HBCon. ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Kit di conferma dell HBsAg

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "HBCon. ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Kit di conferma dell HBsAg"

Transcript

1 ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Kit di conferma dell HBsAg HBCon Impiego Uso in vitro per la conferma della presenza dell antigene di superficie dell epatite B (HBsAg) in siero e plasma umano (EDTA, eparina o citrato) risultato ripetutamente reattivo al dosaggio HBsAg per prodotti immunodiagnostici VITROS. Compendio e spiegazione del dosaggio La presenza di HBsAg nei campioni riscontrati ripetutamente reattivi al dosaggio HBsAg VITROS può essere confermata mediante reazione di neutralizzazione con anticorpo umano HBsAg (anti-hbs). I campioni neutralizzabili vengono considerati positivi all HBsAg. Principi della procedura Il dosaggio di conferma HBsAg VITROS si fonda sul principio della neutralizzazione di uno specifico anticorpo ai fini della conferma della presenza dell HBsAg. Il campione viene analizzato due volte: un aliquota viene incubata con un reagente neutralizzante contenente un titolo elevato di anti-hbs (anticorpo di conferma); mentre la seconda aliquota viene incubata con un reagente di controllo non-neutralizzante (diluente per campioni). L anticorpo di conferma si lega all HBsAg nel campione inibendone la reazione nel dosaggio HBsAg VITROS, con risultati ridotti in confronto a quelli del campione di controllo nonneutralizzato. Per la descrizione dei principi del dosaggio vedere il foglietto illustrativo contenuto nella confezione dei reagenti HBsAg VITROS. Avvertenze e precauzioni Solo per uso diagnostico in vitro AVVERTENZA: Materiale potenzialmente infettivo Gli emoderivati utilizzati nella confezione sono stati ottenuti da donatori umani sottoposti a test individuali usando metodi approvati (immunodosaggi enzimatici, EIA) e risultati negativi per quanto concerne la presenza dell HBsAg, di anticorpi del virus dell immunodeficienza umana (HIV 1+2) e del virus dell epatite C (HCV). Trattare come materiali in grado di trasmettere infezioni. Si raccomanda di usare la dovuta cautela nella manipolazione di materiali di origine umana. Tutti i campioni devono essere considerati come potenziale fonte di infezione. Nessun metodo sperimentale è in grado di garantire con assoluta certezza l assenza del virus dell epatite B, dell HCV, dell HIV 1+2 e di altri agenti infettivi. Campioni e componenti del dosaggio devono essere manipolati, conservati ed eliminati in forma solida o liquida in conformità alle procedure dettate dalle relative direttive e normative nazionali in materia di sicurezza biologica (per es. Direttiva M29 del NCCLS 1 ). AVVERTENZA: Contiene Kathon Il reagente anticorpo contiene del Kathon. R43: Può provocare sensibilizzazione per contatto con la pelle. R52/53: Nocivo per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi per l ambiente acquatico. S24: Evitare il contatto con la pelle. S37: Usare guanti adatti. Materiali forniti 1 confezione contenente: 2 fiale di reagente anticorpo di conferma liofilizzato (siero umano positivo anti-hbs), leganti cad. 1 µg HBsAg, con agente antimicrobico. Volume di ricostituzione 1,5 ml. 2 flaconi di diluente per campioni (siero umano, non-reattivo all HBsAg, negativo all anti-hbs), con agente antimicrobico (27 ml). scheda del protocollo per il test di conferma dell HBsAg. Versione 1.0 Pubb. n. GEM4200_IT 1

2 HBCon ISTRUZIONI PER L USO Materiali richiesti, ma non forniti Materiali richiesti, ma non forniti Sistema VITROS immunodiagnostica, oltre ai seguenti prodotti immunodiagnostici VITROS: confezione di reagenti HBsAg, calibratori per HBsAg (comprese scheda dei protocolli per il kit HBsAg e scheda di calibrazione lotti), controlli HBsAg, Reagente di segnale, Reagente di lavaggio universale, contenitore per la conservazione delle confezioni di reattivi (opzionale) con essiccante, pipette ed acqua distillata. Preparazione e conservazione dei reagenti La confezione di reagente anticorpo di conferma viene fornita liofilizzata. Conservare in condizioni integre a 2-8 C. Non usare oltre la data di scadenza. Ricostituire con 1,5 ml di acqua distillata. Dopo la ricostituzione, conservare per un massimo di 8 settimane a 2-8 C o di 12 settimane a -20 C (è ammesso un solo ciclo di congelamento-scongelamento). Il diluente per campioni viene fornito pronto per l uso. Conservare i reagenti in condizioni integre a 2-8 C. Non usare oltre la data di scadenza. Dopo l apertura conservare per un massimo di 12 settimane a 2-8 C o di 12 settimane a -20 C (è ammesso un solo ciclo di congelamento-scongelamento). Preparazione del paziente Non è necessaria alcuna preparazione specifica del paziente. Raccolta, preparazione e conservazione dei campioni Siero o plasma (EDTA, eparina o citrato) possono essere utilizzati. I risultati di campioni non neutralizzati provenienti da campioni citrati saranno proporzionalmente inferiori a motivo della diluizione ad opera del liquido anticoagulante. Per la raccolta dei campioni ematici attenersi a procedure standard. I campioni devono essere accuratamente separati da tutto il materiale cellulare. I campioni di siero e plasma possono essere conservati per un massimo di 5 giorni a 2-8 C o per 4 settimane a -20 C. Evitare congelamento e scongelamento ripetuti. Si è riscontrato che alcuni dispositivi di prelievo del campione biologico hanno determinato alterazioni all integrità di determinati analiti provocando interferenze nella determinazione analitica 2. Considerata la varietà di dispositivi per la raccolta dei campioni disponibili in commercio, la Ortho-Clinical Diagnostics non è in grado di definire con assoluta certezza le prestazioni dei propri prodotti con tutti i diversi dispositivi. Si raccomanda pertanto che i singoli utilizzatori verifichino che il sistema di prelievo da loro adottato venga usato nel rispetto delle istruzioni della Casa produttrice e sia compatibile con questo dosaggio VITROS. Note sul controllo di qualità e sulla procedura Mescolare perfettamente l anticorpo di conferma ricostituito per capovolgimento e portarlo a C prima dell uso. Mescolare perfettamente il diluente per campioni per capovolgimento e portarlo a C prima dell uso. Manipolare i campioni in contenitori chiusi al fine di evitare contaminazione ed evaporazione. Per evitare l evaporazione, limitare il numero di campioni presenti sul sistema VITROS. Per maggiori informazioni vedere la Guida dell operatore del sistema VITROS. Dopo l uso riportare tempestivamente i reagenti a 2-8 C. I campioni con risultati >500 nel dosaggio HBsAg VITROS devono essere diluiti in rapporto 1 a 151 con il diluente per campioni. Per diluire il campione, aggiungere 1,5 ml di diluente per campioni a 10 µl di campione. I campioni con risultati 500 nel dosaggio HBsAg VITROS devono essere analizzati senza diluizione. La buona prassi di laboratorio prevede l esecuzione di controlli ai fini della verifica delle prestazioni del dosaggio eseguito. Si raccomanda di eseguire i controlli ogni volta che si usa il Kit di conferma VITROS HBsAg e dopo aver svolto specifiche procedure di servizio (vedere la Guida dell operatore del sistema VITROS). Se le procedure di controllo qualità interne richiedono un uso più frequente dei controlli, è opportuno attenersi alle procedure previste. Per maggiori informazioni vedere la Guida dell operatore del sistema VITROS. Il controllo positivo HBsAg VITROS (C1) (cfr. foglietto illustrativo contenuto nella confezione dei controlli HBsAg VITROS) deve essere analizzato con il kit di conferma come campione neutralizzato e non-neutralizzata mediante la procedura sottodescritta. Il nome predefinito del dosaggio che appare sul referto del paziente è HBsAgConfirm. L abbreviazione predefinita che appare sui menu di selezione dei dosaggi e sui referti di laboratorio è HBCon. Se necessario è possibile riconfigurare questi valori predefiniti dalla videata di configurazione degli analiti nelle Opzioni e Configurazioni. 2 Pubb. n. GEM4200_IT Versione 1.0

