IL MERCATO DEI SUINI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL MERCATO DEI SUINI"

Transcript

1 ANNO 2010 IL MERCATO DEI SUINI IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

2 OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO n 20 EDIZIONE GIUGNO 2011 di Cosmino Giovanni Basile IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

3 Indice 1. IL SETTORE SUINICOLO IN LOMBARDIA (2010) Il patrimonio suinicolo La PRODUZIONE SUINICOLA NAZIONALE (2010) Il patrimonio suinicolo La produzione Le importazioni Le esportazioni TREND DEI PRINCIPALI MERCATI SUINICOLI NAZIONALI (2010) TREND DEI PRINCIPALI MERCATI CEREALICOLI ZOOTECNICI (2010) Granoturco nazionale Orzo nazionale Soja nazionale Crusca e cruschello IL PANORAMA SUINICOLO NEL MONDO (2010) Produzione IL CONSUMO DI CARNE SUINA NEL MONDO (2010) GLI SCAMBI COMMERCIALI DI CARNE SUINA NEL MONDO (2010) Gli scambi (Importazioni ed Esportazioni) LE PREVISIONI PER IL IL COMPARTO SUINICOLO NELL UE (2010) La consistenza LA PRODUZIONE SUINICOLA NELL UE (2010) La produzione e le Macellazioni IL CONSUMO DI CARNE SUINA NELL UE (2010) SALDO PRODUZIONE/CONSUMO DI CARNE SUINA NELL UE (2009) GLI SCAMBI COMMERCIALE DI CARNE SUINA NELL UE (2010) Esportazioni Importazioni Prezzi LE PREVISIONI PER IL Riferimenti Bibliografici Tabelle e Grafici IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

4 1. IL SETTORE SUINICOLO IN LOMBARDIA (2010) 1.1 IL PATRIMONIO Nel 2010, il patrimonio suinicolo lombardo ha mostrato una progressione del 3,2% rispetto al Il settore suinicolo regionale, con quasi 5 milioni di capi allevati, rappresenta il 52,5% del patrimonio suinicolo nazionale. In dettaglio, la provincia di Brescia, consolida il suo primato, con oltre 1,5 milioni di capi e con un rialzo del 7,7% rispetto all anno precedente. Segue Mantova con 1.3 milioni di capi (+14,3%) e Cremona con poco più di un milione di capi (+2,3%). Lodi, Bergamo e Milano scendono rispettivamente di -16,5%, -3,3% e -3,8%. Decisamente negativo il trend della provincia di Pavia che ha mostrato una flessione del 17,4%. Da sottolineare il trend positivo nelle province meno vocate, Como, Sondrio, Lecco e Varese. Il parco riproduttori, nel 2010 ha mostrato invece una sensibile contrazione: -6,8 per quanto riguarda il parco scrofe e -36,8 per il parco verri. Il PATRIMONIO SUINICOLO IN LOMBARDIA (dati al 1 dicembre 2010) Ripartizione del patrimonio suinicolo nel 2010 LOMBARDIA ITALIA UE_27 MONDO capi capi capi capi 53,3% Italia 6,1% UE_27 19,3% Mondo 100% IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

5 Il PATRIMONIO SUINICOLO IN LOMBARDIA IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

6 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

7 IL SETTORE SUINICOLO IN LOMBARDIA IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

8 2. LA PRODUZIONE SUINICOLA NAZIONALE (2010) 2.1 IL PATRIMONIO SUINICOLO Nel 2010, il patrimonio suinicolo nazionale si è attestato a capi con una progressione dell 1,8% rispetto al A livello regionale, la Lombardia rimane la regione leadership, con il 45,5% del patrimonio suinicolo nazionale, seguono l Emilia Romagna (17,6%), Piemonte (10,6%) e Veneto con l 8%. Oltre l 80% del patrimonio suinicolo nazionale è concentrato nelle regioni del Nord Italia. IL PATRIMONIO SUINICOLO NAZIONALE IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

9 Consistenza suinicola nazionale per regione al 1 dicembre 2009 (numero di capi) Consistenza patrimonio scrofe per regione al 1 dicembre 2009 (numero di capi) IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

10 Consistenza suinicola nazionale per categoria e regione al 1 dicembre 2010 (numero di capi) IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

11 2.2 LA PRODUZIONE Le macellazioni Nel 2010, sono stati abbattuti capi (livello record), con un incremento dell 1,3% rispetto al Anni MACELLAZIONE DI SUINI IN ITALIA MACELLATE Variazione capi Peso vivo Peso morto Capi n q.li q.li % , , , , , , , , , ,3 Elaborazione Servizio Evoluzione Mercati di ERSAF da Fonte ISTAT Capi Capi abbattuti in Italia IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

12 MACELLAZIONI MENSILI DI SUINI IN ITALIA (2010) IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

13 Macellazioni di suini (peso in quintali). Dettaglio per regione Anno 2009 Macellazione di suini, per tipo di mattatoio (peso in quintali). Dettaglio per Provincia - Anno 2009 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

14 Macellazione di suini, per categoria di animali abbattuti (peso in quintali). Dettaglio per regione - Anno 2009 ESPORTAZIONI DI SALUMI NAZIONALI Quantità (peso in tonnellate) e Valore (migliaia di euro) IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

15 LA SUINICOLTURA ITALIANA 2010 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

16 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

17 2.3 LE IMPORTAZIONI Nel 2010, le importazioni di suini vivi sono aumentati del 49,4% rispetto all anno precedente, mentre le importazioni di carni suine hanno mostrato un rialzo più contenuto, +13,5%. I paesi fornitori, sono essenzialmente i nostri patners europei, dai quali praticamente importiamo il 100% di suini vivi (soprattutto capi d allevamento) e oltre il 98% di carne suina e derivati. Rilevante, è il livello di importazione di cosce e prosciutti. IMPORTAZIONE MENSILE DI SUINI E CARNE SUINA IN ITALIA NEL 2010 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

18 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

19 IMPORTAZIONE SUINI VIVI E CARNI SUINE NEL 2010 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

20 2.4 LE ESPORTAZIONI Nel 2010, l esportazione di suini vivi è stata decisamente negativa con una del flessione del 70,6%, al contrario l esportazione della carne suina ha evidenziato un incremento complessivo del 5,1% rispetto all anno precedente. Anno record per l esportazione di salumi italiani che hanno mostrato una progressione del 13,2% rispetto al 2009, sia in quantità che in valore. ESPORTAZIONE MENSILE DI SUINI E CARNE SUINA IN ITALIA NEL 2010 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

21 Nel 2010, le esportazioni nazionali di prosciutto crudo di Parma marchiato DOP verso gli USA sono aumentate del 17% con pezzi venduti. Le vendite verso il Canada sono cresciute del 42% con pezzi. Complessivamente l America del Nord importa il 5% della produzione totale di prosciutti di Parma DOP. I mercati principali di esportazione sono in ordine USA, Germania, Francia, e Regno Unito ma la Cina nel 2010 ha incrementato fortemente le sue importazioni di prosciutto crudo DOP e nel 2011 potrebbe sorpassare la Germania e diventare il secondo paese dietro gli USA. In Italia la filiera per la produzione di prosciutto di parma marchiato DOP raggruppa allevamenti, 120 macellatori e 171 stagionatori. ESPORTAZIONE PRINCIPALI SALUMI IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

22 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

23 ESPORTAZIONE SUINI VIVI E CARNI SUINE 2010 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

24 3.TREND DEI MERCATI SUINICOLI NAZIONALI (2010) Nel 2010, il prezzo medio dei suini da industria ha registrato una progressione complessiva del 2,08% rispetto al Alla Borsa Merci di Milano, la categoria più pregiata dei 156/176 Kg si è attestata a 1,230 /kg con un incremento dell 1,151% rispetto all anno precedente. /chilo 1,400 1,350 MERCATO DI MILANO: TREND SUINI DA MACELLO - 156/176 Kg ANNO 2009 ANNO ,300 1,250 1,200 1,150 1,100 1,050 1,000 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

25 EUROPA: VARIAZIONE PREZZI TRA -1,00 E+2,80% A SECONDO DEI PAESI In Germania, i corsi sono diminuiti dell 1% rispetto all anno precedente. La flessione è attribuibile alla forte attività di macellazione che ha mostrato un incremento del 5% rispetto al In questo contesto, la buona domanda di esportazione verso i Paesi Terzi, si è rivelata essenziale per smaltire le elevate disponibilità di carne suina da parte dei macellatori tedeschi. In Danimarca, con una progressione dei corsi del 2,8%, è stata registrata la crescita più elevata dell anno rispetto a tutti i paesi europei. Le esportazioni danesi verso la Russia e la Cina sono aumentate notevolmente nel 2010 con un effetto decisamente positivo sui listini. In Spagna, sotto l effetto combinato del calo dell offerta e della buona domanda all esportazione, i prezzi sono aumentati dell 1,28%. Negli altri paesi europei, le quotazioni sono leggermente diminuite in Olanda (-0,9%), e si sono mantenuti pressoché stabili in Francia (-0,09%). Secondo gli analisti la crescita demografica mondiale dovrebbe determinare un generale aumento dei consumi e di conseguenza anche di quello di carne suina. La produzione del 2010 dovrebbe attestarsi sui livelli del 2008, superiore quindi a quella Produzione carne suina UE (capi) Nei primi dieci mesi del 2010, il volume di esportazione dell unione Europea è stato molto elevato ( t di carne esportata) con un incremento del 14% rispetto al 2009, ciò fa ben sperare anche per il Esportazione UE verso Paesi Terzi Gen - Ott. Gen - Ott. Variaz. % Gen - Ott. Variaz % t t -13% t +14% Per gli anni a venire, per la produzione l incognita è rappresentata dall aumento del prezzo delle materie prime che se non sarà seguita in parallelo dall aumento del prezzo del suino determinerà senz altro l uscita dal mercato di un numero significativo di aziende produttrici. IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

