Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000"

Transcript

1 CERTET Centro di Economia regionale, dei trasporti e del turismo Unioncamere Lombardia Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 20 Orario estivo 2006

2 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate Sommario 1. EXECUTIVE SUMMARY 3 2. INDICATORE CONGIUNTURALE DI ACCESSIBILITÀ INTERCONTINENTALE 5 Rilevazione estate Analisi del mercato del trasporto aereo intercontinentale 7 3. INDICATORE CONGIUNTURALE DI PRESSIONE COMPETITIVA 14 Rilevazione estate Analisi di alcuni aspetti del mercato aereo del Nord Italia NOTE METODOLOGICHE 23 Perché un indicatore di accessibilità intercontinentale 23 Obiettivi e caratteristiche dell indicatore di accessibilità intercontinentale 23 Obiettivi e caratteristiche dell indicatore di pressione competitiva 24 ALLEGATO 25

3 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate Executive summary Allo scopo di esaminare l accessibilità intercontinentale fornita dagli aeroporti ai territori dai essi serviti, l analisi presentata confronta quantitativamente il livello di servizio offerto dalle compagnie aeree di linea in ciascun sistema aeroportuale prendendo in considerazione sia la frequenza dei collegamenti intercontinentali che la loro importanza, misurata in base alle caratteristiche economiche (data dalla media dei dati di interscambio commerciale con l UE negli ultimi tre anni) ed aeronautiche (rappresentate dai dati di traffico passeggeri) delle destinazioni raggiunte. I risultati della misurazione non hanno valenza assoluta, bensì relativa, in quanto l indicatore sintetico assegnato a ciascuna area urbana è espresso in termini percentuali rispetto all area più importante (storicamente Londra): anche il confronto intertemporale dei risultati, per tanto, va effettuato tenendo conto del fatto che il valore di ogni area è relativo a Londra. In altre parole, può accadere che da una stagione all altra un area (p.e. Milano) migliori il proprio livello assoluto di accessibilità, ma che (se Londra migliora in misura maggiore) il suo indicatore diminuisca, proprio in quanto il valore espresso è relativo al benchmark. Il presente rapporto contiene i dati della ventesima rilevazione promossa da Unioncamere Lombardia in collaborazione con il dell Università Bocconi, per tenere sotto osservazione l evoluzione dell hub di Malpensa La rilevazione si riferisce alla stagione estiva 2006 (e in particolare alla prima settimana di giugno), e mostra che: Il valore dell indicatore Unioncamere Lombardia riferito a Malpensa registra una diminuzione da un valore di 35,5 (estate 2005) a 33,0 (estate 2006), passando dalla 7 all 8 posizione relativa rispetto al benchmark. Rispetto a Londra (che si conferma polo più accessibile), dunque, la crescita dei servizi intercontinentali è stata meno significativa; lo è stata di più, invece, rispetto alla stagione invernale del 2005, quando il valore per Malpensa era di 31,3. Il mercato europeo conferma che l accessibilità intercontinentale è polarizzata sui quattro hub di Londra, Francoforte, Parigi e Amsterdam. Londra e Francoforte in particolare svettano come regine europee, con la capitale britannica quale benchmark (accessibilità = 100), mentre il polo tedesco continua ad avvicinarvisi ininterrottamente: nell estate 2003 il suo valore era di 91,7 e nella stagione presente è di 97,7. Il divario con gli hub di seconda fascia risulta più netto. Roma Fiumicino perde rispetto a Londra nel confronto con l estate 2005: 37,1 contro 39,3, ed ora Zurigo e Monaco (che nella stagione invernale le sono superiori) hanno valori di accessibilità solo di poco inferiori: 37,0 e 36,1. Istanbul continua l ascesa ed è ora stabilmente il nono aeroporto europeo più accessibile per quanto riguarda il mercato intercontinentale (da 26,8 a 29,2: si avvicina a Milano), mentre continua l alternanza estate-inverno nel novero dei primi dieci aeroporti tra Vienna (più accessibile d estate) e Madrid (inverno). Dopo un periodo in cui la pressione competitiva sul mercato dell Italia settentrionale è calato costantemente, dalla rilevazione estiva 2005, l indicatore ha ripreso a salire e l orario estivo 2006 ha confermato tale incremento, passando da 58,5 a 63,2. Il dato più importante, però, è rappresentato dal numero di posti offerti su voli feeder dagli aeroporti del Nord Italia verso gli hub stranieri considerati, che raggiunge un valore di quasi posti feeder verso l estero, secondo solo ai valori del Linate sperimenta in questa rilevazione un incremento sostanziale dell offerta verso l estero, 13,6%, da posti offerti sui voli feeder verso l estero a Buona parte dell incremento del valore dell indicatore è dovuto quindi a questa riapertura del varco milanese verso l estero. Il resto degli aeroporti del Nord Italia conferma tale tendenza. Venezia mantiene la leadership nazionale tra le Porte dell Italia settentrionale, e fa registrare un incremento di

4 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate poco inferiore al 30%, arrivando a sfiorare i posti settimanali verso l estero (circa 30 voli giornalieri stimando una media di 120 posti per volo). In questa rilevazione si segnala il nuovo collegamento tra Rimini e Monaco che permette all aeroporto romagnolo di entrare nel panel degli scali considerati. Parigi Charles de Gaulle rimane il principale hub verso cui si dirigono i passeggeri del Nord Italia, seguito da Francoforte e Monaco di Baviera. Lufthansa (come Star Alliance) è il vettore più presente sul territorio nazionale, con 412 voli verso i due hub tedeschi cui fa riferimento (+18%). Air France (e Skyteam), alleata di Alitalia, offre 264 voli verso Parigi, presidiando quasi tutti i principali aeroporti dell Italia settentrionale. La metodologia utilizzata nel presente lavoro è stata sviluppata su incarico di Unioncamere Lombardia. La presente ricerca è stata diretta da Roberto Zucchetti, coordinatore dell area trasporti del, con la collaborazione di Alberto Milotti e di Giuseppe Siciliano, ricercatori del, e di Stefano Marinoni.

5 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate Indicatore congiunturale di accessibilità intercontinentale 1 Rilevazione estate 2006 Per il settore del trasporto aereo passeggeri di linea, il 2006 è stato un anno di crescita della capacità a livello globale. La figura illustra la serie storica dell offerta di collegamenti intercontinentale in partenza dall Europa occidentale nelle settimane settimane tipo delle stagioni monitorate a partire dall estate 2001, in termini sia di voli che di ASK 2. Fig. 1: La ripresa dell offerta intercontinentale dopo l 11 settembre Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree La crescita non è sostenuta come quella eccezionale del 2004 e 2005, gli anni in cui il settore recuperò definitivamente dopo lo shock dell 11 settembre, con incrementi annui superiori al 9%, tuttavia nell ultima stagione il tasso di crescita rispetto a un anno fa è comunque rilevante ed è pari al 6,9%. La rilevazione sull accessibilità intercontinentale, basata sul programma operativo delle compagnie di linea per la prima settimana di giugno 2005, conferma Londra come principale hub intercontinentale europeo. La competizione per primeggiare come hub primari rimane circoscritta ad altri tre grandi aeroporti: Francoforte (97,7), Parigi (85,4) e Amsterdam (77,7), con scostamenti del tutto marginali rispetto all estate scorsa. 1 La metodologia utilizzata per il calcolo dell'indicatore è richiamata al paragrafo 4.2 ed è compiutamente illustrata in: Unioncamere Lombardia Indicatori congiunturali del trasporto aereo, brochure, Milano, dicembre ASK = Available Seats Kilometre, o posti*km.

6 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate Fig. 2: Indicatore di accessibilità intercontinentale Hub set-98 summer '01 summer '02 summer '03 summer '04 summer '05 summer '06 Londra Francoforte 91,0 90,4 92,1 91,7 94,7 97,2 97,7 Parigi 83,9 84,1 84,7 82,8 87,5 88,6 85,4 Amsterdam 78,6 77,3 79,3 75,2 76,7 77,4 77,7 Roma 51,6 36,0 33,0 36,4 38,8 39,3 37,1 Zurigo 54,4 50,6 44,3 39,4 37,8 38,1 37,0 Monaco 33,9 29,7 30,8 28,8 29,4 30,9 36,1 Milano 23,0 31,5 30,7 27,8 33,5 35,5 33,0 Istanbul n.d. n.d. n.d. n.d. 27,0 26,8 29,2 Vienna n.d. n.d. n.d. n.d. 29,4 29,7 27,6 Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree I cambiamenti più rilevanti rispetto alla stagione passata si hanno tra i cosiddetti hub di seconda fascia, e sono dati dal netto incremento dell accessibilità di Monaco, che rispetto al benchmark di Londra guadagna 6 punti; e dal lieve peggioramento degli hub italiani, sempre rispetto a Londra: Roma passa da 39,3 a 37,1 ma mantiene una posizione di prevalenza rispetto ai proprio concorrenti (escludendo chiaramente le 4 regine); Milano invece, oltre a quasi 2 punti percentuali rispetto alla capitale britannica, perde anche una posizione nel ranking di accessibilità intercontinentale, a vantaggio, appunto, di Monaco. Inoltre, si registra una buona crescita di Istanbul (da 26,8 a 29,2) che scalza Madrid dalle prime dieci città. La figura mostra l evoluzione dell accessibilità dei più stretti concorrenti della seconda fascia (Roma, Milano, Monaco e Zurigo) dall estate del 2001 a oggi. Nel giro di cinque anni dunque si è registrato un avvicinamento della quantità e della qualità dell offerta di questi quattro aeroporti: evidenti, dalla figura, da un lato la crescita stabile di Milano e Roma, dall altro il contrasto tra il declino progressivo di Zurigo e il notevole incremento dell accessibilità di Monaco. Nel corso degli anni anche il distacco tra gli hub primari e gli hub secondari appare costante se non in crescita, e non si può prescindere da questa considerazione quando si deve necessariamente individuare un benchmark per l aeroporto di Malpensa, oggetto della nostra analisi: un obiettivo realistico dello 55,0 50,0 45,0 40,0 35,0 30,0 25,0 Roma Zurigo Monaco Milano summer '01 summer '06

