AEV STARGATE AEV STARGATE. Stereo coder & Radio Data System

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AEV STARGATE AEV STARGATE. Stereo coder & Radio Data System"

Transcript

1 AEV STARGATE Stereo coder & Radio Data System Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 1

2 Garanzia La garanzia è di 2 anni data fattura franco fabbrica. La garanzia non copre i guasti dovuti a negligenza, dovuti a cause naturali e i materiali soggetti ad usura nonche' la mano d'opera ed il trasporto. La garanzia decade in caso di manomissione dell'apparato. Supporto Tecnico Se avete la necessità di avere spiegazioni tecniche, contattate l'aev SERVICE e preparatevi per essere chiari nella descrizione del Vostro problema. Scrivetevi il numero di matricola del Vostro apparato che potete trovare sulla targhetta AEV attaccata al dispositivo, in quanto questa è la prima informazione che dovete fornire. Indirizzo mail: Service In caso di problemi che dovessero insorgere all'installazione dell'apparato, vi raccomandiamo di verificare attentamente le spiegazioni contenute in questo manuale e la corretta installazione. Se non siete ancora in grado di risolvere il problema, contattate il supporto tecnico AEV SERVICE, per avere chiarimenti. Se il problema è semplice può essere sufficiente una spiegazione telefonica. Vi raccomandiamo inoltre di allegare all'apparato una spiegazione dettagliata del difetto riscontrato o del tipo di manutenzione richiesta ed eventualmente il nome della persona con cui si è parlato all'aev SERVICE. AEV non accetterà materiale in riparazione con oneri di trasporto a proprio carico, in questo caso il materiale sarà rifiutato. Istruzioni per la spedizione In caso di spedizione dell'apparecchiatura all'aev, utilizzate esclusivamente l'imballo originale poichè solo in questo caso avrete la certezza che l'apparecchiatura non subirà shock nel trasporto. Se non avete conservato l'imballo originale vi consigliamo di richiedercene un'altro. Se volete spedirci l'apparato con un imballo diverso, abbiate cura di effettuare un doppio imballo, tra i due interponete del materiale morbido, questo serve ad assorbire i colpi che vengono ricevuti durante il trasporto. Riportate sul pacco in rosso la parola: FRAGILE. Avvertenze ATTENZIONE, leggere attentamente le avvertenze contenute nel seguente paragrafo in quanto forniscono importanti indicazioni riguardanti la sicurezza, l'installazione, l'uso e la manutenzione dell'apparato. Il non adempimento delle norme o degli avvertimenti specifici riportati in questo manuale vìola le norme di sicurezza di disegno, cost ruzione e uso di questo apparato. Futurcom declina ogni responsabilità nel caso non venga rispettata anche solo una parte delle seguenti prescrizioni. Futurcom declina ogni responsabilità nel caso l'utilizzatore finale rivenda il prodotto. L'impiego è rivolto a personale in grado di potere utilizzare questo apparato e si presuppone che lo stesso sia conoscenza delle seguenti prescrizioni. Conservare con cura questo manuale per ogni ulteriore consultazione, esso deve essere custodito nelle vicinanze dell'apparato stesso e di facile rintracciabilità. Dopo aver tolto l'imballo assicurarsi dell'integrità dell'apparato. Evitare shock meccanici che possano danneggiare l'apparato. Gli elementi dell'imballo (sacchetti di plastica, polistirolo, chiodi, ecc.) non devono essere lasciati alla portata dei bambini in quanto potenziali font i di per icolo. Evitare di utilizzare l'apparecchiatura in luoghi dove sia presente una temperatura non compresa nell'intervallo ammesso dalle caratteristiche tecniche dichiarate. Prima di collegare l'apparato accertarsi che i dati di targa siano rispondenti a quelli della rete di distribuzione elettrica (la targa è posta sul contenitore dell'apparato). Non rimuovere per alcun motivo la targhetta adesiva applicata sull'apparecchio contenente i dati essenziali di macchina e la matricola. Per il collegamento alla rete di alimentazione utilizzare esclusivamente il cavo di rete venduto insieme all'apparato. Questo apparato dovrà essere destinato all'uso per il quale è stato espressamente concepito. Ogni altro uso dell'apparato è da considerarsi improprio e quindi potenzialmente pericoloso a persone, animali o cose. Il costruttore non può essere considerato responsabile per eventuali Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 2

3 danni derivanti da usi impropri, erronei ed irragionevoli. L'uso di qualsiasi apparato elettrico comporta l'osservanza di alcune regole fondamentali. In particolare: - Non toccare l'apparato con parti del corpo bagnate e/o umide. - L'apparato non deve essere esposto a stillicidio e/o spruzzi d'acqua. - Non usare l'apparato nelle vicinanze di fonti di calore intenso ed in presenza di materiali esplosivi. - Non tentare di introdurre alcun oggetto estraneo all'interno dell'apparato. - Non permettere che l'apparato sia usato da bambini e/o da personale impreparato. Prima di effettuare qualsiasi operazione di pulizia e/o manutenzione esterna, disinserite l'apparato dalla rete di alimentazione elettrica ed attendere almeno 2 secondi come prescritto dalle normative che regolamentano la sicurezza. In caso di guasto e/o di anomalo funzionamento dell'apparato è obbligo spegnerlo, disconnettere l'alimentazione, non manometterlo e rivolgersi al rivenditore. Non tentare di fare alcun tipo di riparazione e/o regolazione che preveda la rimozione di coperchi o l'estrazione di schede. La rottura del fusibile interno all'alimentatore è sintomo di un guasto generale dell'alimentatore stesso; la sua sostituzione non è consentita se non da personale specializzato e autorizzato. Si consiglia di rivolgersi direttamente al rivenditore. Per eventuali riparazioni rivolgersi direttamente al rivenditore e richiedere che vengano utilizzati ricambi originali. Il mancato rispetto di quanto sopra può compromet tere la sicurezza dell'apparato. L'apparato deve essere collegato alla rete di alimentazione munita di linea di terra regolamentare ed efficiente. L'esecuzione dell'impianto elettrico deve essere conforme alle norme C.E.I "Norme degli impianti elettrici negli edifici civili". In fase di installazione è tassativo prevedere uno spazio libero intorno all'apparecchio di almeno 1 cm per garantire un adeguata areazione. N.B. L'apparato è costruito a regola d'arte. L'affidabilità elettrica e meccanica sarà mantenuta efficiente se verrà fatto un uso corretto dell'apparato e rispettate le prescrizioni di manutenzione ove previste. L'installazione deve essere fatta in modo da poter garantire un facile accesso al cavo di alimentazione. Il dispositivo di sezionamento dell'apparato è il cavo di alimentazione. Occorre pertanto scollegarlo dall'apparato ogni qual volta si voglia fare qualsiasi tipo di manutenzione. Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 3

4 Sommario Garanzia....2 Supporto tecnico...2 Riparazioni Istruzioni per la spedizione...2 Avvertenze... 2 Sommario... 4 Introduzione Generalità... 5 Prima accensione... 5 Descrizione comandi Pannello frontale... 5 Pannello posteriore Regolazioni MultiCoder Input level Pre-emphasi...6 Baudrate RS Pilot level Pilot fase... 6 L and R (Left and Right Enable) Mono / Stereo Mode... 7 Regolazione livello Uscita Regolazione segnale RDS Livello uscita SCA... 7 Configurazione e connessione in/out Connessioni Ingressi/Uscite....7 Posizionamento dello STARGATE Descrizione generale sul servizio RDS... 8 RDS radiodata Prestazioni RDS...11 Applicazioni...12 Descrizione generale...12 Definizione dei termini...13 Program Identifier (PI)...13 Program Service name (PSN) Traffic Program identifier (TP)...13 Alternative Frequency list (AF)...13 Traffic Announcement identifier (TA)...13 Program Type (PTY)...13 Decoder Identifier (DI)...13 Music / Speech (M/S)...13 Program Identification Number (PIN)...13 Radiotext (RT)...13 Other Network information (EON)...13 Transparent Data Channel (TDC)...13 Clock Time (CT)...13 Fast basic tuning and switching information...13 Traffic Message Channel...14 Enanched Other Network (EON)...14 Linkage Information (LI)...14 Lenguage Identification Code (LIC)...14 Extended Country Code (ECC)...14 Application Identifications (AI) Program Type Name (PTN) I Collegamenti Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 4

5 Porta seriale RS PC software Specifiche elettriche INPUT STEREO Generator RDS Generator Data Syncrhonization Remote I/O Dati Generali...31 Connessione PC - RS Sample connection Remote Jumper & Dip Setting Preset dip...32 Setup dip...32 Introduzione Generalità STARGATE e un codificatore stereo digitale ed RDS in grado di interfacciarsi con qualsiasi trasmettitore abitualmente utilizzato in ogni parte del mondo. Il MULTI CODER STARGATE (generatore stereo ed RDS) utilizza un circuito a controllo digitale per produrre un sistema con caratteristiche eccellenti, una grande stabilità, e un controllo assoluto del segnale: sono regolabili i livelli di ampiezza e fase per ottenere il massimo adattamento con tutti i sistemi di trasmissione ed ottimizzare al meglio il livello di separazione stereo. Il setup RDS è possibile anche attraverso programmazione via satellite. Prima accensione Per utilizzare in modo corretto Stargate è necessario leggere attentamente il manuale d uso. 1. Il codificatore STARGATE deve essere installato da personale qualificato. I collegamenti fra gli apparati devono essere i più corti possibile in quanto, gli elementi reattivi del cavo di connessione, creano sul segnale multiplex rotazioni di fase non omogenee nello spettro di frequenze trasmesso. Tutto questo si traduce in un degrado, anche notevole, della separazione stereofonica. Si raccomanda quindi di non utilizzare cavi di collegamento di lunghezza superiore a 3 metri. 2. Posizionare il codificatore lontano da fonti eccessive di calore. Evitare inoltre luoghi umidi, con temperature estreme. 3. Accertarsi che la tensione di rete utilizzata, sia quella del MultiCoder STARGATE prima di collegare il cavo di alimentazione fornito in dotazione ad una presa. 4. Eseguire accuratamente le connessioni di ingresso e di uscita del codificatore in quanto nella maggioranza dei casi, ronzii e rumori di fondo sono proprio dovuti ad una scarsa cura nell effettuare i collegamenti. 5. Non pulire mai l unità usando alcool o solventi chimici che potrebbero danneggiare le finiture. 6. In caso di guasti all apparato, spegnerlo e contattare il centro assistenza AEV. 7. Conservare il presente manuale per ottenere consigli ed evitare possibili errori durante l impiego La mancata osservanza dei punti sopraelencati, fa immediatamente decadere ogni forma di garanzia. Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 5

