Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile realizzata da Roberto Giuliani matricola GPS Functionality

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile realizzata da Roberto Giuliani matricola GPS Functionality"

Transcript

1 Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile realizzata da Roberto Giuliani matricola GPS Functionality

2 In questa tesina viene approfondito e sviluppato l utilizzo del Global Positioning System (GPS) hardware presente nel device. Prima di dedicarsi direttamente alla programmazione, diamo un veloce sguardo a cosa consiste il termine GPS: Il Sistema di Posizionamento Globale permette, attraverso ad una rete satellitare dedicata di satelliti artificiali in orbita, di fornire ad un terminale mobile o ricevitore GPS informazioni sulle sue coordinate geografiche ed un orario. Indipendentemente dalle condizioni metereologiche e dalla posizione sulla Terra. La localizzazione avviene tramite la trasmissione di un segnale radio da parte di ciascun satellite e l elaborazione dei segnali ricevuti da parte del ricevitore. Il suo grado di accuratezza è dell ordine dei metri, in dipendenza delle condizioni metereologiche, dalla disponibilità e dalla posizione dei satelliti rispetto al ricevitore. Per quanto riguarda i dispositivi Android, verranno utilizzate le Android Location-Based API per ricavare la posizione corrente e mostrare tale informazioni sullo schermo, utilizzando un applicativo che lo permetta, quali Google Maps. L Android SDK contiene delle API che garantiscono l aiuto nell utilizzo del GPS hardware presente in molti dispositivi. Ovviamente si assume che il device prescelto abbiamo incorporato tale hardware. Android mette a disposizione differenti tipi di file per mantenere/ricevere le coordinate GPS riguardanti la posizione del tuo dispositivo. Ogni file ha differente formato e contiene differenti informazioni: 1) kml 2) nmea 3) track Anche in questi casi, prima di immergersi su tale file vediamone le principali funzionalità e caratteristiche. KML (Keyhole Markup Language) E un linguaggio basato su XML, creato per gestire dati geospaziali in tre dimensioni nei programmi quali Google Earth, Google Maps, EarthBrowser e Google Desktop. Ogni locazione ha obbligatoriamente una longitudine e una latitudine. Altri dati possono rendere la visualizzazione più specifica, come inclinazione, inquadratura e quota. Come possibile vedere nell immagine qui a fianco, dove viene riportato: Nome: GoogleEarth_ FacoltàScienzeIngegneria; Longitudine: Latitudine: Altitudine: 0 E altri campi vari. Tali coordinate corrispondono alla facoltà, in via Sacchi, Cesena, Forlì- Cesena, Italia. NMEA National Marine Electronics Association Questo protocollo si basa sul principio che la fonte, detta talker, può soltanto inviare i dati

3 (sentences) e il ricevente, detto listener, può soltanto riceverli. Il talker invia linee di informazioni ognuna indipendente dalle altre. Tali informazioni contengono tutte le proprietà per la localizzazione del dispositivo e da un prefisso che ne distingue le varie tipologie. Questi file possono contenere molteplici coordinate e altitudini, possono inoltre rappresentare trips o come spesso vengono chiamati tracks. Infatti come si può vedere nell immagine seguente le varie coordinate corrispondono al percorso da via Venezia di Cesena fino a via Sacchi. Raffigurano perciò un tracks con precisione di circa un paio di metri. Proseguiamo adesso in aspetti che riguardano più da vicino il nostro applicativo, vedendo gli aggiustamenti da eseguire se si vuole utilizzare correttamente l hardware GPS. Il primo passo per lavorare con Android Location-Based API è di aggiustare il livello dei permessi. Ci sono due modi per settare i permessi da Eclipse: Il primo è attraverso l interfaccia del Manifest di Android (Android Manifest Permission), doppio click nel file AndroidManifest.xml dove si apre la finestra Android Manifest Overview. A questo punto occorre semplicemente aggiungere nel campo Permission i seguenti nomi di permessi: ACCESS_GPS e ACCESS_LOCATION per Users Permissions. NOTA: Nelle ultime versioni i permessi possono anche avere un nome differente, quali ACCESS_COARSE_LOCATION e ACCESS_FINE_LOCATION. Inoltre per ricevere gli aggiornamenti sulle locazioni si possono utilizzare NETWORK_PROVIDER o GPS_PROVIDER, in relazione al fatto che si utilizzi la rete o il GPS per ottenere le informazioni, questa scelta è compito del programmatore. La seconda maniera invece implica l aggiunta dei permessi direttamente da codice presente nell AndroidManifest.xml manualmente. Le linee di codice da aggiungere sono le seguenti: Iniziamo ora a scrivere il vero e proprio codice, prima di tutto occorre aggiungere gli import corrispondenti, in questo caso semplicemente uno:

4 L obiettivo è ricevere le coordinate dal GPS hardware incorporato nel dispositivo. Si crea perciò un LocationManager che permetterà di estrarre le informazioni volute, cioè la longitudine e la latitudine. Il passaggio importante in questa istanziazione è che deve essere passato al LocationManager un context, quale in questo caso LOCATION_SERVICE. Come riporta l immagine sottostante. Per inserire le coordinate nell oggetto viene invocato il metodo getlastknownlocation(provider). Questo metodo ha bisogno di un parametro, il provider, il quale rappresenta la posizione. E possibile inserire inoltre un listener che viene invocato ogni qualvolta le coordinate cambiano, per mantenere memorizzata sempre la posizione più corretta. Infatti viene sovrascritto solo il metodo onlocationchanged, il quale invoca il metodo precedentemente creato. A questo punto l applicativo è in grado di ricavare la posizione corretta tramite il GPS e mostrarla a video. Ma risultano essere solo dei numeri, cioè una latitudine ed una longitudine, sarebbe buona norma aggiungere un supporto, come Google Maps, per consentire una visualizzazione anche della mappa circostante. Vediamo come fare: Il primo cambiamento da effettuare riguarda il file main.xml, nella quale viene aggiunto un layout per il componente MapView.

