magazine mobility press Audimob: alternative all'auto, osservatorio sui comportamenti della mobilità degli italiani

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "magazine mobility press Audimob: alternative all'auto, osservatorio sui comportamenti della mobilità degli italiani"

Transcript

1 mobility press magazine Audimob: alternative all'auto, osservatorio sui comportamenti della mobilità degli italiani Art, le misure regolatorie per bandi di gara e convenzioni TPL Toscana: si pronuncia il Tar, via libera alla gara regionale Numero 19-9 Luglio 2015

2 Editoriale ART: la delibera 49/2015 sul TPL. 2 allegati, 21 misure regolatorie per bandi di gara e convenzioni L Autorità di regolazione dei Trasporti ha approvato il 17 giugno scorso (e successivamente pubblicato sul proprio sito) la delibera 49/2015 che contiene le Misure regolatorie per la redazione dei bandi e delle convenzioni relativi alle gare per l assegnazione, in esclusiva, dei servizi di trasporto pubblico locale passeggeri e definizione dei criteri per la nomina delle commissioni aggiudicatrici e per l avvio di un procedimento per la definizione della metodologia per l individuazione degli ambiti di servizio pubblico e delle modalità più efficienti di finanziamento. Nell articolo 1 della Delibera si specifica che l Autorità ha contemporaneamente approvato gli Allegati A e B alla delibera stessa, di cui si sottolinea che costituiscono parte integrante e sostanziale. Al comma 2, si specifica che le misure di regolazione di cui all Allegato A si applicano alle gare indette, ai contratti di servizio affidati con modalità diverse dalla gara o sottoposti a revisione successivamente all entrata in vigore della delibera. Il comma 3 stabilisce che l Autorità verifica l impatto delle misure regolatorie dopo un periodo di osservazione di 36 mesi tramite l attività di monitoraggio dei nuovi affidamenti e dei contratti di servizio oggetto di revisione, e all articolo 2 si determina che è avviato il procedimento per la definizione della metodologia per l individuazione degli ambiti di servizio pubblico e delle modalità più efficienti di finanziamento, per la cui conclusione il termine è fissato alla data del 18 marzo L allegato A contiene le Misure regolatorie, mentre l allegato B contiene la Relazione illustrativa che reca gli esiti dell attività condotta in fase istruttoria e le valutazioni dell Autorità poste a fondamento delle misure approvate con la Delibera n. 49/2015 e in cui l Autorità spiega non solo i criteri che hanno guidato l organismo di regolazione nell adozione delle norme, ma individua anche alcuni settori in cui la legislazione appare carente o bisognosa di ulteriori approfondimenti normativi; in particolare, per quanto riguarda la misura Trasferimento del personale, rilevando che dall analisi della disciplina nazionale di riferimento, ivi incluse le leggi regionali, emerge un quadro normativo frammentario, complesso e disorganico in materia di clausola sociale, auspica un intervento volto a rendere chiaro e organico il quadro di riferimento normativo e, in questo senso, sottolinea che 2

