23 Giugno 2003 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario e Modelli Matematici per i Mercati Finanziari ESERCIZIO 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "23 Giugno 2003 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario e Modelli Matematici per i Mercati Finanziari ESERCIZIO 1"

Transcript

1 23 Giugno 2003 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario e Modelli Matematici per i Mercati Finanziari In uno schema uniperiodale e in un contesto di analisi media-varianza, si consideri un mercato di titoli rischiosi e in cui sia presente un titolo non rischioso N con rendimento i = Supponiamo che il portafoglio di mercato M abbia rendimento atteso E M = 0.25 e la sua deviazione standard sia σ M = 0.1. Si indichi con P il portafoglio con σ P = 0.05 ed E P = Determinare il prezzo di mercato del rischio π e tracciare nel piano (σ, E) la CML, riportando i punti corrispondenti ad N ed M; 2. Rappresentare graficamente P e discuterne l efficienza. 3. Dire se esiste un portafoglio efficiente Q con σ Q = σ P e determinare le quote di N e di M nella composizione di Q. 4. La BCE ha recentemente abbassato i tassi di interesse. Supponiamo che anche i scenda, dallo 0.05 allo Quali saranno gli effetti di questo ribasso sulle coordinate di M, (σ M, E M )? Suggerimento: ricordare che nell analisi media-varianza il portafoglio M è soluzione di un problema di ottimizzazione... Utilizzando il modello binomiale a un periodo, assumendo che: b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire un movimento al rialzo con fattore a = 1.2 o al ribasso con fattore b = 0.9, c. K è pari a 100, 1. Determinare il prezzo Y 0 in t = 0 del derivato: Y T = max{s T, K} 2. Determinare il denaro da investire in S all istante iniziale per replicare Y. 3. Calcolare valore atteso e varianza della variabile aleatoria Y T utilizzando le probabilità risk-neutral. 4. La media di Y T può essere considerata una misura della profittabilità di Y? Spiegare. ESERCIZIO 3 Supponiamo di avere un mercato descritto da un modello di binomiale moltiplicativo a DUE periodi che estende il modello trattato nell Esercizio 2. Dunque abbiamo un tasso uniperiodale risk-free pari a i = 0.05, il titolo rischioso S ha prezzo iniziale pari a S 0 = 100 Euro e si può apprezzare con fattore a = 1.2 o ribassare con fattore b = 0.9 in ogni periodo. Calcolare il prezzo P 0 in t = 0 di una put europea P con scadenza T = 2 e strike K = abs 0. Calcolare il Delta di P in t = 0. Calcolare il Delta di P in t = 1, sia in caso di rialzo che in caso di ribasso di S.

2 16 Luglio 2003 Teoria matematica del portafoglio e Modelli matematici per i mercati finanziari In uno schema uniperiodale e nelle ipotesi del modello CAPM, si consideri un mercato formato da titoli rischiosi e da un titolo non rischioso N con rendimento i = Supponiamo che il portafoglio di mercato M abbia rendimento atteso E M = 0.25 e la sua deviazione standard sia σ M = 0.2. Sia P il portafoglio a varianza minima tra quelli costituiti solo da titoli rischiosi. Ponendo che tale portafoglio abbia deviazione standard σ = 0.1 e rendimento atteso E = 0.1, calcolare: 1. le quote di composizione w (1) P ; N, w(1) M del portafoglio efficiente P 1 avente la stessa deviazione standard di 2. le quote di composizione w (2) P ; N, w(2) M del portafoglio efficiente P 2 avente lo stesso rendimento atteso di 3. i β dei portafogli P 1, P 2 ; 4. i prezzi ad inizio periodo di P 1 e di P 2, supponendo che i valori attesi dei rispettivi payoffs (E[A 1 ], E[A 2 ]) siano uguali e pari a 200. Interpretare il risultato. Utilizzando il modello binomiale a un periodo, assumiamo che: b. un titolo azionario S ha prezzo corrente unitario S 0 = 100 Euro e può subire un movimento al rialzo con fattore a = 1.3 o al ribasso con fattore b = 0.8, c. K è pari a Determinare il prezzo Y 0 in t = 0 di un contratto forward Y scritto su S, in cui si acquista per consegna in T una unità di titolo rischioso al prezzo K. 2. Determinare il denaro da investire in S all istante iniziale per replicare Y. 3. Nel caso in cui Y sia venduto ad un prezzo c < Y 0, esibire un portafoglio che consente un guadagno senza rischio (arbitraggio). ESERCIZIO 3 Sulla base del modello di Black e Scholes per attivi che pagano dividendi, sapendo che l attivo in t = 0 vale S 0 = 110, che σ = 0.2, r = 0.03 ed y = 0.02 (tutte le quantità sono espresse in base annua), calcolare: 1. il prezzo V 0 in t = 0 del contratto V con scadenza T pari ad un anno e payoff V T = min{s T, S 0 }. 2. il Delta di V in t = 0; 3. il Delta di V tra tre mesi, supponendo che in tale data l attivo si sia apprezzato del 10%.

