CONTABILITA GENERALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONTABILITA GENERALE"

Transcript

1 CONTABILITA GENERALE 6 II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE 14 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 E. Scritture relative al lavoro dipendente Definizione Il lavoro rappresenta un fattore della produzione che contabilmente genera costi e uscite di denaro, ma con caratteristiche peculiari rispetto agli altri fattori produttivi: è un fattore che investe la persona; l acquisto avviene in forza di un contratto di lavoro disciplinato dalla legge e dalla contrattazione collettiva; la prestazione di lavoro è continuata nel tempo (generalmente a tempo indeterminato); la retribuzione è commisurata con modalità specifiche; la liquidazione e il pagamento della retribuzione è periodica (generalmente mensile). Aspetti giuridici Le disposizioni giuridiche di riferimento consistono in alcuni articoli del libro V del codice civile e in altre numerose leggi speciali. Ad essi si uniformano i contratti collettivi di lavoro stipulati fra organizzazioni sindacali e stato, disciplinando nel dettaglio gli aspetti economico-retributivi, orari di lavoro, ferie, diritti e doveri, sicurezza sul lavoro, ecc. 14 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 2

2 Scritture relative al lavoro dipendente Aspetti formali. Dal punto di vista amministrativo è necessario tenere la seguente documentazione obbligatoria: libro paga; libro matricola; registro degli infortuni sul lavoro; DM10 INPS (prospetto liquidazioni contributi previdenziali); prospetto liquidazione INAIL; altri prospetti contributivi INPS (es. prospetto versamento Cassa Edile nel settore edilizia). Oneri sociali Gli oneri sociali sono costituiti dalle contribuzioni INPS (Istituto Nazionale di Previdenza Sociale) e INAIL (Istituto Nazionale per le assicurazioni contro gli Infortuni sul Lavoro). L azienda è obbligata per legge a versare, presso tali enti, somme, calcolate sulle retribuzioni, che garantiscono ai lavoratori assunti una copertura pensionistica e sanitaria. Una parte degli oneri sociali sono a carico dei dipendenti e una parte a carico dell azienda. Tuttavia, gli oneri sono versati interamente dall azienda per conto del lavoratore. Dal punto di vista economico aziendale aumentano il costo del fattore produttivo acquistato. 14 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 3 Scritture relative al lavoro dipendente. Retribuzione Gli oneri sociali e altre componenti generano asimmetria tra costo del lavoro gravante sull impresa e retribuzione netta percepita dal prestatore di lavoro: Retribuzione netta + Oneri sociali (INPS + INAIL) a carico del dipendente + IRPEF (Imposta sul reddito delle Persone Fisiche) = Retribuzione lorda + Oneri sociali (INPS + INAIL) a carico del datore di lavoro + altri eventuali contributi sociali e componenti non retributivi del lavoro + TFR (Trattamento di Fine Rapporto) = Costo del lavoro La differenza tra la retribuzione netta, che incassa il dipendente per il lavoro prestato, e il costo del lavoro, che grava sull impresa per l impiego del fattore produttivo lavoro acquisito, si definisce cuneo fiscale. 14 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 4

3 Elementi della retribuzione netta e compensi vari: La retribuzione netta che incassa il lavoratore si compone di una serie di elementi retributivi derivanti dagli accordi contrattuali: salario o stipendio netto per il lavoro prestato; straordinari o maggiorazioni (notturno, festivo, indennità di trasferta, ecc.); scatti di anzianità; provvigioni, premi di produzione, gratificazioni periodiche, liberalità; compensi in natura, somministrazioni in mense aziendali o prestazioni sostitutive (buoni pasto); gratifica natalizia (tredicesima e altre mensilità supplementari); compensi per ferie e festività non godute. 14 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 5 Assegni familiari I lavoratori dipendenti con familiari a carico che non superano certi limiti di reddito hanno diritto alle indennità per carichi di famiglia che prendono il nome di assegni familiari. Gli assegni familiari sono erogati direttamente dall impresa a favore dei dipendenti per conto degli enti previdenziali e assistenziali, al fine di integrare il reddito netto dei lavoratori più bisognosi. Contabilmente, per l impresa che li eroga, gli assegni familiari incrementano il debito nei confronti dei dipendenti e nello stesso tempo maturano un credito nei confronti degli enti previdenziali e assistenziali. 14 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 6

4 Scritture relative al lavoro dipendente. Aspetti contabili Aspetti contabili. La rilevazione dei costi del personale dipendente si articola in tre fasi: 1. liquidazione della retribuzione lorda e degli oneri sociali; 2. pagamento delle retribuzioni nette ai dipendenti; 3. versamento degli oneri sociali e delle ritenute fiscali. Esempio. Liquidate retribuzioni nette a dipendenti per ,00 euro Gli oneri sociali a carico dell azienda ammontano a 6.500,00 euro I contributi sociali a carico dei dipendenti sono pari a 1.100,00 euro Gli assegni familiari a favore dei dipendenti, anticipati dall azienda per conto degli enti previdenziali, da aggiungere alle retribuzioni nette, sono pari a 600,00 euro L IRPEF trattenuta sulle retribuzioni dei dipendenti ammonta a 3.000,00 euro I pagamenti avvengono mediante conto corrente della Banca x 14 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 7 Scritture relative al lavoro dipendente. 1ª fase I conti interessati sono: Salari e stipendi. Conto Economico di reddito acceso ai costi di esercizio che, in sede di epilogo al 31/12, confluisce fra i componenti negativi del Conto Economico. Il costo per salari e stipendi è da intendersi al lordo delle imposte (IRPEF) e degli oneri sociali a carico dei dipendenti. Calcolo: Salari e Stipendi = retribuzione netta + contributi sociali a carico dei dipendenti + IRPEF = = ,00 euro Oneri sociali. Conto Economico di reddito acceso ai costi di esercizio che, in sede di epilogo al 31/12, confluisce fra i componenti negativi del Conto Economico. Descrive una Variazione Economica Negativa. Il costo per oneri sociali è da intendersi solo per la parte a carico dell impresa = 6.500,00 euro Dipendenti c/retribuzioni. Conto Numerario assimilato. In sede di chiusura generale dei conti al 31/12 confluisce nello Stato Patrimoniale. Misura una variazione numeraria passiva, rappresentata dall aumento dei debiti verso i dipendenti. Si riferisce alla retribuzione lorda corrispondente al costo salari e stipendi per l impresa = ,00 Enti previdenziali e assistenziali. Conto Numerario assimilato. In sede di chiusura generale dei conti al 31/12 confluisce nello Stato Patrimoniale. Misura una variazione numeraria passiva, rappresentata dall aumento dei debiti verso l ente previdenziale e assistenziale. In questa fase, è da intendersi per la parte di oneri sociali a carico dell azienda = 6.500,00 euro. 14 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 8

