LINEE VITA UNI EN SISTEMI ANTICADUTA - DPI LINEE VITA QUALITÀ, TECNOLOGIA E INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLA SICUREZZA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LINEE VITA UNI EN 795 - SISTEMI ANTICADUTA - DPI LINEE VITA QUALITÀ, TECNOLOGIA E INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLA SICUREZZA"

Transcript

1 LINEE VITA UNI EN SISTEMI ANTICADUTA - DPI LINEE VITA QUALITÀ, TECNOLOGIA E INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLA SICUREZZA

2 LINEE VITA E LE CADUTE DALL ALTO In Italia le cadute dall alto costituiscono il tipo di infortunio più frequente e con esito quasi sempre drammatico (inabilità permanente o morte). Ogni responsabile di un immobile (amministratore condominiale, proprietario ecc.) o il datore di lavoro, dirigenti e preposti possono essere coinvolti in serie azioni penali e civili qualora emergano violazioni o deficienze nei riguardi delle normative vigenti. Le leggi prevedono per i lavori eseguiti ad un altezza superiore a 2 Mt. la predisposizione di idonee opere provvisorie quali ponteggi e parapetti. Deroghe a tali disposizioni possono essere concesse nei casi in cui i soli lavori di breve durata (ispezioni, semplici manutenzioni, rilievi ecc.) sono effettuati da personale addestrato e dotati di idonei sistemi anticaduta. LEGGI E NORME Numerose sono le leggi a cui si fa riferimento: direttive europee, normativa di settore, linee guida ISPESL, linee guida di altri enti, norme e regolamenti regionali di rilievo, accordi di formazione, norme tecniche. Il D.LGS 81/08 ha riordinato e coordinato numerose normative relative alla tutela della sicurezza del lavoro con l obiettivo di ridurre il numero di incidenti derivanti dalle cadute dall alto. La normativa attuale prevede che le figure quali Proprietari di immobili (compresi privati) Datori di lavoro, costruttori, amministratori di stabili hanno la responsabilità legale di garantire la sicurezza e la conformità di manufatti, ambienti ed impianti durante la fasi di costruzione, manutenzione, delle strutture stesse, rendendo obbligatorio l inserimento di adeguati punti di ancoraggio ( conformi a UNI EN 795) per l utilizzo da parte degli operatori di imbracature anticaduta su tutti gli edifici in fase di costruzione o ristrutturazione. COSA SI DEVE INSTALLARE Si deve installare un sicuro e robusto punto di ancoraggio costituito, ad esempio, da una Linea Vita anticaduta orizzontale conforme alla norma EN 795 Classe C installata sul colmo del tetto: in questo caso il cordino dell imbracatura può scorrere lungo la fune d acciaio inox seguendo l operatore nei suoi movimenti. Diventa quindi importante installare in modo corretto idonei dispositivi di ancoraggio sulle coperture delle costruzioni e predisporre quanto necessario ad un accesso sicuro ai tetti per il raggiungimento del primo ancoraggio utile. E quindi necessario realizzare uno studio preliminare per esaminare il problema dell accesso alle diverse tipologie di coperture ed affidare l installazione di quanto serve solo a personale qualificato. PROCEDURA Con la presente vi portiamo a conoscenza della procedura da noi adottata per potere preventivare e offrire un impianto di linea vita in CLASSE C o un impianto di ancoraggi strutturali in CLASSE A1 o A2. 1) Sopralluogo per la valutazione della tipologia della copertura: In base al tipo di copertura determinato dal tipo di struttura portante del tetto che può essere C.A. piuttosto che trave di legno, in base alla pendenza del tetto e valutando l eventuale futura periodicità di manutenzione del tetto si determina la scelta di installare un dispositivo di ancoraggio scelto tra: CLASSE A1: ANCORAGGIO STRUTTURALE fissato su superfici verticali, orizzontali o inclinate, quali muri, colonne o architravi. CLASSE A2: ANCORAGGIO STRUTTURALE destinato a essere installato su tetti inclinati. CLASSE C: LINEE VITA ovvero dispositivi di ancoraggio equipaggiate con supporto di trattenuta flessibile orizzontale. 2) Fornitura ed eventuale posa degli ancoraggi: Gli ancoraggi forniti sono costruiti secondo una relazione di calcolo effettuata da un ingegnere strutturale in riferimento alla normativa UNI EN 795. Inoltre egli stesso determina un elaborato di progetto in base al tipo della copertura e alla relazione di calcolo per potere determinare gli ancoranti meccanici appropriati per fissare gli ancoraggi strutturali, e gli eventuali accessori per costituire una LINEA VITA (corda, tenditore, morsetti, assorbitori di energia etc.) L eventuale posa è affidata a personale qualificato consapevole delle norme vigenti per potere sia lavorare in sicurezza, sia installare i dispositivi nel modo corretto. 3) Rilascio del fascicolo tecnico: È una relazione dell impianto installato sul tetto e dovrà contenere: - Dichiarazione d installazione dei dispositivi d ancoraggio con la firma dell installatore e del committente o proprietario dell immobile. - Manuale d uso dei dispositivi di ancoraggio specificando i DPI adatti all utilizzo per tale impianto, e l eventuale periodicità di manutenzione. - Elaborato di progetto che preveda una piantina dove è indicata l ubicazione dei dispositivi e che specifichi i punti d accesso sul tetto. - Relazione di calcolo dell ingegnere con la certificazione dell impianto conforme alla normativa. 4) Verifica e manutenzione periodica dell impianto anticaduta: Verifiche, revisioni e manutenzione degli impianti anticaduta tramite apparecchiature appositamente create a tal scopo e che ne determinano il buono stato dei prodotti, la corretta tensionatura del cavo e la tenuta nel tempo dei fissaggi. Inoltre forniamo un ampia gamma dei migliori prodotti in commercio di dispositivi di protezione individuale (DPI) da utilizzare sull impianto anticaduta. Organizziamo periodicamente presso la nostra sede e presso i ns. rivenditori autorizzati CORSI DI FORMAZIONE E ABILITAZIONE al montaggio, l installazione, la manutenzione e la corretta progettazione dei nostri prodotti. LINEA VITA POKERLIFE Il sistema POKERLIFE è costituito da dispositivi d ancoraggio in Classe C, è stato concepito e realizzato sulla base delle disposizioni impartite dalla normativa UNI-EN cl.c. Grazie ai numerosi accessori e la flessibilità di progettazione e realizzazione dei prodotti risulta essere un sistema anticaduta idoneo su qualsiasi tipo copertura (CIVILE E INDUSTRIALE) e che può essere installato su qualsiasi struttura (FERRO - LEGNO - CALCESTRUZZO purché idonea a supportare i carichi previsti dalla norma), con qualsiasi pendenza (PIANA - INCLINATA - DOPPIA FALDA A PARETE). DI SEGUITO VI RIPORTIAMO LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE: I dispositivi d ancoraggio sono realizzati in acciaio zincato e si possono completamente rivestire in ALLUMINIO preverniciato di qualsiasi RAL. Gli elementi di raccordo e la fune che compongo la linea vita sono tutti in acciaio INOX AISI 316. I due punti sopracitati ci consentono di dare una garanzia di 10 anni in quanto esternamente il prodotto ha una finitura ALLUMINIO / INOX inattaccabile dagli agenti atmosferici. Consente l utilizzo in contemporanea di 3 operatori. La distanza massima tra i dispositivi d ancoraggio intermedi è di 15 Mt. Accessori applicabili sui dispositivi d ancoraggio che consento di risolvere le problematiche di angolatura dei colmi e inoltre di non sganciarsi in prossima degli elementi intermedi. Realizzazione di dispositivi d ancoraggio su specifica esigenza dei clienti sulla base delle problematiche strutturali dell edificio.