3 l Autorità sta valutando l opportunità di effettuare una apposita segnalazione in materia al Governo e al Parlamento. Entrambi i documenti sono il frutto di un elaborazione complessa che raccoglie tutta la legislazione di riferimento a livello regionale, nazionale ed europeo, effettuano la sintesi del lavoro di consultazione condotto con i soggetti interessati e pongono quindi un punto fermo nella disciplina normativa delle gare per i servizi del TPL, funzionando anche da richiamo per le principali disposizioni in materia. Le Misure regolatorie sono 21, suddivise in 3 titoli (Bando di gara; Schema delle convenzioni; Criteri per la nomina delle commissioni aggiudicatrici), 6 capi, un glossario e 5 prospetti di sintesi. Le misure regolatorie riguardano, per il Titolo I (Bando di gara), Capo I (Misure regolatorie in materia di beni strumentali): 1) Beni strumentali per l effettuazione del servizi; 2) Beni essenziali, indispensabili e commerciali; 3) Assegnazione dei beni essenziali e indispensabili; 4) Azioni in capo agli enti affidanti per favorire l acquisizione o la messa a disposizione di beni strumentali per l effettuazione del servizio, nonché di impianti e aree attrezzate per interventi infrastrutturale; 5) Criteri per la determinazione del valore di subentro; 6) Criteri per la determinazione dei canoni di locazione; 7) Individuazione dei tempi necessari per l acquisizione del materiale rotabile; 8) Trasferimento del personale. Per il Capo II (Equa e non discriminatoria partecipazione alle gare): 9) Informazioni minime da mettere a disposizione dei partecipanti alla gara; 10) Requisiti di partecipazione; 11) Criteri di aggiudicazione. Per il Capo III (Piano economico-finanziario): 12) Criteri per la redazione del Piano economico-finanziario simulato da parte dell ente affidante; 13) Criteri per il calcolo delle compensazioni per gli affidamenti in house o diretti; 14) Misure di incentivazione nel caso di affidamenti con procedure non competitive; 15) Criteri per la redazione del piano economicofinanziario da parte dei concorrenti; 16) Termine per la presentazione delle offerte. Per il Titolo II (Schema delle convenzioni) al Capo I (Criteri pro-concorrenziali per la definizione della disciplina contrattuale): 17) Contenuto minimo delle convenzioni; 18) Durata e proroga dei contratti di servizio; 19) Criteri di aggiornamento delle tariffe e dei corrispettivi e misure di promozione dell efficienza; 20) Modifiche contrattuali. Al Titolo III (Criteri per la nomina delle commissioni aggiudicatrici), Capo I (Trasparenza e prevenzione dei conflitti di interesse): 21) Criteri di nomina delle commissioni aggiudicatrici. 3

4 Focus Toscana: Trasporto pubblico locale, si pronuncia il Tar, via libera alla gara della Regione Il Tar della Toscana ha bocciato il ricorso presentato da Autolinee Toscane spa (società del gruppo Ratp Dev) contro il bando della gara unica regionale per l assegnazione del servizio di trasporto pubblico locale. consorzio fra le società toscane che gestiscono oggi il servizio, che ha accusato il bando regionale di essere eccessivamente generico, poi le proteste da parte di Autolinee Toscane arrivate a presentare ricorso. Finalmente, dopo addirittura varie ipotesi di annullamento, ecco infine il via libera. Prendiamo atto con soddisfazione della decisione del Tar Toscana - ha dichiarato il presidente della Regione Enrico Rossi - Il dispositivo della sentenza conferma la bontà del lavoro fatto dai tecnici della Regione nella predisposizione del bando. Il nostro obiettivo è garantire ai cittadini toscani un servizio sempre migliore, gestendo la necessaria evoluzione del servizio di trasporto pubblico e tutelando sia gli utenti che i lavoratori. L assessore ai trasporti della Regione Toscana, Vincenzo Ceccarelli: In questi mesi la struttura regionale ha fatto fronte alle centinaia di quesiti inviati dai vari soggetti che avevano manifestato interesse per la gara e alle richieste di chiarimenti e di interventi migliorativi fatti dall Autority dei trasporti e da quella per la concorrenza. Il bando, pubblicato a settembre sulla Gazzetta Ufficiale, finalizzato a individuare soggetti interessati a partecipare alla procedura per l affidamento in concessione, per 9 anni, del servizio di tpl sull intero territorio regionale, è stato oggetto di numerose polemiche. Tanti gli slittamenti dei termini di scadenza della gara disposti dal Tar Toscana su istanza inizialmente di Mobit, il Il nostro obiettivo è garantire ai cittadini toscani un servizio sempre migliore, gestendo la necessaria evoluzione del servizio di trasporto pubblico stando attenti a tutelare sia gli utenti che i lavoratori del settore. Prosegue Ceccarelli. Ora possiamo attendere serenamente la presentazione delle offerte entro il termine fissato per il prossimo 22 luglio. 4

