tra per quanto attiene alla gestione del rapporto di lavoro del personale tecnico e amministrativo del Comune di Desio.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "tra per quanto attiene alla gestione del rapporto di lavoro del personale tecnico e amministrativo del Comune di Desio."

Transcript

1 Protocollo di intesa per l utilizzo di personale di altro ente, ai sensi dell art.14 del CCNL 22 gennaio 2004 comparto Regioni/Autonomie locali per l espletamento delle attività di pianificazione urbanistica per la redazione degli atti di Piano di Governo del Territorio (P.G.T.). Il presente atto è stipulato ai sensi dell articolo 14, comma 1, del CCNL del comparto Regioni Autonomie locali del 22/01/2004, ai fini dell impiego, per un periodo di tempo a tempo determinato, di personale del Comune di Desio appartenente all Area Gestione del Territorio. Esso consegue all intendimento manifestato dall Amministrazione Comunale di Seveso ed all assenso espresso dall Amministrazione Comunale di Desio, con deliberazioni delle rispettive Giunte Comunali. Il presente atto convenzionale, pertanto, regola i rapporti tra Il Comune di Desio, con sede a Desio (MB) in Via, C.F., in nome, per conto e nell interesse del quale sottoscrive il presente atto, il, in qualità di, domiciliato per la sua carica presso la sede, e Il Comune di Seveso, con sede a Seveso (MB) in Viale Vittorio Veneto 3/5, C.F , in nome, per conto e nell interesse del quale sottoscrive il presente atto, il, in qualità di, domiciliato per la sua carica presso la sede, per quanto attiene alla gestione del rapporto di lavoro del personale tecnico e amministrativo del Comune di Desio. Premesso che: 1

2 - le Amministrazioni Comunali di Seveso e di Desio afferiscono al medesimo territorio della Brianza Centrale, condividendo criticità e risorse dello stesso territorio; - condividono altresì una visione urbanistica volta alla valorizzazione del proprio territorio attraverso la tutela e la valorizzazione dello stesso, il contenimento del consumo di suolo e l incentivazione alla riqualificazione del patrimonio edilizio esistente; - il Comune di Desio, attraverso l utilizzo di risorse interne e del Politecnico di Milano, in questi ultimi due anni ha prodotto, a livello di pianificazione urbanistica, lavori estremamente significativi che hanno portato ad ampi riconoscimenti a livello locale e regionale, sia per la qualità degli stessi sia per il contenuto fortemente innovativo; - il ricorso alle professionalità interne del Comune di Desio e l utilizzo delle risorse del Politecnico di Milano ha comportato in termini economici un significativo contenimento della spesa rispetto al ricorso al libero mercato; - il Comune di Seveso si trova nella situazione di dover adempiere a quanto prescritto dalla Legge Regionale n.12/2005 in merito alla redazione degli atti costituenti il Piano di Governo del Territorio, in tempi brevi, al fine di limitare al massimo le penalizzazioni previste per i Comuni inadempienti; - per il Comune di Seveso risulta opportuno, stante la mancanza di personale con specifiche competenze professionali nel campo della pianificazione urbanistica generale, avvalersi ai sensi dell articolo 14, comma 1, del CCNL del comparto Regioni/Autonomie locali del 22/01/2004 e dell articolo 90 comma 1 e 6 del D.Lgs. 12 aprile 2006, n.163 e s.m.i., i personale di altro Ente ai quali riferirsi per la redazione degli atti di PGT; - ai sensi di quanto prescritto dal comma 6 dell articolo 90 del D.Lgs. n. 163/2006, le Pubbliche Amministrazioni, prima di affidare incarichi di progettazione a soggetti esterni di cui alle lettere d) e seguenti del citato comma 6 dell articolo 90 devono verificare la possibilità di fare riferimento agli organismi di altre pubbliche amministrazioni; - il Comune di Desio, in un processo di valorizzazione del proprio personale e condivisione delle tematiche urbanistiche già affrontate, ha dato la sua disponibilità 2

3 a condividere parte delle sue risorse di personale secondo quanto previsto nel prosieguo; - ritenuto ciò utile e vantaggioso per il Comune di Seveso, sia dal punto di vista tecnico sia da quello economico, avvalersi delle risorse più avanti definite, integrate dall apporto di personale interno e di risorse del Politecnico di Milano secondo quanto previsto in specifica convenzione; - la finalità del presente Protocollo d intesa è la redazione degli atti costituenti il Piano di Governo del Territorio (P.G.T.) del Comune di Seveso, salvo nel corso del lavoro e alla fine dello stesso, valutare altre e differenti forme di collaborazione specificatamente disciplinati; Con la sottoscrizione del presente atto i Comuni di Seveso e di Desio convengono che: Articolo 1 Oggetto del presente protocollo. Oggetto del presente Protocollo d intesa è la redazione degli atti costituenti il Piano di Governo del Territorio (P.G.T.) del Comune di Seveso, articolato negli atti definiti all art.7 della Lr. 12/2005 (Documento di Piano, Piano delle Regole; Piano dei Servizi), salvo nel corso del lavoro e alla fine dello stesso, valutare altre e differenti forme di collaborazione specificatamente disciplinati; Il gruppo di lavoro di cui al presente protocollo consegnerà al Comune di Seveso, congiuntamente al Politecnico, gli elaborati in formato alfanumerico (Word) e vettoriale (Shape), in piena ottemperanza al Dduo 10 novembre 2006, n recante Approvazione delle linee guida per la realizzazione degli strumenti del Sit integrato per la pianificazione locale ex art.3 della Lr. 12/2005 e s.m.i., e fornendone la stampa in numero 2 originali. La proprietà dei dati di impianto, delle banche dati derivanti, dei prodotti e risultati tangibili e permanenti è del Comune di Seveso. Articolo 2 Personale del Comune di Desio. 3

4 Il Comune di Desio mette a disposizione del Comune di Seveso il seguente personale per le finalità del presente accordo: a) Dirigente dell Area Gestione del Territorio: Dott. Arch. Luigi Fregoni, iscritto all Ordine degli Architetti della Provincia di Milano al n. 7795, per assumere la qualifica di progettista e coordinatore del gruppo di lavoro per la redazione degli atti di PGT del Comune di Seveso; b) Personale tecnico con qualificata competenza nella misura di n. 1 Funzionario di Cat. D, scelto sulla base delle indicazioni del Dirigente del Comune di Desio; c) Personale amministrativo di supporto logistico all attività nella misura di n. 1 Istruttore di Cat. C, scelto sulla base delle indicazioni del Dirigente del Comune di Desio; Il personale indicato del Comune di Desio opererà in stretta sinergia con il Comune di Seveso e sulla base delle indicazioni e degli indirizzi dell Amministrazione Comunale di Seveso, per un periodo temporale di 6 mesi, secondo il cronoprogramma che il Dirigente del Comune di Desio sottoporrà all Amministrazione Comunale di Seveso. Il Dirigente del Comune di Desio coordinerà il lavoro al fine del buon risultato e della consegna, al Comune di Seveso, nel termine di cui al successivo Articolo 7, degli atti costituenti il P:G.T., per l adozione da parte del competente organo consiliare. Il Dirigente del Comune di Desio rendiconterà mensilmente all Amministrazione Comunale di Seveso in merito al lavoro svolto, all avanzamento dello stesso e alle risorse utilizzate. Articolo 3 Sede operativa e strutture. Il Comune di Desio mette a disposizione gli spazi e le attrezzature necessarie per lo svolgimento del lavoro. Il Comune di Seveso riconosce al Comune di Desio una somma quantificata nel successivo Articolo 6, quale rimborso per l utilizzo del personale in convenzione ai sensi dell art.14 del CCNL comparto Regioni/Autonomie Locali 22 gennaio 2004 e per le spese di funzionamento operativo dell Ufficio. Il personale del Comune di Desio, e in particolar modo il Dirigente, si recherà presso il Comune di Seveso per tutte le operazioni necessarie: sopralluoghi, riunioni operative, incontri con l Amministrazione Comunale e parteciperà a tutte le iniziative che il Comune 4

