INDICE-SOMMARIO. Parte Prima GENERALITÀ. Capitolo I LE FUNZIONI E I POTERI DEL GIUDICE TUTELARE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE-SOMMARIO. Parte Prima GENERALITÀ. Capitolo I LE FUNZIONI E I POTERI DEL GIUDICE TUTELARE"

Transcript

1 INDICE-SOMMARIO Prefazione... xix Parte Prima GENERALITÀ Capitolo I LE FUNZIONI E I POTERI DEL GIUDICE TUTELARE 1.1. L istituzione del giudice tutelare La competenza La competenza territoriale nei casi non espressamente previsti I minori e gli incapaci residenti all estero Le norme di diritto internazionale privato e processuale Le convenzioni internazionali I poteri del giudice tutelare La natura e i caratteri dell attività svolta dal giudice tutelare La giurisdizione volontaria e la giurisdizione contenziosa Le forme camerali del procedimento davanti al giudice tutelare Il parere del pubblico ministero Il trattamento fiscale degli atti Il reclamo Il procedimento Le diverse tipologie di atti del giudice tutelare I settori di intervento del giudice tutelare... 39

2 x indice-sommario Parte Seconda LA PROTEZIONE DEI MINORI Capitolo I LA POTESTÀ DEI GENITORI 1.1. Il contenuto e l esercizio della potestà dei genitori L esercizio della potestà nella famiglia fondata sul matrimonio L esercizio della potestà sui figli nati fuori del matrimonio L esercizio della potestà nel caso di genitori separati o divorziati L esercizio della potestà nel caso di impedimento di uno dei genitori L abbandono della casa dei genitori La rappresentanza del minore negli atti civili L amministrazione dei beni del minore Gli atti di ordinaria e di straordinaria amministrazione Gli atti di amministrazione soggetti all autorizzazione del giudice tutelare La natura e i presupposti dell autorizzazione Gli atti negoziali Le alienazioni e la costituzione di diritti reali Le eredità e i legati L autorizzazione alla vendita di beni ereditari Le donazioni Lo scioglimento di comunioni L instaurazione di giudizi, le transazioni e gli arbitrati La riscossione di capitali L esercizio di imprese commerciali e la partecipazione a società La nomina di un curatore speciale Il conflitto di interessi L inerzia o l impossibilità dei genitori La donazione o disposizione testamentaria in favore del minore L annullabilità degli atti Gli atti vietati ai genitori

3 indice-sommario xi 1.9. La vigilanza del giudice tutelare L esecuzione dei provvedimenti relativi ai minori Capitolo II LA TUTELA DEI MINORI 2.1. L apertura della tutela La competenza e il trasferimento della tutela I presupposti per l apertura Il momento dell apertura Le denunzie al giudice tutelare La nomina del tutore e del protutore La scelta del tutore La tutela affidata a enti di assistenza Il protutore L incapacità all ufficio tutelare Le cause generali di incapacità Le cause particolari di incapacità La dispensa dall ufficio tutelare Le cause di dispensa che operano di diritto Le cause di dispensa su domanda La cessazione, la rimozione e la sospensione del tutore L esonero del tutore dall ufficio La rimozione e la sospensione del tutore Il giuramento del tutore e del protutore La gratuità della tutela La cauzione La chiusura della tutela Il registro delle tutele Capitolo III L ESERCIZIO DELLA TUTELA 3.1. Le funzioni del tutore La cura della persona La rappresentanza negli atti civili e l amministrazione dei beni

4 xii indice-sommario Il curatore speciale in caso di donazione o di testamento Le funzioni del protutore I rapporti fra il tutore e il minore I provvedimenti urgenti L inventario dei beni del minore Le formalità dell inventario Il contenuto dell inventario L amministrazione prima dell inventario I provvedimenti circa l educazione e l amministrazione L educazione del minore L amministrazione dei beni L esercizio di imprese commerciali Gli atti di amministrazione soggetti all autorizzazione del giudice Le autorizzazioni del giudice tutelare L instaurazione di giudizi Le autorizzazioni del tribunale L annullabilità degli atti Gli atti vietati al tutore e al protutore Il controllo sull attività del tutore La convocazione del tutore La contabilità dell amministrazione e il rendiconto annuale Il conto finale L approvazione del conto La responsabilità del tutore e del protutore La prescrizione delle azioni relative alla tutela Il divieto di convenzioni prima dell approvazione del conto 247 Capitolo IV LA CURATELA DEI MINORI EMANCIPATI 4.1. I presupposti dell emancipazione Gli effetti dell emancipazione I poteri del giudice tutelare La nomina del curatore L incapacità, la rimozione e la sospensione del curatore La capacità dell emancipato

5 indice-sommario xiii La riscossione di capitali e la partecipazione a giudizi L esercizio di un impresa commerciale La nomina di un curatore speciale Il conflitto di interessi Il rifiuto del consenso da parte del curatore L annullabilità degli atti Le altre norme applicabili alla curatela La cessazione dell emancipazione Il registro delle curatele Capitolo V LE COMPETENZE DEL GIUDICE TUTELARE IN MATERIA DI AFFIDAMENTO E DI ADOZIONE DEI MINORI 5.1. Le funzioni di pubblica assistenza dei minori I poteri tutelari provvisori L affidamento familiare I compiti dell affidatario Il procedimento per l affidamento Il provvedimento di affidamento La proroga e la cessazione dell affidamento Le funzioni del giudice tutelare in materia di adozione La nomina di un tutore nel corso del procedimento di adozione La competenza per la direzione e il controllo del tutore Le funzioni del giudice tutelare all esito dell adozione in casi particolari L attuazione dei provvedimenti stranieri di protezione dei minori 308 Parte Terza LA PROTEZIONE DEGLI ADULTI Capitolo I LE MISURE DI PROTEZIONE DELLE PERSONE PRIVE DI AUTONOMIA 1.1. La L. 9 gennaio 2004, n I presupposti sostanziali delle misure di protezione

6 xiv indice-sommario La natura degli interessi tutelati Il consenso ai trattamenti sanitari Gli effetti sostanziali delle misure di protezione I rapporti tra amministrazione di sostegno e interdizione-inabilitazione L intervento della Corte costituzionale La successiva giurisprudenza di merito La giurisprudenza di legittimità Il quadro d insieme L incapacità naturale La tutela processuale dell incapace naturale Gli atti dei soggetti sottoposti a misure di protezione Gli atti dell interdetto o dell inabilitato Gli atti del beneficiario dell amministrazione di sostegno L annullamento degli atti Capitolo II L AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO 2.1. La natura del procedimento La proposizione del ricorso per la nomina dell amministratore di sostegno I soggetti legittimati I requisiti del ricorso L onere del patrocinio Le contrapposte tesi interpretative L intervento della Corte di Cassazione I problemi aperti Lo svolgimento del procedimento Il decreto di nomina dell amministratore di sostegno Le forme di pubblicità La modifica del decreto I criteri di scelta dell amministratore di sostegno I doveri dell amministratore Le impugnazioni dei decreti del giudice tutelare

