D. Lgs. 81 del Coordinato con D. Lgs. 106/09

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "D. Lgs. 81 del Coordinato con D. Lgs. 106/09"

Transcript

1 Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia Dipartimento di Sanità Pubblica SERVIZI PREVENZIONE SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO D. Lgs. 81 del Coordinato con D. Lgs. 106/09 (S.O. n G.U. n. 101 del ) L IDONEITA AL LAVORO Dr.ssa Loredana Guidi SPSAL Reggio Emilia 1 IL PERCORSO DI OGGI: OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO, DEI LAVORATORI E DEL MEDICO COMPETENTE IN RELAZIONE ALLA SALUTE DEI LAVORATORI LA SORVEGLIANZA SANITARIA: QUANDO PREVISTA E QUANDO NO I GIUDIZI DI IDONEITÀ AL LAVORO ED I RELATIVI RICORSI IDONEITÀ PARTICOLARI: VERIFICA DI ASSENZA DI ALCOL E TOSSICODIPENDENZA, MINORI, DISABILI LAVORATORI AUTONOMI 2

2 OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO E DEL DIRIGENTE ART. 18 D. Lgs. 81/08 comma 1 IL DATORE DI LAVORO DEVE nominare il Medico Competente per l effettuazione della sorveglianza sanitaria nei casi previsti tenere conto delle capacità e delle condizioni degli stessi in rapporto alla loro salute e sicurezza inviare i lavoratori alla visita medica entro le scadenze previste dal programma di sorveglianza sanitaria richiedere al Medico Competente l osservanza degli obblighi previsti a suo carico vigilare affinchè i lavoratori per i quali vige l obbligo di sorveglianza sanitaria non siano adibiti alla mansione lavorativa specifica senza il prescritto giudizio di idoneità OBBLIGHI TUTTI SANZIONATI 3 OBBLIGHI DEI LAVORATORI ART. 20 D. Lgs. 81/08 OGNI LAVORATORE DEVE prendersi cura della propria salute e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro sottoporsi ai controlli sanitari previsti OBBLIGO SANZIONATO 4

3 OBBLIGHI DEL MEDICO COMPETENTE ART. 25 D. Lgs. 81/08 IL MEDICO COMPETENTE DEVE collaborare col datore di lavoro e con RSPP alla valutazione dei rischi tutelare la salute dei lavoratori favorire programmi volontari di promozione della salute effettuare la sorveglianza sanitaria ove prevista istituire, aggiornare e custodire, una cartella sanitaria e di rischio per ogni lavoratore sottoposto a sorveglianza sanitaria e concordare col datore di lavoro dove conservarla con salvaguardia del segreto professionale OBBLIGHI TUTTI SANZIONATI 5 OBBLIGHI DEL MEDICO COMPETENTE ART. 25 D. Lgs. 81/08 IL MEDICO COMPETENTE DEVE consegnare al lavoratore alla cessazione del suo incarico, o a richiesta dello stesso, copia della cartella sanitaria e di rischio, l originale va conservata, con la salvaguardia del segreto professionale da parte del datore di lavoro per almeno 10 anni Informare i lavoratori sul significato della sorveglianza sanitaria e sui risultati degli accertamenti effettuati Informare il datore di lavoro, RSPP ed RLS sui risultati anonimi collettivi della sorveglianza sanitaria Visitare gli ambienti di lavoro almeno una volta all anno OBBLIGHI TUTTI SANZIONATI 6

4 LA SORVEGLIANZA SANITARIA ART. 41 D. Lgs. 81/08 è effettuata dal Medico Competente nei casi previsti dalla normativa comprende: visita medica preventiva e preventiva in fase preassuntiva, periodica, richiesta dal lavoratore, per cambio di mansione, alla cessazione del rapporto di lavoro nei casi previsti, alla ripresa del lavoro per assenza per malattia o infortunio > 60 giorni non può essere effettuata per accertare stati di gravidanza e in altri casi vietati dalla normativa OBBLIGO SANZIONATO oltre alla VM può comprendere esami clinici, biologici e diagnostici mirati al rischio e ritenuti necessari dal Medico Competente, tutto a spese del Datore di Lavoro 7 LA SORVEGLIANZA SANITARIA ART. 41 D. Lgs. 81/08 le visite mediche, nei casi ed alle condizioni previste dalla normativa, ad eccezione di quelle richieste dal lavoratore, sono finalizzate alla verifica di assenza di alcol dipendenza e di tossicodipendenza gli esiti della visita medica devono essere allegati alla cartella sanitaria OBBLIGO SANZIONATO il Medico Competente esprime il giudizio per iscritto relativo alla mansione specifica del lavoratore: IDONEITA, IDONEITA PARZIALE, TEMPORANEA O PERMANENTE, CON PRESCRIZIONI O LIMITAZIONI, INIDONEITA TEMPORANEA INIDONEITA PERMANENTE e consegna copia al Lavoratore ed al Datore di Lavoro OBBLIGO SANZIONATO 8

5 LA SORVEGLIANZA SANITARIA ART. 41 D. Lgs. 81/08 devono essere precisati i limiti temporali di validità nel caso dell inidoneità temporanea avverso tutti i giudizi del Medico Competente è ammesso ricorso, entro 30 giorni all Organo di Vigilanza competente che ne disporrà la conferma, la modifica o la revoca 9 ATTENZIONE! La Sorveglianza Sanitaria è effettuata dal Medico Competente nei casi previsti dalla normativa non può essere effettuata nei casi vietati dalla normativa SE NON SONO PRESENTI RISCHI DI ESPOSIZIONE PROFESSIONALE LA NOMINA DEL MEDICO COMPETENTE NON E UN OBBLIGO DI LEGGE E LA SORVEGLIANZA SANITARIA NON E PREVISTA DALLA NORMATIVA; OCCORRE FARE ATTENZIONE A NON LEDERE IL DIRITTO DEL LAVORATORE SANCITO DALL ART. 5 COMMA 1 DELLA LEGGE 300/70 PER CUI: Sono vietati accertamenti da parte del datore di lavoro sulla idoneità e sulla infermità per malattia o infortunio del lavoratore dipendente. 10

6 ATTENZIONE! Non essendo i lavoratori esposti a rischi non necessitano neppure di sorveglianza sanitaria né di emissione di giudizio di idoneità SE I LAVORATORI PRESENTANO MALATTIE PER LE QUALI PUR UN LAVORO PRIVO DI RISCHI RISULTA COMUNQUE INCOMPATIBILE CON IL PROPRIO STATO DI SALUTE IN QUESTO CASO SI PUO APPLICARE QUANTO SANCITO DALL ART. 5 COMMA 3 DELLA LEGGE 300/70 PER CUI: Il datore di lavoro ha facoltà di far controllare la idoneità fisica del lavoratore da parte di enti pubblici ed istituti specializzati di diritto pubblico. 11 ATTENZIONE! il Datore di Lavoro, nel dubbio che il lavoratore possa svolgere il suo compito, in assenza di rischi di esposizione professionali, non essendo previsto il Medico Competente POTRÀ RICHIEDERE UNA VISITA DI IDONEITÀ ALLA COMMISSIONE MEDICA DELL AUSL COMPETENTE PER TERRITORIO CHE VISITERÀ IN COLLEGIO MEDICO IL LAVORATORE ED ESPRIMERÀ UN GIUDIZIO DI IDONEITÀ GENERICA Per quanto riguarda il personale della scuola, in mancanza di Medico Competente in quanto non sussistono rischi GLI ACCERTAMENTI SANITARI DEBBONO ESSERE EFFETTUATI DALLA COMMISSIONE MEDICA PROVINCIALE DI VERIFICA. 12