5 Scritture relative al lavoro dipendente. 1ª fase 1ª fase: liquidazione. Nella prima fase è necessario rilevare: il costo per salari e stipendi al lordo delle imposte e degli oneri sociali a carico del dipendente; gli oneri sociali a carico dell impresa; la retribuzione lorda; Il debito nei confronti degli enti previdenziali; gli eventuali assegni familiari. La rilevazione della quota di trattamento di fine rapporto, maturata nel corso dell esercizio, è una tipica scrittura di fine periodo amministrativo. a) Liquidazione della retribuzione lorda e degli oneri a carico dell impresa Diversi a Diversi Salari e stipendi Oneri sociali 6500 Dipendenti c/retribuzioni Enti previdenziali e assistenziali novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 9 Scritture relative al lavoro dipendente. 1ª fase b) Liquidazione degli assegni familiari a favore dei lavoratori Enti previdenziali e assistenziali a Dipendenti c/retribuzioni 600 L azienda anticipa ai dipendenti assegni familiari per conto dell ente previdenziale. Matura, in questo caso, un credito nei confronti dell ente e un aumento di debiti nei confronti dei dipendenti. 14 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 10

6 Scritture relative al lavoro dipendente. 2ª fase 2ª fase: pagamento della retribuzione netta Retribuzione netta = Retribuzione Lorda Oneri sociali a carico del dipendente IRPEF + Assegni familiari = = ,00 Pagamento della retribuzione e degli assegni familiari a favore dei lavoratori Dipendenti c/retribuzioni a Diversi Enti previdenziali e assistenziali 1100 Erario C/IRPEF 3000 Banca C/C Erario c/irpef: è un conto Numerario Assimilato che descrive il debito dell azienda nei confronti dello Stato; in sede di chiusura generale dei conti confluisce nello Stato Patrimoniale; riguarda le ritenute fiscali sulle retribuzioni a carico del dipendente. L azienda opera in qualità di sostituto d imposta, in quanto è obbligata a prelevare l IRPEF in capo al singolo dipendente e, successivamente, a versamento l importo nelle casse dell Erario. 14 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 11 Scritture relative al lavoro dipendente. 3ª fase 3ª fase: pagamento degli oneri sociali e delle imposte a) Pagamento del totale netto degli oneri sociali Enti previdenziali e assistenziali a Banca C/C 7000 Calcolo dell importo netto da versare all Ente: Oneri sociali a carico dell azienda + Oneri sociali a carico del dipendente crediti verso l Ente per anticipo di assegni familiari b) Pagamento delle imposte per conto del dipendente Erario C/IRPEF a Banca C/C 3000 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 12

7 Riepilogo degli aspetti contabili Retribuzione lorda + Assegni familiari = Debito lordo nei confronti dei dipendenti Retribuzione netta + Assegni familiari = Debito netto nei confronti dei dipendenti Il debito netto nei confronti del dipendente è pari alla retribuzione netta più gli assegni familiari. Il debito netto corrisponde all importo effettivamente corrisposto al dipendente per il lavoro prestato. Il costo per salari e stipendi è pari alla retribuzione lorda. Il costo del lavoro sarà pari all uscita di denaro complessiva per il pagamento della retribuzione netta, degli oneri sociali (a carico dell impresa e del dipendente) e dell IRPEF a carico del dipendente. 14 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 13 Anticipi a dipendenti Le imprese possono riconoscere a richiesta del personale degli anticipi in conto retribuzione che danno origine al sorgere di crediti verso il personale. Tale forma è richiesta da dipendenti che abbisognano di una parte della loro retribuzione in anticipo rispetto alla data prevista per la corresponsione stessa. Nella prassi contabile il relativo recupero avviene al momento del pagamento della retribuzione. Esempio: il 17/11 concesso all operaio Bertoli un anticipo in conto retribuzione per 300,00 euro, pagato mediante cassa. 17/11 Corresponsione anticipi al dipendente Rossi in c/retribuzione Dipendenti c/anticipi a Cassa 300,00 (Dipendenti c/anticipi è un conto numerario assimilato) 14 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 14

6. CONTABILITA GENERALE

6. CONTABILITA GENERALE 6. CONTABILITA GENERALE SCRITTURE DI GESTIONE SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE 1 E. Scritture relative al lavoro dipendente Definizione Il lavoro rappresenta un fattore della produzione che contabilmente

Dettagli

FATTORE LAVORO LAVORO DIPENDENTE LAVORO DIPENDENTE. ECONOMIA AZIENDALE e RAGIONERIA APPLICATA ALLE IMPRESE TURISTICHE. Lezione 21