3 23 Settembre 2003 Teoria del portafoglio e Modelli matematici per i mercati In uno schema uniperiodale e nelle ipotesi del modello, CAPM, si consideri un mercato formato da titoli rischiosi e da un titolo non rischioso N con rendimento i = Supponiamo che il portafoglio di mercato M abbia rendimento atteso E M = 0.15 e la sua deviazione standard sia σ M = Un investitore decide che M è troppo rischioso. Acquista dunque un portafoglio P, efficiente, ma con volatilità pari al 75% di σ M. Determinare il rendimento atteso E P. 2. Un altro agente può accettare un rischio maggiore e compra un portafoglio Q, efficiente, con volatilità pari al 120% di M. Determinare E Q. 3. Sapendo infine che il valore atteso di P è pari a 100 e quello di Q è pari a 102, calcolare i prezzi P 0, Q 0 di P e di Q ad inizio periodo, secondo lo schema di valutazione offerto dal modello. Consideriamo un titolo S in un dato mercato finanziario e una data futura T. Uno spread è una strategia operativa in cui si assumono posizioni su opzioni dello stesso tipo. Disegnare il payoff di uno spread al rialzo Y ottenuto con queste operazioni: acquisto di una call su S con scadenza T e prezzo di esercizio K 1 ; vendita di una call su S con scadenza T a prezzo K 2 > K 1. Utilizzando poi il modello binomiale a un periodo e assumendo che il tasso di interesse da 0 a T del titolo non rischioso è i = 0.05, che S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire un movimento al rialzo con fattore a = 1.2 o al ribasso con fattore b = 0.8, che K 1 è pari a 100 e K 2 = 105, determinare: il prezzo Y 0 di Y ; la strategia replicante per lo spread. Dimostrare infine che il prezzo di uno spread al rialzo è sempre positivo. ESERCIZIO 3 Sulla base del modello di Black e Scholes, sapendo che il titolo in t = 0 vale S 0 = 100, che σ = 0.25, r = 0.01 (tutte le quantità sono espresse in base annua e non vengono pagati dividendi) e che K = 102, calcolare: il prezzo V 0 in t = 0 del contratto V con scadenza T pari ad un anno e payoff pari a: V T = max{2(k S T ), 0} + 3. il Delta di V in t = 0; il Delta in ogni istante del contratto W con scadenza T e payoff W T = V T + max{2(s T K), 0}

4 13 Novembre 2003 Teoria del portafoglio e Modelli matematici per i mercati In uno schema uniperiodale e nelle ipotesi del CAPM, si consideri un mercato formato da titoli rischiosi e da un titolo non rischioso N con rendimento i = Supponiamo che il portafoglio di mercato M abbia rendimento atteso E M = 0.25 e la sua deviazione standard sia σ M = 0.3. Sia P il portafoglio a varianza minima tra quelli costituiti solo da titoli rischiosi. Ponendo che tale portafoglio abbia deviazione standard σ = 0.15 e rendimento atteso E = 0.1, calcolare: 1. le quote di composizione w (1) P ; 2. il β del portafoglio P 1 ; N, w(1) M del portafoglio efficiente P 1 avente la stessa deviazione standard di 3. il prezzo ad inizio periodo di P 1, supponendo che il valore atteso del payoff E[A 1 ] sia pari a 100 euro. 4. È possibile costruire un portafoglio Q con rendimento atteso E Q = 0.08 scegliendo opportunamente tra i portafogli P 1, P, M ed il titolo non rischioso? Utilizzando il modello binomiale a un periodo, assumendo che: a. il tasso di interesse da 0 a T del titolo non rischioso B è i = 0.02, b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire un movimento al rialzo con fattore a = 1.04 o al ribasso con fattore b = 0.96, c. K è pari a 100, 1. Disegnare il payoff del derivato (uno strip ): Y T = 2 max(k S T, 0) + max{s T K, 0} 2. Determinare il denaro da investire in S all istante iniziale per replicare Y. 3. Determinare infine payoff e prezzo del portafoglio Z formato da: una quota di Y e una posizione corta su un forward su S per consegna in T al prezzo K. ESERCIZIO 3 Il prezzo di una azione S è 100. Ci si attende che in ognuno dei prossimi semestri il prezzo salga o scenda del 10%. Il tasso di interesse semestrale è pari all 1%. Utilizzando dunque un modello binomiale, calcolare il prezzo P 0 in t = 0 di una put europea P con scadenza un anno e strike K = 110; il Delta di P in t = 0; il Delta di P in t = 1, sia in caso di rialzo che in caso di ribasso di S; il prezzo P 0 in t = 0 se la put è americana, cioè se è consentito in t = 1 l esercizio anticipato.

5 28 Gennaio 2004 Teoria del portafoglio e Modelli matematici per i mercati In uno schema uniperiodale e in un contesto di analisi media-varianza, si consideri un mercato di titoli rischiosi e in cui sia presente un titolo non rischioso N con rendimento i = Supponiamo che il portafoglio di mercato M abbia rendimento atteso E M = 0.35 e la sua deviazione standard sia σ M = Si indichi con P il portafoglio con σ P = 0.05 ed E P = Determinare il prezzo di mercato del rischio π e tracciare nel piano (σ, E) la CML, riportando i punti corrispondenti ad N ed M; 2. Rappresentare graficamente P, discuterne l efficienza e, nel caso sia possibile, determinare le quote di N e di M nella composizione di P. 3. Dire se in questo mercato è possibile costruire il portafoglio Q con E Q = E P e con σ Q = Utilizzando il modello binomiale a un periodo, assumendo che: b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire un movimento al rialzo con fattore a = 1.1 o al ribasso con fattore b = 0.9, c. K è pari a 100, 1. Determinare il prezzo Y 0 in t = 0 del derivato: Y T = K + min{s T, K} 2. Determinare il denaro da investire in S all istante iniziale per replicare Y. 3. Calcolare valore atteso e deviazione standard della variabile aleatoria Y T utilizzando le probabilità risk-neutral. ESERCIZIO 3 Sia S t il processo di prezzo di un titolo rischioso che non paga dividendi e che ha valore corrente (t = 0) S 0 = 100 Euro. Si consideri, in t = 0, un contratto finanziario che garantisce, alla scadenza T = 4 mesi, il payoff max{s T, S 0 } Supponiamo di adottare un modello di Black-Scholes. 1. Calcolare il valore V (0) del contratto, assumendo che la volatilità di S t, espressa su base annua, sia σ = 0.35 e che l intensità istantanea di interesse su base annua sia r = Calcolare il delta del contratto in t = Facendo riferimento alla rappresentazione S T = S 0 e µt +σz T, supponiamo di aver stimato µ. Se si è ottenuto 0.02 come stima su base annua, calcolare la probabilità che il contratto a scadenza valga esattamente S 0.

