CONDIZIONI PARTICOLARI CONTRATTI DI APPALTO DI LAVORI SERVIZI FORNITURE CON POSA IN OPERA ITALIA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONDIZIONI PARTICOLARI CONTRATTI DI APPALTO DI LAVORI SERVIZI FORNITURE CON POSA IN OPERA ITALIA"

Transcript

1 CONDIZIONI PARTICOLARI ITALIA Pagina 1 di 30 Rev. 02 Titolo: CONDIZIONI PARTICOLARI CONTRATTI DI APPALTO DI LAVORI SERVIZI FORNITURE CON POSA IN OPERA ITALIA Il presente documento, in conformità alla nota organizzativa n. 40 del 02/08/2002 emessa dall Amministratore Delegato di ENEL, è stato classificato di: USO PUBBLICO USO AZIENDALE USO RISERVATO AZIENDALE USO RISTRETTO Rev. PROCUREMENT Rev. 02 dicembre 2014 Tutti i diritti riservati. 1

2 SOMMARIO SEZIONE I - PARTE GENERALE ACCETTAZIONE DELLE ATTIVITÀ Norme generali di accettazione Materiali Opere Accettazione provvisoria o accettazione unica Accettazione definitiva ESECUZIONE DELLE ATTIVITÀ Consegna delle aree Consegna delle attività Osservazioni dell'appaltatore in merito alle consegne Comunicazioni Coordinamento e subordinazione rispetto ad altre attività dell'enel Assistenza alle verifiche ed ai controlli dell'enel Giornale lavori Sistema di gestione della Sicurezza Sistema di gestione Ambientale Dovere di segnalazione dell Appaltatore Materiali ritirati dall Appaltatore Lavoratori in distacco o somministrazione CONTABILITÀ Contabilità delle attività a misura Contabilità delle attività a corpo Contabilità delle prestazioni a consuntivo Registro di contabilità REVISIONE PREZZI PREMI DI ACCELERAMENTO SEZIONE II - LAVORI E SERVIZI DOCUMENTI CONTABILI E PAGAMENTI Situazioni provvisorie di avanzamento lavori Pagamenti Situazione finale e liquidazione finale a saldo

3 7. PROGRAMMA CRONOLOGICO PIANI ESECUTIVI PARTICOLAREGGIATI ULTIMAZIONE DELLE ATTIVITÀ PROGETTAZIONE SEZIONE III - FORNITURE IN OPERA PROGRAMMA CROONOLOGICO Esecuzione del lavoro in partite Termini contrattuali PIANI E PROGRAMMI Piani realizzativi Piani di controllo qualità PROGETTAZIONE Norme generali Approvazione degli elaborati Archiviazione elaborati Documentazione finale FABBRICAZIONE IN OFFICINA Norme generali Verifiche e controlli Controllo di rispondenza Collaudo in officina di tipo Collaudo in officina di tipo Collaudo in officina di tipo TRASPORTO DA E PER LE SEDI E/O CANTIERI DELL ENEL Norme generali Approntamento al trasporto Esecuzione dei trasporti Scarico in cantiere MONTAGGIO PRIMO AVVIAMENTO - PROVE DI FUNZIONAMENTO COLLAUDO IN OPERA GARANZIE E PENALI SULLE PRESTAZIONI GARANTITE ALLEGATO ALLEGATO

4 SEZIONE I - PARTE GENERALE 1. ACCETTAZIONE DELLE ATTIVITÀ 1.1. Norme generali di accettazione Materiali Tutti i materiali approvvigionati dall'appaltatore devono essere esenti da ogni difetto, corrispondenti a tutti i requisiti contrattualmente prescritti, nonché alle prescrizioni impartite dall'enel e devono essere preventivamente riconosciuti idonei dall'enel medesima L'Enel ha la facoltà di rifiutare i materiali ritenuti non idonei che pertanto devono essere allontanati dai luoghi delle attività e sostituiti entro il termine di tempo e con le modalità stabilite dall'enel stessa L'accettazione dei materiali non pregiudica il diritto dell'enel di rifiutare le opere o servizi non corrispondenti ai requisiti di cui al par per difetto imputabile ai materiali stessi Salvo che non sia disposto diversamente nei documenti contrattuali, l'appaltatore è libero di approvvigionare i materiali dove ritiene più opportuno, purché abbiano i requisiti sopra descritti e ne sia mostrata, a richiesta, la provenienza L'Enel ha la facoltà di chiedere in ogni tempo che i materiali siano sottoposti a prove e verifiche. A tale fine l'appaltatore deve fornire presso gli uffici dell'enel e presso i laboratori ufficiali tutti quei campioni di materiali che gli siano richiesti anche se questi debbano essere prelevati da strutture già costruite Qualora l'appaltatore, di sua iniziativa, impieghi materiali di dimensioni e qualità superiori a quelli prescritti o di lavorazione più accurata, ciò non gli dà diritto a compensi particolari ma esclusivamente al pagamento dei prezzi previsti per i materiali aventi le caratteristiche prescritte Opere Tutte le opere devono rispondere esattamente ai disegni consegnati o approvati dall'enel, a tutti i requisiti contrattuali e a tutte le prescrizioni impartite dall'enel, devono essere eseguite a perfetta regola d'arte ed essere esenti da ogni difetto Per le opere che non rispondano ai requisiti suddetti, l'appaltatore è tenuto ad eseguire quelle attività che l'enel ritenga necessarie in relazione a quanto stabilito nel comma precedente e qualunque ne sia l'entità, ivi compresi anche i lavori di completa demolizione e ricostruzione L'Enel si riserva, in particolari casi ed a sua discrezione anche di accettare le opere nello stato in cui si trovano, alle condizioni stabilite nel par. 3.1 fermo restando, in ogni caso, il diritto dell'enel al risarcimento di ogni altro danno che comunque possa derivargli. 4

5 1.2. Accettazione provvisoria o accettazione unica Con riferimento a quanto previsto dall art. 9.3 delle Condizioni Generali di Contratto si stabilisce che: a) per Documento di Ricevimento Provvisorio deve intendersi Verbale di Accettazione Provvisoria; b) per particolari tipologie di attività, secondo quanto previsto nella Lettera d Ordine, può non essere prevista l Accettazione Definitiva e pertanto, in tal caso, occorre far riferimento solo a quanto previsto per il Verbale di Accettazione Provvisoria che è da intendere come Verbale di Accettazione unico e che sancirà l effettiva e definitiva accettazione delle attività contrattuali; c) nel caso in cui l esecuzione del contratto sia frazionata in più partite ai sensi del l art. 7 del presente documento, le attività di accettazione provvisoria previste dall art delle Condizioni Generali di Contratto e quelle nel seguito del presente articolo, devono intendersi riferite ad ogni singola partita A parziale deroga di quanto previsto dal par delle Condizioni Generali di Contratto, dopo aver compiuto le opportune verifiche, l Enel può disporre, se ritenuto necessario, di alcune parti dell opera o del servizio prima dell'accettazione provvisoria In deroga a quanto stabilito nell'art. 1666, secondo comma del Codice Civile, l'appaltatore non potrà richiedere il pagamento completo di ogni singola partita, o anche parte di essa, una volta completata e accettata provvisoriamente Accettazione definitiva Con riferimento a quanto previsto dall art. 9.3 delle Condizioni Generali di Contratto si stabilisce che per Documento di Ricevimento Definitivo deve intendersi Verbale di Accettazione Definitiva Le operazioni di accettazione definitiva delle opere debbono concludersi entro e non oltre 30 giorni dal termine del periodo di garanzia, salvo quanto diversamente previsto nella Lettera d Ordine L'Enel può prescrivere eventuali ulteriori lavori necessari affinché le opere nel loro complesso siano rispondenti alle condizioni contrattualmente stabilite; tali lavori devono essere ultimati entro il termine stabilito dall'enel che, in caso di inadempienza, può provvedervi direttamente a spese dell'appaltatore Restano salve le disposizioni legislative, i regolamenti, le norme e le prescrizioni relative alle opere soggette a procedure particolari di collaudo L'accettazione definitiva non esonera l'appaltatore dalle responsabilità che gli derivino, per effetto del Contratto, dalle leggi in vigore. 5

6 2. ESECUZIONE DELLE ATTIVITÀ 2.1. Consegna delle aree L'Enel deve comunicare all'appaltatore, con congruo anticipo, il giorno, l'ora e il luogo fissati per la consegna delle aree e di tutto quanto necessario per dare inizio alle attività oggetto del contratto L'Appaltatore deve provvedere direttamente all eventuale apposizione degli ulteriori capisaldi, picchetti e riferimenti occorrenti per il tracciamento delle opere e per l'esecuzione dei montaggi, essendo l'appaltatore medesimo l'unico responsabile anche dell'esatta esecuzione geometrica di tutte le opere Della consegna viene redatto verbale che è sottoscritto dai contraenti ed al quale sono allegati gli eventuali necessari documenti. L'eventuale completamento della consegna ha luogo durante lo svolgimento del contratto in relazione alle esigenze del programma cronologico Qualora l'appaltatore non si presenti nel giorno, ora e luogo stabiliti, oppure si rifiuti di ricevere la consegna, gli viene assegnato un termine perentorio, trascorso inutilmente il quale l'enel ha il diritto di risolvere il contratto ai sensi e per gli effetti dell art cod. civ Qualora l'enel non dia luogo alla consegna di cui trattasi entro il termine previsto nella Lettera d Ordine, all'appaltatore spetta il compenso forfettario giornaliero all'uopo stabilito nella Lettera d Ordine Consegna delle attività Successivamente o contemporaneamente alla consegna delle aree, ha luogo la consegna delle attività o delle singole partite (se previste) All'atto di ogni consegna, l'enel comunica all'appaltatore le relative prescrizioni Della consegna viene redatto un apposito verbale che è sottoscritto dai contraenti ed al quale sono eventualmente allegati i necessari documenti/elaborati tecnici; eventuali elaborati integrativi sono consegnati con il procedere delle attività Osservazioni dell'appaltatore in merito alle consegne Qualora, entro dieci giorni dalle consegne di cui ai paragrafi precedenti, l'appaltatore non abbia comunicato all'enel le sue osservazioni, le consegne stesse si considerano integralmente accettate Sulle osservazioni eventualmente presentate dall'appaltatore, l'enel deve comunicare le proprie determinazioni entro trenta giorni dalla loro ricezione. In caso contrario, le osservazioni dell'appaltatore s'intendono integralmente accettate. 6

