Punto IV all ordine del giorno di parte Straordinaria. Signori Azionisti,

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Punto IV all ordine del giorno di parte Straordinaria. Signori Azionisti,"

Transcript

1 Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Bulgari S.p.A. (la Società ) per l Assemblea Ordinaria e Straordinaria convocata per il 21 e 22 luglio 2009, rispettivamente in prima e seconda convocazione per deliberare in merito alla proposta di modifica alle disposizioni statutarie di cui: (i) all articolo 6, relativamente alla introduzione della possibilità di aumentare il capitale sociale con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell articolo 2441 quarto comma secondo periodo c.c., (ii) all articolo 6 in merito alla proposta di delega al Consiglio di Amministrazione ai sensi dell articolo 2443 c.c. per aumentare il capitale sociale nel limite del 10% ai sensi dell articolo 2441 quarto comma secondo periodo c.c. (iii) dell articolo 2443 c.c. per aumentare il capitale sociale in forma scindibile, a pagamento, in denaro (iv) all articolo 8, relativamente alla proposta di delega ai sensi dell articolo 2420 ter c.c., nonché (v) all articolo 16, relativamente al conferimento di competenze al Consiglio di Amministrazione ai sensi dell articolo 2365 c.c. Punto IV all ordine del giorno di parte Straordinaria Signori Azionisti, Siete stati convocati per discutere e deliberare la proposta relativa alla modifica di alcune disposizioni contenute negli articoli 6, 8 e 16 dello Statuto sociale al fine di deliberare in merito alla proposta di modifica alle disposizioni statutarie di cui: (i) (ii) (iii) (iv) (v) all articolo 6, relativamente alla introduzione della possibilità di aumentare il capitale sociale con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell articolo 2441 quarto comma secondo periodo c.c.; dell articolo 2443 c.c. per aumentare il capitale sociale in forma scindibile, a pagamento, in denaro, nel limite del 10% con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell articolo 2441 quarto comma secondo periodo c.c.; dell articolo 2443 c.c. per aumentare il capitale sociale in forma scindibile, a pagamento, in denaro; all articolo 8, relativamente alla proposta di delega al Consiglio di Amministrazione ai sensi dell articolo 2420 ter c.c. per emettere obbligazioni convertibili; all articolo 16, relativamente al conferimento della competenza al Consiglio di Amministrazione ai sensi dell articolo 2365 c.c. in merito alla fusione nei casi previsti dagli articoli 2505 e 2505 bis del codice civile ed alla riduzione del capitale in caso di recesso del socio. Si precisa che le proposte di modifica dello Statuto come illustrate nella presente relazione non comportano l esercizio del diritto di recesso da parte dei soci. La presente relazione redatta dal Consiglio di Amministrazione della Vostra Società ai sensi dell art. 72, comma 1, del Regolamento approvato con delibera CONSOB n del 14 maggio 1999 (come successivamente modificato) e secondo lo schema n. 3, di cui all Allegato 3A di detto regolamento, è volta ad illustrare e motivare le proposte in oggetto. In particolare: 1

2 Le modifiche statutarie di cui ai punti (i), (ii), (iii), (iv) prevedono la possibilità per il Consiglio di Amministrazione di intervenire sulla struttura patrimoniale e finanziaria della Società mediante l esercizio di una delega per aumentare il capitale sociale della Bulgari S.p.A. in una o più riprese mediante emissione di nuove azioni e/o obbligazioni convertibili. In proposito, il Consiglio evidenzia come le modifiche statutarie ed il conferimento delle deleghe proposte possa efficacemente assolvere ad eventuali future urgenti necessità della Società, nella considerazione che la crescente dinamicità e volatilità dei mercati finanziari ovvero degli investimenti, sia interni che esterni al Gruppo Bulgari, può essere tale da richiedere l assunzione di decisioni nel più breve tempo possibile in merito alla raccolta di risorse finanziarie e/o alla effettuazione di investimenti. A tale riguardo, si evidenzia come i tempi per la convocazione di un assemblea straordinaria, quale organo societario competente a deliberare in merito ad una operazione sul capitale sociale, possano essere talvolta inconciliabili con la tempistica imposta dalle stesse operazioni in considerazione. Relativamente poi alla proposta di modifica di cui al punto (i) che precede e cioè la introduzione in statuto della possibilità di aumentare il capitale sociale con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell articolo 2441 quarto comma secondo periodo c.c., si evidenzia come si tratti di facoltà prevista dalla riforma del diritto societario per le società quotate in borsa. Relativamente alla proposta di cui al punto (v) che precede, di attribuire al Consiglio, in aggiunta alle competenze allo stesso già riservate, anche la facoltà di deliberare in merito alla fusione nei casi previsti dagli artt e 2505 bis del Codice Civile e cioè in merito alla incorporazione delle società interamente possedute ovvero possedute al 90%, nonché in merito alla riduzione del capitale in caso di recesso del socio, si evidenzia come si tratti di possibilità introdotta dalla riforma del diritto societario al fine di rendere più agevole il funzionamento della società. Si tratta invero di inserire una disposizione statutaria finalizzata a consentire una semplificazione procedurale. Si propone pertanto all approvazione dell assemblea straordinaria degli azionisti la proposta di: (a) Modificare l art. 6 dello statuto della società, al fine di prevedere che: in caso di aumento di capitale a pagamento, il diritto di opzione possa essere escluso ai sensi dell art quarto comma secondo periodo c.c nei limiti del 10% del capitale sociale preesistente, a condizione che il prezzo di emissione corrisponda al valore di mercato delle azioni e ciò sia confermato in apposita relazione dalla società incaricata della revisione contabile; il Consiglio di Amministrazione, ai sensi dell'art c.c., abbia la facoltà di aumentare a pagamento, in denaro, in una o più volte, il capitale sociale in forma scindibile, con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell art quarto comma secondo periodo c.c. entro il termine di cinque anni dalla data della delibera assembleare di conferimento della delega, nei limiti del 10% del capitale sociale preesistente e nel rispetto delle condizioni stabilite dalla legge; il Consiglio di Amministrazione ai sensi dell art c.c. abbia la facoltà di aumentare a pagamento, in denaro, in una o più volte, il capitale sociale, in forma scindibile, entro il termine di cinque anni dalla data della delibera assembleare di conferimento della delega, mediante emissione di massimo n (cinquantamilioni) di azioni ordinarie, da offrire in opzione agli aventi diritto, aventi le stesse caratteristiche di quelle in circolazione, con ogni più ampia facoltà di stabilire di volta in volta modalità, termini, condizioni e prezzo di emissione delle nuove azioni, comprensivo dell'eventuale sovrapprezzo, nel rispetto dei limiti sopra indicati; 2

