SciPy. Programmazione Orientata agli Oggetti e Scripting in Python

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SciPy. Programmazione Orientata agli Oggetti e Scripting in Python"

Transcript

1 SciPy Programmazione Orientata agli Oggetti e Scripting in Python

2 SciPy: Informazioni di Base Libreria di algoritmi e strumenti matematici Fornisce: moduli per l'ottimizzazione, per l'algebra lineare, l'integrazione, funzioni speciali, FFT, elaborazione di segnali ed immagini e altri strumenti comuni nelle scienze e nell'ingegneria. Scaricabile dal sito: Importare il modulo >>> import scipy as sp

3 SciPy: Informazioni di Base Estensioni offerte: scipy.constants: costanti matematiche e fisiche scipy.special: funzioni in uso in fisica matematica (ellittiche, Bessel, ipergeometriche) scipy.integrate: metodi di integrazione numerica e integrazione di equazioni differenziali scipy.optimize: metodi di ottimizzazione (minimi quadrati, gradiente, simulated annealing) scipy.linalg: estensione di numpy.linalg. Soluzione di sistemi lineari, calcolo matriciale, decomposizione, fattorizzazione scipy.sparse: gestione di matrici sparse

4 SciPy: Informazioni di Base Estensioni offerte: scipy.interpolate: metodi per l'interpolazione lineare e non di dati scipy.fftpack: Fast Fourier Transform scipy.signal: metodi di signal processing (filtraggio, correlazione, convoluzione, smoothing) scipy.stats: distribuzioni di probabilità continue e discrete, calcolo dei momenti, calcolo cumulative, statistica descrittiva, test... Esempio di importazione: >>> from scipy import signals, stats

5 Algebra Lineare - linalg Importazione >>> from scipy import linalg Funzioni principali: Funzioni di base: inv, solve, det, norm, lstsq, pinv Funzioni di decomposizione: eig, lu, svd, orth, cholesky, qr, schur Funzioni di calcolo matriciale: expm, logm, sqrtm, cosm, coshm...

6 Algebra Lineare - linalg Autovalori ed autovettori >>> a = numpy.array([[1,3,5], [2,5,1], [2,3,6]]) #calcolo autovalori e autovettori >>> aval, avec = linalg.eig(a) >>> aval array([ j, j, j]) #gli autovettori sono le colonne della matrice avec. Es. primo autovettore >>> avec[:,0] array([ , , ])

7 Algebra Lineare - linalg Matrice inversa >>> A = numpy.array([[1,2], [3,4]]) #matrice inversa >>> linalg.inv(a) array([[-2., 1. ], [ 1.5, -0.5]]) #verifica: A A -1 = I >>> A.dot(linalg.inv(A)) array([[ e+00, e+00], [ e-16, e+00]]) Determinante >>> A = linalg.det(a) -2

8 Algebra Lineare - linalg Sistemi Lineari (Ax = b) >>> A = numpy.array([[1,2], [3,4]]) >>> b = numpy.array([[5], [6]]) #soluzioni >>> x = linalg.solve(a,b) >>> x array([[-4. ], [ 4.5]]) #verifica >>> A.dot(x)-b array([[ 0.], [ 0.]])

9 Integrazione - integrate Importazione >>> from scipy import integrate Funzioni principali: quad integrazione di base (integrale definito) dblquad integrale doppio tplquad integrale triplo simps integrazione mediante samples odeint integrazione di equazioni differenziali... NB: quad, dblquad e tplquad prendono come parametri delle funzioni.

10 Integrazione - integrate Integrazione di base y= 0 π sin(x)dx= ( cos(π)) ( cos(0)) = 2 #quad(func, infl, supl, ) #func: funzione da integrare #infl: limite inferiore #supl: limite superiore >>> x = integrate.quad(sin, 0, numpy.pi) #La funzione restituisce una tupla con due elementi, il risultato dell'integrazione e la stima dell'errore >>> x (2.0, e-14)

11 Integrazione - integrate Integrazione di base 4 y= 0 x 2 dx = x3 x=4 3 x=0 = = >>> y = integrate.quad(lambda x: x**2, 0, 4) >>> y ( , e-13) >>> def func(x): return x**2 >>> y = integrate.quad(func, 0, 4) >>> y ( , e-13)

12 Funzioni Statistiche - stats Importazione >>> from scipy import stats Funzioni principali: Principali funzioni statistiche Distribuzioni continue e discrete Test statistici.

13 Funzioni Statistiche - stats Variabili aleatorie La libreria permette di adoperare diverse decine di distribuzioni di variabili aleatorie (continue e discrete) norm distribuzione gaussiana (o normale) chi2 distribuzione chi-squared t distribuzione T-student Variabile Gaussiana >>> from scipy.stats import norm #definizione variabile con distribuzione normale >>> x = norm() >>> x = norm(loc=3.5, scale=2.0)#loc:media, #scale: deviazione standard

14 Funzioni Statistiche - stats Variabile Gaussiana >>> y = norm(loc=5, scale=2) >>> x = numpy.linspace(-5, 5, 100) #probability density function >>> pdf = y.pdf(x) #cumulative distribution function >>> cdf = y.cdf(x)

15 Signal Processing - signal Importazione >>> from scipy import signal Tool per signal and image processing Filtraggio, trasformazioni, elaborazione di sistemi LTI etc.

