Rete R3 TETRA Architettura e Caratteristiche Alberto Mazza Business Development Manager

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rete R3 TETRA Architettura e Caratteristiche Alberto Mazza a.mazza@sirti.it Business Development Manager"

Transcript

1 Rete R3 TETRA Architettura e Caratteristiche Alberto Mazza Business Development Manager A.Mazza Sirti s.p.a. 1

2 R3: Tecnologia Il motore del sistema è la migliore tecnologia disponibile per le comunicazioni radiomobili professionali (PMR). Questa tecnologia è lo standard europeo TETRA TErrestrial Truncked RAdio TECNOLOGIA CONCEPITA per RETI MULTISERVIZIO A.Mazza Sirti s.p.a. 2

3 TETRA: architettura generale di rete Terminali/Appartai Utente Portatili veicolari (outdoor) Portatili Incar (indoor) P.O. Fisse 1a 1b 3 Centro Gestione di Rete Centralizzato Infrastruttura rete TETRA Nodi (CDS) Siti (SBR) Rete di Interconnessione SRB SRB CGR CGR 5 CDS CDS 2 Altra rete. TETRA 6 SRB SRB SRB SRB Interfacce 1. Air interface (AI) - Trunked Mode (1a) - Direct Mode (1b) 2. Inter-system interfaces (ISI) PSTN, ISDN A.Mazza Sirti s.p.a. 3 4 Stazione remota/ Posto Operatore 3. Peripheral equipment interface (PEI) 4. Line station interface (LSI) 5. Network management interface (CNMI) 6. Gateways verso PSTN, ISDN e PDN SRB=Stazioni Radio Base CDS=Centrali di Switching

4 R3: Distribuzione nodi e siti per copertura radio A.Mazza Sirti s.p.a. 4

5 R3: Architettura della Rete di Interconnessione P.R. F.O. A.Mazza Sirti s.p.a. 5

6 R3: Sicurezza di rete Ridondanza Tutte le SRB per la copertura regionale hanno un doppio percorso su anello Ponte Radio/CDN per raggiungere la CDS I Ponti Radio sono tutti in configurazione 1+1 Hot Stand-by CDN della rete di trasporto sono collegamenti ad alta affidabilità e robustezza I DXC (cross-connect) dei punti d accesso hanno la matrice e/o l alimentazione ridondata 2 CDS Disaster Recovery In caso di guasto critico di una CDS il traffico di rete dei siti per la copertura regionale è preso in carico dalla seconda CDS Funzionalità BS fallback Anche in caso di problemi tecnici o eventi disastrosi che isolino una SRB, un insieme quasi completo di servizi rimane garantito per le comunicazioni all interno di ciascuna cella A.Mazza Sirti s.p.a. 6

7 R3: Architettura di rete e collegamenti PR-Molinatico PR Est PR-Mt. Canate PR Nord RE ASMN PR Monoblocco RE Osea PR-Po PC-Farnesiana S. Lazzaro Grizzana RE-Centro M.te Torraccia RE-Casina Carpi Nord Carpi Sud CDS1 BO Corticella MO-Centro BO Pontecchio MO Sassuolo M.te Ravaglia MO Sud MO- Pievepelago FE- Codigoro MO Est MO-M.te S. Giulia Mizzana Riccione-S. Martino Cesena Stadio FE Porotto Torre Pedrera RN Miramare PC S. Antonio RN-Fiera PC-Mt. Penice PC Centro CDS2 RA-Faenza Forlì Ospedaletto RN-Torriana BO Osservanza BO-Imola RA-Faenza RA-Stadio Forlì- Stadio FC-Cesena Cappuccini BO Pontevecchio BO Corticella RA Centro Marina di RA RA Baiona Poggiosodo RA-Castellaccio Monterenzio Siti città su rete trasporto A.Mazza Sirti s.p.a. 7 Siti provincia per copertura regionale Siti città per estensione copertura

8 R3: Copertura attuale della rete Tipo di copertura: Veicolare Percentuale di area coperta: 85% Location Probability: 90% Area di copertura: intera regione Emilia-Romagna Tipo di copertura: Portatile indoor o incar Percentuale di area coperta: 85% Location Probability: 90% Area di copertura: Ambiente Urbano A.Mazza Sirti s.p.a. 8

9 R3: Centro Gestione Rete (CGR) Gestione dei siti e dei nodi Definizione, controllo e modifica dinamica dei parametri funzionali delle CDS e delle SRB Aggiornamento SW delle SRB Notifica automatica dell eventuale estrazione e/o inserimento di qualsiasi scheda di una SRB o CDS Blocco e riattivazione remota di qualsiasi SRB, CDS o loro sottosistema Gestione Allarmi Raccolta ed analisi allarmi di Rete Gestione Prestazioni del Sistema Occupazione canali di traffico Quantità chiamate Quantità dati scambiati Tipologia di chiamate Varie altre analisi statistiche Gestione Sistema CGR Gestione modalità visualizzazione topologia della rete Supervisione, manutenzione e recupero sistema CGR stesso A.Mazza Sirti s.p.a. 9

10 R3 Tetra: Caratteristiche principali (1/2) Standard aperto Interoperabilità per reti, terminali, applicativi Uso efficiente delle frequenze e ottimizzazione delle risorse Con la stessa occupazione di frequenza e lo stesso numero di ricetrasmettitori di rete, si ottiene un numero doppio di canali telefonici Unica infrastruttura di rete per diverse organizzazioni e servizi Servizi telefonici trunked (TMO) Assegnazione dinamica dei canali in base alle richieste ( stile GSM ) Servizi Direct Mode completi (DMO) Comunicazione diretta terminale-terminale Sicurezza nelle comunicazioni Autenticazione lato utente e lato rete Criptazione del traffico Disabilitazione terminali smarriti A.Mazza Sirti s.p.a. 10

