di gestione dell impresa) STATO PATRIMONIALE = FOTOGRAFIA DEL PATRIMONIO CONTO ECONOMICO = FILM DELLA GESTIONE

Dettagli

La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale. Relatore: dott.

La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale. Relatore: dott. La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale Relatore: dott.ssa Anna Censi Innanzitutto chi sono.. Mi chiamo Anna Censi ed ho collaborato

Dettagli

CBI 2003 - Roma 20 febbraio 2003

CBI 2003 - Roma 20 febbraio 2003 Tecnologie, Prodotti e Servizi per l Electronic Banking Dott.. Fausto Bolognini - Direttore Generale Punti chiave NECESSITÀ del mercato Cosa vogliono le aziende? Cosa offre il mondo web? Limiti dell attuale

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE FINANZIARIA ASSOCIAZIONE TRA CODICI SIOPE E VALIDAZIONE AMMINISTRATIVA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE FINANZIARIA ASSOCIAZIONE TRA CODICI SIOPE E VALIDAZIONE AMMINISTRATIVA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE FINANZIARIA ASSOCIAZIONE TRA CODICI SIOPE E VALIDAZIONE AMMINISTRATIVA SIOPE ENTRATE NELLA REGISTRAZIONE ER1111 Tasse e contributi per corsi di laurea e laurea

Dettagli

LA MISURAZIONE DEI COSTI l utilizzo delle informazioni per analisi di redditività ed efficienza

LA MISURAZIONE DEI COSTI l utilizzo delle informazioni per analisi di redditività ed efficienza LA MISURAZIONE DEI COSTI l utilizzo delle informazioni per analisi di redditività ed efficienza Giampiero Censi - Controllo di Gestione, Cassa di Risparmio di Fermo spa ABI: COSTI COSTI & BUSINESS & 2012

Dettagli

UNICO 2014. Modello VK27U. ntrate. genzia. Studi di settore. QUADRO A Personale addetto all attività

UNICO 2014. Modello VK27U. ntrate. genzia. Studi di settore. QUADRO A Personale addetto all attività 58..00 Edizione di giochi per computer 58.9.00 Edizione di altri software a pacchetto (esclusi giochi per computer) 6.0.00 Produzione di software non connesso all edizione 6.0.00 Consulenza nel settore

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Il Global Service a supporto degli studi professionali nella gestione delle attività non core. Plurima inizia la sua attività a metà degli anni 90, proponendo per

Dettagli

Commercio elettronico: le scelte strategiche e tecnologiche per attuare un progetto aziendale

Commercio elettronico: le scelte strategiche e tecnologiche per attuare un progetto aziendale Commercio elettronico: le scelte strategiche e tecnologiche per attuare un progetto aziendale www.strateghia.it ------------------------------------------------------- 1 Internet promette di modificare

Dettagli

Roma, 22 Novembre 2011

Roma, 22 Novembre 2011 Roma, 22 Novembre 2011 1) L evoluzione: a) Della redditività banca b) Della crisi economica c) del Cliente d) del canale retail della Banca 2) Mercato 3) Soddisfare il Cliente 4) Le riforme 5) I modelli

Dettagli

SCHEMA DI SINTESI. Rapporto fiduciario

SCHEMA DI SINTESI. Rapporto fiduciario GESTIONED IMPRESA ACCESSO AL CREDITO SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI APPROFONDIMENTI ESEMPI FASCICOLO BANCHE COME NUOVO STRUMENTO DI COMUNICAZIONE FINANZIARIA (valutazione del merito creditizio) La crescente

Dettagli

XMART per gestire il retail non food

XMART per gestire il retail non food XMART per gestire il retail non food Le aziende retail che oggi competono nei mercati specializzati, sono obbligati a gestire una complessità sempre maggiore; per questo, hanno bisogno di un valido strumento

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE 2016 - ENTRATE

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE 2016 - ENTRATE PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE 2016 - ENTRATE PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE 2016 PARTE I - ENTRATE CODICE DESCRIZIONE Previsione di competenza TITOLO I entrate correnti 118.555,00 118.555,00 CATEGORIA

Dettagli

Novità sugli aspetti di rendicontazione e auditing dei progetti finanziati da AIRC

Novità sugli aspetti di rendicontazione e auditing dei progetti finanziati da AIRC Novità sugli aspetti di rendicontazione e auditing dei progetti finanziati da AIRC Renato Ceccarini Università degli Studi di Milano, 20 dicembre 2011 FASI DELLA RENDICONTAZIONE 1. Lettera di assegnazione;

Dettagli

Immobilizzazioni finanziarie 11.374,05 13.857,25 Depositi cauzionali 11.374,05 13.857,25

Immobilizzazioni finanziarie 11.374,05 13.857,25 Depositi cauzionali 11.374,05 13.857,25 Società del Quartetto di Milano Sede in Milano, Via Durini n. 24 Codice Fiscale 80107570154 RENDICONTO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2006 2006 2005 ATTIVO Immobilizzazioni immateriali 3.899,35 3.807,88 Software

Dettagli

Dati significativi di gestione

Dati significativi di gestione 36 37 38 Dati significativi di gestione In questa sezione relativa al Rendiconto economico sono evidenziati ed analizzati i risultati economici raggiunti da ISA nel corso dell esercizio. L analisi si focalizza

Dettagli