6 11 Febbraio 2004 Teoria del portafoglio e Modelli matematici per i mercati In uno schema uniperiodale e nelle ipotesi del modello CAPM, si consideri un mercato formato da titoli rischiosi e da un titolo non rischioso N con rendimento i = Supponiamo di sapere che il portafoglio P con E P = 0.2 e σ P = 0.16 è efficiente. 1. Calcolare il prezzo di mercato del rischio. Sapendo poi che β P = 0.5, calcolare il rendimento atteso e la deviazione standard di M. 2. Calcolare le quote di composizione w N (P ), w M (P ) del portafoglio P. 3. Trovare l espressione di M come portafoglio composto da P e dal titolo risk free. 4. Il portafoglio costituito da tre quote di P è ammissibile? Utilizzando il modello binomiale a un periodo, assumiamo che: b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire un movimento al rialzo con fattore a = 1.1 o al ribasso con fattore b = 0.9, c. K 1 è pari a 105 e K 2 = 115. Comsiderare il seguente contratto Z con payoff Z T definito come: Z T = min{s T, K 1 } + max(s T, K 2 ). 1. Nel piano (S, Z) disegnare il payoff del contratto. 2. Determinare il prezzo Z 0 di Z a inizio periodo. 3. Descrivere una possibile interpretazione finanziaria dell operazione Z (suggerimento: di quali investimenti si compone?). ESERCIZIO 3 Sulla base del modello di Black e Scholes per titoli che pagano dividendi, sapendo che il titolo S in t = 0 vale S 0 = 90, che σ = 0.2, r = 0.03 ed y = 0.01 (tutte le quantità sono espresse in base annua), calcolare: 1. il prezzo V 0 in t = 0 del contratto V con scadenza T pari ad un anno e payoff V T = min{s T, S 0 } + S 0 ; 2. il Delta di V in t = 0; 3. il Delta di V tra cinque mesi, supponendo che in tale data il titolo si sia apprezzato del 10%.

7 9 Giugno 2004 Teoria del portafoglio In uno schema uniperiodale e nelle ipotesi del modello CAPM, si consideri un mercato formato da titoli rischiosi e da un titolo non rischioso N con rendimento i = Si supponga che il portafoglio di mercato M abbia rendimento atteso µ M = 0.15 e deviazione standard σ M = 0.1. Sia P il portafoglio a varianza minima tra quelli costituiti solo da titoli rischiosi. Ponendo che tale portafoglio abbia deviazione standard σ = 0.07 e rendimento atteso µ = 0.08, calcolare: 1. le quote di composizione w (1) N, w(1) M del portafoglio efficiente P 1 che ha lo stesso rendimento atteso P ; 2. il coefficiente di correlazione di P col portafoglio di mercato; 3. i prezzi a inizio periodo di P 1 e di P, supponendo che per i valori attesi dei rispettivi payoff si abbia: E[A 1 ] = E[A ] = 150. Interpretare il risultato. Utilizzando il modello binomiale a un periodo, si assuma che: b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire, tra 0 e T, un movimento al rialzo con fattore a = 1.25 o al ribasso con fattore b = 0.9, Sia Y il valore di un contratto a termine per l acquisto di S per consegna in T di DUE unità del titolo rischioso, al prezzo complessivo K = Scrivere l espressione del payoff Y T a fine periodo del contratto a termine. 2. Disegnare il payoff Y T del contratto. 3. Determinare il prezzo Y 0 in t = 0 del contratto a temine. 4. Determinare il denaro da investire in S in t = 0 per replicare il payoff Y T. 5. Ricavare il valore atteso in t = 0 di S T secondo le probabilità risk-neutral. ESERCIZIO 3 Sulla base del modello di Black e Scholes per asset che pagano dividendi, sapendo che l asset vale S 0 = 100 in t = 0, che σ = 0.23, r = 0.02 e y = 0.01 (tutte le quantità essendo espresse su base annua), calcolare: 1. il prezzo V 0 in t = 0 del contratto V con scadenza T = 1 anno e payoff V T = 2 min{s T, S 0 }. 2. il Delta di V in t = 0;

8 3. il prezzo di V tra tre mesi, supponendo che in tale data l asset si sia deprezzato del 20%. Confrontare col prezzo ottenuto al punto 1. 9 Giugno 2004 Modelli Matematici per i Mercati Finanziari ESERCIZIO Sulla base del modello di Black e Scholes per asset che pagano dividendi, sapendo che un asset vale S 0 = 100 in t = 0, che σ = 0.22, r = e y = 0.01 (tutte le quantità essendo espresse su base annua), calcolare: (a) il prezzo in t = 0 del contratto V con scadenza T = 1 anno e payoff V T = max { 3 2 S T, S 0 }. (b) il delta t = 0 del contratto V. (c) il delta di V tra tre mesi in questi due casi: a) qualora l asset rischioso si sia deprezzato del 20%; b) qualora l asset rischioso si sia apprezzato del 20%; (d) Confrontare ed interpretare i risultati ottenuti.