26 Il MERCATO ITALIANO IL MERCATO DEI SUINI DA MACELLO Il 2010, è stato ancora un anno poco remunerativo per la nostra suinicoltura. L aumento del costo delle materie prime, i consumi interni che si sono mantenuti su livelli mediocri sotto l effetto della crisi finanziaria che ha determinato un sostanziale mutamento delle politiche di acquisto dei generi alimentari e non solo, sono stati all origine di una situazione difficile per tutta la filiera suinicola. La Borsa merci di Mantova, Milano e la Commissione Unica Nazionale (CUN) non hanno emesso quotazioni per moltissime sedute e i prezzi per buona parte dell anno sono rimasti inferiori al costo di produzione. Particolarmente pesante è stata la situazione per tutto il primo semestre. Alla Borsa merci di Milano, con la seduta del 3 e del 17 maggio è stato registrato il prezzo più basso dell anno (1,108 /Kg per la categoria più valutata - 156/176). In concomitanza con il periodo delle ferie estive, e con il conseguente aumento dei consumi nei paesi del Sud Europa, i prezzi, hanno cominciato a salire e, a metà settembre, la quotazione dei suini da industria si attesta a 1,345 /Kg. Questo livello viene mantenuto per tutto il mese di settembre poi via via il prezzo alla produzione ha subito un calo progressivo fino a riportarsi agli stessi livelli di inizio anno. IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

27 MILANO - TREND SUINI DA MACELLO Categoria 156/176 chili In sintesi: Nel 2010, alla Borsa merci di Milano, il prezzo medio dei suini grassi è cresciuto del 2,08% rispetto al Più significativa la progressione delle categorie dei 115 chili (+2,182%) di oltre i 176 chili (+4,836%). IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

28 IL MERCATO DI MODENA - suini da macello SERVIZIO EVOLUZIONE MERCATI Nel 2010, il mercato di Modena, al contrario di Milano, ha registrato un prezzo medio annuo in ribasso di -0,32%, con un andamento complessivo, pressoché uguale a quello dell anno precedente. La differenza dei corsi tra Milano e Modena per i suini da industria, è imputabile al fatto che Milano per molte sedute non ha emesso quotazioni. I dati sotto riportati, del mercato di Modena, hanno subito un leggero calo per la macelleria e per le voci più leggeri dei suini da industria, mentre le voci più pesanti hanno mostrano un lieve rialzo. VARIAZIONE SUINI D'ALLEVAMENTO 2010/2009: VARIAZIONE SUINI DA MACELLO 2010/2009: -0,30-0,32 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

29 IL MERCATO DEI SUINI D ALLEVAMENTO Nel 2010, le quotazioni dei suini d allevamento sono rimaste pressoché stabili (-0,61%) rispetto al Nel primo semestre il trend mercantile è stato abbastanza soddisfacente su tutti i principali mercati nazionali. Nel secondo periodo dell anno, i listini, condizionati dalla scarsa domanda, sono scesi progressivamente raggiungendo livelli molto bassi e solo in dicembre si sono registrati segnali di ripresa nelle categorie di peso più leggero. MILANO 2010: TREND SUINI D ALLEVAMENTO In sintesi: Nel 2010, alla Borsa merci di Milano, il prezzo medio dei suini d allevamento è diminuito dello 0,61% rispetto al Solo la voce dei 15 chili ha mostrato un lieve trend positivo (+3,55%) mentre tutte le altre categorie sono rimaste pressoché stabili oppure hanno registrato flessioni. IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

30 IL MERCATO DI MODENA suini d allevamento Per i suini d allevamento il mercato di Modena non presenta una differenza sostanziale con il mercato di Milano. Il prezzo medio è rimasto pressoché uguale a quello dell anno precedente (-0,30%). IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

31 4. TREND DEI MERCATI CEREALICOLI ZOOTECNICI (2010) Il 2010, è stato un anno decisamente favorevole per i prodotti zootecnici; mais, orzo e crusca hanno evidenziato incrementi importanti rispetto al 2009, mentre la farina di soia, pur registrando un segno negativo, ha, comunque mantenuto il listino su livelli elevati. granoturco nazionale (+28,82% rispetto al 2009), orzo nazionale (+25,76% rispetto al 2009), crusca e cruschello (+29,45% rispetto al 2009), farina di soia nazionale (-2,23% rispetto al 2009). TREND DEI PRINCIPALI PRODOTTI ALIMENTARI AD USO ZOOTECNICO (Borsa Merci di Milano) IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

32 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

33 4.1. GRANOTURCO NAZIONALE Alla Granaria di Milano, le quotazioni del granoturco nazionale, sono cresciute progressivamente per tutto l anno portandosi quasi agli stessi livelli del 2007/2008. Nel primo semestre, a causa dello scarso interesse dell industria mangimistica, i corsi sono rimasti un po frenati ma dalla prima settimana del mese di luglio i prezzi sono cresciuti vertiginosamente portando il listino, sopra la soglia di 235,00 /tonnellata. Prezzo Minimo 143,00 /t Prezzo Massimo 236,00 /t Province PRODUZIONE MAIS IBRIDO IN LOMBARDIA 2010 Superficie Produzione q.li Superficie Produzione q.li Superficie Resa Raccolta ha per ha Totale Raccolta ha per ha Totale Raccolta % % % VARESE , , ,7 13,1 6,6 COMO , , ,9 6,6-15,7 SONDRIO , , ,2 4,4-15,6 MILANO , , ,5 4,3-20,2 BERGAMO , , ,9 26,3 18,8 BRESCIA , , ,3 16,8 9,4 PAVIA , , ,7 8,8-8,3 CREMONA , , ,0 3,9-0,3 MANTOVA , , ,7 9,5 3,3 LECCO , , ,9 0,0-12,9 LODI , , ,9 4,3-7,0 MONZA/BR 0 0, , #DIV/0! #DIV/0! #DIV/0! Lombardia , , ,4 8,9 0,8 Fonte: DG Agricoltura - Servizi Provinciali Variazioni 2010/2009 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

34 4.2. ORZO NAZIONALE Nel 2010, l orzo ha mostrado un andamento complessivamente positivo ma con un trend diversificato tra il primo e il secondo trimestre. Il listino dell orzo, sui principali mercati nazionali, si è mantenuto su livelli mediocri nel primo semestre con quotazioni sotto la soglia dei 15 /q.le, poi, nel secondo semestre i corsi sono cresciuti sensibilmente e l anno è stato archiviato con il raggiungimento del prezzo più alto (25,5 /q.le). Prezzo Minimo 130,00 /t Prezzo Massimo 255,00 /t PRODUZIONE ORZO NAZIONALE IN LOMBARDIA 2010 Province Variazioni 2010/2009 Superficie Produzione q.li Superficie Produzione q.li Superficie Resa Raccolta ha per ha Totale Raccolta ha per ha Totale Raccolta % % % VARESE , , ,5 20,4-11,5 COMO , , ,2 0,0-7,2 SONDRIO MILANO , , ,9 14,7 6,8 BERGAMO , , ,7-0,1 2,7 BRESCIA , , ,8 96,4 77,1 PAVIA , , ,4 36,2 4,3 CREMONA , , ,9 12,7 2,7 MANTOVA , , ,4 8,2 1,3 LECCO , , ,6 0,0-18,6 LODI , , ,6 0,0 24,6 MONZA/BR 0 0, , #DIV/0! #DIV/0! Lombardia , , ,4 20,9 13,2 Fonte: DG Agricoltura - Servizi Provinciali IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

35 4.3. SOJA NAZIONALE Nel 2010 la soia ha registrato un trend complessivamente positivo. Il tracciato, presenta diverse fluttuazioni, ma si è mantenuto su un buon livello di prezzo per tutto l anno. Da sottolineare il valore massimo di 384,00 /tonnellata, registrato nell ultima seduta dell anno e il valore minimo di 315,00 /tonnellata evidenziato nelle sedute del 9 e 16 di marzo. Prezzo Massimo 384,00 /t Prezzo Minimo 315,00 /t Province PRODUZIONE SOIA NAZIONALE IN LOMBARDIA (2010) Superficie Produzione q.li Superficie Produzione q.li Superficie Resa Raccolta ha per ha Totale Raccolta ha per ha Totale Raccolta % % % VARESE , , ,0 6,0 64,4 COMO , , ,0 0,0 70,0 SONDRIO MILANO , , ,8 12,4 4,8 BERGAMO , , ,3-1,1 72,4 BRESCIA , , ,1 0,5 45,9 PAVIA , , ,7 0,1 32,8 CREMONA , , ,2 0,0 13,2 MANTOVA , , ,9 0,0-3,9 LECCO 11 30, , ,7 0,0 272,7 LODI , , ,2 0,0 44,2 MONZA/BR 0 0, , #DIV/0! #DIV/0! #DIV/0! Lombardia , , ,1 0,4 15,5 Fonte: DG Agricoltura - Servizi Provinciali Variazioni 2010/2009 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

36 4.4. CRUSCA E CRUSCHELLO Decisamente positivo il trend della crusca nel Il valore medio annuo registra un incremento del 29,45% rispetto al A parte alcuni periodi, la fluidità mercantile è rimasta buona con scambi molto importanti soprattutto nella seconda parte dell anno. Prezzo Massimo 176,00 /t Prezzo Minimo 78,00 /t Province PRODUZIONE FRUMENTO TENERO IN LOMBARDIA (2010) Superficie Produzione q.li Superficie Produzione q.li Superficie Resa Raccolta ha per ha Totale Raccolta ha per ha Totale Raccolta % % % VARESE , , ,8 1,8-14,4 COMO , , ,2 0,0 37,2 SONDRIO MILANO , , ,8 19,4-28,1 BERGAMO , , ,7 0,3-4,4 BRESCIA , , ,8 5,4-3,8 PAVIA , , ,2 38,3 24,3 CREMONA , , ,6 14,5 0,1 MANTOVA , , ,4 9,1-5,5 LECCO , , ,6 0,0 16,6 LODI , , ,8 0,0-12,8 MONZA/BR 0 0, , #DIV/0! #DIV/0! #DIV/0! Lombardia , , ,7 13,6-0,8 Fonte: DG Agricoltura - Servizi Provinciali Variazioni 2010/2009 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

