I generatori a biomassa per riscaldamento domestico: aspetti normativi, economici, ecologici, requisiti e standard di qualità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I generatori a biomassa per riscaldamento domestico: aspetti normativi, economici, ecologici, requisiti e standard di qualità"

Transcript

1 C.R. ENEA di Santa Teresa, Lerici (SP), 29 maggio 2007 I generatori a biomassa per riscaldamento domestico: aspetti normativi, economici, ecologici, requisiti e standard di qualità Ing. Roberta ROBERTO, PhD ENEA Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente

2 Sommario Definizione di fonte rinnovabile e biomassa Caratterizzazione della biomassa legnosa Impianti di combustione a biomassa Emissioni inquinanti Norme tecniche Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 2

3 Fonte rinnovabile e biomassa Direttiva 27 settembre 2001, 2001/77/CE, sulla promozione dell'energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell'elettricità. fonti rinnovabili (Art. 2): le fonti energetiche rinnovabili non fossili (eolica, solare, geotermica, del moto ondoso, maremotrice, idraulica, biomassa, gas di discarica, gas residuati dai processi di depurazione e biogas) biomassa: la parte biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui provenienti dall'agricoltura (comprendente sostanze vegetali e animali) e dalla silvicoltura e dalle industrie connesse, nonché la parte biodegradabile dei rifiuti industriali e urbani. Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 3

4 Caratterizzazione della biomassa legnosa Chimico-fisica: lignina (C 40 H 44 O 6 ), cellulosa ((C 6 H 10 O 6 ) n ), emicellulosa, estratti, ceneri Analisi immediata (proximate): umidità, materia volatile, carbonio fisso e ceneri Composizione elementare: umidità, C, H, O, ceneri, N, S, K, Na, Cl, etc. Potere calorifico [MJ/kg]: superiore (PCS), inferiore (PCI = PCS calore condensazione acqua) con riferimento: sul secco senza cenere (sssc), sul secco (ss), sul tal quale (stq) Altre unità di misura: kcal/kg, kwh/kg, Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 4

5 Caratterizzazione della biomassa legnosa Caratteristiche di alcune biomasse legnose % in peso su sostanza secca biomassa materia carbonio umidità volatile fisso ceneri PCI [MJ/kg] ss legno 20,0 62,0 17,0 1,0 18,6 paglia di frumento 16,0 59,0 21,0 4,0 17,3 paglia d orzo 30,0 46,0 18,0 6,0 16,1 biomassa % su ss volatile % ceneri PCI C H O N S su ss [MJ/kg] ss betulla 48,8 6,0 44,2 0,5 0,01 0,5 20,0 pioppo 49,8 5,9 44,4 0,6 0,04 1,9 18,3 paglia di frumento 49,6 6,2 43,6 0,6 n.a. (Danimarca) 4,7 18,6 miscanto (Italia) 49,5 6,2 43,7 0,6 n.a. 3,3 18,5 canna da zucchero 49,5 6,2 43,8 0,5 n.a. (Italia) 3,7 18,5 carbone bituminoso 73,1 5,5 8,7 1,4 1,7 9,0 27,2 * McKendry P. (2002), Energy production from biomass: Conversion technologies, Bioresource Technology Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 5

6 Caratterizzazione della biomassa legnosa Confronto tra combustibili legnosi (legna, briquettes, pellet, cippato) massa volumica [kg/m 3 ] umidità [%] PCI [kwh/kg] ceneri [% in peso] legna da ardere ,0 0,2 0,5 briquettes > 900 < 15 4,6 5,1 0,5 1 pellet ,7 5,0 0,3 1 cippato 30 3,1 0,2 0,5 Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 6

7 Impianti di combustione a biomassa Fenomenologia della combustione Essiccazione: evaporazione dell acqua H 2Oliq ( s) H 2Ovap ( g) Pirolisi e volatilizzazione: distillazione termica senza ossigeno carbonio fisso ( s) C ( s) fraz volatile ( s) C H O ( g) a b c Gassificazione: reazioni omogenee e eterogenee con ossigeno libero e agenti ossidanti Combustione: fiamma dei composti volatili in eccesso di ossigeno, con rilascio di calore 2C + O CO C 2 2CO + O2 2 2 (( 2a + 0.5b) 2) O a CO + 0. b H O ah boc Particella di combustibile Calore Q Ambiente Strato esterno H 2 O Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 7

8 Impianti di combustione a biomassa La filiera della biomassa legnosa Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 8

9 Impianti di combustione a biomassa Uso domestico ( 35 kw) caminetti termo-caminetti termo-cucine stufe boiler forni barbecue Uso Termico (>35kW) caldaie bruciatori Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 9

10 Impianti di combustione a biomassa Apparecchi a legno <35 kw Non sono impianti termici (nuova versione del decreto attuativo del 192) Non concorrono alla potenza complessiva di 35 kw per installazione in Centrale Termica Non sono soggetti a controllo ai sensi del DPR 412/93 e ai fini della sicurezza degli impianti Per gli impianti ad acqua calda possono essere anche a vaso chiuso (vedi UNI ) Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 10

11 Impianti di combustione a biomassa Combustibili: Legno naturale: ciocchi, pellets e tronchetti pressati Alimentazione continua solo con chips e pellets di legno Potenze termiche e rendimenti Globale (apparecchi domestici di riscaldamento) Resa al fluido termovettore Prova di cottura per forni, barbecue e cucine Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 11

12 Impianti di combustione a biomassa Caratteristiche tecniche e funzionali modalità di alimentazione e carica griglia e camera di combustione scambiatore sistemi di pulizia regolazioni automatiche sonda lambda Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 12

13 Impianti di combustione a biomassa Emissioni CO (imposto da norme di prodotto) NOx, Polveri, TOC (attualmente non previsti da EN) Impiantistica correlata Sistema fumario Impianto termico ad acqua (vaso aperto/chiuso) Impianto elettrico Compatibilità di installazione con altri apparecchi Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 13

14 Emissioni inquinanti FUMI CO (monossido di carbonio) particolato solido (PM10, PM2.5, PM1) NO x (ossidi di azoto) SO x (ossidi di zolfo) TOC/PAH (Total Organic Carbon, PolyAromatic Hydrocarbon) CENERI: contenuto in ossidi e metalli ACQUE REFLUE nel caso di condensazione Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 14

15 Emissioni inquinanti POLVERI CO Regno Unito 5-8,33 g/h Austria 60 mg/nm3 0,5-1,0 g/mj Germania 150 mg/nm3 0,6 %vol caldaie Norvegia g/kg Italia 200 mg/nm3 caldaie EPA 7,5 g/h EN - mg/nm3 0,3-1 %vol * dati CTI Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 15