FATTORE LAVORO LAVORO DIPENDENTE LAVORO DIPENDENTE. ECONOMIA AZIENDALE e RAGIONERIA APPLICATA ALLE IMPRESE TURISTICHE. Lezione 21 CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA INTERNAZIONALE DEL TURISMO ECONOMIA AZIENDALE e RAGIONERIA APPLICATA ALLE IMPRESE TURISTICHE Anno Accademico 2011 2012 Lezione 21 FATTORE LAVORO Fonti che regolano il rapporto

Dettagli

Il personale dipendente

Il personale dipendente Il personale dipendente Tra i fattori della produzione di una azienda vanno ricompresi i costi sostenuti per le prestazioni lavorative di soggetti dipendenti e di lavoratori autonomi. Il costo del lavoro

Dettagli

Le retribuzioni del personale dipendente

Le retribuzioni del personale dipendente Le retribuzioni del personale dipendente Liquidate retribuzioni pari a 100,00 Variazione economica negativa (sostenimento di costi di competenza dell esercizio) Variazione finanziaria negativa (aumento

Dettagli

Prof. Luigi Trojano. Esci

Prof. Luigi Trojano. Esci 1 LE FORME DI RETRIBUZIONE GLI ELEMENTI DELLA RETRIBUZIONE IL SISTEMA DELLE ASSICURAZIONI SOCIALI GESTIONI INPS MOBILITA CONTRIBUTI INPS E RILEVAZIONE ASSEGNI FAMILIARI RAPPORTI CON L INAILL INAIL: CONGUAGLIO

Dettagli

Tuccio Rag. Emanuele

Tuccio Rag. Emanuele Commercialista Consulente del Lavoro Revisore Contabile Via Verga, 16 GELA (CL) Tel. 0933-911496 e-mail: emtucci@gmail.com CORSO DI FORMAZIONE ENNA BASSA 31-05-2011 Con il patrocinio di FEMCA CISL SICILIA

Dettagli

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia ESERCITAZIONE PRATICA DI CONTABILITA GENERALE Prof.ssa Mara Del Baldo Dott. Antonio Rizzuto Dott.ssa Elena De Renzio Fano, 03 dicembre 2009

Dettagli

Procedura Amministrativo-Contabile Amministrazione del Personale. Gestione contabile spese del personale

Procedura Amministrativo-Contabile Amministrazione del Personale. Gestione contabile spese del personale Procedura Amministrativo-Contabile Amministrazione del Personale Gestione contabile spese del personale 1. OBIETTIVO...4 2. REFERENTI DELLA PRODURA...4 3. AMBITO DI APPLICAZIONE...4 4. DEFINIZIONI ED ACRONIMI...5

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

COME LEGGERE LA BUSTA PAGA

COME LEGGERE LA BUSTA PAGA COME LEGGERE LA BUSTA PAGA Vediamo come si legge in pratica una busta paga, come individuare gli elementi della retribuzione, i vari tipi di trattenute, il loro calcolo e la loro interpretazione fino a

Dettagli

Indice. 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3

Indice. 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3 LEZIONE ANALISI DELLA RETRIBUZIONE DOTT. GIUSEPPE IULIANO Indice 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3 1 Definizione di cedolino paga

Dettagli

Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro * aggiornato al 19.05.2011 CHE COS È è un documento obbligatorio che

Dettagli

Fatti i conti in... BUSTA PAGA

Fatti i conti in... BUSTA PAGA DIRITTO LAVORO Fatti i conti in... BUSTA PAGA I risultati dell indagine condotta da Jobadvisor qualche mese fa e pubblicati nell edizione di ottobre indicano che per la grande maggioranza dei neolaureati

Dettagli

LA BUSTA PAGA MA INSOMMA QUANTO PRENDO AL MESE? Manualetto per poter leggere la propria busta paga a uso di lavoratrici e lavoratori Aprilia

LA BUSTA PAGA MA INSOMMA QUANTO PRENDO AL MESE? Manualetto per poter leggere la propria busta paga a uso di lavoratrici e lavoratori Aprilia LA BUSTA PAGA MA INSOMMA QUANTO PRENDO AL MESE? Manualetto per poter leggere la propria busta paga a uso di lavoratrici e lavoratori Aprilia A cura dei delegati FIOM CGIL Aprilia Gennaio 2013 1 Sommario

Dettagli

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro CHE COS È E' un documento obbligatorio che indica la retribuzione,

Dettagli

Procedura Amministrativo-Contabile Amministrazione del Personale. Gestione contabile spese del personale

Procedura Amministrativo-Contabile Amministrazione del Personale. Gestione contabile spese del personale Procedura Amministrativo-Contabile Amministrazione del Personale Gestione contabile spese del personale PROCEDURA AMMINISTRATIVO-CONTABILE Vers. 0.0 Gestione contabile spese del personale Data 08/11/2010

Dettagli

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale IL METODO DEL COSTO STANDARD di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale Il datore di lavoro ha necessità di conoscere in via preventiva quale sarà il costo del personale che occupa

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 46 17.12.2014 Il TFR genera una duplice registrazione contabile Le poste in bilancio dipendono dal numero dei lavoratori Categoria: Bilancio e contabilità

Dettagli

Vademecum. Guida alla lettura della busta paga PRATICA LAVORO 2/2011 - INSERTO. Riferimenti normativi e nozione. Soggetti interessati.

Vademecum. Guida alla lettura della busta paga PRATICA LAVORO 2/2011 - INSERTO. Riferimenti normativi e nozione. Soggetti interessati. Guida alla lettura della busta paga Riferimenti normativi e nozione R.D.L. 10 settembre 1923, n. 1955 R.D.L. 28 agosto 1924, n. 1422 (*) L. 5 gennaio 1953, n. 4, art. 1 D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797, artt.

Dettagli

Da tale definizione si evince come i caratteri peculiari del suddetto rapporto siano i tre seguenti:

Da tale definizione si evince come i caratteri peculiari del suddetto rapporto siano i tre seguenti: LA GESTIONE E L AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE di Giuliana Airaghi Masina Destinatari: alunni classi IV IGEA IV IPSC Obiettivi: conoscere il diverso significato di lavoro subordi nato e lavoro autonomo

Dettagli

IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli

IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli Ecco qui di seguito, una sintesi della normativa generale che regola le operazioni relative al conguaglio di fine anno.