7 2.4. Comunicazioni Con riferimento all art. 6 delle Condizioni Generali di Contratto, si stabilisce che, durante la realizzazione delle attività contrattuali in cantiere o presso i siti Enel, è facoltà dell'enel effettuare qualsiasi comunicazione anche presso gli uffici di cantiere dell Appaltatore, eletti a tutti gli effetti del Contratto domicilio speciale, o a mezzo di appositi ordini di servizio apposti sul giornale dei lavori Tali comunicazioni hanno luogo per iscritto Coordinamento e subordinazione rispetto ad altre attività dell'enel L Appaltatore è tenuto a svolgere la propria attività in cantiere o presso le sedi Enel in modo da non ostacolare quella svolta direttamente dall'enel e da altri appaltatori. Lo svolgimento delle attività può, anzi, essere subordinato allo svolgimento contemporaneo di tali attività, con particolare riguardo al progressivo arrivo di macchinari, apparecchiature e attrezzature, nonché al loro montaggio e avviamento Assistenza alle verifiche ed ai controlli dell'enel Per l'esecuzione dei controlli, delle constatazioni in contraddittorio, dei rilievi contabili, delle verifiche e delle prove, l Appaltatore per tutta la durata delle attività deve provvedere, a sua cura e spese, a quanto all'uopo possa essere necessario, ivi comprese le prestazioni di personale, le installazioni, le apparecchiature, la strumentazione e la fornitura di materiali Giornale lavori Se ritenuto necessario, l'enel segue lo svolgimento delle attività mediante annotazione in apposito giornale che, con la frequenza stabilita dall'enel e comunque ogni qualvolta l'enel stessa ne faccia apposita richiesta, deve essere firmato dall Appaltatore il quale ha diritto di fare le sue osservazioni in merito L'Enel consegna all Appaltatore una copia del giornale suddetto firmata dai Rappresentanti dell'enel Nel giornale l'enel riporta ogni notizia di rilievo relativa alle attività, alle condizioni ambientali e meteorologiche Sistema di gestione della Sicurezza L Enel ha adottato volontariamente un Sistema di Gestione della Sicurezza conforme alla norma OHSAS 18001, con il fine di migliorare la sicurezza e la protezione della salute del personale proprio, di quello degli Appaltatori, dei fornitori e terzi. 7

8 La suddetta norma prevede che le organizzazioni adottino una Politica della Sicurezza e si assicurino che gli Appaltatori e coloro che operano nei siti per conto dell impresa, si conformino a questa politica, per quanto di competenza È altresì necessario che i principi di azione che ispirano detta Politica siano adottati dai medesimi e da coloro che operano per conto dell impresa I punti principali di tale politica sono indicati nell allegato 1 al presente documento Sistema di gestione Ambientale L Enel ha adottato volontariamente un Sistema di Gestione Ambientale conforme alle norme UNI EN ISO con il fine di valutare e migliorare l efficienza ambientale dei propri impianti Le suddette norme prevedono che le organizzazioni adottino una Politica Ambientale e si assicurino che gli Appaltatori, Fornitori e coloro che operano nei siti per conto dell'impresa, si conformino a questa politica, per quanto di competenza e nel rispetto di quanto dichiarato in fase di offerta È altresì necessario che i principi di azione che ispirano detta Politica siano adottati dai medesimi e da coloro che operano per conto dell'impresa I punti principali della politica ambientale dell Enel sono indicati nell allegato 1 al presente documento Dovere di segnalazione dell Appaltatore L Appaltatore informerà immediatamente l'enel su tutti gli infortuni di qualsiasi tipo, medicazioni, near miss, incidenti e/o danni ambientale e ogni altra informazione e dati che li riguardano, secondo quanto previsto dall allegato 2 al presente documento dovere di segnalazione da parte delle imprese Appaltatrici e dalle normative vigenti in materia, che coinvolgano i lavoratori impiegati a qualsiasi titolo durante l'esecuzione del presente contratto Materiali ritirati dall Appaltatore Qualora contrattualmente previsto, per tutti i materiali classificati come rottami ed acquisiti dall Appaltatore, sulla base di apposita dichiarazione rilasciata dallo stesso, verrà emessa fattura a cura di Enel Servizi S.r.l. (per conto di Enel Green Power S.p.A.) non assoggettata ad IVA (Dpr 633/72 - art. 74 co. 7 e 8 e successive modifiche) in quanto materiali atti esclusivamente alla rifusione L importo corrispondente verrà conguagliato con gli importi dovuti all Appaltatore dall Enel. 8

9 2.12. Lavoratori in distacco o somministrazione L Appaltatore, qualora intenda avvalersi degli istituti del Distacco e della Somministrazione di lavoro, previsti dal D.Lgs. 276/03 cd riforma Biagi, dovrà inviare all Enel apposita comunicazione contenente: > l indicazione della/e ditta/e designata/e come distaccante o dell Agenzia per il lavoro somministratrice; > l elenco dei lavoratori interessati, completo di generalità; a tale comunicazione dovranno essere allegati, per ogni ditta Somministratrice / Distaccante: > copia autenticata, ai sensi del D.P.R. 445/00, dei contratto di (a seconda dei casi): distacco (anche sotto forma di scambio di lettere), contenente almeno tutti gli elementi necessari per l esatta individuazione dell impresa distaccante e dei lavoratori interessati con l indicazione delle attività alle quali saranno adibiti, la durata del distacco e l interesse del distaccante; somministrazione; quest ultimo deve essere comprensivo degli elementi previsti dall art. 21 del D.Lgs. 276/03; > se non acquisito d ufficio dall Enel, il Documento Unico di Regolarità contributiva (cd. DURC); > eventuale consenso dei lavoratori distaccati in caso di mutamento mansioni o, in alternativa, dichiarazione degli stessi che il distacco non comporta per loro tale mutamento; > certificato/i di iscrizione alla C.C.I.A.A I lavoratori in questione devono svolgere la loro attività sotto la direzione ed il controllo dell Appaltatore, il quale deve adempiere, nei loro confronti, ai medesimi obblighi di protezione ed informazione previsti nei confronti dei lavoratori alle proprie dirette dipendenze così come è attribuita allo stesso la responsabilità relativa agli obblighi di sicurezza specifici, da adottare in relazione all esecuzione delle attività in oggetto, individuati dalla legge e dai contratti collettivi Resta inteso che anche in caso di utilizzo dei suddetti istituti, l Appaltatore rimane l unico e solo responsabile, nei confronti dell Enel e dei terzi in genere, delle attività appaltate. 3. CONTABILITÀ 3.1. Contabilità delle attività a misura Le quantità eseguite sono contabilizzate in base alle unità di misura previste nei prezzi contrattuali ed alle norme contrattuali di misurazione I computi sono sviluppati in base alle quantità fissate nei disegni esecutivi delle opere o nella documentazione contrattuale in genere o in base a quelle stabilite per iscritto dall'enel, anche se le misure di controllo effettuate in contraddittorio dovessero mostrare dimensioni superiori. Ove si riscontrino invece quantità inferiori, in caso di accettazione delle opere o delle attività, si contabilizzano le quantità effettive rilevate. Ove la qualità delle opere 9

10 o delle attività risulti inferiore a quella prescritta, in caso di accettazione delle stesse si applicano prezzi corrispondentemente ridotti rispetto a quelli contrattuali Con il procedere delle attività, dopo i rilievi in contraddittorio, l'enel effettua la determinazione e la classificazione delle quantità di lavoro eseguite su appositi libretti di misura che devono essere firmati ad ogni aggiornamento dall'appaltatore, il quale ha la facoltà di firmare anche con riserva. Qualora l'appaltatore si astenga dal partecipare ai rilievi o dal firmare i libretti di misura l'enel, dopo avergli trasmesso regolare invito a mezzo lettera raccomandata, procede al rilievo stesso con il concorso di due testimoni che firmano i libretti di misura: le misurazioni ivi riportate fanno piena fede nei confronti dell'appaltatore L'Enel si riserva la facoltà, in casi particolari, di iscrivere sui libretti delle misure quantità provvisorie derivanti da una sua insindacabile valutazione approssimata del lavoro eseguito Contabilità delle attività a corpo I prezzi a corpo sono contabilizzati, previo accertamento in contraddittorio della rispondenza delle dimensioni e della qualità delle opere a quanto contrattualmente prescritto, secondo le quote percentuali stabilite nel contratto Fatte salve in ogni caso le norme di accettazione stabilite nel par , nel caso le dimensioni o la qualità delle opere si dimostrino inferiori a quelle prescritte, si applica un prezzo corrispondentemente ridotto rispetto al prezzo a corpo, mentre se la qualità o le dimensioni delle opere risultino superiori si applica il prezzo a corpo contrattuale L'Enel, ove ne ravveda la necessità, riporta nei libretti delle misure, con il procedere dei lavori, le risultanze degli accertamenti sopra previsti Contabilità delle prestazioni a consuntivo Le prestazioni a consuntivo devono essere state richieste dall'enel e sono compensate in base ai prezzi contrattuali applicati al tempo di effettivo impiego della mano d'opera e degli impianti di cantiere direttamente utilizzati nel lavoro ed alle quantità di materiali effettivamente impiegati I prezzi contrattuali per tali prestazioni compensano rispettivamente i costi effettivi afferenti alla mano d'opera, agli impianti di cantiere e ai materiali impiegati, nonché le spese generali tra cui, in particolare le spese relative alla organizzazione e gestione dei cantieri, all'uso dell'attrezzatura individuale alle prestazioni degli assistenti, all'impiego degli impianti di cantiere e del personale non direttamente utilizzati nel lavoro e comprendono inoltre tutti gli altri oneri diretti e indiretti per la conduzione del lavoro e l'utile dell'appaltatore Le prestazioni a consuntivo devono essere elencate in un rapportino giornaliero in cui sono indicati l attività eseguita, le qualifiche e il tempo di effettivo impiego della mano d'opera, dei macchinari, attrezzature e mezzi d'opera e le quantità dei materiali forniti. 10