3 (b) Modificare l art.8 dello statuto della società, al fine di attribuire agli amministratori, ai sensi dell art ter c.c. (i) la facoltà di emettere, entro il termine massimo di cinque anni dalla data della delibera assembleare di conferimento della delega, in una o più volte, obbligazioni convertibili nominative o al portatore per un ammontare massimo, calcolato in aggregato con l ammontare delle obbligazioni della Società già in circolazione al momento dell emissione, pari al doppio del capitale sociale, della riserva legale e delle riserve disponibili risultanti dall ultimo bilancio approvato od al diverso ammontare massimo previsto dalle disposizioni di legge di volta in volta applicabili; (ii) determinare il prezzo, numero, caratteristiche, tipo, modalità di collocamento e regolamento del prestito obbligazionario, nonché il rapporto di conversione delle obbligazioni; (iii) deliberare l aumento di capitale necessario alla conversione dell eventuale prestito obbligazionario. (c) Modificare, infine, l art.16 dello statuto della società, al fine di attribuire agli amministratori, ai sensi dell art.2365 c.c. anche la competenza ad adottare le delibere concernenti la fusione nei casi previsti dagli artt e 2505 bis del Codice Civile nonché la riduzione del capitale in caso di recesso del socio. In relazione a quanto sopra, siete pertanto invitati ad approvare le modifiche proposte allo statuto della Bulgari S.p.A. come sopra illustrate e a dare mandato al Consiglio di Amministrazione della Società, e per esso al Presidente ed all Amministratore Delegato, anche disgiuntamente, per l esecuzione di tutti gli adempimenti e formalità necessari per dare esecuzione alla presente delibera e per introdurre in quest ultima le modifiche eventualmente necessarie ai fini dell iscrizione nel Registro delle Imprese. Viene quindi sottoposta all approvazione dell Assemblea Straordinaria degli Azionisti la seguente delibera: L Assemblea straordinaria degli azionisti di Bulgari S.p.A, udita la relazione del Consiglio di Amministrazione Delibera I. di modificare, come segue, l articolo 6 (sei) dello Statuto: Articolo 6 Testo vigente 01. Il capitale sociale è di Euro ,70 (ventunomilioniquarantaquattromilaottantasei/70), rappresentato da numero (trecentomilioniseicentoventinovemilaottocentodieci) azioni ordinarie da nominali Euro 0,07 (zero virgola zerosette) ciascuna. 02. Le azioni sono dematerializzate e sono immesse nel sistema di gestione accentrata di cui alle norme di legge vigenti in materia. 03. Il capitale sociale potrà essere aumentato, con deliberazione dell'assemblea dei Soci, anche mediante conferimento di beni in natura e/o di crediti ed anche con emissione di nuove azioni aventi diritti diversi da quelli delle azioni già emesse. Articolo 6 Nuovo testo 3

4 01. Il capitale sociale è di Euro ,70 (ventunomilioniquarantaquattromilaottantasei/70), rappresentato da numero (trecentomilioniseicentoventinovemilaottocentodieci) azioni ordinarie da nominali Euro 0,07 (zero virgola zerosette) ciascuna. 02. Le azioni sono dematerializzate e sono immesse nel sistema di gestione accentrata di cui alle norme di legge vigenti in materia. 03. Il capitale sociale potrà essere aumentato, con deliberazione dell'assemblea dei Soci, anche mediante conferimento di beni in natura e/o di crediti ed anche con emissione di nuove azioni aventi diritti diversi da quelli delle azioni già emesse. 04. In caso di aumento a pagamento del capitale sociale il diritto di opzione può essere escluso nei limiti del dieci per cento del capitale sociale preesistente, a condizione che il prezzo di emissione corrisponda al valore di mercato delle azioni e ciò sia confermato in apposita relazione dalla società incaricata della revisione contabile. 05. Gli amministratori ai sensi dell art c.c. hanno la facoltà di aumentare a pagamento, in una o più volte, il capitale sociale in forma scindibile con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell art quarto comma secondo periodo, entro il termine di cinque anni dalla data della delibera assembleare di conferimento della delega. 06. Gli amministratori ai sensi dell art c.c. hanno la facoltà di aumentare a pagamento, in una o più volte, il capitale sociale, in forma scindibile, entro il termine di cinque anni dalla data della delibera assembleare di conferimento della delega, mediante emissione di massimo n (cinquantamilioni) di azioni ordinarie, da offrire in opzione agli aventi diritto, aventi le stesse caratteristiche di quelle in circolazione, con ogni più ampia facoltà di stabilire di volta in volta modalità, termini, condizioni e prezzo di emissione delle nuove azioni, comprensivo dell'eventuale sovrapprezzo, nonché la data di godimento delle medesime, nel rispetto dei limiti sopra indicati; II. di modificare, come segue, l articolo 8 (otto) dello Statuto: Articolo 8 Testo vigente 01. La Società può emettere obbligazioni nominative e/o al portatore, anche convertibili in azioni proprie e/o in azioni o partecipazioni di società terze, con osservanza delle norme di legge protempore vigenti in materia. 02. La competenza funzionale per l'emissione delle obbligazioni spetta al Consiglio di Amministrazione o all'assemblea dei Soci a norma del disposto degli artt e 2420 bis del Codice Civile. 03. L'emissione di obbligazioni non convertibili in azioni garantite da ipoteca su immobili sociali è riservata alla competenza dell'assemblea dei Soci. 04. E' consentita la delega al Consiglio di Amministrazione prevista dall'art ter del Codice Civile con i limiti in tale norma indicati Articolo 8 Nuovo testo 01. La Società può emettere obbligazioni nominative e/o al portatore, anche convertibili in azioni proprie e/o in azioni o partecipazioni di società terze, con osservanza delle norme di legge protempore vigenti in materia. 02. La competenza funzionale per l'emissione delle obbligazioni spetta al Consiglio di Amministrazione o all'assemblea dei Soci a norma del disposto degli artt e 2420 bis del Codice Civile. 03. L'emissione di obbligazioni non convertibili in azioni garantite da ipoteca su immobili sociali è riservata alla competenza dell'assemblea dei Soci. 04. E' consentita la delega al Consiglio di Amministrazione prevista dall'art ter del Codice civile con i limiti in tale norma indicati 4

5 05. Gli amministratori, ai sensi dell art ter c.c. hanno la facoltà di (i) emettere, entro il termine massimo di cinque anni dalla data della delibera assembleare di conferimento della delega, in una o più volte, obbligazioni convertibili nominative o al portatore per un ammontare massimo, calcolato in aggregato con l ammontare delle obbligazioni della Società già in circolazione al momento dell emissione, pari al doppio del capitale sociale, della riserva legale e delle riserve disponibili risultanti dall ultimo bilancio approvato od al diverso ammontare massimo previsto dalle disposizioni di legge di volta in volta applicabili; (ii) determinare il prezzo, numero, caratteristiche, tipo, modalità di collocamento e regolamento del prestito obbligazionario, nonché il rapporto di conversione delle obbligazioni; (iii) deliberare l aumento di capitale necessario alla conversione dell eventuale prestito obbligazionario. III. Di modificare, come segue, l articolo 16 (sedici) secondo comma dello Statuto: Articolo 16 secondo comma Testo vigente 02. In aggiunta a quanto indicato all'art.3, comma 2, il Consiglio di Amministrazione è competente a deliberare circa l adeguamento dello statuto sociale a disposizioni normative ai sensi dell'art.2365 c.c. Articolo 16 secondo comma Nuovo Testo 02. In aggiunta a quanto indicato all'art.3, comma 2 dello statuto, sono inoltre attribuite alla competenza del Consiglio di Amministrazione, ai sensi dell'art c.c., le deliberazioni concernenti la fusione nei casi previsti dagli artt e 2505 bis del Codice Civile, la riduzione del capitale in caso di recesso del socio nonché gli adeguamenti dello statuto a disposizioni normative. IV. Di dare mandato al Consiglio di Amministrazione di modificare gli articoli 6 e 8 e 16 dello statuto della Società, in conformità alle operazioni di aumento di capitale compiute. V. Di delegare il Consiglio di Amministrazione e per esso il Presidente e l Amministratore Delegato, anche disgiuntamente, per l esecuzione di tutti gli adempimenti e formalità per dare esecuzione alla presente delibera e per introdurre in quest ultima le modifiche eventualmente richieste in sede di iscrizione al registro delle imprese Per il Consiglio di Amministrazione Il Presidente Sig. Paolo Bulgari S.p.A. Roma,16 giugno

