Piano Integrato per la Sicurezza Stradale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano Integrato per la Sicurezza Stradale"

Transcript

1 Educazione e sicurezza stradale come educazione alla convivenza civile Bando di concorso rivolto alle scuole statali e paritarie della Provincia di Belluno per la concessione di contributi finalizzati alla realizzazione di proposte educativo/didattiche in merito alla sicurezza stradale Modulo di presentazione progetti N [Riservato alla Provincia] Titolo progetto SICURI SU DUE RUOTE A) Scheda anagrafica Istituto proponente/capofila Nome Istituto Comprensivo CESIOMAGGIORE Primaria x Secondaria I Grado Secondaria II Grado Paritaria Via GREI, 7 CAP Città CESIOMAGGIORE PEC Tel Fax Dirigente PRADEL Anna Maria B) Responsabile del progetto Docente responsabile del progetto: Rech Paolo Recapiti del docente responsabile del progetto: Cell Pag. 1 di 11

2 C) Schede anagrafiche Istituti/Scuole partecipanti al progetto Partner 1) Nome Istituto Scuola Media G. Rocca Feltre Primaria Secondaria I Grado Secondaria II Grado Paritaria Via Fusinato 14 CAP Città FELTRE PEC Tel Fax Docente referente del progetto: Perco Paolo Partner 2) Nome Istituto I.C. Fonzaso Primaria Secondaria I Grado Secondaria II Grado Paritaria Via DANTE, 11 CAP Città FONZASO PEC: Tel Fax Docente referente del progetto: De Cesero Giuliana Partner 3) Nome Istituto I.C. Lamon Primaria Secondaria I Grado Secondaria II Grado Paritaria Via Ferd, 54 CAP Città Lamon (Bl) Pag. 2 di 11

3 PEC Tel Fax Docente responsabile del progetto: Rech Paolo Partner 4) Nome Istituto: Istituto Comprensivo G. Rodari - S. Giustina (Belluno) Primaria Secondaria I Grado Secondaria II Grado Paritaria Via Cal de Formiga, 16 CAP Città Santa Giustina PEC Tel Fax Docente referente del progetto: Gelsomino Fedele Partner 5) Nome Istituto I.C. Pedavena Primaria Secondaria I Grado Secondaria II Grado Paritaria Via U. Foscolo, 5 CAP Città PEDAVENA PEC: ISTRUZIONE.IT Tel Fax Docente referente del progetto: Cappellaro Mauro Pag. 3 di 11

4 D) Ambiti di azione del progetto Ambito di azione SI NO Per le scuole primarie: La strada come luogo del vivere: i fattori di rischio ed i comportamenti per viverla in sicurezza Per le scuole secondarie di primo grado: La strada come luogo del crescere: dalla bicicletta al motorino, le norme, gli atteggiamenti ed i comportamenti per crescere in autonomia Per le scuole secondarie di secondo grado: La strada come convivenza civile: dai nostri comportamenti al codice della strada per star bene con se stessi e con gli altri. Il progetto è inserito nei POF del proponente e degli Istituti coinvolti nel progetto? E) Elementi quantitativi del progetto E1) beneficiari del progetto Proponente/capofila I.C. Cesiomaggiore Istituto Partner 1 Scuola Media G. Rocca Feltre Partner 2 I.C.Fonzaso Partner 3 I.C.Lamon Numero classi coinvolte Numero studenti coinvolti Numero insegnanti coinvolti Partner 4 I.C. G.Rodari Santa Giustina Partner 5 I.C. Pedavena TOTALE E2) Descrizione delle modalità interdisciplinari del progetto (fare anche l'elenco delle discipline toccate dalle attività progettuali max 20 righe) Pag. 4 di 11

5 Le discipline interessate alle attività (durante le ore curriculari ed ore aggiuntive con alcuni rientri pomeridiani) sono: Tecnologia, Arte e Immagine, Matematica, Geografia, Scienze Motorie e Sportive. Verranno attivate - lezioni frontali; - esercitazioni di orientamento geografico con introduzione e uso delle carte, per un orientamento sulle strade del territorio e dare giuste informazioni in caso di necessità; verrà proposta - un attività pratica, utilizzando la bicicletta, da svolgersi negli spazi attigui alle scuole, con la collaborazione dei tecnici delle società sportive ciclistiche, con simulazione di percorsi ciclabili e pedonali dotati di segnaletica costruita dai ragazzi nelle ore di Tecnologia ed Arte e immagine; - lezioni con la presenza del meccanico, per conoscere la bicicletta e le sue parti dal punto di vista tecnico, per saper applicare gli elementari sistemi di manutenzione al fine di tenere efficiente e sicuro il mezzo a due ruote; - visite al museo della bicicletta di Cesiomaggiore: la conoscenza diretta della storia dell evoluzione del mezzo meccanico, della sua valenza come mezzo di trasporto economico ed ecologico per la conoscenza dell ambiente e del territorio, può rendere più motivato il coinvolgimento degli allievi; - lezioni con esperti di educazione stradale per poter divenire consapevoli dei problemi relativi alla sicurezza personale, in modo particolare nella veste di pedoni, ciclisti e motociclisti; - censimento fotografico della segnaletica stradale presente nei territori di competenza, sfruttando la cartografia disponibile, con l obiettivo di conoscere concretamente le problematiche della circolazione stradale locale (con scambio tra le scuole in rete); graduale conoscenza della segnaletica stradale orizzontale e verticale; - uscite finali, anche a scuole riunite, integrate con opportunità di tipo didattico, comprendenti un momento finale di riscontro delle abilità acquisite, sotto forma di gioco-gimkana a tempo e penalità; nella fase preparatoria: - apprendere come organizzare ed effettuare un escursione ciclo-turistica. F) Quadro logico del progetto F1) Analisi del contesto, dei bisogni dei proponenti e motivazioni del progetto (max 30 righe) Vista la necessità di consapevolezza dei pericoli per sé e per gli altri, circolando a piedi, in bicicletta e in ciclomotore, rilevata nelle singole classi, i bisogni formativi e le motivazioni del progetto sono quelle che seguono: saper circolare sulla strada con la maggior sicurezza possibile e nel rispetto degli altri; saper conoscere e rispettare le norme e i principi fondamentali del codice della strada; cercare di ridurre le cause che provocano incidenti sulla strada ed evitare pericoli. F2) Obiettivi educativi e didattici del progetto (max 20 righe) La finalità prioritaria sarà quella di fornire una cornice di riferimento, all interno della quale definire dei percorsi in cui l educazione stradale venga valorizzata nelle sue potenzialità educative e formative e concorra allo sviluppo di conoscenze, abilità e competenze in relazione: a. al potenziamento di un autonoma capacità di giudizio e di responsabilità personale e sociale; b. allo sviluppo della conoscenza e del rispetto delle norme di legge, di comportamenti corretti sulla strada e di comportamenti ispirati alla cultura della legalità; c. all acquisizione della consapevolezza del rapporto tra stile di vita e stile di guida; finalità che confluiscono nell acquisizione della capacità di affrontare e risolvere situazioni problematiche attraverso l esercizio del pensiero critico e del pensiero creativo; d. Conoscere le principali regole del codice della strada; conoscere il significato della segnaletica stradale; conoscere i comportamenti da tenere come pedone, alle guida della bicicletta e del ciclomotore, come passeggero dei mezzi di trasporto pubblici e privati; conoscere gli interventi opportuni da effettuare in caso di incidente, con elementi di primo soccorso; e. Educare ad uno stile di vita sano, quindi non solo allo sport programmato o agonistico, ma Pag. 5 di 11