3 ISTRUZIONI PER L USO Procedura HBCon Procedura Eseguire la scansione della scheda del protocollo del Kit VITROS di conferma dell HBsAg per caricare il nuovo protocollo di analisi sul sistema. A questo punto verra visualizzato il pulsante relativo sulla videata di programmazione dei campioni. Il protocollo per il kit di conferma dell HBsAg e subordinato al protocollo per il dosaggio VITROS dell HBsAg e utilizza la calibrazione lotto specifica dell HBsAg presente nel Sistema. Il dosaggio per HBsAg VITROS dev essere calibrato anche dopo l esecuzione di alcune procedure di controllo oppure se i risultati del controllo qualità differiscono molto dal range accettabile. NOTA: Non utilizzare prodotti danneggiati o non sigillati perfettamente. Il dosaggio di neutralizzazione viene eseguito manualmente, fuori dal sistema. E possibile variare il volume del campione neutralizzato, prevedendo un volume minimo di 200 µl. Il rapporto campioneanticorpo di conferma (o diluente per campioni) deve rimanere costante a 4:1. 1. Prelevare due aliquote da 200 µl di controllo positivo HBsAg (C1), o di campione (o campione diluito) che risulti ripetutamente reattivo all HBsAg e che necessiti conferma, e aggiungere un aliquota ad ognuno dei due contenitori del campione (p. es. cuvette per campioni VITROS). 2. Aggiungere 50 µl (cioè 0,25 x volume di campione) di anticorpo di conferma ad un aliquota. Aggiungere 50 µl (cioè 0,25 x volume di campione) di diluente per campioni all altra aliquota. 3. Il dosaggio di conferma HBsAg VITROS richiede come minimo 400 µl di campione o di controllo per ogni determinazione (200 µl cad. per il test neutralizzato e non neutralizzato). Tale valore non tiene contro del volume di riempimento minimo del contenitore del campione. 4. Incubare per almeno 15 minuti a C (fino al massimo di 8 ore, comprese 2 ore sul sistema VITROS). Se necessario, trasferire in una cuvetta o contenitore per campioni compatibile con il sistema VITROS. Per informazioni sulla preparazione e il trattamento dei campioni, cfr. la Guida dell operatore, capitolo 6, Preparazione dei campioni. 5. Analizzare i campioni selezionando la targhetta HBCon nella videata della programmazione campioni. Per informazioni sulla calibrazione del dosaggio HBsAg VITROS vedere il foglietto illustrativo contenuto nella confezione dei reagenti HBsAg VITROS. 6. Ai fini della programmazione del campione, assegnare un identificativo univoco ai campioni neutralizzati e non neutralizzati per la conferma in modo da garantire una chiara identificazione sui referti di laboratorio rispetto ai risultati positivi ottenuti precedentemente per HBsAg. Risultati Verranno generati risultati per i campioni non-neutralizzati e neutralizzati. I risultati vengono calcolati automaticamente dal Sistema VITROS. Per il calcolo della percentuale di neutralizzazione, procedere nel modo seguente: % di neutralizzazione = (risultato A - risultato B) x 100% risultato A Dove: A = risultato non -neutralizzato B = risultato neutralizzato Controllo di qualità Cfr. il foglietto illustrativo contenuto nella confezione di reagenti HBsAg VITROS per i particolari sulla calibrazione e sul controllo di qualità del dosaggio HBsAg VITROS. La buona prassi di laboratorio richiede l esecuzione di controlli ai fini della verifica delle prestazioni del dosaggio. Il controllo positivo all HBsAg VITROS (C1) (cfr. foglietto illustrativo contenuto nella confezione del controllo HBsAg VITROS) deve essere analizzato con il kit di conferma come campione neutralizzato e non-neutralizzato attenendosi alla procedura suindicata. Il controllo deve indicare una neutralizzazione 80%. Se i risultati di controllo differiscono di molto dal range accettabile, indagarne la causa prima di decidere se validare i risultati del paziente. Limiti della procedura I risultati ottenuti con questo o altri kit diagnostici devono essere utilizzati ed interpretati esclusivamente nel contesto del quadro clinico generale. Un risultato negativo non esclude la possibilità di esposizione al virus dell epatite B. Nei primi e negli ultimi stadi dell infezione i livelli di HBsAg possono non essere rilevati. Anticorpi eterofili presenti nei campioni di siero o plasma possono dar luogo ad interferenze nei saggi immunologici 3. Questi anticorpi possono essere presenti nei campioni di sangue provenienti da individui a contatto con animali o che sono stati curati con prodotti derivati da siero animale. In caso di risultati non congrui con le osservazioni cliniche è opportuno effettuare ulteriori indagini. La presenza nei campioni di trioleina (<33,9 mmol/l), emoglobina (<5 g/l) o bilirubina (<0,342 mmol/l) non interferisce con l interpretazione clinica di questi risultati. Non usare campioni torbidi. Versione 1.0 Pubb. n. GEM4200_IT 3

4 HBCon ISTRUZIONI PER L USO Interpretazione dei risultati Interpretazione dei risultati NOTA: Nel dosaggio di conferma HBsAg, i risultati neutralizzati e non-neutralizzati vengono utilizzati per il calcolo della percentuale di neutralizzazione. Un campione viene considerato confermato se il risultato del campione non-neutralizzato è 0,80 s/c e la percentuale di neutralizzazione è 50% (Cf. Tabella 1). Un campione che risulti ripetutamente reattivo al dosaggio HBsAg VITROS e che sia confermato con il kit di conferma HBsAg VITROS, è considerato positivo all HBsAg. Tabella 1: Interpretazione dei risultati iniziali, ottenuti prima di qualunque nuova analisi o diluizione Risultati non neutralizzati (s/c) Tutti i campioni Percentuale di neutralizzazione Risultato test di conferma Classificazione o azione da intraprendere 0,80 50% Confermato (positivo all HBsAg) 0,80 <50% Diluire ulteriormente e ri-analizzare <0,80 Qualsiasi valore Ri-analizzare Se il risultato del campione non-neutralizzato è <0,80 s/c, il campione deve essere ri-analizzato con il kit di conferma HBsAg VITROS. Se il nuovo risultato del campione non neutralizzato è <0,80 s/c e: se la percentuale di neutralizzazione è <50%, il campione non è confermato ed è negativo all HBsAg (Cf. Tabella 2). se la percentuale di neutralizzazione è 50%, lo stato HBsAg del campione è indeterminato. Si raccomanda di eseguire i test di follow-up (Cf. Tabella 2). Nel caso in cui il risultato del campione non-neutralizzato sia 0,80 s/c e la percentuale di neutralizzazione sia <50%, i campioni devono essere diluiti nel diluente per campioni in rapporto 1 a 151 e rianalizzati. Per quanto riguarda i campioni che sono stati diluiti, a prescindere dalla percentuale di neutralizzazione, se il risultato del campione non neutralizzato è <0,8, ignorare la diluizione ed interpretare in base ai risultati non diluiti, con l ausilio della Tabella 2. Per quanto riguarda i campioni che sono stati diluiti, se il risultato del campione non neutralizzato è 0,80 s/c e la percentuale di neutralizzazione è 50%, il campione è confermato ed è positivo all HBsAg (Cf. Tabella 2). Nel caso in cui la percentuale di neutralizzazione dei campioni diluiti sia <50%, i risultati devono essere interpretati nel modo seguente: Se il risultato del campione non neutralizzato è >100 s/c, anche quando sia stata effettuata la diluizione 1 a 151, è probabile che il campione contenga elevati livelli di HBsAg e deve quindi essere ulteriormente diluito con diluente in rapporto 1 a 1500 o superiore, quindi ri-analizzato. Interpretare i risultati delle ulteriori diluizioni con l ausilio della Tabella 2. Se il risultato del campione non neutralizzato è 0,8-100 s/c, il campione è considerato negativo all HBsAg (Cf. Tabella 2). Il valore di cut-off per i risultati positivi con il kit di conferma HBsAg VITROS è definito a 0,80. I campioni vengono diluiti al 20% nel dosaggio di conferma mediante aggiunta dell anticorpo di conferma (neutralizzato) o del diluente per campioni (non neutralizzato). I campioni che nel dosaggio HBsAg VITROS presentano risultati iniziali pari al valore di cut-off di 1,00 (risultato classificato come reattivo ) devono fornire un risultato di 0,80 alla successiva analisi con il kit di conferma HBsAg VITROS. Tabella 2. Interpretazione dei risultati dopo la ri-analisi o la diluizione (Cf. testo) Risultati non neutralizzati (s/c) Campioni dopo diluizione e/o rianalisi Percentuale di neutralizzazione Risultato test di conferma Classificazione o azione da intraprendere <0,80 <50% Non confermato (negativo all HBsAg) <0,80 50% Indeterminato* 0,80 50% Confermato (positivo all HBsAg) >100 <50% Diluire ulteriormente e ri-analizzare da 0,8 to 100 <50% Non confermato (negativo all HBsAg) *Si raccomanda l'esecuzione di analisi di controllo. Le analisi di controllo non sono necessarie per campioni diluiti. 4 Pubb. n. GEM4200_IT Versione 1.0