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Cogeme Set S.p.A. sugli argomenti posti all ordine del giorno dell Assemblea Straordinaria

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Cogeme Set S.p.A. sugli argomenti posti all ordine del giorno dell Assemblea Straordinaria Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Cogeme Set S.p.A. sugli argomenti posti all ordine del giorno dell Assemblea Straordinaria del 18 dicembre 2008, ai sensi dell art. 3 del D.M.

Dettagli

*** Signori Azionisti

*** Signori Azionisti INNOVATEC S.P.A. Sede legale in Milano (MI) - Via Bisceglie n. 76 Capitale sociale interamente sottoscritto e versato per Euro 5.027.858 Registro delle Imprese di Milano e Codice fiscale n. 08344100964

Dettagli

***** 1. Motivazioni per le quali è richiesta l autorizzazione al compimento di operazioni su azioni proprie

***** 1. Motivazioni per le quali è richiesta l autorizzazione al compimento di operazioni su azioni proprie Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione redatta ai sensi dell art. 73 del Regolamento adottato dalla Consob con delibera n. 11971/99, come successivamente integrato e modificato, in conformità

Dettagli

Relazione sulla proposta di acquisto e disposizione di azioni proprie e deliberazioni conseguenti

Relazione sulla proposta di acquisto e disposizione di azioni proprie e deliberazioni conseguenti Relazione sulla proposta di acquisto e disposizione di azioni proprie e deliberazioni conseguenti (redatta ai sensi dell art. 73 del Regolamento Consob n. 11971/99 e successive modifiche ed integrazioni)

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA, REDATTA AI SENSI DELL ART. 3 DEL D.M. 5 NOVEMBRE 1998 N. 437, DELL ART. 73 DEL REGOLAMENTO ADOTTATO DALLA CONSOB CON

RELAZIONE ILLUSTRATIVA, REDATTA AI SENSI DELL ART. 3 DEL D.M. 5 NOVEMBRE 1998 N. 437, DELL ART. 73 DEL REGOLAMENTO ADOTTATO DALLA CONSOB CON MAIRE TECNIMONT S.P.A. Sede legale: Roma, Via Di Vannina 88/94 Capitale sociale Euro 16.125.000,00 interamente versato C.F./P. I.V.A. e n. di iscrizione al Registro delle Imprese di Roma 07673571001 n.

Dettagli

Assemblea degli Azionisti 14 e 15 Aprile 2008

Assemblea degli Azionisti 14 e 15 Aprile 2008 Assemblea degli Azionisti 14 e 15 Aprile 2008 (Relazione illustrativa sulle proposte concernenti le materie poste all ordine del giorno) Prysmian S.p.A. Sede Legale Viale Sarca, 222 20126 Milano Phone

Dettagli

SAIPEM S.p.A. ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 27 /28 APRILE 2006. Proposta di deliberazione del Consiglio di Amministrazione sul punto 1

SAIPEM S.p.A. ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 27 /28 APRILE 2006. Proposta di deliberazione del Consiglio di Amministrazione sul punto 1 Società per Azioni Sede Legale in San Donato Milanese Via Martiri di Cefalonia 67 Capitale Sociale Euro 441.410.900 i.v. Registro delle Imprese di Milano, Codice Fiscale 00825790157 Partita IVA: 00825790157

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BANZAI S.P.A. SUL SETTIMO 2016 IN UNICA CONVOCAZIONE

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BANZAI S.P.A. SUL SETTIMO 2016 IN UNICA CONVOCAZIONE RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BANZAI S.P.A. SUL SETTIMO PUNTO ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA CONVOCATA PER IL 14 APRILE 2016 IN UNICA CONVOCAZIONE AUTORIZZAZIONE

Dettagli

BANCA CARIGE Cassa di Risparmio di Genova e Imperia

BANCA CARIGE Cassa di Risparmio di Genova e Imperia @ BANCA CARIGE Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Relazione degli Amministratori all'assemblea in sede ordinaria degli azionisti convocata per i giorni 29 aprile 2010 in prima convocazione e, occorrendo,

Dettagli

ASTALDI Società per Azioni. Sede Sociale in Roma - Via Giulio Vincenzo Bona n. 65. Capitale Sociale Euro 196.849.800,00 - int. vers.

ASTALDI Società per Azioni. Sede Sociale in Roma - Via Giulio Vincenzo Bona n. 65. Capitale Sociale Euro 196.849.800,00 - int. vers. ASTALDI Società per Azioni Sede Sociale in Roma - Via Giulio Vincenzo Bona n. 65 Capitale Sociale Euro 196.849.800,00 - int. vers. Iscritta nel Registro delle Imprese di Roma al numero di Codice Fiscale

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI. 30 aprile 2007 - prima convocazione 3 maggio 2007 - seconda convocazione RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI

ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI. 30 aprile 2007 - prima convocazione 3 maggio 2007 - seconda convocazione RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI Dmail Group S.p.A. Sede Legale e Amministrativa: Via Ripamonti 89 20141 Milano Capitale Sociale 15.300.000 euro - C.F. e P. IVA e Registro imprese: 12925460151 ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI 30 aprile

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE IN TEMA DI ACQUISTO E ALIENAZIONE DI AZIONI PROPRIE PREDISPOSTA AI SENSI DEGI ARTT. 73 E 93 DELLA DELIBERA

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE IN TEMA DI ACQUISTO E ALIENAZIONE DI AZIONI PROPRIE PREDISPOSTA AI SENSI DEGI ARTT. 73 E 93 DELLA DELIBERA RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE IN TEMA DI ACQUISTO E ALIENAZIONE DI AZIONI PROPRIE PREDISPOSTA AI SENSI DEGI ARTT. 73 E 93 DELLA DELIBERA CONSOB DEL 14 MAGGIO 1999, N. 11971 E SUCCESSIVE MODIFICHE

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MATERIE ALL ORDINE DEL GIORNO

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MATERIE ALL ORDINE DEL GIORNO RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MATERIE ALL ORDINE DEL GIORNO Assemblea dei Soci del 29 aprile 2014 1 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI

Dettagli

Assemblea ordinaria e straordinaria degli Azionisti (18 giugno 2015 in prima convocazione) (19 giugno 2015 in seconda convocazione) Parte ordinaria

Assemblea ordinaria e straordinaria degli Azionisti (18 giugno 2015 in prima convocazione) (19 giugno 2015 in seconda convocazione) Parte ordinaria Assemblea ordinaria e straordinaria degli Azionisti (18 giugno 2015 in prima convocazione) (19 giugno 2015 in seconda convocazione) Parte ordinaria 6 Punto Proposta di distribuzione di riserve disponibili