37 5. IL PANORAMA SUINICOLO NEL MONDO (2010) 5.1. LA PRODUZIONE Nel 2010, la produzione suinicola mondiale, si è attestata a capi (+0,6% rispetto al 2009). La Cina rimane leader incontrastato con una produzione di 660 milioni di capi (+0,2% rispetto al 2009); il governo cinese favorisce lo sviluppo per migliorare l autosufficienza. L UE a 27, secondo paese produttore dopo la Cina, ha registrato una crescita dell 1,2% con circa 255 milioni di capi prodotti, segnono gli USA con oltre 112 milioni di capi (+2,3%). PRODUZIONE SUINICOLA NEI PRINCIPALI BACINI DI PRODUZIONE IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

38 PRODUZIONE SUINICOLA NEL MONDO NEL 2010 (milioni di capi) MESSICO % USA ,3% UE ,2% GIAPPONE = MESSICO % BRASILE ,1% CINA ,2% COREA DEL SUD ,7% TOTALE MONDO 2010: capi (+0,6%) IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

39 6. IL CONSUMO DI CARNE SUINA NEL MONDO (2010) Complessivamente, nel 2010, il consumo mondiale di carne suina è aumentato, (+0,6%), ma in molti paesi è diminuito. Il Canada ha mostrato il calo più importante (-6,9%), seguono gli USA con -4,1%, Vietnam -2,4%, Giappone -0,5% e UE27-0,2%. CONSUMO PROCAPITE DI CARNE SUINA NEL MONDO IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

40 CONSUMO PROCAPITE DI CARNE SUINA NEL MONDO NEL 2010 Canada 23, Kg -6,9% UE_27 42,1 Kg -0,2% Russia 22 Kg +2,8% Corea del Sud 29,2 Kg +0,3% Giappone 19,6 Kg -0,5% U.S.A. 27,9 Kg -4,1% Cile 22,7 Kg +2,25% Argentina 6,2 Kg +1,6% Brasile 13,7 Kg +2,2% Cina 36,9 Kg +1,65% Hong Kong 65,1 Kg +0,6% Taiwan 41,6 Kg = Australia 21,9 Kg +0,9% Fonte: EUROSTAT, FAO, USDA IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

41 7. GLI SCAMBI COMMERCIALI DI CARNE SUINA NEL MONDO (2010) 7.1 GLI SCAMBI (Importazioni ed Esportazioni) Nel 2010, la domanda mondiale di carne suina è cresciuta notevolmente; le esportazioni dell UE, del Canada e degli USA hanno stabilito un nuovo record, mentre solo il Brasile ha mostrato un calo dovuto alla forte domanda interna. ESPORTAZIONE MONDIALE DI CARNE SUINA IMPORTAZIONE MONDIALE DI CARNE SUINA IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

42 I principali Paesi importatori: Giappone, Russia, Messico, Corea del Sud, e Cina sono i paesi importatori più importanti ai quali si aggiungono le Filippine dove la domanda di carne suina è esplosa. GIAPPONE (rialzo delle importazioni giapponesi) Nel 2010, il Giappone ha importato oltre 753 mila tonnellate di carne suina. Il paese è fortemente dipendente, avendo un autosufficienza appena del 52%. GIAPPONE: IMPORTAZIONE DI CARNE SUINA GIAPPONE: APROVVIGIONAMENTO DI CARNE SUINA 2010 ( tonn, +7,0%) UE: +12,6% CANADA: +4,0% USA: +3,0% MESSICO: -7,0% IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

43 RUSSIA (domanda orientata al rialzo) La Russia punta all autosufficienza per il SERVIZIO EVOLUZIONE MERCATI Questa volontà politica sembra impossibile dall essere realizzata se si tiene conto del deficit attuale, degli effetti della crisi che frenano gli investimenti e dei ricorrenti problemi sanitari. La Russia, nel 2010, ha importato complessivamente 1,08 milione di tonnellate di prodotti suinicoli, di cui tonnellate di carcasse e tagli suine. I principali fornitori della Russia sono l UE per la vicinanza, il BRASILE per la competitività, il CANADA e gli USA. Dopo il 2007, i corsi del suino vivo in Russia sono sensibilmente cresciuti: 1,13 /kg nel 2007, 1,52 /kg nel 2008 e 1,74 /kg nel 2009, mentre nel 2010 si sono stabilizzati con un prezzo di 1,72 /kg. DANIMARCA ,4% GERMANIA ,0% RUSSIA: APROVVIGIONAMENTO DI CARNE SUINA 2010 ( tonn, +0,3%) CANADA t +29,6% USA t -50,9% FRANCIA ,5% BRASILE t -7,4% RUSSIA: Consumi procapite kg 14,7 20,1 21,2 26,0 COREA DEL NORD (un mercato da sfruttare) Nel 2010, è stato abbattuto il 25% del patrimonio suinicolo contaminato da afta epizootica (2,5 milioni di capi abbattuti). La domanda è elevata. IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

44 I principali Paesi esportatori UE, USA, Canada e Brasile sono i principali paesi esportatori di carne suina. I PRINCIPALI PAESI ESPORTATORI USA (dopo la ristrutturazione degli anni 90, la produzione è più dinamica) La filiera suinicola degli USA si è rafforzata in questi ultimi dieci anni. Il peso delle grandi imprese è molto importante. La produzione è concentrata nei grandi allevamenti integrativi, dove le attività comprendono anche l allevamento di altri animali (bovini, avicoli ecc) e spesso anche ad altri prodotti agricoli. La concentrazione delle macellazioni è ancora maggiore: oltre l 80% dei suini sono abbattuti in dieci macelli. Le esportazioni degli Stati Uniti sono in crescita nei principali mercati mondiali e in particolare in Asia. USA: ESPORTAZIONE DI CARNE SUINA IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

45 CANADA (il Canada esporta 6 capi su 10) L esportazione canadese è orientata soprattutto verso gli USA e il Giappone, con circa il 70% del totale. La produzione è in crescita grazie anche a un basso costo alimentare che la rende molto competitiva sui mercati. La filiera canadese è strutturata in modo molto efficace: due principali macelli raggruppano il 75% dell attività di macellazione totale. La sinergia tra le imprese è molto efficiente e la buona collaborazione tra le Organizzazioni e l Amministrazione favorisce la riuscita sul piano internazionale. CANADA: ESPORTAZIONE DI CARNE SUINA BRASILE (l esportazione rappresenta un quarto della produzione) Il Brasile è il quarto produttore di carne di maiale più grande al mondo, dopo la Cina, UE, e USA. Il consumo medio di carne di maiale è basso, con una grande diversità tra i 26 Stati Federali. La produzione è concentrata nei grandi allevamenti integrativi privati e cooperative, dove le attività comprendono anche l allevamento di altri animali (bovini, avicoli ecc) e spesso anche ad altri prodotti agricoli. Queste imprese di macellazioni e trasformazione fortemente orientate all esportazione, stipulano dei pre-contratti con gli allevatori con i quali programmano le produzioni. IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

46 BRASILE: ESPORTAZIONE DI CARNE SUINA BRASILE: BILANCIO SETTORE SUINI Produzione Esport Consumi Consumo/ab 11,9 13,3 13,01 13,42 14,24 14,76 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

47 CINA, UN MERCATO A PARTE (UE, primo fornitore della Cina) La Cina è contemporaneamente il primo produttore e il primo consumatore mondiale (48% della produzione mondiale) con un enorme potenziale supplementare di consumo e non ci sono dubbi sul fatto che, se ogni cinese consumasse una quota pari a quella della popolazione urbanizzata, forti tensioni si verrebbero a creare sul mercato internazionale della carne suina. L evoluzione economica della Cina è stata molto favorevole negli ultimi anni con una crescita economica che è mediamente sopra il 10%. Il 40% degli allevamenti produce da 1 a 50 maiali/anno, il 50%, da 50 a e il 10% oltre 3000 maiali/anno. Il consumo di carne suina nelle zone rurali è inferiore a quello delle zone urbane ma entrambi sono destinati ad aumentare negli anni a venire. DANIMARCA % GERMANIA ,0% CINA: APROVVIGIONAMENTO DI CARNE SUINA 2010 ( tonn, +38%) CANADA t +122% USA t -27% SPAGNA % ITALIA % BRASILE t +5% IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

48 I PREZZI (prezzo medio europeo sullo stesso livello di quello americano e brasiliano) Nel 2010, la migliore progressione del prezzo è degli USA (+33,5%) favorita dal ribasso della produzione e dalla forte esportazione. I corsi canadesi hanno mostrato un rialzo del 21,3%, le quotazioni brasiliane sono aumentate del 19,9% in conseguenza della forte domanda interna. In Europa, i corsi hanno evidenziato una perdita di -1,4% conseguentemente ad un rialzo della produzione nei paesi del Nord Europa e dalla pressione esercitata sui mercati, nonostante l esportazione record verso i Paesi Terzi. VARIAZIONE DEI PREZZI DI PRODUZIONE NEI PRINCIPALI BACINI IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

49 8. LE PREVISIONI PER IL 2011 L incertezza dell economia e dei mercati, ancora molto pronunciata, lascia aperte molte incognite sull andamento dei prezzi e della produzione, qualsiasi previsione risulta quindi azzardata. L evoluzione dipenderà essenzialmente dai numeri della Cina che dispone della metà del patrimonio suinicolo mondiale, dall evolversi della crisi economica globale e dai problemi sanitari comparsi vari in molti paesi produttori negli ultimi mesi. IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