3 LINEE VITA EN CLASSE C DISPOSITIVI D ANCORAGGIO EN CLASSE C PALO BASE PIANA H. 350mm - Art. PPLC 01 Palo Diametro 114mm altezza 350mm realizzato in acciaio zincato. PALO BASE PIANA H. 450mm - Art. PPLC 02 Palo Diametro 114mm altezza 450mm realizzato in acciaio zincato. Adatto a realizzare linee vita o punti fissi su coperture a base piana. Dispositivo di classe A/C conforme alla Norma UNI EN 795. I pali possono essere annegati nel getto o fissati in superficie su acciaio, calcestruzzo o legno. La struttura sulla quale vengono ancorati i pali deve essere idonea a supportare i carichi indicati dal costruttore. PALO AD ANGOLO BASE PIANA H. 450mm - Art. PPLB 04 Palo Diametro 114mm altezza 450mm realizzato in acciaio zincato. Adatto a realizzare linee vita o punti fissi su muri perimetrali o facciate verticali. Dispositivo di classe C conforme alla Norma UNI EN 795. I pali possono essere annegati nel getto o fissati in superficie su acciaio, calcestruzzo. La struttura sulla quale vengono ancorati i pali deve essere idonea a supportare i carichi indicati dal costruttore. PALO BASE DOPPIA FALDA H. 350 mm - Art. PPLB 01 Palo Diametro 114 mm altezza 350 mm realizzato in acciaio zincato. Adatto a realizzare linee vita o punti fissi su coperture a doppia falda. PALO BASE DOPPIA FALDA H. 450 mm - Art. PPLB 02 Palo Diametro 114 mm altezza 450 mm realizzato in acciaio zincato. Dispositivo di classe A/C conforme alla Norma UNI EN 795. I pali possono essere annegati nel getto o fissati in superficie su acciaio, calcestruzzo o legno. La struttura sulla quale vengono ancorati i pali deve essere idonea a supportare i carichi indicati dal costruttore. PALO BASE PIANA - ALTEZZA SU MISURA - Art. PPLC 03 Palo ø 114mm, altezza max fino a mm, realizzato in acciaio zincato. Dispositivo di classe C, conforme alla norma EN 795. I pali possono essere fissati su superfici in C.A. La struttura sulla quale vengono ancorate le piastre deve essere idonea a supportare i carichi indicati dal costruttore. PALO BASE INCLINATA H. 450mm - Art. PPLB 03 Palo Diametro 114mm altezza 450mm realizzato in acciaio zincato. Adatto a realizzare linee vita o punti fissi su coperture inclinate pendenza 20-30%. Dispositivo di classe C conforme alla Norma UNI EN 795. I pali possono essere annegati nel getto o fissati in superficie su acciaio, calcestruzzo o legno. La struttura sulla quale vengono ancorati i pali deve essere idonea a supportare i carichi indicati dal costruttore. PALO DA GETTO H. 450mm - Art. PPLB 05 Palo Diametro 114mm altezza 450mm+ 250mm per il getto realizzato in acciaio zincato. Dispositivo di classe A/C conforme alla Norma UNI EN 795. I pali devono essere annegati nel getto. La struttura sulla quale vengono ancorati i pali deve essere idonea a supportare i carichi indicati dal costruttore. 1) Su acciaio fissaggio mediante saldatura o viti M12. 2) Su calcestruzzo fissaggio mediante ancoranti meccanici o chimico. 3) Su legno fissaggio mediante tirafondi a legno. 4) Su legno/c.a./ferro fissaggio mediante contropiastre. 1) Su acciaio fissaggio mediante saldatura o viti M12. 2) Su calcestruzzo fissaggio mediante ancoranti meccanici o chimico. 3) Su legno fissaggio mediante tirafondi a legno. 4) Su legno/c.a./ferro fissaggio mediante contropiastre. 4 w w w. l i n e e v i t a p o k e r. i t 5

4 LINEE VITA EN CLASSE C LINEE VITA EN CLASSE C PIASTRA D ANCORAGGIO DRITTA - Art. PPLA 01 Piastra d ancoraggio realizzata in acciaio zincato. Dimensioni 150x150mm. Dispositivo di classe C / A conforme alla Norma UNI EN 795. Le piastre possono essere fissate su calcestruzzo, legno o ferro e vanno installate su parete o cordoli. La struttura sulla quale vengono ancorate le piastre deve essere idonea a supportare i carichi indicati dal costruttore. COPPIA DI CONTROPIASTRE PER PALO - Art. CPP 2 Contropiastre realizzata in acciaio zincato per palo base piana o inclinata. Le coppie di contropiastre permettono di essere usate nelle situazioni in cui non è possibile utilizzare la contropiastra CPP. I quattro fori permettono di incravattare il palo sia sul lato lungo della base che su quello corto. PIASTRA D ANCORAGGIO AD ANGOLO ESTERNO Art. PPLA 02 Piastra d ancoraggio realizzata in acciaio zincato a caldo da installare su angoli esterni. PIASTRA D ANCORAGGIO AD ANGOLO INTERNO ART. PPLA 03 Piastra d ancoraggio realizzata in acciaio zincato a caldo da installare su angoli interni. KIT TRAVETTI - Art. KT 60/80 Il kit serve nel caso in cui non si riesca ad eseguire l installazione sul colmo, di conseguenza ci si ancora sui travetti, i quali devono avere sez. min. 120x80mm (che abbiano una distanza compresa tra 60/80cm). Il kit quindi funge da elemento di raccordo tra la base di un palo inclinato e i travetti della copertura. Dimensioni 150x150x150mm. Dispositivo di classe C / A conforme alla Norma UNI EN 795. Le piastre possono essere fissate su calcestruzzo, legno o ferro e vanno installate su volumi tecnici sopra il tetto (vano ascensore / scale) o per camini. La struttura sulla quale vengono ancorate le piastre deve essere idonea a supportare i carichi indicati dal costruttore. CONTROPIASTRA PER PALO - Art. CPP Contropiastra realizzata in acciaio zincato per palo base piana, inclinata o a doppia falda. La contropiastra viene fissata con barre filettate per incravattare il palo su travi di legno o ferro. KIT LINEA VITA 15 mt. - Art. KL-PR Consente di creare una linea vita tra ancoraggi in classe C (pali o piastre) posizionandoli a distanza fino a 15 mt. l uno dall altro. Utilizzo della linea vita per tre operatori in contemporanea. Il Kit comprende: 2 piastre d ancoraggio in INOX tenditore INOX assorbitore d energia INOX morsetti INOX tabella identificativa manuale d installazione. CONTROPIASTRA PER PIASTRA D ANCORAGGIO - Art. CPP 3 Contropiastra realizzata in acciaio zincato per piastra d ancoraggio diritta Art.PPLA01. La contropiastra viene fissata con barre filettate per incravattare la piastra su travi di legno, ferro o C.A. KIT LINEA VITA 6 mt. - Art. KL-PO Consente di creare una linea vita tra ancoraggi in classe C (pali o piastre) posizionandoli a distanza fino a 6 mt. l uno dall altro. Utilizzo della linea vita per due operatori in contemporanea. Il Kit comprende: 2 piastre d ancoraggio in INOX tenditore INOX morsetti INOX tabella identificativa manuale d installazione. 6 w w w. l i n e e v i t a p o k e r. i t 7