6 Descrizione e intervento dei comandi Pannello frontale 1. Led di segnalazione Power On/Off 2. Pulsante per l attivazione del pilota 19 KHz e led di visualizzazione 3. Pulsante per l attivazione MODE MONO / STEREO e led di visualizzazione 5. Led di segnalazione RDS ON 6. Pulsante per l inserzione del cicruito di compensazione di overshoot 7. Pulsante per l inserzione del canale destro e led di visualizzazione 8. Pulsante per l inserzione del canale sinistro e led di visualizzazione 9. Level-meter Pannello posteriore 1. Interruttore On/Off 2. Vaschetta di rete MAIN 3. Connettore Remote per il telecomando 4. Dip-Switch settaggio baudrate seriale RS Connettore RS Uscita segnale RDS Regolazione fase pilota Regolazione livello RDS 7. Uscita segnale composito Regolazione livello 8. Ingresso/Uscita segnale 19 KHz per sincronizzazione con sistemi esterni 9. Ingresso per segnale SCA Regolazione livello SCA 10. Ingresso canale sinistro Regolazione livello 11. Ingresso segnale audio digitale AES/EBU 12. Ingresso canale destro Regolazione livello Regolazioni Multi Coder Input level e la regolazione del segnale di ingresso; viene effettuata mediante due trimmer multigiri. L ingresso accetta segnali da - 10 a + 10 dbu. Preenfasi I settaggi per la preenfasi sono settabili tramite i dip-switch "PRESET": PREENFASI ON 50 µsec standard EUROPEO ON 75 µsec standard AMERICANO OFF Vedere nella sezione Technical Data. Baudrate RS 232 Il setup del baudrate della seriale deve essere effettuato attraverso una i Dip-Switch posti nel pannello posteriore "PRESET". Pilot level E il controllo di livello del segnale pilota, questo è un livello relativo all ampiezza del segnale MPX. L escursione puó variare dal 4 al 12% del livello ottimale (-20dB rispetto 0dBu del segnale MPX, questo per definizione è il 10% del segnale che produce una deviazione di ±75 KHz). Pilot fase E il controllo di fase del segnale pilota 19 KHz. Questo controllo consente di ottimizzare la separazione stereofonica correggendo eventuali sfasamenti introdotti dalle linee di trasmissione. Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 6

7 Per ottimizzare la separazione stereofonica, nel caso non si possegga un decoder professionale di misura, si può utilizzare un ricevitore con buone caratteristiche di separazione procedendo nel seguente modo: 1. applicare un segnale musicale agli ingressi di STARGATE 2. disabilitare un canale per esempio il left 3. sul ricevitore è presente il segnale solo su un canale. 4. annullare il canale sul ricevitore con il segnale e aumentare il livello dell altro che si riceve con il residuo di nota. 5. minimizzarlo agendo sulla fase del pilota; la taratura termina quando si raggiunge il minimo segnale di diafonia. 6. occorre a questo punto riportarsi nelle condizioni di trasmissione normale e cioè: switch LEFT premuto. Ripetere le operazioni sopra descritte anche per l altro canale fino ad ottenere il miglior compromesso di separazione per entrambi i canali. L and R ( Left and Right Enable) Sono i comandi di abilitazione dei canali L e R nel codificatore Premere lo switch per abilitare i canali L / R; l abilitazione è segnalata dall accensione del relativo led Mono / Stereo Mode E il comando di abilitazione del modulatore del codificatore. Premendo lo switch STEREO si può cambiare lo stato da MONO a STEREO. Nella posizione mono viene automaticamente disabilitata la sottoportante a 19 KHz e dispone i canali per la condizione (L + R) / 2. Output level Output level è la regolazione del segnale di uscita; viene effettuata mediante un trimmer multigiro. L uscita MPX è regolabile da 0 a + 12 dbu. L uscita RDS è regolabile da - infinito a -16 dbu. L uscita deve essere regolata in modo da avere la massima deviazione consentita sul trasmettitore. RDS level RDS level è la regolazione del segnale RDS; questa viene effettuata mediante un trimmer multigiro. L uscita RDS è regolabile da - infinito a -16 dbu. SCA input level Valgono le considerazioni fatte per il paragrafo precedente tranne che per il range che in questo caso ha un escursione da + 6 dbu a - 14 dbu. Configurazioni e collegamenti in/ out Collegamenti Per i collegamenti di ingresso/uscita si raccomanda di utilizzare sempre un cavo morbido di ottima qualità con buona schermatura. Occorre inoltre verificare sempre il buon funzionamento dell impianto di terra e che nei collegamenti audio tra gli apparati TERRA e MASSA siano separate onde evitare fastidiosi ronzii. Ingressi / Uscite Gli ingressi XLR sono bilanciati elettronicamente attivi con impedenza di ingresso di 10 kω. Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 7

8 Il range di ingresso varia da -20 dbu a +10 dbu. L uscita è di tipo sbilanciata su connettore BNC situato sul pannello posteriore. Tale uscita può pilotare un impedenza di 50 o 75 ohm fino a 100 mt. di distanza effettuati con cavo coassiale RG 58 prima che si verifichi una qualsiasi degradazione apprezzabile del segnale composito. Il livello è regolabile da 0 a +12dBu. E' presente un ingresso che puo' accettare segnali SCA che puo' essere regolato tramite trimmer e va' in somma al segnale di uscita MPX. Sono inoltre presenti per le sincronizzazioni un ingresso o un uscita supplementari (selezionabile via dip-switch "PRESET"): 19 KHz IN 1 Vpp SqW ± 2 Hz per il sincronismo da coder esterni 19 KHz OUT 1 Vpp SqW per il sincronismo verso coder esterni. Posizionamento dello STARGATE La migliore posizione di STARGATE è il più vicino possibile al trasmettitore, in modo che la sua uscita possa essere collegata al trasmettitore mediante un percorso che introduca la minima variazione possibile alla forma d onda del segnale MPX. Le uscite buf fer izzate di STARGATE possono pilotare un Tx con una lunghezza di cavo fino a 100 mt. prima che si verifichi una qualsiasi degradazione apprezzabile del segnale MPX. Per garantire la massima qualità in trasmissione, tutte le apparecchiature impiegate devono essere attentamente allineate ed in grado di soddisfare gli standard appropriati per larghezza di banda, distorsione, ritardo dei treni d onda e stabilità di guadagno. Tali apparati devono venire riverificati ad intervalli di tempo ragionevoli; la sorgente deve essere a basso rumore, la risposta di frequenza più piatta possibile da Hz e bassa distorsione non lineare. Descrizione generale sul servizio RDS Si assiste attualmente in tutto il mondo ad un crescente interesse, sia da parte dell industria che degli Enti di radiodiffusione, per sistemi informativi che utilizzano un canale dati addizionale inserito nel programma radiofonico. L interesse per questi nuovi sistemi è inoltre accresciuto dalla continua evoluzione tecnologica dei ricevitori radiofonici che, con l introduzione dei circuiti integrati a larga scala e del microprocessore, ha consentito di semplificare alcune funzioni operative e di offrire nuove possibilità. Molte delle nuove possibilità si sviluppano nel campo della radiofonia a modulazione di frequenza dove, grazie alla larghezza di banda disponibile, è possibile inserire un canale dati addizionale in sottoportante in modo compatibile con la trasmissione stereofonica e completamente inudibile. Attraverso l interpretazione dei codici di identificazione di rete e di programma, trasmessi nel canale addizionale, è possibile facilitare la sintonia manuale del ricevitore, esigenza questa particolarmente sentita in radiofonia a modulazione di frequenza per il numero elevato e continuamente crescente di stazioni ricevibili, o addirittura renderla automatica, consentire la ricezione tempestiva di notiziari sul traffico ed espletare altre interessanti funzioni. In futuro, quando nell autoradio verrà incorporato il sintetizzatore vocale, sarà possibile trasmettere notiziari sul traffico (od altre informazioni) oltre che nel normale programma come avviene attualmente, anche nel canale dati addizionale, in modo continuo e del tutto indipendente dal programma principale. RDS - radiodata Questo sistema per la radiodiffusione di informazioni addizionali nei programmi mono/stereofonici della banda VHF/MF (87,5-107,5 MHz), rappresenta attualmente la soluzione tecnicamente più avanzata e, per vasta gamma di applicazioni possibili, l unica che abbia reali possibilità di essere adottata su base mondiale. Esso soddisfa i vari requisiti richiesti dai sistemi per la diffusione di informazioni addizionali nei programmi radiofonici, ossia: COMPATIBILI TÀ CON IL PROGRAMMA PRINCIPALE, MONO E STEREOFONICO; ASSENZA DI I NTERFERENZA ADDI ZIONALE VERSO I CANALI MF ADIACENTI ; AREA DI COPERTURA POSSIBILMENTE SUPERIORE A QUELLA DEL SERVIZIO MONOFONICO; COMPATIBILI TÀ CON ALTRI SISTEMI DI IDENTI FICAZI ONE, EVENTUALMENTE GIÀ IN ESERCIZIO. Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 8

