Progetto Analisi del Fabbisogno Formativo In funzione dell Obbligo Formativo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto Analisi del Fabbisogno Formativo In funzione dell Obbligo Formativo"

Transcript

1 PROVINCIA DI COSENZA SERVIZIO FORMAZIONE PROFESSIONALE Progetto Analisi del Fabbisogno Formativo In funzione dell Obbligo Formativo Gruppo di Lavoro Servizio Formazione Professionale Amantea Convento S.Bernardino 30 Marzo 2005 Documento di presentazione per la discussione. Ne è vietato gni altro uso, inclusa la riproduzione, modifica o distribuzione, senza preventiva autorizzazione della Provincia di Cosenza.

2 Il progetto Progetto per la rivelazione del Fabbisogno Formativo in funzione dell Obbligo Formativo Suddivisione del territorio provinciale in cinque distretti Analisi del contesto socio-economico del distretto Identificazione settori di sviluppo economico Individuazione di profili professionali Aggregando aree PIT limitrofe sulla base di alcuni tratti di omogeneità territoriale e socio economica Documentazione PIT Progetto S.L.O.CS Dati ISTAT Definizione di figure professionali adeguate allo sviluppo economico e sociale dei distretti presi in considerazione Con particolare riferimento all Obbligo Formativo

3 Distretto territoriale di riferimento Il distretto preso in considerazione, è identificato dalle aree dei PIT 7 (Basso Tirreno Cosentino) e PIT 10 (Savuto).

4 Gli obiettivi dell analisi Programmare processi formativi adeguati ai bisogni, alle potenzialità e alle vocazioni del territorio Identificare professionalità capaci di sostenere lo sviluppo economico e sociale dei distretti territoriali Realizzare un offerta formativa che faciliti l ingresso nel mondo del lavoro

5 Le fonti del rilevamento Documentazione Pit 7 BASSO TIRRENO COSENTINO 2002 Documentazione Pit 10 SAVUTO 2002 Progetto S.L.O. CS Ottobre 2003 Dati ISTAT 2001

6 Focus sulle criticità del distretto Invecchiamento della popolazione Fasce d'età oltre 65 17% % % % %

7 Focus sulle criticità del distretto Invecchiamento della popolazione Abitazioni non occupate Spopolamento centri interni Scivolamento a valle Stock Abitativo 80,00% 70,00% 72,70% 60,00% 55,30% 50,00% 44,70% 40,00% Abitazioni occupate Abitazioni non occupate 30,00% 27,30% 20,00% 10,00% 0,00% SAVUTO BASSO TIRRENO

8 Focus sulle criticità del distretto Invecchiamento della popolazione Abitazioni non occupate Spopolamento centri interni Scivolamento a valle Scarsa scolarizzazione Scarsa attenzione ai processi formativi 18% 6% 56% 17% 3% Alfabeti senza titolo di studio Analfabeti Laureati Diplomati Licenza elementare e media

9 Focus sulle criticità del distretto Invecchiamento della popolazione Abitazioni non occupate Spopolamento centri interni Scivolamento a valle Scarsa scolarizzazione Scarsa attenzione ai processi formativi Dissesto idrogeologico Erosione Coste Inquinamento del mare Offerta turistica limitata a soli 2 mesi Poco varia Poco organizzata Debole sistema economico produttivo Assenza filiere produttive

10 Focus sui settori di sviluppo Mare Monti Religioso Culturale Alberghiero Attività imprenditoriali Villaggi Paesi albergo Turismo Agro-alimentare Ambiente Pomodori Fichi Cipolle Vini Rosamarina Pesca OASI WWF Salvaguardia ambientale

11 Settori di sviluppo trasversali Commercio Artigianato Servizi alla persona Informatica

12 Potenzialità di sviluppo del territorio Patrimonio Esistente Patrimonio artistico, storico e culturale (centri storici) Tradizioni eno-gastronomiche e produzioni di nicchia prestigiose Risorse naturali (Oasi WWF Boschi area Savuto) Aree archeologiche Santuario di S.Francesco di Paola Infrastrutture Prossimità autostrada A3 Vicinanza Aeroporto Internazionale Lamezia Terme Porto turistico di Amantea Vicinanza Porti di Vibo Valentia e Gioia Tauro

13 Definizione dei profili professionali AGRO-ALIMENTARE AMBIENTE TURISMO Addetto al Magazzino Prodotti Ortofrutticoli Agricoltore Biologico Esperto di marketing di prodotti Agro-Alimentari Esperto nella Costituzione e Gestione di Impresa nel settore Agro Alimentare Operatore Agricolo - Ambientale Operatore Agro alimentare Operatore Controllo Qualità nel settore Agro - Alimentare Potatore Addetto lavorazione fichi Addetto lavorazione pomodori Addetto lavorazione cipolla Esperto in gestione di impianti per il trattamento delle acqu Esperto in Sistemi di Gestione Ambientale Operatore del verde Operatore di parco naturale Tecnico di gestione di problemi ambientali Esperto di turismo integrato Guida di percorsi storico - culturali e religiosi Guida Naturalistica Operatore agrituristico Operatore alla Promozione e all Accoglienza Turisti Guida Turistica Operatore alle Cure Estetiche Esperto in accoglienza in lingua straniera Animatore turistico PESCA Meccanico rimessaggio barche Tecnico addetto alla pesca, all'allevamento ed alla conservazione del prodotto ittico Itticoltore

14 Definizione dei profili professionali ARTIGIANATO COMMERCIO INFORMATICA SERVIZI ALLA PERSONA Ceramista Falegname Ferraiolo Carpentiere Muratore in Genere Assistente di cantiere edile Elettricista installatore Addetto ai rapporti commerciali Gestore di supermercato Installatore di mobili Addetto allo sviluppo di sistemi informativi Operatore informatico Tecnico di gestione multimediale del turismo Operatore di autonomia domestica Operatore di orientamento e mobilità Operatore di Comunità per Anziani Istruttore di guida subacquea per disabili Operatore di call center e centralinista non vedente Operatore di telemarketing per non vedenti ALBERGHIERA Pizzaiolo Cuoco Commis di sala

15 Conclusioni Questa proposta di Profili Professionali e la conseguente attivazione di un tavolo di concertazione permanente, ha come obiettivo la definizione integrata di percorsi formativi che siano strettamente collegati alle vocazioni economiche e sociali del territorio provinciale offrendo reali possibilità di sviluppo ed occupazione.