Dettagli

CISL FP (A. Roncarolo) Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA

CISL FP (A. Roncarolo) Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA 1 COS È LA BUSTA PAGA è un documento obbligatorio (Legge 5 gennaio 1953, n. 4) che indica la retribuzione, le ritenute fiscali e previdenziali che il lavoratore

Dettagli

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro Anno 2012 Diritto del Lavoro - Premesso il concetto di assicurazione sociale, il candidato illustri i principali adempimenti del datore di lavoro nei confronti di I.N.P.S. ed I.N.A.I.L., sia all inizio

Dettagli

COSTI DEL PERSONALE TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO ONERE A CARICO DELL AZIENDA DETERMINATO A FINE ESERCIZIO

COSTI DEL PERSONALE TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO ONERE A CARICO DELL AZIENDA DETERMINATO A FINE ESERCIZIO COSTI DEL PERSONALE RETRIBUZIONE ONERE A CARICO DELL AZIENDA CONTRIBUTI SOCIALI In PARTE a carico dell AZIENDA ed in PARTE a carico del LAVORATORE RITENUTE FISCALI A CARICO DEL LAVORATORE TRATTAMENTO DI

Dettagli

Circolare n. 7 del 19 maggio 2014

Circolare n. 7 del 19 maggio 2014 Circolare n. 7 del 19 maggio 2014 Bonus IRPEF: chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Indice 1. Premessa 2. Soggetti beneficiari 2.1 Possesso di redditi di lavoro dipendente o di alcuni redditi assimilati

Dettagli

PROGRAMMA. CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria. CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro

PROGRAMMA. CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria. CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro PROGRAMMA CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro 1. Collocamento ordinario 2. Collocamento obbligatorio 3. Adempimenti collegati

Dettagli

Gli emolumenti del personale della scuola

Gli emolumenti del personale della scuola Gli emolumenti del personale della scuola Di salvatore buonandi La retribuzione complessiva dei dipendenti della scuola è costituita da indennità di varia natura, di cui alcune concorrono con lo stipendio

Dettagli

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 MEMORIE NUMERICHE 1 Redditi lavoro dipendente e assimilati (Cas. 1) 2 Assegni periodici corrisposti dal coniuge (Cas. 5) 3-18 Caselle da 11 a 26 19 Altri datori - Imponibile

Dettagli

Corso di Ragioneria Generale ed Applicata Contabilità

Corso di Ragioneria Generale ed Applicata Contabilità Esercitazioni di Ragioneria Generale ed Applicata Modulo 1 a cura della Dott.ssa S. Basta Materiale didattico riservato esclusivamente a circolazione interna SETTIMANA 3 ARGOMENTI: SCRITTURE CONTINUATIVE:

Dettagli

Il Corso. Tfr: retribuzione utile, rivalutazione e anticipazione Dimitri Cerioli - Consulente del lavoro. Lezione 4 - Trattamento di fine rapporto

Il Corso. Tfr: retribuzione utile, rivalutazione e anticipazione Dimitri Cerioli - Consulente del lavoro. Lezione 4 - Trattamento di fine rapporto Lezione 4 - Trattamento di fine rapporto Il Corso Tfr: retribuzione utile, rivalutazione e anticipazione Dimitri Cerioli - Consulente del lavoro Disciplina Duplice natura Beneficiari La legge n. 297/1982

Dettagli

Paghe. Casi pratici. Adempimenti dei datori di lavoro. Trattenuta della contribuzione a carico del lavoratore

Paghe. Casi pratici. Adempimenti dei datori di lavoro. Trattenuta della contribuzione a carico del lavoratore Paghe Mancato pagamento della retribuzione per indisponibilità finanziaria Dimitri Cerioli - Consulente del lavoro Negli ultimi anni le imprese si sono trovate in alcuni casi nell impossibilità di procedere

Dettagli

LA BUSTA PAGA. ODPF Istituto Santachiara Centro di Formazione Professionale Stradella

LA BUSTA PAGA. ODPF Istituto Santachiara Centro di Formazione Professionale Stradella ODPF Istituto Santachiara Centro di Formazione Professionale Stradella Corso: 2^ Operatore dei servizi all impresa Materia: Tecnica ed Economia Aziendale LA BUSTA PAGA ANNO FORMATIVO 2012/2013 La busta

Dettagli

Corso di formazione in PAGHE E CONTRIBUTI

Corso di formazione in PAGHE E CONTRIBUTI Corso di formazione in PAGHE E CONTRIBUTI Obiettivi Obiettivo principale del corso è creare un operatore autonomo nella scelta e nella gestione delle varie tipologie di contratti e soprattutto con una

Dettagli

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Obblighi contributivi Calcolo dei contributi Con l instaurazione del rapporto di lavoro, sorge anche l obbligazione

Dettagli

Trattenute contributive

Trattenute contributive 14 RETRIBUZIONE DAL LORDO AL NETTO Q Ed. Ipsoa - Francis Lefebvre SEZIONE 2 Trattenute contributive a. Determinazione della retribuzione imponibile art. 2115 c.c.; art. 47 RDL 1827/35; art. 12 L. 153/69

Dettagli

ALIQUOTE CONTRIBUTIVE IN VIGORE. - CONTRIBUTI OPERAI Pag. 2 Precisazioni contributi operai Pag. 3

ALIQUOTE CONTRIBUTIVE IN VIGORE. - CONTRIBUTI OPERAI Pag. 2 Precisazioni contributi operai Pag. 3 CASSA EDILE BRESCIA VIA DEI MILLE 18 25122 BRESCIA TEL. 030 289061 FAX 030 3756321 / 030 5030823 www.cassaedilebrescia.it ALIQUOTE CONTRIBUTIVE IN VIGORE - CONTRIBUTI OPERAI Pag. 2 Precisazioni contributi