5 di Seveso metterà in atto per la partecipazione e la pubblicizzazione dello strumento urbanistico. Articolo 4 Personale del Comune di Seveso. Il Comune di Seveso metterà a disposizione il proprio personale del Settore Urbanistica ed Edilizia Privata per le riunioni di coordinamento, per il reperimento delle necessarie informazioni e per il confronto tecnico specifico. Il Comune di Seveso, attraverso specifica procedura, si impegna ad individuare una figura professionale che svolga il ruolo di coordinamento operativo della redazione dei documenti di PGT, avente specifiche competenze in materia di urbanistica, di elaborazione cartografica e del territorio brianteo, per un periodo temporale di 6 (sei) mesi dalla sottoscrizione del relativo contratto, aventi le seguenti caratteristiche professionali : laurea in architettura magistrale o pianificazione territoriale; adeguato curriculum formativo nella disciplina urbanistica; buona capacità nell utilizzo di CAD e GIS ; con il seguente obiettivo di lavoro : Il soggetto dovrà produrre, in relativa autonomia, gli elaborati grafici del Piano di Governo del Territorio di Seveso, sotto la direzione e il coordinamento dei progettisti incaricati. Dovrà quindi conoscere adeguatamente la normativa regionale (LR 12/2005) ed essere in grado di sviluppare gli elaborati grafici necessari, coaudiuvandosi attraverso rilievi e sopraluoghi. Dovrà essere in grado di analizzare ed elaborare dati territoriali e dovrà produrre gli elaborati finali anche nei formati standard di Regione Lombardia. E richiesto un impegno continuativo e coordinato con il team di progetto per arrivare alla completezza del lavoro entro 6 mesi dall inizio del lavoro. Inoltre metterà a disposizione personale con competenze specifiche nell elaborazione cartografica con software GIS/CAD. Detto personale opererà presso l ufficio costituito nel Comune di Desio, sotto le direttive del Dirigente incaricato. Articolo 5 Convenzione con il Politecnico di Milano. 5

6 Il Comune di Seveso si impegna a stipulare idonea convenzione con il Politecnico di Milano, in analogia con quanto già fatto dal Comune di Desio, per il supporto specifico e la redazione specifica di parte degli atti costituenti il PGT consistenti in: - Elaborazione di strategie di pianificazione coordinate con il territorio brianteo attraverso la definizione di linee guida del progetto urbanistico; - Supporto alla Redazione del Quadro Ricognitorio e Strategico del Documento di Piano e attività connesse; - Supporto alla redazione degli atti di PGT in coordinamento con il gruppo di lavoro interessato dal progetto urbanistico come meglio specificato all articolo 2; Il Personale del Politecnico si coordinerà con il Dirigente del Comune di Desio per lo svolgimento coordinato delle attività di pianificazione. Articolo 6 Oneri economici. Il Comune di Seveso trasferirà al Comune di Desio la somma di ,00 (euro dodicimilacinquecento) quale rimborso per l utilizzo del personale in convenzione ai sensi dell art.14 del CCNL comparto Regioni/Autonomie Locali 22 gennaio 2004 e per le spese di funzionamento operativo dell Ufficio e di riproduzione, così distinte : ,00 (euro settemilacinquecento) per quota dell indennità al Dirigente dell Area Gestione del Territorio; ,00 (euro cinquemila )per spese del personale tecnico e amministrativo di cui all Articolo 2 e di funzionamento operativo dell ufficio. Articolo 7 Cronoprogramma. Le attività di cui al presente Protocollo di intesa dovranno svolgersi entro 6 mesi dalla sottoscrizione del presente atto e dell avvio della Convenzione del Politecnico. Il Dirigente del Comune di Desio, al fine di coordinare l attività tecnico amministrativa, sottoporrà all Amministrazione Comunale di Seveso, prima dell inizio dei lavori, specifico cronoprogramma di dettaglio comprendente l attività del personale delle due Amministrazione e del Politecnico di Milano. PER IL COMUNE DI DESIO PER IL COMUNE DI SEVESO 6

APPALTO DI SERVIZIO PER LA REDAZIONE DI ATTI A SUPPORTO DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA TRA

APPALTO DI SERVIZIO PER LA REDAZIONE DI ATTI A SUPPORTO DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA TRA APPALTO DI SERVIZIO PER LA REDAZIONE DI ATTI A SUPPORTO DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA TRA Il Politecnico di Milano - Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (c.f. 80057930150, P.IVA 04376620151),

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI ALLE SCELTE DI PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI ALLE SCELTE DI PIANIFICAZIONE TERRITORIALE REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI ALLE SCELTE DI PIANIFICAZIONE TERRITORIALE Premessa La partecipazione della cittadinanza alle scelte di pianificazione urbanistica rappresenta un elemento

Dettagli

PREMESSO CHE AFFIDA A

PREMESSO CHE AFFIDA A Allegato 1 DISCIPLINARE DI INCARICO PROFESSIONALE PER LA REDAZIONE DELLO STUDIO DELLE ZONE A RISCHIO IDRAULICO ASSOGGETTATE ALLA NORMATIVA DEL PIANO DI ASSETTO IDROGEOLOGICO (PAI) PREMESSO CHE i Comuni,

Dettagli

ACCORDO TRA I COMUNI DI FORLI E FORLIMPOPOLI PER DISCIPLINARE LA REDAZIONE IN FORMA COORDINATA DEL PIANO DI RISCHIO DELL AEROPORTO LUIGI RIDOLFI * *

ACCORDO TRA I COMUNI DI FORLI E FORLIMPOPOLI PER DISCIPLINARE LA REDAZIONE IN FORMA COORDINATA DEL PIANO DI RISCHIO DELL AEROPORTO LUIGI RIDOLFI * * ACCORDO TRA I COMUNI DI FORLI E FORLIMPOPOLI PER DISCIPLINARE LA REDAZIONE IN FORMA COORDINATA DEL PIANO DI RISCHIO DELL AEROPORTO LUIGI RIDOLFI * * * * * L'anno 2011 oggi 24 del mese di Gennaio, in Forlì,

Dettagli

Comune di Mantova Bozza di

Comune di Mantova Bozza di La presente scrittura privata non autenticata, relativa a prestazione di servizi soggetti ad IVA, è soggetta a registrazione in caso d uso ai sensi dell Art.5 D.P.R. 26/04/1986 n.131 e ss. modifiche. Rep.