Progetto Analisi del Fabbisogno Formativo In funzione dell Obbligo Formativo

Progetto Analisi del Fabbisogno Formativo In funzione dell Obbligo Formativo PROVINCIA DI COSENZA SERVIZIO FORMAZIONE PROFESSIONALE Progetto Analisi del Fabbisogno Formativo In funzione dell Obbligo Formativo Gruppo di Lavoro Servizio Formazione Professionale Mercoledì 23 marzo

Dettagli

PROVINCIA DI COSENZA SERVIZIO FORMAZIONE PROFESSIONALE

PROVINCIA DI COSENZA SERVIZIO FORMAZIONE PROFESSIONALE PROVINCIA DI COSENZA SERVIZIO FORMAZIONE PROFESSIONALE P.A.F.F. Progetto Analisi del Fabbisogno Formativo in funzione dell Obbligo Formativo Distretto territoriale PIT 7 - Basso Tirreno e PIT 10 - Savuto

Dettagli

Reti di cooperazione tra enti per la realizzazione di servizi comuni

Reti di cooperazione tra enti per la realizzazione di servizi comuni N. ENTE AREA PIT TIPOLOGIA DI AZIONE TITOLO INTEVENTO RESPONSABILE PROCEDIMENTO NOTE 1 Consorzio Elaborando 2 3 5 6 7. Basso tirreno 7 7. Basso tirreno 8 9. Sila P.A. Tecnico della progettazione di reti

Dettagli

CATALOGO PROVINCIALE DELL'OFFERTA FORMATIVA A QUALIFICA L. 296/06. Ente descrizione_area Titolo_qualifica denominazione_sede indirizzo_sede cap_sed e

CATALOGO PROVINCIALE DELL'OFFERTA FORMATIVA A QUALIFICA L. 296/06. Ente descrizione_area Titolo_qualifica denominazione_sede indirizzo_sede cap_sed e CATALOGO PROVINCIALE DELL'OFFERTA FORMATIVA A QUALIFICA L. 96/06 Nume ro Ente descrizione_area Titolo_qualifica denominazione_sede indirizzo_sede cap_sed e Provincia FORM.ART. Società AMMINISTRAZIONE E

Dettagli

Sintesi del primo tavolo del percorso CETS

Sintesi del primo tavolo del percorso CETS Sintesi del primo tavolo del percorso CETS Carta Europea per il Turismo Sostenibile Vision +20: Uno sguardo d insieme Tavolo del 16 giugno 2014 - Feltre Aspetti Positivi: Le speranze della Vision a 20

Dettagli

TAVOLO OPERATIVO AREA SERRE VIBONESI

TAVOLO OPERATIVO AREA SERRE VIBONESI Centri Storici e Borghi di Eccellenza Il territorio delle Serre Vibonesi possiede un patrimonio storico archeologico di elevato pregio, quali la Certosa e il Centro storico di Serra San Bruno, nonché la

Dettagli

I l n uovo c ontesto.

I l n uovo c ontesto. Fabbisogni formativi, competenze e figure professionali nella filiera beni culturali tecnologie turismo Il nuovo contesto Il settore dei beni culturali, è stato negli ultimi anni oggetto di un costante

Dettagli

SERVIZI PER L AGRICOLTURA E LO SVILUPPO RURALE

SERVIZI PER L AGRICOLTURA E LO SVILUPPO RURALE SERVIZI PER L AGRICOLTURA E LO SVILUPPO RURALE Il corso di studi Il Diplomato di istruzione professionale nell indirizzo Servizi per l agricoltura e lo sviluppo rurale, a conclusione del percorso quinquennale,

Dettagli

Specializzazioni IFTS

Specializzazioni IFTS Tavola indicativa della correlazione tra l'offerta di istruzione e formazione professionale, l'area economica, le filiere produttive e le aree /ambiti degli ITS La tabella integra e completa i contenuti

Dettagli

_il Piano Strategico di Fabriano. 1

_il Piano Strategico di Fabriano. 1 _il Piano Strategico di Fabriano 1 terzo forum pubblico F a b r i a n o 18_novembre_2006 Contenuti _il metodo _la sintesi dei risultati: il quadro sinottico _le 10 Vocazioni _le 10 Linee Strategiche _Azioni,

Dettagli

DOMANDA E OFFERTA DI LAVORO IN PROVINCIA DI MANTOVA: STRUTTURA E TENDENZE

DOMANDA E OFFERTA DI LAVORO IN PROVINCIA DI MANTOVA: STRUTTURA E TENDENZE DOMANDA E OFFERTA DI LAVORO IN PROVINCIA DI MANTOVA: STRUTTURA E TENDENZE Un analisi comparata a partire dai risultati del Sistema Informativo Excelsior Mantova, 27 gennaio 2009 Imprese: consistenza ed

Dettagli

Definizione partecipata della SSL E-GOVERNANCE

Definizione partecipata della SSL E-GOVERNANCE Definizione partecipata della SSL Incontri informativi Analisi SWOT Identificazione dei Fabbisogni Definizione tematisti e animazione Definizione della SSL e dei relativi obiettivi Scelta delle misure

Dettagli

SCHEDA CONOSCITIVA SCUOLE SUPERIORI

SCHEDA CONOSCITIVA SCUOLE SUPERIORI SCHEDA CONOSCITIVA SCUOLE SUPERIORI Indirizzo: Amministrazione, finanza e marketing Perito in amministrazione, finanza e marketing Al termine degli studi il Diplomato ha competenze generali nel campo dei

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA GARANZIA GIOVANI. Sede di svolgimento (Indirizzo) MONREALE (Piazza Fedele, 26)

OFFERTA FORMATIVA GARANZIA GIOVANI. Sede di svolgimento (Indirizzo) MONREALE (Piazza Fedele, 26) OFFERTA FORMATIVA GARANZIA GIOVANI Profilo professionale DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE PASTI E BEVANDE PRODUZIONE DI PASTICCERIA PRODUZIONE PASTI RISTORAZIONE TECNICO DEI SERVIZI SALA- BANQUETING TECNICO

Dettagli

Re-tour nei Campi Flegrei.