16 Emissioni inquinanti PMtotali NOx COV g/gj mg/nm3 g/kg g/gj mg/nm3 g/gj mg/nm3 camino aperto 500,00 522,45 7,50 70,00 73, , ,43 stufa tradizionale 200,00 208,98 3,00 70,00 73, , ,39 caldaia e stufa innovativa 150,00 156,73 2,25 60,00 62,69 550,00 574,69 BAT a legna 70,00 73,14 1,05 70,00 73,14 110,00 114,94 BAT a pellet 30,00 31,35 0,45 60,00 62,69 60,00 62,69 CO SO2 IPA PCDD/F g/gj mg/nm3 g/gj mg/nm3 mg/gj mg/nm3 ng/gj ng/nm3 camino aperto 5.600, ,43 13,00 13,58 250,00 261,22 170,00 177,63 stufa tradizionale 5.600, ,43 13,00 13,58 200,00 208,98 170,00 177,63 caldaia e stufa innovativa 2.300, ,27 13,00 13,58 100,00 104,49 30,00 31,35 BAT a legna 1.100, ,39 13,00 13,58 1,00 1, BAT a pellet 620,00 647,84 13,00 13,58 1,00 1, * dati CTI Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 16

17 Emissioni inquinanti STUFE Pellet faggio 2Pellet faggio 3 LIMITI PM totale mg/nm3 97,55 85, CO mg/nm3 764,18 305, NO2 totale mg/nm3 525,69 198, SO2 mg/nm3 17,07 28, HCl mg/nm3 13,02 1,68 5 HF mg/nm3 0,00 0,97 5 THC idrocarburi incombusti mg/nm3 14,85 5,21 30 Potenza termica al focolare kw 4,30 10,70 Rendimento al focolare η 63,40 76,80 70 potere calorifero inferiore MJ/kg 17,10 17,10 Condizioni normali di riferimento O2 = 11%vol e fumi secchi LIMITI DPCM combustibili 02/03/2002 per biomasse solide combustibili * prove di laboratorio effettuate presso hall sperimentale THEXAS, C.R. ENEA di Saluggia (VC) Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 17

18 Emissioni inquinanti POLVERI CO NOx stufa a legna (*) stufa a pellets caldaia a cippato caldaia a mais (50%) % O2 * Round Robin tests prodotti nord europei * prove di laboratorio effettuate presso hall sperimentale THEXAS, C.R. ENEA di Saluggia (VC) Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 18

19 Hall sperimentale C.R. ENEA Saluggia(VC) Sperimentazione su scambiatori di calore Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 19

20 Hall sperimentale C.R. ENEA Saluggia(VC) Combustibili: caratterizzazione chimica; Emissioni: CO, NOx, SO2, particolato, THC, HF, HCl, CO 2, O 2 ; Rendimenti: motodo diretto e indiretto Sensorizzazione e acquisizioni: termocoppie, Pt100, trasduttori di pressione; analizzatori portatili, analizzatore FTIR, ecc Laboratorio CFD di calcolo termofluidodinamico Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 20

21 Emissioni inquinanti Particolato solido nei fumi Particolato da combustione incompleta di biomassa: diametro caratteristico < 0,1 ηm Cenere da combustione di biomassa: diametro caratteristico > 1 ηm Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 21

22 Emissioni inquinanti Particolato solido nei fumi Evaporazione e condensazione Coagulazione: Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 22

23 Emissioni inquinanti DPCM 08 marzo 2002 e D.Lgs 152/06 Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 23

24 Emissioni inquinanti (apparecchi di piccola taglia) Problematiche: metodologia di misura del particolato in campo (CENTC295 metodo europeo di misura del particolato; revisione UNI10389) abbattimento fumi diversi fattori : installazione e funzionamento, combustibile, manutenzione e gestione, e modalità di prova Apparecchi a pellets: 50 mg/nm 3, ma con combustibile non idoneo 500 mg/nm 3 contro il limite di 200 mg/nm 3 Caldaie e apparecchi certificati non garantiscono il rispetto dei limiti quando installati: dipende dal combustibile, dal tiraggio e dal funzionamento Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 24

25 Emissioni inquinanti (apparecchi di piccola taglia) E quindi necessario dare priorità di controllo e limitazioni a: combustibili (certificazione di origine, controllo qualità) generatori di calore (controllo installazione, gestione e manutenzione): installatore e manutentore generatori di calore (certificazione): costruttore sistemi di abbattimento: progettista Nuove normative nazionali e regionali >>> limiti sempre più restrittivi sul particolato solido: fino a 30 mg/nm3 Necessità di metodo di misura EN Necessità di metodo di misura in campo (rendimento ed emissioni) Informazione corretta all utente: qualità combustibile, uso corretto e manutenzione Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 25

26 Emissioni inquinanti (apparecchi di piccola taglia) Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 26

27 Norme tecniche nazionali UNI UNI Generatori di calore alimentati con combustibili solidi provenienti dalla lavorazione dei residui agricoli e/o forestali. Definizioni, prove termiche e requisiti. Campo di applicazione da 60kW a 3 MW sostitita parzialmente da norma EN UNI Forni di cottura alimentati con combustibili solidi. Classificazione, caratteristiche e prova termica UNI Generatori di calore alimentati a legna o da altri biocombustibili solidi - Requisiti di installazione UNI Generatori di calore. Misurazione in opera del rendimento di combustione. Attualmente in fase di revisione. Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 27

28 Norme tecniche nazionali UNI Rendimenti UNI caldaie a biocombustibili >55% per <60kW a carica >65% per <60kW alimentazione continua >65% per >60kW >70% per >500kW >80% per >1000kW Installazione UNI Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 28

29 Norme tecniche europee TC Caldaie per riscaldamento centralizzato TC 166 Camini TC 281 Apparecchi, combustibili solidi e accenditori per barbecues TC Apparecchi di riscaldamento domestici a combustibile solido TC Biocombustibili solidi Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 29

30 Norme tecniche europee (TC295) EN Caldaie domestiche indipendenti a combustibile solido - Potenza termica nominale non superiore ai 50 kw - Requisiti e metodi di prova EN Termocucine a combustibile solido - Requisiti e metodi di prova EN Inserti e caminetti aperti alimentati a combustibile solido Requisiti e metodi di prova EN Stufe a combustibile solido Requisiti e metodi di prova EN Apparecchi per il riscaldamento domestico alimentati con pellet di legno - Requisiti e metodi di prova EN A1 Inserti, (Kachelofen( Kachelofen) Requisiti e metodi di prova EN A1 Stufe di grande massa (alta inerzia termica) Requisiti e metodi di prova Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 30

31 Norme tecniche europee (TC057) Caldaie alimentate con combustibile solido Bruciatori a pellets EN Caldaie per riscaldamento - Caldaie per combustibili solidi, con alimentazione manuale e automatica, con una potenza termica nominale fino a 300 kw - Parte 5: Terminologia, requisiti, prove e marcatura Classe 1: η = *log(Q n [kw]) Classe 2: η = *log(Q n [kw]) Classe 3: η = *log(Q n [kw]) η = 100 perdite (ai fumi, incombusti, alle pareti, alle ceneri) Santa Teresa ::: 29 maggio 2007 ::: 31