6 incoraggiare gli spostamenti a piedi o in bicicletta; f. aumentare le opportunità di stabilire contatti tra coetanei; g. arricchire il bagaglio di esperienze individuali degli alunni, altrimenti abituati a percepire i luoghi come entità distinte, non collegate tra loro da uno spazio fisico, ma da uno spazio virtuale asettico, che rende irreali le distanze. F3) Azioni/attività progettuali previste (compilare una scheda per ogni attività prevista) 1 Titolo azione CONOSCENZA DELLE NORME Partner responsabile: I.C. Rodari S.Giustina Norme del codice della strada, la circolazione, la segnaletica stradale, educazione alla convivenza civile: lezioni con un esperto di educazione stradale Aver acquisito le modalità di comportamento corretto e responsabile per la salvaguardia della sicurezza sulla strada, in modo particolare nella veste di pedoni, ciclisti e motociclisti. 5 plessi scolastici, 45 classi scuola secondaria di primo grado, alunni 2 Titolo azione ABILITÀ DI GUIDA Partner responsabile: I.C. CESIOMAGGIORE Diversi incontri di attività pratica, utilizzando la bicicletta, da svolgersi negli spazi attigui alle scuole, con la collaborazione dei tecnici delle società sportive ciclistiche coinvolte. In questa fase ci si prefigge di migliorare, negli alunni, le abilità specifiche in sella alla bicicletta, al fine di renderli più sicuri nella capacità di condurre il mezzo a due ruote e in definitiva di formare degli abili e consapevoli utenti della strada su due ruote 5 plessi scolastici, 18 classi scuola secondaria di primo grado, 366 alunni 3 Titolo azione STORIA DELLA BICICLETTA Partner responsabile: I.C. Cesiomaggiore Visite al museo della bicicletta di Cesiomaggiore, per ognuna delle classi seconde coinvolte, con la guida competente ed esclusiva dello stesso appassionato ideatore del museo, Sig. Sergio Sanvido. Questa lezione consentirà di apprendere la storia dell evoluzione del mezzo meccanico, della sua valenza come mezzo di trasporto economico ed ecologico utile per la conoscenza dell ambiente e del territorio. Suscitare interesse, coinvolgimento e motivazione all uso del mezzo, da parte degli allievi. 5 plessi scolastici, 20 classi della scuola secondaria di primo grado, 423 alunni 4 Titolo azione CONOSCENZA DEL MEZZO Partner responsabile: I.C. Cesiomaggiore Pag. 6 di 11

7 Lezioni con la presenza del meccanico ciclista, per conoscere la bicicletta e le sue parti dal punto di vista tecnico, Saper applicare gli elementari sistemi di manutenzione al fine di tenere efficiente e sicuro il mezzo a due ruote. 6 plessi scolastici, 22 classi della scuola secondaria di primo grado, 476 alunni 5 Titolo azione DALLA TEORIA ALLA PRATICA Partner responsabile: S.M. Rocca Feltre Uscite finali in bicicletta, anche a scuole riunite, da effettuarsi entro la fine dell anno scolastico, per il raggiungimento di una meta didattica, comprendenti un momento finale di riscontro delle abilità acquisite, sotto forma di gioco-gimkana a tempo e penalità. Aver acquisito i comportamenti corretti e responsabili per poter muoversi in gruppo con sicurezza. Nella fase preparatoria: apprendere come organizzare ed effettuare un escursione ciclo-turistica 5 plessi scolastici, 16 classi scuola secondaria di primo grado, 330 alunni 6 Titolo azione CONOSCERE LA SEGNALETICA STRADALE DEL MIO PAESE Partner responsabile: I.C. Cesiomaggiore Censimento e catalogazione fotografica della segnaletica stradale presente nei territori di competenza, sfruttando la cartografia disponibile. Conoscere concretamente le problematiche della circolazione stradale locale (con scambio tra le scuole in rete); graduale conoscenza della segnaletica stradale. 6 plessi scolastici, 18 classi scuola secondaria di primo grado, 390 alunni 7 Titolo azione USO CORRETTO DEL CASCO Partner responsabile: I.C. Cesiomaggiore Incontro con un esperto della F.M.I. (Federazione Motociclistica Italiana) per conoscere i dispositivi di sicurezza passivi per la guida del ciclomotore: tra questi in particolar modo il casco. Consapevolezza dell importanza dell uso corretto casco nella prevenzione degli infortuni; cura nella sua scelta e nella necessaria manutenzione. 4 plessi scolastici, 12 classi scuola secondaria di primo grado, 254 alunni Pag. 7 di 11

8 F4) Innovatività della proposta progettuale (max 30 righe) Simulazione nel piazzale della scuola di percorsi pedonali e percorsi ciclabili, dotati di segnaletica costruita dai ragazzi. Visita al museo della bicicletta per suscitare l interesse verso questo mezzo. Censimento e catalogazione fotografica della segnaletica locale. Lezioni pratiche di manutenzione con la presenza del meccanico ciclista. Importanza dell uso del casco spiegata da un esperto della F.M.I. Organizzazione di un escursione ciclo-turistica F5) Sostenibilità del progetto formativo anche negli anni successivi all'erogazione del contributo provinciale (max 30 righe) Il progetto formativo così progettato avrà valenza pluriennale e verrà attivato anche negli anni successivi all eventuale erogazione del contributo, per tutti gli alunni della Scuola secondaria di I grado F6) Descrizione della tipologia e delle modalità di coinvolgimento delle realtà presenti sul territorio quali enti locali, organi di pubblica sicurezza, associazioni ecc. (max 30 righe) Polizia Locale: per le uscite in bicicletta programmate sul territorio. Polstrada: per la lezione teorica sul codice della strada e sulla guida sotto l effetto di sostanze stupefacenti ed alcool. Docenti esperti in tematiche di educazione e sicurezza stradale. FCI - Federazione Ciclistica Italiana - con le società sportive dilettantistiche presenti nel territorio (U.C. Foen Battistel / G.S. Girelli Dalla Rosa / G.S. Fonzaso): questa collaborazione ci permette di proporre, con gli strumenti idonei e l esperienza specifica, a garanzia della sicurezza, l attività pratica con la bicicletta. FMI - Federazione Motociclistica Italiana: l importanza dell uso corretto del casco insegnata da chi riesce a coinvolgere emotivamente gli adolescenti che si accingono a guidare un ciclomotore. Museo della bicicletta di Cesiomaggiore: uno strumento per incoraggiare l uso della bicicletta. Meccanici ciclisti (Cicli Sanvido - Cesio, Cicli Dalla Rosa - Feltre, cicli Girelli - S.Giustina): per le lezioni di corretta ordinaria manutenzione della bicicletta. Protezione Civile e Volontari del Primo Soccorso F7) Descrizione delle modalità di coinvolgimento delle famiglie (max 30 righe) Verranno coinvolti i genitori per coadiuvare gli insegnanti e gli istruttori nell accompagnamento durante le uscite di gruppo in bicicletta. G)Cronoprogramma delle attività (anno scolastico 2013/2014) Pag. 8 di 11