9 Il Radiodata è il risultato del lavoro effettuato da un gruppo specialistico dell UER sulla base di cinque proposte formulate da Svezia, Olanda, Gran Bretagna, Finlandia e Francia. La superiorità di tale sistema risultava soprattutto dalla buona protezione contro gli errori di trasmissione, indispensabile per la ricezione in automobile, dalla facilità di recuperare la sincronizzazione di trama, dall elevata capacità trasmissiva, aperta ad applicazioni future e dalla flessibilità di impegno. In figura 1 è rappresentato il multiplex stereofonico contenente il segnale dati. Figura 1 Tale segnale è irradiato modulando in ampiezza a portante soppressa una sottoportante numerica della frequenza di 57 KHz (3 volte la pilota a 19 KHz) con una deviazione di ± 2 KHz della portante RF, ferma restando la deviazione massima di ± 75 KHz del multiplex composito audio/dati. La velocità di trasmissione dati è di 1187,5 bit/s, ed essendo codificato bifase produce uno spettro di ± 2KHz circa attorno a 57 KHz a cui si riferisce la modulazione a portante soppressa. La soppressione della portante è condizione necessaria per consentire la coesistenza con il segnale ARI, in quanto quest ultimo trasmette l informazione di segnale tramite una modulazione di ampiezza DSB a banda stretta (circa 250 Hz). Le forme d onda più significative del processo di modulazione sono rappresentate nella figura 2 qui di seguito riportata. Per evitare l ambiguità di fase nel recupero della sottoportante a 57 KHz, nel caso si adotti la Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 9

10 demodulazione coerente, il segnale dati binario viene preventivamente sottoposto a codifica differenziale e successivamente codificato in bifase. In figura 3 è visibile un particolare della sottoportante a 57 KHz modulata del segnale dati. Figura 3 Il sistema soddisfa i rapporti di protezione specificati dal CCIR per le emissioni mono e stereofoniche. La figura 4, mostra le curve dei rapporti di protezione relative ai tre servizi. Figura 4 Rapporto di protezione per la radiofonia FM ( deviazione max di frequenza: ± 75 KHz) Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 10

11 La struttura di trama del segnale dati è mostrata in figura 5. Figura 5 Struttura di banda base del Radiodata L elemento base è il gruppo contenente 104 bits. Ogni gruppo comprende quattro blocchi di 26 bits ciascuno, di cui 16 sono di informazione e 10 di protezione. Ciascun blocco è identificato direttamente tramite una specifica parola di 8 bits che viene sommata, modulo due, in trasmissione ai 10 bits di protezione. La trasmissione è totalmente sincrona e non esistono interruzioni fra gruppi e blocchi consecutivi. Ogni blocco è protetto mediante codice ciclico accorciato (26, 16) autosincronizzante, avente le proprietà principali seguenti: RIVELA TUTTI GLI ERRORI SINGOLI E DOPPI ; RIVELA PACCHETTI DI ERRORE DI LUNGHEZZA UGUALE O INFERIORE A 10 BITS; RIVELA CIRCA IL 9 9,8% DEI PACCHETTI DI ERRORE DI LUNGHEZZA SUPERIORE A 10 BITS. Il codice (26, 16) possiede inoltre buone capacità di correzione degli errori a pacchetti, che si presentano frequentemente nella ricezione in automobile. Possono infatti essere corretti tutti i pacchetti d errore con lunghezza massima di 5 bits. Come è noto, l effettuazione nella correzione degli errori in ricezione, implica una certa probabilità di accettare come corretto un messaggio affetto da errori, non rilevanti da codice. Si pone quindi il problema di scegliere fra una strategia a semplice rivelazione degli errori, con scarto del messaggio, o a correzione diretta degli errori, ed accettazione del messaggio. Dai risultati delle prove di ricezione effettuate in Svezia sembra che la strategia ottima di decodifica, sia per la ricezione domestica che in automobile, richieda la correzione degli errori singoli e degli errori doppi adiacenti e la rivelazione degli errori a pacchetti di ordine superiore. Lo sfruttamento delle caratteristiche del codice per la rivelazione o per la correzione degli errori è lasciato comunque alla scelta dei costruttori di ricevitori. Prestazioni RDS 50 PSN 100 AF LISTE RS 232 C DATA, ORA e CT RADIOTEXT TA - PTY - MS Fast tuning and switching information Traffic Message Channel Enhanced Other Network Linkage Information Lenguage Identification Code Extended Country Code Application Identifications Program Type Name Ingresso 19 KHz disponibile sul pannello posteriore Comandi TA - TA EON 0 - TA EON 1 - TA EON 2 - TA EON 3 - TA EON 4 - MS - RDS OFF - remoti disponibili sul pannello posteriore tramite connettore Cannon 25 poli Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 11

12 Abilitazione gruppi trasmessi (es. RDS - CT - RADIOTEXT - EON) Controllo dell anno bisestile Regolazione livello segnale RDS Applicazioni Il Radiodata (RDS) è stato sviluppato principalmente per trasmettere informazioni destinate alla sintonia, come l identificazione della rete radiofonica, e al controllo della rete radiofonica, e delle funzioni base dei ricevitori radio della nuova generazione, ma svolge anche le funzioni base dell ARI per la ricezione in automobile ed offre numerose interessanti possibilità per la ricezione domestica. E prevista, ad esempio, la possibilità di trasmettere informazioni di commento al programma principale, sotto forma di messaggi RADIOTEXT, ossia di un testo composto di caratteri alfanumerici (ASCII) da rappresentare su un visore integrato nel ricevitore, ed eventualmente da utilizzare per il controllo di sintetizzatori vocali, applicazione questa particolarmente interessante per le future autoradio. E possibile utilizzare il Radiodata anche per servizi di telematica radiodiffusa, come la diffusione ciclica di programmi per calcolatori domestici (Radiosoftware). Sarà così possibile superare gli inconvenienti delle attuali emissioni che richiedono l interruzione del programma principale, talvolta per un tempo piuttosto lungo, in modo da consentire la registrazione da parte dell utente dei programmi per i vari computer, trasmessi in sequenza. Descrizione Generale Definizione dei termini LE SOTTOELENCATE DEFINIZIONI SONO RELATIVE ALLE SPECIFICHE DI STANDARDIZZAZIONE PREVISTE DAL DOCUMENTO TECNICO EBU - TECH E E CENELEC PR EN Program Identifier ( PI ) Questa informazione è un codice che abilita il ricevitore a distinguere la nazione dalla quale il programma è trasmesso e la sua identificazione. L applicazione più importante di questa informazione è l abilitazione del ricevitore alla ricerca automatica delle frequenze alternative in caso di cattiva ricezione del programma sul quale il ricevitore è sintonizzato. Il passaggio alla nuova frequenza avviene quindi in presenza di un segnale migliore avente lo stesso codice di identificazione programma. Program Service name ( PSN) Questa funzione permette la trasmissione di messaggi della lunghezza massima di otto caratteri alfanumerici che, visualizzati sul display del ricevitore, forniscono all ascoltatore il nome della stazione radio sulla quale è sintonizzato e altre informazioni. Il nome del servizio (PS) non è utilizzato per la ricerca automatica. Traffic Program identifier ( TP) Questa è una funzione che identifica, commutando per esempio il colore del display del ricevitore, una stazione che trasmette annunci sul traffico destinati agli automobilisti. Lista delle frequenze alternative ( AF) Questa funzione permette di trasmettere liste contenenti ognuna 25 frequenze alternative.il ricevitore può quindi commutare automaticamente sulla migliore frequenza di ricezione dell emittente. Identificazione annunci sul traffico ( TA) Quando questa funzione è abilitata dall emittente, si avrà, sull autoradio, la commutazione automatica dell ascolto dal lettore di cassette alla radio. L autoradio,oltre ad essere sintonizzata sull emittente che trasmette gli annunci sul traffico, deve essere predisposta a ricevere tali comunicazioni (inserita la funzione ARI, INFO o TA). Terminato il comunicato, automaticamente il sintonizzatore riattiva il lettore di cassette.questa funzione è analoga all ARI. Tipo di programma ( PTY) Questa funzione permette la trasmissione di un codice associato ad ogni programma trasmesso per poterlo identificare. Questo servizio, non ancora abilitato su tutti i ricevitori, consentirà in futuro la registrazione dal ricevitore dei generi di programmi desiderati. Sono già catalogati dall EBU, 31 tipi di programmi: 0. No program type or undefined 1. News 2. Current Affairs Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 12