16 Signal Processing - signal Elaborazione di immagini Array bidimensionali Ogni elemento equivale ad un pixel, con valore pari al livello del pixel La libreria fornisce un'immagine campione per testare gli algoritmi (lena) >>> from scipy.misc import lena >>> image = lena() >>> plt.imshow(image, cmap=plt.cm.gray)

17 Signal Processing - signal Esempio di filtraggio: filtro mediano Riduzione del rumore Ogni pixel è sostituito estraendo i valori dei pixel in un intorno (in genere nxn) del pixel in esame, li ordina in un vettore di nxn elementi e assegna al pixel il valore mediano di tale vettore >>> image = lena() >>> filtered = signal.medfilt2d(lena, [15,15]) >>> imshow(filtered, cmap=cm.gray)

18 Signal Processing - signal Altri esempi: Filtro di Wiener >>> ln = lena + norm(0,32).rvs(lena.shape)#inserimento rumore gaussiano nell'immagine >>> imshow(ln, cmap=cm.gray) >>> cleaned = signal.wiener(ln) >>> imshow(cleaned, cmap=cm.gray)

Introduzione a SciPy

Introduzione a SciPy Introduzione a SciPy Mario Rosati CINECA Roma m.rosati@cineca.it Introduzione Il#pacche)o#SciPy#con0ene#diversi# toolbox #dedica0#ai#problemi#più# comuni#del#calcolo#scien0fico## I#suoi#diversi#so)o>moduli#corrispondono#a#diverse#applicazioni,#come#

Dettagli

Applicazione della tsvd all elaborazione di immagini

Applicazione della tsvd all elaborazione di immagini Applicazione della tsvd all elaborazione di immagini A cura di: Mauro Franceschelli Simone Secchi Indice pag Introduzione. 1 Problema diretto.. 2 Problema Inverso. 3 Simulazioni.. Introduzione Scopo di

Dettagli

Capitolo 5 RESTAURO E RICOSTRUZIONE DI IMMAGINI

Capitolo 5 RESTAURO E RICOSTRUZIONE DI IMMAGINI Capitolo 5 RESTAURO E RICOSTRUZIONE DI IMMAGINI La differenza tra il restauro e il miglioramento (enhancement) delle immagini è che il miglioramento è un processo soggettivo, mentre il restauro è un processo

Dettagli

Corso di Visione Artificiale. Filtri parte I. Samuel Rota Bulò

Corso di Visione Artificiale. Filtri parte I. Samuel Rota Bulò Corso di Visione Artificiale Filtri parte I Samuel Rota Bulò Filtri spaziali Un filtro spaziale è caratterizzato da un intorno e un'operazione che deve essere eseguita sui pixels dell'immagine in quell'intorno.

Dettagli

Esercizi su Autovalori e Autovettori

Esercizi su Autovalori e Autovettori Esercizi su Autovalori e Autovettori Esercizio n.1 5 A = 5, 5 5 5 Esercizio n.6 A =, Esercizio n.2 4 2 9 A = 2 1 8, 4 2 9 Esercizio n.7 6 3 3 A = 6 3 6, 3 3 6 Esercizio n.3 A = 4 6 6 2 2, 6 6 2 Esercizio

Dettagli

LEZIONI DI ALGEBRA LINEARE PER LE APPLICAZIONI FINANZIARIE

LEZIONI DI ALGEBRA LINEARE PER LE APPLICAZIONI FINANZIARIE LEZIONI DI ALGEBRA LINEARE PER LE APPLICAZIONI FINANZIARIE FLAVIO ANGELINI Sommario Queste note hanno lo scopo di indicare a studenti di Economia interessati alla finanza quantitativa i concetti essenziali

Dettagli

Elaborazione nel dominio della frequenza

Elaborazione nel dominio della frequenza Elaborazione dei Segnali Multimediali a.a. 2009/2010 Elaborazione nel dominio della frequenza L.Verdoliva In questa esercitazione esamineremo la trasformata di Fourier discreta monodimensionale e bidimensionale.

Dettagli

MATLAB - Introduzione Enrico Nobile. MATLAB - Introduzione. E. Nobile - DINMA - Sezione di Fisica Tecnica, Università di Trieste

MATLAB - Introduzione Enrico Nobile. MATLAB - Introduzione. E. Nobile - DINMA - Sezione di Fisica Tecnica, Università di Trieste Enrico Nobile I a Parte 1 MATLAB (MATrix LABoratory); Versione 5.2; Basato sul concetto - ampio - di Matrici; Calcolo numerico, visualizzazione etc. Facile utilizzo di librerie per il calcolo numerico

Dettagli

Computazione per l interazione naturale: Modelli dinamici

Computazione per l interazione naturale: Modelli dinamici Computazione per l interazione naturale: Modelli dinamici Corso di Interazione Naturale Prof. Giuseppe Boccignone Dipartimento di Informatica Università di Milano boccignone@di.unimi.it boccignone.di.unimi.it/in_2015.html

Dettagli

I Lezione: Il programma MATLAB. 1 Introduzione. 2 Matrici in MATLAB

I Lezione: Il programma MATLAB. 1 Introduzione. 2 Matrici in MATLAB I Lezione: Il programma MATLAB In questa sezione introdurremo in maniera molto breve il programma di simulazione MATLAB (una abbreviazione di MAtrix LABoratory) che è stato usato per lo sviluppo delle

Dettagli

Indice Elementi di analisi delle matrici I fondamenti della matematica numerica

Indice Elementi di analisi delle matrici I fondamenti della matematica numerica Indice 1. Elementi di analisi delle matrici 1 1.1 Spazivettoriali... 1 1.2 Matrici... 3 1.3 Operazionisumatrici... 4 1.3.1 Inversadiunamatrice... 6 1.3.2 Matricietrasformazionilineari... 7 1.4 Tracciaedeterminante...