5 LINEE VITA EN CLASSE C LINEE VITA EN CLASSE C ELEMENTO INTERMEDIO PASSANTE - Art. EI-P Elemento da applicare su pali intermedi con possibilità di scorrimento del moschettone senza staccarsi dalla linea vita. COLORE RIVESTIMENTI E possibile rivestire la struttura con diverse colorazioni in modo da ottenere un palo che abbia lo stesso colore della copertura o delle lattonerie. Sono disponibili i seguenti colori: Art. TC-RA RAME Art. TC-BN BIANCO Art. TC-GR GRIGIO Art. TC-TM TESTA MORO Art. TC-RS ROSSO SIENA Art. TC-SL SILVER Art. TC-BG BLU GENZIANA Art. TC-AN ALLUMINIO NAT. PS: a richiesta qualsiasi colorazione della tabella RAL ELEMENTO INTERMEDIO AD ANGOLO - Art. EI-A Elemento intermedio ad angolo da applicare su pali intermedi permettendo di realizzare qualsiasi angolazione della linea vita. FUNE METALLICA - Art. CAVIN-M8 Fune metallica D.8mm INOX AISI 316 a 49 fili. Da applicare su pali tramite il kit linea vita per la realizzazione di linee vita in classe C. CONVERSA IN PIOMBO - Art. CP/PD - CP/PI CONVERSA in piombo D. 120 mm per pali base piana doppia falda o inclinata. Viene posata sulla copertura (tegole,coppi o pannello) per impermeabilizzare. TIRAFONDI A LEGNO TE zinc. 12x - Art. TFL12x Tirafondi a legno per fissaggio di pali, piastre, kit travetti e punti fissi d ancoraggio. Misure disponibili da 12x80 a 12x400. RIVESTIMENTO PER PALO - Art. TC-XX Tubo calandrato - Sgocciolatoio D. 120mm. Il palo può essere rivestito con TUBI e SGOCCIOLATOI di alluminio preverniciato, RAME o INOX. In tal modo il palo assume le sembianze dei camini posti sul tetto. ANCORANTE MECCANICO PER C.A. Ancorante meccanico fissaggio di pali, piastre, kit travetti e punti fissi d ancoraggio sulle strutture in C.A. Misure disponibili da 12x80 a 12x300. Disponibili anche ancorante chimico, barre filettate e accessori per il fissaggio. 8 w w w. l i n e e v i t a p o k e r. i t 9

6 PUNTI D ANCORAGGIO FISSO IN CLASSE A DISPOSITIVI D ANCORAGGIO EN CLASSE A PUNTO D ANCORAGGIO FISSO SOTTOCOPPO Art. PF-C Punto d ancoraggio fisso per tegole o coppi realizzato in acciaio zincato. Conforme alla norma: UNI EN 795 classe A2. Ad un estremità presenza di fori di fissaggio per installazione di 3 viti a legno con testa esagonale 7mm (lungh.>120mm) o 1 vite a legno con testa esagonale 12mm (lungh.>120mm). All altra estremità aggancio per moschettone. Piegatura per uscita tegola o coppo: 35mm. Piatto 30x4mm in acciaio con lunghezza 420mm Disponibile in : ACCIAIO ZINCATO o INOX. Da utilizzare come punto fisso per piccoli colmi, per spostamenti dall accesso tetto alla linea vita e/o per prevenire l insorgere dell effetto pendolo. PUNTO D ANCORAGGIO FISSO PER PANNELLO Art. PF-P Punto d ancoraggio fisso per pannelli in lamiera realizzato in acciaio zincato. Conforme alla norma: UNI EN 795 classe A2. Ad un estremità presenza di fori di fissaggio per installazione di 3 viti a legno con testa esagonale 7mm (lungh.>120mm) o 1 vite a legno con testa esagonale 12mm (lungh.>120mm). All altra estremità aggancio per moschettone. Piegatura per uscita tegola o coppo : 35mm. Piatto 30x4mm in acciaio con lunghezza 420mm. Disponibile in : ACCIAIO ZINCATO o INOX. Da utilizzare come punto fisso per piccoli colmi, per spostamenti dall accesso tetto alla linea vita e/o per prevenire l insorgere dell effetto pendolo. PUNTO D ANCORAGGIO FISSO SOTTOCOPPO Art. PF-C / RAL Punto d ancoraggio fisso per tegole o coppi realizzato in acciaio preverniciato Conforme alla norma: UNI EN 795 classe A2. Disponibile nei colori: ROSSO COPPO - TESTA DI MORO - BIANCO/GRIGIO A richiesta verniciabile con qualsiasi colore della tabella RAL REGOLO PER PUNTI D ANCORAGGIO FISSO - Art. PFA A2 Regolo per punto d ancoraggio fisso per tegole o coppi realizzato in acciaio zincato. Conforme alla norma UNI EN 795 classe A2. Permette di creare uno spostamento tra il punto d ancoraggio fisso e la struttura sottostante dove va fissata. 4 fori di fissaggio disponibili per l installazione di 1 vite a legno con testa esagonale 12mm (lungh.>90mm) o 1 barra filettata M12X120mm con ancorante chimico per fissaggio su strutture in C.A., non inclusi nella fornitura. Il regolo va raccordato con l ancoraggio per mezzo di una vite M12x30 TPS (inclusa). Spostamento massimo: 130 mm.. PUNTO D ANCORAGGIO FISSO INOX CL.A1 - Art. PFI A1 Punto d ancoraggio fisso realizzato in INOX CL. A1. Conforme alla norma UNI EN 795 classe A1. Adatto per superfici verticali, orizzontali o inclinate, quali muri, colonne o architravi. Da utilizzare come punto fisso per piccoli colmi, per spostamenti dall accesso tetto alla linea vita e/o per prevenire l insorgere dell effetto pendolo. PUNTO D ANCORAGGIO FISSO ALLUMINIO CL.A1 - Art. PFA A1 Punto d ancoraggio in Alluminio. Conforme alla norma UNI EN 795 classe A1. Adatto per superfici verticali, orizzontali o inclinate, quali muri, colonne o architravi. Da utilizzare come punto fisso per piccoli colmi, per spostamenti dall accesso tetto alla linea vita e/o per prevenire l insorgere dell effetto pendolo. PIASTRA TAVELLONE - Art. PT-A2 DISTANZIALE - Art. DXX-A2 Piastra realizzata in acciaio zincato. Viene utilizzata nel caso in cui si ha bisogno di fissare il punto d ancoraggio fisso su tavelloni. La piastra viene fissata su calcestruzzo con 6 ancoranti e tramite un foro centrale si raccorda il gancio alla piastra. Distanziale realizzato in alluminio o acciaio zincato. Nel caso in cui tra il punto d ancoraggio fisso e la struttura portante in C.A. o legno ci sia un pacchetto di isolamento, viene inserito il distanziale della lunghezza corrispondente. PIASTRA PALO GIREVOLE - Art. PPG Piastra realizzata in acciaio zincato adattabile a tutta la gamma dei pali POKER. Dispositivo di classe A conforme alla norma UNI EN 795. Viene installata generalmente sui tetti a 4 falde in pendenza, in tal modo l operatore può agganciarsi ad un unico palo centrale e muoversi in sicurezza su tutto il tetto. 10 w w w. l i n e e v i t a p o k e r. i t 11