9 AZIONE azione 1 (classi tutte) NORME azione 2 (classi prime) ABILITÀ IN BICI azione 3 (classi prime) MUSEO. MESE azione 4 (classi seconde) MECCANICO azione 5 (classi seconde) USCITE IN BICI azione 6 (classi terze) SEGNALETICA LOCALE azione 7 (classi terze) CASCO set ott nov dic gen feb mar apr mag Pag. 9 di 11

10 H) Costi del progetto H1) Costi (servizi e/o forniture) del progetto escluso personale docente e non docente Descrizione della spesa Costo unitario Quantità Costo totale Macchina fotografica 130, ,00 Videoproiettore 400, ,00 Kit per segnaletica stradale 73, ,50 Kit per gimkana 100, ,00 Carta per stampe fotografiche 16,50 2 risme 33,00 Visite al museo (biglietti entrata) 350,00 Materiale di facile consumo 200,00 Trasporti 300,00 Spese per esperti esterni (esperto ed. stradale, meccanico, tecnici società sportive ciclistiche, esperto FMI) 25,00 60 ore 1.500,00 TOTALE SPESE PER SERVIZI E FORNITURE DEL PROGETTO 3.216,50 H2) Costi del personale docente e non docente Descrizione Costo unitario Quantità Costo totale Costo docenza insegnanti 46, ,30 Costo attività di non docenza insegnanti 23, ,16 Costo personale non docente 19, ,84 Altro personale impegnato (specificare, se necessario aggiungere righe) TOTALE SPESE PERSONALE DOCENTE E NON DOCENTE 3.466,30 H3) Costo complessivo del progetto (H1 + H2) 6.682,80 Pag. 10 di 11

11 I) Dichiarazione Il sottoscritto ANNA MARIA PRADEL Dirigente dell'istituto COMPRENSIVO DI CESIOMAGGIORE in qualità di Istituto proponente/capofila del progetto SICURI SU DUE RUOTE, consapevole delle sanzioni penali, richiamate dall art. 76 del D.P.R. 445/2000, nel caso di dichiarazioni non veritiere e di falsità negli atti, con la sottoscrizione e la presentazione della presente proposta progettuale chiede di partecipare al bando Educazione e sicurezza stradale come educazione alla convivenza civile dichiarando di aver preso visione di quanto in esso contenuto ed in particolare impegnandosi a dar corso, in caso di valutazione positiva, alle attività previste e delineate nella presente proposta. Si autorizza, inoltre, al trattamento dei dati per consentire lo svolgimento degli adempimenti inerenti dal bando, ai sensi del D. Lgs n 196/2003. Cesiomaggiore, 14 marzo 2013 IL DIRIGENTE SCOLASTICO Anna Maria Pradel Pag. 11 di 11

Piano Integrato per la Sicurezza Stradale

Piano Integrato per la Sicurezza Stradale Piano Integrato per la Sicurezza Stradale Educazione e sicurezza stradale come educazione alla convivenza civile Modulo di presentazione progetti Bando di concorso rivolto alle scuole statali e paritarie

Dettagli

Progetto: Educazione stradale: diritto di precedenza! (Avviso adottato ai sensi dell art. 8 del D.M. n. 663 dell 1 settembre 2016)

Progetto: Educazione stradale: diritto di precedenza! (Avviso adottato ai sensi dell art. 8 del D.M. n. 663 dell 1 settembre 2016) ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di FONZASO blic82000l@istruzione.it; blic82000l@pec.istruzione.it www.istitutocomprensivofonzaso.gov.it Prot. n. 3504/A29 del 15.11.2016 ANNO SCOLASTICO 2016/17 Progetto: Educazione

Dettagli

Istituto Comprensivo G. De Petra di Casoli

Istituto Comprensivo G. De Petra di Casoli Progetto specifico Itinerario progettuale Classe Scuola EDUCAZIONE STRADALE Casoli in strada Scuola Infanzia-Scuola Primaria-Scuola Secondaria di primo grado IL PEDIBUS: orientarsi sulla strada TUTTINBICI:

Dettagli

Titolo del Progetto: EDUCAZIONE STRADALE E PATENTINO Responsabile del Progetto: prof. Flavio Pedrocco

Titolo del Progetto: EDUCAZIONE STRADALE E PATENTINO Responsabile del Progetto: prof. Flavio Pedrocco REPUBBLICA ITALIANA ISTITUTO COMPRENSIVO SAN BIAGIO Via C.Cicognani, 8 48100 Ravenna TEL.0544/464469 FAX 0544/465017 E-Mail: ics.biagio@libero.it C.F.9200163038 Scheda di progetto prevista dall art.2 comma

Dettagli

Piano Integrato per la Sicurezza Stradale

Piano Integrato per la Sicurezza Stradale - 1 - Educazione e sicurezza stradale come educazione alla convivenza civile Bando di concorso rivolto alle scuole statali e paritarie della Provincia di Belluno per la concessione di contributi finalizzati

Dettagli

SCHEDA DI PRESENTAZIONE DI PROGETTI P.O.F. PROGETTO

SCHEDA DI PRESENTAZIONE DI PROGETTI P.O.F. PROGETTO Ministero della Pubblica Istruzione SCHEDA DI PRESENTAZIONE DI PROGETTI P.O.F. PROGETTO Titolo: Conseguimento del C.I.G. A scuola Descrizione sommaria del contenuto: il progetto è rivolto agli alunni interessati

Dettagli

PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE Patentino

PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE Patentino SCUOLA SECONDARIA STATALE DI PRIMO GRADO ETTORE FIERAMOSCA ROCCA D EVANDRO CE A.S.2009/10 PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE Patentino Docente Responsabile : Prof. ssa : Di Zazzo Alba PREMESSA Il Decreto 19

Dettagli

CONTENUTI. BeGreen! si compone di:

CONTENUTI. BeGreen! si compone di: PROGETTO CONTENUTI BeGreen! è un progetto che ha l obiettivo di diventare punto di riferimento stabile e una modalità efficace per Amministrazioni Pubbliche e Privati per affrontare il tema della Mobilità

Dettagli

Il nostro Istituto ti propone

Il nostro Istituto ti propone ISTITUTO COMPRENSIVO G. BERTACCHI Scuola Secondaria di primo grado Biagio Bellotti via Busona, 14 Busto Arsizio (VA) Il nostro Istituto ti propone al fine di raggiungere i seguenti obiettivi presenti nel

Dettagli

A spasso per la strada

A spasso per la strada LA DIMENSIONE PROGETTUALE CURRICOLARE Arricchimento del Piano Triennale dell Offerta Formativa Interventi per la scuola dell infanzia Competenze - Percorso formativo A spasso per la strada Definizione

Dettagli

PROGETTO SALUTE. Coordinatore: BACCI ROSSANO. Premessa :

PROGETTO SALUTE. Coordinatore: BACCI ROSSANO. Premessa : PROGETTO SALUTE Coordinatore: BACCI ROSSANO Premessa : Questo progetto raccoglie iniziative relative a temi di rilevante interesse in materia di prevenzione, di cultura della salute,di miglioramento della

Dettagli

VelaScuola è il progetto della Federazione Italiana Vela, in collaborazione con il MIUR che consente allo sport della vela di entrare nelle Scuole

