Linee guida del CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Linee guida del CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue"

Transcript

1 Linee guida del CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue v.1 Dec 2012 Pavlos Vatavalis (EAA) Patrick England (CAB) Frank Koos (VFF) Jean Luc Marchand (SNFA) Paolo Rigone (Uncsaal) Olaf van Panhuys (VMRG) Inés Gomez Arroyo (Asefave) João Ferreira Gomes (Anfaje) Peder Edman (GBF) Karlheinz Rink (AMFT) Georgios Mylonakis (SEKA) Philippe Willareth (SZFF/CSFF) Linee guida CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue 0

2 Linee guida del CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue 17 luglio 2013 A cura dell Ufficio Tecnico UNCSAAL: Prof. Ing. Paolo Rigone - Direttore Tecnico; Ing. Lara Bianchi; - Responsabile Ufficio Tecnico, Ing. Ippolito Abelli; Ing. Valentina Ferrari, Ing. Camilla Rigamonti e Ing. Maddalena Vitali. Indice 1 Introduzione Documentazione necessaria (ai sensi del CPR) Dichiarazione di prestazione (DoP) Documentazione tecnica Documentazione di accompagnamento Dichiarazione di prestazione (DoP) e documentazione di accompagnamento: riduzione della documentazione Norme armonizzate (hen) Altre importanti informazioni Esempi per finestre Esempi per facciate continue Bibliografia Linee guida CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue 1

3 1 Introduzione Il presente documento costituisce una guida all applicazione del Regolamento Prodotti da Costruzione (UE) n. 305/2011 (o CPR) per porte, finestre in alluminio e facciate continue. Il CPR, che sostituisce la Direttiva CPD 89/106/CE (CPD), era entrato formalmente in vigore il 25 aprile 2011 con applicazione diretta in tutti gli Stati membri ma, come recita lo stesso CPR all articolo 68, dal 1 Luglio 2013 entrerà in forza la sua applicabilità. In particolare saranno applicabili a partire dal 1 luglio 2013 gli articoli da 3 a 28, da 36 a 38, da 56 a 63, gli articoli 65 e 66, nonché gli Allegati I, II, III e V. La presente guida è la versione adattata in italiano del documento CPR guideline for aluminium doors, windows and curtain walls, approntata dall Associazione Europea dell Alluminio AISBL (EAA) e dalla Federazione delle Associazioni Europee dei Costruttori di Finestre e Facciate Continue (FAECF) con lo scopo di assistere i fabbricanti nel soddisfare gli obblighi del CPR. Il CPR ha l intento di rimuovere le barriere tecniche che ostacolano il commercio dei prodotti da costruzione. Queste barriere esistono a causa delle diverse regole utilizzate per testare e dichiarare la conformità negli Stati Membri per lo stesso prodotto. Il CPR si concentra nello stabilire regole comuni nel mercato europeo e corregge le mancanze della Direttiva Prodotti da Costruzione (CPD). Nella tabella seguente vengono presentate le differenze principali tra la CPD e il CPR: CPD CPR 6 Requisiti essenziali (ERs) 7 Requisiti di base per le opere di costruzione (BRCWs) 7 BRCWs= 6 ERs + uso sostenibile di risorse naturali Dichiarazione di conformità (DoC) Dichiarazione di prestazione (DoP) Attestazione di conformità (AoC) Attestazione e verifica della costanza di prestazione (AVCP) Eliminazione del sistema 2 Organizzazione europea per le approvazioni tecniche (EOTA)* Gruppo di enti di valutazione tecnica (il nome EOTA molto probabilmente rimarrà)* Linee guida di approvazione tecnica europea Documenti di valutazione europea (EADs)* (ETAGs)* Approcci di comprensione comune (CUAPs)* Approvazione tecnica europea (ETA)* Valutazione tecnica europea (ETA)* Documento di guida M che descrive le procedure Le procedure semplificate ora sono nel CPR semplificate (Sharing e Cascading) *Non applicabile per produttori di finestre, porte e facciate continue. Tabella 1 Le differenze di base e modifiche tra CPD e CPR Fabbricante DEFINIZIONE Il fabbricante è una qualsiasi persona fisica o giuridica che fabbrichi un prodotto da costruzione o che faccia progettare o fabbricare tale prodotto e lo commercializzi con il suo nome o con il suo marchio. Linee guida CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue 2

4 2 Documentazione necessaria (ai sensi del CPR) Di seguito si riporta un prospetto che guida alla documentazione che il fabbricante deve produrre ai sensi del CPR e quali vanno conservati. Documento Dichiarazione di Prestazione (DoP) Documentazione tecnica (supporto a DoP) Documentazione di accompagnamento Dichiarazione in merito al rilascio delle sostanze pericolose Manuale d uso e manutenzione dei serramenti Da conservare a cura del costruttore di serramenti Da consegnare al committente In grassetto sono stati evidenziati i nuovi documenti o quelli che hanno preso il posto di altri (come ad esempio la dichiarazione di prestazione al posto della dichiarazione di conformità). Ognuno di questo documenti avrà una trattazione specifica nei paragrafi seguenti. 3 Dichiarazione di prestazione (DoP) Un obbligo importante che il CPR impone ai fabbricanti è preparare un documento dal nome Dichiarazione di prestazione (DoP). Nel redigere una DoP il fabbricante si assume la responsabilità per le prestazioni dichiarate. In assenza d indicazioni oggettive del contrario, gli Stati membri devono presumere che le informazioni incluse nella DoP siano precise e affidabili. Questo documento deve: essere approntato nel momento in cui il prodotto viene immesso sul mercato; essere approntato nella lingua dello Stato Membro nel cui mercato s intende immettere il prodotto. I prodotti dello stesso lotto forniti a un singolo utente possono essere accompagnati da una sola copia del DoP. I produttori possono fornire al cliente una copia del DoP sia in formato cartaceo o digitale. A richiesta del cliente, si deve fornire una copia cartacea. Le condizioni per cui la DoP potrebbe essere disponibile su un sito web saranno stabilite dalla Commissione Europea (EC) attraverso un atto legislativo. Secondo il CPR, una DoP deve essere preparata nella maggior parte dei casi, dal momento che esistono disposizioni nazionali o comunitarie che richiedono la dichiarazione delle caratteristiche essenziali per cui si prevede l impiego del prodotto. Di seguito i contenuti della DoP per porte, finestre e facciate continue. Numero di riferimento della DoP 1. Codice d identificazione unico del prodotto-tipo 2. Numero di tipo, lotto, serie o qualsiasi altro elemento che consenta l'identificazione del prodotto da costruzione 3. Uso o usi previsti del prodotto da costruzione, conformemente alla relativa specifica tecnica Linee guida CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue 3

5 armonizzata, come previsto dal fabbricante 4. Nome, denominazione commerciale registrata o marchio registrato e indirizzo del fabbricante 5. Sistema di valutazione e verifica della costanza della prestazione del prodotto da costruzione 6. Organismo notificato che ha eseguito prove/calcoli sui serramenti campione sotto il Sistema di valutazione e costanza della prestazione (AVCP) previsto 7. Prestazioni dichiarate Caratteristiche essenziali Prestazione Specifica tecnica armonizzata Definite dalle specifiche tecniche armonizzate per l'uso o gli usi previsti dichiarati. Per ciascuna caratteristica, prestazione dichiarata, espressa in termini di livello, classe o mediante una descrizione. O le lettere «NPD» (nessuna prestazione determinata), ove non sia dichiarata alcuna prestazione. Per ciascuna caratteristica, il riferimento datato della norma armonizzata corrispondente 8. Dichiarazione di responsabilità e firma Tabella 2: I principali contenuti del DoP per porte, finestre e facciate continue NOTA IMPORTANTE: Dal 1 luglio 2013 il fabbricante è obbligato a dichiarare come minimo la prestazione di almeno una caratteristica essenziale. Il fabbricante deve fornire la dichiarazione di prestazione di ciascun prodotto immesso sul mercato, in forma cartacea o su supporto elettronico. Può inoltre essere resa disponibile su un sito web. Inoltre la DoP deve essere: disponibile per almeno 10 anni; fornita nella lingua o nelle lingue richieste dallo Stato membro in cui il prodotto è messo a disposizione; se richiesta dal destinatario, va consegnata una copia cartacea. La DoP deve essere conservata dal fabbricante per un periodo di almeno 10 anni dopo che il prodotto da costruzione è stato immesso sul mercato. La dichiarazione di prestazione deve essere identificata da un numero di riferimento che deve essere richiamato nella documentazione di accompagnamento (CPR/art. 9). Linee guida CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue 4