32 Grazie per l attenzione

Evoluzione tecnologica e mercato degli apparecchi ad uso privato

Evoluzione tecnologica e mercato degli apparecchi ad uso privato Evoluzione tecnologica e mercato degli apparecchi ad uso privato Sessione 1 Biogas, Biomassa: La filiera della legna per il riscaldamento domestico: dal bosco al caminetto Ing. Roberta ROBERTO - Ricercatrice

Dettagli

Emissioni in impianti civili per il riscaldamento domestico

Emissioni in impianti civili per il riscaldamento domestico UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI Emissioni in impianti civili per il riscaldamento domestico R. Gubiani, G.Pergher, D. Dell Antonia, D. Maroncelli Convegno Nazionale

Dettagli

Il legno come combustibile

Il legno come combustibile Approfondimento Il legno come combustibile Le biomasse soddisfano circa il 15% degli usi energetici primari nel mondo; tra esse la più nota è il legno, il più antico combustibile utilizzato dall uomo per

Dettagli

SERVIZIO ENERGIA TERMOCAMINI INFORMAZIONI ALL UTENTE

SERVIZIO ENERGIA TERMOCAMINI INFORMAZIONI ALL UTENTE COMUNE DI AVELLINO SERVIZIO ENERGIA TERMOCAMINI INFORMAZIONI ALL UTENTE Norme installazione UNI 10683 GENERATORI DI CALORE ALIMENTATI A LEGNA O DA ALTRI BIOCOMBUSTIBILI SOLIDI- REQUISITI DI INSTALLAZIONE.

Dettagli

Gestione delle emissioni della caldaia della scuola

Gestione delle emissioni della caldaia della scuola Gestione delle emissioni della caldaia della scuola Ph.D. Ing. Michele Damiano Vivacqua responsabilità Codice civile art. 2050 Chiunque cagiona danno ad altri nello svolgimento di un'attività pericolosa,

Dettagli

REQUISITI TECNICI PER IMPIANTI A PEZZI DI LEGNO DI POTENZA <60kW

REQUISITI TECNICI PER IMPIANTI A PEZZI DI LEGNO DI POTENZA <60kW BANDO DIRETTO ALLA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI TERMICI A TRONCHETTO DI LEGNA REQUISITI TECNICI PER IMPIANTI A PEZZI DI LEGNO DI POTENZA

Dettagli

Deliberazione n. VII/6501 Seduta del 19/10/01. Allegato C) CRITERI E LIMITI DI EMISSIONI PER GLI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA.

Deliberazione n. VII/6501 Seduta del 19/10/01. Allegato C) CRITERI E LIMITI DI EMISSIONI PER GLI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA. Deliberazione n. VII/6501 Seduta del 19/10/01 Allegato C) CRITERI E LIMITI DI EMISSIONI PER GLI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA. Finalità Fissare i limiti di emissione ed i criteri per le autorizzazione

Dettagli

tecnologia che migliora il mondo

tecnologia che migliora il mondo tecnologia che migliora il mondo Company profile AURORA energy solution è l unione di due società la AURORA INVEST Srl e ICMEA Srl società di ingegneria dedicata alla progettazione e realizzazione di

Dettagli

STRATEGIE E MERCATI CNREUROPE

STRATEGIE E MERCATI CNREUROPE CHI SIAMO CNREUROPE, società del gruppo internazionale One-Eko, nasce dall esperienza pluriennale internazionale dei suoi soci nel settore dell Energia Rinnovabile, dell Ingegneria e del Settore Finanziario.

Dettagli

TRONCHETTI E PELLET DI LEGNO

TRONCHETTI E PELLET DI LEGNO TRONCHETTI E PELLET DI LEGNO UNI EN ISO 14001:2004 CERTIQUALITY È MEMBRO DELLA FEDERAZIONE CISQ SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE CERTIFICATO produttore di pellet dal 1994 Fondata nel 1969, La TiEsse di Cimadolmo

Dettagli

Benefici derivanti dalla pellettizzazione del legno e delle biomasse alternative

Benefici derivanti dalla pellettizzazione del legno e delle biomasse alternative Benefici derivanti dalla pellettizzazione del legno e delle biomasse alternative Giuseppe Toscano Pellet combustibile di legno e di biomasse alternative Una reale opportunità di sviluppo della green economy

Dettagli

ALLEGATO 1 REQUISITI TECNICI

ALLEGATO 1 REQUISITI TECNICI BANDO DIRETTO ALLA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI TERMICI A PEZZI DI LEGNA E A REQUISITI TECNICI pag. 1 INDICE 1. INDICAZIONI PER IL DIMENSIONAMENTO DELL IMPIANTO 4 1.1 TEMPERATURA

Dettagli

ALLEGATO E1 Valori del potere calorifico (P.C.) dei diversi tipi di biomassa confrontati con combustibili fossili. Litro equivalente di gasolio

ALLEGATO E1 Valori del potere calorifico (P.C.) dei diversi tipi di biomassa confrontati con combustibili fossili. Litro equivalente di gasolio ALLEGATO E1 Valori del potere calorifico (P.C.) dei diversi tipi di biomassa confrontati con combustibili fossili Tipologia P.C. netto kwh/kg Costo /kg Litro equivalente di gasolio Litro equivalente di

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI UN AZIENDA CON MENO INFORTUNI, MENO INQUINAMENTO, PIU RISPARMIO ENERGETICO SOSTENIBILITA' E BUSINESS PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI Ing. Augusto Bianchini DIEM - Università degli Studi di Bologna

Dettagli

Prestazioni energetiche ed emissioni inquinanti di una caldaia domestica alimentata con pellets di residui agricoli e ripariali

Prestazioni energetiche ed emissioni inquinanti di una caldaia domestica alimentata con pellets di residui agricoli e ripariali Prestazioni energetiche ed emissioni inquinanti di una caldaia domestica alimentata con pellets di residui agricoli e ripariali Dario Prando, Marco Baratieri Libera Università di Bolzano Sustainable use

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

Norme tecniche per le biomasse

Norme tecniche per le biomasse La Lombardia verso il 2020: il progetto BioEnerGIS per lo sviluppo di produzione di energia da biomasse Norme tecniche per le biomasse Giovanni Riva Milano, 19 Ottobre 2011 Il ruolo del CTI Ente di normazione

Dettagli

Risultati della caratterizzazione dei fumi

Risultati della caratterizzazione dei fumi Progetto Produzione di energia e sostanza organica dai sottoprodotti del vigneto Risultati della caratterizzazione dei fumi Paolo Giandon ARPAV Dipartimento Provinciale di Treviso Biella, 24 settembre

Dettagli

Conto Termico: generatori di calore a biomassa

Conto Termico: generatori di calore a biomassa Progetto Tuscia sostenibile: azioni di consolidamento per lo sviluppo del territorio Conto Termico: generatori di calore a biomassa Viterbo, 31 maggio 2013 Prof. Ing. Danilo MONARCA Ing. Leonardo LONGO

Dettagli

Scheda tecnica n. 37E - Nuova installazione di impianto di riscaldamento unifamiliare alimentato a biomassa legnosa di potenza 35 kw termici.