11 R3 Tetra: Caratteristiche principali (2/2) Gestione chiamate Chiamate 1 a 1 Chiamate di Gruppo e di Broadcast (Gruppi statici, dinamici e multi-gruppo) Chiamate di Emergenza Chiamate con Push to Talk Velocità di instaurazione chiamata (<300 ms call set-up) Trasmissione voce e dati simultanei ad elevata velocità Trasmissione dati a 28.8 kbps La rete è in grado di offrire la massima velocità di trasmissione dati in grado di supportare anche applicazioni che prevedono la trasmissione di immagini Rete digitale, privata multiutenza e multiservizio Attraverso la creazione di Reti Private Virtuali (VPN) A.Mazza Sirti s.p.a. 11

12 R3: Rete privata, multiutenza e multiservizio Virtual Private Networks (VPN) per ogni organizzazione L utenza di ogni organizzazione gode dei benefici di una rete privata Le diverse organizzazioni gestiscono/controllano le proprie comunicazioni Le comunicazioni di una organizzazione non interferiscono con quelle dell altra Possibilità di inter-comunicazione tra le diverse utenze in caso di emergenza (gruppi/multigruppi) A.Mazza Sirti s.p.a. 12

13 R3: Sicurezza di accesso: autenticazione Authentication Centre (AuC) k Verifica chiave Rilascio chiave Autenticazione utente CDS L autenticazione permette di verificare l identità di tutti gli utenti nella rete TETRA R3 AuC rilascia le chiavi di autenticazioni alla Centrale, in cui verranno memorizzate Le chiavi non possono essere visibili a nessuno: rimangono interne alla rete R3 Gli utenti e l AuC operano una mutua autenticazione usando la chiave segreta K A.Mazza Sirti s.p.a. 13

14 R3: Sicurezza nella comunicazione: encryption Air Interface Encryption Chiave di sicurezza per la comunicazione con la SRB End-to-End Encryption Chiave di sicurezza per la comunicazione all interno della rete R3 A.Mazza Sirti s.p.a. 14 Key Management Center Controllo emissione delle chiavi

15 Fine della presentazione Grazie! A.Mazza Sirti s.p.a. 15

La rete radiomobile regionale R3

La rete radiomobile regionale R3 La rete radiomobile regionale R3 Seminario per la Protezione Civile Regionale Marcheselli Federico Bologna, 6-13-20 giugno 2009 Sommario Aspetti generali Architettura di rete Servizi offerti Utenze e traffico

Dettagli

Rete Radiomobile TETRA

Rete Radiomobile TETRA Aeroporti di Roma La Tecnologia Digitale TETRA TErrestrial Trunked RAdio TETRA - Lo standard digitale per i Sistemi Radiomobili Professionali European Telecommunications Standardization Institute attraverso:

Dettagli

Il caso Lepida: peculiarità locali e integrazione dei sistemi radio. e integrazione dei sistemi radio Gabriele Falciasecca Presidente Lepida SpA

Il caso Lepida: peculiarità locali e integrazione dei sistemi radio. e integrazione dei sistemi radio Gabriele Falciasecca Presidente Lepida SpA Il caso Lepida: peculiarità locali e integrazione dei sistemi radio e integrazione dei sistemi radio Gabriele Falciasecca Presidente Lepida SpA I SIATEMI RADIO A TUTELA DEL TERRITORIO Trento, Settembre

Dettagli

Sistema radiomobile professionale multiaccesso digitale a standard ETSI - TETRA

Sistema radiomobile professionale multiaccesso digitale a standard ETSI - TETRA Sistema radiomobile professionale multiaccesso digitale a standard ETSI - TETRA TETRA ti offre... 123 un sistema di radiocomunicazione cellulare privato gestito e controllato direttamente da te, indipendentemente

Dettagli

Modalità di segnalazione al Centro di. Gestione Rete di problematiche riscontrate. nell utilizzo dei terminali sulla rete ERretre

Modalità di segnalazione al Centro di. Gestione Rete di problematiche riscontrate. nell utilizzo dei terminali sulla rete ERretre Modalità di segnalazione al Centro di Gestione Rete di problematiche riscontrate nell utilizzo dei terminali sulla rete ERretre Pagina 1 di 8 Indice 1. Premessa... 3 2. Il Centro di Gestione della Rete

Dettagli

A Palazzo Madama la sicurezza è di casa

A Palazzo Madama la sicurezza è di casa A Palazzo Madama la sicurezza è di casa di Giovanni Contardi, Responsabile Security & Safety del Senato della Repubblica e Fabio Garzia, Docente di Sistemi di Sicurezza Anticrimine nel corso di laurea

Dettagli

Università degli studi di Ferrara

Università degli studi di Ferrara Università degli studi di Ferrara Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria e Tecnologie per le Telecomunicazioni e l Elettronica Sistemi per il coordinamento di flotte radio cellulari

Dettagli

Aggiornamento tecnologico. delle Centrali di Rete. (SCN-Plus)

Aggiornamento tecnologico. delle Centrali di Rete. (SCN-Plus) Aggiornamento tecnologico delle Centrali di Rete (SCN-Plus) 1 Stato dell arte ed ampliamenti previsti L attuale stato di realizzazione di R3 vede una rete con copertura a livello regionale costituita da:

Dettagli

LINEE GUIDA RIGUARDO LA SCELTA E L IMPIEGO DELLA FUNZIONALITA DI LOCALIZZAZIONE NELL AMBITO DELLA RETE RADIOMOBILE REGIONALE ERretre

LINEE GUIDA RIGUARDO LA SCELTA E L IMPIEGO DELLA FUNZIONALITA DI LOCALIZZAZIONE NELL AMBITO DELLA RETE RADIOMOBILE REGIONALE ERretre LINEE GUIDA RIGUARDO LA SCELTA E L IMPIEGO DELLA FUNZIONALITA DI LOCALIZZAZIONE NELL AMBITO DELLA RETE RADIOMOBILE REGIONALE ERretre Pagina 1 di 9 1.Introduzione. La rete Tetra ERretre permette di realizzare

Dettagli

IL PROGETTO. Tiene conto:

IL PROGETTO. Tiene conto: IL PROGETTO Tiene conto: delle infrastrutture realizzabili e tecnologie applicabili dei Servizi utilizzatori delle priorità nelle fasi realizzative in relazione alle esigenze ed alle risorse finanziarie