5 Concrete alternative all'auto? Incoraggiare mezzi pubblici e bici! AUDIMOB: OSSERVATORIO SUI COMPORTAMENTI DELLA MOBILITA' DEGLI ITALIANI Politiche di sostegno e investimenti statali per mezzi pubblici e bici Nel contesto generale la mobilità degli italiani è caratterizzata da un forte utilizzo del mezzo privato, infatti il 61,1% degli spostamenti quotidiani avviene in automobile e il 15% si compie sul mezzo pubblico (le percentuali sono riferite ai soli spostamenti sistematici, ossia con frequenza tutti i giorni). Un comportamento spesso legato a fattori di comodità/praticità che porta gli italiani a ritenersi molto soddisfatti dell uso dell automobile, con valutazioni sopra gli 8 punti (su una scala da 1 a 10) e a gradire di meno la scelta del mezzo pubblico che raggiunge una soddisfazione appena sufficiente. Il contesto delle dichiarazioni di intenti si muove invece verso una buona propensione al cambio modale. Infatti il 39,1% ammette che desidererebbe utiliz-zare maggiormente il mezzo pubblico e il 33,7% preferirebbe lasciare l auto a casa. Nasce così l idea di voler sondare l opinione degli italiani su soluzioni sostitutive al mezzo privato e comprendere, secondo le loro preferenze, in quale direzione lo Stato e le amministrazioni locali dovrebbero investire il denaro pubblico per promuovere politiche di sostegno volte ad incentivare l uso di mezzi alternativi all automobile. Nessun dubbio, per gli italiani le priorità sono il trasporto collettivo e le biciclette L 84% dei cittadini è favorevole ad incoraggiare l uso del mezzo pubblico e il 76,7% promuove la scelta di fare maggiori investimenti per la mobilità ciclabile (Graf. 1). Per quanto riguarda le poli-tiche di condivisione, i favorevoli al bike sharing sono il 52,6%, inizia a farsi strada il car sharing con il sostegno del 42,2% e il car pooling, sebbene meno conosciuto, raggiunge il 36,6%. Infine poco successo per le politiche a sostegno dei taxi (25,3%). caratteri e dimensioni sociali delle scelte prioritarie? Un sì deciso per investimenti e politiche di sostegno per il trasporto collettivo dai residenti nelle grandi città (88,1% - Graf. 2). Sopra il dato medio nazionale si collocano anche studenti e disoccupati, i giovani (14-29 anni), le regioni del Nord-Est e del Centro, le città medie e i comuni della Cintura metropolitana, le donne e le persone tra 46 e 64 anni. Nella graduatoria delle dimensioni sociali ultimi in classifica, con un consenso favorevole condiviso da 4 persone su 5, si posizionano gli ultra 65enni (79,6%) 5

6 Seguono i valori medi del totale Italia, i cittadini delle Grandi città e quelli dei comuni di medie dimensioni, tutte le regioni del Nord e del Centro, le persone tra 30 e 45 anni e le donne. La popolazione oltre i 65 anni, anche in questo caso ultima in classifica, è comunque favorevole a incentiva-re l uso del-le due ruote con il 70,5% dei consensi. Scendono, intorno al 60%, le quote favorevoli quando si affronta il tema di politiche a sostegno del bike sharing (Graf. 4). Tutto ciò non è casuale, infatti questi servizi sono più diffusi e conosciuti nei luoghi dove le amministrazioni pubbliche hanno adeguatamente in-vestito nel sistema, accentuan-done funzioni e po-tenzialità: in sostanza laddove si è deciso di incentivare l uso del trasporto collettivo, sugli assi pendolari e radiali, integrandolo con stazioni di bici condivise (in molti casi ad uso gratuito almeno per la prima mezz ora) per gli spostamenti sull ultimo miglio.. Gli nvestimenti per la mobilità ciclabile: superano l 80% i giovani sostenitori della bicicletta insieme ai disoccupati e studenti (Graf. 3). 6

7 Tra le scelte per gli investimenti pubblici è compreso il car sharing, un attività di tipo commerciale che consente di usufruire dell automobile prelevandola e riportandola in parcheggi dislocati in diversi punti della città o anche a flusso continuo, lasciandola nel punto di arrivo. Per questo servizio, normalmente, si paga un abbonamento e una tariffa in funzione del tempo di utilizzo o dei km percorsi, una sorta di noleggio a ore/km. Il sostegno dei cittadini per politiche incentivanti il car sharing si attesta intorno al 50% solo per i residenti nelle grandi città (52,8%), per le classi di età comprese tra 30 e 45 anni (50,2%) e per i giovani sotto i 30 anni (48,6%)(Graf. 5). In effetti i Come si è visto, solo il 36,6% degli italiani si esprime a favore di incentivi per il car pooling; tra questi i più propensi verso questo servizio sono i giovani (fino a 45 anni), gli studenti, i disoccupati, i residenti nelle grandi città e le persone che lavorano (Graf..6). Infine (Graf. 7), si rileva uno scarso interesse da parte dei cittadini per il servizio pubblico dei taxi che si colloca in ultima posizione tra le priorità per gli investimenti a sostegno della mobilità alternativa all automobile (25,3% totale Italia) e solo nelle aree metropolitane si attesta sopra al 30%. servizi di auto condivise si sono sviluppati, negli ultimi anni, soprattutto nelle aree metropolitane e l utenza ha un profilo per lo più giovanile. Diverso è il concetto di car pooling, dove l auto è ugual-mente condivisa tra più persone che viaggiano insieme dividendo le spese di viaggio. In questo caso, però, si tratta di auto di privati cittadini che offrono passaggi a chi percorre il loro stesso tra-gitto nella stessa fascia oraria. Una prassi abituale sui posti di lavoro o di studio dove ci si accorda per viaggiare insieme e ridurre i costi del trasporto, mentre è ancora poco diffusa su un piano più esteso a causa dell istintiva diffidenza nel condividere la propria auto con degli sconosciuti. Un impulso alla diffusione di questa pratica di viaggio può derivare in ogni caso dalla nascita di diverse società di autostop organizzato in grado di mettere in contat-to gli utenti su piattaforme web e formare gli equipaggi in si-curezza. 7