Scheda tecnica n. 37E - Nuova installazione di impianto di riscaldamento unifamiliare alimentato a biomassa legnosa di potenza 35 kw termici. Scheda tecnica n. 37E - Nuova installazione di impianto di riscaldamento unifamiliare alimentato a biomassa legnosa di potenza 35 kw termici. 1. ELEMENTI PRINCIPALI 1.1 Descrizione dell intervento Categoria

Dettagli

Tabella 1 Caratteristiche (proximate analysis) di alcune biomasse 104. % in peso su sostanza secca. Materia volatile

Tabella 1 Caratteristiche (proximate analysis) di alcune biomasse 104. % in peso su sostanza secca. Materia volatile Scheda tecnologica: BIOMASSE TERMICHE Descrizione e stato dell arte La produzione di energia da biomasse può avvenire attraverso diversi processi tecnologici, in funzione delle caratteristiche della biomassa

Dettagli

TECNOLOGIE PER LA CONVERSIONE DELLA BIOMASSA LEGNOSA

TECNOLOGIE PER LA CONVERSIONE DELLA BIOMASSA LEGNOSA ENERGIA, ACQUA, LEGNO: TECNOLOGIE E TUTELA AMBIENTALE NELL'AMBITO DEL PROGETTO STRATEGICO RENERFOR TECNOLOGIE PER LA CONVERSIONE DELLA BIOMASSA LEGNOSA Ing. Roberta ROBERTO UTTS ENEA C.R. Saluggia roberta.roberto@enea.it

Dettagli

IL CONTROLLO E LA CERTIFICAZIONE DELLE EMISSIONI IN IMPIANTI A LEGNA

IL CONTROLLO E LA CERTIFICAZIONE DELLE EMISSIONI IN IMPIANTI A LEGNA Premesse IL CONTROLLO E LA CERTIFICAZIONE DELLE EMISSIONI IN IMPIANTI A LEGNA Giovanni Riva *, Mauro Alberti ** L utilizzazione sempre più diffusa di legno/biomassa per fini energetici obbliga a fare alcune

Dettagli

BIOMASSA: Biomasse combustibili e limiti di emissione: Normativa e prospettive. Maurizio Tava

BIOMASSA: Biomasse combustibili e limiti di emissione: Normativa e prospettive. Maurizio Tava BIOMASSA: OPPORTUNITA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE? VENERDI 5 GIUGNO 2015 TAIO (TN), SALA CONVEGNI C.O.CE.A. Biomasse combustibili e limiti di emissione: Normativa e prospettive Maurizio Tava APPA Responsabile

Dettagli

Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015

Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015 Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015 Relatore : Teresa Mauri - Responsabile Servizio Energia RUOLO PROVINCIA La Provincia, mediante

Dettagli

METODOLOGIE DI RISPARMIO DI ENERGIA TERMICA

METODOLOGIE DI RISPARMIO DI ENERGIA TERMICA Corso di formazione ed aggiornamento professionale per Energy Managers-Trenitalia BOLOGNA 15-16 Giugno 2011 METODOLOGIE DI RISPARMIO DI ENERGIA TERMICA Ing. Nino Di Franco ENEA-UTEE-IND IL CONTROLLO DELLA

Dettagli

Inquinamento atmosferico Limiti d emissione Tecniche di depurazione dei fumi Prospettive future

Inquinamento atmosferico Limiti d emissione Tecniche di depurazione dei fumi Prospettive future Aspetti Ambientali Combustione del legno e inquinamento atmosferico Inquinamento atmosferico Limiti d emissione Tecniche di depurazione dei fumi Prospettive future Luca Colombo, ufficio protezione aria,

Dettagli

Energie rinnovabili in montagna

Energie rinnovabili in montagna 1.5 Piccoli impianti a biomasse Il fuoco che brucia è uno spettacolo che non stanca, un ambiente arredato con un caminetto ha un valore aggiunto. Non è il modo ottimale per riscaldare l ambiente, poiché

Dettagli

I PRO E I CONTRO DELLE BIOMASSE PER IL RISCALDAMENTO DOMESTICO

I PRO E I CONTRO DELLE BIOMASSE PER IL RISCALDAMENTO DOMESTICO I PRO E I CONTRO DELLE BIOMASSE PER IL RISCALDAMENTO DOMESTICO Francesca Hugony Laboratorio Combustione e Ambiente 1 Di cosa parleremo Inquadramento (utilizzi e consumi del riscaldamento domestico a biomassa)

Dettagli

Requisiti tecnici e attestazione di qualità della legna e del pellet

Requisiti tecnici e attestazione di qualità della legna e del pellet www.biomasstradecentres.eu Requisiti tecnici e attestazione di qualità della legna e del pellet Valter Francescato, Eliseo Antonini, Annalisa Paniz www.aiel.cia.it CONSUMO DI COMBUSTIBILI LEGNOSI IN VENETO

Dettagli

I nostri impegni per l ambiente

I nostri impegni per l ambiente I nostri impegni per l ambiente Il Sole e la Luna ha scelto di impegnarsi quotidianamente per l ambiente, puntando sull eccellenza ambientale del marchio Ecolabel europeo per ridurre gli impatti generati

Dettagli

La pirolisi: il processo, i punti di forza, le opportunità

La pirolisi: il processo, i punti di forza, le opportunità www.consorziosies.it Università degli Studi di Sassari www.sardegnambiente.com La pirolisi: il processo, i punti di forza, le opportunità Leonetto Conti Energia da biomasse e rifiuti: quale ruolo per la

Dettagli

Il riscaldamento delle serre

Il riscaldamento delle serre Il riscaldamento delle serre Indice 1. Misure di risparmio energetico 2. Perchè passare al riscaldamento con biomassa? 3. Costi energetici a confronto 4. Criteri di corretta progettazione 5. Tipologie

Dettagli

Forme di legna per energia

Forme di legna per energia Forme di legna per energia Categorie di legna per energia (norma CH) Legno naturale (proveniente dal bosco o dalle segherie) Scarti di legno (resti dell industria di lavorazione del legno) Legno vecchio

Dettagli

Intervento di Revamping Impianto di termovalorizzazione Sito in Busto Arsizio

Intervento di Revamping Impianto di termovalorizzazione Sito in Busto Arsizio Intervento di Revamping Impianto di termovalorizzazione Sito in Busto Arsizio Schema di riferimento generale Raccolta rifiuti Controllo radioattività / allarme Ricevimento / Fossa di stoccaggio Sistema

Dettagli

Impianto di cogenerazione a biomassa legnosa

Impianto di cogenerazione a biomassa legnosa Impianto di cogenerazione a biomassa legnosa Integrazione fra la produzione della biomassa ed il suo riutilizzo a fini energetici Massarosa, 8 novembre 2013 Ing. Simone Bonari P&I srl 09/11/2013 Comune

Dettagli

ENERGIA DA BIOMASSA. sistemi di combustione e problematiche connesse Bologna 11 novembre 2011. Ing. Francesco Gallucci. Ing.