5 Proseguendo occorre cambiare anche la classe a cui si ereditano i metodi; infatti prima l estensione avveniva sulla classe Activity, ma ora, con l inserimento di un componente Mappa, occorre ereditare dalla classe MapActivity. Successivamente si necessita di importare i vari package MapActivity: Il package Point viene utilizzato per il valore del punto che rappresenta la coordinata specifica dove invece il MapController permetterà di incentrare tale punto sulla mappa di sottofondo. Ora siamo in grado di assegnare il MapView ad un corretto id e di passargli delle coordinate. Il successivo punto riguarda assegnare all oggetto Point i corretti valori, cioè i valori correnti delle coordinate. Latitudine e longitudine. Per fare ciò basta invocare il costruttore della classe al momento della creazione e passargli tali valori (ricavati dal GPS) come parametri. Possiamo ora creare l elemento MapController, il quale sarà utilizzato anche per spostarsi correttamente all interno della mappa di Google Maps. Invochiamo il metodo getcontroller() per impiantare un controller nella mia specifica mappa, in questo caso nominata proprio mymap. L ultimo procedimento riguarda l utilizzo del controller per spostarsi all interno della mappa nella mia specifica location. (Aggiungiamo inoltre un valore di zoom per garantire una visualizzazione accettabile anche del perimetro). Il codice si conclude qui e, con una semplice esecuzione dell applicativo, è possibile osservare i risultati richiesti. Saranno simili a quelli mostrati in figura. Siamo riusciti perciò, non solo a capire e conoscere i file che contraddistinguono i servizi GPS, ma è stato anche svolto un semplice esercizio che inizialmente ricava la posizione corrente e poi la visualizza su mappa tramite il supporto rilasciato da Google Maps.

Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile realizzata da Roberto Giuliani matricola Sicurezza e Permission in Android

Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile realizzata da Roberto Giuliani matricola Sicurezza e Permission in Android Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile realizzata da Roberto Giuliani matricola 633688 Sicurezza e Permission in Android La sicurezza al giorno d oggi è uno degli aspetti più importanti dell informatica!

Dettagli

SISTEMA GESTIONE TOMBINI

SISTEMA GESTIONE TOMBINI SISTEMA GESTIONE TOMBINI Il sistema offre funzionalità di rilievo sul campo e censimento dei tombini presenti sulle strade comunali per mezzo di una App dedicata. Il rilievo è basato sul posizionamento

Dettagli

Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile Realizzato da Roberto Giuliani Matricola icloud. Inserimenti, modifiche e cancellazioni

Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile Realizzato da Roberto Giuliani Matricola icloud. Inserimenti, modifiche e cancellazioni Tesina esame Programmazione di Sistemi Mobile Realizzato da Roberto Giuliani Matricola 633688 icloud Inserimenti, modifiche e cancellazioni icloud Prima di iniziare ad osservare le strutture e le varie

Dettagli

L hardware da solo non è sufficiente per il funzionamento dell elaboratore È necessario introdurre il software:

L hardware da solo non è sufficiente per il funzionamento dell elaboratore È necessario introdurre il software: Il Software L hardware da solo non è sufficiente per il funzionamento dell elaboratore È necessario introdurre il software: un insieme di programmi che permettono di trasformare un insieme di circuiti

Dettagli

In-app billing per comuni mortali puntata 1

In-app billing per comuni mortali puntata 1 In-app billing per comuni mortali puntata 1 Iniziamo questa nuova serie di articoli a puntate dedicata all utilizzo del nuovo servizio di in-app billing di google per i telefonini android che ci consente

Dettagli

Android. Location, Maps, Servizi di Sistema

Android. Location, Maps, Servizi di Sistema Android Location, Maps, Servizi di Sistema Introduzione In questa lezione ci occuperemo di analizzare due casi d'uso che fanno uso dei servizi di localizzazione e della Google Maps LocationManager Project

Dettagli

Android. Google Maps v2.

Android. Google Maps v2. Android Google Maps v2 diegozabot@yahoo.it Uso delle mappe Google v2 (1) Per poter utilizzare le mappe di Google v2 bisogna prima di tutto ottenere una API map key registrandosi sulla console delle api

Dettagli

ed inserire utente e password negli appositi spazi e cliccare sul pulsante Invia.

ed inserire utente e password negli appositi spazi e cliccare sul pulsante Invia. Servizio mappe: Il servizio si trova nell area privata del sito http://siev.izslt.it: Una volta entrati nella Homepage cliccare sul pulsante Entra presente al centro della pagina: ed inserire utente e

Dettagli

Android. Sensori, permessi e feature.

Android. Sensori, permessi e feature. Android Sensori, permessi e feature diegozabot@yahoo.it I sensori (1) I dispositivi Android hanno dei sensori hardware inclusi. Tali sensori prendono informazioni dal mondo circostante e li traducono in

Dettagli

Capitolo 6 Le infrastrutture SoftWare

Capitolo 6 Le infrastrutture SoftWare Capitolo 6 Le infrastrutture SoftWare Funzioni del sistema operativo Rendere utilizzabili le risorse fisiche presenti nel sistema informatico: garantire la correttezza e la precisione nell elaborazione

Dettagli

Questo comando permette di riportare la mappa al livello di zoom e alle coordinate iniziali predefinite. Utilizzo: cliccare sul pulsante.