11 I predetti rapportini, redatti in contraddittorio, devono essere firmati dall'appaltatore il quale ha diritto di firmarli anche con riserva e costituiscono il documento in base al quale sono contabilizzate le prestazioni a consuntivo Registro di contabilità Il registro di contabilità, ove previsto o qualora l Enel ne ravveda la necessità, è aggiornato alle scadenze periodiche previste nella Lettera d Ordine Le quantità annotate nei libretti di misura in conformità del par. 3.1 sono trascritte sul registro di contabilità ed elevate a valore con l'applicazione dei prezzi contrattuali L'aggiornamento del registro di contabilità per i lavori a corpo ha luogo, sulla base delle indicazioni rilevate dai libretti delle misure di cui al par. 3.2, al termine del mese in cui si è verificata una delle scadenze previste in contratto Le quantità risultanti dai rapportini delle prestazioni a consuntivo sono riepilogate ed elevate a valore con l'applicazione dei prezzi contrattuali nel registro di contabilità Inoltre nel registro di contabilità sono registrati di volta in volta anche tutti gli ulteriori eventuali importi relativi ai compensi ed ai premi di acceleramento spettanti all'appaltatore nonché quelli relativi alle penali ricadenti a suo carico e agli altri eventuali addebiti comunque mossi dall'enel Ogni aggiornamento del registro di contabilità, messo a disposizione dall'enel presso i propri uffici, deve essere sottoscritto dall'appaltatore entro quindici giorni dall'invito dell'enel. Contestualmente l'enel consegna all'appaltatore copia dei documenti sottoscritti e copia della situazione di avanzamento lavori Nel caso di mancata presentazione dell'appaltatore entro il termine suddetto, si danno come accertate ed accettate le registrazioni fatte dall'enel e l'appaltatore decade dal diritto di far valere, in qualunque modo e tempo, riserve e/o richieste che ad esse si riferiscano. 4. REVISIONE PREZZI 4.1. Con riferimento all art. 5.2 dell ANNEX Italia, la revisione prezzi, se prevista nella Lettera d Ordine, dovrà essere richiesta dalla parte interessata, con allegati i relativi calcoli e documentazione giustificativa I prezzi sono convenzionalmente revisionati con la formula: P = Po x R Ove è: P = il prezzo contrattuale dopo la revisione 11

12 Po = il prezzo contrattuale alla data iniziale indicata nel programma cronologico o ad altra data di riferimento di inizio delle attività indicata nel Contratto). R = il paramento di revisione Il parametro R ha la forma: R = a + b S / So + c M / Mo Ove: > a, b, c - sono coefficienti costanti i cui valori sono indicati nella Lettera d Ordine e la cui somma è uguale ad uno; > So, Mo sono i costi delle voci precisate nella Lettera d Ordine in vigore alla data iniziale come sopra definita; > S, M sono i corrispondenti costi in vigore nel periodo in cui sono eseguite le attività/forniture Qualora le attività non vengano ultimate entro il termine cronologico contrattuale, eventualmente modificato in conformità ai disposti contrattuali, il valore del parametro di revisione da applicare ai prezzi delle attività eseguite è quello raggiunto alla data del termine suddetto Diverse modalità di calcolo della revisione prezzi potranno essere previste nella Lettera d Ordine. 5. PREMI DI ACCELERAMENTO 5.1. L'Enel si riserva la facoltà di proporre e concordare con l'appaltatore la corresponsione di un premio di acceleramento tendente ad abbreviare la durata di qualche termine contrattuale o partita di lavoro ovvero la durata di esecuzione di singoli lavori componenti una partita Il premio di acceleramento può essere forfettario ovvero giornaliero progressivo, secondo le modalità concordate. SEZIONE II - LAVORI E SERVIZI 6. DOCUMENTI CONTABILI E PAGAMENTI 6.1. Situazioni provvisorie di avanzamento lavori Con riferimento a quanto riportato nel registro di contabilità, l'enel predispone ad ogni aggiornamento la situazione provvisoria progressiva di avanzamento dei lavori (SAL), che viene emessa non oltre trenta giorni dalla fine del periodo cui la situazione fa riferimento. 12

13 6.2. Pagamenti All Appaltatore verrà corrisposto il 100% dell ammontare corrispondente a quello della situazione provvisoria predetta, salvo diversa pattuizione contrattuale I pagamenti all Appaltatore saranno effettuati dall'enel solo in base alle risultanze dei documenti contabili. Per nessun motivo verrà accordato all Appaltatore il versamento frazionato o comunque anticipato dei pagamenti medesimi Situazione finale e liquidazione finale a saldo Entro sessanta giorni dalla firma da parte dell Appaltatore del verbale di accettazione definitiva, l'enel deve redigere sul registro di contabilità il conto di liquidazione finale a saldo in base all ultimo aggiornamento del registro di contabilità ed agli accrediti e deduzioni da introdurre in contabilità per effetto delle risultanze dell accettazione definitiva, deve predisporre ed emettere la situazione finale a saldo con lo svincolo delle cauzioni (se previste) ed al netto di quanto dovuto, a qualsiasi titolo, dall Appaltatore all'enel Nel caso in cui l Appaltatore abbia sottoscritto con riserva l ultimo aggiornamento del registro di contabilità, ovvero il verbale di accettazione definitiva, l'enel provvede alle operazioni di liquidazione finale a saldo in occasione della definizione degli importi di dette riserve, procedendo, tuttavia, entro lo stesso termine di sessanta giorni, indipendentemente dalla risoluzione delle riserve medesime, allo svincolo delle suddette cauzioni (se previste) ed al pagamento degli eventuali conguagli dovuti all Appaltatore Il pagamento della situazione finale a saldo verrà effettuato, con valuta fissa per il beneficiario, al terzultimo giorno lavorativo del mese in cui cade il termine di 60 giorni dalla data di emissione della stessa. 7. PROGRAMMA CRONOLOGICO 7.1. L esecuzione delle attività oggetto del contratto può essere frazionata, agli effetti cronologici, in singole partite di lavoro; tale eventuale suddivisione non fa venir meno l unicità del rapporto contrattuale Il programma cronologico stabilisce per ogni partita, se previste, le date di consegna, di inizio ed il termine di ultimazione delle attività Il programma cronologico ha carattere esecutivo e impegna, in ogni caso, l'appaltatore al rispetto di tutti i termini di tempo in esso indicati. Nel concordare tali termini, l'appaltatore ha tenuto debitamente conto di tutte le alee connesse con l'esecuzione del contratto ed in particolare di quelle relative alle condizioni ambientali. 8. PIANI ESECUTIVI PARTICOLAREGGIATI 8.1. L unità Enel che gestisce il contratto, se ritenuto necessario anche in relazione alla complessità delle attività da eseguire, può chiedere all Appaltatore la redazione di un piano 13

14 esecutivo particolareggiato dal quale risultino chiaramente le attività previste dall'appaltatore stesso per la realizzazione di quanto oggetto del contratto entro il termine di ultimazione prescritto, con l'indicazione dei programmi cronologici di dettaglio e delle metodologie delle varie fasi di lavoro, ivi compresa la progettazione se eseguita dall'appaltatore, nonché dei tempi di approvvigionamento dei materiali e di quelli di allestimento sia degli impianti di cantiere sia delle opere provvisionali La conoscenza da parte dell'enel del piano esecutivo non esclude alcuno degli oneri ed obblighi dell'appaltatore e non ne diminuisce in alcun modo la responsabilità. 9. ULTIMAZIONE DELLE ATTIVITÀ 9.1. Fatto salvo quanto previsto dall art delle Condizioni Generali di Contratto, quando le attività o le singole partite vengono ultimate, l Appaltatore deve darne comunicazione all Enel che, dopo i necessari rilievi in contraddittorio, redige il verbale di ultimazione che deve essere sottoscritto dalle parti Nel verbale di ultimazione devono essere specificati gli eventuali giorni di ritardo o di anticipo rispetto al termine di ultimazione prescritto La redazione del suddetto verbale è subordinata al favorevole riscontro dell ultimazione delle attività o all esito positivo dell eventuale verifica di conformità connessa con l evento oggetto di verbalizzazione. 10. PROGETTAZIONE La progettazione di quanto forma oggetto del Contratto o di parte di esso è a carico dell'appaltatore solo se previsto nella documentazione contrattuale La parte di progettazione affidata all'appaltatore deve essere eseguita nel rispetto delle forme e dimensioni stabilite dall Enel come vincolanti ed in accordo con quanto prescritto nei documenti tecnici e degli eventuali elaborati successivamente forniti dall Enel L'Appaltatore deve farsi parte diligente per ottenere dall Enel tutti i dati necessari per la progettazione stessa ed a tal fine l Enel può consentire la permanenza, presso i propri uffici, di personale tecnico dell'appaltatore e/o di Professionista dallo stesso incaricato L'Appaltatore è totalmente responsabile della parte di progettazione di sua competenza e, pertanto, espressamente si impegna a che detta progettazione sia eseguita dopo l'acquisizione della necessaria conoscenza, sotto tutti i punti di vista, della zona interessata dalle attività in modo da garantire che le opere abbiano tutti i requisiti di stabilità, sicurezza e funzionalità richiesti, in perfetta rispondenza allo scopo cui sono destinate Tutti gli elaborati di progetto forniti dall'appaltatore sono di proprietà dell Enel, la quale ha diritto di utilizzarli a qualunque fine senza che l'appaltatore possa pretendere compensi di sorta per alcun titolo o motivo. 14