8 Quali condizioni per il cambio modale? L analisi dei dati si sposta sui motivi che spingerebbero gli italiani ad utilizzare in maniera un po più sistematica le modalità di trasporto considerate alternative all uso del mezzo privato. La domanda rivolta agli intervistati I potenziali utenti abituali della bicicletta, ossia il 63% degli in-tervistati, per un uso fino a 2 o 3 volte la settimana, indicano come primaria la richiesta di disporre di più percorsi ciclabili (77,1%). Il 29,4% si dichiara disponibile all uso del car sharing, con una forte richiesta soprattutto per un minor costo del servizio (57,8%) e anche per la possibilità di usufruirne più vicino alle loro abitazioni (24,6%). Molta cautela per il car pooling che riscuote l interesse solo del 16,8% dei cittadini e di questi il 60,5% si preoccupa per la caren-za di informazioni su tragitti e sicurezza. e quali condizioni per il cambio modale verso il trasporto pubblico? Sebbene 1 cittadino su 4 dichiara che non esistano condizioni per vederli salire sul mezzo pubblico almeno 2 o 3 volte la settimana (Graf. 9), il 74,6% è invece più possibilista a condizione che vi sia una maggiore frequenza delle corse nel 63,9% dei casi, mentre un 12,6% si lamenta del costo eccessivo del servizio. Più o meno paritarie le condizioni per maggiore sicurezza e comfort del trasporto (8%), pone un vincolo temporale: Qual è la condizione più importante che La porterebbe ad utilizzare la bicicletta, il car sharing, car pooling almeno 2 o 3 volte la settimana? (Graf. 8). La prima distinzione evidente è una certa ostilità verso i servizi di auto condivisa. Infatti per il car sharing il 53,9% degli intervistati dichiara che non è disposto ad utilizzarlo e la percentuale sale al 58,6% per il car pooling, mentre per la bicicletta la quota si riduce al 37%. Inoltre, quando si parla di car sharing il 16,7% afferma di non conoscere questo tipo di servizio e il 24,6% assicura di ignorare cosa sia il car pooling. migliore inte-grazione per scambi intermodali (7,9%) e aumento delle corsie preferenziali (7,5%). Nel confronto di genere le donne esprimono una disponibilità per l uso del trasporto pubblico più alta di 2 punti percentuali rispetto agli uomi-ni (75,5% donne e 73,6% uomini) e con uno scarto di 5,6 punti percentuali, concordano nella condizione principe per l uso abituale del trasporto collettivo individuandola nella necessità di una maggior frequenza delle corse (61,% uomini e 66,6% donne) (Graf. 10). La ridu-ione del costo del servizio pubblico è il presupposto indicato dal 12,4% degli uomini e dal 12,9% delle donne. 8

