C O M U N E D I S A N A R I C A

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "C O M U N E D I S A N A R I C A"

Transcript

1 C O M U N E D I S A N A R I C A Provincia di Lecce Via Roma n. 20 c.a.p Tel. 0836/ Fax 0836/ Codice Fiscale Partita IVA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI Adottato con Delibera di Consiglio Comunale n 39 del Articolo 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina i criteri e le modalità di assegnazione e successiva concessione dei costruendi loculi, ossari ed aree per la costruzione di cappelle private nel Cimitero di Sanarica, nonché quelli disponibili e/o resosi disponibili. Articolo 2 NORME APPLICABILI ALLE CONCESSIONI DEI LOCULI CIMITERIALI Le concessioni dei loculi,ossari ed aree per la costruzione di cappelle private, sono soggette, oltre alle norme del presente regolamento, al regime del demanio pubblico di cui all art.824 del codice civile, nonché alle morme di cui : - D.P.R. 10 settembre 1990 n. 285; Approvazione del regolamento di polizia mortuaria ; - Circolare Ministero Sanita 24 giugno 1993 n. 24; - Circolare 31 luglio 1998 n.10; - L.R. 15 dicembre 2008 n.34, integrata con modifiche con L.R. n.4/2010; - Circolare Regione Puglia del 7 agosto 2009 indicazioni applicative L.R. n.34/2008. Articolo 3 CRITERI PER LA CONCESSIONE DI LOCULI ED AREE CIMITERIALI La concessione dei loculi e/o ossari esistenti è ammessa solamente in presenza di una salma o qualora si vogliano ivi tumulare ceneri o resti mortali. E altresì ammessa l assegnazione a persone viventi di loculi, ossari ed aree per la costruzione di cappelle private nel cimitero di Sanarica; condizione indispensabile per l assegnazione è la residenza nel Comune di Sanarica da almeno tre anni. La concessione dei loculi alle persone in vita è subordinata all edificazione,da parte del Comune, di nuovi loculi a ciò destinati, in aree interne al Cimitero scelte ad insindacabile giudizio dall Amministrazione Comunale. La concessione di loculi singoli affiancati è possibile solo in presenza di persone appartenenti in vita allo stesso nucleo familiare. Per la concessione di loculi ed ossari a persone viventi è prevista una maggiorazione della tariffa pari al 100% della tariffa in vigore per l assegnazione a persone decedute, da versare al momento della concessione.

2 Per persone appartenenti allo stesso nucleo familiare devono intendersi i coniugi ed i figli conviventi al momento della domanda di assegnazione. La concessione di loculi ed ossari da intestare a viventi è accordata solo a persone che abbiano compiuto i 70 anni di età. Fermo restando il vincolo di cui ai precedenti commi, costituiscono parametri imprescindibili: 1) Richiedente che, a causa di indisponibilità di loculi comunali, abbia ottenuto in prestito da altro concessionario il loculo per tumulare un proprio congiunto; 2) Richiedente che, residente nel Comune di Sanarica, desideri trasferire presso il Cimitero di Sanarica la salma del proprio familiare, tumulata in altro luogo; 3) Richiedente che inoltra regolare domanda non ottenendo la concessione per mancanza di loculi disponibili, ha diritto di prelazione per i loculi di futura costruzione; 4) Richiedente non concessionario di altro loculo nei casi di comprovata ed urgente necessità; 5) L ordine di presentazione delle domande risultante dal protocollo ufficiale del Comune. Articolo 4 DIVIETI DI CONCESSIONE le concessioni di loculi, ossari e cappelle cimiteriali non possono essere fatte: 1) a coloro che ne facciano oggetto di lucro o di speculazione; 2) quando le richieste sono ritenute eccessive rispetto alle normali esigenze dei richiedenti. Il diniego, da farsi con deliberazione della Giunta Comunale, è notificato agli interessati del responsabile del servizio nei termini di legge. Articolo 5 DURATA DELLE CONCESSIONE DI LOCULI Le concessioni dei loculi assegnati a persone defunte hanno la durata di anni venti. Allo scadere del ventesimo anno gli eredi possono chiedere il rinnovo della concessione per altri venti anni. Detta concessione, che può essere rinnovata una sola volta su espressa istanza degli eredi, verrà esaminata dalla Giunta Comunale che la valuterà in ragione dei loculi disponibili. La durata delle concessioni dei loculi, singoli o associati, da assegnare a persone in vita, è fissata in anni venti prorogabili, decorrenti dalla data della stipula dell atto di concessione. Per i loculi singoli affiancati, la durata della concessione decorre dalla data di occupazione dell ultimo loculo. Detta concessione, che può essere rinnovata una sola volta su espressa istanza dei titolari e/o degli eredi, verrà esaminata dalla Giunta Comunale che la valuterà in ragione dei loculi disponibili. Alla scadenza della concessione e in assenza di eventuale rinnovo, i loculi tornano nella piena disponibilità del Comune. Articolo 6 CONCESSIONE DI AREE PER SEPOLTURE PRIVATE E consentita la concessione a persone fisiche e ad Enti di aree per la costruzione di cappelle. Tale concessione, la cui durata è fissata in novantanove anni, è consentita anche in assenza di salme. E prevista la decadenza della concessione in caso di mancata edificazione entro due anni dalla data di assegnazione dell area. Il concessionario dovrà provvedere, entro tre mesi decorrenti dalla data di assegnazione dell area, ad eseguire i lavori di fondazione e, successivamente, a mantenere pulita l area fino all edificazione dell edicola funeraria.