7 I GIUDIZI DI IDONEITA sono obbligatori dopo accertamenti sanitari specifici per la mansione del Lavoratore espressi chiaramente e comprensibili sia per il Lavoratore che per il Datore di Lavoro nel caso di temporaneità del giudizio devono esserne espressi i limiti consegnati tempestivamente sia al Lavoratore che al Datore di Lavoro il Lavoratore e il Datore di Lavoro devono essere informati della possibilita di effettuare ricorso avverso il giudizio il Lavoratore esposto a un rischio professionale NON può lavorare senza il giudizio di idoneità il Datore di Lavoro deve vigilare affinche il giudizio del Medico Competente sia applicato cosi come espresso 13 RICORSO AVVERSO IL GIUDIZIO DI IDONEITA puo essere inoltrato sia dal Lavoratore che dal Datore di Lavoro entro e non oltre 30 giorni dalla data di ricevimento inoltrato al Collegio Medico Legale provinciale (Medicina Legale AUSL RE) o al SPSAL territorialmente competente ove ha sede l azienda il lavoratore sara convocato a visita medica dal Collegio Medico potra essere effettuato sopralluogo ispettivo in azienda il Collegio Medico esprimerà giudizio che potra confermare, modificare, revocare quello formulato dal Medico Competente Il giudizio espresso dal Collegio Medico ha validita fino a nuova visita del Lavoratore da parte del Medico Competente secondo il protocollo sanitario stabilito per quel Lavoratore 14

8 IDONEITA PARTICOLARI: VERIFICA DI ASSENZA DI ALCOLDIPENDENZA LEGGE QUADRO IN MATERIA DI ALCOL E DI PROBLEMI ALCOLCORRELATI N. 125 / 30 MARZO 2001 ART DISPOSIZIONI PER LA SICUREZZA SUL LAVORO nelle lavorazioni che comportano un elevato rischio di Infortuni è fatto divieto di assunzione e di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche SANZIONATO i controlli alcolimetrici nei luoghi di lavoro possono essere effettuati esclusivamente dal Medico Competente o dai Medici dei Servizi (AUSL) in attività di vigilanza. ASSUNZIONE: destinatario del divieto è il Lavoratore SOMMINISTRAZIONE: dest. del divieto è il Datore di Lavoro 15 IDONEITA PARTICOLARI: VERIFICA DI ASSENZA DI ALCOLDIPENDENZA ACCORDO STATO REGIONI PROVVEDIMENTO 16/03/06 (principali attività lavorative/mansioni per le quali vige il divieto) Settore trasporti (patente B, C, D, E, guida di treni ) Conducenti, conduttori, manovratori di app. di sollevamento Manutenzione degli ascensori Guida di macchine movimentazione terra e merci (carrellisti) Mansioni che richiedono il porto d armi Mansioni sanitarie (medici, infermieri) e sociali Addetti ai comparti dell edilizia Attività di insegnamento e dell educazione e cura dell infanzia Mansioni che si svolgono nelle fonderie, in cave e miniere Addetti a esplosivi e infiammabili e settore idrocarburi Attività in quota oltre i 2 m di altezza 16

9 IDONEITA PARTICOLARI: VERIFICA DI ASSENZA DI ALCOLDIPENDENZA D. LGS. 81/08 le visite mediche, NEI CASI ed ALLE CONDIZIONI previste dalla normativa, ad eccezione di quelle richieste dal lavoratore,sono finalizzate alla verifica di assenza di alcol Dipendenza e di tossicodipendenza Si ritiene che: i CASI previsti dall ordinamento coincidano con le lavorazioni incluse nell Accordo Stato- Regioni del 16/03/06 le CONDIZIONI siano che la verifica dell assenza di alcol dipendenza avvenga nei confronti dei lavoratori già sottoposti per altri motivi a sorveglianza sanitaria 17 IDONEITA PARTICOLARI: VERIFICA DI ASSENZA DI ALCOLDIPENDENZA ORIENTAMENTI REGIONALI PER MEDICI COMPETENTI IN TEMA DI PREVENZIONE, DIAGNOSI E CURA DELL ALCOL DIPENDENZA NOVEMBRE 2009 In presenza di mansione lavorativa inclusa nella lista dell Accordo, in assenza di rischi lavorativi che prevedano per legge l attivazione della sorveglianza sanitaria, non rappresenta di per sé una condizione sufficiente per sottoporre il Lavoratore ad accertamenti sanitari In questi casi, il Datore di Lavoro potrà richiedere, se necessario, la verifica delle condizioni di alcol dipendenza alla commissione medico-legale dell AUSL ai sensi dell art. 5 L. 300/70. 18

10 IDONEITA PARTICOLARI: VERIFICA DI ASSENZA DI ALCOLDIPENDENZA Su segnalazione del Datore di Lavoro di fatti o evidenze (es. alterazioni comportamentali, alito alcolico) inquadrabili come situazioni di potenziale pericolo per i lavoratori stessi o per i terzi, se la lavorazione è compresa nell allegato dell accordo Stato-Regioni del 16 Marzo 2006 il Medico Competente potrà effettuare: un controllo alcolimetrico per verifica ed analisi dello stato in corso utilizzare etilometro la visita medica, secondo il percorso indicato dagli ORIENTAMENTI REGIONALI inserendo l'accertamento nella sorveglianza sanitaria periodica già in essere al fine di verificare l'idoneità alla mansione 19 IDONEITA PARTICOLARI: VERIFICA DI ASSENZA DI ALCOLDIPENDENZA In caso di positività all abuso cronico il Medico Competente formulerà un giudizio di NON IDONEITÀ TEMPORANEA con SPOSTAMENTO VERSO MANSIONI ALTERNATIVE se possibile, proponendo al Lavoratore l invio al CENTRO ALCOLOGICO (SERT AUSL) per consulenza specialistica alcologica ed eventuale riabilitazione documentando l avvio del percorso terapeutico e lo stato di astinenza sufficientemente lungo RIAMMISSIONE ALLA MANSIONE SENZA LIMITAZIONI 20

11 IDONEITA PARTICOLARI: VERIFICA DI ASSENZA DI TOSSICODIPENDENZA TESTO UNICO DELLE LEGGI IN MATERIA DI DISCIPLINA DEGLI STUPEFACENTI E SOSTANZE PSICOTROPE D.P.R. 309/90 ART. 125 Gli appartenenti alle categorie di lavoratori destinati a mansioni che comportano rischi per la sicurezza, la incolumità e la salute dei terzi, individuate con decreto SONO SOTTOPOSTI, a cura di strutture pubbliche.. e a spese del datore di lavoro, ad accertamento di assenza di tossicodipendenza prima dell'assunzione in servizio e, successivamente, ad accertamenti periodici 21 IDONEITA PARTICOLARI: VERIFICA DI ASSENZA DI TOSSICODIPENDENZA INTESA STATO-REGIONI DEL 30/10/2007 ART. 1 Le mansioni che comportano rischi per la sicurezza, l incolumita e la Salute proprie e di terzi, anche in riferimento ad un assunzione solo sporadica di sostanze stupefacenti, sono, oltre a quelle inerenti attivita di trasporto, anche quelle individuate nell ALLEGATO I. Per tali mansioni è OBBLIGATORIA LA SORVEGLIANZA SANITARIA ART. 3 Gli accertamenti sanitari comprendono: visita medica ed esami complementari tossicologici di laboratorio 22

12 IDONEITA PARTICOLARI: VERIFICA DI ASSENZA DI TOSSICODIPENDENZA INTESA STATO-REGIONI DEL 30/10/2007 Mansioni che comportano rischi per la sicurezza, incolumità e la Salute proprie e di terzi anche in riferimento ad assunzione solo sporadica di sostanze (alcune ) - conducenti di veicoli stradali con patente di guida C, D, E - guida di taxi o di veicoli in servizio di noleggio - guida di veicoli che trasportano merci pericolose su strada - circolazione e sicurezza delle ferrovie autolinee e funicolari - apparecchi di sollevamento, esclusi i carri ponte con pulsantiera a terra - addetti alla guida di macchine di movimentazione terra e merci - impiego di gas tossici - fabbricazione e uso di fuochi di artificio e mine - direzione tecnica e conduzione di impianti nucleari 23 IDONEITA PARTICOLARI: VERIFICA DI ASSENZA DI TOSSICODIPENDENZA MODALITÀ DI ESECUZIONE ACCERTAMENTI SANITARI Visita medica pre-affidamento della mansione periodico per ragionevole dubbio dopo un incidente di follow up (monitoraggio cautelativo) al rientro al lavoro, nella mansione a rischio, dopo periodo di sospensione dovuto a precedente esito positivo Esami di laboratorio di primo livello Procedure di secondo livello da parte del SERT 24