9 23 Giugno 2004 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario e Modelli Matematici per i Mercati Finanziari In uno schema uniperiodale e nelle ipotesi del modello, CAPM, si consideri un mercato formato da titoli rischiosi e da un titolo non rischioso N con rendimento i = Supponiamo che il market price of risk sia π = 1.5 e che il portafoglio di mercato M abbia rendimento atteso E M = Determinare la deviazione standard σ M e riportare nel piano (σ, E) la CML. 2. Indicato con Q un portafoglio efficiente con E Q = 3 2 E M, determinarne il relativo β Q. 3. Detto P un portafoglio rischioso con σ P = 3 2 σ M, supponiamo che β P = Determinare la correlazione ρ tra P ed M. Utilizzando il modello binomiale a un periodo, assumiamo che: b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire un movimento al rialzo con fattore a = 1.25 o al ribasso con fattore b = 0.8, c. K è pari a Determinare il prezzo Y 0 in t = 0 di Y T = 3 max(s T K, 0). 2. Determinare il denaro da investire in S all istante iniziale per replicare Y. 3. Sul mercato è quotata una put con strike K e scadenza T ad un prezzo P 0 > Y 0 3 S 0 + K m : esibire una strategia di arbitraggio. ESERCIZIO 3 Sulla base del modello di Black e Scholes per titoli che non pagano dividendi, sapendo che il titolo in t = 0 vale S 0 = 110, che σ = 0.2 e che r = 0.02 (tutte le quantità sono espresse in base annua), calcolare: il prezzo V 0 in t = 0 del contratto V con scadenza T pari ad un anno e payoff V T = max{s T, S 0 }. il Delta di V in t = 0; il Delta in t = 0 del portafoglio V con payoff V T = 3V T + 2S T. Modelli Matematici per i Mercati Finanziari (23 Giugno 2004) Utilizzando il modello binomiale a due periodi, assumiamo che:

10 b. un titolo azionario S, che non paga dividendi, ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire un movimento al rialzo con fattore a = 1.20 o al ribasso con fattore b = 0.90, c. K è pari a Determinare il prezzo Y 0 in t = 0 del derivato europeo Y T = 2 max(k S T, 0). 2. Calcolare il prezzo Z 0 del derivato americano corrispondente, cioè del derivato con payoff uguale a quello del punto precedente e con in più il diritto di esercizio anticipato. Sulla base del modello di Black e Scholes per attivi che non pagano dividendi, sapendo che l attivo in t = 0 vale S 0 = 110, che σ = 0.25 e che r = 0.02 (tutte le quantità sono espresse in base annua), calcolare: 1. il prezzo V 0 in t = 0 del contratto V con scadenza T pari ad un anno e payoff V T = max{s T S 0, 0}+S 0 ; 2. il Delta di V in t = 0.

11 2 Settembre 2004 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario e Modelli Matematici per i Mercati Finanziari In uno schema uniperiodale e nelle ipotesi del modello CAPM, si consideri un mercato formato da titoli rischiosi e da un titolo non rischioso N con rendimento i = Supponiamo che in un piano (σ, µ) il portafoglio di mercato M abbia coordinate (0.20; 0.30) e che il portafoglio a varianza minima P abbia coordinate (0.10; 0.10). 1. Determinare il β di un portafoglio efficiente Q con lo stesso rendimento atteso di P. 2. Dire se si può ottenere un portafoglio P formato al 50% da N e al 50% da P. In caso, determinarne rendimento atteso µ P e deviazione standard σ P e dire se P è efficiente. 3. Si può costruire un portafoglio R vendendo allo scoperto il 50% di P e comprando il 150% di M? In caso, determinarne il rendimento atteso µ R. Utilizzando il modello binomiale a un periodo, assumiamo che: b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire un movimento al rialzo con fattore a = 1.21 o al ribasso con fattore b = 0.9, c. K 1 = 100 e K 2 = Detta P una put lunga con strike K 2 e detta C una call lunga con strike K 1, disegnare il payoff del derivato Y formato da due P e da una C. 2. Determinare il Delta di Y ed il suo prezzo Y Quali sono le quote di composizione di un portafoglio replicante per Y composto da una componente di P e da una componente di C? e quali sono le quote di composizione di un portafoglio replicante per Y composto da una componente di P e da una componente di P + C? ESERCIZIO 3 Sulla base del modello di Black e Scholes per attivi che non pagano dividendi, sapendo che l attivo in t = 0 vale S 0 = 100, che σ = 0.21 e che r = 0.02 (tutte le quantità sono espresse in base annua), calcolare: 1. il prezzo V 0 in t = 0 del contratto V con scadenza T pari a sei mesi e payoff V T = min{s T, S 0 }. 2. il Delta di V in t = 0; 3. il Delta in t = 0 del portafoglio W, ottenuto come mixing di V e del sottostante, con payoff W T = 2V T + 2P T, dove con P indichiamo una put con strike S 0 e scadenza T.

12 2 Settembre 2004 Modelli Matematici per i Mercati Finanziari Utilizzando il modello binomiale a tre periodi, assumiamo che: b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire un movimento al rialzo con fattore a = 1.1 o al ribasso con fattore b = 0.8, c. K = Determinare il prezzo Y 0 in t = 0 del derivato europeo Y T = max(k S T, 0). 2. Calcolare il prezzo Z 0 del derivato americano con payoff come al punto precedente. Sulla base del modello di Black e Scholes per attivi che non pagano dividendi, sapendo che l attivo in t = 0 vale S 0 = 110, che σ = 0.20 e che r = 0.02 (tutte le quantità sono espresse in base annua), calcolare: 1. il prezzo V 0 in t = 0 del contratto V con scadenza T pari a sei mesi e payoff V T = max{s T, S 0 } + 3S 0 ; 2. il Delta di V in t = 0. 3 Febbraio 2005 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario In uno schema uniperiodale e sotto le ipotesi del CAPM, si consideri un mercato di titoli rischiosi in cui sia presente un titolo non rischioso con rendimento i = 5%, e si supponga che il portafoglio di mercato M abbia deviazione standard σ M = 25%. Si consideri inoltre l insieme Q dei portafogli con rendimento atteso µ = 20% e β = Trovare la varianza del portafoglio efficiente P 1 che appartiene a Q. 2. Calcolare il prezzo di mercato del rischio π e il rendimento atteso µ M del portafoglio di mercato M. 3. Calcolare il coefficiente di correlazione ρ M2 con il mercato di un portafoglio P 2 che appartiene a Q e che ha deviazione standard σ 2 = 15%. 4. Nel piano (σ, E), tracciare la Capital Market Line e indicare i portafogli P 1, P 2 e M. Utilizzando il modello binomiale a un periodo, si assuma che:

13 b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire, tra 0 e T, un movimento al rialzo con fattore a = 1.1 o al ribasso con fattore b = 0.9, c. K è uguale a 105. Sia Y il contratto che a scadenza paga: Y T = S T K + 2 max{s T K, 0} 1. Scrivere l espressione del payoff Y T in termini di sole opzioni call e put e disegnarne il payoff. 2. Determinare il prezzo Y 0 in t = 0 del contratto. 3. Detto Z il portafoglio composto da una posizione long su Y e da una posizione long su una put su S con strike K, dire a quale posizione su opzioni tale portafoglio è equivalente. 4. Determinare il denaro da investire in S in t = 0 per replicare il payoff Z T di questo portafoglio. 3 Febbraio 2005 Modelli Matematici per i Mercati Finanziari Il prezzo di una azione S è 100 e in ognuno dei prossimi due semestri il prezzo può variare additivamente, aumentando o diminuendo di una costante a = 8. Il tasso di interesse semestrale è pari al 5%. Calcolare il prezzo P 0 in t = 0 di una put europea P con scadenza un anno e strike K = 96. Calcolare il Delta di P in t = 1 semestre, sia in caso di rialzo che in caso di ribasso di S. Calcolare il prezzo P 0 in t = 0 se la put è americana, cioè se è consentito in t = 1 l esercizio anticipato. Il cambio a pronti EUR/USD in t = 0 è X 0 = 1.30 Euro per dollaro. Sulla base del modello di Garman- Kohlhagen, sapendo che il tasso di interesse domestico è i = 0.01, che quello estero è i E = 0.03 e che la volatilità del cambio è σ = 0.2 (tutti i valori sono espressi su base annua), determinare: il prezzo di non arbitraggio (in Euro) di una put europea scritta su X, con prezzo di esercizio K = 1.30 Euro e scadenza tra 6 mesi (riportare i valori di d 1 e d 2 ); il valore del tasso estero i E tale che il prezzo della put coincida con quello della call avente stesse caratteristiche. 18 Febbraio 2005 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario

14 Nelle ipotesi del modello CAPM si consideri un mercato formato da titoli rischiosi e da un titolo non rischioso N con rendimento i = Si supponga che il portafoglio di mercato M abbia rendimento atteso µ M = 0.15 e deviazione standard σ M = 0.1. Sia P il portafoglio a varianza minima tra quelli costituiti solo da titoli rischiosi. Ponendo che tale portafoglio abbia deviazione standard σ = 0.08 e rendimento atteso µ = 0.10, calcolare: 1. le quote di composizione w (1) P ; N, w(1) M del portafoglio efficiente P 1 che ha la stessa deviazione standard di 2. il coefficiente di correlazione di P 1 e di P col portafoglio di mercato; 3. i prezzi a inizio periodo di P 1 e di P, supponendo che per i valori attesi dei rispettivi payoff si abbia: E[A 1 ] = E[A ] = 150. Interpretare il risultato. Utilizzando il modello binomiale a un periodo, si assuma che: b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire, tra 0 e T, un movimento al rialzo con fattore a = 1.15 o al ribasso con fattore b = 0.95, c. K 1 è pari a 106. Sia Y il contratto che a scadenza paga: Y T = max(s T, K 1 ) + 2K 1 1. Scrivere l espressione del payoff Y T in termini di sole opzioni e investimenti al tasso risk-free e disegnarne il payoff. 2. Determinare il prezzo Y 0 in t = 0 del contratto. 3. Calcolare il delta Y in t = Detto poi Z K il portafoglio con payoff ZT K = max(s T, K 1 ) + K e Z K il relativo delta, dire se Z K = Y motivando la risposta. 18 Febbraio 2005 Modelli Matematici per i Mercati Finanziari Il prezzo di una azione S è 100 e in ognuno dei prossimi due semestri il prezzo può variare, apprezzandosi o deprezzandosi del 9%. Il tasso di interesse semestrale è pari al 5%. Calcolare il prezzo P 0 in t = 0 di una put europea P con scadenza un anno e strike K = 98. Calcolare il Delta di P in t = 1, sia in caso di rialzo che in caso di ribasso di S. Calcolare il prezzo P0 A in t = 0 se la put è americana, cioè se è consentito in t = 1 l esercizio anticipato. Discutere il risultato ottenuto.