Dettagli

Simulazione di seconda prova scritta

Simulazione di seconda prova scritta Simulazione di seconda prova scritta Economia aziendale di Luisa Menabeni Controllo di gestione, break-even analysis, competitività dell impresa e risorsa lavoro, elementi del costo del lavoro, rilevazioni

Dettagli

Filctem Michelin: Formazione Sindacale. La Busta Paga. di Guarino Antonino nino.guarino@alice.it

Filctem Michelin: Formazione Sindacale. La Busta Paga. di Guarino Antonino nino.guarino@alice.it 1 La Busta Paga di Guarino Antonino nino.guarino@alice.it Indice: Che Legge La Regola? Quali Informazioni Contiene? 2 Cos è La Busta Paga? Le Voci Economiche Elementi Fissi e Variabili A Cosa Serve? Contributi

Dettagli

Circolare n. 7. Del 21 maggio 2014. Bonus 80,00 Euro in busta paga INDICE

Circolare n. 7. Del 21 maggio 2014. Bonus 80,00 Euro in busta paga INDICE Circolare n. 7 Del 21 maggio 2014 Bonus 80,00 Euro in busta paga INDICE 1 Premessa...3 2 Soggetti beneficiari...3 2.1 Possesso di redditi di lavoro dipendente o di alcuni redditi assimilati...3 2.1.1 Beneficiari

Dettagli

Il Trattamento di Fine Rapporto

Il Trattamento di Fine Rapporto Il Trattamento di Fine Rapporto Principi generali La Tassazione 1 Nozione di T.f.r. Riferimenti normativi Soggetti beneficiari Base imponibile Retribuzione Utile Periodi Utili Accantonamento Rivalutazione

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Confronto degli oneri contributivi. e fiscali e delle prestazioni sociali. in Austria ed Italia

Confronto degli oneri contributivi. e fiscali e delle prestazioni sociali. in Austria ed Italia Confronto degli oneri contributivi e fiscali e delle prestazioni sociali in Austria ed Italia di K. Schönach, G. Innerhofer, G. Auer SINTESI (a cura di Klaus Schönach e Andrea Zeppa) Bolzano / Innsbruck,

Dettagli

COS E LA BUSTA PAGA? è il prospetto che indica la retribuzione che il lavoratore percepisce per un determinato periodo di lavoro

COS E LA BUSTA PAGA? è il prospetto che indica la retribuzione che il lavoratore percepisce per un determinato periodo di lavoro La Busta Paga Meridiana Fly Dopo i cambiamenti degli ultimi anni, riteniamo opportuno riepilogare le voci della nostra retribuzione ed abbiamo deciso di creare questo documento per dare uno strumento utile

Dettagli

VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE

VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE a1 a2 a3 a4 a5 a6 a7 A Retribuzione: Paga base Indennità contingenza Scatti anzianità Sperminimo individuale Lavoro straordinario Altri elementi imponibili ai fini

Dettagli

SOMMARIO. Capitolo 1 IL QUADRO DI RIFERIMENTO

SOMMARIO. Capitolo 1 IL QUADRO DI RIFERIMENTO SOMMARIO Capitolo 1 IL QUADRO DI RIFERIMENTO 1. Premessa... 3 2. La riforma del mercato del lavoro... 5 3. Qualificazione dei redditi di lavoro dipendente ed equiparati... 10 4. Quantificazione dei redditi

Dettagli

Testata cedolino -Anagrafica azienda -Anagrafica dipendente -Qualifica e livello. Corpo cedolino(parte1) -Assenza, Malattia -Assegni nucleo familiare

Testata cedolino -Anagrafica azienda -Anagrafica dipendente -Qualifica e livello. Corpo cedolino(parte1) -Assenza, Malattia -Assegni nucleo familiare Testata cedolino -Anagrafica azienda -Anagrafica dipendente -Qualifica e livello Corpo cedolino(parte1) -Assenza, Malattia -Assegni nucleo familiare -TFR Corpo cedolino(parte2) -Area previdenziale -Ferie

Dettagli

Busta paga ai raggi X

Busta paga ai raggi X Giovanni Battafarano e Cesare Damiano Busta paga ai raggi X L intervento fiscale del Governo sul lavoro All annuncio del Governo Renzi che si sarebbe proceduto ad un intervento fiscale a favore dei lavoratori

Dettagli

IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI

IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI A cura di Alessandra Gerbaldi 1 LA BUSTA PAGA NEL CASO DI LAVORO STRAORDINARIO Di seguito si ipotizza il caso di un lavoratore, dipendente di azienda che applica

Dettagli

Il trattamento di fine rapporto o indennità di liquidazione (Articolo 2120, Codice Civile; art. 1, legge 297/82)

Il trattamento di fine rapporto o indennità di liquidazione (Articolo 2120, Codice Civile; art. 1, legge 297/82) R.S.U. Siae Microelettronica Il trattamento di fine rapporto o indennità di liquidazione (Articolo 2120, Codice Civile; art. 1, legge 297/82) La materia in questione é regolata da leggi e dal contratto

Dettagli

Centro Studi Castelli. VideoLavoro. 25 marzo 2010

Centro Studi Castelli. VideoLavoro. 25 marzo 2010 Centro Studi Castelli VideoLavoro 25 marzo 2010 1 NOVITÀ DEL PERIODO 20.02.2010-19.03.2010 A cura di Laurenzia Binda NOVITÀ DEL PERIODO INTEGRAZIONE CONTRIBUTIVA AI LAVORATORI EMERSI D.M. Economia 12.11.2009