7 indice-sommario xv 2.9. La cessazione dell amministrazione e la sostituzione dell amministratore I rapporti tra il procedimento per l amministrazione di sostegno e il giudizio di interdizione o inabilitazione Capitolo III LA TUTELA DEGLI INTERDETTI E LA CURATELA DEGLI INABILITATI 3.1. L istanza di interdizione o di inabilitazione Il procedimento La fase preliminare Lo svolgimento del procedimento e l attività istruttoria I provvedimenti provvisori La trasmissione del procedimento al giudice tutelare La sentenza di interdizione o di inabilitazione Le impugnazioni La scelta del tutore e del curatore Le norme applicabili alla tutela degli interdetti e alla curatela degli inabilitati I giudizi di separazione personale e di divorzio L esercizio di un impresa commerciale da parte dell inabilitato La revoca dell interdizione e dell inabilitazione Lo svolgimento del procedimento I provvedimenti del tribunale L interdizione legale La durata della pena Il contenuto dell interdizione legale Il peculio

8 xvi indice-sommario Parte Quarta LE ALTRE FUNZIONI Capitolo I IL TRATTAMENTO SANITARIO OBBLIGATORIO 1.1. La L. 13 maggio 1978, n. 180 e la L. 23 dicembre 1978, n. 833 in rapporto all art. 32 Cost I trattamenti sanitari volontari I presupposti del trattamento sanitario obbligatorio dei malati di mente Il provvedimento del sindaco La proroga e l interruzione del trattamento La convalida da parte del giudice tutelare La revoca o la modifica del provvedimento che dispone il trattamento Il ricorso avverso la convalida o il diniego di convalida del giudice tutelare I provvedimenti urgenti per la conservazione del patrimonio dell infermo Capitolo II L INTERRUZIONE DELLA GRAVIDANZA 2.1. La L. 22 maggio 1978, n Le pronunce della Corte costituzionale L obiezione di coscienza L intervento del giudice tutelare nel caso di donna minore di età Le questioni di costituzionalità L obiezione di coscienza del giudice tutelare L intervento del giudice tutelare nel caso di donna interdetta Capitolo III LE COMPETENZE DEL GIUDICE TUTELARE IN MATERIA DI PASSAPORTI E DI STATO CIVILE 3.1. L autorizzazione al rilascio di documenti validi per l espatrio I presupposti

9 indice-sommario xvii Il provvedimento del giudice tutelareelasuarevoca La rettificazione di atti dello stato civile Il cambiamento delle generalità dei figli minori di collaboratori di giustizia APPENDICE NORMATIVA 1. Decreto Presidente della Repubblica 5 gennaio 1967, n Legge 21 novembre 1967, n Legge 1 o dicembre 1970, n. 898 (come modificata da Legge 6 marzo 1987, n. 74) Legge 13 maggio 1978, n Legge 22 maggio 1978, n Legge 23 dicembre 1978, n Legge 4 maggio 1983, n. 184 (come modificata da Legge 28 marzo 2001, n. 149) Decreto Legislativo 29 marzo 1993, n Leggge 31 maggio 1995, n Decreto Presidente della Repubblica 3 novembre 2000, n Convenzioni internazionali 11. Legge 4 agosto 1955, n Legge 30 giugno 1975, n Legge 24 ottobre 1980, n Legge 27 maggio 1991, n Legge 15 gennaio 1994, n Legge 20 marzo 2003, n Formulario Indice bibliografico Indice cronologico delle pronunce Indice analitico

SOMMARIO. Tabella delle abbreviazioni... TOMO PRIMO

SOMMARIO. Tabella delle abbreviazioni... TOMO PRIMO SOMMARIO Tabella delle abbreviazioni... XLV TOMO PRIMO 321 IL CURATORE DELLO SCOMPARSO V.321.1 Ricorso per la nomina di un curatore dello scomparso in mancanza di rappresentante legale o volontario (schema

Dettagli

Indice analitico. Capitolo I. La Normativa

Indice analitico. Capitolo I. La Normativa 427 Prefazione... p. 9 Capitolo I La Normativa 1. I diritti del minore nelle Convenzioni Internazionali...» 11 2. I diritti del minore nella Costituzione Italiana...» 14 3. I diritti del minore nel Codice

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo I SOGGETTI VULNERABILI AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO. di ricorso per la nomina di un amministratore

INDICE SOMMARIO. Capitolo I SOGGETTI VULNERABILI AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO. di ricorso per la nomina di un amministratore INDICE SOMMARIO Capitolo I SOGGETTI VULNERABILI AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO F001 Ricorso per la nomina di un amministratore di sostegno in favore di persona priva in tutto o in parte di autonomia (art.

Dettagli

INDICE GENERALE CAPITOLO I IL CONCORDATO PREVENTIVO DOPO LA RIFORMA

INDICE GENERALE CAPITOLO I IL CONCORDATO PREVENTIVO DOPO LA RIFORMA INDICE GENERALE PREFAZIONE PRESENTAZIONE (Guida alla lettura) CAPITOLO I IL CONCORDATO PREVENTIVO DOPO LA RIFORMA 1. L evoluzione legislativa fino alla legge fallimentare del 42 2. Il concordato preventivo

Dettagli

IL REGIME PATRIMONIALE DELLA FAMIGLIA. LE CONVENZIONI MATRIMONIALI

IL REGIME PATRIMONIALE DELLA FAMIGLIA. LE CONVENZIONI MATRIMONIALI SOMMARIO CAPITOLO 1 IL REGIME PATRIMONIALE DELLA FAMIGLIA. LE CONVENZIONI MATRIMONIALI 1. Il nuovo diritto di famiglia, tra ideologia e diritto... 1 1.1. Il regime patrimoniale della famiglia nel codice

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Presentazione della Collana... pag. V. Introduzione... pag. VII. Indice Sommario... pag. XI

INDICE-SOMMARIO. Presentazione della Collana... pag. V. Introduzione... pag. VII. Indice Sommario... pag. XI INDICE-SOMMARIO Presentazione della Collana... pag. V Introduzione... pag. VII Indice Sommario... pag. XI CAPITOLO I IL REGIME PATRIMONIALE DELLA FAMIGLIA, CENNI STORICI, LA RIFORMA DEL 1975 1. La famiglia

Dettagli

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI DELLA SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI DELLA SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI DELLA SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA PROGRAMMA II ANNO DIRITTO AMMINISTRATIVO SECONDO CANALE Coordinatore Prof. M. Can. Prima lezione (4 ore) Tema Docente

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Indice sommario... pag. Premessa alla prima edizione... pag. XIX. Premessa alla seconda edizione... pag.