13 3. Information 4. Sport 5. Education 6. Drama 7. Culture 8. Science 9. Varied 10. Pop music 11. Rock music 12. M.O.R. Music 13. Light classics 14. Serious classics 15. Other music 16. Weather 17. Finance 18. Children's programs 19. Social Affairs 20. Religion 21. Phone-In 22. Travel 23. Leisure 24. Jazz Music 25. Country Music 26. National Music 27. Oldies Music 28. Folk Music 29. Documentary 30. Alarm Test 31. Alarm Decoder Identifier ( DI ) Questa funzione permette di identificare 16 differenti modi di operare fra i quali: trasmissioni monofoniche trasmissioni stereofoniche trasmissioni stereo artificiale mono processato stereo processato stereo artificiale processato Music / Speech (M/ S) Questa funzione, consente di identificare un programma composto da musica e parlato. I ricevitori abilitati al servizio saranno dotati di due controlli di volume separati per poter regolare a piacimento il giusto bilanciamento fra musica e parlato. Program Identification Number ( PIN) Questa funzione, consente l ascolto di tipi di programma selezionati dall ascoltatore come, ad esempio, programmi di musica leggere, news o altro. Radiotext ( RT) Questa funzione consente la trasmissione di testi di 64 caratteri indirizzati ai ricevitori domestici che sono equipaggiati di particolari display. Nei ricevitori in automobile, dove non è possibile visualizzare i testi per ragioni di sicurezza, sarà forse possibile in futuro usufruire del servizio Radiotext utilizzando un sintetizzatore vocale. Other Network information ( EON) Questo servizio consente di gestire le funzioni TA, TP, PTY e PIN di dieci reti radiofoniche. Transparent Data Channel (TDC) Questo servizio, similare al Radiotext, consentirà di inviare una serie di caratteri alfanumerici corrispondenti a programmi per computer o di altra utilità non visualizzabili da display. Clock Time ( CT) In applicazione alle relative norme CCIR i codici di trasmissione delle informazioni riguardanti il tempo e la data, saranno definiti dal Coordinated Universal Time (UTC) e dal Modified Julian Day (MJD). L ascoltatore quindi non potrà utilizzare direttamente queste informazioni che verranno utilizzate dalle circuiterie del ricevitore. Fast basic tuning and switching information Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 13

14 Servizio per il cambio veloce di sintonia Traffic Message Channel Servizio che utilizza un canale specifico per l invio di informazioni sul traffico. Enanched Other Netw ork ( EON) Informazioni sulla rete (network). Linkage I nformat ion ( LI ) This information is transmitted together with the EON. Language Identification Code ( LIC) Lingua utilizzata dall emittente. Extended Country Code ( ECC) Specifica ulteriormente lo stato per essere riconosciuto in maniera univoca oltre all informazione già passata tramite il PI. Application Identifications ( AI ) Tipo di tradmissione ODA trasmesso in abbinamento al TMC. Program Type Name ( PTN) Specifica del tipo di PTY (esempio PTY=SPORT, PTN=CALCIO max 8 caratteri). I Collegamenti Il codificatore dati RDS deve essere collegato fra il codificatore stereofonico ed il trasmettitore. L uscita multiplex del codificatore stereo deve essere collegata all ingresso MPX IN del codificatore RDS. L uscita MPX+ RDS OUT deve essere collegata all ingresso del trasmettitore. Si raccomanda di utilizzare cavi di collegamento di lunghezza non superiore a 3 metri. L iniezione del segnale RDS è già regolata il laboratorio per un segnale MPX in ingresso di 0 dbm (e relativo pilota a 19 KHz a -20 db). Per segnali d ingresso più elevati, ruotare il potenziometro multigiro RDS LEVEL in senso orario. In questo modo il segnale RDS aumenta. Le normat ive internazionali consigliano un livello RDS pari a - 31,5 db r ispetto al segnale stereofonico e di conseguenza - 11,5 db rispetto al pilota. Non è necessar ia nessuna regolazione di fase in quanto le circuiterie interne provvedono automaticamente alla sincronizzazione. In caso di trasmissioni in monofonia occorre collegare il codificatore dati RDS fra l ultimo apparato della catena di bassa frequenza ed il trasmettitore. Porta seriale RS232 La connessione via Seriale RS232-C è standard, tramite connettore Cannon a 9 poli. Come per ogni collegamento RS232, è necessario non eccedere la lunghezza a piu' di 20 metri ed assicurare una adeguata schermatura. E comunque possibile estendere il collegamento utilizzando una coppia di estensori di linea che si possono trovare normalmente in commercio. Pc Software Il programma per la gestione del coder RDS viene fornito col presente manuale su CDROM. Deve essere installato in un computer con CPU Pentium 266 o superiore e deve essere installata una versione Windows 95 / 98; se non vengono rispettate queste configurazioni il software non potrà girare o, nella migliore delle ipotesi, non comunica correttamente con il coder. Per installare il programma portarsi sul drive del lettore CDROM. Effettuare un doppio click sull' icona Setup.exe il programma sarà installato automaticamente e verrà creato un collegamento sulla barra dei programmi. Per eseguire il programma, premere il pulsante Star t sulla barra delle applicazioni mediante il pulsante sinistro del mouse. Selezionare la cartella Programmi, quindi la cartella Rdspcsat. Ora con il pulsante sinistro del mouse, effettuare un click sul programma Rdspcsat. Comparirà la seguente finestra: Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 14

15 Al primo avvio del programma è possibile ricevere un messaggio d'errore, a causa dei parametri di default impostati che possono non essere corretti per il vostro sistema. E' quindi necessario effettuare la correzione dei parametri della porta seriale. Selezionando l'icona RS232, apparira' la seguente finestra. Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 15

16 Vediamo adesso i paramerti con il loro significato. - RSD Opt ion permette di selezionare se si tratta di un coder la cui programmazione avviene in locale o satellite. Questa scelta interviene su tutte le finestre di programmazione, disabilitando o implementando determinate funzioni. Per la programmazione "via satellite" è disponibile solo la trasmissione quindi tutti i pulsanti di lettura saranno disabilitati. E' inoltre abilitato un nuovo pulsante chiamato BURST, che ripete la trasmissione effettuata in modo automatico per un numero di volte, Times, uguale a quello impostato nell'apposita opzione. Questa performance è stata implementata per risolvere il problema di eventuali "MTF" in trasmissione con conseguente incompletezza dei dati inviati. - BURST 3 Times 4 Times Times come spiegato sopra questo parametro si occupa di effettuare la trasmissione a ripetizione per 3, volte. - LANGUAGE Scelta della lingua - AUTOSETTI NG Questo pulsante è abilitato solo nella configurazione "Local" e ricerca in modo automatico i parametri di comunicazione della porta seriale; è comunque sempre possibile inserirli in modo manuale. - Serial Por t Scelta della porta di comunicazione COM1, COM2, COM3 o COM4. - Baudrate Scelta della velocità di trasmissione. Deve essere settata in funzione di quanto impostato sui dip-switch del coder, puo' assumere i seguenti valori: 2400, 4800, 9600 o Parity Scelta della parità che puo' assumere i seguenti valori: none, even o odd - Stop Bit Parametro non modificabile, il quale ha la funzione di visualizzare lo stato dello "Stop Bit". Per collegamenti in downlink da satellite, è necessario impostare 9600 baud salvo che richiesto diversamente nelle specifiche tecniche del downlink satellitare. Ultimati i settaggi dei parametri di comunicazione, è necessario mettersi in comunicazione col coder inviandogli un indirizzo (impostato per default=?????). Premendo quindi il pulsante Connect ion, si accede al menu di invio e cambio codice, oltre che ad una serie di pulsanti che permettono di inviare o di leggere determinate categorie senza entrare nell'apposita finestra. Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 16

17 Vediamo adesso i paramerti con il loro significato. Nella parte sinistra è presente una casella dove inserire l'indirizzo del coder. Per default l'indirizzo è?????. A fianco di questo text box, è presente il pulsante Send Address, che permette di attivare il coder per la programmazione, sia questa effettuata in "locale" o "via satellite". Nella parte destra sono presenti ancora una text box e un pulsante, che devono essere utilizzati per cambiare l'indirizzo del coder (normalmente questa operazione viene effettuata solo per le applicazioni via satellite). Sono quindi presenti 16 pulsanti (On/Off), che raccolgono le funzioni del coder RDS; è possibile effettuare trasmissioni o letture contemporanee di tutte le funzioni in stato On (semaforo verde). Due piccoli pulsantini quadrati posizionati sotto l'interruttore AF, servono per selezionare il tipo di trasmissione delle frequenze alternative. Il pulsantino A, permette la programmazione di un'unica lista formata al massimo da 25 frequenze, le quali si riducono di una tutte le volte che si inseriscono frequenze del tipo xxx.250, xxx.750. Questo è l'unico sistema che permette l'inserimento di frequenze con step di 25KHz. Il pulsantino B, permette la programmazione fino a 50 liste ognuna delle quali formata al massimo da 12 coppie di frequenze alternative. Nella parte sottostante, sono presenti tre pulsanti. Nella configurazione "locale", saranno attivi Read Config e Send Config, che permettono di inviare o di leggere le opzioni selezionate tramite i "semafori". Nella configurazione "satellite" saranno attivi Send Config e Send Burst, questi permettono di inviare le opzioni selezionate tramite i "semafori". Uscendo da questo menu si ritorna sul Main. A questo punto sarebbe opportuno effettuare un salvataggio dei parametri finora settati, attraverso i pulsanti relativi. NEW permette di creare un nuovo file (con i parametri di default), OPEN permette di aprire un file già esistente e SAVE permette di salvare il file in uso o di rinominarlo. E' consigliabile attribuire al file di configurazione (rds), un nome diverso da RDSPCSAT.rds, OldLocal.rds e Full.rds essendo questi i nomi di quelli già esistenti. Analizziamo adesso i parametri del pulsante PSN-RT-PIN-AF-PTYN. Dalla finestra principale, premendo il pulsante con raffigurato un PC, si aprirà un menu' a schede. Cliccando sulla linguetta della scheda è possibile selezionare l'opzione che si desidera modificare. La prima scheda che si presenterà sarà quella relativa al Program Service Name. Da adesso in poi tutte le finestre che vedremo saranno relative ad un coder "locale". Se fossimo via "satellite", tutti i Read sarebbero disabilitati, mentre sarebbe abilitato il pulsante Burst. Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 17