7 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate scalo lombardo potrebbe essere infatti quello di primeggiare nel secondo gruppo di hub. Riuscire a garantire servizi e traffici superiori agli aeroporti elencati porterebbe Malpensa ad avere una sua collocazione tra i principali aeroporti intercontinentali e dunque una accessibilità alle merci e alle persone adeguata al potenziale economico del Nord Italia. Analisi del mercato del trasporto aereo intercontinentale Il presente paragrafo fornisce un analisi approfondita delle caratteristiche del mercato aereo intercontinentale e permette di tenere sotto osservazione i cambiamenti riscontrati nel numero dei voli, nelle destinazioni servite e nelle scelte operate dalle compagnie aeree. Il paniere di destinazioni intercontinentali direttamente raggiungibili dagli aeroporti europei ammonta a 289, 10 in più rispetto all estate Tab. 1: Numero di destinazioni intercontinentali degli aeroporti europei Hub set-98 summer '01 summer '02 summer '03 summer '04 summer '05 summer ' Londra ,7 Francoforte ,4 Parigi ,7 Amsterdam ,1 Roma ,0 Zurigo ,1 Monaco ,0 Milano ,2 Istanbul n.d n.d n.d n.d n.d ,6 Vienna n.d n.d n.d n.d Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie Ad eccezione di Roma e Vienna, tutte le città considerate mostrano un incremento del network: lieve come quello di Amsterdam (da 107 a 108) o anche molto consistente come nel caso di Milano, che guadagna 7 destinazioni rispetto alle 55 dell anno scorso (+12%). Londra, principale polo di attrazione europeo, si espande ancora Zurigo Monaco Roma Milano a livello globale, e serve adesso 147 destinazioni intercontinentali, 18 più di 90 Francoforte e 19 in più rispetto a Parigi. Il confronto tra la pura numerosità dei network fa emergere come a valori di accessibilità elevati possano corrispondere network meno estesi e viceversa; è il caso di Zurigo e 40 Milano: la città svizzera serve 41 destinazioni 30 rispetto alle 62 di Milano, eppure risulta più accessibile, in virtù di un peso mediamente 20 maggiore delle destinazioni raggiunte nonché di frequenze di collegamento mediamente più elevate. La mappa sottostante illustra per ogni hub la suddivisione del network intercontinentale per area geografica. set-98 summer '01 summer '02 summer '03 summer '04 summer '05 summer '06

8 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate Fig. 3: Destinazioni intercontinentali per area geografica Area Africa Nord America Sud America Asia Medio Oriente Oceania 100 Londra ,7 Francoforte ,4 Parigi ,7 Amsterdam ,1 Roma ,0 Zurigo ,1 Monaco ,0 Milano ,2 Istanbul ,6 Vienna ,5 Madrid Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree Le figure includono anche i dati relativi a Madrid, in quanto particolarmente significativi: esemplificano infatti il concetto di hub direzionale (la direttrice in questo caso è quella sudamericana: 27 le destinazioni di Madrid in questo continente, più che ogni altro degli hub considerati) su cui si è basata la strategia di Iberia e con essa lo sviluppo dell aeroporto spagnolo. Londra non scende mai oltre la seconda posizione per numero di destinazioni servite per continente, e primeggia in NordAmerica (39 scali raggiunti!) e in Oceania; Francoforte serve il maggior numero di destinazioni (40) in Asia. Per l Africa la supremazia è come prevedibile per i legami storico/culturali di Parigi, che la raggiunge in ben 59 punti diversi. Roma, Milano, Monaco e Zurigo, hub concorrenti tra loro, mostrano caratteristiche di network ben differenti: Monaco ha una copertura globale medio-alta, specie nel mercato forte del NordAmerica (17); Roma e Milano non mostrano particolari punti di rilievo né una copertura media elevata (eccezion fatta per l Africa area mediterranea).

9 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate Tab. 2: Numero di voli programmati verso destinazioni intercontinentali Città set-98 giu-01 giu-02 giu-03 giu-04 giu-05 giu Londra ,4 Parigi ,7 Francoforte ,7 Amsterdam ,5 Madrid ,0 Milano ,1 Roma ,2 Istanbul n.d. n.d. n.d. n.d ,0 Zurigo ,1 Monaco ,6 Vienna n.d. n.d. n.d. n.d Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree L analisi del numero di frequenze settimanali (tabella sovrastante) aiuta a confermare le indicazioni precedenti. Londra, hub principale, conta voli settimanali in partenza: ne aggiunge cioè 105 rispetto all anno scorso (+5%); lo scalo di Heathrow, da solo, vede partire voli intercontinentali a settimana ed a partire dal 2008, con la prevista realizzazione del Terminal 5 che verrà gestito da British Airways e la conseguente riorganizzazione dei transiti nell hub (anche Star Alliance ha già deciso di riunire tutti i vettori dell alleanza sotto l unico tetto del Terminal 1), la soluzione degli attuali problemi di congestione consentirà al sistema londinese di affermarsi con sempre maggior rilievo come capitale europea del trasporto aereo. Il solo Heathrow conta già più voli settimanali dell intero sistema aeroportuale parigino (1.577 voli, +8%) che risulta il secondo più capace, precedendo Francoforte (1.146 voli, +4%). L incremento di frequenze più consistente si ha ad Instabul, dove i voli aumentano del 12% (da 259 a 289). Tutti i poli considerati aumentano la propria capacità rispetto alla stagione estiva scorsa, tuttavia Roma mostra un incremento di scarso rilievo (+1%: 3 voli in più) rispetto alla media, che è del +6% (Milano aggiunge 27 partenze a settimana). La figura consente di apprezzare la ripresa di Zurigo, e il fatto che Monaco e Milano mostrino un percorso di crescita di capacità similare. Madrid risulta anche nella classifica per voli settimanali in una posizione superiore rispetto al valore di accessibilità: la spiegazione risiede nel fatto che la maggior parte di tali collegamenti sono operati su destinazioni mediamente poco pesanti (nell accezione specifica richiamata nella sezione metodologica) quali quelle dell America Latina. La figura seguente mostra la distribuzione per macroaree geografiche dei voli in partenza dai principali hub europei. La figura conferma quanto visto nell analisi del numero di destinazioni: gli hub italiani non sono tra i primi per offerta complessiva e non hanno altresì una particolare specializzazione geografica Zurigo Monaco Roma Milano

10 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate Fig. 4: Offerta di voli degli aeroporti europei per macroarea geografica Città Africa Asia SudAmerica Medio Oriente NordAmerica Oceania Totale 100 Londra ,4 Parigi ,7 Francoforte ,7 Amsterdam ,5 Madrid ,0 Milano ,1 Roma ,2 Istanbul ,0 Zurigo ,1 Monaco ,6 Vienna Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree La mappa (le percentuali nelle torte rappresentano le quote di voli settimanali in partenza da ogni hub verso la macroarea interessata rispetto al totale dell hub) e la tabella consentono di individuare eventuali specializzazioni geografiche degli hub. Quella più rilevante è di Madrid, porta europea sul SudAmerica (il 57% del totale della capitale iberica), così come rilevanti appaiono le specializzazioni verso il NordAmerica di Monaco (123 frequenze settimanali: 48%) e di Londra 1.006: 45%), il 44% di Istanbul verso l Asia (per vocazione geografica) e il 39% di Parigi verso l Africa (per vocazione storica). Monaco in particolare pare aver cambiato Offerta verso il NordAmerica dagli hub europei specializzazione, rispetto alla stagione invernale in cui il 44% dei voli intercontinentali in partenza era diretto verso l Asia (adesso la quota è del 21%). Roma e Milano dividono la loro offerta su tutti i continenti in maniera quasi equivalente. Per Milano il mercato più significativo appare comunque quello africano (28%) e per Roma quello NordAmericano (35%), mentre per entrambi nella stagione invernale si registrava una quota significativa sull Asia (39% e 35% rispettivamente); Milano, come evidenziato nella Destinazioni Voli giornalieri per New York Londra Parigi Francoforte Roma Amsterdam Zurigo Madrid Milano Monaco Vienna

11 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate figura che focalizza l attenzione sulll offerta per il NordAmerica, appare debole su tale mercato (24%), confrontata al 38% del suo competitor Zurigo. La figura seguente mostra invece le prime 10 country-pairs 3 di lungo raggio (in termini di voli settimanali in partenza), escludendo le rotte verso gli USA. Fig. 5: Le rotte di lungo raggio più frequentate (escl. USA) (voli settimanali in partenza) Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree Tra le prime 10 rotte, dunque, non figura l Italia, e questo può essere un esempio di come la posizione geografica non favorisca la competività degli hub italiani sul lungo raggio, almeno per quanto riguarda i mercati più ricchi. La figura seguente introduce l analisi dell offerta per compagnie e mostra come, sul mercato intercontinentale, la presenza di Alitalia sia per Malpensa fondamentale. Fig. 6: L offerta di lungo raggio dei principali aeroporti europei 3 Una country-pair è una coppia di nazioni collegate da servizi aerei.

12 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate Aeroporti Voli settimanali in partenza di cui Intercontinentali % di cui Hub carrier % Francoforte ,1% ,5% Londra ,5% ,5% Parigi ,4% ,7% Amsterdam ,6% ,9% Milano ,6% ,2% Zurigo ,9% ,4% Madrid ,0% ,9% Roma ,4% 63 19,9% Vienna ,9% ,4% Monaco ,8% ,9% Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree Si nota perlomeno nel caso della tipologia di aeroporti presa in esame, cioè i principali in Europa la presenza tendenziale di una relazione inversa tra capacità intercontinentale offerta dall aeroporto e peso relativo dell hub carrier. Per gli hub di prima fascia si registra una quota di offerta dell hub carrier senz altro rilevante (tra il 30 e il 52%) ma minore rispetto a quella degli altri hub, che dipendono marcatamente dal vettore di riferimento, come Vienna con Austrian (73%), Zurigo con Swiss (55,4%) e Malpensa con Alitalia (55,2%). Fanno eccezione Roma e Monaco, in cui Alitalia e Lufthansa pesano per quote relativamente basse (20% e 40%). La tabella seguente sintetizza per le principali compagnie l offerta sul mercato intercontinentale. Il gruppo AirFrance + KLM risulta di gran lunga il più rilevante, con 1092 voli a settimana e 116 destinazioni connesse. Alitalia risulta meno rilevante di Iberia sul mercato intercontinentale sia a livello di frequenza che di network. Un indice significativo nell analisi della compagnia è quella dell entità della rete di feederaggio, che rappresenta il numero di scali collegati da voli feeder 4 : per Alitalia questo è un elemento di debolezza, visto che il suo feeder network è al livello di Austrian, compagnia in salute ma dall offerta decisamente inferiore rispetto a quella italiana (i voli intercontinentali sono poco più della metà dei 260 di Alitalia). Tab. 3: Rete di feederaggio delle principali compagnie Frequenza media Compagnia Alleanza Destinazioni Voli/settimana per destinazione Feeder Network AirFrance/KLM SkyTeam British Airways oneworld Lufthansa Star Alliance Iberia oneworld Alitalia SkyTeam Austrian Star Alliance Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree La tabella seguente mostra l evoluzione dei vettori in termini di ASK 5 dalla situazione pre-11 settembre ad oggi nelle stagioni estive. Considerate separatamente, AirFrance e KLM vengono superate da British e Lufthansa che nella stagione presente offrono e milioni di ASK a settimana su voli intercontinentali in partenza dall Europa. Alitalia ne offre 280 milioni, mostrando una vocazione intercontinentale nettamente inferiore a Iberia. 4 Si considerano voli feeder quelli operati dalla compagnia stessa o da sue alleate con almeno tre voli giornalieri per direzione. 5 ASK = Available Seat Kilometres = posti*kilometro offerti.

