ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1"

Transcript

1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

2 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI ANNI UFFICIO CENTRALE ANTIFRODE Ufficio studi economico fiscali Roma, Via Mario Carucci, 71 Telefono Fax

3 Breve nota metodologica L analisi delle importazioni e delle esportazioni totali (1) extra UE ha come obiettivo quello di monitorare l andamento delle quantità e del valore delle merci importate ed esportate nei principali porti italiani nonché delle principali tipologie di prodotti movimentati e dei principali paesi di origine e destinazione. In particolare per l individuazione dei principali porti si è tenuto conto delle seguenti variabili: dogana di registrazione (2) movimentazione merci per numero, quantità e valore negli ultimi tre anni; presenza dispositivo scanner; movimentazione container; doganali con tasse portuali; statistiche ed informazioni presenti sui portali web delle autorità portuali o aziende speciali della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura (CCIAA). Sono state analizzate, inoltre, le importazioni e le esportazioni senza i prodotti minerali (sezione V della Taric (3) ) : Capitolo 25 (Sale; Zolfo; Terre e pietre; Gessi, Calce e Cementi) Capitolo 26 (Minerali, Scorie e Ceneri) Capitolo 27 (Combustibili minerali, oli minerali e prodotti della loro distillazione; sostanze bituminose; Cere minerali) al fine di evidenziare l andamento degli scambi commerciali al netto di tali capitoli che per quantità e valore incidono fortemente sul totale. Periodo temporale: Anni 2009, 2010 e 2011 Fonte: Elaborazioni su dati: DataWarehouse Cognos dell Agenzia delle Dogane (estrazione dati del 17/05/2012) (1) Per totali si intende comprensive di definitive, temporanee, reimportazioni/riesportazioni (2) Ufficio dell Agenzia delle Dogane presso cui l operatore presenta la dichiarazione doganale (anche per via telematica) (3) Tariffa Doganale Comune di classificazione delle merci 2

4 Schema di costruzione dei principali porti PRINCIPALI PORTI Regione Codice sezione Ufficio Associazione Porto Regione Codice sezione Ufficio Associazione Porto LIGURIA UFFICIO DI SAVONA EMILIA UFFICIO DI RAVENNA PORTO DI SAVONA SAVONA VADO LIGURE ROMAGNA * RAVENNA SAN VITALE * soppressa dal 30/09/ UFFICIO DI LA SPEZIA PORTO DI LA SPEZIA PORTO DI RAVENNA GENOVA PASSO NUOVO GENOVA VOLTRI PORTO DI GENOVA MARCHE UFFICIO DI ANCONA PORTO DI ANCONA TOSCANA UFFICIO DI LIVORNO PORTO DI LIVORNO LAZIO UFFICIO DI CIVITAVECCHIA PORTO DI CIVITAVECCHIA FRIULI VENEZIA GIULIA VENETO UFFICIO DI NAPOLI TRIESTE PORTO INDUSTRIALE NAPOLI 1 PETROLI PORTO DI NAPOLI NAPOLI 1 STAZIONE TRIESTE PUNTO FRANCO NUOVO PORTO DI TRIESTE CAMPANIA MARITTIMA TRIESTE PUNTO FRANCO VECCHIO UFFICIO DI SALERNO PORTO DI SALERNO MONFALCONE PORTO DI MONFALCONE UFFICIO DI BARI PORTO DI BARI UFFICIO DI VENEZIA PORTO DI VENEZIA VENEZIA SOT MARITTIMA PUGLIA UFFICIO DI TARANTO PORTO DI TARANTO UFFICIO DI PALERMO PORTO DI PALERMO UFFICIO DI BRINDISI PORTO DI BRINDISI SICILIA UFFICIO DI CATANIA PORTO DI CATANIA CALABRIA UFFICIO DI GIOIA TAURO PORTO DI GIOIA TAURO UFFICIO DI TRAPANI PORTO DI TRAPANI SARDEGNA UFFICIO DI CAGLIARI PORTO DI CAGLIARI 3