ENERGIA DA BIOMASSA. sistemi di combustione e problematiche connesse Bologna 11 novembre 2011. Ing. Francesco Gallucci. Ing. ENERGIA DA BIOMASSA sistemi di combustione e problematiche connesse Bologna 11 novembre 2011 Ing. Francesco Gallucci CRA-ING Monterotondo (RM) Ing. Fulvio Palmieri DIMI ROMA TRE Per informazioni, francesco.gallucci@entecra.it

Dettagli

12. GARANZIE PROGETTO DEFINITIVO. Page : 1/8. Via Giacomo Puccini, 8/10. Numéro du document

12. GARANZIE PROGETTO DEFINITIVO. Page : 1/8. Via Giacomo Puccini, 8/10. Numéro du document Page : 1/8 12. GARANZIE Page : 2/8 SOMMARIO 12.1 Basi di definizione delle garanzie... 3 12.2 Garanzie di prestazioni... 3 12.2.1 Potenzialità di trattamento... 3 12.2.2 Caratteristiche e portate vapore

Dettagli

La produzione di energia da biomasse Bilancio energetico di un impianto a combustione

La produzione di energia da biomasse Bilancio energetico di un impianto a combustione La produzione di energia da biomasse Bilancio energetico di un impianto a combustione Costante M. Invernizzi costante.invernizzi@unibs.it San Paolo (BS), 29 maggio 2010 Outline 1 La biomassa 2 La utilizzazione

Dettagli

LA STRUTTURA DEL BUSINESS PLAN IMPIANTO BIOMASSA

LA STRUTTURA DEL BUSINESS PLAN IMPIANTO BIOMASSA IMPIANTO BIOMASSA Decreto Legislativo 28/2011 ed in particolare l art. 2 definisce in dettaglio la biomassa come: "la parte biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui di origine biologica provenienti

Dettagli

FLEXSTEEL. Canne Fumarie Flessibili Doppia Parete. Canne fumarie in acciaio Inox

FLEXSTEEL. Canne Fumarie Flessibili Doppia Parete. Canne fumarie in acciaio Inox Canne Fumarie Flessibili Doppia Parete Canne fumarie in acciaio Inox Canne fumarie Flessibili Doppia Parete CARATTERISTICHE TECNICHE Diametri interni: da 80 a 400 mm Materiale tubo: 2 Pareti di acciaio

Dettagli

Generatori di calore. Il generatore di calore a combustibile E CH Q D Q F. I generatori di calore

Generatori di calore. Il generatore di calore a combustibile E CH Q D Q F. I generatori di calore Generatori di calore Il generatore di calore a combustibile I generatori di calore Combustibile E CH Superficie di Confine del Sistema Aria comburente Generatore di calore Fluido in ingresso Fumi Calore

Dettagli

Laboratorio Biomasse - Elenco delle analisi

Laboratorio Biomasse - Elenco delle analisi Laboratorio Biomasse - Elenco delle analisi 1 - Analisi per la caratterizzazione energetica e chimico-fisica dei materiali 1.1 - Biomasse solide * 1 Umidità CEN/TS 14774 Ceneri a 550 C CEN/TS 14775 Potere

Dettagli

Combustione energia termica trasmissione del calore

Combustione energia termica trasmissione del calore Scheda riassuntiva 6 capitoli 3-4 Combustione energia termica trasmissione del calore Combustibili e combustione Combustione Reazione chimica rapida e con forte produzione di energia termica (esotermica)

Dettagli

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1 1 La sostanza combustibile può essere: Solida Liquida o Gassosa. I combustibili utilizzati negli impianti di riscaldamento sono quelli visti precedentemente cioè: Biomasse Oli Combustibili di vario tipo

Dettagli

COGENERAZIONE A BIOGAS

COGENERAZIONE A BIOGAS COGENERAZIONE A BIOGAS Aspetti ambientali L evoluzione del biogas per un agricoltura più sostenibile BOLOGNA, 6 Luglio 2011 INTERGEN Divisione energia di IML Impianti s.r.l. - via garcía lorca 25-23871

Dettagli

Le disposizioni regionali degli impianti termici ed il nuovo Libretto di Impianto

Le disposizioni regionali degli impianti termici ed il nuovo Libretto di Impianto Le disposizioni regionali degli impianti termici ed il nuovo Libretto di Impianto Recepimento D.P.R. 16 aprile 2013 n. 74 e del D.M. 10 febbraio 2014 Confartigianato Sondrio 6 novembre 2014 Regione Lombardia

Dettagli

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore. Novembre 2011

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore. Novembre 2011 Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore Novembre 2011 Sistema di Riscaldamento Quando si parla di impianto di riscaldamento si comprendono sia

Dettagli

Esperienze di recupero a fini energetici delle biomasse di provenienza agricola

Esperienze di recupero a fini energetici delle biomasse di provenienza agricola Esperienze di recupero a fini energetici delle biomasse di provenienza agricola Silvia Silvestri Centro Sperimentale - Unità Biomasse ed energia rinnovabile FONDAZIONE EDMUND MACH ISTITUTO AGRARIO DI SAN

Dettagli

ANCORA ENERGIE RINNOVABILI : BIOMASSA E BIOGAS

ANCORA ENERGIE RINNOVABILI : BIOMASSA E BIOGAS ANCORA ENERGIE RINNOVABILI : BIOMASSA E BIOGAS di Avv. Rosa Bertuzzi Quando si affronta l istituto delle energie rinnovabili riguardanti l utilizzazione delle risorse dell'agricoltura spesso di genera

Dettagli

INCONTRO FIPER-ENEA MILANO 26 AGOSTO 2008 Detraibilità 55% per l allacciamento a reti di teleriscaldamento a biomassa

INCONTRO FIPER-ENEA MILANO 26 AGOSTO 2008 Detraibilità 55% per l allacciamento a reti di teleriscaldamento a biomassa INCONTRO FIPER-ENEA MILANO 26 AGOSTO 2008 Detraibilità 55% per l allacciamento a reti di teleriscaldamento a biomassa ENEA/ACS GdL Efficienza Energetica FAQ 42 D - Vorrei sostituire una caldaia con un'altra

Dettagli

Canne fumarie e apparecchi a combustibile solido; regole per un utilizzo sicuro. Il punto di vista dei produttori.