5 ISTRUZIONI PER L USO Interpretazione dei risultati HBCon I risultati finali devono essere interpretati manualmente, utilizzando il seguente algoritmo. Algoritmo di analisi Scenario 1 s/c 0,8 neutralizzazione 50% neutralizzazione <50% Confermato positivo diluire, ripetere il test s/c <0,8 s/c 0,8* neutralizzazione 50% s/c <100 neutralizzazione <50% Non confermato Confermato positivo Non confermato Versione 1.0 Pubb. n. GEM4200_IT 5

6 HBCon ISTRUZIONI PER L USO Valori attesi Scenario 2 s/c <0,8 repetere il test s/c 0,8 s/c <0,8 Andare allo Scenario 1 neutralizzazione 50% neutralizzazione <50% Indeterminato** Non Confermato s/c = risultato di segnale/cut-off per il campione non neutralizzato * Se il risultato non neutralizzato dopo la diluizione è >100, diluire ulteriormente in rapporto 1 a 1500 o superiore e ri-analizzare fino ad ottenere un valore 100. ** Si raccomanda di eseguire i testi di follow-up. Valori attesi In una popolazione di campioni ripetutamente reattivi al dosaggio HBsAg VITROS e riconosciuti positivi all HBsAg, il 100% (342/342) è stato confermato positivo con il kit di conferma HBsAg VITROS. Bibliografia 1. NCCLS. Protection of Laboratory workers from Instrument Biohazards and Infectious Diseases Transmitted by Blood, Body Fluids and tissue; Approved guideline. NCCLS Document M29-A (ISBN ). NCCLS, Wayne, PA 19087; Calam RR. Specimen Processing Separator Gels: An Update, J Clin Immunoassay 11: (1988). 3. Levinson SS. The Nature of Heterophilic Antibodies and Their Role in Immunoassay Interference, J Clin Immunoassay 15: (1992). 6 Pubb. n. GEM4200_IT Versione 1.0

7 ISTRUZIONI PER L USO Glossario dei simboli HBCon Glossario dei simboli Versione 1.0 Pubb. n. GEM4200_IT 7

8 HBCon ISTRUZIONI PER L USO Revisioni Revisioni Data revisione Versione Modifiche tecniche apportate* Nuovo formato, tecnicamente equivalente a PIGEM4200/103.0 con le seguenti variazioni minori: Sezione Simboli usati sostituita dalla tabella Glossario dei simboli Aggiunta la casella per la firma della sezione Revisioni * Le barre delle modifiche indicano la posizione del testo aggiornato rispetto alla versione precedente del documento. Quando le presenti Istruzioni per l uso saranno sostituite da quelle aggiornate, apporre la propria firma e la data e conservare in base alle direttive locali o ai regolamenti del laboratorio. Firma Data Condizioni di fornitura: tutte le forniture sono soggette ai termini e alle condizioni di vendita della ditta Ortho-Clinical Diagnostics e dei suoi distributori. Copie di tali condizioni saranno disponibili su richiesta. CHIRON Corporation Emeryville, CA Ortho-Clinical Diagnostics Johnson & Johnson Holmers Farm Way High Wycombe Buckinghamshire HP12 4DP United Kingdom VITROS è un marchio di Ortho-Clinical Diagnostics, Inc. Ortho-Clinical Diagnostics, Inc., 2005, Pubb. n. GEM4200_IT Versione 1.0

ahbs ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti Anti-HBs

ahbs ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti Anti-HBs ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti Anti-HBs ahbs 178 7753 Impiego Per la misura quantitativa in vitro dell anticorpo anti-hbs (antigene di superficie dell epatite

Dettagli

HAV M. ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti IgM Anti-HAV

HAV M. ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti IgM Anti-HAV ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti IgM Anti-HAV HAV M 845 0124 Impiego Per la determinazione qualitativa in vitro dell anticorpo IgM del virus dell epatite A

Dettagli

CK-MB. ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti CK-MB

CK-MB. ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti CK-MB ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti CK-MB CK-MB 189 6836 Impiego Per la misura in vitro delle quantità di CK-MB nel siero e plasma (EDTA o eparina) umani. Compendio

Dettagli

DRUGFIT LEV1 LEV2 LEV3 REF KCQDRAB1 - KCQDRAB2 - KCQDRAB3

DRUGFIT LEV1 LEV2 LEV3 REF KCQDRAB1 - KCQDRAB2 - KCQDRAB3 DRUGFIT LEV1 LEV2 LEV3 REF KCQDRAB1 - KCQDRAB2 - KCQDRAB3 Per Uso Diagnostico In Vitro APPLICAZIONE D USO: Il DRUGFIT è destinato all uso come campione di controllo per monitorare le condizioni di dosaggio

Dettagli

Impiego Per la determinazione quantitativa in vitro dell ormone follicolostimolante (FSH) in siero e plasma (EDTA o eparina) umani.

Impiego Per la determinazione quantitativa in vitro dell ormone follicolostimolante (FSH) in siero e plasma (EDTA o eparina) umani. ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti FSH FSH 193 1922 Impiego Per la determinazione quantitativa in vitro dell ormone follicolostimolante (FSH) in siero e plasma

Dettagli

PSA. ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti PSA

PSA. ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti PSA ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti PSA PSA 188 6704 Impiego Per la misura quantitativa in vitro del PSA nel siero e nel plasma (EDTA o eparina) umani. Compendio

Dettagli

Trattare come prodotto potenzialmente infettivo.