9 Mentre minor attenzione è riposta per la richiesta di aumento delle corsie preferenziali (6,5% donne e 8,6% uomini) e per migliorare l integrazione auto/ mezzi pubblici (7,3% donne e 8,6% uomini). Infine il tema della sicurezza e del comfort sul trasporto pubblico sembra interessare maggiormente gli uomini (9,4%), mentre le donne, quasi indifferenti, gli attribuiscono un peso minore (6,7%). caratteri, dimensioni sociali e condizioni prioritarie per l uso del mezzo pubblico Il problema delle poche corse del trasporto pubblico e il logico reclamo per incrementarne la fre-quenza, percezione comune a tutti i cittadini italiani, sembra maggiormente sentito da: residenti del Mezzogiorno (70.3%) e del Centro (65,5%), ultra 65enni (68,5%), casalinghe e pensionati (68,1%), di-soccupati e studenti (65,3%), nei comuni di cintura metropolitana (68,3%) e nelle Medie e Grandi città (64,5% e 64,9%) (Graf. 11). Si lamentano del costo del servizio il 16,3% dei resi-denti nel Nord-Est, il 15,1% del Nord-Ovest e il 13,4% del Centro contro il 9,1% di quelli di Sud e Isole. Abbassare le tariffe è il pensiero che passa anche per giovani (14,9% anni) e meno giovani (13,5% anni), disoccupati e studenti (14,8%), casalinghe e pensionati (12,7%) e abitanti delle Piccole città (14,4%) (Graf. 12). Tra coloro che preferiscono non utilizzare a nessuna condizione il trasporto pubblico segnaliamo i residenti del Nord-Est (28,7%), del Mezzogiorno (25,7%), quelli dei Piccoli e Medi centri (28,6% e 25,8%) e i più reticenti: pensionati e casalinghe (32,6%) e le persone oltre i 65 anni (37,1%).. 9

10 10 numero 19-9 luglio 2015

11 Atac: biglietto elettronico al primo mese di attività, Bit omaggio per i primi 1000 che scaricano l'app Venezia: i bambini fino a sei anni non pagheranno il biglietto sulle linee Actv Roma: nel weekend via dei Fori Imperiali sarà isola pedonale, deviato il trasporto pubblico Comune di Urbino e Ami: servizio per i turisti, bus scoperto per luoghi più belli della città Tiemme: lotta all'evasione, al via sperimentazione dei tornelli sul bus Aosta: TrekBus Gran Paradiso, il servizio di trasporto a chiamata per i turisti Roma: Ztl notturne, in vigore orario estivo per San Lorenzo e Trastevere, varchi attivi anche nei festivi Roma: Atac- DHL, l'accordo per spedire e ritirare pacchi nelle stazioni metro 11

12 Piacenza: bus urbani gratuiti per gli ultra 65enni, prorogata la validità sino al 31 dicembre Agenzia per la Mobilità: Metro C, apre la nuova tratta Centocelle-Lodi, cambia rete bus Parma: approvato accordo tra Comune e Barilla per incentivare uso messi pubblici e car pooling Start Romagna: abbonamenti agevolati 2015 per le categorie protette Bergamo: ATB mobilità si conferma azienda in salute. Chiuso in positivo il Bilancio di esercizio 2014 Seta: nuova biglietteria tecnologica a servizio del territorio della Bassa Reggiana Cagliari: disponibili abbonamenti integrati CTM -Trenitalia -ARST -BAIRE tramite l'app Busfinder Start Romagna: attivo nuovo Punto Bus che sostituirà la biglietteria della stazione ferroviaria 12

13 numero 19-9 luglio 2015 Milano: sta per arrivare scooter sharing, la città capitale europea della mobilità sostenibile Nasce Note, il nuovo magazine di FS Italiane dedicato ai pendolari Modena: bike sharing si paga con la carta di credito alle nuove colonnine con "Mi muovo" Trenitalia, treni Toscana: in crescita la puntualità, vince la tratta ferroviaria Pistoia-Porretta Terme Torino: ToHandBike, parte sperimentazione bikesharing con le handbike per disabili Fondazione FS: Roma Termini, ultimata la sistemazione della storica Rimessa Presidenziale 13

14 Fsi: le strade ferrate del gusto, eventi in treno storico, da nord a sud in occasione di Expo Meridiana: ottima partenza per l'estate, le linee principali Olbia, Milano Linate e Fiumicino Puglia: Fs valorizza la stazione di Candela che diventa un BeB Duomo di Milano a Malpensa: SEA inaugura il primo teatro Olografico in aeroporto FS e Italo: accordo fra i due gruppi, in considerazione ipotesi abbonamento unico Volotea: Genova, venduti più di biglietti, asso nella manica frequenza voli E-R: 10 milioni dalla Regione per riqualificare fermate e stazioni della rete ferroviaria regionale Aci Europe Best Airport Awards: Milano Malpensa premiato miglior aeroporto d'europa 14