13 IDONEITA PARTICOLARI: VERIFICA DI ASSENZA DI TOSSICODIPENDENZA In caso di negativita' agli accertamenti di primo livello, il Medico Competente esprime giudizio di idoneità allo svolgimento della mansione In caso di positivita' agli accertamenti di primo livello: il lavoratore viene giudicato temporaneamente non doneo alla mansione il Datore di Lavoro sospendererà temporaneamente il Lavoratore dallo svolgimento della mansione a rischio il Lavoratore potrà richiedere una revisione del risultato entro i 10 giorni dalla comunicazione dell'esito il Lavoratore verrà inviato al SERT per l'effettuazione degli ulteriori approfondimenti diagnostici di secondo livello 25 IDONEITA PARTICOLARI: VERIFICA DI ASSENZA DI TOSSICODIPENDENZA Se il SERT certifica per il Lavoratore l'assenza di tossicodipendenza, anche se risultato positivo agli accertamenti di primo livello, prima di essere riammesso a svolgere la mansione a rischio, potra' essere sottoposto a periodo di osservazione da parte del Medico Competente per almeno 6 mesi Se il SERT certifica tossicodipendenza, tale periodo di osservazione iniziera' al termine della riabilitazione dichiarata e certificata dal SERT come remissione completa 26

14 IDONEITA PARTICOLARI:MINORI L'età minima per l'ammissione al lavoro e' 15 anni. E' vietato adibire gli adolescenti a lavorazioni indicate nell'allegato I del D. L.vo 345/99 tranne che per motivi didattici o di formazione professionale (deroga), solo per il tempo necessario alla formazione stessa sotto la sorveglianza di formatori competenti anche in materia di prevenzione e di protezione, sicurezza e salute. I minori esposti con deroga a rischi professionali rientrano negli accertamenti sanitari preventivi e periodici relativi a quei rischi specifici ed il Medico Competente emetterà un giudizio di idoneità alla mansione specifica. 27 IDONEITA PARTICOLARI: DISABILI I Datori di Lavoro pubblici e privati sono tenuti ad occupare Lavoratori disabili: un Lavoratore, se occupano da 15 a 35 dipendenti; due Lavoratori, se occupano da 36 a 50 dipendenti; sette per cento dei Lavoratori occupati, se occupano più di 50 dipendenti. I Lavoratori disabili se esposti a rischi lavorativi devono essere sottoposti a sorveglianza sanitaria da parte del Medico Competente come tutti gli altri Lavoratori e necessitano di giudizio di idoneità alla mansione specifica 28

15 IDONEITA PARTICOLARI: DISABILI RICORSO AI SENSI DELL ART. 10 LEGGE 68/99 Nel caso di aggravamento delle condizioni di salute o di significative variazioni dell'organizzazione del lavoro (anche se mansione non a rischio) il Lavoratore disabile o il Datore di lavoro possono richiedere che venga accertata dalla Commissione Medica specifica per la L.68/99 la compatibilità delle mansioni affidate con lo stato di salute, ed accertare se il Lavoratore possa continuare ad essere utilizzato in quella mansione. Il Lavoratore disabile sarà convocato a visita medica dalla Commissione Medica dell AUSL, ed è previsto sopralluogo in azienda. Verrà formulata una nuova diagnosi funzionale con le stesse o con nuove limitazioni delle capacità lavorative per il lavoratore disabile 29 IDONEITA PARTICOLARI: COMPONENTI IMPRESA FAMILIARE, LAVORATORI AUTONOMI, COLTIVATORI DIRETTI, I SOCI DELLE SOCIETA SEMPLICI DEL SETTORE AGRICOLO, GLI ARTIGIANI E I PICCOLI COMMERCIANTI Relativamente ai rischi dell attivita svolta e con oneri a Proprio carico POSSONO beneficiare della sorveglianza Sanitaria. Nel caso decidano di essere sottoposti a sorveglianza sanitaria devono nominare un Medico Competente e seguire l iter come per tutti i lavoratori esposti a rischi professionali. 30

ALCOL: riferimenti normativi, orientamenti regionali, esperienze ed azioni dei SPSAL

ALCOL: riferimenti normativi, orientamenti regionali, esperienze ed azioni dei SPSAL Cosa può fare il Medico Competente per gestire i Lavoratori con stili di vita dannosi alla salute? ALCOL: riferimenti normativi, orientamenti regionali, esperienze ed azioni dei SPSAL Dr.ssa Loredana Guidi

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALL APPLICAZIONE DELLE PROCEDURE PER ACCERTARE L ASSENZA DI TOSSICODIPENDENZA

INDICAZIONI OPERATIVE ALL APPLICAZIONE DELLE PROCEDURE PER ACCERTARE L ASSENZA DI TOSSICODIPENDENZA INDICAZIONI OPERATIVE ALL APPLICAZIONE DELLE PROCEDURE PER ACCERTARE L ASSENZA DI TOSSICODIPENDENZA Giunta Regionale Direzione Generale Sanità 22.01.2009 Nota H1.2009.0002333 Richiami normativi: Il Provvedimento

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILI ED ADDETTI AL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE AI SENSI DEL D. LGS. N 81/2008

CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILI ED ADDETTI AL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE AI SENSI DEL D. LGS. N 81/2008 CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILI ED ADDETTI AL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE AI SENSI DEL D. LGS. N 81/2008 Accordo Stato Regioni del 26 gennaio 2006 Modulo A4 Sorveglianza Sanitaria in collaborazione

Dettagli

Tossicodipendenza e alcool. snam.it

Tossicodipendenza e alcool. snam.it e alcool snam.it VERIFICA DI ASSENZA DI CONDIZIONI DI ASSUNZIONE DI SOSTANZE PSICOTROPE E STUPEFACENTI 2 D.L.gs. 81/2008 Art. 41. Sorveglianza sanitaria 1. La sorveglianza sanitaria é effettuata dal medico

Dettagli

La sorveglianza sanitaria: cosa dice la norma, cosa succede nella applicazione concreta.

La sorveglianza sanitaria: cosa dice la norma, cosa succede nella applicazione concreta. Dott.ssa T. Vai Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro - ASL Milano La sorveglianza sanitaria: cosa dice la norma, cosa succede nella applicazione concreta. Assemblea Regionale RLS FILCAMS Milano

Dettagli

Tossicodipendenza e lavoro

Tossicodipendenza e lavoro Tossicodipendenza e lavoro Dott. Giorgio SERAFINI Direttore S.Pre.S.A.L. A.S.L. TO3 Art. 125 del D.P.R. 309/1990 Prevede l adozione di un Decreto volto ad individuare le mansioni che comportano rischi

Dettagli

D. Lgs. 81 del

D. Lgs. 81 del Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia Dipartimento di Sanità Pubblica SERVIZI PREVENZIONE SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO D. Lgs. 81 del 9.4.2008 TITOLO I - Sezione V SORVEGLIANZA SANITARIA TUTELA

Dettagli

Sorveglianza Sanitaria

Sorveglianza Sanitaria Sorveglianza Sanitaria Art. 41 1. La sorveglianza sanitaria è effettuata dal medico competente: a) nei casi previsti dalla normativa vigente, dalle indicazioni fornite dalla Commissione consultiva di cui

Dettagli

Compiti e responsabilità del Medico Competente

Compiti e responsabilità del Medico Competente Compiti e responsabilità del Medico Competente Azienda Ospedaliero Universitaria di Sassari U.O. di Medicina del Lavoro Prof. Francesco Mocci sommario Breve storia del m.c. nella nostra Azienda Ruolo e

Dettagli

Sorveglianza sanitaria

Sorveglianza sanitaria Sorveglianza sanitaria Gli accertamenti sanitari: quando devono essere effettuati chi deve essere sottoposto a tali accertamenti cosa sono e a cosa servono quale medico li effettua Compiti del medico competente