50 9. IL PANORAMA SUINICOLO NELL UE (2010) 9.1. LA CONSISTENZA Nel 2010, il patrimonio suinicolo nell UE a 27 si è attestato a capi, con una contrazione di -0,2% rispetto all anno precedente e con una perdita complessiva di capi. Andamento quasi simile nell UE a 15, dove il patrimonio suinicolo è sceso di -0,1%. Anche il parco scrofe si è ridotto, -1,8% nell UE a 15 e -2,1 nell UE a 27. REGNO UNITO ,9% IRLANDA ,1% IL PATRIMONIO SUINICOLO NEI PRINCIPALI BACINI DI PRODUZIONE EUROPEA (n capi) (dati 1 dicembre 2010) BELGIO ,8% OLANDA ,8% SVEZIA ,9% FINLANDIA ,0% DANIMARCA ,5% FRANCIA ,3% GERMANIA ,2% PORTOGALLO ,2% POLONIA ,7% SPAGNA ,8% ITALIA ,8% AUSTRIA ,1% ROMANIA ,9% Patrimonio suinicolo nell UE27: -0,2% 2009: capi 2010: capi IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

51 LA CONSISTENZA SUINICOLA NELL UNIONE EUROPEA IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

52 IL PARCO SCROFE NELL UNIONE EUROPEA IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

53 10. LA PRODUZIONE SUINICOLA NELL UE (2010) LA PRODUZIONE E LE MACELLAZIONI Nel 2010, la produzione suinicola europea ha registrato una progressione del 3,7% nell UE a 27, e del 3,1 nell UE a 15, rispetto al Questo rilancio della produzione è dovuto essenzialmente al miglioramento delle performance tecniche degli allevamenti e alla lotta efficace della malattia circovirus. La tendenza per il 2011 è orientata alla stabilità. BELGIO ,4% LA PRODUZIONE SUINICOLA NEI PRINCIPALI BACINI DI PRODUZIONE NEL 2010 (capi) OLANDA ,0% DANIMARCA ,2% REGNO UNITO ,1% FINLANDIA ,6% IRLANDA ,1% SVEZIA ,7% FRANCIA ,8% GERMANIA ,9% POLONIA ,6% ROMANIA ,9% SPAGNA ,3% ITALIA ,2% AUSTRIA ,1% PRODUZIONE SUINICOLA NELL UE_27: capi (+1,3%) IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

54 LA PRODUZIONE SUINICOLA NEI PRINCIPALI BACINI DI PRODUZIONE (2010) (n di capi per trimestre) IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

55 LA PRODUZIONE SUINICOLA NELL UE IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

56 LA PRODUZIONE DI CARNE SUINA NEI PRINCIPALI BACINI DI PRODUZIONE (2010) (tonnellate) BELGIO ,3 OLANDA ,0% DANIMARCA ,2% REGNO UNITO ,5% IRLANDA ,7 GERMANIA ,5% POLONIA ,3% FRANCIA ,3% ROMANIA ,5% SPAGNA ,4% ITALIA ,8% AUSTRIA ,6% Produzione Suinicola UE 27: +3,7% 2009: tonnellate 2010: tonnellate IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

57 LA PRODUZIONE DI CARNE SUINA NELL UE IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

58 Macellazioni I dati disponibili in alcuni paesi della Comunità ne esprimono il potenziale effettivo. Dai dati emerge che la produzione spagnola e francese è rimasta pressoché invariata rispetto al Per quanto riguarda l aumento nelle macellazioni olandesi (+1,32%) e in modo più discreto di quelle danesi (+3,56%), la ragione è imputabile all esportazione, in particolar modo verso la Germania sia di suinetti che di suini da macello. LE MACELLAZIONI SUI PRINCIPALI BACINI DI PRODUZIONE IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

59 11. IL CONSUMO DI CARNE SUINA NEL UE (2010) Nel 2010, i consumi europei di carne suina sono cresciuti dell 1,6% rispetto al La crisi economica ha continuato a pesare sugli acquisti delle famiglie europee che hanno orientato la loro spesa su altri prodotti meno costosi. IL CONSUMO DI CARNE SUINA NELL UE ( ) UE_27 NEL 2009: 39,82 Kg/procapite (-2,2%) UE_27 NEL 2010: 40,47 Kg/procapite (+1,6%) IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

60 BILANCIO SETTORE SUINICOLO IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

61 12. SALDO PRODUZIONE CONSUMO DI CARNE SUINA NEL UE (2009) Paesi deficitari e paesi eccedentari La Germania è passata dal deficit all eccedenza. La Danimarca deve esportare oltre l 80% della produzione senza contare i suinetti destinati agli ingrassatori tedeschi. Anche Olanda e Belgio sono eccedentari sia di carni che di suini vivi. BELGIO t 202% SALDO PRODUZIONE/CONSUMO (2009) OLANDA t 235% DANIMARCA t 612% REGNO UNITO t 53% GERMANIA t 101% IRLANDA t 142% POLONIA t 109% FRANCIA t 106% REP. CECA t UNGHERIA t SPAGNA t 124% ITALIA t 63,5% AUSTRIA t 99% SALDO DEFICITARIO AUTOSUFFICIENZA: 108,8% SALDO ECCEDENTARIO IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

62 13. GLI SCAMBI COMMERCIALI DI CARNE SUINA NEL UE (2010) ESPORTAZIONI L anno 2010, è l anno del record assoluto di esportazione di carne suina delle imprese europee verso i Paesi Terzi (+12,5%) rispetto al Nel dettaglio le vendite europee sono aumentate verso la Russia (+15%) che rimane il primo Paese importatore dall Europa a seguire Cina e Hong Kong con +7%. Le vendite verso il Giappone sono cresciute del 20% e quelle verso la Corea del Sud del 6%. Due nuovi mercati hanno aumentato in modo significativo le loro importazione dall UE: le Filippine (+236%) e la Bielorussia (+186%). L aumento della domanda è destinata ad aumentare in conseguenza della crescita demografica in tutto il mondo. Le esportazioni verso i Paesi Terzi IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

63 Le esportazioni in dettaglio verso i Paesi Terzi Nel dettaglio, la Germania, si conferma leadership nell esportazione, tra i paesi dell UE. La Germania divenuta eccedentaria netta, traduce l aumento della sua produzione in una progressione del volume di esportazione. Le esportazioni dei suinetti di Olanda e Danimarca Il 50% dei suinetti olandesi sono esportati verso la Germania, il 26% verso i Paesi Terzi e il 10% verso i paesi del Sud Europa. Il 78% dei suinetti danesi sono esportati verso la Germania, il 9,5% verso la Polonia, il 5% verso la Repubblica Ceca e il 4% verso l Italia. Le esportazioni dei suini grassi di olanda e Danimarca IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

64 Le esportazioni della Spagna La Francia è il primo mercato per le esportazioni spagnole, con il 34% del volume totale. Gli acquisti delle imprese francesi sono cresciute nel 2010, +10% rispetto al L 83% delle esportazioni è destinato ai Paesi dell UE e il 17% verso i paesi terzi. Nel 2010 la Spagna, ha esportato complessivamente tonnellate (carne, suini vivi e prodotti derivati). IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

65 13.2. IMPORTAZIONI Nel 2010, le importazioni europee sono diminuite complessivamente del 16%, con poco più di tonnellate di carne suina importata di cui il 40% di provenienza svizzera. Con le disposizioni legislative attuali (elevato tasso doganale alle frontiere) i grandi Paesi esportatori hanno poca convenienza ad esportare nell UE. Le importazioni da Paesi Terzi IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

66 13.3. PREZZI Nel 2010, il prezzo europeo del maiale si è mantenuto pressoché uguale al L aumento della produzione ha condizionato negativamente i corsi su tutti i principali bacini di produzione e l esportazione record, non è stata sufficiente a far crescere le quotazioni. PREZZO MEDIO DEL MAIALE NELL UE Il prezzo tedesco Le quotazioni tedesche sono diminuite di 0,98% e non vi è dubbio questa evoluzione abbia condizionato la tendenza in tutti i paesi europei, in particolare Olanda e Belgio. Il prezzo spagnolo Causa della competitività di questo paese all esportazione relativamente ad alcuni tagli, il prezzo spagnolo è cresciuto di +1,28%. Il prezzo danese I corsi danesi, tra i paesi della Comunità, hanno registrato l aumento più importante (+2,81%). La situazione in Olanda e Francia Le quotazioni olandesi e francesi sono rimasti pressoché invariati rispetto al IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

67 14. LE PREVISIONI PER IL 2011 Per l anno 2011, il mercato suinicolo comunitario, dovrebbe essere orientato verso un equilibrio domanda/offerta migliore rispetto al Il prezzo degli alimenti (mais, orzo, soia ecc.) molto elevato, dovrebbe limitare la crescita della produzione europea. La domanda mondiale dovrebbe rimanere elevata e i consumi interni dovrebbero aumentare se la ripresa economica nei paesi dell Unione Europea si confermerà. I corsi dovrebbero mediamente aumentare del 5%. BILANCIO DI PREVISIONE * 2011** 2010/2009 tonn tonn % Produzione ,0 Importazione ,1 Esportazione ,8 Consumi ,5 Fonte: Commissione Europea * = Stima ** = Previsione BILANCIO DI PREVISIONE A LUNGO TERMINE IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

68 RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI - Eurostat - Ofival - Tecni-Porc, - Baromètre-Porc, - Agrisole - Gira - USDA IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

69 TABELLE E GRAFICI IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

70 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

71 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

72 MILANO 2010 TREND SUINI D'ALLEVAMENTO Euro/Kg) MILANO 2010 TREND SUINI DA MACELLO (Euro/Kg) IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