15 Bici: percorso ciclabile di 8 km da canale Villoresi a Rho, uno dei lasciati dell'esposizione Universale Bologna: inaugurato percorso ciclopedonale da Casalecchio di Reno, Bologna e Ponte della Bionda Lecce, riparte il bikesharing, assessore Pasqualini, vogliamo potenziare mobilità sostenibile Trento: investire su mobilità alternativa, trasporto biciclette su corse ferroviarie della Provincia Cicloturismo: turismo sostenibile nell'area del Mediterraneo, 10 staffette per conoscere la Toscana Benevento: bici a pedalata assistita, ecco il bando per l'assegnazione gratuita Mobility Magazine Periodico informativo sulla mobilità nelle città e tra le città italiane a cura della redazione di Direttore responsabile Gisella Pandolfo FerPress e MobilityPress sono trasmesse da Roma FerPress è registrata presso il Tribunale di Roma (registrazione n. 453 del 08/12/2010). FerPress S.r.l. Piazza di Firenze Roma Partita Iva e Codice Fiscale Cap. Soc. E I.V. Impianto grafico, gestione del sito a cura di Mybrand S.r.l. Lo sfogliabile è su piattaforma Mokazine Per contattare la redazione e inviare comunicati stampa: Tel Fax Per abbonamenti, pubblicità e info generali 15

16 Seminario Formativo Elementi per il contrasto dell evasione tariffaria nel trasporto pubblico locale Roma, 16 luglio 2015 Per maggiori informazioni o contattare Asstra Service srl

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI In questa fermata Audimob, l analisi dei dati si sofferma sui comportamenti in mobilità dei romani e dei residenti nei comuni

Dettagli

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Mobility Management Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Hera Imola-Faenza, sede di via Casalegno 1, Imola La normativa vigente: D.M. 27/03/1998, decreto Ronchi Mobilità sostenibile nelle aree urbane Le

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Misura 2 (Criteri per l individuazione dei beni essenziali, indispensabili e commerciali)

Misura 2 (Criteri per l individuazione dei beni essenziali, indispensabili e commerciali) Scandicci, 14 aprile 2015 Spett.le AUTORITA DI REGOLAZIONE DEI TRASPORTI Via Nizza 230 10126 Torino Via pec@pec.autorita-trasporti.it Oggetto: Misure regolatorie per la redazione dei bandi e delle convenzioni

Dettagli

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi:

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: 8. RIMBORSI E INDENNITA 1. Rimborso 1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: Per mancata effettuazione del viaggio

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Controllo e monitoraggio della qualità erogata dalle aziende di TPL

Controllo e monitoraggio della qualità erogata dalle aziende di TPL REGIONE LAZIO Assessorato alle Politiche della Mobilità e del Trasporto Pubblico Locale LAZIOSERVICE S.p.A. Progetto Trasporti Controllo e monitoraggio della qualità erogata dalle aziende di Obiettivi

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

QUESTIONI REGOLATORIE RELATIVE ALLA ASSEGNAZIONE IN ESCLUSIVA DEI SERVIZI DI OSSERVAZIONI DI ROMA CAPITALE. Assessorato alla Mobilità e Trasporti

QUESTIONI REGOLATORIE RELATIVE ALLA ASSEGNAZIONE IN ESCLUSIVA DEI SERVIZI DI OSSERVAZIONI DI ROMA CAPITALE. Assessorato alla Mobilità e Trasporti QUESTIONI REGOLATORIE RELATIVE ALLA ASSEGNAZIONE IN ESCLUSIVA DEI SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE Documento di consultazione OSSERVAZIONI DI ROMA CAPITALE Assessorato alla Mobilità e Trasporti 29

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo?

