La graduatoria degli aventi diritto verrà pubblicata dal distretto entro la fine del mese di dicembre 2014.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La graduatoria degli aventi diritto verrà pubblicata dal distretto entro la fine del mese di dicembre 2014."

Transcript

1 1 BANDO DISTRETTUALE PER L EROGAZIONE DI MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI applicazione della Misura B2 - DGR X/740 del Circolare regionale n. 1 del ) OGGETTO DEL BANDO Ai sensi della DGR 740 del 2013 i 9 comuni del distretto 4 ASL mi 2 hanno approvato con delibera dell Assemblea dei sindaci del il presente bando finalizzato all erogazione di: 1. buoni sociali mensili, del valore di 250,00/mese per 12 mensilità, finalizzati al sostegno alla domiciliarità di persone anziane non autosufficienti, con la presenza stabile del care giver (figura di riferimento stabile per l assistenza al domicilio dell anziano/a) o attraverso l'acquisto di prestazioni da assistente familiare (badante); 2. buoni sociali mensili, del valore di 250,00/mese, finalizzati a sostenere progetti di vita indipendente di persone con disabilità pscico-fisico grave o gravissima. Tali interventi, di natura temporanea (erogazione di incentivi economici relativi al periodo luglio 2014 /giugno 2015) si inseriscono all interno di una rete stabile e consolidata di misure e servizi a supporto della domiciliarità di persone non autosufficienti, a titolarità di comuni e ASL. TEMPI Il presente bando ha avvio dal 10 NOVEMBRE 2014 AL 3 DICEMBRE 2014 (ORE 12.00) Le richieste da parte degli aventi diritto andranno presentate al SERVIZIO SOCIALE del comune di residenza entro e non oltre il 3 DICEMBRE 2014, corredate da tutta la documentazione richiesta. La graduatoria degli aventi diritto verrà pubblicata dal distretto entro la fine del mese di dicembre I contributi riconosciuti hanno valore retroattivo, ovvero a partire dal 1 luglio 2014 per 12 mensilità salvo perdita dei requisiti necessari. DEFINIZIONE GRADUATORIA

2 2 Ogni comune del distretto 4, in proporzione alla popolazione residente al , avrà a disposizione un numero definito di buoni per anziani e un numero definito di buoni per progetti di vita indipendente. A chiusura del periodo di pubblicazione dello specifico bando, valutate le domande pervenute, si provvederà a definire per ogni Comune due graduatorie corrispondenti alle due misure e le relative erogazioni. Nel caso in cui le domande pervenute a chiusura di bando copriranno tutte le postazioni comunali assegnate per le due misure, si provvederà a liquidare i benefici economici agli aventi diritto, senza applicare modifiche al riparto. Nel caso in cui le domande pervenute non coprano postazioni e risorse per una delle due misure, le risorse non assegnate potranno essere utilizzate secondo le sotto riportate modalità : 1. Copertura delle richieste pervenute al medesimo Comune, ma per l altra misura; 2. Verificate e coperte le richieste al punto precedente, le eventuali risorse residue potranno quindi essere assegnate anche ad aventi diritto residenti in altri comuni del distretto. DESTINATARI E REQUISITI DI ACCESSO Gli interventi previsti nella misura B2 - DGR X/740 del Misura a favore delle persone con disabilità grave e per anziani non autosufficienti e declinati nel presente regolamento sono: MISURA 1 BUONO SOCIALE PER PERSONE ANZIANE NON AUTOSUFFICIENTI Buoni sociali mensili finalizzati al sostegno della domiciliarità di persone anziane non autosufficienti, a cura del care giver o attraverso l'acquisto di prestazioni da assistente familiare. DESTINATARI Cittadini residenti nei Comuni del distretto 4 ASL Mi 2 Anziani oltre i 65 anni di età REQUISITI Invalidità Civile al 100%. ISEE familiare uguale o inferiore a : ( D.Lgs 109 del e successivo D.Lgs 130/2000) Presenza costante di un care giver a supporto della permanenza al domicilio dell anziano/a non autosufficiente; Eventuale assunzione diretta di un assistente familiare per almeno 10 ore settimanali

3 3 (non parente) tale requisito garantisce un punteggio aggiuntivo alla valutazione complessiva della situazione personale e familiare dell interessato; IMPORTI PRESENTAZIONE DOMANDE E ISTRUTTORIA L importo mensile del beneficio economico è fisso, pari a 250,00 per 12 mensilità. Le domande vengono presentate presso il servizio sociale di residenza, corredate dei necessari allegati (certificato invalidità, ISEE, copia del contratto di lavoro, buste paga pregresse e cedolini di versamento dei contributi previdenziali). A seguito presentazione della domanda, l'assistente sociale del comune di residenza effettua una visita domiciliare, predispone e condivide con gli interessati il Piano di Assistenza Individualizzato e trasmette la pratica formalmente all'ufficio di Piano c/o il Comune di Cernusco sul Naviglio. ESITO L'Ufficio di Piano, verifica la correttezza e completezza della domanda e la disponibilità economica, assegna l'importo dovuto al richiedente e ne comunica l'approvazione con lettera scritta sia al beneficiario che al Servizio Sociale competente. In caso di richieste eccedenti il finanziamento disponibile, verrà stillata una graduatoria di priorità in relazione a punteggi prestabiliti relativi sia al livello di fragilità della persona sia alla situazione economica del nucleo familiare di riferimento. Qualora la richiesta non sia ammissibile o finanziabile ne sarà data comunicazione scritta al richiedente e al servizio sociale Comunale. LIQUIDAZIONE DEI CONTRIBUTI A seguito di assegnazione del contributo verrà predisposta una liquidazione cumulativa per il semestre luglio/dicembre Successivamente i contributi sono liquidati trimestralmente, previa verifica a cura del servizio sociale comunale in merito alla corretta prosecuzione del progetto domiciliare in favore della persona anziana non autosufficiente. Nel caso sia presente un assistente familiare regolarmente assunta oltre le 10 ore/settimana, verrà richiesta alla famiglia la documentazione attestante le spese sostenute (buste paga e bollettino versamento contributi).

4 4 MISURA 2 BUONO SOCIALE PER SOSTEGNO VITA INDIPENDENTE Buoni sociali mensili finalizzati alla realizzazione di progetti di vita indipendente DESTINATARI Cittadini residenti nei Comuni del distretto 4 ASL Mi 2 Disabili di età 18/64 REQUISITI Invalidità Civile al 100% Riconoscimento Gravità Handicap ai sensi L. 104/92 Disabilità psico-motoria grave o gravissima con capacità di esprimere la propria volontà ISEE familiare uguale o inferiore ad ,00 (D.Lgs 109 del e successivo D.Lgs 130/2000) Presenza reale di un progetto di vita indipendente, da realizzarsi attraverso i seguenti percorsi/interventi: IMPORTI PRESENTAZIONE DOMANDE E ISTRUTTORIA 1)Presenza di un assistente familiare regolarmente assunto (oltre 10 ore settimanali); 2 )inserimento in servizi diurni finalizzati al raggiungimento, potenziamento delle autonomie della persona disabile, con onere a carico dell interessato parziale o totale; 3)partecipazione a percorsi sperimentali continuativi di avvicinamento alla vita autonoma, coordinati da strutture e operatori specializzati, con onere a carico dell interessato parziale o totale. L importo mensile del beneficio economico è fisso, pari a 250,00 per 12 mensilità Le domande vengono presentate presso il servizio sociale di residenza, corredate dei necessari allegati (certificato invalidità, ISEE. Nel caso sia presente un assistente familiare regolarmente assunta, si richiede la copia del contratto di lavoro, buste paga pregresse cedolini di versamento dei contributi previdenziali). A seguito presentazione della domanda, l'assistente sociale del comune di residenza effettua una visita domiciliare, predispone e condivide con gli interessati il Piano di Assistenza Individualizzato e trasmette la pratica formalmente all'ufficio di Piano c/o il Comune di Cernusco sul Naviglio. ESITO L'Ufficio di Piano, verifica la correttezza e completezza della domanda e la disponibilità economica, assegna l'importo dovuto per il periodo luglio 2004 giugno 2015 al richiedente e ne comunica l'approvazione con lettera scritta sia al beneficiario che al SS