Re-tour nei Campi Flegrei. nei Campi Flegrei. un Itinerario in cantiere IDEA FORZA: 1) Strutturazione di un itinerario di visita architettonico - archeologico - paesistico di valenza internazionale, costituito da alcuni grandi poli

Dettagli

3. Inquadramento statistico e socio-economico. Dati sul territorio Dati sulla popolazione Istruzione e cultura Lavoro Attività produttive

3. Inquadramento statistico e socio-economico. Dati sul territorio Dati sulla popolazione Istruzione e cultura Lavoro Attività produttive 3. Inquadramento statistico e socio-economico Dati sul territorio Dati sulla popolazione Istruzione e cultura Lavoro Attività produttive 1 Rapporto sullo Stato dell Ambiente nel Comune di Padova - 2002

Dettagli

ENTE TITOLO POSTI DURATA SCADENZA INFO SEDI DESTINATARI NOTE SCUOLA EDILE DI IMPERIA IMPERIA (IM)

ENTE TITOLO POSTI DURATA SCADENZA INFO SEDI DESTINATARI NOTE SCUOLA EDILE DI IMPERIA IMPERIA (IM) FORMAZIONE PROFESSIONALE ENTE TITOLO POSTI DURATA SCADENZA INFO SEDI DESTINATARI NOTE Formazione -INSTALLATORE DI IMPIANTI ELETTRICI CIVILI aziendale -INSTALLATORE DI IMPIANTI ELETTRICI CIVILI 10/11/2008-4

Dettagli

ASE.1.1 ANALISI SWOT. Piano di Assetto Naturalistico della Riserva Guidata "Borsacchio" Comune di Giulianova. Regione Abruzzo

ASE.1.1 ANALISI SWOT. Piano di Assetto Naturalistico della Riserva Guidata Borsacchio Comune di Giulianova. Regione Abruzzo Regione Abruzzo Comune di Roseto degli Abruzzi Comune di Giulianova Piano di Assetto Naturalistico della Riserva Guidata "Borsacchio" ASE.1.1 ANALISI SWOT Maggio 2008 Analisi SWOT L analisi delle variabili

Dettagli

Istituto Tecnico Statale ECONOMICO TECNOLOGICO Filippo Palizzi Vasto

Istituto Tecnico Statale ECONOMICO TECNOLOGICO Filippo Palizzi Vasto Istituto Tecnico Statale ECONOMICO TECNOLOGICO Filippo Palizzi Vasto FACILISSIMO DA RAGGIUNGERE PALIZZI TERMINAL AUTOBUS 100 m INDIRIZZI SETTORE ECONOMICO SETTORE TECNOLOGICO SETTORE ECONOMICO: AMMMINISTRAZIONE

Dettagli

Ambiti delle aree tecnologiche Specializzazioni IFTS Indirizzi Istituti Tecnici Indirizzi Istituti Professionali Diplomi di IeFP Qualifiche di IeFP

Ambiti delle aree tecnologiche Specializzazioni IFTS Indirizzi Istituti Tecnici Indirizzi Istituti Professionali Diplomi di IeFP Qualifiche di IeFP Tavola indicativa della correlazione tra l'offerta di istruzione e formazione professionale, l'area economica e, le filiere produttive e le aree tecnologiche/ambiti degli ITS La tabella integra e completa

Dettagli

Misura M07 Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali (art.20)

Misura M07 Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali (art.20) Misura M7 Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali (art.2) Sottomisura 7.6 - Sostegno per studi/investimenti relativi alla manutenzione, al restauro e alla riqualificazione del patrimonio

Dettagli

TABELLA 1. Offerta formativa Ambito 2 (Valle Seriana, Val di Scalve e Alto Sebino)

TABELLA 1. Offerta formativa Ambito 2 (Valle Seriana, Val di Scalve e Alto Sebino) TABELLA 1. Offerta formativa Ambito 2 (Valle Seriana, Val di Scalve e Alto Sebino) a.s. 2013/2014 Comune Denomin. Istituzione Tipo istituzione Tipologia Indirizzo Articolazione Diploma Professio (IV anni

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO 1146 11/02/2010 Identificativo Atto n. 133 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO REPERTORIO DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE PER L ANNO FORMATIVO 2010/2011, IN ATTUAZIONE

Dettagli

BOZZA DI LAVORO 16 LUGLIO 2010 T A B E L L A C

BOZZA DI LAVORO 16 LUGLIO 2010 T A B E L L A C ALLEGATO C T A B E L L A C 1 Elenco classi Tabella C C 01 Attività pratiche speciali C 02 Conversazione in lingua straniera C - 03 fisica C - 04 liuteria C 05 produzioni industriali ed artigianali della

Dettagli

Analisi SWOT - Comune di Massa Marittima. Comune di Massa Marittima

Analisi SWOT - Comune di Massa Marittima. Comune di Massa Marittima Analisi SWOT - PUNTI DI FORZA Vi è una elevata qualità della vita, reale e percepita Il territorio presenta bassi fenomeni di criminalità con conseguente alto livello di sicurezza Le risorse presenti sul

Dettagli

Fai la scuola giusta. Edizione a cura del Centro Studi Confindustria Cuneo

Fai la scuola giusta. Edizione a cura del Centro Studi Confindustria Cuneo Fai la scuola giusta Edizione 2013 a cura del Centro Studi Confindustria Cuneo I giovani e il mercato del lavoro L Italia presenta strutturalmente tassi di occupazione giovanile inferiori alla media europea

Dettagli

CAMERA DEL LAVORO MACROAREA LUCERA-MONTI DAUNI OSSERVAZIONI AL P.U.G. DI LUCERA

CAMERA DEL LAVORO MACROAREA LUCERA-MONTI DAUNI OSSERVAZIONI AL P.U.G. DI LUCERA OSSERVAZIONI AL P.U.G. DI LUCERA La Camera del Lavoro CGIL Macro Area Lucera Monti Dauni, allo scopo di favorire un ampio e costruttivo dibattito e, per il tramite dello stesso, il perseguimento dell interesse

Dettagli

Una valutazione delle programmazioni di sviluppo rurale dal 1989 ad oggi

Una valutazione delle programmazioni di sviluppo rurale dal 1989 ad oggi Una valutazione delle programmazioni di sviluppo rurale dal 1989 ad oggi Franco Gaudio (INEA Sede Regionale per la Calabria) franco.gaudio@inea.it Giornata di studio Il nuovo sviluppo rurale e le implicazioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL RUOLO DEL TURISMO NELLO SVILUPPO ECONOMICO DELLA CAMPANIA

COMUNICATO STAMPA IL RUOLO DEL TURISMO NELLO SVILUPPO ECONOMICO DELLA CAMPANIA COMUNICATO STAMPA IL RUOLO DEL TURISMO NELLO SVILUPPO ECONOMICO DELLA CAMPANIA Rapporto sul settore turistico della Campania realizzato da SRM, Studi e Ricerche per il Mezzogiorno, in collaborazione con

Dettagli

CHI PARTECIPA CONDIVIDE!