INDICE-SOMMARIO. Indice sommario... pag. Premessa alla prima edizione... pag. XIX. Premessa alla seconda edizione... pag. INDICE-SOMMARIO Indice sommario... pag. V Premessa alla prima edizione... pag. XIX Premessa alla seconda edizione... pag. XXIII CAPITOLO I IL MATRIMONIO 1. Cenni storici... pag. 1 2. Teorie sulla natura

Dettagli

SOMMARIO. Prefazione... XVII. Ratio dell istituto e profili normativi... 3 Schemi di dottrina... 3

SOMMARIO. Prefazione... XVII. Ratio dell istituto e profili normativi... 3 Schemi di dottrina... 3 SOMMARIO SOMMARIO Prefazione... XVII CAP. 1 INVALIDITA` E IRREGOLARITA` MATRIMONIALI Ratio dell istituto e profili normativi... 3 Schemi di dottrina... 3 F001 Formula per far dichiarare nullo il matrimonio

Dettagli

RAPPRESENTANZA DEL MINORE: TUTORE E CURATORE. Ordine Regionale ASSISTENTI SOCIALI Avv. ti Giuseppina Menicucci e Marco Grazioli settembre 2012

RAPPRESENTANZA DEL MINORE: TUTORE E CURATORE. Ordine Regionale ASSISTENTI SOCIALI Avv. ti Giuseppina Menicucci e Marco Grazioli settembre 2012 RAPPRESENTANZA DEL MINORE: TUTORE E CURATORE Ordine Regionale ASSISTENTI SOCIALI Avv. ti Giuseppina Menicucci e Marco Grazioli settembre 2012 1 IL TUTORE Il tutore, come si evince dal testo degli artt.

Dettagli

Indice Sommario. SEZIONE 1: SUCCESSIONI di Giuseppe Cresta

Indice Sommario. SEZIONE 1: SUCCESSIONI di Giuseppe Cresta Indice Sommario Gli Autori... Introduzione... V XXIII SEZIONE 1: SUCCESSIONI di Giuseppe Cresta CAPITOLO 1 L ACCETTAZIONE DELL EREDITÀ COL BENEFICIO D INVENTARIO 1. Finalità, funzione e legittimazione...

Dettagli

LE INTERCETTAZIONI TELEFONICHE ED AMBIENTALI

LE INTERCETTAZIONI TELEFONICHE ED AMBIENTALI T E O R I A E P R A T I C A DEL D I R I T T O SEZIONE HI: DIRITTO E PROCFÌHKA PENALE 133 ÈRCOLE APRILE FILIPPO SPIEZIA TELEFONICHE ED AMBIENTALI INNOVAZIONI TECNOLOGICHE E NUOVE QUESTIONI GIURIDICHE GIUFFRÈ

Dettagli

Parte Prima LA TUTELA CIVILE DEL MINORE. I. LA GIUSTIZIA MINORILE. FUNZIONI, COMPETENZE, STRUTTURA. PROSPETTIVE DI RIFORMA di Gustavo Sergio

Parte Prima LA TUTELA CIVILE DEL MINORE. I. LA GIUSTIZIA MINORILE. FUNZIONI, COMPETENZE, STRUTTURA. PROSPETTIVE DI RIFORMA di Gustavo Sergio INDICE SOMMARIO Prefazione.............................................. xv Parte Prima LA TUTELA CIVILE DEL MINORE I. LA GIUSTIZIA MINORILE. FUNZIONI, COMPETENZE, STRUTTURA. PROSPETTIVE DI RIFORMA di

Dettagli

SOMMARIO. Tabella delle abbreviazioni...

SOMMARIO. Tabella delle abbreviazioni... SOMMARIO Tabella delle abbreviazioni... XXIII 357 DIRITTO DELLE PERSONE FISICHE, DEI MINORI ED INCAPACI di ADRIANO PISCHETOLA VI.357.1 Atto di disposizione del proprio corpo relativamente alle tecniche

Dettagli

L'APPALTO DI OPERE PUBBLICHE

L'APPALTO DI OPERE PUBBLICHE ANTONIO CIANFLONE GIORGIO GIOVANNINI L'APPALTO UNDICESIMA EDIZIONE MILANO - DOTT. A. GIUFFRE EDITORE - 2003 INDICE GENERALE Prefazione alia undicesima edizione Abbreviazioni Principali opere consultate

Dettagli

INDICE NORMATIVA RILEVANTE IN MATERIA DI TUTELA DEI MINORI IN DIFFICOLTA E DELLE LORO FAMIGLIE NORMATIVA EUROPEA IN TEMA DI TUTELA DEI MINORI

INDICE NORMATIVA RILEVANTE IN MATERIA DI TUTELA DEI MINORI IN DIFFICOLTA E DELLE LORO FAMIGLIE NORMATIVA EUROPEA IN TEMA DI TUTELA DEI MINORI INDICE NORMATIVA RILEVANTE IN MATERIA DI TUTELA DEI MINORI IN DIFFICOLTA E DELLE LORO FAMIGLIE NORMATIVA EUROPEA IN TEMA DI TUTELA DEI MINORI Convenzione di Strasburgo del 1975 - Convenzione europea sullo

Dettagli

Indice sommario. Parte Prima Amministrazione di sostegno

Indice sommario. Parte Prima Amministrazione di sostegno Indice sommario Introduzione (di Gilda Ferrando) 1 1. La ratio della riforma 1 2. Amministrazione di sostegno e interdizione 3 3. Amministrazione di sostegno e rappresentanza volontaria 6 4. I compiti

Dettagli

Comune di Binasco (Provincia di Milano)

Comune di Binasco (Provincia di Milano) Comune di Binasco (Provincia di Milano) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI VOLONTARIATO COMUNALE (APPROVATO CON DELIBERAZIONE CC 34 DEL 26.9.2012 ) 1 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità....pag. 3 Art. 2 Ambito

Dettagli

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII INDICE Prefazione... XIII Schemi 1 Divieto di patti successori (art. 458 c.c.)... 3 2 Tutela possessoria dei beni ereditari prima dell accettazione dell eredità (artt. 460, c. 1, c.c.; 703 e 704 c.p.c.)...

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Presentazione della Collana... pag. V Introduzione...» VII Indice Sommario...» XI

INDICE-SOMMARIO. Presentazione della Collana... pag. V Introduzione...» VII Indice Sommario...» XI INDICE-SOMMARIO Presentazione della Collana... pag. V Introduzione...» VII Indice Sommario...» XI CAPITOLO I CENNI STORICI: EVOLUZIONE DEL CONCETTO DI ADOZIONE 1. Introduzione... pag. 1 2. L'istituto dell'adozione

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO ESTENSIONE E LIMITI DEL MANTENIMENTO

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO ESTENSIONE E LIMITI DEL MANTENIMENTO Elenco delle principali abbreviazioni... XXIII CAPITOLO PRIMO ESTENSIONE E LIMITI DEL MANTENIMENTO Guida bibliografica... 3 Profili generali................ 7 1.1. Le questioni da affrontare..........

Dettagli

Norme per il sostegno dei genitori separati e divorziati in situazione di difficoltà.