5 5 competente. In caso di richieste eccedenti il finanziamento disponibile, verrà stillata una graduatoria di priorità in relazione a punteggi prestabiliti relativi sia al livello di fragilità della persona sia alla situazione economica del nucleo familiare di riferimento. Qualora la richiesta non sia ammissibile o finanziabile ne sarà data comunicazione scritta al richiedente e al servizio sociale Comunale. LIQUIDAZIONE DEI CONTRIBUTI A seguito di assegnazione del contributo viene predisposta una liquidazione cumulativa per il semestre luglio/dicembre Successivamente i contributi sono liquidati trimestralmente, a seguito di verifica da parte del servizio sociale comunale in merito alla regolare prosecuzione del progetto di vita indipendente e nel caso di presenza di un assistente familiare regolarmente assunta, previa consegna da parte della famiglia della documentazione attestante le spese sostenute (buste paga e bollettino versamento contributi). PIANO ASSISTENZIALE INDIVIDUALIZZATO Nei casi in cui sia prevista una presa in carico integrata da parte sia del Comune di residenza che dell'asl competente, gli interventi vengono concordati da parte del servizio sociale comunale e dell ASL in seguito ad una valutazione condivisa dei bisogni in accordo con il beneficiario e/o la sua famiglia. Ai fini della definizione del PAI - Progetto di Assistenza Individualizzato-, l'assistente sociale comunale valuta i bisogni della persona e/o del suo nucleo familiare attraverso i propri strumenti tecnico-professionali (valutazione sociale) e, nei casi con presa in carico congiunta, si avvale della valutazione multidimensionale effettuata in collaborazione con l'asl territorialmente competente. Il PAI redatto a seguito della valutazione dovrà contenere: una sintetica descrizione dei bisogni del beneficiario; gli eventuali servizi già erogati dall'asl (ADI) e dal servizio sociale comunale; eventuali altre misure di carattere assistenziale erogate da enti pubblici/privati; gli interventi finanziabili di cui all articolo 4 del presente regolamento che si intendono sostenere con la misura B2 - DGR X/740 del Misura a favore delle persone con disabilità grave e per anziani non autosufficienti e il relativo budget di cura.

6 6 Il PAI ha validità per tutto il periodo di erogazione dei buoni e verrà completato e sottoscritto dai soggetti coinvolti (assistente sociale comunale, beneficiario/familiare di riferimento) per quanto di propria competenza. COMPRESENZA DI PIU' BENEFICIARI NEL MEDESIMO NUCLEO FAMILIARE In caso di nuclei familiari in cui siano presenti, da stato di famiglia, più persone aventi i requisiti richiesti per accedere alla presente iniziativa, è possibile presentare istanza per ciascuno di essi ai fini di una valutazione complessiva del bisogno. L erogazione del beneficio verrà ad ogni modo destinata ad un solo componente del nucleo familiare, quello che ha ottenuto, in fase di valutazione, il punteggio più alto. VERIFICA E MONITORAGGIO La realizzazione del PAI viene verificata con cadenza trimestrale attraverso la consegna da parte dei beneficiari o loro familiari dei documenti attestanti la sua effettiva realizzazione. Eventuali modifiche sostanziali, che comportino anche la necessità di integrare diverse misure durante il periodo di realizzazione del PAI, dovranno essere comunicate tempestivamente dal beneficiario e/o familiare di riferimento all assistente sociale comunale ai fini di una loro accettazione tramite rivalutazione del bisogno, pena la non ammissibilità delle stesse in sede di verifica a conclusione del trimestre. REVOCA E SOSPENSIONE TEMPORANEA DELLA MISURA Il beneficiario /familiare ha l obbligo di comunicare tempestivamente al servizio sociale comunale ogni variazione che comporti la revoca / sospensione o ridimensionamento della misura. Il finanziamento degli interventi regolati dal presente bando e contenuti nel PAI saranno revocati in seguito a: perdita dei requisiti per l'accesso previste dai presenti Criteri; cambio di residenza del beneficiario in altro comune al di fuori dell ambito distrettuale ricovero in struttura residenziale in lungodegenza; decesso del beneficiario ; verifica non rispondente a quanto previsto nel PAI in termini di interventi e budget di cura. TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Ai sensi dell art. 18 del D.Lgs 30 giugno 2003, n. 196, i dati personali forniti dai richiedenti l assegno di cura socio-assistenziale, saranno raccolti e trattati per le finalità di gestione previste dal presente documento.

7 7 Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti necessari per l ammissione al beneficio di cui sopra. Le medesime informazioni potranno essere comunicate unicamente alle Amministrazioni Pubbliche e agli Enti direttamente interessati all applicazione dell assegno di cura come strumento di mantenimento al domicilio di soggetti anziani e disabili fragili. I soggetti interessati godono dei diritti di cui all art. 7 D.Lgs n. 196/03, tra cui il diritto d accesso ai dati che li riguardano, il diritto di rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. Titolare del trattamento dei dati personali e sensibili è il Comune Capofila del Distretto 4 ASL MI 2.

AMBITO TERRITORIALE DISTRETTO 5 Comuni di Cassano d Adda, Inzago, Liscate, Melzo, Pozzuolo Martesana, Settala, Truccazzano, Vignate

AMBITO TERRITORIALE DISTRETTO 5 Comuni di Cassano d Adda, Inzago, Liscate, Melzo, Pozzuolo Martesana, Settala, Truccazzano, Vignate Distretto sociale 5 ATS Metropolitana CRITERI PER L EROGAZIONE DI MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA GRAVE E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI 1. Finalità Applicazione delle misure B2 previste dalla

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DISTRETTO 5 Comuni di Cassano d Adda, Inzago, Liscate, Melzo, Pozzuolo Martesana, Settala, Truccazzano, Vignate

AMBITO TERRITORIALE DISTRETTO 5 Comuni di Cassano d Adda, Inzago, Liscate, Melzo, Pozzuolo Martesana, Settala, Truccazzano, Vignate Distretto sociale 5 ATS Metropolitana CRITERI PER L EROGAZIONE DI MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA GRAVE E ANZIANINON AUTOSUFFICIENTI Applicazione delle misure B2 previste dalla DGR 4249/2015

Dettagli

PIANO OPERATIVO DI ATTUAZIONE DELLA MISURA B2 A FAVORE DI PERSONE CONM DISABILITA GRAVE E PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI DGR 5940/2016

PIANO OPERATIVO DI ATTUAZIONE DELLA MISURA B2 A FAVORE DI PERSONE CONM DISABILITA GRAVE E PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI DGR 5940/2016 PIANO OPERATIVO DI ATTUAZIONE DELLA MISURA B2 A FAVORE DI PERSONE CONM DISABILITA GRAVE E PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI DGR 5940/2016 FONDO PER LE NON AUTOSUFFICIENZE 2016 PERIODO APRILE 2017 MARZO 2018

Dettagli

CRITERI DISTRETTUALI PER L EROGAZIONE DI MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI

CRITERI DISTRETTUALI PER L EROGAZIONE DI MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI CRITERI DISTRETTUALI PER L EROGAZIONE DI MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI applicazione della Misura B2 - DGR X/740 del 27.9.2013 Circolare regionale n. 1

Dettagli

Ambito Territoriale DISTRETTO 5 di Melzo. Comuni di Cassano d Adda, Inzago, Melzo, Liscate, Pozzuolo Martesana, Settala, Truccazzano, Vignate

Ambito Territoriale DISTRETTO 5 di Melzo. Comuni di Cassano d Adda, Inzago, Melzo, Liscate, Pozzuolo Martesana, Settala, Truccazzano, Vignate Ambito Territoriale DISTRETTO 5 di Melzo Comuni di Cassano d Adda, Inzago, Melzo, Liscate, Pozzuolo Martesana, Settala, Truccazzano, Vignate REGOLAMENTO per l erogazione di titoli per la regolarizzazione