CHI PARTECIPA CONDIVIDE! 30.07 2016 10,30 CHI PARTECIPA CONDIVIDE! Ciclo di Incontri Presentazione della Strategia di Sviluppo Locale AltoCasertano 2020 Consorzio di Bonifica del SannioAlifano Viale della Libertà n.75 Piedimonte

Dettagli

1. SINTESI DELLE OPERAZIONI SVOLTE Le direttive dell Amministrazione Comunale Lo schema di massima Il progetto definitivo 15

1. SINTESI DELLE OPERAZIONI SVOLTE Le direttive dell Amministrazione Comunale Lo schema di massima Il progetto definitivo 15 SOMMARIO Pag. 0. IL SENSO DEL PIANO, L APPROCCIO, IL METODO 1 0.1 Città e nuovo PRG 1 0.2 Verso una diversa natura del Piano Urbanistico 3 0.3 L approccio al Piano e il percorso metodologico e operativo

Dettagli

I DISTRETTI URBANI DEL COMMERCIO. Bari - Fiera del Levante 9 novembre 2016

I DISTRETTI URBANI DEL COMMERCIO. Bari - Fiera del Levante 9 novembre 2016 I DISTRETTI URBANI DEL COMMERCIO Bari - Fiera del Levante 9 novembre 2016 I DISTRETTI URBANI DEL COMMERCIO Strumenti comunali di programmazione e incentivazione Legge regionale 16 aprile 2015, n. 24: articoli

Dettagli

CONSULTA LE STATISTICHE

CONSULTA LE STATISTICHE CONSULTA LE STATISTICHE LISTA DEGLI INDICATORI DICEMBRE 2011 AMBIENTE E TERRITORIO Elenco dei nuovi indicatori e di quelli aggiornati suddivisi per tema con l indicazione del territorio minimo di riferimento

Dettagli

ALLEGATO C T A B E L L A C

ALLEGATO C T A B E L L A C ALLEGATO C T A B E L L A C 1 Elenco classi Tabella C C 01 Attività pratiche speciali C 02 Conversazione in lingua straniera C - 03 fisica C - 04 liuteria C 05 produzioni industriali ed artigianali della

Dettagli

L'economia reale nei Parchi Nazionali e nelle Aree Protette e il Turismo. A cura di Flavia Maria Coccia

L'economia reale nei Parchi Nazionali e nelle Aree Protette e il Turismo. A cura di Flavia Maria Coccia L'economia reale nei Parchi Nazionali e nelle Aree Protette e il Turismo A cura di Flavia Maria Coccia Aree protette italiane in cifre i Parchi Nazionali 2 Aree protette italiane in cifre i Parchi Nazionali

Dettagli

Patrimonio culturale: identità del Paese e inestimabile opportunità di crescita Giorgio Alleva Presidente ISTAT

Patrimonio culturale: identità del Paese e inestimabile opportunità di crescita Giorgio Alleva Presidente ISTAT Patrimonio culturale: identità del Paese e inestimabile opportunità di crescita Giorgio Alleva Presidente ISTAT Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo Roma, 14 luglio 2015 È LA DIVERSITÀ

Dettagli

Abstract dello Studio a cura di Gianni Moriani e Melania Buset

Abstract dello Studio a cura di Gianni Moriani e Melania Buset STUDIO DI FATTIBILITÀ PER LA REALIZZAZIONE DEL PARCO ALIMENTARE DELLA VENEZIA ORIENTALE Abstract dello Studio a cura di Gianni Moriani e Melania Buset Lo Studio di fattibilità è frutto dell attività di

Dettagli

T A B E L L A C. Gilda degli insegnanti di Venezia 1

T A B E L L A C. Gilda degli insegnanti di Venezia 1 ALLEGATO C T A B E L L A C Gilda degli insegnanti di Venezia 1 Elenco classi Tabella C C 01 Attività pratiche speciali C 02 Conversazione in lingua straniera C - 03 fisica C - 04 liuteria C 05 produzioni

Dettagli

Cosa fare dopo la terza media? La nuova offerta dei corsi triennali di formazione professionale

Cosa fare dopo la terza media? La nuova offerta dei corsi triennali di formazione professionale NEWSLETTER dalla FORMAZIONE PROFESSIONALE Numero 1 aprile 2005 Edizione per il Web www.provincia.va.it - Formazione Professionale Formazione Professionale - Via Valverde, 2 VARESE Tel. 0332.252.700 Fax

Dettagli

Regione Emilia-Romagna. Allegato 3) Elenco proposte formative non ammesse all istruttoria. (presentate dal 28/9/2010 al 18/1/2011 in 1 scadenza e

Regione Emilia-Romagna. Allegato 3) Elenco proposte formative non ammesse all istruttoria. (presentate dal 28/9/2010 al 18/1/2011 in 1 scadenza e !lllllleeegggaaatttooo pppaaarrrttteee iiinnnttteeegggrrraaannnttteee - - - 333 Regione Emilia-Romagna Allegato 3) Elenco proposte formative non ammesse all istruttoria (presentate dal 28/9/2010 al 18/1/2011

Dettagli

Ricerca di marketing sull attrattività turistica della Sicilia

Ricerca di marketing sull attrattività turistica della Sicilia Ricerca di marketing sull attrattività turistica della Sicilia www.attrattivitasicilia.com Presentazione dei risultati della ricerca Palermo, 31 maggio 2012 Obiettivi dello studio individuare e analizzare

Dettagli

Anno scolastico e formativo 2011/2012

Anno scolastico e formativo 2011/2012 Settore, Istruzione, Lavoro Anno scolastico e formativo 2011/2012 Iscrizioni alle classi prime degli Istituti Superiori e dei C.F.P. nella provincia di (febbraio 2011) Studenti del terzo anno delle scuole