Norme per il sostegno dei genitori separati e divorziati in situazione di difficoltà. LEGGE REGIONALE N. 37 DEL 30-12-2009 REGIONE PIEMONTE Norme per il sostegno dei genitori separati e divorziati in situazione di difficoltà. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE PIEMONTE N. 1 del 7

Dettagli

Diritto di Famiglia, dei Minori e delle Persone

Diritto di Famiglia, dei Minori e delle Persone Master biennale di II livello Diritto di Famiglia, dei Minori e delle Persone (MAF-31 I edizione) (1500 ore 60 CFU) Anno Accademico 2013/2014 2014/2015 1 Titolo DIRITTO DI FAMIGLIA, DEI MINORI E DELLE

Dettagli

Dott.ssa Maria DOSSETTI nata a Cavriago (RE) il 2 luglio 1944

Dott.ssa Maria DOSSETTI nata a Cavriago (RE) il 2 luglio 1944 Dott.ssa Maria DOSSETTI nata a Cavriago (RE) il 2 luglio 1944 Assistente ordinario di diritto civile Facoltà di Giurisprudenza Università statale di Milano PUBBLICAZIONI 1. Orientamenti giurisprudenziali

Dettagli

ALCUNI ARTICOLI DEL CODICE CIVILE LIBRO PRIMO DELLE PERSONE E DELLA FAMIGLIA

ALCUNI ARTICOLI DEL CODICE CIVILE LIBRO PRIMO DELLE PERSONE E DELLA FAMIGLIA ALCUNI ARTICOLI DEL CODICE CIVILE A cura dell avvocato Nicola Cioffi di Napoli. (Si declina ogni responsabilità per eventuali errori e/o omissioni e/o inesattezze nonché modificazioni intervenute, non

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte I IL MATRIMONIO E I SUOI EFFETTI. LA CONVIVENZA. Sezione I La promessa di matrimonio. ... Pag. 3

INDICE SOMMARIO. Parte I IL MATRIMONIO E I SUOI EFFETTI. LA CONVIVENZA. Sezione I La promessa di matrimonio. ... Pag. 3 Parte I IL MATRIMONIO E I SUOI EFFETTI. LA CONVIVENZA La promessa di matrimonio... Pag. 3 Il matrimonio: celebrazione e invalidità Il matrimonio civile 1) La celebrazione del matrimonio civile... Pag.

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa generale del manuale... Premessa al I volume... Collaboratori... PARTE PRIMA NOZIONI GENERALI

INDICE SOMMARIO. Premessa generale del manuale... Premessa al I volume... Collaboratori... PARTE PRIMA NOZIONI GENERALI INDICE SOMMARIO Premessa generale del manuale... Premessa al I volume... Collaboratori... IX XI XIX PARTE PRIMA NOZIONI GENERALI CAPITOLO I Le situazioni giuridiche. Gli strumenti di tutela 1. Il diritto

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo FONTANA, Andrea Via X Giornate, 151, 25063, Gardone Val Trompia, BS Telefono 030 9994205 Fax 030

Dettagli

CAPITOLO I SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI. Sezione 1 Separazione giudiziale

CAPITOLO I SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI. Sezione 1 Separazione giudiziale INDICE SOMMARIO Premessa... 5 CAPITOLO I SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI Separazione giudiziale 1. Ricorso per separazione giudiziale senza richiesta di dichiarazione di addebito e senza provvedimenti

Dettagli

Parte Prima NOZIONI GENERALI. I SOGGETTI. Capitolo I L ordinamento giuridico

Parte Prima NOZIONI GENERALI. I SOGGETTI. Capitolo I L ordinamento giuridico INDICE SOMMARIO Parte Prima NOZIONI GENERALI. I SOGGETTI Capitolo I L ordinamento giuridico 1. L ordinamento....................................... 3 2. Ordinamento ed economia................................

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO I PRINCIPI GENERALI RELATIVI AI RAPPORTI DI FILIAZIONE

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO I PRINCIPI GENERALI RELATIVI AI RAPPORTI DI FILIAZIONE Elenco delle principali abbreviazioni... Introduzione... XXI XXIII CAPITOLO PRIMO I PRINCIPI GENERALI RELATIVI AI RAPPORTI DI FILIAZIONE Guida bibliografica... 3 1. I rapporti di filiazione.... 5 2. I

Dettagli

L amministratore di condominio

L amministratore di condominio L amministratore di condominio Carmen Michelotti BOOKSITE Le formule riportate in questo testo sono disponibili online e sono personalizzabili Le istruzioni per scaricare i file sono a pag. 271 N.B.: Nelle

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Avvertenza... Pag. V. Parte I PARENTELA - AFFINITÀ - MATRIMONIO Capitolo I PARENTELA E AFFINITÀ

INDICE SOMMARIO. Avvertenza... Pag. V. Parte I PARENTELA - AFFINITÀ - MATRIMONIO Capitolo I PARENTELA E AFFINITÀ INDICE SOMMARIO Avvertenza... Pag. V Parte I PARENTELA - AFFINITÀ - MATRIMONIO PARENTELA E AFFINITÀ 1. Nozione di parentela... Pag. 3 2. Linee della parentela e computo dei gradi...» 5 3. Affinità...»

Dettagli

Il rinvio pregiudiziale

Il rinvio pregiudiziale Diritto delle organizzazioni internazionali a.a. 2013/2014 Il rinvio pregiudiziale Prof. Marcello Di Filippo (Università di Pisa) marcello.difilippo@sp.unipi.it I motivi che giustificano la previsione

Dettagli

Il codice dei contratti pubblici. La struttura e i principi del Codice. I soggetti tenuti all'applicazione del Codice

Il codice dei contratti pubblici. La struttura e i principi del Codice. I soggetti tenuti all'applicazione del Codice Calendario Corso Diploma di Esperto in Appalti Pubblici 1^ Edizione Roma 1^ EDIZIONE ROMA I 7 giugno 2016 ARGOMENTI Il codice dei contratti pubblici. La struttura e i principi del Codice I soggetti tenuti

Dettagli

Capitolo II Le autorizzazioni alla vendita dei beni ereditari. Capitolo III Le altre autorizzazioni negli atti di amministrazione

Capitolo II Le autorizzazioni alla vendita dei beni ereditari. Capitolo III Le altre autorizzazioni negli atti di amministrazione Capitolo I Il chiamato all eredità (Giuseppe Maiatico)... pag. 1 1. Il patrimonio ereditario prima dell acquisto...» 1 2. Apertura della successione. Vocazione e delazione. Poteri dei chiamati ulteriori»

Dettagli

CORSO DI AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE DI INTERESSE NOTARILE AGEVOLAZIONI RELATIVE AI BENI IMMOBILI. Beni culturali. Giancarlo Lo Schiavo

CORSO DI AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE DI INTERESSE NOTARILE AGEVOLAZIONI RELATIVE AI BENI IMMOBILI. Beni culturali. Giancarlo Lo Schiavo CORSO DI AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE DI INTERESSE NOTARILE AGEVOLAZIONI RELATIVE AI BENI IMMOBILI Beni culturali Giancarlo Lo Schiavo Notaio in Prato Componente Commissione Studi Tributari Consiglio Nazionale

Dettagli

415. Persone che possono essere inabilitate.

415. Persone che possono essere inabilitate. www.tutori.it CONFRONTO TRA ISTITUTI di TUTELA INTERDIZIONE INABILITAZIONE Amministrazione di sostegno Chi 414. Persone che possono essere interdette. Il maggiore di età [2] e il minore emancipato [390],

Dettagli

SOMMARIO. Parte Prima ASPETTI GENERALI. Capitolo I CARATTERISTICHE di Alberto Amati

SOMMARIO. Parte Prima ASPETTI GENERALI. Capitolo I CARATTERISTICHE di Alberto Amati SOMMARIO Parte Prima ASPETTI GENERALI Capitolo I CARATTERISTICHE di Alberto Amati 1. Introduzione al concetto di leasing... 3 2. Diverse tipologie di leasing... 3 2.1. Leasing operativo e finanziario...