Questo comando permette di riportare la mappa al livello di zoom e alle coordinate iniziali predefinite. Utilizzo: cliccare sul pulsante. Strumenti standard La barra degli strumenti si trova sopra la mappa. Gli strumenti sono identificati da pulsanti il cui aspetto grafico già di per sè spesso ne descrive la funzione. Sostando con il puntatore

Dettagli

ArcGIS - ArcView ArcCatalog

ArcGIS - ArcView ArcCatalog ArcGIS - ArcView ArcCatalog Marco Negretti Politecnico di Milano Polo Regionale di Como e-mail: marco.negretti@polimi.it http://geomatica.como.polimi.it 04/04/06 - v 1.1 2 ArcCatalog ArcCatalog: strumento

Dettagli

Corso di programmazione

Corso di programmazione Corso di programmazione per android 1 Introduzione (corso completo per imparare a programmare con il S.O. Google) Android è il sistema operativo per dispositivi mobili più diffuso al mondo. Si è imposto

Dettagli

Prof. Pagani corrado JAVA

Prof. Pagani corrado JAVA Prof. Pagani corrado JAVA NASCITA DI JAVA Java è stato creato, a partire da ricerche effettuate alla Stanford University agli inizi degli anni Novanta, da un gruppo di esperti sviluppatori capitanati da

Dettagli

Open Database Connectivity (ODBC)

Open Database Connectivity (ODBC) Open Database Connectivity (ODBC) Open Database Connectivity (ODBC), proposto dalla Microsoft nel 1991, fornisce un interfaccia applicativa standard che permette ad una generica applicazione di accedere

Dettagli

HiProg3 Gestione Programmazione Triennale ed Elenco Annuale dei Lavori Pubblici. Manuale d installazione

HiProg3 Gestione Programmazione Triennale ed Elenco Annuale dei Lavori Pubblici. Manuale d installazione HiProg3 Gestione Programmazione Triennale ed Elenco Annuale dei Lavori Pubblici Settembre 2005 Sommario 1 PREMESSA...3 2 CARATTERISTICHE E REQUISITI...4 2.1 Requisiti del PC...4 3 INSTALLAZIONE...5 3.1

Dettagli

"Match analysis, GPS, potenza metabolica: le bugie della verità"

Match analysis, GPS, potenza metabolica: le bugie della verità www.k-sport.it "Match analysis, GPS, potenza metabolica: le bugie della verità" Mirko Marcolini Il carico esterno Cos è Ogni grandezza fisica viene definita mediante il metodo che si usa per misurarla.

Dettagli

CatOnE. Il catasto facile per la pubblica amministrazione disponibile su piattaforma fissa e mobile per tablet e laptop

CatOnE. Il catasto facile per la pubblica amministrazione disponibile su piattaforma fissa e mobile per tablet e laptop CatOnE Il catasto facile per la pubblica amministrazione disponibile su piattaforma fissa e mobile per tablet e laptop La piattaforma Map CatOnE è un sistema innovativo e semplice per la consultazione

Dettagli

Plantview Usernames

Plantview Usernames Plantview 3.9.2 Usernames Come creare e gestire più username all'interno di un account Indice del documento Sommario Indice del documento 2 Prefazione 3 Utenti dell account 4 I contatti 4 Creare un contatto

Dettagli

Corso sul PACCHETTO OFFICE. Modulo Access

Corso sul PACCHETTO OFFICE. Modulo Access Corso sul PACCHETTO OFFICE Modulo Access Docente: dott. Marco Cardani Lezione 2 Come creare un database 1 2 Come creare un database Impareremo ora come creare un nuovo database in modo da raggiungere un

Dettagli

Strumenti per l automazione del testing di applicazioni web Javascript-based

Strumenti per l automazione del testing di applicazioni web Javascript-based tesi di laurea Strumenti per l automazione del testing di applicazioni web Javascript-based Anno Accademico 2005/2006 relatore Ch.mo prof. Porfirio Tramontana 1 candidato Salvatore Agnello Matr. 41/2612

Dettagli

Video Scrittura (MS Word) Prima Parte

Video Scrittura (MS Word) Prima Parte Video Scrittura (MS Word) Prima Parte Ripasso/approfondimento: Gestione Cartelle/File Crea una cartella UTE Informatica Base sul Desktop Click destro sul Desktop Posizionarsi su Nuovo Cliccare su Cartella

Dettagli

CORSO DI OPEN/LIBRE OFFICE (IMPRESS)

CORSO DI OPEN/LIBRE OFFICE (IMPRESS) CORSO DI OPEN/LIBRE OFFICE (IMPRESS) - PRIMA PARTE - PROGRAMMA PER PRESENTAZIONI MULTIMEDIALI E UN PROGRAMMA DELLA SUITE OPEN/LIBRE OFFICE. CHE COS E ESATTAMENTE UN PROGRAMMA PER LE PRESENTAZIONI? E IL

Dettagli

CURRICOLO DIPARTIMENTO INFORMATICA PRIMO BIENNIO

CURRICOLO DIPARTIMENTO INFORMATICA PRIMO BIENNIO dei limiti nel contesto culturale e sociale in cui vengono applicate CURRICOLO PARTIMENTO INFORMATICA PRIMO BIENNIO MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione Acquisire e interpretare

Dettagli

Raccolta e memorizzazione dei dati immessi nei moduli dai visitatori

Raccolta e memorizzazione dei dati immessi nei moduli dai visitatori Raccolta e memorizzazione dei dati immessi nei moduli dai visitatori Raccolta e memorizzazione dei dati immessi nei moduli dai visitatori Per impostazione predefinita, i risultati dei moduli vengono salvati

Dettagli

Istruzioni per accedere al caricamento dati del sito web nazionale dei MdL

Istruzioni per accedere al caricamento dati del sito web nazionale dei MdL Premessa Istruzioni per accedere al caricamento dati del sito web nazionale dei MdL Il sito web nazionale dei MdL comprende spazi di visibiltà in autogestione per tutti i consolati Regionali e Provinciali.