73 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

74 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

75 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

76 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

77 DATI PROVVISORI DEL CENSIMENTO AGRICOLTURA 2010 Aziende con allevamenti e relativi capi suini per Regione. Anni 2010 e 2000 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

78 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

79 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

80 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

Mercato Mercati nazionali /2014. di Cosmino Giovanni Basile BILANCIO ANNO 2013

Mercato Mercati nazionali /2014. di Cosmino Giovanni Basile BILANCIO ANNO 2013 01/2014 Mercato Mercati nazionali 5.1.10 di Cosmino Giovanni Basile BILANCIO ANNO 2013 Nel 2013, i corsi dei suini grassi sono leggermente cresciuti rispetto al 2012. Alla Borsa Merci di Modena, il listino

Dettagli

IL MERCATO DEI SUINI

IL MERCATO DEI SUINI ANNO 2011 IL MERCATO DEI SUINI IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO 2011 1 OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO n 21 EDIZIONE LUGLIO 2012 di Cosmino Giovanni Basile IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE

Dettagli

IL MERCATO DELLE CARNI

IL MERCATO DELLE CARNI OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO N 13 EDIZIONE OTTOBRE 2017 Di Cosmino Giovanni Basile IL MERCATO DELLE CARNI BOVINE, OVICAPRINE E AVICUNICOLE PRODUZIONE E CONSUMO ANNO 2016 IL MERCATO DELLE

Dettagli

IL MERCATO DEI SUINI

IL MERCATO DEI SUINI ANNO 2009 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO 2009 1 OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO n 19 EDIZIONE APRILE 2010 di Ernesto Faravelli Cosmino

Dettagli

BILANCIO ANNO BORSA MERCI DI MODENA Prezzo medio 156/176 kg: 1,356 /kg (-7,7%)

BILANCIO ANNO BORSA MERCI DI MODENA Prezzo medio 156/176 kg: 1,356 /kg (-7,7%) 01/2016 Mercato Mercati nazionali 5.1.12 di Cosmino Giovanni Basile BILANCIO ANNO 2015 BORSA MERCI DI MODENA Prezzo medio 156/176 kg: 1,356 /kg (-7,7%) Nel 2015 il prezzo medio dei suini grassi destinati

Dettagli

IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO SITO ERSAF www.ersaf.lombardia.it OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO n 23 EDIZIONE MAGGIO 2014 di Cosmino Giovanni Basile IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE

Dettagli

IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO n 25 EDIZIONE LUGLIO 2017 di Cosmino Giovanni Basile IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO 2 Indice 1. IL SETTORE

Dettagli

IL MERCATO DEI SUINI

IL MERCATO DEI SUINI IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO ANNO 2008 IL MERCATO DEI SUINI Produzione e Consumo 2009 1 OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO n 18 EDIZIONE APRILE 2009 di Ernesto Faravelli Cosmino

Dettagli

IL MERCATO DEI SUINI

IL MERCATO DEI SUINI ANNO 2012 IL MERCATO DEI SUINI IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO 2012 1 OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO n 22 EDIZIONE GIUGNO 2013 di Cosmino Giovanni Basile IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE

Dettagli

BORSA MERCI DI MILANO Anno PREZZO MEDIO 156/176 Kg: 1,123 (-8,550%)

BORSA MERCI DI MILANO Anno PREZZO MEDIO 156/176 Kg: 1,123 (-8,550%) 01/2006 Mercato Mercati nazionali 5.1.2 di Ernesto Faravelli e Cosmino Giovanni Basile BORSA MERCI DI MILANO Anno 2005 PREZZO MEDIO 156/176 Kg: 1,123 (-8,550%) L EVOLUZIONE INTERNAZIONALE Nel 2005, i prezzi

Dettagli

IL MERCATO DELLE CARNI

IL MERCATO DELLE CARNI IL MERCATO DELLE CARNI BOVINE, OVICAPRINE E AVICUNICOLE PRODUZIONE E CONSUMO ANNO 2011 OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO N 10 EDIZIONE SETTEMBRE 2012 Di Cosmino Giovanni Basile IL MERCATO DELLE

Dettagli

IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO n 23 EDIZIONE GIUGNO 2015 di Cosmino Giovanni Basile IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO 2 Indice 1. IL SETTORE

Dettagli

IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO

IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO n 24 EDIZIONE GIUGNO 2016 di Cosmino Giovanni Basile IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO 2 Indice 1. IL SETTORE

Dettagli

IL MERCATO DELLE CARNI

IL MERCATO DELLE CARNI OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO N 12 EDIZIONE OTTOBRE 2014 Di Cosmino Giovanni Basile IL MERCATO DELLE CARNI BOVINE, OVICAPRINE E AVICUNICOLE PRODUZIONE E CONSUMO ANNO 2013 IL MERCATO DELLE

Dettagli

IL MERCATO DELLE CARNI

IL MERCATO DELLE CARNI IL MERCATO DELLE CARNI BOVINE, OVICAPRINE E AVICUNICOLE PRODUZIONE E CONSUMO ANNO 2012 OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO N 11 EDIZIONE OTTOBRE 2013 Di Cosmino Giovanni Basile IL MERCATO DELLE

Dettagli

IL MERCATO DELLE CARNI

IL MERCATO DELLE CARNI OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO N 13 EDIZIONE OTTOBRE 2016 Di Cosmino Giovanni Basile IL MERCATO DELLE CARNI BOVINE, OVICAPRINE E AVICUNICOLE PRODUZIONE E CONSUMO ANNO 2015 IL MERCATO DELLE

Dettagli

Nel corso del 2006 il patrimonio

Nel corso del 2006 il patrimonio Bilancio 2006 delle carni suine: quotazioni, produzione, export e consumi Vania Corazza Foto Gianni Volpi Com è andato nel 2006 il settore delle carni suine? Tutti i dettagli in questa approfondita analisi

Dettagli

PREZZO MEDIO 156/176 Kg: 1,240 (+10,42%)

PREZZO MEDIO 156/176 Kg: 1,240 (+10,42%) 01/2007 Mercato Mercati nazionali 5.1.3 di Cosmino Giovanni Basile PREZZO MEDIO 156/176 Kg: 1,240 (+10,42%) L EVOLUZIONE INTERNAZIONALE Analizzando i prezzi medi del 2006, traspare una fase di ciclo al

Dettagli

Giovedì agricoli mantovani: Prospettive per la suinicoltura mantovana. Mantova, 16 febbraio 2012

Giovedì agricoli mantovani: Prospettive per la suinicoltura mantovana. Mantova, 16 febbraio 2012 Giovedì agricoli mantovani: Prospettive per la suinicoltura mantovana Mantova, 16 febbraio 2012 Prezzi settimanali suini da macello pesanti 160-176 Kg (circuito tutelato) - CUN Fonte: elaborazioni Crefis

Dettagli

SCENARIO MONDIALE E POSIZIONAMENTO ALL ESTERO DEI SALUMI ITALIANI

SCENARIO MONDIALE E POSIZIONAMENTO ALL ESTERO DEI SALUMI ITALIANI SCENARIO MONDIALE E POSIZIONAMENTO ALL ESTERO DEI SALUMI ITALIANI RAFFAELE BORRIELLO ISMEA 13 giugno 2017 MERCATO MONDIALE DELLA CARNE 140.000 120.000 100.000 80.000 60.000 40.000 2005 2007 2009 2011 TREND

Dettagli

IL MERCATO DEI SUINI

IL MERCATO DEI SUINI IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO ANNO 27 IL MERCATO DEI SUINI Produzione e Consumo 27 1 OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO n 17 EDIZIONE APRILE 28 di Ernesto Faravelli Cosmino Giovanni

Dettagli

IL MERCATO DELLE CARNI

IL MERCATO DELLE CARNI IL MERCATO DELLE CARNI BOVINE, OVICAPRINE E AVICUNICOLE PRODUZIONE E CONSUMO ANNO 2010 OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO N 9 EDIZIONE OTTOBRE 2011 Di Cosmino Giovanni Basile IL MERCATO DELLE

Dettagli

L attuale evoluzione dei mercati suinicoli: tendenze e prospettive

L attuale evoluzione dei mercati suinicoli: tendenze e prospettive L attuale evoluzione dei mercati suinicoli: tendenze e prospettive Prof. Gabriele Canali Direttore Crefis Convegno promosso dall OI Gran Suino Italiano Come valorizzare le carni suine per competere sui

Dettagli

IL MERCATO DELLE CARNI

IL MERCATO DELLE CARNI OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO N 13 EDIZIONE SETTEMBRE 2015 Di Cosmino Giovanni Basile IL MERCATO DELLE CARNI BOVINE, OVICAPRINE E AVICUNICOLE PRODUZIONE E CONSUMO ANNO 2014 IL MERCATO DELLE

Dettagli

Fatti & Tendenze - Economia 3/2006 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2005

Fatti & Tendenze - Economia 3/2006 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2005 Fatti & Tendenze - Economia 3/2006 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2005 UCIMU - SISTEMI PER PRODURRE maggio 2006 1 IL SETTORE DELLA ROBOTICA NEL 2005 1.1 L andamento del settore nel 2005 Dopo un

Dettagli

REPORT VINO Scambi internazionali I trimestre 2014

REPORT VINO Scambi internazionali I trimestre 2014 REPORT VINO Scambi internazionali I trimestre 2014 Il punto del primo trimestre 2014 sul commercio internazionale 16 luglio 2014 Battuta d arresto per gli scambi in volume e valore Il primo trimestre del

Dettagli

Il 2007 è stato un anno estremamente. Il comparto suinicolo, bilancio 2007 PATRIMONIO SUINICOLO. Indicatori Economici

Il 2007 è stato un anno estremamente. Il comparto suinicolo, bilancio 2007 PATRIMONIO SUINICOLO. Indicatori Economici Il comparto suinicolo, bilancio 2007 Vania Corazza PATRIMONIO SUINICOLO Il 2007 è stato un anno estremamente movimentato per il settore agroalimentare, come noto, infatti, già dalla primavera si sono registrate