13 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate Tab. 4: Serie storica della capacità (milioni di ASK a settimana) sul mercato intercontinentale per compagnia Compagnie summer 2001 summer 2002 summer 2004 summer 2006 British Airways Lufthansa Air France Iberia Alitalia Swiss Austrian Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree L analisi seguente si rivolge invece alle alleanze. Le figure mostrano come il maggior numero di frequenze settimanali sul mercato extraeuropeo sia offerto da SkyTeam (2.234 contro le di Star Alliance); tuttavia la copertura più omogenea del territorio globale è effettuata da oneworld. La seconda serie di istogrammi presentati, infatti, somma per ogni continente raggiunto la quota di voli offerti dall alleanza in oggetto rispetto al totale dei voli offerti da tutte le compagnie. Come si vede, complessivamente oneworld copre in maniera efficiente tutte le macroaree, mentre SkyTeam ha una copertura relativamente scarsa del SudAmerica e dell Oceania. Questi dati possono essere considerati un buon indice dell efficienza della ripartizione del network interna tra le compagnie di una stessa alleanza e/o della completezza del roster di compagnie affiliate sotto un unica etichetta. Fig. 7: Offerta intercontinentale dall Europa, per alleanza 3909 Voli intercontinentali per alleanza oneworld SkyTeam Star Alliance Copertura geografica delle alleanze ---- oneworld SkyTeam Star Alliance Africa Asia SudAmerica Medio Oriente NordAmerica Oceania Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree

14 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate Indicatore congiunturale di pressione competitiva 6 Rilevazione estate 2006 L indicatore mostra la pressione competitiva esercitata dagli hub stranieri su Malpensa e sull intero sistema aeroportuale del Nord Italia attraverso l utilizzazione di voli feeder che alimentano i voli di lungo raggio che le principali compagnie aeree europee e le loro alleate effettuano dagli hub di riferimento. Tale pressione è diminuita nei primi mesi successivi all apertura del nuovo scalo, fino a raggiungere il minimo a Dicembre 2000, per effetto del Decreto emesso dal Ministero dei Trasporti nell'aprile 2000 sulla ripartizione del traffico tra gli aeroporti milanesi. Dall estate 2001 ad oggi il valore dell indicatore presenta un andamento altalenante per effetto degli aggiustamenti dell offerta delle compagnie aeree europee sul Nord Italia. Tab. 5: Indicatore - Unioncamere Lombardia di pressione competitiva Set-98 Giu-99 Giu-00 Giu-01 Giu-02 Giu-03 Giu-04 Giu-05 Dic-05 Giu-06 INDICATORE 100,0 85,8 66,1 61,6 69,9 64,3 55,3 59,1 58,5 63,2 Posti Offerti Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree Fig. 8: Indicatore - Unioncamere Lombardia di pressione competitiva 100,0 90,0 80,0 70,0 60,0 50,0 set-98 nov-98 gen-99 mar-99 apr-99 giu-99 ott-99 dic-99 giu-00 dic-00 giu-01 dic-01 giu-02 dic-02 giu-03 dic-03 giu-04 dic-04 giu-05 dic-05 giu-06 Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree 6 La metodologia utilizzata per il calcolo dell'indicatore è richiamata al paragrafo 4.3 ed è compiutamente illustrata in: Unioncamere Lombardia Indicatori congiunturali del trasporto aereo, brochure, Milano, dicembre 1998

15 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate Posto uguale a 100 il valore dell'indicatore di settembre 1998, esso si riduce fino al livello minimo assoluto di 50,5 registrato nel dicembre 2000.Successivamente tale indice presenta un andamento altalenante, con massimi nelle stagioni estive, evidenziando come l offerta delle compagnie si adatti agli incrementi della domanda nella stagione estiva. Dopo la riduzione del 2004 la pressione competitiva aumenta nella stagione estiva 2005, mantenendosi sostanzialmente costante nell inverno scorso, per poi riprendere con un aumento consistente, 5 punti, nell orario estivo Il numero di posti offerti su voli feeder dagli aeroporti del Nord Italia verso gli hub stranieri considerati è ancora inferiore al valore di settembre 1998, ma aumenta di oltre unità, raggiungendo un offerta pari a posti. Analisi di alcuni aspetti del mercato aereo del Nord Italia Il presente paragrafo fornisce un analisi dettagliata di alcuni aspetti del mercato aereo del Nord Italia e permette di tenere sotto osservazione i cambiamenti che si hanno nel numero dei voli, nelle destinazioni servite e nelle scelte operate dalle compagnie aeree. In questa fase dello studio parte dell analisi è stata estesa anche ai due hub nazionali di Milano Malpensa e Roma Fiumicino. Tab. 6: Numero di posti offerti su voli feeder verso gli hub europei Set-98 Nov-98 Giu-99 Giu-00 Giu-01 Giu-02 Giu-03 Giu-04 Giu-05 Dic-05 Giu-06 Parigi CDG Francoforte Monaco di B Londra G Madrid Amsterdam Londra H Zurigo Parigi-ORY Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree Tab. 7: Indice dei posti offerti su voli feeder verso gli hub europei Set-98 Nov-98 Giu-99 Giu-00 Giu-01 Giu-02 Giu-03 Giu-04 Giu-05 Dic-05 Giu-06 Parigi CDG 100,0 106,0 96, ,8 122,1 135,7 135,2 144,7 Francoforte 100,0 95,7 112, ,1 88,8 103,5 90,7 104,1 Monaco di B. 100,0 114,3 88, ,6 125,0 149,6 107,7 148,2 Londra G. 100,0 97,2 57, ,6 102,8 101,6 70,0 100,04 Madrid 100,0 105,1 75, ,8 135,6 140,4 142,7 144,1 Amsterdam 100,0 105,9 91, ,5 63,9 40,7 36,8 41,5 Londra H. 100,0 68,8 83, ,1 27,9 27,1 37,1 36,9 Zurigo 100,0 97,0 80, ,2 0,0 21,1 11,4 18,4 Parigi-ORY 100,0 100,0 0,0 0,0 0,0 0,0 114,3 0,0 0,0 0,0 0,0 Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree

16 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate Parigi Charles De Gaulle mantiene la propria leadership tra gli hub di destinazione dei voli feeder in partenza dall Italia settentrionale. Oltre alla capacità attrattiva della capitale francese come destinazione finale, infatti, l hub parigino sfrutta infatti il feederaggio della compagnia di bandiera italiana che alimenta i voli di lungo raggio di Air France da tutto il Nord Italia. Alle sue spalle Francoforte che, dopo il calo fatto registrare durante la stagione invernale, presenta un numero di voli e posti offerti in aumento rispetto a tale rilevazione, che riportano l hub di Lufthansa ai livelli dell estate In particolare, l hub europeo della Skyteam raccoglie quasi un terzo dell intera offerta di posti feeder dall Italia settentrionale (28.509), quasi in più rispetto al secondo concorrente sul mercato italiano, Francoforte, che sale comunque a C è da dire però che insieme a Monaco, il Sistema Lufthansa offre comunque oltre posti dal mercato nazionale analizzato. Anche Monaco di Baviera, dopo la riduzione fatta registrare nell inverno 2005, sfrutta il potenziamento complessivo dell offerta di Lufthansa e degli alleati della Star, mantenendosi al terzo posto tra gli hub europei e confermando anche la propria leadership in quanto a capillarità dell offerta sull Italia Settentrionale. L aeroporto bavarese, infatti, è collegato a dieci aeroporti sugli undici considerati, e rimane escluso il solo Linate, non certo per scelta di Lufthansa ma sempre per gli effetti del decreto di ripartizione del traffico sul sistema aeroportuale milanese. Il sistema londinese (Heathrow + Gatwick) offre nel complesso oltre posti, con un offerta che vede Gatwick risalire ai livelli dell offerta del Indubbiamente il sistema londinese è quello più penalizzato dal fenomeno low cost, e sconta anche la penalizzazione geografica per tutte le destinazioni del medio oriente e del Far East. Madrid si posiziona ormai stabilmente al quinto posto per offerta feeder dall Italia, senza variazioni nel numero di voli, ma con un lento e continuo incremento della propria offerta rispetto alle rilevazioni precedenti, attenstandosi su valori di quasi il 50% superiori al pre-malpensa. Anche Amsterdam torna ai livelli dell offerta dello scorso anno, ma ciò non gli permette di ridurre le distanze da Madrid e da chi lo precede. Anzi, l offerta verso l aeroporto olandese rimane meno del 50% ripetto a quella del Dopo il rientro di Zurigo registrato nell orario estivo 2005, la compagnia svizzera è presente sul mercato del Nord Italia solo con 3 voli settimanali da Venezia a Zurigo. E doveroso sottolineare come per Monaco, che Zurigo non è collegabile con Linate per il già citato decreto di ripartizione del traffico sul sistema aeroportuale milanese. Si conferma ancora una volta l assenza dei collegamenti feeder con il secondo hub parigino di Parigi Orly, sebbene l aeroporto rimanga ugualmente collegato all Italia con voli low cost di Easyjet da Linate e Pisa, Volare da Linate, o con il collegamento da Venezia operato da MyAir. Dopo aver esaminato la pressione competitiva esercitata dagli hub di destinazione, le tavole 10 a e 10 b permettono di rilevare come essa si ripartisca tra gli aeroporti del Nord Italia, attraverso il raffronto dell'offerta di posti verso gli hub esteri.