Dettagli

INTERNET Ing. Giovanni Pozzi

INTERNET Ing. Giovanni Pozzi U.T.E. Università della Terza Età Bollate, Garbagnate Milanese e Novate Milanese INTERNET Ing. Giovanni Pozzi Posta elettronica (e-mail) La posta elettronica o e-mail (dalla inglese «electronic mail»,

Dettagli

Note di rilascio. Parcelle & Fatture Versione 8.8 SINTESI DEI CONTENUTI NOTE DI RILASCIO VERSIONI PRECEDENTI

Note di rilascio. Parcelle & Fatture Versione 8.8 SINTESI DEI CONTENUTI NOTE DI RILASCIO VERSIONI PRECEDENTI Note di rilascio Aggiornamento disponibile tramite Live Update a partire dal Parcelle & Fatture Versione 8.8 03 / 02 / 2014 SINTESI DEI CONTENUTI Le principali implementazioni riguardano: Nuovo tracciato

Dettagli

Creare maschere personalizzate

Creare maschere personalizzate LEZIONE 6 Creare maschere personalizzate In questa lezione impareremo... - A riconoscere ed utilizzare le maschere di Access - A creare maschere e sottomaschere sia in autocomposizione che personalizzate

Dettagli

Manuale d uso della Posta TBS. Oracle Collaboration Suite

Manuale d uso della Posta TBS. Oracle Collaboration Suite Manuale d uso della Posta TBS. Oracle Collaboration Suite Indice 1 Introduzione...3 2 Prerequisiti:...3 3 Accesso WEB...3 3.1 Come cambiare la propria password...8 4 Quota spazio su disco del mail server...9

Dettagli

Opzioni contenitore Prodotti

Opzioni contenitore Prodotti Opzioni contenitore Prodotti Clicca il pulsante destro del mouse sul contenitore prodotti per accedere alle opzioni. Clicca il pulsante OPZIONI del menù che appare. Adesso puoi accedere a tutte le opzioni

Dettagli

Android lezione 9 Le listview

Android lezione 9 Le listview Android lezione 9 Le listview In questa lezione introduciamo le ListView. Una listview ci permette di mostrare una serie di elementi all interno di una lista che puo anche essere scrollata. Ecco un esempio

Dettagli

Comune di Firenze. Sistema Informativo Geologico del Sottosuolo

Comune di Firenze. Sistema Informativo Geologico del Sottosuolo Comune di Firenze Sistema Informativo Geologico del Sottosuolo INTERFACCIA DELL APPLICAZIONE Nella parte centrale la mappa; in basso a destra la mappa di inquadramento, utilizzabile anche per posizionamenti

Dettagli

Events: Track your favorite artists

Events: Track your favorite artists Events: Track your favorite artists Universitá degli Studi di Salerno Progetto February 8, 2015 1 2 Overview 3 Concerts é un web site che permette di accedere a molte informazioni in rete, relative a cantanti

Dettagli

Sistemi Mobili e Wireless Android Localizzazione utente

Sistemi Mobili e Wireless Android Localizzazione utente Sistemi Mobili e Wireless Android Localizzazione utente Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it Localizzazione utente

Dettagli

Mod DS A LBT 8563 SOFTWARE DI PROGRAMMAZIONE PER MODULO DI CHIAMATA E CENTRALINO 2VOICE

Mod DS A LBT 8563 SOFTWARE DI PROGRAMMAZIONE PER MODULO DI CHIAMATA E CENTRALINO 2VOICE Mod. 1083 DS 1083-022A LBT 8563 SOFTWARE DI PROGRAMMAZIONE PER MODULO DI CHIAMATA E CENTRALINO 2VOICE IndICE 1. DESCRIZIONE GENERALE...2 1.1 Requisiti di sistema...2 1.2 Installazione...2 2. PROGRAMMAZIONE

Dettagli

GUIDA ALL INVIO ON LINE DI DOCUMENTI INTEGRATIVI, SOSTITUTIVI, INIZIO/FINE LAVORI

GUIDA ALL INVIO ON LINE DI DOCUMENTI INTEGRATIVI, SOSTITUTIVI, INIZIO/FINE LAVORI GUIDA ALL INVIO ON LINE DI DOCUMENTI INTEGRATIVI, SOSTITUTIVI, INIZIO/FINE LAVORI Premessa Dai Servizi on line del portale http://frontoffice.comune.pistoia.it è possibile inviare direttamente nella propria

Dettagli

Project S.r.l. P b - Manuale utente protocollo web. Titolo del documento: Versione manuale: 6.1. Data di stesura: 5 novembre 2014

Project S.r.l. P b - Manuale utente protocollo web. Titolo del documento: Versione manuale: 6.1. Data di stesura: 5 novembre 2014 Project S.r.l. Titolo del documento: P04.00.03 b - Manuale utente protocollo web Versione manuale: 6.1 Data di stesura: 5 novembre 2014 Autore: Riservatezza: Project S.r.l. documento riservato Project

Dettagli

Versione MOVIO SCMS. Versione Tutoria. Commenti Dichiarazione di copyright

Versione MOVIO SCMS. Versione Tutoria. Commenti Dichiarazione di copyright Titolo Tutorial MOVIO: PageType: Google Map Versione MOVIO SCMS 1.00 Versione Tutoria 1.00 Data 15/02/14 Autori e affiliation Rubino Saccoccio (Gruppometa) Commenti Dichiarazione di copyright Abstract

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO DEL SOFTWARE. PER LA PROGRAMMAZIONE DEI TELECOMANDI Alias

ISTRUZIONI PER L USO DEL SOFTWARE. PER LA PROGRAMMAZIONE DEI TELECOMANDI Alias ISTRUZIONI PER L USO DEL SOFTWARE PER LA PROGRAMMAZIONE DEI TELECOMANDI Alias Alias e la nuova linea di telecomandi universali programmabili che permettono di replicare qualsiasi tipo di telecomando esistente

Dettagli

Riferimento rapido dell'applicazione Novell Filr 2.0 Web

Riferimento rapido dell'applicazione Novell Filr 2.0 Web Riferimento rapido dell'applicazione Novell Filr 2.0 Web Febbraio 2016 Riferimento rapido Questo documento è utile per acquisire familiarità con Novell Filr e per comprendere rapidamente i concetti e i

Dettagli

---------------------------------------------------------------- Gli studenti hanno a disposizione nel laboratorio al primo piano, dei Personal Computer con sistemi operativi Windows NT Workstation e Windows

Dettagli

Manuale Utente. Modulo TS INPS release 1.0

Manuale Utente. Modulo TS INPS release 1.0 Manuale Utente Modulo TS INPS release 1.0 Sommario Prerequisiti per l utilizzo del Modulo TS INPS...2 Installazione dell aggiornamento CCB ver. 1.3.5 e Modulo TS INPS...3 Configurazione...5 Compilazione

Dettagli

Nota: l icona in questa maschera fa chiudere l intero sistema, nelle altre maschere effettua la chiusura della maschera aperta in quel momento.