Dettagli

Opportunità di finanziamento dell Unione Europea

Opportunità di finanziamento dell Unione Europea Opportunità di finanziamento dell Unione Europea Convegno Nazionale La Blue Economy - opportunità e prospettive per l Italia 3 aprile 2014 Senato della Repubblica Fondi Strutturali e di investimento Fondo

Dettagli

PROGETTO BCC "QUI LAVORO"

PROGETTO BCC QUI LAVORO PROGETTO BCC "QUI LAVORO" ELENCO POSIZIONI LAVORATIVE / FORMATIVE DISPONIBILI (Punto 2 Procedura operativa Incentivo BCC "QUI LAVORO") CODICE POSIZIONI LAVORATIVE / FORMATIVE DISPONIBILI CURRICULA 1 Addetta

Dettagli

LE FRONTIERE DEI VECCHI SAPORI: ESPERTO NELLA PREPARAZIONE DELLE RICETTE DEL TERRITORIO - COD. ISTAT COD. PROGETTO POR0713V

LE FRONTIERE DEI VECCHI SAPORI: ESPERTO NELLA PREPARAZIONE DELLE RICETTE DEL TERRITORIO - COD. ISTAT COD. PROGETTO POR0713V UNIONE EUROPEA Fondo Sociale Europeo REGIONE PUGLIA Area politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l Innovazione Servizio Formazione Professionale P.O. PUGLIA 2007/ 2013 - Asse V Transnazionalità e Interregionalità

Dettagli

SCHEDA SINTETICA di PRESENTAZIONE Polo Tecnico Professionale ELAIA

SCHEDA SINTETICA di PRESENTAZIONE Polo Tecnico Professionale ELAIA SCHEDA SINTETICA di PRESENTAZIONE Polo Tecnico Professionale ELAIA Avviso di riferimento Assessorato Istruzione della Regione Calabria Piano pluriennale per il riordino dell offerta formativa regionale

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO PARCO PROGETTI. del DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO

PROGRAMMA DI SVILUPPO PARCO PROGETTI. del DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO REGIONE PUGLIA PROGRAMMA DI SVILUPPO ai sensi Linee Guida applicative della Legge Regionale 3 agosto 2007 n.23 Pagina 1 di 6 Pagina 2 di 6 DISTRETTO

Dettagli

INU Rapporto dal Territorio

INU Rapporto dal Territorio INU Rapporto dal Territorio 4/3/16 Bologna I PIANI E LE POLITICHE PER I PICCOLI COMUNI Paesaggi abitati Angioletta Voghera, DIST, Politecnico di Torino PIANO DI GESTIONE E PROGETTO DI VALORIZZAZIONE PAESAGGISTICA

Dettagli

T A B E L L A C. C:\programmi\qualcomm\eudora\attach\Allegato C - elenco.doc 1

T A B E L L A C. C:\programmi\qualcomm\eudora\attach\Allegato C - elenco.doc 1 ALLEGATO C T A B E L L A C C:\programmi\qualcomm\eudora\attach\Allegato C - elenco.doc 1 Elenco classi Tabella C C 01 Attività pratiche speciali C 02 Conversazione in lingua straniera C - 03 fisica C -

Dettagli

UMBRIA PIÙ VALORE AL TUO TEMPO

UMBRIA PIÙ VALORE AL TUO TEMPO UMBRIA PIÙ VALORE AL TUO TEMPO 10 ragioni per scegliere l Umbria come partner internazionale 1 Cuore verde d Italia Centro economico e culturale connotato da una forte presenza di cluster industriali in

Dettagli

Gli sbocchi professionali dei diplomati nelle imprese italiane per il 2011

Gli sbocchi professionali dei diplomati nelle imprese italiane per il 2011 Gli sbocchi professionali dei diplomati nelle imprese italiane per il 2011 L indagine Excelsior evidenzia come le imprese hanno spesso difficoltà a reperire del personale da assumere nonostante la crescita

Dettagli

> 55 anni 9,9% < 18 anni 0% 30-44 41%

> 55 anni 9,9% < 18 anni 0% 30-44 41% Le qualifiche maggiormente richieste nel 2013 Fonte: Excelsior, SIL (per gli avviamenti i dati sono provvisori, future estrazioni potranno differire a causa del completamento delle operazioni di caricamento

Dettagli

RIF LE FIGURE DI RIFERIMENTO

RIF LE FIGURE DI RIFERIMENTO RIF Rete Indagine Fabbisogni PRESENTAZIONE DEI RISULTATI GENERALI DELL INDAGINE SUI FABBISOGNI DI COMPETENZE PROFESSIONALI DELLE IMPRESE PIEMONTESI IN 19 SETTORI LE FIGURE DI RIFERIMENTO 2008 PRODUZIONE

Dettagli

Per la Regione Lazio ha svolto le seguenti attività formative:

Per la Regione Lazio ha svolto le seguenti attività formative: Per la Regione Lazio ha svolto le seguenti attività formative: EDA - Cittadinanza Attiva e Coesione Sociale Subiaco(RM) Anno 2007 IFTS - Tecnico Superiore della commercializzazione dei prodotti agricoli

Dettagli

Tecnico per la valorizzazione dei prodotti territoriali e delle produzioni tipiche

Tecnico per la valorizzazione dei prodotti territoriali e delle produzioni tipiche Tecnico per la valorizzazione dei prodotti territoriali e delle produzioni tipiche identificativo scheda: 01-012 stato scheda: Validata Descrizione sintetica Il tecnico per la valorizzazione dei prodotti

Dettagli

AGGIORNATO AL 06/02/2014 Elenco Personale di Ruolo in servizio c/o l'ente distinto per profilo professionale

AGGIORNATO AL 06/02/2014 Elenco Personale di Ruolo in servizio c/o l'ente distinto per profilo professionale ADDETTO AI SERVIZI GENERALI A 107 116 9 OPERAIO ADDETTO AGLI IMPIANTI SPORTIVI A 9 11 2 OPERATORE AFFISSATORE/DEAFFISSATORE A 6 8 2 OPERATORE DI OFFICINA A 2 3 1 OPERATORE ECOLOGICO A 99 120 21 OPERATORE

Dettagli

Bio e Territorio: una Strategia vincente.