Dettagli

2 Architettura logica

2 Architettura logica 2 Architettura logica Come accennato precedentemente, il GPRS è stato progettato in modo da riutilizzare il più possibile gli elementi delle reti GSM esistenti; in particolare, per le chiamate vocali o

Dettagli

L esperienza della Polizia Municipale di Bologna nella rete R3

L esperienza della Polizia Municipale di Bologna nella rete R3 L esperienza della Polizia Municipale di Bologna nella rete R3 Bologna, 11 dicembre 2008 Romano Mignani Comandante della Polizia Municipale di Bologna Sommario Sommario: Alcune informazioni sul nostro

Dettagli

Pianificazione e progetto di reti geografiche

Pianificazione e progetto di reti geografiche Pianificazione e progetto di reti geografiche 1 Architettura delle reti di telecomunicazioni e contesto infrastrutturale regionale 1 Indice Architettura delle reti di Telecomunicazioni Banda Larga nella

Dettagli

Pianificazione e progetto di reti geografiche

Pianificazione e progetto di reti geografiche Pianificazione e progetto di reti geografiche 1 e contesto infrastrutturale regionale 1 2 Modello della rete Architettura delle reti ditelecomunicazioni 3 4 Principali segmenti di rete Rete di accesso

Dettagli

MobiMESH. Wireless Mesh a banda larga. Ing. Stefano Napoli Product Manager

MobiMESH. Wireless Mesh a banda larga. Ing. Stefano Napoli Product Manager MobiMESH Wireless Mesh a banda larga Ing. Stefano Napoli Product Manager Un paradigma di networking Architettura di rete MobiMESH Rete Cablata: integrata nel routing Backbone: infrastruttura wireless multihop

Dettagli

b.dataline INTERCONNETTI LE SEDI DELLA TUA AZIENDA

b.dataline INTERCONNETTI LE SEDI DELLA TUA AZIENDA b.dataline INTERCONNETTI LE SEDI DELLA TUA AZIENDA DESCRIZIONE DEL SERVIZIO CARATTERISTICHE TECNICHE 2015 PAGINA 2 DI 10 DATA PRIVATE NETWORK INTRODUZIONE GENERALE Brennercom Data Private Network costituisce

Dettagli

L ambiente mobile. Ing. Gianfranco Pontevolpe. Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Programma

L ambiente mobile. Ing. Gianfranco Pontevolpe. Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Programma L ambiente mobile Ing. Gianfranco Pontevolpe Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Programma I sistemi cellulari Lo standard GSM I problemi di sicurezza del GSM Lo standard

Dettagli

Sistema telefonico Ip affidabile, potente e scalabile. Soluzioni VoIP flessibili per qualsiasi esigenza. l UNIFIED COMMUNICATION è quì.

Sistema telefonico Ip affidabile, potente e scalabile. Soluzioni VoIP flessibili per qualsiasi esigenza. l UNIFIED COMMUNICATION è quì. Sistema telefonico Ip affidabile, potente e scalabile Soluzioni VoIP flessibili per qualsiasi esigenza l UNIFIED COMMUNICATION è quì s S -voip è un sistema Ip che sostituisce totalmente un centralino tradizionale

Dettagli

HiPath 2000 www.siemens.it/enterprisenetworks

HiPath 2000 www.siemens.it/enterprisenetworks Full-IP per le piccole e medie imprese HiPath 2000 www.siemens.it/enterprisenetworks s hipath 2000-20x20 10-05-2006 9:57 Pagina 3 La comunicazione IP Interagire rapidamente e in modo efficace con i propri

Dettagli

ACCESSNET -T CAMPUS DESCRIZIONE DEL PRODOTTO

ACCESSNET -T CAMPUS DESCRIZIONE DEL PRODOTTO DESCRIZIONE DEL PRODOTTO ACCESSNET -T CAMPUS INDICE INDICE...i 1. INTRODUZIONE...1 2. PANORAMICA DELLE FUNZIONI...2 3. APPLICATIVO GESTIONALE...3 3.1 Il dispatcher...4 3.2 Configurazione del CAMPUS...7

Dettagli

MobiMESH. Presentazione tecnico-commerciale. Ing. Stefano Napoli Product Manager

MobiMESH. Presentazione tecnico-commerciale. Ing. Stefano Napoli Product Manager MobiMESH Presentazione tecnico-commerciale Ing. Stefano Napoli Product Manager Un paradigma di networking Architettura di rete MobiMESH Rete Cablata: integrata nel routing Backbone: infrastruttura wireless

Dettagli

Autorità per l Informatica nella Pubblica Amministrazione

Autorità per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Autorità per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Lotto 2 - Interoperabilità Allegato C/1 INDICE PROGETTO TECNICO INDICE DEL PROGETTO 1 SERVIZI PER L'INTEROPERABILITÀ NEL DOMINIO DELLA RETE UNITARIA

Dettagli

telecontrollo Il Polo Regionale di Telecontrollo reti e impianti di Forlì: tecnologia, efficienza e affidabilità per la sicurezza dei servizi a rete.

telecontrollo Il Polo Regionale di Telecontrollo reti e impianti di Forlì: tecnologia, efficienza e affidabilità per la sicurezza dei servizi a rete. telecontrollo Il Polo Regionale di Telecontrollo reti e impianti di Forlì: tecnologia, efficienza e affidabilità per la sicurezza dei servizi a rete. telecontroll0 Il Polo Regionale di Telecontrollo reti

Dettagli

Il sistema TETRA. Ing. Michela Cancellaro michela.cancellaro@uniroma3.it

Il sistema TETRA. Ing. Michela Cancellaro michela.cancellaro@uniroma3.it Il sistema TETRA Ing. Michela Cancellaro michela.cancellaro@uniroma3.it Roadmap Introduzione Tecnologia Architettura Sicurezza Servizi Confronto con GSM Protocollo DMO Sistemi PMR e PARM PMR (Private Mobile

Dettagli

Quarta Lezione Le reti Mobili

Quarta Lezione Le reti Mobili Le reti Mobili Università aperta 13 feb 13 Quarta Lezione Le reti Mobili Federico Marcheselli 1 Argomenti del Corso: sistemi di comunicazione: schema a blocchi schema a blocchi di una corretta comunicazione