Dettagli

INDICE SOMMARIO 1. LA RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE

INDICE SOMMARIO 1. LA RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE INDICE SOMMARIO Prefazione alla ottava edizione............................. Prefazione alla prima edizione............................. pag. VII IX 1. LA RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE 1. Nozione......................................

Dettagli

COMUNE DI PONTE NIZZA (PV)

COMUNE DI PONTE NIZZA (PV) COMUNE DI PONTE NIZZA (PV) ALLEGATO 3 AL MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI TITOLARIO DI CLASSIFICAZIONE Titolo I Titolo II Amministrazione generale

Dettagli

RAPPORTI PERSONALI E PATRIMONIALI TRA CONVIVENTI

RAPPORTI PERSONALI E PATRIMONIALI TRA CONVIVENTI RAPPORTI PERSONALI E PATRIMONIALI TRA CONVIVENTI Prefazione... Introduzione... 1 1 LA CESSAZIONE DELLA CONVIVENZA: L AFFIDAMENTO CONDIVISO DELLA PROLE La questione... 11 Analisi dello scenario... 11 Inquadramento

Dettagli

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE AIAF IN DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI, DELLE PERSONE E DEI MINORI PROGRAMMA DIDATTICO 2015/2016 DATA ORE ARGOMENTO NOTE

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE AIAF IN DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI, DELLE PERSONE E DEI MINORI PROGRAMMA DIDATTICO 2015/2016 DATA ORE ARGOMENTO NOTE PROGRAMMA DIDATTICO / DATA ORE ARGOMENTO NOTE n. 1 3 marzo 6 ore PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA E DEL PROGRAMMA DIDATTICO LA PROFESSIONE FORENSE E LA SPECIALIZZAZIONE, IN PARTICOLARE NEL DIRITTO DELLE RELAZIONI

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO L ACCETTAZIONE DELL EREDITÀ IN GENERALE

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO L ACCETTAZIONE DELL EREDITÀ IN GENERALE INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... XV CAPITOLO PRIMO L ACCETTAZIONE DELL EREDITÀ IN GENERALE Guida bibliografica... 3 1. Le diverse forme di accettazione dell eredità... 7 2. L apertura

Dettagli

DOMICILIO Luogo in cui la persona ha stabilito la sede prevalente dei propri affari. Anche luogo indicato per la reperibilità di una persona.

DOMICILIO Luogo in cui la persona ha stabilito la sede prevalente dei propri affari. Anche luogo indicato per la reperibilità di una persona. PICCOLO GLOSSARIO AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO Strumento giuridico di protezione personalizzata della persona maggiorenne non autosufficiente, a seguito di una menomazione o di una infermità fisica o psichica

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI

TRIBUNALE ORDINARIO DI TRIBUNALE ORDINARIO DI Affari Civili non contenziosi da trattarsi in Camera di Consiglio Per il ricorrente Nota di iscrizione a ruolo o Nota di accompagnamento SI CHIEDE L ISCRIZIONE AL RUOLO GENERALE

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Art. 747 Autorizzazione alla vendita dei beni ereditari Le questioni... 1

INDICE SOMMARIO. Art. 747 Autorizzazione alla vendita dei beni ereditari Le questioni... 1 INDICE SOMMARIO Prefazione... V Art. 747 Autorizzazione alla vendita dei beni ereditari Le questioni... 1 A) PROFILI SOSTANZIALI 1. Necessità dell autorizzazione per il compimento degli atti di straordinaria

Dettagli

clandestinità 3. Richiesta del permesso di soggiorno per l adozione di provvedimenti

clandestinità 3. Richiesta del permesso di soggiorno per l adozione di provvedimenti IL PACCHETTO SICUREZZA E I DIRITTI DEI MINORI STRANIERI Impatto del pacchetto sicurezza (legge 94/09 e legge 125/08) su minori stranieri (non richiedenti protezione internazionale): 1. Rilascio del permesso

Dettagli

PALMIERI SABRINA 12, VIA GIACONTESI, 87027, PAOLA (CS) sabripalmieri78@gmail.com; avvsabrinapalmieri@puntopec.it

PALMIERI SABRINA 12, VIA GIACONTESI, 87027, PAOLA (CS) sabripalmieri78@gmail.com; avvsabrinapalmieri@puntopec.it C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo PALMIERI SABRINA 12, VIA GIACONTESI, 87027, PAOLA (CS) Telefono 0982582575; 347/1861424 Fax 0982582575 Email sabripalmieri78@gmail.com;

Dettagli

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE AIAF IN DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI, DELLE PERSONE E DEI MINORI

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE AIAF IN DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI, DELLE PERSONE E DEI MINORI SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE AIAF IN DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI, DELLE PERSONE E DEI MINORI PROGRAMMA DIDATTICO 2015/2016 ORE ARGOMENTO NOTE DOCENTI 1 6 ore PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA E DEL PROGRAMMA

Dettagli

INDICE SOMMARIO. pag. Elenco delle abbreviazioni... Prefazione...

INDICE SOMMARIO. pag. Elenco delle abbreviazioni... Prefazione... INDICE SOMMARIO Elenco delle abbreviazioni... Prefazione.... pag. XVII XIX CAPITOLO PRIMO LA FAMIGLIA E LA COSTITUZIONE Guida bibliografica... 3 1. Gli orientamenti dottrinali... 7 1.1. La posizione della

Dettagli

Diritto commerciale l. Lezione del 23/10/2014

Diritto commerciale l. Lezione del 23/10/2014 Diritto commerciale l Lezione del 23/10/2014 Capacità e impresa L esercizio dell attività di impresa richiede la piena capacità di agire È possibile l esercizio di attività di impresa -per conto e nell

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO RASSEGNA NORMATIVA STORICA SUGLI UFFICI IPOTECARI, SULLA FIGURA DEL CONSERVATORE E DEI SUOI SOSTITUTI

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO RASSEGNA NORMATIVA STORICA SUGLI UFFICI IPOTECARI, SULLA FIGURA DEL CONSERVATORE E DEI SUOI SOSTITUTI INDICE SOMMARIO Introduzione... pag. XI CAPITOLO PRIMO RASSEGNA NORMATIVA STORICA SUGLI UFFICI IPOTECARI, SULLA FIGURA DEL CONSERVATORE E DEI SUOI SOSTITUTI 1. ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI... 1 1.1. Aspetti

Dettagli

Provvedimento di adozione del Piano di formazione ATA a.s. 2014/2015.