Dettagli

CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI MEDICO COMPETENTE PER

CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI MEDICO COMPETENTE PER CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI MEDICO COMPETENTE PER L ESERCIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA Presso l Accademia di Francia a Roma Villa Medici TRA L Accademia di Francia a Roma Villa Medici,

Dettagli

D. LGS 81/2008. Sorveglianza sanitaria

D. LGS 81/2008. Sorveglianza sanitaria D. LGS 81/2008 LA PREVENZIONE SANITARIA IL RUOLO DEL MEDICO COMPETENTE Sorveglianza sanitaria Nelle aziende ove i fattori di rischio lo richiedano, viene nominato il cosiddetto medico competente che effettua

Dettagli

ALCOL STUPEFACENTI E LAVORO: IL PUNTO DI VISTA DEL SERVIZIO PSAL

ALCOL STUPEFACENTI E LAVORO: IL PUNTO DI VISTA DEL SERVIZIO PSAL ALCOL STUPEFACENTI E LAVORO: IL PUNTO DI VISTA DEL SERVIZIO PSAL Milano, 27 novembre 2012 ALCOL E LAVORO Diversi riferimenti: Legge 30 marzo 2001, n 125- legge quadro in materia di alcol e problemi alcolcorrelati,

Dettagli

Alcol e lavoro: un indagine conoscitiva Benedetta Persechino

Alcol e lavoro: un indagine conoscitiva Benedetta Persechino Alcol e lavoro: un indagine conoscitiva Benedetta Persechino Convegno Analisi dei rischi e degli infortuni lavorativi per lo sviluppo di strumenti ed azioni finalizzati al miglioramento delle condizioni

Dettagli

Lavoratore. Datore di lavoro. Dirigente. Preposto

Lavoratore. Datore di lavoro. Dirigente. Preposto Lavoratore persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un'attività lavorativa nell'ambito dell'organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione,

Dettagli

LA SORVEGLIANZA SANITARIA

LA SORVEGLIANZA SANITARIA LA SORVEGLIANZA SANITARIA Legenda Le modifiche sono scritte in rosso con sfondo giallo D.lgs. 81/08 e s.m.i. Con un * vengono segnalate le sanzioni amministrative Con due ** vengono segnalate le sanzioni

Dettagli

IL MEDICO COMPETENTE AZIENDALE

IL MEDICO COMPETENTE AZIENDALE Seminario di approfondimento per RLS FIOM CGIL Brescia, 28 novembre 2014 A cura del Servizio Ambiente e Sicurezza della FIOM-CGIL di Brescia LA TUTELA DELLA SALUTE DEI LAVORATORI E DELLE LAVORATRICI IL

Dettagli

Sostanze Psicoattive e Lavoro

Sostanze Psicoattive e Lavoro REGIONE PIEMONTE AZIENDA SANITARIA LOCALE NO - NOVARA Dipartimento di Prevenzione S.Pre.S.A.L. Direttore: Dott. Biagio Calò Sostanze Psicoattive e Lavoro Il punto di vista dell Organo di Vigilanza locale

Dettagli

Sorveglianza Sanitaria e Medico Competente

Sorveglianza Sanitaria e Medico Competente Sorveglianza Sanitaria e Medico Competente IL MEDICO COMPETENTE Art.2 comma 2 lettera h del D. Lgs. 81/08 in possesso Titolo di CORSO uno dei titoli e dei requisiti formativi e professionali (art.38) collabora

Dettagli

La cassetta degli attrezzi del RLS: 2- il ruolo del RLS nella sorveglianza sanitaria

La cassetta degli attrezzi del RLS: 2- il ruolo del RLS nella sorveglianza sanitaria La cassetta degli attrezzi del RLS: 2- il ruolo del RLS nella sorveglianza sanitaria Dove la collochiamo nel processo di prevenzione? Valutazione dei rischi Verifica e riprogettazione Pianificazione delle

Dettagli

QUADRO NORMATIVO DPR 309/90: Testo Unico disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope ART. 124: : i lavoratori che si vogliono disintossicare h

QUADRO NORMATIVO DPR 309/90: Testo Unico disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope ART. 124: : i lavoratori che si vogliono disintossicare h PIANO MIRATO DI PREVENZIONE CONTROLLI SULL USO DI SOSTANZE STUPEFACENTI DA PARTE DI SPECIFICHE CATEGORIE DI LAVORATORI Dr.ssa P. Grignaschi PSAL - ASL Monza Brianza QUADRO NORMATIVO DPR 309/90: Testo Unico

Dettagli

Sorveglianza sanitaria obbligatoria

Sorveglianza sanitaria obbligatoria Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole Sorveglianza sanitaria a scuola 5.1a CORSO DI FORMAZIONE PER DIRIGENTI SCOLASTICI E PER DIRETTORI DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI Sorveglianza

Dettagli

L ATTIVITÀ DEL MEDICO COMPETENTE ALLA LUCE DEL D.LGS.81/08 TESTO UNICO IN E DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO

L ATTIVITÀ DEL MEDICO COMPETENTE ALLA LUCE DEL D.LGS.81/08 TESTO UNICO IN E DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO L ATTIVITÀ DEL MEDICO COMPETENTE ALLA LUCE DEL D.LGS.81/08 TESTO UNICO IN MATERIA DI TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO AMBITI OPERATIVI Art.25 del D.Lgs.81/08 COLLABORAZIONE E

Dettagli

Accertamenti sanitari di assenza di tossicodipendenza in ambito lavorativo. Normative ed esperienza SERT.. quadriennio 2009/2012

Accertamenti sanitari di assenza di tossicodipendenza in ambito lavorativo. Normative ed esperienza SERT.. quadriennio 2009/2012 Accertamenti sanitari di assenza di tossicodipendenza in ambito lavorativo. Normative ed esperienza SERT.. quadriennio 29/212 Milano, 27/11/212 Intervento a cura di: Claudio Nicolai Alcol, stupefacenti

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE Europa Unita

LICEO SCIENTIFICO STATALE Europa Unita Prot. n. 1198/C14 Porto Torres, 20/04/2011 Codice identificativo gara n 2170760 Impegno n Registro contratti CONVENZIONE PER Conferimento dell incarico per lo svolgimento dei compiti e delle funzioni di

Dettagli

ALCOOL E DROGHE ABUSO ASSUNZIONE ACUTA DIPENDENZA ASSUNZIONE CRONICA

ALCOOL E DROGHE ABUSO ASSUNZIONE ACUTA DIPENDENZA ASSUNZIONE CRONICA ALCOOL E DROGHE ABUSO ASSUNZIONE ACUTA DIPENDENZA ASSUNZIONE CRONICA L ALCOOL L alcool etilico è una sostanza con proprietà psicoattive. Essa si trova a concentrazioni differenti in diversi tipi di bevande.

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA ATTO DIRIGENZIALE DI NOMINA

PROVINCIA DI SAVONA ATTO DIRIGENZIALE DI NOMINA PROVINCIA DI SAVONA ATTO DIRIGENZIALE DI NOMINA CLASSIFICA 006.001.001 FASCICOLO 1/2013 OGGETTO: NOMINA DEL MEDICO COMPETENTE AI SENSI DELL'ARTICOLO 18, COMMA 1, LETTERA A), DEL DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE

Dettagli

LAVORATORE... sesso M F LUOGO E DATA DI NASCITA... Domicilio (Comune e Prov.)... Via... Tel... Medico curante Dott... Via... Tel...