15 10.6. Inoltre l'appaltatore deve fornire tempestivamente all Enel tutta la documentazione, debitamente firmata, per consentirgli di adempiere, presso le competenti autorità e se la tipologia dell appalto lo richiede, a tutti gli obblighi di legge a carico del Committente La stesura di eventuali elaborati integrativi, ritenuti necessari dall'appaltatore in base a sue proprie esigenze organizzative per l'esecuzione delle opere, sarà a totale carico ed onere di quest'ultimo Tutti gli elaborati di progetto eseguiti dall'appaltatore devono essere sottoposti al controllo e benestare dell Enel, con un congruo anticipo rispetto ai termini stabiliti nel programma cronologico per l'esecuzione delle opere; il controllo effettuato dall Enel sugli elaborati di progetto rientra nell'ambito dell'art C.C. e non implica l'assunzione di responsabilità da parte dell Enel medesima Pertanto, tale controllo ed il successivo benestare non modificano né riducono la responsabilità dell'appaltatore, il quale resta totalmente responsabile della progettazione ad esso affidata; il controllo ed il benestare, inoltre, non vincolano in alcun modo l Enel riguardo all'introduzione di eventuali varianti Infine l Appaltatore dovrà consegnare alla Direzione Lavori, entro due mesi dal verbale di ultimazione delle attività o della relativa partita di lavoro, le copie degli elaborati di progetto nella versione come costruito, sia in formato cartaceo che su supporto magnetico. La consegna di detta documentazione è condizione necessaria al pagamento della relativa Situazione provvisoria di Avanzamento Lavori. SEZIONE III - FORNITURE IN OPERA 11. PROGRAMMA CROONOLOGICO Esecuzione del lavoro in partite L'esecuzione del Contratto può essere frazionata, agli effetti cronologici, in singole partite di lavoro, ciascuna delle quali avrà termini contrattuali differenziati La suddivisione in partite non fa venir meno l'unicità del rapporto contrattuale Termini contrattuali Con riferimento all art. 3 dell Annex Italia, il programma cronologico stabilisce, di norma, per ogni singola partita o per il Contratto nella sua generalità, i seguenti termini contrattuali: 15

16 > IPC (Inizio Programma Cronologico) termine di inizio del programma cronologico relativo agli stati di avanzamento delle attività previste in Contratto; > TAO (Termine di Approntamento al Collaudo in Officina) termine entro il quale la fornitura è pronta per il collaudo in officina; > TC (Termine di Consegna) termine entro il quale la fornitura, collaudata, deve pervenire a destino; > IM (Inizio Montaggio) è il termine entro il quale l Appaltatore deve dare inizio all'attività di montaggio in cantiere della fornitura; > TM (Termine Montaggio) è il termine entro il quale l Appaltatore deve completare le attività di montaggio in cantiere della fornitura, comprese le prove previste per le fasi di montaggio; > TA (Termine di Approntamento) è il termine entro il quale l Appaltatore, verificatosi il Termine di Montaggio, deve completare i controlli funzionali necessari ad approntare la fornitura al primo avviamento; > TU (Termine Ultimazione) è il termine entro il quale l Appaltatore, verificatosi il Termine di Approntamento, deve completare le prove di funzionamento. Tale termine coincide con l'approntamento al funzionamento commerciale; nonché gli altri eventuali termini indicati nella Lettera d Ordine o in altri documenti contrattuali Il programma cronologico ha carattere esecutivo e impegna, in ogni caso, l Appaltatore al rispetto di tutti i termini di tempo in esso indicati. Nel concordare tali termini, l Appaltatore ha tenuto debitamente conto di tutte le alee connesse con l'esecuzione del Contratto I termini contrattuali in precedenza descritti sono, ad eccezione dell'ipc e del TAO, accertati da appositi verbali debitamente sottoscritti dalle parti, sui quali devono essere specificati gli eventuali giorni di ritardo o di anticipo rispetto ai termini contrattualmente previsti La redazione dei verbali di IM, TM, TA e TU è subordinata al favorevole esito della verifica di conformità connessa con l evento oggetto di verbalizzazione Nei casi di non completa conformità della fornitura, che non pregiudicano l accettazione con riserva della stessa, verrà redatto il relativo verbale, fermo restando l obbligo da parte dell Appaltatore di sanare le inadempienze evidenziate con le modalità e nei termini concordati. 16

17 12. PIANI E PROGRAMMI Piani realizzativi Se non diversamente stabilito dal Contratto o dall Enel, l Appaltatore deve predisporre i Piani e Programmi Generali di seguito elencati: > Piano e Programma di Progettazione (PPP): è compresa la redazione e l'aggiornamento del PPP fornito dall'enel in versione preliminare; l Appaltatore deve inviare all'enel, ad ogni aggiornamento e, comunque, contestualmente ad ogni invio di elaborati, le sole pagine del PPP oggetto dell'aggiornamento, accompagnate dal foglio introduttivo, con l'indicazione della nuova edizione e con evidenziati chiaramente elaborati oggetto della trasmissione. Il PPP di Fornitura redatto dall Appaltatore deve essere sottoposto all'approvazione dell'enel entro trenta giorni dalla data del contratto; entro ulteriori trenta giorni dal ricevimento, l'enel comunica all Appaltatore la propria approvazione e/o le eventuali correzioni e/o modifiche da apportare, che l Appaltatore deve recepire. L'approvazione dell'enel al PPP di Fornitura ed ai suoi vari aggiornamenti, non comporta diminuzione di responsabilità dell Appaltatore per tutti gli impegni contrattuali. > Piani e Programmi Generali di Fabbricazione: l Appaltatore prima di dare corso alla fabbricazione in officina di quanto forma oggetto del Contratto, deve predisporre il Piano di cui al presente punto; in tale Piano devono essere elencate le principali fasi di fabbricazione e di controllo nonché le prove ed i collaudi necessari per accertare la corrispondenza della fornitura alle caratteristiche richieste, compresi i controlli, le prove ed i collaudi richiesti dall Enel e/o da organi ufficiali italiani che hanno competenza nell'approvazione della fornitura. Tale Piano, che deve essere opportunamente aggiornato, deve essere inviato all'enel con congruo anticipo rispetto all'inizio delle attività in officina, per l'individuazione, da parte dell'enel stessa, delle parti e fasi di fabbricazione della fornitura sulle quali intende effettuare la propria sorveglianza. > Piano e Programma di Trasporto: l Appaltatore deve consegnare all'enel con un congruo anticipo sulla data di spedizione che sarà conseguentemente maggiore in caso di trasporti eccezionali, il Piano di cui al presente punto ove sono indicati i termini di approntamento al trasporto delle singole parti, o di tutta la fornitura relativa alla partita, nonché i termini di spedizione. > Piani e Programmi Generali di Montaggio: l Appaltatore, prima dell'inizio dei lavori in cantiere di quanto forma oggetto del Contratto, deve predisporre il Piano di cui al presente punto; in tale Piano devono essere elencate le attività previste dall Appaltatore stesso per la realizzazione di ciascuna delle partite di lavoro entro i termini contrattuali prescritti, con l'indicazione dei programmi cronologici di dettaglio e delle metodologie delle varie fasi di lavoro, nonché dei tempi di arrivo delle parti della fornitura e di quelli di allestimento sia degli impianti di cantiere sia delle opere provvisionali. In tale Piano devono essere altresì elencati i controlli, le prove ed i collaudi necessari per accertare la corrispondenza della fornitura alle caratteristiche richieste, compresi i controlli, le prove ed i collaudi richiesti da organi ufficiali italiani che hanno competenza nell'approvazione della fornitura. 17

18 Tale Piano, che deve essere opportunamente aggiornato, deve essere inviato all'enel con congruo anticipo rispetto all'inizio delle attività in cantiere, per l'individuazione, da parte dell'enel stessa, dei criteri con i quali intende effettuare la propria sorveglianza. > Piani e Programmi delle Prove di Funzionamento: l Appaltatore deve predisporre i Piani di cui al presente punto, corredati delle relative istruzioni e procedure come indicato nel PPP. Tali Piani devono essere inviati all'enel con congruo anticipo rispetto all'inizio delle prove Piani di controllo qualità Se non diversamente stabilito dal Contratto o dall Enel, l Appaltatore deve predisporre i seguenti Piani di Controllo Qualità: > Piani di Controllo Qualità di fabbricazione L Appaltatore deve predisporre i "Piani di Controllo Qualità" (PCQ); in tali Piani devono essere dettagliatamente elencate in forma sequenziale, con riferimento alle singole fasi di fabbricazione, le prove, i controlli ed i collaudi necessari a verificare la conformità della fornitura alle prescrizioni contrattuali ed a quelle emanate dall Appaltatore stesso e vigenti nelle proprie officine. Tali Piani devono essere inviati all'enel con congruo anticipo rispetto all'inizio delle attività in officina per l'individuazione delle fasi a cui l'enel medesima intende presenziare. Per tali fasi l'enel individua e comunica all Appaltatore quelle per le quali l Appaltatore stesso non può procedere senza esplicita autorizzazione e senza un esplicito svincolo da parte dell'enel stessa (fasi vincolanti) e quelle per le quali è sufficiente la segnalazione da parte dell Appaltatore (fasi da segnalare). > Piani di Controllo Qualità di montaggio in cantiere L Appaltatore deve predisporre i "Piani di Controllo Qualità" (PCQ). Per tali Piani, da inviare all'enel con congruo anticipo rispetto all'inizio delle attività a cui si riferiscono, valgono tutte le prescrizioni riferite alle attività di montaggio. 13. PROGETTAZIONE Norme generali L Appaltatore deve eseguire, sulla base degli elaborati forniti dall'enel, la progettazione (se prevista) di quanto oggetto del Contratto, nonché delle eventuali varianti richieste dall'enel La progettazione affidata all Appaltatore comprende lo sviluppo degli elaborati previsti nel PPP La suddetta progettazione deve essere eseguita con la perizia, la prudenza e la diligenza del tecnico dell'arte e nel rispetto delle forme e dimensioni stabilite dall'enel nel Contratto. 18