Dettagli

CITTA' DI SAN DANIELE DEL FRIULI PROVINCIA DI UDINE

CITTA' DI SAN DANIELE DEL FRIULI PROVINCIA DI UDINE CITTA' DI SAN DANIELE DEL FRIULI PROVINCIA DI UDINE Via Del Colle, 10-33038 San Daniele del Friuli - p.i. 00453800302 Area Tecnica e Tecnico Manutentiva Servizio Pianificazione Territoriale tel. 0432/946530

Dettagli

Det n. 344 /2016 Class. 304 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 344/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI

Det n. 344 /2016 Class. 304 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 344/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI COMUNE DI CESENA DETERMINAZIONE n. 344/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI Proponente: BRANCHETTI ROBERTO OGGETTO: APPROVAZIONE CONVENZIONE E PROGETTO PER TIROCINIO

Dettagli

Dato atto che, non comportando impegno di spesa o diminuzione di entrata, sulla presente proposta non occorre il parere contabile di cui all art.

Dato atto che, non comportando impegno di spesa o diminuzione di entrata, sulla presente proposta non occorre il parere contabile di cui all art. Deliberazione di GC di proposta al CC VARIANTE PARZIALE AL PIANO DEI SERVIZI ED AL PIANO DELLE REGOLE DEL PGT VIGENTE RELATIVA A: INDIVIDUAZIONE DI AREE A PLIS; RICLASSIFICAZIONE DI AREE SISTEMA PRODUTTIVE

Dettagli

Città di Samarate PROVINCIA DI VARESE. AREA URBANISTICA Servizio Pianificazione Territoriale ed Edilizia privata Ufficio Pianificazione Territoriale

Città di Samarate PROVINCIA DI VARESE. AREA URBANISTICA Servizio Pianificazione Territoriale ed Edilizia privata Ufficio Pianificazione Territoriale Città di Samarate PROVINCIA DI VARESE AREA URBANISTICA Servizio Pianificazione Territoriale ed Edilizia privata Ufficio Pianificazione Territoriale AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DEI COMPONENTI DELLA

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA Servizio I Gestione dei rifiuti DipartimentoIV Servizi di tutela ambientali e.tanga@provincia.roma.it Protocollo interno del Servizio I N 66 del 16/12/2005 RIFERIMENTI CONTABILI Esercizio

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA IN AMBITO SANITARIO E TECNICO REGIONE LOMBARDIA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA TRA

PROTOCOLLO D INTESA IN AMBITO SANITARIO E TECNICO REGIONE LOMBARDIA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA TRA Allegato alla Delib.G.R. n. 63/41 del 25.11.2016 PROTOCOLLO D INTESA IN AMBITO SANITARIO E TECNICO TRA REGIONE LOMBARDIA E REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 1 TRA Regione Lombardia, con sede legale a Milano,

Dettagli

Comune di Castano Primo Provincia di Milano Sevizio Urbanistica e Suap

Comune di Castano Primo Provincia di Milano Sevizio Urbanistica e Suap AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DEI COMPONENTI DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO (art. 146, comma 6, D.L.vo n. 42/2004 e artt. 80-81 della L.R. n. 12/2005 e ss.mm.ii.) Visto il Decreto Legislativo 22/01/2004,

Dettagli

Disciplina generale sulla tutela ed uso del territorio

Disciplina generale sulla tutela ed uso del territorio CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BONDENO, MIRABELLO, POGGIO RENATICO, VIGARANO MAINARDA, SANT AGOSTINO E CENTO PER LA COSTITUZIONE DELL UFFICIO DI PIANO EX ART. 15 L.R. 20/2000. Disciplina generale sulla tutela

Dettagli

C O M U N E D I PETTORANO SUL GIZIO Provincia di L'Aquila AREA TECNICA -TECNICO MANUTENTIVA

C O M U N E D I PETTORANO SUL GIZIO Provincia di L'Aquila AREA TECNICA -TECNICO MANUTENTIVA C O M U N E D I PETTORANO SUL GIZIO Provincia di L'Aquila AREA TECNICA -TECNICO MANUTENTIVA REGOLAMENTO PER IL RIPARTO DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE, DIREZIONE LAVORI E COORDINATORE PER LA SICUREZZA

Dettagli

I DISTRETTI URBANI DEL COMMERCIO. Bari - Fiera del Levante 9 novembre 2016

I DISTRETTI URBANI DEL COMMERCIO. Bari - Fiera del Levante 9 novembre 2016 I DISTRETTI URBANI DEL COMMERCIO Bari - Fiera del Levante 9 novembre 2016 I DISTRETTI URBANI DEL COMMERCIO Strumenti comunali di programmazione e incentivazione Legge regionale 16 aprile 2015, n. 24: articoli

Dettagli

REGOLAMENTO IN ATTUAZIONE DI QUANTO PREVISTO DALL ART. 18 DELLA LEGGE N.109/1994 E SUCCESSIVE REGOLAMENTO MERLONI

REGOLAMENTO IN ATTUAZIONE DI QUANTO PREVISTO DALL ART. 18 DELLA LEGGE N.109/1994 E SUCCESSIVE REGOLAMENTO MERLONI REGOLAMENTO IN ATTUAZIONE DI QUANTO PREVISTO DALL ART. 18 DELLA LEGGE N.109/1994 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI. REGOLAMENTO MERLONI 2 MODIFICA A SEGUITO LEGGE REGIONALE N. 14 DEL04.06.2002. 3

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 14 gennaio

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 14 gennaio 5413 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 14 gennaio 2014, n. 7 Seguito D.G.R. n. 1454 del 02/08/2013 avente ad oggetto Seguito D.G.R. n. 1394 del 10/07/2012, avente ad oggetto Direttive e linee di indirizzo

Dettagli

COMUNE DI OGLIANICO Provincia di Torino

COMUNE DI OGLIANICO Provincia di Torino COMUNE DI OGLIANICO Provincia di Torino Via Roma, 1 C.A.P. 10080 Tel.0124/34050 - Fax. 0124/470045 REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO PER PROGETTAZIONI O ATTI DI PIANIFICAZIONE ART. 92 D.LGS. N. 163 DEL 12.04.06

Dettagli

CONSIDERATO che le attività svolte nell ambito del Progetto CPT prevedono l utilizzo dei dati per analisi e a sostegno della policy regionale;