Dettagli

ESTRAZIONE DI DATI 3D DA IMMAGINI DIGITALI. (Visione 3D)

ESTRAZIONE DI DATI 3D DA IMMAGINI DIGITALI. (Visione 3D) ESTRAZIONE DI DATI 3D DA IMMAGINI DIGITALI () Una immagine (digitale) permette di percepire solo una rappresentazione 2D del mondo La visione 3D si pone lo scopo di percepire il mondo per come è in 3 dimensioni

Dettagli

Esempio. Approssimazione con il criterio dei minimi quadrati. Esempio. Esempio. Risultati sperimentali. Interpolazione con spline cubica.

Esempio. Approssimazione con il criterio dei minimi quadrati. Esempio. Esempio. Risultati sperimentali. Interpolazione con spline cubica. Esempio Risultati sperimentali Approssimazione con il criterio dei minimi quadrati Esempio Interpolazione con spline cubica. Esempio 1 Come procedere? La natura del fenomeno suggerisce che una buona approssimazione

Dettagli

Metodi iterativi per sistemi lineari

Metodi iterativi per sistemi lineari Metodi iterativi per sistemi lineari Dario A. Bini, Università di Pisa 30 ottobre 2013 Sommario Questo modulo didattico contiene risultati relativi ai metodi iterativi per risolvere sistemi di equazioni

Dettagli

BOZZA Introduzione a MATLAB

BOZZA Introduzione a MATLAB BOZZA Introduzione a MATLAB BOZZA BOZZA Matlab sta per Matrix Laboratory ed è un ambiente interattivo e un linguaggio di calcolo tecnico di alto livello per lo sviluppo di algoritmi, la rappresentazione

Dettagli

Elaborazione delle Immagini Digitali

Elaborazione delle Immagini Digitali Elaborazione delle Immagini Digitali Parte I Prof. Edoardo Ardizzone A.A. 2-22 La trasformata di Hotelling o di Karhunen-Loeve KLT discreta Questa trasformata detta anche analisi delle componenti principali

Dettagli

Pordenone e Padova, Settembre 2011. Fabio Marcuzzi marcuzzi@math.unipd.it

Pordenone e Padova, Settembre 2011. Fabio Marcuzzi marcuzzi@math.unipd.it Prefazione In questo libro tratteremo un insieme fondamentale di metodi numerici per l analisi dei dati, che fanno uso esplicito di modelli matematici esplicativi del fenomeno che ha generato i dati. In

Dettagli

Analisi dei Dati mediante Modelli Matematici

Analisi dei Dati mediante Modelli Matematici Fabio Marcuzzi Analisi dei Dati mediante Modelli Matematici Metodi numerici ed applicazioni a problemi di identificazione di modelli dai dati sperimentali, misura indiretta, predizione e stima dello stato

Dettagli

0.6 Filtro di smoothing Gaussiano

0.6 Filtro di smoothing Gaussiano 2 Figura 7: Filtro trapezoidale passa basso. In questo filtro l rappresenta la frequenza di taglio ed l, l rappresenta un intervallo della frequenza con variazione lineare di H, utile ad evitare le brusche

Dettagli

Elaborazione di immagini nel dominio spaziale

Elaborazione di immagini nel dominio spaziale Appunti di Elaborazione di Segnali Multimediali a.a. 213/214 L.Verdoliva In questa prima parte del corso studieremo le principali elaborazioni che possono essere effettuate sulle immagini digitali, focalizzando

Dettagli

Introduzione all elaborazione di immagini Part II

Introduzione all elaborazione di immagini Part II Introduzione all elaborazione di immagini Part II Obiettivi delle tecniche di elaborazione di immagini: miglioramento di qualità (image enhancement) ripristino di qualità o restauro (image restoration)

Dettagli

Corso di Matematica per la Chimica

Corso di Matematica per la Chimica Dott.ssa Maria Carmela De Bonis a.a. 203-4 I sistemi lineari Generalità sui sistemi lineari Molti problemi dell ingegneria, della fisica, della chimica, dell informatica e dell economia, si modellizzano

Dettagli

ANALISI DEL CONDIZIONAMENTO DI UN SISTEMA LINEARE

ANALISI DEL CONDIZIONAMENTO DI UN SISTEMA LINEARE ANALISI DEL CONDIZIONAMENTO DI UN SISTEMA LINEARE Algebra lineare numerica 121 Ax = b A, b affetti dall errore di round-off si risolve sempre un sistema perturbato: con (A + A)(x + x) = b + b A = ( a i,j

Dettagli

Uso di librerie preconfezionate. pezzi di programma già scritto da altri; di solito ben collaudati;

Uso di librerie preconfezionate. pezzi di programma già scritto da altri; di solito ben collaudati; Uso di librerie preconfezionate Cosa sono: pezzi di programma già scritto da altri; di solito ben collaudati; comprendono le definizioni delle funzioni e il codice eseguibile; per librerie di pubblico

Dettagli

Note sull uso di R per l Algebra Lineare

Note sull uso di R per l Algebra Lineare Note sull uso di R per l Algebra Lineare Sommario Introduzione Alcuni comandi elementari di R Creazione di matrici e vettori e accesso ai loro elementi Alcuni particolari tipi di matrice Operazioni con

Dettagli

Python in ambiente scientifico. Linguaggi dinamici A.A. 2010/2011 1

Python in ambiente scientifico. Linguaggi dinamici A.A. 2010/2011 1 Python in ambiente scientifico 1 Introduzione Python nasce come strumento di calcolo parallelo e distribuito Numpy Array e matrici multi-dimensionali, tensori Scipy Algoritmi, modelli, statistica, integrazione,

Dettagli

Autovalori e Autovettori

Autovalori e Autovettori Daniela Lera Università degli Studi di Cagliari Dipartimento di Matematica e Informatica A.A. 2008-2009 Autovalori e Autovettori Definizione Siano A C nxn, λ C, e x C n, x 0, tali che Ax = λx. (1) Allora