19 L Appaltatore, pertanto, espressamente si impegna a che il progetto sia eseguito dopo l'acquisizione, anche a mezzo di adeguate indagini, rilievi e prove, di qualsiasi natura ed entità, della necessaria conoscenza della zona e/o parti di impianto interessate dai lavori, in modo da garantire che le opere progettate abbiano tutti i requisiti di stabilità, sicurezza e funzionalità richiesti, in perfetta rispondenza allo scopo cui sono destinate L Appaltatore dovrà rimettere all Enel, in tempo utile, i piani generali di costruzione della fornitura nonché i progetti di dettaglio e tutti gli schemi, i dati e le informazioni che consentano all Enel la elaborazione dei progetti esecutivi di tutti i lavori che hanno una qualsiasi connessione con la fornitura stessa e la loro conseguente predisposizione, nonché i disegni necessari per i controlli dell Enel in fase di montaggio Gli elaborati di progetto devono essere redatti in conformità a quanto previsto nelle Specifiche Tecniche L Appaltatore deve farsi parte diligente per ottenere dall'enel tutti i dati necessari per lo sviluppo della progettazione affidatagli, a tal fine l'enel può consentire la temporanea permanenza, presso i propri uffici e/o impianti, di personale tecnico dell Appaltatore per il tempo strettamente necessario all'acquisizione dei predetti dati Non sono accettati elaborati che pervengano all'enel non previsti nel PPP stesso Tutti gli elaborati di progetto compresi nel PPP di Fornitura sono di proprietà dell'enel, la quale ha diritto di utilizzarli a qualunque fine senza che l Appaltatore possa per ciò pretendere ulteriori compensi Approvazione degli elaborati Gli elaborati sviluppati dall Appaltatore devono essere inviati all'enel firmati dall Appaltatore stesso e dal progettista, con congruo anticipo rispetto ai termini previsti per l'emissione degli elaborati in edizione finale Per gli elaborati per i quali è richiesta l'approvazione, entro trenta giorni dal ricevimento, l'enel comunica all Appaltatore la propria approvazione o restituisce una copia di detti elaborati con la relativa approvazione e/o con le eventuali correzioni e/o modifiche; in caso di mancata risposta entro il suddetto termine, gli elaborati saranno ritenuti approvati L Appaltatore deve recepire tutte le modifiche eventualmente richieste, riportandole integralmente su tutti gli originali degli elaborati in qualunque modo interessati alle modifiche stesse Se l'entità delle modifiche da apportare è tale da richiedere un nuovo invio, questo deve avvenire, di norma, entro trenta giorni dalla data di ricezione della comunicazione dell'approvazione o delle eventuali correzioni e/o modifiche Gli elaborati, una volta ottenuta l'approvazione, hanno valore definitivo, sono prevalenti rispetto a tutti gli altri elaborati e non possono, per alcun motivo, essere modificati se non a seguito di esplicita autorizzazione scritta dell'enel. 19

20 13.3. Archiviazione elaborati L Appaltatore deve avviare e mantenere in funzione presso la sua sede stabilita e presso il cantiere un sistema organizzato di raccolta di tutta la documentazione tecnica (elaborati di progetto, documentazione certificativa, ecc.), relativa alla fabbricazione in officina della fornitura ed alla attività di cantiere, eseguita dall Appaltatore o ricevuta dall'enel, in modo da permettere una facile individuazione dei documenti e la loro correlazione con le parti d'impianto o con le attività alle quali si riferiscono L'accessibilità alla documentazione deve essere consentita all'enel in ogni momento Documentazione finale Nel caso di rimessa di manuali di istruzioni preliminari, l edizione definitiva sarà inviata all Enel entro due mesi dalla data del termine di approntamento (TA) e comunque prima del termine di ultimazione (TU) L Appaltatore, prima del termine di ultimazione (TU) e secondo quanto previsto dalle Specifiche Tecniche, dovrà fornire inoltre: > la documentazione in edizione Come Costruito ; > le specifiche tecniche, i certificati dei materiali e/o la loro composizione chimica, le caratteristiche meccaniche, i trattamenti termici, le prove distruttive e non distruttive; > le specifiche relative alle prove di funzionamento, le prescrizioni per i collaudi del macchinario e le apparecchiature principali e quanto altro necessario per l avviamento, la manutenzione e la messa in sicurezza L Appaltatore dovrà rimettere due mesi prima del termine effettivo di approntamento (TA) i manuali di istruzioni dei fornitori, contenenti le norme generali e particolari di esercizio e di manutenzione della realizzazione oggetto del Contratto, corredati da disegni e schemi in modo da costituire un complesso organico e completo di informazioni inerenti le apparecchiature ed il macchinario oggetto del Contratto. 14. FABBRICAZIONE IN OFFICINA Norme generali L Appaltatore deve eseguire sotto la propria esclusiva responsabilità la fabbricazione in officina della fornitura nonché tutte le prove in officina previste nei Piani di cui al precedente art o nel Contratto Nella Lettera d Ordine è indicato a quale controllo o prova, tra quelle indicate nel successivo art. 14.2, deve essere sottoposta la fornitura Tutte le prove devono essere effettuate in accordo con appropriate procedure scritte, predisposte dall Appaltatore ed approvate dall Enel, qualora previsto; l Appaltatore 20

21 individua tali procedure e l Enel seleziona quelle per le quali intende dare la propria approvazione, prima dell esecuzione delle prove a cui si riferiscono Nei casi previsti dal Contratto e nei limiti ivi precisati, l Appaltatore deve mettere in atto un idoneo sistema di identificazione delle parti di fornitura, e di correlazione delle stesse con la registrazione delle prove L Appaltatore deve dare comunicazione all'enel dell'avvenuto approntamento in officina di ogni singola partita o di parti di esse con le sequenze previste nel Piano e Programma Generale di Fabbricazione di cui al precedente par. 12.1, intendendo con ciò che le singole partite, o le parti stesse, sono pronte per la spedizione essendo già avvenute le prescritte prove e collaudi L Appaltatore, nel rispetto dei termini contrattuali, può effettuare la spedizione delle parti di fornitura relative ad ogni singola partita solo ad esito positivo della propria ispezione finale su dette parti e solo dopo esplicita autorizzazione dell'enel Verifiche e controlli Controllo di rispondenza Il controllo sarà effettuato a cura e spese dell Appaltatore in conformità alle prescrizioni tecniche indicate nei documenti costituenti il contratto Al ricevimento delle merci da parte dell'unità destinataria dell'enel sarà effettuato un controllo di rispondenza dei materiali ordinati A tale proposito, se previsto dal Contratto, ad ogni consegna l Appaltatore dovrà fornire una scheda tecnica del materiale fornito ed il certificato di origine del costruttore Nel caso venissero evidenziati difformità e/o difetti, i materiali ordinati saranno restituiti in porto assegnato con spese di trasporto a carico dell Appaltatore Collaudo in officina di tipo La fornitura sarà sottoposta, a cura e spese dell Appaltatore ed alla presenza di incaricati dell'enel, a prove di controllo e collaudo in conformità alle prescrizioni indicate nei documenti costituenti il Contratto Per consentire all'enel l'intervento dei propri collaudatori, l Appaltatore dovrà inviare a mezzo fax alle Unità indicate nella Lettera d Ordine, con almeno 15 giorni di anticipo, l'avviso di collaudo contenente tutte le informazioni necessarie per individuare le merci approntate (tipo, quantità, estremi del contratto o specifica d'ordinazione), la fase di controllo e il programma temporale delle prove previste L Unità Enel incaricata ha la facoltà di spostare la data di inizio del collaudo per un periodo massimo di 15 giorni. 21

22 A seguito di comunicazione di esito favorevole del collaudo finale da parte dell'unità incaricata, le merci potranno essere spedite agli indirizzi precisati nel contratto, apponendo sulle bolle di consegna relative il numero del certificato di avvenuto collaudo precisato dalla suddetta Unità In caso di comunicazione dell'enel di rinuncia a presenziare al collaudo, ed a seguito di collaudo interno favorevole, le merci potranno essere spedite apponendo sulle bolle di consegna e nelle fatture relative il numero del documento di rinuncia al collaudo In quest'ultimo caso i bollettini delle prove eseguite nel collaudo interno favorevole saranno trasmessi dall Appaltatore all'unità incaricata del collaudo. Nei bollettini di prova dovranno essere indicati il numero e la data dell'avviso di collaudo, i riferimenti del documento di acquisto, le matricole di fabbricazione delle merci approntate e di quelle provate, la data di effettuazione delle prove nonché la distinta di spedizione Nel caso di esito sfavorevole del collaudo, le prove dovranno essere ripetute previo invio da parte dell Appaltatore di un nuovo avviso di collaudo, che sarà valido (sostituendo il precedente) a tutti gli effetti contrattuali. In tal caso saranno addebitati all Appaltatore i costi e le spese di tutti gli interventi aggiuntivi dei tecnici dell'unità Enel incaricata, fatto salvo il diritto per l'enel ad ogni altro risarcimento, in caso di risoluzione del contratto per inadempimento dell Appaltatore L'accettazione delle merci da parte dell'unità dell'enel incaricata sarà in ogni caso subordinata anche al controllo di rispondenza, consistente nell'insieme delle azioni necessarie per verificare la rispondenza della quantità e della qualità delle merci a quanto previsto nel contratto Collaudo in officina di tipo La fornitura sarà sottoposta, a cura e spese dell Appaltatore ed alla eventuale presenza di incaricati dell'enel, a prove di controllo e collaudo in conformità alle prescrizioni indicate nei documenti costituenti il Contratto Per consentire all'enel l'intervento dei propri collaudatori, l Appaltatore dovrà inviare a mezzo fax alle Unità indicate nella Lettera d Ordine, con almeno 15 giorni di anticipo, l'avviso di collaudo contenente tutte le informazioni necessarie per individuare le merci approntate (tipo, quantità, estremi del contratto o specifica d'ordinazione), la fase di controllo e il programma temporale delle prove previste: L Unità Enel incaricata ha la facoltà di spostare la data di inizio del collaudo per un periodo massimo di 15 giorni I bollettini dei collaudi finali eseguiti, compresi quelli inerenti a collaudi con esito sfavorevole, saranno redatti e disposti a cura dell Appaltatore in ordine cronologico in un archivio specifico a disposizione dell'enel Nei bollettini di collaudo dovranno essere indicati il numero e la data del fax dell'avviso di collaudo, i riferimenti del documento di acquisto, le matricole di fabbricazione delle merci approntate e di quelle provate, la data di effettuazione dei collaudi nonché la distinta di spedizione. 22