CONSIDERATO che le attività svolte nell ambito del Progetto CPT prevedono l utilizzo dei dati per analisi e a sostegno della policy regionale; REGIONE PIEMONTE BU46 13/11/2014 Codice DB0905 D.D. 25 luglio 2014, n. 215 Approvazione schema di convenzione tra la Regione Piemonte e l'universita' degli Studi di Torino - Dipartimento di Management

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PREMESSO CHE: Norme per il turismo in Lombardia, viene delineato un

PROTOCOLLO DI INTESA PREMESSO CHE: Norme per il turismo in Lombardia, viene delineato un PROTOCOLLO DI INTESA PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DI UN SISTEMA TURISTICO NELL AREA DI MONZA E BRIANZA PREMESSO CHE: 1. con l approvazione della L. R. n 8 del 14 aprile 2004, Norme per il turismo in

Dettagli

DETERMINAZIONE SETTORE. Gestione Territorio /12/2011

DETERMINAZIONE SETTORE. Gestione Territorio /12/2011 DETERMINAZIONE SETTORE Gestione Territorio DIRETTORE MASSERDOTTI arch. MARCO NUMERO X70 NUMERO DI Prot. preced. Registro Protocollo Data dell'atto 2229 12/12/2011 Oggetto : Nomina dei componenti della

Dettagli

DECRETO DIRETTORIALE

DECRETO DIRETTORIALE DECRETO DIRETTORIALE N. 33 DEL 09/02/2017 OGGETTO: Avvio procedura comparativa incarichi di lavoro autonomo per lo sviluppo di programmi di finanziamenti europei in collaborazione con la Regione Veneto

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 59 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 59 del Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 59 del 23-5-2017 25197 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 09 maggio 2017, n. 686 Legge regionale 20 maggio 2014, n. 22 art. 14, comma 2. Approvazione Statuto

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE 14 ottobre 2002, n. 4

REGOLAMENTO REGIONALE 14 ottobre 2002, n. 4 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE DEL VENETO - 18-10-2002 - N. 102 9 REGOLAMENTO REGIONALE 14 ottobre 2002, n. 4 Applicazione dell articolo 18 della legge 19 febbraio 1994, n. 109 e successive modifiche.

Dettagli

COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia AREA TECNICA SERVIZIO LL PP - PROTEZIONE CIVILE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia AREA TECNICA SERVIZIO LL PP - PROTEZIONE CIVILE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia AREA TECNICA SERVIZIO LL PP - PROTEZIONE CIVILE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Determinazione nr. 118 Data adozione: 09/03/2017 OGGETTO: Affidamento dell'incarico professionale

Dettagli

Det n. 597 /2016 Class. 304 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 597/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI

Det n. 597 /2016 Class. 304 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 597/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI COMUNE DI CESENA DETERMINAZIONE n. 597/2016 SETTORE SCUOLA, SPORT E PARTECIPAZIONE SERVIZIO LAVORO, SVILUPPO E GIOVANI Proponente: BRANCHETTI ROBERTO OGGETTO: TIROCINI PROFESSIONALIZZANTI PER L ACCESSO

Dettagli

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) *** COPIA *** N. 211 DEL 13/11/2014 Codice Comune 10922 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: COSTITUZIONE GRUPPO DI LAVORO PER

Dettagli

Il Direttore del Servizio. VISTO lo Statuto dell Agenzia, approvato con Delibera della Giunta Regionale n. 25/37

Il Direttore del Servizio. VISTO lo Statuto dell Agenzia, approvato con Delibera della Giunta Regionale n. 25/37 Oggetto: Indizione di una selezione pubblica per l elaborazione di due graduatorie per il conferimento, con contratto di collaborazione coordinata e continuativa, di incarichi specialistici in materia

Dettagli

Schema di convenzione per l adesione all Ufficio Associato di Statistica tra la Provincia di Rovigo e i Comuni di

Schema di convenzione per l adesione all Ufficio Associato di Statistica tra la Provincia di Rovigo e i Comuni di Repertorio n. Schema di convenzione per l adesione all Ufficio Associato di Statistica tra la Provincia di Rovigo e i Comuni di Nella sede della Provincia di Rovigo, il giorno del mese di dell anno i signori:

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO UNIVERSITA' E RICERCA SCIENTIFICA Prot. n. DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 40 DI DATA 13 Agosto 2010 O G G E T T O: Affidamento di un incarico di consulenza al dott.

Dettagli

REGIONE LIGURIA PROVINCIA DI GENOVA COMUNE DI RECCO

REGIONE LIGURIA PROVINCIA DI GENOVA COMUNE DI RECCO REGIONE LIGURIA PROVINCIA DI GENOVA COMUNE DI RECCO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA PROGETTAZIONE SVOLTA DA SOGGETTI INTERNI ALL AMMINISTRAZIONE COMUNALE E PER LA RIPARTIZIONE DEI RELATIVI INCENTIVI

Dettagli

COMUNE DI BINAGO. Provincia di Como DETERMINAZIONE N. 3 DEL 14/01/2011

COMUNE DI BINAGO. Provincia di Como DETERMINAZIONE N. 3 DEL 14/01/2011 COMUNE DI BINAGO Provincia di Como COPIA DETERMINAZIONE N. 3 DEL 14/01/2011 OGGETTO: AFFIDAMENTO AL POLITECNICO DI MILANO - DIPARTIMENTO DI PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURA - DELL'INCARICO DI RICERCA DI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEI COMPENSI INCENTIVANTI DI CUI ALL ART. 18 COMMA 1 DELLA LEGGE 109/94 E s.m.i. DEFINITO IN CONTRATTAZIONE

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEI COMPENSI INCENTIVANTI DI CUI ALL ART. 18 COMMA 1 DELLA LEGGE 109/94 E s.m.i. DEFINITO IN CONTRATTAZIONE REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEI COMPENSI INCENTIVANTI DI CUI ALL ART. 18 COMMA 1 DELLA LEGGE 109/94 E s.m.i. DEFINITO IN CONTRATTAZIONE DECENTRATA AI SENSI DELL ART. 15 DEL C.C.N.L. 1/4/1999 ART.1

Dettagli

per l organizzazione dell INTERNET FESTIVAL

per l organizzazione dell INTERNET FESTIVAL ACCORDO ATTUATIVO TRA Regione Toscana Comune di Pisa Provincia di Pisa Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Pisa Istituto di Informatica e Telematica del Consiglio Nazionale delle

Dettagli

Azienda per l Assistenza Sanitaria n. 5 Friuli Occidentale

Azienda per l Assistenza Sanitaria n. 5 Friuli Occidentale Azienda per l Assistenza Sanitaria n. 5 Friuli Occidentale DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE N. 654 DEL 14/12/2015 OGGETTO Nomina del Coordinatore Sociosanitario. Dott. Paolo Bordon nominato con D.G.R. 2544

Dettagli

II SETTORE U.T.C. IL RESPONSABILE DEL II SETTORE

II SETTORE U.T.C. IL RESPONSABILE DEL II SETTORE II SETTORE U.T.C. DETERMINAZIONE Numero Data OGGETTO CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE DI 185 07/06/2016 PIAZZA S. PERTINI AI SENSI DEL COMBINATO DISPOSTO DEGLI ARTT. 55 E 108 DELL EX D. LGS. 163/06