5 IMPORTAZIONI 4

6 Importazioni totali principali porti Anni: Porto ** Importazioni totali extra UE - principali porti * Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 % variazioni 2011/2010 % su totale quantità % su totale valore Genova ,0% 18,1% -2,0% 9,0% 13,9% Livorno ,8% 14,5% 0,0% -10,6% 11,6% Venezia ,2% 9,6% 9,9% -11,8% 9,7% La Spezia ,2% 9,5% -4,5% -10,9% 3,9% Savona ,2% 6,9% -6,2% -1,1% 25,0% Napoli ,7% 6,9% -8,9% -4,2% -4,4% Ravenna ,0% 6,9% 5,0% 6,3% 18,7% Taranto ,2% 6,6% 3,6% 20,0% 29,2% Trieste ,1% 4,5% 4,0% -12,7% 12,9% Ancona ,7% 4,4% 3,3% -6,1% 15,2% Salerno ,0% 2,4% 3,7% 6,5% 5,1% Brindisi ,3% 2,1% 2,3% 1,3% 20,8% Civitavecchia ,6% 1,8% 18,1% 34,4% 59,6% Monfalcone ,7% 1,7% 22,3% 15,6% 31,5% Bari ,4% 1,4% 8,1% -4,0% 16,5% Palermo ,2% 0,9% -3,0% 4,1% -14,3% Gioia Tauro ,3% 0,8% -10,0% 7,0% -3,5% Catania ,3% 0,5% -6,9% 15,0% 99,5% Cagliari ,3% 0,2% 8,3% 4,4% -7,9% Trapani ,1% 0,1% 33,9% 17,5% 100,4% Tot. principali porti Tot. import extra UE % principali porti su totale ,0% 100,0% 0,3% 3,0% 13,0% ,1% -1,9% 13,2% 22,0% 42,4% 37,2% 21,3% 44,7% 40,0% 16,8% 46,9% 39,9% * Fonte: Data Warehouse Cognos dell'agenzia delle Dogane - estrazione dati del 17/05/2012 ** NOTA: ordinamento dei porti per valore decrescente anno

7 (mln di euro) Importazioni totali principali porti Anni: (mln di euro) Anno 2011 Anno 2010 Anno

8 Importazioni totali principali porti Anni: Anno 2011 Anno 2010 Anno

9 Importazioni totali principali porti % su totale valore anno 2011 Salerno 2,4% Brindisi 2,1% Monfalcone 1,7% Civitavecchia 1,8% Bari 1,4% Palermo 0,9% Gioia Tauro 0,8% Catania 0,5% Trapani 0,1% Cagliari 0,2% Genova 18,1% Ancona 4,4% Trieste 4,5% Livorno 14,5% Taranto 6,6% Ravenna 6,9% Napoli 6,9% Savona 6,9% La Spezia 9,5% Venezia 9,6% 8

10 Importazioni totali con esclusione della sezione V della Taric (prodotti minerali ) principali porti Anni: Porto ** Importazioni totali extra UE con esclusione della sezione V della Taric (prodotti minerali) - principali porti * Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 % variazioni 2011/2010 % su totale quantità % su totale valore Genova ,3% 21,3% -2,0% 5,5% 11,0% Livorno ,1% 15,6% 0,0% 3,1% 14,0% La Spezia ,6% 11,6% -4,6% 2,9% 5,9% Ravenna ,9% 8,7% 6,0% 18,2% 22,1% Napoli ,4% 8,1% -9,0% -7,8% -8,2% Venezia ,8% 8,0% 10,0% 15,5% 24,5% Trieste ,7% 5,6% 3,8% -1,8% 16,1% Salerno ,7% 3,3% 3,9% 8,6% 5,2% Savona ,9% 2,9% -6,4% 9,9% 15,8% Ancona ,7% 2,9% 3,7% -16,1% 5,2% Monfalcone ,9% 2,2% 21,6% 25,3% 33,0% Taranto ,5% 2,2% 2,8% -26,7% -12,9% Bari ,8% 1,9% 8,0% -4,2% 16,6% Palermo ,7% 1,2% -2,5% 5,2% -14,2% Brindisi ,1% 1,1% 1,1% 80,8% 64,3% Gioia Tauro ,7% 1,1% -9,5% 9,9% -3,3% Civitavecchia ,0% 1,1% 18,1% 8,4% 25,9% Catania ,8% 0,7% -6,9% 15,3% 99,7% Cagliari ,3% 0,2% 9,2% -20,2% -19,8% Trapani ,1% 0,1% 33,4% 38,9% 64,7% Tot. principali porti Tot. import extra UE % principali porti su totale ,0% 100,0% 0,2% 7,6% 10,9% ,4% 6,3% 9,7% 21,7% 74,0% 44,2% 21,0% 74,9% 47,5% 16,5% 75,9% 48,1% * Fonte: Data Warehouse Cognos dell'agenzia delle Dogane - estrazione dati del 17/05/2012 ** NOTA: ordinamento dei porti per valore decrescente anno