Dettagli

AMBITO DISTRETTUALE DI ARCISATE

AMBITO DISTRETTUALE DI ARCISATE PIANO PER LE NON AUTOSUFFICIENZE ANNO 2013 Premessa La Regione Lombardia con la DGR116/2013 determinazioni in ordine all istituzione del fondo regionale a sostegno della famiglie e dei suoi componenti

Dettagli

CONSORZIO ERBESE SERVIZI ALLA PERSONA

CONSORZIO ERBESE SERVIZI ALLA PERSONA BUONO BADANTI AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI BUONI SOCIALI EROGATI A SPORTELLO A FAVORE DI PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI ASSISTITE A DOMICILIO DA ASSITENTI FAMILIARI PERIODO DAL 1 LUGLIO 2009 AL 30

Dettagli

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì Cesena AREA SERVIZI ALLA PERSONA Piazza della Repubblica n. 35-47030 Sogliano al Rubicone (FC) Tel. 0541.817311 Fax 0541.948866 - e-mail: servizi.sociali@comune.sogliano.fc.it

Dettagli

CERNUSCO SUL NAVIGLIO

CERNUSCO SUL NAVIGLIO LINEE GUIDA DISTRETTO 4 ASL MI 2 Misura a favore delle persone con disabilità grave o comunque in condizione di non autosufficienza (Misura B2 - DGR 4249 del 30.10.2015) 1. FINALITA Con il presente documento

Dettagli

CRITERI DISTRETTUALI PER L EROGAZIONE DI MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI

CRITERI DISTRETTUALI PER L EROGAZIONE DI MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI Approvati con delibera intercomunale n. 13 del 30/07/2015 CRITERI DISTRETTUALI PER L EROGAZIONE DI MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI applicazione della Misura

Dettagli

CERNUSCO SUL NAVIGLIO

CERNUSCO SUL NAVIGLIO LINEE GUIDA DISTRETTO 4 ASL MI 2 Misura a favore delle persone con disabilità grave o comunque in condizione di non autosufficienza (Misura B2 - DGR 5940 del 05.09.2016) 1. FINALITA Con il presente documento

Dettagli

Ufficio di Coordinamento del Piano di Zona dell ambito territoriale di Como

Ufficio di Coordinamento del Piano di Zona dell ambito territoriale di Como Ufficio di Coordinamento del Piano di Zona dell ambito territoriale di Como BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI: Buono Sociale a sostegno delle spese per la retribuzione di Assistenti Familiari regolarmente

Dettagli

MISURE A FAVORE DI PERSONE CON DISABILITA E/O NON. AUTOSUFFICIENTI ANNO 2017 (ai sensi della DGR 5940/2016 di Regione Lombardia)

MISURE A FAVORE DI PERSONE CON DISABILITA E/O NON. AUTOSUFFICIENTI ANNO 2017 (ai sensi della DGR 5940/2016 di Regione Lombardia) Ambito Distrettuale di Mortara Costituito ex Legge 328/2000 fra i Comuni di: Albonese, Candia Lomellina, Castello d Agogna, Castelnovetto, Ceretto, Cergnago, Cilavegna, Cozzo, Langosco, Mortara, Nicorvo,

Dettagli

BANDO PER L EROGAZIONE DI BUONI SOCIALI IN FAVORE DI PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE IN CONDIZIONE DI NON AUTOSUFFICIENZA FNA ANNO 2017

BANDO PER L EROGAZIONE DI BUONI SOCIALI IN FAVORE DI PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE IN CONDIZIONE DI NON AUTOSUFFICIENZA FNA ANNO 2017 BANDO PER L EROGAZIONE DI BUONI SOCIALI IN FAVORE DI PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE IN CONDIZIONE DI NON AUTOSUFFICIENZA FNA ANNO 2017 Con deliberazione della Giunta regionale n. X/5940 del 05/12/2016 avente

Dettagli

PROGETTO INDIVIDUALE DI ASSISTENZA (PAI)

PROGETTO INDIVIDUALE DI ASSISTENZA (PAI) MISURA B2 BUONI IN FAVORE DI PERSONE IN CONDIZIONE DI NON AUTOSUFFICIENZA PROGETTO INDIVIDUALE DI ASSISTENZA (PAI) SIG./SIG.RA NATO/A A IL / / RESIDENTE A VIA/P.ZZA INVALIDITÀ CIVILE: RICONOSCIMENTO CONDIZIONE

Dettagli

CRITERI DI RIFERIMENTO PER L ACCESSO AL BUONO SOCIALE 2016 PER PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE O NON AUTOSUFFICIENTI

CRITERI DI RIFERIMENTO PER L ACCESSO AL BUONO SOCIALE 2016 PER PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE O NON AUTOSUFFICIENTI CRITERI DI RIFERIMENTO PER L ACCESSO AL BUONO SOCIALE 2016 PER PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE O NON AUTOSUFFICIENTI 1. PRINCIPI GENERALI I seguenti criteri disciplinano, all interno di un sistema integrato

Dettagli

CRITERI DISTRETTUALI PER L EROGAZIONE DI MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI

CRITERI DISTRETTUALI PER L EROGAZIONE DI MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI Approvati con delibera intercomunale n. 1 del 18/02/2016. CRITERI DISTRETTUALI PER L EROGAZIONE DI MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI applicazione della Misura

Dettagli

MODALITA DI EROGAZIONE BUONO SOCIALE PER PERSONE CON DISABILITA GRAVE E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI (AI SENSI DELLE DGR 4249/2015 MIS.

MODALITA DI EROGAZIONE BUONO SOCIALE PER PERSONE CON DISABILITA GRAVE E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI (AI SENSI DELLE DGR 4249/2015 MIS. MODALITA DI EROGAZIONE BUONO SOCIALE PER PERSONE CON DISABILITA GRAVE E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI (AI SENSI DELLE DGR 4249/2015 MIS. B2) CRITERI OMOGENEI DI ACCESSO AL BENEFICIO Art. 1 OGGETTO E FINALITA

Dettagli

Via Corsica 1, Casalmaggiore (CR) Tel Fax

Via Corsica 1, Casalmaggiore (CR) Tel Fax Via Corsica 1, 26041 Casalmaggiore (CR) Tel. 0375 203122 Fax 0375 42525 e-mail: ufficiodipiano@concass.it Via Corsica 1, Casalmaggiore (CR) Tel. 0375203122 Fax 037542525 e-mail ufficiodipiano@concass.it

Dettagli

1. FINALITÀ DELL INTERVENTO

1. FINALITÀ DELL INTERVENTO LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI RIVOLTI A PERSONE CON DISABILITA GRAVE O IN CONDIZIONE DI NON AUTOSUFFICIENZA MEDIANTE INTERVENTI SOCIO-EDUCATIVI, SOCIO-ASSISTENZIALI, ANCHE DI POTENZIAMENTO

Dettagli

Modulo per la richiesta di contributo economico ex DGR 4249/2015 Misura B2 ANNO 2016

Modulo per la richiesta di contributo economico ex DGR 4249/2015 Misura B2 ANNO 2016 Modulo per la richiesta di contributo economico ex DGR 4249/2015 Misura B2 Buono / Voucher per il mantenimento in famiglia di persone non autosufficienti ANNO 2016 IL RICHIEDENTE Sig./a sesso M F Cod.