3 Il diritto di uso delle sepolture private concesse a persone fisiche è riservato alle persone dei concessionari, degli appartenenti al loro nucleo familiare e di persone che risultino essere stati con loro conviventi. Il diritto d uso delle sepolture private concesse ad Enti è riservato invece alle persone contemplate dalla capienza del sepolcro. Il concessionario (o i suoi eredi) di un area per la sepoltura privata ha l onere della costante e continua manutenzione del manufatto eretto su tale area. In caso di inottemperanza, il Comune dovrà sollecitare gli interventi omessi, attraverso atti di diffida (da inviare ai soggetti obbligati o da farsi, ove necessario, tramite pubbliche affissioni) a provvedere entro il termine perentorio di tre mesi, scaduto il quale la concessione decadrà automaticamente ed a tutti gli effetti, ed il manufatto sarà acquisito al patrimonio comunale, fatta salva l ipotesi della rimozione in caso di pericolo per la pubblica incolumità. Allo scadere del novantanovesimo anno, su richiesta degli eredi, la concessione può essere rinnovata dietro pagamento della somma dovuta in applicazione alle tariffe vigenti al momento della nuova concessione. Alla scadenza della concessione, in assenza di rinnovo, le cappelle tornano nella piena disponibilità del Comune. Articolo 7 ESTINZIONE DELLA CONCESSIONE E RICHIESTA DI RINNOVO Fatto salvo quanto previsto dagli artt. 5 e 6, la concessione si estingue per scadenza del termine previsto nell atto di concessione, con la soppressione del cimitero o a seguito della liberazione del manufatto da salma o resti, salvo i casi di temporanea liberazione dovuti a causa di forza maggiore. La concessione di aree destinate a sepolture private e di loculi può essere: 1) rinnovata integralmente alle condizioni vigente al momento del rinnovo, mediante richiesta da presentare entro 90 giorni dalla scadenza della concessione; 2) rinnovata parzialmente, in caso di scadenza di concessione di loculi di durata inferiore a 40 anni, mediante richiesta da presentare entro 90 giorni dalla scadenza della concessione, previo pagamento della tariffa stabilita da apposita deliberazione della Giunta Comunale. Se allo scadere del termine gli interessati (concessionario o suoi eredi di pari grado) non avranno disposto per la collocazione delle salme o resti, provvederà il Comune collocando questi ultimi nel campo ad ossario comune. Articolo 8 MODALITA DI PAGAMENTO Il pagamento del corrispettivo delle concessione dei loculi assegnati a persone defunte deve essere effettuato dagli eredi entro trenta giorni dalla data del decesso. L eventuale rateizzazione del suddetto pagamento può essere concessa solo con atto dirigenziale, tenuto conto di particolari e disagiate condizioni economiche della famiglia, per un periodo non superiore a sei mesi dalla data del decesso. Il pagamento del corrispettivo delle concessione dei loculi a persone in vita deve essere effettuato entro trenta giorni dalla data decorrenti dalla data di assegnazione definitiva. Il pagamento del corrispettivo della concessione di aree deve essere effettuato entro trenta giorni decorrenti dalla data di assegnazione definitiva.

4 Articolo 9 CAMBI DI SEPOLTURA - TUMULAZIONI PROVVISORIE E ammesso il cambio di sepoltura di salma da un loculo ad un altro loculo o posto di sepoltura privata. La tumulazione provvisoria di una salma è consentita solo in assenza di loculi disponibili nel Cimitero indicato dal richiedente. Il pagamento del corrispettivo del loculo deve avvenire con le seguenti modalità : acconto del 90% della tariffa vigente al momento del decesso, pagamento a conguaglio del residuo 10% e stipula del contratto di concessione al momento del trasferimento nel loculo acquistato a titolo definitivo. In caso di tumulazione provvisoria in un loculo non occupato di fatto, ma già concesso in base a regolare contratto, non è dovuto il pagamento dell acconto del 90% della tariffa. L ordine di scelta del loculo a titolo definitivo avviene in base alla data del decesso della persona da tumulare. Articolo 10 RINUNCIA ALLE CONCESSIONI RIMBORSO PARZIALE DEL CANONE I concessionari possono, in qualsiasi momento, rinunciare alla concessione. La rinuncia deve essere presentata al responsabile del Servizio che, dopo aver accertato che, con apposita determinazione prende atto dell istanza e dispone il pagamento della somma da rimborsare. Il loculo o i loculi o le aree per la costruzione di cappelle private resosi liberi rientrano nella piena disponibilità del Comune che può procedere a rassegnarli. Il responsabile del Servizio, dopo aver disposto quanto prescritto al comma precedente, include il loculo o i loculi o le aree per la costruzione di cappelle private in apposito elenco da tenere a disposizione di quanti possano avere interesse ad ottenere, in concessione, quanto reso oggetto della rinuncia rientrano nella piena disponibilità del Comune che provvederà a rassegnargli. Il titolare o gli eredi di una concessione di loculo, di loculo in vita o area per la costruzione di cappelle private, in caso di rinuncia, hanno diritto al rimborso di una somma risultante dall applicazione della seguente formula matematica: S = A / T P S = somma da rimborsare A = Somma pagata per la concessione T = numero degli anni della durata della concessione P = numero degli anni o frazione di anno superiore ai sei mesi trascorsi dalla data della concessione In caso di richiesta di riutilizzo di un loculo o di un posto in una sepoltura privata a carattere perpetuo per collocarvi un altra salma, il concessionario o gli eredi possono ottenere il rinnovo della concessione quarantennale dello stesso loculo o novantanovennale del medesimo posto nella sepoltura privata mediante il pagamento della tariffa vigente al momento della richiesta, con diritto di conservare nel medesimo loculo o posto nella sepoltura privata i resti della salma. Articolo 11 DIVIETO DI CESSIONE DEI DIRITTI D USO E vietata la cessione del diritto d uso tra privati, eccezione fatta tra i familiari fino al 4 grado di parentela. Ogni concessione che venga a cessare per qualsiasi titolo rientra nella piena disponibilità del Comune.

5 Articolo 12 CAUSE DI DECADENZA La decadenza delle concessioni ha luogo nel caso del perdurare di un grave stato di abbandono e di incuria. La decadenza, preceduta sempre da diffida ad eseguire le opere entro un ragionevole termine, è dichiarata, con atto motivato, dal responsabile del servizio e notificato ai concessionari o aventi titolo nelle forme previste per la notificazione di atti processuali civili. Con lo stesso atto è fissato il giorno in cui, incaricati del Comune, si recheranno presso il Cimitero interessato, per redigere il verbale di consistenza di quanto è oggetto della concessione. Nel caso di decadenza della concessione nulla è dovuto ai concessionari i quali hanno la facoltà di disporre dei materiali e di quanto asportabile nel pieno rispetto delle vigenti norme sanitarie. Le operazioni di recupero sono eseguite sotto la stretta sorveglianza del responsabile del servizio sanitario della A.S.L. Per lo scopo, nella diffida sono precisate: 1) le notizie che precedono; 2) il termine entro cui sono eseguite le estumulazioni con l avvertimento che, non provvedendovi, sono eseguite d ufficio con il trasferimento dei resti mortali nell ossario del comune. Articolo 13 MODALITA DI ASSEGNAZIONE La domanda di concessione diretta ad ottenere una concessione cimiteriale deve contenere le sottonotate indicazioni: a) cognome e nome, luogo e data di nascita del richiedente; b) comune di residenza, con l indicazione della via e del numero civico; c) codice fiscale del richiedente; d) il nome della persona o delle persone per la quale si richiede la concessione, precisando se si tratta di persona vivente o defunta. L istruttoria delle domande si articola in tre fasi: 1^ fase: - L Ufficio comunale competente verifica la regolarità delle domande formulando la graduatoria provvisoria ed indicando il numero di loculi assegnati nonché da pagare; 2^ fase: - L Ufficio comunale competente, mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento, comunica al cittadino l esito della domanda di concessione e, se accolta, l importo da pagare. Il versamento, pena la decadenza dell assegnazione provvisoria, deve essere effettuato entro i termini fissati dagli articoli precedenti. 3^ fase: - Il Dirigente competente, trascorso il termine assegnato ai concessionari, redige la graduatoria definitiva e procede alla relativa assegnazione. Nell esame delle domande per la concessione di loculi e/o aree per la costruzione di cappelle private sarà data precedenza a quelle riguardanti defunti accolti provvisoriamente in tombe comunali o private. In ogni caso le domande saranno esaminate seguendo l ordine cronologico di presentazione al protocollo generale del Comune.

