Il Manuale della Security di Federchimica.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Manuale della Security di Federchimica."

Transcript

1 FEDERCHIMICA CONFINDUSTRIA Il Manuale della Security di Federchimica. Giuseppe Astarita Ravenna, 28 maggio 2009

2 Security: importanza crescente negli ultimi anni, a partire dagli USA. Come noto, negli anni successivi al 2001, la sensibilità è aumentata anche in Europa.

3 La Security e l agenda EU Security: si tratta di una responsabilità nazionale, ma è auspicata la cooperazione con privati/industria. Obiettivi dichiarati: Competitività dell industria Security per i cittadini

4 Eurojust Premises, The Hague

5 La Security e l agenda EU. Nominato nel 2004 un EU Council Security Coordinator : Mr Gijs de Vries. Decise azioni per il 2005 al Consiglio EU del 17 dicembre Avviato un programma per la protezione delle infrastrutture critiche (EPCIP, EU Programme for Critical Infrastructure Protection).

6 The development of EPCIP 2004 European Council requests the launching of CIP work Commission Communication 2005 Commission Green Paper 2006 Communication on a European Programme for CI Protection (EPCIP) Proposal for a Directive on the identification of European Critical Infrastructure 2007 Communication on protecting Europe s energy and transport CI

7 Security: differenze tra USA ed Europa La situazione in USA è caratterizzata da una maggiore pressione normativa rispetto all Europa; inoltre, mentre negli USA l industria chimica ha una priorità molto alta nella Security, in Europa sono considerate prioritarie le strutture energetiche.

8 DHS Chemical Facility Anti- Terrorism Standards Tiers I II sites 40,000 + Potentially High-Risk Chemical Facilities III 1,000+ IV 6,000+ Low Risk 32,000+

9 A system of systems - CI interdependencies Fuels, lubricants Fuel Transport, Shipping WATER OIL ELECTRIC POWER TELECOM TRANSPORTATION Shipping Fuels, lubricants Power for Signaling, switches Power for pumping stations, storage, Control system Fuels for generators, lubricants NATURAL GAS Power for pump and lift stations, Water for cooling, emissions reduction Power for switches SCADA, Communications Shipping Fuel Transport, Shipping SCADA, Communications Power for compressors, storage, Control system Fuel for Generators SCADA, Communications control system Heat Water for production, cooling, emissions reduction Water for cooling SCADA, Communications Fuel for Generators SCADA, Communications Adapted from J.P. Peerenboom (2004) Water for production, cooling, emissions reduction

10 Security: una definizione La condizione (oggettiva o percepita, di un individuo, una comunità, un istituzione, uno Stato) di protezione da pericoli o minacce come attività criminali, terrorismo, altri atti deliberati o ostili, o disastri (naturali o di origine umana).

11 Safety e Security. Differenze: ad es. gli incidenti di Security sono caratterizzati da una componente intenzionale, non presente negli incidenti di Safety. Possibili conflitti di esigenze (vedi ad es. il caso del trasporto di sostanze pericolose) tra diffusione di informazione (safety) e riservatezza (security).

12 Safety e Security. Le differenze si riflettono anche nella diffusione e nel reporting. Safety: è interessante coinvolgere la totalità del Personale. Security: opportuno, nel reporting, il coinvolgimento di gruppi mirati, limitati. Safety: Scienza Security: Arte

13 La Security nell industria chimica: Linee Guida. In coerenza con i principi del Programma Responsible Care, un gruppo di lavoro di Federchimica ha affrontato l argomento negli anni scorsi, producendo un documento già nel 2002.

14 FEDERCHIMICA Federazione Nazionale dell Industria Chimica Responsible Care uno strumento per l eccellenza l nella gestione della Security dell impresa impresa. Settembre 2002

15 Il Programma Responsible Care H.S.E. focus su processi produttivi Product Stewardship Aspetti Sociali Coerenza con i (successivi) principi di Corporate Social Responsibility.

16 Il Programma Responsible Care nel mondo.

17 Responsible Care Miglioramento prestazioni H.S.E. Trasparenza nella comunicazione Coinvolgimento stakeholders (interni, esterni) Strumento fondamentale: sviluppo Sistemi di Gestione formalizzati

18 Security. La revisione delle Linee Guida. Il GdL Security di Federchimica, che ha lavorato al Manuale di Security, oltre al contributo di rappresentanti di imprese associate, si è avvalso anche della collaborazione con altre organizzazioni, tra cui si ricordano il Servizio Rischio Industriale della Protezione Civile, e il Centro di Competenza CON.P.RI.C.I. (Università di Pisa).

19 Scopo del Manuale Diffusione Migliori Pratiche di Security Strumento e ausilio per le Imprese nello sviluppo del proprio sistema

20 Security e Logistica Gli sviluppi delle normative specifiche di security riguardanti il trasporto di merci pericolose hanno suggerito di dedicare uno dei due volumi del Manuale agli aspetti della Logistica.

21 Contenuti / 1 Opportunità Programma di Security e vantaggi di un Il Programma consente la gestione del conflitto tra esigenze di immagine e trasparenza nella comunicazione (Principio Responsible Care) e quelle di protezione di informazioni e dati confidenziali che può sorgere ad es. in eventi come Fabbriche Aperte.

22 Contenuti del Manuale basati sul Modello Responsible Care

23 Modello Responsible Care Risposte alle situazioni di emergenza e gestione della crisi Addestramento e consapevolezza sulla security Analisi dei rischi e dei punti deboli Operazioni di security Procedure per le risorse umane Report degli incidenti e indagini Fornitori Audit e rivalutazioni PERSONALE LEADERSHIP e IMPEGNO del MANAGEMENT TECNOLOGIA Computer/Network security Procedure e pratiche di security Protezione del perimetro aziendale e controllo degli accessi STRUTTURE Assets di security Protezione delle informazioni Sistemi di Sicurezza

24 Strumenti per analisi vulnerabilità Valutazione del Rischio Chimico Valutazione del Rischio di Processo Valutazione del Rischio di Security Analisi delle conseguenze / Interventi Mitigazione Gap Analysis

25 La vulnerabilità E definita rispetto ad una specifica minaccia Riflette il livello di protezione secondo uno standard E misurata dalla differenza tra ciò che è e ciò che dovrebbe essere E l unico parametro sul quale si può agire