11 (mln di euro) Importazioni totali con esclusione dei prodotti minerali principali porti Anni: (mln di euro) Anno 2011 Anno 2010 Anno

12 Importazioni totali con esclusione dei prodotti minerali principali porti Anni: Anno 2011 Anno 2010 Anno

13 Importazioni totali con esclusione dei prodotti minerali principali porti % su totale valore anno 2011 Monfalcone 2,2% Ancona 2,9% Taranto 2,2% Palermo 1,2% Bari 1,9% Brindisi 1,1% Gioia Tauro 1,1% Civitavecchia 1,1% Catania 0,7% Trapani 0,1% Cagliari 0,2% Genova 21,3% Savona 2,9% Salerno 3,3% Trieste 5,6% Livorno 15,6% Venezia 8,0% Napoli 8,1% Ravenna 8,7% La Spezia 11,6% 12

14 Importazioni totali con esclusione della sezione V della Taric (prodotti minerali) - principali porti anno 2011 per tipologia di merce Capitolo - Descrizione merce Importazioni totali extra UE con esclusione della sezione V della Taric (prodotti minerali) - principali porti anno 2011 per tipologia di merce - % su totale quantità % su totale valore 72 Ghisa, ferro e acciaio ,3% 10,6% 85 Apparecchi e materiale elettrico ,6% 9,2% 84 Congegni meccanici ,1% 7,4% 87 Automobili, biciclette, motocicli, loro parti ed accessori ,7% 7,1% 74 Rame e lavori di rame ,3% 5,4% 39 Materie plastiche ,9% 3,4% 89 Materiale per navigazione marittima ,9% 3,2% 76 Alluminio e lavori di alluminio ,0% 2,6% 40 Gomma e lavori di gomma ,2% 2,6% 29 Prodotti chimici organici ,2% 2,5% 61 Abbigliamento (a maglia) ,2% 2,3% 62 Abbigliamento (diversi da quelli a maglia) ,2% 2,2% 41 Pelli e cuoio ,9% 2,1% 03 Pesci e crostacei ,8% 2,0% 38 Prodotti vari delle industrie chimiche ,9% 2,0% Altri capitoli ,7% 35,3% Totale principali porti ,0% 100,0% NOTA: ordinamento delle merci per valore decrescente Fonte: DataWarehouse Cognos dell'agenzia delle Dogane - estrazione dati del 17/05/

15 Importazioni totali con esclusione della sezione V della Taric (prodotti minerali) - principali porti anno 2011 per tipologia di merce - - % su totale valore - Altri capitoli 35,3% 72 Ghisa, ferro e acciaio 10,6% 85 Apparecchi e materiale elettrico 9,2% 84 Congegni meccanici 7,4% 38 Prodotti vari delle industrie chimiche 2,0% 03 Pesci e crostacei 2,0% 41 Pelli e cuoio 2,1% 62 Abbigliamento (diversi da quelli a maglia) 2,2% 61 Abbigliamento (a maglia) 2,3% 29 Prodotti chimici organici 2,5% 40 Gomma e Lavori di gomma 2,6% 89 Materiale per navigazione marittima 3,2% 76 Alluminio e lavori di alluminio 2,6% 87 Automobili, biciclette, motocicli, loro parti ed accessori 7,1% 74 Rame e lavori di rame 5,4% 39 Materie plastiche 3,4% 14

16 Importazioni totali con esclusione della sezione V della Taric (prodotti minerali) - principali porti anno 2011 per paese di origine Paese origine Importazioni totali extra UE con esclusione della sezione V della Taric (prodotti minerali) - principali porti anno 2011 per paese di origine - % su totale quantità % su totale valore CN Cina ,2% 27,4% TR Turchia ,6% 6,8% US Stati Uniti d'america ,1% 6,3% IN India ,2% 4,1% JP Giappone ,8% 3,8% BR Brasile ,8% 3,7% KR Repubblica di Corea ,4% 3,7% CL Cile ,3% 3,4% UA Ucraina ,7% 3,1% ID Indonesia ,9% 2,8% RU Russia ,8% 2,3% TN Tunisia ,9% 2,3% AR Argentina ,6% 2,1% CA Canada ,3% 1,5% EG Egitto ,8% 1,5% TW Taiwan ,8% 1,5% Altri paesi ,8% 23,7% Totale principali porti ,0% 100,0% NOTA: ordinamento dei paesi per valore decrescente Fonte: DataWarehouse Cognos dell'agenzia delle Dogane - estrazione dati del 17/05/