6 Priorità assoluta è data a coloro che, a seguito dell ampliamento del cimitero, abbiano subito espropriazioni immobiliari w richiedano, a titolo di permuta, la concessione con eventuale pagamento dell importo residuo. Al fine si soddisfare il maggior numero di richieste, si stabilisce che le assegnazioni/concessioni non potranno superare il numero di due loculi per nucleo familiare. Il Comune si riserva la disponibilità di una percentuale pari al 10% sui loculi da realizzare per far fronte alle urgenze. Si deve rispettare nella concessione del loculo la numerazione progressiva. Articolo 14 DISPOSIZIONI FINALI E TRANSITORIE Le norme in materia di concessione di loculi si applicano, in quanto compatibili, alle tumulazioni in cellette. Sono abrogate dall entrata in vigore del presente regolamento tutte le disposizioni contenute in deliberazioni consiliari o in determinazioni adottate dalla Giunta Comunale non compatibili con le norme del presente regolamento.

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CONCESSIONI CIMITERIALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CONCESSIONI CIMITERIALI REGOLAMENTO IN MATERIA DI CONCESSIONI CIMITERIALI APPROVATO CON DELIBERA CONSILIARE N 5 del 25.03.2011 INDICE: Art. 1 Definizione di Concessione Art. 2 Requisiti per le inumazioni e tumulazioni nel Comune

Dettagli

Comune di Chiauci (Provincia di Isernia) Regolamento per la concessione dei loculi e degli ossari cimiteriali

Comune di Chiauci (Provincia di Isernia) Regolamento per la concessione dei loculi e degli ossari cimiteriali Comune di Chiauci (Provincia di Isernia) Regolamento per la concessione dei loculi e degli ossari cimiteriali Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 05 del 21/03/2013 Art. 1 - Oggetto del

Dettagli

C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli)

C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli) C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli) Regolamento per concessioni di lotti residui di terreno per la realizzazione di Cappelle Gentilizie e/o Edicole nel cimitero vecchio. (approvato

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA. REGOLAMENTO per la concessione di aree e loculi cimiteriali

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA. REGOLAMENTO per la concessione di aree e loculi cimiteriali C O M U N E D I C A L A N N A PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA REGOLAMENTO per la concessione di aree e loculi cimiteriali Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 28 in data 30/12/2015 REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI COMUNE DI FUBINE. PROVINCIA DI ALESSANDRIA. REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI Approvato con delib.cc n..28 in data 30 settembre 2002 Modificato con delibera C.C. n. 30 del 28/09/2005

Dettagli

DISCIPLINA CONCESSIONI IN USO CIMITERIALE PRESSO IL COMUNE DI GENZANO DI ROMA

DISCIPLINA CONCESSIONI IN USO CIMITERIALE PRESSO IL COMUNE DI GENZANO DI ROMA DISCIPLINA CONCESSIONI IN USO CIMITERIALE PRESSO IL COMUNE DI GENZANO DI ROMA Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n.35 del 06/06/2014 e modificato con atto del Consiglio Comunale n. 30 del 30/07/2015.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI Adottato con Delibera di Consiglio Comunale N 60 del 30 luglio 2008 Articolo 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina i

Dettagli

Regolamento Comunale per la disciplina delle concessioni cimiteriali. COMUNE DI FRASCAROLO Provincia di Pavia

Regolamento Comunale per la disciplina delle concessioni cimiteriali. COMUNE DI FRASCAROLO Provincia di Pavia COMUNE DI FRASCAROLO Provincia di Pavia Allegato alla delibera di Consiglio Comunale n. 18 del 01.07.2015 Regolamento Comunale per la disciplina delle concessioni cimiteriali INDICE Art.1 - OGGETTO DEL

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 del 1995

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 del 1995 COMUNE di MONTEFLAVIO Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 del 1995 Modificato con deliberazione del

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AFFARI GENERALI RENDE NOTO. Consiglio Comunale n. 36 del 29.12.2010;

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AFFARI GENERALI RENDE NOTO. Consiglio Comunale n. 36 del 29.12.2010; COMUNE DI PREDORE - P R O V I N C I A D I B E R G A M O - BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI UNA CAPPELLA GENTILIZIA PRESSO IL CIMITERO DI PREDORE IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AFFARI GENERALI VISTO il

Dettagli

Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012

Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012 Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012 INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 2 DISPOSIZIONI GENERALI Art. 3 DURATA DELLE CONCESSIONI Art. 4 MODALITÀ DI ASSEGNAZIONE Art. 5 DIRITTO

Dettagli

COMUNE DI MANDELA Provincia di Roma

COMUNE DI MANDELA Provincia di Roma COMUNE DI MANDELA Provincia di Roma REGOLAMENTO DEI CONTRATTI CIMITERIALI (Approvazione Modifiche Regolamento con delibera C.C. n 23 del 28/09/2007) DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Tumulazioni 1. Nei cimiteri

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE Approvato con delibera 8/2010

REGOLAMENTO PER L ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE Approvato con delibera 8/2010 COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Provincia di Padova REGOLAMENTO PER L ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE Approvato con delibera 8/2010 ART. 1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento disciplina

Dettagli

COMUNE DI MASSA E COZZILE (PROVINCIA DI PISTOIA)

COMUNE DI MASSA E COZZILE (PROVINCIA DI PISTOIA) COMUNE DI MASSA E COZZILE (PROVINCIA DI PISTOIA) REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI ART. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento si applica ai Cimiteri Comunali comunque gestiti. ART. 2 - Sepolture

Dettagli

Registro Generale n. 558 del Registro Settore n. 66 del

Registro Generale n. 558 del Registro Settore n. 66 del Comune di Marigliano Provincia di Napoli DETERMINAZIONE SETTORE III Servizi Cimiteriali, SUAP Edilizia Sportiva Edilizia Scolastica protezione Civile RESPONSABILE DEL SETTORE: ing.andrea Ciccarelli Registro

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLION FIBOCCHI PROVINCIA DI AREZZO REGOLAMENTO CONCESSIONE MANUFATTI CIMITERIALI (LOCULI TOMBE CELLETTE OSSARIO)

COMUNE DI CASTIGLION FIBOCCHI PROVINCIA DI AREZZO REGOLAMENTO CONCESSIONE MANUFATTI CIMITERIALI (LOCULI TOMBE CELLETTE OSSARIO) COMUNE DI CASTIGLION FIBOCCHI PROVINCIA DI AREZZO REGOLAMENTO CONCESSIONE MANUFATTI CIMITERIALI (LOCULI TOMBE CELLETTE OSSARIO) Approvato con delibera C.C. n. 28 del 28.02.1997 successive modifiche: delibera

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI DEL COMUNE DI CASTELLINA IN CHIANTI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI DEL COMUNE DI CASTELLINA IN CHIANTI COMUNE DI CASTELLINA IN CHIANTI Provincia di Siena REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI DEL COMUNE DI CASTELLINA IN CHIANTI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.