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART. 81, COMMA 1 DELLA LEGGE REGIONALE 11 MARZO 2005,

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART. 81, COMMA 1 DELLA LEGGE REGIONALE 11 MARZO 2005, REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART. 81, COMMA 1 DELLA LEGGE REGIONALE 11 MARZO 2005, N. 12 Approvato con deliberazione consiliare n. 55 del

Dettagli

lo Statuto speciale per la Sardegna, approvato con legge costituzionale n. 3 del 26 febbraio 1948 relative norme di attuazione;

lo Statuto speciale per la Sardegna, approvato con legge costituzionale n. 3 del 26 febbraio 1948 relative norme di attuazione; Servizio delle Infrastrutture di trasporto e della Logistica DETERMINAZIONE PROT. N. 1139 REP. N. 33 Oggetto: Procedura ristretta per l affidamento del servizio di realizzazione del piano integrato di

Dettagli

PROVINCIA DI TRIESTE AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O CENTRO PER L IMPIEGO. Oggetto: dott. Contratto di collaborazione

PROVINCIA DI TRIESTE AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O CENTRO PER L IMPIEGO. Oggetto: dott. Contratto di collaborazione PROVINCIA DI TRIESTE AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O CENTRO PER L IMPIEGO Oggetto: dott. Contratto di collaborazione coordinata e continuativa ex artt. 7, comma 6, D.Lgs.165/2001 e 110, comma 6, D.Lgs. 267/2000

Dettagli

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 7 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE. DECRETO n del 25 marzo 2008

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 7 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE. DECRETO n del 25 marzo 2008 2044 18-4-2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16 REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 7 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE DECRETO n. 3019 del 25 marzo 2008 Modifica del decreto dirigenziale

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA. tra REGIONE TOSCANA PROVINCIA DI LIVORNO COMUNE DI LIVORNO COMUNE DI COLLESALVETTI COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO

PROTOCOLLO DI INTESA. tra REGIONE TOSCANA PROVINCIA DI LIVORNO COMUNE DI LIVORNO COMUNE DI COLLESALVETTI COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO Allegato A) PROTOCOLLO DI INTESA tra REGIONE TOSCANA PROVINCIA DI LIVORNO COMUNE DI LIVORNO COMUNE DI COLLESALVETTI COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI COMUNE DI CECINA per il rilancio

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA TRA

PROTOCOLLO D'INTESA TRA PROTOCOLLO D'INTESA TRA Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con sede legale a Roma, via Ulpiano, 11-00184 Roma, qui di seguito denominato "Dipartimento", nella

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DIRIGENZIALI EX ART. 15 SEPTIES DEL D. LGS. 502/92 E S.M.I. (Reg. n. 11/2008)

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DIRIGENZIALI EX ART. 15 SEPTIES DEL D. LGS. 502/92 E S.M.I. (Reg. n. 11/2008) FONDAZIONE IRCCS POLICLINICO SAN MATTEO Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico di diritto pubblico C.F. 00303490189 - P. IVA 00580590180 V.le Golgi, 19-27100 PAVIA Tel. 0382 5011 REGOLAMENTO

Dettagli

Scheda progetto Interregionale/ transnazionale

Scheda progetto Interregionale/ transnazionale Allegato n. 1 alla Delib.G.R. n. 52/72 del 23.12.2011 Scheda progetto Interregionale/ transnazionale Modelli di semplificazione dei costi ed analisi delle relative procedure di gestione e controllo in

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE - CUNEO

AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE - CUNEO AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE - CUNEO Ente di rilievo nazionale e di alta specializzazione D.P.C.M. 23.4.1993 (PB/NF) (Stess CN2) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N....576... DEL...27 settembre

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Tra. L Ufficio di Piano di Zona dell Ambito Territoriale Napoli Trentatré. L AMESCI Associazione di promozione sociale

PROTOCOLLO D INTESA. Tra. L Ufficio di Piano di Zona dell Ambito Territoriale Napoli Trentatré. L AMESCI Associazione di promozione sociale PROTOCOLLO D INTESA Tra L Ufficio di Piano di Zona dell Ambito Territoriale Napoli Trentatré e L AMESCI Associazione di promozione sociale Per la realizzazione di stage formativi presso il Piano Sociale

Dettagli

Tra. e il Comune di Bologna, C.F., rappresentato dal, domiciliato per la carica in Bologna,Via.

Tra. e il Comune di Bologna, C.F., rappresentato dal, domiciliato per la carica in Bologna,Via. SCHEMA DI ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO "AggregAzioni giovanili: ritrovare la strada. Progetto di prevenazione della devianza. ". ART. 4 L.R. 4/12/2003 N. 24 Tra la Regione Emilia-Romagna

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INDIVIDUAZIONE DEI CRITERI PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO DI CUI ALL ART.18 COMMA 1 DELLA LEGGE 1\1/02/1994 N.109

REGOLAMENTO PER L INDIVIDUAZIONE DEI CRITERI PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO DI CUI ALL ART.18 COMMA 1 DELLA LEGGE 1\1/02/1994 N.109 (Provincia di Caserta) REGOLAMENTO PER L INDIVIDUAZIONE DEI CRITERI PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO DI CUI ALL ART.18 COMMA 1 DELLA LEGGE 1\1/02/1994 N.109 E SUCCEDSSIVE MODIFICAZIONI ED INTEGRAZIONI (Approvato

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 47 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 47 del 21148 CONSIGLIO REGIONALE DELLA PUGLIA SEGRETERIA GENERALE Det. n. 14/2017 Indizione Avviso pubblico di selezione per il conferimento di n. 4 incarichi di collaborazione coordinata e continuativa a supporto

Dettagli

Allegato 3 alla determinazione n. 709 del 02/08/2013 S C H E M A CONVENZIONE PER INCARICO PROFESSIONALE AD AGRONOMO

Allegato 3 alla determinazione n. 709 del 02/08/2013 S C H E M A CONVENZIONE PER INCARICO PROFESSIONALE AD AGRONOMO S C H E M A CONVENZIONE PER INCARICO PROFESSIONALE AD AGRONOMO L'anno duemilaundici (2013), il giorno ( ) del mese di ( ) tra Il Comune di Bagno a Ripoli, rappresentato dalla Dott.ssa Eleonora Cisternino,

Dettagli

SERVIZIO PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLE POLITICHE SOCIALI INTEGRATE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N DEL 07/12/2012

SERVIZIO PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLE POLITICHE SOCIALI INTEGRATE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N DEL 07/12/2012 DIPARTIMENTO SALUTE E SERVIZI SOCIALI SERVIZIO PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLE POLITICHE SOCIALI INTEGRATE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 1509 DEL 07/12/2012 RICHIAMATO l Argomento di Giunta