Dettagli

L AUTOMAZIONE E IL TELECONTROLLO NELLE MULTIUTILITIES: IL GRUPPO HERA

L AUTOMAZIONE E IL TELECONTROLLO NELLE MULTIUTILITIES: IL GRUPPO HERA L AUTOMAZIONE E IL TELECONTROLLO NELLE MULTIUTILITIES: IL GRUPPO HERA BOLOGNA 2-10-2007 Ing. Roberto Barilli, Direttore Generale Hera S.p.A. 1 Hera rappresenta in Italia una delle principali Multiutility

Dettagli

Rete a Larga Banda GRANDE MANTOVA Il progetto GRANDE MANTOVA Obbiettivi : affrontare insieme problematiche comuni per il bene del territorio e dei cittadini Temi : viabilità e mobilità, sicurezza, piani

Dettagli

GSM: Global System for Mobile communications

GSM: Global System for Mobile communications GSM: Global System for Mobile communications Sommario Introduzione Architettura di rete Tecnologia radio Canali GSM Procedure Introduzione Introduzione GSM è il primo standard di comunicazione cellulare

Dettagli

Definizione di un MIB SNMP per l'accesso ad informazioni di allarme prodotti dalla rete GSM

Definizione di un MIB SNMP per l'accesso ad informazioni di allarme prodotti dalla rete GSM Sistemi di Elaborazione dell Informazione: Gestione di Reti Definizione di un MIB SNMP per l'accesso ad informazioni di allarme prodotti dalla rete GSM Agazio Gregorace gregora@cli.di.unipi.it Daniele

Dettagli

L'idea. Negli edifici del terziario oltre il 30% dell intero costo di costruzione è rappresentato dal costo degli impianti tecnologici.

L'idea. Negli edifici del terziario oltre il 30% dell intero costo di costruzione è rappresentato dal costo degli impianti tecnologici. L'idea Negli edifici del terziario oltre il 30% dell intero costo di costruzione è rappresentato dal costo degli impianti tecnologici. Gli impianti tecnologici contribuiscono in modo molto rilevante ai

Dettagli

GPRS: General Packet Radio Service

GPRS: General Packet Radio Service GPRS: General Packet Radio Service Sommario Introduzione Architettura di rete Tecnologia radio Procedure Introduzione Introduzione Internet: trasmissione dati rappresenta una grossa parte del traffico

Dettagli

Analisi dei vettori di comunicazione per sistemi di telecontrollo fluidi

Analisi dei vettori di comunicazione per sistemi di telecontrollo fluidi Analisi dei vettori di comunicazione per sistemi di telecontrollo fluidi Franco Sami, Elmo Veronesi, Davide Lombardi Fabrizio Longo, Raffaele Trombini era SpA - Divisione Distribuzione Fluidi Forum Telecontrollo

Dettagli

Politecnico di Milano. Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Reti Radiomobili. Prof. Antonio Capone

Politecnico di Milano. Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Reti Radiomobili. Prof. Antonio Capone Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Informazione Reti Radiomobili Prof. Antonio Capone Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Informazione 1 - Introduzione al corso Reti Radiomobili

Dettagli

DIMETRA IP Compact. una soluzione tetra completa e compatta

DIMETRA IP Compact. una soluzione tetra completa e compatta DIMETRA IP Compact una soluzione tetra completa e compatta MOTOROLA IL VOSTRO PARTNER TECNOLOGICO PRONTO E AFFIDABILE Un eredità straordinaria Le soluzioni TETRA di Motorola si avvalgono di oltre 75 anni

Dettagli

GREEN SAT. Introduzione

GREEN SAT. Introduzione 1 GREEN SAT Introduzione Il mercato business nella richiesta di connettività a larga banda può individuare nella soluzione via satellite il compromesso ottimale fra costi, performance e tempi di realizzazione

Dettagli

Il Presidente del Consiglio dei Ministri

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Regole tecniche per l adozione di sistemi di bigliettazione elettronica interoperabili nel territorio nazionale, in attuazione dell art. 8, comma 1, del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito,

Dettagli

Ing. Fabio Nussio STA

Ing. Fabio Nussio STA Il progetto HEAVEN, suoi risultati e sviluppi della catena Traffico-Ambiente a Roma Ing. Fabio Nussio STA La S.T.A. S.p.A. ha partecipato in qualità di co-ordinatore e in collaborazione con il Dip. X del

Dettagli

MONITORAGGI STRUTTURALI WIRELESS A LETTURA REMOTA

MONITORAGGI STRUTTURALI WIRELESS A LETTURA REMOTA ESSEBI Srl NUOVE FRONTIERE DEL MONITORAGGIO STRUTTURALE MONITORAGGI STRUTTURALI WIRELESS A LETTURA REMOTA Roma, 4 maggio 2011 Facoltà di Architettura via Gramsci, 53 Roma MONITORAGGIO WIRELESS I principali

Dettagli

Palazzo Altieri (Sala della Clemenza) 23 Marzo 2011. Stefano Boncinelli, Bank Sector Sales Coordinator

Palazzo Altieri (Sala della Clemenza) 23 Marzo 2011. Stefano Boncinelli, Bank Sector Sales Coordinator Palazzo Altieri (Sala della Clemenza) 23 Marzo 2011 Stefano Boncinelli, Bank Sector Sales Coordinator 1-019 Indice 1. Scenario - Costi per la sicurezza 1.1. Costi per i servizi di vigilanza 2. Approccio

Dettagli

Dispensa del Corso Comunicazioni Wireless

Dispensa del Corso Comunicazioni Wireless UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRICA, GESTIONALE E MECCANICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRICA, GESTIONALE E MECCANICA Dispensa del Corso

Dettagli

PRONTO C E N T R A L I N I I P I centralini software IP PRONTO e la tecnologia VOIspeed che ne fa da motore sono realizzati da Harpax srl. Harpax, fondata nel 1995 e con sede nelle Marche, comincia ad

Dettagli

TELEFLUX 2000 PLUS SISTEMA DI SUPERVISIONE CONTROLLO ED AQUISIZIONE DATI PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE

TELEFLUX 2000 PLUS SISTEMA DI SUPERVISIONE CONTROLLO ED AQUISIZIONE DATI PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE TELEFLUX 2000 PLUS SISTEMA DI SUPERVISIONE CONTROLLO ED AQUISIZIONE DATI PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE CS072-ST-01 0 09/01/2006 Implementazione CODICE REV. DATA MODIFICA VERIFICATO RT APPROVATO AMM Pagina

Dettagli

RILASSATI... Alla comunicazione pensiamo noi!