6 4 Documentazione tecnica I fabbricanti devono, come base per la DoP, redigere un rapporto di documentazione tecnica che descrive tutti gli elementi rilevanti relativi al sistema richiesto di AVCP (Attestazione e verifica della costanza di prestazione). Questo rapporto deve contenere: i report di prova/calcolo contenenti le metodologie di verifica seguite e le descrizioni dei serramenticampione sottoposti a prove/calcoli; il Piano di Controllo della Produzione di Fabbrica con particolare riferimento alle non-conformità rilevate e alle misure correttive implementate per eliminarle e ridurne la ricorrenza; i contratti di Cascading/Shared. Dal momento che la maggior parte dei produttori di serramenti metallici sono piccole medie-imprese o micro-imprese che usano il Cascading o lo Shared, è importante dimostrare, all interno della documentazione tecnica, che il prodotto immesso sul mercato sia omogeneo con il prodotto-tipo testato inizialmente dal sistemista o dal produttore inziale (nel caso dello shared ). A questo scopo tenere traccia dettagliata del Controllo di Produzione in Fabbrica secondo gli standard armonizzati pertinenti è fortemente consigliato, al fine di dimostrare accuratezza, affidabilità e stabilità dei risultati di prova inziali. La documentazione fornita dal sistemista (col Cascading) o dal produttore che ha testato il prodotto (con lo Shared) al fabbricante deve essere accompagnata da un autorizzazione di utilizzo della documentazione. La documentazione tecnica deve essere conservata dal fabbricante al fine di permettere di dimostrare la conformità del prodotto da costruzione con la dichiarazione di prestazione, qualora fosse richiesto da un autorità nazionale competente e responsabile per la sorveglianza del mercato. Si raccomanda che il fabbricante produca la documentazione tecnica per diverse famiglie di prodotti (ad esempio finestre/porte per uso esterno senza caratteristiche di resistenza al fuoco; facciate continue, finestre apribili e porte per uso esterno con caratteristiche di resistenza al fuoco; porte pedonali interne senza caratteristiche di resistenza al fuoco etc) in maniera flessibile e sufficientemente generica in modo tale che possa essere utilizzata come documento comune per ogni famiglia di prodotto. All interno di questo/i documento/i il riferimento al contenuto a cui ci si rivolgeva prima (vedere elenco di cui sopra) dovrebbe essere incluso. Dove si verifica un cambiamento significativo nel processo(i) di produzione il produttore deve fornire la documentazione tecnica per il nuovo processo(i) dove si riferiscano alla DoP dei prodotti che sono prodotti sotto i nuovi processo(i). La documentazione tecnica rilevante deve essere tenuta dal fabbricante per un periodo di almeno 10 anni assieme con la DoP, dopo il prodotto da costruzione è immesso sul mercato. Linee guida CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue 5

7 5 Documentazione di accompagnamento Nell apporre o nell aver apposto il marchio CE, il fabbricante indica di assumersi la responsabilità per la conformità del prodotto da costruzione rispetto alle prestazioni dichiarate, nonché a tutti i requisiti applicabili definiti nel CPR e di tutte le altre normative. Il marchio CE: non può essere apposto se la dichiarazione di prestazione non è stata redatta; deve essere a pposto prima che il prodotto sia immesso sul mercato; deve essere l unico marchio che attesta la conformità del prodotto da costruzione con le prestazioni dichiarate in relazione alle caratteristiche essenziali coperte dalle norme armonizzate pertinenti Le informazioni della documentazione di accompagnamento devono essere apposte in modo visibile, leggibile e indelebile e possono comparire su: prodotto da costruzione oppure un'etichetta ad esso applicata. Se fosse impossibile o ingiustificato a causa della natura del prodotto, è possibile apporre tali informazioni su: imballaggio; oppure documentazione a parte consegnata insieme ai prodotti. I contenuti della documentazione di accompagnamento sono: 1. Logo CE 2. Numero di riferimento della Dichiarazione di Prestazione (DoP) 3. Ultime due cifre dell anno in cui è stata apposta per la prima volta la marcatura CE 4. Nome, denominazione commerciale registrata o marchio registrato e indirizzo del fabbricante 5. Codice unico d identificazione del prodotto-tipo 6. Uso o usi previsti del prodotto da costruzione, conformemente alla relativa specifica tecnica armonizzata 7. Livelli o classi dichiarati per le caratteristiche essenziali. 8. Numero di identificazione dell organismo notificato NOTA IMPORTANTE: La marcatura CE deve essere l'unica marcatura che dichiara le caratteristiche essenziali di un prodotto da costruzione e nessun altro marchio nazionale o volontario deve ripeterle. Questi marchi sono vietati per le caratteristiche che si riferiscono ai requisiti di base delle opere da costruzione (BRCWs) e inoltre per le caratteristiche essenziali descritte nelle norme armonizzate (hen). Linee guida CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue 6

8 6 Dichiarazione di prestazione (DoP) e documentazione di accompagnamento: riduzione della documentazione Sulla base di quanto indicato dalla norma di prodotto pertinente e dal CPR il fabbricante ha la possibilità di combinare la dichiarazione di prestazione (DoP) e la documentazione di accompagnamento nello stesso documento. In tal caso il documento risultante dovrà soddisfare gli obblighi di entrambi i documenti e dovrà essere fornito per entrambi gli scopi. Sapendo che nella maggior parte dei contratti per la fornitura di porte e finestre viene offerto più di un prodotto, il produttore può ridurre il numero di documenti dichiarando le DoP e /o la documentazione di accompagnamento in un unico documento, a patto che tutte le informazioni richieste vengano dichiarate. Per i prodotti finiti, la documentazione di accompagnamento attestante la marcatura CE deve accompagnare il prodotto, mentre la DoP può essere consegnata separatamente. 7 Norme armonizzate (hen) Le norme armonizzate (hen) sono stabilite dagli organismi europei di normazione, sulla base delle richieste emesse della Commissione Europea, dopo aver consultato il Comitato Permanente per le Costruzioni. La Commissione Europea deve valutare la conformità delle norme EN prodotte dagli organismi di normazione in base ai pertinenti mandati e aggiorna l'elenco di norme EN con quelle che sono approvate dalla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'unione europea (GUUE). Dopo la pubblicazione delle norme EN nella GUUE si prevede un periodo di coesistenza per consentire ai produttori di organizzarsi e quindi per consentire loro di soddisfare queste nuove esigenze. E possibile redigere la DoP e la documentazione di accompagnamento dal momento che almeno una norma EN pertinente rientra nel periodo di coesistenza. La marcatura CE è obbligatoria dopo la fine del periodo di coesistenza. Norme nazionali contrastanti devono essere ritirate e gli Stati Membri devono eliminare la validità di tutte le disposizioni nazionali contrastanti. Alla data di pubblicazione della presente linea guida due norme EN sono applicabili: EN Finestre e porte - Norma di prodotto, caratteristiche prestazionali - Parte 1: Finestre e porte esterne pedonali senza caratteristiche di resistenza al fuoco e/o di tenuta al fumo La EN identifica caratteristiche prestazionali indipendenti dal materiale che sono applicabili alle finestre (comprese le finestre da tetto, finestre da tetto con resistenza al fuoco dall esterno e portafinestre), porte esterne pedonali (comprese porte con vetro non intelaiato, porte su via di fuga) e schermi. EN Facciate continue La EN specifica le caratteristiche delle facciate continue e fornisce informazioni tecniche sulle diverse caratteristiche prestazionali che si applicano in Unione Europea e i criteri di prova e la sequenza di test a cui il prodotto è sottoposto, al fine di dimostrarne la conformità. Si fa riferimento ad altre norme europee relative alle prestazioni e alle prove delle facciate continue e, se del caso, si richiama l'attenzione agli standard europei che si riferiscono ai prodotti incorporati nelle facciate continue. Linee guida CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue 7

9 8 Altre importanti informazioni Ulteriori elementi del CPR: Se del caso, le informazioni riguardanti il REACH devono essere fornite all interno della DoP. Il REACH è il regolamento della Comunità europea sulle sostanze chimiche e il loro uso sicuro (CE 1907/2006). REACH sta per Registration, Evaluation, Authorisation and Restriction of Chemical substances e si occupa della registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche. Questo requisito è per la "Scheda di Dati di sicurezza" da fornire per sostanza/preparato(i) dai produttori originale(i). Per le finestre, porte e facciate continue, che il regolamento (CE) n. 1907/2006 chiama "articoli", il fabbricante deve solo fornire le informazioni se il contenuto di una sostanza pericolosa è più dello 0,1% (massa). Qualora questo limite soglia venga superato, devono essere rese disponibili sufficienti informazioni dal fabbricante, al fine di consentire la sicurezza in uso dell'articolo e comprendenti, quanto meno, il nome di quella sostanza. Le istruzioni e informazioni sulla sicurezza: all'atto di mettere un prodotto da costruzione a disposizione sul mercato, i fabbricanti assicurano che il prodotto sia accompagnato da istruzioni e informazioni sulla sicurezza redatte in una lingua che può essere facilmente compresa dagli utilizzatori, secondo quanto stabilito dallo Stato membro interessato. Sorveglianza del mercato: i fabbricanti che ritengono o hanno motivo di credere che un prodotto da costruzione da essi immesso sul mercato non sia conforme alla dichiarazione di prestazione o non risponda ad altri pertinenti requisiti di cui al regolamento CPR 305/2011 adottino immediatamente le misure correttive necessarie per rendere conforme tale prodotto da costruzione o, se opportuno, ritirarlo o richiamarlo. Qualora il prodotto presenti un rischio, sono anche tenuti ad informare immediatamente le competenti autorità nazionali degli Stati membri in cui hanno messo a disposizione il prodotto da costruzione, indicando in particolare i dettagli relativi alla non conformità e a qualsiasi misura correttiva adottata. Anche gli importatori e distributori che ritengono o hanno motivo di credere che un prodotto da costruzione da essi immesso sul mercato non sia conforme alla dichiarazione di prestazione o non risponda ad altri requisiti applicabili di cui al presente regolamento hanno l obbligo di adottare immediatamente le misure correttive necessarie per rendere conforme tale prodotto da costruzione o, se del caso, ritirarlo o richiamarlo. Inoltre, qualora il prodotto presenti un rischio, devono informare immediatamente le competenti autorità nazionali degli Stati membri in cui hanno messo a disposizione il prodotto da costruzione, indicando in particolare i dettagli relativi alla non conformità e a qualsiasi misura correttiva adottata. Manutenzione: i prodotti richiedono pulizia e manutenzione per raggiungere la loro vita prevista. L'ubicazione, l'uso e le condizioni atmosferiche associate avranno una notevole incidenza sulla frequenza di tali cicli di pulizia e d ispezione e di manutenzione, così come i materiali e le finiture inerenti al prodotto. La mancata manutenzione può ridurre notevolmente la durata dei materiali, componenti, prodotti e finiture. Per questo motivo si consiglia vivamente di redigere delle raccomandazioni specifiche per la manutenzione ordinaria, la pulizia compresi i detergenti idonei, e lubrificanti/regolazioni di parti in movimento è preparato per ogni progetto soggetto alle norme hen pertinenti. Linee guida CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue 8