17 Importazioni totali con esclusione della sezione V della Taric (prodotti minerali) - principali porti anno 2011 per paese di origine - - % su totale valore - Altri paesi 23,7% CN Cina 27,4% TW Taiwan 1,5% EG Egitto 1,5% CA Canada 1,5% AR Argentina 2,1% TN Tunisia 2,3% TR Turchia 6,8% RU Russia 2,3% ID Indonesia 2,8% UA Ucraina 3,1% CL Cile 3,4% KR Repubblica di Corea 3,7% BR Brasile 3,7% JP Giappone 3,8% IN India 4,1% US Stati Uniti d'america 6,3% 16

18 ESPORTAZIONI 17

19 Esportazioni totali principali porti Anni: Porto ** Esportazioni totali extra UE - principali porti * Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 % variazioni 2011/2010 % su totale quantità % su totale valore Genova ,5% 32,1% 7,8% 2,7% 18,2% La Spezia ,9% 17,1% 2,3% -3,1% 5,9% Livorno ,1% 12,7% -0,3% -4,4% 4,1% Venezia ,5% 8,0% 18,5% 7,1% 23,7% Napoli ,4% 5,7% 3,3% 5,1% 5,9% Ravenna ,0% 4,1% 1,9% 24,9% 12,5% Trieste ,9% 3,5% 3,4% 5,2% 9,9% Bari ,7% 3,3% -2,7% 7,5% 22,1% Ancona ,5% 2,6% 7,3% 23,5% 19,6% Taranto ,3% 2,2% 6,7% -2,9% 4,3% Savona ,2% 2,2% -3,6% -22,7% -11,4% Salerno ,1% 1,7% -3,6% -0,3% -5,1% Monfalcone ,4% 1,6% 2,9% -0,1% -26,8% Civitavecchia ,0% 1,2% 21,5% 23,2% 38,0% Brindisi ,0% 0,6% -1,8% 1,0% 10,0% Palermo ,9% 0,3% -8,3% -1,7% -33,0% Gioia Tauro ,3% 0,3% -7,9% -5,4% 9,8% Cagliari ,8% 0,3% 13,1% -7,8% 4,8% Catania ,7% 0,2% -12,0% 12,1% 8,2% Trapani ,6% 0,1% 12,1% 27,9% -9,2% Tot. principali porti Tot. Export extra UE % principali porti su totale ,0% 100,0% 4,0% 2,3% 10,4% ,6% 0,1% 12,4% 18,5% 47,2% 36,1% 15,5% 45,7% 34,7% 15,0% 46,7% 34,1% * Fonte: DataWarehouse Cognos dell'agenzia delle Dogane - estrazione dati del 17/05/2012 ** NOTA: ordinamento dei porti per valore decrescente anno

20 (mln di euro) Esportazioni totali principali porti Anni: (mln di euro) Anno 2011 Anno 2010 Anno

21 Esportazioni totali principali porti Anni: Anno 2011 Anno 2010 Anno

22 Esportazioni totali principali porti % su totale valore anno 2011 Trieste 3,5% Savona 2,2% Salerno 1,7% Taranto 2,2% Ancona 2,6% Bari 3,3% Civitavecchia 1,2% Monfalcone 1,6% Brindisi 0,6% Palermo 0,3% Gioia Tauro 0,3% Cagliari 0,3% Catania 0,2% Trapani 0,1% Genova 32,1% Ravenna 4,1% Napoli 5,7% Venezia 8,0% Livorno 12,7% La Spezia 17,1% 21