Bio e Territorio: una Strategia vincente. Bio e Territorio: una Strategia vincente. Alessandro Triantafyllidis Presidente Biodistretto Val di Vara Feltre - 5 Novembre 2016 LIGURIA: La l.r. 66/2009 Disciplina degli interventi per lo sviluppo, la

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI PERCORSI DEL SISTEMA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE IN PROVINCIA DI TRENTO

CONFIGURAZIONE DEI PERCORSI DEL SISTEMA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE IN PROVINCIA DI TRENTO Allegato 1 CONFIGURAZION DI PRCORSI DL SISTMA DI ISTRUZION FORMAZION PROFSSIONAL IN PROVINCIA DI TRNTO (ai sensi dell art. 8, comma 2, Decreto del Presidente della Provincia Autonoma di Trento del 5 agosto

Dettagli

facoltà di ECONOMIA Giorgio Fuà

facoltà di ECONOMIA Giorgio Fuà facoltà di ECONOMIA Giorgio Fuà ECONOMIA Piazzale Martelli, 8 60100 Ancona Tel. 071 2207002 Sistema Gestione Qualità Certificato RINA 10039/03/S Registrazione IQNet IT-33732 Corsi di Laurea Triennale in:

Dettagli

PIT 20 - Aspromonte DENOMINAZIONE INTERVENTO

PIT 20 - Aspromonte DENOMINAZIONE INTERVENTO PIT 20 - Aspromonte MISURA FONDO TIPOLOGIA DENOMINAZIONE 3.13.d FSE F Rete dei Servizi. Creazione di lavoro autonomo e nuova imprenditorialità femminile. Incentivi economici alle persone per il lavoro

Dettagli

ASSESSORATO ALLE ATTIVITA ECONOMICHE, TURISMO, SPORT SERVIZIO ATTIVITA ECONOMICHE. 1. Commercio in sede fissa 2. 2. Commercio in aree pubbliche 3

ASSESSORATO ALLE ATTIVITA ECONOMICHE, TURISMO, SPORT SERVIZIO ATTIVITA ECONOMICHE. 1. Commercio in sede fissa 2. 2. Commercio in aree pubbliche 3 ASSESSORATO ALLE ATTIVITA ECONOMICHE, TURISMO, SPORT SERVIZIO ATTIVITA ECONOMICHE RACCOLTA ED ELABORAZIONE DEI DATI STATISTICI RELATIVI ALLE ATTIVITA ECONOMICHE PERIODO 1 GENNAIO-31 DICEMBRE 2013 Indice

Dettagli

Gli investimenti sul territorio di Ferrara

Gli investimenti sul territorio di Ferrara Gli investimenti sul territorio di Ferrara Rapporto in preparazione del Piano territoriale del Lavoro Ferrara, 30 gennaio 2015 Il contesto economico e occupazionale Le fragilità del territorio: 1)Sistema

Dettagli

QUADRO SINTETICO DELL OFFERTA FORMATIVA

QUADRO SINTETICO DELL OFFERTA FORMATIVA QUADRO SINTETICO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTRUZIONE PROFESSIONALE con 2 SETTORI : 1. SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO con 1 Indirizzo: MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA con 2 Opzioni: Elettrico (Titolo conclusivo:

Dettagli

1 A cura di: dott. Raimondo Schiavone

1 A cura di: dott. Raimondo Schiavone 3 1 A cura di: dott. Raimondo Schiavone Sommario 1. Introduzione... 5 2. San Teodoro e il Territorio... 6 Dati sul territorio comunale... 8 San Teodoro e le sue frazioni... 9 3. Popolazione... 10 Il Sistema

Dettagli

Il biologico in Calabria

Il biologico in Calabria Quaderno della Il biologico in Calabria 7 Chi promuove il progetto Filiera Corta Bio nella regione ABC Agricoltura Biologica Calabria opera su tutto il territorio regionale. ABC Agricoltura Biologica Calabria

Dettagli

II Pilastro PAC Politiche di Sviluppo Rurale. Parte Generale. Simone Severini

II Pilastro PAC Politiche di Sviluppo Rurale. Parte Generale. Simone Severini II Pilastro PAC Politiche di Sviluppo Rurale Parte Generale Simone Severini Tre diversi modelli di Sviluppo Rurale: modello settoriale: sviluppo rurale imperniato sul settore agricolo modello redistributivo:

Dettagli

Luca Romano. Local Area Network s.r.l.

Luca Romano. Local Area Network s.r.l. Luca Romano Local Area Network s.r.l. 17 aprile 2014 Hotel ViEst (VI) Local Area Network s.r.l. Sede legale: via Festari, 15 36078 Valdagno (VI). Sede operativa: p.tta Gasparotto, 8 35131 Padova P.I. e

Dettagli

Rapporto sullo stato delle Province del Lazio

Rapporto sullo stato delle Province del Lazio Dinamiche politico-amministrative Dinamiche demografiche e sociali Economia e ricchezza del territorio Competitività del sistema regionale Risorse del territorio Legalità, sicurezza e controllo del territorio

Dettagli

ANIMAZIONE TERRITORIALE verso il nuovo PIANO DI SVILUPPO LOCALE PSR

ANIMAZIONE TERRITORIALE verso il nuovo PIANO DI SVILUPPO LOCALE PSR GAL LAGHI E MONTI DEL VCO Domodossola, Giovedì 15 Ottobre 2015 ore 21:00 ANIMAZIONE TERRITORIALE AMBITI TEMATICI PRIORITARI Alcuni ambiti tematici proposti dall Accordo di Partenariato si adattano maggiormente

Dettagli

Allegato D. Insegnamenti assegnati nel nuovo ordinamento. Codice classe di concorso del previgente ordinamento

Allegato D. Insegnamenti assegnati nel nuovo ordinamento. Codice classe di concorso del previgente ordinamento Insegnamenti assegnati nel nuovo C 01 Attività pratiche speciali 2/C Scuola secondaria di I grado Attività pratiche speciali per non vedenti C 02 Conversazione in lingua straniera 3/C Istituti di istruzione

Dettagli

L.R. 23 Gennaio 2006, n. 1 Istituzione dei distretti rurali e dei distretti agroalimentari di qualità (1)

L.R. 23 Gennaio 2006, n. 1 Istituzione dei distretti rurali e dei distretti agroalimentari di qualità (1) L.R. 23 Gennaio 2006, n. 1 Istituzione dei distretti rurali e dei distretti agroalimentari di qualità (1) SOMMARIO Art. 1 - Oggetto e finalità Art. 2 - Definizioni Art. 3 - Requisiti per l individuazione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA AREA DI CRISI