15 Si consideri, in t = 0, un contratto finanziario che garantisce, alla scadenza T, il payoff min{s T, K} essendo S T il valore raggiunto da un titolo azionario che paga dividendi e che ha valore corrente (t = 0) S 0 = 100 Euro. Assumendo che 1. la scadenza del contratto sia T = 6 mesi; 2. K = 100; 3. l intensità istantanea di interesse su base annua sia r = 0.05 e che il dividend yield sia y = 0.03; 4. la volatilità di S su base annua sia σ = 0.3, calcolare, secondo il modello di Black-Scholes: il valore V (0) del contratto; il delta del contratto in t = giugno 2005 Teoria matematica del portafoglio finanziario In uno schema uniperiodale e sotto le ipotesi del modello media-varianza, si consideri un mercato di titoli rischiosi e in cui sia presente un titolo non rischioso con rendimento i = 3% e si supponga che il portafoglio di mercato M abbia rendimento atteso µ M = 23% e che π = Determinare σ M. 2. Determinare le coordinate σ P, µ P di un portafoglio efficiente P con β P = Determinare le coordinate σ Q, µ Q di un portafoglio efficiente Q con β Q = Scrivere infine le quote w P, w Q dei portafogli P e Q necessarie per ottenere il portafoglio di mercato M, riportando tutti i punti considerati sulla CML. Utilizzando il modello binomiale a un periodo, si assuma che: b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire, tra 0 e T, un movimento al rialzo con fattore a = 1.2 o al ribasso con fattore b = 0.9, c. K 1 è pari a 105 e K 2 è pari a 110.

16 Sia Y il seguente contratto: Y T = 2 max(k 1 S T, 0) + max(s T K 2, 0) 1. Individuare le opzioni alla base del contratto Y e disegnare il payoff Y T. 2. Determinare il prezzo Y 0 in t = 0, riportando il valore q della probabilità risk-neutral in caso di rialzo del mercato. 3. Determinare il Y e la quota B da investire in obbligazioni per replicare Y. 4. Dire se è vera la seguente affermazione: il contratto Z con payoff Z T = 2(K 1 S T ) ha prezzo minore di Y e giustificare la risposta. 16 giugno 2005 Modelli matematici per i mercati finanziari Il prezzo di una azione S è 100 e in ognuno dei prossimi due semestri il prezzo può variare moltiplicativamente, apprezzandosi o deprezzandosi con fattori a = 1.2 e b = 0.7 rispettivamente. Il tasso di interesse semestrale è pari al 5%. Calcolare il prezzo P 0 in t = 0 di una put europea P con scadenza un anno e strike K = 84. Calcolare il Delta di P in t = 1, sia in caso di rialzo che in caso di ribasso di S. Calcolare il prezzo P 0 in t = 0 se la put è americana, cioè se è consentito in t = 1 l esercizio anticipato. Il cambio a pronti EUR/USD in t = 0 è X 0 = 1.31 Euro per dollaro. Sulla base del modello di Garman- Kohlahgen, sapendo che il tasso di interesse domestico è i L = 0.02, che quello estero è i E = e che la volatilità del cambio è σ = 0.2 (tutti i valori sono espressi su base annua), determinare: il prezzo di non arbitraggio (in Euro) di una put europea scritta su X, con prezzo di esercizio K = 1.31 EUR/USD e scadenza tra un anno (riportare i valori di d 1 e d 2 ); il Delta di una opzione call con le stesse caratteristiche della put al punto precedente. 16 giugno 2005 Teoria matematica del portafoglio finanziario e modelli matematici- vecchio ordinamento In uno schema uniperiodale e sotto le ipotesi del modello media-varianza, si consideri un mercato di titoli rischiosi e in cui sia presente un titolo non rischioso con rendimento i = 3% e si supponga che il portafoglio di mercato M abbia rendimento atteso µ M = 23% e che π = Determinare σ M.

17 2. Determinare le coordinate σ P, µ P di un portafoglio efficiente P con β P = Determinare le coordinate σ Q, µ Q di un portafoglio efficiente Q con β Q = Scrivere infine le quote w P, w Q dei portafogli P e Q necessarie per ottenere il portafoglio di mercato M, riportando tutti i punti considerati sulla CML. Utilizzando il modello binomiale a un periodo, si assuma che: b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire, tra 0 e T, un movimento al rialzo con fattore a = 1.2 o al ribasso con fattore b = 0.9, c. K 1 è pari a 105 e K 2 è pari a 110. Sia Y il seguente contratto: Y T = 2 max(k 1 S T, 0) + max(s T K 2, 0) 1. Individuare le opzioni alla base del contratto Y e disegnare il payoff Y T. 2. Determinare il prezzo Y 0 in t = 0, riportando il valore q della probabilità risk-neutral in caso di rialzo del mercato. 3. Determinare il Y e la quota B da investire in obbligazioni per replicare Y. 4. Dire se è vera la seguente affermazione: il contratto Z con payoff Z T = 2(K 1 S T ) ha prezzo minore di Y. Giustificare la risposta. ESERCIZIO 3 Il cambio a pronti EUR/USD in t = 0 è X 0 = 1.31 Euro per dollaro. Sulla base del modello di Garman- Kohlahgen, sapendo che il tasso di interesse domestico è i L = 0.02, che quello estero è i E = e che la volatilità del cambio è σ = 0.2 (tutti i valori sono espressi su base annua), determinare: il prezzo di non arbitraggio (in Euro) di una put europea scritta su X, con prezzo di esercizio K = 1.31 EUR/USD e scadenza tra un anno (riportare i valori di d 1 e d 2 ); il Delta di una opzione call con le stesse caratteristiche della put al punto precedente. 30 giugno 2005 Teoria matematica del portafoglio finanziario In uno schema uniperiodale e sotto le ipotesi del modello CAPM, si consideri un mercato di titoli rischiosi e in cui sia presente un titolo non rischioso con rendimento i = 5% e si supponga che il portafoglio di mercato M abbia rendimento atteso µ M = 25% e che π = 1.