10 9 Esempi per finestre Di seguito si possono trovare diversi esempi di dichiarazione di prestazione (DoP) e documentazione di accompagnamento per finestra e porta esterna. 13 Dichiarazione di Prestazione No CS_F_001 Finestra MRL S.r.l. Metal Righette Lunghe S.r.l./ Via Del Prato Corto 33, Cattiano Caratteristiche essenziali Prestazioni Organismo notificato Tenuta all acqua Non-schermata 6B [1] Sostanze pericolose - Resistenza al carico del vento - Pressione di prova P1 5 [1] - Inflessione del telaio A [1] Capacità portante dei dispositivi di NPD sicurezza - Forze di azionamento NPD - Prestazione acustica 38 db - Trasmittanza termica 1,2 (W/m 2 K) - Proprietà radiative Fattore solare (g) 0,58 - Trasmissione luminosa (τ v ) 0,45 - AVCP Sistema 3 hen UNI EN :2010 Permeabilità all aria 4 [2] Organismi notificati [1] Organismo notificato A (9999) [2] Organismo notificato B (8888) Sistema 3: Gli Organismi Notificati conducono la valutazione del prodotto tipo sulla base di prove di tipo (basate sul campionamento effettuato dal produttore), calcoli, valori tabellati o documentazione descrittiva del prodotto; e rilascio del rapporto di prova o di calcolo sotto il Sistema 3. La prestazione del prodotto identificato con il suddetto codice univoco di identificazione è conforme alle prestazioni pertinenti dichiarate. Si rilascia la presente dichiarazione di prestazione sotto la responsabilità esclusiva della Costruttore serramenti S.r.l./ Via Asparagi 12, Milano Firmato a nome e per conto di: Nome e funzione Luogo e data del rilascio Firma Esempio 1: DoP e documentazione di accompagnamento di una finestra Linee guida CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue 9

11 13 Dichiarazione di Prestazione No POEGD001 Porta esterna MRL S.r.l. Metal Righette Lunghe S.r.l./ Via Del Prato Corto 33, Cattiano Caratteristiche essenziali Prestazioni Organismo AVCP Tenuta all acqua Non-schermata Sostanze pericolose Resistenza al carico del vento - Pressione di prova P1 - Inflessione del telaio Resistenza all urto Altezza di caduta (mm) Capacità portante dei dispositivi di sicurezza Altezza Capacità di sblocco Forze di azionamento Prestazione acustica 6B 5 A 700 (mm) NPD (mm) NPD NPD 38 db Trasmittanza termica 1,2 (W/m 2 K) Proprietà radiative Fattore solare (g) Trasmissione luminosa (τ v ) 0,58 0,45 notificato Sistema 3 UNI EN :2010 Permeabilità all aria 4 Organismi notificati [1] Organismo notificato A (9999) [2] Organismo notificato B (8888) Sistema 3: Gli Organismi Notificati conducono la valutazione del prodotto tipo sulla base di prove di tipo (basate sul campionamento effettuato dal produttore), calcoli, valori tabellati o documentazione descrittiva del prodotto; e rilascio del rapporto di prova o di calcolo sotto il Sistema 3. La prestazione del prodotto identificato con il suddetto codice univoco di identificazione è conforme alle prestazioni pertinenti dichiarate. Si rilascia la presente dichiarazione di prestazione sotto la responsabilità esclusiva della Costruttore serramenti S.r.l./ Via Asparagi 12, Milano Firmato a nome e per conto di: Nome e funzione Luogo e data del rilascio Firma Esempio 2: DoP e documentazione di accompagnamento di una porta Linee guida CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue 10

12 13 MRL S.r.l. Metal Righette Lunghe S.r.l./ Via Del Prato Corto 33, Cattiano No POEEI30GD001-4 EN :2006+A1: Porta esterna Tenuta all acqua 3A Resistenza al carico del vento B1 Altezza [mm] 2100 Trasmittanza termica (U D ) [W/m 2 K] 1,8 Fattore solare (g) [%] 60 Trasmissione luminosa (t ν ) [%] 72 Permeabilità all aria 1 Esempio 3: documentazione di accompagnamento per porta esterna Linee guida CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue 11

13 10 Esempi per facciate continue 13 Dichiarazione di Prestazione MRL S.r.l. Metal Righette Lunghe S.r.l./ Via Del Prato Corto 33, Cattiano Caratteristiche essenziali No FCSH150PP hen Facciata continua Prestazione Organismo notificato AVCP Reazione al fuoco del profilo F - 3 Resistenza al fuoco NPD - Propagazione del fuoco NPD - Tenuta all acqua R6 [1] Resistenza al proprio carico permanente: [kn] NPD - Resistenza al carico del vento: [kn/m 2 ] 9,1 [2] Resistenza all'urto NPD - Resistenza agli sbalzi termici NPD - Resistenza ai carichi orizzontali: [kn al m all altezza di parapetto] NPD - Permeabilità all'aria A4 [3] Trasmittanza termica U [W/(m 2 K)] 1,6-3 UNI EN 13830:2003 Isolamento acustico per via aerea [db] NPD - [1] Organismo notificato A (9999) [2] Organismo notificato B (8888) [3] Organismo notificato C (7777) Sistema 3: Gli Organismi Notificati conducono la valutazione del prodotto tipo sulla base di prove di tipo (basate sul campionamento effettuato dal produttore), calcoli, valori tabellati o documentazione descrittiva del prodotto; e rilascio del rapporto di prova o di calcolo sotto il Sistema 3. La prestazione del prodotto identificato con il suddetto codice univoco di identificazione è conforme alle prestazioni pertinenti dichiarate. Si rilascia la presente dichiarazione di prestazione sotto la responsabilità esclusiva della Costruttore serramenti S.r.l./ Via Asparagi 12, Firmato a nome e per conto di: Nome e funzione Luogo e data del rilascio Firma Esempio 4: DoP e documentazione di accompagnamento di una facciata continua Linee guida CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue 12

14 13 Dichiarazione di Prestazione MRL S.r.l. Metal Righette Lunghe S.r.l./ Via Del Prato Corto 33, Cattiano Caratteristiche essenziali Prodotto A Prodotto B hen No CWSH150PP Facciata continua No CWSH1EI6050PP Facciata continua resistenza al fuoco Prestazione Organismo notificato AVCP Prestazione Organismo notificato AVCP Reazione al fuoco del profilo NPD - 3 A1 [4] 1 Resistenza al fuoco NPD - EI 60 [5] Propagazione del fuoco NPD - EI 60 [5] Tenuta all acqua R6 [1] R6 [1] Resistenza al proprio carico permanente: [kn] NPD - NPD - Resistenza al carico del vento: [kn/m 2 ] 9,1 [2] 9,1 [2] Resistenza all'urto NPD - 3 NPD - Resistenza agli sbalzi termici NPD - NPD - Resistenza ai carichi orizzontali: [kn al m all altezza di parapetto] NPD - NPD - Permeabilità all'aria A4 [3] A4 [3] Trasmittanza termica U [W/(m 2 K)] 1,6-1,6-3 UNI EN 13830:2003 Isolamento acustico per via aerea NPD - NPD - [db] [1] Organismo notificato A (9999) [2] Organismo notificato B (8888) [3] Organismo notificato C (7777) [4] Organismo notificato D (6666) [5] Organism notification D (5555) Sistema 1: Gli Organismi Notificati conducono la valutazione del prodotto tipo sulla base di prove di tipo (incluso il campionamento), calcoli, valori tabellati o documentazione descrittiva del prodotto; l'ispezione iniziale dell'impianto di produzione, il controllo della produzione di fabbrica e la sorveglianza continua; sotto il Sistema 1 e rilascio del certificato di costanza della prestazionesistema 3: Gli Organismi Notificati conducono la valutazione del prodotto tipo sulla base di prove di tipo (basate sul campionamento effettuato dal produttore), calcoli, valori tabellati o documentazione descrittiva del prodotto; e rilascio del rapporto di prova o di calcolo sotto il Sistema 3. La prestazione del prodotto identificato con il suddetto codice univoco di identificazione è conforme alle prestazioni pertinenti dichiarate. Si rilascia la presente dichiarazione di prestazione sotto la responsabilità esclusiva della Costruttore serramenti S.r.l./ Via Asparagi 12, Firmato a nome e per conto di: Nome e funzione Luogo e data del rilascio Firma Esempio 5: DoP e documentazione di accompagnamento di una facciata continua per diversi compartimenti Linee guida CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue 13