LAVORATORE... sesso M F LUOGO E DATA DI NASCITA... Domicilio (Comune e Prov.)... Via... Tel... Medico curante Dott... Via... Tel... CARTELLA SANITARIA E DI RISCHIO ALLEGATO 3A CARTELLA SANITARIA E DI RISCHIO LAVORATORE... sesso M F LUOGO E DATA DI NASCITA... Codice fiscale Domicilio (Comune e Prov.)... Via... Tel... Medico curante

Dettagli

D.Lgs. 81/08 TESTO UNICO PER LA SICUREZZA MEDICO COMPETENTE TITOLI REQUISITI NOMINA MODALITA DI ESERCIZIO OBBLIGHI COMPITI

D.Lgs. 81/08 TESTO UNICO PER LA SICUREZZA MEDICO COMPETENTE TITOLI REQUISITI NOMINA MODALITA DI ESERCIZIO OBBLIGHI COMPITI C P R P D.Lgs. 81/08 TESTO UNICO PER LA SICUREZZA MEDICO COMPETENTE TITOLI REQUISITI NOMINA MODALITA DI ESERCIZIO OBBLIGHI COMPITI Ai sensi dell art. 2, comma 2, lett. h) del D.Lgs. 81/08 (TESTO UNICO

Dettagli

L alcol, il lavoro e la guida

L alcol, il lavoro e la guida L alcol, il lavoro e la guida Rischi e prevenzione L alcool è una sostanza tossica, potenzialmente cancerogena, con una elevata capacità di indurre dipendenza L Organizzazione Internazionale per il Lavoro

Dettagli

Certificazione sanitaria per il conseguimento e rinnovo della patente di abilitazione all impiego dei gas tossici.

Certificazione sanitaria per il conseguimento e rinnovo della patente di abilitazione all impiego dei gas tossici. Protocollo d intesa tra SPISAL e Distretti Sanitari dell ULSS 20 di Verona. Certificazione sanitaria per il conseguimento e rinnovo della patente di abilitazione all impiego dei gas tossici. Verona, 19.05

Dettagli

PREVENZIONE DEI RISCHI DA ALCOL E DROGHE NEI GIOVANI LAVORATORI

PREVENZIONE DEI RISCHI DA ALCOL E DROGHE NEI GIOVANI LAVORATORI PREVENZIONE DEI RISCHI DA ALCOL E DROGHE NEI GIOVANI LAVORATORI S.P.I.S.A.L. AZ. ULSS 19 DI ADRIA INCONTRO DEL 28 DICEMBRE 2015 La normativa vigente Alcol e lavoro Normativa di riferimento: Legge 30 marzo

Dettagli

I MANSIONI CHE COMPORTANO PARTICOLARI RISCHI PER LA SICUREZZA, L'INCOLUMITA' E LA SALUTE DEI TERZI

I MANSIONI CHE COMPORTANO PARTICOLARI RISCHI PER LA SICUREZZA, L'INCOLUMITA' E LA SALUTE DEI TERZI D.P.R. 309 / 1990 Testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza. Testo coordinato

Dettagli

La sorveglianza sanitaria nel nuovo Testo Unico

La sorveglianza sanitaria nel nuovo Testo Unico La sorveglianza sanitaria nel nuovo Testo Unico A.O. G Salvini Ospedale di Garbagnate M.se. Unità Operativa Ospedaliera di Medicina del Lavoro Responsabile: Dott.G. Tangredi Medico Competente - Definizione

Dettagli

IL DLgs 81/08: QUALI OBBLIGHI? leo morisi

IL DLgs 81/08: QUALI OBBLIGHI? leo morisi IL DLgs 81/08: QUALI OBBLIGHI? leo morisi 1 Struttura Il DLgs 81/08 è composto da 305 articoli, 51 allegati + di 20 decreti o linee guida o regolamenti delegati Abroga: Il DPR 547/55 Il DPR 164/56 Il DPR

Dettagli

LA COLLABORAZIONE DEL MEDICO COMPETENTE ALLA VALUTAZIONE DEI RISCHI E ALLA PREVENZIONE IN EDILIZIA

LA COLLABORAZIONE DEL MEDICO COMPETENTE ALLA VALUTAZIONE DEI RISCHI E ALLA PREVENZIONE IN EDILIZIA LA COLLABORAZIONE DEL MEDICO COMPETENTE ALLA VALUTAZIONE DEI RISCHI E ALLA PREVENZIONE IN EDILIZIA 1 Decreto Legislativo n. 81/ 08 Art. 39 Svolgimento dell'attività di medico competente 1. L'attività di

Dettagli

PREVENZIONE E SOGGETTI COINVOLTI: LA SORVEGLIANZA SANITARIA. Assistente Sanitaria dr.ssa R. Coden

PREVENZIONE E SOGGETTI COINVOLTI: LA SORVEGLIANZA SANITARIA. Assistente Sanitaria dr.ssa R. Coden PREVENZIONE E SOGGETTI COINVOLTI: LA SORVEGLIANZA SANITARIA Assistente Sanitaria dr.ssa R. Coden SOGGETTI COINVOLTI DATORE DI LAVORO DIRIGENTI PREPOSTI R.S.P.P. Medico Competente LAVORATORI R.L.S. Obblighi

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica BANDO PER CONFERIMENTO DI INCARICO PER IL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE (M.C.) E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D.LGS. DEL 9/04/2008 N.81 IL PRESIDENTE DELL ISTUTO A.F.A.M. CONSERVATORIO DI MUSICA

Dettagli

Azione Pegaso 2015. Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza

Azione Pegaso 2015. Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Sorveglianza sanitaria a scuola Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza SORVEGLIANZA SANITARIA DS e sorveglianza sanitaria 1 2 3 4 5 6 7 8 Individua i rischi che comportano

Dettagli

Procedura Direzione Strategica. Accertamento dell idoneità psico-fisica dei dipendenti dell Azienda USL della Valle d Aosta. Stato delle revisioni

Procedura Direzione Strategica. Accertamento dell idoneità psico-fisica dei dipendenti dell Azienda USL della Valle d Aosta. Stato delle revisioni Pagina 1 di 8 Indice rev. Data Par. n Pag. n Stato delle revisioni Sintesi della modifica 0 12/06/09 Prima emissione Redazione Vd. gruppo di lavoro in calce 1. Oggetto e scopo La presente procedura ha

Dettagli

Città di Avezzano. (L Aquila)

Città di Avezzano. (L Aquila) Avezzano, lì 15.12.2014 Prot. n. 0005746/14 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO EX ART. 125 COMMA 11 D. LGS. N. 163/2006 PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA GARA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE,DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE,DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Prot. n. 5339/A14 Sorso, 30 settembre 2014 Ai Medici del Lavoro del Territorio Interessati All Albo Pretorio OGGETTO: Richiesta preventivo consulenza e collaborazione medico competente Si richiede, con

Dettagli

«Problematiche legate all uso di alcol e droghe»

«Problematiche legate all uso di alcol e droghe» «Problematiche legate all uso di alcol e droghe» Accertamenti sanitari di assenza di tossicodipendenza in ambito lavorativo. Procedure ed esperienza SERT 2009/2014 Claudio Nicolai - Roberto Giacchino Milano,

Dettagli

Affidamento, per un periodo di anni 2, dell incarico di Medico Competente dell ARPAS (CIG 6151279403)

Affidamento, per un periodo di anni 2, dell incarico di Medico Competente dell ARPAS (CIG 6151279403) REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AGENTZIA REGIONALE PRO S AMPARU DE S AMBIENTE DE SARDIGNA AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA Direzione Generale

Dettagli

Sorveglianza Sanitaria. per la salute e sicurezza sul lavoro

Sorveglianza Sanitaria. per la salute e sicurezza sul lavoro Sorveglianza Sanitaria per la salute e sicurezza sul lavoro Introduzione Sorveglianza Sanitaria Csm Care affianca le aziende clienti nello svolgimento degli adempimenti previsti dalle leggi su sicurezza

Dettagli

Avendo più di 65 anni d'età posso essere esonerato dai turni di guardia notturni?