17 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate Tab. 8.a: Numero di posti offerti su voli feeder verso l'estero dagli aeroporti del Nord Italia Set-98 Nov-98 Giu-99 Giu-00 Giu-01 Giu-02 Giu-03 Giu-04 Giu-05 Dic-05 Giu-06 Mi Linate Nord Italia (di cui): Bergamo Bologna Brescia Cuneo Firenze Genova Parma Pisa Rimini Torino Trieste Venezia Verona Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree Tab. 8.b: Indice dei posti offerti su voli feeder verso l'estero dagli aeroporti del Nord Italia Set-98 Nov-98 Giu-99 Giu-00 Giu-01 Giu-02 Giu-03 Giu-04 Giu-05 Dic-05 Giu-06 Mi Linate 100,0 85,4 56, ,5 33,5 28,8 25,8 29,1 27,7 31,4 Nord Italia 100,0 108,5 115, ,3 130,2 138,8 133,3 144,1 125,5 147,3 (di cui): Bergamo , ,5 182,6 414,2 270,3 57,9 32,3 31,6 Bologna 100,0 121,6 120, ,3 136,3 138,7 95,6 136,5 121,5 135,9 Brescia Cuneo Firenze 100,0 100,0 123, ,3 176,2 183,5 195,0 215,7 211,0 226,9 Genova 100,0 95,5 56, ,3 91,0 91,3 89,8 87,9 57,8 75,3 Parma Pisa 100,0 79,7 89, ,4 141,0 190,4 207,9 162,2 128,2 175,3 Rimini Torino 100,0 98,6 105, ,9 112,0 89,9 96,6 104,0 105,1 105,0 Trieste 100,0 102,5 102, ,8 52,8 52,8 79,8 79,2 59,6 77,4 Venezia 100,0 120,8 135, ,6 145,6 151,4 143,6 161,8 137,7 175,5 Verona 100,0 103,5 100, ,0 78,5 134,9 194,3 197,1 143,9 184,3 Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree La rilevazione di dicembre fa registrare un offerta in netto aumento sull aeroporto di Milano Linate, riportando i valori in linea con quelli del giugno 2002: dal Forlanini l offerta settimanale è pari a posti, con un incremento del 13,6%, pari a oltre posti. Tale valore rimane inferiore ad un terzo rispetto a quello registrato prima dell apertura di Malpensa e la metà rispetto a quello del dicembre 1999 i due momenti di consistente riduzione dell offerta dall aeroporto milanese.

18 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate Le compagnie aeree straniere hanno considerevolmente incrementato durante la stagione estiva la propria offerta di posti sugli aeroporti del Nord Italia, con un forte aumento distribuito su tutto il panorama considerato. Il livello raggiunto a giugno 2006 è infatti il valore massimo mai fatto registrare in termini di posti offerti dall Italia settentrionale. In particolare le modifiche più rilevanti sono avvenute a Firenze, che raggiunge il suo massimo assoluto, Venezia, Bologna e Verona, che non ne sono molto distanti. Venezia mantiene la leadership nazionale con un incremento dell offerta di oltre il 27%, da a posti. Come già detto nel paragrafo precedente, la variazione in aumento della disponibilità di posti ha riguardato l intero panorama degli aeroporti considerati, con poche eccezioni. In particolare le variazioni più significative si osservano In negativo a Bergamo e Torino, che fanno registrare un decremento di offerta praticamente nulla (6 posti in meno per entrambi); In positivo, Venezia, Bologna, Pisa e Verona, grazie all incremento dell offerta su Germania e Inghilterra. Tab. 9: Numero di voli feeder programmati (giugno 2006) Aeroporti italiani Hub AMS CDG FCO FRA LGW LHR MAD MUC MXP ORY ZRH Totale Bergamo Bologna Firenze Genova Milano Linate Pisa Rimini 2 2 Torino Trieste Venezia Verona Totale Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree In questa e nelle successive tavole sono state utilizzate le sigle degli hub considerati. Legenda: AMS Amsterdam CDG Parigi Charles De Gaulle FRA Francoforte LGW Londra Gatwick LHR Londra Heathrow MAD Madrid MUC Monaco di Baviera MXP Milano Malpensa FCO Roma Fiumicino ORY Parigi Orly ZRH Zurigo Osservando la tabella 9, Venezia risulta essere l aeroporto del Nord Italia dal quale parte il maggior numero di voli feeder verso l estero (escludendo quindi al momento Malpensa e Fiumicino), con una copertura del 22% del totale (181 su 800 voli verso l estero), percentuale in aumento di un punto rispetto all orario invernale. L aeroporto lagunare consente il collegamento con voli feeder verso tutti gli hub europei tranne quello di Londra Heathrow, servito però da British Midland (con un volo giornaliero non considerato di adduzione, ma utilizzato per il traffico point to point) e di Paris Orly, servito da MyAir con nove voli la settimana.

19 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate Estendendo l'analisi anche agli aeroporti hub di Roma Fiumicino e Milano Malpensa, si rileva che il leader rimane Linate, da cui parte il 18% dei voli complessivamente offerti dalle compagnie aeree sul Nord Italia, con un offerta incrementata considerevolmente rispetto all inverno 2005/2006, incremento registrato sia per i voli verso l Italia (Fiumicino, collegamento link di Alitalia) sia, soprattutto, verso l estero. L aeroporto milanese non serve tutti gli hub a causa delle limitazioni imposte dal decreto di ripartizione dei voli sul sistema milanese. Mancano infatti per questo motivo Monaco e Zurigo, oltre a Gatwick e Orly, ma questi ultimi per le politiche delle compagnie aeree di bandiera di servire da Milano solo gli altri hub di Heathrow e Charles De Gaulle. Segue l aeroporto di Bologna, in aumento anch esso rispetto allo scorso anno, anche se con tassi di crescita inferiori agli altri scali italiani. Dal capoluogo emiliano partono 210 voli settimanali, di cui 152 verso hub esteri e 58 verso Roma e Milano (26 collegamenti settimanali verso Fiumicino e 32 verso Malpensa), con Parigi, Francoforte e Monaco come destinazioni principali. Gli hub nazionali di Roma Fiumicino e Milano Malpensa assorbono il 37,3% dei voli feeder sul mercato del Nord Italia, con Malpensa che si posiziona al 6,9% del totale (105 su 1519). Parigi risulta la principale destinazione europea, con 264 voli in partenza dai principali aeroporti del Nord Italia conseguenza anche del potenziamento dell offerta della rete di alleanze di Air France. Compagnia Tab. 10: Voli feeder programmati dalle compagnie aeree (giugno 2006) Hub AMS CDG FCO FRA LGW LHR MAD MUC MXP ORY ZRH Totale Alitalia Lufthansa Air France British Airways Iberia KLM-Royal Dutch Airlines Swiss Condor Flugdienst Alitalia express Totale Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree I dati riportati nella tabella 10 permettono di individuare l offerta di voli feeder, diretti verso gli hub europei considerati, operata dalle compagnie aeree sul Nord Italia. Su un offerta globale di voli feeder verso gli hub considerati, Alitalia ne fornisce 581, pari al 38,2%. Se ad essi si aggiungono quelli di Alitalia Express il totale ammonta a 593, e la percentuale al 39% del totale. Di questi, 463 sono diretti verso l hub di Roma Fiumicino, 105 su Milano Malpensa e 13 su Parigi Charles De Gaulle. Le tre grandi compagnie europee Lufthansa (con Condor), Air France (con la rete delle sue alleate e partecipate) e British Airways, leader delle tre principali alleanze del settore, offrono il 50% dell offerta di voli dal mercato dell Italia settentrionale, pur con livelli di offerta molto differenti tra loro. L alleanza Star, guidata dalla compagnia tedesca Lufthansa, anche grazie al contributo di Condor e dei voli ancora operati da Air Dolomiti (pur con il codice di Lufthansa Regional - LH), costituisce la seconda forza presente sul mercato del Nord Italia con 429 voli, con un considerevole incremento sia rispetto alla scorsa stagione estiva sia rispetto alla rilevazione di dicembre 2005.

20 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate L offerta di Skyteam (con l esclusione di Alitalia), guidata da Air France è di 239 voli, pressoché invariata rispetto a dicembre. Per quanto riguarda l offerta complessiva è doveroso inoltre ricordare come la compagnia francese alimenti l hub di Charles de Gaulle anche con i collegamenti operati da Alitalia, e da altre compagnie alleate, mentre l altro aeroporto parigino di Orly non è oggetto di voli feeder, ma solo di collegamenti point to point. British Airways, mantiene la quarta posizione, ma con un offerta squilibrata verso Gatwick per gli ormai cronici problemi di congestione di Heathrow. Nella rilevazione attuale, con 111 voli complessivi, la compagnia inglese incrementa considerevolmente l offerta rispetto al livello della scorso inverno, con un offerta concentrata su sei aeroporti del centro-nord Italia. Compagnia Tab. 11: Voli feeder in partenza dagli aeroporti del Nord Italia (giugno 2006) Aeroporti italiani MI LIN VE BO TO FI PI VR GE TS BG RN TV CN BS Totale Alitalia Lufthansa Air France British Airways Iberia KLM-Royal Dutch Airlines Swiss Condor Flugdienst Alitalia express Totale Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree La tabella n. 11 permette di individuare come le compagnie aeree hanno distribuito la propria offerta di voli feeder fra gli aeroporti del Nord Italia. Alitalia offre nell estate 2006 all incirca lo stesso numero di voli dello scorso anno (estivo 2005) con lievi incrementi su Genova e Bologna, ma con una distribuzione sostanzialmente invariata: questi servizi si concentrano maggiormente sugli aeroporti di Milano Linate (33,4%), Venezia (11,5%) e Torino. Alitalia Express effettua 12 voli settimanali da Linate a Charles De Gaulle, ritenuti feeder ai fini di quest analisi. L analisi di Lufthansa e Star Alliance, ormai stabilmente il secondo carrier presente sul mercato nazionale, conferma questo trend crescente dell offerta, con una diminuzione rispetto all estate 2005 di circa 40 voli. Inoltre sugli orari ufficiali (OAG Worldwide) si è tornati alla totalità di presenza della sigla della capofila e alla relativa sparizione della controllata Air Dolomiti (dopo che nel 2003 è entrata a far parte del gruppo Lufthansa Regional). L offerta della Star si concentra soprattutto sui poli del Nord Est (Verona, Venezia, Bologna e Trieste), con ulteriori importanti basi posizionate a Firenze, Genova e Torino. Il collegamento Rimini-Francoforte permette a quest ultimo aeroporto di entrare per la prima volta nel panel degli scali considerati dall analisi. Air France incrementa di 14 voli la propria offerta sul Nord Italia rispetto al giugno scorso. Tale offerta risulta equamente ripartita tra gli aeroporti considerati, seppur con una maggiore presenza in termini di frequenze sugli scali di Venezia, Torino e Bologna, ma soprattutto di Firenze. Rimangono attualmente esclusi dai collegamenti con Parigi solo Trieste e Bergamo (quest ultimo scalo collegato comunque con Ryanair al terzo aeroporto parigino di Beauvais). Sempre rispetto allo scorso estivo, British Airways incrementa di un volo giornaliero la propria offerta da Linate, passando dai tre ai quattro voli quotidiani, mentre riduce di un collegamento solo l offerta di Bologna, eliminando un volo della domenica.

