Domanda ed offerta di gas naturale in Italia alla vigilia del nuovo anno termico: quali prospettive per un inverno al caldo?

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Domanda ed offerta di gas naturale in Italia alla vigilia del nuovo anno termico: quali prospettive per un inverno al caldo?"

Transcript

1 Domanda ed offerta di gas naturale in Italia alla vigilia del nuovo anno termico: quali prospettive per un inverno al caldo? Massimo Gallanti

2 Sommario Scenario europeo La situazione in Italia Le previsioni per il prossimo inverno 2

3 Consumi in energia primaria in EU-27 (anno 2006) Il gas naturale costituisce un quarto dei consumi in energia primaria dei paesi EU-27 Mtep Domanda di energia per fonti primarie nell'eu-27 al 2030 Scenario tendenziale 2500 Fonte: Eurogas Annual Report La crescita dei consumi è destinata a continuare nei prossimi anni Fonti rinnovabili Importazioni elettricità Nucleare Gas naturale Petrolio Carbone Fonte: European Commission, DG TREN, Primes 3

4 Crescita prevista della domanda gas in EU-30* Incremento domanda da 558 a 780 Mdi Smc nel 2020 (CAGR + 1,8%) Principale driver di crescita: generazione elettrica: da 168 a 258 Mdi Smc Fonte: Edison, su dati CERA, IEA, Edison, Eni 4

5 Progressiva contrazione della produzione gas in EU-30 La produzione è prevista diminuire da 308 Mdi Smc a 220 Mdi Smc nel 2020 La diminuzione più consistente riguarda l UK Fonte: elaborazione Edison, su dati CERA, IEA, Edison, Eni Si registrano cali anche in Olanda e in altre aree mature (es. Germania, Italia) 5

6 A livello UE-30 cresce il fabbisogno di importazione di gas Fonte: elaborazione Edison, su dati IEA World Energy Outlook; BP Statistical Review 06, Eni, IHS, Edison La crescita del fabbisogno di importazioni è dovuta sia all aumento dei consumi, sia alla diminuzione della produzione domestica Al 2030 più dei 2/3 del fabbisogno saranno coperti dalle importazioni 6

7 Sviluppo delle infrastrutture Fonte: Edison Le infrastrutture previste sono in grado di garantire la copertura del fabbisogno Sono però necessari ingenti sforzi e investimenti Ritardi nella realizzazione mettono a repentaglio la sicurezza degli approvvigionamenti europea 7

8 La situazione gas in Italia La crescita del consumo di gas La quota del gas rispetto agli altri combustibili La provenienza del gas consumato in Italia Le previsioni La domanda Lo sviluppo delle infrastrutture Le fonti di incertezza domanda: variazioni dei consumi termoelettrici, condizioni climatiche approvvigionamento: Ritardi negli investimenti per le infrastrutture Approvvigionamento disponibilità della materia prima (Security of Supply) 8

9 Percentuale del consumo di gas naturale (in energia primaria) nei i paesi EU-27 anno 2006 La posizione dell Italia 36% Fonte: Eurogas Annual Report In Italia, il contributo del gas ai consumi di energia è superiore alla media europea Maggiore criticità! Andamento consumo gas in Italia Negli ultimi 20 anni il consumo è raddoppiato Fonte: elaborazione ENEA su dati MSE 9

10 Andamento della domanda di gas negli ultimi 3 anni Consumo annuale gas Italia 86,1 84,3 84,5 2,5 2,7 2,3 Fattori di influenza dei consumi Crescita rilevante nel termoelettrico (ma oggi più lenta) Mdi Smc ,5 34,9 33,0 29,6 31,0 33,7 16,4 15,7 15, anno Fonte: elaborazione CESI RICERCA su dati Snam Rete Gas altri consumi reti distribuzione termoelettrico Industria Triennio caratterizzato da una grande variabilità dei consumi (anche se l andamento appare piatto!!!) 2005: anno molto freddo 2006: anno mite Nell inverno si è fatto ricorso a interruzioni e a fuel switch Stasi nei consumi nell industria Consumo del settore civile che risente del clima Maggiore variabilità del consumo, determinata anche dal termoelettrico: Variabilità fonti rinnovabili Variabilità delle importazioni di energia elettrica 10

11 Situazione approvvigionamenti gas (anno 2007) Infrastrutture per l approvvigionamento del gas anno 2007 [Mdi Smc/anno] Nord Europa Transitgas (17) Russia Tag (30) Materia prima Approvvigionameno gas anno 2007 (valore complessivo: 83,6 Mdi Smc) produzione nazionale 12% Importazioni 88% Panigaglia GNL (3,5) Transmed (26) Algeria Tubo Rigassif. GNL Greenstream (8) Libia 76% dell import da Algeria, Russia, Libia! Norvegia 8% Paesi Bassi 11% Libia 12% Importazioni gas anno 2007 (Valore complessivo 73,9 Mdi Smc) Altri - Unione Europea 4% Altri - Non Unione Europea 1% Russia 31% Algeria 33% Fonte: elaborazione CESI RICERCA su dati MSE 11

12 Mdi Smc Negli ultimi 3 anni il sistema italiano del gas è stato corto. Crescita dei consumi a fronte di infrastrutture ferme. Solo nel 2008 la situazione è migliorata, grazie ad incrementi di capacità di pipeline esistenti (TAG, Transmed). Nel 2009 entrerà in servizio il terminale LNG di Porto Levante Andamento Domanda - Approvvigionamenti gas Produzione nazionale Situazione delle infrastrutture di import del gas Nuova capacità import da impianti esistenti/programmati (pieno utilizzo) Capacità import disponibile anno 2008 (pieno utilizzo) Domanda Fonte: elaborazione CESI RICERCA su dati MSE Mdi Smc Incremento capacità di infrastrutture per raggiungere la quantità ottimale (pieno utilizzo)

13 Le previsioni per l inverno Veniamo da tre inverni tribolati Nella stagione invernale i consumi superano il gas estratto/ importato Il soddisfacimento della domanda è garantito dagli stoccaggi Il valore della domanda di gas non è facilmente prevedibile Forte influenza dei fattori climatici, sia sugli usi termici, sia sui consumi elettrici (aumento domanda elettrica nei paesi europei limitrofi, possibile carenza di risorsa idrica: minor produzione idroelettrica) Necessario adottare un approccio cautelativo (rispetto al caso critico) Nel periodo invernale il sistema gas richiede grande flessibilità, che va ricercata: Nello stoccaggio Nell incremento della capacità di importazione (più infrastrutture) Nell interrompibilità dei carichi Come andrà l inverno alle porte? 13

14 Consumo complessivo gas negli ultimi 3 inverni (periodo: 01/11 28/02) Si prendono in considerazione i primi 4 mesi dell inverno, poiché il periodo di fine febbraio è il più critico per gli stoccaggi (difficoltà ad erogare la quantità necessaria a far fronte al fabbisogno giornaliero di un giorno freddo) Consumo complessivo gas negli ultimi 3 inverni (periodo 1/11-28/2) 45,0 Mdi Smc 40,0 35,0 40,36 35,13 39,76 30, Fonte: elaborazione CESI RICERCA su dati Snam Rete Gas Significative variazioni, da un anno all altro, anche superiori al 10% Pesa l influenza climatica e le variazioni della produzione termoelettrica 14