Nota: l icona in questa maschera fa chiudere l intero sistema, nelle altre maschere effettua la chiusura della maschera aperta in quel momento. INDAGINE QUALITATIVA SUI VISITATORI DESCRIZIONE DEL SISTEMA PER LA REGISTRAZIONE DEI QUESTIONARI DELLA RILEVAZIONE E PER L ANALISI DEI RISULTATI a cura della Direzione Generale Politiche Formative, Beni

Dettagli

Mobile Programming. Prova scritta del 22/01/2016. Prof. De Prisco. Corso di laurea in Informatica

Mobile Programming. Prova scritta del 22/01/2016. Prof. De Prisco. Corso di laurea in Informatica Corso di laurea in Informatica Mobile Prof. De Prisco Prova scritta del 22/01/2016 NOME: COGNOME: MATRICOLA: Domande Punti 1 /10 2 /10 3 /10 4 /10 5 /10 6 /10 7 /10 8 /10 9 /10 10 /10 TOTALE /100 Quesito

Dettagli

# Creazione file telematico modelli Intrastat

# Creazione file telematico modelli Intrastat Suite Contabile Fiscale #2958 - Creazione file telematico modelli Intrastat Premessa Come creare il file telematico per il Modello Intrastat in Telematico e Modelli Modalità operative Selezionare la funzione

Dettagli

Sommario Accettazione:... 3 Numerazione code:... 3 Emissione ricevuta:... 4 Aggiunta prestazione in cassa:... 5

Sommario Accettazione:... 3 Numerazione code:... 3 Emissione ricevuta:... 4 Aggiunta prestazione in cassa:... 5 1 Sommario 1) Accettazione:... 3 2) Numerazione code:... 3 3) Emissione ricevuta:... 4 4) Aggiunta prestazione in cassa:... 5 5) Invia al medico senza la stampa della ricevuta:... 6 6) Stampa in coda prioritaria

Dettagli

ARRIVI A DESTINAZIONE PIÙ

ARRIVI A DESTINAZIONE PIÙ CON TOMTOM TRAFFIC ARRIVI A DESTINAZIONE PIÙ VELOCEMENTE TomTom è un provider di servizi di informazioni sul traffico leader del settore. TomTom monitora, elabora e fornisce informazioni sul traffico tramite

Dettagli

Video Scrittura (MS Word) Lezione 1 Funzioni di base

Video Scrittura (MS Word) Lezione 1 Funzioni di base Video Scrittura (MS Word) Lezione 1 Funzioni di base Cos e un programma di Video Scrittura Un programma di Video Scrittura serve per effettuare tutte quelle operazioni che consentono di creare, modificare,

Dettagli

SEDE OPERATIVA Via A. De Gasperi, 127/A Merate (LC) TEL. 039/ Manuale

SEDE OPERATIVA Via A. De Gasperi, 127/A Merate (LC) TEL. 039/ Manuale SEDE OPERATIVA Via A. De Gasperi, 127/A TEL. 039/9909500 e-mail info@gxitalia.com Manuale SOMMARIO INTRODUZIONE... 2 Funzionalità presenti in DOKI Lato amministratore... 3 GRUPPI... 4 UTENTI... 5 TIPO...

Dettagli

Windows. La prima realizzazione di un ambiente grafico si deve alla Apple (1984) per il suo Macintosh. La gestione dei file conserva la logica del DOS

Windows. La prima realizzazione di un ambiente grafico si deve alla Apple (1984) per il suo Macintosh. La gestione dei file conserva la logica del DOS Windows La prima realizzazione di un ambiente grafico si deve alla Apple (1984) per il suo Macintosh La gestione dei file conserva la logica del DOS Funzionalità di un S.O. Gestione dei file Gestione dei

Dettagli

Utilizzo di Windows Movie Maker

Utilizzo di Windows Movie Maker Utilizzo di Windows Movie Maker Creare filmati utilizzando un semplice software Vincenzo Storace Anno 2011 Indice WINDOWS MOVIE MAKER... 3 Il programma 3 Nuovo progetto 4 Produzione della clip 6 La Storyboard

Dettagli

Sistema Operativo (Software di base)

Sistema Operativo (Software di base) Il Software Il software del PC Il computer ha grandi potenzialità ma non può funzionare senza il software. Il software essenziale per fare funzionare il PC può essere diviso nelle seguenti componenti:

Dettagli

Sommario. A proposito di A colpo d occhio 1. Novità di Access Primi passi con Access

Sommario. A proposito di A colpo d occhio 1. Novità di Access Primi passi con Access Sommario 1 2 3 A proposito di A colpo d occhio 1 Niente computerese!... 1 Una veloce panoramica... 2 Alcune osservazioni... 4 Per concludere... 4 Novità di Access 2010 5 Gestire le impostazioni e i file

Dettagli

DISPENSA ACCESS (OFFICE 2010 BETA)

DISPENSA ACCESS (OFFICE 2010 BETA) DISPENSA ACCESS (OFFICE 2010 BETA) 2. LE RELAZIONI. Una relazione può essere definita come un legame tra due tabelle basato sul valore di uno o più campi di ciascuna delle due tabelle. Di solito i campi