23 Esportazioni totali con esclusione della sezione V della Taric (prodotti minerali) principali porti Anni: Porto ** Esportazioni totali extra UE con esclusione della sezione V della Taric (prodotti minerali) - principali porti * Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 % variazioni 2011/2010 % su totale quantità % su totale valore Genova ,3% 32,0% 8,1% 8,0% 18,2% La Spezia ,4% 17,8% 2,3% 0,6% 6,1% Livorno ,3% 12,3% -0,3% 0,7% 3,3% Venezia ,8% 8,0% 19,5% 10,0% 23,9% Napoli ,0% 5,5% 3,0% 4,6% 3,7% Ravenna ,1% 4,1% 2,5% 35,9% 12,7% Trieste ,9% 3,6% 3,7% 2,9% 8,4% Bari ,2% 3,5% -2,6% -0,1% 21,8% Ancona ,7% 2,6% 7,8% 11,9% 15,8% Savona ,3% 2,2% -3,2% -21,7% -12,1% Taranto ,9% 1,8% -0,8% -10,0% 7,1% Salerno ,9% 1,8% -3,9% -3,1% -5,4% Monfalcone ,0% 1,7% 3,4% 0,7% -26,8% Civitavecchia ,8% 1,1% 22,6% 13,6% 41,7% Brindisi ,6% 0,6% -0,8% -23,5% 7,9% Gioia Tauro ,4% 0,4% -7,9% -5,5% 9,8% Palermo ,2% 0,3% -10,6% -0,6% -34,8% Cagliari ,6% 0,3% 14,4% -32,7% 1,8% Catania ,0% 0,3% -13,8% 10,8% 7,4% Trapani ,6% 0,1% 11,3% 32,5% -16,0% Tot. principali porti Tot. Export extra UE % principali porti su totale ,0% 100,0% 4,1% 4,4% 10,0% ,2% 4,0% 11,5% 18,1% 61,0% 36,8% 15,2% 60,5% 35,4% 14,8% 60,8% 35,0% * Fonte: DataWarehouse Cognos dell'agenzia delle Dogane - estrazione dati del 17/05/2012 ** NOTA: ordinamento dei porti per valore decrescente anno

24 (mln di euro) Esportazioni totali con esclusione dei prodotti minerali principali porti Anni: (mln di euro) Anno 2011 Anno 2010 Anno

25 Esportazioni totali con esclusione dei prodotti minerali principali porti Anni: Anno 2011 Anno 2010 Anno

26 Esportazioni totali con esclusione dei prodotti minerali principali porti % su totale valore anno 2011 Trieste 3,6% Taranto 1,8% Savona 2,2% Ancona 2,6% Bari 3,5% Salerno 1,8% Civitavecchia 1,1% Monfalcone 1,7% Brindisi 0,6% Gioia Tauro 0,4% Palermo 0,3% Cagliari 0,3% Catania 0,3% Trapani 0,1% Genova 32,0% Ravenna 4,1% Napoli 5,5% Venezia 8,0% Livorno 12,3% La Spezia 17,8% 25

27 Esportazioni totali con esclusione della sezione V della Taric (prodotti minerali) - principali porti anno 2011 per tipologia di merce Descrizione merce Esportazioni totali extra UE con esclusione della sezione V della Taric (prodotti minerali) - principali porti anno 2011 per tipologia di merce - % su totale quantità % su totale valore 84 Congegni meccanici ,8% 32,8% 85 Apparecchi e materiale elettrico ,6% 6,1% 73 Lavori di ghisa, ferro o acciaio ,3% 5,1% 89 Materiale per navigazione marittima ,8% 4,9% 39 Materie plastiche ,4% 4,0% 87 Automobili, biciclette, motocicli, loro parti ed accessori ,0% 3,5% 94 Mobili, apparecchi per l'illuminazione ,9% 3,3% 22 Bevande, liquidi alcolici ,6% 3,1% 72 Ghisa, ferro e acciaio ,1% 3,0% 30 Prodotti farmaceutici ,1% 2,1% 69 Prodotti ceramici ,7% 1,9% 48 Carta e cartone ,0% 1,7% 38 Prodotti vari delle industrie chimiche ,2% 1,5% 68 Lavori di pietre ,4% 1,5% 90 Strumenti ed apparechi di ottica, fotografia e medico chirurgici ,2% 1,3% Altri capitoli ,1% 24,0% Totale principali porti ,0% 100,0% NOTA: ordinamento delle merci per valore decrescente Fonte: DataWarehouse Cognos dell'agenzia delle Dogane - estrazione dati del 17/05/

28 Esportazioni totali con esclusione della sezione V della Taric (prodotti minerali) - principali porti anno 2011 per tipologia di merce - - % su totale valore - 90 Strumenti ed apparechi di ottica, fotografia e medico chirurgici 1,3% Altri capitoli 24,0% 84 Congegni meccanici 32,8% 68 Lavori di pietre 1,5% 38 Prodotti vari delle industrie chimiche 1,5% 48 Carta e cartone 1,7% 69 Prodotti ceramici 1,9% 85 Apparecchi e materiale elettrico 6,1% 30 Prodotti farmaceutici 2,1% 72 Ghisa, ferro e acciaio 3,0% 22 Bevande, liquidi alcolici 3,1% 94 Mobili, apparecchi per l'illuminazione 3,3% 87 Automobili, biciclette, motocicli, loro parti ed accessori 3,5% 39 Materie plastiche 4,0% 89 Materiale per navigazione marittima 4,9% 73 Lavori di ghisa, ferro o acciaio 5,1% 27