Avendo più di 65 anni d'età posso essere esonerato dai turni di guardia notturni? 1 OGGETTO ETÀ ED ESONERO DAI TURNI DI GUARDIA NOTTURNA QUESITO (posto in data 4 dicembre 2015) Avendo più di 65 anni d'età posso essere esonerato dai turni di guardia notturni? RISPOSTA (inviata in data

Dettagli

LA SORVEGLIANZA SANITARIA. A cura di: Danilo Monarca

LA SORVEGLIANZA SANITARIA. A cura di: Danilo Monarca CORSO RESPONSABILI DEI SERVIZI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e dell Accordo tra Stato e Regioni 26 gennaio 2006 LA SORVEGLIANZA SANITARIA A cura di: Danilo Monarca La sorveglianza

Dettagli

Allegato 3. DESCRIZIONE ATTIVITA PREVISTE NEL SERVIZIO 1) dall art. 25 del D. Lgs. n 81/2008 obblighi del medico competente e precisamente:

Allegato 3. DESCRIZIONE ATTIVITA PREVISTE NEL SERVIZIO 1) dall art. 25 del D. Lgs. n 81/2008 obblighi del medico competente e precisamente: Allegato 3 CIG: Z36125444D CAPITOLATO PER L'AFFIDAMENTO DELL'INCARICO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA (come da art. 2, comma 1, lett. h) e m) Art. 18, comma 1, lettera a) - art. 29, comma

Dettagli

il testo unico dlgs 81/08: le novità per il medico competente Servizio di Medicina Occupazionale H San Raffaele Resnati

il testo unico dlgs 81/08: le novità per il medico competente Servizio di Medicina Occupazionale H San Raffaele Resnati il testo unico dlgs 81/08: le novità per il medico competente Servizio di Medicina Occupazionale H San Raffaele Resnati Il nuovo testo unico, dlgs 81/08, nelle sue finalità di miglioramento della tutela

Dettagli

MOZIONE ai sensi dell articolo 18, comma 4, dello Statuto e dell articolo 102 del Regolamento interno

MOZIONE ai sensi dell articolo 18, comma 4, dello Statuto e dell articolo 102 del Regolamento interno Al Presidente del Consiglio regionale del Piemonte MOZIONE ai sensi dell articolo 18, comma 4, dello Statuto e dell articolo 102 del Regolamento interno trattazione in Aula trattazione in Commissione OGGETTO:

Dettagli

Città di Minerbio Provincia di Bologna

Città di Minerbio Provincia di Bologna Città di Minerbio Provincia di Bologna 2 SETTORE PIANIFICAZIONE GESTIONE E SVILUPPO DEL TERRITORIO C O P I A Determinazione n. 60 del 27/05/2015 Oggetto: AFFIDAMENTO DELL'INCARICO PROFESSIONALE PER ACCERTAMENTI

Dettagli

Il Decreto Legislativo n 81

Il Decreto Legislativo n 81 Il Decreto Legislativo 9.04.2008 n 81 Essendo il centro sportivo anche un luogo ove agiscono dei lavoratori, devono essere applicate anche le normative contenute nel D. Lgs. 81/2008 a salvaguardia della

Dettagli

PER IL MEDICO COMPETENTE: OBBLIGO D ISCRIZIONE NELL ELENCO PRESSO IL MINISTERO DELLA SALUTE ENTRO IL 15 NOVEMBRE 2008

PER IL MEDICO COMPETENTE: OBBLIGO D ISCRIZIONE NELL ELENCO PRESSO IL MINISTERO DELLA SALUTE ENTRO IL 15 NOVEMBRE 2008 PER IL MEDICO COMPETENTE: OBBLIGO D ISCRIZIONE NELL ELENCO PRESSO IL MINISTERO DELLA SALUTE ENTRO IL 15 NOVEMBRE 2008 ELENCO DEI MEDICI COMPETENTI I MEDICI IN POSSESSO DEI TITOLI E DEI REQUISITI PER SVOLGERE

Dettagli

La sorveglianza sanitaria speciale: l uso di sostanze psicotrope e alcolemiche

La sorveglianza sanitaria speciale: l uso di sostanze psicotrope e alcolemiche La sorveglianza sanitaria speciale: l uso di sostanze psicotrope e alcolemiche Maria Giovannone Scuola Internazionale di Dottorato in Diritto delle Relazioni di lavoro La sorveglianza sanitaria Generale

Dettagli

CONVENZIONE PER. conferimento dell incarico per lo svolgimento dei compiti e delle funzioni di medico competente (D.Lgs n 81/2008)

CONVENZIONE PER. conferimento dell incarico per lo svolgimento dei compiti e delle funzioni di medico competente (D.Lgs n 81/2008) ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE ROSELLO BASSO P.zza Sacro Cuore n. 16 07100 SASSARI Tel. 079/241380 2590051 fax 079/2590213 e-mail ssic850002@istruzione.it pec ssic850002@pec.istruzione.it codice fiscale 92128490908

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO

REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO (emanato con D.R. n. 699-2016, prot. n. 15950 I/13 del 30.05.2016) I termini relativi a persone che, nel presente

Dettagli

Il ruolo del Ser.T. in conseguenza dell accertamento positivo di assunzione di sostanze stupefacenti. A. Iannaccone

Il ruolo del Ser.T. in conseguenza dell accertamento positivo di assunzione di sostanze stupefacenti. A. Iannaccone Il ruolo del Ser.T. in conseguenza dell accertamento positivo di assunzione di sostanze stupefacenti A. Iannaccone SOMMARIO Ruolo e compiti del Ser.T. Ruolo e compiti del Ser.T. dall Intesa Stato-Regioni

Dettagli

SORVEGLIANZA SANITARIA

SORVEGLIANZA SANITARIA SORVEGLIANZA SANITARIA Riferimenti normativi Art. 2, comma 2, lettera h) Il Medico Competente ARGOMENTI Definizione Il medico competente viene definito come medico in possesso di uno dei titoli e dei requisiti

Dettagli

IL MEDICO COMPETENTE E LA SORVEGLIANZA SANITARIA. 14.43.52 Ing. P. Pierannunzi - Medicina del lavoro 1/59

IL MEDICO COMPETENTE E LA SORVEGLIANZA SANITARIA. 14.43.52 Ing. P. Pierannunzi - Medicina del lavoro 1/59 IL MEDICO COMPETENTE E LA SORVEGLIANZA SANITARIA 14.43.52 Ing. P. Pierannunzi - Medicina del lavoro 1/59 IL MEDICO COMPETENTE Il medico competente, disciplinato dagli ex art. 16-17 D. Lgs. 626/1994, è

Dettagli

Casi clinici SAFE WORK without DRUGS Prevenire il consumo di droga e alcol nei luoghi di lavoro Ottobre Novembre 2012

Casi clinici SAFE WORK without DRUGS Prevenire il consumo di droga e alcol nei luoghi di lavoro Ottobre Novembre 2012 Casi clinici SAFE WORK without DRUGS Prevenire il consumo di droga e alcol nei luoghi di lavoro Ottobre Novembre 2012 Prof. Enrico Pira Prof. Canzio Romano Università degli Studi di Torino Dipartimento

Dettagli

L ATTUALE CONTESTO NORMATIVO. Bologna, 4 aprile 2014 Dr. Leopoldo Magelli

L ATTUALE CONTESTO NORMATIVO. Bologna, 4 aprile 2014 Dr. Leopoldo Magelli L ATTUALE CONTESTO NORMATIVO Bologna, 4 aprile 2014 Dr. Leopoldo Magelli Perché molte volte le criticità nel rapporto tra RLS e medico competente derivano da una scarsa conoscenza del quadro normativo

Dettagli

TEST 626. 1. All interno dell attività lavorativa è stato designato il RSPP previa consultazione dell RLS?