Dettagli

Compensazione bonus 80,00 euro erogati in busta paga

Compensazione bonus 80,00 euro erogati in busta paga Circolare n. 12 del 17 luglio 2014 Compensazione bonus 80,00 euro erogati in busta paga INDICE 1 Premessa... 2 2 Disciplina prevista dal testo originario del DL 66/2014... 2 2.1 Utilizzo delle ritenute

Dettagli

Qui di seguito in estrema sintesi i punti salienti dell intervento che verranno. L argomento assegnato, funzionale al prossimo rinnovo contrattuale, è

Qui di seguito in estrema sintesi i punti salienti dell intervento che verranno. L argomento assegnato, funzionale al prossimo rinnovo contrattuale, è BREVE SINTESI DELL INTERVENTO PROGRAMMATO PER IL CONVEGNO DEL 16.03.13 Qui di seguito in estrema sintesi i punti salienti dell intervento che verranno in quella sede espressi in modo organico. L argomento

Dettagli

SOMMARIO BUSTA PAGA IN PRATICA

SOMMARIO BUSTA PAGA IN PRATICA SOMMARIO 1. Rapporto di lavoro subordinato pag. 1 Definizione» 1 Elementi del lavoro subordinato» 2 Periodo di prova» 2 Cessazione del rapporto di lavoro» 3 Dimissioni» 3 Licenziamento» 4 Risoluzione consensuale»

Dettagli

Gestione del Personale

Gestione del Personale Gestione funzionale e completa del Personale sia dal punto di vista giuridico che da quello finanziario. La procedura consente di elaborare, per ciascun mese, due mensilità ordinarie e 98 mensilità straordinarie

Dettagli

SOMMARIO. Capitolo 1 - Le fonti del diritto del lavoro. Capitolo 2 - I contratti di lavoro subordinato

SOMMARIO. Capitolo 1 - Le fonti del diritto del lavoro. Capitolo 2 - I contratti di lavoro subordinato Sommario SOMMARIO Premessa... V Capitolo 1 - Le fonti del diritto del lavoro 1.1. La specialità del diritto del lavoro... 1 1.2. Le origini del diritto del lavoro... 3 1.3. Il diritto internazionale...

Dettagli

CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO

CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE SERVIZIO GESTIONE E SVILUPPO DELLE R.U. ESTERNALIZZAZIONE DELLE PRESTAZIONI RELATIVE ALL ELABORAZIONE DELLE PAGHE E DEI CONSEGUENTI

Dettagli

5. ANALISI DEI COSTI DETERMINAZIONE DEL COSTO

5. ANALISI DEI COSTI DETERMINAZIONE DEL COSTO DETERMINAZIONE DEL COSTO DETERMINAZIONE DEL COSTO 5. ANALI DEI COSTI DETERMINAZIONE DEL COSTO TIPOLOGIE DI CONTRATTI Al fine di procedere con una comparazione quanto più omogenea, si raffrontano i vari

Dettagli

TRACCIA A ESERCIZIO 1

TRACCIA A ESERCIZIO 1 TRACCIA A ESERCIZIO 1 Nel corso del 2009 la ditta individuale Verdi ha effettuato, tra le altre, le operazioni di gestione di seguito riportate. Presentare le scritture a libro giornale (gestione e assestamenti;

Dettagli

Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo

Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo Redditi di lavoro dipendente Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo è il contratto mediante il quale l impresa fornitrice pone uno o più lavoratori,

Dettagli

Le rilevazioni contabili

Le rilevazioni contabili Le rilevazioni contabili Una rilevazione contabile consiste nella raccolta e nella elaborazione dei dati relativi alla gestione, al fine di rappresentarli e interpretarli. Le rilevazioni contabili si concretano

Dettagli

ELEMENTI FISSI: ELEMENTI VARIABILI:

ELEMENTI FISSI: ELEMENTI VARIABILI: LA BUSTA PAGA E' il prospetto che indica la retribuzione che il lavoratore percepisce per un determinato periodo di lavoro. Il datore di Lavoro ha l'obbligo di consegnare (Legge n. 4 del 1953) prospetto

Dettagli

MODULO B La contabilità generale: costituzione, acquisti e vendite

MODULO B La contabilità generale: costituzione, acquisti e vendite MODULO B La contabilità generale: costituzione, acquisti e vendite LEZIONE 7 La costituzione delle imprese individuali pag. 30 Comunicazione unica d impresa LEZ. 7 pag. 30 Questo testo sostituisce la parte

Dettagli

INDICE. Prefazione... pag. 9 CAPITOLO PRIMO ASPETTI STORICI E DEFINIZIONE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO

INDICE. Prefazione... pag. 9 CAPITOLO PRIMO ASPETTI STORICI E DEFINIZIONE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO INDICE Prefazione... pag. 9 CAPITOLO PRIMO ASPETTI STORICI E DEFINIZIONE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO 1.1 Indennità di licenziamento, indennità di anzianità e trattamento di fine rapporto... pag. 11 1.1.1

Dettagli

COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO. ProfessionistiScuola.it

COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO. ProfessionistiScuola.it COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO Numero Partita = è il numero identificativo di Partita di Spesa Fissa del dipendente. È importante indicare tale numero identificativo ogni volta che si debba

Dettagli

Addetto alle Paghe e contributi

Addetto alle Paghe e contributi Addetto alle Paghe e contributi (livello base) Presentazione e obiettivi In un contesto economico sempre più dinamico e competitivo le aziende hanno sempre più bisogno di flessibilità e di una gestione

Dettagli

LE TREDICESIME DEL 2012

LE TREDICESIME DEL 2012 LE TREDICESIME DEL 2012 * * * Le famiglie confidano ormai nella tredicesima mensilità per pagare il mutuo, saldare spese straordinarie, o anche semplicemente per pagare l assicurazione dell auto e le bollette.