Trattare come prodotto potenzialmente infettivo. ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti Anti-HIV 1+2 ahiv 124 1850 Impiego Per la valutazione qualitativa in vitro degli anticorpi diretti contro il virus dell immunodeficienza

Dettagli

TSH30. ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione di reagente TSH30

TSH30. ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione di reagente TSH30 ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione di reagente TSH30 TSH30 680 0655 Impiego Per la misura quantitativa dell ormone tireotropo (TSH) nel siero e nel plasma umani (EDTA o eparina)

Dettagli

URISTIKFIT LEV1 REF KCQURST1

URISTIKFIT LEV1 REF KCQURST1 URISTIKFIT LEV1 REF KCQURST1 Per Uso Diagnostico In Vitro USO PREVISTO Il controllo URISTIKFIT è destinato all uso nel laboratorio clinico come materiale di controllo nelle procedure qualitative e semiquantitative

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO

ISTRUZIONI PER L USO ISTRUZIONI PER L USO Prodotti per immunodiagnostica VITROS Confezione di reagente Anti-HCV Prodotti per immunodiagnostica VITROS Calibratore Anti-HCV 131 8450 194 0667 Impiego previsto Unicamente per uso

Dettagli

ahbc ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti Anti-HBc

ahbc ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti Anti-HBc ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti Anti-HBc ahbc 849 6812 Impiego Per la misura qualitativa in vitro di anticorpi dell antigene core dell epatite B (anti-hbc)

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO

ISTRUZIONI PER L USO Prodotti per immunodiagnostica VITROS Confezione di reagente IgM anti-cmv Prodotti per immunodiagnostica VITROS Calibratore IgM anti-cmv 680 1830 680 1831 Impiego previsto Unicamente per uso diagnostico

Dettagli

FT4. ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti T4 libera

FT4. ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti T4 libera ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti T4 libera FT4 138 7000 Impiego Per la determinazione quantitativa in vitro della tiroxina libera (FT4) in siero umano a supporto

Dettagli

QUANTA Chek Celiac Panel 708113

QUANTA Chek Celiac Panel 708113 QUANTA Chek Celiac Panel 708113 Finalità d uso Il Pannello Celiac QUANTA Chek TM è utilizzato per il controllo della qualità delle procedure per la ricerca degli autoanticorpi IFA ed ELISA. Ciascun siero

Dettagli

15 Anti-D policlonale / incompleto

15 Anti-D policlonale / incompleto Scheda Tecnica 0123 Technical File No.: Prodotto: 15 Anti-D policlonale / incompleto Categoria di prodotto secondo la classificazione CE: Allegato II Lista A Struttura della scheda tecnica Descrizione

Dettagli

Impiego Per la misura quantitativa in vitro di Vitamina B12 nel siero e plasma umani (EDTA o eparina), utile nella diagnosi differenziale di anemia.

Impiego Per la misura quantitativa in vitro di Vitamina B12 nel siero e plasma umani (EDTA o eparina), utile nella diagnosi differenziale di anemia. ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti per Vitamina B12 (1/2) B12 145 3489 Impiego Per la misura quantitativa in vitro di Vitamina B12 nel siero e plasma umani (EDTA

Dettagli

Per la conservazione viene aggiunta sodio azide a una concentrazione finale inferiore allo 0,1 %.

Per la conservazione viene aggiunta sodio azide a una concentrazione finale inferiore allo 0,1 %. Scheda Tecnica 0123 Technical File No.: 38 Prodotto: Categoria di prodotto secondo la classificazione CE: Albumina Bovina 22% 30% Allegato III Autocertificazione del produttore Struttura della scheda tecnica

Dettagli

PROTOCOLLO RACCOLTA SANGUE PER ANALISI OMICHE

PROTOCOLLO RACCOLTA SANGUE PER ANALISI OMICHE PROTOCOLLO RACCOLTA SANGUE PER ANALISI OMICHE 00028 Autori Vittorio Sirolli Gianluigi Zaza Contenuti Premesse - Introduzione separazione del plasma Premesse - Introduzione separazione del plasma release

Dettagli

Scheda del protocollo QIAsymphony SP

Scheda del protocollo QIAsymphony SP Scheda del protocollo QIAsymphony SP Protocollo DNA_Blood_400_V6_DSP Informazioni generali Per uso diagnostico in vitro. Questo protocollo è previsto per la purificazione del DNA genomico totale e mitocondriale

Dettagli

CMV G. ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Pacchetto di reattivi CMV IgG

CMV G. ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Pacchetto di reattivi CMV IgG ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Pacchetto di reattivi CMV IgG CMV G 680 1827 Impiego previsto Per la determinazione semi-quantitativa in vitro degli anticorpi IgG anti-cytomegalovirus

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali Un ausilio per la preparazione e l'isolamento di linfociti purificati direttamente dal sangue intero FOGLIO ILLUSTRATIVO Per uso diagnostico In Vitro PI-TT.610-IT-V5 Informazioni generali Uso previsto

Dettagli

CLOSTRIDIUM DIFFICILE TOSSINE A e B

CLOSTRIDIUM DIFFICILE TOSSINE A e B MODALITA' DI RICHIESTA: Pazienti interni: tramite modulo interno prestampato. Pazienti esterni: tramite richiesta del medico curante. PREPARAZIONE DEL PAZIENTE ALL'ESAME: Nessuna. MODALITA' DI RACCOLTA

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti Estradiolo

ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti Estradiolo ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti Estradiolo E2 855 2630 Impiego Per la determinazione quantitativa in vitro dell estradiolo in siero o plasma umani (eparina

Dettagli

Impiego Per la misura quantitativa in vitro del testosterone nel siero e nel plasma umani (EDTA o eparina).

Impiego Per la misura quantitativa in vitro del testosterone nel siero e nel plasma umani (EDTA o eparina). ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti Testosterone Testo 143 5205 Impiego Per la misura quantitativa in vitro del testosterone nel siero e nel plasma umani (EDTA

Dettagli

PROGENSA PCA3 Urine Specimen Transport Kit

PROGENSA PCA3 Urine Specimen Transport Kit PROGENSA PCA3 Urine Specimen Transport Kit Istruzioni per i medici Per l uso diagnostico in vitro. Solo per l esportazione dagli U.S.A. Istruzioni 1. Si consiglia di chiedere al paziente di bere una grande

Dettagli

Rischio Biologico D.lgs. 81/08

Rischio Biologico D.lgs. 81/08 Rischio Biologico D.lgs. 81/08 TITOLO X - ESPOSIZIONE AD AGENTI BIOLOGICI CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 266 - Campo di applicazione 1. Le norme del presente Titolo si applicano a tutte le attività

Dettagli

ISTRUZIONI D USO IVD 0123 HLA CLASSE II REF 7029: HISTO TRAY DR 72 (10)

ISTRUZIONI D USO IVD 0123 HLA CLASSE II REF 7029: HISTO TRAY DR 72 (10) ISTRUZIONI D USO IVD 0123 HISTO TRAY HLA CLASSE II PER USO DIAGNOSTICO IN VITRO REF 7029: HISTO TRAY DR 72 (10) 10 piastre Descrizione del prodotto La destinazione d uso dell HISTO TRAY è la tipizzazione

Dettagli

INGEZIM Gluten Quanti Test Guida all utilizzo

INGEZIM Gluten Quanti Test Guida all utilizzo INGEZIM Gluten Quanti Test Guida all utilizzo 1 - INTRODUZIONE Il kit è basato su un saggio immunoenzimatico ELISA di tipo sandwich come dettato dal Codex Alimentarius. Ogni pozzetto è rivestito sul fondo

Dettagli

Striscia reattiva glicemia ematocrito emoglobina. N. modello: TD-4272 / GD40 DELTA

Striscia reattiva glicemia ematocrito emoglobina. N. modello: TD-4272 / GD40 DELTA Striscia reattiva glicemia ematocrito emoglobina AVVERTENZE Per uso diagnostico in vitro (esclusivamente per uso esterno). Esclusivamente monouso. Il personale medico e gli altri operatori che eseguono

Dettagli

Striscia reattiva per β-chetone ematico

Striscia reattiva per β-chetone ematico FOGLIETTO ILLUSTRATIVO Striscia reattiva per β-chetone ematico AVVERTENZE Per uso diagnostico in vitro (esclusivamente per uso esterno). Esclusivamente monouso. Il personale medico e gli altri operatori

Dettagli

Anti-Jka, Anti-Jkb coombs

Anti-Jka, Anti-Jkb coombs Scheda Tecnica 0123 Technical File No.: 3 Prodotto: Anti-Jka, Anti-Jkb coombs Categoria di prodotto secondo la classificazione CE: Allegato II Lista B Struttura della scheda tecnica Descrizione del prodotto:

Dettagli

Tox M. Impiego previsto Unicamente per uso diagnostico in vitro.