VelaScuola è il progetto della Federazione Italiana Vela, in collaborazione con il MIUR che consente allo sport della vela di entrare nelle Scuole Velascuola 2017 VelaScuola è il progetto della Federazione Italiana Vela, in collaborazione con il MIUR che consente allo sport della vela di entrare nelle Scuole durante l orario curriculare: si tratta

Dettagli

Int e rv e nto FI P A V No ve mb re 2010

Int e rv e nto FI P A V No ve mb re 2010 ATTIVITA SVOLTA A.S. 2010/2011 Settembre Visita nelle scuole per verifica struttura palestra e mezzi disponibili Strutturazione programma di lavoro Ottobre Strutturazione orario Somministrazione tests

Dettagli

PICCOLE RUOTE CRESCONO

PICCOLE RUOTE CRESCONO PICCOLE RUOTE CRESCONO Progetto di Educazione Stradale per la scuola primaria La Federazione Motociclistica Italiana, Ente morale del CONI, grazie ai diversi Protocolli d Intesa firmati con Ministero dell

Dettagli

Codice progetto B 1-FSE Decreto N. 451 Catania, 6/10/2010 Prot.n. 4153/E1

Codice progetto B 1-FSE Decreto N. 451 Catania, 6/10/2010 Prot.n. 4153/E1 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE XX SETTEMBRE VIA SIGNORELLI,1- TEL/FAX 095434114 CTIC89200C@ ISTRUZIONE.IT CATANIA Codice progetto B 1-FSE-2009-1551 Decreto N. 451 Catania, 6/10/2010 Prot.n. 4153/E1 Nell

Dettagli

Scuola Media Statale G. Matteotti Rivoli

Scuola Media Statale G. Matteotti Rivoli Scuola Media Statale G Matteotti Iscrizione in prima media anno scolastico 2007/2008 2006/2007 Anno del Libro della Scuola Media G Matteotti Le materie di studio italiano storia geografia matematica scienze

Dettagli

S. S. S. SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO

S. S. S. SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO OASI DELLA SICUREZZA E DEL DIVERTIMENTO A SUSA LA SICUREZZA FA SCUOLA Progetto S. S. S. SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO PREMESSA Chi opera in campo didattico sa che l istruzione non è solo un percorso

Dettagli

PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: IIA

PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: IIA PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: IIA DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA La geografia

Dettagli

Obiettivi specifici di apprendimento

Obiettivi specifici di apprendimento Obiettivi specifici di apprendimento CONOSCENZE - La tipologia della segnaletica stradale, con particolare attenzione a quella relativa al pedone e al ciclista. -Analisi del Codice Stradale: funzione delle

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO

CORSO DI AGGIORNAMENTO Ai Sigg. Dirigenti Scolastici A tutti gli Insegnanti delle Scuole ed Istituti di ogni ordine e grado Il Comitato Regionale F.I.S.O Friuli Venezia Giulia, di concerto con l Ufficio Scolastico Regionale

Dettagli

PROTOCOLLO PER LA CONTINUITÀ TRA I DIVERSI ORDINI

PROTOCOLLO PER LA CONTINUITÀ TRA I DIVERSI ORDINI PROTOCOLLO PER LA CONTINUITÀ TRA I DIVERSI ORDINI Attenzione dedicata alle fasi di transizione che scandiscono l ingresso nel sistema scolastico, la continuità tra i diversi ordini di scuola e il successivo

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale M. Amiata

Istituto Comprensivo Statale M. Amiata Piano dell Offerta Formativa A. S. 2012-2013 Istituto Comprensivo Statale M. Amiata Scuola secondaria di Primo Grado E. Curiel Ufficio di Segreteria: via Pace/Lambro, 92 Tel. 02-8257921 Fax. 02-8241526

Dettagli

Progetto ora alternativa alle religione cattolica

Progetto ora alternativa alle religione cattolica Istituto Comprensivo 41 Console Bagnoli - Napoli Anno scolastico 2016/2017 Progetto ora alternativa alle religione cattolica Il progetto si propone un percorso alternativo all ora di religione. L attività

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE E. VITTORINI SOLARINO. DIRIGENTE SCOLASTICO DOTT. SSA Anna Messina LE NOSTRE ATTIVITÀ SPORTIVE A. S.

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE E. VITTORINI SOLARINO. DIRIGENTE SCOLASTICO DOTT. SSA Anna Messina LE NOSTRE ATTIVITÀ SPORTIVE A. S. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE E. VITTORINI SOLARINO DIRIGENTE SCOLASTICO DOTT. SSA Anna Messina LE NOSTRE ATTIVITÀ SPORTIVE A. S. 2015-2016 e Lo Sport di Classe è un Progetto Nazionale, promosso e realizzato

Dettagli

SCHEDA PROPOSTA PROGETTI DI PROMOZIONE ALLA SALUTE TITOLO PROGETTO:

SCHEDA PROPOSTA PROGETTI DI PROMOZIONE ALLA SALUTE TITOLO PROGETTO: SCHEDA PROPOSTA PROGETTI DI PROMOZIONE ALLA SALUTE TITOLO PROGETTO: Soggetto promotore Istituto Scolastico Scuola. Sede della scuola Ambito: Val Seriana Val Seriana Superiore e Val di Scalve Target (a

Dettagli

Gioca in difesa fin da piccolo per vincere in attacco da grande.

Gioca in difesa fin da piccolo per vincere in attacco da grande. !!!!! Progetto dal gioco al gioco sport per arrivare al mini handball e al mini hockey Per la Scuola Primaria e Secondaria Anno scolastico 2013-2014 Gioca in difesa fin da piccolo per vincere in attacco

Dettagli

PROF. Silvia Tiribelli MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: II D

PROF. Silvia Tiribelli MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: II D PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. Silvia Tiribelli MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: II D DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA La geografia

Dettagli

Titolo: UNA SCUOLA PER L AMBIENTE

Titolo: UNA SCUOLA PER L AMBIENTE Titolo: UNA SCUOLA PER L AMBIENTE MOTIVAZIONI DELLA SCELTA L'obiettivo del progetto è quello di promuovere una didattica svolta per l'ambiente, basata sui comportamenti, sui valori e sui cambiamenti. Lo

Dettagli

Corpo Unico di Polizia Municipale PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE PER LE SCUOLE PRIMARIE

Corpo Unico di Polizia Municipale PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE PER LE SCUOLE PRIMARIE PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE PER LE SCUOLE PRIMARIE - Promuovere nell alunno il bisogno di attenzione sulla strada - Promuovere nell alunno conoscenze relative ai pericoli che si possono incontrare

Dettagli

CATALOGO OFFERTA FORMATIVA DEL CEA CENTRO IDEA Anno scolastico 2011/2012

CATALOGO OFFERTA FORMATIVA DEL CEA CENTRO IDEA Anno scolastico 2011/2012 Servizio Ambiente Centro Idea - Partecipazione CATALOGO OFFERTA FORMATIVA DEL CEA CENTRO IDEA Anno scolastico 2011/2012 EDUCARE ALLA SOSTENIBILITA Viale Alfonso I d Este 17-44123 Ferrara Tel. 0532 744670

Dettagli

Protocollo di Continuità

Protocollo di Continuità ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI Scuole Primarie e dell Infanzia di Dignano, Ragogna, Rive d Arcano, San Daniele, Villanova Scuole Secondarie di I grado di Ragogna e di San Daniele del Friuli