RILASSATI... Alla comunicazione pensiamo noi! RILASSATI... Alla comunicazione pensiamo noi! 2 I principi di Integra è la piattaforma XStream dedicata alle Aziende, la soluzione prevede in un unico contratto tutti i servizi dati, voce, infrastruttura

Dettagli

Daniele Biondini, Giuseppe Pierri Samuela Persia, Bartolomeo Sapio Lo StanDarD tetra: IL ProcESSo DI certificazione E SvILuPPI futuri

Daniele Biondini, Giuseppe Pierri Samuela Persia, Bartolomeo Sapio Lo StanDarD tetra: IL ProcESSo DI certificazione E SvILuPPI futuri Daniele Biondini, Giuseppe Pierri Ministero dello Sviluppo Economico - Dipartimento per le Comunicazioni - ISCOM Samuela Persia, Bartolomeo Sapio Fondazione Ugo Bordoni Lo StanDarD tetra: IL ProcESSo DI

Dettagli

Progetto TELETOWER: Piattaforma di telecontrollo e telemetria per torri di Telecomunicazioni

Progetto TELETOWER: Piattaforma di telecontrollo e telemetria per torri di Telecomunicazioni Progetto TELETOWER: Piattaforma di telecontrollo e telemetria per torri di Telecomunicazioni Autori: Ing. Mauro Cerboni, Remi Giovannone Riferimento: Elena Briganti e.briganti@beckhoff.it Mirko Vincenti

Dettagli

Il Wi-Fi per la pubblica amministrazione Location FUN Guglielmo

Il Wi-Fi per la pubblica amministrazione Location FUN Guglielmo Il Wi-Fi per la pubblica amministrazione Location FUN Guglielmo assume alcuna responsabilità in merito all utilizzo e/o la divulgazione degli stessi contenuti. Guglielmo ha rivoluzionato il Wi-Fi TM in

Dettagli

Anno Accademico 2013-2014. Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale. Introduzione ( parte II) Topologie di rete

Anno Accademico 2013-2014. Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale. Introduzione ( parte II) Topologie di rete INFORMATICA e COMUNICAZIONE DIGITALE Anno Accademico 2013-2014 Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale Introduzione ( parte II) Prof. Sebastiano Pizzutilo Dipartimento di Informatica

Dettagli

processi industriali Giancarlo Leoni, Patrizia Lombardi, Davide Lombardi Speaker: Raffaele Trombini, Gestione Impianto Telecontrollo

processi industriali Giancarlo Leoni, Patrizia Lombardi, Davide Lombardi Speaker: Raffaele Trombini, Gestione Impianto Telecontrollo Gestione dei sistemi a rete in ambito di aggregazione di processi industriali Giancarlo Leoni, Patrizia Lombardi, Davide Lombardi Speaker: Raffaele Trombini, Gestione Impianto Telecontrollo Argomenti Introduzione

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER SERVIZI A BANDA LARGA DI COLLEGAMENTO VPN TRA LE SEDI ED ACCESSO AD INTERNET

CAPITOLATO TECNICO PER SERVIZI A BANDA LARGA DI COLLEGAMENTO VPN TRA LE SEDI ED ACCESSO AD INTERNET Presidenza del Consiglio dei Ministri UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE CAPITOLATO TECNICO PER SERVIZI A BANDA LARGA DI COLLEGAMENTO VPN TRA LE SEDI ED ACCESSO AD INTERNET INDICE PREMESSA...3 ARCHITETTURA

Dettagli

A.I.PRO.S. ASSOCIAZIONE ITALIANA PROFESSIONISTI DELLA SICUREZZA

A.I.PRO.S. ASSOCIAZIONE ITALIANA PROFESSIONISTI DELLA SICUREZZA SOLUZIONI PER LA CENTRALIZZAZIONE GEOGRAFICA DEGLI ALLARMI IN AMBITO BANCARIO NICOLA GIRARDIN - RAIMONDO SERAFINI Siemens S.p.A. - Settore Building Technologies 1 Soluzioni per la centralizzazione geografica

Dettagli

VSAT. Enhancing Your Connectivity with Universat Italia Services

VSAT. Enhancing Your Connectivity with Universat Italia Services with VSAT Per i clienti che operano in ambienti estremi, spesso non raggiunti dalle tradizionali reti di telecomunicazione Universat rende disponibile soluzioni VSAT (Very Small Aperture Terminal) per

Dettagli

Analisi e necessita della sicurezza e del controllo del territorio

Analisi e necessita della sicurezza e del controllo del territorio CBCom Sistemi Integrati di Videosorveglianza HD over WLAN Analisi e necessita della sicurezza e del controllo del territorio Le esigenze dei cittadini e delle aziende soprattutto nei Comuni al di sotto

Dettagli

ACCESSNET -T IP NMS. Network Management System. www.hytera.de

ACCESSNET -T IP NMS. Network Management System. www.hytera.de ACCESSNET -T IP NMS Network System Con il sistema di gestione della rete (NMS) è possibile controllare e gestire l infrastruttura e diversi servizi di una rete ACCESSNET -T IP. NMS è un sistema distribuito

Dettagli

INFORMAZIONE ALL UTENZA. Microdata MICRO-TPL. HYPERSPOT FEDERATED SEARCH NAVIGAZIONE E SERVIZI INTERNET A BORDO BUS

INFORMAZIONE ALL UTENZA. Microdata MICRO-TPL. HYPERSPOT FEDERATED SEARCH NAVIGAZIONE E SERVIZI INTERNET A BORDO BUS INFORMAZIONE ALL UTENZA MICRO-TPL.HYPERSPOT FEDERATED SEARCH Microdata MICRO-TPL. HYPERSPOT NAVIGAZIONE E SERVIZI INTERNET A BORDO BUS Microdata S.r.l. Software, Servizi & Soluzioni Società soggetta a