Dettagli

Corso di Geometria e Algebra Lineare - Sezione di Metodi Numerici

Corso di Geometria e Algebra Lineare - Sezione di Metodi Numerici Corso di Geometria e Algebra Lineare - Sezione di Metodi Numerici C. Vergara 3. Metodo della fattorizzazione LU per la risoluzione di un sistema lineare Errori di arrotondamento. Prima di affrontare la

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO opzione delle scienze applicate MATEMATICA LICEO SCIENTIFICO MATEMATICA

LICEO SCIENTIFICO opzione delle scienze applicate MATEMATICA LICEO SCIENTIFICO MATEMATICA LICEO SCIENTIFICO MATEMATICA PROFILO GENERALE E COMPETENZE Al termine del percorso liceale lo studente dovrà padroneggiare i principali concetti e metodi di base della matematica, sia aventi valore intrinseco

Dettagli

2. Differenze Finite. ( ) si

2. Differenze Finite. ( ) si . Differenze Finite In questa Nota tratteremo della soluzione numerica di equazioni a derivate parziali scalari attraverso il metodo delle differenze finite. In particolare, affronteremo il problema della

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO opzione delle scienze applicate MATEMATICA

LICEO SCIENTIFICO opzione delle scienze applicate MATEMATICA LICEO SCIENTIFICO opzione delle scienze applicate MATEMATICA PROFILO GENERALE E COMPETENZE Al termine del percorso liceale lo studente dovrà padroneggiare i principali concetti e metodi di base della matematica,

Dettagli

Fondamenti di Automatica

Fondamenti di Automatica Fondamenti di Automatica Analisi dei sistemi dinamici Dott. Ing. Marcello Bonfè Dipartimento di Ingegneria - Università di Ferrara Tel. +39 0532 974839 E-mail: marcello.bonfe@unife.it pag. 1 Analisi dei

Dettagli

CIRCUITI INTELLIGENTI Parte 5: PCA e ICA

CIRCUITI INTELLIGENTI Parte 5: PCA e ICA Ing. Simone SCARDAPANE Circuiti e Algoritmi per l Elaborazione dei Segnali Anno Accademico 2012/2013 Indice della Lezione 1. Analisi delle Componenti Principali 2. Auto-Associatori 3. Analisi delle Componenti

Dettagli

SISTEMI LINEARI QUADRATI: METODI ITERATIVI

SISTEMI LINEARI QUADRATI: METODI ITERATIVI SISTEMI LINEARI QUADRATI: METODI ITERATIVI CALCOLO NUMERICO e PROGRAMMAZIONE SISTEMI LINEARI QUADRATI:METODI ITERATIVI p./54 RICHIAMI di ALGEBRA LINEARE DEFINIZIONI A R n n simmetrica se A = A T ; A C

Dettagli

Laboratorio di Matlab

Laboratorio di Matlab Laboratorio di Matlab Rudy Manganelli Dipartimento di Ingegneria dell Informazione, Università di Siena manganelli@dii.unisi.it http://www.dii.unisi.it/ control/matlab/labmatlab.html Luglio 2008 DII -

Dettagli

Software di calcolo numerico, analisi, statistica e simulazione. Un esempio pratico: Octave

Software di calcolo numerico, analisi, statistica e simulazione. Un esempio pratico: Octave Software di calcolo numerico, analisi, statistica e simulazione Un esempio pratico: Octave Problemi tradizionali Risoluzione di funzioni matematiche complesse Esecuzione di calcoli matriciali Analisi

Dettagli

MATEMATICA LINEE GENERALI E COMPETENZE

MATEMATICA LINEE GENERALI E COMPETENZE MATEMATICA LINEE GENERALI E COMPETENZE Al termine del percorso del liceo scientifico lo studente conoscerä i concetti e i metodi elementari della matematica, sia interni alla disciplina in så considerata,

Dettagli

sezioni incluso Espandi tutto 0. Elementi di matematica elementare (parzialmente incluso) Sezione 0.1: I numeri reali Sezione 0.2: Regole algebriche.

sezioni incluso Espandi tutto 0. Elementi di matematica elementare (parzialmente incluso) Sezione 0.1: I numeri reali Sezione 0.2: Regole algebriche. sezioni incluso Espandi tutto 0. Elementi di matematica elementare (parzialmente incluso) Sezione 0.1: I numeri reali Sezione 0.2: Regole algebriche. Potenze e percentuali Sezione 0.3: Disuguaglianze Sezione

Dettagli

Corso di Analisi Numerica - AN1. Parte 2: metodi diretti per sistemi lineari. Roberto Ferretti

Corso di Analisi Numerica - AN1. Parte 2: metodi diretti per sistemi lineari. Roberto Ferretti Corso di Analisi Numerica - AN1 Parte 2: metodi diretti per sistemi lineari Roberto Ferretti Richiami sulle norme e sui sistemi lineari Il Metodo di Eliminazione di Gauss Il Metodo di Eliminazione con

Dettagli

METODI MATEMATICI PER LA FISICA

METODI MATEMATICI PER LA FISICA Si svolgano cortesemente i seguenti esercizi ESERCIZIO (6 PUNTI) METODI MATEMATICI PER LA FISICA PROVA SCRITTA - 2 GENNAIO 25 Una volta identificato, nel piano complesso α, il dominio di convergenza della

Dettagli

Sistemi Elettronici e informatici in ambito Radiologico // Informatica Medica parte c A.A. 2014-15

Sistemi Elettronici e informatici in ambito Radiologico // Informatica Medica parte c A.A. 2014-15 Sistemi Elettronici e informatici in ambito Radiologico // Informatica Medica parte c A.A. 2014-15 Agostino ACCARDO Dipartimento di Ingegneria e Architettura 040-5587148 accardo@units.it Testi di riferimento:

Dettagli

DIGITAL SIGNAL PROCESSING. Prof. Marina Ruggieri. Ing. Tommaso Rossi

DIGITAL SIGNAL PROCESSING. Prof. Marina Ruggieri. Ing. Tommaso Rossi Benvenuti al al modulo di: di: ELABORAZIONE NUMERICA DEI SEGNALI 6CFU DIGITAL SIGNAL PROCESSING macroarea: Ingegneria Prof. Marina Ruggieri ruggieri@uniroma2.it Ing. Tommaso Rossi tommaso.rossi@uniroma2.it

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Anno Accademico 2012/2013 REGISTRO DELL ATTIVITÀ DIDATTICA Docente: ANDREOTTI MIRCO Titolo del corso: MATEMATICA ED ELEMENTI DI STATISTICA Corso: CORSO UFFICIALE Corso

Dettagli

Librerie matematiche. Introduzione al calcolo parallelo

Librerie matematiche. Introduzione al calcolo parallelo Introduzione al calcolo parallelo Il termine libreria matematicaindica usualmente un insieme di subroutine e funzioni che implementano algoritmi, a volte di basso livello, per calcolare numeri casuali,

Dettagli

Capitolo 9: Elaborazione di Immagini. 9.1 Sistema di acquisizione e trattamento di immagini computerizzate

Capitolo 9: Elaborazione di Immagini. 9.1 Sistema di acquisizione e trattamento di immagini computerizzate Capitolo 9: 9. Sistema di acquisizione e trattamento di immagini computerizzate La figura seguente mostra un diagramma a blocchi dei componenti di base di un tipico sistema per immagini computerizzate,

Dettagli

Facoltà di Ingegneria anno accademico 2007/08 Registro dell'attività didattica. Calcolo 2 [40214]

Facoltà di Ingegneria anno accademico 2007/08 Registro dell'attività didattica. Calcolo 2 [40214] Facoltà di Ingegneria anno accademico 2007/08 Registro dell'attività didattica Calcolo 2 [40214] Attività didattica: Attività didattica [codice] Corso di studio Facoltà Calcolo 2 [40214] Ingegneria delle

Dettagli

Aurelio Uncini ELABORAZIONE ADATTATIVA DEI SEGNALI

Aurelio Uncini ELABORAZIONE ADATTATIVA DEI SEGNALI Aurelio Uncini ELABORAZIONE ADATTATIVA DEI SEGNALI Copyright MMX ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173 Roma (06) 93781065 ISBN 978 88

Dettagli

INTRODUZIONE A EXCEL ESERCITAZIONE I

INTRODUZIONE A EXCEL ESERCITAZIONE I 1 INTRODUZIONE A EXCEL ESERCITAZIONE I Corso di Idrologia e Infrastrutture Idrauliche Prof. Roberto Guercio Cos è Excel 2 Foglio di calcolo o foglio elettronico è formato da: righe e colonne visualizzate

Dettagli

RICHIAMI SULLE MATRICI. Una matrice di m righe e n colonne è rappresentata come

RICHIAMI SULLE MATRICI. Una matrice di m righe e n colonne è rappresentata come RICHIAMI SULLE MATRICI Una matrice di m righe e n colonne è rappresentata come A = a 11 a 12... a 1n a 21 a 22... a 2n............ a m1 a m2... a mn dove m ed n sono le dimensioni di A. La matrice A può

Dettagli

Elaborazione nel dominio della frequenza Soluzioni

Elaborazione nel dominio della frequenza Soluzioni Elaborazione dei Segnali Multimediali a.a. 2009/2010 Elaborazione nel dominio della frequenza Soluzioni 1 La trasformata discreta 1D Calcoliamo lo spettro di x(n) = R L (n) al variare di L = 2, 10, 20,

Dettagli

8 - Analisi della deformazione

8 - Analisi della deformazione 8 - Analisi della deformazione ü [A.a. - : ultima revisione 6 ottobre ] Esercizio n. Si supponga di voler conoscere sperimentalmente lo stato di deformazione in un punto M di un solido. A tal fine, si

Dettagli

ESTRAZIONE DI DATI 3D DA IMMAGINI DIGITALI. (Visione 3D)

ESTRAZIONE DI DATI 3D DA IMMAGINI DIGITALI. (Visione 3D) ESTRAZIONE DI DATI 3D DA IMMAGINI DIGITALI () Calcolo delle corrispondenze Affrontiamo il problema centrale della visione stereo, cioè la ricerca automatica di punti corrispondenti tra immagini Chiamiamo

Dettagli

estratto da Competenze assi culturali Raccolta delle rubriche di competenza formulate secondo i livelli EFQ a cura USP Treviso Asse matematico

estratto da Competenze assi culturali Raccolta delle rubriche di competenza formulate secondo i livelli EFQ a cura USP Treviso Asse matematico Competenza matematica n. BIENNIO, BIENNIO Utilizzare le tecniche e le procedure del calcolo aritmetico ed algebrico, rappresentandole anche sotto forma grafica BIENNIO BIENNIO Operare sui dati comprendendone

Dettagli

Corso di Analisi Numerica

Corso di Analisi Numerica Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Corso di Analisi Numerica 8 - METODI ITERATIVI PER I SISTEMI LINEARI Lucio Demeio Dipartimento di Scienze Matematiche 1 Norme e distanze 2 3 4 Norme e distanze

Dettagli

Matematica Finanziaria 11 luglio 2001

Matematica Finanziaria 11 luglio 2001 Matematica Finanziaria 11 luglio 2001 Prova Generale. ESERCIZIO 1: Algebra Lineare ² Enunciare il Teorema di Rouchè-Capelli. ² Dato il seguente sistema che descrive la dinamica del fatturato di due imprese