Provvedimento di adozione del Piano di formazione ATA a.s. 2014/2015. Prot. n. 8720 / A3b C12 Provvedimento di adozione del Piano di formazione ATA a.s. 2014/2015. IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI VISTO il CCNL 29.11.2007, con particolare riferimento al

Dettagli

1 Capitolo 1 La famiglia e il diritto. Linee di tendenza, problemi, prospettive

1 Capitolo 1 La famiglia e il diritto. Linee di tendenza, problemi, prospettive INDICE XI Prefazione 1 Capitolo 1 La famiglia e il diritto. Linee di tendenza, problemi, prospettive 1 1. La famiglia e il diritto. Linee evolutive 5 2. I principi della riforma e l'evoluzione successiva

Dettagli

Opera Pia Casa Diodorea

Opera Pia Casa Diodorea Opera Pia Casa Diodorea Via Orfanotrofio n. 6 94011 Agira -EN Opera Pia Casa Diodorea di Agira Statuto approvato con deliberazione del Commissario Regionale n. 11 del 13/05/1994, modificato con delibera

Dettagli

TITOLO I - DIRITTO DEL MINORE ALLA PROPRIA FAMIGLIA

TITOLO I - DIRITTO DEL MINORE ALLA PROPRIA FAMIGLIA Legge 28 marzo 2001, n. 149 "Modifiche alla legge 4 maggio 1983, n. 184, recante «Disciplina dell adozione e dell affidamento dei minori», nonché al titolo VIII del libro primo del codice civile" pubblicata

Dettagli

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE AIAF IN DIRITTO DI FAMIGLIA, MINORILE E DELLE PERSONE

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE AIAF IN DIRITTO DI FAMIGLIA, MINORILE E DELLE PERSONE SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE AIAF IN DIRITTO DI FAMIGLIA, MINORILE E DELLE PERSONE PROGRAMMA DIDATTICO BIENNIO 2013-2014 Il corso è stato accreditato dal Consiglio Nazionale Forense, ai fini del riconoscimento

Dettagli

LA PROTEZIONE INTERNAZIONALE DEGLI STRANIERI IN ITALIA

LA PROTEZIONE INTERNAZIONALE DEGLI STRANIERI IN ITALIA LA PROTEZIONE INTERNAZIONALE DEGLI STRANIERI IN ITALIA UNO STUDIO INTEGRATO SULL APPLICAZIONE DEI DECRETI DI RECEPIMENTO DELLE DIRETTIVE EUROPEE SULL ACCOGLIENZA, SULLE QUALIFICHE E SULLE PROCEDURE a cura

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo Primo PREMESSA

INDICE SOMMARIO. Capitolo Primo PREMESSA INDICE SOMMARIO Introduzione... Elenco delle principali abbreviazioni... xiii xvii Capitolo Primo PREMESSA Guida bibliografica... 3 1. Profili introduttivi... 5 2. Brevi cenni storici... 7 3. La distinzione

Dettagli

INDICE. Presentazione... Prefazione...

INDICE. Presentazione... Prefazione... INDICE Presentazione... Prefazione... XI XIII 1. La legge consolare: il d.lgs. 71/2011 - Le funzioni notarili dei consoli (GIANLUCA CARLINI) 1.1. Le funzioni notarili dei consoli e la nuova legge consolare...

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI BUSTO ARSIZIO

TRIBUNALE ORDINARIO DI BUSTO ARSIZIO TRIBUNALE ORDINARIO DI BUSTO ARSIZIO Affari Civili non contenziosi da trattarsi in Camera di Consiglio Nota di iscrizione a ruolo o Nota di accompagnamento Per il ricorrente SI CHIEDE L ISCRIZIONE AL RUOLO

Dettagli

DECRETO DI CONFERIMENTO DELL INCARICO DI SEGRETARIO. Decreto n. 1 del 02 / 10 / 2015

DECRETO DI CONFERIMENTO DELL INCARICO DI SEGRETARIO. Decreto n. 1 del 02 / 10 / 2015 DECRETO DI CONFERIMENTO DELL INCARICO DI SEGRETARIO Decreto n. 1 del 02 / 10 / 2015 IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO DEI COMUNI DELLA VALLE D'AOSTA RICADENTI NEL BACINO IMBRIFERO MONTANO DELLA DORA BALTEA (BIM)

Dettagli

INDICE-SOMMARIO CAPITOLO PRIMO PRINCIPI GENERALI

INDICE-SOMMARIO CAPITOLO PRIMO PRINCIPI GENERALI Elenco delle principali abbreviazioni... pag. XVII CAPITOLO PRIMO PRINCIPI GENERALI Guida bibliografica... 3 1. Considerazionigenerali... 5 1.1. Richiamididirittoprocessualecivile... 8 1.1.1. Presupposti

Dettagli

Tariffa civile (Tabella A)... 20 Tariffa penale (Tabella B)... 22 Tariffa stragiudiziale (compensi indicativi )... 26

Tariffa civile (Tabella A)... 20 Tariffa penale (Tabella B)... 22 Tariffa stragiudiziale (compensi indicativi )... 26 PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 20 LUGLIO 2012, N. 140 - Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI. 1. Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale

INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI. 1. Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI 1. Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale...3 2. Dichiarazione del valore della controversia al fine della determinazione

Dettagli

LA SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI ED IL DIVORZIO

LA SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI ED IL DIVORZIO BRUNO DE FILIPPIS LA SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI ED IL DIVORZIO della coniugale su coppia, famiglia, figli e beni Seconda CASA EDITRICE ANTONIO MILANI 2012 INDICE-SOMMARIO Indice sommario pag. V

Dettagli

Parte I Normativa sui compensi dell avvocato

Parte I Normativa sui compensi dell avvocato Parte I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 10 marzo 2014, n. 55. Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione dei compensi per la professione forense ai sensi dell art.13,

Dettagli

La convenzione di Bruxelles (regolamento CE 44/2001)

La convenzione di Bruxelles (regolamento CE 44/2001) Capitolo I CONCETTO DEL DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO 1. Una prima delimitazione... pag. 1 2. Approfondimento: l oggetto della materia e il metodo della scelta di legge...» 2 3. Segue. La scelta di legge...»