Dettagli

Le pietre e i cittadini

Le pietre e i cittadini Associazione Nazionale per la tutela del Patrimonio Storico, Artistico e Naturale della Nazione Progetto nazionale per l Educazione al Patrimonio Le pietre e i cittadini a. s. 2016-17 UNITA DI APPRENDIMENTO

Dettagli

Progetto Motoria - Nuoto

Progetto Motoria - Nuoto SCUOLA PRIMARIA di FOEN Anno Scolastico 2014/2015 Progetto Motoria - Nuoto Responsabili del progetto Fantinel Cristina / Fontanive Emanuela Stendono il progetto: Fantinel Cristina / Fontanive Emanuela

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/15 SCHEDA DI PRESENTAZIONE PROGETTO

ANNO SCOLASTICO 2014/15 SCHEDA DI PRESENTAZIONE PROGETTO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CERVARO Corso della Repubblica 23-03044 Cervaro (Fr) 0776/367013 fax

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo - Direzione Generale

Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo - Direzione Generale SCHEDA A - PROGETTO EXTRASCOLASTICO 1 OPCM N. 3979/ 2011 Anno scolastico 2016-2017 azioni da svolgersi fino al 31 agosto 2017 ISTITUTO SCOLASTICO Codice meccanografico TEIC81900X Denominazione istituto

Dettagli

Esso ha quindi come obiettivo ottimale di far giungere l alunno all autovalutazione e all auto-orientamento.

Esso ha quindi come obiettivo ottimale di far giungere l alunno all autovalutazione e all auto-orientamento. PROGETTO ORIENTAMENTO 2013/2014 ORIENTARSI PER SCEGLIERE FINALITA EDUCATIVE L orientamento nella scuola secondaria di I grado è un processo educativo e didattico al quale concorrono, secondo le specifiche

Dettagli

Scuola Primaria Statale Madre Teresa di Calcutta Belpasso

Scuola Primaria Statale Madre Teresa di Calcutta Belpasso Scuola Primaria Statale Madre Teresa di Calcutta Belpasso Progetto curriculare Anno Scolastico 2016-2017 Docenti referenti Conte Concetta Prastani Stefania Sport di Classe è un progetto, promosso e realizzato

Dettagli

Corso per Educatori di attività motoria e Giocosport nella Scuola Primaria

Corso per Educatori di attività motoria e Giocosport nella Scuola Primaria Periodo settembre/ottobre 2016 Corso per Educatori di attività motoria e Giocosport nella Scuola Primaria FINALITA Il CONI Point di Parma in collaborazione con la Scuola Regionale dello Sport,l Ufficio

Dettagli

TECNICO QUALIFICATO GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTA

TECNICO QUALIFICATO GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTA TECNICO QUALIFICATO GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTA ENTE GESTORE Istituto Dante Alighieri Agenzia accreditata alla Regione Toscana Codice di accreditamento n. FI0496 del 10/03/09 SEDE DEL CORSO Sede del

Dettagli

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE ANNO SCOLASTICO 2007/2008 OGGETTO: PROPOSTE DIDATTICHE DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PER L ANNO SCOLASTICO 2007/8

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE ANNO SCOLASTICO 2007/2008 OGGETTO: PROPOSTE DIDATTICHE DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PER L ANNO SCOLASTICO 2007/8 Al dirigente scolastico della scuola in indirizzo si prega cortesemente di inoltrare la presente comunicazione AGLI INSEGNANTI DI TUTTI I PLESSI OGGETTO: PROPOSTE DIDATTICHE DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PER

Dettagli

Tipo scuola Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di I Grado

Tipo scuola Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di I Grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA U F F I C I O S C O L A S T I C O R E G I O N A L E P E R L A C A L A B R I A Istituto Comprensivo di Mammola (r.c.) SCHEDA PROGETTO Tipo scuola

Dettagli

Qualche parola sul bando A scuola camminando della precedente edizione

Qualche parola sul bando A scuola camminando della precedente edizione Qualche parola sul bando A scuola camminando della precedente edizione A cura di Francesca Di Ciccio Servizio Pianificazione Sviluppo Sostenibile e Ciclo integrato Rifiuti Laboratorio Territoriale di Educazione

Dettagli

Direzione Didattica 1 Circolo di Valenza

Direzione Didattica 1 Circolo di Valenza Direzione Didattica 1 Circolo di Valenza E S T R A T T O Dirigente scolastico: Maria Elena Dealessi e-mail: mariaelena.dealessi@istruzione.it riceve su appuntamento Collaboratore vicario: Maria Cristina

Dettagli

PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI FINALITA DEL PROTOCOLLO Il protocollo definisce le tappe di un percorso condiviso che favorisca l accoglienza, l inserimento e l integrazione dei bambini

Dettagli

Bimbi in Bici 2016 Una buona vita è semplice!

Bimbi in Bici 2016 Una buona vita è semplice! Bimbi in Bici 2016 Una buona vita è semplice! Promosso da Realizzato da Sogepu con Team Bikeland e Agenzia Utopie Concrete insieme per la seconda edizione di Bimbi/Bici Si è concluso con un incontro che

Dettagli

Titolo del Progetto COSTITUZIONE, ANDATA E RITORNO. Responsabile del Progetto Osiride Guerrini

Titolo del Progetto COSTITUZIONE, ANDATA E RITORNO. Responsabile del Progetto Osiride Guerrini REPUBBLICA ITALIANA ISTITUTO COMPRENSIVO SAN BIAGIO Via C.Cicognani, 8 48100 Ravenna TEL. 0544/464469 FAX 0544/465017 E-Mail: ics.biagio@libero.it Pec: icsanbiagio@legalmail.it Web: www.racine.ra.it/icbiagio

Dettagli

BELLI DENTRO E BELLI FUORI MANGIANDO SANO E CORRETTO

BELLI DENTRO E BELLI FUORI MANGIANDO SANO E CORRETTO ISTITUTO COMPRENSIVO LUIGI CAPUANA MINEO A. S. 2016-2017 PROGETTO BELLI DENTRO E BELLI FUORI MANGIANDO SANO E CORRETTO 1 1. Titolo del progetto Belli Dentro e Belli Fuori Mangiando Sano e Corretto L uomo

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica BO1M01300A SIT.RELIG. "SUOR TERESA VERONESI"

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica BO1M01300A SIT.RELIG. SUOR TERESA VERONESI Indice Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica BO1M01300A SIT.RELIG. "SUOR TERESA VERONESI" Sommario 1. Obiettivi di processo 1.1 Congruenza tra obiettivi di processo e priorità/traguardi

Dettagli

La scuola secondaria "Mazzi" si presenta

La scuola secondaria Mazzi si presenta La scuola secondaria "Mazzi" si presenta L Istituto Comprensivo Mazzi include ben 8 scuole. 2 scuole dell infanzia (S. Tomaso e Orio al Serio). 4 scuole primarie Don Bosco (Malpensata), Dante (Orio al

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Rubino NICODEMI VIA ROMA,47 TEL. E FAX FISCIANO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Rubino NICODEMI VIA ROMA,47 TEL. E FAX FISCIANO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Rubino NICODEMI VIA ROMA,47 TEL. E FAX 089891238 84084 FISCIANO Titolo progetto Scheda per la proposta di progetto d Istituto a.s. 20162017 Corpo, movimento e sport Sottotitolo:

Dettagli

Oggetto: Piano di azione Educazione alla Convivenza civile Progetto Studenti in strada

Oggetto: Piano di azione Educazione alla Convivenza civile Progetto Studenti in strada Circolari Prot. N 3022 A/29 Potenza, 1 Agosto 2003 Ai Dirigenti delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado statali e paritarie della Regione e p.c. Al MIUR Direzione Gen. per la Formazione e

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM)

Piano di Miglioramento (PDM) Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica BAIC84400D EL/7 C.D. MONTELLO - SM SANTOM Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 1 di 24) Indice 1. Obiettivi di processo o o o 1.1 Congruenza

Dettagli

Iscrizioni a.s

Iscrizioni a.s Scuola secondaria di Tavagnacco Istituto Comprensivo di Tavagnacco Iscrizioni a.s. 2017-18 martedì 10 gennaio 2017 Auditorium Luigi Bon Cosa cambia? dalla primaria alla secondaria Da bambini a adolescenti

Dettagli

Prot. N. 494/C24 Paese,

Prot. N. 494/C24 Paese, ISTITUTO COMPRENSIVO DI PAESE Viale Panizza, 4-31038 - PAESE (TV) TEL. 0422/959057 - FAX 0422/959459- Codice Fiscale 94131860267 e-mail: tvic868002@istruzione.it pec: tvic868002@pec.istruzione.it sito:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LUIGI CAPUANA MINEO PROGETTO. Mangiare bene per pensare meglio

ISTITUTO COMPRENSIVO LUIGI CAPUANA MINEO PROGETTO. Mangiare bene per pensare meglio ISTITUTO COMPRENSIVO LUIGI CAPUANA MINEO PROGETTO Mangiare bene per pensare meglio A. S. 2016-2017 1 1. Titolo del progetto Mangiare bene per pensare meglio Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente

Dettagli

Progetto Centro CONI di Orientamento e Avviamento allo Sport. Scuola dello Sport - Roma 19/22 ottobre 2015

Progetto Centro CONI di Orientamento e Avviamento allo Sport. Scuola dello Sport - Roma 19/22 ottobre 2015 Progetto Centro CONI di Orientamento e Avviamento allo Sport Scuola dello Sport - Roma 19/22 ottobre 2015 Premessa Il progetto Centro CONI di Orientamento e Avviamento allo sport, è il luogo ideale in

Dettagli

«Cyberbullismo e cittadinanza digitale»

«Cyberbullismo e cittadinanza digitale» «Cyberbullismo e cittadinanza digitale» FIDAE «Cyberbullismo: una sfida educativa» Istituto Gonzaga, Milano Simona Chinelli, referente cyberbullismo per l USR Lombardia L intervento 1. I documenti di riferimento

Dettagli

Allegato 1 alla nota dell Ufficio Scolastico Regionale per l Emilia-Romagna prot. n.xxxx del xx/xx/xxxx.

Allegato 1 alla nota dell Ufficio Scolastico Regionale per l Emilia-Romagna prot. n.xxxx del xx/xx/xxxx. Allegato 1 alla nota dell Ufficio Scolastico Regionale per l Emilia-Romagna prot. n.xxxx del xx/xx/xxxx. Relazione di sintesi delle iniziative di educazione stradale attivate nell anno scolastico 2012-2013.

Dettagli

Tabella Elenco Progetti SCUOLA PRIMARIA RODARI Anno Scolastico

Tabella Elenco Progetti SCUOLA PRIMARIA RODARI Anno Scolastico Tabella Elenco Progetti SCUOLA PRIMARIA RODARI Anno Scolastico 2015-2016 NOME PROGETTO RESPONSABILE DEL PROGETTO DESCRIZIONE DEL PROGETTO UTENTI COINVOLTI Educazione alimentare Paola Cassani Assumere atteggiamenti

Dettagli

Scienze motorie e sportive nella scuola FORMULARIO DI PRESENTAZIONE. Dati Anagrafici della Scuola. Dati Bancari

Scienze motorie e sportive nella scuola FORMULARIO DI PRESENTAZIONE. Dati Anagrafici della Scuola. Dati Bancari M.P.I. DIREZIONE SCOLASTICA REGIONALE PER LA CAMPANIA Scienze motorie e sportive nella scuola Direttiva n.33 del 3 aprile 2006 Nota della Direzione Generale per lo Studente prot.6811/a0 del 12 dicembre

Dettagli

Prot. n. 377 /C14 Fossalta di Portogruaro, 27/01/2016

Prot. n. 377 /C14 Fossalta di Portogruaro, 27/01/2016 Prot. n. 377 /C14 Fossalta di Portogruaro, 27/01/2016 Bando per il reclutamento di esperti per lo svolgimento del Progetto RELAZIONE PIU A.S. 2015/2016 L Istituto Comprensivo di Fossalta di Portogruaro,

Dettagli

SCHEDA PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO (ASL) Es. : L etica del Lavoro

SCHEDA PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO (ASL) Es. : L etica del Lavoro SCHEDA PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO (ASL) Titolo Es. : L etica del Lavoro 1. Informazioni generali Tipologia di scuola: Numero alunni coinvolti: Ambito: Classe/i coinvolte: Diploma derivante dal ciclo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di FAVRIA CANAVESE (TO) Scuola dell infanzia, primaria e secondaria di 1 grado Piazza della Repubblica, 6 - Tel.

ISTITUTO COMPRENSIVO di FAVRIA CANAVESE (TO) Scuola dell infanzia, primaria e secondaria di 1 grado Piazza della Repubblica, 6 - Tel. ISTITUTO COMPRENSIVO di FAVRIA CANAVESE (TO) Scuola dell infanzia, primaria e secondaria di 1 grado Piazza della Repubblica, 6 - Tel. 0124/470067 Sito web:http://www.icfavria.gov.it FINALITA DELLA SCUOLA

Dettagli

Declinazione del Progetto Mondiali di Scherma Verona 2018: parte didattica e parte sportiva.

Declinazione del Progetto Mondiali di Scherma Verona 2018: parte didattica e parte sportiva. Egregio Dirigente Scolastico, Il Comitato Organizzatore dei Campionati del mondo di Scherma - Verona 2018 desidera sottoporre alla Sua attenzione il Progetto Mondiali di scherma Verona 2018 Tutti in Pedana.