Dettagli

INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO ISOLE WI-FI HOT SPOT

INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO ISOLE WI-FI HOT SPOT INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO ISOLE WI-FI HOT SPOT INDICE 1. PREMESSA 4 2. ARCHITETTURA RETI MESH 5 3. DISPOSITIVI

Dettagli

Architettura Hardware di un Router

Architettura Hardware di un Router - Laboratorio di Servizi di Telecomunicazione Architettura Hardware di un Router Slide tratte da Cisco Press CCNA Instructor s Manual ed elaborate dall Ing. Francesco Immè Wide Area Network (WAN) Le principali

Dettagli

COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA. VII Reparto - Ufficio Telematica Servizio Telecomunicazioni CAPITOLATO TECNICO

COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA. VII Reparto - Ufficio Telematica Servizio Telecomunicazioni CAPITOLATO TECNICO COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA VII Reparto - Ufficio Telematica Servizio Telecomunicazioni CAPITOLATO TECNICO PER L AMMODERNAMENTO DEL SISTEMA DI COMUNICAZIONE del: - COMANDO GENERALE DELLA

Dettagli

Centralino telefonico OfficeServ 7200

Centralino telefonico OfficeServ 7200 Centralino telefonico OfficeServ 7200 Samsung OfficeServ 7200 Lite è un sistema di comunicazione ideale per aziende di medie dimensioni. OfficeServ 7200 Lite introduce una soluzione All-in-One che realizza

Dettagli

La telefonia cellulare. Piccola presentazione di approfondimento

La telefonia cellulare. Piccola presentazione di approfondimento La telefonia cellulare Piccola presentazione di approfondimento Introduzione Oggigiorno, i telefoni cellulari sono diffusissimi e godono della massima popolarità. Molte persone, tuttavia, non conoscono

Dettagli

Videosorveglianza: nuovi contributi specifici ai processi operativi per la gestione dei requisiti di sicurezza

Videosorveglianza: nuovi contributi specifici ai processi operativi per la gestione dei requisiti di sicurezza Videosorveglianza: nuovi contributi specifici ai processi operativi per la gestione dei requisiti di sicurezza Soluzioni per la rilevazione real time dell effettiva esposizione al rischio Nicola Giradin

Dettagli

1. Apertura lavori (Dott. Marco Rossetti) 2. Iniziative Consip in ambito ICT: caratteristiche, risultati e leve per la

1. Apertura lavori (Dott. Marco Rossetti) 2. Iniziative Consip in ambito ICT: caratteristiche, risultati e leve per la Agenda 1. Apertura lavori (Dott. Marco Rossetti) 2. Iniziative Consip in ambito ICT: caratteristiche, risultati e leve per la razionalizzazione della spesa (Ing. Carmine Pugliese) 3. La Convenzione Reti

Dettagli

Colt VoIP Access. Presentazione ai clienti. Nome del relatore. 2010 Colt Technology Services Group Limited. Tutti i diritti riservati.

Colt VoIP Access. Presentazione ai clienti. Nome del relatore. 2010 Colt Technology Services Group Limited. Tutti i diritti riservati. Colt VoIP Access Presentazione ai clienti Nome del relatore 2010 Colt Technology Services Group Limited. Tutti i diritti riservati. Esigenze aziendali Siete alla ricerca di metodi che vi consentano di

Dettagli

ARCHITETTURE DEI SISTEMI DI ELABORAZIONE

ARCHITETTURE DEI SISTEMI DI ELABORAZIONE ARCHITETTURE DEI SISTEMI DI ELABORAZIONE 1 SISTEMI ACCENTRATI CARATTERISTICHE Sistemi proprietari Monocultura Scarsa diffusione informatica Backlog 2 Soluzione centralizzata TERMINALE TERMINALE ELABORATORE

Dettagli

LO STANDARD LTE COME ELEMENTO CHIAVE PER LA REALIZZAZIONE DELLE SMART NETWORK INFRASTRUCTURES

LO STANDARD LTE COME ELEMENTO CHIAVE PER LA REALIZZAZIONE DELLE SMART NETWORK INFRASTRUCTURES LO STANDARD LTE COME ELEMENTO CHIAVE PER LA REALIZZAZIONE DELLE SMART NETWORK INFRASTRUCTURES VITTORIO MOSCATELLI SALES DIRECTOR TIESSE S.P.A 20 Maggio 2014 INNOVAZIONE MADE IN ITALY TIESSE il Gruppo New

Dettagli

Struttura del sistema GSM

Struttura del sistema GSM Struttura del sistema GSM Seconda Parte 1 Colloquio tra MSC, BSC, BTS MS 2 BSC (struttura hardware) 3 BSC (implementazioni pratiche) 4 NSS Necessità di un MSC Numeri telefonici (MSISDN) Instradamento e

Dettagli

La Rete Multimediale dipartimentale: i dati a casa del cittadino

La Rete Multimediale dipartimentale: i dati a casa del cittadino La Rete Multimediale dipartimentale: i dati a casa del cittadino Cosa si intende per rete multimediale E una infrastruttura che consente il contemporaneo trasferimento di: Dati alfanumerici Fonia Immagini

Dettagli

Fare clic per inserire titolo

Fare clic per inserire titolo I finanziamenti della Regione inserire titolo per le imprese ICT L information and Comunication Tecnology nella Provincia di Forlì-Cesena: mappatura e scenari di sviluppo 08 ottobre 2015 Aula magna di

Dettagli

Centro Servizi e Sala Controllo

Centro Servizi e Sala Controllo Progetto SNIFF (Sensor Network Infrastructure For Factors) INFRASTRUTTURA DI SENSORI PER IL RILEVAMENTO DI INQUINANTI NELL ARIA PON RC1 [PON01_02422] Settore Ambiente e Sicurezza Comune di Crotone 1 Napoli,