26 Strategie di prevenzione basate sul criterio degli anelli di protezione che proteggono la parte più vulnerabile.

27 Struttura ad anelli di protezione Anello Esterno illuminazione recinzione cancelli pali per l ormeggio muri fossi sensori di rilevazione delle intrusioni guardie di ronda e guardie posizionate nei punti di accesso Anello Intermedio Porte chiuse a chiave centralino controllo dei passi sistema di controllo degli accessi sbarre alle finestre gruppi di ispezione tornelli/cancelli girevoli Anello Interno personale di vigilanza porte e stanze chiuse a chiave rete di muri resistenti al fuoco e controlli delle parole d ordine procedure per scortare i visitatori esterni distruzione dei documenti dispositivi di controlli degli accessi sistemi di comunicazione delle emergenze stanza di sicurezza per i computer telecamere a circuito chiuso, attivate dal movimento

28 Primi passi Formulare una Politica di Security Stabilire relazioni Forze dell Ordine Comunità circostanti Autorità Sviluppare reporting e analisi di incidenti Sensibilizzare il personale Coordinare le emergenze

29 Controllo degli accessi Sicurezza (Security) fisica Recinzioni di protezione Sistemi di segnalazione intrusione Addetti alla Security Sistemi di Back-up

30 Operations Security /1 Sicurezza informazioni verbali (es. limitazione canali comunicazione) Sicurezza dei documenti (classificazione, conservazione, distruzione) Sicurezza Computers / Networks

31 Operations Security /2 Sistema di Risposta all Emergenza Adeguamento Piano Emergenza (Security) Definizione e sviluppo di un sistema di Crisis Management Audits / Indagini

32 Il Manuale si conclude con una checklist,, suddivisa in capitoli, da utilizzare per valutare il posizionamento ed i processi nello sviluppo del proprio programma.

33 Security. Esempi di punti da considerare. Organizzazione funzionale Security: In ambito HSE, ma anche: Personale/Risorse Umane Terziarizzazione (opzione meno opportuna) Stabilimenti Multisocietari (Aree omogenee, assenze di barriere fisiche). Modalità di coordinamento per un servizio integrato; service fornito da una delle Società presenti?

34 Security. Esempi di punti da considerare. Analisi di incidenti. Opportunità di disporre di una checklist, per integrare l analisi degli aspetti di security nelle procedure di analisi di incidenti. Coinvolgimento delle Autorità Pubbliche preposte e coordinamento.

35 Security. Esempi di punti da considerare. Controllo del personale di imprese esterne. Integrare le esigenze di security nelle procedure basate sulla safety (aree riservate per imprese, autisti, sosta automezzi, )

36 Security. Esempi di punti da considerare. Video sorveglianza di luoghi critici. Aree presidiate o no da posti di lavoro (magazzini, centri meccanografici, stoccaggi). Coordinamento con rappresentanze sindacali (es. riprese per tempi definiti e periodica cancellazione delle registrazioni in caso di non eventi..)

37 Conclusioni Nell ambito del conseguimento degli obiettivi di diffusione delle migliori pratiche e di miglioramento della prestazione media delle imprese, anche il miglior controllo degli aspetti di Security rientra nel Contributo di Responsible Care per assicurare le condizioni di Sviluppo Sostenibile della Comunità.

38 Come in molte attività, è fondamentale il corretto coinvolgimento delle persone. Tell me and I will forget Show me and I will remember Involve me and I will understand Confucius

39 Grazie per l attenzione!

1. B - Caratteristiche essenziali e modalità applicative del Sistema di Gestione Responsible Care

1. B - Caratteristiche essenziali e modalità applicative del Sistema di Gestione Responsible Care 1. B - Caratteristiche essenziali e modalità applicative del Sistema di Gestione Responsible Care 20 gennaio 2009 INDICE Sezione Contenuto 1. Il programma Responsible Care: scopo e campo di applicazione

Dettagli

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Introduzione alla ISO 27001 La metodologia Quality Solutions Focus on: «L analisi

Dettagli

Il Manuale CARE+ per l Efficienza Energetica nelle PMI Chimiche

Il Manuale CARE+ per l Efficienza Energetica nelle PMI Chimiche FEDERCHIMICA CONFINDUSTRIA Collana Editoriale del Comitato Energia N. 1 Il Manuale CARE+ per l Efficienza Energetica nelle PMI Chimiche Volume 1 : La Guida all Auto-Diagnosi per l Efficienza Energetica

Dettagli

Responsible Care. L eccellenza manageriale per realizzare lo Sviluppo Sostenibile dell Industria Chimica

Responsible Care. L eccellenza manageriale per realizzare lo Sviluppo Sostenibile dell Industria Chimica Responsible Care L eccellenza manageriale per realizzare lo Sviluppo Sostenibile dell Industria Chimica IL PROGRAMMA RESPONSIBLE CARE Responsible Care è il Programma volontario dell Industria Chimica mondiale,

Dettagli

Product Management & Partnerships Industrial & SCADA Infrastructure Protection. Milano 30 Ottobre 2013

Product Management & Partnerships Industrial & SCADA Infrastructure Protection. Milano 30 Ottobre 2013 Product Management & Partnerships Industrial & SCADA Infrastructure Protection Milano 30 Ottobre 2013 VIDEO IL NUOVO PANORAMA Le minacce sono più complesse E con tante risorse da proteggere il personale

Dettagli

AEO e sicurezza dei sistemi informativi. Luca Boselli, Senior Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008

AEO e sicurezza dei sistemi informativi. Luca Boselli, Senior Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008 AEO e sicurezza dei sistemi informativi Luca Boselli, Senior Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008 Agenda La sicurezza delle informazioni: introduzione e scenario di riferimento La sicurezza

Dettagli

Service Manager Operations. Emerson Process Management

Service Manager Operations. Emerson Process Management Ronca Vito Service Manager Operations Emerson Process Management Italia Emerson e Cyber Security Nel settore industria ed energia, uno dei punti critici da un punto di vista CybSec è il sistema di controllo

Dettagli

Sicurezza fisica e logica: due culture che si incontrano. Un approccio alla sicurezza. Infosecurity. Sicurezza Aziendale. Milano, 13 Febbraio 2003

Sicurezza fisica e logica: due culture che si incontrano. Un approccio alla sicurezza. Infosecurity. Sicurezza Aziendale. Milano, 13 Febbraio 2003 Sicurezza fisica e logica: due culture che si incontrano. Un approccio alla sicurezza Infosecurity Milano, 13 Febbraio 2003 Pag. 1 Una definizione di protezione aziendale Lo studio e l attuazione delle

Dettagli

PORT SECURITY. Soluzioni innovative per la Sicurezza Portuale. Giovedì 5 Giugno, Civitavecchia. Ing. Alberto Sarti SVP, Finmeccanica