15 Previsioni inverno Ipotesi di lavoro - Ipotesi di lavoro: il consumo di gas nel periodo invernale è influenzato principalmente dalle condizioni meteoclimatiche Bassa Temperatura Bassa Producibilità idroelettrica aumentano Consumi per riscaldamento Consumi elettrici Importazioni elettriche aumenta Produzione termoelettrica aumenta Produzione termoelettrica Produzione termoelettrica Sono state considerate tre diverse situazioni (scenari) inverno medio (temperatura e producibilità) inverno molto rigido (temperatura) inverno molto rigido e con scarsa producibilità idroelettrica 15

16 Inverno (01/11 28/02): - previsione consumo gas per produzione termoelettrica - Dati ultimo inverno ( ) Consumo gas per produzione termoelettrica negli ultimi 3 inverni (periodo 1/11-28/2) Import elettrico: 13,4 TWh Prod. Idroel: 10,6 TWh %prod. gas su prod. termolettrica complessiva : 65% Mdi Smc ,66 10,45 11, Ipotesi inverno medio: Domanda elettrica: +0,9% Import elettrico: 14,8 TWh Prod. Idroel: 12,4 TWh %prod. gas su prod. termolettrica complessiva: 67% Ipotesi inverno molto rigido e secco: Domanda elettrica: +1,8% Import elettrico: 8 TWh Prod. Idroel: 9.5 TWh Mdi Smc Fonte: elaborazione CESI RICERCA su dati Snam Rete Gas e Terna Previsione consumo gas per produzione termoelettrica inverno (periodo 1/11-28/2) 12,00 Differenza: 2,2 Mdi Smc 13,27 13,74 Inverno medio Inverno molto rigido Inverno molto rigido e secco %prod. gas su prod. termolettrica complessiva: 68,5% Fonte: elaborazione CESI RICERCA 16

17 Inverno (01/11 28/02): - previsione consumo gas su reti di distribuzione - Andamento degli ultimi tre inverni fortemente influenzato da condizioni meteoclimatiche molto diverse Consumo gas reti di distrubuzione negli ultimi 3 inverni (periodo 1/11-28/2) 23,16 18,40 21,17 Mdi Smc Fonte: elaborazione CESI RICERCA su dati Snam Rete Gas Ipotesi inverno medio: media temperature ultimi 45 anni Ipotesi inverno molto rigido: si considera l inverno freddo con frequenza ventennale Valori ottenuti tramite l elaborazione statistica dei dati di temperatura degli ultimi 45 inverni Mdi Smc Previsione consumo gas impianti di distribuzione inverno (periodo 1/11-28/2) Differenza: 2,2 Mdi Smc 21,62 inverno medio 23,83 inverno molto rigido Fonte: elaborazione CESI RICERCA 17

18 Inverno (periodo 01/11 28/02): - previsione consumo gas industria e altri usi - Consumo gas industria negli ultimi 3 inverni (periodo 1/11-28/2) Altri consumi gas negli ultimi 3 inverni (periodo 1/11-28/2) 6,0 5,68 5,46 5,58 1,2 1,08 5,0 1,0 0,86 0,82 M d i S m c 4,0 3,0 2,0 M d i S m c 0,8 0,6 0,4 1,0 0,2 0, , Fonte: elaborazione CESI RICERCA su dati Snam Rete Gas Fonte: elaborazione CESI RICERCA su dati Snam Rete Gas Previsione consumo gas per industria inverno (periodo 1/11-28/2) Previsione consumo gas impianti di distribuzione inverno (periodo 1/11-28/2) 6 5,50 5,65 1,2 1,1 5 1,0 Mdi Smc Mdi Smc 0,8 0,6 0,4 1 0,2 0 Medio Molto freddo 0,0 inverno medio Fonte: elaborazione CESI RICERCA Fonte: elaborazione CESI RICERCA 18

19 Inverno (periodo 01/11 28/02): - previsione consumi complessivi - Mdi Smc Previsione consumo gas inverno (periodo 1/11-28/2) 40,22 1,1 5,5 21,62 44,32 1,1 5,65 23,83 Altro Industria Distribuzione 10 12,00 13,74 Termoelettrico 0 Inverno Medio Inverno molto rigido e secco Fonte: elaborazione CESI RICERCA Differenza di più di 4 Mdi Smc Per far fronte alle variazioni, il sistema gas deve disporre di strumenti di flessibilità sia tecnici che commerciali (contrattuali) 19

20 Inverno (periodo 01/11 28/02) - previsione approvvigionamenti - Punto di entrata (gasdotti e GNL) Tarvisio (TAG) Passo Gries Mazara del Vallo (Transmed) Gela (Greenstream) Gorizia Panigaglia (GLN) Produzione nazionale giornaliera media nel periodo 1/11/ /2/ ,5 Mni Smc/g Importazioni (-9% rispetto a ) anno termico Capacità giornaliera media invernale (periodo 1/11-28/2) (Mni Smc/g) Importazioni massimizzate (Utilizzo 95%) 260 [Mni Smc/g] Fonte: elaborazione CESI RICERCA su dati Snam Rete Gas Importazioni non massimizzate (Utilizzo 88%) 240 [Mni Smc/g] Valore a consuntivo Incremento infrastrutture nel corso del 2008 (prima dell inverno ): TAG Transmed per circa 30 Mni Smc/g anno termico Capacità giornaliera media invernale (periodo 1/11-28/2) (Mni Smc/g) Importazioni massimizzate (Utilizzo 95%) = 284 [Mni Smc/g] Importazioni non massimizzate (Utilizzo 88%) = [Mni Smc/g] 20

21 Capacità stoccaggi (ipotesi anno termico ) 2009) Nel periodo invernale lo stoccaggio è indispensabile per chiudere il bilancio Valori in Mdi Smc 9,0 Modulazione e minerario 5,1 Riserva strategica (per emergenza) 4,6 Pseudo working gas (non disponibile) 9,4 Cushion gas (non disponibile) Gas degli shipper Gas disponibile per la fornitura nei mesi invernali 19,1 Gas di proprietà delle imprese di stoccaggio Fonte: Elaborazione CESI RICERCA su dati MSE 21

22 Previsioni inverno : 2009: bilancio al 28/02 - incrocio domanda e approvvigionamenti - 60 Import normale - Inverno medio: bilancio al 28/02 Mdi Smc è sufficiente lo stoccaggio di modulazione strategico 5,1 modulaz. 9,0 prod. naz 2,8 stoccaggio Inverno medio: Nessuna criticità ,2 domanda importaz. 31,4 approvvigionamenti Import normale - Inverno molto rigido: bilancio al 28/02 utilizzo dello stoccaggio strategico: +0,6 Mdi Smc strategico 5,1 modulaz. stoccaggio 9,0 Fonte: elaborazione CESI RICERCA Mdi Smc 30 prod. naz. 2,8 Inverno moto rigido: ,8 importaz. 31,4 Criticità modesta 0 domanda approvvigionamenti 22