7 DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE LINEA VITA TESSILE PROVVISORIA Permette di creare une linea di vita regolabile da 5 a 20 mt, fissando le due estremità a punti di ancoraggio sicuri. Sagola in poliestere larga 28 mm, con carico di rottura superiore a 40 kn. Resistenza statica 10 kn. Tenditore a cricchetto in acciaio bicromato. Utilizzabile da 2 operatori. E necessario un tirante d aria libero di 3,5 mt sotto i piedi dell utilizzatore al quale va aggiunto il tirante d aria del DPI anticaduta utilizzato. IMBRACATURA CON ATTACCO DORSALE Imbracatura di sicurezza con attacco dorsale. Il punto d aggancio dorsale è dotato di una sagola d estensione con attacco a velcro, per facilitare il collegamento ad un dispositivo anticaduta. Regolazione dei cosciali. Fibbia subpelvica. Conforme alla norma UNI-EN 361 Completo di pratica sacca di trasporto in nylon, atta a contenere anche i DPI (imbracatura, cordino anticaduta, calzature ecc...), due moschettoni manuali apertura 18mm e due sagole tessili da un metro per l ancoraggio. La linea è stata testata per l utilizzo di 1 o 2 persone. Tuttavia la direttiva DPI copre soltanto l utilizzo da parte di un solo operatore. In caso d utilizzo con due operatori, controllare il rischio di trascinamento del secondo operatore in caso di caduta del primo. Ricordarsi inoltre che il tirante d aria nonché gli sforzi alle estremità della linea di vita sono maggiori. Conforme alla norma UNI-EN 795 classe B. DISPOSITIVO RETRATTILE EASYBLOCK 6MT L ingombro minimo ed il peso di soli 2,2 Kg lo rendono il dispositivo anticaduta ideale per ogni applicazione e per tutti gli utenti che hanno bisogno di un anticaduta davvero portatile. Carter in alluminio, nastro tessile in poliestere della larghezza di 25 mm, moschettone automatico in alluminio, indicatore di caduta, anello d ancoraggio girevole. Dati tecnici: carico massimo 136 Kg, resistenza alla rottura >1500 dan, distanza d arresto <50 cm, dimensioni del corpo dell apparecchio: 14x13x7cm. Conforme alla norma UNI EN 360. IMBRACATURA CON ATTACCO DORSALE E STERNALE + CINTURA Imbracatura di sicurezza con attacco dorsale in acciaio e sternale tramite due anelli a nastro da collegare con moschettone. Cintura a vita incorporata con due anelli a D laterali. Il punto d aggancio dorsale è dotato di una sagola d estensione con attacco a velcro, per facilitare il collegamento ad un dispositivo anticaduta. Fibbia subpelvica. Regolazione dei cosciali. Conforme alle norme UNI-EN 361 e UNI-EN 358 CORDINO ANTICADUTA CON ASSORBITORE D ENERGIA Fune diametro 12mm in poliammide con un estremità impalmata e l altra composta da un asola. Dotato di redancia protettiva in plastica per l interno dell asola. Lunghezza 2 metri. Conforme alla norma UNI-EN 355. DISPOSITIVO RETRATTILE 10/12/15/20MT Anticaduta retrattile con carter in materiale plastico. Cavo in acciaio galvanizzato diametro 4 mm e lunghezza 10/12/15/20 metri. Componenti con trattamento anticorrosione. Indicatore di caduta integrato. Può essere utilizzato anche in orizzontale senza ausilio di altri dispositivi UNI-EN 360. Conforme alla norma EN 360 e certificato 89/686/CE. Utilizzo in orizzontale secondo CNB/P/11.54 rev.04 per l uso in orizzontale su spigoli vivi Tipo B (R=0). CORDINO ANTICADUTA CON ASSORBITORE D ENERGIA ELASTICO Cordino anticaduta elastico con assorbitore d energia integrato. DISPOSITIVO SCORREVOLE SU FUNE IN POLIAMMIDE DA 10 O 20 MT Anticaduta mobile non apribile in acciaio, scorrevole su fune diametro 12 mm. Peso del dispositivo scorrevole: 280 grammi. Dispositivo conveniente e funzionale dall installazione semplice e rapida. Lunghezza fune: 10 metri o 20 metri Conforme alla norma UNI-EN w w w. l i n e e v i t a p o k e r. i t 13

8 SERVIZI A 360 STUDIO TECNICO E LABORATORIO PROVE CHI SI AFFIDA A NOI HA A DIPOSIZIONE UNA PACCHETTO DI SERVIZI A 360 DECIDI TU IL SERVIZIO CHE FA AL CASO TUO Progettazione e assistenza in fase di sviluppo edificio Sopralluoghi su edifici per verifica struttura Posizionamento e preventivo impianto anticaduta Fornitura ancoraggi strutturali in classe A-B-C-D Eventuale messa in opera e/o assistenza alla posa Formazione tramite corsi appositi per installatori e progettisti Collaudo statico dell impianto anticaduta Rilascio fascicolo tecnico dell impianto anticaduta Revisione periodica ABBIAMO CREATO ALL INTERO DELLA NOSTRA STRUTTURA UN UFFICIO TECNICO E UN LABORATORIO ANALISI E PROVE GUIDATO DA UN NOSTRO TECNICO ABILITATO CHE SI OCCUPA DI: MARCATURA Tutti inostri prodotti sono dotati di marcatura come richiesto dalla norma UNI EN 795, ha tutela e garanzia nei confronti dell acquirente in quanto La marcatura ne identifica: - Il produttore: POKER LINEE VITA - La norma e la classe di appartenenza: UNI EN 795 A /C - Il modello da associare a relativa scheda tecnica e dichiarazione di conformità alla norma: Art. PPLB 01 - La matricola che permette la rintracciabilità di tutto il ciclo produttivo del prodotto: Matr Libretto istruzioni, manuale di montaggio e installazione: La nostra volontà è quella di mettere a disposizione servizi che possono essere scelti dai clienti in base alle loro necessità e gestiti nei modi che ritengono più opportuno. Non ci limitiamo alla sola realizzazione e fornitura dei dispositivi che formano l impianto anticaduta, ma mettiamo a diposizione un servizio di consulenza ai professionisti per la corretta progettazione dell impianto in conformità alle norme vigenti e alla diposizioni normative regionali, coadiuvando i nostri partner nella stesura di preventivi più complessi e mettendo a diposizione dei tecnici e installatori per l eventuale posa, montaggio, assistenza, verifica e collaudo dell impianto. PRODOTTI SPECIALI Lo studio inoltre collabora con ingegneri edili strutturali per potere preventivare e realizzare prodotti speciali e specifici, testati poi nel ns. laboratorio prove con delle simulazioni di caduta pesi che ricreano una situazione reale. Il laboratorio analisi e prove ci permette di effettuare le certificazioni di prodotto, attestate da ENTE CERTIFICATORE ESTERNO, all interno della nostra struttura. Questa sinergia tra lo studio tecnico e il laboratorio ci ha consentito fino ad ora di creare svariati prodotti al fine di trovare la soluzione ottimale per risolvere numerose problematiche di installazione su particolari strutture civili o industriali, rispondendo al meglio alle esigenze degli operatori nel settore delle costruzioni. RICERCA E SVILUPPO Investiamo costantemente nuove risorse per elaborare progetti su nuove applicazioni. Questo ci permette anche di implementare giorno per giorno il nostro KNOW-HOW, portandoci ad essere un azienda sempre in fase di sviluppo tecnico del prodotto al fine di migliorare costantemente la qualità del prodotto cercando sempre di tenere conto della soluzione più semplice da installare. 14 w w w. l i n e e v i t a p o k e r. i t 15