Dettagli

REGOLAMENTO LEGGE 21 MAGGIO 1998 N 162 Procedura di accreditamento

REGOLAMENTO LEGGE 21 MAGGIO 1998 N 162 Procedura di accreditamento Comune Capofila Aalatri PROVINCIA DI FROSINONE L. 328/2000 Comuni di: Acuto, Alatri, Anagni, Collepardo, Filettino, Fiuggi, Guarcino, Paliano, Piglio, Serrone, Sgurgola, Torre Cajetani,Trevi nel Lazio,

Dettagli

BUONI PER IL SOSTEGNO DEL LAVORO DI CURA PRESTATO DA ASSISTENTI FAMILIARI (BADANTI) ANNO 2009

BUONI PER IL SOSTEGNO DEL LAVORO DI CURA PRESTATO DA ASSISTENTI FAMILIARI (BADANTI) ANNO 2009 BUONI PER IL SOSTEGNO DEL LAVORO DI CURA PRESTATO DA ASSISTENTI FAMILIARI (BADANTI) ANNO 2009 Premessa Il presente bando individua, a livello distrettuale, gli aspetti qualificanti cui si intende dar seguito

Dettagli

COMUNE DI SAN MANGO PIEMONTE Provincia di Salerno AVVISO PER BANCO ALIMENTARE ANNUALITA' 2017 IL RESPONSABILE DEL SETTORE POLITICHE SOCIALI

COMUNE DI SAN MANGO PIEMONTE Provincia di Salerno AVVISO PER BANCO ALIMENTARE ANNUALITA' 2017 IL RESPONSABILE DEL SETTORE POLITICHE SOCIALI COMUNE DI SAN MANGO PIEMONTE Provincia di Salerno AVVISO PER BANCO ALIMENTARE ANNUALITA' 2017 IL RESPONSABILE DEL SETTORE POLITICHE SOCIALI - in esecuzione della delibera di GC n. 64 del 13/10/2016 - in

Dettagli

UFFICIO DI PIANO AMBITO TERRITORIALE C5 COMUNE CAPOFILA SANTA MARIA CAPUA VETERE Legge 328/00 L. 11/07

UFFICIO DI PIANO AMBITO TERRITORIALE C5 COMUNE CAPOFILA SANTA MARIA CAPUA VETERE Legge 328/00 L. 11/07 UFFICIO DI PIANO AMBITO TERRITORIALE C5 COMUNE CAPOFILA SANTA MARIA CAPUA VETERE Legge 328/00 L. 11/07 REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL VOUCHER SOCIALE A FINALITA MULTIPLA Approvato nella seduta del Coordinamento

Dettagli

MISURA B2 ANNO 2017 Modulo per la richiesta di contributo economico ex DGR 5940/2016

MISURA B2 ANNO 2017 Modulo per la richiesta di contributo economico ex DGR 5940/2016 Al Sig. Sindaco del Comune di MISURA B2 ANNO 2017 Modulo per la richiesta di contributo economico ex DGR 5940/2016 Buono / Voucher per il mantenimento in famiglia di persone non autosufficienti IL RICHIEDENTE

Dettagli

Documento approvato dall Assemblea dei Sindaci in data 23 febbraio 2015

Documento approvato dall Assemblea dei Sindaci in data 23 febbraio 2015 Linee guida per l assegnazione del FONDO PER LA NON AUTOSUFFICIENZA 2014 a persone con disabilità grave e anziani non autosufficienti residenti nei Comuni dell Ambito di Garbagnate Milanese in applicazione

Dettagli

INFORMATIVA AI CITTADINI Interventi per le persone fragili

INFORMATIVA AI CITTADINI Interventi per le persone fragili Malgrate, 06.03.2015 INFORMATIVA AI CITTADINI per le persone fragili Ai sensi delle DGR n. 2655/14, DGR n. 2883/14, DGR n. 2942/14, la Regione Lombardia ha definito modalità e strumenti di intervento,

Dettagli

AMBITO DISTRETTUALE DI SARONNO

AMBITO DISTRETTUALE DI SARONNO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL FONDO PER LA NON AUTOSUFFICIENZA ANNO 2015 Premessa La DGR 740/2013 ha assegnato risorse sia alle ASL che agli Ambiti territoriali affinché realizzassero interventi a forte

Dettagli

- MISURA 4: sostenere nuclei familiari per il mantenimento dell alloggio in locazione il cui reddito provenga esclusivamente da pensione.

- MISURA 4: sostenere nuclei familiari per il mantenimento dell alloggio in locazione il cui reddito provenga esclusivamente da pensione. BANDO PER L ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI VOLTI AL CONTENIMENTO DELL EMERGENZA ABITATIVA E AZIONI VOLTE AL SOSTEGNO DEL MANTENIMENTO DELL ABITAZIONE IN LOCAZIONE D.G.R. 6465/2017 - ANNO 2017 Premessa La

Dettagli

AZIENDA SPECIALE CONSORTILE OVEST SOLIDALE

AZIENDA SPECIALE CONSORTILE OVEST SOLIDALE BUONO SOCIALE PER PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI dei Comuni dell Ambito n. 2 Berlingo, Castegnato, Castel Mella, Cellatica, Gussago, Ome, Ospitaletto, Rodengo Saiano, Roncadelle, Torbole Casaglia, Travagliato

Dettagli

Progetto INPS Home Care Premium 2017

Progetto INPS Home Care Premium 2017 Progetto INPS Home Care Premium 2017 Premessa: Ai sensi e per gli effetti del DM 463/98, l INPS ha tra i propri scopi istituzionali l erogazione di prestazioni sociali in favore dei dipendenti e pensionati

Dettagli

DISCIPLINA ATTUATIVA PER LA CONCESSIONE ED EROGAZIONE DELL ASSEGNO DI CURA DISABILI (DGR 1122/02)

DISCIPLINA ATTUATIVA PER LA CONCESSIONE ED EROGAZIONE DELL ASSEGNO DI CURA DISABILI (DGR 1122/02) DISCIPLINA ATTUATIVA PER LA CONCESSIONE ED EROGAZIONE DELL ASSEGNO DI CURA DISABILI (DGR 1122/02) INDICE Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Finalità dell intervento Art. 3 - Destinatari Art. 4 - Modalità di segnalazione

Dettagli

HOME CARE ALZHEIMER Programma integrato sovradistrettuale per i malati di Alzheimer e loro familiari

HOME CARE ALZHEIMER Programma integrato sovradistrettuale per i malati di Alzheimer e loro familiari Al Distretto Socio-Sanitario RM G c/o il Comune Capofila Indirizzo: HOME CARE ALZHEIMER Programma integrato sovradistrettuale per i malati di Alzheimer e loro familiari (D.G.R. 504/2012) RICHIEDENTE Il/La

Dettagli

Comuni consorziati: Bozzolo, Commessaggio, Dosolo, Gazzuolo, Marcaria, Pomponesco, Rivarolo Mantovano, Sabbioneta, San Martino Dall Argine, Viadana.

Comuni consorziati: Bozzolo, Commessaggio, Dosolo, Gazzuolo, Marcaria, Pomponesco, Rivarolo Mantovano, Sabbioneta, San Martino Dall Argine, Viadana. Ambito Territoriale di Viadana (MN) Prot. n.422 Viadana, 06.03.2017 AVVISO PUBBLICO PER L'ASSEGNAZIONE DI BUONI MIRATI FINANZIATI CON IL FONDO PER LA NON AUTOSUFFICIENZA (F.N.A.) A SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE

Dettagli

BANDO PER CONTRIBUTI ECONOMICI PER ASSISTENTI FAMILIARI REGOLARIZZATE DEL COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA IL SEGRETARIO COMUNALE

BANDO PER CONTRIBUTI ECONOMICI PER ASSISTENTI FAMILIARI REGOLARIZZATE DEL COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA IL SEGRETARIO COMUNALE BANDO PER CONTRIBUTI ECONOMICI PER ASSISTENTI FAMILIARI REGOLARIZZATE DEL COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA IL SEGRETARIO COMUNALE VISTA la deliberazione del consiglio Comunale N 39 del 20.07.2010 relativa

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CERIGNOLA

AMBITO TERRITORIALE DI CERIGNOLA AMBITO TERRITORIALE DI CERIGNOLA COPIA DI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE (D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 - Art. 107) Atto N.15 In data 02-07-15 OGGETTO: Approvazione graduatoria per persone in condizioni di

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE N 12 COMUNI DI BRUSCIANO, CASTELLO DI CISTERNA, MARIGLIANELLA, MARIGLIANO, POMIGLIANO D ARCO, SAN VITALIANO