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo? IL BIGLIETTO INFLESSIBILE di Giorgio Mottola CLAUDIA DI PASQUALE Tutto si gioca sull Alta Velocità. Intanto i pendolari si devono arrangiare perché sembra che non interessino a nessuno. Ma i passeggeri

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

Informazioni utili sui servizi Atac

Informazioni utili sui servizi Atac Atac SpA Via Prenestina, 45 00176 Roma Informazioni utili sui servizi Atac Per maggiori informazioni su tutti i servizi Atac: www.atac.roma.it Il presente documento vuole essere un agile manuale in risposta

Dettagli

Il pendolarismo e la valutazione del trasporto pubblico regionale su ferro e su gomma

Il pendolarismo e la valutazione del trasporto pubblico regionale su ferro e su gomma Regione Lazio Osservatorio per la Valutazione e la Qualità dei Servizi SISTAR-Lazio Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR Il pendolarismo e la valutazione del trasporto pubblico regionale

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015

dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015 dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015 History Integrated Mobility Trentino Transport system TRANSPORTATION AREAS Extraurban Services Urban Services Trento P.A. Rovereto Alto Garda Evoluzione

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

OpenStreetMap a servizio della Pubblica Amministrazione: l'esperienza di B.U.NE.T. (Bicycle Urban NEtwork in Torino)

OpenStreetMap a servizio della Pubblica Amministrazione: l'esperienza di B.U.NE.T. (Bicycle Urban NEtwork in Torino) OpenStreetMap a servizio della Pubblica Amministrazione: l'esperienza di B.U.NE.T. (Bicycle Urban NEtwork in Torino) Mappathon, 9 Aprile 2015 Relatore: Danilo Botta, Project Manager, 5T S.r.l. La genesi

Dettagli

ROMA È VITA MARINOSINDACO DI IGNAZIO MARINO PER ROMA CAPITALE IL PROGRAMMA ELETTORALE

ROMA È VITA MARINOSINDACO DI IGNAZIO MARINO PER ROMA CAPITALE IL PROGRAMMA ELETTORALE ROMA È VITA IL PROGRAMMA ELETTORALE DI IGNAZIO MARINO PER ROMA CAPITALE MARINOSINDACO INDICE ROMA È VITA 4 PRIMA DI TUTTO RIPARTIRE 5 LA VISIONE 5 I. UNA CITTÀ CHE FUNZIONA 8 1. UN NUOVO PATTO PER LA MOBILITÀ

Dettagli

PRIT: contesto e strategie

PRIT: contesto e strategie PRIT: contesto e strategie A cura di Paolo Ferrecchi Bologna, 23 novembre 2007 Cabina di regia per il coordinamento delle politiche di programmazione e per il PTR: incontro tematico su Mobilità e Infrastrutture

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI EDIZIONE MARZO 015 ABBONARSI AI MEZZI ATM 1 ATM, per rispondere alle diverse esigenze di mobilità, offre ai giovani e agli studenti una serie di agevolazioni sull acquisto

Dettagli

Abbonamenti. Tipo biglietto

Abbonamenti. Tipo biglietto Tipo biglietto Prezzo Descrizione Biglietto 24 ORE x 4 9,00 Integrato Trenitalia Vale per 4 persone. 2 viaggiano gratis. Questo biglietto vale 24 ore dalla timbratura su tutta la rete urbana Amt (ad esclusione

Dettagli

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Manifesto dell'ecf per le elezioni al Parlamento Europeo del 2014 versione breve ECF gratefully acknowledges

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

DISCIPLINARE ATTUATIVO TARIFFARIO. Valido dal 1 Gennaio 2015

DISCIPLINARE ATTUATIVO TARIFFARIO. Valido dal 1 Gennaio 2015 DISCIPLINARE ATTUATIVO TARIFFARIO Valido dal 1 Gennaio 2015 SOMMARIO 1 Premessa... 3 2 Descrizione della Nuova Struttura Tariffaria...4 2.1 Classe Tariffaria URBANO NAPOLI... 6 2.2 Classe Tariffaria URBANO

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N 336 del 12 GIUGNO 2015 Struttura proponente: Servizio Provveditorato ed Economato Oggetto: Fornitura, articolata in lotti, di dispositivi dedicati ai Reni

Dettagli

ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI

ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI 23 luglio 2014 Anno 2013 ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI Vengono diffusi oggi i risultati della prima rilevazione sul lavoro volontario, frutto della convenzione stipulata tra Istat, CSVnet (rete

Dettagli

REPORTAGE/Nuove sfde. Israele che pedala UN MAR MORTO

REPORTAGE/Nuove sfde. Israele che pedala UN MAR MORTO REPORTAGE/Nuove sfde Israele che pedala UN MAR MORTO PiENO di vita 74 bambini, donne, professionisti: tutti insieme per provare il fascino di viaggiare in bici attraverso un deserto unico, con partenza

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Relazione ai sensi dell articolo 34, comma 20, del D.L. 18.10.2012, n. 179, convertito con legge n. 221/2012.