9 PROGETTAZIONE IMPIANTI ANTICADUTA VERIFICA, COLLAUDO E REVISIONI LINEE VITA Gli schemi di seguito riportati servono come schemi esemplificativi di progettazione da noi adottati. Come si può vedere la soluzione adottata cambia a seconda della conformazione della copertura. La progettazione tiene conto di molteplici fattori tra cui i più importanti sono - un' opportuna valutazione dei rischi - eventuali interventi da realizzare in quota - esigenze del commitente - zone di particolare manutenzione del tetto - LEGENDA DISPOSITIVI A NORMA UNI EN Palo d'ancoraggio in classe C-A Piastra palo Girevole Elemento intermedio ad angolo Elemento intermedio passante Fune Ø 8mm in inox per Kit Linea vita da 6mt o 15mt Punto d'ancoraggio in classe A anti effetto pendolo Punto d'ancoraggio in classe A di risalita in colmo Piastra d'ancoraggio ad angolo Piastra d'ancoraggio dritta Punto d'accesso in copertura Grazie alla collaborazione con importanti aziende del settore abbiamo realizzato delle apparecchiature che tramite celle di carico collegati a dei palmari digitali sono in grado di registrare i carichi applicati in modo di potere scaricare su PC i dati registrati dalle celle e di stampare un REPORT che mi certifica : - TENUTA DEI FISSAGGI - CONTROLLO TENSIONATURA CAVO - APPLICAZIONE CARICO per prove di trazione Con questa apparecchiatura elettronica e tramite martinetti idraulici (per simulare applicazione di un carico) siamo in grado di verificare i carichi richiesti dalla norma UNI EN 795 : al fine di effettuare e certificare PROVE DI COLLAUDO STATICHE e REVISIONI PERIODICHE dei nostri prodotti sugli edifici dove sono stati installati rilasciando delle dichiarazioni di collaudo dell impianto anticaduta. Tipo 1 Tipo 2 Tipo 3 Tipo 4 Copertura Piana Circa 2.00mt Tipo 5 Tipo 6 Volume Tecnico Il nostro ufficio tecnico è sempre a disposizione e al servizio dei clienti per elaborare progetti di installazione, dimensionamenti, computi metrici e formulare preventivi. L obbiettivo è quello di progettare la soluzione ottimale per la messa in sicurezza delle coperture 16 w w w. l i n e e v i t a p o k e r. i t 17

10 CORSI DI FORMAZIONE ED EVENTI REALIZZAZIONE IMPIANTI ANTICADUTA All interno della nostra sede abbiamo predisposto un area attrezzata dove sono stati creati vari impianti anticaduta, costituiti dalla maggior parte dei nostri prodotti In classe A e C, installati su vari tipi di copertura: TEGOLE, COPPI, LAMIERA GRECATA, LAMIERA AGGRAFFATA. Tutto ciò è stato realizzato al fine di organizzare (mediamente ogni 3 mesi) dei corsi per il montaggio e i metodi di installazione dei nostri prodotti e l utilizzo di questi tramite determinati DPI (dispositivi di protezione individuale: imbracature, cordini, moschettoni, dispositivi retrattili.) rilasciando un attestato di abilitazione all installazione dei nostri prodotti e idoneità alla progettazione per realizzare impianti anticaduta. Questi corsi ci consentono di instaurare un rapporto costruttivo tra noi produttori e gli installatori e progettisti, che durante i corsi ci espongono eventuali problematiche di installazione. Tali input ci inducono ad apportare eventuali modifiche al fine di migliorare costantemente la qualità e la funzionalità dei prodotti stessi. I corsi vengono organizzati periodicamente anche in LIGURIA, in quanto la legge regionale ligure impone all'installatore o l'impresa esecutrice l obbligo dell abilitazione per effetuare l installazione di un impianto anticaduta. Allo stesso fine organizziamo eventi nelle provincie al fine di formare installatori e progettisti partecipando anche a convegni e congressi sulla sicurezza per spiegare le normative e le leggi che disciplinano le responsabilità civili e penali del committente (propietario dell immobile) nell ambito delle cadute dall alto. Chi fosse interessato a partecipare (accedendo al calendario CORSI ed EVENTI) o eventualmente organizzare un corso nella provincia di appartenenza ci può contattare presso i nostri uffici. 18 w w w. l i n e e v i t a p o k e r. i t 19

11 NOVITÀ 2013 LINEE VITA POKER PER COPERTURE METALLICHE SISTEMI DI FISSAGGIO ARTICOLI PER COPERTURE UTENSILERIA LINEE VITA UNI EN 795 SISTEMI ANTICADUTA ANTINFORTUNISTICA POKER S.n.c. - Via Serio, Casnigo (BG) - S.S. della Valleseriana Tel. : Fax :

- Seminario tecnico -

- Seminario tecnico - Con il contributo di Presentano: - Seminario tecnico - prevenzione delle cadute dall alto con dispositivi di ancoraggio «linee vita» Orario: dalle 16,00 alle 18,00 presso GENIOMECCANICA SA, Via Essagra

Dettagli

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LA FORMAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI ALLA LUCE DELL ENTRATA IN VIGORE DEL NUOVO TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.Lgs. 9 aprile

Dettagli

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Misure di prevenzione e protezione collettive e individuali in riferimento al rischio di caduta dall alto nei cantieri edili A cura dei Tec. Prev. Mara Italia, Marco

Dettagli

Sicurezza nei lavori in quota linee Vita

Sicurezza nei lavori in quota linee Vita Sicurezza nei lavori in quota linee Vita Enrico Bernardi e Michele Cannata www.anticaduta.com* Le necessità di manutenzione oppure di accesso a vario titolo ad una coperutra determinano importanti problemi

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008 I LAVORI IN QUOTA I Dispositivi di Protezione Individuale Problematiche e soluzioni Luigi Cortis via di Fontana Candida 1, 00040 Monte Porzio Catone (Roma) telefono

Dettagli

LE CADUTE DALL ALTO E

LE CADUTE DALL ALTO E LE CADUTE DALL ALTO E LA RESPONSABILITÀ DEGLI AMMINISTRATORI A.U. Salvatore Ruocco Lecce, 15 febbraio 2014 PROGRAMMA 1) Rischio caduta: normativa e soggetti coinvolti 2) UNI EN 795 e dispositivi di ancoraggio

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi

Dettagli

RISCHIO CADUTA DALL ALTO

RISCHIO CADUTA DALL ALTO MICHELE SANGINISI RISCHIO CADUTA DALL ALTO DAI PONTEGGI METALLICI FISSI @ SERVIZI GRATUITI ON LINE Questo libro dispone dei seguenti servizi gratuiti disponibili on line: filodiretto con gli autori le

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

"A1" 795 795 - "A2").