15 11 Bibliografia Regolamento (UE) n. 305/2011 del parlamento europeo e del consiglio del 9 marzo 2011 che fissa condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione e che abroga la direttiva 89/106/CEE del Consiglio CPR GUIDELINE FOR ALUMINIUM DOORS, WINDOWS AND CURTAIN WALLS, EAA and FAECF, v.1 Dec 2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L124/36 del 20/05/2003 Linee guida CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue 14

16 European Aluminium Association EAA AISBL Federation of European Window and Curtain Walling Manufacturer s Associations Linee guida CPR per porte, finestre in alluminio e facciate continue 15

La marcatura CE secondo CPR

La marcatura CE secondo CPR 118 33- La marcatura CE deve essere l unica marcatura che attesta che il prodotto da costruzione è conforme alla prestaarch. Mario Sanvito La marcatura CE secondo CPR Il Regolamento n. 305/2011 che entra

Dettagli

GUIDA ALLA MARCATURA CE PER IL COSTRUTTORE DI SERRAMENTI BUROCRAZIA FACILE

GUIDA ALLA MARCATURA CE PER IL COSTRUTTORE DI SERRAMENTI BUROCRAZIA FACILE GUIDA ALLA MARCATURA CE PER IL COSTRUTTORE DI SERRAMENTI BUROCRAZIA FACILE BROCHURE_CE_A4.indd pagina:2 17/07/13 16:43 Techne Media Agency INDICE Che cos e la marcatura ce?... pag. 03 a. definire i prodotti

Dettagli

Evoluzione normativa dalla CPD (Direttiva 89/106/CEE) al CPR (Regolamento n. 305/2011/UE) e al Regolamento Delegato (UE) n.

Evoluzione normativa dalla CPD (Direttiva 89/106/CEE) al CPR (Regolamento n. 305/2011/UE) e al Regolamento Delegato (UE) n. Evoluzione normativa dalla CPD (Direttiva 89/106/CEE) al CPR (Regolamento n. 305/2011/UE) e al Regolamento Delegato (UE) n. 157/2014 Ing. Lorenzo Bari Bari, 26 settembre 2014 MARCATURA CE Contesto legislativo

Dettagli

Monza, 16 aprile 2013. Piero Ricci I.I.P. S.r.l. Istituto Italiano dei Plastici

Monza, 16 aprile 2013. Piero Ricci I.I.P. S.r.l. Istituto Italiano dei Plastici Monza, 16 aprile 2013 Piero Ricci I.I.P. S.r.l. Istituto Italiano dei Plastici LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO Ai fini della marcatura CE dei serramenti e chiusure oscuranti si applicano gli annessi ZA delle

Dettagli

UNCSAAL UX49. Aspetti tecnici

UNCSAAL UX49. Aspetti tecnici UNCSAAL UX49 La marcatura CE dei serramenti (finestre, portefinestre, porte esterne pedonali, finestre da tetto) senza caratteristiche di resistenza al fuoco e di tenuta al fumo Aspetti tecnici UX49 La

Dettagli

IL NUOVO REGOLAMENTO PER I PRODOTTI DA COSTRUZIONE 305/2011: COSA CAMBIA PER I SERRAMENTISTI? Relatore: Ing. Sergio Botta STUDIO BOTTA & ASSOCIATI

IL NUOVO REGOLAMENTO PER I PRODOTTI DA COSTRUZIONE 305/2011: COSA CAMBIA PER I SERRAMENTISTI? Relatore: Ing. Sergio Botta STUDIO BOTTA & ASSOCIATI IL NUOVO REGOLAMENTO PER I PRODOTTI DA COSTRUZIONE 305/2011: COSA CAMBIA PER I SERRAMENTISTI? Relatore: Ing. Sergio Botta STUDIO BOTTA & ASSOCIATI INDICE [1] LA MARCATURA CE: CONTESTO LEGISLATIVO E NORMATIVO

Dettagli

REGOLAMENTO UE N.305/2011 Regolamento prodotti da costruzione Luglio 2013

REGOLAMENTO UE N.305/2011 Regolamento prodotti da costruzione Luglio 2013 Il 9 marzo 2011 il parlamento Europeo ed il Consiglio dell unione Europea hanno adottato il regolamento (UE) N.305/2011, che è stato pubblicato il 4 aprile 2011 sulla gazzetta Ufficiale dell Unione Europea

Dettagli

UNI EN 14351-1: Marcatura CE per PORTE E FINESTRE ESTERNE A partire da febbraio 2007 - Obbligatoria a partire da Febbraio 2009

UNI EN 14351-1: Marcatura CE per PORTE E FINESTRE ESTERNE A partire da febbraio 2007 - Obbligatoria a partire da Febbraio 2009 Iscritto all'albo professionale del collegio dei Periti Industriali di PU al n 293 via Calamone, 1-61025 Montelabbate (PU) Tel. - Fax.: +39 0721 472036 Direttiva 89/106/CEE PRODOTTI DA COSTRUZIONE UNI

Dettagli

UNCSAAL UX49. Aspetti tecnici

UNCSAAL UX49. Aspetti tecnici UNCSAAL UX49 La marcatura CE dei serramenti (finestre, portefinestre, porte esterne pedonali, finestre da tetto) senza caratteristiche di resistenza al fuoco e di tenuta al fumo Aspetti tecnici U UX49

Dettagli

La Marcatura CE di finestre e porte esterne UNI EN 14351-1

La Marcatura CE di finestre e porte esterne UNI EN 14351-1 La Marcatura CE di finestre e porte esterne UNI EN 14351-1 Marcatura CE prodotti da costruzione La Direttiva 89/106 CE - Prodotti da Costruzione (abbr. CPD) si applica ai prodotti, impianti compresi, così

Dettagli

LE NORMATIVE EUROPEE E LA LORO VALENZA LE NORME DI BUONA TECNICA LE DIRETTIVE DI PRODOTTO

LE NORMATIVE EUROPEE E LA LORO VALENZA LE NORME DI BUONA TECNICA LE DIRETTIVE DI PRODOTTO LE NORMATIVE EUROPEE E LA LORO VALENZA LE NORME DI BUONA TECNICA LE DIRETTIVE DI PRODOTTO Trento 08 aprile 2010 stefano@armprocess.com - www.armprocess.com N 1 / 39 DEFINIZIONI conformità: Soddisfacimento

Dettagli

Guida alla marcatura CE dei vetri

Guida alla marcatura CE dei vetri NF 396 102 Glass for Europe: guida al CPR e alla marcatura CE a cura della redazione Guida alla marcatura CE dei vetri Un utile documento messo a punto dall'associazione Glass for Europe dedicato al CPR

Dettagli

n.1 2013 Guida al Regolamento Prodotti da Costruzione

n.1 2013 Guida al Regolamento Prodotti da Costruzione UADERNI DI CONFORMA QUADERNI DI CONFORMA I QUAD n.1 2013 Guida al Regolamento Prodotti da Costruzione La riproduzione totale o parziale con qualunque mezzo di questo documento nella sua versione italiana

Dettagli

Marcatura CE e quadro normativo per serramenti e pavimenti di legno. ing. Rita D Alessandro Ufficio Normative EdilegnoArredo/FederlegnoArredo

Marcatura CE e quadro normativo per serramenti e pavimenti di legno. ing. Rita D Alessandro Ufficio Normative EdilegnoArredo/FederlegnoArredo Marcatura CE e quadro normativo per serramenti e pavimenti di legno BOIS LAB Workshop Torino, 21 maggio 2010 ing. Rita D Alessandro Ufficio Normative EdilegnoArredo/FederlegnoArredo Direttiva Prodotti

Dettagli

Come cambiano gli obblighi per le strutture metalliche a partire dal 1 luglio 2014

Come cambiano gli obblighi per le strutture metalliche a partire dal 1 luglio 2014 Regolamento (UE) n.305/11 e norme del gruppo EN1090 La Marcatura CE delle strutture metalliche alla luce delle Norme tecniche per le Costruzioni Firenze, 30/10/2014 Come cambiano gli obblighi per le strutture

Dettagli

Marcatura CE di finestre e di porte esterne pedonali secondo la norma EN14351-1

Marcatura CE di finestre e di porte esterne pedonali secondo la norma EN14351-1 Marcatura CE di finestre e di porte esterne pedonali secondo la norma EN14351-1 Siegazioni: Il nostro elenco di domande contiene molte risposte riguardanti la certificazione CE. Le risposte vengono selezionate

Dettagli

Nuove NTC-Regolamento 305/2011-Marcatura CE

Nuove NTC-Regolamento 305/2011-Marcatura CE Nuove NTC-Regolamento 305/2011-Marcatura CE WWW.PROMOZIONEACCIAIO.IT Ing. M.Antinori Responsabile Ufficio Tecnico Fondazione Promozione Acciaio ACCIAIO STRUTTURALE: La normativa in evoluzione Identificarlo,

Dettagli

Reg. 305/2011/UE: il nuovo sistema per la marcatura CE dei prodotti per le costruzioni in vigore dal 1 luglio 2013

Reg. 305/2011/UE: il nuovo sistema per la marcatura CE dei prodotti per le costruzioni in vigore dal 1 luglio 2013 Reg. 305/2011/UE: il nuovo sistema per la marcatura CE dei prodotti per le costruzioni in vigore dal 1 luglio 2013 Ing. Davide Babbini www.artea.it OBIETTIVO Il Regolamento 305/2011 (CPR, art. 1), che

Dettagli

LA MARCATURA CE DEI SERRAMENTI

LA MARCATURA CE DEI SERRAMENTI n.2_2011 [06.06.2011] LA MARCATURA CE DEI SERRAMENTI Obbligatoria dal 2 febbraio 2010 Domande frequenti e risposte A cura dell'ufficio Tecnico UNCSAAL: Prof. Ing. Paolo Rigone (Direttore Tecnico) - Ing.