Dettagli

Identificazione del dispositivo sorgente

Identificazione del dispositivo sorgente UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in INGEGNERIA INFORMATICA Identificazione del dispositivo sorgente mediante tecniche di Image Forensics Tesi di Laurea di ANDREA

Dettagli

9 Metodi diretti per la risoluzione di sistemi lineari: fattorizzazione P A = LU

9 Metodi diretti per la risoluzione di sistemi lineari: fattorizzazione P A = LU 9 Metodi diretti per la risoluzione di sistemi lineari: fattorizzazione P A LU 9.1 Il metodo di Gauss Come si è visto nella sezione 3.3, per la risoluzione di un sistema lineare si può considerare al posto

Dettagli

Documentazione esterna al software matematico sviluppato con MatLab

Documentazione esterna al software matematico sviluppato con MatLab Documentazione esterna al software matematico sviluppato con MatLab Algoritmi Metodo di Gauss-Seidel con sovrarilassamento Metodo delle Secanti Metodo di Newton Studente Amelio Francesco 556/00699 Anno

Dettagli

Complementi di Controllo Digitale

Complementi di Controllo Digitale Complementi di Controllo Digitale Alberto Bemporad Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Siena bemporad@dii.unisi.it http://www.dii.unisi.it/~bemporad Corso di Laurea in

Dettagli

Scheda n.5: variabili aleatorie e valori medi

Scheda n.5: variabili aleatorie e valori medi Scheda n.5: variabili aleatorie e valori medi October 26, 2008 1 Variabili aleatorie Per la definizione rigorosa di variabile aleatoria rimandiamo ai testi di probabilità; essa è non del tutto immediata

Dettagli

Condizionamento del problema

Condizionamento del problema Condizionamento del problema x 1 + 2x 2 = 3.499x 1 + 1.001x 2 = 1.5 La soluzione esatta è x = (1, 1) T. Perturbando la matrice dei coefficienti o il termine noto: x 1 + 2x 2 = 3.5x 1 + 1.002x 2 = 1.5 x

Dettagli

LICEO CLASSICO, LICEO DELLE SCIENZE UMANE, LICEO MUSICALE E COREUTICO, LICEO LINGUISTICO MATEMATICA

LICEO CLASSICO, LICEO DELLE SCIENZE UMANE, LICEO MUSICALE E COREUTICO, LICEO LINGUISTICO MATEMATICA LICEO CLASSICO, LICEO DELLE SCIENZE UMANE, LICEO MUSICALE E COREUTICO, LICEO LINGUISTICO MATEMATICA PROFILO GENERALE E COMPETENZE Al termine del percorso liceale lo studente dovrà padroneggiare i principali

Dettagli

Coppie di variabili aleatorie. In questo capitolo il concetto di variabile aleatoria viene generalizzato al caso di una coppia.

Coppie di variabili aleatorie. In questo capitolo il concetto di variabile aleatoria viene generalizzato al caso di una coppia. Capitolo 6 Coppie di variabili aleatorie In questo capitolo il concetto di variabile aleatoria viene generalizzato al caso di una coppia di variabili aleatorie: si mostra in particolare che in questo caso

Dettagli

MATLAB (1) Introduzione e Operazioni con array

MATLAB (1) Introduzione e Operazioni con array Laboratorio di Informatica per Ingegneria elettrica A.A. 2010/2011 Prof. Sergio Scippacercola MATLAB (1) Introduzione e Operazioni con array N.B. le slide devono essere utilizzate solo come riferimento

Dettagli

ESERCIZI DI ALGEBRA LINEARE E GEOMETRIA

ESERCIZI DI ALGEBRA LINEARE E GEOMETRIA ESERCIZI DI ALGEBRA LINEARE E GEOMETRIA Francesco Bottacin Padova, 24 febbraio 2012 Capitolo 1 Algebra Lineare 1.1 Spazi e sottospazi vettoriali Esercizio 1.1. Sia U il sottospazio di R 4 generato dai

Dettagli

Elementi di analisi per Visione Artificiale. Paolo Medici Dipartimento di Ingegneria dell Informazione di Parma

Elementi di analisi per Visione Artificiale. Paolo Medici Dipartimento di Ingegneria dell Informazione di Parma Elementi di analisi per Visione Artificiale Paolo Medici Dipartimento di Ingegneria dell Informazione di Parma 6 ottobre 2015 2 Questo libro vuole essere una introduzione ragionevolmente sintetica ai fondamenti

Dettagli

Fondamenti di Elaborazione di Immagini Estrazione dei Bordi e Segmentazione. Raffaele Cappelli raffaele.cappelli@unibo.it

Fondamenti di Elaborazione di Immagini Estrazione dei Bordi e Segmentazione. Raffaele Cappelli raffaele.cappelli@unibo.it Fondamenti di Elaborazione di Immagini Estrazione dei Bordi e Segmentazione Raffaele Cappelli raffaele.cappelli@unibo.it Contenuti Estrazione dei bordi Calcolo del gradiente Operatori di Roberts Operatori

Dettagli

Elaborazione nel dominio della frequenza

Elaborazione nel dominio della frequenza Appunti di Elaborazione dei Segnali Multimediali a.a. 29/2 L.Verdoliva Il dominio della frequenza è un potente strumento per l analisi e l elaborazione delle immagini e permette di comprendere meglio il

Dettagli

Programma definitivo Analisi Matematica 2 - a.a. 2005-06 Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Civile (ICI)

Programma definitivo Analisi Matematica 2 - a.a. 2005-06 Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Civile (ICI) 1 Programma definitivo Analisi Matematica 2 - a.a. 2005-06 Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Civile (ICI) Approssimazioni di Taylor BPS, Capitolo 5, pagine 256 268 Approssimazione lineare, il simbolo