PORT SECURITY. Soluzioni innovative per la Sicurezza Portuale. Giovedì 5 Giugno, Civitavecchia. Ing. Alberto Sarti SVP, Finmeccanica PORT SECURITY Soluzioni innovative per la Portuale Giovedì 5 Giugno, Civitavecchia Ing. Alberto Sarti SVP, Finmeccanica Introduzione Scenario Normative internazionali Raccomandazioni Il sistema integrato

Dettagli

IX Convention ABI. L affidabilità dei processi interni come fattore critico di riduzione del Rischio Operativo

IX Convention ABI. L affidabilità dei processi interni come fattore critico di riduzione del Rischio Operativo IX Convention ABI L affidabilità dei processi interni come fattore critico di riduzione del Rischio Operativo BPR e BCM: due linee di azione per uno stesso obiettivo Ing. Alessandro Pinzauti Direttore

Dettagli

Giordano Righini Presidente Certiquality

Giordano Righini Presidente Certiquality 16 Rapporto Annuale Responsible Care: Come la responsabilità sociale perseguita nelle imprese crea risultati per la Sicurezza, la Salute e per l Ambiente Gli standard BS OHSAS 18001 ed SA 8000: due strumenti

Dettagli

TSecNet. Tecnology Security Networking. Soluzioni per la security

TSecNet. Tecnology Security Networking. Soluzioni per la security TSecNet Tecnology Security Networking Soluzioni per la security www.tsecnet.com info@tsecnet.com Definizioni Security Gestione della sicurezza e protezione delle aree sensibili ed a rischio. Tipicamente

Dettagli

Soluzioni innovative per la protezione delle Agenzie Bancarie

Soluzioni innovative per la protezione delle Agenzie Bancarie Soluzioni innovative per la protezione delle Agenzie Bancarie Pierfrancesco Poce IT Executive Consultant Safety & Security Leader p_poce@it.ibm.com Soluzioni, strumenti e metodologie per una nuova strategia

Dettagli

UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI

UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI DA LUMIÈRE ALLA SMART CITY: UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI Roma, 5 marzo 202 Claudia Meloni Progetto Smart Cities Unità Tecnologie Avanzate per l Energia e l Industria SMART CITIES: SOSTENIBILITA

Dettagli

TSecNet. Soluzioni per la security Bologna 29 marzo 2012. Pietro Cecilia. Tecnology Security Networking

TSecNet. Soluzioni per la security Bologna 29 marzo 2012. Pietro Cecilia. Tecnology Security Networking TSecNet Tecnology Security Networking Soluzioni per la security Bologna 29 marzo 2012 Pietro Cecilia Chi Siamo - Dove Siamo TSecNet nasce per soddisfare le sempre più crescenti esigenze di sicurezza con

Dettagli

ISO 27001:2005 ISMS Rischi ed Opportunità Nell approccio certificativo. INFOSECURITY - Verona - 2006 05 09 1

ISO 27001:2005 ISMS Rischi ed Opportunità Nell approccio certificativo. INFOSECURITY - Verona - 2006 05 09 1 ISO 27001:2005 ISMS Rischi ed Opportunità Nell approccio certificativo INFOSECURITY - Verona - 2006 05 09 1 INFOSECURITY - Verona - 2006 05 09 2 Fornitori Istituzioni Clienti Sicurezza delle Informazioni

Dettagli

I criteri di valutazione/certificazione. Common Criteria e ITSEC

I criteri di valutazione/certificazione. Common Criteria e ITSEC Valutazione formale ai fini della certificazione della sicurezza di sistemi o prodotti IT I criteri di valutazione/certificazione Common Criteria e ITSEC Alla fine degli anni ottanta in Europa si cominciò

Dettagli

Sicurezza ICT e continuità del Business. Igea Marina Rimini - 5 luglio 2013

Sicurezza ICT e continuità del Business. Igea Marina Rimini - 5 luglio 2013 Sicurezza ICT e continuità del Business Igea Marina Rimini - 5 luglio 2013 Indice L approccio alla Sicurezza ICT La rilevazione della situazione L analisi del rischio Cenni agli Standard di riferimento

Dettagli

XXVII Convegno Nazionale di IT Auditing, Security e Governance Innovazione e Regole: Alleati o Antagonisti?

XXVII Convegno Nazionale di IT Auditing, Security e Governance Innovazione e Regole: Alleati o Antagonisti? XXVII Convegno Nazionale di IT Auditing, Security e Governance Innovazione e Regole: Alleati o Antagonisti? L innovazione applicata ai controlli: il caso della cybersecurity Tommaso Stranieri Partner di

Dettagli

CATALOGO CORSI 2015. In.Co.S srl International Consultant Service Via Guastalla 6 10124 Torino Italy info@incos-consulting.com Mob: +39 349 2577085

CATALOGO CORSI 2015. In.Co.S srl International Consultant Service Via Guastalla 6 10124 Torino Italy info@incos-consulting.com Mob: +39 349 2577085 CATALOGO CORSI 2015 INDICE CORSI APPROVATI DA ENTE DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ACCREDITATO ISO/IEC 17024... 3 ISO 9001:08 SISTEMI DI GESTIONE QUALITÀ... 4 ISO 22000:05 SISTEMI DI GESTIONE DELLA

Dettagli

Sistemi a soppressione a gas

Sistemi a soppressione a gas Sistemi a soppressione a gas Total Solutions 02 / 10 / Paolo Rossi, Fire Proposal Engineer Ivan Mazzoni, Fire & Security Sales Manager Tyco. All Rights Reserved. Agenda introduzione i sistemi a soppressione

Dettagli

Francesco Scribano GTS Business Continuity and Resiliency services Leader

Francesco Scribano GTS Business Continuity and Resiliency services Leader Francesco Scribano GTS Business Continuity and Resiliency services Leader Certificazione ISO 27001: l'esperienza IBM Certificazione ISO 27001: l'esperienza IBM Il caso di IBM BCRS Perchè certificarsi Il

Dettagli

Cyber Security Sistemi Energia - Progetti e Sperimentazioni. Giovanna Dondossola Roberta Terruggia

Cyber Security Sistemi Energia - Progetti e Sperimentazioni. Giovanna Dondossola Roberta Terruggia Cyber Security Sistemi Energia - Progetti e Sperimentazioni Giovanna Dondossola Roberta Terruggia Cyber security in RSE Avviata nel 2000 Obiettivo Valutazione della cyber security dei sistemi di controllo