Canne fumarie e apparecchi a combustibile solido; regole per un utilizzo sicuro. Il punto di vista dei produttori. Canne fumarie e apparecchi a combustibile solido; regole per un utilizzo sicuro. Il punto di vista dei produttori. I settori I produttori di camini e canne fumarie 2 I settori UNICALOR I produttori di

Dettagli

Originale Ordinanza Sindacale

Originale Ordinanza Sindacale Originale Ordinanza Sindacale N. 13 data 10/03/2014 Classifica VI.9 Oggetto: PROVVEDIMENTI CONTINGENTI 2013-2014 PER LA RIDUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE DEGLI INQUINANTI NELL'AREA AMBIENTE DI CUI ALLA DELIBERAZIONE

Dettagli

Power Syn. Impianto di cogenerazione a biomassa per produzione di energia da fonti rinnovabili. da 199 a 999 kwe

Power Syn. Impianto di cogenerazione a biomassa per produzione di energia da fonti rinnovabili. da 199 a 999 kwe Power Syn Impianto di cogenerazione a biomassa per produzione di energia da fonti rinnovabili da 199 a 999 kwe INTRODUZIONE La gassificazione è un processo di conversione termochimica di una massa organica

Dettagli

IL PETROLIO DI CASA NOSTRA

IL PETROLIO DI CASA NOSTRA IL PETROLIO DI CASA NOSTRA Le fonti dienergiadabiomassasono costituite dalle sostanze di origine animale e vegetale, non fossili, che possono essere usate come combustibili per la produzione di energia.

Dettagli

Società Energie Rinnovabili Italiana Srl

Società Energie Rinnovabili Italiana Srl Lo sviluppo sostenibile è quello sviluppo che consente alla generazione presente di soddisfare i propri bisogni senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare i loro propri bisogni

Dettagli

CONVERSIONE TERMOCHIMICA

CONVERSIONE TERMOCHIMICA CONVERSIONE TERMOCHIMICA PIROLISI La pirolisi si può svolgere secondo diverse modalità: Carbonizzazione a temperature tra 300 C e 500 C Pirolisi convenzionale a temperature inferiori a 600 C Fast pirolisi

Dettagli

LE MANUTENZIONI E I CONTROLLI DEGLI IMPIANTI TERMICI

LE MANUTENZIONI E I CONTROLLI DEGLI IMPIANTI TERMICI LE MANUTENZIONI E I CONTROLLI DEGLI IMPIANTI TERMICI Perche fare i controlli? RISPARMIO ENERGETICO Un impianto termico più efficiente consuma meno combustibile a parità di calore prodotto. RISPARMIO ECONOMICO

Dettagli

ANALISI DEI COSTI DELL ENERGIA IN FUNZIONE DEL COMBUSTIBILE

ANALISI DEI COSTI DELL ENERGIA IN FUNZIONE DEL COMBUSTIBILE Lunedì 18 settembre 2006 AGROENERGIE PER LO SVILUPPO RURALE: SCENARI A CONFRONTO ANALISI DEI COSTI DELL ENERGIA IN FUNZIONE DEL COMBUSTIBILE Ing. Gaetano Cavalli Ing. Gaetano Cavalli 1 BIOMASSA E CO 2

Dettagli

UNI 10683/2012. Generatori di calore alimentati a legna o altri bio combustibili solidi Verifica, installazione, controllo e manutenzione

UNI 10683/2012. Generatori di calore alimentati a legna o altri bio combustibili solidi Verifica, installazione, controllo e manutenzione UNI 10683/2012 Generatori di calore alimentati a legna o altri bio combustibili solidi Verifica, installazione, controllo e manutenzione Regione Lombardia D.G.R.1118 La UNI 10683 è la norma per l installazione,

Dettagli

Prove di combustione

Prove di combustione Giornata Dimostrativa del Progetto BioTec Analisi delle tecniche di combustione e ricerca sui processi di produzione di biocombustibili da biomasse agro-forestali Prove di combustione Andrea Cristoforetti

Dettagli

IMPIANTI A BIOGAS. Documento divulgativo sulle problematiche delle emissioni in atmosfera convogliate e diffuse (odori)

IMPIANTI A BIOGAS. Documento divulgativo sulle problematiche delle emissioni in atmosfera convogliate e diffuse (odori) Sezione Provinciale di Bologna Via F. Rocchi, 19 40138 Bologna Tel. 051 396211 Fax 051 342642 PEC: aoobo@cert.arpa.emr.it e-mail: urpbo@arpa.emr.it IMPIANTI A BIOGAS Documento divulgativo sulle problematiche

Dettagli

Convegno WIT 2010 Wöhler Institute of Technology e con il patrocinio di Confartiganato, Confatrigianato Veneto, Assocosma e ANIC

Convegno WIT 2010 Wöhler Institute of Technology e con il patrocinio di Confartiganato, Confatrigianato Veneto, Assocosma e ANIC Convegno WIT 2010 Wöhler Institute of Technology e con il patrocinio di Confartiganato, Confatrigianato Veneto, Assocosma e ANIC UNI 10389-1 le novità sulle analisi di combustione di caldaie a gas Cosa

Dettagli

Caldaia a legna a gassificazione con combustione a fiamma rovesciata ECOBiovent Serie C

Caldaia a legna a gassificazione con combustione a fiamma rovesciata ECOBiovent Serie C Tecnologia Abitativa Avanzata ECOTRIBE Tecnologia Abitativa Avanzata di Giancarlo Avataneo - Str. Miravalle 24/4-10024 Moncalieri (TO) P. IVA 09183030015 - Codice fiscale VTNGCR52R08L219B - Cell. 0039

Dettagli

Produzione di energia da biomasse

Produzione di energia da biomasse Produzione di energia da biomasse Prof. Roberto Bettocchi Ordinario di sistemi per l energia e l ambiente Dipartimento di Ingegneria - Università degli Studi di Ferrara Produzione di energia da biomasse

Dettagli

Energia dalle Biomasse - Parte C

Energia dalle Biomasse - Parte C Tecnologie delle Energie Rinnovabili Energia dalle Biomasse - Parte C Daniele Cocco Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Chimica e dei Materiali Università degli Studi di Cagliari daniele.cocco@unica.it

Dettagli

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA 2004 INDICE Libretto di impianto pag. 3 Scheda 1 4 Scheda 2 5 Scheda 3 6 Scheda 4 7 Scheda 5 9 Scheda 6 10 Scheda 7 11 Scheda

Dettagli

Specifiche tecniche. PELLEMATIC Smart 4 14 kw ITALIANO. www.oekofen.com

Specifiche tecniche. PELLEMATIC Smart 4 14 kw ITALIANO. www.oekofen.com Specifiche tecniche PELLEMATIC Smart 4 14 kw ITALIANO www.oekofen.com Specifiche tecniche PELLEMATIC Smart 4 8kW Denominazione PELLEMATIC Smart Potenza nominale kw 3,9 6,0 7,8 Carico parziale kw Impianto