Dettagli

4. Matrici e Minimi Quadrati

4. Matrici e Minimi Quadrati & C. Di Natale: Matrici e sistemi di equazioni di lineari Formulazione matriciale del metodo dei minimi quadrati Regressione polinomiale Regressione non lineare Cross-validazione e overfitting Regressione

Dettagli

Low Level Vision. Feature points: (Corner Detection, SIFT)

Low Level Vision. Feature points: (Corner Detection, SIFT) Low Level Vision Feature points: (Corner Detection, SIFT) Feature Points Analizzeremo adesso i cosiddetti feature points, cioè i punti caratteristici di una immagine/scena che per la loro particolare natura

Dettagli

Parte 2. Determinante e matrice inversa

Parte 2. Determinante e matrice inversa Parte. Determinante e matrice inversa A. Savo Appunti del Corso di Geometria 013-14 Indice delle sezioni 1 Determinante di una matrice, 1 Teorema di Cramer (caso particolare), 3 3 Determinante di una matrice

Dettagli

Offerta formativa 2011/12

Offerta formativa 2011/12 Offerta formativa 2011/12 Codice Titolo ECTS M00001P Progetto semestrale 6 M00002 Progetto di diploma 14 M00002P Progetto di diploma 14 M00003P Progetto semestrale 6 M00005 Progetto semestrale 4 M00005P

Dettagli

CORSO DI LAUREA INF TWM ANNO DI IMMATRICOLAZIONE MATRICOLA

CORSO DI LAUREA INF TWM ANNO DI IMMATRICOLAZIONE MATRICOLA COGNOME NOME CORSO DI LAUREA INF TWM ANNO DI IMMATRICOLAZIONE MATRICOLA SIMULAZIONE SCRITTO DI MATEMATICA DISCRETA, SECONDA PARTE Per ottenere la sufficienza bisogna rispondere in modo corretto ad almeno

Dettagli

Laboratorio di Matematica Computazionale

Laboratorio di Matematica Computazionale Laboratorio di Matematica Computazionale Dipartimento di Informatica, Università di Pisa, Italy delcorso@di.unipi.it A chi è rivolto A Studenti della Laurea Magistrale in Informatica A coloro che hanno

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica

Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Esame di Geometria (Prof. F. Tovena) Argomenti: Proprietà di nucleo e immagine di una applicazione lineare. dim V = dim

Dettagli

Maurizio Rinaldi. 18 settembre 2015

Maurizio Rinaldi. 18 settembre 2015 Dipartimento di Scienze del Farmaco Corso di Laurea in Farmacia Corso di Laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche Corso di Matematica e Statistica A.A. 2015/2016 Maurizio Rinaldi 18 settembre 2015

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. CLASSE quinta INDIRIZZO AFM-SIA-RIM-TUR UdA n. 1 Titolo: LE FUNZIONI DI DUE VARIABILI E L ECONOMIA Utilizzare le strategie del pensiero razionale negli aspetti dialettici e algoritmici per affrontare situazioni

Dettagli

Sistemi differenziali: esercizi svolti. 1 Sistemi lineari 2 2... 2 2 Sistemi lineari 3 3... 10

Sistemi differenziali: esercizi svolti. 1 Sistemi lineari 2 2... 2 2 Sistemi lineari 3 3... 10 Sistemi differenziali: esercizi svolti Sistemi lineari 2 2 2 2 Sistemi lineari 3 3 2 Sistemi differenziali: esercizi svolti Sistemi lineari 2 2 Gli esercizi contrassegnati con il simbolo * presentano un

Dettagli

MATEMATICA LINEE GENERALI E COMPETENZE

MATEMATICA LINEE GENERALI E COMPETENZE MATEMATICA LINEE GENERALI E COMPETENZE Al termine del percorso dei licei classico, linguistico, musicale coreutico e della scienze umane lo studente conoscerà i concetti e i metodi elementari della matematica,

Dettagli

Equazione di Keplero (eqz. nonlineari).

Equazione di Keplero (eqz. nonlineari). Equazione di Keplero (eqz. nonlineari). Risolvere col metodo di Newton, col metodo di bisezione e di punto fisso l equazione di Keplero: E = M + e sin(e) dove e è l eccentricità del pianeta, M l anomalia

Dettagli

Introduzione a Matlab

Introduzione a Matlab Introduzione a Matlab 1 Introduzione Matlab (MATrix LABoratory) è un software per il calcolo scientifico, particolarmente sviluppato per quanto riguarda la gestione ed elaborazione di vettori e matrici.

Dettagli

Diagonalizzazione di matrici e applicazioni lineari

Diagonalizzazione di matrici e applicazioni lineari CAPITOLO 9 Diagonalizzazione di matrici e applicazioni lineari Esercizio 9.1. Verificare che v = (1, 0, 0, 1) è autovettore dell applicazione lineare T così definita T(x 1,x 2,x 3,x 4 ) = (2x 1 2x 3, x

Dettagli

LEZIONE 23. Esempio 23.1.3. Si consideri la matrice (si veda l Esempio 22.2.5) A = 1 2 2 3 3 0

LEZIONE 23. Esempio 23.1.3. Si consideri la matrice (si veda l Esempio 22.2.5) A = 1 2 2 3 3 0 LEZIONE 23 231 Diagonalizzazione di matrici Abbiamo visto nella precedente lezione che, in generale, non è immediato che, data una matrice A k n,n con k = R, C, esista sempre una base costituita da suoi

Dettagli

Cenni sull'impiego di Matlab. Matrici

Cenni sull'impiego di Matlab. Matrici Cenni sull'impiego di Matlab Il Matlab è un potente valutatore di espressioni matriciali con valori complessi. Lavorando in questo modo il Matlab indica una risposta ad ogni comando od operazione impartitagli.