Dettagli

Allegato III CONDIZIONI DI SERVIZIO

Allegato III CONDIZIONI DI SERVIZIO CONSORZIO COMUNI B.I.M. DI VALLE CAMONICA Procedura per l individuazione di un socio privato che partecipi alla costituzione di una società di capitali nella forma di società a responsabilità limitata

Dettagli

Teleassistenza Siemens

Teleassistenza Siemens PackTeam Teleassistenza Siemens Unrestricted Siemens AG 2014 All rights reserved. Siemens.it/packteam Accesso Remoto agli Impianti Teleassistenza Possibilità di diagnosticare i guasti da remoto Possibilità

Dettagli

Il sito web www.zanzaratigreonline.it

Il sito web www.zanzaratigreonline.it Il sito web www.zanzaratigreonline.it 1 Zanzara Tigre Cosa fa la Regione Cosa fanno i Cosa fanno le Aziende USL Cosa possono fare i cittadini Linee guida per gli operatori Campagna di comunicazione Esperti

Dettagli

ALCATEL-LUCENT. Strategie e architetture. Networking 2013

ALCATEL-LUCENT. Strategie e architetture. Networking 2013 ALCATEL-LUCENT Strategie e architetture Il portfolio per le infrastrutture di rete di Alcatel-Lucent copre esigenze di rete dalla PMI sino alla grande azienda e ambienti fissi e mobili e comprende piattaforme

Dettagli

Antonio Cianfrani. Fondamenti di Reti - Prof. Marco Listanti - A.A. 2010/2011. INFOCOM Dept

Antonio Cianfrani. Fondamenti di Reti - Prof. Marco Listanti - A.A. 2010/2011. INFOCOM Dept Antonio Cianfrani Laboratorio Fondamenti di Reti 1. Introduzione ai Router IP Funzioni svolte dai Router I router operano allo strato 3 della pila protocollare OSI Individuano il cammino dei pacchetti

Dettagli

ATEARGO: RIVOLUZIONE NELL INNOVAZIONE.

ATEARGO: RIVOLUZIONE NELL INNOVAZIONE. ATEARGO: RIVOLUZIONE NELL INNOVAZIONE. S MVETTORE -GPRS-GS M-S VETTORE TCP-GPRS GS M DATI-S M S CENTRALE OPERATIVA Ateargo, frutto di una specifica esperienza maturata in oltre vent anni di attività e

Dettagli

Analisi e valutazione del rischio informatico ed elettrico e progettazione delle contromisure con l obiettivo della Business Continuity

Analisi e valutazione del rischio informatico ed elettrico e progettazione delle contromisure con l obiettivo della Business Continuity Analisi e valutazione del rischio informatico ed elettrico e progettazione delle contromisure con l obiettivo della Business Continuity POWER PROTECTION La qualità e la continuità dell alimentazione sono

Dettagli

1 Descrizione del sistema satellitare D-STAR.

1 Descrizione del sistema satellitare D-STAR. 1 Descrizione del sistema satellitare D-STAR. Il sistema satellitare D-STAR è una rete di terminali VSAT (Very Small Aperture Terminal) con topologia a stella, al centro della quale è presente un HUB satellitare

Dettagli

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO CHI SIAMO Workablecom è una Software House nata a Lugano con sede in Chiasso ed operante in tutto il Canton Ticino. E un System Integrator che crea e gestisce soluzioni

Dettagli

il contributo della multiutility locale al superamento del divario digitale nell Appennino Emiliano Castello di Sarzano, 29 ottobre 2011

il contributo della multiutility locale al superamento del divario digitale nell Appennino Emiliano Castello di Sarzano, 29 ottobre 2011 il contributo della multiutility locale al superamento del divario digitale nell Appennino Emiliano Castello di Sarzano, 29 ottobre 2011 1 La rete in fibra ottica regionale La Regione Emilia Romagna, in

Dettagli

SISTEMI RIS/PACS: AGGIORNAMENTI SUL TEMA

SISTEMI RIS/PACS: AGGIORNAMENTI SUL TEMA SISTEMI RIS/PACS: AGGIORNAMENTI SUL TEMA Sicurezza Network, hardware e software Claudio Giovanzana Direzioni Sistemi Informativi Ospedale H San Raffaele Milano, 18 gennaio 2007 1 Sicurezza: Definizione

Dettagli

SISTEMI SCADA DMS PER LA SUPERVISIONE E TELCONTROLLO DELLA RETE MT/BT DELLE CITTA DI BRESCIA E VERONA

SISTEMI SCADA DMS PER LA SUPERVISIONE E TELCONTROLLO DELLA RETE MT/BT DELLE CITTA DI BRESCIA E VERONA SISTEMI SCADA DMS PER LA SUPERVISIONE E TELCONTROLLO DELLA RETE MT/BT DELLE CITTA DI BRESCIA E VERONA s.d.i. automazione industriale ha realizzato i sistemi di telecontrollo e automazione della rete di

Dettagli

INNOVATION CASE. Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale

INNOVATION CASE. Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale INNOVARE: COSA? L IDEA Ovunque nel mondo si assiste ad un aumento della densità del traffico veicolare. Il fenomeno porta con sé un enorme

Dettagli

La Rete di Lepida@Unife: Infrastruttura, Traffico, Risparmi

La Rete di Lepida@Unife: Infrastruttura, Traffico, Risparmi : Infrastruttura, Traffico, Risparmi Prof. Gianluca Mazzini Prof. Cesare Stefanelli Dipartimento di Ingegneria {gianluca.mazzini, cesare.stefanelli}@unife.it 22 Gennaio 2007 VISIONE Valorizzazione delle

Dettagli

INFRASTRUTTURA DI RETE RADIOMOBILE DIGITALE A STANDARD ETSI-TETRA

INFRASTRUTTURA DI RETE RADIOMOBILE DIGITALE A STANDARD ETSI-TETRA DISCIPLINARE TECNICO PER FORNITURA E POSA IN OPERA DI INFRASTRUTTURA DI RETE RADIOMOBILE DIGITALE A STANDARD ETSI-TETRA Indice 1. OGGETTO 2. SISTEMA RADIO ATTUALMENTE IN ESERCIZIO 3. INTEROPERABILITÀ CON