Dettagli

LA PRODUZIONE DI CARNE AVICOLA VENETA A CONFRONTO COL RESTO D EUROPA (EU27)

LA PRODUZIONE DI CARNE AVICOLA VENETA A CONFRONTO COL RESTO D EUROPA (EU27) LA PRODUZIONE DI CARNE AVICOLA VENETA A CONFRONTO COL RESTO D EUROPA (EU27) Il progetto AGRICONFRONTI EUROPEI intende, attraverso la raccolta di dati da fonti ufficiali (Eurostat e Istat), mettere a confronto

Dettagli

Il mercato delle carni suine Rapporto Regione Lombardia, via Pola 12, sala 1, Milano 14 dicembre 2010

Il mercato delle carni suine Rapporto Regione Lombardia, via Pola 12, sala 1, Milano 14 dicembre 2010 Il mercato delle carni suine Rapporto 2010 Regione Lombardia, via Pola 12, sala 1, Milano 14 dicembre 2010 Il progetto e gli enti finanziatori Crefis presenta oggi il Rapporto 2010 su Il mercato delle

Dettagli

Rapporto trimestrale sulle filiere suinicole Primo trimestre 2013

Rapporto trimestrale sulle filiere suinicole Primo trimestre 2013 Presentazione del Rapporto trimestrale sulle filiere suinicole Primo trimestre 2013 Prof. Gabriele Canali Direttore Crefis Unioncamere Lombardia, Milano 14 maggio 2013. Gli altri partner e sponsor del

Dettagli

Suini. Mercato origine-trend nazionale. N. 21 Settimana dal 13 al 19 luglio Mercato nazionale-mercato estero

Suini. Mercato origine-trend nazionale. N. 21 Settimana dal 13 al 19 luglio Mercato nazionale-mercato estero Suini N. 21 Settimana dal 13 al 19 luglio 20 Mercato nazionale-mercato estero Mercato origine-trend nazionale Prosegue l andamento al ribasso per i suinetti che in questa settimana hanno visto interessate

Dettagli

Elaborazione flash. Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE

Elaborazione flash. Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE Elaborazione flash Osservatorio MPI Confartigianato Lombardia 29/06/2016 Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE HIGHLIGHTS SETTORE MECCANICA DEL TERRITORIO DI VARESE

Dettagli

IL VINO VENETO OLTRE LA CRISI I DATI EXPORT 2010

IL VINO VENETO OLTRE LA CRISI I DATI EXPORT 2010 a cura del SETTORE ECONOMIA, MERCATI E COMPETITIVITÀ Rapporto n. 15 Luglio 211 Numero speciale IL VINO VENETO OLTRE LA CRISI I DATI EXPORT 21 IL VINO VENETO OLTRE LA CRISI: I DATI EXPORT 21 Secondo i dati

Dettagli

IL MERCATO DELLE CARNI BOVINE, OVICAPRINE E AVICUNICOLE PRODUZIONE E CONSUMO

IL MERCATO DELLE CARNI BOVINE, OVICAPRINE E AVICUNICOLE PRODUZIONE E CONSUMO IL MERCATO DELLE CARNI BOVINE, OVICAPRINE E AVICUNICOLE PRODUZIONE E CONSUMO ANNO 2006 OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO N 5 Di Ernesto Faravelli Cosmino Giovanni Basile IL MERCATO DELLE CARNI

Dettagli

Il mercato della carne suina Rapporto 2012

Il mercato della carne suina Rapporto 2012 Il mercato della carne suina Rapporto 2012 Milano - Unioncamere Lombardia, 20 dicembre 2012 Prof. Gabriele Canali Direttore Crefis - Università Cattolica del S. Cuore Oltre all Assessorato Agricoltura

Dettagli

Prime valutazioni sull andamento del settore agroalimentare veneto nel Rapporto di sintesi

Prime valutazioni sull andamento del settore agroalimentare veneto nel Rapporto di sintesi Prime valutazioni sull andamento del settore agroalimentare veneto nel 2016 Rapporto di sintesi Il valore complessivo della produzione lorda agricola veneta nel 2016 è stimato in 5,5 miliardi di euro,

Dettagli

Fatti & Tendenze - Economia 5/2017 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2016

Fatti & Tendenze - Economia 5/2017 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2016 Fatti & Tendenze - Economia 5/2017 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2016 maggio 2017 1 IL SETTORE DELLA ROBOTICA NEL 2016 1.1 L andamento del settore nel 2016 Nel 2016 l industria italiana della

Dettagli

Mais e Soia: tendenze e dinamiche recenti

Mais e Soia: tendenze e dinamiche recenti Mais e Soia: tendenze e dinamiche recenti Prezzi in flessione In Italia calo dei raccolti di mais e stabili quelli di soia Aumenta l import di mais e soia Offerta mondiale record Prospettive del mercato

Dettagli

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani. Periodo: LE CONSERVE DI TARTUFO

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani. Periodo: LE CONSERVE DI TARTUFO Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani Periodo: 2006-2008 LE CONSERVE DI TARTUFO NOTA INTRODUTTIVA Le elaborazioni statistiche si propongono di fornire al Lettore uno strumento per l immediata

Dettagli

Resta vivace il ciclo delle esportazioni modenesi nel 2 trimestre del 2006 I quantitativi esportati settore per settore ed i mercati di destinazione

Resta vivace il ciclo delle esportazioni modenesi nel 2 trimestre del 2006 I quantitativi esportati settore per settore ed i mercati di destinazione Modena, 26 settembre 2006 Prot. 20/06 Agli Organi di informazione COMUNICATO STAMPA Resta vivace il ciclo delle esportazioni modenesi nel 2 trimestre del 2006 I quantitativi esportati settore per settore

Dettagli

REPORT VINO Scambi internazionali 2013

REPORT VINO Scambi internazionali 2013 REPORT VINO Scambi internazionali 2013 Il punto del 2013 sul commercio internazionale 5 maggio 2014 Battuta d arresto per gli scambi in volume ma cresce il valore Secondo dati ancora provvisori il 2013

Dettagli

Mais e soia: tendenze e dinamiche recenti

Mais e soia: tendenze e dinamiche recenti e soia: tendenze e dinamiche recenti In ripresa i prezzi agricoli del mais. mentre cedono quelli della soia I primi sette mesi della campagna di commercializzazione 2015/16 sono stati caratterizzati dalla

Dettagli

La bilancia commerciale agroalimentare nazionale. gennaio-settembre 2017

La bilancia commerciale agroalimentare nazionale. gennaio-settembre 2017 La bilancia commerciale agroalimentare nazionale gennaio-settembre 2017 Roma, 21/12/2017 La bilancia agroalimentare nazionale nel periodo gennaio-settembre 2017 Le esportazioni agroalimentari italiane

Dettagli

IL MERCATO DELLE CARNI

IL MERCATO DELLE CARNI IL MERCATO DELLE CARNI BOVINE, OVICAPRINE E AVICUNICOLE PRODUZIONE E CONSUMO ANNO 2009 OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO N 8 EDIZIONE APRILE 2010 Di Ernesto Faravelli Cosmino Giovanni Basile

Dettagli

Direzione Servizi per lo sviluppo rurale. I numeri della filiera del pomodoro da industria

Direzione Servizi per lo sviluppo rurale. I numeri della filiera del pomodoro da industria Direzione Servizi per lo sviluppo rurale I numeri della filiera del pomodoro da industria Roma, giugno 2017 I numeri della filiera del pomodoro da industria La produzione Nel 2016, i volumi mondiali di

Dettagli

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2008-2010 le conserve di tartufo Direzione Dipartimento Promozione NOTA INTRODUTTIVA Le elaborazioni statistiche si propongono di fornire al Lettore uno

Dettagli

3. L interscambio con l estero 3. L INTERSCAMBIO CON L ESTERO

3. L interscambio con l estero 3. L INTERSCAMBIO CON L ESTERO 3. L INTERSCAMBIO CON L ESTERO 22 3.1 L interscambio e il saldo della bilancia commerciale I dati Istat complessivi riferiti al commercio estero del 2014 confermano la ripresa dell interscambio commerciale.

Dettagli

Suini. Mercato origine-trend nazionale. N. 11 Settimana n 13 dal 26 marzo al 1 aprile Mercato nazionale-mercato estero

Suini. Mercato origine-trend nazionale. N. 11 Settimana n 13 dal 26 marzo al 1 aprile Mercato nazionale-mercato estero Suini N. 11 Settimana n 13 dal 26 marzo al 1 aprile 20 Mercato nazionale-mercato estero Mercato origine-trend nazionale Il buon andamento dei suinetti da allevamento per le taglie da 20 a 65 kg ha trovato

Dettagli

REPORT VINO Commercio con l estero Gennaio-agosto 2014

REPORT VINO Commercio con l estero Gennaio-agosto 2014 REPORT VINO Commercio con l estero Gennaio-agosto 2014 Il commercio con l estero dei primi otto mesi del 2014 19 novembre 2014 Rallenta la crescita dell export sia in volume che in valore I dati dei primi

Dettagli

F.V.G. - Export vini:

F.V.G. - Export vini: F.V.G. - Export vini: A) A) Dati Dati 2010 2010 (provvisori) B) B) Dati Dati e comparazioni anni anni 2006/2010 2006/2010 24 24 giugno giugno 2011 2011 Franco Franco Passaro Passaro Direttore Direttore

Dettagli

a cura di Francesca Mattioli e Matteo Rinaldini Università di Modena e Reggio Emilia Osservatorio economico, coesione sociale e legalità

a cura di Francesca Mattioli e Matteo Rinaldini Università di Modena e Reggio Emilia Osservatorio economico, coesione sociale e legalità L economia vista dai mercati a cura di Francesca Mattioli e Matteo Rinaldini Università di Modena e Reggio Emilia DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE 59000 58500 58828 Totaleimpreseregistrate. Reggio Emilia. Serie