Dettagli

Le norme della Qualità

Le norme della Qualità Le norme ISO9000 e la loro evoluzione L evoluzione delle ISO 9000 in relazione alla evoluzione delle prassi aziendali per la Qualita 3 Evoluzione della serie ISO 9000 2 1 Rev. 1 ISO 9000 Rev. 2 ISO 9000

Dettagli

Come rappresentare l azienda ai fini della gestione della sicurezza delle informazioni

Come rappresentare l azienda ai fini della gestione della sicurezza delle informazioni Come rappresentare l azienda ai fini della gestione della sicurezza delle informazioni (a cura di M Cecioni CISA - Securteam) 19 dicembre 2006 Pag. 1 INDICE DELLA PRESENTAZIONE : 1. L'esigenza 2. Perchè

Dettagli

Le soluzioni di Asset e Service Management :

Le soluzioni di Asset e Service Management : (QWHUSULVH$VVHW0DQDJHPHQW Le soluzioni di Asset e Service Management : Giuseppe Sturiale Tivoli Technical Sales,%06HUYLFH0DQDJHPHQW:RUOG7RXU 7LYROL8VHU*URXS 5RPDRWWREUH Il Valore dell Asset Management

Dettagli

Progetto Risk Analysis ISO 27001:2005 Risultati finali Ing. Lina Salmon Joinet Srl

Progetto Risk Analysis ISO 27001:2005 Risultati finali Ing. Lina Salmon Joinet Srl Progetto Risk Analysis ISO 27001:2005 Risultati finali Ing. Lina Salmon Joinet Srl Riferimenti al progetto WP 05 Sicurezza dell ambiente della piattaforma, della informazioni e de dati - Rif. documenti:

Dettagli

QUALITÀ AERONAUTICA AUTOMOTIVE DISPOSITIVI MEDICI AGRO-ALIMENTARE

QUALITÀ AERONAUTICA AUTOMOTIVE DISPOSITIVI MEDICI AGRO-ALIMENTARE PROPOSTA FORMATIVA QUALITÀ Dal modello ISO 9001:08 agli strumenti di controllo e di miglioramento delle performance L evoluzione del sistema qualità secondo la nuova ISO 9001:2008 Definire e migliorare

Dettagli

IT SECURITY: Il quadro normativo di riferimento e la Certificazione BS 7799 - ISO/IEC 17799

IT SECURITY: Il quadro normativo di riferimento e la Certificazione BS 7799 - ISO/IEC 17799 _ Intervento al Master MTI AlmaWeb 4/2/2002 IT SECURITY: Il quadro normativo di riferimento e la Certificazione BS 7799 - ISO/IEC 17799 Intervento al Master AlmaWeb in Management e Tecnologie dell Informazione

Dettagli

Banche e Sicurezza 2015

Banche e Sicurezza 2015 Banche e Sicurezza 2015 Sicurezza informatica: Compliance normativa e presidio del rischio post circolare 263 Leonardo Maria Rosa Responsabile Ufficio Sicurezza Informatica 5 giugno 2015 Premessa Il percorso

Dettagli

C41-1. Il Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro (SGSL) CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs.

C41-1. Il Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro (SGSL) CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole Il Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro (SGSL) MODULO C Unità didattica C41-1 CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI

Dettagli

Presentazione. Gennaio 2013. Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.)

Presentazione. Gennaio 2013. Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.) Presentazione Gennaio 2013 Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.) Sede Legale: Via La Spezia, 6 00182 Roma Sede Operativa: Via Tre Cannelle, 5 00040 Pomezia (RM) - Tel. +39.06.91997.1 - Fax +39.06.91997.241

Dettagli

I Convegno OSN Centro Alti Studi per la Difesa, Roma 25 Ottobre 2005. I Confini, le Città, le Infrastrutture Critiche

I Convegno OSN Centro Alti Studi per la Difesa, Roma 25 Ottobre 2005. I Confini, le Città, le Infrastrutture Critiche I Convegno OSN Centro Alti Studi per la Difesa, Roma 25 Ottobre 2005 I Confini, le Città, le Infrastrutture Critiche Infrastrutture Aeroportuali Critiche: criteri di classificazione e metodologie di analisi

Dettagli

SC D2 Information Technology and Telecommunication. General session e SC meeting 2012

SC D2 Information Technology and Telecommunication. General session e SC meeting 2012 Information Technology and CIGRE Comitato Nazionale Italiano Riunione del 29 Ottobre 2012 General session e SC meeting 2012 Chairman Carlos Samitier(ES) Segretario Maurizio Monti(FR) Membership 24 membri

Dettagli

INFORMATION SECURITY MANAGEMENT SYSTEM - ISMS

INFORMATION SECURITY MANAGEMENT SYSTEM - ISMS INFORMATION SECURITY MANAGEMENT SYSTEM - ISMS GETSOLUTION Via Ippolito Rosellini 12 I 20124 Milano Tel: + 39 (0)2 39661701 Fax: + 39 (0)2 39661800 info@getsolution.it www.getsolution.it AGENDA Overview

Dettagli

measures to ensure a high common level of network and information security across the Union 3

measures to ensure a high common level of network and information security across the Union 3 Legislazione CYBER SECURITY: il nuovo ordine esecutivo del Presidente americano Obama e la recente proposta di direttiva UE Network and Information Security (NIS) Marcoccio Gloria Diritto.it La sicurezza

Dettagli

sicuraziendaonline piattaforma sicurezza ed automazione www.onlinesecurity.it www.sicurcaaziendaonline.it sorveglianza video anti intrusione

sicuraziendaonline piattaforma sicurezza ed automazione www.onlinesecurity.it www.sicurcaaziendaonline.it sorveglianza video anti intrusione anti intrusione sicurezza persone sorveglianza video sicurezza ambiente sicuraziendaonline piattaforma sicurezza ed automazione www.sicurcaaziendaonline.it Come funziona sicuraziendaonline Gestione da

Dettagli

La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS

La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS 1 Introduzione La Sicurezza dell Informazione nel Web Information System La metodologia WISS Ioanis Tsiouras 1 (Rivista ZeroUno, in pubblicazione) I sistemi informativi con le applicazioni basate su Web

Dettagli

SECURITY CONVERGENCE: FRA MITO E REALTÀ

SECURITY CONVERGENCE: FRA MITO E REALTÀ BANCASICURA 2011 Milano, 19 e 20 ottobre 2011 SECURITY CONVERGENCE: FRA MITO E REALTÀ ALESSANDRO LEGA, CPP Chairman of ASIS International European Convergence Subcommittee Qualche volta osserviamo la nascita