21 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate Aeroporti italiani Tab. 12: Numero di posti offerti su voli feeder (giugno 2006) Hub AMS CDG FRA LGW LHR MAD MUC MXP FCO ORY ZRH Totale Bergamo Bologna Firenze Genova Milano Linate Pisa Rimini Torino Trieste Venezia Verona Totale Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree L offerta globale operata dalle compagnie aeree sul Nord Italia è pari a posti su voli feeder, con un incremento di quasi posti, pari al 12,72%, rispetto alla rilevazione di dicembre 2005, e un ritorno ai livelli del giugno dello scorso anno. Tale incremento è dovuto al potenziamento generalizzato dell offerta, con particolari incrementi di Alitalia su Roma (6.730 posti) e di Lufthansa su Francoforte e Monaco (7.500 posti in più nel complesso). Fa da contraltare la riduzione di Alitalia su Malpensa (1.658 voli in meno), che elimina il collegamento da Genova e riduce l offerta verso l hub lombardo da tutti gli scali considerati. La principale rotta è ovviamente la navetta tra Linate e Fiumicino (oltre posti settimanali offerti da Alitalia), mentre i collegamenti con l estero con maggiore offerta è quello tra il Marco Polo di Venezia e Parigi CDG (6.121 posti offerti), unico city pair a superare i posti settimanali potenziali. Di questi posti, (pari al 36,7%) sono sull hub di Fiumicino, con una situazione sostanzialmente costante rispetto allo scorso anno, ma in considerevole aumento rispetto all ultimo orario invernale. Invece l hub di Malpensa fa registrare una riduzione dell offerta, passando da (dicembre 2005) a , con una riduzione generalizzata su tutti gli aeroporti di riferimento. Di assoluta rilevanza l offerta verso gli hub esteri, che ammonta in questa rilevazione a posti, valore secondo solo a quello fatto registrare al momento dell apertura di Malpensa. Il grafico seguente rappresenta la variazione nella composizione percentuale del mercato dei voli feeder dalla situazione pre-malpensa ad oggi. Si evidenziano i balzi in avanti dell offerta verso la Germania, dal 32 al 40%, di Parigi, dal 20 al 30% e il quasi raddoppio della quota di Madrid, dal 5 all 8%. Fanno da contraltare le riduzioni di Amsterdam, Heathrow e Zurigo, dovute rispettivamente alla revoca dell alleanza KLM-Alitalia, ai problemi di congestione dell hub londinese e alle disavventure societarie di Swissair (oggi Swiss).

22 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 estate Fig. 9: Posti feeder offerti verso gli hub europei (sett. 98 vs giu. 06) 2% 6% 30% 1% 9% 13% 20% 20% 19% Amsterdam Francoforte Monaco di Baviera 5% Londra - Gatwick Londra - Heathrow 8% 11% 9% 13% 20% Madrid Parigi - C. De Gaulle Parigi - Orly Zurigo 4% 10% Fonte: elaborazioni su programmi operativi delle compagnie aeree Prendendo in considerazione i singoli aeroporti italiani e tutti i collegamenti analizzati, l aeroporto milanese di Linate rimane il primo scalo italiano per offerta verso gli hub considerati. Riducendo il campo di analisi solo all offerta di feeder verso l estero, una delle motivazioni principali di quest analisi, si evidenzia come i mercati di Venezia e Bologna risultino di particolare interesse per le compagne straniere. Se dal Forlanini di Milano si offrono infatti il 24% dei posti complessivi (ma solo il 15% di quelli verso l estero), dal Marco Polo di Venezia parte il 20,6% dell offerta globale operata dalle compagnie aeree (ma il 26,1% di quelli verso l estero!). Entrambi questi dati sono in aumento rispetto alle scorse rilevazioni, indice dell importanza sia del Nord Est in valore assoluto sia di Venezia come destinazione. L aeroporto veneto alimenta tutti gli hub considerati (unica eccezione il sistema londinese al quale è collegato solo con Gatwick). Al contrario di Linate, i posti offerti su voli feeder diretti all'estero costituiscono la maggioranza, ossia il 75% circa del totale dei posti considerati, facendo quindi risaltare l'interesse dimostrato da tutte le compagnie estere per il bacino di utenza del capoluogo veneto. Air France si conferma compagnia leader sull aeroporto lagunare, con un offerta complessiva di oltre posti distribuiti su 42 voli settimanali verso Parigi. Rispetto alla scorsa stagione è rilevante l incremento dell offerta Lufthansa su Francoforte (+44%), segnale del sempre elevato interesse della compagnia tedesca per quest area Secondo per numerosità complessiva di posti offerti verso l estero risulta l aeroporto di Bologna, con un valore pari a L aeroporto G. Marconi torna ad essere la seconda porta verso l estero ri-scavalcando Linate. Alle sue spalle, dopo Linate, Torino e Firenze, la prima confermando parte dei voli supplementari posizionati per i giochi olimpici, la seconda da sempre destinazione privilegiata durante il periodo estivo.

Analisi periodica dell accessibilità aerea degli aeroporti milanesi nel mercato globale - Indicatore di pressione competitiva, estate 2008 -

Analisi periodica dell accessibilità aerea degli aeroporti milanesi nel mercato globale - Indicatore di pressione competitiva, estate 2008 - CERTET Centro di Economia regionale, dei trasporti e del turismo Unioncamere Lombardia Analisi periodica dell accessibilità aerea degli aeroporti milanesi nel mercato globale - Indicatore di pressione

Dettagli

Mobility Conference 8 febbraio 2010. Roberto Zucchetti CERTeT Università Bocconi roberto.zucchetti@unibocconi.it

Mobility Conference 8 febbraio 2010. Roberto Zucchetti CERTeT Università Bocconi roberto.zucchetti@unibocconi.it Mobility Conference 8 febbraio 2010 Il ruolo degli aeroporti lombardi Indicatori di accessibilità aerea 1999-2009 Roberto Zucchetti CERTeT Università Bocconi roberto.zucchetti@unibocconi.it Sommario 1)

Dettagli

Analisi periodica dell accessibilità aerea. Executive Summary

Analisi periodica dell accessibilità aerea. Executive Summary Unioncamere Lombardia Certet Bocconi Analisi periodica dell accessibilità aerea n 29 Orario invernale 2010 Executive Summary INDICATORE DI ACCESSIBILITÀ INTERCONTINENTALE 2 INDICATORE DI PRESSIONE COMPETITIVA

Dettagli

ICCSAI Fact Book 2009

ICCSAI Fact Book 2009 presso la: ICCSAI Fact Book 2009 Sviluppo del sistema aeroportuale e nuova regolazione tariffaria Prof. Stefano Paleari Direttore Scientifico ICCSAI Roma, 11 Giugno 2009 AGENDA TRAFFICO PASSEGGERI E MERCI

Dettagli

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 CERTET Centro di Economia regionale, dei trasporti e del turismo Unioncamere Lombardia Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 Rapporto sintetico semestrale Orario estivo 2008 Rilevazione

Dettagli

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 10

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 10 Unioncamere Lombardia Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 10 Giugno 2001 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 - Giugno 2001 2 Sommario 1. EXECUTIVE SUMMARY 3 2. INDICATORE

Dettagli

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 CERTET Centro di Economia regionale, dei trasporti e del turismo Unioncamere Lombardia Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 Rapporto sintetico semestrale Orario invernale 2008-2009 Rilevazione

Dettagli

Conferenza Stampa. Roma, 12 Dicembre 2008

Conferenza Stampa. Roma, 12 Dicembre 2008 Conferenza Stampa Roma, 12 Dicembre 2008 Un piano per uno sviluppo sostenibile Forte orientamento alla struttura del mercato Creazione di un leader forte sul mercato domestico Network completo, efficiente

Dettagli

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 11

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 11 Unioncamere Lombardia Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 11 Dicembre 2001 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 - Dicembre 2001 2 Sommario 1. EXECUTIVE SUMMARY 3 2.

Dettagli

Airport traffic Monthly Report Maggio 2012

Airport traffic Monthly Report Maggio 2012 Airport traffic Monthly Report Maggio 2012 Roma, 02/07/2012 Executive Summary (1/2) I dati dei primi 5 mesi del 2012, nei 38 aeroporti italiani monitorati da Assaeroporti, registrano una riduzione pari

Dettagli

Analisi periodica dell accessibilità aerea degli aeroporti milanesi nel mercato globale

Analisi periodica dell accessibilità aerea degli aeroporti milanesi nel mercato globale CERTET Centro di Economia regionale, dei trasporti e del turismo Unioncamere Lombardia Analisi periodica dell accessibilità aerea degli aeroporti milanesi nel mercato globale n 23 Orario invernale 2007/08

Dettagli

COMUNICATO STAMPA SVILUPPI FUTURI

COMUNICATO STAMPA SVILUPPI FUTURI COMUNICATO STAMPA RONCHI DEI LEGIONARI Il 2007 si è chiuso a Ronchi dei Legionari con una crescita del traffico passeggeri del 10,5%, a quota 735.405 unità commerciali. Tale crescita fa seguito ad un analogo

Dettagli

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 18

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 18 Unioncamere Lombardia Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 18 Giugno 2005 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 giugno 2005 2 Sommario 1. EXECUTIVE SUMMARY 3 2. INDICATORE

Dettagli

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 Rapporto sintetico semestrale

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 Rapporto sintetico semestrale Unioncamere Lombardia Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 Rapporto sintetico semestrale Dicembre 2004 Rilevazione periodica sintetica sullo sviluppo di Malpensa 2000 Dicembre 2004 2 Sommario

Dettagli

Dati di traffico aeroportuale agosto 2016

Dati di traffico aeroportuale agosto 2016 Dati di traffico aeroportuale agosto 2016 Note di commento fornite da Aeroporti di Puglia, Aeroporti di Roma e Aeroporto di Bologna. Aeroporti di Puglia - Aeroporti di Bari e Brindisi Agosto eccellente

Dettagli

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 Unioncamere Lombardia Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 12 Giugno 2002 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 Giugno 2002 2 Sommario 1. EXECUTIVE SUMMARY 3 2. INDICATORE

Dettagli

DELLE ESPORTAZIONI. La provincia di Modena ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6%

DELLE ESPORTAZIONI. La provincia di Modena ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6% indicatori 35 In positivo indicatori il bilancio DELLE ESPORTAZIONI 2013 La provincia di ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6% MAURA MONARI Sia Prometeia sia il Bollettino Economico

Dettagli

TERMINOLOGIA USATA NEL TESTO

TERMINOLOGIA USATA NEL TESTO TERMINOLOGIA USATA NEL TESTO Nella presente pubblicazione si sono utilizzati i termini sotto riportati nel significato di seguito specificato (nelle definizioni non si è perseguito il rigore giuridico

Dettagli

CONTRATTO DI PROGRAMMA ENAC-SEA

CONTRATTO DI PROGRAMMA ENAC-SEA CONTRATTO DI PROGRAMMA ENAC-SEA sottoperiodo 2016-2020 DINAMICA DEL TRAFFICO Milano, 20 maggio 2015 Sommario Premessa... pag. 3 Dati di sintesi... pag. 4 Evoluzione storica e prospettica di medio periodo...