18 1. Determinare σ M. 2. Un portafoglio P ha ρ P = 0.5 ed è noto che il rapporto tra la sua varianza e quella di M è pari a 9. Determinare β P e µ P. 3. Dopo aver individuato l equazione che caratterizza i portafogli con lo stesso β di P, disegnarne il grafico nel piano (σ, µ) riportando anche la CML. Utilizzando il modello binomiale a un periodo, si assuma che: a. il tasso di interesse da 0 a T del titolo non rischioso è i = 5%, b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire, tra 0 e T, un movimento al rialzo con fattore a = 1.1 o al ribasso con fattore b = 0.8, c. K 1 è pari a 105 e K 2 è pari a 100. Sia Y il seguente contratto: Y T = max(k 1 S T, 0) + 2 max(s T K 2, 0) 1. Individuare le opzioni alla base del contratto Y e disegnare il payoff Y T. 2. Determinare il prezzo Y 0 in t = Determinare il Y e la quota B da investire in obbligazioni per replicare Y. 4. Calcolare il valore atteso (sotto la probabilità risk-neutral) della SOLA COMPONENTE IN OPZIONI CALL di Y T. 30 giugno 2005 Modelli matematici per i mercati finanziari Il prezzo di una azione S è 100 e in ognuno dei prossimi due semestri il prezzo può variare moltiplicativamente, apprezzandosi o deprezzandosi con fattori a = 1.15 e b = 0.7 rispettivamente. Si assuma che il tasso di interesse in ciascuno dei semestri considerati sia nullo. Calcolare il prezzo P 0 in t = 0 di una put europea P con scadenza un anno e strike K = 80. Calcolare il Delta di P in t = 1, sia in caso di rialzo che in caso di ribasso di S. Calcolare il prezzo P 0 in t = 0 se la put è americana, cioè se è consentito in t = 1 l esercizio anticipato.

19 Sulla base del modello di Black e Scholes per attivi che non pagano dividendi, sapendo che l attivo in t = 0 vale S 0 = 100, che σ = 0.25, r = 0.01 (tutte le quantità sono espresse in base annua), calcolare: 1. il prezzo V 0 in t = 0 del contratto V con scadenza T pari ad un anno e payoff V T = max{s T, S 0 }+3S il Delta di V in t = 0; 3. il prezzo Z 0 del portafoglio formato da una quota di V e una call corta su S con strike S 0 e scadenza T. 30 giugno 2005 Teoria matematica del portafoglio finanziario e modelli matematici- vecchio ordinamento In uno schema uniperiodale e sotto le ipotesi del modello CAPM, si consideri un mercato di titoli rischiosi e in cui sia presente un titolo non rischioso con rendimento i = 5% e si supponga che il portafoglio di mercato M abbia rendimento atteso µ M = 25% e che π = Determinare σ M. 2. Un portafoglio P ha ρ P = 0.5 ed è noto che il rapporto tra la sua varianza e quella di M è pari a 9. Determinare β P e µ P. 3. Dopo aver individuato l equazione che caratterizza i portafogli con lo stesso β di P, disegnarne il grafico nel piano (σ, µ) riportando anche la CML. Utilizzando il modello binomiale a un periodo, si assuma che: a. il tasso di interesse da 0 a T del titolo non rischioso è i = 5%, b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire, tra 0 e T, un movimento al rialzo con fattore a = 1.1 o al ribasso con fattore b = 0.8, c. K 1 è pari a 105 e K 2 è pari a 100. Sia Y il seguente contratto: Y T = max(k 1 S T, 0) + 2 max(s T K 2, 0) 1. Individuare le opzioni alla base del contratto Y e disegnare il payoff Y T. 2. Determinare il prezzo Y 0 in t = Determinare il Y e la quota B da investire in obbligazioni per replicare Y.

20 4. Calcolare il valore atteso (sotto la probabilità risk-neutral) della SOLA COMPONENTE IN OPZIONI CALL di Y T. ESERCIZIO 3 Sulla base del modello di Black e Scholes per attivi che non pagano dividendi, sapendo che l attivo in t = 0 vale S 0 = 100, che σ = 0.25, r = 0.01 (tutte le quantità sono espresse in base annua), calcolare: 1. il prezzo V 0 in t = 0 del contratto V con scadenza T pari ad un anno e payoff V T = max{s T, S 0 }+3S il Delta di V in t = il prezzo Z 0 del portafoglio formato da una quota di V e una call corta su S con strike S 0 e scadenza T. 5 settembre 2005 Teoria matematica del portafoglio finanziario In uno schema uniperiodale e sotto le ipotesi del modello CAPM, si consideri un mercato di titoli rischiosi e in cui sia presente un titolo non rischioso con rendimento i = 0.05 e si supponga che il portafoglio di mercato M abbia coordinate σ M = 0.15, µ M = Determinare il market price of risk π. 2. Dato un portafoglio P e indicato con I P il relativo rendimento, supponiamo di conoscere la covarianza tra I P ed I M : Cov(I P, I M ) = Calcolare β P e µ P. 3. Supponendo infine che il valore atteso del payoff di P sia E[A P ] = 100, calcolare il prezzo di P ad inizio periodo col metodo RAD. Utilizzando il modello binomiale a un periodo, assumiamo che: b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire un movimento al rialzo con fattore a = 1.20 o al ribasso con fattore b = 0.70, c. K è pari a 100 Euro. e sia Y il contratto con payoff Y T = max(s T K, 0) 2 max ( 3 4 K S T, 0 ). 1. Disegnare il payoff Y T e dire di quali opzioni si compone. 2. Determinare il prezzo Y 0 in t = 0 di Y.