23 Previsioni inverno : 2009: bilancio al 28/02 - incrocio domanda e approvvigionamenti - Mdi Smc Import normale - inverno molto rigido e secco: bilancio al 28/02 utilizzo dello stoccaggio strategico: +1,1 Mdi Smc strategico 5,1 stoccaggio modulaz. 9,0 prod. naz. 2,8 Inverno molto rigido e secco: Criticità media 20 44,3 importaz. 31,4 Import massimizzato - inverno molto rigido e secco: bilancio al 28/ è sufficiente lo stoccaggio di modulazione 0 domanda Fonte: elaborazione CESI RICERCA approvvigionamenti strategico modulaz. prod. naz. 5,1 9,0 2,8 stoccaggio Criticità risolta con massimizzazione importazioni Md Sm c ,3 importaz. 34,1 0 8 Italian Energy Summit domanda 2008 approvvigionamenti 23

24 Criticità della punta giornaliera a fine inverno Alti consumi a fine febbraio, dovuti a punte di freddo eccezionale (frequenza ventennale) per il periodo, in un inverno complessivamente molto freddo Impieghi Punta giornaliera critica a fine febbraio Mni Smc/g Fonti termolettrico Importazione Industria Prod. Nazionale Reti distribuzione Stoccaggio (*) Altro 9 Totale Totale Fonte: elaborazione CESI RICERCA (*) Nell'ipotesi di svaso da stoccaggio strategico pari a 1,1 Mdi Smc Mancano 25 Mni smc!! E necessario mantenere misure di interrompibilità per far fronte a situazioni di emergenza 24

25 Conclusioni La situazione italiana è migliorata rispetto agli inverni precedenti, ma non è esente da rischi, soprattutto in situazioni di freddo eccezionale (punte di domanda) Rischi derivanti da una forte dipendenza dalle importazioni Impatto di crisi geo-politiche L Italia è più esposta di altri paesi (la quantità importata è maggiore) Non ritardare gli investimenti in infrastrutture Muoversi per tempo per garantire la disponibilità della materia prima Grande variabilità dei consumi di gas I consumi sono condizionati da molteplici fattori (es., temperatura, importazioni di energia elettrica). Il gas è l elemento di flessibilità nel panorama energetico nazionale. Difficoltà per gli operatori a programmare il proprio business Sui consumo di gas avranno effetto anche le future scelte energetiche del paese Nucleare, incremento rinnovabili, carbone con sequestro 25

26 Grazie per l attenzione 26

La CGIL e le nuove infrastrutture energetiche

La CGIL e le nuove infrastrutture energetiche La CGIL e le nuove infrastrutture energetiche Claudio di Macco Consigliere tecnico e scientifico Autorità per l energia elettrica e il gas Roma, 22 maggio 2007 Autorità per l energia elettrica e il gas

Dettagli

IL FUTURO DEL GAS NATURALE IN ITALIA

IL FUTURO DEL GAS NATURALE IN ITALIA IL FUTURO DEL GAS NATURALE IN ITALIA 1 IL FUTURO DEL GAS NATURALE IN ITALIA Relatori: Pierangela Magioncalda Sviluppo Business Mercato Gas ERG Power&Gas Via De Marini, 1-16149 Genova Telefono +39 010 2401651

Dettagli

Fonti energetiche e strategie per la sicurezza

Fonti energetiche e strategie per la sicurezza Fonti energetiche e strategie per la sicurezza 1 Petrolio 2 3 4 5 Rapporto Prezzo/Riserve Prezzo di estrazione a tecnologia A $90,00 3 milioni di barili $60,00 2 milioni di barili $30,00 $0,00 100m 200m

Dettagli

Il ruolo della cogenerazione nello scenario energetico italiano al 2020

Il ruolo della cogenerazione nello scenario energetico italiano al 2020 Il ruolo della cogenerazione nello scenario energetico italiano al 2020 Massimo Gallanti Direttore Dipartimento Sviluppo Sistemi Elettrici Cogenerazione 2012 L Italia e l Europa a confronto Milano, 14

Dettagli

Audizione Leonardo Bellodi. Responsabile Rapporti Istituzionali Senato X Commissione Industria, Commercio e Turismo Roma, 12 Ottobre 2011

Audizione Leonardo Bellodi. Responsabile Rapporti Istituzionali Senato X Commissione Industria, Commercio e Turismo Roma, 12 Ottobre 2011 Audizione Leonardo Bellodi Responsabile Rapporti Istituzionali Senato X Commissione Industria, Commercio e Turismo Roma, 12 Ottobre 2011 Il Piano Energetico Nazionale L input comunitario UNIONE EUROPEA

Dettagli

Report sul gas naturale

Report sul gas naturale Report sul gas naturale A) Focus Energia B) Produzione Gas Naturale C) Consumo Gas Naturale D) Riserve Gas Naturale E) Il Commercio Mondiale di Gas Naturale F) I prezzi G) Il Nord America H) L Europa I)

Dettagli

LA CORSA AL RIALZO DEL PETROLIO DOVE ANDRANNO I PREZZI DEL GAS E DELL ENERGIA?

LA CORSA AL RIALZO DEL PETROLIO DOVE ANDRANNO I PREZZI DEL GAS E DELL ENERGIA? LA CORSA AL RIALZO DEL PETROLIO DOVE ANDRANNO I PREZZI DEL GAS E DELL ENERGIA? RELATORE Ing. Giuseppe Coduri Servizi Industriali srl ANDAMENTO PREZZI ENERGIA contratti di approvvigionamento 19/05/2011

Dettagli

Dati di sintesi Snam Relazione finanziaria annuale 2012

Dati di sintesi Snam Relazione finanziaria annuale 2012 Dati di sintesi Il gruppo Snam LA STORIA 1941-1999 La grande opera di metanizzazione dell Italia e di costruzione di gasdotti di importazione Dal 1941 Snam (Società Nazionale Metanodotti) opera in modo

Dettagli

Pacchetto "Unione dell'energia"

Pacchetto Unione dell'energia Pacchetto "Unione dell'energia" Carlo Malacarne Amministratore Delegato Snam S.p.A. Senato della Repubblica, Audizione congiunta 10^ Commissione Industria e 13^ Commissione Ambiente Roma, 6 maggio 2015

Dettagli

Il mercato del gas in Italia: competitivitàe sicurezza dell approvvigionamento

Il mercato del gas in Italia: competitivitàe sicurezza dell approvvigionamento Il mercato del gas in Italia: competitivitàe sicurezza dell approvvigionamento Hannelore Rocchio Resp. Affari Regolatori, Strategie Legislative e Rapporti con Authority 9Marzo 2012 eni.com Agenda Il mercato

Dettagli

La struttura del mercato gas

La struttura del mercato gas La struttura del mercato gas STEFANO SCARCELLA Direzione Mercati Autorità per l energia elettrica e il gas IL MERCATO DEL GAS NATURALE IN ITALIA: NORMATIVA E OPPORTUNITA Vicenza 25 maggio 2010 Autorità