Dettagli

COMUNE DI CASTELL ARQUATO RINNOVO DELLA CONCESSIONE D USO DI AREA POSTA NEL CIMITERO DI. (Art. 68 Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria)

COMUNE DI CASTELL ARQUATO RINNOVO DELLA CONCESSIONE D USO DI AREA POSTA NEL CIMITERO DI. (Art. 68 Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria) COMUNE DI CASTELL ARQUATO REGISTRO SCADENZIARIO N.. PROVINCIA DI PIACENZA Marca da bollo 16,00 RINNOVO DELLA CONCESSIONE D USO DI AREA POSTA NEL CIMITERO DI (Art. 68 Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria)

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con deliberazione di C.C. n.10 del 29.02.2000 Modificato con deliberazione di C.C. n. 11 del 29.05.2012 Integrato e modificato con deliberazione di C.C. n. 9

Dettagli

IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA

IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA La descrizione del servizio pag. 2 Condizioni generali del servizio luce votiva pag. 3 La richiesta di installazione della luce votiva pag. 7 1 LA DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

Dettagli

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento servizio di illuminazione votiva dei cimiteri comunali

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento servizio di illuminazione votiva dei cimiteri comunali CITTÀ DI FOLIGNO Regolamento servizio di illuminazione votiva dei Approvato con D.C.C. n. 8 del 31/01/2012 Art. 1 - Oggetto Il presente Regolamento disciplina il servizio di illuminazione votiva dei cimiteri

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIMITERO

REGOLAMENTO DEL CIMITERO REGOLAMENTO DEL CIMITERO I. SORVEGLIANZA Art. 1 Il cimitero è posto sotto la sorveglianza del Municipio. II. ORARI Art. 2 Il cimitero rimane aperto al pubblico ininterrottamente, eventuali limitazioni

Dettagli

Regolamento Cimiteriale

Regolamento Cimiteriale COMUNE DI PRAIA A MARE Provincia di Cosenza Piazza Municipio,1 87028 Praia a Mare (CS) - Tel. 0985 72353 Fax 0985 72555 www.comune.praia-a-mare.cs.it compraia@tin.it Approvato con Delibera di Consiglio

Dettagli

COMUNE DI CAMPORANCO

COMUNE DI CAMPORANCO COMUNE DI CAMPORANCO Provincia di Caltanissetta REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI COMUNALI Approvato con Deliberazione di C. C. n. 88 del 29/12/1998 successive modifiche ed integrazioni apportate

Dettagli

Regolamento per la disciplina delle concessioni dei loculi cimiteriali comunali

Regolamento per la disciplina delle concessioni dei loculi cimiteriali comunali Comune di CINQUEFRONDI Provincia di REGGIO CALABRIA Regolamento per la disciplina delle concessioni dei loculi cimiteriali comunali Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 64 del 30/10/2015 Art.

Dettagli

C O M U N E D I C A P O L O N A (Provincia di Arezzo)

C O M U N E D I C A P O L O N A (Provincia di Arezzo) C O M U N E D I C A P O L O N A (Provincia di Arezzo) ------------- REGOLAMENTO RELATIVO ALLA CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. (Approvato con

Dettagli

COMUNE DI TAURISANO (PROVINCIA DI LECCE)

COMUNE DI TAURISANO (PROVINCIA DI LECCE) COMUNE DI TAURISANO (PROVINCIA DI LECCE) REGOLAMENTO COMUNALE PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI Articolo 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina le concessioni di loculi, di ossari e

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE Comune di SAN PRISCO Provincia di Caserta REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE DELLE LAMPADE VOTIVE NEL CIMITERO COMUNALE Regolamento approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO PER LA CONCESSIONE DI AREE PER LA COSTRUZIONE DI CAPPELLE DI FAMIGLIA SITE NEL CIMITERO DI PISTRINO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

AVVISO PUBBLICO BANDO PER LA CONCESSIONE DI AREE PER LA COSTRUZIONE DI CAPPELLE DI FAMIGLIA SITE NEL CIMITERO DI PISTRINO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AVVISO PUBBLICO BANDO PER LA CONCESSIONE DI AREE PER LA COSTRUZIONE DI CAPPELLE DI FAMIGLIA SITE NEL CIMITERO DI PISTRINO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO In esecuzione della deliberazione della Giunta Comunale

Dettagli

COMUNE DI FOLLO REGOLAMENTO RELATIVO ALLE CREMAZIONI

COMUNE DI FOLLO REGOLAMENTO RELATIVO ALLE CREMAZIONI COMUNE DI FOLLO Provincia di La Spezia REGOLAMENTO RELATIVO ALLE CREMAZIONI Regolamento relativo alle cremazioni, affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti.

Dettagli

COMUNE DI BUSSERO Città Metropolitana di Milano

COMUNE DI BUSSERO Città Metropolitana di Milano PROSPETTO TARIFFE COMUNALI Sommario Servizi Demografici:...2 Diritti di Segreteria...2 Rilascio copie liste elettorali:...2 Diritti fissi:...2 Celebrazione matrimoni civili:...3 Servizio Affari Generali:...4

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI LEI Provincia di Nuoro REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONI DI LOCULI E AREE CIMITERIALI Approvato con deliberazione del consiglio comunale n. del Regolamento per i servizi funebri e cimiteriali

Dettagli

Città Metropolitana di Napoli SETTORE LL.PP. ED. SCOLASTICA ATT. MANUTENTIVE - ESPROPRI CIMITERO - PAESAGGIO

Città Metropolitana di Napoli SETTORE LL.PP. ED. SCOLASTICA ATT. MANUTENTIVE - ESPROPRI CIMITERO - PAESAGGIO C O M U N E D I P O G G I O M A R I N O Città Metropolitana di Napoli SETTORE LL.PP. ED. SCOLASTICA ATT. MANUTENTIVE - ESPROPRI CIMITERO - PAESAGGIO BANDO PER L ASSEGNAZIONE SUOLI DESTINATI ALLA COSTRUZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO INDICE NORME DI RIFERIMENTO. Art.1 Aree e posteggi. Art.2 Produttori agricoli. Art.3 Posteggi. Art.4 Criteri di assegnazione dei posteggi