Dettagli

BIOMASSE: L ORA DELLA RISCOSSA? MICRO-GENERAZIONE A BIOGAS

BIOMASSE: L ORA DELLA RISCOSSA? MICRO-GENERAZIONE A BIOGAS MICRO-GENERAZIONE A BIOGAS LA C.E.R.SRL E UNA SOCIETA PRESENTE A RAGUSA DAL 1997 CHE OPERA NEL CAMPO DELLE ENERGIE RINNOVABILI CENTRALE A GAS CON MOTORI JENBACHER PER UNA POTENZA ISTALLATA DI 7 MW IMPIANTO

Dettagli

MANUALE PRATICO TECNOLOGIE ASPETTI PROGETTUALI NORMATIVA IMPIANTI TERMICI A LEGNA, CIPPATO E PELLET. Progetto interregionale Woodland Energy

MANUALE PRATICO TECNOLOGIE ASPETTI PROGETTUALI NORMATIVA IMPIANTI TERMICI A LEGNA, CIPPATO E PELLET. Progetto interregionale Woodland Energy Progetto interregionale Woodland Energy La filiera legno-energia come strumento di valorizzazione delle biomasse legnose agroforestali Coordinamento Partner del progetto REGIONE ABRUZZO DIREZIONE AGRICOLTURA

Dettagli

Filiera del legno-energia per il riscaldamento delle serre

Filiera del legno-energia per il riscaldamento delle serre Legnaro, 19 novembre 2013 Filiera del legno-energia per il riscaldamento delle serre Cenni sugli aspetti tecnici ed economici Settore Bioenergie e Cambiamento Climatico dott. Loris Agostinetto Il legno

Dettagli

Caldaia a condensazione IT 01. Termoidraulica. Idee da installare

Caldaia a condensazione IT 01. Termoidraulica. Idee da installare Caldaia a condensazione IT 01 Termoidraulica Idee da installare Il calore... un bene prezioso Il calore è un bene prezioso che deve essere utilizzato con la massima attenzione nel rispetto dell ambiente

Dettagli

Piccoli impianti Di produzione energia da biomasse C-reaktor con ORC

Piccoli impianti Di produzione energia da biomasse C-reaktor con ORC Piccoli impianti Di produzione energia da biomasse C-reaktor con ORC marketing@renex.it www.renex.it La nostra tecnologia di recupero energetico da biomassa è rappresentato dai sistemi C-Reaktor, C ossia

Dettagli

LEGNO ENERGIA. Per il riscaldamento degli edifici

LEGNO ENERGIA. Per il riscaldamento degli edifici LEGNO ENERGIA Per il riscaldamento degli edifici Next Energy Milano 4 marzo 2004 Marino Berton Presidente dell Associazione Italiana Energia dal Legno Attuale composizione delle fonti energetiche in Europa

Dettagli

Il mercato del settore in Italia: evoluzione e prospettive

Il mercato del settore in Italia: evoluzione e prospettive Convegno BioSouth Il mercato del settore in Italia: evoluzione e prospettive prof. Sanzio Baldini, Presidente ITABIA docente Utilizzazioni forestali Università della Tuscia dott. Chiara Artese,, dottorando

Dettagli

il calore che arreda Kalorino Termocamino Per Ambienti domestici Riscaldamento a Pellet di legna Legna energie rinnovabili

il calore che arreda Kalorino Termocamino Per Ambienti domestici Riscaldamento a Pellet di legna Legna energie rinnovabili il calore che arreda Kalorino Termocamino Per Ambienti domestici Riscaldamento a Pellet di legna energie rinnovabili L AZIENDA Leader nel settore della termotecnica, il marchio Tatano è sinonimo di tecnologia

Dettagli

Conto Termico per apparecchi e caldaie requisiti tecnico-ambientali e premialità

Conto Termico per apparecchi e caldaie requisiti tecnico-ambientali e premialità Conto Termico per apparecchi e caldaie requisiti tecnico-ambientali e premialità Valter Francescato dir. AIEL Verona 08.02.2013 Conto Termico (CT): origini e iter Attuazione del Dlgs 28/2011 linee guida

Dettagli

REQUISITI TECNICI PER IMPIANTI A CIPPATO SUPERIORI A 350 kw

REQUISITI TECNICI PER IMPIANTI A CIPPATO SUPERIORI A 350 kw BANDO DIRETTO ALLA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI ALIMENTATI A BIOMASSA SUPERIORI A 350KW REQUISITI TECNICI PER IMPIANTI A CIPPATO SUPERIORI A 350 kw A cura

Dettagli

Come riscaldarsi con il legno

Come riscaldarsi con il legno Come riscaldarsi con il legno In sicurezza, nel rispetto dell ambiente e della qualità dell aria L energia del legno Il legno è da secoli il combustibile più usato per il riscaldamento e oggi è impiegato

Dettagli

UNITA di MISURA di VOLUME dei COMBUSTIBILI LEGNOSI. Numeri e nozioni di Xiloenergetica. www.agriforenergy.com QUADRO DI RIFERIMENTO

UNITA di MISURA di VOLUME dei COMBUSTIBILI LEGNOSI. Numeri e nozioni di Xiloenergetica. www.agriforenergy.com QUADRO DI RIFERIMENTO Numeri e nozioni di Xiloenergetica Per richiedere il volume rivolgersi a: Settore Politiche Forestali della Regione Piemonte Corso Stati Uniti, 21-10128 TORINO E_mail: tosettore.foreste14-@regione.piemonte.it

Dettagli

PiroVas ThermoVas. Caldaie a legna a combustione tradizionale e pirolitica

PiroVas ThermoVas. Caldaie a legna a combustione tradizionale e pirolitica PiroVas ThermoVas a combustione tradizionale e pirolitica 2 PiroVas - ThermoVas a combustione tradizionale e pirolitica PiroVas - ThermoVas Bongioanni Caldaie da sempre sensibile ai problemi energetici

Dettagli

VALUTAZIONE SINTETICA DELLE MITIGAZIONI AMBIENTALI POSSIBILI CON LA REALIZZAZIONE DI UNA RETE DI TELERISCALDAMENTO.