29 Esportazioni totali con esclusione della sezione V della Taric (prodotti minerali) - principali porti anno 2011 per paese di destinazione Paese di destinazione Esportazioni totali extra UE con esclusione della sezione V della Taric (prodotti minerali) - principali porti anno 2011 per paese di destinazione - % su totale quantità % su totale valore US Stati Uniti d'america ,5% 14,8% CN Cina ,9% 7,8% TR Turchia ,0% 4,9% BR Brasile ,4% 4,2% SA Arabia Saudita ,0% 3,6% AE Emirati Arabi Uniti ,1% 3,3% IN India ,9% 3,3% DZ Algeria ,2% 3,1% TN Tunisia ,0% 3,0% EG Egitto ,4% 2,6% AU Australia ,4% 2,5% MX Messico ,3% 2,4% CA Canada ,5% 2,2% JP Giappone ,1% 2,1% CH Svizzera ,1% 2,0% IL Israele ,9% 1,9% Altri paesi ,3% 36,2% Totale principali porti ,0% 100,0% NOTA: ordinamento dei paesi per valore decrescente Fonte: DataWarehouse Cognos dell'agenzia delle Dogane - estrazione dati del 17/05/

30 Esportazioni totali con esclusione della sezione V della Taric (prodotti minerali) - principali porti anno 2011 per paese di destinazione - - % su totale valore - US Stati Uniti d'america 14,8% Altri paesi 36,2% CN Cina 7,8% TR Turchia 4,9% BR Brasile 4,2% IL Israele 1,9% SA Arabia Saudita 3,6% CH Svizzera 2,0% JP Giappone 2,1% CA Canada 2,2% MX Messico 2,4% AU Australia 2,5% EG Egitto 2,6% TN Tunisia 3,0% DZ Algeria 3,1% IN India 3,3% AE Emirati Arabi Uniti 3,3% 29

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI

RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI TRA L ITALIA E I PAESI DEL NORD AFRICA MAROCCO TUNISIA ALGERIA LIBIA EGITTO L Italia, grazie anche alla prossimità geografica ed a storici rapporti politici e culturali,

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Università degli Studi di Perugia, Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

Protagonista dello sviluppo locale

Protagonista dello sviluppo locale Bic Umbria Protagonista dello sviluppo locale Sviluppo Italia Bic Umbria promuove, accelera e diffonde lo sviluppo produttivo e imprenditoriale nella regione. È controllata da Sviluppo Italia, l Agenzia

Dettagli

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI 1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI L analisi dettagliata del rapporto tra importazione ed esportazione di rifiuti speciali in Veneto è utile per comprendere quali tipologie di rifiuti non

Dettagli

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Progetto IMPORT STRATEGICO 2015 Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Milano, 10 febbraio 2015 IRAN - dati macroeconomici 2013 2014

Dettagli

Corriamo. 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente. per l ambiente!

Corriamo. 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente. per l ambiente! Corriamo 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente per l ambiente! E la più grande corsa a tappe a favore dell e dello ambiente sport E una manifestazione non competitiva,

Dettagli

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014)

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014) GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014 (Ottobre 2014) I dati presenti in questa pubblicazione fanno riferimento agli studenti con cittadinanza non italiana dell anno scolastico

Dettagli

Leimportazioni italianedimaterieprime

Leimportazioni italianedimaterieprime Leimportazioni italianedimaterieprime Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Francesco Livi

Dettagli

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata?

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata? CON-TRA S.p.a. Tel. +39 089 253-110 Sede operativa Fax +39 089 253-575 Piazza Umberto I, 1 E-mail: contra@contra.it 84121 Salerno Italia Internet: www.contra.it D. Che cosa è la ISPM15? R. Le International

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce Salentini nel mondo Le statistiche ufficiali Provincia di Lecce 1 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI 150 ANNI DI PARTENZE DAL SALENTO I TRASFERIMENTI ALL ESTERO NEL TERZO MILLENNIO 2 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Import / Export. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014

Import / Export. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014 TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE Chiusura editoriale: 16 marzo 2015 Per informazioni: germana.dellepiane@liguriaricerche.it LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014 LIGURIA RICERCHE SpA Via XX Settembre,

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 ANALISI COMPARATIVA DATI 2011-2012-2013 ANALISI DATI AGGREGATI 2011-2012- 2013 ANDAMENTO INFORTUNI NEL QUADRIENNIO