Dettagli

Ing. Carlo Malacarne, Amministratore Delegato Snam

Ing. Carlo Malacarne, Amministratore Delegato Snam Ing. Carlo Malacarne, Amministratore Delegato Snam Senato della Repubblica, X Commissione industria, commercio e turismo Indagine conoscitiva sui prezzi di energia elettrica e gas come fattore strategico

Dettagli

Prospettiveper ilmercatodel gas

Prospettiveper ilmercatodel gas Prospettiveper ilmercatodel gas in Europa Riccardo Pasetto CH4 L industria del gas: tendenze e prospettive Bologna 22 ottobre 2014 Il contestopolitico-economico Scenario altamente instabile a causa di:

Dettagli

Quadro dei consumi energetici

Quadro dei consumi energetici Quadro dei consumi energetici La situazione nazionale Il quadro dei consumi energetici nazionali degli ultimi anni delinea una sostanziale stazionarietà per quanto riguarda il settore industriale e una

Dettagli

Gas e infrastrutture: scenari e prospettive

Gas e infrastrutture: scenari e prospettive Gas e infrastrutture: scenari e prospettive Alessandro Blasi Valeria Boi Francisco Goncalves Matteo Magaldi Francesca Zucchini Abstract : Fino ad ora il fabbisogno energetico mondiale è stato soddisfatto

Dettagli

Sviluppo e nuove tecnologie: quale regolazione. Alberto Biancardi

Sviluppo e nuove tecnologie: quale regolazione. Alberto Biancardi Sviluppo e nuove tecnologie: quale regolazione Alberto Biancardi 1 Sommario Lo scenario energetico italiano: l assetto attuale I driver del cambiamento Il nuovo assetto 2 Lo scenario energetico italiano

Dettagli

Pacchetto «Unione dell energia»

Pacchetto «Unione dell energia» Pacchetto «Unione dell energia» Audizione Eni 14 maggio 015 eni.com Energy Union: i 5 pilastri 1 Focus della presentazione Efficienza energetica DOMANDA ENERGETICA E ENERGY MIX Decarbonizzazione ENERGY

Dettagli

Milano, 4 Giugno 2015

Milano, 4 Giugno 2015 Milano, 4 Giugno 2015 Bilanciamento definizione Il bilanciamento fisico e commerciale costituisce la base per il funzionamento del sistema gas. Il bilanciamento fisico (operativo) comprende le operazioni

Dettagli

Energia e sostenibilità: fonti,vettori e politiche energetiche

Energia e sostenibilità: fonti,vettori e politiche energetiche Panorama energetico attuale Università IUAV Corso di Fisica Tecnica Ambientale Laboratorio Integrato Innovazione-Sostenibilità 1 Energia e sostenibilità: fonti,vettori e politiche energetiche Fabio Peron

Dettagli

- aumento delle importazioni, utilizzando la flessibilità dei contratti di import o facendo ricorso a contratti spot:

- aumento delle importazioni, utilizzando la flessibilità dei contratti di import o facendo ricorso a contratti spot: Sede operativa e legale 20154 Milano, Viale Elvezia, 10/A tel. 02 3672 3990 fax. 02 3672 3999 CF e P. IVA 03305420964 Oggetto: comunicazione ai sensi del Piano di Emergenza del sistema nazionale del gas

Dettagli

TARIFFE DI TRASPORTO E DISPACCIAMENTO PER L ANNO TERMICO 1 OTTOBRE 2002-30 SETTEMBRE 2003

TARIFFE DI TRASPORTO E DISPACCIAMENTO PER L ANNO TERMICO 1 OTTOBRE 2002-30 SETTEMBRE 2003 TARIFFE DI TRASPORTO E DISPACCIAMENTO PER L ANNO TERMICO 1 OTTOBRE 2002-30 SETTEMBRE 2003 La Tariffe di Trasporto e Dispacciamento è stata calcolata secondo i criteri stabiliti dall Autorità per l Energia

Dettagli

Il mercato del gas naturale Prof. Carlo Andrea Bollino Regulatory Lectures 18 marzo 2002 The Adam Asmith Society

Il mercato del gas naturale Prof. Carlo Andrea Bollino Regulatory Lectures 18 marzo 2002 The Adam Asmith Society Il mercato del gas naturale Prof. Carlo Andrea Bollino Regulatory Lectures 18 marzo 2002 The Adam Asmith Society CONSUNTIVO DEI CONSUMI DI GAS NATURALE PER SETTORI DI DOMANDA NEL 2001 settore produz.ne

Dettagli

RECUPERO ENERGETICO DAGLI IMPIANTI DI RIGASSIFICAZIONE: UTILIZZO DEL FREDDO PER LA TRASFORMAZIONE E LA CONSERVAZIONE DI PRODOTTI AGRO-ALIMENTARI

RECUPERO ENERGETICO DAGLI IMPIANTI DI RIGASSIFICAZIONE: UTILIZZO DEL FREDDO PER LA TRASFORMAZIONE E LA CONSERVAZIONE DI PRODOTTI AGRO-ALIMENTARI Università degli Studi di Enna KORE Facoltà di Ingegneria e Architettura RECUPERO ENERGETICO DAGLI IMPIANTI DI RIGASSIFICAZIONE: UTILIZZO DEL FREDDO PER LA TRASFORMAZIONE E LA CONSERVAZIONE DI PRODOTTI

Dettagli

Il mercato energetico in Italia: vantaggi e opportunità per le PMI

Il mercato energetico in Italia: vantaggi e opportunità per le PMI 1 Il mercato energetico in Italia: vantaggi e opportunità per le PMI Massimo Gallanti Direttore Dipartimento Sviluppo del Sistema Elettrico Workshop Fondazione idi Milano, 11 Novembre 2010 www.gsel.it1

Dettagli

Videoconferenza tra le Istituzioni superiori di controllo dei Paesi membri del G8. Corte dei conti Italia. Sicurezza energetica

Videoconferenza tra le Istituzioni superiori di controllo dei Paesi membri del G8. Corte dei conti Italia. Sicurezza energetica Videoconferenza tra le Istituzioni superiori di controllo dei Paesi membri del G8 7 giugno 2006 Corte dei conti Italia Sicurezza energetica 1. L Italia e la sicurezza energetica Il tema della sicurezza

Dettagli

La filiera del gas naturale

La filiera del gas naturale La filiera del gas naturale Per comprendere appieno le caratteristiche del servizio di distribuzione bisogna inserirlo nel contesto più ampio della filiera del gas. Bisognerà analizzare, almeno nelle fasi

Dettagli

Gas Naturale. Rapporto ref. sul mercato e la regolamentazione. ref. Osservatorio Energia

Gas Naturale. Rapporto ref. sul mercato e la regolamentazione. ref. Osservatorio Energia Gas Naturale 2009 Rapporto ref. sul mercato e la regolamentazione ref. Osservatorio Energia Il Rapporto è stato realizzato dal gruppo di lavoro dell Osservatorio Energia sotto la supervisione scientifica