Dettagli

Assemblea degli Azionisti di Banca Intermobiliare SpA del 19.04.2011. - Conferimento di delega -

Assemblea degli Azionisti di Banca Intermobiliare SpA del 19.04.2011. - Conferimento di delega - Assemblea degli Azionisti di Banca Intermobiliare SpA del 19.04.2011 - Conferimento di delega - Il/La Sottoscritto/a nato/a a, il, in qualità di: socio titolare di n. azioni ordinarie Banca Intermobiliare

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DELL ORGANO AMMINISTRATIVO SULLA PROPOSTA DI CUI AL SETTIMO PUNTO

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DELL ORGANO AMMINISTRATIVO SULLA PROPOSTA DI CUI AL SETTIMO PUNTO RELAZIONE ILLUSTRATIVA DELL ORGANO AMMINISTRATIVO SULLA PROPOSTA DI CUI AL SETTIMO PUNTO DELL ORDINE DEL GIORNO DELLA PARTE ORDINARIA DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI PRYSMIAN S.P.A. DEL 16 APRILE 2015

Dettagli

RCF Group S.P.A. SEDE LEGALE IN REGGIO EMILIA, VIA RAFFAELLO SANZIO N. 13, CAPITALE SOCIALE I.V. EURO 32.000.000

RCF Group S.P.A. SEDE LEGALE IN REGGIO EMILIA, VIA RAFFAELLO SANZIO N. 13, CAPITALE SOCIALE I.V. EURO 32.000.000 RCF Group S.P.A. SEDE LEGALE IN REGGIO EMILIA, VIA RAFFAELLO SANZIO N. 13, CAPITALE SOCIALE I.V. EURO 32.000.000 NUMERO ISCRIZIONE PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRESE DI REGGIO EMILIA E CF 02243590359 ***

Dettagli

GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S.p.A.

GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S.p.A. GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S.p.A. RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI redatta ai sensi dell art. 3 del D.M. Giustizia n. 437/1998 ALL ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEGLI AZIONISTI CONVOCATA PER L 11 E 14 DICEMBRE

Dettagli

LOTTOMATICA GROUP S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma. Capitale sociale Euro 172.015.373,00 i.v.

LOTTOMATICA GROUP S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma. Capitale sociale Euro 172.015.373,00 i.v. LOTTOMATICA GROUP S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma Capitale sociale Euro 172.015.373,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

EMISSIONE ED ASSEGNAZIONE GRATUITA AGLI AZIONISTI DELLA SOCIETÀ DI

EMISSIONE ED ASSEGNAZIONE GRATUITA AGLI AZIONISTI DELLA SOCIETÀ DI RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI TAMBURI INVESTMENT PARTNERS S.P.A. SUL PUNTO 1 ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEGLI AZIONISTI CONVOCATA PER IL GIORNO 29 APRILE

Dettagli

Numero massimo, categoria e valore delle azioni a cui si riferisce l autorizzazione

Numero massimo, categoria e valore delle azioni a cui si riferisce l autorizzazione ITWAY S.p.A. Sede legale in Ravenna, Via Braille n. 15 Capitale sociale Euro 3.952.659, sottoscritto e versato Iscritta al n. 01346970393 del Registro delle Imprese di Ravenna Sito internet: www.itway.com

Dettagli

VIANINI INDUSTRIA S.P.A.SEDE SOCIALE IN ROMA-VIA MONTELLO N.10 CAPITALE SOCIALE EURO 30.105.387

VIANINI INDUSTRIA S.P.A.SEDE SOCIALE IN ROMA-VIA MONTELLO N.10 CAPITALE SOCIALE EURO 30.105.387 VIANINI INDUSTRIA S.P.A.SEDE SOCIALE IN ROMA-VIA MONTELLO N.10 CAPITALE SOCIALE EURO 30.105.387 ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 20 Aprile 2016 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E PROPOSTE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

CALTAGIRONE S.P.A. SEDE SOCIALE IN ROMA-VIA BARBERINI N. 28 CAPITALE SOCIALE EURO 120.120.000. ASSEMBLE ORDINARIA DEL 28 Aprile 2011 9 maggio 2011

CALTAGIRONE S.P.A. SEDE SOCIALE IN ROMA-VIA BARBERINI N. 28 CAPITALE SOCIALE EURO 120.120.000. ASSEMBLE ORDINARIA DEL 28 Aprile 2011 9 maggio 2011 CALTAGIRONE S.P.A. SEDE SOCIALE IN ROMA-VIA BARBERINI N. 28 CAPITALE SOCIALE EURO 120.120.000 ASSEMBLE ORDINARIA DEL 28 Aprile 2011 9 maggio 2011 RELAZIONI ILLUSTRATIVE E PROPOSTE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Comunicato Stampa. Microspore: Consiglio di Amministrazione

Comunicato Stampa. Microspore: Consiglio di Amministrazione Comunicato Stampa Microspore: Consiglio di Amministrazione Accolta la richiesta del socio HS S.p.A. di procedere alla conversione anticipata del Prestito Obbligazionario 2013-2018 Obbligazioni Convertibili

Dettagli

AVVISO DI CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA

AVVISO DI CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA IMPREGILO S.p.A. Società sottoposta all attività di direzione e coordinamento di Salini S.p.A. Sede legale Milano - Via dei Missaglia, 97 Capitale sociale euro 718.364.456,72 interamente versato Codice

Dettagli

Quadro normativo: il diritto di recesso del socio non consenziente.

Quadro normativo: il diritto di recesso del socio non consenziente. Quadro normativo: il diritto di recesso del socio non consenziente. A tutela delle minoranze non consenzienti (assenti, dissenzienti, astenuti) è riconosciuto il diritto di recesso dalla società di fronte

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Protocollo n.6275 /2011 Modalità per il versamento dell imposta sostitutiva delle imposte ipotecaria e catastale dovuta per i contratti di locazione finanziaria di immobili in corso di esecuzione alla

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL TERZO ARGOMENTO DELL ASSEMBLEA

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL TERZO ARGOMENTO DELL ASSEMBLEA RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL TERZO ARGOMENTO DELL ASSEMBLEA Nomina di tre componenti del Consiglio di Amministrazione ai sensi dell art. 2386 c.c. Deliberazioni relative Signori Azionisti,

Dettagli

Assemblea ordinaria degli Azionisti di Mid Industry Capital S.p.A.

Assemblea ordinaria degli Azionisti di Mid Industry Capital S.p.A. Assemblea ordinaria degli Azionisti di Mid Industry Capital S.p.A. Relazione del Consiglio di Amministrazione sulle proposte concernenti le materie all ordine del giorno Prima Convocazione: 15 luglio 2015

Dettagli

Proposta di autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie

Proposta di autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie Proposta di autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie Signori Azionisti, l autorizzazione da Voi concessaci il 18 dicembre 2007 è in scadenza il 18 giugno prossimo. Di fatto non

Dettagli

Gruppo Waste Italia S.p.A.