Dettagli

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Gian Angelo Bellati Segretario Generale Unioncamere Veneto Inaugurazione Consolato Onorario della Repubblica del Kazakhstan 29 gennaio 2013 Venezia www.unioncamereveneto.it

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Capitolo 17. Commercio con l estero e internazionalizzazione

Capitolo 17. Commercio con l estero e internazionalizzazione Capitolo 17 Commercio con l estero e internazionalizzazione 17. Commercio con l estero e internazionalizzazione Le statistiche sul commercio con l estero e sulle attività internazionali delle imprese

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Bergamo, 6 maggio 2013 GLI ADEMPIMENTI DOGANALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE Dott.ssa

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO M Innovazione Conoscenza RETE REPOR RT ATTIVITA PATENT LIBRARY ITALIA 213 DIREZIONE GENERALE LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E I Sommario Introduzione... 3 I servizi erogati dalla Rete...

Dettagli

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE 8 luglio 2015 LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE Anno 2014 Dopo due anni di calo, nel 2014 la spesa media mensile per famiglia in valori correnti risulta sostanzialmente stabile e pari a 2.488,50 euro

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014 Lo spettacolo dal vivo in Sardegna Rapporto di ricerca 2014 2014 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Redazione a cura della Presidenza Direzione generale della Programmazione unitaria e della Statistica regionale

Dettagli

Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare

Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare Se non siamo in grado di misurare non abbiamo alcuna possibilità di agire Obiettivo: Misurare in modo sistematico gli indicatori

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti di base, pubblici e privati «1000 Cantieri per lo Sport»

Dettagli

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Irepa Informa Anno 2 Numero 2 2 Trimestre Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Le dinamiche congiunturali del secondo trimestre Nel secondo trimestre, i principali indicatori congiunturali

Dettagli

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro 2013 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Direzione V, Ufficio VI (UCAMP) Ufficio Centrale

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

Missioni di Incoming di delegazioni estere organizzate da ICE-Agenzia. in occasione di:

Missioni di Incoming di delegazioni estere organizzate da ICE-Agenzia. in occasione di: Missioni di Incoming di delegazioni estere organizzate da ICE-Agenzia in occasione di: 1 Agenda 1 PROGETTO EXPO IS NOW! 2 PROGETTO CIBUS E' ITALIA PADIGLIONE CORPORATE FEDERALIMENTARE/FIERE DI PARMA 3

Dettagli

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 www.autotrasportionline.com Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 01/set/2009-30/set/2011 Rispetto a: Sito Visualizzazioni di pagina uniche 30.000 30.000 15.000 15.000 0 0 1

Dettagli

Regioni, province e grandi comuni

Regioni, province e grandi comuni SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA 2 0 0 4 Settore Popolazione Tavole di mortalità della popolazione italiana Regioni, province e grandi comuni Anno 2000 Informazioni n. 28-2004

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA CRESME RICERCHE SPA OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA Cantiermacchine-ASCOMAC Comamoter-FEDERUNACOMA Ucomesa-ANIMA NELL AMBITO DI FEDERCOSTRUZIONI

Dettagli

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39 Qualità dei servizi internet da postazione fissa - Delibere n. 131/06/CSP, 244/08/CSP e 400/10/CONS Anno riferimento: 2014 Periodo rilevazione dei dati: 2 SEM. X Per. Denominazione incatore Tempo attivazione

Dettagli

Imprese, Progettisti e Rivenditori. I servizi Isover

Imprese, Progettisti e Rivenditori. I servizi Isover Imprese, Progettisti e Rivenditori I servizi Isover 70 persone sul territorio per rispondere ad ogni esigenza specifica dei Clienti I servizi Isover per Imprese, Progettisti e Rivenditori Questa brochure

Dettagli

Imprese, Progettisti e Rivenditori. I servizi Isover

Imprese, Progettisti e Rivenditori. I servizi Isover Imprese, Progettisti e Rivenditori I servizi Isover 70 persone sul territorio per rispondere ad ogni esigenza specifica dei Clienti I servizi Isover per Imprese, Progettisti e Rivenditori Questa brochure

Dettagli

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA: TEORIA ED APPLICAZIONI AOSTA, Loc. Amérique Quart (AO), 18-19 Ottobre 2011 Assessorato OO.PP., Difesa Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica - Servizio Geologico ATTIVITA

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini:

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Tabaccai Convenzionati con Banca ITB; Bennet S.p.A; Esselunga S.p.A; Carrefour; Conad Adriatico Soc. Coop; Tigros S.p.A;