23 L'Enel avrà la facoltà di intervenire presso lo stabilimento dell Appaltatore per: > presenziare a tutti o parte dei collaudi eseguiti nei periodi indicati nell'avviso di collaudo; > controllare gli esiti finali dei collaudi pregressi dai bollettini di prova depositati nell'archivio specifico dell Appaltatore e verificare altresì le date relative all'effettuazione dei collaudi con quelle comunicate nei corrispondenti avvisi di collaudo; > prelevare campioni di merci, di cui sarà effettuata opportuna registrazione, dai lotti in spedizione per l'esecuzione, a propria cura e spese, di prove di verifica fuori linea In relazione a quanto sopra, l Appaltatore assicurerà ai rappresentanti dell'enel il libero accesso agli stabilimenti di produzione durante il normale orario di lavoro Indipendentemente dall'intervento degli incaricati dell'enel le merci potranno essere spedite dopo il collaudo effettuato dall Appaltatore con esito favorevole, senza che sia necessaria da parte dell'enel l'emissione di alcun documento. Peraltro l Appaltatore dovrà riportare sulle bolle di consegna la dicitura: > Collaudo di accettazione a cura dell Appaltatore - Esito Favorevole ; > nonché gli estremi del bollettino di prova emesso (numero e data) L'accettazione delle merci da parte dell'unità Destinataria dell'enel sarà in ogni caso subordinata anche al controllo di rispondenza, consistente nell'insieme delle azioni necessarie per verificare la rispondenza della quantità e della qualità delle "merci" a quanto previsto in contratto Collaudo in officina di tipo Il collaudo sarà effettuato a cura e spese dell Appaltatore in conformità alle prescrizioni indicate nei documenti costituenti il Contratto La documentazione relativa ai collaudi eseguiti, compresi quelli inerenti a collaudi con esito sfavorevole, sarà redatta dall Appaltatore e tenuta a disposizione dell'enel, che ne potrà fare richiesta in qualunque momento per eventuali controlli Al ricevimento delle merci da parte dell'unità destinataria dell'enel sarà effettuato un controllo di rispondenza dei materiali ordinati. Nel caso venissero evidenziati difformità e/o difetti, i materiali ordinati saranno restituiti in porto assegnato con spese di trasporto a carico dell Appaltatore. 15. TRASPORTO DA E PER LE SEDI E/O CANTIERI DELL ENEL Norme generali L Appaltatore deve effettuare, a sua cura e spese e sotto la sua esclusiva responsabilità, l'imballaggio, l'approntamento al trasporto, il carico, il trasporto dai propri magazzini e/o officine fino alle sedi e/o cantieri dell Enel e viceversa, salvo per quanto successivamente precisato, e lo scarico di quanto fa parte della fornitura. 23

24 L Appaltatore deve comunicare all'enel la disponibilità delle singole parti della fornitura pronte per la spedizione, da effettuare entro 10 gg. dall'autorizzazione alla spedizione dell'enel Approntamento al trasporto Quanto fa parte della fornitura deve essere opportunamente imballato ed approntato per la spedizione secondo la tecnica più aggiornata, con la cura che la natura del materiale ed i prevedibili rischi del trasporto consigliano e nel rispetto dei principi della politica ambientale adottata dall Enel privilegiando l utilizzo di imballaggi/contenitori che prevedano il loro recupero/riciclaggio L Appaltatore deve anche tener conto, all'atto dell'imballaggio, di temporanee esposizioni ad agenti atmosferici, sia durante il trasporto che a destinazione All'atto della spedizione, se non diversamente stabilito dal Contratto o dall Enel, l Appaltatore deve inviare all'enel le liste definitive di spedizione con l'elenco dettagliato del materiale contenuto in ciascun collo e l'indicazione esatta dei pesi netti e lordi e delle dimensioni di ciascun collo. Ogni collo deve portare le eventuali marcature che sono comunicate dall'enel; inoltre ogni collo deve contenere, sia all'interno, sia in busta applicata esternamente, copia di dette liste, nonché copia dell'autorizzazione alla spedizione da parte dell'enel Le eventuali parti di ricambio devono essere imballate separatamente dal resto della fornitura indicando, sugli imballaggi, la dicitura "parti di ricambio" e devono essere corredate della documentazione indicata al precedente comma Esecuzione dei trasporti Il nominativo del trasportatore prescelto dall Appaltatore deve essere comunicato in tempo utile all'enel L Appaltatore deve provvedere ad una adeguata assicurazione a copertura di tutti i rischi relativi al trasporto, compresa la merce trasportata Scarico in cantiere L Appaltatore deve effettuare, all'atto del ricevimento in cantiere dei materiali, un ispezione al fine di accertare l'assenza di danneggiamenti, la presenza della documentazione prescritta ivi incluse le istruzioni di conservazione e la rispondenza dei materiali ricevuti alla suddetta documentazione L'Enel comunque si riserva di richiedere all Appaltatore l'esecuzione di prove e/o controlli, atti a verificare che le attività di conservazione e di trasporto, dal collaudo in officina all'arrivo in cantiere, non abbiano danneggiato la fornitura. 24

25 Lo scarico nel cantiere di quanto fa parte della fornitura viene eseguito a cura e spese dell Appaltatore e sotto la sua esclusiva responsabilità; l Appaltatore sotto la sua direzione e responsabilità può avvalersi dei mezzi di sollevamento dell'enel, ove esistenti e previa autorizzazione dell'enel stessa. 16. MONTAGGIO PRIMO AVVIAMENTO - PROVE DI FUNZIONAMENTO L Appaltatore dovrà eseguire, sotto la propria esclusiva responsabilità, il montaggio in opera, i controlli funzionali e le prove di funzionamento di quanto forma oggetto del Contratto secondo quanto precisato nello stesso Nel periodo previsto per il montaggio devono essere eseguite tutte le prove previste nei Piani di cui al precedente par Tutte le prove devono essere effettuate in accordo con appropriate procedure scritte, predisposte dall Appaltatore ed approvate dall'enel, qualora previsto nel PPP di cui al precedente art. 12 del presente documento L Appaltatore deve verificare in loco che le opere, sulle quali deve essere eseguito il montaggio, siano corrispondenti ai dati di progetto ed alle relative istruzioni impartite dall Enel; la mancata corrispondenza ai suddetti dati ed alle relative istruzioni genera responsabilità diretta ed esclusiva in capo all Appaltatore Dalla data di inizio montaggio e sino al termine di ultimazione, l Appaltatore è responsabile della buona conservazione dei macchinari e delle apparecchiature, secondo eventuali procedure approvate dall Enel Al termine dei montaggi, l Appaltatore deve eseguire i controlli funzionali necessari ad approntare la fornitura al primo avviamento Successivamente al Termine di Approntamento, alla data contrattualmente prevista l Appaltatore deve eseguire le prove di funzionamento previste Durante il periodo di svolgimento delle prove di funzionamento, l Appaltatore dovrà istruire convenientemente il personale Enel in merito al corretto funzionamento di quanto forma oggetto del contratto Il completamento delle prove di funzionamento e messa a punto con esito positivo, darà luogo al Termine di Ultimazione (TU); a far data dal verbale sottoscritto dalle parti, la fornitura viene presa in consegna da parte dell'enel. 17. COLLAUDO IN OPERA Al Termine di Ultimazione (TU) ed entro il termine previsto nel programma cronologico, l Appaltatore dovrà effettuare, alla presenza di incaricati Enel, le prove di collaudo in opera delle prestazioni garantite, se contrattualmente previste, secondo le indicazioni contrattuali. 25

26 18. GARANZIE E PENALI SULLE PRESTAZIONI GARANTITE L Appaltatore garantisce che le prestazioni di quanto forma oggetto del Contratto siano rispondenti a quanto precisato nei documenti contrattuali, con le modifiche eventualmente concordate in sede di progettazione definitiva La garanzia relativa alle prestazioni termina, ove non diversamente stabilito nel Contratto, 24 mesi dopo l'effettivo Termine di Ultimazione Qualora il Termine di Ultimazione sia stato prorogato per cause non imputabili all Appaltatore (magazzinaggi, sospensioni, ritardato inizio del montaggio, modifiche al programma cronologico ecc.), il periodo di garanzia decorre comunque dal termine effettivo di ultimazione I requisiti di cui sopra vengono verificati secondo quanto precisato nei documenti contrattuali e mediante la prova di collaudo, di cui viene redatto, congiuntamente, un apposito verbale Se da tale prova risultasse che non tutti i suddetti requisiti sono soddisfatti, l Appaltatore ha l'obbligo di eseguire entro i termini fissati dall'enel qualsiasi modifica necessaria atta a soddisfare le prestazioni garantite Successivamente all intervento di modifica saranno ripetute le prove di collaudo, del quale viene redatto apposito verbale; se dovesse risultare che le prestazioni non sono state riportate ai valori di garanzia, vengono applicate all Appaltatore le penalità previste nel Contratto Tutti gli oneri e tutti i costi, inclusi quelli relativi alle eventuali modifiche che, per effetto di quanto sopra, fosse necessario apportare ad altre parti dell'impianto, sono a carico dell Appaltatore Qualora durante il periodo di garanzia la fornitura oggetto del Contratto non dovesse mantenere le prestazioni riscontrate nella prova di collaudo, salvo i casi di non corretto esercizio e di funzionamento oltre i limiti delle prestazioni contrattuali del macchinario, l Appaltatore ha l'obbligo di eseguire tempestivamente, entro i termini fissati dall'enel qualsiasi modifica necessaria a ripristinare le suddette caratteristiche e prestazioni. 26