Dettagli

Our focus is: rendere la videosorveglianza professionale alla portata di tutti. Archiviazione sicura dei dati e funzionamento eccezionale

Our focus is: rendere la videosorveglianza professionale alla portata di tutti. Archiviazione sicura dei dati e funzionamento eccezionale Our focus is: rendere la videosorveglianza professionale alla portata di tutti Archiviazione sicura dei dati e funzionamento eccezionale 2 Semplicità e affidabilità Frank Moore, proprietario di Keymusic

Dettagli

Politica per la Qualità e per l Ambiente di Fujitsu Technology Solutions Italia

Politica per la Qualità e per l Ambiente di Fujitsu Technology Solutions Italia Politica per la Qualità e per l Ambiente di Fujitsu Technology Solutions Italia Marzo 2012 Indice Premessa 2 Il Sistema di gestione di Fujitsu Technology Solutions 3 Politica per la qualità e per l ambiente

Dettagli

Sistema Gestione dei Rischi

Sistema Gestione dei Rischi Sistema Gestione dei Rischi Applicazioni in Farmacovigilanza Annamaria Paparella Quality Assurance Manager General Management Takeda Italia Farmaceutici S.p.A Congresso GIQAR 4-5 Giugno 2009 Rischio e

Dettagli

MASTER GESTIONE INTEGRATA

MASTER GESTIONE INTEGRATA MASTER GESTIONE INTEGRATA ESPERTI in SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE: QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA ISO serie 9000, ISO serie 14000, OHSAS 18001, OHSAS 18002, ISO 22000, ISO 27001, Reg. EMAS, ISO 19011,

Dettagli

GROUP OVERVIEW CORPORATE ACCOUNTS. VIGILANZA Uomini e tecnologie al tuo servizio 24 ore su 24

GROUP OVERVIEW CORPORATE ACCOUNTS. VIGILANZA Uomini e tecnologie al tuo servizio 24 ore su 24 VIGILANZA Uomini e tecnologie al tuo servizio 24 ore su 24 IMPIANTI DI SICUREZZA Sicurezza integrale per la tua azienda GROUP OVERVIEW CORPORATE ACCOUNTS INVESTIGAZIONI E INTELLIGENCE Nessuna zona d ombra

Dettagli

La sicurezza in banca: un assicurazione sul business aziendale

La sicurezza in banca: un assicurazione sul business aziendale Convegno Sicurezza 2003 Roma, ABI - Palazzo Altieri 28 maggio La sicurezza in banca: un assicurazione sul business aziendale Elio Molteni, CISSP-BS7799 Bussiness Technologist, Security Computer Associates

Dettagli

La sicurezza al di là del firewall. INTOIT Networks srl Via Gaslini 2 20052 Monza (MI) Tel. +39 039.833.749 http://www.intoit.it sales@intoit.

La sicurezza al di là del firewall. INTOIT Networks srl Via Gaslini 2 20052 Monza (MI) Tel. +39 039.833.749 http://www.intoit.it sales@intoit. La sicurezza al di là del firewall INTOIT Networks srl Via Gaslini 2 20052 Monza (MI) Tel. +39 039.833.749 http://www.intoit.it sales@intoit.it Una famiglia di prodotti Retina Network Security Scanner

Dettagli

nova systems roma Company Profile Business & Values

nova systems roma Company Profile Business & Values nova systems roma Company Profile Business & Values Indice 1. CHI SIAMO... 3 2. I SERVIZI... 3 3. PARTNERS... 3 4. REFERENZE... 4 4.1. Pubblica Amministrazione... 4 4.2. Settore bancario... 7 4.3. Servizi

Dettagli

Come le Imprese Chimiche possono applicare, con successo, gli strumenti finanziari per l Efficienza Energetica

Come le Imprese Chimiche possono applicare, con successo, gli strumenti finanziari per l Efficienza Energetica Come le Imprese Chimiche possono applicare, con successo, gli strumenti finanziari per l Efficienza Energetica Gennaio 2014 L'Organizzazione Federchimica è la Federazione Nazionale dell Industria Chimica,

Dettagli

BUSINESS ASSURANCE DNV GL SAFER, SMARTER, GREENER. 15 October, 2014 DNV GL 2013

BUSINESS ASSURANCE DNV GL SAFER, SMARTER, GREENER. 15 October, 2014 DNV GL 2013 BUSINESS ASSURANCE DNV GL 1 15 October, 2014 SAFER, SMARTER, GREENER Chi siamo SUSTAINABLE BUSINESS PERFORMANCE Tra i principali Enti di certificazione a livello mondiale, DNV GL - Business Assurance supporta

Dettagli

REMIT - Chiarimenti e linee guida in merito all assolvimento dell obbligo di pubblicazione delle informazioni privilegiate

REMIT - Chiarimenti e linee guida in merito all assolvimento dell obbligo di pubblicazione delle informazioni privilegiate Allegato 1 REMIT - Chiarimenti e linee guida in merito all assolvimento dell obbligo di pubblicazione delle informazioni privilegiate 1. Premessa 1.1 Il Regolamento (UE) n. 1227/2011 del Parlamento europeo

Dettagli

Un'efficace gestione del rischio per ottenere vantaggi competitivi

Un'efficace gestione del rischio per ottenere vantaggi competitivi Un'efficace gestione del rischio per ottenere vantaggi competitivi Luciano Veronese - RSA Technology Consultant Marco Casazza - RSA Technology Consultant 1 Obiettivi della presentazione Dimostrare come

Dettagli

Authorised Economic Operator (AEO) Sicurezza sul sistema logistico. Silvia Nakos, Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008

Authorised Economic Operator (AEO) Sicurezza sul sistema logistico. Silvia Nakos, Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008 Authorised Economic Operator (AEO) Sicurezza sul sistema logistico Silvia Nakos, Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008 Premessa Analisi iniziale Pre-assessment modifiche Il percorso per

Dettagli

231 e Reati ambientali

231 e Reati ambientali 231 e Reati ambientali Aggiornamento del Modello 231: un possibile approccio per l aggiornamento dei Modelli, con focus sui Sistemi di Gestione Integrati 1 Indice Conoscere gli aspetti ambientali e i connessi

Dettagli

(CAI) e ISO/IEC 17799: un metodo di verifica

(CAI) e ISO/IEC 17799: un metodo di verifica 1/50 Centrale d Allarme d Interbancaria (CAI) e ISO/IEC 17799: un metodo di verifica Roma, 25 novembre 2003 Agatino Grillo, CISA, CISSP EUROS Consulting 2/50 Sommario CAI - Centrale d Allarme Interbancaria