Gruppo Waste Italia S.p.A. Gruppo Waste Italia S.p.A. Sede Legale: in Milano (MI), via privata Giovanni Bensi, n. 12/3 Capitale sociale sottoscritto e versato pari a Euro 93.902.051,17 Iscritta al Registro delle imprese di Milano

Dettagli

28 aprile 2016 unica convocazione

28 aprile 2016 unica convocazione ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI 28 aprile 2016 unica convocazione RELAZIONE IN MERITO ALL ARGOMENTO DI CUI AL PUNTO NR. 4 ALL ORDINE DEL GIORNO Rai Way S.p.A. Sede legale in Roma, Via Teulada n. 66

Dettagli

La destinazione dell utile

La destinazione dell utile Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 115 07.04.2015 La destinazione dell utile Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie La voce utile (perdita) dell esercizio presente

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione Assemblea Ordinaria 3 e 4 luglio 2013 (I e II conv.) Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione Ordine del giorno: 1. Integrazione del Consiglio di Amministrazione. Deliberazioni inerenti

Dettagli

VIANINI LAVORI S.P.A. SEDE SOCIALE IN ROMA-VIA MONTELLO N.10 CAPITALE SOCIALE EURO 43.797.507. ASSEMBLE ORDINARIA DEL 21 aprile 2011 6 maggio 2011

VIANINI LAVORI S.P.A. SEDE SOCIALE IN ROMA-VIA MONTELLO N.10 CAPITALE SOCIALE EURO 43.797.507. ASSEMBLE ORDINARIA DEL 21 aprile 2011 6 maggio 2011 VIANINI LAVORI S.P.A. SEDE SOCIALE IN ROMA-VIA MONTELLO N.10 CAPITALE SOCIALE EURO 43.797.507 ASSEMBLE ORDINARIA DEL 21 aprile 2011 6 maggio 2011 RELAZIONI ILLUSTRATIVE E PROPOSTE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

RENDICONTO SINTETICO DELLE VOTAZIONI SUI PUNTI ALL ORDINE DEL GIORNO

RENDICONTO SINTETICO DELLE VOTAZIONI SUI PUNTI ALL ORDINE DEL GIORNO RENDICONTO SINTETICO DELLE VOTAZIONI SUI PUNTI ALL ORDINE DEL GIORNO PARTE ORDINARIA 1. Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2010. Relazioni del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e della

Dettagli

COMUNE DI ROVATO REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITA E TRASPARENZA DELLO STATO PATRIMONIALE DEL SINDACO, DEGLI ASSESSORI E DEI CONSIGLIERI COMUNALI

COMUNE DI ROVATO REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITA E TRASPARENZA DELLO STATO PATRIMONIALE DEL SINDACO, DEGLI ASSESSORI E DEI CONSIGLIERI COMUNALI COMUNE DI ROVATO REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITA E TRASPARENZA DELLO STATO PATRIMONIALE DEL SINDACO, DEGLI ASSESSORI E DEI CONSIGLIERI COMUNALI (ai sensi dell'art. 41Bis del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267)

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI AZIONISTI. 26 gennaio 2015 in unica convocazione

ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI AZIONISTI. 26 gennaio 2015 in unica convocazione ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI AZIONISTI 26 gennaio 2015 in unica convocazione RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE (redatta ai sensi dell art. 125-ter del Decreto Legislativo

Dettagli

REGOLAMENTO DI NEGOZIAZIONE DELLE AZIONI ORDINARIE DELLA BANCA POPOLARE DI CIVIDALE

REGOLAMENTO DI NEGOZIAZIONE DELLE AZIONI ORDINARIE DELLA BANCA POPOLARE DI CIVIDALE REGOLAMENTO DI NEGOZIAZIONE DELLE AZIONI ORDINARIE DELLA BANCA POPOLARE DI CIVIDALE Approvato dall Assemblea dei Soci del 26 aprile 2015 1. Obiettivi e finalità del regolamento Con il presente regolamento

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone: N. protocollo 2008/23681 Individuazione di determinate situazioni oggettive in presenza delle quali è consentito disapplicare le disposizioni sulle società di comodo di cui all articolo 30 della legge

Dettagli

Signori Azionisti, 1. Nomina dell Organo Amministrativo; deliberazioni inerenti e conseguenti.

Signori Azionisti, 1. Nomina dell Organo Amministrativo; deliberazioni inerenti e conseguenti. Innovatec S.p.A. Sede in Milano, via Bisceglie 76 Capitale sociale pari ad Euro 5.027.858 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano al n. 08344100964 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

KME Group S.p.A. Documento di informazione annuale

KME Group S.p.A. Documento di informazione annuale KME Group S.p.A. Sede in Firenze Via dei Barucci n. 2 Registro delle Imprese di Firenze n. 00931330583 Documento di informazione annuale redatto ai sensi dell art. 54 del Regolamento CONSOB adottato con

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE di PHILCO ITALIA S.p.A. e di S.T.A.R. Società Trevigiana Apparecchi Riscaldamento S.p.A.

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE di PHILCO ITALIA S.p.A. e di S.T.A.R. Società Trevigiana Apparecchi Riscaldamento S.p.A. PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE di PHILCO ITALIA S.p.A. e di S.T.A.R. Società Trevigiana Apparecchi Riscaldamento S.p.A. nella MERLONI ELETTRODOMESTICI S.P.A. redatto ai sensi dell art 2501-bis

Dettagli

A D C - ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE DI RIMINI

A D C - ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE DI RIMINI A D C - ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE DI RIMINI ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI RIMINI Bellaria Igea

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Banca Popolare di Vicenza S.c.p.A. sulla Proposta di trasformazione di BANCA POPOLARE DI

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Banca Popolare di Vicenza S.c.p.A. sulla Proposta di trasformazione di BANCA POPOLARE DI Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Banca Popolare di Vicenza S.c.p.A. sulla Proposta di trasformazione di BANCA POPOLARE DI VICENZA - Società cooperativa per azioni in Banca Popolare

Dettagli

Trasformazione della associazione sportiva dilettantistica

Trasformazione della associazione sportiva dilettantistica 1 Trasformazione della associazione sportiva dilettantistica Convegno del 7 dicembre 2010 Relatore Elena Pellizzari Dottore Commercialista in Torino 2 La Legge 289/2002, art. 90 comma 17 individua le forme

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL SESTO ARGOMENTO DELL ASSEMBLEA. Adeguamento del corrispettivo della società di revisione

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL SESTO ARGOMENTO DELL ASSEMBLEA. Adeguamento del corrispettivo della società di revisione RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL SESTO ARGOMENTO DELL ASSEMBLEA Adeguamento del corrispettivo della società di revisione Signori Azionisti, l Assemblea ordinaria degli azionisti del 27 aprile

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO 1 LA DIFFUSIONE DELLE AZIONI CONVERTIBILI ED IL RICORSO ALL ATIPICA OPERAZIONE DI CONVERSIONE AZIONARIA

INDICE SOMMARIO CAPITOLO 1 LA DIFFUSIONE DELLE AZIONI CONVERTIBILI ED IL RICORSO ALL ATIPICA OPERAZIONE DI CONVERSIONE AZIONARIA IX CAPITOLO 1 LA DIFFUSIONE DELLE AZIONI CONVERTIBILI ED IL RICORSO ALL ATIPICA OPERAZIONE DI CONVERSIONE AZIONARIA 1. Introduzione: le remote tracce della clausola statutaria di convertibilità delle azioni