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI PISTOIA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI PISTOIA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI PISTOIA REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI INDIVIDUALI CON CONTRATTI DI LAVORO AUTONOMO, DI NATURA OCCASIONALE O COORDINATA E CONTINUATIVA

Dettagli

Ordinanza n. 47 del 4 Agosto 2016

Ordinanza n. 47 del 4 Agosto 2016 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 47 del 4 Agosto 2016 Modifica all Ordinanza

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Centro di Responsabilità POSIZIONE ORGANIZZATIVA COORDINAMENTO E CONTROLLO DEI PROCESSI FINALIZZATI ALLO SVILUPPO RURALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Centro di Responsabilità POSIZIONE ORGANIZZATIVA COORDINAMENTO E CONTROLLO DEI PROCESSI FINALIZZATI ALLO SVILUPPO RURALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Centro di Responsabilità POSIZIONE ORGANIZZATIVA COORDINAMENTO E CONTROLLO DEI PROCESSI FINALIZZATI ALLO SVILUPPO RURALE Determina n. 331 del 06/11/2012 OGGETTO: PROGETTO DI

Dettagli

PROVINCIA DI MATERA AREA III SERVIZI ALLA PERSONA

PROVINCIA DI MATERA AREA III SERVIZI ALLA PERSONA PROVINCIA DI MATERA AREA III SERVIZI ALLA PERSONA Prot.n 3422 del 10/02/2016 Cat. n. CL n.. Fascicolo n. Determinazione n. 195 del 10/02/2016 Numero progressivo di settore 09 del 08/02/2016 OGGETTO: Area

Dettagli

CITTA METROPOLITANA DI NAPOLI

CITTA METROPOLITANA DI NAPOLI CITTA METROPOLITANA DI NAPOLI DELIBERAZIONE del SINDACO METROPOLITANO OGGETTO: Adesione della Città Metropolitana di Napoli alla Fondazione di partecipazione ITS BACT Istituto Tecnico Superiore per Tecnologie

Dettagli

ORIGINALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 686 del 09/12/2015

ORIGINALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 686 del 09/12/2015 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 686 del 09/12/2015 Il Direttore Generale dell Azienda U.L.S.S. n. 21, dott. Massimo Piccoli, nominato con D.P.G.R.V. n. 240 del 29/12/2012, coadiuvato dai Direttori:

Dettagli

Distretto Sociosanitario 1 Ventimigliese PROTOCOLLO D'INTESA

Distretto Sociosanitario 1 Ventimigliese PROTOCOLLO D'INTESA Provincia di Imperia Distretto Sociosanitario 1 Ventimigliese Distretto Sociosanitario 2 Sanremese Distretto Sociosanitario 3 Imperiese PROTOCOLLO D'INTESA Per l istituzione del Registro Pubblico Provinciale

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 08-07-2013 (punto N 23 ) Delibera N 565 del 08-07-2013 Proponente LUIGI MARRONI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

Dettagli

Struttura Organizzativa: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E PROGRAMMAZIONE DELLE INFRASTRUTTURE Dirigente: DE VITA EMILIO

Struttura Organizzativa: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E PROGRAMMAZIONE DELLE INFRASTRUTTURE Dirigente: DE VITA EMILIO Albo Pretorio http://temi.provincia.milano.it/albopretoriool/new/dettaglio.asp?id=34469991166 Pagina 2 di 3 15/12/2016 ATTI PUBBLICATI Atti Dirigenziali Repertorio Generale: 11291/2016 Protocollo: 286133/2016

Dettagli

ORIGINALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 565 del 09/10/2015

ORIGINALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 565 del 09/10/2015 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 565 del 09/10/2015 Il Direttore Generale dell Azienda U.L.S.S. n. 21, dott. Massimo Piccoli, nominato con D.P.G.R.V. n. 240 del 29/12/2012, coadiuvato dai Direttori:

Dettagli

Organigramma funzionale

Organigramma funzionale STRUTTURA TECNICO OPERATIVA Premessa Nel rispetto della normativa vigente e di quanto disposto dai Reg. ti 438/01 e 1975/06 è stata prevista una chiara definizione dei compiti funzionali, per le diverse

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. TRA I COMUNI DI Berlingo, Castegnato, Castel Mella, Flero, Lograto, Roncadelle, Torbole Casaglia ( Ente delegato)

PROTOCOLLO D INTESA. TRA I COMUNI DI Berlingo, Castegnato, Castel Mella, Flero, Lograto, Roncadelle, Torbole Casaglia ( Ente delegato) PROTOCOLLO D INTESA TRA I COMUNI DI Berlingo, Castegnato, Castel Mella, Flero, Lograto, Roncadelle, Torbole Casaglia ( Ente delegato) Finalizzato alla promozione di iniziative di informazione e coinvolgimento

Dettagli

DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE. 64 / 2017 del 09/03/2017

DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE. 64 / 2017 del 09/03/2017 DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE 64 / 2017 del 09/03/2017 Oggetto: COLLABORAZIONE PER INCARICO DI CONSULENZA E STUDIO A TITOLO OGGETTO: COLLABORAZIONE PER INCARICO DI CONSULENZA E STUDIO A TITOLO vista

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE OGGETTO

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE OGGETTO DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE N. 405 DEL 20/07/2016 OGGETTO Nomina Direttore Amministrativo. IL DIRETTORE GENERALE Dott. Giorgio Simon nominato con D.G.R. 779 del 04.05.2016, Preso atto dei pareri espressi

Dettagli

di Uscita ) corrispondeva al finanziamento concesso all Ente Locale da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento

di Uscita ) corrispondeva al finanziamento concesso all Ente Locale da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento 5614 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 2 febbraio 2010, n. 277 Deliberazione di Giunta Regionale n. 1292 del 21/07/2009. Numero verde in aiuto delle vittime di tratta. Approvazione Convenzione con

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. L anno duemilaundici, il giorno del mese di, in. Carbonia, nella sede della Provincia di Carbonia-Iglesias, via Mazzini n 39,

PROTOCOLLO D INTESA. L anno duemilaundici, il giorno del mese di, in. Carbonia, nella sede della Provincia di Carbonia-Iglesias, via Mazzini n 39, LOGO PROTOCOLLO D INTESA ( Art. 15 Legge 241/1990 s.m.i. e art. 34 del D.lgs n. 267 del 18 agosto 2000) L anno duemilaundici, il giorno del mese di, in Carbonia, nella sede della Provincia di Carbonia-Iglesias,

Dettagli

CENTRALE AL PLIS GRUGNOTORTO VILLORESI ATTRAVERSO AREE NEL COMUNE DI DESIO

CENTRALE AL PLIS GRUGNOTORTO VILLORESI ATTRAVERSO AREE NEL COMUNE DI DESIO Comune di Desio Provincia di Monza e della Brianza PROTOCOLLO D INTESA TRA IL CONSORZIO DEL PARCO GRUGNOTORTO VILLORESI, IL COMUNE DI DESIO ED IL COMUNE DI SEREGNO PER LA CONNESSIONE DEL PLIS BRIANZA CENTRALE