Dettagli

Merceologia delle Risorse Naturali

Merceologia delle Risorse Naturali GAS NATURALE-ORIGINI Il gas naturale è un combustibile fossile di origine organica, costituito in massima parte da metano (CH4). Il gas naturale si trova nel sottosuolo, normalmente negli stessi giacimenti

Dettagli

Fabbisogno di energia elettrica in Spagna

Fabbisogno di energia elettrica in Spagna ANALISI DEL MERCATO ELETTRICO SPAGNOLO DEL PRIMO SEMESTRE DEL 2015 Informazioni elaborate da AleaSoft, azienda leader nello sviluppo di modelli di previsioni del consumo e dei prezzi nei mercati energetici

Dettagli

Il settore elettrico italiano: dal Monopolio alla Concorrenza

Il settore elettrico italiano: dal Monopolio alla Concorrenza Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" Facoltà di Ingegneria Corso di Gestione ed Economia dell Energia e Fonti Rinnovabili Il settore elettrico italiano: dal Monopolio alla Concorrenza Ing. Tiziana

Dettagli

Il ruolo dell efficienza energetica nel conseguimento degli obiettivi italiani al 2020. Massimo Gallanti

Il ruolo dell efficienza energetica nel conseguimento degli obiettivi italiani al 2020. Massimo Gallanti Il ruolo dell efficienza energetica nel conseguimento degli obiettivi italiani al 2020 Massimo Gallanti Direttore Dipartimento Sviluppo Sistemi Elettrici CERTIFICATI BIANCHI Titoli di effcienza energetica

Dettagli

Il prezzo dei combustibili fossili: che cos è e come si forma

Il prezzo dei combustibili fossili: che cos è e come si forma Il prezzo dei combustibili fossili: che cos è e come si forma Giuseppe Sammarco, Direttore FEEM 5 marzo gennaio 2013 Fondazione Eni Enrico Mattei, Milano Agenda 1.Il prezzo del petrolio 2.Il prezzo del

Dettagli

FOTOVOLTAICO: DOVE SIAMO E DOVE ANDREMO

FOTOVOLTAICO: DOVE SIAMO E DOVE ANDREMO FOTOVOLTAICO: DOVE SIAMO E DOVE ANDREMO Giovanni Simoni Chairman Assosolare Fiorano - 24 Ottobre 2012 Fotovoltaico in Italia: dove siamo Impianti fotovoltaici installati: 450.000 Potenza Totale: 16.000

Dettagli

Indagine conoscitiva sulla Strategia Energetica Nazionale Audizione Enel presso la 10ª Commissione Industria del Senato. Roma, 03 Ottobre 2012

Indagine conoscitiva sulla Strategia Energetica Nazionale Audizione Enel presso la 10ª Commissione Industria del Senato. Roma, 03 Ottobre 2012 Indagine conoscitiva sulla Strategia Energetica Nazionale Audizione Enel presso la 10ª Commissione Industria del Senato Roma, 03 Ottobre 2012 A oltre 20 anni dall ultimo Piano Energetico Nazionale 1987

Dettagli

20-20-20 Italia Spunti di riflessione e primi numeri

20-20-20 Italia Spunti di riflessione e primi numeri -- Italia Spunti di riflessione e primi numeri Milano, febbraio 8 Fonti rinnovabili: l obiettivo UE al ed il ruolo dell efficienza Consumi finali (Mtoe) 18 16 14 1 1 8 6 4 (*) Stima EU modello Primes 133

Dettagli

Cittadini, Sindacato e Imprese nel mercato energetico italiano

Cittadini, Sindacato e Imprese nel mercato energetico italiano Cittadini, Sindacato e Imprese nel mercato energetico italiano a cura di: Agostino Megale (Presidente IRES - CGIL) Alessandro Notargiovanni (Responsabile Osservatorio Energia IRES - CGIL) con la collaborazione

Dettagli

Confronto con scenari del sistema energetico nazionale Il modello MONET

Confronto con scenari del sistema energetico nazionale Il modello MONET Convegno World Energy Outlook Conseguenze sulla politica energetica nazionale 18 Giugno 2013 Politecnico di Milano Confronto con scenari del sistema energetico nazionale Il modello MONET Massimo Gallanti

Dettagli

Lo scenario energetico in Italia

Lo scenario energetico in Italia Lo scenario energetico in Italia Il Bilancio Energetico Nazionale Il Ministero dello Sviluppo Economico pubblica annualmente il Bilancio Energetico Nazionale (BEN) del nostro Paese. Questo ci dà l opportunità

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

MERCATO DELL ENERGIA E ENTI LOCALI Renato Rossi. Milano, 23 Gennaio 2003

MERCATO DELL ENERGIA E ENTI LOCALI Renato Rossi. Milano, 23 Gennaio 2003 MERCATO DELL ENERGIA E ENTI LOCALI Renato Rossi Milano, 23 Gennaio 2003 MERCATO DEL GAS METANO DIMENSIONI Il mercato italiano ha raggiunto, terzo in Europa, nel 2001 70 miliardi di metri cubi di consumo.

Dettagli

100% Rinnovabili nel 2050: il ruolo del fotovoltaico Giuseppe Sofia, Amministratore Delegato Conergy Italia SpA

100% Rinnovabili nel 2050: il ruolo del fotovoltaico Giuseppe Sofia, Amministratore Delegato Conergy Italia SpA 100% Rinnovabili nel 2050: il ruolo del fotovoltaico Giuseppe Sofia, Amministratore Delegato Conergy Italia SpA Convegno 100% Rinnovabili La sfida per le energie verdi entro il 2050 Roma, 16 febbraio 2011

Dettagli

IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015. I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia.

IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015. I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia. IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015 I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia Vittorio D Ermo Direttore Osservatorio Energia AIEE Aprile 2015 Sommario n

Dettagli

RELAZIONE DI SINTESI

RELAZIONE DI SINTESI Progetto Sergan INTERREG III A SARDEGNA / CORSICA / TOSCANA Progetto SERGAN Reti locali del gas RELAZIONE DI SINTESI Studio sulle reti locali del gas Domanda prevedibile di gas nei prossimi dieci anni

Dettagli

NOTE sulla situazione delle energie rinnovabili in Italia ed in Campania

NOTE sulla situazione delle energie rinnovabili in Italia ed in Campania NOTE sulla situazione delle energie rinnovabili in Italia ed in Campania Per lungo tempo (fino a circa i primi anni '60) la produzione energetica italiana è stata in larga parte rinnovabile, grazie in

Dettagli

STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE. Progetto Bianca & Luisella. Capitolo 2: Quadro di Riferimento Programmatico. Doc. SICS 202

STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE. Progetto Bianca & Luisella. Capitolo 2: Quadro di Riferimento Programmatico. Doc. SICS 202 STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE Campi Gas Bianca e Luisella Off-shore Adriatico Centro-Settentrionale : Quadro di Riferimento Programmatico Maggio 2013 Pag. i INDICE 2 QUADRO DI RIFERIMENTO PROGRAMMATICO...