Dettagli

SOCIETÀ DI CAPITALI: SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE, CANCELLAZIONE

SOCIETÀ DI CAPITALI: SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE, CANCELLAZIONE SOCIETÀ DI CAPITALI: SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE, CANCELLAZIONE Scioglimento e liquidazione L art. 2484 c.c. stabilisce che le società per azioni, in accomandita per azioni e a responsabilità limitata si

Dettagli

AZIENDA U.L.SS "Alto Vicentino"

AZIENDA U.L.SS Alto Vicentino AZIENDA U.L.SS SS. n. 4 "Alto Vicentino" Via Rasa, 9-36016 Thiene (VI) N. 408/2013 di reg. DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Con l'assistenza dei signori: In data: 09/05/2013 Direttore Amministrativo

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE. relative al Prestito Obbligazionario. Banca Popolare di Milano 31 Ottobre 2013/2018 MIN MAX, ISIN IT000495650 1

CONDIZIONI DEFINITIVE. relative al Prestito Obbligazionario. Banca Popolare di Milano 31 Ottobre 2013/2018 MIN MAX, ISIN IT000495650 1 CONDIZIONI DEFINITIVE relative al Prestito Obbligazionario Banca Popolare di Milano 31 Ottobre 2013/2018 MIN MAX, ISIN IT000495650 1 Obbligazioni a Tasso Variabile con Cap e/o Floor con eventuali Cedole

Dettagli

POLICY DI VALUTAZIONE E PRICING DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DI PROPRIA EMISSIONE

POLICY DI VALUTAZIONE E PRICING DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DI PROPRIA EMISSIONE POLICY DI VALUTAZIONE E PRICING DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DI PROPRIA EMISSIONE Approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 25 giugno 2015 INDICE 1. PREMESSA...1 2. CARATTERISTICHE DELLE METODOLOGIE

Dettagli

Progetto di fusione eterogenea

Progetto di fusione eterogenea Progetto di fusione eterogenea per incorporazione ai sensi dell art. 2501-ter Codice Civile e per gli effetti dell art. 2500-septies Codice Civile Ai sensi dell art. 2501-ter Codice Civile e per gli effetti

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA Direzione Generale della Protezione Civile Servizio affari generali, bilancio e supporti direzionali Prot. n.7285 Determinazione n. 298 del 16.11.2012 Oggetto: Determinazione di approvazione dell avviso

Dettagli

Cobra Automotive Technologies S.p.A.

Cobra Automotive Technologies S.p.A. Cobra Automotive Technologies S.p.A. Sede legale in Varese, Via Astico n. 41 C. F./P.IVA n. 00407590124 REA Varese n. 136206 Cap. Soc. 2.523.718,80 i.v. Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione

Dettagli

AVVISO DI CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ENEL GREEN POWER S.P.A. 8 MAGGIO 2015

AVVISO DI CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ENEL GREEN POWER S.P.A. 8 MAGGIO 2015 Enel Green Power S.p.A. Sede legale in Roma, Viale Regina Margherita, n. 125 Capitale Sociale euro 1.000.000.000,00 interamente versato Partita I.V.A., C.F. e Registro delle Imprese di Roma n. 10236451000

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa... IL VERBALE DEL CDA E DELL ASSEMBLEA: PROFILI GENERALI PARTE PRIMA

INDICE SOMMARIO. Premessa... IL VERBALE DEL CDA E DELL ASSEMBLEA: PROFILI GENERALI PARTE PRIMA SOMMARIO Premessa... XI PARTE PRIMA IL VERBALE DEL CDA E DELL ASSEMBLEA: PROFILI GENERALI CAPITOLO 1 FUNZIONI E COMPETENZE DELL ASSEMBLEA DEI SOCI E DEL CDA NELLE SOCIETÀ PER AZIONI di ALESSANDRO BOTTINO

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLA PROPOSTA DI AUMENTO DEL CAPITALE

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLA PROPOSTA DI AUMENTO DEL CAPITALE RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLA PROPOSTA DI AUMENTO DEL CAPITALE predisposta ai sensi dell art. 72 e secondo lo schema n. 2 dell Allegato 3A del Regolamento adottato con Delibera Consob

Dettagli

Assemblea straordinaria 25.4.2014. Informazioni per gli azionisti

Assemblea straordinaria 25.4.2014. Informazioni per gli azionisti Assemblea straordinaria 25.4.2014 Informazioni per gli azionisti Società per Azioni - Banca fondata nel 1891 Sede Legale e Direzione Generale in Bergamo, Largo Porta Nuova, 2 Capitale Sociale 185.180.541

Dettagli

Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea degli Azionisti

Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea degli Azionisti Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea degli Azionisti Autorizzazione all acquisto di azioni proprie ed al compimento di atti di disposizione sulle medesime al servizio delle Politiche

Dettagli

COMUNE DI DECIMOMANNU

COMUNE DI DECIMOMANNU COMUNE DI DECIMOMANNU SETTORE : Settore Tecnico Responsabile: responsabile settore tecnico Tocco Giovanni DETERMINAZIONE N. 294 in data 02/04/2014 OGGETTO: SOSTITUZIONE MANIGLIONE ANTIPANICO PORTA D'INGRESSO

Dettagli

Riforma societaria - Operazioni di scissione: Le novità della riforma, di Michele Iori

Riforma societaria - Operazioni di scissione: Le novità della riforma, di Michele Iori Riforma societaria - Operazioni di scissione: Le novità della riforma, di Michele Iori Autore: Michele Iori Categoria Articolo: Società / Operazioni societarie PREMESSA La Legge 3.10.2001, n. 366 (Delega

Dettagli

Ordine del Giorno. Parte Ordinaria

Ordine del Giorno. Parte Ordinaria L anno 2012 (duemiladodici), il giorno 27 (ventisette) del mese di Aprile, in Ravenna, Via Trieste n. 230 presso la Sede della Società, con inizio alle ore 11.50, al termine dell Assemblea Straordinaria

Dettagli

REGOLAMENTO DEL REGISTRO DEGLI INSIDERS

REGOLAMENTO DEL REGISTRO DEGLI INSIDERS REGOLAMENTO DEL REGISTRO DEGLI INSIDERS INDICE PREMESSA SEZIONE 1 SEZIONE 2 SEZIONE 3 SEZIONE 4 DEFINIZIONI CONTENUTO E STRUTTURA DEL REGISTRO PROCEDURA PER L INDIVIDUAZIONE DEGLI INSIDERS TENUTA DEL REGISTRO

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO ALL ESECUZIONE DELLA PARTE GRATUITA DELL'AUMENTO DI CAPITALE SOCIALE DELIBERATO DALL ASSEMBLEA DEL 10 FEBBRAIO 2007 CREDITO VALTELLINESE S.c. Sede legale in Sondrio - Piazza

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Protocollo N. 20662/2011 Approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati contenuti nelle dichiarazioni modelli 730/2011, nelle comunicazioni di cui ai modelli 730-4 e 730-4

Dettagli

Nota 1) Articolo 19 in vigore fino alla data di cessazione del Consiglio di Amministrazione attualmente in carica. Articolo 19 La Società è amministrata da un Consiglio di Amministrazione (il Consiglio