A1 795 795 - A2). manuale d'uso LINEA VITA Linee di ancoraggio flessibili orizzontali (EN 795 Classe "C"). Ancoraggi strutturali (EN 795 Classe "A1" - "A2"). Componenti testati e certificati da organismo notificato di certificazione.

Dettagli

LAVORI IN QUOTA: I SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

LAVORI IN QUOTA: I SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO LAVORI IN QUOTA: I SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO l dilucarossi, Ricercatore, Dipartimento Tecnologie di Sicurezza, ex-ispesl Osservatorio a cura dell Ufficio Relazioni con il Pubblico

Dettagli

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali MANUALE TECNICO APPLICATIVO A CURA DI ASSOCOPERTURE PERCHÈ PROTEGGERE I VUOTI Riteniamo necessario parlare ai tecnici del settore

Dettagli

Il rischio di caduta dall alto: dalla prevenzione/protezione all edilizia acrobatica

Il rischio di caduta dall alto: dalla prevenzione/protezione all edilizia acrobatica Laboratorio di sicurezza degli impianti industriali Docente: Prof. Ing. Lorenzo Fedele Il rischio di caduta dall alto: dalla prevenzione/protezione all edilizia acrobatica Andrea Spaziani 1318099 A. A.

Dettagli

Aprile 2007. Prevenzione dei rischi di caduta dall alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture

Aprile 2007. Prevenzione dei rischi di caduta dall alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture LINEE GUIDA RELATIVE ALLE MISURE PREVENTIVE E PROTETTIVE DA PREDISPORRE NEGLI EDIFICI PER L ACCESSO, IL TRANSITO E L ESECUZIONE DEI LAVORI DI MANUTENZIONE IN QUOTA IN CONDIZIONI DI SICUREZZA Aprile 2007

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

PREVENZIONE DELLE CADUTE DALL ALTO NEI LAVORI IN QUOTA NEI CANTIERI EDILI (Delibera Dell Assemblea Legislativa regionale n. 149, del 17.12.

PREVENZIONE DELLE CADUTE DALL ALTO NEI LAVORI IN QUOTA NEI CANTIERI EDILI (Delibera Dell Assemblea Legislativa regionale n. 149, del 17.12. I Quaderni del RUE I Quaderni del RUE N. 10.1/2014 Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano PREVENZIONE DELLE CADUTE DALL ALTO NEI LAVORI IN QUOTA NEI CANTIERI EDILI

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

Linee guida per il montaggio e smontaggio di. ponti a torre su ruote

Linee guida per il montaggio e smontaggio di. ponti a torre su ruote Opere Provvisionali Linee guida per il montaggio e smontaggio di ANVVFC,, Presidenza Nazionale, dicembre 2008 pag 1 Il DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008, n. 81 (Pubblicato sulla G.U del 30 aprile 2008)

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE prof. ing. Pietro Capone Opere realizzate provvisoriamente allo scopo di consentire l esecuzione dell opera, la loro vita è legata

Dettagli

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari Profilati in alluminio a disegno/standard/speciali Dissipatori di calore in barre Dissipatori di calore ad ALTO RENDIMENTO Dissipatori di calore per LED Dissipatori di calore lavorati a disegno e anodizzati

Dettagli

Schede tecniche per lavoro su funi

Schede tecniche per lavoro su funi Schede tecniche per lavoro su funi Tecniche e materiali per i lavori in quota nell attività di soccorso, quadro didattico ANVVFC,, Presidenza Nazionale, marzo 2008 pag 1 Scheda : 0 PRINCIPI GENERALI: lavori

Dettagli

Realizzazione di un. Disposizioni per la prevenzione dei rischi da caduta dall alto!!" "

Realizzazione di un. Disposizioni per la prevenzione dei rischi da caduta dall alto!! Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova Procedure di sicurezza per l installazione e la manutenzione di pannelli fotovoltaici Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova Realizzazione

Dettagli

ing. Domenico ing. Domenico Mannelli Mannelli www mannelli info

ing. Domenico ing. Domenico Mannelli Mannelli www mannelli info ing. Domenico Mannelli www.mannelli.info info Lavori in quota Ponteggio Da Tre Metri Di Altezza Vittima un ingegnere responsabile della sicurezza di un cantiere edile di Forte dei Marmi. La notizia è stata

Dettagli

StandBandiere. Personalizza ADESIVI. EspositoriSTRISCIONI. Tavoli accoglienza. la tua presenza con. Tappeti. GAZEBORealizzazione grafica

StandBandiere. Personalizza ADESIVI. EspositoriSTRISCIONI. Tavoli accoglienza. la tua presenza con. Tappeti. GAZEBORealizzazione grafica Personalizza la tua presenza con PARTNER UFFICIAE StandBandiere EspositoriSTRISCIONI DG Idea S.r.l. Via Vercelli, 35/A 13030 Caresanablot (VC) A soli 50 metri da VercelliFiere Tel. e Fax 0161-232945 Tappeti

Dettagli

ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO

ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO professione sicurezza ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO 2 Le norme applicabili sono previste nel Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro (Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81) Sicurezza sul lavoro

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro ElEvata sicurezza - Catenaccio laterale

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare quando si utilizza una PLE

Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare quando si utilizza una PLE AMBIENTE LAVORO 15 Salone della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro BOLOGNA - QUARTIERE FIERISTICO 22-24 ottobre 2014 Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare

Dettagli

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6 Sistema FS Uno Istruzione di montaggio CONTENUTO Pagina 1 Generalità 2 2 Palificazione 3 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4 4 Elenco dei componenti 6 5 Rappresentazione esplosa del sistema

Dettagli

SULLE COPERTURE DEGLI EDIFICI

SULLE COPERTURE DEGLI EDIFICI Comitato regionale di coordinamento art. 27 D.Lgs. 626/94 05/09/2006 A.S.S. N 1 Triestina Dipartimento di Prevenzione U.O.P.S.A.L. Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia A.S.S. n. 2 Isontina Dipartimento

Dettagli

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI Le lavorazioni oggetto della presente relazione sono rappresentate dalla demolizione di n 14 edifici costruiti tra gli anni 1978 ed il 1980

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine INDICE 1. Premessa 2. Scopo della procedura e campo di applicazione 3. Definizioni 4. indicazioni

Dettagli

Schindler 9500AE Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio

Schindler 9500AE Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio 2 3 4 Tipo 10 e Tipo 15 Affidabilità per i centri commerciali Appositamente studiati per i centri commerciali, i

Dettagli

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net ........... COMUNITA' MONTANA MUGELLO Oggetto dei lavori: REALIZZAZIONE DI NUOVO LOCALE TECNICO - I DIACCI II LOTTO Progettista: Geom. Francesco Minniti COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 2 LOTTO - COMPUTO METRICO

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790 SCHEDARIEPILOGATIVAINTERVENTO OPCMn.3779e3790 A)Caratteristicheedificio Esitodiagibilità: B-C (OPCM 3779) E (OPCM 3790) Superficielordacomplessivacoperta( 1 ) mqnum.dipiani Num.UnitàImmobiliaritotali B)Contributorichiestoaisensidi

Dettagli

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Sommario Kit di assemblaggio InnoTech 2-3 Guida Quadro 6-7 Guide su sfere 8-11 Guide su rotelle 12-13 Portatastiere

Dettagli

FAR s.r.l. ELETTRONICA ELETTROTECNICA TELECOMUNICAZIONI. Attrezzo di connessione unificato per strisce IDC centrali Matr. TELECOM 61116.