Dettagli

L evoluzione dei sistemi di controllo e la pianificazione per la gestione degli impianti di produzione Auditorium CESI - Milano 18 Marzo 2003

L evoluzione dei sistemi di controllo e la pianificazione per la gestione degli impianti di produzione Auditorium CESI - Milano 18 Marzo 2003 Torna al programma Ing. Antonio De Bellis Ing. Franco Gatti L evoluzione dei sistemi di controllo e la pianificazione per la gestione degli impianti di produzione Auditorium CESI - Milano 18 Marzo 2003

Dettagli

IL FUTURO DEI SISTEMI DI GESTIONE ISO 9004:2008, ISO 26000:2008 e BS PAS 99. Emanuele Riva Funzionario Tecnico SINCERT

IL FUTURO DEI SISTEMI DI GESTIONE ISO 9004:2008, ISO 26000:2008 e BS PAS 99. Emanuele Riva Funzionario Tecnico SINCERT Via Saccardo, 9 I-20134 MILANO Tel.: + 39 022100961 Fax: + 39 0221009637 Sito Internet: www.sincert.it E-mail: sincert@sincert.it Relazione SINCERT Milano, Settembre 2006 IL FUTURO DEI SISTEMI DI GESTIONE

Dettagli

SPiCE3 Sectoral Platform in Chemicals for Energy Efficiency Excellence

SPiCE3 Sectoral Platform in Chemicals for Energy Efficiency Excellence SPiCE3 Sectoral Platform in Chemicals for Energy Efficiency Excellence "Ridurre i consumi con l Efficienza Energetica: gli Audits gratuiti con il Progetto SPICE 3 ". Programma Energia 2014: «L evoluzione

Dettagli

Teleimpianti S.p.A. è fornitore in ambito nazionale di società multinazionali presenti nella lista Fortune 100.

Teleimpianti S.p.A. è fornitore in ambito nazionale di società multinazionali presenti nella lista Fortune 100. è un azienda presente nel panorama industriale italiano fin dal 1974. Oggi è una società di ingegneria, system integrator specializzato nella progettazione, installazione e manutenzione di sistemi di comunicazione,

Dettagli

Associazione Italiana Information Systems Auditors

Associazione Italiana Information Systems Auditors Associazione Italiana Information Systems Auditors Agenda AIEA - ruolo ed obiettivi ISACA - struttura e finalità La certificazione CISA La certificazione CISM 2 A I E A Costituita a Milano nel 1979 Finalità:

Dettagli

Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: Mauro Annunziato

Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: Mauro Annunziato Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: la ricerca europea e gli approcci applicativi Mauro Annunziato Coordinatore Smart Cities ed Ecoindustria Città sostenibili Energia, Ambiente, Trasporti Società

Dettagli

Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit. opportunità di innovazione Andrea Costa

Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit. opportunità di innovazione Andrea Costa Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit opportunità di innovazione Andrea Costa Le sfide di Europa 2020 3 direttrici Smart Growth Sviluppo di un economia basata su innovazione e conoscenza. Sviluppo

Dettagli

Sessione di Studio AIEA-ATED. La gestione del rischio informatico nel framework dei rischi operativi

Sessione di Studio AIEA-ATED. La gestione del rischio informatico nel framework dei rischi operativi Sessione di Studio AIEA-ATED La gestione del rischio informatico nel framework dei rischi operativi 24 Novembre 2014 Agenda La gestione del rischio operativo nel Gruppo ISP La gestione degli eventi operativi

Dettagli

I N F I N I T Y P R O J E C T SAFETY SOLUTION

I N F I N I T Y P R O J E C T SAFETY SOLUTION I N F I N I T Y P R O J E C T SAFETY SOLUTION SAFETY SOLUTION I VANTAGGI GI Base dati unica ed integrata La base dati unica a tutti gli applicativi della suite HR Zucchetti è una caratteristica che nessun

Dettagli

Elementi di Sicurezza e Privatezza

Elementi di Sicurezza e Privatezza Elementi di Sicurezza e Privatezza Proteggere dati e sistemi: aspetti organizzativi Lez. 15-16 1 I documenti di riferimento 2 Le politiche di sicurezza Per poter mettere in sicurezza il sistema informatico

Dettagli

Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities. Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011

Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities. Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011 Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011 Uso: Riservato Outline Introduzione Le Smart Grids e Smart Cities Progetti Smart Grids di Enel

Dettagli

L esperienza di Syngenta per gestire la security nella supply chain e i criteri aziendali nella scelta dei fornitori logistici

L esperienza di Syngenta per gestire la security nella supply chain e i criteri aziendali nella scelta dei fornitori logistici L esperienza di Syngenta per gestire la security nella supply chain e i criteri aziendali nella scelta dei fornitori logistici Milano, 07 Aprile 2014 Pietro Codazza Syngenta: unico gruppo interamente dedicato

Dettagli

ICT RISK MANAGEMENT. Società KAPPA. Introduzione

ICT RISK MANAGEMENT. Società KAPPA. Introduzione ICT RISK MANAGEMENT Società KAPPA Introduzione Carlo Guastone, Convegno AIEA Analisi dei rischi, Verona 26 maggio 2006 APPROCCIO ALLA GESTIONE DEL RISCHIO Definizioni Metodologie per il Risk Management

Dettagli

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti.

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti. ERRATA CORRIGE N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) DEL 31 luglio 2009 NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) TITOLO Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti Punto della norma Pagina Oggetto

Dettagli

Pacchetto Unione dell Energia

Pacchetto Unione dell Energia Pacchetto Unione dell Energia Audizione presso le Commissioni riunite del Senato 10ª (Attività produttive, commercio e turismo) e 13ª (Territorio, ambiente, beni ambientali) Aldo Chiarini Amministratore

Dettagli

Capacità Tecnologiche per l Homeland Security: la piattaforma G8 e le infrastrutture critiche Milano, 5 Febbraio 2010

Capacità Tecnologiche per l Homeland Security: la piattaforma G8 e le infrastrutture critiche Milano, 5 Febbraio 2010 Capacità Tecnologiche per l Homeland Security: la piattaforma G8 e le infrastrutture critiche Milano, 5 Febbraio 2010 Ing. Francesco Vinelli Ingegneria Grandi Sistemi 2009 SELEX Sistemi Integrati Confidential

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

ISO/IEC 27001 Versioni a confronto: 2005 vs 2013

ISO/IEC 27001 Versioni a confronto: 2005 vs 2013 ISO/IEC 27001 Versioni a confronto: 2005 vs 2013 Introduzione Il primo ottobre 2015 la normativa ISO/IEC 27001: 2005 verrà definitivamente sostituita dalla più recente versione del 2013: il periodo di