REGOLAMENTO INDICE NORME DI RIFERIMENTO. Art.1 Aree e posteggi. Art.2 Produttori agricoli. Art.3 Posteggi. Art.4 Criteri di assegnazione dei posteggi ATTIVITA DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE DA PARTE DEI PRODUTTORI AGRICOLI (Allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale n.96 del 30 novembre 2006 esecutiva dal 27 dicembre 2006) INDICE NORME DI RIFERIMENTO

Dettagli

tempo in min. 15 NORMATIVA art. 84 del Regolamento dei Servizi Cimiteriali REQUISITI: 1 3 marche da bollo da 14,62 euro

tempo in min. 15 NORMATIVA art. 84 del Regolamento dei Servizi Cimiteriali REQUISITI: 1 3 marche da bollo da 14,62 euro PROCEDIMENTO ATTI DI INTEGRAZIONE DI CONCESSIONI CIMITERIALI PER INTESTAZIONE SPECIFICA DI LOCULI INTERNI AD ATTI DI INTEGRAZIONE DI CONCESSIONI CIMITERIALI PER INTESTAZIONE SPECIFICA DI LOCULI INTERNI

Dettagli

AREA AMMINISTRATIVA/ECONOMICO-FINANZIARIA Servizi cimiteriali. Determinazione n. 25 in data

AREA AMMINISTRATIVA/ECONOMICO-FINANZIARIA Servizi cimiteriali. Determinazione n. 25 in data COMUNE DI GRANOZZO CON MONTICELLO Provincia di Novara Via Matteotti 15 28060 Granozzo con Monticello - Tel. 0321/55113 Fax 0321/550002 Codice fiscale 80013960036 - Partita Iva 00467930038 responsabiletributi.granozzo.con.monticello@ruparpiemonte.it

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI REGOLAMENTO COMUNALE PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI Approvato con deliberazione del C.C. n. 18 del 08.04.2014 INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 2 DISPOSIZIONI GENERALI Art. 3 DURATA DELLE CONCESSIONI

Dettagli

COMUNE DI PLOAGHE Provincia di Sassari IL SEGRETARIO COMUNALE

COMUNE DI PLOAGHE Provincia di Sassari IL SEGRETARIO COMUNALE COMUNE DI PLOAGHE Provincia di Sassari REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI AREE CIMITERIALI Il presente regolamento: 1 Approvato con deliberazione consiliare n 35 Del 17.04.2003 2 Ripubblicato all'albo

Dettagli

COMUNE DI MOLA DI BARI Provincia di Bari

COMUNE DI MOLA DI BARI Provincia di Bari COMUNE DI MOLA DI BARI Provincia di Bari SETTORE VI - PATRIMONIO AMBIENTE APPALTI CONTRATTI RESPONSABILE DEL SERVIZIO: DOTT.SSA MARIA DEBELLIS DETERMINAZIONE Registro di Settore N 58 del 27/06/2013 Registro

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI N. 100 LOCULI COMUNALI PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI SCIACCA

BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI N. 100 LOCULI COMUNALI PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI SCIACCA ALL. A COMUNE DI Libero Consorzio Comunale di Agrigento VI SETTORE Impianti, Servizi a rete, Sicurezza, Gestione del Patrimonio e Attività Produttive SEZIONE 3^ - GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO

Dettagli

COMUNE DI VALLEFOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI VALLEFOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino COMUNE DI VALLEFOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA Approvato con deliberazione del Commissario Prefettizio assunta con i poteri del Consiglio Comunale n.

Dettagli

COMUNE DI CAPALBIO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

COMUNE DI CAPALBIO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO COMUNE DI CAPALBIO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente regolamento disciplina le concessioni di aree e manufatti destinati alle

Dettagli

COMUNE DI GANDINO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO SETTIMANALE

COMUNE DI GANDINO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO SETTIMANALE COMUNE DI GANDINO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO SETTIMANALE Approvato con delibera C.C. n. 61 del 30.09.2002 Modificato con delibera C.C. n. 11 del 27.03.2009 Modificato con delibera

Dettagli

I N D I C E. Art. 1 - Premessa Art. 2 - Domande Art. 3 - Requisiti Art. 4 - Assegnazione... 2

I N D I C E. Art. 1 - Premessa Art. 2 - Domande Art. 3 - Requisiti Art. 4 - Assegnazione... 2 Adottato con deliberazione della Giunta Comunale n. 86 del 17 novembre 2015 I N D I C E Art. 1 - Premessa... 1 Art. 2 - Domande... 1 Art. 3 - Requisiti... 1 Art. 4 - Assegnazione... 2 Art. 5 - Durata assegnazione

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n.718 del

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n.718 del DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n.718 del 12-6-2013 Oggetto: Loculi comunali attribuiti per l immediato seppellimento - Recupero somme a seguito del mancato pagamento dei canoni di concessione dovuti. Attuazione

Dettagli

4 Esumazione ordinaria e straordinaria (entrambe effettuabili a richiesta)

4 Esumazione ordinaria e straordinaria (entrambe effettuabili a richiesta) 1 Concessione loculo. 2.000,00 2 Concessione celletta ossario. 400,00 3 Seppellimento in terra di una salma (inumazione) o di un'urna cineraria Con l'approvazione del nuovo Regolamento di Polizia Mortuaria

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con Delibera C.C. n 59 del 28/11/2008 modificato con Delibera C.C. n 45 del 11/09/2012 e modificato con Delibera C.C. n

Dettagli

COMUNE DI BUSALLA PROVINCIA DI GENOVA

COMUNE DI BUSALLA PROVINCIA DI GENOVA COMUNE DI BUSALLA PROVINCIA DI GENOVA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI DI TRIBUTI COMUNALI ARRETRATI APPROVATO CON D.C.C. N. 42 DEL 26-10-2015 INDICE Art. 1 Oggetto del Regolamento Art.