Dettagli

Dal 1 febbraio 2010 la marcatura CE dei serramenti sarà obbligatoria.

Dal 1 febbraio 2010 la marcatura CE dei serramenti sarà obbligatoria. Nessuna ulteriore proroga. N e Dal 1 febbraio 2010 la marcatura CE dei serramenti sarà obbligatoria. La proroga del periodo di coesistenza della Marcatura CE con la la Norma Tecnica Europea EN 14351 1,

Dettagli

FORUM DI PREVENZIONE INCENDI

FORUM DI PREVENZIONE INCENDI FORUM DI PREVENZIONE INCENDI MILANO 26 27 OTTOBRE 2011 Dalla direttiva Prodotti da Costruzione 89/106/CEE (CPD) al nuovo regolamento UE n. 305/2011 sui Prodotti da Costruzione (CPR) ARCH.. SERGIO SCHIAROLI

Dettagli

(*) Normativa reperibile presso UNI www.uni.com/it Il presente testo è stato redatto con riferimento alla normativa attualmente in vigore.

(*) Normativa reperibile presso UNI www.uni.com/it Il presente testo è stato redatto con riferimento alla normativa attualmente in vigore. CHI C È CHI NON C È CI SIAMO NOI. MANUALE DELLA Marcatura CE per serramenti metallici. Principi generali. Scopo Lo scopo della Marcatura CE è la trasparenza delle prestazioni del serramento per la tutela

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE COGENTE: LA MARCATURA CE DEI SERRAMENTI

LA CERTIFICAZIONE COGENTE: LA MARCATURA CE DEI SERRAMENTI LA CERTIFICAZIONE COGENTE: LA MARCATURA CE DEI SERRAMENTI FINESTRE, PORTEFINESTRE, PORTE ESTERNE PEDONALI, FINESTRE DA TETTO Generalità sugli obblighi del costruttore Prove iniziali di tipo Piano di controllo

Dettagli

i rapporti di classificazione Dossier/16034 Chiusure tagliafuoco e tagliafumo 416 NUOVAFINESTRA www.guidafinestra.it

i rapporti di classificazione Dossier/16034 Chiusure tagliafuoco e tagliafumo 416 NUOVAFINESTRA www.guidafinestra.it 68 Dossier/16034 Chiusure tagliafuoco e taglia El2-C5-Sa: tutto chiaro? La nuova norma di prodotto per porte e finestre con proprietà tagliafuoco e taglia EN 16034 entra in vigore a partire dal 01.12.2015,

Dettagli

Newsletter del MARZO 2013. In sintesi:

Newsletter del MARZO 2013. In sintesi: Newsletter del MARZO 2013 In sintesi: Entrata in vigore del regolamento CE 453/2010 CE E CLP _ Sostanze Chimiche_ Entrata in vigore regolamento CE 305/2011 CPR_ Prodotti da Costruzione_ Entrata in vigore

Dettagli

La nuova UNI EN 1090-1

La nuova UNI EN 1090-1 . Come identificarlo, certificarlo e controllarlo attraverso le NTC ed il nuovo CPR 305/2011 La nuova UNI EN 1090-1 Agrigento, 18 giugno 2014 Geom. Raffaello Dellamotta Tel. 0541-322.324 r.dellamotta@giordano.it

Dettagli

Le certificazioni, la dichiarazione di prestazioni, la marcatura CE. Dario Agalbato, Direttore IGQ, Presidente GNB CPR

Le certificazioni, la dichiarazione di prestazioni, la marcatura CE. Dario Agalbato, Direttore IGQ, Presidente GNB CPR Le certificazioni, la dichiarazione di prestazioni, la marcatura CE Dario Agalbato, Direttore IGQ, Presidente GNB CPR Il Regolamento prodotti da costruzione «EVOLUTION NOT REVOLUTION» 2 CPD CPR (1) La

Dettagli

VADEMECUM MARCATURA CE SERRAMENTI (UNI EN 14351-1) Sommario:

VADEMECUM MARCATURA CE SERRAMENTI (UNI EN 14351-1) Sommario: VADEMECUM MARCATURA CE SERRAMENTI (UNI EN 14351-1) Sommario: 1. Gli obblighi di legge. Introduzione Requisiti essenziali Disposizioni nazionali Trasmittanza termica Requisiti volontari 2. Il Campione.

Dettagli

Effetti del passaggio al regolamento su Etichette, Marcature, FPC: esempi concreti su diversi settori e prodotti da costruzione

Effetti del passaggio al regolamento su Etichette, Marcature, FPC: esempi concreti su diversi settori e prodotti da costruzione Confindustria Udine 03 giugno 2013 Prodotti da Costruzione, da direttiva a regolamento: cosa cambia per chi lavora l acciaio Effetti del passaggio al regolamento su Etichette, Marcature, FPC: esempi concreti

Dettagli

Dichiarazione e marcatura CE

Dichiarazione e marcatura CE 170 EPW, Femib, Uemv, trad. Mario Sanvito, revisione E. Braicovich.,P. Mariotto, A. Schoenstein Dichiarazione e marcatura CE Un documento informativo, una sorta di Linee Guida delle associazioni europee

Dettagli

UNI EN 1125:2008. Dispositivi antipanico

UNI EN 1125:2008. Dispositivi antipanico NF 114 Guida alle norme europee ario Sanvito, esperto normatore. Si ringrazia l ing. Alessandro Brunelli UNI EN 1125:2008. Dispositivi antipanico Analisi dettagliata e semplificata della norma UNI EN 1125:2008

Dettagli

La certificazione del professionista: ultimo atto della marcatura CE e della corretta installazione dei prodotti. Rimini 10 aprile 2015

La certificazione del professionista: ultimo atto della marcatura CE e della corretta installazione dei prodotti. Rimini 10 aprile 2015 La certificazione del professionista: ultimo atto della marcatura CE e della corretta installazione dei prodotti Rimini 10 aprile 2015 DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA SCIA DM 12 08 2014 e modulistica di

Dettagli

EN 14342:2005+A1:2008: Marcatura CE per PAVIMENTAZIONI IN LEGNO A partire da MARZO 2009 - Obbligatoria a partire da MARZO 2010

EN 14342:2005+A1:2008: Marcatura CE per PAVIMENTAZIONI IN LEGNO A partire da MARZO 2009 - Obbligatoria a partire da MARZO 2010 Iscritto all'albo professionale del collegio dei Periti Industriali di PU al n 293 via Calamone, 1-61025 Montelabbate (PU) Tel. - Fax.: +39 0721 472036 Direttiva 89/106/CEE PRODOTTI DA COSTRUZIONE EN 14342:2005+A1:2008:

Dettagli

Con il patrocinio del Consiglio Superiore dei LL.PP. Giuseppina Varone ITC - CNR

Con il patrocinio del Consiglio Superiore dei LL.PP. Giuseppina Varone ITC - CNR Roma, 19 DICEMBRE 2011 dalla Dir ettiva 89/106/CEE Prodotti da Costruzione al Regolamento 305/2011 Cosa Cambia? Giuseppina Varone ITC - CNR Istituto per le Tecnologie della Costruzione Consiglio Nazionale

Dettagli

Trasporti: politiche, qualità e soluzioni

Trasporti: politiche, qualità e soluzioni Ordine degli Ingegneri della Provincia di Palermo con il patrocinio di AICQ Sicilia Trasporti: politiche, qualità e soluzioni Palermo, 14-02-2014 IL CONTROLO DELLA QUALITA NELLA REALIZZAZIONE DELLE INFRASTRUTTURE

Dettagli

VADEMECUM MARCATURA CE SERRAMENTI (UNI EN 14351-1)

VADEMECUM MARCATURA CE SERRAMENTI (UNI EN 14351-1) VADEMECUM MARCATURA CE SERRAMENTI (UNI EN 14351-1) Sommario: 1. Gli obblighi di legge. Introduzione Requisiti essenziali Disposizioni nazionali Trasmittanza termica Requisiti volontari 2. Il Campione.

Dettagli

Ing. Emanuele RENZI Dirigente delle Divisione IV del Servizio Tecnico Centrale Consiglio Superiore dei LL.PP.