Dettagli

SEE Electrical Expert V4: FAQ

SEE Electrical Expert V4: FAQ SEE Electrical Expert V4: FAQ Inserimento attributi in morsetti logici e fisici INTRODUZIONE Ad un morsetto (che sia esso logico oppure fisico) è possibile aggiungere un attributo passando per il comando

Dettagli

Access 2007 Colonna di ricerca

Access 2007 Colonna di ricerca Pagina 1 di 7 Lezioni on line -> Gestire i dati Access 2007 Colonna di ricerca Quando si riempiono i campi dei record che formano una tabella, può essere utile e comodo poter scegliere, in un elenco dei

Dettagli

Java il Corso Fondamentale

Java il Corso Fondamentale Java il Corso Fondamentale Imparare a Programmare APP per Android, applicativi per Server e Desktop, applet e molto altro. IlTuoCorso - Ermes srl Via E.De Amicis 57 20123 Milano Il corso Ciao! Se desideri

Dettagli

Tecnologia e rilievo del carico esterno nel calcio

Tecnologia e rilievo del carico esterno nel calcio www.k-sport.it Tecnologia e rilievo del carico esterno nel calcio Una mela cade dall albero. Qualcuno ci vede un frutto andato a male. Qualcun altro la legge di gravità. Mirko Marcolini 1 Cos è Ogni grandezza

Dettagli

Microsoft Access. Microsoft Access. Maurizio Rebaudengo, Paolo Garza 1. Microsoft Access. Creazione base di dati. Apertura di una base dati

Microsoft Access. Microsoft Access. Maurizio Rebaudengo, Paolo Garza 1. Microsoft Access. Creazione base di dati. Apertura di una base dati Microsoft Access Programma applicativo del pacchetto Microsoft Office per la gestione delle basi di dati. Microsoft Access 2 Creazione base di dati Apertura di una base dati Una nuova base dati si crea

Dettagli

24 - Possibili approfondimenti

24 - Possibili approfondimenti 24 - Possibili approfondimenti Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1

Fondamenti di Informatica T-1 Fondamenti di Informatica T-1 Esamix Tutor: Allegra De Filippo allegra.defilippo@unibo.it a.a. 2015/2016 Fondamenti di Informatica T-1 Allegra De Filippo 1 / 29 ESAMIX Strumento per la consegna delle prove

Dettagli

EURITMO. Manuale di utilizzo. IN.TE.S.A. S.p.A. V 1.0.0

EURITMO. Manuale di utilizzo. IN.TE.S.A. S.p.A. V 1.0.0 EURITMO Manuale di utilizzo IN.TE.S.A. S.p.A. V 1.0.0 Sede legale: - - Italy Introduzione Scopo del presente documento è fornire tutte le informazioni necessarie all utilizzo del portale EURITMO fornito

Dettagli

Joomla: come inserire una galleria di immagini nel nostro sito?

Joomla: come inserire una galleria di immagini nel nostro sito? Joomla: come inserire una galleria di immagini nel nostro sito? Oggi andremo alla scoperta di uno dei componenti più utilizzati per gestire le gallerie di immagini nel nostro sito realizzato con il CMS

Dettagli

Gestione Modello F24 EP

Gestione Modello F24 EP Gestione Modello F24 EP La nuova gestione del Modello F24 EP prevede alcune operazioni preliminari in modo che sia il calcolo del cedolino che si preoccupi di legare le voci al relativo codice tributo.

Dettagli

MotionX: COME UTILIZZARLO, MARCARE I PUNTI E INVIARLI

MotionX: COME UTILIZZARLO, MARCARE I PUNTI E INVIARLI MotionX: COME UTILIZZARLO, MARCARE I PUNTI E INVIARLI a) Scaricare il software MotionX si può scaricare direttamente dal proprio iphone o ipad (da App Store) e si autoinstalla. È in inglese e costa 1,79.

Dettagli

SurvCE. Configurazione di una connessione radio tra base e rover (S9 modello I)

SurvCE. Configurazione di una connessione radio tra base e rover (S9 modello I) SurvCE Configurazione di una connessione radio tra base e rover (S9 modello I) Posizionare la base sul treppiede, collegare l antenna radio, di lunghezza 40 cm circa, nell apposito spazio UHF, accendere

Dettagli

Programmazione è gestione di eventi

Programmazione è gestione di eventi FUNZIONI Ed Eventi Programmazione è gestione di eventi Evento 1 (tasto premuto) Evento 2 (mouse) Evento 3 (cambio frame) Oggetto Evento 4 (fine di un brano audio) Azioni per evento 1 1. Azione 1 2. Azione

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II

Università degli Studi di Napoli Federico II Open Search Description nella ricerca Google di Unina Open Search Description 1 è un formato che consente di descrivere un motore di ricerca in modo che il motore possa essere utilizzato direttamente da

Dettagli

Quick Print. Quick Print. Guida Utente. Copyright 2013 Hyperbolic Software. www.hyperbolicsoftware.com

Quick Print. Quick Print. Guida Utente. Copyright 2013 Hyperbolic Software. www.hyperbolicsoftware.com Quick Print Quick Print Guida Utente I nomi dei prodotti menzionati in questo manuale sono proprietà delle rispettive società. Copyright 2013 Hyperbolic Software. www.hyperbolicsoftware.com 1 Tabella dei

Dettagli

Informatica di Base

Informatica di Base Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/ Dip di Informatica Università degli studi di Bari Argomenti Software Software di sistema Software applicativo Sistema Operativo Driver per dispositivi

Dettagli

HSH Informatica e Cultura s.r.l. OPEN.TE SOFTWARE PER GESTIONE E LA PUBBLICAZIONE DEI DATI AI SENSI DELLA L.N. 190/2012 GUIDA ALL USO