27 ALLEGATO 1 Politica di Sicurezza e Ambiente Enel Green Power S.p.A. sviluppa e gestisce le attività di generazione di energia da fonti rinnovabili in Italia e nel mondo. Acqua, aria, fuoco e terra sono gli elementi naturali attraverso i quali contribuisce a soddisfare le esigenze di energia della vita quotidiana. Si tratta non solo di un importante contributo alla sicurezza dell approvvigionamento energetico, ma anche e soprattutto della ricerca di miglioramento della qualità dell ambiente. Già oggi l attuale capacità produttiva evita ogni anno l emissione in atmosfera di 15,5 milioni di tonnellate di CO2, ritenuta tra i principali responsabili di inquinamento ambientale. L azione di Enel Green Power, in accordo con i principi e gli obiettivi della Politica Ambientale del Gruppo Enel, coniuga il rispetto e l attenzione all ambiente esterno con l impegno a costruire un ambiente interno che pone al centro dell attenzione la persona, con l obiettivo di salvaguardarne e migliorarne il benessere psicofisico. In accordo con i codici etici di condotta che orientano i comportamenti ai principi di responsabilità sociale, tutte le persone che operano nel Gruppo sono interessate e coinvolte ai fini del miglioramento dei livelli di tutela definiti legislativamente. Con l adozione di un Sistema di Gestione conforme alle Norme Internazionali BS OHSAS 18001:2007 e UNI EN ISO 14001:2004, il Gruppo, avendo riguardo al proprio personale e a quanti operano presso le proprie strutture, ossia imprese, collaboratori e terzi, visitatori inclusi, si propone di affrontare con visione sistemica e in un ottica di miglioramento continuo la gestione della Sicurezza, della Salute e degli aspetti ambientali sia nella propria azione diretta sia in quella indiretta. Enel Green Power considera il rispetto delle norme e delle leggi vigenti, in ciascuno dei Paesi presso i quali opera, un prerequisito per la corretta attuazione del Sistema di Gestione. A fronte dei principi sopra enunciati, il Gruppo persegue i seguenti obiettivi: integrare le problematiche della salute e sicurezza sul lavoro e della tutela ambientale all interno delle normali attività decisionali e gestionali; adottare tecnologie e processi che offrano un miglioramento continuo delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro e delle condizioni ambientali interne ed esterne; attuare tutto quanto necessario per l eliminazione dei rischi per la salute e sicurezza sul lavoro, da cui possono derivare incidenti o infortuni alla persone; attuare tutto quanto necessario per evitare o ridurre l inquinamento attraverso la prevenzione degli incidenti, il controllo dei materiali impiegati, dei rifiuti generati, il rispetto delle procedure operative stabilite; sviluppare, mediante adeguati programmi di informazione, formazione e addestramento, le capacità del personale impegnato nelle diverse attività lavorative, in condizioni normali e in situazioni di pericolo o emergenza, al fine di migliorare la consapevolezza del proprio ruolo e delle proprie potenzialità, sia in relazione alla prevenzione dei rischi inerenti alla salute e sicurezza sia in relazione al conseguimento degli obiettivi e dei risultati di prestazione ambientale; promuovere e sostenere un dialogo aperto con i cittadini, gli enti e le amministrazioni sui riflessi che le attività del Gruppo hanno nei confronti della collettività e dell ambiente, per favorire interventi di protezione e di valorizzazione a tutela e per il miglioramento della salute e sicurezza interna ed esterna. Obiettivi specifici e misurabili sono definiti annualmente e il loro effettivo conseguimento è verificato attraverso il monitoraggio continuo dei risultati ottenuti, la cui analisi costituisce la base per il periodico Riesame della Direzione. Ritengo fondamentale che tutto il management ed il personale, ad ogni livello della struttura organizzativa del Gruppo, sia a conoscenza dell impegno assunto, ne sostenga i principi, contribuisca a raggiungere gli obiettivi stabiliti e concorra a mantenere un elevato livello di informazione e motivazione rivolto a realizzare, con successo, il programma di salute e sicurezza e di tutela dell ambiente. A tale riguardo, approvo la Politica qui descritta, assicurando che questa è adeguata agli obiettivi societari e che sarà comunque riesaminata periodicamente per accertarne in continuo l efficacia. Roma, 29 febbraio 2012 L Amministratore Delegato Francesco Starace 27

28 ALLEGATO 2 Appendice Dovere di segnalazione da parte delle imprese appaltatrici La presente appendice esplicita le modalità e le tempistiche di comunicazione delle informazioni relative ad eventi Safety e Ambiente che devono essere fornite ad Enel Green Power da parte delle imprese appaltatrici titolari di un contratto di appalto in accordo con quanto definito nelle Condizioni Generali di Contratto del Gruppo Enel Global Procurement (parte generale). Nei casi in cui si verificano, nel corso di attività eseguite per conto di Enel Green Power (da qui in avanti: EGP) e in siti non presidiati da personale EGP, i seguenti eventi: Infortuni e medicazioni - Near miss - Danni e Incidenti ambientali - Sanzioni comminate per violazioni di sicurezza e ambiente, l impresa titolare del contratto di appalto deve obbligatoriamente informare EGP. Pertanto, prima dell inizio di ogni attività per conto di EGP, l impresa deve indicare formalmente ad EGP il nominativo e i riferimenti della persona espressamente incaricata del compito di informare. La persona incaricata dovrà essere presente sul luogo delle attività o immediatamente reperibile. La persona EGP che deve ricevere l informazione è il Responsabile Safety e Ambiente EGP di competenza; l impresa è pertanto tenuta ad ottenere da EGP, prima dell inizio di ogni attività oggetto del contratto di appalto, questo nominativo e i necessari riferimenti di contatto. 1) INFORTUNI E MEDICAZIONI In caso di infortunio o medicazione sul lavoro occorso a personale di impresa appaltatrice o subappaltatrice operante per conto di EGP, l impresa titolare dell appalto deve informare il Responsabile Safety e Ambiente EGP di competenza il più presto possibile e comunque: Infortunio grave o mortale: entro 12 ore dall evento; Infortunio di tipo elettrico o caduta dall alto (a prescindere dalla prognosi): entro 12 ore dall evento; Infortunio non grave: entro tre giorni dall evento; Medicazione: preferibilmente entro tre giorni dall evento. L informazione deve pervenire mediante comunicazione telefonica e inviando via il Modulo segnalazione infortuni, medicazioni, near miss (allegato alla presente appendice). Successivamente alla prima informazione devono tempestivamente pervenire ad EGP, con le modalità e alla persona sopra dette, tutte le eventuali informazioni integrative atte a definire compiutamente l infortunio. 2) NEAR MISS In caso di near miss l informazione deve pervenire tempestivamente al Responsabile Safety e Ambiente EGP di competenza mediante invio del Modulo segnalazione infortuni, medicazioni, near miss. 3) INCIDENTE O DANNO AMBIENTALE In caso di incidente o danno ambientale l informazione deve pervenire in modo tempestivo al Responsabile Safety e Ambiente EGP di competenza, anche mediante con la descrizione esaustiva di quanto accaduto e degli eventuali danni ambientali rilevati. 4) SANZIONI COMMINATE PER VIOLAZIONI DI SICUREZZA E AMBIENTE In caso di sanzioni comminate all impresa per violazioni di Sicurezza e Ambiente, da parte di Autorità esterne a EGP, l informazione deve pervenire in modo tempestivo al Responsabile Safety e Ambiente EGP di competenza, anche mediante con la descrizione di quale tipo di violazione ha causato la sanzione ricevuta. Con riferimento all articolo 18 delle Condizioni Generali di Contratto del Gruppo Enel Global Procurement (parte generale), il mancato adempimento, in tutto o in parte, degli obblighi informativi sopra riportati, costituisce motivo di applicazione di sanzioni a carico dell impresa, così come definito nel contratto di appalto e nelle Condizioni Generali stesse DEFINIZIONI Infortunio: Infortunio grave Medicazione Near miss Incidente ambientale Evento lesivo avvenuto in occasione del lavoro, da cui sia derivata la morte o un inabilità al lavoro che comporti un astensione dal lavoro per più di un giorno. Infortunio che determini una prima prognosi superiore a 30 giorni solari o la cui prognosi sia riservata. Evento lesivo avvenuto in occasione del lavoro che comporta una medicazione presso un centro medico o un presidio sanitario, con ripresa immediata del lavoro o con abbandono del lavoro per la rimanente parte della giornata o del turno nel quale si è verificato. Evento non previsto, correlato al lavoro, che non ha causato un infortunio o una malattia professionale o danni agli impianti ed alle attrezzature, ma che ha avuto la potenzialità di farlo. Evento potenzialmente in grado di contaminare un area intesa nelle sue diverse matrici ambientali (suolo, sottosuolo ed acque sotterranee) e/o creare un danno ambientale. Danno ambientale Evento che compromette l ambiente, ad esso arrecando danno, alterandolo, deteriorandolo o distruggendolo in tutto o in parte (esempio: deterioramento, in confronto alle condizioni originarie, provocato alle specie e agli habitat naturali protetti; abbattimento di alberi non autorizzato, ecc.). ALLEGATO ALLA PRESENTE APPENDICE: Modulo segnalazione infortuni, medicazioni, near miss (all. n. 1) pagina 1 di 3 28

29 Allegato n. 1 all Appendice (fronte modulo) Enel Green Power Modulo segnalazione infortuni, medicazioni, near miss / Form to report accidents, first aid cases, near misses Tipo evento Event type Selezionare tipo evento Select event type Nazione Country Impianto/Cantiere Plant/Construction Site Infortunio sul lavoro / Work accident Mortale Grave Non grave Fatal Severe Not severe Regione/Comune Region/Municipality Indicare nome e ti pologia (Impianto O&M - Cantiere) / Enter name & typology (O&M Plant Constructi on Site) Ragione sociale e partita IVA Impresa appaltatrice (2) Contracting Company name and VAT number (2) Descrizione evento (3) Event description (3) Infortuno in itinere / Commuting accident Mortale (1) Grave (1) Non grave (1) Fat al (1) Severe (1) Not severe (1) Luogo evento Event location All ega re all a prese nte sched a anche fotog rafie de scri tti ve dell eve nto / Atta ch to thi s sh eet a lso ph otogra phi es d escrib ing the event Medicazione First aid case Unità Territoriale EGP EGP Territorial Unit Data/ora evento Event date/time COMPILARE SOLO IN CASO DI INFORTUNIO O MEDICAZIONE FILL IN FOR ACCIDENT OR FIRST AID ONLY Nome e cognome infortunato Sesso Età Injured person name and surname Sex Age Dipendente EGP / EGP employee Terzi / Third party Dipendente Appaltatore-Subappaltatore / Contractor-Subcontractor employee Lesioni riportate/diagnosi medica Injuries sustained/medical report Mansione infortunato Injured person task type All ega re all a prese nte sched a anche i l certi fi cato medi co, se disp onib ile / Attach to this shee t al so th e me di cal certifica te, if avail abl e Tipo infortunio (codice) (4) n. giorni solari di convalescenza assegnati nella 1 a Prognosi (5) Accident t ype (code) (4) n. calendar days of convalescence given in the 1 st Prognosis (5) SOLO PER IMPR. APPALTATRICI - GENERALITA DEL MITTENTE / ONLY FOR CONTRACTORS - CONTACT INFORMATION Nome e c ognome Name and surname Telefono Telephone Tel. cellulare Mobile phone Per una corretta compilazione vedere esempi & istruzioni sul retro / For correctly fill in please see the examples & the instructions on the back NOTE / NOTES (1) Indicare solo se accaduto a dipendente Enel Green Power / Enter only if happened to Enel Green Power employee (2) Indicare solo se l evento coinvolge una impresa appaltatrice/subappaltatrice (near miss) o suoi dipendenti (infortunio/medicazione) / Enter only if the event involves a Contractor/Subcontractor (near miss) or one of its employee (accident/first aid) (3) Vedere istruzioni di compilazione nel retro / Please see instruct ions on t his page s back (4) Codici infortuni come da PO Enel Group n.49 (vedi retro) / As per PO Enel Group n. 49 (see back) (5) Indicare il n. di giorni di assenza dal lavoro prescritti nella prima prognosi (certificato medico). Nel caso non si abbia una prognosi definita, inserire: PROGNOSI NON NOTA o PROGNOSI RISERVATA a seconda dei c asi / Enter the n. of days of absence from work reported in the first prognosis (medical certificate). In case there is not a definite prognosis, enter: UNKNOWN PROGNOSIS or GUARDED PROGNOSIS depending on the circumstances pagina 2 di 3 29 Near miss