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA 1 Unioncamere Basilicata RAPPORTO ANNUALE 2002 DELL OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA Il ruolo del turismo nell economia

Dettagli

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano N UCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI I NVESTIMENTI PUBBLICI Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano Melania Cavelli Sachs NVVIP regione Campania Conferenza AIQUAV, Firenze,

Dettagli

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Roma, aprile 2015 c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Bolzano, Pesaro, Ferrara e Treviso capitali della bici, almeno un quarto degli abitanti in bici tutti

Dettagli

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO)

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) La presente raccolta comprende solo le voci principali della classificazione di Ratisbona relativa all arte (LH LO) INDICE LD 3000 - LD 8000

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

CHE COS E UN EXPO UNIVERSALE

CHE COS E UN EXPO UNIVERSALE CHE COS E UN EXPO UNIVERSALE Il più grande evento del mondo. Un brand universale (4 expo ogni 10 anni in 5 Continenti). Un evento nazionale e non locale. Un organizzazione non-profit degli Stati Nazionali

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Gestione Servizi Doganali

Gestione Servizi Doganali Gestione Servizi Doganali GESTIONE SERVIZI DOGANALI Background La gestione delle attività dogali di import/export o transito richiede da sempre figure specializzate all interno delle aziende in grado di

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

TEST INGEGNERIA 2014

TEST INGEGNERIA 2014 scienze www.cisiaonline.it TEST INGEGNERIA 2014 Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico CISIA Roma, 1 ottobre 2014, Assemblea CopI DATI CISIA - MARZO, SETTEMBRE 2014 test erogati al 15 settmebre CARTACEI

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. PRIMO TRIMESTRE 2014 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l'igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione Direttore

Dettagli

PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA

PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Indice generale Indice generale... II Introduzione...- 5 - Perché un Piano Strategico Nazionale

Dettagli

Vorrei un inform@zione

Vorrei un inform@zione Touring Club Italiano Vorrei un inform@zione Come rispondono gli uffici informazioni delle destinazioni turistiche italiane e straniere Dossier a cura del Centro Studi TCI Giugno 2007 SOMMARIO Alcune premesse

Dettagli

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04.

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04. P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Società per Azioni con sede legale in Cagliari, viale Bonaria, 33 Sede Amministrativa, Domicilio Fiscale e Direzione Generale in

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Prot. n. DGPM/VI/19.000/A/45-109.000/I/15 Roma, 5 marzo 2002 OGGETTO:Erogazione del trattamento privilegiato provvisorio nella misura

Dettagli

2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri

2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri 2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri 2.1 La concentrazione degli alunni con cittadinanza non italiana in specifiche scuole e nei differenti ordini e gradi scolastici Dall analisi

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

FOCUS ON Iran, alla rincorsa del tempo perduto

FOCUS ON Iran, alla rincorsa del tempo perduto FOCUS ON Iran, alla rincorsa del tempo perduto A cura dell Ufficio Studi Economici EXECUTIVE SUMMARY Il raggiungimento di un accordo sul nucleare iraniano potrebbe aprire interessanti opportunità per le

Dettagli

Unione Province Italiane. Una proposta per il riassetto delle Province

Unione Province Italiane. Una proposta per il riassetto delle Province Unione Province Italiane Una proposta per il riassetto delle Province Assemblea Unione Province Italiane Roma - 06 dicembre 2011 A cura di: Prof. Lanfranco Senn Dott. Roberto Zucchetti Obiettivi dello

Dettagli

Produzione di energia elettrica e carbone: l anomalia italiana Pag. 1

Produzione di energia elettrica e carbone: l anomalia italiana Pag. 1 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Produzione di energia elettrica e carbone: l anomalia italiana Pag. 1 I vantaggi del carbone Pag. 3 Il carbone e l ambiente Pag. 8 Le centrali a carbone in Italia

Dettagli

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico-

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- PREMESSA... 3 1. CARATTERISTICHE FISICHE DELLE TS-CNS... 3 1.1. Fronte TS-CNS

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Indice. Introduzione... 2. Definizioni... 3. Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4. L irraggiamento solare in Italia nel 2012...

Indice. Introduzione... 2. Definizioni... 3. Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4. L irraggiamento solare in Italia nel 2012... Indice Introduzione... 2 Definizioni... 3 Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4 La fonte solare L irraggiamento solare in Italia nel 2012... 6 Mappa della radiazione solare nel 2011 e nel 2012...

Dettagli