Dettagli

PROCEDURA OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE AL NOMAD

PROCEDURA OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE AL NOMAD PROCEDURA OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE AL NOMAD La presente procedura riassume gli obblighi informativi nei confronti del Nomad legati alla ammissione alle negoziazioni delle azioni di (la Società ) sul sistema

Dettagli

5 Il giudizio sul bilancio di Gianluca Alparone

5 Il giudizio sul bilancio di Gianluca Alparone di Gianluca Alparone 5.1 Premessa Redatto il progetto di bilancio a cura dell organo amministrativo, tutte le società per azioni e le società a responsabilità limitata che superano i limiti parametrici

Dettagli

FUSIONI e SCISSIONI SOCIETARIE SEMPLIFICAZIONE della DOCUMENTAZIONE

FUSIONI e SCISSIONI SOCIETARIE SEMPLIFICAZIONE della DOCUMENTAZIONE Circolare informativa per la clientela n. 30/2012 del 18 ottobre 2012 FUSIONI e SCISSIONI SOCIETARIE SEMPLIFICAZIONE della DOCUMENTAZIONE In questa Circolare 1. Recepimento della Direttiva n. 2009/109/Ce

Dettagli

Repertorio N 43.467 fascicolo n 13.879 VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PER LA DETERMINAZIONE DELLE CONDIZIONI E DEI TERMINI DEFINITIVI DEL

Repertorio N 43.467 fascicolo n 13.879 VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PER LA DETERMINAZIONE DELLE CONDIZIONI E DEI TERMINI DEFINITIVI DEL Repertorio N 43.467 fascicolo n 13.879 VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PER LA DETERMINAZIONE DELLE CONDIZIONI E DEI TERMINI DEFINITIVI DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO CONVERTIBILE DELEGATO REPUBBLICA

Dettagli

Agec e il socio unico Comune di Verona

Agec e il socio unico Comune di Verona Agec e il socio unico Comune di Verona Agec e il socio unico Comune di Verona AGEC E IL SOCIO UNICO COMUNE DI VERONA. Linee politiche dei rapporti con il Comune unico proprietario. Il patrimonio di dotazione.

Dettagli

DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE 2007 DI BUZZI UNICEM SpA

DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE 2007 DI BUZZI UNICEM SpA DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE 2007 DI BUZZI UNICEM SpA ai sensi dell art. 54 del Regolamento Consob n. 11971/99 1. Natura del documento: COMUNICATI STAMPA PRICE SENSITIVE OGGETTO DATA DI PUBBLICAZIONE

Dettagli

FUSIONE TRANSFRONTALIERA PER INCORPORAZIONE AEDES INTERNATIONAL SA AEDES SPA RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI AEDES SPA

FUSIONE TRANSFRONTALIERA PER INCORPORAZIONE AEDES INTERNATIONAL SA AEDES SPA RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI AEDES SPA FUSIONE TRANSFRONTALIERA PER INCORPORAZIONE di AEDES INTERNATIONAL SA in AEDES SPA RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI AEDES SPA 1 I. PREMESSA Il Consiglio di Amministrazione di Aedes S.p.A.,

Dettagli

C O M U N E D I A R I Z Z A N O

C O M U N E D I A R I Z Z A N O C O M U N E D I A R I Z Z A N O Provincia di Verbania D E T E R M I N A N. 155 DEL 17.11.2014 OGGETTO: ACQUISTO BUONI CARBURANTE TRAMITE CONVENZIONE CON LA CONSIP. ULTERIORE IMPEGNO DI SPESA L anno DUEMILAQUATTORDICI

Dettagli

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 MODULO A LEZIONE N. 7 LE SCRITTURE CONTABILI I Finanziamenti Le obbligazioni Sono una fonte di finanziamento a medio e lungo termine a cui tipicamente ricorrono le S.p.A.

Dettagli

1. Società i cui strumenti finanziari sono oggetto del Patto

1. Società i cui strumenti finanziari sono oggetto del Patto Estratto di patto parasociale contenente le informazioni essenziali ai sensi degli artt. 122 del D.Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 ( TUF ) e 130 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971 del 14

Dettagli

RISOLUZIONE N. 332/E. Roma, 01 agosto 2008. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

RISOLUZIONE N. 332/E. Roma, 01 agosto 2008. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso RISOLUZIONE N. 332/E Roma, 01 agosto 2008 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello Natura della partecipazione: qualificata o non qualificata articolo 67, lettera c) e

Dettagli

Regolamento dei Warrant Italian Wine Brands S.p.A. Nel presente regolamento i seguenti termini hanno il significato ad essi qui attribuito:

Regolamento dei Warrant Italian Wine Brands S.p.A. Nel presente regolamento i seguenti termini hanno il significato ad essi qui attribuito: Regolamento dei Warrant Italian Wine Brands S.p.A. Articolo 1 Definizioni Nel presente regolamento i seguenti termini hanno il significato ad essi qui attribuito: Azioni: Azioni di Compendio: indica le

Dettagli

INDICE. Introduzione... 1 CAPITOLO PRIMO LA DISCIPLINA DELLE BANCHE COOPERATIVE DOPO LA RIFORMA

INDICE. Introduzione... 1 CAPITOLO PRIMO LA DISCIPLINA DELLE BANCHE COOPERATIVE DOPO LA RIFORMA Introduzione... 1 CAPITOLO PRIMO LA DISCIPLINA DELLE BANCHE COOPERATIVE DOPO LA RIFORMA 1. La scelta della legge delega n. 366/2001 di escludere le banche cooperative dalla Riforma... 7 2. La iniziale

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE di Offerta di prestiti obbligazionari denominati

CONDIZIONI DEFINITIVE di Offerta di prestiti obbligazionari denominati Sede legale in Via C. Carcano n. 6-24047 Treviglio (Bergamo) Sito internet : www.cassaruraletreviglio.it Iscritta all Albo delle Banche tenuto dalla Banca d Italia al n. 3148 Iscritta all Albo delle Società

Dettagli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli 1 - COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli Determinazione n. 9 del 19-01-2016 Registro Generale delle Determinazioni Repertorio Ragioneria n. 10 del 19-01-2016 Determinazione n. 6 del 19-01-2016 Settore

Dettagli

Informazioni societarie

Informazioni societarie Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di PADOVA \ Informazioni societarie HELIOPOLIS S.R.L. Forma giuridica: SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA Sede legale: PADOVA (PD) VIA SAN MARCO

Dettagli

Incarico di revisione legale dei conti: integrazione del corrispettivo

Incarico di revisione legale dei conti: integrazione del corrispettivo Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea degli Azionisti Incarico di revisione legale dei conti: integrazione del corrispettivo Signori Azionisti, Il Consiglio di Amministrazione della

Dettagli

Diritto commerciale l. Lezione del 27/11/2015

Diritto commerciale l. Lezione del 27/11/2015 Diritto commerciale l Lezione del 27/11/2015 La disciplina delle decisioni o deliberazioni dei soci non prevede regole generali in ordine all individuazione: - delle competenze - alle modalità della loro

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: PROVVEDIMENTO N. 7772/2016 Approvazione dei modelli di dichiarazione IVA/2016 concernenti l anno 2015, con le relative istruzioni, da presentare nell anno 2016 ai fini dell imposta sul valore aggiunto

Dettagli

Assemblea degli Azionisti di Cembre S.p.A. Relazione del Consiglio di Amministrazione ai sensi dell art. 125-ter del D.Lgs.