PROTOCOLLO D INTESA AREA DI CRISI PROTOCOLLO D INTESA AREA DI CRISI Sintesi del protocollo d intesa della Presidenza del Consiglio: - Il Presidente del Consiglio dei Ministri - Il Ministero del Lavoro e Politiche Sociali - Il Ministero

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE FVG: LE MISURE A FAVORE DELL AGRICOLTURA SOCIALE

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE FVG: LE MISURE A FAVORE DELL AGRICOLTURA SOCIALE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 DELLA REGIONE FVG: LE MISURE A FAVORE DELL AGRICOLTURA SOCIALE Adottato con decisione della Commissione C(2015) 6589 final del 24 settembre 2015 Convegno Lo sviluppo

Dettagli

Tecnico edile. Standard della Figura nazionale

Tecnico edile. Standard della Figura nazionale Tecnico edile Standard della Figura nazionale Denominazione della TECNICO EDILE Referenziazioni della Professioni NUP/ISTAT correlate 61 Artigiani e operai specializzati dell industria estrattiva e dell

Dettagli

23 MAGAZZOLO PLATANI SICANI DELL AGRIGENTINO AG

23 MAGAZZOLO PLATANI SICANI DELL AGRIGENTINO AG PIT N TITOLO DEL PIT PROVINCIA 23 MAGAZZOLO PLATANI SICANI DELL AGRIGENTINO AG IDEA FORZA Caratteristiche L idea forza è rappresentata da un progetto di marketing territoriale basato sulla comunicazione

Dettagli

Istruzione Professionale

Istruzione Professionale Istruzione Liceale I percorsi liceali non preparano a una professione come i percorsi tecnici e professionali; gli insegnamenti sono comunque attinenti a un settore di interessi (artistico piuttosto che

Dettagli

L analisi SWOT 1 dei sistemi agricoli forestali della provincia di Bergamo

L analisi SWOT 1 dei sistemi agricoli forestali della provincia di Bergamo Cap. 5 L analisi SWOT 1 dei sistemi agricoli forestali della provincia di Bergamo L analisi swot, nata dall economia aziendale, è utilizzata per la valutazione dell evoluzione di fenomeni o come strumento

Dettagli

IV conferenza provinciale sul turismo

IV conferenza provinciale sul turismo IV conferenza provinciale sul turismo La nostra offerta ricettiva STRUTTURE RICETTIVE 2004 2008 VARIAZIONI 2004-2008 Incremento di 113 str. ricettive S. ALBERGHIERE 370 364 Crescita media di circa 26 strutture

Dettagli

Elenco Personale di Ruolo in servizio c/o l'ente distinto per profilo professionale

Elenco Personale di Ruolo in servizio c/o l'ente distinto per profilo professionale AGGIORNATO AL 02.07.2014 Elenco Personale di Ruolo in servizio c/o l'ente distinto per profilo professionale ADDETTO AI SERVIZI GENERALI A 106 116 10 OPERAIO ADDETTO AGLI IMPIANTI SPORTIVI OPERATORE AFFISSATORE/DEAFFISSAT

Dettagli

Assessore al turismo, politiche ambientali ed energetiche, politiche europee, eventi ed immagine della città, demanio marittimo.

Assessore al turismo, politiche ambientali ed energetiche, politiche europee, eventi ed immagine della città, demanio marittimo. Certificazione EMAS: le buone pratiche ambientali cambiano il turismo e la città Roberto Cantagalli Assessore al turismo, politiche ambientali ed energetiche, politiche europee, eventi ed immagine della

Dettagli

PATTO TERRITORIALE PER L AGRICOLTURA DELLA PROVINCIA DI FOGGIA

PATTO TERRITORIALE PER L AGRICOLTURA DELLA PROVINCIA DI FOGGIA PATTO TERRITORIALE PER L AGRICOLTURA DELLA PROVINCIA DI FOGGIA CHI CON CHI FA CHE COSA COME DOCUMENTAZIONE Denominazione soggetto CHI Patto Territoriale per l Agricoltura della Provincia di Foggia www.pattoverde.it

Dettagli

UNIONE EUROPEA Fondo Sociale Europeo Articolo 6 Misure Innovative. PROVINCIA di COSENZA

UNIONE EUROPEA Fondo Sociale Europeo Articolo 6 Misure Innovative. PROVINCIA di COSENZA UNIONE EUROPEA Fondo Sociale Europeo Articolo 6 Misure Innovative PROVINCIA di COSENZA P r o g e tt tt o A r tt ii c o ll o 6 F S E S.. L.. O.. C S S tt rr a tt e g ii e ll o c a ll ii p e rr ll ' o c

Dettagli

IL TURISMO NELLA COSTITUZIONE ITALIANA

IL TURISMO NELLA COSTITUZIONE ITALIANA IL TURISMO NELLA COSTITUZIONE ITALIANA Il turismo era indicato nella Costituzione del 1948 = vecchio art. 117 = turismo ed industria alberghiera era una materia di legislazione concorrente. Oggi dopo la

Dettagli

Allegato D. Codice classe di concorso del previgente ordinamento. Insegnamenti assegnati nel nuovo ordinamento

Allegato D. Codice classe di concorso del previgente ordinamento. Insegnamenti assegnati nel nuovo ordinamento Insegnamenti assegnati nel nuovo C 01 Attività pratiche speciali C 101 2/C Scuola secondaria di I grado Attività pratiche speciali per non vedenti C 02 Conversazione in lingua straniera C 102 3/C Istituti

Dettagli

Elenco Personale di Ruolo in servizio c/o l'ente distinto per profilo professionale

Elenco Personale di Ruolo in servizio c/o l'ente distinto per profilo professionale AGGIORNATO AL 01/06/2016 Elenco Personale di Ruolo in servizio c/o l'ente distinto per profilo professionale ADDETTO AI SERVIZI GENERALI OPERAIO ADDETTO AGLI IMPIANTI SPORTIVI OPERATORE AFFISSATORE/DEAFFISSAT

Dettagli

declino delle forme di agricoltura tradizionale valorizzazione delle tipicità produttive e delle produzioni biologicamente controllate

declino delle forme di agricoltura tradizionale valorizzazione delle tipicità produttive e delle produzioni biologicamente controllate Il concetto di sviluppo rurale declino delle forme di agricoltura tradizionale valorizzazione delle tipicità produttive e delle produzioni biologicamente controllate necessità/opportunità di integrare