Dettagli

ENERGIA: DALLA GEOPOLITICA ALLE ESIGENZE DEL PAESE

ENERGIA: DALLA GEOPOLITICA ALLE ESIGENZE DEL PAESE ENERGY FORUM edizione II Como, 15 Maggio 2015 ENERGIA: DALLA GEOPOLITICA ALLE ESIGENZE DEL PAESE Agostino Re Rebaudengo Presidente assorinnovabili TARGET EUROPEI AL 2030 ENERGIA Gli obiettivi energetici

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia Scenari energetici al 2020

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia Scenari energetici al 2020 La situazione delle fonti rinnovabili in Italia Scenari energetici al 2020 Costantino Lato Direttore Studi, Statistiche e Servizi Specialistici Roma, 7 maggio 2010 www.gse.it 2 Indice Le attività del Gestore

Dettagli

Workshop Energia Elettrica

Workshop Energia Elettrica Workshop Energia Elettrica Consumare di più per consumare meglio? La sfida del comparto elettrico tra maggiore efficienza e strategie di mercato Centro Studi SAFE Ministero dello Sviluppo Economico, Sala

Dettagli

Energia, ambiente ed efficienza

Energia, ambiente ed efficienza Energia, ambiente ed efficienza Collegio Gregorianum, Padova 21 maggio 2008 Arturo Lorenzoni Introduzione Il settore energetico ha un incidenza di primaria importanza sull economia nazionale. È il primo

Dettagli

Fonti rinnovabili in Italia:un occasione mancata?

Fonti rinnovabili in Italia:un occasione mancata? Fonti rinnovabili in Italia:un occasione mancata? Giuseppe Onufrio - Direttore Esecutivo Greenpeace Italia Roma 4 giugno 2009 Presentazione al Goethe Institut Italia: il contesto energetico Settore elettrico

Dettagli

Il gas naturale in Italia: dinamiche del mercato e sviluppo delle infrastrutture

Il gas naturale in Italia: dinamiche del mercato e sviluppo delle infrastrutture GREEN SHIPPING SUMMIT Il gas naturale in Italia: dinamiche del mercato e sviluppo delle infrastrutture Simona Camerano Genova, 19 settembre 2013 Il mercato internazionale del gas naturale Ilmercatointernazionaledelgasattraversaunperiododiprofondimutamenti

Dettagli

Rapporto Ice 2009-2010. L Italia nell economia internazionale. 2007 2008 2009 (1) quota Var % 2008/2009

Rapporto Ice 2009-2010. L Italia nell economia internazionale. 2007 2008 2009 (1) quota Var % 2008/2009 234 contributi L Italia nei mercati internazionali dell energia: effetti della crisi e strategie delle imprese nazionali di Matteo Verda * La crisi e i mercati dell energia La contrazione dell economia

Dettagli

Energia e sostenibilità: fonti fossili e rinnovabili, vettori energetici e politiche energetiche

Energia e sostenibilità: fonti fossili e rinnovabili, vettori energetici e politiche energetiche Panorama energetico attuale Energia e sostenibilità: fonti fossili e rinnovabili, vettori energetici e politiche energetiche Consumo mondiale di energia fino al 2012 Fabio Peron Università IUAV - Venezia

Dettagli

Energia: da ottobre elettricità +3,4%, gas +2,4%, ma nel 2015 risparmi per 60 euro

Energia: da ottobre elettricità +3,4%, gas +2,4%, ma nel 2015 risparmi per 60 euro COMUNICATO Energia: da ottobre elettricità +3,4%, gas +2,4%, ma nel 2015 risparmi per 60 euro Milano, 29 settembre 2015 Dopo i ribassi nei primi 9 mesi dell anno, in aumento le bollette nell ultimo trimestre,

Dettagli

Allegato 1 al decreto ministeriale 19 aprile 2013

Allegato 1 al decreto ministeriale 19 aprile 2013 Allegato 1 al decreto ministeriale 19 aprile 2013 Piano di azione preventivo ai sensi dell articolo 8, comma 1, del decreto legislativo n. 93/2011, in conformità con le disposizioni dell articolo 10 del

Dettagli

Forum ABI, Roma 17 giugno 2011 Green Energy: rinnovare il credito alle energie rinnovabili. Massimo Beccarello Direttore Energia Confindustria

Forum ABI, Roma 17 giugno 2011 Green Energy: rinnovare il credito alle energie rinnovabili. Massimo Beccarello Direttore Energia Confindustria Forum ABI, Roma 17 giugno 2011 Green Energy: rinnovare il credito alle energie rinnovabili Massimo Beccarello Direttore Energia Confindustria Dipendenza dalle fonti primarie in Italia e in Europa Rapporto

Dettagli

Università degli Studi di Perugia. Ing. Andrea Nicolini La situazione energetica italiana

Università degli Studi di Perugia. Ing. Andrea Nicolini La situazione energetica italiana Università degli Studi di Perugia Ing. Andrea Nicolini La situazione energetica italiana 2 La situazione energetica italiana Domanda e offerta di energia Consumi di energia Fonti Energetiche Rinnovabili

Dettagli

AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS LA RELAZIONE 2011 IN PILLOLE

AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS LA RELAZIONE 2011 IN PILLOLE AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS LA RELAZIONE 2011 IN PILLOLE Energia: Authority presenta relazione green, solo materiali riciclati Quest anno la Relazione Annuale dell Autorità per l energia

Dettagli

Parte 1 - La questione energetica. Parte 2 - L energia nucleare come fonte energetica: fissione e fusione

Parte 1 - La questione energetica. Parte 2 - L energia nucleare come fonte energetica: fissione e fusione Parte 1 - La questione energetica Parte 2 - L energia nucleare come fonte energetica: fissione e fusione Gilio Cambi INFN Bologna & Dipartimento di Fisica ed Astronomia Università di Bologna Pesaro, 22

Dettagli

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI Atlante Statistico dell Energia RIE per AGI Settembre 215 ENERGIA E AMBIENTE 14 Emissioni totali di CO2 principali nei paesi Europei 12 1 mln tonn. 8 6 4 2 199 1992 1994 1996 1998 2 22 24 26 28 21 212

Dettagli

SCENARI DI EMISSIONE DI GAS SERRA NELLE COMUNICAZIONI NAZIONALI. Roma, 22 aprile 2010. Mario Contaldi

SCENARI DI EMISSIONE DI GAS SERRA NELLE COMUNICAZIONI NAZIONALI. Roma, 22 aprile 2010. Mario Contaldi SCENARI DI EMISSIONE DI GAS SERRA NELLE COMUNICAZIONI NAZIONALI Roma, 22 aprile 2010 Mario Contaldi ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) Dip. AMB, servizio Monitoraggio

Dettagli

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile Elementi chiave del documento di Strategia Energetica Nazionale Marzo 2013 Agenda Sintesi obiettivi, priorità e risultati attesi