18 E' possibile programmare fino a 50 PSN. La programmazione si effettua in modo molto semplice inserendo il Time ( se c) (tempo di trasmissione espresso in secondi) di ogni PSN (è consigliabile inserire valori non inferiori ai 3 sec). Quindi si passa all'editing della PSN, che puo' avere una lunghezza fino a 8 caratteri compresi gli spazi. Infine bisogna abilitare la PSN effettuando un doppio click nella casella Act iva t e relativa a questa PSN. Nella casella Page è possibile selezionare il numero della pagina di PSN (da 0 a 9) che potranno essere inviate all RDS tramite programmazione del PSN Plan Vediamo adesso a cosa servonoi pulsanti. Re ad One Legge il PSN selezionato. Re ad Al l Legge tutti i PSN della pagina selezionata. Send One Page Invia il PSN selezionato. Send Al l Page Invia tutti i PSN della pagina selezionata. Re ad Act ive Legge la pagina che è in trasmissione dal coder rds. Send Act ive Invia la pagina visualizzata che andrà in trasmissione sul coder rds immediatamente. Passiamo adesso alla programmazione del Radio Text. Come descritto prima, sarà necessario cliccare sull'etichetta Radio Text della scheda. Verrà visualizzata la seguente finestra Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 18

19 In modo analogo alla programmazione effettuata per il PSN, inserire il Tempo (sec) di trasmissione della stringa di caratteri, quindi nella casella Radio Text, immettere il testo fino ad un massimo di 64 caratteri; è possibile inserire fino a 50 stringhe. Passiamo adesso ad analizzare le opzioni della scheda P.I.N. Inserire la data del giorno nella quale si vuole effettuare la programmazione, Day. Inserire l'ora di inizio della programmazione, Time. Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 19

20 Selezionare il tipo di programmazione tra quelle disponibili. Ora, passando ad una nuova programmazione, automaticamente verrà creato il codice PIN di 4 cifre. Nell'ultima casella si potrà vedere se la programmazione è già stata eseguita (Yes) o se deve ancora essere processata (No). Saranno quindi presenti, in alternativa, due differenti schede per la programmazione delle frequenze alternative in funzione della modalità selezionata AF Method A o AF Method B. Si rammenta che l'utilizzo di un metodo esclude l'altro. Analizziamo adesso la scheda AF Method A. Questa scheda è composta da 25 frequenze. Solo in questo metodo è possibile inserire frequenze con step di 25 KHz. L'utilizzo di questo tipo di frequenze provoca la perdita di un'altra frequenza: si potranno quindi inserire fino a 25 frequenze con step di 50 KHz o 12 frequenze con step di 25 KHz o in modo misto tenendo in considerazione quanto spiegato prima. Una volta inserite tutte le frequenze è possibile inviare la programmazione al coder attraverso i pulsanti Send. Se ci si trova in "locale" sarà inoltre possibile leggere i dati già programmati. Futurcom Srl via della Tecnica 35, Argelato Bologna ITALY mail: 20

Indice. Note storiche pagine 3-4; Installazione software. pagine 5-6; Manuale d uso. pagine 7-23;

Indice. Note storiche pagine 3-4; Installazione software. pagine 5-6; Manuale d uso. pagine 7-23; Indice Note storiche pagine 3-4; Installazione software. pagine 5-6; Manuale d uso. pagine 7-23; Messaggi PSN..pagine 9-13; Radio Text.pagine 13-15; Frequenze alternative metodo A.pagine 16-17; Frequenze

Dettagli

AEV Audio Switcer Rabbit. AEV Rabbit. Programable Audio Switcher

AEV Audio Switcer Rabbit. AEV Rabbit. Programable Audio Switcher AEV Audio Switcer Rabbit AEV Rabbit Programable Audio Switcher 1 Garanzia La garanzia è di 2 anni data fattura franco fabbrica. La garanzia non copre i guasti dovuti a negligenza, dovuti a cause naturali

Dettagli

TELEMETRIA GSM PER GSE

TELEMETRIA GSM PER GSE Pagina 1 di 5 TELEMETRIA GSM PER GSE Mod. TLM-GSE4 La telemetria TLM-GSE4 è una opzione applicabile a tutti i gruppi GSE. Essa consiste in un box metallico contenente le schede elettroniche e il modem

Dettagli

BoxTel MKII BoxTel GSM

BoxTel MKII BoxTel GSM BoxTel MKII BoxTel GSM IBRIDO TELEFONICO COMPATTO REL2.4 HIGHLIGHTS 1. Ibrido telefonico compatto 2. Gestione di una linea telefonica POTS/PSTN o GSM DualBand 3. Controllo e visualizzazione dei livelli

Dettagli

IL TEST JIG PER IL SOTTOSISTEMA COMMS DEL DIMOSTRATORE TECNOLOGICO SATELLITARE

IL TEST JIG PER IL SOTTOSISTEMA COMMS DEL DIMOSTRATORE TECNOLOGICO SATELLITARE IL TEST JIG PER IL SOTTOSISTEMA COMMS DEL DIMOSTRATORE TECNOLOGICO SATELLITARE INDICE 1. Introduzione...3 2. Lista delle abbreviazioni...3 3. Requisiti e architettura del test jig COMMS...4 3.1 I compiti

Dettagli

Installazione del trasmettitore. ACom6

Installazione del trasmettitore. ACom6 Installazione del trasmettitore CBC (Europe) Ltd. Via E.majorana, 21 20054 Nova Milanese (MI) tel: +39 (0)362 365079 fax: +39 (0)362 40012 1 Precauzioni Il dispositivo non deve essere esposto a pioggia

Dettagli

Interfaccia EIB - centrali antifurto

Interfaccia EIB - centrali antifurto Interfaccia EIB - centrali antifurto GW 20 476 A 1 2 3 1 2 3 4 5 Terminali bus LED di programmazione indirizzo fisico Tasto di programmazione indirizzo fisico Cavo di alimentazione linea seriale Connettore

Dettagli

Guida Rapida all Installazione AIT1000 Transponder AIS di Classe B

Guida Rapida all Installazione AIT1000 Transponder AIS di Classe B Guida Rapida all Installazione AIT1000 Transponder AIS di Classe B GUIDA ALL INSTALLAZIONE - AIT1000 - VR1.02 1. Introduzione Complimenti per aver effettuato l acquisto di AIT1000 - Transponder di Classe

Dettagli

/TLC. Manuale Integrativo per famiglia TEX-LCD e famiglia TEX-LIGHT

/TLC. Manuale Integrativo per famiglia TEX-LCD e famiglia TEX-LIGHT Manuale Integrativo per famiglia TEX-LCD e famiglia TEX-LIGHT Prodotto da Italia Nome File: 03_TLC_ITA_1.0.indd Versione: 1.0 Data: 01/02/2008 Cronologia Revisioni Data Versione Ragione Autore 01/02/2008

Dettagli

SIMBOLI IMPORTANTI PER LA SICUREZZA

SIMBOLI IMPORTANTI PER LA SICUREZZA SIMBOLI IMPORTANTI PER LA SICUREZZA Simbolo usato ad indicare nell apparato ci sono dei terminali pericolosi per la vita delle persone, anche durante le normali condizioni di funzionamento, che possono

Dettagli

HP3784A Introduzione all'uso

HP3784A Introduzione all'uso HP3784A Introduzione all'uso INDICE Descrizione 2 Preset panel 3 Tx Setup 4 Rx setup 6 Misurazioni 7 Periodo di misura 10 Allarmi 11 1 Descrizione L analizzatore di trasmissioni digitali HP3784A è uno

Dettagli

NexusPub. Manuale Tecnico : Sezione Gestione Multimediale. rev. 1 0. 2. 1 (0 1/0 7 /2 0 14) APOINT S.R.L. Sicurezza ed e-government

NexusPub. Manuale Tecnico : Sezione Gestione Multimediale. rev. 1 0. 2. 1 (0 1/0 7 /2 0 14) APOINT S.R.L. Sicurezza ed e-government NexusPub APOINT S.R.L. Sicurezza ed e-government Manuale Tecnico : Sezione Gestione Multimediale rev. 1 0. 2. 1 (0 1/0 7 /2 0 14) NexusPub è stato realizzato con il contributo tecnologico di 0 rev. 10.2.1_010714

Dettagli

LA SCHEDA DEL MODULO BLUETOOTH

LA SCHEDA DEL MODULO BLUETOOTH F42-LAB-pag 11-13-ok 27-04-2006 16:15 Pagina 11 LA SCHEDA DEL MODULO BLUETOOTH COMPONENTI 1. Il componente allegato a questo fascicolo è il più sofisticato di tutta la fase di assemblaggio: con esso il

Dettagli

DC IN 6V PAIR SIGNAL CHARGE R AUDIO IN L DC IN 6V PAIR R AUDIO IN L

DC IN 6V PAIR SIGNAL CHARGE R AUDIO IN L DC IN 6V PAIR R AUDIO IN L PAIR R AUDIO IN L DC IN 6V 1 SIGNAL CHARGE PAIR DC IN 6V R AUDIO IN L 2 A D C B IT HP500 Grazie per aver acquistato un prodotto Meliconi Il sistema di cuffie stereo digitale senza fili HP500 Meliconi,

Dettagli

LOCALIZZATORE SATELLITARE PER FLEET MANAGEMENT E SVR (STOLEN VEHICLE RECOVERY)