AMBITO TERRITORIALE N 12 COMUNI DI BRUSCIANO, CASTELLO DI CISTERNA, MARIGLIANELLA, MARIGLIANO, POMIGLIANO D ARCO, SAN VITALIANO AMBITO TERRITORIALE N 12 COMUNI DI BRUSCIANO, CASTELLO DI CISTERNA, MARIGLIANELLA, MARIGLIANO, POMIGLIANO D ARCO, SAN VITALIANO. AVVISO PUBBLICO PER LA EROGAZIONE DI VOUCHER PER IL SOSTEGNO ECONOMICO ALLE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO IL SINDACO. rende noto

AVVISO PUBBLICO IL SINDACO. rende noto C ITTA D I P O T E N Z A Unità di Direzione Servizi alla Persona Ufficio Servizi Sociali Via Pietro Lacava n. 2 85100 Potenza AVVISO PUBBLICO IL SINDACO rende noto che, ai sensi e per gli effetti della

Dettagli

Documento approvato dall Assemblea dei Sindaci in data 13 febbraio 2017

Documento approvato dall Assemblea dei Sindaci in data 13 febbraio 2017 Linee guida per l assegnazione del FONDO PER LA NON AUTOSUFFICIENZA 2017 a persone con disabilità grave e anziani non autosufficienti residenti nei Comuni dell Ambito di Garbagnate Milanese in applicazione

Dettagli

ZONA SOCIALE N.4 Provincia di Perugia

ZONA SOCIALE N.4 Provincia di Perugia Prot. n. 10698 del 28/04/2016 Albo pretorio n. 582 del 28/04/2016 ZONA SOCIALE N.4 Provincia di Perugia AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI UN CONTRIBUTO FINALIZZATO AL CONCORSO DELLE SPESE SOSTENUTE

Dettagli

BANDO PUBBLICO. Articolo 1 Soggetto proponente

BANDO PUBBLICO. Articolo 1 Soggetto proponente BANDO PUBBLICO Interventi volti al contenimento dell emergenza abitativa e al mantenimento dell alloggio in locazione - Anno 2017, in attuazione della Deliberazione N X/ 6465 del 10/04/2017 Articolo 1

Dettagli

DOMANDA DI ACCESSO ALL ASSEGNO DI CURA PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ANNO 2011 (Delibera di Giunta Regionale n. 985 del 15 giugno 2009)

DOMANDA DI ACCESSO ALL ASSEGNO DI CURA PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ANNO 2011 (Delibera di Giunta Regionale n. 985 del 15 giugno 2009) Timbro di arrivo al protocollo dell Ente Allegato 1 All Ente capofila dell ATS XVI Comunità Montana Ufficio Promozione Sociale Via Piave n.12 62026 San Ginesio (MC) DOMANDA DI ACCESSO ALL ASSEGNO DI CURA

Dettagli

DISTRETTO SOCIALE N19 Comuni di Afragola, Caivano, Cardito, Crispano. ASL NA 2 Nord Distretti Sanitari 44 e 45. CITTÀ DI AFRAGOLA Provincia di Napoli

DISTRETTO SOCIALE N19 Comuni di Afragola, Caivano, Cardito, Crispano. ASL NA 2 Nord Distretti Sanitari 44 e 45. CITTÀ DI AFRAGOLA Provincia di Napoli AVVISOPUBBLICO PER L ATTRIBUZIONE DI VOUCHER SOCIALI A FINALITA MULTIPLA DI CUI ALL'INTESA STATO REGIONI "CONCILIAZIONE DEI TEMPI DI VITA E DI LAVORO", AL PROGRAMMA ASSAP "VOUCHER ASSISTENTI FAMILIARI"

Dettagli

posti disponibili negli Asili Nido Comunali di Cernusco sul Naviglio Anno Educativo 2017/2018.

posti disponibili negli Asili Nido Comunali di Cernusco sul Naviglio Anno Educativo 2017/2018. 1 Bando per la formazione della graduatoria ai fini dell ammissione ai posti disponibili negli Asili Nido Comunali di Cernusco sul Naviglio Anno Educativo 017/018. Vista la Determinazione Dirigenziale

Dettagli

INFORMATIVA FONDO ANTICRISI COMUNE DI LODI - ANNO 2016

INFORMATIVA FONDO ANTICRISI COMUNE DI LODI - ANNO 2016 INFORMATIVA FONDO ANTICRISI COMUNE DI LODI - ANNO 2016 Il Comune di Lodi, riconoscendo il perdurante stato di difficoltà in cui versano persone e famiglie in conseguenza agli esiti della crisi economica,

Dettagli

INTERVENTI DI CUI ALLA DGR N. 2883 DEL 12.12.2014 - MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA GRAVE E/O IN CONDIZIONE DI NON AUTOSUFFICIENZA

INTERVENTI DI CUI ALLA DGR N. 2883 DEL 12.12.2014 - MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA GRAVE E/O IN CONDIZIONE DI NON AUTOSUFFICIENZA INTERVENTI DI CUI ALLA DGR N. 2883 DEL 12.12.2014 - MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA GRAVE E/O IN CONDIZIONE DI NON AUTOSUFFICIENZA - (Misura B2 ) LINEE GUIDA APPROVATE DALL ASSEMBLEA DEI SINDACI

Dettagli

ASSEMBLEA DISTRETTUALE DEI SINDACI AMBITO N. 5 SEBINO

ASSEMBLEA DISTRETTUALE DEI SINDACI AMBITO N. 5 SEBINO ASSEMBLEA DISTRETTUALE DEI SINDACI AMBITO N. 5 SEBINO Comuni di CORTE FRANCA, ISEO, MARONE, MONTICELLI BRUSATI, MONTE ISOLA, PASSIRANO, PADERNO FC, PROVAGLIO D ISEO, SULZANO, SALE MARASINO, PARATICO, ZONE

Dettagli

COMUNE DI BOLGARE COMUNI ASSOCIATI: BOLGARE, CALCINATE, CASTELLI CALEPIO, CHIUDUNO, GRUMELLO DEL MONTE, MORNICO AL SERIO, PALOSCO, TELGATE

COMUNE DI BOLGARE COMUNI ASSOCIATI: BOLGARE, CALCINATE, CASTELLI CALEPIO, CHIUDUNO, GRUMELLO DEL MONTE, MORNICO AL SERIO, PALOSCO, TELGATE COMUNE DI BOLGARE COMUNI ASSOCIATI: BOLGARE, CALCINATE, CASTELLI CALEPIO, CHIUDUNO, GRUMELLO DEL MONTE, MORNICO AL SERIO, PALOSCO, TELGATE BUONO SOCIALE 2016 PER PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE O NON AUTOSUFFICIENTI

Dettagli

VISTI l attestazione ed i pareri resi ai sensi delle disposizioni vigenti; D E L I B E R A

VISTI l attestazione ed i pareri resi ai sensi delle disposizioni vigenti; D E L I B E R A Oggetto : 7 BANDO DI RIMBORSO SPESE PER SOGGIORNI CLIMATICI E PERIODI DI SOLLIEVO PRESSO STRUTTURE RESIDENZIALI A FAVORE DI INVALIDI, SORDOMUTI E NON VEDENTI - ANNO 2009.- PREMESSO che anche per l anno

Dettagli

CASA FIDEIUSSIONI E INCENTIVI PER L AFFITTO SOCIALE

CASA FIDEIUSSIONI E INCENTIVI PER L AFFITTO SOCIALE Bando per la formazione di una graduatoria per l incrocio domanda/offerta di alloggi a canone ridotto messi a disposizione dei privati nell ambito del progetto: CASA FIDEIUSSIONI E INCENTIVI PER L AFFITTO

Dettagli

Distretto di Carate Brianza Comune di TRIUGGIO

Distretto di Carate Brianza Comune di TRIUGGIO Distretto di Carate Brianza Comune di TRIUGGIO ALBIATE BESANA BIASSONO BRIOSCO CARATE LISSONE MACHERIO RENATE SOVICO TRIUGGIO VEDANO VEDUGGIO VERANO RICHIESTA EROGAZIONE BUONO SOCIALE DISTRETTUALE MIRATO