Dettagli

Cloud Computing - Soluzioni IBM per. Giovanni De Paola IBM Senior Consultant 17 Maggio 2010

Cloud Computing - Soluzioni IBM per. Giovanni De Paola IBM Senior Consultant 17 Maggio 2010 Cloud Computing - Soluzioni IBM per Speaker l Homeland Name Security Giovanni De Paola IBM Senior Consultant 17 Maggio 2010 Agenda 2 Il valore aggiunto del Cloud Computing per Homeland Security e Difesa

Dettagli

Sinottico. Cobit 4.0 ISO 27001 (AS/NZS 4360 NIST 800-300)

Sinottico. Cobit 4.0 ISO 27001 (AS/NZS 4360 NIST 800-300) Sinottico Cobit 4.0 ISO 27001 (AS/NZS 4360 NIST 800-300) Indice generale Cobit 4.0...2 Pianificazione...2 Organizzazione...2 Acquisizione...3 Implementazione...3 Rilascio...4 Supporto...4 Monitoraggio/Valutazione...5

Dettagli

IT Risk-Assessment. Assessment: il ruolo dell Auditor nel processo. Davide SUSA - ACSec AIIA - Consigliere del Chapter di Roma

IT Risk-Assessment. Assessment: il ruolo dell Auditor nel processo. Davide SUSA - ACSec AIIA - Consigliere del Chapter di Roma IT Risk-Assessment Assessment: il ruolo dell Auditor nel processo. AIIA - Consigliere del Chapter di Roma Agenda Overview sul Risk-Management Il processo di Risk-Assessment Internal Auditor e Risk-Management

Dettagli

PADLOck. Progetto di Adeguamento Dei Livelli di sicurezza delle farmacie Ospedaliere contro il rischio di furti e definizione di standard tecnici.

PADLOck. Progetto di Adeguamento Dei Livelli di sicurezza delle farmacie Ospedaliere contro il rischio di furti e definizione di standard tecnici. PADLOck Progetto di Adeguamento Dei Livelli di sicurezza delle farmacie Ospedaliere contro il rischio di furti e definizione di standard tecnici. Versione 05 Data : 27-05-2014 Ver. 05 del 27/05/2014 Pag.

Dettagli

Salute e sicurezza: una priorità per tutte le organizzazioni. Lo standard OHSAS 18001 può aiutarvi a gestire al meglio i rischi.

Salute e sicurezza: una priorità per tutte le organizzazioni. Lo standard OHSAS 18001 può aiutarvi a gestire al meglio i rischi. Salute e sicurezza: una priorità per tutte le organizzazioni. Lo standard OHSAS 18001 può aiutarvi a gestire al meglio i rischi. BSI vi aiuta a gestire i rischi e ad accrescere il benessere aziendale.

Dettagli

Corsi di Formazione. Le Metodologie Six Sigma applicate all Efficienza Energetica: formazione e risultati nella Filiera Chimica.

Corsi di Formazione. Le Metodologie Six Sigma applicate all Efficienza Energetica: formazione e risultati nella Filiera Chimica. Corsi di Formazione Le Metodologie Six Sigma applicate all Efficienza Energetica: formazione e risultati nella Filiera Chimica Immagini: Fotolia Gli Organizzatori Federchimica è la Federazione Nazionale

Dettagli

L evoluzione del Processo di Enterprise Risk Management nel Gruppo Telecom Italia

L evoluzione del Processo di Enterprise Risk Management nel Gruppo Telecom Italia GRUPPO TELECOM ITALIA Roma, 17 giugno 2014 L evoluzione del Processo di Enterprise Risk Management nel Gruppo Telecom Italia Dirigente Preposto ex L. 262/05 Premessa Fattori Esogeni nagement - Contesto

Dettagli

STT e BS7799: traguardo ed evoluzione in azienda

STT e BS7799: traguardo ed evoluzione in azienda STT e BS7799: traguardo ed evoluzione in azienda Ada Sinigalia Anita Landi XVIII Convegno Nazionale di Information Systems Auditing "25 anni di Audit: l'evoluzione di una professione" Cortona, 20 maggio

Dettagli

Costi energetici in aumento? Lo standard ISO 50001 li tiene sotto controllo.

Costi energetici in aumento? Lo standard ISO 50001 li tiene sotto controllo. Costi energetici in aumento? Lo standard ISO 50001 li tiene sotto controllo. Fate il pieno di BSI. Il nostro know-how può trasformare la vostra azienda. Per oltre un secolo abbiamo combattuto la resistenza

Dettagli

Tecnologie e Metodologie per la gestione del rischio IT

Tecnologie e Metodologie per la gestione del rischio IT 26/05/2009 Tecnologie e Metodologie per la gestione del rischio IT Giovanni Zanetti - Pride Spa Servizi Infrastrutturali & Outsourcing Cosa è il Risk Management? Il processo di identificazione, controllo,

Dettagli

SPiCE 3 Sectoral Platform in Chemicals for Energy Efficiency Excellence

SPiCE 3 Sectoral Platform in Chemicals for Energy Efficiency Excellence SPiCE 3 Sectoral Platform in Chemicals for Energy Efficiency Excellence «3 Sessione: Informare le imprese su come misurare e valorizzare l'efficienza Energetica» "Il Progetto SPICE 3 : uno strumento manageriale

Dettagli

Servizi e Prodotti per la Sicurezza Aziendale. Il Gruppo BELLUCCI

Servizi e Prodotti per la Sicurezza Aziendale. Il Gruppo BELLUCCI Il Gruppo BELLUCCI Con la creazione di una Suite Servizi & Prodotti Bellucci si propone di far fronte alle esigenze in materia di sicurezza individuate dall Azienda e che la stessa potrebbe riscontrare

Dettagli

Efficienza Energetica degli edifici: le nuove tecnologie. Ivan Mangialenti, Business Support Manager Milano, 25 Giugno 2014

Efficienza Energetica degli edifici: le nuove tecnologie. Ivan Mangialenti, Business Support Manager Milano, 25 Giugno 2014 Efficienza Energetica degli edifici: le nuove tecnologie e il ruolo di una grande Utility Ivan Mangialenti, Business Support Manager Milano, 25 Giugno 2014 Con oltre 170 di storia e una forte vocazione

Dettagli

Analisi dei Requisiti, Progettazione Preliminare ed Esecutiva di Grandi Sistemi Ingegneristici: Casi di Studio