Tox M. Impiego previsto Unicamente per uso diagnostico in vitro. ISTRUZIONI PER L'USO VITROS Immunodiagnostic Products Pacchetto di reattivi IgM anti-toxoplasma VITROS Immunodiagnostic Products Calibratore IgM anti-toxoplasma Tox M 866 9335 112 0492 Impiego previsto

Dettagli

SCHEDA E PROCEDURA APERTAPER LA FORNITURA IN SERVICE DI SISTEMI ANALITICI PER I LABORATORI

SCHEDA E PROCEDURA APERTAPER LA FORNITURA IN SERVICE DI SISTEMI ANALITICI PER I LABORATORI SCHEDA E PROCEDURA APERTAPER LA FORNITURA IN SERVICE DI SISTEMI ANALITICI PER I LABORATORI OGGETTO DI VALUTAZIONE AL FINE DI STABILIRE IL PUNTEGGIO QUALITATIVO DEI PRODOTTI A GARA. Il punteggio qualitativo

Dettagli

Dispositivo di prelievo Aptima Multitest Swab

Dispositivo di prelievo Aptima Multitest Swab Uso previsto Il dispositivo di prelievo Aptima Multitest Swab è previsto per l uso con i test Aptima. Il dispositivo di prelievo Aptima Multitest Swab è previsto per l uso per la raccolta di campioni vaginali

Dettagli

WITNESS RELAXIN GENERALITÀ

WITNESS RELAXIN GENERALITÀ WITNESS RELAXIN WITNESS RELAXIN GENERALITÀ Il kit WITNESS RELAXIN è utilizzato nella diagnosi di gravidanza della cagna e della gatta e permette la distinzione tra gravidanza vera e pseudogravidanza nella

Dettagli

ACIDO IPPURICO e ACIDI o-m-p-metilippurici URINARI in UV Codice Z06010

ACIDO IPPURICO e ACIDI o-m-p-metilippurici URINARI in UV Codice Z06010 ACIDO IPPURICO e ACIDI o-m-p-metilippurici URINARI in UV Codice Z06010 BIOCHIMICA La determinazione dell Acido Ippurico urinario viene impiegata per il monitoraggio biologico dei soggetti esposti a Toluene.

Dettagli

GU n. 199 del suppl. ord. n. 142

GU n. 199 del suppl. ord. n. 142 MINISTERO DELLA SANITA' DECRETO MINISTERIALE 22 aprile 1996 Procedure di controllo e relative modalita' di esecuzione per le specialita' medicinali derivate dal sangue e plasma umani contenenti i fattori

Dettagli

Annexe III Autocertificazione del produttore

Annexe III Autocertificazione del produttore Scheda Tecnica 0123 Technical File No.: 27 Prodotto: Categoria di prodotto secondo la classificazione CE: Anti-k (cellano) coombsreactive policlonale, umano IgG Annexe III Autocertificazione del produttore

Dettagli

PLATELIA ASPERGILLUS IgG Negative and Positive Controls

PLATELIA ASPERGILLUS IgG Negative and Positive Controls PLATELIA ASPERGILLUS IgG Negative and Positive Controls 48 62786 Sieri Umani per il Controllo di Qualità 881090-2012/06 sommario 1. USO PREVISTO...27 2. INDICAZIONI PER L USO...27 3. REAGENTI...27 4. AVVERTENZE

Dettagli

CEDIA Mycophenolic Acid Application Ortho Clinical Diagnostics VITROS 5600 Integrated System, \VITROS 5,1 FS e 4600 Chemistry Systems

CEDIA Mycophenolic Acid Application Ortho Clinical Diagnostics VITROS 5600 Integrated System, \VITROS 5,1 FS e 4600 Chemistry Systems Microgenics Corporation Part of Thermo Fisher Scientific CEDIA Mycophenolic Acid Application Ortho Clinical Diagnostics VITROS 5600 Integrated System, \VITROS 5,1 FS e 4600 Chemistry Systems Codice 100276

Dettagli

Kit per la determinazione immuno-turbidimetrica quantitativa delle sieroproteine umane su sistemi automatici.

Kit per la determinazione immuno-turbidimetrica quantitativa delle sieroproteine umane su sistemi automatici. 1 1. IMMUNOTURBIDIMETRIA METODI IMMUNO-TURBIDIMETRICI PER AUTOMAZIONE 2. LATTICI METODI IN AGGLUTINAZIONE AL LATTICE SU VETRINO 3. LATTICI PER AUTOMAZIONE METODI TURBIDIMETRICI AL LATTICE 2012 1 2 METODI

Dettagli

PRINCIPIO REAGENTI PREPARAZIONE DEL REAGENTE STABILITA TRATTAMENTO DEL CAMPIONE

PRINCIPIO REAGENTI PREPARAZIONE DEL REAGENTE STABILITA TRATTAMENTO DEL CAMPIONE PRINCIPIO REAGENTI PREPARAZIONE DEL REAGENTE STABILITA TRATTAMENTO DEL CAMPIONE ACIDO L-LATTICO su uova L acido L-lattico reagisce, per via enzimatica, con un derivato fenolico e induce la formazione di

Dettagli

ISTRUZIONI DI RIFERIMENTO RAPIDO Da usare esclusivamente con l'analizzatore Sofia.

ISTRUZIONI DI RIFERIMENTO RAPIDO Da usare esclusivamente con l'analizzatore Sofia. Eject by Analizzatore Sofia e Influenza FIA ISTRUZIONI DI RIFERIMENTO RAPIDO Da usare esclusivamente con l'analizzatore Sofia. PROCEDURA DI TEST Tutti i campioni clinici devono essere a temperatura ambiente

Dettagli

Per la conservazione viene aggiunta sodio azide a una concentrazione finale inferiore allo 0,1%.

Per la conservazione viene aggiunta sodio azide a una concentrazione finale inferiore allo 0,1%. Scheda Tecnica 0123 Technical File No.: 21 Prodotto: Categoria di prodotto secondo la classificazione CE: Anti-S monoclonale (Sistema MNSs) Allegato III Autocertificazione del produttore Struttura della

Dettagli

GARA NAZIONALE DI CHIMICA VIII EDIZIONE PROVA PRATICA

GARA NAZIONALE DI CHIMICA VIII EDIZIONE PROVA PRATICA GARA NAZIONALE DI CHIMICA VIII EDIZIONE PROVA PRATICA Istruzioni Scrivere il proprio nome e cognome su questa pagina e sulla scheda delle risposte. Seguire le regole di sicurezza di laboratorio: se vengono

Dettagli

Protocollo di predisinfezione/pulizia manuale e sterilizzazione degli inserti e delle lime SATELEC

Protocollo di predisinfezione/pulizia manuale e sterilizzazione degli inserti e delle lime SATELEC Protocollo di predisinfezione/pulizia manuale e sterilizzazione degli inserti e delle lime SATELEC Avvertenze: Non utilizzare lana d acciaio o prodotti di pulizia abrasivi. Evitare le soluzioni contenenti

Dettagli

Scheda del protocollo QIAsymphony SP

Scheda del protocollo QIAsymphony SP Scheda del protocollo QIAsymphony SP Protocollo Cellfree200_V5_DSP Informazioni generali Per uso diagnostico in vitro. Kit Campioni Nome del protocollo Set di Controllo del Test predefinito Parte modificabile

Dettagli

Allegato C al Decreto n. 108 del pag. 1/7

Allegato C al Decreto n. 108 del pag. 1/7 giunta regionale Allegato C al Decreto n. 108 del 23.12.2015 pag. 1/7 R E G I O N E V E N E T O Segreteria Regionale per la Sanità Coordinamento Regionale Acquisti per la Sanità LOTTO N. 1 FORNITURA DI

Dettagli

Anti-Fya, Anti-Fyb coombs

Anti-Fya, Anti-Fyb coombs Scheda Tecnica 0123 Technical File No.: 2 Prodotto: Anti-Fya, Anti-Fyb coombs Categoria di prodotto secondo la classificazione CE: Allegato II Lista B Struttura della scheda tecnica Descrizione del prodotto:

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE DEI SISTEMI DIAGNOSTICI COAGULAZIONE PESCARA, PENNE E POPOLI. LOTTO n 2