Dettagli

Oggetto: regolamento per l assegnazione di posti auto - approvazione. Il Consiglio Comunale

Oggetto: regolamento per l assegnazione di posti auto - approvazione. Il Consiglio Comunale Oggetto: regolamento per l assegnazione di posti auto - approvazione. Il Consiglio Comunale Premesso che l articolo 42, comma 2, lettera a), del D.Lgs. 18 agosto 2000 numero 267 T.U.EE.LL. attribuisce

Dettagli

Comune di Magliano in Toscana Provincia di Grosseto

Comune di Magliano in Toscana Provincia di Grosseto Comune di Magliano in Toscana Provincia di Grosseto Via XXIV Maggio n 9 58051 Magliano in Toscana (GR) Telefono 0564 59341 Fax 0564 592517 e-mail: info@comune.maglianointoscana.gr.it Regolamento Comunale

Dettagli

C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE

C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE 1 Disciplina generale per la concessione di aree e loculi cimiteriali C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE DISCIPLINA GENERALE PER LA CONCESSIONE DI AREE E LOCULI CIMITERIALI APPROVATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

COMUNE DI SANSEPOLCRO

COMUNE DI SANSEPOLCRO COMUNE DI SANSEPOLCRO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI (Approvazione originaria Deliberazione del Consiglio Comunale n 76 del 30/05/2000) (Testo coordinato con le modifiche approvate

Dettagli

COMUNE DI GAMBETTOLA Provincia di ForlÄ - Cesena

COMUNE DI GAMBETTOLA Provincia di ForlÄ - Cesena COMUNE DI GAMBETTOLA Provincia di ForlÄ - Cesena DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE NÄ 122 del 07/08/2014 OGGETTO: AMPLIAMENTO DEL CIMITERO COMUNALE - 1Ä BLOCCO - APPROVAZIONE CRITERI E MODALITA'

Dettagli

per la concessione di dilazioni e/o rateizzazioni di pagamento applicabile ai debiti di natura tributaria

per la concessione di dilazioni e/o rateizzazioni di pagamento applicabile ai debiti di natura tributaria Comune di Otricoli www.comune.otricoli.tr.it Regol@mento per la concessione di dilazioni e/o rateizzazioni di pagamento applicabile ai debiti di natura tributaria Il Regolamento comunale per la concessione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI DI AREE PER TOMBE DI FAMIGLIA

REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI DI AREE PER TOMBE DI FAMIGLIA COMUNE DI BUDDUSO Provincia di Olbia Tempio REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI DI AREE PER TOMBE DI FAMIGLIA nuovo cimitero Gesù Risorto TESTO COORDINATO - approvato con Deliberazione Consiliare n. 6 del 31.01.2013;

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RATEIZZAZIONE DEI TRIBUTI COMUNALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RATEIZZAZIONE DEI TRIBUTI COMUNALI COMUNE DI CIMINNA ALBO PRETORIO Allegato Pubbl. n.769 del 30/06/2016 Allegato A COMUNE DI CIMINNA PROVINCIA DI PALERMO Settore 3 Servizi Finanziari Tributi REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RATEIZZAZIONE DEI

Dettagli

COMUNE DI CESENA Settore Risorse Patrimoniali e Tributarie Servizio Tributi

COMUNE DI CESENA Settore Risorse Patrimoniali e Tributarie Servizio Tributi Allegato A COMUNE DI CESENA Settore Risorse Patrimoniali e Tributarie Servizio Tributi REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI DI TRIBUTI COMUNALI ARRETRATI Approvato con delibera del Consiglio

Dettagli

l sottoscritt nat a il cod fisc. residente a in Via Premesso : che in data sono stati notificati, ai fini dell

l sottoscritt nat a il cod fisc. residente a in Via Premesso : che in data sono stati notificati, ai fini dell Spett.le Comune di Trecenta Servizio Tributi P.zza Marconi 1 TRECENTA Oggetto: Richiesta rateizzazione del pagamento sospensione del pagamento l sottoscritt nat a il cod fisc. residente a in Via Premesso

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONE DI TRIBUTI COMUNALI DOVUTI A SEGUITO DI ACCERTAMENTO

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONE DI TRIBUTI COMUNALI DOVUTI A SEGUITO DI ACCERTAMENTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONE DI TRIBUTI COMUNALI DOVUTI A SEGUITO DI ACCERTAMENTO INDICE Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Ambito di applicazione del Regolamento Art. 3 Criteri di

Dettagli

RATEIZZAZIONI DI PAGAMENTO APPLICABILI AI DEBITI DI NATURA TRIBUTARIA ED EXTRA TRIBUTARIA

RATEIZZAZIONI DI PAGAMENTO APPLICABILI AI DEBITI DI NATURA TRIBUTARIA ED EXTRA TRIBUTARIA COMUNE DI MONTEGROSSO D ASTI Provincia di Asti Via Re Umberto, 60 CAP 14048 Tel. 0141/953052 Fax 0141/95.37.39 REGOLAMENTO RATEIZZAZIONI DI PAGAMENTO APPLICABILI AI DEBITI DI NATURA TRIBUTARIA ED EXTRA

Dettagli

COMUNE DI CAMPIGLIA DEI BERICI

COMUNE DI CAMPIGLIA DEI BERICI COMUNE DI CAMPIGLIA DEI BERICI PROVINCIA DI VICENZA Regolamento per il Servizio di Illuminazione Votiva Cimitero Comunale Approvato con deliberazione di C.C. n 21 del 30.04.2010 Modificato con deliberazione

Dettagli

PROVINCIA DI AREZZO REGOLAMENTO COMUNALE. Per l illuminazione votiva dei cimiteri

PROVINCIA DI AREZZO REGOLAMENTO COMUNALE. Per l illuminazione votiva dei cimiteri COMUNE DI POPPI PROVINCIA DI AREZZO REGOLAMENTO COMUNALE Per l illuminazione votiva dei cimiteri Approvato con Deliberazione di C.C. n. 91 del 07/12/2005 1 SOMMARIO Articolo DESCRIZIONE CAPO I - NORME

Dettagli

COMUNE DI BOSA. Provincia di Oristano

COMUNE DI BOSA. Provincia di Oristano COMUNE DI BOSA Provincia di Oristano Prot. n 14546 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI BASAMENTI IN CONCESSIONE NOVANTANNOVENNALE PER LA COSTRUZIONE DI LOCULI - RIAPERTURA TERMINI L AMMINISTRAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI COMUNE DI FASANO ( Prov. di Brindisi ) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI ED AREE PER LA COSTRUZIONE DI EDICOLE FUNERARIE NEI CIMITERI DI FASANO CENTRO - PEZZE DI GRECO E MONTALBANO - SPEZIALE. ART.