Dettagli

Introduzione alle reti di calcolatori

Introduzione alle reti di calcolatori Introduzione alle reti di calcolatori Definizioni base. Collegamenti diretti e indiretti Strategie di multiplazione Commutazione di circuito e di pacchetto Caratterizzazione delle reti in base alla dimensione

Dettagli

Contesto: Peer to Peer

Contesto: Peer to Peer Contesto: Peer to Peer Un architettura di rete P2P è caratterizzata da: Connessioni dirette tra i suoi componenti. Tutti i nodi sono entità paritarie (peer). Risorse di calcolo, contenuti, applicazioni

Dettagli

www.wireless-led.com Wireless LED Control for Indoor & Outdoor Lighting

www.wireless-led.com Wireless LED Control for Indoor & Outdoor Lighting www.wireless-led.com Wireless LED Control for Indoor & Outdoor Lighting Indoor Smart Building INDOOR LIGHTING Gli edifici del futuro saranno in grado di acquisire dai propri sistemi informazioni utili

Dettagli

Cesare Pallucca Application Engineer Manager Omron Electronics Spa

Cesare Pallucca Application Engineer Manager Omron Electronics Spa Reti di telecontrollo per le acque: i vantaggi nella modernizzazione degli impianti Cesare Pallucca Application Engineer Manager Omron Electronics Spa Forum Telecontrollo Reti Acqua Gas ed Elettriche Roma

Dettagli

Comando Generale dell Arma dei Carabinieri III Reparto SM Ufficio Sistemi Telematici. Unico di Emergenza

Comando Generale dell Arma dei Carabinieri III Reparto SM Ufficio Sistemi Telematici. Unico di Emergenza Comando Generale dell Arma dei Carabinieri III Reparto SM Ufficio Sistemi Telematici Il112 Numero Unico di Emergenza e le nuove tecnologie per la sicurezza dei cittadini e delle infrastrutture critiche

Dettagli

Indice. Indice V INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1

Indice. Indice V INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1 Indice V Indice INTRODUZIONE................................................ XIII PARTE PRIMA...................................................... 1 1 Il business delle reti di computer.........................................

Dettagli

GSM Global System for Mobile communications. Architettura di rete

GSM Global System for Mobile communications. Architettura di rete GSM Global System for Mobile communications Architettura di rete Architettura GSM (1/2) MS SIM MS: Mobile Station SIM: Subscriber Identity Module ME: Mobile Equipment BSS OMC OSS NMC NSS OSS: Operation

Dettagli

Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa. Application Monitoring Broadband Report Analysis

Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa. Application Monitoring Broadband Report Analysis Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa Application Monitoring Broadband Report Analysis Le necessità tipiche del servizio di telefonia Maggiore sicurezza

Dettagli

INFOMOBILITA A CAGLIARI E NELL AREA VASTA

INFOMOBILITA A CAGLIARI E NELL AREA VASTA FORUM PA Sponsorizzato da: AL CENTRO DELL INNOVAZIONE INFOMOBILITA A CAGLIARI E NELL AREA VASTA Proto Tilocca Dir. Pian. Qual. CTM S.p.A Cagliari Quadro di riferimento generale ed obiettivi Gli interventi

Dettagli

Il progetto del Gruppo Hera per la mobilità elettrica. Relatore dott.ing.massimo Carratù

Il progetto del Gruppo Hera per la mobilità elettrica. Relatore dott.ing.massimo Carratù Il progetto del Gruppo Hera per la mobilità elettrica Relatore dott.ing.massimo Carratù Le ragioni dell interesse crescente sull auto elettrica Benefici Ambientali Raggiungimento obiettivi di riduzione

Dettagli

Vericom Unified Messaging Server (VUMS)

Vericom Unified Messaging Server (VUMS) Vericom Unified Messaging Server (VUMS) VUMS è progettato per integrare ed espandere i sistemi di comunicazione in voce tradizionali con le funzioni applicative dei sistemi di telefonia su IP. Le caratteristiche

Dettagli

Rete di accesso. Reti di accesso

Rete di accesso. Reti di accesso Rete di accesso Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ INTRODUZIONE ALLE RETI TELEMATICHE - 1 Reti di accesso Per arrivare all utenza residenziale ( ultimo miglio ), l

Dettagli

VueTel Italia. The new global voice and data carrier

VueTel Italia. The new global voice and data carrier VueTel Italia. The new global voice and data carrier Africa and Mediterranean area are now more connected to the rest of the world SERVIZI DI TELECOMUNICAZIONE WHOLESALE voce dati internet A wholesale

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Dr.ssa Marina Melissari

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Dr.ssa Marina Melissari Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Dr.ssa Marina Melissari SIGEI è una piattaforma ICT web based di interoperabilità tra

Dettagli

GRUPPO TELECOM ITALIA Seminario Politecnico di Torino. Evoluzione di meccanismi di protezione nelle reti geografiche IP/MPLS

GRUPPO TELECOM ITALIA Seminario Politecnico di Torino. Evoluzione di meccanismi di protezione nelle reti geografiche IP/MPLS Seminario Politecnico di Torino Evoluzione di meccanismi di protezione nelle reti geografiche IP/MPLS Sommario Caratteristiche di un backbone IP/MPLS Funzionalità di protezione del traffico a livello di

Dettagli

Piramide Servizi Informatici. Piramide s.r.l.

Piramide Servizi Informatici. Piramide s.r.l. Servizi Informatici Piramide s.r.l. INTRODUZIONE... 3 PERSONALE... 3 INFRASTRUTTURA TECNOLOGICA A SUPPORTO... 4 ARCHITETTURA SOFTWARE ASTERISK... 5 2 QUEUEMETRICS... 7 SCHEMA TECNICO PIRAMIDE PIAZZA PARTIGIANI...

Dettagli

L AZIENDA CERTIFICAZIONI

L AZIENDA CERTIFICAZIONI L AZIENDA La Novasistemi è nata nel 1990 come azienda di impiantistica nel settore dell energia civile ed industriale. Nel corso degli anni, grazie all impegno ed allo sviluppo del proprio organico, è

Dettagli