SPECIFICHE TECNICHE DEI SISTEMI DIAGNOSTICI COAGULAZIONE PESCARA, PENNE E POPOLI. LOTTO n 2 SPECIFICHE TECNICHE DEI SISTEMI DIAGNOSTICI COAGULAZIONE PESCARA, PENNE E POPOLI. LOTTO n 2 E richiesta la presentazione di un progetto tecnico dettagliato che descriva la soluzione operativa proposta

Dettagli

ACIDITA su burro, margarine, panna e grassi semilavorati PRINCIPIO REAGENTI PREPARAZIONE DEL REAGENTE STABILITA PREPARAZIONE DEL CAMPIONE CONDIZIONI DI REAZIONE (Edit) Gli acidi grassi del campione, in

Dettagli

Valutazione del test rapido Geenius HIV1/2 per la conferma degli anticorpi anti HIV1-2. Gianna Mazzarelli

Valutazione del test rapido Geenius HIV1/2 per la conferma degli anticorpi anti HIV1-2. Gianna Mazzarelli Valutazione del test rapido Geenius HIV1/2 per la conferma degli anticorpi anti HIV1-2 Gianna Mazzarelli 14/09/2015 Tempi di rilevazione di specifici markers di infezione HIV Test combinati Ag/Ab Ag ricombinanti

Dettagli

WITNESS GIARDIA INTRODUZIONE

WITNESS GIARDIA INTRODUZIONE WITNESS GIARDIA WITNESS GIARDIA INTRODUZIONE Giardia intestinalis (sin. G. duodenalis o G. lamblia) è un protozoo parassita dell apparato gastrointestinale di numerose specie di animali (ad es. cane e

Dettagli

CARNITINA libera plasmatica in Fluorimetria - Cod. Z13010

CARNITINA libera plasmatica in Fluorimetria - Cod. Z13010 CARNITINA libera plasmatica in Fluorimetria - Cod. Z13010 INTRODUZIONE La L-Carnitina (β-hydroxy-γ-trimethylammonium butyrate) è una molecola importante che gioca un ruolo fondamentale nel trasporto di

Dettagli

FASE POST-ANALITICA: I dati ottenuti vengono validati tecnicamente poi clinicamente e quindi firmati digitalmente.

FASE POST-ANALITICA: I dati ottenuti vengono validati tecnicamente poi clinicamente e quindi firmati digitalmente. LH MODALITA' DI RICHIESTA: Pazienti interni: tramite modulo interno prestampato. Pazienti esterni: tramite richiesta del medico curante. PREPARAZIONE DEL PAZIENTE ALL'ESAME: Il paziente deve trovarsi in

Dettagli

Scheda del protocollo QIAsymphony SP

Scheda del protocollo QIAsymphony SP Scheda del protocollo QIAsymphony SP Protocollo PC_AXpH_HC2_V1_DSP Uso previsto Per uso diagnostico in vitro. Questo protocollo è stato sviluppato per l uso con campioni cervicali conservati nella soluzione

Dettagli

PROCEDURE PER IL PRELIEVO BIOLOGICO

PROCEDURE PER IL PRELIEVO BIOLOGICO Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Milano 13 Aprile 2010 SOTTOPROGETTO ANALISI GENOME-WIDE PROCEDURE PER IL PRELIEVO BIOLOGICO 1 ORA CHE MI SONO CHIARI GLI OBIETTIVI COSA E COME CHE COSA DEVO

Dettagli

Informazione sul Prodotto Urgent Field Safety Notice (Product Recall) Richiesta azione immediata

Informazione sul Prodotto Urgent Field Safety Notice (Product Recall) Richiesta azione immediata ABBOTT AG Neuhofstrasse 23 6341 Baar Data 26 marzo 2010 Informazione sul Prodotto Urgent Field Safety Notice (Product Recall) Richiesta azione immediata Prodotto Nome del prodotto Numero di listino Numeri

Dettagli

Si richiede la fornitura annuale di un sistema di determinazione dell HPV per l Asl Roma1, relativo a tests.

Si richiede la fornitura annuale di un sistema di determinazione dell HPV per l Asl Roma1, relativo a tests. Oggetto: gara HPV Test primario nello Screening cervico-vaginale. Si richiede la fornitura annuale di un sistema di determinazione dell HPV per l Asl Roma1, relativo a 20.000 tests. Requisiti minimi indispensabili

Dettagli

Salus Populi Suprema Lex IL CAMPIONAMENTO DI SOSTANZE ALIMENTARI

Salus Populi Suprema Lex IL CAMPIONAMENTO DI SOSTANZE ALIMENTARI IL CAMPIONAMENTO DI SOSTANZE ALIMENTARI Il campione è determinante ai fini di un corretto risultato analitico e la precisione dell analisi può essere vanificata se il prelievo della matrice non è stato

Dettagli

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni 2002D0364 IT 01.12.2009 001.002 1 Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni B DECISIONE DELLA COMMISSIONE del 7 maggio 2002 relativa alle

Dettagli

QUESTIONARIO TECNICO

QUESTIONARIO TECNICO QUESTIONARIO TECNICO 1 DITTA PRODUTTRICE: 2 DITTA DISTRIBUTRICE: 3 ESCLUSIVITA DI PRODUZIONE E/O DI DISTRIBUZIONE DELL APPARECCHIATURA: SI SPECIFICARE: 4 ESCLUSIVITA DI PRODUZIONE E/O DI DISTRIBUZIONE

Dettagli

test Circulating Tumor Cell Control Kit

test Circulating Tumor Cell Control Kit 7900003 24 test Circulating Tumor Cell Control Kit 1 IMPIEGO PREVISTO Per uso diagnostico in vitro Il Kit CELLSEARCH Circulating Tumor Cell Control è stato formulato per essere utilizzato come controllo

Dettagli

artus EBV QS-RGQ Kit Prestazioni caratteristiche Maggio 2012 Sample & Assay Technologies Sensibilità analitica plasma

artus EBV QS-RGQ Kit Prestazioni caratteristiche Maggio 2012 Sample & Assay Technologies Sensibilità analitica plasma artus EBV QS-RGQ Kit Prestazioni caratteristiche artus EBV QS-RGQ Kit, Version 1, 4501363 Check availability of new electronic labeling revisions at www.qiagen.com/products/artusebvpcrkitce.aspx before

Dettagli

Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO DI BASILICATA

Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO DI BASILICATA I.R.C.C.S. Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO DI BASILICATA Rionero in Vulture (PZ) C. R. O. B. 8508 Rionero in Vulture (PZ) Via Padre Pio,1 P. IVA. 0133150761

Dettagli

FSH. FASE POST-ANALITICA: I dati ottenuti vengono validati tecnicamente poi clinicamente e quindi firmati digitalmente.

FSH. FASE POST-ANALITICA: I dati ottenuti vengono validati tecnicamente poi clinicamente e quindi firmati digitalmente. FSH MODALITA' DI RICHIESTA: Pazienti interni: tramite modulo interno prestampato. Pazienti esterni: tramite richiesta del medico curante. PREPARAZIONE DEL PAZIENTE ALL'ESAME: Il paziente deve trovarsi

Dettagli

ADMA (DimetilArginina asimmetrica) sierica e/o plasmatica in Fluorimetria Cod. Z58010

ADMA (DimetilArginina asimmetrica) sierica e/o plasmatica in Fluorimetria Cod. Z58010 ADMA (DimetilArginina asimmetrica) sierica e/o plasmatica in Fluorimetria Cod. Z58010 INTRODUZIONE L Ossido Nitrico (NO) endoteliale gioca un ruolo molto importante nella regolazione della pressione sanguigna

Dettagli

COMPLEMENTO C4. FASE POST-ANALITICA: I dati ottenuti vengono validati tecnicamente poi clinicamente e quindi firmati digitalmente.