FAR s.r.l. ELETTRONICA ELETTROTECNICA TELECOMUNICAZIONI. Attrezzo di connessione unificato per strisce IDC centrali Matr. TELECOM 61116. Attrezzo di connessione unificato per strisce IDC centrali Matr. TELECOM 61116.0 Attrezzo N di connesssione moduli terminazioni. esterne IDC con testina in metallo Matr. TELECOM 31429.4 Attrezzo Inserzione

Dettagli

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE PROTOCOLLO DI INTESA PER LA PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI DA CADUTA DALL ALTO PRESSO LE INDUSTRIE CERAMICHE Allegato B REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI

Dettagli

Otto regole vitali per chi lavora nell edilizia Vademecum

Otto regole vitali per chi lavora nell edilizia Vademecum Otto regole vitali per chi lavora nell edilizia Vademecum Obiettivo I lavoratori e i loro superiori conoscono le otto regole vitali da rispettare sistematicamente nell edilizia Formatori Assistenti, capi

Dettagli

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI PA.01 Oneri di discarica valutati a mc misurato sul volume effettivo di scavo o demolizione. Oneri di discarica MC 1.000 24.76 24.76 TOTALE 24.76 PREZZO TOTALE PER MC 24.76 Pagina 1 di 11 PA.02 Fornitura

Dettagli

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano SERIE MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano PAG. 1 ESPLOSO ANTA MOBILE VISTA LATO AUTOMATISMO PAG. 2 MONTAGGIO GUARNIZIONE SU VETRO (ANTA MOBILE E ANTA FISSA) Attrezzi e materiali da utilizzare per il montaggio:

Dettagli

LINEA GUIDA PER L ESECUZIONE DI LAVORI TEMPORANEI IN QUOTA CON L IMPIEGO DI SISTEMI DI ACCESSO E POSIZIONAMENTO MEDIANTE FUNI

LINEA GUIDA PER L ESECUZIONE DI LAVORI TEMPORANEI IN QUOTA CON L IMPIEGO DI SISTEMI DI ACCESSO E POSIZIONAMENTO MEDIANTE FUNI MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Dipartimento per le Politiche del Lavoro e dell Occupazione e Tutela dei Lavoratori DIREZIONE GENERALE DELLA TUTELA DELLE CONDIZIONI DI LAVORO DIV. VII -

Dettagli

Misure di prevenzione e protezione. a seguito di eventi calamitosi

Misure di prevenzione e protezione. a seguito di eventi calamitosi ANCE GIOVANI L AQUILA ANCE GIOVANI L AQUILA Provincia di L Aquila Prevenzione e Sicurezza in Edilizia Misure di prevenzione e protezione per la manutenzione dei sistemi di sicurezza e delle opere provvisionali

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

Sistema solare termico

Sistema solare termico Sistema solare termico 1 VELUX Collettori solari VELUX. Quello che cerchi. Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Sempre più

Dettagli

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli)

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SCHEDA TECNICA N 25 PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE V I A M A S S A R E N T I, 9-4 0 1 3 8 B O L O G N A 0 5 1. 6 3. 6 1 4. 5 8 5 - FA X 0 5 1. 6 3. 6 4. 5 8 7 E-mail:

Dettagli

Il D.Lgs. 8 luglio 2003, n. 235 pubblicato su G.U. del 27 agosto 2003

Il D.Lgs. 8 luglio 2003, n. 235 pubblicato su G.U. del 27 agosto 2003 Cadute dall alto Il D.Lgs. 8 luglio 2003, n. 235 pubblicato su G.U. del 27 agosto 2003 ATTUA la direttiva 2001/45/CE relativa ai requisiti minimi di sicurezza e di salute per l'uso delle attrezzature di

Dettagli

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC Sistemi di presa a vuoto su superfici / Massima flessibilità nei processi di movimentazione automatici Applicazione Movimentazione di pezzi con dimensioni molto diverse e/o posizione non definita Movimentazione

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 1 LIFTKAR, il carrello motorizzato saliscale e MODULKAR, il carrello manuale. 2 3 Caratteristiche principali: 1) Tubolare in Alluminio in

Dettagli

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI N. VOCE DESCRIZIONE LAVORAZIONE QUANTITA' PREZZO UNIT. TOTALE

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

Cadute dall alto nei lavori in quota

Cadute dall alto nei lavori in quota COLLANA SICUREZZA n. 3 Cadute dall alto nei lavori in quota Cadute dall alto nei lavori in quota Testi a cura di EBAT Ente Bilaterale Artigianato Trentino, OSA Organismo Sicurezza Artigianato Coordinamento

Dettagli

DEMOLIZIONE EDIFICI RAFFORZAMENTI E PUNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OPERE ADIACENTI

DEMOLIZIONE EDIFICI RAFFORZAMENTI E PUNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OPERE ADIACENTI DEMOLIZIONE EDIFICI 1. DEMOLIZIONI MANUALI E1 DEMOLIZIONI STRUTTURE RAFFORZAMENTI E UNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OERE ADIACENTI DEMOLIZIONE VOLTE; DEMOLIZIONE SOLAI IN LEGNO; DEMOLIZIONE SOLAI LATERO-

Dettagli

Sistemi e attrezzature per la sicurezza

Sistemi e attrezzature per la sicurezza SISTEMI E ATTREZZATURE PER LA SICUREZZA Cavalletti di segnalazione...85 Segnalatore di sicurezza fisso...85 Over-The-Spill System...85 Coni di sicurezza e accessori...86 Barriere mobili...87 Segnalatore

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

Tegola portoghese in cotto AA OMEGA 10. Tegole e coppi in cotto. IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE.

Tegola portoghese in cotto AA OMEGA 10. Tegole e coppi in cotto. IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE. Tegola portoghese in cotto AA IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE. Tegola di punta nella gamma Imerys-copertura, la sua onda molto pronunciata offre un compromesso ideale per i clienti alla ricerca

Dettagli

Tondo 20. Tondo 20 SISTEMI SCORREVOLI STRAPPO 198 TERMINALI 206 SUPPORTI 207 COMPONENTI 208

Tondo 20. Tondo 20 SISTEMI SCORREVOLI STRAPPO 198 TERMINALI 206 SUPPORTI 207 COMPONENTI 208 59 Alluminio Alluminio Bianco Nero opaco Bianco opaco Solo su richiesta 61 194 211 Avorio Solo su richiesta SISTEMI SCORREVOLI STRAPPO 198 TERMINALI 206 SUPPORTI 207 COMPONENTI 208 SISTEMI SCORREVOLI