LOCALIZZATORE SATELLITARE PER FLEET MANAGEMENT E SVR (STOLEN VEHICLE RECOVERY) LOCALIZZATORE SATELLITARE PER FLEET MANAGEMENT E SVR (STOLEN VEHICLE RECOVERY) MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INDICE DEGLI ARGOMENTI 1 Descrizione dei sottosistemi 2 Caratteristiche tecniche 3 Posizionamenti

Dettagli

Geass-Link Manuale di istruzione

Geass-Link Manuale di istruzione Geass-Link Manuale di istruzione GEASS S.r.l. - Via Ambrosini 8/2 10151 Torino - Tel. 011.22.91.578 - Fax 011.27.45.418 - info@geass.com - www.geass.com GEASS-LINK V.1.0.4 Software di Gestione e Acquisizione

Dettagli

KERN YKD Version 1.0 1/2007

KERN YKD Version 1.0 1/2007 KERN & Sohn GmbH Ziegelei 1 D-72336 Balingen-Frommern Postfach 40 52 72332 Balingen Tel. 0049 [0]7433-9933-0 Fax. 0049 [0]7433-9933-149 e-mail: info@kern-sohn.com Web: www.kern-sohn.com I Istruzioni d

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE AUDITGARD Serratura elettronica a combinazione LGA ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE Le serrature AuditGard vengono consegnate da LA GARD con impostazioni predefinite (impostazioni di fabbrica); pertanto non

Dettagli

Dart RF. Scanner Radio. Guida Utente

Dart RF. Scanner Radio. Guida Utente Dart RF Scanner Radio Guida Utente Grazie per aver acquistato un Dart RF DART RF è uno scanner cordless Laser che opera come dispositivo con profilo SPP (Emulazione di Porta seriale) oppure in Emulazione

Dettagli

PROGRAMMATORE CENTRALI 2012 - GUIDA RAPIDA AL SOFTWARE 11 luglio 2012

PROGRAMMATORE CENTRALI 2012 - GUIDA RAPIDA AL SOFTWARE 11 luglio 2012 INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE Eseguire il file di SetupCentraliCombivox.exe, selezionando la lingua e la cartella di installazione. SetupCentraliCom bivox.exe Durante l installazione, è possibile creare un

Dettagli

Versione 1.0. Manuale d uso. del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl. Software per la configurazione 02/08-01 PC

Versione 1.0. Manuale d uso. del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl. Software per la configurazione 02/08-01 PC Versione 1.0 02/08-01 PC Manuale d uso TiStereoControl Software per la configurazione del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl 2 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4

Dettagli

Manuale di installazione del software di Controllo Surv-Controller Ver.3.0

Manuale di installazione del software di Controllo Surv-Controller Ver.3.0 Manuale di installazione del software di Controllo Surv-Controller Ver.3.0 1 Indice Indice... 2 Introduzione... 3 Specifiche tecniche... 3 Installazione del software... 4 Collegamenti della porta seriale

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

Mixer stereo Professionale

Mixer stereo Professionale NOIZ MX 600 USB/DSP Mixer stereo Professionale Manuale d'uso WORLDWIDE DISTRIBUTION AUDIO4 & C srl - Via Polidoro da Caravaggio 33-20156 MILANO - ITALY Tel. +39-0233402760 - Fax +39-0233402221 - Web: www.audio4.it

Dettagli

Manuale Installazione e Configurazione

Manuale Installazione e Configurazione Manuale Installazione e Configurazione INFORMAZIONI UTILI Numeri Telefonici SERVIZIO TECNICO HOYALOG.......02 99071281......02 99071282......02 99071283........02 99071284.....02 99071280 Fax 02 9952981

Dettagli

Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso.

Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso. Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso. -Introduzione. Il software consente, tramite opportuna interfaccia USB Rowan C426S, di leggere e scrivere i dati presenti

Dettagli

Light controller PRO Manuale utente Cod. 112955/112956

Light controller PRO Manuale utente Cod. 112955/112956 Centralina di controllo di luci programmabile per applicazioni RC! 2. Introduzione Light controller è una scheda elettronica per sistemi RC programmabile che controlla fino a sei canali indipendenti ed

Dettagli

IT DA2 Kit Guida al a programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015

IT DA2 Kit Guida al a programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015 DA2 Kit IT Guida alla programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015 GUIDA AI SIMBOLI DI QUESTO MANUALE Al fine di agevolare la consultazione del documento

Dettagli

FC_Configurazione BACnet V 2.03

FC_Configurazione BACnet V 2.03 FC_Configurazione BACnet V 2.03 Configurazione Interfaccia BACnet 2 Contenuto: 3. Di fatto 4. Come connetterlo? Connessione diretta 5. Come connetterlo? Connessione su Network 6. Configurazione FireClass

Dettagli

Come utilizzare la radio

Come utilizzare la radio Come utilizzare la radio Come utilizzare la radio Caratteristiche della ricezione FM In generale, la qualità della banda FM è superiore a quella della banda AM. Tuttavia, la ricezione FM e FM stereo incontra

Dettagli

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso - fusibile esterno 1,0 A. Assorbimento di corrente : ma 100 + potenza consumata dal sensore. V ma. V ma.

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso - fusibile esterno 1,0 A. Assorbimento di corrente : ma 100 + potenza consumata dal sensore. V ma. V ma. 89 550/110 ID EWM-PQ-AA SCHEDA DIGITALE PER IL CONTROLLO DELLA PRESSIONE / PORTATA IN SISTEMI AD ANELLO CHIUSO MONTAGGIO SU GUIDA TIPO: DIN EN 50022 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO La scheda EWM-PQ-AA è stata

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

ISTRUZIONI D USO. Trasmettitori a pulsante: LM-T800 LM-T910 LM-T1010 Ricevitori a display: LM-D102S Ripetitore di segnale per pulsanti: LM-K100

ISTRUZIONI D USO. Trasmettitori a pulsante: LM-T800 LM-T910 LM-T1010 Ricevitori a display: LM-D102S Ripetitore di segnale per pulsanti: LM-K100 ISTRUZIONI D USO Trasmettitori a pulsante: LM-T800 LM-T910 LM-T1010 Ricevitori a display: LM-D802 LM-D102S Ripetitore di segnale per pulsanti: LM-K100 Sede europea Linkman: PRIMITECH sas Via Marchesina,

Dettagli

Manuale semplificato per l uso delle tastiere Bontempi con il Computer

Manuale semplificato per l uso delle tastiere Bontempi con il Computer Manuale semplificato per l uso delle tastiere Bontempi con il Computer Le tastiere Bontempi dotate di presa Midi o di presa USB-Midi possono essere collegate ad un personal computer. La tastiera invia

Dettagli

Ripetitore radio per sistemi senza fili HELIOS mod. RP/SIR MANUALE TECNICO

Ripetitore radio per sistemi senza fili HELIOS mod. RP/SIR MANUALE TECNICO Ripetitore radio per sistemi senza fili HELIOS mod. RP/SIR MANUALE TECNICO AVVERTENZE PER L INSTALLATORE: Attenersi scrupolosamente alle norme operanti sulla realizzazione di impianti elettrici e sistemi

Dettagli

BILANCE ZENITH con Zenith System Ultimo Aggiornamento: 19 dicembre 2007

BILANCE ZENITH con Zenith System Ultimo Aggiornamento: 19 dicembre 2007 BILANCE ZENITH con Zenith System Ultimo Aggiornamento: 19 dicembre 2007 INDICE INSTALLAZIONE DEL PROGRAMMA DI COMUNICAZIONE...1 CONFIGURAZIONE AREA51...2 IMPOSTAZIONE ANAGRAFICA...2 CONFIGURAZIONE BILANCIA...2

Dettagli

Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo AurCord-Controller Ver.4.0

Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo AurCord-Controller Ver.4.0 Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo AurCord-Controller Ver.4.0 1 Indice Indice...2 Introduzione...3 Specifiche tecniche...3 Installazione del software...4 Collegamenti della

Dettagli

Guida rapida all installazione

Guida rapida all installazione Guida rapida all installazione Wireless Network Broadband Router 140g+ WL-143 La presente guida illustra solo le situazioni più comuni. Fare riferimento al manuale utente contenuto nel CD-ROM in dotazione

Dettagli

Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo MatrixCTLR

Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo MatrixCTLR Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo MatrixCTLR Vi preghiamo di leggere attentamente queste istruzioni prima di installare il software e di lavorare con esso. Ver.3.0.0 1 rev.