COMPLEMENTO C4. FASE POST-ANALITICA: I dati ottenuti vengono validati tecnicamente poi clinicamente e quindi firmati digitalmente. MODALITA' DI RICHIESTA: Pazienti interni: tramite modulo interno prestampato. Pazienti esterni: tramite richiesta del medico curante. COMPLEMENTO C4 PREPARAZIONE DEL PAZIENTE ALL'ESAME: Il paziente deve

Dettagli

POCT: Come strutturarlo e definirlo alla luce dell esperienza dell Azienda ulss12 Veneziana

POCT: Come strutturarlo e definirlo alla luce dell esperienza dell Azienda ulss12 Veneziana PROGETTO FORMATIVO PER GLI OPERATORI POCT: Come strutturarlo e definirlo alla luce dell esperienza dell Azienda ulss12 Veneziana RELATORE R.Bastianello Il gruppo esecutivo di coordinamento POCT Nella realtà

Dettagli

Allegato C al Decreto n. 108 del pag. 1/6

Allegato C al Decreto n. 108 del pag. 1/6 giunta regionale Allegato C al Decreto n. 108 del 23.12.2015 pag. 1/6 R E G I O N E V E N E T O Segreteria Regionale per la Sanità Coordinamento Regionale Acquisti per la Sanità * * * * * * LOTTO N. 5

Dettagli

SIMT-POS 048 Esami di laboratorio per la S.I.M.T. Viterbo Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati validazione biologica delle donazioni

SIMT-POS 048 Esami di laboratorio per la S.I.M.T. Viterbo Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati validazione biologica delle donazioni 1 Prima Stesura Data: 15-02-/2014 Redattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 048 ESAMI DI LABORATORIO PER LA VALIDAZIONE BIOLOGICA DELLE DONAZIONI Indice 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI

Dettagli

PROTOPORFIRINA IX libera eritrocitaria e ZincoPROTOPORFIRINA su SANGUE INTERO in FLUORESCENZA Codice Z39010

PROTOPORFIRINA IX libera eritrocitaria e ZincoPROTOPORFIRINA su SANGUE INTERO in FLUORESCENZA Codice Z39010 PROTOPORFIRINA IX libera eritrocitaria e ZincoPROTOPORFIRINA su SANGUE INTERO in FLUORESCENZA Codice Z INTRODUZIONE La determinazione della ZincoProtoporfirina Eritrocitaria (ZPP-WB) viene usata come test

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI CAGLIARI Laboratorio Analisi Chimico Cliniche e Microbiologia Via Ospedale Cagliari CAPITOLATO TECNICO

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI CAGLIARI Laboratorio Analisi Chimico Cliniche e Microbiologia Via Ospedale Cagliari CAPITOLATO TECNICO AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI CAGLIARI Laboratorio Analisi Chimico Cliniche e Microbiologia Via Ospedale 54-09124 Cagliari CAPITOLATO TECNICO Service per l effettuazione di T O R C H, EBV e varie

Dettagli

AlereTM. HIV Combo TOCCARE QUI PER VEDERE IL PRODOTTO

AlereTM. HIV Combo TOCCARE QUI PER VEDERE IL PRODOTTO AlereTM HIV Combo TOCCARE QUI PER VEDERE IL PRODOTTO Cogli qualunque opportunità di fare il test. I casi di infezione acuta sono compresi fra il 5 e il 20% rispetto al totale dei casi di infezione da HIV

Dettagli

EXTRA-GENE I Kit per l estrazione del DNA genomico 50 Estrazioni

EXTRA-GENE I Kit per l estrazione del DNA genomico 50 Estrazioni IT Istruzioni d uso EXTRA-GENE I Kit per l estrazione del DNA genomico 50 Estrazioni REF 7059 1. Descrizione del prodotto EXTRA-GENE è un kit per l estrazione veloce del DNA genomico senza l utilizzo di

Dettagli

Sostanze d Abuso urinarie in LC-MS Cod. LC Metodo di conferma in LC-MS

Sostanze d Abuso urinarie in LC-MS Cod. LC Metodo di conferma in LC-MS in LC-MS Cod. LC74010 Metodo di conferma in LC-MS INTRODUZIONE La determinazione delle sostanze d abuso nei liquidi biologici (soprattutto in urina) viene generalmente effettuata in prima istanza usando

Dettagli

SCHEMA DI VEQ PER EMATOLOGIA. Emissione 8 01/09/2015 Approvazione DCRB Page 1 of 5

SCHEMA DI VEQ PER EMATOLOGIA. Emissione 8 01/09/2015 Approvazione DCRB Page 1 of 5 Emissione 8 01/09/2015 Approvazione DCRB Page 1 of 5 PROGRAMMA DI VEQ PER EMATOLOGIA A. Organizzazione del Programma MATERIALI DI CONTROLLO: sangue di controllo contenente leucociti umani, eritrociti umani

Dettagli

VITAMINA C PLASMATICA IN UV Codice Z20010

VITAMINA C PLASMATICA IN UV Codice Z20010 VITAMINA C PLASMATICA IN UV Codice Z20010 INTRODUZIONE L Acido Ascorbico (A.A.) rientra nel gruppo delle vitamine idrosolubili ed è largamente diffuso in natura specialmente nelle arance e nei limoni.

Dettagli

SIMT-IO 066 Rev 1 SISTEMA DI SICUREZZA (GRICODE) REPARTI

SIMT-IO 066 Rev 1 SISTEMA DI SICUREZZA (GRICODE) REPARTI 1 Data Prima Stesura Revisione 1 Redattori: Rizzo, Carone 20-05-2014 09-10-2016 SIMT-IO 066 Rev 1 SISTEMA DI SICUREZZA (GRICODE) REPARTI Indice 1 DESCRIZIONE ATTIVITÀ... 2 2 RESPONSABILITA... 7 3 BIBLIOGRAFIA...

Dettagli

PO-TR-010 ACCERTAMENTI DIAGNOSTICI DI QUALIFICAZIONE BIOLOGICA DEGLI EMOCOMPONENTI SUI DONATORI E ASPIRANTI DONATORI

PO-TR-010 ACCERTAMENTI DIAGNOSTICI DI QUALIFICAZIONE BIOLOGICA DEGLI EMOCOMPONENTI SUI DONATORI E ASPIRANTI DONATORI Unità emittente SGQ Unità destinataria DIR TAL IMM Udr CQB SGQ BSCS SGA LAB CRIO CAR CR X X X X X X X X X X X X REDATTO Dott.ssa P. Carta 25/10/2013 REVISIONATO Dott.ssa M. Ferraro EMESSO Dott. P. A. Accardo

Dettagli

F. Poltronieri Laboratorio Analisi Chimico Cliniche ed Ematologiche, Azienda Ospedaliera, Verona

F. Poltronieri Laboratorio Analisi Chimico Cliniche ed Ematologiche, Azienda Ospedaliera, Verona Riv Med Lab - JLM, Vol. 2, S.1, 2001 113 La valutazione dei metodi di analisi qualitativi utilizzando le linee guida contenute nel documento NCCLS EP12-P User protocol for evaluation of qualitative test

Dettagli

PRE-ANALITICA E DATO DI LABORATORIO. IMPORTANZA E CORRELAZIONE

PRE-ANALITICA E DATO DI LABORATORIO. IMPORTANZA E CORRELAZIONE PRE-ANALITICA E DATO DI LABORATORIO. IMPORTANZA E CORRELAZIONE 01 MARIA CHIARA BALBONI Facilitatore della gestione della qualitàpreanalitica. TSLB Esperto Laboratorio Unico Provinciale Azienda Ospedaliero-Universitaria

Dettagli

METADONE ed EDDP urinari in GC-MS Cod. GC Metodo di conferma in GC-MS

METADONE ed EDDP urinari in GC-MS Cod. GC Metodo di conferma in GC-MS METADONE ed urinari in GC-MS Cod. GC48010 Metodo di conferma in GC-MS INTRODUZIONE Il Metadone è una sostanza con una lunga storia di sostituto dell eroina. La sua determinazione di screening nei liquidi