Dettagli

LR 61/85 art.79bis - DGR 2774/09. LR 61/85 art.79bis - DGR 2774/09

LR 61/85 art.79bis - DGR 2774/09. LR 61/85 art.79bis - DGR 2774/09 Il 47% degli infortuni in edilizia avviene per cadute dall alto*. La maggior parte di questi in fase di manutenzione. La Regione Veneto ha detto MAI PIU LR 61/85 - art.79bis - DGR 2774/09 Misure preventive

Dettagli

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Misure precise e affidabili in applicazioni ad alta temperatura, come il trattamento termico e i processi di combustione Materiali ceramici

Dettagli

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili Sistema Multistrato per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili LISTINO 05/2012 INDICE Pag. Tubo Multistrato in Rotolo (PEX/AL/PEX) 4065 04 Tubo Multistrato in Barre (PEX/AL/PEX)

Dettagli

E.P. VIT s.r.l. 004 02 048 025 ZB FINITURA LUNGHEZZA DIAMETRO MATERIALE TIPOLOGIA PRODOTTO

E.P. VIT s.r.l. 004 02 048 025 ZB FINITURA LUNGHEZZA DIAMETRO MATERIALE TIPOLOGIA PRODOTTO LISTINO PREZZI E.P. VIT s.r.l. opera da oltre un decennio nel mercato della commercializzazione di VITERIA, BULLONERIA E SISTEMI DI FISSAGGIO MECCANICI. L azienda si pone quale obiettivo l offerta di prodotti

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco Ing. Marco Patruno Forum Prevenzione Incendi Milano : 1 ottobre 2014

Dettagli

DOORS SISTEM s.r.l. Chiusure civili ed industriali. PORTONI INDUSTRIALI a LIBRO

DOORS SISTEM s.r.l. Chiusure civili ed industriali. PORTONI INDUSTRIALI a LIBRO DOORS SISTEM s.r.l. Chiusure civili ed industriali PORTONI INDUSTRIALI a LIBRO - DESCRIZIONE TECNICA - Doors Sistem S.r.l. via G.Marconi nr. 37/A -35020- Brugine (PD) Tel. 049/9730468 fax 049/9734399 E-mail:

Dettagli

Collettori solari termici

Collettori solari termici Collettori solari termici 1 VELUX Collettori solari. Quello che cerchi. massima durabilità, facile installazione Estetica e integrazione A fferenza degli altri collettori solari termici presenti sul mercato,

Dettagli

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv )

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv ) SIVIERA GIREVOLE A RIBALTAMENTO IDRAULICO BREVETTATA TRASPORTABILE CON MULETTO MODELLO S.A.F.-SIV-R-G SIVIERA A RIBALTAMENTO MANUALE MODELLO S.A.F. SIV-R1-R2 1 DESCRIZIONE DELLA SIVIERA Si è sempre pensato

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO kio-polieco.com Group ha recentemente brevettato un innovativo processo di produzione industriale per l impiego di uno speciale materiale composito. CHIUSINO KIO EN 124

Dettagli

TOP SOL TOP BRIDGE IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI E S S E INFRASTRUTTURE

TOP SOL TOP BRIDGE IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI E S S E INFRASTRUTTURE TOP SOL TOP BRIDGE E S S E D I V I S I O N E INFRASTRUTTURE E D INF IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI giulianedmp SOLUZIONI COSTRUTTIVE PER L EDILIZIA giulianedmp TOP SOL / TOP BRIDGE Impalcati

Dettagli

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché?

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Klaus Pfitscher Relazione 09/11/2013 Marchio CE UNI EN 14351-1 Per finestre e porte pedonali Marchio CE UNI EN 14351-1

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli ingegneri della Provincia Autonoma di Trento nell anno 2012, si propone quale traccia per la stesura del Certificato di

Dettagli

Ditec Valor H Porte pedonali automatiche per ambienti in atmosfera controllata

Ditec Valor H Porte pedonali automatiche per ambienti in atmosfera controllata Ditec Valor H Porte pedonali automatiche per ambienti in atmosfera controllata IT www.ditecentrematic.com Automazioni progettate per ambienti specialistici. Ditec Valor H, nella sua ampia gamma, offre

Dettagli

SONDE PASSACAVI DI ULTIMA GENERAZIONE

SONDE PASSACAVI DI ULTIMA GENERAZIONE SONDE PASSACAVI DI ULTIMA GENERAZIONE Linea anguila MATERIALI Comportamento delle sonde all interno di un tubo NYLON e BI-NYLON 4 Le sonde in Nylon sono molto flessibili nelle curve anguste ed hanno una

Dettagli

profili per il fai da te

profili per il fai da te Profilpas S.p.A. profili in alluminio anodizzato (con etichetta codice a barre) lunghezza m.1 lunghezza m.2 misure argento argento piatto 12x2 10100 10104 15x2 10108 10112 20x2 10116 10120 25x2 10124 10128

Dettagli

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini CADUTE DALL ALTO CADUTE DALL ALTO DA STRUTTURE EDILI CADUTE DALL ALTO DA OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO PER APERTURE NEL VUOTO CADUTE DALL ALTO PER CEDIMENTI O CROLLI DEL TAVOLATO CADUTE DALL ALTO

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

LIBRETTO D ISTRUZIONI

LIBRETTO D ISTRUZIONI I LIBRETTO D ISTRUZIONI APRICANCELLO SCORREVOLE ELETTROMECCANICO girri 130 VISTA IN SEZIONE DEL GRUPPO RIDUTTORE GIRRI 130 ELETTROMECCANICO PER CANCELLI SCORREVOLI COPERCHIO COFANO SUPPORTO COFANO SCATOLA

Dettagli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli www.metrawindows.it PERSIANA SCORREVOLE Sistemi oscuranti METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA

Dettagli

Tecnologia della fermentazione

Tecnologia della fermentazione Effettivo riscaldamento del fermentatore BIOFLEX - BRUGG: tubo flessibile inox per fermentazione dalla famiglia NIROFLEX. Il sistema a pacchetto per aumentare l efficienza dei fermentatori BIOFLEX- tubazione

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNOL Modello DUO BOX Mod. DP 03 DP 06

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNOL Modello DUO BOX Mod. DP 03 DP 06 DESCRIZIONE IMPIANTO MOD. DP03 Sistema per il parcheggio di autoveicoli a comando elettrico con movimentazioni oleodinamiche con tre piattaforme singole sovrapposte idonee a parcheggiare in modo indipendente

Dettagli

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI pag. 2 Nr. 1 CHIUSURA MASSICCIATA STRADALE eseguita con fornitura e messa in opera di materiale D.0001.3 di saturazione formato esclusivamente con pietrisco minuto di cava dello spessore di mm 0-2, rispondente

Dettagli

SWISS Technology by Leica Geosystems. Leica Disto TM D3 Il multi-funzione per interni

SWISS Technology by Leica Geosystems. Leica Disto TM D3 Il multi-funzione per interni SWISS Technology by Leica Geosystems Leica Disto TM D Il multi-funzione per interni Misurare distanze e inclinazioni In modo semplice, rapido ed affidabile Leica DISTO D si contraddistingue per le numerose

Dettagli

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA.

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTEM nasce nel 1984 come azienda sotto casa, occupandosi principalmente della realizzazione di impianti elettrici e di installazione e motorizzazione di

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Livelli Soglie Pressione 2 VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Indice Indice 1 Descrizione dell'apparecchio...4 1.1 Struttura...

Dettagli