Dettagli

Energie Rinnovabili ed Efficienza energetica

Energie Rinnovabili ed Efficienza energetica Energie Rinnovabili ed Efficienza energetica AGENZIA PER LA DIFFUSIONE DELLE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Fondazione Silvio Tronchetti Provera Milano, 20 giugno 2011 Prof. Massimo Beccarello Facoltà di

Dettagli

2. TAP/Diversificazione fonti di approvvigionamento

2. TAP/Diversificazione fonti di approvvigionamento 1. Reverse-Flow 2. TAP/Diversificazione fonti di approvvigionamento 3. Rapporto consumi/investimenti 4. Allineamento prezzi gas Italia all Europa 5. Stoccaggio Imprese 6. Servizio Maggior tutela (differenze

Dettagli

8 Il Gruppo Snam. Il Gruppo Snam

8 Il Gruppo Snam. Il Gruppo Snam 8 Il Gruppo Snam Il Gruppo Snam Il Gruppo Snam 9 LA STORIA 1941-1999 La grande opera di metanizzazione dell Italia e di costruzione di gasdotti di importazione Dal 1941 Snam (Società Nazionale Metanodotti)

Dettagli

Evoluzione e prospettive del mercato energetico. Ernesto Ragnoli. Varese, 14 ottobre 2010

Evoluzione e prospettive del mercato energetico. Ernesto Ragnoli. Varese, 14 ottobre 2010 Evoluzione e prospettive del mercato energetico. Ernesto Ragnoli Varese, 14 ottobre 2010 I prezzi di fornitura Formula del prezzo energia elettrica Andamento commodities Andamento prezzi energia elettrica

Dettagli

Il gas naturale i rigassificatori la politica energetica. Livorno, 29 marzo 2008 Comitato contro il rigassificatore offshore

Il gas naturale i rigassificatori la politica energetica. Livorno, 29 marzo 2008 Comitato contro il rigassificatore offshore Il gas naturale i rigassificatori la politica energetica Livorno, 29 marzo 2008 Comitato contro il rigassificatore offshore 1 Sono utilizzati non pareri di ambientalisti ma documenti di: Autorità come:

Dettagli

Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del paese

Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del paese Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del paese Audizione presso la 10 a Commissione permanente (Industria, commercio,

Dettagli

Politiche energetiche ed ambientali. Previsioni sull energia prodotta da rinnovabili

Politiche energetiche ed ambientali. Previsioni sull energia prodotta da rinnovabili Generazione Diffusa: Impatto sulla Rete Elettrica di Trasmissione Nazionale Sviluppo della generazione diffusa in Italia MILANO, 30 APRILE 2009 Pianificazione e Sviluppo Rete / Pianificazione Rete 1 La

Dettagli

ATTI PARLAMENTARI XV LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI RELAZIONE

ATTI PARLAMENTARI XV LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI RELAZIONE ATTI PARLAMENTARI XV LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI Doc. CXLI n. 2 RELAZIONE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA DALL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS (Al 31 marzo 2007) (Articolo

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

DAL RISCALDAMENTO GLOBALE ALLE FONTI RINNOVABILI.

DAL RISCALDAMENTO GLOBALE ALLE FONTI RINNOVABILI. RISCALDAMENTOGLOBALEAUMENTOEFFETTOSERRAUSOFONTIFOSSILINONRINNOABILIFONTIRINNOABILI RISCALDAMENTOGLOBALEAUMEN TOEFFETTOSERRAUSOFONTIFOSSILINONRINNOABILIFONTIRINNOABILIRISCALDAMENTOGLOBALEAUMENTOEFFETTOSERRAUSOFONTIFOS

Dettagli

Italia Rinnovabile verso l Europa 2020 situazione e prospettive. Pierluigi Adami, coord scientifico Esecutivo nazionale Ecodem

Italia Rinnovabile verso l Europa 2020 situazione e prospettive. Pierluigi Adami, coord scientifico Esecutivo nazionale Ecodem Italia Rinnovabile verso l Europa 2020 situazione e prospettive Pierluigi Adami, coord scientifico Esecutivo nazionale Ecodem Gli obiettivi della Direttiva RED La direttiva 2009/28/CE sulle Energie Rinnovabili

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

II. Produzioni e consumi di energia elettrica in Italia

II. Produzioni e consumi di energia elettrica in Italia IMPATTO AMBIENTALE CAUSATO DALLA LIBERALIZ- ZAZIONE DEL MERCATO DELL'ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA II. Produzioni e consumi di energia elettrica in Italia di Marco CALDIROLI e Luigi MARA Queste note focalizzano

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Corso di laurea specialistica in Ingegneria Meccanica

Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Corso di laurea specialistica in Ingegneria Meccanica Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Corso di laurea specialistica in Ingegneria Meccanica Corso di Impatto ambientale Modulo Pianificazione Energetica a.a. 2012/13 Prof. Ing. Francesco

Dettagli

Uso della biomassa a fini energetici: stato dell arte

Uso della biomassa a fini energetici: stato dell arte Bienergy Expo Usi termici da fonti rinnovabili: Il ruolo della filiera legno-energia Uso della biomassa a fini energetici: stato dell arte Vito Pignatelli, Presidente ITABIA ITABIA - Italian Biomass Association

Dettagli

Proposte di Confindustria per l Efficienza Energetica. Massimo Beccarello Direttore Energia Confindustria

Proposte di Confindustria per l Efficienza Energetica. Massimo Beccarello Direttore Energia Confindustria Proposte di Confindustria per l Efficienza Energetica Massimo Beccarello Direttore Energia Confindustria Roma 19 ottobre 2010 Pacchetto europeo clima - energia Al 2020 l Italia deve obbligatoriamente:

Dettagli

Statistiche su produzione e consumo di energia primaria e di energia elettrica

Statistiche su produzione e consumo di energia primaria e di energia elettrica Materiale didattico di supporto al corso di Complementi di macchine Statistiche su produzione e consumo di energia primaria e di energia elettrica Michele Manno Dipartimento di Ingegneria Industriale Università

Dettagli

Fare di più con meno Iniziativa nell ambito della Strategia di Lisbona. Direzione generale Energia e trasporti 1

Fare di più con meno Iniziativa nell ambito della Strategia di Lisbona. Direzione generale Energia e trasporti 1 Libro verde sull efficienza energetica Fare di più con meno Iniziativa nell ambito della Strategia di Lisbona Direzione generale Energia e trasporti 1 Il precedente: Il Libro verde sulla sicurezza dell

Dettagli

Snam Rete Gas: energia in rete

Snam Rete Gas: energia in rete Snam Rete Gas: energia in rete ing. Daniele Gamba Meeting PMI: Le Reti Roma, 26 giugno 2009 Introduzione 2 L edificio di questo universo appare nella sua struttura come un labirinto all intelletto umano

Dettagli

Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia

Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia Colora tu l avventura Alla scoperta dell energia Energia deriva dalla parola greca energheia che significa attività. Nei tempi antichi il termine energia venne usato per indicare forza, vigore, potenza

Dettagli

Senato della Repubblica Commissione Industria - Indagine conoscitiva sulla strategia energetica nazionale Audizione

Senato della Repubblica Commissione Industria - Indagine conoscitiva sulla strategia energetica nazionale Audizione Senato della Repubblica Commissione Industria - Indagine conoscitiva sulla strategia energetica nazionale Audizione Roma, 25 maggio 2011 Damiano Ratti Presidente e Amministratore Delegato - BG Italia S.p.A.