Dettagli

Documento approvato dall Assemblea dei Sindaci in data 22 febbraio 16

Documento approvato dall Assemblea dei Sindaci in data 22 febbraio 16 Linee guida per l assegnazione del FONDO PER LA NON AUTOSUFFICIENZA 2015 a persone con disabilità grave e anziani non autosufficienti residenti nei Comuni dell Ambito di Garbagnate Milanese in applicazione

Dettagli

CRITERI PER L EROGAZIONE DELL ASSEGNO DI CURA SOCIO-ASSISTENZIALE RIVOLTO AD ANZIANI E DISABILI CAPO I - CRITERI OMOGENEI DI ACCESSO ALL INTERVENTO

CRITERI PER L EROGAZIONE DELL ASSEGNO DI CURA SOCIO-ASSISTENZIALE RIVOLTO AD ANZIANI E DISABILI CAPO I - CRITERI OMOGENEI DI ACCESSO ALL INTERVENTO CRITERI PER L EROGAZIONE DELL ASSEGNO DI CURA SOCIO-ASSISTENZIALE RIVOLTO AD ANZIANI E DISABILI Allegato 1 alla Delibera N. 23 del 07/09/2012 CAPO I - CRITERI OMOGENEI DI ACCESSO ALL INTERVENTO Art. 1

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI BUONI SOCIALI A FAVORE DI PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI E DI PERSONE CON DISABILITA GRAVE ASSISTITE AL DOMICILIO

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI BUONI SOCIALI A FAVORE DI PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI E DI PERSONE CON DISABILITA GRAVE ASSISTITE AL DOMICILIO BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI BUONI SOCIALI A FAVORE DI PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI E DI PERSONE CON DISABILITA GRAVE ASSISTITE AL DOMICILIO 1. FINALITÀ DELL INTERVENTO L Assemblea dei Sindaci dell Ambito

Dettagli

Distretto di Carate Brianza Comune di Triuggio

Distretto di Carate Brianza Comune di Triuggio Distretto di Carate Brianza Comune di Triuggio ALBIATE BESANA BIASSONO BRIOSCO CARATE LISSONE MACHERIO RENATE SOVICO TRIUGGIO VEDANO VEDUGGIO VERANO RICHIESTA EROGAZIONE BUONO SOCIALE DISTRETTUALE MIRATO

Dettagli

COMUNE DI SERRA DE CONTI AVVISO PUBBLICO DOMANDA DI ACCESSO AL CONTRIBUTO PER L ASSISTENZA DOMICILIARE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ASSEGNO DI CURA

COMUNE DI SERRA DE CONTI AVVISO PUBBLICO DOMANDA DI ACCESSO AL CONTRIBUTO PER L ASSISTENZA DOMICILIARE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ASSEGNO DI CURA COMUNE DI SERRA DE CONTI AVVISO PUBBLICO DOMANDA DI ACCESSO AL CONTRIBUTO PER L ASSISTENZA DOMICILIARE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ASSEGNO DI CURA Deliberazione della Giunta Regionale n. 6 del 09/01/2012

Dettagli

Settore Servizi Sociali, P.I. e Sport. R l Relazione Progetti di vita indipendente (PRO.V.I.)

Settore Servizi Sociali, P.I. e Sport. R l Relazione Progetti di vita indipendente (PRO.V.I.) Comune di Barletta Settore Servizi Sociali, P.I. e Sport R l Relazione 12.07.2013 Progetti di vita indipendente (PRO.V.I.) Avviso Pubblico DGR 758 del 16.04.2013 Progetti di vita indipendente (PRO.V.I.)

Dettagli

DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE SOCIO-ASSISTENZIALE IN FAVORE DI PERSONE ANZIANE.

DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE SOCIO-ASSISTENZIALE IN FAVORE DI PERSONE ANZIANE. DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE SOCIO-ASSISTENZIALE IN FAVORE DI PERSONE ANZIANE. 1 INDICE DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE SOCIO-ASSISTENZIALE IN FAVORE DI

Dettagli

Ambito Territoriale DISTRETTO 5 di Melzo

Ambito Territoriale DISTRETTO 5 di Melzo Ambito Territoriale DISTRETTO 5 di Melzo Comuni di Cassano d Adda, Inzago, Melzo, Liscate, Pozzuolo Martesana, Settala, Truccazzano, Vignate PROTOCOLLO ATTUATIVO per l erogazione di vouchers per l accesso

Dettagli

COMUNE DI VILLA CASTELLI PROV. DI BRINDISI

COMUNE DI VILLA CASTELLI PROV. DI BRINDISI COMUNE DI VILLA CASTELLI PROV. DI BRINDISI SELEZIONE PUBBLICA AI FINI DELLA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DA UTILIZZARE PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE LAVORO VOLTE ALL INCLUSIONE SOCIALE E LAVORATIVA DI SOGGETTI

Dettagli

DOMANDA DI MISURA ATTIVA DI SOSTEGNO AL REDDITO ai sensi dell art. 5 della legge regionale 15/2015 e dell art. 5 del D.P.REG.

DOMANDA DI MISURA ATTIVA DI SOSTEGNO AL REDDITO ai sensi dell art. 5 della legge regionale 15/2015 e dell art. 5 del D.P.REG. ALLEGATO B (riferito all articolo 5) Il/La sottoscritto/a richiedente Data di nascita Codice Fiscale Sesso (M/F) / / Comune di nascita Prov. Stato di nascita Stato di cittadinanza Indirizzo di residenza

Dettagli

COMUNE DI FIUGGI. Provincia di Frosinone. III SERVIZIO Servizi sociali, pubblica istruzione, biblioteca

COMUNE DI FIUGGI. Provincia di Frosinone. III SERVIZIO Servizi sociali, pubblica istruzione, biblioteca COMUNE DI FIUGGI Provincia di Frosinone III SERVIZIO Servizi sociali, pubblica istruzione, biblioteca SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI, DISABILI GRAVI E PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI Vista la Legge

Dettagli

COMUNE di VICOVARO (Città Metropolitana di Roma Capitale)

COMUNE di VICOVARO (Città Metropolitana di Roma Capitale) COMUNE di VICOVARO (Città Metropolitana di Roma Capitale) DISTRETTO SOCIO SANITARIO DI TIVOLI RMG3 INTERVENTI IN AIUTO ALLE PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE (Legge 21/05/1998, n. 162) AVVISO PUBBLICO Premesso

Dettagli

Regolamento per l assegnazione di contributi alle Società Sportive

Regolamento per l assegnazione di contributi alle Società Sportive C O M U N E DI A S S E M I N I Provincia di Cagliari Allegato A delibera Commissario Straordinario n 30 del 21.02.2003 Regolamento per l assegnazione di contributi alle Società Sportive Titolo I Contributi

Dettagli

DISTRETTO SOCIO-SANITARIO N.2- AMBITO TERRITORIALE DEI COMUNI DI Gioia Tauro, Melicuccà, Palmi, Rizziconi, Rosarno, San Ferdinando, Seminara

DISTRETTO SOCIO-SANITARIO N.2- AMBITO TERRITORIALE DEI COMUNI DI Gioia Tauro, Melicuccà, Palmi, Rizziconi, Rosarno, San Ferdinando, Seminara "W-.T *>">(«Urff DISTRETTO SOCIO-SANITARIO N.2- AMBITO TERRITORIALE DEI COMUNI DI Gioia Tauro, Melicuccà, Palmi, Rizziconi, Rosarno, San Ferdinando, Seminara AVVISO PUBBLICO Per riapertura termini di acquisizione

Dettagli

ANNO 2016/2017 ISCRIZIONE PER L EROGAZIONE DI VOUCHER PER LA FREQUENZA (CONTRIBUTI ECONOMICI MEDIANTE BUONI SERVIZIO) AL NIDO BIANCANEVE.