Dettagli

PREMIO DELLE BUONE PRATICHE DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA E ALLA SALUTE Vito Scafidi XI edizione Nota illustrativa

PREMIO DELLE BUONE PRATICHE DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA E ALLA SALUTE Vito Scafidi XI edizione Nota illustrativa PREMIO DELLE BUONE PRATICHE DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA E ALLA SALUTE Vito Scafidi XI edizione 2017 - Nota illustrativa Gentilissimo Dirigente, Cittadinanzattiva è lieta di invitare la sua scuola a partecipare

Dettagli

A SETTEMBRE 2006 SI E COSTITUITO IL GRUPPO-SCUOLA DEGLI AMICI DELLA BICICLETTA DI MESTRE. a cura di Germana Prencipe

A SETTEMBRE 2006 SI E COSTITUITO IL GRUPPO-SCUOLA DEGLI AMICI DELLA BICICLETTA DI MESTRE. a cura di Germana Prencipe Fiab-Onlus- Amici della Bicicletta di Mestre Associazione ambientalista per una mobilità sostenibile Email: progetti.educazione@fiab-onlus.it tel./fax 041-921515 a cura di Germana Prencipe A SETTEMBRE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VILLA LAGARINA EDUCAZIONE ALLA SALUTE A.S

ISTITUTO COMPRENSIVO VILLA LAGARINA EDUCAZIONE ALLA SALUTE A.S ISTITUTO COMPRENSIVO VILLA LAGARINA EDUCAZIONE ALLA SALUTE A.S. 2016-2017 Alcune iniziative sono finanziate tramite: -Contributi delle Amministrazioni Comunali di Nogaredo, Nomi, Pomarolo e Villa Lagarina

Dettagli

Istituto Comprensivo Completo «Silvio Pellico» Vedano Olona

Istituto Comprensivo Completo «Silvio Pellico» Vedano Olona Istituto Comprensivo Completo «Silvio Pellico» Vedano Olona La Scuola Primaria E. De Amicis Amicis : : offre una risposta concreta ai bisogni formativi di tutti gli alunni; lavora in sinergia con le famiglie,

Dettagli

SCHEDA DI PROGETTO PROPOSTA ANNUALE O PLURIENNALE A.S. 2015/2016

SCHEDA DI PROGETTO PROPOSTA ANNUALE O PLURIENNALE A.S. 2015/2016 SCHEDA DI PROGETTO PROPOSTA ANNUALE O PLURIENNALE A.S. 2015/2016 1.1 Denominazione del progetto Indicare denominazione del progetto. IN- FORMIAMOCI CORSO DI FORMAZIONE PER I DOCENTI CON ESPERTO DELLA DIDATTICA

Dettagli

Progetto per il sostegno dell educazione fisica e sportiva nella scuola primaria 28/11/2014

Progetto per il sostegno dell educazione fisica e sportiva nella scuola primaria 28/11/2014 Progetto per il sostegno dell educazione fisica e sportiva nella scuola primaria 28/11/2014 1 Premessa Partendo dall analisi dell esperienza fatta con 5 edizioni del progetto di Alfabetizzazione Motoria

Dettagli

Ufficio Educazione Fisica

Ufficio Educazione Fisica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Ufficio XII Ambito territoriale della provincia di Livorno Ufficio Educazione Fisica Prot. n.9037

Dettagli

Polizia Locale di Dresano

Polizia Locale di Dresano Polizia Locale di Dresano L amico vigile racconta PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE SCUOLA PRIMARIA DI DRESANO ANNO SCOLASTICO 2007/2008 Premessa: L art. 230 del codice della strada ha introdotto l obbligo

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale di Villanova d Asti Scuole dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 grado

Istituto Comprensivo Statale di Villanova d Asti Scuole dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 grado Comprensivo Statale di Villanova D Asti, 10 febbraio Gentile famiglia, il nostro è costituito da un corpo insegnante che ha dato la massima disponibilità oraria per offrire un curricolo formale costituito

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LIVIO TEMPESTA

ISTITUTO COMPRENSIVO LIVIO TEMPESTA ISTITUTO COMPRENSIVO LIVIO TEMPESTA SCHEDA DEL PROGETTO P.T.O.F. Scuola Infanzia; Scuola della Primaria Scuola della Secondaria NOME DEL PROGETTO Fare e saper fare Bonaccorsi Maria Grazia Cuomo Ida Rita

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: CYBERBULLYNG E NON SOLO SETTORE e Area di Intervento: E-Educazione e promozione culturale 01.Centri di aggregazione 02. Animazione culturale

Dettagli

Int e rv e nto FI P A V Gi u gn o 201 0

Int e rv e nto FI P A V Gi u gn o 201 0 ATTIVITA SVOLTA A.S. 2009/2010 Settembre Individuazione definitiva scuole e classi partecipanti al progetto Distribuzione foglio adesione scuole ed alunni delle classi individuate Formazione gruppo di

Dettagli

La bici a scuola: autentiche emozioni

La bici a scuola: autentiche emozioni La bici a scuola: autentiche emozioni I progetti didattici FIAB per una mobilità sostenibile Perchè la mobilità sostenibile? traffico inquinamento effetto serra consumi energetici rio a s s e c è ne re

Dettagli

CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO CARDUCCI DANTE

CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO CARDUCCI DANTE I.S.I.S. Carducci Dante Via Giustiniano,3 Trieste CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO CARDUCCI DANTE Progetto di potenziamento delle discipline motorie per alunne/i che frequentano l istituto Carducci Dante Anno

Dettagli

aa. ss. 2012/13-13/14 e 14/15

aa. ss. 2012/13-13/14 e 14/15 aa. ss. 2012/13-13/14 e 14/15 Il Progetto si è consolidato negli anni grazie alla sperimentata efficacia della ricaduta sugli apprendimenti e sulla crescita formativa degli alunni. Coinvolgente e motivante,

Dettagli

CONVENZIONE TRA ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEONARDO DA VINCI SOCIETA DELLA SALUTE DELLA LUNIGIANA - ARCI COMITATO

CONVENZIONE TRA ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEONARDO DA VINCI SOCIETA DELLA SALUTE DELLA LUNIGIANA - ARCI COMITATO CONVENZIONE TRA ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEONARDO DA VINCI SOCIETA DELLA SALUTE DELLA LUNIGIANA - ARCI COMITATO REGIONALE TOSCANO, PER LA REALIZZAZIONE DEI PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

Dettagli

Il presente Regolamento rimane in vigore per il triennio , , salvo modifiche o integrazioni che si rendessero necessarie,

Il presente Regolamento rimane in vigore per il triennio , , salvo modifiche o integrazioni che si rendessero necessarie, Il presente Regolamento rimane in vigore per il triennio 2012-13, 2013-14- 2014-15, salvo modifiche o integrazioni che si rendessero necessarie, previa delibera degli organi collegiali competenti. 1 VISTA

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO STRADE DA AMARE IL 23/11/2010

RELAZIONE PROGETTO STRADE DA AMARE IL 23/11/2010 RELAZIONE PROGETTO STRADE DA AMARE IL 23/11/2010 LE FINALITÀ DELLA FIAB La FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) è una federazione di associazioni a livello nazionale. Le finalità della FIAB

Dettagli

Scuola Primaria Carmine Della Sala

Scuola Primaria Carmine Della Sala Scuola Primaria Carmine Della Sala Via Montefiorino, 32 44123- Pontelagoscuro - Ferrara telefono: 0532 461769 La scuola si trova nel paese di Pontelagoscuro, situato nella periferia NORD della città di

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE "FRANCA MAZZARELLO" E SAFETY POLICY

DIREZIONE DIDATTICA STATALE FRANCA MAZZARELLO E SAFETY POLICY DIREZIONE DIDATTICA STATALE "FRANCA MAZZARELLO" E SAFETY POLICY 1. Introduzione Il Circolo Franca Mazzarello intende impegnarsi nel creare, compatibilmente con le risorse a disposizione, condizioni ottimali

Dettagli

Gestione delle Mobilità individuale degli alunni Comenius

Gestione delle Mobilità individuale degli alunni Comenius LICEO SCIENTIFICO E. MAJORANA ISERNIA Università degli Studi del Molise LICEO SCIENTIFICO E. MAJORANA ISERNIA Gestione delle Mobilità individuale degli alunni Comenius Programma LLP Roma, 14 15 febbraio