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna REALIZZAZIONE E SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE (SITR) DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

Regione Autonoma della Sardegna REALIZZAZIONE E SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE (SITR) DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Regione Autonoma della Sardegna Assessorato degli Enti Locali Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Urbanistica Territoriale e della Vigilanza Edilizia Servizio della Pianificazione

Dettagli

ICT SERVICE. finale ANNO 20122

ICT SERVICE. finale ANNO 20122 ICT SERVICE Capitolato specia ale d appalto per la fornitura di un servizio di supporto tecnico informatico all utente finale ANNO 20122 INDICE TITOLO I INDICAZIONI GENERALI DELL APPALTO Articolo 1 Definizioni

Dettagli

Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento

Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento Dati dell'azienda intestataria della SIM Card PosteMobile Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento Ragione Sociale P.IVA Codice Fiscale Sede Legale: Indirizzo N civico Provincia Cap

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ABBONAMENTO AI SERVIZI MOBILI DI POSTEMOBILE S.p.A. (PosteMobile)

CONDIZIONI GENERALI DI ABBONAMENTO AI SERVIZI MOBILI DI POSTEMOBILE S.p.A. (PosteMobile) CONDIZIONI GENERALI DI ABBONAMENTO AI SERVIZI MOBILI DI POSTEMOBILE S.p.A. (PosteMobile) SERVIZIO DI PORTABILITA DEL NUMERO (MNP) DA ALTRO OPERATORE MOBILE A POSTEMOBILE S.p.A. INFORMATIVA PRIVACY CONDIZIONI

Dettagli

PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO (PSC)

PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO (PSC) 1 giunta regionale PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO (PSC) ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI Segreteria Regionale Ambiente e Lavori Pubblici Direzione Lavori Pubblici 1 IL PRESENTE PSC, PREDISPOSTO SECONDO

Dettagli

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n.

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. CIG 60528780F1 Pag.1 di 34 INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. 43 GE 08-14 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DEL D.LGS.

Dettagli

P.A.R. F.A.S. REGIONE TOSCANA Linea di Azione 1.1.a.3 SOSTEGNO A PROGETTI DI RICERCA IN MATERIA DI SCIENZE SOCIO ECONOMICHE E UMANE

P.A.R. F.A.S. REGIONE TOSCANA Linea di Azione 1.1.a.3 SOSTEGNO A PROGETTI DI RICERCA IN MATERIA DI SCIENZE SOCIO ECONOMICHE E UMANE P.A.R. F.A.S. REGIONE TOSCANA Linea di Azione 1.1.a.3 SOSTEGNO A PROGETTI DI RICERCA IN MATERIA DI SCIENZE SOCIO ECONOMICHE E UMANE LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE versione 3-24.01.2011 1 PREMESSA...

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni;

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; Prot. n. 4084 AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; VISTO l articolo 12, comma 1, lettera m), del decreto-legge

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

CONDIZIONI RELATIVE AI SERVIZI WIND

CONDIZIONI RELATIVE AI SERVIZI WIND CONDIZIONI RELATIVE AI SERVIZI WIND CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVO AI SERVIZI DI TELECOMUNICAZIONI WIND Art. 1 Oggetto del contratto e definizione ART. 1.1 Condizioni Generali WIND Telecomunicazioni

Dettagli

VADEMECUM GLI ADEMPIMENTI DELLO STUDIO LEGALE

VADEMECUM GLI ADEMPIMENTI DELLO STUDIO LEGALE VADEMECUM GLI ADEMPIMENTI DELLO STUDIO LEGALE Questo vademecum non ha la presunzione di essere una esaustiva ed approfondita trattazione di tutti gli adempimenti connessi all attività dell avvocato. Confidiamo

Dettagli

GUIDA ALLE PROCEDURE PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO ELETTRICO e/o ELETTRONICO IN AMBITO PRIVATO

GUIDA ALLE PROCEDURE PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO ELETTRICO e/o ELETTRONICO IN AMBITO PRIVATO Delibera n. 1036/10 Consiglio Direttivo 08/02/2010 GUIDA ALLE PROCEDURE PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO ELETTRICO e/o ELETTRONICO IN AMBITO PRIVATO in APPLICAZIONE DI Codice Civile

Dettagli

COMUNE DI FORIO PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI CONTABILITA

COMUNE DI FORIO PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI CONTABILITA COMUNE DI FORIO PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI CONTABILITA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n.82 del 03.04.2013 INDICE CAPO I: FINALITÀ E CONTENUTI Art. 1 Finalità e contenuti del Regolamento

Dettagli

1 di 8. Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta. Mifid Condizioni Generali Ed. Giugno 2015

1 di 8. Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta. Mifid Condizioni Generali Ed. Giugno 2015 CONDIZIONI GENERALI CHE REGOLANO IL CONTRATTO PER LA PRESTAZIONE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO E DEL SERVIZIO DI CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI PER CONTO DEI CLIENTI

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

A cura dello Studio Ingegneria Fiorini di Ferrara

A cura dello Studio Ingegneria Fiorini di Ferrara Provincia di Ferrara Guida alla gestione della sicurezza sul lavoro nelle associazioni sportive dilettantistiche, associazioni culturali, associazioni ricreative e di promozione sociale A cura dello Studio

Dettagli

Sede Secondaria: Via Lorenteggio, 257-20152 Milano Reg. Imp.: 05410741002 di Roma C.F.: 05410741002 - Partita IVA: 05410741002

Sede Secondaria: Via Lorenteggio, 257-20152 Milano Reg. Imp.: 05410741002 di Roma C.F.: 05410741002 - Partita IVA: 05410741002 CONDIZIONI DI CONTRATTO INFOSTRADA PER LE AZIENDE 1. OGGETTO DEL CONTRATTO 1.1 WIND Telecomunicazioni S.p.A. con sede legale in Roma, Via Cesare Giulio Viola 48, sede operativa in Milano, via Lorenteggio

Dettagli

FOCUS REGOLAMENTO D.P.R. 5 OTTOBRE 2010, N. 207

FOCUS REGOLAMENTO D.P.R. 5 OTTOBRE 2010, N. 207 FOCUS La normativa precedente a confronto con il nuovo regolamento attuativo del codice dei contratti pubblici Tabella di comparazione Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE COMUNE DI FAENZA SETTORE LAVORI PUBBLICI REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DI LAVORI DI SCAVO SU SUOLO PUBBLICO Regolamento approvato con atto C.C. verbale n. 275 del 15/11/2010 - prot. n. 44926 del 19/11/2010

Dettagli

Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture

Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Dipartimento per le Politiche di Gestione e di Sviluppo delle Risorse Umane DIPRU 3 Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture Vol. 3 - Il contratto

Dettagli

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO Aggiornamento n. 13 di Aprile 2015 MMM00589 04/2015 Pag. 1 di 34 INDICE: PREMESSA... 3 INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA...

Dettagli

I - PRINCIPI GENERALI

I - PRINCIPI GENERALI D.Lgs. 17 agosto 1999, n. 334 Attuazione della direttiva 96/82/CE relativa al controllo dei pericoli di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose (G.U. 28.09.1999, n. 228, s. o)

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA.

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA. ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA. ARGOMENTI TRATTATI DALL ING. GIULIANO DEGL INNOCENTI NEL SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO PER I COORDINATORI PER LA PROGETTAZIONE E PER L ESECUZIONE DEI LAVORI

Dettagli

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori Documentazione Informativa e Contrattuale Sommario INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA, SUI SERVIZI D INVESTIMENTO E SULLA SALVAGUARDIA

Dettagli

LINEE GUIDA SULL AMMISSIBILITÀ DELLE SPESE RELATIVE ALLO SVILUPPO RURALE E A INTERVENTI ANALOGHI

LINEE GUIDA SULL AMMISSIBILITÀ DELLE SPESE RELATIVE ALLO SVILUPPO RURALE E A INTERVENTI ANALOGHI RETE RURALE NAZIONALE Commissione Europea 2 0 0 7-2 0 1 3 LINEE GUIDA SULL AMMISSIBILITÀ DELLE SPESE RELATIVE ALLO SVILUPPO RURALE E A INTERVENTI ANALOGHI DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE DI SVILUPPO Direzione

Dettagli

LINEE GUIDA IN MATERIA DI RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE TRA UTENTI ED OPERATORI DI COMUNICAZIONI ELETTRONICHE

LINEE GUIDA IN MATERIA DI RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE TRA UTENTI ED OPERATORI DI COMUNICAZIONI ELETTRONICHE LINEE GUIDA IN MATERIA DI RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE TRA UTENTI ED OPERATORI DI COMUNICAZIONI ELETTRONICHE (Approvate con delibera n. 276/13/CONS dell 11 aprile 2013) I. PRINCIPI E CRITERI GENERALI

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Parte I Regolamento di organizzazione L assetto organizzativo della Provincia di Imperia - L attribuzione di responsabilità gestionali per l attuazione

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI 00187 Roma Via di San Basilio, 72 Tel. +39 06.42.00.84 Fax +39 06.42.00.84.44/5 www.cnpi.it cnpi@cnpi.it C.F. 80191430588 Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati

Dettagli

Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro

Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro Provincia Autonoma di Trento Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro Testo adottato dalla Giunta Provinciale con deliberazione n. xxxx del xx/xx/xxxx ART. 1. ELENCO ANAGRAFICO DEI LAVORATORI

Dettagli