Assemblea degli Azionisti di Cembre S.p.A. Relazione del Consiglio di Amministrazione ai sensi dell art. 125-ter del D.Lgs. Assemblea degli Azionisti di Cembre S.p.A. (21 aprile 2016, I conv. 22 aprile 2016, II conv.) Relazione del Consiglio di Amministrazione ai sensi dell art. 125-ter del D.Lgs. 58/1998 Punto 1 all ordine

Dettagli

LE OPERAZIONI SUL CAPITALE SOCIALE DELLE SOCIETA DI CAPITALE

LE OPERAZIONI SUL CAPITALE SOCIALE DELLE SOCIETA DI CAPITALE Anagrafe Economica registro.imprese@an.camcom.it LE OPERAZIONI SUL CAPITALE SOCIALE DELLE SOCIETA DI CAPITALE Guida a cura del Registro delle Imprese di Ancona Per informazioni registro.imprese@an.camcom.it

Dettagli

è nostra società cooperativa REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Art. 1

è nostra società cooperativa  REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Art. 1 REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Art. 1 Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti dai soci (sia persone fisiche che giuridiche) in conformità all'art. 37 dello Statuto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Allegato: Avviso n di Borsa Italiana S.p.A. * * * *

COMUNICATO STAMPA. Allegato: Avviso n di Borsa Italiana S.p.A. * * * * Mid Industry Capital S.p.A. Galleria Sala dei Longobardi, 2 20121 Milano Tel: +39 02 76 26 17 1 Fax: +39 02 76 26 17 26 Cod Fisc. e P. IVA R.I. Milano 05244910963 R.E.A. Mi 1806317 Capitale Sociale 5.000.225

Dettagli

-- PRATESI Simone, nato a Firenze il giorno 8 luglio 1963, consigliere delegato; -- CIOLLI Sebastiano nato a Firenze il 5 gennaio 1961, consigliere;

-- PRATESI Simone, nato a Firenze il giorno 8 luglio 1963, consigliere delegato; -- CIOLLI Sebastiano nato a Firenze il 5 gennaio 1961, consigliere; N. 31.760 di repertorio N. 14.045 di raccolta Verbale di adunanza di Consiglio di Amministrazione.= REPUBBLICA ITALIANA Il ventuno settembre duemilaquindici in Firenze, via Pier Capponi n.21, nel mio studio,

Dettagli

ATTO DI PROROGA DELLA CONVENZIONE TRA L ASSESSORATO ALLE POLITICHE DELLA SALUTE DELLA REGIONE PUGLIA ED IL COMANDO

ATTO DI PROROGA DELLA CONVENZIONE TRA L ASSESSORATO ALLE POLITICHE DELLA SALUTE DELLA REGIONE PUGLIA ED IL COMANDO ATTO DI PROROGA DELLA CONVENZIONE TRA L ASSESSORATO ALLE POLITICHE DELLA SALUTE DELLA REGIONE PUGLIA ED IL COMANDO REGIONALE PUGLIA DELLA GUARDIA DI FINANZA, AVENTE COME SCOPO LO SVILUPPO DI SINERGIE A

Dettagli

ENI S.P.A. ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 12 MAGGIO 2016 UNICA CONVOCAZIONE

ENI S.P.A. ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 12 MAGGIO 2016 UNICA CONVOCAZIONE Pubblicata il 7 aprile 2016 ENI S.P.A. ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 12 MAGGIO 2016 UNICA CONVOCAZIONE RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MATERIE ALL ORDINE DEL GIORNO ENI S.P.A. ASSEMBLEA ORDINARIA

Dettagli

Lo schema delle modifiche proposte, con evidenza del testo attualmente vigente, è di seguito riportato.

Lo schema delle modifiche proposte, con evidenza del testo attualmente vigente, è di seguito riportato. 1. Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione all Assemblea Straordinaria convocata per i giorni 28 agosto 2015 e 29 agosto 2015, rispettivamente in prima, e, ove occorra, in seconda convocazione,

Dettagli

DIREZIONE GENERALE POLITICHE MOBILITA', INFRASTRUTTURE E TRASPORTO PUBBLICO LOCALE AREA DI COORDINAMENTO MOBILITA' E INFRASTRUTTURE

DIREZIONE GENERALE POLITICHE MOBILITA', INFRASTRUTTURE E TRASPORTO PUBBLICO LOCALE AREA DI COORDINAMENTO MOBILITA' E INFRASTRUTTURE REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE POLITICHE MOBILITA', INFRASTRUTTURE E TRASPORTO PUBBLICO LOCALE AREA DI COORDINAMENTO MOBILITA' E INFRASTRUTTURE SETTORE VIABILITA' DI INTERESSE REGIONALE Il Dirigente

Dettagli

COMUNE DI FROSINONE REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITA E LA TRASPARENZA DELLO STATO PATROMINIALE DEI TITOLARI DI CARICHE PUBBLICHE ELETTIVE E DI GOVERNO

COMUNE DI FROSINONE REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITA E LA TRASPARENZA DELLO STATO PATROMINIALE DEI TITOLARI DI CARICHE PUBBLICHE ELETTIVE E DI GOVERNO COMUNE DI FROSINONE REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITA E LA TRASPARENZA DELLO STATO PATROMINIALE DEI TITOLARI DI CARICHE PUBBLICHE ELETTIVE E DI GOVERNO Approvato con deliberazione di consiglio comunale n.

Dettagli

Procedura di pricing degli strumenti finanziari negoziati in conto proprio

Procedura di pricing degli strumenti finanziari negoziati in conto proprio Procedura di pricing degli strumenti finanziari negoziati in conto proprio Delibera del Consiglio di Amministrazione del 30/10/2007, modificata da Cda del 16/12/2009 e del 28/12/2010 Aggiornata con modifiche

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA CAMERALE N. 47 DEL 11/05/2016

DETERMINAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA CAMERALE N. 47 DEL 11/05/2016 DETERMINAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA CAMERALE N. 47 DEL 11/05/2016 Oggetto:Azienda speciale unica - Determinazione del Commissario Straordinario con i poteri della Giunta

Dettagli

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE LE OPERAZIONI STRAORDINARIE 1. SONO OPERAZIONI DI FINANZA STRAORDINARIA, VOLTE A SODDISFARE I BISOGNI FISIOLOGICI DI CRESCITA, PATRIMONIALIZZAZIONE, INTERNAZIONALIZZAZIONE E RICAMBIO GENERAZIONALE DELLE

Dettagli

RIDUZIONE DEL CAPITALE DELLA S.P.A. E NOMINA DEI SINDACI DELLA S.R.L.

RIDUZIONE DEL CAPITALE DELLA S.P.A. E NOMINA DEI SINDACI DELLA S.R.L. RIDUZIONE DEL CAPITALE DELLA S.P.A. E NOMINA DEI SINDACI DELLA S.R.L. Con il D.L. 91/2014 è stata disposta la riduzione del capitale sociale minimo delle S.p.A., provocando vari effetti, con particolare

Dettagli