Dettagli

2.1 Caratteristiche funzionali 2

2.1 Caratteristiche funzionali 2 Amplificatori stereo 25W per guide DIN AW25 AW25-DIN AW25R-DIN Istruzioni per l uso INdice 1. avvertenze 2 1.1 Note di sicurezza 2 1.2 Alimentazione 2 2. descrizione generale 2 2.1 Caratteristiche funzionali

Dettagli

Programmatore per telaio scheller

Programmatore per telaio scheller Divo Di Lupo Sistemi per telai Cotton Bentley Monk Textima Scheller Closa Boehringer http://www.divodilupo.191.it/ Programmatore per telaio scheller Attuatore USB semplificato Numero totale di pagine =

Dettagli

SINUS PENTA MANUALE SPARE ES821

SINUS PENTA MANUALE SPARE ES821 15N0102A1 Agg. 19/10/11 R.02 Italiano Il presente manuale costituisce parte integrante ed essenziale del prodotto. Leggere attentamente le avvertenze contenute in esso in quanto forniscono importanti indicazioni

Dettagli

FRERVIEW2: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DELLE MISURE ELETTRICHE Vers. 3.0

FRERVIEW2: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DELLE MISURE ELETTRICHE Vers. 3.0 FRERVIEW2: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DELLE MISURE ELETTRICHE Vers. 3.0 Descrizione Generale E un programma di monitoraggio e supervisione in grado di leggere, memorizzare, preparare reports, visualizzare

Dettagli

Splash RPX-ii Color Server. Guida alla soluzione dei problemi

Splash RPX-ii Color Server. Guida alla soluzione dei problemi Splash RPX-ii Color Server Guida alla soluzione dei problemi 2007 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato

Dettagli

Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC. Manuale Utente

Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC. Manuale Utente Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC Manuale Utente Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC Manuale Utente Sielco Elettronica S.r.l. via Edison 209 20019 Settimo Milanese (MI ) Italia

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Caratteristiche principali Telefono piccolo e leggero con interfaccia USB per la telefonia VoIP via internet. Compatibile con il programma Skype. Alta qualità audio a 16-bit. Design compatto con tastiera

Dettagli

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA 7IS-80376 29/06/2015 SOMMARIO FUNZIONI ALBERGHIERE... 3 Richiamo funzioni tramite menu... 3 Check-in... 3 Costi... 4 Cabine... 4 Stampe... 5 Sveglia... 6 Credito... 6 Stato

Dettagli

M2TECH EVO SUPPLY. Alimentatore a basso rumore a batteria con caricabatteria. MANUALe utente

M2TECH EVO SUPPLY. Alimentatore a basso rumore a batteria con caricabatteria. MANUALe utente M2TECH EVO SUPPLY MANUALe utente REV. PRC 1/2012 Attenzione! Cambiamenti o modifiche non autorizzate dal costruttore possono compromettere l aderenza ai regolamenti CE e rendere l apparecchio non più adatto

Dettagli

SmartPlug net MANUALE UTENTE

SmartPlug net MANUALE UTENTE SmartPlug net MANUALE UTENTE INDICE Introduzione...2 Avvertenze...3 Componenti del Sistema...4 Descrizione del Sistema...5 Installazione...7 Descrizione Presa Master SmartPlug...8 Conformità e Normative...12

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

CE1_AD/P2 DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE. Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione

CE1_AD/P2 DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE. Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE CE1_AD/P2 Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione Versione 01.10/12 CE1_AD/P2: dispositivo elettronico programmabile

Dettagli

Introduzione all'uso di

Introduzione all'uso di Introduzione all'uso di Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica.

Dettagli

Kit A72 MANUALE DEL SOFTWARE TWIDO PER IL DISTACCO UTENZE (CEI 0-16 ALLEGATO M)

Kit A72 MANUALE DEL SOFTWARE TWIDO PER IL DISTACCO UTENZE (CEI 0-16 ALLEGATO M) Kit A72 MANUALE DEL SOFTWARE TWIDO PER IL DISTACCO UTENZE (CEI 0-16 ALLEGATO M) INDICE 1 OBIETTIVO...2 2 CONFIGURAZIONE DEL PROGRAMMA...2 2.1 Configurazione oggetti di memoria...2 3 FUNZIONAMENTO...5 3.1

Dettagli

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM.

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM. Manuale istruzioni 094 Comunicatore GSM. Indice. Descrizione................................................................ 2 2. Campo di applicazione.......................................................

Dettagli

Guida Rapida all Installazione AISnet Ricevitore AIS di Rete

Guida Rapida all Installazione AISnet Ricevitore AIS di Rete Guida Rapida all Installazione AISnet Ricevitore AIS di Rete GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE - AISnet - VR1 1. Introduzione Complimenti per aver effettuato l acquisto del ricevitore AIS di rete AISnet.

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI ATTENZIONE : TerraTec Home Cinema è unico per tutti i prodotti TV della TerraTec in grado di gestisce contemporaneamente più di un dispositivo installato e con qualsiasi tipologia Tv analogica, Digitale,

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

Domino DFCKIII. DFCKIII: modulo per gestione fasce orarie con orologio integrato. Schema di collegamento. Programmazione indirizzi

Domino DFCKIII. DFCKIII: modulo per gestione fasce orarie con orologio integrato. Schema di collegamento. Programmazione indirizzi : modulo per gestione fasce orarie con orologio integrato Il modulo rende possibile la gestione di fasce orarie, giornaliere e settimanali, in un sistema. Mediante la funzione CLOCK (vedere manuale di

Dettagli

MANUALE DELLE ISTRUZIONI DEL SOFTWARE DATARECORDER (WS-9010)

MANUALE DELLE ISTRUZIONI DEL SOFTWARE DATARECORDER (WS-9010) MANUALE DELLE ISTRUZIONI DEL SOFTWARE DATARECORDER (WS-9010) Introduzione La stazione della temperatura, insieme al software datarecorder, rappresenta un sistema di alta qualità, facile da usare per il

Dettagli

BILANCE ZENITH con Zenith System

BILANCE ZENITH con Zenith System BILANCE ZENITH con Zenith System Ultimo Aggiornamento: 20 febbraio 2013 Installazione di Zenith System 1. Creare la cartella C:\Vulcano\Zenith; 2. Installare il driver Zenith System (versione 200 o superiore),

Dettagli

Guida all installazione di METODO

Guida all installazione di METODO Guida all installazione di METODO In questo documento sono riportate, nell ordine, tutte le operazioni da seguire per una corretta installazione di Metodo. Per procedere con l installazione è necessario

Dettagli

PC card LAN Wireless AWL-100

PC card LAN Wireless AWL-100 PC card LAN Wireless AWL-100 Manuale Utente Versione 1.0 Aprile 2002 i Avviso I Dichiarazione sul copyright Il presente manuale non può essere riprodotto in alcuna forma o in alcun modo, né può essere

Dettagli

PicoScope USB Oscilloscope. breve Guida Introduttiva

PicoScope USB Oscilloscope. breve Guida Introduttiva breve Guida Introduttiva 5 Italiano...33 5.1 Introduzione...33 5.2 Informazioni sulla sicurezza...33 5.3 Contenuto...36 5.4 Requisiti di sistema...36 5.5 Installazione del software PicoScope...37 5.6 Newsletter

Dettagli

AT92B3805 Guida rapida di installazione Informazioni generali del prodotto

AT92B3805 Guida rapida di installazione Informazioni generali del prodotto AT92B3805 Guida rapida di installazione Informazioni generali del prodotto IT F1 = F6,3A Protezione circuiti ausiliari batteria 12Vdc F2 = F2A Protezione teleruttore rete F3 = F2A Protezione teleruttore

Dettagli

TVCC B/W MONITOR MODELLO: TBM10H

TVCC B/W MONITOR MODELLO: TBM10H TVCC B/W MONITOR MODELLO: TBM10H 1 2 MONITOR B/W MANUALE D USO Ed. 1 INDICE INDICE...3 IL PANNELLO FRONTALE...5 PARTE POSTERIORE...6 COLLEGAMENTI...7 AVVERTENZE...8 NOTE IMPORTANTI...8 VENTILAZIONE...8

Dettagli

CENTRALE ANTINCENDIO PMT 200/202 (EN54-2/4)

CENTRALE ANTINCENDIO PMT 200/202 (EN54-2/4) CENTRALE ANTINCENDIO PMT 200/202 (EN54-2/4) MANUALE DEL SOFTWARE DI CONFIGURAZIONE IMQ APPROVED CERTIF. N :CA12.00048 (PMT200) CA12.00049 (PMT202) Sw20xa02 del 01.09.2000 INDICE GENERALE Installazione

Dettagli

C R O C E R O S S A I T A L I A N A SERVIZIO PROVVEDITORATO C. T. N. R. PER GLI APPARATIRADIOELETTRICI DELLA RETE RADIO DELLA CROCE ROSSA ITALIANA

C R O C E R O S S A I T A L I A N A SERVIZIO PROVVEDITORATO C. T. N. R. PER GLI APPARATIRADIOELETTRICI DELLA RETE RADIO DELLA CROCE ROSSA ITALIANA C A P I T O L A T O T E C N I C O PER GLI APPARATIRADIOELETTRICI DELLA RETE RADIO DELLA CROCE ROSSA ITALIANA PARTE GENERALE Gli apparati radio devono essere omologati dal Ministero delle Comunicazioni

Dettagli

Per essere inviato il dato deve essere opportunamente codificato in modo da poter essere trasformato in SEGNALE, elettrico oppure onda luminosa.

Per essere inviato il dato deve essere opportunamente codificato in modo da poter essere trasformato in SEGNALE, elettrico oppure onda luminosa. La trasmissione dell informazione N.R2 La comunicazione tra due calcolatori si realizza tramite lo scambio di dati su un canale di comunicazione, esiste quindi un TRASMETTITORE che invia dei dati e un

Dettagli

Manuale semplificato

Manuale semplificato Dispositivo per l aggiornamento dei lettori di banconote FLASHER Manuale semplificato PAYMAN2-0012 REV. 0 08/09/2014 PAYPRINT S.r.l. Via Monti, 115 41123 MODENA Italy Tel.: +39 059 826627 Fax: +39 059

Dettagli

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma Indice 1. Introduzione...3 2. Installazione di WinEMTLite...3 3. Descrizione generale del programma...3 4. Impostazione dei parametri di connessione...4 5. Interrogazione tramite protocollo nativo...6

Dettagli

Importante! Installazione

Importante! Installazione Importante! Introduzione LD000020 Adattatore USB Powerline Sweex Per prima cosa desideriamo ringraziarvi vivamente per aver acquistato questo adattatore Powerline. Con questo adattatore Powerline potrete

Dettagli

FrerEnergy: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA

FrerEnergy: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA FrerEnergy: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA Descrizione Generale E un programma di supervisione in grado di comunicare, visualizzare, memorizzare e stampare i consumi dell

Dettagli

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM ATTENZIONE: QUESTO APPARECCHIO DEVE ESSERE COLLEGATO A TERRA IMPORTANTE I conduttori del

Dettagli

Mod:KCGD1/AS. Production code:kev/1

Mod:KCGD1/AS. Production code:kev/1 02/200 Mod:KCGD1/AS Production code:kev/1 Sommario I. SCHEMA DI INSTALLAZIONE...... 4 II. III. IV. SCHEMA ELETTRICO....... 1. Schema elettrico AC 230 50/0 Hz.. CARATTERISTICHE GENERALI...... 1. Descrizione

Dettagli

MANUALE INSTALLATORE CAR WASH SENTINEL

MANUALE INSTALLATORE CAR WASH SENTINEL MANUALE INSTALLATORE CAR WASH SENTINEL MANUALE INSTALLATORE CAR WASH GENIO ITALIA si riserva il diritto di apportare modifiche o miglioramenti ai propri prodotti in qualsiasi momento senza alcun preavviso.