Dettagli

QUANTO MI COSTA LA COLF

QUANTO MI COSTA LA COLF Quanto mi costa la colf? NEWS QUANTO MI COSTA LA COLF Chi decide di assumere una colf (o una badante) deve sostenere una serie di costi, che vanno dal corrispettivo della prestazione (con eventuali indennità

Dettagli

ALLEGATOA1 alla Dgr n. 780 del 21 maggio 2013 pag. 1/12

ALLEGATOA1 alla Dgr n. 780 del 21 maggio 2013 pag. 1/12 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA1 alla Dgr n. 780 del 21 maggio 2013 pag. 1/12 Piano dei conti ATTIVITA' CREDITI PER QUOTE ASSOCIATIVE DA INCASSARE Crediti per quote associative da incassare Crediti

Dettagli

COSTO DEL LAVORO E RETRIBUZIONI STRUTTURE ED ANALISI

COSTO DEL LAVORO E RETRIBUZIONI STRUTTURE ED ANALISI COSTO DEL LAVORO E RETRIBUZIONI STRUTTURE ED ANALISI MASTER DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE ISTITUTO DI DIRITTO DEL LAVORO UNIVERSITA LA SAPIENZA DI ROMA Dott. LUIGI DI VEZZA 6 Febbraio 2009

Dettagli

Incarichi professionali, collaborazioni, lavoro subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi spese

Incarichi professionali, collaborazioni, lavoro subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi spese Incarichi professionali, collaborazioni, subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi Tipologia del Lavoro autonomo abituale Esercizio di arti e professioni 1 (art. 5, DPR 633/72) Reddito

Dettagli

SEMPLIFICATO. Anno 2010. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003

SEMPLIFICATO. Anno 2010. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 SEMPLIFICATO 0 Anno 00 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. del D.Lgs. n. 9 del 00 Il D.Lgs. 0 giugno 00, n. 9, Codice in materia di protezione dei dati personali, prevede

Dettagli

CIRCOLARE N 13 DEL 23 SET. 2013

CIRCOLARE N 13 DEL 23 SET. 2013 AREA RISORSE E SISTEMI Settore Personale e Sviluppo Organizzativo Unità Organizzativa Sitpendi e altri Compensi Unità Organizzativa Personale Tecnico ed Amministrativo e Dirigenti A tutto il Personale

Dettagli

newsletter DICEMBRE 2014

newsletter DICEMBRE 2014 newsletter DICEMBRE 2014 4. Scadenziario gennaio 2015 4. SCADENZIARIO GENNAIO 2015 Scadenze contrattuali Autotrasporto merci e logistica: Trasferta Il CCNL 1 agosto 2013 per i dipendenti da imprese di

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 5 del 12 gennaio 2010 Legge Finanziaria 2010

Dettagli

LE RITENUTE FISCALI ALLA FONTE

LE RITENUTE FISCALI ALLA FONTE j l k l d o ^ c f b Tributi RENZO PRAVISANO LE RITENUTE FISCALI ALLA FONTE ADEMPIMENTI E FORMALITÀ Tipologie di ritenute fiscali Adempimenti a carico del sostituto d imposta Profili civilistici e fiscali

Dettagli

MODULO A Gli strumenti operativi

MODULO A Gli strumenti operativi MODULO A Gli strumenti operativi U.D. 2 Interesse, sconto e trasferimento di capitali nel tempo Paragrafo 14.1 Aspetti computistici dei c/c di corrispondenza pag. 46 U.D. 2 pag. 48 Si segnala qui di seguito

Dettagli

Sistema di gestione del personale: servizi per gli Enti del comparto Regioni e Autonomie Locali

Sistema di gestione del personale: servizi per gli Enti del comparto Regioni e Autonomie Locali Sistema di gestione del personale: servizi per gli Enti del comparto Regioni e Autonomie Locali Gennaio 2014 INDICE 1. Premessa... 3 2. Anagrafiche... 4 2.1. Dati Ente... 4 2.2. Dati anagrafici degli Amministrati...

Dettagli

.1.1.1 RITENUTE E CONTRIBUTI SULLE COMPETENZE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA

.1.1.1 RITENUTE E CONTRIBUTI SULLE COMPETENZE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA .1.1.1 RITENUTE E CONTRIBUTI SULLE COMPETENZE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA.1.1.2 Aspetti Previdenziali Sulle competenze lorde del personale dipendente gravano ritenute previdenziali di varia natura e misura,

Dettagli

NEWSLETTER LAVORO 02 2015

NEWSLETTER LAVORO 02 2015 AVVOCATI COMMERCIALISTI CONSULENTI del LAVORO NEWSLETTER LAVORO 02 2015 Normativa lavoro 1. Jobs Act: approvazione decreto contratto tutele crescenti e novità in via di approvazione 2. Stabilizzazione

Dettagli

Trattamento Economico del personale tecnico amministrativo e calcolo dello stipendio mensile

Trattamento Economico del personale tecnico amministrativo e calcolo dello stipendio mensile Strumento utile alla lettura del Cedolino Stipendi Trattamento Economico Fonti normative Le fonti normative che regolano il trattamento economico del personale in servizio presso le Università si differenziano

Dettagli

Scadenze del mese di luglio

Scadenze del mese di luglio Scadenze del mese di luglio lun mar mer gio ven sab dom 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 giovedì, 10 luglio Fondo A. Pastore (ex PREVIR) - Versamento

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 04/2010. Legge Finanziaria 2010 (L. 23.12.2009 n. 191) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza.