Dettagli

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 17

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 17 Unioncamere Lombardia Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 17 embre 2004 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 embre 2004 2 Sommario 1. EXECUTIVE SUMMARY 3 2. INDICATORE

Dettagli

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 14

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 14 Unioncamere Lombardia Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 14 gno 2003 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 gno 2003 2 Sommario 1. EXECUTIVE SUMMARY 3 2. INDICATORE

Dettagli

SOGAER ANNUNCIA LA STAGIONE ESTIVA 2017

SOGAER ANNUNCIA LA STAGIONE ESTIVA 2017 Cagliari, 27.01.17 Comunicato Stampa SOGAER ANNUNCIA LA STAGIONE ESTIVA 2017 Con l arrivo della Summer Season IATA 2017 l Aeroporto di Cagliari darà il benvenuto a nuove compagnie aeree e nuovi collegamenti

Dettagli

DATI ISTAT SULLA FORZA LAVORO

DATI ISTAT SULLA FORZA LAVORO DATI ISTAT SULLA FORZA LAVORO Provincia di Piacenza: Forze di lavoro e tassi di disoccupazione, occupazione e attività, medie annue 2000/2002 2000 2001 2002 FORZE DI LAVORO OCCUPATI 107 110 111 maschi

Dettagli

Analisi periodica dell accessibilità aerea degli aeroporti milanesi nel mercato globale

Analisi periodica dell accessibilità aerea degli aeroporti milanesi nel mercato globale CERTET Centro di Economia regionale, dei trasporti e del turismo Unioncamere Lombardia Analisi periodica dell accessibilità aerea degli aeroporti milanesi nel mercato globale n 22 Orario estivo 2007 Analisi

Dettagli

Il turismo in provincia di Padova

Il turismo in provincia di Padova Il turismo in provincia di Padova Dati sintetici Gennaio novembre 2010 INDICE Pag. - Sintesi delle tendenze 4 Parte 1^ Flussi arrivi e presenze - Gennaio-novembre 2009-2010 Padova e Veneto 7 Grafici di

Dettagli

Low cost e alta velocità ferroviaria: come cambia il trasporto aereo in Italia

Low cost e alta velocità ferroviaria: come cambia il trasporto aereo in Italia Low cost e alta velocità ferroviaria: come cambia il trasporto aereo in Italia Bergamo, 3 dicembre 2009 Oliviero Baccelli vice-direttore CERTeT Bocconi e direttore MEMIT (Master in Economia e Management

Dettagli

AEROPORTO DI LAMEZIA TERME PREVISIONI DI TRAFFICO

AEROPORTO DI LAMEZIA TERME PREVISIONI DI TRAFFICO AEROPORTO DI LAMEZIA TERME PREVISIONI DI TRAFFICO 2016-2019 GIUGNO 2015 ANALISI DATI STORICI DI TRAFFICO Fino al termine del 2011 lo scalo di Lamezia Terme ha registrato forti incrementi di attività per

Dettagli

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 15

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 15 Unioncamere Lombardia Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 15 embre 2003 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 embre 2003 2 Sommario 1. EXECUTIVE SUMMARY 3 2. INDICATORE

Dettagli

Programma Regionale della Mobilità e dei Trasporti PRMT

Programma Regionale della Mobilità e dei Trasporti PRMT Fondazione Ordine degli Ingegneri, 8 giugno 2016 Programma Regionale della Mobilità e dei Trasporti PRMT Principali risultati della Matrice Regionale O/D 2014 Roberto Spagnolo, Responsabile Area Service

Dettagli

ESPORTAZIONI NEL VERBANO CUSIO OSSOLA: LE VENDITE ALL'ESTERO DIMINUISCONO DEL 34% NEL 2009

ESPORTAZIONI NEL VERBANO CUSIO OSSOLA: LE VENDITE ALL'ESTERO DIMINUISCONO DEL 34% NEL 2009 1 ESPORTAZIONI NEL VERBANO CUSIO OSSOLA: LE VENDITE ALL'ESTERO DIMINUISCONO DEL 34% NEL 2009 Premessa In questo rapporto si intende esaminare la dinamica del commercio estero nella provincia del Verbano

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO Provincia di Brescia Indicatori socio-economici -20,5% -0,29%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO Provincia di Brescia Indicatori socio-economici -20,5% -0,29% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 213 BRESCIA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 213 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

Fig Arrivi e presenze negli esercizi alberghieri del Comune di Roma dal 1994 al 2004 (v.a.)

Fig Arrivi e presenze negli esercizi alberghieri del Comune di Roma dal 1994 al 2004 (v.a.) 9. Turismo Il 2004 è stato un altro anno difficile per l industria turistica italiana. Infatti nel complesso delle strutture ricettive diffuse sul territorio nazionale si è registrata, rispetto al 2003,

Dettagli

Trasporto aereo. di Andrea Giuricin

Trasporto aereo. di Andrea Giuricin 8 Trasporto aereo di Andrea Giuricin 2007 66 % { 2008 70 % L evoluzione normativa Il trasporto aereo europeo nel 2007 ha compiuto il decimo anno di liberalizzazione dei voli intracomunitari e nazionali.

Dettagli

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000

Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 Osservatorio Trasporti Camera di Commercio di Milano Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 N 9 Dicembre 2000 Rilevazione periodica sullo sviluppo di Malpensa 2000 - Dicembre 2000 2 Sommario

Dettagli

MONITORAGGIO MESE DI DICEMBRE 2012 Fonte: Osservatorio Unioncamere sulla mediazione e la conciliazione

MONITORAGGIO MESE DI DICEMBRE 2012 Fonte: Osservatorio Unioncamere sulla mediazione e la conciliazione LA MEDIAZIONE DELLE CAMERE DI COMMERCIO MONITORAGGIO MESE DI DICEMBRE 2012 Fonte: Osservatorio Unioncamere sulla mediazione e la conciliazione Procedimenti depositati Il numero di procedimenti di mediazione

Dettagli

Direzione Sviluppo Aeroporti

Direzione Sviluppo Aeroporti Direzione Sviluppo Aeroporti Dati di traffico 21 Sommario degli argomenti contenuti nel volume Pagina Terminologia usata nel testo 5 Traffico aeroportuale Graduatorie movimenti, passeggeri e cargo 9 Traffico

Dettagli

1. L'evoluzione del settore tessile abbigliamento. 1.1 Il settore a livello nazionale

1. L'evoluzione del settore tessile abbigliamento. 1.1 Il settore a livello nazionale 1. L'evoluzione del settore tessile abbigliamento 1.1 Il settore a livello nazionale Nel periodo 2000-2003, il progressivo peggioramento del contesto economico, caratterizzato da una difficile congiuntura

Dettagli

COMPRAVENDITE DI IMMOBILI A USO ABITATIVO IN CAMPANIA numero

COMPRAVENDITE DI IMMOBILI A USO ABITATIVO IN CAMPANIA numero IL MERCATO IMMOBILIARE IN CAMPANIA Le compravendite. Il mercato immobiliare residenziale della Campania mostra nel 2007 una flessione degli immobili scambiati che si aggiunge a quella, più contenuta, già

Dettagli

Gli stranieri al 15 Censimento della popolazione

Gli stranieri al 15 Censimento della popolazione 23 dicembre 2013 Gli stranieri al 15 Censimento della popolazione L Istat diffonde oggi nuovi dati sulle caratteristiche della popolazione straniera censita in Italia. Tutte le informazioni, disaggregate

Dettagli

LA DINAMICA DEI PREZZI

LA DINAMICA DEI PREZZI LA DINAMICA DEI PREZZI SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI DELL INDAGINE PREZZI E MERCATI INDIS UNIONCAMERE 1. Il quadro d insieme Nel corso del 2012 i prezzi sono rimasti complessivamente stabili, nonostante

Dettagli

Il turismo nel comune di Mantova

Il turismo nel comune di Mantova Il turismo nel comune di Mantova IN BREVE +7,5% gli arrivi di turisti italiani e stranieri nel 214 +7,1% le presenze; stabile la permanenza media a 1,88 gg/vacanza. crescita di flusso turistico in tutti

Dettagli

Piani di gestione delle situazioni di grave difficoltà occupazionale Monitoraggio del settore tessile 1 trimestre 2009

Piani di gestione delle situazioni di grave difficoltà occupazionale Monitoraggio del settore tessile 1 trimestre 2009 piani di gestione delle situazioni di grave difficoltà occupazionale monitoraggio del settore tessile 1 trimestre 2009 2 Agenzia regionale del lavoro della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia 1 IMPRESE

Dettagli

Economia Provinciale - Rapporto Porto

Economia Provinciale - Rapporto Porto Economia Provinciale - Rapporto 2007 187 Porto Porto 189 Quadro generale Nel corso del 2007 Genova si riconferma il principale porto italiano per movimentazione merci, Taranto raggiunge la seconda posizione

Dettagli

Osservatorio Malpensa. Sesto Report

Osservatorio Malpensa. Sesto Report NUOVO COMITATO PER MALPENSA Osservatorio Malpensa Sesto Report FEBBRAIO 2010 CRMT CENTRO DI RICERCA SUI TRASPORTI E LE INFRASTRUTTURE Il presente documento, elaborato dal Centro di Ricerca sui Trasporti

Dettagli

DATI DI TRAFFICO 2015

DATI DI TRAFFICO 2015 DATI DI TRAFFICO 215 A cura di Patrizia Sapia con la collaborazione di Mara Di Agostino Sommario degli argomenti contenuti nel volume Pagina Terminologia usata nel testo 5 Traffico aeroportuale Graduatorie

Dettagli

PORTO :18 Pagina 159. Economia Provinciale - Rapporto Porto

PORTO :18 Pagina 159. Economia Provinciale - Rapporto Porto PORTO 26-06-2006 10:18 Pagina 159 Economia Provinciale - Rapporto 2005 159 Porto PORTO 26-06-2006 10:18 Pagina 160 PORTO 26-06-2006 10:18 Pagina 161 Porto 161 Quadro generale Genova, Trieste, Taranto,