Dettagli

2 IT. 08 Collegare la radio 08 Usare la radio - DAB 09 Selezionare una stazione - DAB

2 IT. 08 Collegare la radio 08 Usare la radio - DAB 09 Selezionare una stazione - DAB RADIO DAB+ User manual Mode d emploi Bedienungsanleitung Instructiehandleiding Betjeningsvejledning Bruksanvisning Käyttöohje Istruzioni per l uso Manual del usuario Manual do utilizador I n d i c e 02

Dettagli

Indice. SISTEL s.r.l.

Indice. SISTEL s.r.l. Indice INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA E SULLE NORME VIGENTI... 3 NORME DI SICUREZZA...3 CONFORMITÀ CEE... 3 SMALTIMENTO E RICICLAGGIO... 3 Smaltimento degli apparecchi di scarto in conformità con le esigenze

Dettagli

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl Serie CF3q < Apparecchiatura di controllo di fiamma > SAITEK srl www.saitek.it info@saitek.it Casalgrande (RE) ITALY Tel. +39 0522 848211 Fax +39 0522 849070 CONTROLLO DI FIAMMA SERIE C F 3 Q pag. 1 di

Dettagli

1. Utilizzazione della radio AM/FM

1. Utilizzazione della radio AM/FM Come utilizzare il sintonizzatore 1. Utilizzazione della radio AM/FM Tasto SOURCE MENU RECALL (RICHIAMO MENU INIZIALE) Tasti preimpostati Tasto FUNCTION BAND AUTO.P Pulsante POWER Manopola VOL Pulsanti

Dettagli

Sistema trasmittente-ricevente DRM-15

Sistema trasmittente-ricevente DRM-15 Sistema trasmittente-ricevente DRM-15 RADIOMICROFONI portatili DP-2 / TH 30310 stagni ST-2 / ST 15 da rack DK 3 RICEVITORI fissi RM 1-U / RM-1UT stagni RS 1 / RS 2 portatile RM 12 amplificati vari modelli

Dettagli

User s manual. User s manual. Manuale Utente

User s manual. User s manual. Manuale Utente User s manual User s manual Manuale Utente Connessione ed accensione. Fatta eccezione per il cavo di alimentazione il MyDac non è fornito di nessun cavo di interconnessione. Per ottenere il meglio dalla

Dettagli

Guida Rapida all installazione iais Ricevitore AIS Wireless & Server NMEA

Guida Rapida all installazione iais Ricevitore AIS Wireless & Server NMEA Guida Rapida all installazione iais Ricevitore AIS Wireless & Server NMEA MANUALE iais VR1.00 1. Introduzione Complimenti per aver effettuato l acquisto del Ricevitore iais. Raccomandiamo che il ricevitore

Dettagli

Sensori di posizione lineari Magnetostrittivi Guida Utente

Sensori di posizione lineari Magnetostrittivi Guida Utente Sensori di posizione lineari Magnetostrittivi Guida Utente INDICE: 1 DESCRIZIONE... 1 1.1 Relazione segnale-posizione... 1 1.2 Area utile (attiva) del sensore magnetostrittivo da 75mm... 2 1.3 Area utile

Dettagli

DLC 1 SYNQ AUDIO MANUALE ITALIANO

DLC 1 SYNQ AUDIO MANUALE ITALIANO DLC 1 SYNQ AUDIO MANUALE ITALIANO CONNESSIONI Le connessioni possono essere effettuate con cavi bilanciati o sblilanciati jack o XLR. Usate connettori e cavi di buona qualità per minimizzare rumori e interferenze.

Dettagli

SCHEDA DRIVER 4 ASSI MICROSTEP 3 A (cod. 4ASSITB6560)

SCHEDA DRIVER 4 ASSI MICROSTEP 3 A (cod. 4ASSITB6560) MANUALE UTENTE 4ASSITB6560 SCHEDA DRIVER 4 ASSI MICROSTEP 3 A (cod. 4ASSITB6560) 1 4ASSITB6560 MANUALE UTENTE 1. Descrizione Scheda basata sul chip TB6560AHQ della Toshiba, in grado di gestire fino a 4

Dettagli

Pronti via! ETHERNET NS - CJ1

Pronti via! ETHERNET NS - CJ1 PV_0001 Rev. A Pronti via! ETHERNET NS - CJ1 Pronti via! "Pronti... via!" è una raccolta di informazioni interattive, che permette una consultazione rapida delle principali informazioni necessarie all'utilizzo

Dettagli

Procedura per Flashare ASTON Xena e Simba TMX 730

Procedura per Flashare ASTON Xena e Simba TMX 730 Procedura per Flashare ASTON Xena e Simba TMX 730 La seguente procedura descrive come ripristinare e/o sostituire il Boot ed il Firmware nei decoder di marca Aston e TMX 7030, con l ausilio di un PC, di

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Gruppi di continuità UPS Line Interactive. PC Star EA

Gruppi di continuità UPS Line Interactive. PC Star EA Gruppi di continuità UPS Line Interactive PC Star EA Modelli: 650VA ~ 1500VA MANUALE D USO Rev. 01-121009 Pagina 1 di 8 SOMMARIO Note sulla sicurezza... 1 Principi di funzionamento... 2 In modalità presenza

Dettagli

SMB-05. Strumento per la misura DVB-T e Digitale terrestre. Manuale d uso

SMB-05. Strumento per la misura DVB-T e Digitale terrestre. Manuale d uso SMB-05 Strumento per la misura DVB-T e Digitale terrestre Manuale d uso INDICE Descrizione del prodotto 1. Guida... 1 1.1 Pannello frontale e pulsanti. 1 1.2 Pulsante di accensione. 3 1.3 Alimentazione

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

Vox. Manuale di Installazione ed Uso. - Versione 1.0 - www.amcelettronica.com. Vox

Vox. Manuale di Installazione ed Uso. - Versione 1.0 - www.amcelettronica.com. Vox Manuale di Installazione ed Uso - Versione 1.0 - Indice INTRODUZIONE 3 SCHEDA E COLLEGAMENTI 3 LED DI SEGNALAZIONE DELLO STATO OPERATIVO 4 DEFAULT RESET 4 PROGRAMMAZIONE 4 wizard tecnico 5 FUNZIONE INGRESSI

Dettagli

MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X

MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X MANUALE D INSTALLAZIONE LEGGERE ATTENTAMENTE IL PRESENTE MANUALE PRIMA DI METTERE IN FUNZIONE L'APPARECCHIATURA. INDICE Caratteristiche

Dettagli

FMT500 Trasmettitore

FMT500 Trasmettitore Technaxx FMT500 Trasmettitore Manuale dell utente Dichiarazione di Conformità può essere trovate: www.technaxx.de/ (sulla barra inferiore Konformitätserklärung ). Utilizzare questo dispositivo per la 1

Dettagli

PowerMust 400/600/1000 di tipo Offline Gruppo di continuità

PowerMust 400/600/1000 di tipo Offline Gruppo di continuità MANUALE DELL UTENTE IT PowerMust 400/600/1000 di tipo Offline Gruppo di continuità 1 IMPORTANTI ISTRUZIONI PER LA SICUREZZA CONSERVARE QUESTE ISTRUZIONI Questo manuale contiene importanti istruzioni per

Dettagli

VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2. Manuale d uso

VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2. Manuale d uso VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2 Manuale d uso Note: Le informazioni contenute in questa documentazione possono essere modificate senza preavviso. Per ulteriori informazioni contattare: DUEMMEGI

Dettagli

PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485

PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 P_002 rev.01 Pag. 1 PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 MANUALE UTENTE italiano P_002 rev.01 Pag. 2 INDICE Pag. 1. AVVERTENZE 3 2. DESCRIZIONE APPARECCHIO 3 3. DESCRIZIONE FUNZIONAMENTO 3 4.

Dettagli

informa News tecniche 2013

informa News tecniche 2013 informa News tecniche 2013 Indice news Tecnoalarm informa Argomento n. 3 Utilizzo di Universal Touch Screen e APP n. 9 Cavi halogen free n. 11 Chiavi software - abilitazioni n. 13 Aggiornamento firmware

Dettagli

Pannello comandi a distanza

Pannello comandi a distanza Pannello comandi a distanza 6-7 1-5 Istruzioni d uso INFORMAZIONI GENERALI PER UN USO CORRETTO DEL PANNELLO COMANDI A DISTANZA VI INVITIAMO A LEG- GERE ATTENTAMENTE IL CONTENUTO DEL PRESENTE MANUALE. AVVERTENZE

Dettagli