Dettagli

COMUNE DI LOMBRIASCO PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI LOMBRIASCO PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI LOMBRIASCO PROVINCIA DI TORINO COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 31 OGGETTO: DETERMINAZIONE TARIFFE CIMITERIALI L anno duemilaquindici addì sei del mese di agosto alle ore

Dettagli

COMUNE DI SERAVEZZA. Provincia di Lucca DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Numero 128 del

COMUNE DI SERAVEZZA. Provincia di Lucca DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Numero 128 del COMUNE DI SERAVEZZA Provincia di Lucca DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 128 del 11-11-15 -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

COMUNE DI CASTEL D AZZANO. Provincia di Verona ASTA PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE DI UN AREA

COMUNE DI CASTEL D AZZANO. Provincia di Verona ASTA PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE DI UN AREA COMUNE DI CASTEL D AZZANO Provincia di Verona ASTA PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE DI UN AREA CIMITERIALE NEL CIMITERO DI CASTEL D AZZANO PER LA COSTRUZIONE DI SEPOLTURE PRIVATE. Il Comune di

Dettagli

Comune di Caraglio Regolamento comunale di polizia mortuaria Il Presente regolamento di polizia mortuaria sostituisce integralmente il precedente

Comune di Caraglio Regolamento comunale di polizia mortuaria Il Presente regolamento di polizia mortuaria sostituisce integralmente il precedente Comune di Caraglio Regolamento comunale di polizia mortuaria Il Presente regolamento di polizia mortuaria sostituisce integralmente il precedente regolamento approvato con delibera del Consiglio Comunale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI DILAZIONI E/O RATEIZZAZIONI DI PAGAMENTO APPLICABILI AI DEBITI DI NATURA TRIBUTARIA

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI DILAZIONI E/O RATEIZZAZIONI DI PAGAMENTO APPLICABILI AI DEBITI DI NATURA TRIBUTARIA Ufficio COMUNE DI TAVAZZANO CON VILLAVESCO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI DILAZIONI E/O RATEIZZAZIONI DI PAGAMENTO APPLICABILI AI DEBITI DI NATURA TRIBUTARIA APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSILIARE N.

Dettagli

Comune di Prazzo Provincia di Cuneo. Regolamento comunale di polizia mortuaria

Comune di Prazzo Provincia di Cuneo. Regolamento comunale di polizia mortuaria Comune di Prazzo Provincia di Cuneo Regolamento comunale di polizia mortuaria Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 15 del 31/05/2012 1 Il presente Regolamento di polizia mortuaria sostituisce

Dettagli

REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE nei CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE nei CIMITERI COMUNALI COMUNE DI SAN PIETRO IN CARIANO Provincia di Verona REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE nei CIMITERI COMUNALI Approvato con Deliberazione Consiliare n. 20 del 19/04/2013-1

Dettagli

COMUNE DI SORSO PROVINCIA SASSARI

COMUNE DI SORSO PROVINCIA SASSARI COMUNE DI SORSO PROVINCIA SASSARI 3 SETTORE - AFFARI GENERALI POLITICHE SOCIALI STAFF Servizio 3.1 Affari Generali - Demografici - Attività Produttive Ufficio Sport ISTITUZIONE DELL ALBO COMUNALE DELLE

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEI SUSSIDI AL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO Premesso che l art. 4, comma 2. lettera m), del CCNL di comparto attualmente in vigore prevede

Dettagli

COMUNE DI ASCIANO - PROVINCIA DI SIENA

COMUNE DI ASCIANO - PROVINCIA DI SIENA COMUNE DI ASCIANO - PROVINCIA DI SIENA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI E DI CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI PER LA PROMOZIONE DI ATTIVITA CULTURALI, DIDATTICO EDUCATIVE, ISTITUZIONALI,

Dettagli

L.R. 1/2005, art. 4, c. 96 B.U.R. 3/8/2005, n. 31. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 13 luglio 2005, n. 0230/Pres.

L.R. 1/2005, art. 4, c. 96 B.U.R. 3/8/2005, n. 31. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 13 luglio 2005, n. 0230/Pres. L.R. 1/2005, art. 4, c. 96 B.U.R. 3/8/2005, n. 31 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 13 luglio 2005, n. 0230/Pres. Regolamento recante criteri e modalità per la concessione e l erogazione dei contributi

Dettagli

C O M U N E DI V I N O V O POLIZIA MORTUARIA

C O M U N E DI V I N O V O POLIZIA MORTUARIA C O M U N E DI V I N O V O POLIZIA MORTUARIA DENUNCIA ARRIVO SALMA O RESTI DENUNCIA ARRIVO SALMA/ RESTI (Mod.1) TUMULAZIONE/ ESTUMULAZIONE TUMULAZIONE IN TOMBA PRIVATA (Mod.2) TUMULAZIONE IN LOCULO/OSSARIO

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA COLLECROCE Provincia di Campobasso REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RATEIZZAZIONE E LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI DI NATURA TRIBUTARIA

COMUNE DI ACQUAVIVA COLLECROCE Provincia di Campobasso REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RATEIZZAZIONE E LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI DI NATURA TRIBUTARIA COMUNE DI ACQUAVIVA COLLECROCE Provincia di Campobasso REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RATEIZZAZIONE E LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI DI NATURA TRIBUTARIA CAPO I RATEIZZAZIONE Art. 1 Oggetto del regolamento 1.

Dettagli

Decreto Presidente della Repubblica 10 agosto 1990, n. 285 (Approvazione del) Nuovo Regolamento di Polizia Mortuaria

Decreto Presidente della Repubblica 10 agosto 1990, n. 285 (Approvazione del) Nuovo Regolamento di Polizia Mortuaria Decreto Presidente della Repubblica 10 agosto 1990, n. 285 (Approvazione del) Nuovo Regolamento di Polizia Mortuaria artt. da 1 a 53 (omissis) art. 54 1. Gli uffici comunali o consorziali competenti devono

Dettagli

Tariffario per i servizi e concessioni cimiteriali 2014

Tariffario per i servizi e concessioni cimiteriali 2014 (In vigore dal 1/3/201_ - delibera di Giunta Comunale n. del ) Parte prima - Servizi Cimiteriali Concessione o rinnovo della concessione del diritto d uso di aree per la Imponibile2014 IVA costruzione

Dettagli

COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI

COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 133 del 15.12.2005 1 REGOLAMENTO PER

Dettagli

CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DELLA PROVINCIA DI RIETI

CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DELLA PROVINCIA DI RIETI CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DELLA PROVINCIA DI RIETI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEI PASSI CARRABILI Applicazione del d.lgs n.285 del 30 aprile 1992, nonché del d.lgs. n.507 del 15 novembre

Dettagli

COMUNE DI SANT'ANTONIO DI GALLURA

COMUNE DI SANT'ANTONIO DI GALLURA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI SANT'ANTONIO DI GALLURA PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO O R I G I N A L E APPROVAZIONE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI FUNERARI Nr. Progr. 7 Data Seduta

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ISTITUTO DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE ALLE ENTRATE TRIBUTARIE COMUNALI

COMUNE DI BRESCIA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ISTITUTO DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE ALLE ENTRATE TRIBUTARIE COMUNALI COMUNE DI BRESCIA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ISTITUTO DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE ALLE ENTRATE TRIBUTARIE COMUNALI Adottato dal Consiglio comunale nella seduta del 28.9.2000 con provvedimento