Ing. Emanuele RENZI Dirigente delle Divisione IV del Servizio Tecnico Centrale Consiglio Superiore dei LL.PP. FONDAZIONE DELL ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI MILANO Seminario di aggiornamento in collaborazione con IL CONTROLLO DEI PRODOTTI DA COSTRUZIONE PER USO STRUTTURALE MARCATURA CE - Regolamento

Dettagli

CPR 305 / 2011. Focus sulla Dichiarazione di Prestazione e sulla Documentazione di Accompagnamento. Consulenza aziendale e servizi d ingegneria

CPR 305 / 2011. Focus sulla Dichiarazione di Prestazione e sulla Documentazione di Accompagnamento. Consulenza aziendale e servizi d ingegneria Consulenza aziendale e servizi d ingegneria Qualità Ambiente Sicurezza Energia Finanizamenti Marcatura CE Formazione Controllo fornitori Internazionalizzazione CPR 305 / 2011 Focus sulla Dichiarazione

Dettagli

IL NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO PER I. Reg.(UE) 305/2011 Roma, Consiglio Superiore dei LL.PP., 19 dicembre 2011

IL NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO PER I. Reg.(UE) 305/2011 Roma, Consiglio Superiore dei LL.PP., 19 dicembre 2011 Con il patrocinio del Consiglio Superiore dei LL.PP. DALLA CPD 89/106 AL CPR 305711: IL NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO PER I PRODOTTI DA COSTRUZIONE Reg.(UE) 305/2011 Roma, Consiglio Superiore dei LL.PP., 19

Dettagli

LA MARCATURA NEI SERRAMENTI

LA MARCATURA NEI SERRAMENTI LA MARCATURA NEI SERRAMENTI Treviso Tecnologia Alessandro Cibin Open Day Falegnameria Fantin Istrana, TV Venerdì, 18 Maggio 2007 TREVISO TECNOLOGIA Unità operativa del CERT Area Prodotti Laboratorio Serramenti

Dettagli

LA MARCATURA CE DEI COMPONENTI METALLICI STRUTTURALI IN ACCORDO ALLA NORMA EN 1090-1

LA MARCATURA CE DEI COMPONENTI METALLICI STRUTTURALI IN ACCORDO ALLA NORMA EN 1090-1 LA MARCATURA CE DEI COMPONENTI METALLICI STRUTTURALI IN ACCORDO ALLA NORMA RINA Services S.p.A. LA MARCATURA CE DEI COMPONENTI METALLICI STRUTTURALI IN ACCORDO ALLA NORMA 1. Il panorama normativo: opere

Dettagli

Guida ai fini della Marcatura di PORTE e CANCELLI INDUSTRIALI, COMMERCIALI e da GARAGE

Guida ai fini della Marcatura di PORTE e CANCELLI INDUSTRIALI, COMMERCIALI e da GARAGE Guida ai fini della Marcatura di PORTE e CANCELLI INDUSTRIALI, COMMERCIALI e da GARAGE La Direttiva Prodotti da Costruzione 89/106/CEE impone la marcatura CE dei materiali utilizzati in edilizia. È un

Dettagli

Il ruolo della normativa tecnica nella progettazione e costruzione delle facciate

Il ruolo della normativa tecnica nella progettazione e costruzione delle facciate Workshop Questioni di facciata Facciate complesse per edifici @ Klimainfisso Bolzano, 7 marzo 2013 CATTEDRA UNCSAAL E POLITECNICO DI MILANO Progettazione dell involucro edilizio Il ruolo della normativa

Dettagli

La marcatura CE dei prodotti da costruzione e la certificazione energetica degli edifici

La marcatura CE dei prodotti da costruzione e la certificazione energetica degli edifici La marcatura CE dei prodotti da costruzione e la certificazione energetica degli edifici Ing. Marco D Egidio Vicenza, 25 febbraio 2015 Area Tecnologia e Innovazione, ANCE Un nuovo modello di sviluppo La

Dettagli

Guida ai fini della Marcatura di PORTE e CANCELLI INDUSTRIALI, COMMERCIALI e da GARAGE

Guida ai fini della Marcatura di PORTE e CANCELLI INDUSTRIALI, COMMERCIALI e da GARAGE Guida ai fini della Marcatura di PORTE e CANCELLI INDUSTRIALI, COMMERCIALI e da GARAGE La direttiva prodotti da costruzione 89/106 (CPD) impone la marcatura CE dei materiali utilizzati in edilizia. È un

Dettagli

VADEMECUM PER LA MARCATURA CE DELLE PIETRE NATURALI

VADEMECUM PER LA MARCATURA CE DELLE PIETRE NATURALI VADEMECUM PER LA MARCATURA CE DELLE PIETRE NATURALI Documento ad uso semplificativo per l'a pplicazione della CPR 305/2011 nella commercializzazione delle pietre naturali a cura di Mario Bertolini - anno

Dettagli

Dichiarazione di Prestazione e marcatura CE di finestre e porte pedonali esterne secondo la CPR

Dichiarazione di Prestazione e marcatura CE di finestre e porte pedonali esterne secondo la CPR EPW/FEMIB/UEMV Guidance Sheet CE.02 June 2013 Dichiarazione di Prestazione e marcatura CE di finestre e porte pedonali esterne secondo la CPR Edizione Giugno 2013 Linee Guida CE.02 Supersedes CE.02: 2007-12

Dettagli

La nuova generazione di porte tagliafuoco

La nuova generazione di porte tagliafuoco La nuova generazione di porte tagliafuoco Premessa Un azienda moderna, pur operando in settori maturi, è in realtà inserita in un mondo sempre più tecnocratico, fatto di norme tecniche e comportamentali,

Dettagli

La Marcatura CE. Normativa UNI EN 13659

La Marcatura CE. Normativa UNI EN 13659 La Marcatura CE Normativa UNI EN 13659 MARCATURA CE (prodotti da costruzione) Direttiva europea 89/106/CE. Dal 2 Aprile 2006 è in vigore l'obbligo di Marcatura CE per tutte le chiusure oscuranti (persiane,

Dettagli

SCHEMA 0 STORIA. Schema certificativo CP007 0.1 DOCUMENTI ESTERNI DI RIFERIMENTO 0.2 DOCUMENTI IGQ DI RIFERIMENTO

SCHEMA 0 STORIA. Schema certificativo CP007 0.1 DOCUMENTI ESTERNI DI RIFERIMENTO 0.2 DOCUMENTI IGQ DI RIFERIMENTO SCHEMA per il rilascio del certificato di costanza della prestazione ai fine della marcatura CE di segnali permanenti di cui alla norma UNI EN 12899 1 ed. 2008 0 STORIA Edizione 0 14/10/2009 Schema per

Dettagli

I futuri obblighi di marcatura dei manufatti Dalla Iso3834 alla EN 1090

I futuri obblighi di marcatura dei manufatti Dalla Iso3834 alla EN 1090 Seminario: Elementi strutturali in acciaio; I futuri obblighi di marcatura dei manufatti Dalla Iso3834 alla EN 1090 Relatore: Ing. Filippo Lago Certification Product Manager Distretto Nord est RINA Services

Dettagli

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE DDP FINESTRA STYLE (VETRATA SICURTHERM) 4 DDP FINESTRA STYLE (VETRATA PROTECTION) 5 DDP FINESTRA STYLE (VETRATA STANDARD) 6 DDP FINESTRA STYLE

Dettagli

A cura dell'ufficio Tecnico UNCSAAL [ing. Ippolito Abelli - ing. Lara Bianchi - ing. Paolo Rigone]

A cura dell'ufficio Tecnico UNCSAAL [ing. Ippolito Abelli - ing. Lara Bianchi - ing. Paolo Rigone] n. 3_2009_24.02.09 VALUTAZIONE DELLA TRASMITTANZA TERMICA DEI SERRAMENTI: metodo del serramento campione/normalizzato e criteri di estensibilità dei risultati secondo la norma di prodotto UNI EN 14351-1

Dettagli

Direttiva sui Prodotti da Costruzione

Direttiva sui Prodotti da Costruzione Direttiva sui Prodotti da Costruzione Guida al marchio dei vetri per edilizia, a partire dall'anno 2003 Direttiva sui Prodotti da Costruzione Guida al marchio dei vetri per edilizia, a partire dall'anno

Dettagli

Qualificazione, Identificazione, Accettazione Ing. Massimo Pugliese e Ing. Fabio Pes - TUV Italia

Qualificazione, Identificazione, Accettazione Ing. Massimo Pugliese e Ing. Fabio Pes - TUV Italia Qualificazione, Identificazione, Accettazione Ing. Massimo Pugliese e Ing. Fabio Pes - TUV Italia costruire e rinnovare in modo sostenibile e sicuro 1 Obiettivi Travi PREM 2015 Evidenziare l impatto delle

Dettagli

3) Non sono certificato ISO 9000 e non voglio impiegare migliaia di euro per farlo, posso ugualmente marcare CE i miei serramenti?

3) Non sono certificato ISO 9000 e non voglio impiegare migliaia di euro per farlo, posso ugualmente marcare CE i miei serramenti? 1) La marcatura CE è soggetta alla ISO 9000? No. La certificazione ISO 9000 può semplificare il processo per una corretta marcatura CE, ma non è strettamente correlata. 2) Con la certificazione ISO 9000

Dettagli

La marcatura CE per le pietre naturali

La marcatura CE per le pietre naturali La marcatura CE per le pietre naturali Volargne,, 28-11-2006 Clara Miramonti Funzionario Tecnico Divisione Costruzioni UNI Norme europee armonizzate sui prodotti di pietra per pavimentazioni esterne 21

Dettagli

Guida ai fini della Marcatura CE di PORTE e CANCELLI INDUSTRIALI, COMMERCIALI e da GARAGE

Guida ai fini della Marcatura CE di PORTE e CANCELLI INDUSTRIALI, COMMERCIALI e da GARAGE Guida ai fini della Marcatura CE di PORTE e CANCELLI INDUSTRIALI, COMMERCIALI e da GARAGE La Direttiva Prodotti da Costruzione 89/106/CEE impone la marcatura CE dei materiali utilizzati in edilizia. È

Dettagli

Marcatura CE Cancelli

Marcatura CE Cancelli SB studio www.essebistudio.com www.marcatura-ce-cancelli.com Marcatura CE Cancelli SB studio di Bertolo Sergio Borgo Treviso 152/C 31033 Castelfranco Veneto TV Direttiva Prodotti da Costruzione CPD 89/106/CEE