NOTA INFORMATIVA N. 04/2010. Legge Finanziaria 2010 (L. 23.12.2009 n. 191) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza. Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale all Università di Verona CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI COLLABORATORI: ELISABETTA UBINI RITA MAGGI

Dettagli

Il modello 770. Mauro Porcelli- Airu-Università Cattolica del Sacro Cuore

Il modello 770. Mauro Porcelli- Airu-Università Cattolica del Sacro Cuore Il modello 770 1 Il datore di lavoro sostituto d'imposta dei propri dipendenti: il mod. 770 Il sostituto d'imposta, alle scadenze previste dalla legge, deve presentare la dichiarazione relativa ai redditi

Dettagli

Le operazioni accessorie

Le operazioni accessorie Albez edutainment production Le operazioni accessorie III Classe ITC 1 I servizi di riscossione Sono servizi svolti dalla banca per conto dell impresa e riguardano principalmente le disposizioni elettroniche

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Informativa - ONB Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza INDICE 1 Premessa... 2 2 Sintesi delle principali novità in materia di lavoro e previdenza...

Dettagli

Manovra Finanziaria 2010:

Manovra Finanziaria 2010: Manovra Finanziaria 2010: Confermati i tagli agli enti locali. Blocco degli stipendi per gli statali. Dal 2015 si alza l età per la pensione. Pensioni Dal 2015 i requisiti di età e la somma tra età e contributi

Dettagli

LA RETRIBUZIONE: CALCOLO E DESTINAZIONE DEL TFR Cap. IV-4B

LA RETRIBUZIONE: CALCOLO E DESTINAZIONE DEL TFR Cap. IV-4B International Association of Lions and Leo Clubs Distretto 108-Ia1 IL LAVORO E L IMPRESA LA RETRIBUZIONE: CALCOLO E DESTINAZIONE DEL TFR Cap. IV-4B illustrazione di Gianni Chiostri Comitato Assise Italo

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

FORMAZIONE PER DIPENDENTI

FORMAZIONE PER DIPENDENTI APRILE - GIUGNO 2014 FORMAZIONE PER DIPENDENTI Soluzioni formative specifiche per collaboratori e dipendenti di studio finanziabili da FondoProfessioni 2 Formazione blended-learning 4 giornate intere +

Dettagli

2 DISCIPLINA PREVISTA DAL TESTO ORIGINARIO DEL DL 66/2014

2 DISCIPLINA PREVISTA DAL TESTO ORIGINARIO DEL DL 66/2014 Dott. Mauro ROVIDA Dott. Luca Andrea CIDDA Dott. Francesca RAPETTI Dott. Pietro GRONDONA Dott. Luca GIACOMETTI Dott. Paolo STAGNO Dott. Barbara MARINI Dott. Micaela MARINI Dott. Paolo PICCARDO Telef.:

Dettagli

Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione.

Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione. Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione. INCENTIVO DESTINATARI Giovani (l.99/2013) L incentivo è pari: -ad 1/3 della retribuzione

Dettagli

Ragioneria Generale ed Applicata

Ragioneria Generale ed Applicata Ragioneria Generale ed Applicata Corso 00-49 LEZIONE n. 15 Prof.ssa Anna Paris anna.paris@unisi.it Università degli Studi di Siena School of Economics and Management Dip. di Studi Aziendali e Giuridici

Dettagli

SOMMARIO. Nota sull Autore... Introduzione...

SOMMARIO. Nota sull Autore... Introduzione... SOMMARIO Nota sull Autore... Introduzione... XIII XV Capitolo 1 Il rapporto di lavoro domestico 1.1 Fonti normative... 3 1.2 Nozione e caratteristiche... 5 1.3 Ambito della prestazione lavorativa... 7

Dettagli

Premessa. Direzione centrale Entrate. Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e

Premessa. Direzione centrale Entrate. Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e Direzione centrale Entrate Roma, 19 Febbraio 2009 Circolare n. 21 Allegati 1 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali

Dettagli

GESTIONE INFORTUNIO 1. CALCOLO DALLA DENUNCIA INFORTUNIO

GESTIONE INFORTUNIO 1. CALCOLO DALLA DENUNCIA INFORTUNIO M:\Manuali\VARIE\MANUALI_RICHIESTI\Manuale_Gestione Infortunio.doc GESTIONE INFORTUNIO Per eseguire in automatico il calcolo dell anticipo dell indennità di inabilità temporanea assoluta a carico dell

Dettagli

Fringe benefit aziendali. Aspetti fiscali per il percettore e l azienda

Fringe benefit aziendali. Aspetti fiscali per il percettore e l azienda Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 173 16.06.2015 Fringe benefit aziendali Aspetti fiscali per il percettore e l azienda Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette I fringe

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n.163, concernente Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle

Dettagli

Conoscere la busta paga Solo alcune informazioni utili

Conoscere la busta paga Solo alcune informazioni utili Conoscere la busta paga Solo alcune informazioni utili La busta paga La busta paga è il prospetto che indica la somma che il lavoratore percepisce come compenso per un determinato periodo di lavoro. Essa

Dettagli

SLIDE DICEMBRE 2014 IL CEDOLINO PAGA. Luisella Fontanella Dottore Commercialista Esperta in Diritto del Lavoro

SLIDE DICEMBRE 2014 IL CEDOLINO PAGA. Luisella Fontanella Dottore Commercialista Esperta in Diritto del Lavoro 1 IL CEDOLINO PAGA Luisella Fontanella Dottore Commercialista Esperta in Diritto del Lavoro 2 IL CEDOLINO PAGA È un prospetto che indica tutti gli elementi che compongono la retribuzione e le singole trattenute

Dettagli

CUD 2005 ISTRUZIONI PER IL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D IMPOSTA COMPILAZIONE DATI PREVIDENZIALI E ASSISTENZIALI

CUD 2005 ISTRUZIONI PER IL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D IMPOSTA COMPILAZIONE DATI PREVIDENZIALI E ASSISTENZIALI ALLEGATO 3 CUD 2005 AGENZIA DELLE ENTRATE ISTRUZIONI PER IL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D IMPOSTA COMPILAZIONE DATI PREVIDENZIALI E ASSISTENZIALI Generalità Dati generali La

Dettagli