Dettagli

Tel

Tel Servizio relazioni con i media Tel. 02/8515.5224-5298 Tel. 0392807511 0392807521 3356413321. Comunicati www.mi.camcom.it Grazie al vertice Asem la reputazione di Milano nel mondo spicca il volo Cdc- Voices

Dettagli

Mais e soia: tendenze e dinamiche recenti

Mais e soia: tendenze e dinamiche recenti Mais e soia: tendenze e dinamiche recenti Produzione di mais e soia in flessione Dopo due annate record, l offerta mondiale di mais per la campagna di commercializzazione 2015/16 evidenzia, in base alle

Dettagli

Prezzi medi -Suini da macello

Prezzi medi -Suini da macello Ismea Servizi - Carni -Carne suina e salumi -News e analisi -News mercati -Settimana n.... Page 1 of 6 /06/017 Carne suina e salumi - News mercati il settimanale Ismea di informazione sui prodotti agricoli

Dettagli

Le barriere sanitarie all esportazione delle carni suine verso i Paesi Terzi: stato dell arte e prospettive

Le barriere sanitarie all esportazione delle carni suine verso i Paesi Terzi: stato dell arte e prospettive Le barriere sanitarie all esportazione delle carni suine verso i Paesi Terzi: stato dell arte e prospettive Giovannibattista Pallavicini «COME VALORIZZARE LE CARNI SUINE PER COMPETERE SUI NUOVI MERCATI»

Dettagli

Costi di produzione e mercato in italia e in Europa

Costi di produzione e mercato in italia e in Europa Il suino per il mercato italiano delle carni e dei prodotti derivati Venerdì 27 aprile 2012 Giornata dedicata alla suinicoltura organizzata da UNAPROS e CRPA Reggio Emilia Costi di produzione e mercato

Dettagli

EUROPA Il mercato delle autovetture a gennaio 2012

EUROPA Il mercato delle autovetture a gennaio 2012 EUROPA Il mercato delle autovetture a gennaio 2012 Nell Europa27+EFTA 1 sono state registrate complessivamente 13,57 milioni di vetture nel 2011, con una flessione dell 1,4% rispetto allo stesso periodo

Dettagli

IL MERCATO DEL MELONE TENDENZE RECENTI. Ismea. Mario Schiano lo Moriello AGGIORNAMENTO GIUGNO

IL MERCATO DEL MELONE TENDENZE RECENTI. Ismea. Mario Schiano lo Moriello AGGIORNAMENTO GIUGNO IL MERCATO DEL MELONE TENDENZE RECENTI AGGIORNAMENTO GIUGNO 2015 Mario Schiano lo Moriello Ismea www.ismea.it www.ismeaservizi.it 23/06/2015 I FLUSSI DI PRODOTTO IN ITALIA CAMPAGNA DI COMMERCIALIZZAZIONE

Dettagli

OSSERVATORIO DEI MERCATI DELLA 15 SETTIMANA E DEI MERCATI DEL LUNEDI DELLA 16 DELL ANNO 2014

OSSERVATORIO DEI MERCATI DELLA 15 SETTIMANA E DEI MERCATI DEL LUNEDI DELLA 16 DELL ANNO 2014 OSSERVATORIO DEI MERCATI DELLA 15 SETTIMANA E DEI MERCATI DEL LUNEDI DELLA 16 DELL ANNO 2014 RISERVATO AGLI ASSOCIATI IL MERCATO ITALIANO lunedì 7 lunedì 7 giovedì 10 MILANO MODENA MANTOVA KG 7/C NON QUOTATO

Dettagli

Newsletter aprile 2012

Newsletter aprile 2012 Newsletter aprile 2012 La filiera suinicola nel mese di aprile 2012 Sul mercato italiano, ad aprile, il prezzo di entrambi i principali fattori di produzione, ha continuato a salire, mentre sui mercati

Dettagli

Mais e Soia: tendenze e dinamiche recenti

Mais e Soia: tendenze e dinamiche recenti Mais e Soia: tendenze e dinamiche recenti Prezzi in ripresa In Italia calo dei raccolti di mais e soia Aumenta l import di mais e soia Scenario produttivo e prospettive di mercato per la campagna 2017/18

Dettagli

La bilancia commerciale dell agroalimentare italiano nel Elementi di analisi congiunturale e di medio periodo

La bilancia commerciale dell agroalimentare italiano nel Elementi di analisi congiunturale e di medio periodo La bilancia commerciale dell agroalimentare italiano nel 2016 Elementi di analisi congiunturale e di medio periodo Roma, marzo 2017 1 La bilancia commerciale dell agroalimentare italiano nel 2016 Nel 2016

Dettagli

LE ESPORTAZIONI AGRICOLE E DELL INDUSTRIA ALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA. Gennaio 2016

LE ESPORTAZIONI AGRICOLE E DELL INDUSTRIA ALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA. Gennaio 2016 LE ESPORTAZIONI AGRICOLE E DELL INDUSTRIA ALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA Gennaio 2016 DATI CONGIUNTURALI: I PRIMI NOVE MESI DEL 2015 2 LE ESPORTAZIONI REGIONALI NEL 2015 Nei primi nove mesi del 2015 l

Dettagli

VARIAZIONI E CONTRIBUTI ALLA VARIAZIONE DELL'EXPORT NAZIONALE 47,5 30,3 19,7 8,5 5,9 2,3

VARIAZIONI E CONTRIBUTI ALLA VARIAZIONE DELL'EXPORT NAZIONALE 47,5 30,3 19,7 8,5 5,9 2,3 LE ESPORTAZIONI NEL PRIMO SEMESTRE 2017 AUMENTO IN LIGURIA DEL 19,7% Nel primo semestre del 2017 in Italia le vendite di beni sui mercati esteri risultano in aumento dell 8,0% rispetto allo stesso periodo

Dettagli

IL MERCATO DELLE CARNI BOVINE, OVICAPRINE E AVICUNICOLE

IL MERCATO DELLE CARNI BOVINE, OVICAPRINE E AVICUNICOLE IL MERCATO DELLE CARNI BOVINE, OVICAPRINE E AVICUNICOLE PRODUZIONE E CONSUMO Anno 2005 OSSERVATORIO AGROALIMENTARE LOMBARDO QUADERNO N 4 Di Ernesto Faravelli Cosmino Giovanni Basile IL MERCATO DELLE CARNI

Dettagli

LA PRODUZIONE DI CARNE BOVINA

LA PRODUZIONE DI CARNE BOVINA LA PRODUZIONE DI CARNE BOVINA Il progetto AGRICONFRONTI EUROPEI intende, attraverso la raccolta di dati da fonti ufficiali (Eurostat e Istat), mettere a confronto la situazione dell agricoltura veneta

Dettagli

IL MERCATO DEI SUINI

IL MERCATO DEI SUINI Ente Regionale per i Servizi all'agricoltura e alle Foreste Struttura: Promozione dell Agroalimentare Lombardo Tel.02/67404.1 Fax. 02/67404.299 IL MERCATO DEI SUINI PRODUZIONE E CONSUMO Anno 2000 OSSERVATORIO

Dettagli

SETTORE PELLETTERIA: CONSUNTIVO 2015 e 1 TRIMESTRE 2016

SETTORE PELLETTERIA: CONSUNTIVO 2015 e 1 TRIMESTRE 2016 SETTORE PELLETTERIA: CONSUNTIVO 2015 e 1 TRIMESTRE 2016 Nel 2015 il settore ha beneficiato ancora della spinta generata dal fatturato estero (6,5 miliardi il valore complessivo delle merci esportate),

Dettagli

REPORT VINO Commercio con l estero 2013

REPORT VINO Commercio con l estero 2013 REPORT VINO Commercio con l estero 2013 Il punto del 2013 dell Italia 13 marzo 2013 Un 2013 da record per gli introiti (+7%) con volumi in discesa del 4% In tema di commercio con l estero il 2013 si è

Dettagli

Costo di produzione e redditività del suino in Italia e in Europa Kees de Roest

Costo di produzione e redditività del suino in Italia e in Europa Kees de Roest Giornata della suinicoltura 5 Giugno 2015 Quartiere fieristico Reggio Emilia Scenari ed opportunità per la suinicoltura al 2020 e redditività del suino in Italia e in Europa Kees de Roest ASSER Centro

Dettagli

L agricoltura italiana a confronto con gli altri principali paesi agricoli dell UE

L agricoltura italiana a confronto con gli altri principali paesi agricoli dell UE L agricoltura italiana a confronto con gli altri principali paesi agricoli dell UE Confrontando i paesi dell Unione Europea per i principali indicatori statistici dell agricoltura, si vede (ultimi rilevamenti

Dettagli

Agricoltura biologica in Italia: nel 2015, i produttori sono cresciuti dell 8,1%, la SAU del 7,5%

Agricoltura biologica in Italia: nel 2015, i produttori sono cresciuti dell 8,1%, la SAU del 7,5% Agricoltura biologica in Italia: nel, i produttori sono cresciuti dell 8,1%, la SAU del 7,5% Nel, secondo l ultimo rapporto pubblicato dal SINAB (Sistema d Informazione Nazionale sull Agricoltura Biologica),

Dettagli

DELLE ESPORTAZIONI. La provincia di Modena ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6%

DELLE ESPORTAZIONI. La provincia di Modena ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6% indicatori 35 In positivo indicatori il bilancio DELLE ESPORTAZIONI 2013 La provincia di ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6% MAURA MONARI Sia Prometeia sia il Bollettino Economico

Dettagli

Il quadro del commercio mondiale: opportunità per le imprese. Alessandra Lanza, Prometeia spa

Il quadro del commercio mondiale: opportunità per le imprese. Alessandra Lanza, Prometeia spa Il quadro del commercio mondiale: opportunità per le imprese Alessandra Lanza, Prometeia spa Esportare perché? Fatturato trainato dall export indici mensili del fatturato nel settore manifatturiero (2010=100)