Dettagli

ZINCATURA A CALDO E MARCATURA CE PER LA COSTRUZIONE IN ACCIAIO Interazione tra zincatore e carpentiere per la conformità al CPR e alla normativa

ZINCATURA A CALDO E MARCATURA CE PER LA COSTRUZIONE IN ACCIAIO Interazione tra zincatore e carpentiere per la conformità al CPR e alla normativa ZINCATURA A CALDO E MARCATURA CE PER LA COSTRUZIONE IN ACCIAIO Interazione tra zincatore e carpentiere per la conformità al CPR e alla normativa armonizzata EN 1090-1 OBIETTIVO DELLA PRESENTAZIONE CHIARIRE

Dettagli

LE STRUTTURE DI CARPENTERIA METALLICA: DALLA DIRETTIVA PRODOTTI DA COSTRUZIONE ALLE NORME EN 1090

LE STRUTTURE DI CARPENTERIA METALLICA: DALLA DIRETTIVA PRODOTTI DA COSTRUZIONE ALLE NORME EN 1090 LE STRUTTURE DI CARPENTERIA METALLICA: DALLA DIRETTIVA PRODOTTI DA COSTRUZIONE ALLE NORME EN 1090 COME DEVONO OPERARE LE OFFICINE DI FABBRICAZIONE DI PRODOTTI METALLICI CHE DEVONO ESSERE INCORPORATE IN

Dettagli

IL CONSIGLIO DELLE COMUNITA EUROPEE, visto il trattato che istituisce la Comunità economica europea, in particolare l articolo 100 A,

IL CONSIGLIO DELLE COMUNITA EUROPEE, visto il trattato che istituisce la Comunità economica europea, in particolare l articolo 100 A, ',5(77,9$&(('(/&216,*/,2GHOOXJOLR FKH PRGLILFD OH GLUHWWLYH GHO &RQVLJOLR &(( UHFLSLHQWL VHPSOLFL D SUHVVLRQH &(( VLFXUH]]D GHL JLRFDWWROL &(( SURGRWWL GD FRVWUX]LRQH &(( FRPSDWLELOLWj HOHWWURPDJQHWLFD

Dettagli

La Norma EN 1090-1 per la Marcatura CE delle Strutture Metalliche

La Norma EN 1090-1 per la Marcatura CE delle Strutture Metalliche La Norma EN 1090-1 per la Marcatura CE delle Strutture Metalliche Il Processo di Progettazione e la Conformità del Prodotto: i Compiti del Direttore dei Lavori Catania, 02-07-2014 LA MARCATURA CE DEI PRODOTTI

Dettagli

Roma, 23 maggio 2011. Alle Direzioni Regionali, Interregionali e Provinciali. Agli Uffici delle Dogane Loro Sedi

Roma, 23 maggio 2011. Alle Direzioni Regionali, Interregionali e Provinciali. Agli Uffici delle Dogane Loro Sedi Roma, 23 maggio 2011 Alle Direzioni Regionali, Interregionali e Provinciali Protocollo: 59658/RU Rif.: Allegati: 2 Agli Uffici delle Dogane Loro Sedi All Ufficio centrale antifrode Sede e, p.c. Al Ministero

Dettagli

NORMATIVA VIGENTE E REGOLAMENTI VOLONTARI LA MARCATURA CE E IL PROTOCOLLO ITACA UN ESEMPIO APPLICATIVO: LA CASA 2 LITRI

NORMATIVA VIGENTE E REGOLAMENTI VOLONTARI LA MARCATURA CE E IL PROTOCOLLO ITACA UN ESEMPIO APPLICATIVO: LA CASA 2 LITRI NORMATIVA VIGENTE E REGOLAMENTI VOLONTARI LA MARCATURA CE E IL PROTOCOLLO ITACA UN ESEMPIO APPLICATIVO: LA CASA 2 LITRI ING. MARCO PIANA PESARO, 15 MAGGIO 2007 INDICE 1) MARCATURA CE SECONDO LA DIRETTIVA

Dettagli

La trasmittanza termica dei serramenti in relazione al D.Lgs 311 Ing. Antonietta Serra Sezione di Trasmissione del Calore SOMMARIO

La trasmittanza termica dei serramenti in relazione al D.Lgs 311 Ing. Antonietta Serra Sezione di Trasmissione del Calore SOMMARIO 1 La trasmittanza termica dei serramenti in relazione al D.Lgs 311 Ing. Antonietta Serra Sezione di Trasmissione del Calore SOMMARIO SITUAZIONE NORMATIVA E LEGISLATIVA DETERMINAZIONE DELLA TRASMITTANZA

Dettagli

La Marcatura CE. Normativa CPD (Costruction Production Directive)

La Marcatura CE. Normativa CPD (Costruction Production Directive) La Marcatura CE Normativa CPD (Costruction Production Directive) Cos'è La direttiva comunitaria 89/106/CE definisce i nuovi obblighi e responsabilità per i Produttori di tutti i prodotti da costruzione

Dettagli

CHECKLIST PER LA VERIFICA DELLA CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA 2006/42/CE PER LE ISTRUZIONI PER L USO CHE DEVONO ACCOMPA- GNARE LA MACCHINA

CHECKLIST PER LA VERIFICA DELLA CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA 2006/42/CE PER LE ISTRUZIONI PER L USO CHE DEVONO ACCOMPA- GNARE LA MACCHINA DOCUMENTO TECNICO OPERATIVO N. 1/2011 CHECKLIST PER LA VERIFICA DELLA CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA 2006/42/CE PER LE ISTRUZIONI PER L USO CHE DEVONO ACCOMPA- GNARE LA MACCHINA Associazione professionale Italiana

Dettagli

DIRETTIVA MACCHINE NORME ARMONIZZATE APPLICABILI SOLUZIONI TECNICHE. Ordine Ingegneri di Taranto (TA), 23 Settembre 2015

DIRETTIVA MACCHINE NORME ARMONIZZATE APPLICABILI SOLUZIONI TECNICHE. Ordine Ingegneri di Taranto (TA), 23 Settembre 2015 DIRETTIVA MACCHINE NORME ARMONIZZATE APPLICABILI SOLUZIONI TECNICHE Ordine Ingegneri di Taranto (TA), 23 Settembre 2015 PORTE, CANCELLI E BARRIERE Le norme di sicurezza nelle automazioni: dalla UNI 8612

Dettagli

Qualità e certificazioni

Qualità e certificazioni 13 Qualità e certificazioni 13.1 La certificazione di qualità La qualità è intesa come l insieme delle caratteristiche di un entità materiale (prodotto) o immateriale (servizio) che le conferiscono la

Dettagli

MARCATURA CE (prodotti da costruzione) Direttiva europea 89/106/CE.

MARCATURA CE (prodotti da costruzione) Direttiva europea 89/106/CE. La Marcatura CE Normativa UNI EN 13659 MARCATURA CE (prodotti da costruzione) Direttiva europea 89/106/CE. Dal 2 Aprile 2006 è in vigore l'obbligo di Marcatura CE per tutte le chiusure oscuranti (persiane,

Dettagli

ACCIAI PER STRUTTURE METALLICHE E STRUTTURE COMPOSTE

ACCIAI PER STRUTTURE METALLICHE E STRUTTURE COMPOSTE ACCIAI PER STRUTTURE METALLICHE E STRUTTURE COMPOSTE Documentazione di conformità secondo le nuove Norme Tecniche delle Costruzioni (DM 14 Gennaio 2008) Ing. Lorenzo Di Gregorio PRESIDER Srl Bastia Umbra,

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 305/2011 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

REGOLAMENTO (UE) N. 305/2011 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO 4.4.2011 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 88/5 REGOLAMENTO (UE) N. 305/2011 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 9 marzo 2011 che fissa condizioni armonizzate per la commercializzazione dei

Dettagli

IL RUOLO DELL ENTE DI CERTIFICAZIONE NELLE COSTRUZIONI SOSTENIBILI

IL RUOLO DELL ENTE DI CERTIFICAZIONE NELLE COSTRUZIONI SOSTENIBILI FORUM DELLE TECNOLOGIE III SESSIONE IL RUOLO DELL ENTE DI CERTIFICAZIONE Ing. Massimo De Vincentiis La normativa di riferimento: il quadro normativo nazionale ed europeo Il Regolamento (UE) n. 305/2011

Dettagli

Riepilogo tecnico: normativa CE applicata ai SERRAMENTI. Marcatura CE: principi fondamentali

Riepilogo tecnico: normativa CE applicata ai SERRAMENTI. Marcatura CE: principi fondamentali Riepilogo tecnico: normativa CE applicata ai SERRAMENTI Marcatura CE: principi fondamentali La marcatura CE dei serramenti si fonda essenzialmente su due basi: le prove iniziali di tipo (ITT dall inglese

Dettagli

SISTEMI PER SCORREVOLI

SISTEMI PER SCORREVOLI SISTEMI PER SCORREVOLI SCORREVOLI A TAGLIO TERMICO SC95TT DESCRIZIONE DEL SISTEMA La serie SC95 è stata progettata per la realizzazione di infissi scorrevoli a taglio termico con profondità del telaio

Dettagli

5594_CE Q&A 6pg_ITALIAN 20/9/05 11:08 am Page 3. September 2005 Version 2. Introduzione alle procedure/requisiti del Marchio