Dettagli

(articolo 1, comma 1)

(articolo 1, comma 1) ALLEGATO A (articolo 1, comma 1) MARCA DA BOLLO ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI ALLA SEZIONE REGIONALE/PROVINCIALE.. PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO, AGRICOLTURA DI DOMANDA DI ISCRIZIONE

Dettagli

INDICE. Prefazione...p. La filiazione: profili generali... 1

INDICE. Prefazione...p. La filiazione: profili generali... 1 INDICE Prefazione...p. XV La filiazione: profili generali... 1 I AZIONE DI DISCONOSCIMENTO DELLA PATERNITÀ Introduzione... 9 1 Disconoscimento della paternità in caso di mancata prova dell adulterio della

Dettagli

Indice p. 2 Presentazione del Sindaco p. 3 Descrizione del servizio p. 4 Dove, quando, come p. 5 I servizi offerti p. 6 Informazioni agli utenti p.

Indice p. 2 Presentazione del Sindaco p. 3 Descrizione del servizio p. 4 Dove, quando, come p. 5 I servizi offerti p. 6 Informazioni agli utenti p. Gare e appalti 2 Indice p. 2 Presentazione del Sindaco p. 3 Descrizione del servizio p. 4 Dove, quando, come p. 5 I servizi offerti p. 6 Informazioni agli utenti p. 7 Standard dei servizi offerti p. 8

Dettagli

CURRICULUM VITAE. - diploma di maturità classica, presso il Liceo Ginnasio C. Balbo di Chieri nel 1982;

CURRICULUM VITAE. - diploma di maturità classica, presso il Liceo Ginnasio C. Balbo di Chieri nel 1982; avv. Roberto Atzei (Patrocinante in Cassazione Mediatore accreditato dal Ministero della Giustizia presso Aequitas ADR Torino) avv. Maria Sabrina Fichera (Mediatore accreditato dal Ministero della Giustizia

Dettagli

Domanda di conciliazione in ambito di responsabilità professionale medica

Domanda di conciliazione in ambito di responsabilità professionale medica Domanda di conciliazione in ambito di responsabilità professionale medica ai sensi dell art. 4/bis della legge provinciale 5 marzo 2001, n. 7, e successive modifiche, e del decreto del Presidente della

Dettagli

GESTIONE EREDITARIA IMPRESA INDIVIDUALE (Il presente modello deve essere presentato in n. 2 copie + una per l interessato)

GESTIONE EREDITARIA IMPRESA INDIVIDUALE (Il presente modello deve essere presentato in n. 2 copie + una per l interessato) GESTIONE EREDITARIA IMPRESA INDIVIDUALE (Il presente modello deve essere presentato in n. 2 copie + una per l interessato) AL COMUNE DI Il sottoscritto Cittadinanza Consapevole che le dichiarazioni false,

Dettagli

tempi previsti da L. 241/80 tempi previsti da L. 241/81 tempi previsti da L. 241/82 tempi previsti da L. 241/83 tempi previsti da L.

tempi previsti da L. 241/80 tempi previsti da L. 241/81 tempi previsti da L. 241/82 tempi previsti da L. 241/83 tempi previsti da L. STRUTTURA DESCRIZIONE DEL PROCEDIMENTO L. 241/80 NUMERO PROCEDIMENTI AVVIATI NUMERO PROCEDIME NTI CONCLUSI NEI TERMINI NUMERO PROCEDIMENT I NON CONCLUSI NEI TERMINI MOTIVI DEL RITARDO e Legali Liquidazione

Dettagli

La Tutela : Il tutore provvisorio

La Tutela : Il tutore provvisorio Reggio Calabria A.A.2012-2013 La Tutela : Il tutore provvisorio Prof.ssa Francesca Panuccio Dattola Premessa Tueor è espressione che indica protezione, difesa, custodia L ufficio del Tutore è stato a lungo

Dettagli

VALORE P.A. 2015. Master in Economia Pubblica Dipartimento di Economia e Diritto Facoltà di Economia di Sapienza Università di Roma

VALORE P.A. 2015. Master in Economia Pubblica Dipartimento di Economia e Diritto Facoltà di Economia di Sapienza Università di Roma VALORE P.A. 2015 CORSO DI FORMAZIONE in Appalti di forniture e servizi nel codice dei contratti pubblici e nel suo regolamento di attuazione ed esecuzione Master in Economia Pubblica Dipartimento di Economia

Dettagli

INDICE I LA SUCCESSIONE. 1 L apertura delle successioni... 3. Prefazione...

INDICE I LA SUCCESSIONE. 1 L apertura delle successioni... 3. Prefazione... INDICE Prefazione... XIX I LA SUCCESSIONE 1 L apertura delle successioni... 3 1.1 Introduzione... 4 1.2 L apertura della successione... 5 1.3 La dichiarazione di morte presunta... 6 1.4 L acquisto dell

Dettagli

INDICE I TRASPORTO. Prefazione...

INDICE I TRASPORTO. Prefazione... INDICE Prefazione... XVII I TRASPORTO 1 Ilcontrattoditrasporto:profiligenerali... 3 1.1 Il contratto di trasporto: profili generali... 4 1.2 Trasporto oneroso, gratuito e di cortesia... 5 1.3 Forma e conclusione

Dettagli

L' affidamento al servizio sociale

L' affidamento al servizio sociale 1 di 16 04/02/2014 12:16 L' affidamento al servizio sociale Ci sono 46 domande all'interno di questa indagine. Intervistato [1]Qual è il suo ente di appartenenza? (si intende l ente con cui ha un contratto

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO I RAPPORTI DI FILIAZIONE

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO I RAPPORTI DI FILIAZIONE Elenco delle principali abbreviazioni....................... Introduzione...................................... XV XVII CAPITOLO PRIMO I RAPPORTI DI FILIAZIONE Guida Bibliografica..................................

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE. Capitolo 1 LA FILIAZIONE NOTE INTRODUTTIVE. di GILDA FERRANDO

INDICE INTRODUZIONE. Capitolo 1 LA FILIAZIONE NOTE INTRODUTTIVE. di GILDA FERRANDO INDICE XV Aggiornamento. Disegno di legge delega sullo status giuridico dei figli INTRODUZIONE Capitolo 1 LA FILIAZIONE NOTE INTRODUTTIVE di GILDA FERRANDO 3 1. Le linee evolutive 7 2. I diritti del bambino

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PER GLI ANNI 2014-2016 (P.T.T.I.)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PER GLI ANNI 2014-2016 (P.T.T.I.) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PER GLI ANNI 2014-2016 (P.T.T.I.) DELLA SOCIETA ACSEL S.p.A. Predisposto dal Responsabile per la Trasparenza Adottato dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato

PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 20 LUGLIO 2012, N. 140 Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per le

Dettagli

PARTE I DIRITTO E DISABILITÀ: PROFILI INTRODUTTIVI L ETICA DELLA DISABILITÀ

PARTE I DIRITTO E DISABILITÀ: PROFILI INTRODUTTIVI L ETICA DELLA DISABILITÀ INDICE SOMMARIO Prefazione...... Pag. VII PARTE I DIRITTO E DISABILITÀ: PROFILI INTRODUTTIVI CAPITOLO I L ETICA DELLA DISABILITÀ di Alfredo Anzani 1. Introduzione... Pag. 3 1.1. L uomo-persona...» 4 1.2.