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO

ISTRUZIONI PER L USO Prodotti per immunodiagnostica VITROS Confezione di reagente 25-OH Vitamina D totale Prodotti per immunodiagnostica VITROS Calibratori 25-OH Vitamina D totale 684 2894 684 2893 Impiego previsto Solo per

Dettagli

3-NITROTIROSINA PLASMATICA IN UV/VIS - FAST Codice Z61010

3-NITROTIROSINA PLASMATICA IN UV/VIS - FAST Codice Z61010 3-NITROTIROSINA PLASMATICA IN UV/VIS - FAST Codice Z61010 BIOCHIMICA La 3-nitrotirosina è un prodotto della nitrazione della tirosina mediata attraverso specie azotate reattive come l anione perossinitrito

Dettagli

AMPICILLINA SODICA PREPARAZIONE INIETTABILE. Ampicillina sodica polvere sterile per preparazioni iniettabili

AMPICILLINA SODICA PREPARAZIONE INIETTABILE. Ampicillina sodica polvere sterile per preparazioni iniettabili 1 0 1 0 1 0 1 0 1 001/FU Aprile 00 Commenti entro il Settembre 00 NOTA: Armonizzata con la versione revisionata della B.P. La monografia è stata completamente revisionata per armonizzarla con le corrispondenti

Dettagli

25-OH VITAMINA D 3 PLASMATICA IN UV / VIS Codice Z19010

25-OH VITAMINA D 3 PLASMATICA IN UV / VIS Codice Z19010 25-OH VITAMINA D 3 PLASMATICA IN UV / VIS Codice Z19010 INTRODUZIONE La vitamina D ha un ruolo fondamentale nel controllo delle concentrazioni di calcio e fosforo nel liquido extracellulare e quindi nel

Dettagli

ADMA (DimetilArginina asimmetrica) sierica e/o plasmatica in Fluorimetria Cod. Z58010

ADMA (DimetilArginina asimmetrica) sierica e/o plasmatica in Fluorimetria Cod. Z58010 ADMA (DimetilArginina asimmetrica) sierica e/o plasmatica in Fluorimetria Cod. Z58010 INTRODUZIONE L Ossido Nitrico (NO) endoteliale gioca un ruolo molto importante nella regolazione della pressione sanguigna

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO SERVICE PER LA FORNITURA DI UN SISTEMA ANALITICO PER LA DIAGNOSTICA DI TORCH EBV E VARI. Gara N 4922551 - CIG 5015695A71

CAPITOLATO TECNICO SERVICE PER LA FORNITURA DI UN SISTEMA ANALITICO PER LA DIAGNOSTICA DI TORCH EBV E VARI. Gara N 4922551 - CIG 5015695A71 CAPITOLATO TECNICO SERVICE PER LA FORNITURA DI UN SISTEMA ANALITICO PER LA DIAGNOSTICA DI TORCH EBV E VARI Gara N 4922551 - CIG 5015695A71 Il presente capitolato tecnico ha per oggetto la fornitura di

Dettagli

STIMA INCERTEZZA AMMONIO

STIMA INCERTEZZA AMMONIO Pagina 1 di 6 REVISIONE NUMERO DATA REDATTA DA DIR (firma) VERIFICATA DA RAQ (firma) APPROVATA DA AMM (firma) PARAGRAFO REVISIONATO NUMERO 00 07/.2/13 / / MOTIVO Pagina 2 di 6 INDICE DELLA PROCEDURA 1.

Dettagli

LINEE-GUIDA PER IL CONTROLLO DELLA DIFFUSIONE DEL MRSA

LINEE-GUIDA PER IL CONTROLLO DELLA DIFFUSIONE DEL MRSA AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE COMITATO INFEZIONI OSPEDALIERE LINEE-GUIDA PER IL CONTROLLO DELLA DIFFUSIONE DEL MRSA (STAFILOCOCCO AUREO METICILLINO RESISTENTE) aggiornate ad Agosto 2001 DEFINIZIONE

Dettagli

Prodotto : DEPTIL PA 5 HYPRED Data di aggiornamento : 31/01/14 Codice : 0 DEPTIL PA 5. Liquido concentrato per uso esclusivamente professionale

Prodotto : DEPTIL PA 5 HYPRED Data di aggiornamento : 31/01/14 Codice : 0 DEPTIL PA 5. Liquido concentrato per uso esclusivamente professionale DEPTIL PA 5 Liquido concentrato per uso esclusivamente professionale ACIDO DISINFETTANTE DESTINATO ALL'INDUSTRIE AGRO- ALIMENTARI ED INDUSTRIE DELLE BEVANDE Principi attivi per 100g di prodotto : Acido

Dettagli

Impiego Per la misura quantitativa in vitro di antigene definito OC 125 nel siero umano e nel plasma (EDTA o eparina).

Impiego Per la misura quantitativa in vitro di antigene definito OC 125 nel siero umano e nel plasma (EDTA o eparina). ISTRUZIONI PER L USO VITROS Immunodiagnostic Products Confezione dei reagenti CA 125 II CA125 680 0038 Impiego Per la misura quantitativa in vitro di antigene definito OC 125 nel siero umano e nel plasma

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI CAGLIARI

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI CAGLIARI AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI CAGLIARI Procedura aperta, ai sensi dell' art. 55, D.Lgs. 2006, n. 163, ai fini dell'aggiudicazione di una fornitura quadriennale in service per l'esecuzione della

Dettagli

Guida Papida ANALYZER ASSISTENZA CLIENTI. Study the User Manual thoroughly before using the QuickStart Guide

Guida Papida ANALYZER ASSISTENZA CLIENTI. Study the User Manual thoroughly before using the QuickStart Guide ANALYZER Guida Papida by Study the User Manual thoroughly before using the QuickStart Guide ASSISTENZA CLIENTI Se l'analizzatore non funziona come previsto, rivolgersi al reparto di assistenza tecnica

Dettagli

BENZOILECGONINA (Metabolita della Cocaina) urinaria in Fluorimetria Cod. Z Metodo di conferma HPLC

BENZOILECGONINA (Metabolita della Cocaina) urinaria in Fluorimetria Cod. Z Metodo di conferma HPLC BENZOILECGONINA (Metabolita della Cocaina) urinaria in Fluorimetria Cod. Z46010 Metodo di conferma HPLC INTRODUZIONE La Cocaina è un alcaloide con una lunga storia di uso ed abuso. La sua determinazione

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA - VERONA (D.Lgs. n. 517/ Art. 3 L.R.Veneto n. 18/2009) D I M T

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA - VERONA (D.Lgs. n. 517/ Art. 3 L.R.Veneto n. 18/2009) D I M T 1 Allegato 1 D I M T PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA QUINQUENNALE PER IL DIPARTIMENTO INTERAZIENDALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE DI PRODOTTI PER LA TIPIZZAZIONE GENOMICA A BASSA E ALTA RISOLUZIONE SUDDIVISA

Dettagli

ZytoDot SPEC HER2 Probe

ZytoDot SPEC HER2 Probe ZytoDot SPEC HER2 Probe C-3001-400 C-3001-100 40 (0.4 ml) 10 (0.1 ml) Per la rilevazione del gene umano HER2 mediante ibridazione in situ cromogenica (CISH).... Dispositivo per uso diagnostico in vitro

Dettagli

Informazioni sul corso ed eventuali diapositive delle lezioni:

Informazioni sul corso ed eventuali diapositive delle lezioni: Informazioni sul corso ed eventuali diapositive delle lezioni: www.bioclinica.unipi.it http://arsdocendi.med.unipi.it Per qualsiasi comunicazione: segreteria@bioclinica.unipi.it Per informazioni su appelli/iscrizione

Dettagli

Arruolamento di coppie Criteri di inclusione per il partner sieropositivo

Arruolamento di coppie Criteri di inclusione per il partner sieropositivo Introduzione Molti studi riportano che i preservativi non vengono usati in modo costante all interno della coppia, anche quando un partner è sieropositivo e l altro è sieronegativo. Questo può essere dovuto

Dettagli