Dettagli

Approvato con deliberazione G.C. n. 263 del 11 luglio 2008 esecutiva

Approvato con deliberazione G.C. n. 263 del 11 luglio 2008 esecutiva REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI DI STUDIO, RICERCA, CONSULENZA E COLLABORAZIONE A SOGGETTI ESTRANEI ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Approvato con deliberazione G.C. n. 263 del

Dettagli

Lorenzo Coppa Pianificatore Urbanistico, nato il 10/01/1980, residente in Mariano Comense

Lorenzo Coppa Pianificatore Urbanistico, nato il 10/01/1980, residente in Mariano Comense Profilo Lorenzo Coppa Pianificatore Urbanistico, nato il 10/01/1980, residente in Mariano Comense (Co). Laureato a pieni voti nel corso di Laurea Magistrale di Pianificazione Territoriale Urbanistica e

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N 552

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N 552 Mod. SGD 03-05 Sede legale: via Venezia n.16-15100 Alessandria. Codice fiscale/partita IVA: 01640560064. Telefono: (0131) 206111. Telefax: (0131) 236227 (Affari Generali); (0131) 236433 (Economato). VERBALE

Dettagli

PROVINCIA DI POTENZA COMUNE DI PROTOCOLLO DI INTESA SULLA COLLABORAZIONE ALLA REDAZIONE DEL PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE E ATTIVITA CONNESSE

PROVINCIA DI POTENZA COMUNE DI PROTOCOLLO DI INTESA SULLA COLLABORAZIONE ALLA REDAZIONE DEL PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE E ATTIVITA CONNESSE PROVINCIA DI POTENZA COMUNE DI PROTOCOLLO DI INTESA SULLA COLLABORAZIONE ALLA REDAZIONE DEL PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE E ATTIVITA CONNESSE o O o PREMESSO che la legge n.225/92, istitutiva del

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONI INTERNE

AVVISO DI SELEZIONI INTERNE AVVISO DI SELEZIONI INTERNE per il conferimento di incarichi di Posizione di FASCIA A Ruolo Sanitario In esecuzione della deliberazione n. 837, del 08/08/2017 e in applicazione degli articoli 20 e 21,

Dettagli

C O M U N E D I V I C E N Z A

C O M U N E D I V I C E N Z A C O M U N E D I V I C E N Z A DETERMINA N. 1387 DEL 30/06/2016 INCARICATO ALLA REDAZIONE: Pivotto Paola RESPONSABILE DEL SERVIZIO: Galiazzo Diego SETTORE PROPONENTE: SETTORE LAVORI PUBBLICI e MANUTENZIONI

Dettagli

CITTÀ DI ANGERA PROVINCIA DI VARESE

CITTÀ DI ANGERA PROVINCIA DI VARESE CITTÀ DI ANGERA PROVINCIA DI VARESE Prot. n. 7701 AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI COMPONENTI PER LA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO (AI SENSI DELLA L.R. N. 12/05 E S.M.I.) IL RESPONSABILE DELL AREA TECNICA

Dettagli

DETERMINA DEL DIRETTORE DELLA AREA VASTA N. 4 N. 2/AV4 DEL 13/01/2015

DETERMINA DEL DIRETTORE DELLA AREA VASTA N. 4 N. 2/AV4 DEL 13/01/2015 1 DETERMINA DEL DIRETTORE DELLA AREA VASTA N. 4 N. 2/AV4 DEL 13/01/2015 Oggetto: CONVENZIONE EX L. 68/99. PROVVEDIMENTI. IL DIRETTORE DELLA AREA VASTA N. 4 -. -. - VISTO il documento istruttorio, riportato

Dettagli

qualifica Cognome e nome Presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P

qualifica Cognome e nome Presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Oggetto: Accordo conto terzi tra l Università degli Studi di Macerata e l Accademia delle Belle Arti di Macerata per l avvio di un corso di lingua italiana destinato agli studenti stranieri dell Accademia

Dettagli

COMUNE DI BIASSONO Via San Martino (MB) COPIA

COMUNE DI BIASSONO Via San Martino (MB) COPIA COMUNE DI BIASSONO Via San Martino 9 20853 (MB) COPIA www.biassono.org SERVIZIO URBANISTICA/S.U.A.P./COMMERCIO PROPONENTE: UFFICIO URBANISTICA/S.U.A.P./COMMERCIO DETERMINAZIONE N. 231 DEL 27/05/2013 OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN CROCE

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN CROCE COMUNE DI SAN GIOVANNI IN CROCE PROVINCIA DI CREMONA C O P I A DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Numero Generale 68 Oggetto: INCARICO PER CONTRODEDUZIONI AL P.G.T. ED ELABORAZIONE TAVOLA PREVISIONI

Dettagli

DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE. 83 / 2017 del 21/03/2017

DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE. 83 / 2017 del 21/03/2017 DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE 83 / 2017 del 21/03/2017 Oggetto: CONVENZIO CONVENZIONE TRA AREU E CNSAS LOMBARDO PER GLI INTERVENTI DI SOCCORSO NEL TERRITORIO MONTANO, NELL'AMBIENTE IPOGEO E NELLE ZONE

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 826 del 29/12/2016

Delibera della Giunta Regionale n. 826 del 29/12/2016 Delibera della Giunta Regionale n. 826 del 29/12/2016 Dipartimento 52 - Dipartimento della Salute e delle Risorse Naturali Direzione Generale 4 - Direzione Generale Tutela salute e coor.to del Sistema

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 19 febbraio 2013, n. 249

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 19 febbraio 2013, n. 249 9979 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 19 febbraio 2013, n. 249 PIANO STRAORDINARIO PER I PERCET- TORI DI AA.SS. IN DEROGA AGG. - Interventi straordinari e aggiornamento delle indicazioni operative,

Dettagli

Convenzione fra i Comuni di Bagno a Ripoli Fiesole Impruneta per. la costituzione di Nucleo Associato per la gestione dei procedimenti

Convenzione fra i Comuni di Bagno a Ripoli Fiesole Impruneta per. la costituzione di Nucleo Associato per la gestione dei procedimenti Convenzione fra i Comuni di Bagno a Ripoli Fiesole Impruneta per la costituzione di Nucleo Associato per la gestione dei procedimenti VAS di cui alla L.R. 10/2010 e s.m.i. Il COMUNE DI BAGNO A RIPOLI (Codice

Dettagli

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA SULL IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO PERSONALE DIPENDENTE - ANNO 2010

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA SULL IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO PERSONALE DIPENDENTE - ANNO 2010 RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA SULL IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO PERSONALE DIPENDENTE - ANNO 2010 In data 04/10/2010 la delegazione trattante di parte pubblica, le R.S.U. ed i

Dettagli

vista la bozza di Protocollo di intesa, allegata alla presente deliberazione per costituirne parte integrante e sostanziale;

vista la bozza di Protocollo di intesa, allegata alla presente deliberazione per costituirne parte integrante e sostanziale; REGIONE PIEMONTE BU36 10/09/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 31 luglio 2015, n. 29-1956 Approvazione schema di Protocollo di intesa tra la Regione Piemonte e le Agenzie Territoriali per la Casa

Dettagli

DECRETO N. 518 Del 17/01/2018

DECRETO N. 518 Del 17/01/2018 DECRETO N. 518 Del 17/01/2018 Identificativo Atto n. 32 DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO Oggetto PROMOZIONE DEL CICLOTURISMO IN LOMBARDIA: RIFINANZIAMENTO DELLA LINEA A BANDO PER LA PROMOZIONE INNOVATIVA

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 2 suppl. del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 2 suppl. del Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 2 suppl. del 05-01-2017 215 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 novembre 2016, n. 1971 L.R. n. 23 del 9 agosto 2016, art. 18. Approvazione del Regolamento

Dettagli

COMUNE DI MAGNAGO Provincia di Milano REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI DI CUI ALL'ART. 92 DEL D.LGS.