ANNO 2016/2017 ISCRIZIONE PER L EROGAZIONE DI VOUCHER PER LA FREQUENZA (CONTRIBUTI ECONOMICI MEDIANTE BUONI SERVIZIO) AL NIDO BIANCANEVE. ANNO 2016/2017 ISCRIZIONE PER L EROGAZIONE DI VOUCHER PER LA FREQUENZA (CONTRIBUTI ECONOMICI MEDIANTE BUONI SERVIZIO) AL NIDO BIANCANEVE. Autodichiarazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 Bambin Femmina Maschio

Dettagli

BUONI/VOUCHER SOCIALI A FAVORE DI PERSONE CON DISABILITA GRAVE O IN CONDIZIONE DI NON AUTOSUFFICIENZA

BUONI/VOUCHER SOCIALI A FAVORE DI PERSONE CON DISABILITA GRAVE O IN CONDIZIONE DI NON AUTOSUFFICIENZA UFFICIO COMUNE DEL PIANO DI ZONA Prot. 4949 Fondo Non Autosufficienza 2016 (utilizzo 2017) BUONI/VOUCHER SOCIALI A FAVORE DI PERSONE CON DISABILITA GRAVE O IN CONDIZIONE DI NON AUTOSUFFICIENZA L'Ufficio

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: DAL 29 AGOSTO 2016 AL 28 OTTOBRE 2016

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: DAL 29 AGOSTO 2016 AL 28 OTTOBRE 2016 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER PER RIMBORSARE LE SPESE SOSTENUTE PER LA FREQUENZA DI SERVIZI DI CONCILIAZIONE (servizi di educazione/cura di minori fino a 12 anni o servizi di cura e conciliazione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SI RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO SI RENDE NOTO DISTRETTO SOCIO-SANITARIO N. 1 Comune Capofila Polistena (Anoia Candidoni Cinquefrondi Feroleto dalla Chiesa Galatro Giffone Laureana di Borrello Maropati Melicucco Polistena San Giorgio Morgeto San Pietro

Dettagli

CITTA DI ROCCADASPIDE Medaglia di Bronzo al Merito Civile

CITTA DI ROCCADASPIDE Medaglia di Bronzo al Merito Civile CITTA DI ROCCADASPIDE Medaglia di Bronzo al Merito Civile (PROVINCIA di SALERNO) N. 457 R. G. del 03/06/2015 N. 30 Registro del Settore del 03/06/2015 DETERMINAZIONE PZ PIANO DI ZONA - AMBITO S07 OGGETTO:

Dettagli

Comuni di Castelraimondo Esanatoglia Fiuminata Gagliole Matelica Pioraco San Severino M. Sefro

Comuni di Castelraimondo Esanatoglia Fiuminata Gagliole Matelica Pioraco San Severino M. Sefro Comuni di Castelraimondo Esanatoglia Fiuminata Gagliole Matelica Pioraco San Severino M. Sefro AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA D ACCESSO ALL ASSEGNO DI CURA PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI (S.A.D.)

AVVISO PUBBLICO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI (S.A.D.) AVVISO PUBBLICO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI (S.A.D.) In attuazione del piano di intervento servizi di cura per gli anziani del Piano di Azione e Coesione, verrà avviato il servizio

Dettagli

Ambito territoriale di Campi Salentina

Ambito territoriale di Campi Salentina Ambito territoriale di Campi Salentina AVVISO PUBBLICO PER L ATTRIBUZIONE DELLA PRIMA DOTE PER I NUOVI NATI A FAMIGLIE CON MINORI 0-36 MESI Finalità Sostenere le famiglie che hanno assunto la scelta responsabile

Dettagli

PROTOCOLLO D INDIRIZZO PER L EROGAZIONE DEL BUONO SOCIALE

PROTOCOLLO D INDIRIZZO PER L EROGAZIONE DEL BUONO SOCIALE PROTOCOLLO D INDIRIZZO PER L EROGAZIONE DEL BUONO SOCIALE PREMESSA Il presente bando disciplina l erogazione di buoni sociali finanziati attraverso Fondo Non Autosufficienze (FNA). Il Buono Sociale si

Dettagli

BANDO ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI A FAVORE DI FAMIGLIE NUMEROSE PREMESSA

BANDO ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI A FAVORE DI FAMIGLIE NUMEROSE PREMESSA BANDO ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI A FAVORE DI FAMIGLIE NUMEROSE PREMESSA La Giunta Regionale, con propria deliberazione n. 1872 del 30/12/2008, ha deciso di dare prosecuzione al piano regionale di interventi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER SOCIALI PER L ACQUISTO DI POSTI NIDO CONVENZIONATI CON IL COMUNE DI CASELLE LURANI

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER SOCIALI PER L ACQUISTO DI POSTI NIDO CONVENZIONATI CON IL COMUNE DI CASELLE LURANI REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER SOCIALI PER L ACQUISTO DI POSTI NIDO CONVENZIONATI CON IL COMUNE DI CASELLE LURANI Con deliberazione della Giunta Regionale n. 11152 del 3 febbraio 2010 e la successiva

Dettagli

GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA

GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA Delib. n. 93-1.3.2016 OGGETTO: Area Sociale: Persona, Famiglia, Comunità e Inclusione sociale. Settore Servizi Sociali per la Persona, la Famiglia e la Comunità. Utilizzo del

Dettagli

CITTÀ DI CLUSONE Provincia di Bergamo Ambito Territoriale n. 9 - Valle Seriana Superiore e Valle di Scalve

CITTÀ DI CLUSONE Provincia di Bergamo Ambito Territoriale n. 9 - Valle Seriana Superiore e Valle di Scalve CITTÀ DI CLUSONE Provincia di Bergamo Ambito Territoriale n. 9 - Valle Seriana Superiore e Valle di Scalve SECONDO BANDO BANDO PER PER L EROGAZIONE DI BUONI DEI BUONI SOCIALI SOCIALI PER LE FAMIGLIE COLPITE

Dettagli

presenta domanda per:

presenta domanda per: Allegato A INTERVENTI A FAVORE DELLE FAMIGLIE CHE ASSISTONO IN CASA PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI Al Sig. Sindaco del Comune di prot. n. del Trasmessa dal Comune al Distretto Socio-sanitario in data Al Direttore

Dettagli

DOMANDA DI ACCESSO ALL ASSEGNO DI CURA PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ANNO 2016 Delibera Giunta Regionale n.328 del 20.04.2015

DOMANDA DI ACCESSO ALL ASSEGNO DI CURA PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ANNO 2016 Delibera Giunta Regionale n.328 del 20.04.2015 Al Comune di All ASP Ambito 9 Via Gramsci n.95 60035 JESI (AN) DOMANDA DI ACCESSO ALL ASSEG DI CURA PER ANZIANI N AUTOSUFFICIENTI AN 2016 Delibera Giunta Regionale n.328 del 20.04.2015 Il / La sottoscritto

Dettagli

Azienda ULSS 16 Padova

Azienda ULSS 16 Padova Azienda ULSS 16 Padova Allegato 2 REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA REALIZZAZIONE DEI PROGETTI DI AIUTO PERSONALE DISABILITA GRAVE (L.R. 30/2009) ART. 1 OGGETTO Il presente Regolamento disciplina quanto disposto

Dettagli

Le risorse derivanti dal finanziamento ad hoc hanno permesso di programmare le seguenti azioni nei territori:

Le risorse derivanti dal finanziamento ad hoc hanno permesso di programmare le seguenti azioni nei territori: Documento presentato ed approvato alla seduta dell UDP della CTSS del 15/12/2014 RENDICONTAZIONE UTILIZZO RISORSE FRNA - QUOTA PER NUOVE FORME SOSTEGNO ALLA DOMICILIARITA' ANNO 2013 DOCUMENTO DI SINTESI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA FRUIZIONE DEL SERVIZIO DI PASTI CALDI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA FRUIZIONE DEL SERVIZIO DI PASTI CALDI COMUNE DI SETTIMO MILANESE PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA FRUIZIONE DEL SERVIZIO DI PASTI CALDI Approvato con deliberazione CC n. 70 del 8 novembre 2000, come modificato con del. CC

Dettagli

COMUNE DI SAN DONA DI PIAVE Servizi Sociali IL COMUNE DI SAN DONA DI PIAVE PER LA DOMICILIARITA

COMUNE DI SAN DONA DI PIAVE Servizi Sociali IL COMUNE DI SAN DONA DI PIAVE PER LA DOMICILIARITA IL COMUNE DI SAN DONA DI PIAVE PER LA DOMICILIARITA PIANO LOCALE PER LA DOMICILIARITÀ P.L.D. dis po s izio ni applic ative D.G.R. n. 39 de l 17.1.2006 (D.G.R. n. 2359 de l 30.7.2004) OBIETTIVI DELLE POLITICHE

Dettagli

NUOVI CRITERI PER L EROGAZIONE DELL ASSEGNO DI CURA SOCIO-ASSISTENZIALE RIVOLTO AD ANZIANI E DISABILI

NUOVI CRITERI PER L EROGAZIONE DELL ASSEGNO DI CURA SOCIO-ASSISTENZIALE RIVOLTO AD ANZIANI E DISABILI Allegato alla Delibera N. 9 del 27/05/2011 NUOVI CRITERI PER L EROGAZIONE DELL ASSEGNO DI CURA SOCIO-ASSISTENZIALE RIVOLTO AD ANZIANI E DISABILI CAPO I - CRITERI OMOGENEI DI ACCESSO ALL INTERVENTO Art.