Dettagli

Controlli Automatici T. Trasformata di Laplace e Funzione di trasferimento. Parte 3 Aggiornamento: Settembre 2010. Prof. L.

Controlli Automatici T. Trasformata di Laplace e Funzione di trasferimento. Parte 3 Aggiornamento: Settembre 2010. Prof. L. Parte 3 Aggiornamento: Settembre 2010 Parte 3, 1 Trasformata di Laplace e Funzione di trasferimento Prof. Lorenzo Marconi DEIS-Università di Bologna Tel. 051 2093788 Email: lmarconi@deis.unibo.it URL:

Dettagli

conoscerà le metodologie di base per la costruzione di un modello matematico di un insieme di fenomeni [

conoscerà le metodologie di base per la costruzione di un modello matematico di un insieme di fenomeni [ Il testo che segue raccoglie le indicazioni nazionali per i vari licei... In grassetto è riportato ciò che è valido solo per il liceo scientifico mentre tra parentesi quadre ed in corsivo sono riportate

Dettagli

Analisi Statistica Spaziale

Analisi Statistica Spaziale Analisi Statistica Spaziale Posa D., De Iaco S. posa@economia.unile.it s.deiaco@economia.unile.it UNIVERSITÀ del SALENTO DIP.TO DI SCIENZE ECONOMICHE E MATEMATICO-STATISTICHE FACOLTÀ DI ECONOMIA ANNO ACCADEMICO

Dettagli

Analisi Matematica (complementi)

Analisi Matematica (complementi) Docenti: Leonede De Michele Luigi Fontana Analisi Matematica (complementi) Successioni e serie numeriche. Serie a termini positivi: criterio del confronto, del rapporto e della radice. Serie a termini

Dettagli

Sistemi Informativi Territoriali. Map Algebra

Sistemi Informativi Territoriali. Map Algebra Paolo Mogorovich Sistemi Informativi Territoriali Appunti dalle lezioni Map Algebra Cod.735 - Vers.E57 1 Definizione di Map Algebra 2 Operatori locali 3 Operatori zonali 4 Operatori focali 5 Operatori

Dettagli

Dispense del corso di Elaborazione di Immagini e Audio Digitali

Dispense del corso di Elaborazione di Immagini e Audio Digitali http://imagelab.ing.unimo.iting it Dispense del corso di Elaborazione di Immagini e Audio Digitali Video Processing Prof. Roberto Vezzani Dall immagine al video Un video può essere visto innanzitutto come

Dettagli

Caratterizzazione dei segnali aleatori nel dominio della frequenza

Caratterizzazione dei segnali aleatori nel dominio della frequenza Capitolo 5 Caratterizzazione dei segnali aleatori nel dominio della frequenza 5. Introduzione In questo capitolo affrontiamo lo studio dei segnali aleatori nel dominio della frequenza. Prendiamo come esempio

Dettagli

Statistica inferenziale

Statistica inferenziale Statistica inferenziale Popolazione e campione Molto spesso siamo interessati a trarre delle conclusioni su persone che hanno determinate caratteristiche (pazienti, atleti, bambini, gestanti, ) Osserveremo

Dettagli

Trasformazioni di Intensità e Filtraggio Spaziale

Trasformazioni di Intensità e Filtraggio Spaziale Trasformazioni di Intensità e Filtraggio Spaziale (Alcuni Richiami) Prof. Sebastiano Battiato Terminologia Le tecniche di elaborazione delle immagini sono in generale rivolte all ottenimento di uno dei

Dettagli

Esercizio 2 Si consideri la funzione f definita dalle seguenti condizioni: e x. per x 1 f(x) = α x + e 1 per 1 < x

Esercizio 2 Si consideri la funzione f definita dalle seguenti condizioni: e x. per x 1 f(x) = α x + e 1 per 1 < x FUNZIONI Esercizio 1 Studiare la funzione f(x) = ln ( ) x e disegnarne il grafico. x 1 Esercizio 2 Si consideri la funzione f definita dalle seguenti condizioni: { e x per x 1 f(x) = α x + e 1 per 1

Dettagli

Approssimazione di PDE con il metodo della decomposizione di domini (DD)

Approssimazione di PDE con il metodo della decomposizione di domini (DD) Capitolo 4 Approssimazione di PDE con il metodo della decomposizione di domini (DD) Prof. Alfio Quarteroni 4.1 Introduzione Sia Ω un dominio di dimensione d, per d = 2, 3, con frontiera Lipschitziana Ω;

Dettagli

Facoltà di Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell'informazione anno accademico 2014/15 Registro lezioni del docente SPORTELLI LUIGI

Facoltà di Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell'informazione anno accademico 2014/15 Registro lezioni del docente SPORTELLI LUIGI Facoltà di Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell'informazione anno accademico 2014/15 Registro lezioni del docente SPORTELLI LUIGI Attività didattica ANALISI MATEMATICA [2000] Periodo di svolgimento:

Dettagli

Programmazione Disciplinare: Calcolo Classe: Quarte - Quinte

Programmazione Disciplinare: Calcolo Classe: Quarte - Quinte Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Disciplinare: Calcolo Classe: Quarte - Quinte Anno scolastico 01-01 I Docenti della Disciplina Salerno, settembre 01 Anno scolastico

Dettagli

Analisi dei segnali nel dominio della frequenza

Analisi dei segnali nel dominio della frequenza Laboratorio di Telecomunicazioni - a.a. 2010/2011 Lezione n. 7 Analisi dei segnali nel dominio della frequenza docente L.Verdoliva In questa lezione affrontiamo il problema dell analisi dei segnali tempo

Dettagli