Dettagli

1. La popolazione residente

1. La popolazione residente 1. La popolazione residente La popolazione residente in Italia al 31/12/2009 è pari a 60.340.328 unità, con un incremento di 295.260 unità (+0,5%) rispetto al 31 dicembre dell anno precedente dovuto prevalentemente

Dettagli

Accessibilità e connettività per i trasporti a medio e lungo raggio in Lombardia

Accessibilità e connettività per i trasporti a medio e lungo raggio in Lombardia Accessibilità e connettività per i trasporti a medio e lungo raggio in Lombardia Indice Analisi congiunturale Indicatori di accessibilità 2 Analisi congiunturale 3 Aeroporti e segmenti di mercato Mercato

Dettagli

Piani di gestione delle situazioni di grave difficoltà occupazionale Monitoraggio del settore elettronico 1 trimestre 2009

Piani di gestione delle situazioni di grave difficoltà occupazionale Monitoraggio del settore elettronico 1 trimestre 2009 piani di gestione delle situazioni di grave difficoltà occupazionale monitoraggio del settore elettronico 1 trimestre 2009 Agenzia regionale del lavoro della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia 2 1

Dettagli

Frumento tenero. Panificabile francese

Frumento tenero. Panificabile francese Aprile 2014 In sintesi Per tutto il 2013 e i primi mesi del corrente anno, il mercato del frumento e del mais è stato contraddistinto dalla strutturale volatilità che caratterizza le commodities, pur manifestando

Dettagli

Fonte: elaborazione di dati demografici a cura del Servizio Aziende comunali, Servizi pubblici e Statistica

Fonte: elaborazione di dati demografici a cura del Servizio Aziende comunali, Servizi pubblici e Statistica COMUNE DI FAENZA SETTORE SVILUPPO ECONOMICO E POLITICHE EUROPEE Servizio Aziende comunali, Servizi pubblici e Statistica Popolazione residente a Faenza anno 2014 Edizione 1/ST/st/09.01.2015 Supera: nessuno

Dettagli

TURISMO. Assessorato Ambiente e Sviluppo Sostenibile

TURISMO. Assessorato Ambiente e Sviluppo Sostenibile Assessorato Ambiente e Sviluppo Sostenibile La ricettività in Emilia Romagna 1 Il turismo rappresenta una risorsa molto importante per l Emilia-Romagna. Il patrimonio ricettivo alberghiero alla fine del

Dettagli

Movimento turistico complessivo Liguria - arrivi

Movimento turistico complessivo Liguria - arrivi TURISMO 216: SUPERATA QUOTA 15 MILIONI DI PRESENZE Oltre il la crescita delle presenze, bene sia gli italiani che gli stranieri. Superata la quota dei 15 milioni di presenze: il turismo ligure ha registrato

Dettagli

I NUMERI DI ROMA Numero 2 aprile/giugno 2007 Roma e i grandi comuni: crescita in controtendenza

I NUMERI DI ROMA Numero 2 aprile/giugno 2007 Roma e i grandi comuni: crescita in controtendenza I NUMERI DI ROMA Numero aprile/giugno Roma e i grandi comuni: crescita in controtendenza All inizio del Roma conta oltre.. abitanti. Un risultato che, anche se influenzato in gran parte dalle operazioni

Dettagli

COSTRUZIONI: QUADRO ANCORA INCERTO NEI PRIMI SETTE MESI DELL ANNO

COSTRUZIONI: QUADRO ANCORA INCERTO NEI PRIMI SETTE MESI DELL ANNO DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI COSTRUZIONI: QUADRO ANCORA INCERTO NEI PRIMI SETTE MESI DELL ANNO Per l economia italiana si conferma la fase di rallentamento e si delinea in prospettiva una

Dettagli

A cura di Patrizia Sapia

A cura di Patrizia Sapia A cura di Patrizia Sapia Sommario degli argomenti contenuti nel volume Pagina Terminologia usata nel testo 5 Traffico aeroportuale Graduatorie movimenti, passeggeri e cargo 9 Traffico commerciale complessivo

Dettagli

Rapporto Economia Provinciale Istruzione

Rapporto Economia Provinciale Istruzione Rapporto Economia Provinciale 2009 239 Istruzione Istruzione 241 Popolazione scolastica nella provincia della Spezia Sulla base dei dati provvisori forniti dal Ministero della Pubblica Istruzione gli

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE 2011

RAPPORTO ANNUALE 2011 Nel 2011 sono stati denunciati 51mila infortuni in meno rispetto al 2010, con una flessione del 6,6% (da 776mila a 725mila) pari alla media del calo degli infortuni sia in occasione di lavoro (-6,5%),

Dettagli

Analisi periodica dell accessibilità aerea degli aeroporti milanesi nel mercato globale

Analisi periodica dell accessibilità aerea degli aeroporti milanesi nel mercato globale CERTET Centro di Economia regionale, dei trasporti e del turismo Unioncamere Lombardia Analisi periodica dell accessibilità aerea degli aeroporti milanesi nel mercato globale N 21 Orario invernale 2006-2007

Dettagli

Osservatorio Mobili 3

Osservatorio Mobili 3 SOMMARIO Osservatorio Mobili 3 Distribuzione provinciale dell export italiano di Mobili 4 Andamento dell export delle principali province esportatrici 5 Dinamica congiunturale 7 Paesi di destinazione 9

Dettagli

R A P P O R T O A N N U A L E

R A P P O R T O A N N U A L E A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A A N N O 2 0 1 3 R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 3 1. L andamento

Dettagli

QUOTA MERCATO UE PREMI UE***

QUOTA MERCATO UE PREMI UE*** Anno II n 6 mese settembre Executive Summary Dati al 30 giugno 2016 Alla fine del I semestre 2016 i premi totali (imprese italiane e rappresentanze) del portafoglio diretto italiano sono stati pari a 18,1

Dettagli

Il turismo in Brianza

Il turismo in Brianza Il turismo in Brianza Sistema delle imprese e flussi turistici A cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza Marzo 2013 I numeri del turismo in Brianza Strutture ricettive al 31

Dettagli

Quadro congiunturale del mercato immobiliare italiano Presentazione del Primo Rapporto sul mercato immobiliare Milano, 23 Marzo 2011

Quadro congiunturale del mercato immobiliare italiano Presentazione del Primo Rapporto sul mercato immobiliare Milano, 23 Marzo 2011 Quadro congiunturale del mercato immobiliare italiano Presentazione del Primo Rapporto sul mercato immobiliare 2011 Milano, 23 Marzo 2011 Prezzi medi di abitazioni in un selezionato gruppo di Paesi e media

Dettagli

Grandi aeroporti e aeroporti accessibili. L investimento di easyjet per la Lombardia

Grandi aeroporti e aeroporti accessibili. L investimento di easyjet per la Lombardia MOBILITY CONFERENCE 2015 CONNESSIONI AEREE E SVILUPPO AEROPORTUALE Grandi aeroporti e aeroporti accessibili. L investimento di easyjet per la Lombardia FRANCES OUSELEY, Direttore Italia easyjet Milano,

Dettagli

Biglietti aerei, ecco quanto sono costosi in Albania rispetto al resto dei Balcani

Biglietti aerei, ecco quanto sono costosi in Albania rispetto al resto dei Balcani Biglietti aerei, ecco quanto sono costosi in Albania rispetto al resto dei Balcani Tabelle comparative: da Skopje a Milano il biglietto a/r è di 65 euro, da Tirana è minimo di 170-270 euro. Londra è raggiungibile

Dettagli

2.2 Le infrastrutture per lo sviluppo delle imprese

2.2 Le infrastrutture per lo sviluppo delle imprese La dinamica imprenditoriale tra il 2002 e il 2006 2.2 Le infrastrutture per lo sviluppo delle imprese La presenza di infrastrutture e di una rete di trasporto efficiente sono in grado di favorire lo sviluppo

Dettagli

Fiumicino e Malpensa: due sistemi aeroportuali a confronto. IL SISTEMA DEI VALICHI ALPINI Monitoraggio dei flussi e valutazione degli effetti sulle

Fiumicino e Malpensa: due sistemi aeroportuali a confronto. IL SISTEMA DEI VALICHI ALPINI Monitoraggio dei flussi e valutazione degli effetti sulle Fiumicino e Malpensa: due sistemi aeroportuali a confronto Maggio 2007 IL SISTEMA DEI VALICHI ALPINI Monitoraggio dei flussi e valutazione degli effetti sulle 1 Premessa La presentazione che segue si pone

Dettagli

EVOLUZIONE DEL TRASPORTO AEREO

EVOLUZIONE DEL TRASPORTO AEREO EVOLUZIONE DEL TRASPORTO AEREO Dott. Andrea Giuricin Istituto Bruno Leoni 7 Ottobre 2008 L istituto Bruno Leoni L Istituto Bruno Leoni promuove una discussione pubblica più consapevole ed informata sui

Dettagli

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci confetra - nota congiunturale sul trasporto merci a cura del Centro Studi Confetra Periodo di osservazione gennaio-giugno 2002 Anno V - n 3 settembre 2002 La nota congiunturale Confetra sul trasporto merci

Dettagli

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE AL 1 GENNAIO 2007 IN ITALIA ED A FAENZA UN CONFRONTO

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE AL 1 GENNAIO 2007 IN ITALIA ED A FAENZA UN CONFRONTO COMUNE DI FAENZA SETTORE SVILUPPO ECONOMICO Servizio Aziende e Partecipazioni comunali LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE AL 1 GENNAIO 2007 IN ITALIA ED A FAENZA UN CONFRONTO Edizione 1/ST/st/01.12.2007

Dettagli

La dinamica del turismo in provincia di Padova

La dinamica del turismo in provincia di Padova La dinamica del turismo in provincia di Padova Aggiornamento dati a ottobre 2016 3 Si autorizza la riproduzione e l'utilizzo della presente pubblicazione a fini non commerciali e a condizione venga citata

Dettagli

ORARIO DEI VOLI / TIMETABLE

ORARIO DEI VOLI / TIMETABLE Compagnie aeree Airline Companies ORARIO DEI VOLI / TIMETABLE dal/from 19.12.2011 al/to 26.03.2012 PARTENZE/DEPARTURES Codice Code AIR ONE AIR BERLIN ALITALIA ALITALIA EXPRESS BLU PANORAMA CITILINER EASY

Dettagli

Opportunità e strategie dell ICE per le imprese - Focus Veneto

Opportunità e strategie dell ICE per le imprese - Focus Veneto Venezia, 24 novembre 2016 EVOLUZIONE DEL COMMERCIO CON L ESTERO PER AREE E SETTORI Opportunità e strategie dell ICE per le imprese - Focus Veneto Riccardo Landi Direttore Ufficio di Supporto per la Pianificazione