HSH Informatica e Cultura s.r.l. OPEN.TE SOFTWARE PER GESTIONE E LA PUBBLICAZIONE DEI DATI AI SENSI DELLA L.N. 190/2012 GUIDA ALL USO HSH Informatica e Cultura s.r.l. OPEN.TE SOFTWARE PER GESTIONE E LA PUBBLICAZIONE DEI DATI AI SENSI DELLA L.N. 190/2012 GUIDA ALL USO SOMMARIO Sommario Specifiche 1 Diritti di Autore e Clausole di Riservatezza

Dettagli

Moduli Bluetooth 03 - connessione seriale via BT

Moduli Bluetooth 03 - connessione seriale via BT Moduli Bluetooth 03 - connessione seriale via BT v 0.1 - Author: Mirco Piccin aka pitusso La connessione seriale ai moduli BT permette di inviare dati dal pc/smartphone/altro ad Arduino, in modalita wireless.

Dettagli

Computer. Com è fatto un Personal Computer.

Computer. Com è fatto un Personal Computer. Computer Il Computer è una macchina programmabile capace di elaborare dati. In un Computer distinguiamo: una parte, detta Hardware, costituita da molti circuiti elettronici e da dispositivi esterni; una

Dettagli

Nuove pagine e collegamenti

Nuove pagine e collegamenti 05 Nuove pagine e collegamenti In questo capitolo In questo capitolo imparerai come realizzare un semplice collegamento da un testo a una nuova pagina, apprenderai il concetto di link di ritorno. Successivamente

Dettagli

V. Moriggia Modelli di Base Dati. Modelli di Base Dati. a.a. 2001/2002 4.1

V. Moriggia Modelli di Base Dati. Modelli di Base Dati. a.a. 2001/2002 4.1 Modelli di Base Dati 4 Un DBMS: Access a.a. 2001/2002 4.1 DBMS 4.2 DBMS = Data Base Management System Software per la costruzione e la gestione di una base dati Esempi di DBMS: Oracle, MySQL, SQLServer,

Dettagli

Syllabus PEKIT CAD. Modulo Uno. Concetti di base

Syllabus PEKIT CAD. Modulo Uno. Concetti di base 1 Syllabus PEKIT CAD Modulo Uno Concetti di base 2.1 Cominciare a lavorare Campi di applicazioni del CAD Sistemi di disegno tecnico computerizzato (CAE, CAM, GIS) Autodesk e le versioni di AutoCAD, installazioni

Dettagli

Introduzione a MapGuide Author 6.5

Introduzione a MapGuide Author 6.5 Introduzione a MapGuide Author 6.5 Marco Negretti e-mail: marco@geomatica.como.polimi.it http://geomatica.como.polimi.it - tel. 031.332.7524 29/11/04 v 2.0 introduzione Autodesk MapGuide consente di distribuire

Dettagli

Manuale d uso DropSheep 4 imaio Gestione Pixmania-PRO Ver 1.1

Manuale d uso DropSheep 4 imaio Gestione Pixmania-PRO Ver 1.1 Manuale d uso DropSheep 4 imaio Gestione Pixmania-PRO Ver 1.1 Release NOTE 1.1 Prima Versione del Manuale INDICE 1-INTRODUZIONE... 4 2- GESTIONE DEL CATALOGO PIXMANIA-PRO SU IMAIO... 5 3-Configurazione

Dettagli

10 Creare. collegamenti ipertestuali

10 Creare. collegamenti ipertestuali 13Ac-Cap10.qxd 29-12-2006 14:56 Pagina 189 10 Creare collegamenti ipertestuali Collegamenti ipertestuali Campi di tipo Collegamento ipertestuale Collegamento ipertestuale in una maschera o report Convertire

Dettagli

Map Utility Ver. 1.4 Istruzioni

Map Utility Ver. 1.4 Istruzioni ITALIANO Map Utility Ver..4 Istruzioni Contenuto di queste istruzioni Le finestre di esempio usate in questo manuale sono di Windows 7. Il ricevitore GPS o la fotocamera è visualizzato come icona. Esempio:

Dettagli

Struttura interna del sistema operativo Linux

Struttura interna del sistema operativo Linux Struttura interna del sistema operativo Linux 5. I device driver A cura di: Anna Antola Giuseppe Pozzi DEI, Politecnico di Milano anna.antola/giuseppe.pozzi@polimi.it -versione del 30 marzo 2004-1-04.-04

Dettagli

OpenDataLazio Formia 9 aprile 2015 Laboratorio. Roberto Angeletti

OpenDataLazio Formia 9 aprile 2015 Laboratorio. Roberto Angeletti OpenDataLazio Formia 9 aprile 2015 Laboratorio Roberto Angeletti OpenDataLazio dati.lazio.it Quali dati aperti del Lazio sono subito visualizzabili su una mappa? Troviamo i dati vettoriali catalogati

Dettagli

CONCETTI E ARCHITETTURA DI UN SISTEMA DI BASI DI DATI

CONCETTI E ARCHITETTURA DI UN SISTEMA DI BASI DI DATI CONCETTI E ARCHITETTURA DI UN SISTEMA DI BASI DI DATI Introduzione alle basi di dati (2) 2 Modelli dei dati, schemi e istanze (1) Nell approccio con basi di dati è fondamentale avere un certo livello di

Dettagli

Optic Studio Sbm sistemi srl Torino Corso Francia 334

Optic Studio Sbm sistemi srl Torino Corso Francia 334 Operatività Per accedere al sistema Optic Studio premere la seguente icona che troverete sul desktop Una volta lanciata la procedura si visualizzera la seguente schermata di controllo I controlli riguardano

Dettagli

Microsoft Access (parte 5) Query. Query. Query. Query. Creare una query

Microsoft Access (parte 5) Query. Query. Query. Query. Creare una query Microsoft Access (parte 5) Anno accademico: 2008-2009 Per estrarre informazioni da un database si utilizzano delle query : procedure di interrogazione Si può creare più query per ogni tabella Occorre avere