TEST 626. 1. All interno dell attività lavorativa è stato designato il RSPP previa consultazione dell RLS? TEST 626 1. All interno dell attività lavorativa è stato designato il RSPP previa consultazione dell RLS?! identificare responsabile interno o estero all azienda (art. 10, D. Lgs. 626/94) - Il datore di

Dettagli

Gli strumenti informativi del medico competente

Gli strumenti informativi del medico competente Seminario di formazione per RLS Gli strumenti informativi del medico competente Dr. Davide Ferrari SPSAL Azienda USL Modena Modena, 3 dicembre 2014 GIUDIZIO DI IDONEITA Art. 41 D.Lgs.81/08 Comma 6 Sulla

Dettagli

COMUNE DI TRAVERSETOLO PROVINCIA DI PARMA

COMUNE DI TRAVERSETOLO PROVINCIA DI PARMA COMUNE DI TRAVERSETOLO PROVINCIA DI PARMA!"#$%& '((!"#$%& )) * ) ++ ((,* - ). +!"## $ %% % & '( #) "*+",+!"##- % ''%'% &(&&-.&''% (!"##/!"#,0 %1 '%, #2+"3+!"##- *,"+"2+!"## 4,"+"2+!"##-5((%' %(%(&..%!"##0

Dettagli

SERVIZI RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI PRIVATI PER IL TRATTAMENTO DELLE DIPENDENZE PATOLOGICHE SERVIZIO RESIDENZIALE PER PERSONE DIPENDENTI DA ALCOOL

SERVIZI RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI PRIVATI PER IL TRATTAMENTO DELLE DIPENDENZE PATOLOGICHE SERVIZIO RESIDENZIALE PER PERSONE DIPENDENTI DA ALCOOL Area dei servizi di trattamento specialistici, accolgono, in ambiente protetto, persone che presentano particolari problematicità di gestione. Erogano prestazioni finalizzate alla formulazione e/o all

Dettagli

SCHEMA. L anno duemilaquindici, il giorno del mese di presso la sede del comune di Palma di Montechiaro sita in via Fiorentino n.

SCHEMA. L anno duemilaquindici, il giorno del mese di presso la sede del comune di Palma di Montechiaro sita in via Fiorentino n. All. B SCHEMA DISCIPLINARE DI INCARICO RECANTI LE NORME E LE CONDIZIONI PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA SVOLTE DAL MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS. N. 81/2008 E S.M. A FAVORE

Dettagli

Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro (durata corso: 4 anni)

Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro (durata corso: 4 anni) Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro (durata corso: 4 anni) Dipartimento di Scienze Biomediche Metaboliche e Neuroscienze Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Coordinatore Prof.

Dettagli

PREMESSA FINALITA ADEMPIMENTI PROCEDURALI A CARICO DELLE ASL

PREMESSA FINALITA ADEMPIMENTI PROCEDURALI A CARICO DELLE ASL Indicazioni operative sulle procedure per gli accertamenti sanitari di assenza di tossicodipendenza o di assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope in lavoratori addetti a mansioni che comportano

Dettagli

ILLUSTRAZIONE DELLA SCHEDA DI AUTOVALUTAZIONE. Marco Di Bella Servizio PSAL ATS Brianza

ILLUSTRAZIONE DELLA SCHEDA DI AUTOVALUTAZIONE. Marco Di Bella Servizio PSAL ATS Brianza ILLUSTRAZIONE DELLA SCHEDA DI AUTOVALUTAZIONE Marco Di Bella Servizio PSAL ATS Brianza NB: i numeri riportati nelle successive diapositive accanto alle risposte a), b), c) e d) per ognuna delle 14

Dettagli

Il punto di vista del Medico Competente

Il punto di vista del Medico Competente Le patologie muscoloscheletriche nella grande distribuzione organizzata Convegno ATS Milano - 20 aprile 2016 - Milano via Statuto 5 Il punto di vista del Medico Competente Dott.ssa Adriana Tironi Medico

Dettagli

MANTOVA 16 NOVEMBRE 2015 DOTT.SSA MARIA GRAZIA PACCINI - DIRIGENTE RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI MEDICINA LEGALE

MANTOVA 16 NOVEMBRE 2015 DOTT.SSA MARIA GRAZIA PACCINI - DIRIGENTE RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI MEDICINA LEGALE Sede di Mantova Incidenti stradali e sicurezza: Analisi delle circostanze e proposte operative per la riduzione degli infortuni stradali in occasione di lavoro ed in itinere MANTOVA 16 NOVEMBRE 2015 DOTT.SSA

Dettagli

Prot. 889 / FP Fermo, 09/02/2016

Prot. 889 / FP Fermo, 09/02/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO UGO BETTI Via Ponchielli, 9 63900 Fermo Tel. 0734 / 228768 215546 216562 Fax 0734 / 223316 C.F. 90055080445 Cod. Mecc. APIC840006 sito web www.iscbettifermo.gov.it e-mail apic840006@istruzione.it

Dettagli

IL RUOLO DEL SERVIZIO PER LE DIPENDENZE

IL RUOLO DEL SERVIZIO PER LE DIPENDENZE Accertamenti di assenza di tossicodipendenza Applicazione della normativa in Lombardia Dall accordo Stato Regioni alle circolari interpretative regionali fino all ultima circolare del 22.9.29 (ulteriori

Dettagli

DETERMINAZIONE. Oggetto: DECRETO LEGISLATIVO 626/1994. MEDICO COMPETENTE PER LA SORVEGLIANZA SANITARIA. CONFERIMENTO DELL INCARICO PER L ANNO 2007.

DETERMINAZIONE. Oggetto: DECRETO LEGISLATIVO 626/1994. MEDICO COMPETENTE PER LA SORVEGLIANZA SANITARIA. CONFERIMENTO DELL INCARICO PER L ANNO 2007. DETERMINAZIONE Centro di costo: A4 Segreteria e Protocollo Centro di responsabilità: Direttore Generale Determinazione n. 64 del 28 dicembre 2006 Oggetto: DECRETO LEGISLATIVO 626/1994. MEDICO COMPETENTE

Dettagli

Alcol e lavoro I compiti del medico competente. approfondimento

Alcol e lavoro I compiti del medico competente. approfondimento Alcol e lavoro I compiti del medico competente approfondimento 1 2 alcol e luoghi di lavoro: Fino ad Oggi LINEE GUIDA ALCOL E LAVORO Friuli Venezia Giulia Emilia Romagna Puglia P.A. Trento Veneto GRUPPO

Dettagli

Vecchi e nuovi compiti del Medico Competente

Vecchi e nuovi compiti del Medico Competente Vecchi e nuovi compiti del Medico Competente IL MEDICO COMPETENTE E IL CODICE ETICO ICOH S.P.I.S.A.L. Azienda ULSS n. 6 Vicenza Relatore: Dr Roberto Bronzato Vicenza, 6 luglio 2009 Decreto Legislativo

Dettagli

DETERMINAZIONE IL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE IL DIRIGENTE DETERMINAZIONE Centro di costo: A4 Segreteria e Protocollo Centro di responsabilità: Direttore Generale Determinazione n. 21 del 17 luglio 2006 Oggetto: DECRETO LEGISLATIVO 626/1994. MEDICO COMPETENTE

Dettagli

CONVENZIONE PER L ATTIVITA DEL MEDICO COMPETENTE TRA L AZIENDA SANITARIA LOCALE N 8 DI CAGLIARI E LA PROCURA GENERALE DELLA REPUBBLICA DI CAGLIARI

CONVENZIONE PER L ATTIVITA DEL MEDICO COMPETENTE TRA L AZIENDA SANITARIA LOCALE N 8 DI CAGLIARI E LA PROCURA GENERALE DELLA REPUBBLICA DI CAGLIARI CONVENZIONE PER L ATTIVITA DEL MEDICO COMPETENTE TRA L AZIENDA SANITARIA LOCALE N 8 DI CAGLIARI E LA PROCURA GENERALE DELLA REPUBBLICA DI CAGLIARI Convenzione tra l Azienda Sanitaria Locale n 8 di Cagliari

Dettagli

OGGETTO LIMITAZIONI AL LAVORO NEL PRIMO ANNO DI VITA DEL BAMBINO

OGGETTO LIMITAZIONI AL LAVORO NEL PRIMO ANNO DI VITA DEL BAMBINO 1 OGGETTO LIMITAZIONI AL LAVORO NEL PRIMO ANNO DI VITA DEL BAMBINO QUESITO (posto in data 2 luglio 2013) Si può adibire ai turni di guardia diurni (sabato e domenica) una lavoratrice madre nel primo anno

Dettagli

QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELL APPRENDIMENTO Corso di formazione in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro

QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELL APPRENDIMENTO Corso di formazione in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELL APPRENDIMENTO Corso di formazione in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.. 1. Il D.Lgs. 81/2008: Sostituisce solo il D.Lgs. 626/94 Modifica le norme di sicurezza

Dettagli

Informativa sui testi alcolimetri. Informativa

Informativa sui testi alcolimetri. Informativa Informativa Informazioni e scheda sui testi alcolimetri, come misure di sorveglianza sanitaria (art. 41 comma 4 D. Lgs. 81/2008) e come misura di prevenzione dei fattori di rischio e pericolo, anche per

Dettagli

PUBBLICHIAMO LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE

PUBBLICHIAMO LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE www.forzearmate.org Servizi di Informazione Assistenza - Consulenza legale Diritti - Banca dati - Convenzioni CHI SIAMO E COSA FACCIAMO SIDEWEB è una società di servizi nata dall entusiasmo e dall esperienza

Dettagli

LA FIGURA DEL MEDICO COMPETENTE NEL TESTO UNICO IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO:

LA FIGURA DEL MEDICO COMPETENTE NEL TESTO UNICO IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO: LA FIGURA DEL MEDICO COMPETENTE NEL TESTO UNICO IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO: UN COLLABORATORE INDISPENSABILE PER IL DATORE DI LAVORO Agosto 2008 Presentiamo questo mese un articolo dell'ing.

Dettagli

INFORMAZIONE FIGURE SENSIBILI

INFORMAZIONE FIGURE SENSIBILI INFORMAZIONE FIGURE SENSIBILI ASPP: gli addetti al servizio di prevenzione e protezione vengono designati dal Dirigente scolastico, sentito il RLS, tenendo conto delle dimensioni della scuola e della struttura

Dettagli

LA GESTIONE DEL RICORSO AVVERSO AL GIUDIZIO DEL MEDICO COMPETENTE NELLA PRATICA SPRESAL Dott. Giuseppe Miceli

LA GESTIONE DEL RICORSO AVVERSO AL GIUDIZIO DEL MEDICO COMPETENTE NELLA PRATICA SPRESAL Dott. Giuseppe Miceli REGIONE SICILIANA ASP RAGUSA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SERVIZIO PREVENZIONE SICUREZZA AMBIENTI LAVORO CONVEGNO PROFESSIONE MEDICO COMPETENTE LA GESTIONE DEL RICORSO AVVERSO AL GIUDIZIO DEL MEDICO COMPETENTE

Dettagli

COMUNE DI PIANEZZA CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO

COMUNE DI PIANEZZA CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO COMUNE DI PIANEZZA CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO DETERMINA N. 50 DEL 12 febbraio 2016 SETTORE AFFARI GENERALI OGGETTO: VISITA MEDICA ORTOPEDICA PRESCRITTA DAL MEDICO COMPETENTE PER DIPENDENTE COMUNALE.

Dettagli

ALCOL TRA DIRITTO AL LAVORO E DIRITTO ALLA SALUTE Di Anna Guardavilla

ALCOL TRA DIRITTO AL LAVORO E DIRITTO ALLA SALUTE Di Anna Guardavilla ALCOL TRA DIRITTO AL LAVORO E DIRITTO ALLA SALUTE Di Anna Guardavilla Premessa: i criteri di bilanciamento del diritto al lavoro e del diritto alla salute quali diritti costituzionali Secondo la giurisprudenza

Dettagli

SERVIZI RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI PRIVATI PER IL TRATTAMENTO DELLE DIPENDENZE PATOLOGICHE

SERVIZI RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI PRIVATI PER IL TRATTAMENTO DELLE DIPENDENZE PATOLOGICHE Area dei servizi di trattamento specialistici, accolgono, in ambiente protetto, persone che presentano particolari problematicità di gestione. Erogano prestazioni finalizzate alla formulazione e/o all

Dettagli

La tutela dei terzi in medicina del lavoro: la legislazione

La tutela dei terzi in medicina del lavoro: la legislazione La tutela dei terzi in medicina del lavoro: la legislazione Mario Gallo Professore a contratto di Diritto del Lavoro nell Università degli Studi Cassino e del Lazio Meridionale. Collaboratore de Il Sole

Dettagli

LA FIGURA DEL RAPPRESENTANTE DELLA SICUREZZA E LA COMUNICAZIONE ALL INAIL

LA FIGURA DEL RAPPRESENTANTE DELLA SICUREZZA E LA COMUNICAZIONE ALL INAIL LA FIGURA DEL RAPPRESENTANTE DELLA SICUREZZA E LA COMUNICAZIONE ALL INAIL Sede di Treviso Dott. Antonio Salvati Gli attori della prevenzione Il modello di sicurezza in forma partecipativa del D Lgs n.

Dettagli

Norme recenti sul rischio alcol correlato per i luoghi di lavoro

Norme recenti sul rischio alcol correlato per i luoghi di lavoro Norme recenti sul rischio alcol correlato per i luoghi di lavoro Corso Formazione sull identificazione precoce e l intervento breve per la prevenzione dei problemi e dei danni alcol correlati nei contesti

Dettagli

Alcol dipendenza. Normativa e documenti di riferimento

Alcol dipendenza. Normativa e documenti di riferimento Alcol dipendenza Rev. 0 del 08/09/2011 Ravenna/Lugo/Faenza Aprile/Maggio 2015 Normativa e documenti di riferimento Legge 125 del 30 marzo 2001 Legge quadro in materia di alcol e di problemi alcolcorrelati

Dettagli

SERVIZI RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI PRIVATI PER IL TRATTAMENTO DELLE DIPENDENZE PATOLOGICHE

SERVIZI RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI PRIVATI PER IL TRATTAMENTO DELLE DIPENDENZE PATOLOGICHE Area dei servizi di trattamento specialistici, accolgono, in ambiente protetto, persone che presentano particolari problematicità di gestione. Erogano prestazioni finalizzate alla formulazione e/o all

Dettagli

DI ROCCASTRADA, CAMPAGNATICO

DI ROCCASTRADA, CAMPAGNATICO CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO TRIENNALE 2014/2016 DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE PER LA SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D.LGS. 81/2008 e s.m.i., per i COMUNI DI ROCCASTRADA,

Dettagli

PROMOZIONE DELLA SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO

PROMOZIONE DELLA SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO AVVIO DELL ATTIVITÀ DI VIGILANZA DELLO SPISAL DI VICENZA PER LA VERIFICA DEL RISPETTO DELLA NORMATIVA SULL ALCOOL NEI LUOGHI DI LAVORO. (dott.ssa Gianna Tessadri SPISAL - AULSS n. 6) Lo SPISAL, per mandato

Dettagli

FAQ. Qui di seguito troverete l elenco di domande e risposte divise in 5 argomenti principali:

FAQ. Qui di seguito troverete l elenco di domande e risposte divise in 5 argomenti principali: FAQ Per approfondire argomenti legati all attività dei RLST, condividere esperienze, porre domande e contribuire alle risposte relative al lavoro e alle problematiche del settore, scrivi a info@zeroinfortuni.it

Dettagli

PREVENZIONE PREVENZIONE

PREVENZIONE PREVENZIONE Definizione tratta dall art. 2 del D.Lgs 81/08 prevenzione: «il complesso delle disposizioni o misure necessarie anche secondo la particolarità del lavoro, l'esperienza e la tecnica, per evitare o diminuire

Dettagli

Dal 2008 la Filcams-Cgil di Milano/ Lombardia ha aperto un sito specificatamente dedicato alla prevenzione www.rlsfilcams-lombardia.org Iscrivetevi a _ info@rlsfilcams-lombardia.org _ per ricevere newsletter

Dettagli

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE Pagina 2 di 5 SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE L'istante, richiamata la circolare del 28 gennaio 2005, n. 4 e la giurisprudenza comunitaria in materia, ritiene che siano esenti IVA,

Dettagli

Page 1 of 5 Normativa Stampa Normativa Provvedimento Data 30/10/2007 Intesa, ai sensi dell'articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, in materia di accertamento di assenza di tossicodipendenza.

Dettagli