Dettagli

La formazione professionale che cambia

La formazione professionale che cambia La formazione professionale che cambia Firenze, 5 febbraio 2016 La formazione professionale in Toscana fra fabbisogni produttivi e opportunità occupazionali Nicola Sciclone IRPET - Istituto Regionale per

Dettagli

Il parco della piana

Il parco della piana REGIONE TOSCANA Direzione Generale delle Politiche territoriali e ambientali La responsabile del procedimento per il Parco della piana Della Regione Toscana (Arch. Maria Clelia Mele) Il garante della comunicazione

Dettagli

9 ECOMUSEO del MEDITERRANEO SR

9 ECOMUSEO del MEDITERRANEO SR PIT N TITOLO DEL PIT PROVINCIA 9 ECOMUSEO del MEDITERRANEO SR IDEA FORZA Caratteristiche L idea forza che sottende il Progetto Integrato Territoriale Ecomuseo del Mediterraneo si concretizza nel rafforzamento

Dettagli

giugno 2016 TABELLA FUNZIONI E CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE COMUNE DI ROVERETO adeguata art. 87 comma 1 LP 15/2015

giugno 2016 TABELLA FUNZIONI E CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE COMUNE DI ROVERETO adeguata art. 87 comma 1 LP 15/2015 giugno 2016 TABELLA FUNZIONI E CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE COMUNE DI ROVERETO adeguata art. 87 comma 1 CATEGORIE ATTIVITA a titolo esemplificativo Percentuale di applicazione Primaria, secondaria e costo

Dettagli

CENTRO PER L IMPIEGO

CENTRO PER L IMPIEGO CENTRO PER L IMPIEGO DI Via Pietro Agosti n 245 - tel. +39.084/577.099 fax +39.084/577.005 ci.sanremo@provincia.imperia.it CHI E IN PESSO DI TUTTI I REQUISITI RICHIESTI PUO ADERIRE ALLE OFFERTE PUBBLICATE

Dettagli

Visioni per Vercelli 2020

Visioni per Vercelli 2020 Visioni per Vercelli 2020 Premessa. Presentazione e metodologia Le Visioni per Vercelli2020 derivano da un elaborazione di dati e risultanze a partire da: - analisi dei lavori dei 5 tavoli tematici e del

Dettagli

Popolazione per classi di età - Censimento Classi di età. Popolazione per classi di età - Censimento Classi di età. 75 e più.

Popolazione per classi di età - Censimento Classi di età. Popolazione per classi di età - Censimento Classi di età. 75 e più. Dati sulla popolazione. La popolazione legale di Borgomanero alla data del censimento (20 ottobre 2001) è di 19.315 unità. Tra queste 238 persone sono residenti in convivenze: in particolare 3 in istituti

Dettagli

Capitolo 1. Ambiente e Territorio Capitolo 2. Popolazione e Famiglie Capitolo 3. Lavoro Capitolo 4. Sanità e Salute

Capitolo 1. Ambiente e Territorio Capitolo 2. Popolazione e Famiglie Capitolo 3. Lavoro Capitolo 4. Sanità e Salute INDICE DELLE TAVOLE Capitolo 1. Ambiente e Territorio 1. 1 Classificazione del territorio per zona altimetrica e sismicità 1. 2 Classificazione del territorio per zona altimetrica e provincia 1. 3 Precipitazioni

Dettagli

Pergamene di Laurea stampate

Pergamene di Laurea stampate Pergamene di Laurea stampate (suddiviso in Dipartimenti e Facoltà) aggiornato al 9 febbraio 2017 Gli studenti laureati a Terni ritirano le pergamene di laurea presso l'ufficio gestione carriere studenti

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA. Per l istituzione del Registro Provinciale degli Assistenti Familiari ( D.G.R.n 287 del 31/03/2006)

PROTOCOLLO D'INTESA. Per l istituzione del Registro Provinciale degli Assistenti Familiari ( D.G.R.n 287 del 31/03/2006) PROTOCOLLO D'INTESA Per l istituzione del Registro Provinciale degli Assistenti Familiari ( D.G.R.n 287 del 31/03/2006) L anno., il giorno del mese di, presso la Sede della Provincia della Spezia, sita

Dettagli

NUOVO IMPIANTO ORGANIZZATIVO SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO MIRIAM CORNARA - UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE LECCO

NUOVO IMPIANTO ORGANIZZATIVO SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO MIRIAM CORNARA - UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE LECCO NUOVO IMPIANTO ORGANIZZATIVO SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO LICEI Liceo Artistico Liceo Classico Liceo Linguistico Liceo Musicale e Coreutico Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate Liceo delle Scienze

Dettagli

Indirizzo professionale: SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITÀ ALBERGHIERA

Indirizzo professionale: SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITÀ ALBERGHIERA Indirizzo professionale: SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITÀ ALBERGHIERA per chi... > è interessato ad operare nella gestione dei servizi enogastronomici, dell accoglienza, della ristorazione e

Dettagli

Gli esiti dei corsi di formazione professionale rivolti a disoccupati e analisi della domanda di lavoro

Gli esiti dei corsi di formazione professionale rivolti a disoccupati e analisi della domanda di lavoro Servizio Monitoraggio e Analisi Servizio Osservatorio Mercato del Lavoro Gli esiti dei corsi di formazione professionale rivolti a disoccupati e analisi della domanda di lavoro Esiti: Annualità 203/ 204:

Dettagli

ASSESSORATO ALLE ATTIVITA ECONOMICHE, TURISMO, SPORT SERVIZIO PROMOZIONE SVILUPPO U.O. ATTIVITA ECONOMICHE. Indice. 1. commercio in sede fissa 2

ASSESSORATO ALLE ATTIVITA ECONOMICHE, TURISMO, SPORT SERVIZIO PROMOZIONE SVILUPPO U.O. ATTIVITA ECONOMICHE. Indice. 1. commercio in sede fissa 2 ASSESSORATO ALLE ATTIVITA ECONOMICHE, TURISMO, SPORT SERVIZIO PROMOZIONE SVILUPPO U.O. ATTIVITA ECONOMICHE RACCOLTA ED ELABORAZIONE DEI DATI STATISTICI RELATIVI ALLE ATTIVITA ECONOMICHE ( 1 ) PERIODO 1

Dettagli