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO PROVINCIA DI LECCE

COMUNE DI CARMIANO PROVINCIA DI LECCE N. 229 COMUNE DI CARMIANO PROVINCIA DI LECCE DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Costruzione di nuovi loculi nel Cimitero Comunale. Atto di indirizzo L'anno 2012, addì 28 del mese di

Dettagli

TIPOLOGIA. Concessione decennale ossari/cinerari doppi. 9^ - 10^ - 11^ - 12^ fila 88,00 212,00. Concessione ventennale ossari/cinerari doppi

TIPOLOGIA. Concessione decennale ossari/cinerari doppi. 9^ - 10^ - 11^ - 12^ fila 88,00 212,00. Concessione ventennale ossari/cinerari doppi PROPOSTA ADEGUAMENTO TARIFFE CONCESSIONI CIMITERIALI Concessione quarantennale di loculo di punta. Dal corrispettivo della concessione sono escluse le operazioni di apertura loculo, l inserimento del feretro

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AFFARI GENERALI RENDE NOTO. Consiglio Comunale n. 36 del 29.12.2010;

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AFFARI GENERALI RENDE NOTO. Consiglio Comunale n. 36 del 29.12.2010; COMUNE DI PREDORE - P R O V I N C I A D I B E R G A M O - BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI UNA CAPPELLA GENTILIZIA PRESSO IL CIMITERO DI PREDORE IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AFFARI GENERALI VISTO il

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ORTI URBANI DI VIA ADIGE

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ORTI URBANI DI VIA ADIGE COMUNE DI VICENZA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ORTI URBANI DI VIA ADIGE Premessa L Amministrazione Comunale intende assegnare gli orti urbani di Via Adige secondo la procedura prevista e disciplinata

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE ALIENAZIONI DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA PROVINCIALE

REGOLAMENTO PER LE ALIENAZIONI DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA PROVINCIALE I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 39 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO PER LE ALIENAZIONI DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA PROVINCIALE Approvato con D.C.P. in data 6.4.2009 n. 17 di reg.e modificato con D.C.P. in

Dettagli

N. 27. COMUNE DI RIPABOTTONI Provincia di Campobasso. Il Consiglio Comunale

N. 27. COMUNE DI RIPABOTTONI Provincia di Campobasso. Il Consiglio Comunale Il Consiglio Comunale ORIGINALE DEL VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 27 Adunanza straordinaria di prima convocazione seduta pubblica Oggetto: Regolamento di concessione loculi cimiteriali.

Dettagli

Mutui ipotecari convenzionati ENASARCO 2014

Mutui ipotecari convenzionati ENASARCO 2014 Art. 1 Norme generali La fruizione delle condizioni convenzionate dalla Fondazione con gli Istituti concedenti è riservata agli iscritti, in possesso dei requisiti di cui al successivo art.3. La concessione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLE FIERE LOCALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLE FIERE LOCALI COMUNE DI TORINO DI SANGRO PROVINCIA DI CHIETI REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLE FIERE LOCALI (approvato con delibera di consiglio comunale n 11 del 30 marzo 2009 e modificato con delibera

Dettagli

COMUNE DI TIVOLI (PROVINCIA DI ROMA)

COMUNE DI TIVOLI (PROVINCIA DI ROMA) COMUNE DI TIVOLI (PROVINCIA DI ROMA) DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE SETTORE VIII LAVORI PUBBLICI N. 1395 del 08/07/2010 Oggetto: N. 192 / DIR8 SIG. BONFIGLIETTI ALESSANDRO, BONFIGLIETTI LUIGI, BONFIGLIETTI

Dettagli

Disciplinare di vendita degli alloggi e dei fabbricati adibiti ad abitazione di proprietà dell Amministrazione regionale.

Disciplinare di vendita degli alloggi e dei fabbricati adibiti ad abitazione di proprietà dell Amministrazione regionale. Allegato alla Delib.G.R. n. 45/19 del 12.11.2012 Disciplinare di vendita degli alloggi e dei fabbricati adibiti ad abitazione di proprietà dell Amministrazione regionale. Art. 1 (Soggetti titolari del

Dettagli

COMUNE di NOVARA Via F.lli Rosselli n. 1

COMUNE di NOVARA Via F.lli Rosselli n. 1 COMUNE di NOVARA Via F.lli Rosselli n. 1 Servizio Politiche Valorizzazione Cespiti Acquisizioni Alienazioni Locazioni Commerciali Locazioni ad uso diverso Via Tornielli n. 5 Tel. 0321-3702500 Fax 0321-3702419

Dettagli

Comune di Sinalunga (Prov. di Siena) REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERI

Comune di Sinalunga (Prov. di Siena) REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERI Comune di Sinalunga (Prov. di Siena) REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERI 1 S O M M A R I O Art. Descrizione Art. Descrizione 1 2 3 CAPO I NORME GENERALI Oggetto del Regolamento Norme applicabili alle concessioni

Dettagli

C O M U N E OSTRA VETERE

C O M U N E OSTRA VETERE C O M U N E OSTRA VETERE Provincia di Ancona REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI DILAZIONI E/O RATEIZZAZIONI DI PAGAMENTO APPLICABILI AI DEBITI DI NATURA TRIBUTARIA APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSILIARE

Dettagli

NORME DI EDILIZIA CIMITERIALE

NORME DI EDILIZIA CIMITERIALE COMUNE DI MOENA UFFICIO TECNICO Piaz de Sotegrava, 20 38035 Moena (TN) Tel. 0462.573200 - Fax 0462.574366 e-mail PEC: moena@legalmail.it NORME DI EDILIZIA CIMITERIALE - Art. 1 - CARATTERISTICHE E DIMENSIONI

Dettagli

CITTA di VENTIMIGLIA (IM) SETTORE SERVIZI DEMOGRAFICI UFFICIO POLIZIA MORTUARIA

CITTA di VENTIMIGLIA (IM) SETTORE SERVIZI DEMOGRAFICI UFFICIO POLIZIA MORTUARIA CITTA di VENTIMIGLIA (IM) SETTORE SERVIZI DEMOGRAFICI UFFICIO POLIZIA MORTUARIA Regolamento relativo alla dispersione ed alla conservazione personale derivanti dalla cremazione dei defunti. delle ceneri

Dettagli

COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA (PU)

COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA (PU) COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA (PU) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEI LOCULI CIMITERIALI CAPO I NORME GENERALI ART.1 Oggetto del regolamento 1-Il presente regolamento disciplina la concessione

Dettagli

Comune di Monte San Vito Provincia di Ancona

Comune di Monte San Vito Provincia di Ancona REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI AREE CIMITERIALI PER LA REALIZZAZIONE DI TOMBE DI FAMIGLIA Approvato con Delibera C.C. n. del REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI AREE CIMITERIALI PER LA REALIZZAZIONE DI

Dettagli