Dettagli

PROFILI PROFESSIONALI, REQUISITI PER L'ACCESSO E CONTENUTO DELLE PROVE

PROFILI PROFESSIONALI, REQUISITI PER L'ACCESSO E CONTENUTO DELLE PROVE Allegato A) al Regolamento dei concorsi e delle modalità di assunzione Approvato con deliberazione della G.C. n. 40 del 22.04.2008, modificato con deliberazione della G.C. n. 128 del 24.11.2011 PROFILI

Dettagli

ART. 2 C.C. CAPACITA' DI AGIRE IDONEITA' DEL SOGGETTO AD ACQUISTARE E AD ESERCITARE DA SOLO DIRITTI E AD ASSUMERE OBBLIGHI (Maggiore età)

ART. 2 C.C. CAPACITA' DI AGIRE IDONEITA' DEL SOGGETTO AD ACQUISTARE E AD ESERCITARE DA SOLO DIRITTI E AD ASSUMERE OBBLIGHI (Maggiore età) ART. 2 C.C. CAPACITA' DI AGIRE IDONEITA' DEL SOGGETTO AD ACQUISTARE E AD ESERCITARE DA SOLO DIRITTI E AD ASSUMERE OBBLIGHI (Maggiore età) ART. 1 C.C. CAPACITA' GIURIDICA ATTITUDINE DELLA PERSONA AD ESSERE

Dettagli

Chi è soggetto al controllo antimafia Sono sottoposti ai controlli antimafia i soggetti di seguito indicati (articolo 85 del codice antimafia)

Chi è soggetto al controllo antimafia Sono sottoposti ai controlli antimafia i soggetti di seguito indicati (articolo 85 del codice antimafia) La disciplina della documentazione antimafia di cui al decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, aggiornata al D.Lgs. 13 ottobre 2014, n. 153 (codice antimafia) Sommario Premessa.... 2 Documentazione

Dettagli

AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO. relatore Avv. Annalisa Valgimigli

AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO. relatore Avv. Annalisa Valgimigli AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO relatore Avv. Annalisa Valgimigli Dati ISTAT in Italia persone disabili: I portatori di handicap sono oltre due milioni e 600 mila su un totale di 57.000.000 di cittadini, di

Dettagli

Corte di cassazione - Sezione I civile - Sentenza 31 marzo 2011 n. 7504

Corte di cassazione - Sezione I civile - Sentenza 31 marzo 2011 n. 7504 Pagina 1 di 9 Non basta la mera disponibilità dei nonni a prendersi cura dei nipoti per scongiurarne l'adozione se non è provata la presenza di "rapporti significativi" Sommario: 1) Breve commento alla

Dettagli

COMUNE DI FROSINONE REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITA E LA TRASPARENZA DELLO STATO PATROMINIALE DEI TITOLARI DI CARICHE PUBBLICHE ELETTIVE E DI GOVERNO

COMUNE DI FROSINONE REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITA E LA TRASPARENZA DELLO STATO PATROMINIALE DEI TITOLARI DI CARICHE PUBBLICHE ELETTIVE E DI GOVERNO COMUNE DI FROSINONE REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITA E LA TRASPARENZA DELLO STATO PATROMINIALE DEI TITOLARI DI CARICHE PUBBLICHE ELETTIVE E DI GOVERNO Approvato con deliberazione di consiglio comunale n.

Dettagli

Repubblica italiana La Corte dei Conti in Sezione Regionale di Controllo per l Abruzzo. Nell adunanza del 18 marzo 2008 composta dai magistrati:

Repubblica italiana La Corte dei Conti in Sezione Regionale di Controllo per l Abruzzo. Nell adunanza del 18 marzo 2008 composta dai magistrati: del. n. 17/2008 Repubblica italiana La Corte dei Conti in Sezione Regionale di Controllo per l Abruzzo Nell adunanza del 18 marzo 2008 composta dai magistrati: Presidente Mario GIAQUINTO Consigliere Lucilla

Dettagli

Richiesta di CITTADINANZA ELENCO DEI DOCUMENTI DA PORTARE PER LA COMPILAZIONE:

Richiesta di CITTADINANZA ELENCO DEI DOCUMENTI DA PORTARE PER LA COMPILAZIONE: Richiesta di CITTADINANZA Appuntamento il giorno alle ore P.A.S.S. Porta di Accesso ai Servizi Sociali Tel. 035 399 888 ELENCO DEI DOCUMENTI DA PORTARE PER LA COMPILAZIONE: A. CONCESSIONE PER MATRIMONIO

Dettagli

In materia di: Privacy A CURA DI MASSIMILIANO DE BONIS

In materia di: Privacy A CURA DI MASSIMILIANO DE BONIS In materia di: Privacy A CURA DI MASSIMILIANO DE BONIS La pubblicazione di carattere monotematico (normativa privacy) e organizzata sullo schema di domande e risposte con suddivisione in capitoli per argomenti

Dettagli

Partecipazioni pubbliche locali e gestione dei servizi

Partecipazioni pubbliche locali e gestione dei servizi Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Programma di Empowerment delle amministrazioni pubbliche del Mezzogiorno Corso Partecipazioni pubbliche locali e gestione

Dettagli

L'INTERDIZIONE E L'INABILITAZIONE

L'INTERDIZIONE E L'INABILITAZIONE L'INTERDIZIONE E L'INABILITAZIONE L'interdizione e l'inabilitazione sono degli strumenti istituiti dal legislatore per tutelare le persone che per una serie di motivi non siano più capaci di curare i propri

Dettagli

LA PRELAZIONE AGRARIA

LA PRELAZIONE AGRARIA DONATO CALABRESE LA PRELAZIONE AGRARIA UNARICOSTRUZIONE ATTRAVERSO LA GIURISPRUDENZA DELLA CASSAZIONE Seconda edizione CEDAM CASA EDITRICE DOTT. ANTONIO MILANI 2004 INDICE CAPITOLO I LA PRELAZIONE AGRARIA

Dettagli

Direzione Regionale: POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: POL.MIGR. INT.SOC. RAPP.IST. DI ASSIST. E BENEF.

Direzione Regionale: POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: POL.MIGR. INT.SOC. RAPP.IST. DI ASSIST. E BENEF. REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. 429 DEL 04/08/2015 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 12276 DEL 03/08/2015 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: POL.MIGR.

Dettagli

C.F. e P.I. 00312730807 SERVIZI FINANZIARI

C.F. e P.I. 00312730807 SERVIZI FINANZIARI C.F. e P.I. 00312730807 SERVIZI FINANZIARI DETERMINAZIONE n 24 del 24.03.2015 Oggetto LIQUIDAZIONE FATTURA N 850 DEL 04.03.2015 SERVIZIO SUPPORTO RISCOSSIONE CANONE IDRICO (SOLLECITI) 2012. CAPITOLO DI

Dettagli