COMUNE DI MAGNAGO Provincia di Milano REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI DI CUI ALL'ART. 92 DEL D.LGS. COMUNE DI MAGNAGO Provincia di Milano REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI DI CUI ALL'ART. 92 DEL D.LGS. 163/2006 APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 56 DEL 21/05/2014

Dettagli

Tutto ciò premesso, si conviene e si sottoscrive il presente Protocollo d intesa. Articolo 1

Tutto ciò premesso, si conviene e si sottoscrive il presente Protocollo d intesa. Articolo 1 SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO PERCORSI FORMATIVI PER GLI AMMINISTRATORI E I CONSIGLIERI COMUNALI E MONITORAGGIO DEI FENOMENI DI ILLEGALITA ECONOMICA E SVILUPPO DI LINEE

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA L AUTORITÀ DI REGOLAZIONE DEI TRASPORTI E L AUTORITÀ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

PROTOCOLLO DI INTESA TRA L AUTORITÀ DI REGOLAZIONE DEI TRASPORTI E L AUTORITÀ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI PROTOCOLLO DI INTESA TRA L AUTORITÀ DI REGOLAZIONE DEI TRASPORTI E L AUTORITÀ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI L Autorità di regolazione dei trasporti (di seguito: ART ) e l Autorità per le garanzie

Dettagli

IL PRESIDENTE IN QUALITA' DI VICE COMMISSARIO PER LA RICOSTRUZIONE POST SISMA 2016 (D.L. 189/2016) Decreto

IL PRESIDENTE IN QUALITA' DI VICE COMMISSARIO PER LA RICOSTRUZIONE POST SISMA 2016 (D.L. 189/2016) Decreto REGIONE LAZIO IL PRESIDENTE IN QUALITA' DI VICE COMMISSARIO PER LA RICOSTRUZIONE POST SISMA 2016 (D.L. 189/2016) Decreto N. V00002 del 15/12/2016 Proposta n. 19440 del 14/12/2016 Oggetto: Assunzioni a

Dettagli

PARTE SECONDA. delle pregresse esperienze sviluppate in materia dalla Regione Puglia;

PARTE SECONDA. delle pregresse esperienze sviluppate in materia dalla Regione Puglia; Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 99 del 14 07 2015 29557 PARTE SECONDA Deliberazioni del Consiglio e della Giunta DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 27 maggio 2015, n. 1268 Disciplinare per

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 1 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 1 del Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 1 del 3-1-2017 287 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 novembre 2016, n. 1928 Variazione al bilancio di previsione 2016. Applicazione dell avanzo di amministrazione

Dettagli

REGIONE PIEMONTE CONVENZIONE TRA LA REGIONE PIEMONTE- DIREZIONE OPERE PUBBLICHE, DIFESA DEL SUOLO, MONTAGNA,

REGIONE PIEMONTE CONVENZIONE TRA LA REGIONE PIEMONTE- DIREZIONE OPERE PUBBLICHE, DIFESA DEL SUOLO, MONTAGNA, REGIONE PIEMONTE CONVENZIONE TRA LA REGIONE PIEMONTE- DIREZIONE OPERE PUBBLICHE, DIFESA DEL SUOLO, MONTAGNA, FORESTE, PROTEZIONE CIVILE, TRASPORTI E LOGISTICA E IL COMUNE DI BORGOMANERO PER L AVVIO DEL

Dettagli

COMUNE DI PARMA. N. Registro proposta deliberazione

COMUNE DI PARMA. N. Registro proposta deliberazione SETTORE MOBILITA E AMBIENTE COMUNE DI PARMA N. Registro proposta deliberazione Servizio Ambiente Addì 04 giugno 2003 AL SIG. SINDACO Al Presidente Del Consiglio E P.C. AL SEGRETARIO GENERALE Oggetto: presentazione

Dettagli

Città di Nichelino Provincia di Torino AREA TUTELA DEL CITTADINO, PROGR. FINANZ. E CONTROLLO DELLE ENTRATE. Polizia Locale.

Città di Nichelino Provincia di Torino AREA TUTELA DEL CITTADINO, PROGR. FINANZ. E CONTROLLO DELLE ENTRATE. Polizia Locale. Città di Nichelino Provincia di Torino AREA TUTELA DEL CITTADINO, PROGR. FINANZ. E CONTROLLO DELLE ENTRATE Polizia Locale Codice 36 Determinazione N 1064 del 31/12/2016 OGGETTO: Approvazione avviso pubblico

Dettagli

Protocollo di intesa tra i Comuni di Civitavecchia, Viterbo, Terni e Rieti per l avvio del progetto CIVITER L Italia di mezzo

Protocollo di intesa tra i Comuni di Civitavecchia, Viterbo, Terni e Rieti per l avvio del progetto CIVITER L Italia di mezzo Protocollo di intesa tra i Comuni di Civitavecchia, Viterbo, Terni e Rieti per l avvio del progetto CIVITER L Italia di mezzo Le politiche di sviluppo territoriale integrato e il corridoio nord dell area

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA Direzione generale della pianificazione urbanistica territoriale e vigilanza edilizia DETERMINAZIONE N. 1498/DG 27.12.2007 Oggetto: Approvazione contratti di consulenza tecnico professionale e relativo

Dettagli

Direzione Regionale: AGENZIA REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE Area: AFFARI GENERALI PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE

Direzione Regionale: AGENZIA REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE Area: AFFARI GENERALI PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. 17 DEL 27/01/2015 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 679 DEL 21/01/2015 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: AGENZIA REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE Area: AFFARI GENERALI Prot.

Dettagli

COMUNE DI CALLIANO PROV. DI ASTI

COMUNE DI CALLIANO PROV. DI ASTI COMUNE DI CALLIANO PROV. DI ASTI UFFICIO TECNICO DETERMINAZIONE N.RO 46/2013 IN DATA 27.09.2013 AI SENSI DELL ARTICOLO 107 DEL DECRETO LEGISLATIVO N.RO 267/2000 OGGETTO: PROGRAMMA 6000 CAMPANILI ART. 18

Dettagli