Dettagli

Piano assunzionale previsto dalla Legge n.107 del 13 luglio 2015 Buona Scuola

Piano assunzionale previsto dalla Legge n.107 del 13 luglio 2015 Buona Scuola Piano assunzionale previsto dalla Legge n.107 del 13 luglio 2015 Buona Scuola Gestione fabbisogno dell organico del potenziamento propedeutica Servizi di sviluppo e gestione del Sistema Informativo del

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO A.OLIVIERI. Scuola Secondaria di primo grado P.O.F SINTESI

ISTITUTO COMPRENSIVO A.OLIVIERI. Scuola Secondaria di primo grado P.O.F SINTESI ISTITUTO COMPRENSIVO A.OLIVIERI Scuola Secondaria di primo grado P.O.F SINTESI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 FINALITA E PROGETTI DELL ISTITUTO Il Profilo educativo, culturale e professionale rappresenta ciò

Dettagli

Lezione 1 L impianto del Corso di preparazione alla prova scritta. Le Indicazioni Nazionali per il Curricolo

Lezione 1 L impianto del Corso di preparazione alla prova scritta. Le Indicazioni Nazionali per il Curricolo SCUOLA PRIMARIA SCUOLA DEELL INFANZIA a cura di GIUSEPPE DUMINUCO Lezione 1 L impianto del Corso di preparazione alla prova scritta. Le Indicazioni Nazionali per il Curricolo Questo Corso di preparazione

Dettagli

Istituto Comprensivo San Vito Viale Trento e Trieste, San Vito Romano Roma tel. 06/ Fax 06/ rmic8an002-distretto Scolastico

Istituto Comprensivo San Vito Viale Trento e Trieste, San Vito Romano Roma tel. 06/ Fax 06/ rmic8an002-distretto Scolastico Istituto Comprensivo San Vito Viale Trento e Trieste, 30-00030 San Vito Romano Roma tel. 06/9571058 Fax 06/95479212 rmic8an002-distretto Scolastico XXXVI Mail : rmic8an002@istruzione.it web: www.scuolesanvitoromano.it

Dettagli

Il programma Crea-Attiva-Mente si sviluppa attraverso due direttrici principali:

Il programma Crea-Attiva-Mente si sviluppa attraverso due direttrici principali: [ CICLOATTIVI ] Il programma Crea-Attiva-Mente si sviluppa attraverso due direttrici principali: Progetto Mente locale, per il recupero degli immobili a servizio del TPL e la valorizzazione della rete

Dettagli

LA MATEMATICA DIVERTENTE

LA MATEMATICA DIVERTENTE ISTITUTO AUTONOMO COMPRENSIVO Dante Alighieri SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO AD INDIRIZZO MUSICALE Piazza Dante Alighieri, 1-81041 BELLONA (CE) Tel 0823-965717 Fax 0823-965499 ceic82300q@istruzione.it

Dettagli

VIVERE LA STRADA Progetto di educazione stradale e promozione del senso di responsabilità

VIVERE LA STRADA Progetto di educazione stradale e promozione del senso di responsabilità VIVERE LA STRADA Progetto di educazione stradale e promozione del senso di responsabilità per le quinte classi della scuola primaria Anno scolastico 2011-2012 POLIZIA MUNICIPALE DI BOLZANO STADTPOLIZEI

Dettagli

Istituto Comprensivo Alba Adriatica Via Duca D Aosta, 13 64011 Alba Adriatica (TE) a.s. 2014-15 Dirigente Scolastico: Prof.ssa SABRINA DEL GAONE

Istituto Comprensivo Alba Adriatica Via Duca D Aosta, 13 64011 Alba Adriatica (TE) a.s. 2014-15 Dirigente Scolastico: Prof.ssa SABRINA DEL GAONE Progettazione delle Attività di Continuità e Istituto Comprensivo Alba Adriatica Via Duca D Aosta, 13 64011 Alba Adriatica (TE) a.s. 2014-15 Dirigente Scolastico: Prof.ssa SABRINA DEL GAONE Referente Continuità:

Dettagli

LA CULTURA DELLA PREVENZIONE NELLA SCUOLA. Documento di lavoro a cura di Paola Lecchi. RISCHIO: conoscere per prevenire

LA CULTURA DELLA PREVENZIONE NELLA SCUOLA. Documento di lavoro a cura di Paola Lecchi. RISCHIO: conoscere per prevenire LA CULTURA DELLA PREVENZIONE NELLA SCUOLA Documento di lavoro a cura di Paola Lecchi RISCHIO: conoscere per prevenire CONTENUTI - FINALITA NUCLEI FONDANTI DI COMPETENZA Scuola primaria CONTENUTI / FINALITA

Dettagli

Progetto Ed. Motoria e Nuoto

Progetto Ed. Motoria e Nuoto SCUOLA PRIMARIA di FOEN Anno Scolastico 2013/2014 Progetto Ed. Motoria e Nuoto Progetto Ed. Motoria Responsabili del progetto Fantinel Cristina Collaboratore: Fontanive Emanuela Insegnanti partecipanti

Dettagli

BUONA SCUOLA E INTRECCI RAV PTOF - PDM

BUONA SCUOLA E INTRECCI RAV PTOF - PDM BUONA SCUOLA E INTRECCI RAV PTOF - PDM La Legge 13 luglio 2015, n. 107 Finalità principali realizzare una scuola aperta, quale laboratorio permanente di ricerca, sperimentazione e innovazione didattica,

Dettagli

B2) Curricolo d Istituto saperi di cittadinanza

B2) Curricolo d Istituto saperi di cittadinanza IL PIANO DI MIGLIORAMENTO (gli obiettivi formativi prioritari, traguardi e obiettivi, le azioni e le fasi previste, scelte conseguenti alle previsioni di cui alla legge 107/15) d) Sviluppo competenze in

Dettagli

"Educare all'acqua attraverso l'acqua"

Educare all'acqua attraverso l'acqua PROGETTO SCUOLA 2017-18 SPORTIVAMENTE BELLUNO - F.I.N. "Educare all'acqua attraverso l'acqua" Oggetto: Iniziative di collaborazione scuola-extra scuola in materia di attività sportiva. Premessa Avendo

Dettagli

9 - ATTIVITÀ PROGRAMMATE PER L A.S. 2016/2017

9 - ATTIVITÀ PROGRAMMATE PER L A.S. 2016/2017 9 - ATTIVITÀ PROGRAMMATE PER L A.S. 2016/2017 Le attività didattiche sono corredate da una serie di proposte educative, volte ad ampliare il progetto formativo della scuola. Di seguito si riporta l elenco

Dettagli

Il futuro dei rifiuti nelle nostre mani. Proposte di Educazione Ambientale nelle scuole dell infanzia, primarie e secondarie

Il futuro dei rifiuti nelle nostre mani. Proposte di Educazione Ambientale nelle scuole dell infanzia, primarie e secondarie EDUCAZIONE AMBIENTALE RICCIO SPICCIO Il futuro dei rifiuti nelle nostre mani Proposte di Educazione Ambientale nelle scuole dell infanzia, primarie e secondarie Anno scolastico 2012/2013 Perché? Tutti

Dettagli