Dettagli

ALLEGATO B REGOLAMENTO PER INCENTIVI ALL ATTIVAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI

ALLEGATO B REGOLAMENTO PER INCENTIVI ALL ATTIVAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI ALLEGATO B REGOLAMENTO PER INCENTIVI ALL ATTIVAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI 1) FINALITA L obiettivo del regolamento è quello di sostenere le imprese che favoriscono l inserimento nel mondo del lavoro attraverso

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL REGIONE UMBRIA. Interventi per il sostegno e la qualificazione dell attività di assistenza familiare domiciliare.

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL REGIONE UMBRIA. Interventi per il sostegno e la qualificazione dell attività di assistenza familiare domiciliare. LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 03-10-2007 REGIONE UMBRIA Interventi per il sostegno e la qualificazione dell attività di assistenza familiare domiciliare. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE UMBRIA N.

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. n. 8/2014

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. n. 8/2014 PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. n. 8/2014 Unione Europea Fondo Europeo di Sviluppo Regionale PO FESR Sicilia 2007/2013 Regione Siciliana PO FESR

Dettagli

REGOLAMENTO PER INSERIMENTO DI CITTADINI ANZIANI IN REGIME DI CONVENZIONE PRESSO LA R.S.A. CORTE BRIANTEA DI MUGGIÒ.

REGOLAMENTO PER INSERIMENTO DI CITTADINI ANZIANI IN REGIME DI CONVENZIONE PRESSO LA R.S.A. CORTE BRIANTEA DI MUGGIÒ. Copia per la consultazione COMUNE DI MUGGIO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER INSERIMENTO DI CITTADINI ANZIANI IN REGIME DI CONVENZIONE PRESSO LA R.S.A. CORTE BRIANTEA DI MUGGIÒ. Approvato con atto C.C.

Dettagli

Bergamo, Gorle, Orio al Serio, Ponteranica, Sorisole, Torre Boldone. Ambito territoriale 1 Bergamo

Bergamo, Gorle, Orio al Serio, Ponteranica, Sorisole, Torre Boldone. Ambito territoriale 1 Bergamo Bergamo, Gorle, Orio al Serio, Ponteranica, Sorisole, Torre Boldone Ambito territoriale 1 Bergamo Comuni di Bergamo, Gorle, Orio al Serio, Ponteranica, Sorisole, Torre Boldone Criteri per l erogazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEI BUONI SOCIALI A FAVORE DI FAMIGLIE CHE HANNO ASSUNTO UNA BADANTE PER ASSISTERE FAMILIARI NON AUTOSUFFICIENTI

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEI BUONI SOCIALI A FAVORE DI FAMIGLIE CHE HANNO ASSUNTO UNA BADANTE PER ASSISTERE FAMILIARI NON AUTOSUFFICIENTI REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEI BUONI SOCIALI A FAVORE DI FAMIGLIE CHE HANNO ASSUNTO UNA BADANTE PER ASSISTERE FAMILIARI NON AUTOSUFFICIENTI ANNO 2010 AMBITO TERRITORIALE VALLE SERIANA Comuni di Albino,

Dettagli

COMUNE DI PIEVE EMANUELE

COMUNE DI PIEVE EMANUELE COMUNE DI PIEVE EMANUELE ENTE CAPOFILA DISTRETTO SOCIALE 6 ASL Milano 2 Binasco Casarile Lacchiarella Noviglio - Pieve Emanuele Vernate - Zibido San Giacomo AVVISO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONI

Dettagli

Art. 3 DESTINATARI Possono beneficiare delle suddette provvidenze economiche i nuclei familiari che presentano i seguenti requisiti:

Art. 3 DESTINATARI Possono beneficiare delle suddette provvidenze economiche i nuclei familiari che presentano i seguenti requisiti: Linee Guida e criteri per l erogazione di titoli sociali finalizzati al concorso alle spese sostenute dalla famiglia per la retribuzione di un assistente familiare preposto alla cura di soggetti conviventi

Dettagli

Azienda ULSS 16 Padova

Azienda ULSS 16 Padova Azienda ULSS 16 Padova Allegato 1 REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA REALIZZAZIONE DEI PROGETTI DI VITA INDIPENDENTE (L.R. 30/2009) ART. 1 OGGETTO Il presente Regolamento disciplina quanto disposto L.R. n. 30

Dettagli

AVVISO PUBBLICO.

AVVISO PUBBLICO. ASSEGNI DI CURA per le famiglie che svolgono funzioni assistenziali rivolte ad ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI (Delibere di Giunta Regionale n. 328 del 20.04.2015 e 1578 del 19/12/2016) AVVISO PUBBLICO Ai

Dettagli

ASSEGNO DI CURA TIPO A (supporto alla famiglia che presta direttamente assistenza al proprio familiare non autosufficiente)

ASSEGNO DI CURA TIPO A (supporto alla famiglia che presta direttamente assistenza al proprio familiare non autosufficiente) ASSEGNO DI CURA TIPO A (supporto alla famiglia che presta direttamente assistenza al proprio familiare non autosufficiente) Modulo di domanda Al Sig. Sindaco del Comune di prot. n del (Riservato all Ufficio)

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI INDIVIDUALIZZATI PER LA VITA INDIPENDENTE DI PERSONE CON GRAVE DISABILITA

LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI INDIVIDUALIZZATI PER LA VITA INDIPENDENTE DI PERSONE CON GRAVE DISABILITA LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI INDIVIDUALIZZATI PER LA VITA INDIPENDENTE DI PERSONE CON GRAVE DISABILITA D.G.R. X/4249 del 30/10/2015 - Anno 2016-1. DEFINIZIONE DI VITA INDIPENDENTE Per Vita

Dettagli

AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DELL UFFICIO DI PIANO. In esecuzione delle seguenti deliberazioni del Coordinamento Istituzionale :

AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DELL UFFICIO DI PIANO. In esecuzione delle seguenti deliberazioni del Coordinamento Istituzionale : COMUNE DI VICO DEL GARGANO PROVINCIA DI FOGGIA CAPOFILA DEI COMUNI DELL AMBITO TERRITORIALE DISTRETTO SOCIO SANITARIO N. 53 A. S. L. FG (Cagnano Varano, Carpino, Ischitella, Isole Tremiti, Peschici, Rodi

Dettagli

COMUNE DI RODENGO SAIANO PROVINCIA DI BRESCIA Piazza Vighenzi, n Rodengo Saiano (BS) Codice fiscale e Partita Iva

COMUNE DI RODENGO SAIANO PROVINCIA DI BRESCIA Piazza Vighenzi, n Rodengo Saiano (BS) Codice fiscale e Partita Iva COMUNE DI RODENGO SAIANO PROVINCIA DI BRESCIA Piazza Vighenzi, n. 1 25050 Rodengo Saiano (BS) Codice fiscale e Partita Iva 00632150173 AREA SOCIO CULTURALE SETTORE SERVIZI SOCIALI Dati al 30.11.2016 PROCEDIMENTO

Dettagli