Analisi dei Requisiti, Progettazione Preliminare ed Esecutiva di Grandi Sistemi Ingegneristici: Casi di Studio Seminario di Analisi dei Requisiti, Progettazione Preliminare ed Esecutiva di Grandi Sistemi Ingegneristici: Casi di Studio Corso di Ingegneria dei Sistemi Software e dei Servizi in Rete Parte 2. Caso

Dettagli

Informazioni Aziendali: Il processo di valutazione dei Rischi Operativi legati all Information Technology

Informazioni Aziendali: Il processo di valutazione dei Rischi Operativi legati all Information Technology Informazioni Aziendali: Il processo di valutazione dei Rischi Operativi legati all Information Technology Davide Lizzio CISA CRISC Venezia Mestre, 26 Ottobre 2012 Informazioni Aziendali: Il processo di

Dettagli

Cosa si intende per Sicurezza delle Informazioni? Quali sono gli obiettivi di un processo per la Sicurezza delle Informazioni?

Cosa si intende per Sicurezza delle Informazioni? Quali sono gli obiettivi di un processo per la Sicurezza delle Informazioni? Cosa si può fare? LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI Cosa si intende per Sicurezza delle Informazioni? La Sicurezza delle Informazioni nell impresa di oggi è il raggiungimento di una condizione dove i rischi

Dettagli

La logistica nel settore della distribuzione dei prodotti chimici

La logistica nel settore della distribuzione dei prodotti chimici La logistica nel settore della distribuzione dei prodotti chimici Giorgio Bonetti - Presidente AssICC Quarta conferenza sulla logistica Roma, 27 giugno 2007 La presenza dei soci AssICC in Italia (sedi

Dettagli

Data Center Telecom Italia: qualità e sicurezza integrate nella gestione dei servizi IT. Marco La Manna IT Governance Telecom Italia

Data Center Telecom Italia: qualità e sicurezza integrate nella gestione dei servizi IT. Marco La Manna IT Governance Telecom Italia Data Center Telecom Italia: qualità e sicurezza integrate nella gestione dei servizi IT Marco La Manna Agenda IT Telecom Principali strumenti di gestione Lo scenario di riferimento Piano Triennale per

Dettagli

Caro Babbo Natale... Alessio L.R. Pennasilico - apennasilico@clusit.it. 3 Ottobre 2013 Security Summit Verona

Caro Babbo Natale... Alessio L.R. Pennasilico - apennasilico@clusit.it. 3 Ottobre 2013 Security Summit Verona Caro Babbo Natale... Alessio L.R. Pennasilico - apennasilico@clusit.it 3 Ottobre 2013 Security Summit Verona $ whois -=mayhem=- Security Evangelist @ Members of: Associazione Informatici Professionisti,

Dettagli

Corporate profile Via A. Carrante 1/F - 70124 BARI tel. 080.21 49 681 - fax 080.21 40 682 www.mastergroupict.com info@mastergroupict.

Corporate profile Via A. Carrante 1/F - 70124 BARI tel. 080.21 49 681 - fax 080.21 40 682 www.mastergroupict.com info@mastergroupict. Corporate profile Chi siamo MasterGroup ICT è un Azienda globale di Formazione e Consulenza ICT che supporta l evoluzione delle competenze individuali e l innovazione delle organizzazioni. Si propone al

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA SICUREZZA INFORMATICA NELLE PMI

LINEE GUIDA PER LA SICUREZZA INFORMATICA NELLE PMI LINEE GUIDA PER LA SICUREZZA INFORMATICA NELLE PMI Linee guida per la Sicurezza Informatica nelle PMI La presente ricerca costituisce il primo aggiornamento dello studio: La criminalità informatica e i

Dettagli

LA SORVEGLIANZA DEGLI IMPIANTI A RISCHIO DI INCIDENTE RILEVANTE

LA SORVEGLIANZA DEGLI IMPIANTI A RISCHIO DI INCIDENTE RILEVANTE LA SORVEGLIANZA DEGLI IMPIANTI A RISCHIO DI INCIDENTE RILEVANTE D. Barone Studio db Milano M. Messina ANIA Milano CONVEGNO 3ASI C/O ISA ROMA 22 23 NOVEMBRE 2005 SOMMARIO Dopo l attentato alle Torri Gemelle

Dettagli

IL PROCUREMENT SULLA NUVOLA ; IL CASO FERROVIE DELLO STATO Alessandro Musumeci. Direttore Centrale Sistemi Informativi

IL PROCUREMENT SULLA NUVOLA ; IL CASO FERROVIE DELLO STATO Alessandro Musumeci. Direttore Centrale Sistemi Informativi IL PROCUREMENT SULLA NUVOLA ; IL CASO FERROVIE DELLO STATO Alessandro Musumeci Direttore Centrale Sistemi Informativi 1927 Gli albori dell informatica Gli impianti meccanografici delle Ferrovie dello Stato

Dettagli

Analisi dei rischi e gestione della sicurezza ICT

Analisi dei rischi e gestione della sicurezza ICT Analisi dei rischi e gestione della sicurezza ICT Relatore - Dr. Oreste Romei I driver della sicurezza ICT In ragione della sua natura di Pubblica Amministrazione al servizio del cittadino, di altre pubbliche

Dettagli

Insight. Gestire e comunicare la crisi: un caso di successo. N. 24 Maggio 2009

Insight. Gestire e comunicare la crisi: un caso di successo. N. 24 Maggio 2009 Insight N. 24 Maggio 2009 Gestire e comunicare la crisi: un caso di successo Il termine crisi suggerisce istintivamente un momento, nella vita di una persona o di un azienda, dalle conseguenze non prevedibili

Dettagli

Company profile. Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole. Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less

Company profile. Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole. Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less Company profile Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole Business Consultant S.r.l. Via La Cittadella, 102/G 93100 Caltanissetta

Dettagli

Omron Water Energy Day. Marco Vecchio ANIE Automazione

Omron Water Energy Day. Marco Vecchio ANIE Automazione Omron Water Energy Day Marco Vecchio ANIE Automazione Federazione ANIE Federazione Nazionale Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche 13 Associazioni Oltre 1.200 Aziende Membro permanente di Confindustria

Dettagli

Sicurezza e Internet 02

Sicurezza e Internet 02 Sicurezza e Internet 02 La Sicurezza Gli argomenti inerenti la sicurezza sono generalmente raggruppabili all interno delle seguenti aree: 1. Sicurezza Fisica 2. Sicurezza Logica 3. Sicurezza Organizzativa

Dettagli