5594_CE Q&A 6pg_ITALIAN 20/9/05 11:08 am Page 3. September 2005 Version 2. Introduzione alle procedure/requisiti del Marchio 5594_CE Q&A 6pg_ITALIAN 20/9/05 11:08 am Page 3 September 2005 Version 2 Marcatura : Domande e Risposte Introduzione alle procedure/requisiti del Marchio 5594_CE Q&A 6pg_ITALIAN 20/9/05 11:08 am Page 4

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per il Mercato, la Concorrenza, il Consumatore, la Vigilanza e la Normativa Tecnica Il Direttore Generale VISTO il Regolamento (UE) n. 30/2011 del

Dettagli

LA MARCATURA CE DEI COMPONENTI METALLICI STRUTTURALI IN ACCORDO ALLA NORMA EN 1090-1

LA MARCATURA CE DEI COMPONENTI METALLICI STRUTTURALI IN ACCORDO ALLA NORMA EN 1090-1 LA MARCATURA CE DEI COMPONENTI METALLICI STRUTTURALI IN ACCORDO ALLA NORMA EN 1090-1 Igor SOLUSTRI RINA Services S.p.A. Product Certification Central Italy LA MARCATURA CE DEI COMPONENTI METALLICI STRUTTURALI

Dettagli

Servizio Accertamenti a Tutela della Fede Pubblica CCIAA Milano

Servizio Accertamenti a Tutela della Fede Pubblica CCIAA Milano Pubblica CCIAA Milano La competenza Le funzioni di autorità di vigilanza per il controllo della conformità dei giocattoli alle disposizioni del presente decreto legislativo sono svolte dal Ministero dello

Dettagli

entrata in vigore delle norme armonizzate e della fine del periodo di coesistenza delle disposizioni legislative nazionali preesistenti.

entrata in vigore delle norme armonizzate e della fine del periodo di coesistenza delle disposizioni legislative nazionali preesistenti. La direttiva 89/106 sui prodotti da costruzione e la normativa tecnica - Il ruolo dell UNI Ruggero Lensi Direttore Tecnico UNI Fin dal primo giorno del suo insediamento il Comitato Costruzioni UNI ha individuato

Dettagli

LA MARCATURA CE Cos è marcatura CE

LA MARCATURA CE Cos è marcatura CE Cos è La marcatura CE è un contrassegno che deve essere apposto su determinate tipologie di prodotti dal fabbricante stesso che con essa autocertifica la rispondenza (o conformità) ai requisiti essenziali

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per il Mercato, la Concorrenza, il Consumatore, la Vigilanza e la Normativa Tecnica Il Direttore Generale VISTO il Regolamento (UE) n. 305/2011 del

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO

SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO (Norme di Riferimento: UNI EN ISO 9001:00 ) Viale C. Castracani, 55 55100 Lucca tel.: 0583.464482 464536 Web: www.cartesiostudio.it e-mail: info@cartesiostudio.it Marcatura

Dettagli

IRcCOS S.c.a r.l. Istituto di Ricerca e certificazione per le Costruzioni Sostenibili

IRcCOS S.c.a r.l. Istituto di Ricerca e certificazione per le Costruzioni Sostenibili IRcCOS S.c.a r.l. Istituto di Ricerca e certificazione per le Costruzioni Sostenibili Dalla Direttiva CPD 89/106/CEE al Regolamento CPR 305/2011 Cosa cambia? IRcCOS S.c.a r.l. - Dalla CPD al CPR 1 Contenuti

Dettagli

Giovanni Marino ICMQ S.p.A. L importanza delle certificazioni di prodotto EN 124 per regolamentare il mercato delle costruzioni

Giovanni Marino ICMQ S.p.A. L importanza delle certificazioni di prodotto EN 124 per regolamentare il mercato delle costruzioni Giovanni Marino ICMQ S.p.A. L importanza delle certificazioni di prodotto EN 124 per regolamentare il mercato delle costruzioni ICMQ Istituto di certificazione Marchio Qualità ICMQ è un Organismo di Certificazione

Dettagli

Marcatura CE Cancelli

Marcatura CE Cancelli SB studio www.essebistudio.com www.marcatura-ce-cancelli.com Marcatura CE Cancelli SB studio di Bertolo Sergio Borgo Treviso 152/C 31033 Castelfranco Veneto TV 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 Tipologie di cancelli

Dettagli

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione OGGETTO: CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 134 Operativa Attività Produttive. D.lgs 11 Aprile 2011 n. 54 recante Attuazione

Dettagli

Pubblicazione delle nuove Direttive Comunitarie

Pubblicazione delle nuove Direttive Comunitarie Pubblicazione delle nuove Direttive Comunitarie Milano, 21 Ottobre 2014 Ivan Furcas ivan.furcas@it.bureauveritas.com Nuovo quadro legislativo Pubblicazione L96 GUCE (Gazzetta Ufficiale Comunità Europea)

Dettagli

LA MARCATURA CE DEGLI AGGREGATI RICICLATI LA MARCATURA CE DEGLI AGGREGATI RICICLATI

LA MARCATURA CE DEGLI AGGREGATI RICICLATI LA MARCATURA CE DEGLI AGGREGATI RICICLATI LA MARCATURA CE DEGLI Ing. Antonio Bianco Direttore ABICert D.M. 14.01.2008 Capitolo 11 Contesto normativo nazionale I materiali e prodotti per uso strutturale devono essere: identificati univocamente

Dettagli

La MARCATURA CE per PORTE e CANCELLI industriali, commerciali e da garage

La MARCATURA CE per PORTE e CANCELLI industriali, commerciali e da garage La MARCATURA CE per PORTE e CANCELLI industriali, commerciali e da garage 28 Marzo 2009 1 Scopi ed obbiettivi di questo incontro tecnico Lo scopo principale è quello di fare chiarezza sugli aspetti relativi

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 28 giugno 2011 Disposizioni sull'uso e l'installazione dei dispositivi di ritenuta stradale.(gu n. 233 del 6-10-2011) IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE

Dettagli

STRUTTURE TRASPARENTI. Arch. Luca Berra LEZIONE DEL 15.04.2015

STRUTTURE TRASPARENTI. Arch. Luca Berra LEZIONE DEL 15.04.2015 STRUTTURE TRASPARENTI Arch. Luca Berra LEZIONE DEL 15.04.2015 1 NORMATIVA TECNICA NAZIONALE UNI EN 410:2000. Vetro per edilizia - Determinazione delle caratteristiche luminose e solari delle vetrate. UNI

Dettagli

La marcatura CE per le coperture in laterizio

La marcatura CE per le coperture in laterizio La marcatura CE per le coperture in laterizio Vengono presi in considerazione gli aspetti principali della normativa UNI EN 1304 in relazione a quanto previsto dalla marcatura CE dei prodotti in laterizio

Dettagli

LA MARCATURA CE DEI SERRAMENTI NOVITA, ADEGUAMENTI, OPPORTUNITA

LA MARCATURA CE DEI SERRAMENTI NOVITA, ADEGUAMENTI, OPPORTUNITA TREIA, 27 settembre 2013 SEMINARIO TECNICO-FORMATIVO Cliquer pour insérer un titre Arial corps 20 LA MARCATURA CE DEI SERRAMENTI NOVITA, ADEGUAMENTI, OPPORTUNITA Maurizio Mazzurana CONTENUTI Il panorama

Dettagli

DAL 2 FEBBRAIO 2010 EÄ OBBLIGATORIO APPLICARE IL MARCHIO A TUTTI I SERRAMENTI INSTALLATI NELLÄAREA DELLA COMUNITAÄ EUROPEA.

DAL 2 FEBBRAIO 2010 EÄ OBBLIGATORIO APPLICARE IL MARCHIO A TUTTI I SERRAMENTI INSTALLATI NELLÄAREA DELLA COMUNITAÄ EUROPEA. DAL 2 FEBBRAIO 2010 EÄ OBBLIGATORIO APPLICARE IL MARCHIO A TUTTI I SERRAMENTI INSTALLATI NELLÄAREA DELLA COMUNITAÄ EUROPEA. IL MARCHIO EÄ UN ATTESTATO DI CONFORMITAÄ A TUTELA DEL CLIENTE, CHE IDENTIFICA

Dettagli

Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare quando si utilizza una PLE

Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare quando si utilizza una PLE AMBIENTE LAVORO 15 Salone della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro BOLOGNA - QUARTIERE FIERISTICO 22-24 ottobre 2014 Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare

Dettagli

Marcatura CE per finestre e portefinestre

Marcatura CE per finestre e portefinestre Marcatura CE per finestre e portefinestre Linee guida e istruzioni operative per il serramentista Attenzione: il presente documento è elaborato sulla base di quanto previsto dall attuale stato di avanzamento

Dettagli

Passaporto delle prestazioni del prodotto Schüco Sistemi scorrevoli in alluminio

Passaporto delle prestazioni del prodotto Schüco Sistemi scorrevoli in alluminio Passaporto delle prestazioni del prodotto Schüco Sistemi scorrevoli in alluminio Secondo la EN 35- : 2006-03 MB00780_DE-00 Valido fino al 3.2.202 Riferimenti normativi EN 35- (2006-03) Finestre e porte

Dettagli

Facciate continue. Tarcisio Pastori Politecnico di Torino - 27 Marzo 2009 1

Facciate continue. Tarcisio Pastori Politecnico di Torino - 27 Marzo 2009 1 Facciate continue 1 Definizione di facciata continua o curtain wall. (Tratto dal recente documento, in fase di approntamento, UNCSAAL UX-60 Guida alla posa in opera delle facciate continue ). La facciata

Dettagli