Dettagli

La tua prima app su Android

La tua prima app su Android T La tua prima app su Android Tutorial per Eclipse P. Gallo M.L. Pietramala Java Blocco tematico E Le apps e ANDROID Unità E1 Primi passi in Java su ANDROID Prerequisiti Obiettivi Unità E1 Primi passi

Dettagli

Programmazione Orientata agli Oggetti. Emilio Di Giacomo e Walter Didimo

Programmazione Orientata agli Oggetti. Emilio Di Giacomo e Walter Didimo Programmazione Orientata agli Oggetti Emilio Di Giacomo e Walter Didimo Una metafora dal mondo reale la fabbrica di giocattoli progettisti Un semplice giocattolo Impara i suoni Dall idea al progetto Toy

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO CATASTO SBARRAMENTI DI COMPETENZA REGIONALE

SISTEMA INFORMATIVO CATASTO SBARRAMENTI DI COMPETENZA REGIONALE DIREZIONE REGIONALE 14 - OPERE PUBBLICHE, DIFESA DEL SUOLO, ECONOMIA MONTANA E FORESTE Settore pianificazione difesa del suolo - dighe SISTEMA INFORMATIVO CATASTO SBARRAMENTI DI COMPETENZA REGIONALE MANUALE

Dettagli

INDICE. Vista Libretto Pt. Coordinate 2. Inserimento e modifica dei punti di coordinate note 4. Inserimento e modifica dei punti di orientamento 5

INDICE. Vista Libretto Pt. Coordinate 2. Inserimento e modifica dei punti di coordinate note 4. Inserimento e modifica dei punti di orientamento 5 Prodotto da INDICE Vista Libretto Pt. Coordinate 2 Inserimento e modifica dei punti di coordinate note 4 Inserimento e modifica dei punti di orientamento 5 Menu File Importa 5 Menu File Esporta 6 Uscite

Dettagli

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione. Guida alla compilazione manuale di una fatturapa, nota di credito o nota di debito

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione. Guida alla compilazione manuale di una fatturapa, nota di credito o nota di debito Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione Guida alla compilazione manuale di una fatturapa, nota di credito o nota di debito Versione 2.0 del 29/07/2015 Sommario I. A chi è rivolto il

Dettagli

MANUALE UTENTE. 1. Registrazione

MANUALE UTENTE. 1. Registrazione MANUALE UTENTE 1. Registrazione Per poter accedere al portale SIT del Trigno-Sinello bisogna andare sul sito http://sit.trignosinello.it/ e registrarsi cliccando sulla richiesta di registrazione. Si aprirà

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO DI POCKET YUSSFONE

MANUALE DI UTILIZZO DI POCKET YUSSFONE MANUALE DI UTILIZZO DI POCKET YUSSFONE 1 INTRODUZIONE In questo manuale vedremo le funzioni dell applicazione Pocket Yussfone, applicazione mobile che permetterà agli agenti di gestire le proprie attività.

Dettagli

ITIS Morosini apunti sulle GoogleApps APPUNTI SU

ITIS Morosini apunti sulle GoogleApps APPUNTI SU APPUNTI SU Table of Contents PREMESSA...2 ATTIVAZIONE E PRIMO ACCESSO...2 UTILIZZO DELLE APPLICAZIONI...3 UTILIZZO DAL CELLULARE...3 POSTA ELETTRONICA...4 DRIVE...5 CONDIVISIONE DI UN FILE O UNA CARTELLA...5

Dettagli

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE AL SERVIZIO

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE AL SERVIZIO Guida per addetti ai lavori-pagina 1 GUIDA ALLA REGISTRAZIONE AL SERVIZIO Passo 1- Ricezione email di invito da Il sistema AlertPisa invia una email di invito contenente il link al portale AlertPisa per

Dettagli

Manuale versione Mobile (Smartphone Tablet)

Manuale versione Mobile (Smartphone Tablet) Manuale versione Mobile (Smartphone Tablet) Introduzione La versione mobile è una versione del gestionale Reali studiata apposta per l utilizzo da dispositivi mobili quali smartphone e tablet. La base

Dettagli

Utilizzo delle Maschere in Microsoft Access

Utilizzo delle Maschere in Microsoft Access Utilizzo delle Maschere in Microsoft Access Uso delle maschere Permettono di definire delle interfacce grafiche per la gestione dei dati del database Permettono di realizzare delle piccole applicazioni

Dettagli

Corso Argo ScuolaNext Piero Simoni Profe Breve manuale, senza pretese per sopravvivere al registro elettronico

Corso Argo ScuolaNext Piero Simoni Profe Breve manuale, senza pretese per sopravvivere al registro elettronico Corso Argo ScuolaNext 2015 2016 Piero Simoni Profe Breve manuale, senza pretese per sopravvivere al registro elettronico 1 In questa presentazione si fa riferimento ai nomi Argo, Argo ScuolaNext, Argo

Dettagli

Provincia di Verona. Sistema Informativo Territoriale Provinciale. Guida alla localizzazione delle opere pubbliche in SITP

Provincia di Verona. Sistema Informativo Territoriale Provinciale. Guida alla localizzazione delle opere pubbliche in SITP Provincia di Verona Sistema Informativo Territoriale Provinciale Guida alla localizzazione delle opere pubbliche in SITP Premessa. Questa breve guida illustra le modalità di localizzazione (georeferenziazione)

Dettagli

MANUALE D USO. Progetto Piano Comunale di Protezione Civile Qgis

MANUALE D USO. Progetto Piano Comunale di Protezione Civile Qgis MANUALE D USO Progetto Piano Comunale di Protezione Civile Qgis Introduzione Le seguenti istruzioni sono finalizzate all utilizzo del progetto Piano Comunale di Protezione Civile sviluppato utilizzando

Dettagli