VALUTAZIONE SINTETICA DELLE MITIGAZIONI AMBIENTALI POSSIBILI CON LA REALIZZAZIONE DI UNA RETE DI TELERISCALDAMENTO. Allegato 2b VALUTAZIONE SINTETICA DELLE MITIGAZIONI AMBIENTALI POSSIBILI CON LA REALIZZAZIONE DI UNA RETE DI TELERISCALDAMENTO. In questa memoria si analizzano le risultanze dello Studio di Impatto Ambientale

Dettagli

La combustione del legno

La combustione del legno La combustione del legno FATTORI DI EMISSIONE E QUADRO NORMATIVO La combustione del legno FATTORI DI EMISSIONE E QUADRO NORMATIVO AUTORI Valter Francescato, Eliseo Antonini Aiel, Associazione Italiana

Dettagli

Reazioni di combustione

Reazioni di combustione Forni Vengono utilizzati nei casi sia necessario riscaldare il fluido ad una temperatura molto alta non raggiungibile con gli scambiatori di calore convenzionali. Reazioni di combustione La reazione di

Dettagli

Corso Riscaldamenti a legna. Claudio Caccia ing. el. STS, consulente energetico dipl. fed.

Corso Riscaldamenti a legna. Claudio Caccia ing. el. STS, consulente energetico dipl. fed. Panoramica e criteri di scelta dei riscaldamenti a legna Corso Riscaldamenti a legna Claudio Caccia ing. el. STS, consulente energetico dipl. fed. AELSI - Associazione per l energia del legno della Svizzera

Dettagli

Il Presidente di Assocosma Dante Bozzetto

Il Presidente di Assocosma Dante Bozzetto PERCHE RISCALDARE CON LA LEGNA USARE SOLO LEGNA COME COMBUSTIBILE IL CORRETTO STOCCAGGIO DELLA LEGNA VARIETA DEI SISTEMI DI RISCALDAMENTO I GENERATORI DOMESTICI PRODOTTI O INSTALLATI DAI FUMISTI SCEGLIERE

Dettagli

1 Articolo 20 dell ordinanza contro l inquinamento atmosferico (OIAt)

1 Articolo 20 dell ordinanza contro l inquinamento atmosferico (OIAt) Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni DATEC Ufficio federale dell ambiente UFAM Protezione dell aria e prodotti chimici N. registrazione/dossier: M143-0633

Dettagli

IMPIANTO COGENERATIVO A CIPPATO DI LEGNO

IMPIANTO COGENERATIVO A CIPPATO DI LEGNO IMPIANTO COGENERATIVO A CIPPATO DI LEGNO 1 Il cippato: il carburante per la cogenerazione Tra le fonti rinnovabili le biomasse legnose rappresentano una buona opportunità di investimento diversificata

Dettagli

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 Ing. Gennaro Augurio Direttore Operativo ITAGAS AMBIENTE Via R. Paolucci, 3 Pescara gennaro.augurio@itagasambiente.it GSM 347-99.10.915

Dettagli

Caldaie a biomassa. Per Ambienti domestici Grandi ambienti. Riscaldamento a Pellet di legna Chips di legna Legna. energie rinnovabili

Caldaie a biomassa. Per Ambienti domestici Grandi ambienti. Riscaldamento a Pellet di legna Chips di legna Legna. energie rinnovabili Caldaie a biomassa Per Ambienti domestici Grandi ambienti Riscaldamento a Pellet di legna Chips di legna Legna energie rinnovabili L AZIENDA Leader nel settore della termotecnica, il marchio Tatano è sinonimo

Dettagli

Caldaia a condensazione IT 05

Caldaia a condensazione IT 05 Caldaia a condensazione IT 05 Termoidraulica I d e e d a i n s t a l l a r e Il calore... un bene prezioso Il calore è un bene prezioso che deve essere utilizzato con la massima attenzione nel rispetto

Dettagli

Ing. Maurizio Volpe Saber Technology srl

Ing. Maurizio Volpe Saber Technology srl Ing. Maurizio Volpe Saber Technology srl Progetto Ecodens Progetto di filiera per lo sviluppo di un processo per la produzione di un combustibile ottenuto per co-densificazione di sanse con altre biomasse

Dettagli

ALLEGATO IX - Impianti termici civili

ALLEGATO IX - Impianti termici civili Riferimento: Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 Norme in materia ambientale (Entrata in vigore del decreto: 29-4-2006) (succ. modificato dal d.lgs 29 giugno 2010 n. 128).. (omissis). ALLEGATO IX

Dettagli

C o m i t a t o T e r m o t e c n i c o I t a l i a n o Energia e Ambiente

C o m i t a t o T e r m o t e c n i c o I t a l i a n o Energia e Ambiente C o m i t a t o T e r m o t e c n i c o I t a l i a n o Energia e Ambiente ANALISI DELLA LEGISLAZIONE RELATIVA ALLA PRODUZIONE DI BIOGAS DA FERMENTAZIONE ANAEROBICA Relazione tecnica sviluppata nell ambito

Dettagli

Come riscaldarsi con il legno

Come riscaldarsi con il legno Come riscaldarsi con il legno In sicurezza, nel rispetto dell ambiente e della qualità dell aria Introduzioni L Umbria ha radicata nella propria identità la cultura della qualità ambientale, cui ha dedicato

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE 14 luglio 2008, n. 12. Regolamento per la realizzazione degli impianti di produzione di energia alimentata a biomasse.

REGOLAMENTO REGIONALE 14 luglio 2008, n. 12. Regolamento per la realizzazione degli impianti di produzione di energia alimentata a biomasse. 13464 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 14 luglio 2008, n. 12 Regolamento per la realizzazione degli impianti di produzione di energia alimentata a biomasse. IL PRESIDENTE

Dettagli

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO UNI EN 230:1997 31/10/1997 Bruciatori monoblocco di olio combustibile a polverizzazione. Dispositivi di sicurezza, di comando e di regolazione. Tempi di sicurezza. UNI EN 247:2001 31/05/2001 Scambiatori

Dettagli

Progetto Europeo MixBiopells Market Implementation of Extraordinary Biomass Pellets

Progetto Europeo MixBiopells Market Implementation of Extraordinary Biomass Pellets Progetto Europeo MixBiopells Market Implementation of Extraordinary Biomass Pellets GIUSEPPE TOSCANO Comitato Termotecnico Italiano MIXBIOPELLET: PURO e MISCELA CON LEGNO PURO Agroresiduo MISCELA Agroresiduo

Dettagli

Le moderne tecnologie di produzione di energia termica ed elettrica negli impianti alimentati a biomassa

Le moderne tecnologie di produzione di energia termica ed elettrica negli impianti alimentati a biomassa Mercoledì 20 ottobre EOLICO e BIOMASSA: funzionamento, efficienze e costi ing. Michele Tarolli Le moderne tecnologie di produzione di energia termica ed elettrica negli impianti alimentati a biomassa Argomenti

Dettagli

La combustione del legno

La combustione del legno La combustione del legno FATTORI DI EMISSIONE E QUADRO NORMATIVO AUTORI Valter Francescato, Eliseo Antonini Aiel, Associazione Italiana Energie Agroforestali FOTO Archivio Aiel COORDINAMENTO TECNICO-SCIENTIFICO

Dettagli