Dettagli

Rigassificatori:impatto sociale e sicurezza

Rigassificatori:impatto sociale e sicurezza Rigassificatori:impatto sociale e sicurezza Le problematiche dell utilizzo del Sommario Prospettive mercato GNL GNL in Italia L importazione del GNL in Italia I rigassificatori e il loro ruolo nel caso

Dettagli

LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA

LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA Studi economici ed energetici LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA NEL PRIMO SEMESTRE 2005 Roma, settembre 2005 1. Commento 2. Consumi di energia in fonti primarie (composizione %) 3. Emissioni di CO 2 4. Equazione

Dettagli

The Adam Smith Society Regulatory Lectures 2003: Mercati dell energia e mercati finanziari

The Adam Smith Society Regulatory Lectures 2003: Mercati dell energia e mercati finanziari The Adam Smith Society Regulatory Lectures 2003: Mercati dell energia e mercati finanziari Fulvio Conti Direttore Amministrazione Finanza e Controllo, ENEL Milano, 24 Febbraio 2003 Contenuti Situazione

Dettagli

Illuminazione pubblica: Piani della Luce, Energia e Sostenibilità per una gestione intelligente della città

Illuminazione pubblica: Piani della Luce, Energia e Sostenibilità per una gestione intelligente della città Giornata n 01/2014 Network, efficienza e managerialità nella gestione dell illuminazione pubblica Illuminazione pubblica: Piani della Luce, Energia e Sostenibilità per una gestione intelligente della città

Dettagli

Energia da fonti rinnovabili in Italia Dati preliminari 2015

Energia da fonti rinnovabili in Italia Dati preliminari 2015 Energia da fonti rinnovabili in Italia Dati preliminari 2015 29 febbraio 2016 1. Premessa In un quadro di continua evoluzione normativa, tecnologica e di mercato, la disponibilità di dati aggiornati e

Dettagli

HERA e l approvvigionamento GAS

HERA e l approvvigionamento GAS HERA e l approvvigionamento GAS Bologna, 13 dicembre 2010 1 Il Mercato del Gas in Italia: Dinamiche Industriali La filiera del Gas E&P IMPORT/ TRADING STOCCAGGIO TRASPORTO DISTRIBUZIONE VENDITA Capacità

Dettagli

UN PIANO B PER L ITALIA

UN PIANO B PER L ITALIA UN PIANO B PER L ITALIA Toni Federico Bomarzo 25 Aprile 2009 www.fondazionesvilupposostenibile.org LIVELLI DI POVERTA PROIEZIONE DEI LIVELLI DI POVERTA AL 2015 POPOLAZIONE MONDIALE AI DIVERSI LIVELLI DI

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

IL CONTESTO ENERGETICO MONDIALE. Francesco Asdrubali

IL CONTESTO ENERGETICO MONDIALE. Francesco Asdrubali IL CONTESTO ENERGETICO MONDIALE Francesco Asdrubali INDICE FATTORI DOMINANTI DEL PANORAMA ENERGETICO MONDIALE CRESCITA ECONOMICA CRESCITA DELLA POPOLAZIONE PREZZI CO2 PRICING DOMANDA E OFFERTA DI ENERGIA

Dettagli

Scenari petroliferi ed energetici

Scenari petroliferi ed energetici Confindustria Siracusa Scenari petroliferi ed energetici A cura dell Area comunicazione ed organizzazione Ufficio studi e statistiche Elaborazione su dati dell Unione Petrolifera IL MERCATO PETROLIFERO

Dettagli

Come e dove investire in Italia? Affrontare insieme le sfide che attendono il settore dell energia

Come e dove investire in Italia? Affrontare insieme le sfide che attendono il settore dell energia Come e dove investire in Italia? Affrontare insieme le sfide che attendono il settore dell energia Roma, 04 Ottobre 2011 Francesco Giorgianni Responsabile Affari Istituzionali Fonti energetiche primarie

Dettagli

Energia elettrica da fonti rinnovabili: l obiettivo per l Italia del 33% al 2020

Energia elettrica da fonti rinnovabili: l obiettivo per l Italia del 33% al 2020 Dossier a cura della Fondazione per lo sviluppo sostenibile Energia elettrica da fonti rinnovabili: l obiettivo per l Italia del 33% al 2020 Gli obiettivi internazionali e europei La traduzione nell obiettivo

Dettagli

2012 Scenari Energetici al 2040

2012 Scenari Energetici al 2040 212 Scenari Energetici al Sommario Fondamentali a livello globale 2 Settore residenziale e commerciale 3 Settore dei trasporti 4 Settore industriale 5 Produzione di energia elettrica 6 Emissioni 7 Offerta

Dettagli

Piano di Emergenza Sistema gas Italia Allegato 2 al decreto ministeriale 19 aprile 2013

Piano di Emergenza Sistema gas Italia Allegato 2 al decreto ministeriale 19 aprile 2013 Allegato 2 al decreto ministeriale 19 aprile 2013 Piano di emergenza ai sensi dell articolo 8, comma 1, del decreto legislativo n. 93/2011, in conformità con le disposizioni dell articolo 10 del Regolamento

Dettagli

Il ruolo delle pompe di calore nel futuro contesto energetico. Ennio Macchi Dipartimento di Energetica - Politecnico di Milano

Il ruolo delle pompe di calore nel futuro contesto energetico. Ennio Macchi Dipartimento di Energetica - Politecnico di Milano Il ruolo delle pompe di calore nel futuro contesto energetico Dipartimento di Energetica - Politecnico di Milano Il quesito cui cercherò di rispondere 2 La pompa di calore utilizza energia elettrica per

Dettagli

3 - Cogenerazione tecnologie disponibili, aspetti ambientali e gestionali. Enrico Malusardi Professore a contratto, Politecnico di Milano

3 - Cogenerazione tecnologie disponibili, aspetti ambientali e gestionali. Enrico Malusardi Professore a contratto, Politecnico di Milano 3 - Cogenerazione tecnologie disponibili, aspetti ambientali e gestionali Enrico Malusardi Professore a contratto, Politecnico di Milano PERCHE LA COGENERAZIONE? È la produzione combinata di calore e di

Dettagli

LA PARROCCHIA SOGGETTO DI RESPONSABILITÀ PER IL CREATO

LA PARROCCHIA SOGGETTO DI RESPONSABILITÀ PER IL CREATO Claudio G. Ferrari - Presidente Esco Italia SpA - ferrari@escoitalia.eu ESCO ITALIA SPA Seminario di studio LA PARROCCHIA SOGGETTO DI RESPONSABILITÀ PER IL CREATO Roma, 3 marzo 2007 I PROBLEMI NON POSSONO

Dettagli