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE I TRIMESTRE 2014

NOTA CONGIUNTURALE I TRIMESTRE 2014 NOTA CONGIUNTURALE I TRIMESTRE 2014 Demografia imprese I dati Movimprese confermano il calo delle imprese anche nel I trimestre 2014 1. Le imprese attive, giunte a quota 15.253, risultano in diminuzione

Dettagli

Lavoro occasionale Di tipo accessorio

Lavoro occasionale Di tipo accessorio Lavoro occasionale Di tipo accessorio terzo TRIMESTRE/ 211 aprile 212 Il Report è stato realizzato da Giorgio Plazzi e Chiara Cristini, ricercatori dell Agenzia regionale del lavoro. Si ringrazia Mauro

Dettagli

20 RAPPORTO SULLE RETRIBUZIONI IN ITALIA. Settembre 2015

20 RAPPORTO SULLE RETRIBUZIONI IN ITALIA. Settembre 2015 20 RAPPORTO SULLE RETRIBUZIONI IN ITALIA Settembre 2015 20 RAPPORTO SULLE RETRIBUZIONI IN ITALIA Introduzione Il 20 Rapporto sulle retribuzioni in Italia fornisce nel dettaglio le informazioni sul mercato

Dettagli

La soddisfazione degli utenti del trasporto pubblico in Italia e in Emilia-Romagna

La soddisfazione degli utenti del trasporto pubblico in Italia e in Emilia-Romagna Direzione generale Europa, Risorse, Innovazione e Istituzioni Servizio Statistica, Comunicazione, Sistemi informativi geografici, Educazione alla sostenibilità e Partecipazione La soddisfazione degli utenti

Dettagli

IL TURISMO IN CIFRE NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA GENNAIO

IL TURISMO IN CIFRE NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA GENNAIO G ENNAIO 2010 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma Proseguono anche nel mese di Gennaio nella provincia di Roma i segnali di ripresa della domanda turistica, che ha registrato

Dettagli

Ebitda a 25,5 milioni di euro (+16,2%), Ebit a 13,9 milioni (+40,4%), Utile Netto di 8,7 milioni (+205%).

Ebitda a 25,5 milioni di euro (+16,2%), Ebit a 13,9 milioni (+40,4%), Utile Netto di 8,7 milioni (+205%). COMUNICATO STAMPA SAVE AEROPORTO DI VENEZIA: approvati i dati del primo semestre 2006, ricavi in crescita a 104,9 milioni di euro (+37,7%) grazie anche all acquisizione di Airest. Ebitda a 25,5 milioni

Dettagli

3.14 VENETO e FRIULI VENEZIA GIULIA

3.14 VENETO e FRIULI VENEZIA GIULIA 3.14 VENETO e FRIULI VENEZIA GIULIA scheda regionale Le regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia, mostrano, nel corso del quinquennio, una discreta crescita del numero di stock in tutti i settori; d altronde,

Dettagli

AS254 - RIPARTIZIONE DEL TRAFFICO AEREO SUL SISTEMA AEROPORTUALE DI MILANO

AS254 - RIPARTIZIONE DEL TRAFFICO AEREO SUL SISTEMA AEROPORTUALE DI MILANO AS5 - RIPARTIZIONE DEL TRAFFICO AEREO SUL SISTEMA AEROPORTUALE DI MILANO Roma, 6 febbraio 003 Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti On.le Pietro Lunardi Ente Nazionale per l aviazione civile Con

Dettagli

AEROPORTO DI BOLOGNA 2016/17 ORARIO VOLI. Voli di linea

AEROPORTO DI BOLOGNA 2016/17 ORARIO VOLI. Voli di linea AEROPORTO DI BOLOGNA 2016/17 ORARIO VOLI Voli di linea Inverno 2016/2017 Aggiornato al 19/12/2016 Valido fino al 25/03/2017 Guida alla lettura dell Orario Voli Da Compagnia N. Volo Partenza Arrivo Frequenza

Dettagli

LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE

LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE Settimana 24 tembre 2012 numero 7/12 LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE I prezzi al dettaglio del comparto agro-alimentare relativi all ultima settimana di settembre (24 30 settembre)

Dettagli

Analisi periodica dell accessibilità aerea. Allegato I Il mercato passeggeri

Analisi periodica dell accessibilità aerea. Allegato I Il mercato passeggeri Unioncamere Lombardia Certet Bocconi Analisi periodica dell accessibilità aerea n 26 Orario estivo 2009 Allegato I Il mercato passeggeri La presente ricerca è stata realizzata da un équipe del Certet Bocconi,

Dettagli

LA CONDIZIONE OCCUPAZIONALE GIOVANILE

LA CONDIZIONE OCCUPAZIONALE GIOVANILE LA CONDIZIONE OCCUPAZIONALE GIOVANILE Un primo passo verso l autonomia: conoscere il mercato del lavoro e le opportunità occupazionali Tra le principali finalità perseguite dalla Regione Friuli Venezia

Dettagli

Febbraio, Lo scenario energetico 2014

Febbraio, Lo scenario energetico 2014 Febbraio, 2015 Lo scenario energetico 2014 Il quadro dell energia elettrica in Italia vede persistere due elementi caratteristici: il perdurare della crisi economica con conseguente riduzione della domanda

Dettagli

Il settore RESIDENZIALE

Il settore RESIDENZIALE 3.4 EMILIA ROMAGNA scheda regionale La regione Emilia Romagna segue sostanzialmente il trend nazionale: nel corso del quinquennio, all incremento costante in termini di stock non si riscontra una corrispondente

Dettagli

Prospettive di sviluppo del trasporto aereo nel Nord Italia. Milano, 10 febbraio 2009

Prospettive di sviluppo del trasporto aereo nel Nord Italia. Milano, 10 febbraio 2009 Prospettive di sviluppo del trasporto aereo nel Nord Italia Milano, 10 febbraio 2009 1 Il Nord Italia rappresenta oltre il 60% del traffico originante e di quello business Biglietti venduti, traffico pax

Dettagli

L internazionalizzazione delle imprese della provincia di Roma

L internazionalizzazione delle imprese della provincia di Roma L internazionalizzazione delle imprese della provincia di Roma Esportazioni della provincia di Roma Nel 2012 il valore delle esportazioni della provincia di Roma è stato pari a 9.159,28 milioni di euro

Dettagli

Nota sul mercato del lavoro Ore autorizzate di CIG (Milano, Monza Brianza, Lodi), Cigo (aziende associate), disoccupazione (Italia, altri paesi).

Nota sul mercato del lavoro Ore autorizzate di CIG (Milano, Monza Brianza, Lodi), Cigo (aziende associate), disoccupazione (Italia, altri paesi). Nota sul mercato del lavoro Ore autorizzate di CIG (Milano, Monza Brianza, Lodi), Cigo (aziende associate), disoccupazione (Italia, altri paesi). In sintesi Le ore di Cassa Integrazione Guadagni autorizzate

Dettagli

8. TESSILE ABBIGLIAMENTO

8. TESSILE ABBIGLIAMENTO 8. TESSILE ABBIGLIAMENTO I NUMERI DEL TESSILE ABBIGLIAMENTO AL 31/12/2015 Imprese 2.459 di cui artigiane 1.573 Localizzazioni 2.814 dati Registro Imprese Il settore tessileabbigliamento della provincia

Dettagli

Note di sintesi sull andamento del mercato del lavoro in Liguria(*) (I trimestre I trimestre 2016)

Note di sintesi sull andamento del mercato del lavoro in Liguria(*) (I trimestre I trimestre 2016) Note di sintesi sull andamento del mercato del lavoro in Liguria(*) (I trimestre 2015- I trimestre 2016) OSSERVATORIO MERCATO DEL LAVORO Giugno 2016 (*) I dati e le informazioni contenute nelle Note di

Dettagli

8 - TURISMO. Capitolo 8 - Turismo

8 - TURISMO. Capitolo 8 - Turismo 8 - TURISMO Nel corso del 2007 le presenze turistiche sul nostro territorio si sono ridotte del 4,9% rispetto al 2006, portandosi a quota 219.504. Questo trend negativo si può in parte spiegare osservando

Dettagli

Il tuo brand mai così visibile!

Il tuo brand mai così visibile! Il tuo brand mai così visibile! Chi siamo Link Media s.r.l., concessionaria di pubblicità specializzata nel media aereo che da oltre 3 anni offre alle aziende italiane progetti di comunicazione non convenzionali

Dettagli

Rapporto Immobiliare 2009 schede regionali Veneto e Friuli Venezia Giulia

Rapporto Immobiliare 2009 schede regionali Veneto e Friuli Venezia Giulia Rapporto Immobiliare 2009 schede regionali Veneto e Friuli Venezia Giulia Le compravendite I volumi Il settore residenziale nel 2008 per la regione Veneto accentua l andamento discendente iniziato nel

Dettagli

MONITORAGGIO TRAFFICO AEROPORTI LOMBARDI aggiornato alla stagione estiva 2016

MONITORAGGIO TRAFFICO AEROPORTI LOMBARDI aggiornato alla stagione estiva 2016 MONITORAGGIO TRAFFICO AEROPORTI LOMBARDI aggiornato alla stagione estiva 2016 AEROPORTI DELLA LOMBARDIA traffico passeggeri dal 1997 al 2016 ANNO LIN MXP ORIO AL SERIO M.CHIARI 1997 14.271.145 3.920.905

Dettagli

ANALISI TRAFFICI ADRIATICO

ANALISI TRAFFICI ADRIATICO ANALISI TRAFFICI ADRIATICO (,,,,, ) 25 29 A cura del Servizio Promozione, Programmazione e Statistica 1 1. TRAFFICO PASSEGGERI E TIR Nel 29 si conferma il posizionamento dei 3 principali scali adriatici

Dettagli

NUMERO AZIENDE E DIMENSIONI AZIENDALI: UN AGRICOLTURA FRAMMENTATA 1*

NUMERO AZIENDE E DIMENSIONI AZIENDALI: UN AGRICOLTURA FRAMMENTATA 1* * NUMERO AZIENDE E DIMENSIONI AZIENDALI: UN AGRICOLTURA FRAMMENTATA 1* Nel 2007 nell Unione Europea a 27 stati membri c erano circa 13,7 milioni di aziende agricole: un dato in calo del 9 rispetto al 2003

Dettagli

Aeroporti, mobilità e territorio

Aeroporti, mobilità e territorio Aeroporti, mobilità e territorio Unioncamere Roma 19 Febbraio 2014 Prof. Lanfranco Senn Direttore CERTeT Università Bocconi Presidente Gruppo CLAS Indice 1. I trend evolutivi del trasporto aereo in Italia

Dettagli