Relazione ai sensi dell articolo 34, comma 20, del D.L. 18.10.2012, n. 179, convertito con legge n. 221/2012. Relazione ai sensi dell articolo 34, comma 20, del D.L. 18.10.2012, n. 179, convertito con legge n. 221/2012. Quadro generale e definizione di servizio pubblico locale La disciplina dei servizi pubblici

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100 Automa di TrentoUNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Fax (352) 29 29-42670 E-mail: ojs@publications.europa.eu Info

Dettagli

NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO

NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO codice manifestazione: 14/011 REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO: NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO Promosso da HENKEL ITALIA S.p.A. Divisione Cosmetica Soggetto Promotore HENKEL ITALIA S.p.A. Divisione

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

Aula magna della facoltà di

Aula magna della facoltà di Come far viaggiare i bus si studia all'università Al via lo scorso 6 marzo, alla Sapienza di Roma, il nuovo master su Management del trasporto pubblico locale, diretto da Giuseppe Catalano e Andrea Boitani.

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie nel TPL per l anno 2014. IL DIRETTORE DEL SERVIZIO

Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie nel TPL per l anno 2014. IL DIRETTORE DEL SERVIZIO Direzione Generale Servizio degli Appalti e gestione dei sistemi di trasporto Determinazione prot. 11629 repertorio n.638 del 7 ottobre 2013 Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato la presente SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato la presente SENTENZA Massima:...Al riguardo, infatti, non si ravvisa alcun deficit motivazionale a carico della valutazione della Commissione di gara, che ha precisato l impossibilità di tenere conto delle indicazioni fornite

Dettagli

Sistemi d informazione innovativi per il trasporto pubblico

Sistemi d informazione innovativi per il trasporto pubblico O9 P o l i c y A d v i C E n ot e s innovativi per il trasporto L iniziativa CIVITAS è un azione europea che sostiene le città nell attuazione di una politica integrata dei trasporti sostenibile, pulita

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 Nucleo di Valutazione RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 (ex art. 5, comma 21 della Legge 24 dicembre 1993 n. 537) - GIUGNO 2015 - DOC 07/15 Sommario: 1. Obiettivi e struttura

Dettagli

SCHEMA DI PROVVEDIMENTO

SCHEMA DI PROVVEDIMENTO SCHEMA DI PROVVEDIMENTO Allegato B alla Delibera n. 696/09/CONS PROVVEDIMENTO RELATIVO A MISURE DI ARMONIZZAZIONE CON I PRINCIPI DEL REGOLAMENTO EUROPEO SUL ROAMING INTERNAZIONALE E PER LA TUTELA ORDINARIA

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

LA TUA VISITA A Expo Milano 2015: ISTRUZIONI PER L USO

LA TUA VISITA A Expo Milano 2015: ISTRUZIONI PER L USO LA TUA VISITA A Expo Milano 2015: ISTRUZIONI PER L USO I BIGLIETTI SCUOLA I biglietti scuola, nella modalità biglietto singolo, hanno un costo di 10 per ogni studente e sono riservati ai gruppi scolastici

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 59 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE Approvato con D.G.P. in data 19.4.2012

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012 OGGETTO: Approvazione atti di gara Aggiudicazione

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Roma, aprile 2015 c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Bolzano, Pesaro, Ferrara e Treviso capitali della bici, almeno un quarto degli abitanti in bici tutti

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Il miglior rapporto qualità/prezzo: il nuovo concetto europeo di offerta economicamente più vantaggiosa

Il miglior rapporto qualità/prezzo: il nuovo concetto europeo di offerta economicamente più vantaggiosa Il miglior rapporto qualità/prezzo: il nuovo concetto europeo di offerta economicamente più vantaggiosa di Paola Pittelli Sommario: 1. Premessa; 2. I considerando 89-99 della direttiva 2014/24/UE; 3. L

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014 Lo spettacolo dal vivo in Sardegna Rapporto di ricerca 2014 2014 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Redazione a cura della Presidenza Direzione generale della Programmazione unitaria e della Statistica regionale

Dettagli

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto 1/ 14 ENOTICES_alessiamag 14/11/2011- ID:2011-157556 Formulario standard 6 - IT Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Luxembourg

Dettagli