Dettagli

suini d'allevamento suini da macello

suini d'allevamento suini da macello Pagina 1 di 5 Suini - News mercati il settimanale Ismea di informazione sui prodotti agricoli e agroalimentari n. 36/2013 - settimana n. 39 dal 23 al 29 settembre 2013 La rete di rilevazione ISMEA - Mercato

Dettagli

Il mercato estero delle Pere Europee

Il mercato estero delle Pere Europee Elisa Macchi, /WAPA Pere: il trend dei principali Paesi esportatori UE dove vengono destinate le pere belghe? RUSSIA - prima dell embargo era la 1 destinazione con oltre il 40% del totale esportato (fino

Dettagli

Esportazioni di prodotti agroalimentari italiani. Periodo 2005 2007. Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani Periodo 2005 2007

Esportazioni di prodotti agroalimentari italiani. Periodo 2005 2007. Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani Periodo 2005 2007 Esportazioni di prodotti agroalimentari italiani Periodo 2005 2007 Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani Periodo 2005 2007 LE PASTE ALIMENTARI Conserve di tartufo NOTA INTRODUTTIVA Le elaborazioni

Dettagli

Homepage > Carni» Carne suina e salumi» News e report» News mercati» 2017» Settembre» Settimana n. 35/2017. Suini d'allevamento

Homepage > Carni» Carne suina e salumi» News e report» News mercati» 2017» Settembre» Settimana n. 35/2017. Suini d'allevamento Homepage > Carni» Carne suina e salumi» News e report» News mercati» 07» Settembre» Settimana n. 35/07 Carne suina e salumi - News mercati il settimanale Ismea di informazione sui prodotti agricoli e agroalimentari

Dettagli

EXPORT 2016: CRESCONO LE VENDITE ALL ESTERO DELLA LIGURIA

EXPORT 2016: CRESCONO LE VENDITE ALL ESTERO DELLA LIGURIA EXPORT 2016: CRESCONO LE VENDITE ALL ESTERO DELLA LIGURIA Nei primi 9 mesi del 2016 in Italia si è registrata una crescita tendenziale dell export pari allo 0,5%, sintesi del contributo positivo dell Italia

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 26/2017

COMUNICATO STAMPA 26/2017 AI GIORNALI E CORRISPONDENTI DELLE PROVINCE DI BIELLA E VERCELLI LORO SEDI COMUNICATO STAMPA 26/2017 EXPORT: NEL 1 TRIMESTRE 2017 AUMENTO SOSTENUTO PER BIELLA E VERCELLI Le vendite all'estero crescono

Dettagli

Comunicato stampa del 24 marzo 2017

Comunicato stampa del 24 marzo 2017 Comunicato stampa del 24 marzo 2017 Brusca frenata dell export in Sardegna: tengono le esportazioni nei Paesi dell Ue grazie al siderurgico, ma la domanda di prodotti sardi è in caduta libera Il 2016 si

Dettagli

Opportunità e strategie dell ICE per le imprese - Focus Veneto

Opportunità e strategie dell ICE per le imprese - Focus Veneto Venezia, 24 novembre 2016 EVOLUZIONE DEL COMMERCIO CON L ESTERO PER AREE E SETTORI Opportunità e strategie dell ICE per le imprese - Focus Veneto Riccardo Landi Direttore Ufficio di Supporto per la Pianificazione

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 8 SETTEMBRE 2017 Commercio mondiale in crescita del 5,1% annuo Pil in rafforzamento in USA, Area euro e Giappone Brasile e Russia tornano a crescere Prezzo petrolio in

Dettagli

I prezzi delle Camere di Commercio CEREALI

I prezzi delle Camere di Commercio CEREALI I prezzi delle Camere di Commercio CEREALI Il sistema camerale per la trasparenza dei prezzi e dei mercati Agosto 2017 in collaborazione con REF Ricerche FRUMENTO DURO LUGLIO 2017 MERCATO NAZIONALE: PREZZI

Dettagli

Laureati in agraria conduttori di aziende agricole

Laureati in agraria conduttori di aziende agricole Laureati in agraria conduttori di aziende agricole Negli ultimi cinque anni, è cresciuta da circa il 2% dei sei anni precedenti ad oltre il 3%, la quota di studenti immatricolati ai corsi di laurea nelle

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 7 LUGLIO 2017 Commercio mondiale in crescita del 5,9% annuo Crescita produzione industriale in rafforzamento Tasso di disoccupazione in aumento in USA e Giappone L inflazione

Dettagli

Suinicoltura e costi di produzione del suino pesante nel contesto internazionale

Suinicoltura e costi di produzione del suino pesante nel contesto internazionale Suinicoltura e costi di produzione del suino pesante nel contesto internazionale Reggio Emilia Le sfide per la suinicoltura italiana al 2014 Kees de Roest, Eugenio Corradini, Claudio Montanari Centro Ricerche

Dettagli

REPORT VINO Commercio con l estero Gennaio-luglio 2014

REPORT VINO Commercio con l estero Gennaio-luglio 2014 REPORT VINO Commercio con l estero Gennaio-luglio 2014 Il commercio con l estero dei primi sette mesi e il punto sul mercato 22 ottobre 2014 Da gennaio a luglio 2014 l export vinicolo sfiora i 12 milioni

Dettagli

Evoluzione del settore agricolo nel corso della crisi: il contributo della cooperazione

Evoluzione del settore agricolo nel corso della crisi: il contributo della cooperazione Evoluzione del settore agricolo nel corso della crisi: il contributo della cooperazione Convegno di settore delle cooperative agricole Trento 3 giugno 2016 Introduzione Contrariamente alla tendenza a sottovalutare

Dettagli

L ESPORTAZIONE DI VINO DAL VENETO

L ESPORTAZIONE DI VINO DAL VENETO O S S E R V A T O R I O E C O N O M I C O A G R O A L I M E N T A R E L ESPORTAZIONE DI VINO DAL VENETO Report 2016 INDICE: 1. Esportazioni di vino dal Veneto 2. Esportazioni dei vini fermi in bottiglia

Dettagli

L industria Alimentare Toscana

L industria Alimentare Toscana L industria Alimentare Toscana Quanto conta il settore alimentare nell economia toscana? (I) Totali Industriali di cui Italia Toscana Lombardia Emilia Romagna Piemonte Veneto Campania Totali attive 106.440

Dettagli

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in migliaia di euro - provvisori Dati grezzi Dati destagionalizzati

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in migliaia di euro - provvisori Dati grezzi Dati destagionalizzati Il commercio estero di beni nella provincia di Cremona 1 trimestre 2015 Dati generali I dati ISTAT del primo trimestre 2015 sul commercio estero, ancora provvisori, indicano che nel periodo gennaiomarzo,

Dettagli

COSTO DI PRODUZIONE E DI MACELLAZIONE DEL VITELLONE DA CARNE

COSTO DI PRODUZIONE E DI MACELLAZIONE DEL VITELLONE DA CARNE COSTO DI PRODUZIONE E DI MACELLAZIONE DEL VITELLONE DA CARNE Questo opuscolo riporta la stima relativa all anno 2005 del costo di produzione del vitellone da carne nell allevamento da ingrasso, ed è stato

Dettagli

Esportazioni destag. Esportazioni (grezzo) Importazioni destag. Importazioni (grezzo)

Esportazioni destag. Esportazioni (grezzo) Importazioni destag. Importazioni (grezzo) Il commercio estero di beni nella provincia di Cremona - 2 trimestre 2015 - Dati generali I dati ISTAT del secondo trimestre 2015 sul commercio estero, ancora provvisori, indicano che nel periodo aprile-giugno,

Dettagli

IL MERCATO DEL MELONE

IL MERCATO DEL MELONE IL MERCATO DEL MELONE TENDENZE RECENTI E DINAMICHE ATTESE Mario Schiano lo Moriello Ismea www.ismea.it www.ismeaservizi.it 23/04/2014 GLI ELEMENTI DI CRITICITA aumento dei costi di produzione (concimi,

Dettagli

Dicembre market monitor. Analisi del settore alimentare: performance e previsioni

Dicembre market monitor. Analisi del settore alimentare: performance e previsioni Dicembre 2016 market monitor Analisi del settore alimentare: performance e previsioni Esonero di responsabilità I contenuti del presente documento sono forniti ad esclusivo scopo informativo. Ogni informazione

Dettagli

Capitolo 8 Turismo 8. TURISMO

Capitolo 8 Turismo 8. TURISMO 8. TURISMO L analisi dell ultimo decennio relativa al turismo biellese evidenzia una crescita quasi costante nel tempo portando le presenze di turisti sul territorio a crescere del 18% con un massimo storico

Dettagli

Capitolo 8 Turismo 8. TURISMO

Capitolo 8 Turismo 8. TURISMO 8. TURISMO Il 2008 ha visto un considerevole aumento di turisti nella nostra provincia: gli arrivi (persone che hanno pernottato per almeno una notte in una struttura ricettiva) sono risultati 75.880 (+2,8%

Dettagli

Agroalimentare Made in Italy: export e import dell Italia con i Paesi BRICS e TICKS

Agroalimentare Made in Italy: export e import dell Italia con i Paesi BRICS e TICKS Agroalimentare Made in Italy: export e import dell Italia con i Paesi BRICS e TICKS BRICS e TICKS sono acronimi, adottati da alcuni fondi internazionali di investimento finanziario, che individuano i principali

Dettagli

STOVIGLIERIA. 9a edizione

STOVIGLIERIA. 9a edizione STOVIGLIERIA 9a edizione 49 INTRODUZIONE Confindustria Ceramica ha realizzato l'ottava indagine statistica per il settore della porcellana e ceramica da tavola, allo scopo di monitorare i principali dati

Dettagli