21 3. Determinare l ammontare di denaro da investire in S all istante iniziale per replicare Y. 4. Si consideri un contratto Zcomposto da una quota di Y, due azioni e uno zero coupon con valore nominale 50: determinare il Delta Z di questo contratto. 5 settembre 2005 Modelli matematici per i mercati finanziari Il prezzo di una azione S è 100 e in ognuno dei prossimi due semestri il prezzo può variare moltiplicativamente, apprezzandosi o deprezzandosi con fattori semestrali a = 1.3 e b = 0.8 rispettivamente. Il tasso di interesse semestrale è pari al 10%. Calcolare il prezzo P 0 in t = 0 di una put europea P con scadenza in t = 2, cioè tra un anno, e con strike K = 100. Calcolare il Delta di P in t = 1, sia in caso di rialzo che in caso di ribasso di S. Calcolare il prezzo P 0 in t = 0 se la put è americana, cioè se è consentito in t = 1 l esercizio anticipato. Sulla base del modello di Black e Scholes per attivi che non pagano dividendi, sapendo che l attivo in t = 0 vale S 0 = 100, che σ = 0.23, r = 0.15 (tutte le quantità sono espresse in base annua), calcolare: 1. il prezzo V 0 in t = 0 del contratto V con scadenza T pari ad un anno e payoff V T = min{s T, 100} + S T (riportando l eventuale decomposizione utilizzata e i valori di d 1 e di d 2 ). 2. il Delta di V in t = 0; 3. il Delta di V tra sei mesi, supponendo che il titolo rischioso valga S 0.5 = settembre 2005 Teoria matematica del portafoglio finanziario e modelli matematici- vecchio ordinamento In uno schema uniperiodale e sotto le ipotesi del modello CAPM, si consideri un mercato di titoli rischiosi e in cui sia presente un titolo non rischioso con rendimento i = 0.05 e si supponga che il portafoglio di mercato M abbia coordinate σ M = 0.15, µ M = Determinare il market price of risk π. 2. Dato un portafoglio P e indicato con I P il relativo rendimento, supponiamo di conoscere la covarianza tra I P ed I M : Cov(I P, I M ) = Calcolare β P e µ P. 3. Supponendo infine che il valore atteso del payoff di P sia E[A P ] = 100, calcolare il prezzo di P ad inizio periodo col metodo RAD.

22 Utilizzando il modello binomiale a un periodo, assumiamo che: b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire un movimento al rialzo con fattore a = 1.20 o al ribasso con fattore b = 0.70, c. K è pari a 100 Euro. e sia Y il contratto con payoff Y T = max(s T K, 0) 2 max ( 3 4 K S T, 0 ). 1. Disegnare il payoff Y T e dire di quali opzioni si compone. 2. Determinare il prezzo Y 0 in t = 0 di Y. 3. Determinare l ammontare di denaro da investire in S all istante iniziale per replicare Y. 4. Si consideri un contratto Zcomposto da una quota di Y, due azioni e uno zero coupon con valore nominale 50: determinare il Delta Z di questo contratto. ESERCIZIO 3 Sulla base del modello di Black e Scholes per attivi che non pagano dividendi, sapendo che l attivo in t = 0 vale S 0 = 100, che σ = 0.23, r = 0.15 (tutte le quantità sono espresse in base annua), calcolare: 1. il prezzo V 0 in t = 0 del contratto V con scadenza T pari ad un anno e payoff V T = min{s T, 100} + S T (riportando l eventuale decomposizione utilizzata e i valori di d 1 e di d 2 ). 2. il Delta di V in t = 0; 3. il Delta di V tra sei mesi, supponendo che il titolo rischioso valga S 0.5 = settembre 2005 Teoria matematica del portafoglio finanziario In uno schema uniperiodale e sotto le ipotesi del modello CAPM, si consideri un mercato di titoli rischiosi e in cui sia presente un titolo non rischioso con rendimento i = 0.05 e si supponga che il portafoglio di mercato M abbia coordinate σ M = 0.20, µ M = Determinare il market price of risk π. 2. Dato un portafoglio P e indicato con I P il relativo rendimento, sia Cov(I P, I M ) = Calcolare β P e µ P. Si può affermare che P è efficiente? 3. Dato infine un portafoglio efficiente Q con Cov(I Q, I M ) = 0.06, determinare σ Q e µ Q. Utilizzando il modello binomiale a un periodo, assumiamo che:

23 b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire un movimento al rialzo con fattore a = 1.20 o al ribasso con fattore b = 0.90, c. K 1 è pari a 107 e K 2 = 95. e sia Y il contratto con payoff Y T = 2 max(s T K 1, 0) + max (K 2 S T, 0). 1. Disegnare il payoff Y T e dire di quali opzioni si compone. 2. Determinare il prezzo Y 0 in t = 0 di Y. 3. Determinare il Y. 4. Se Z è il contratto dato da tre quote di Y ed una azione, determinare Z. 20 settembre 2005 Modelli matematici per i mercati finanziari Il prezzo di una azione S è 100 e in ognuno dei prossimi due semestri il prezzo può variare moltiplicativamente, apprezzandosi o deprezzandosi con fattori a = 1.2 e b = 0.8 rispettivamente. Il tasso di interesse semestrale è pari al 7%. Calcolare il prezzo C 0 in t = 0 di una call europea C con scadenza un anno e strike K = 105. Calcolare il Delta di C in t = 1, sia in caso di rialzo che in caso di ribasso di S. Calcolare il prezzo P 0 in t = 0 di una put americana con stesso strike e scadenza di C. Sulla base del modello di Black e Scholes per attivi che non pagano dividendi, sapendo che l attivo in t = 0 vale S 0 = 100, che σ = 0.23, r = 0.15 (tutte le quantità sono espresse in base annua), calcolare: 1. il prezzo V 0 in t = 0 del contratto V con scadenza T pari ad un anno e payoff V T = 3 max{s T, S 0 } (riportando i valori di d 1 e di d 2 ). 2. il Delta di V in t = 0; 3. il Delta di V tra due mesi, supponendo che il titolo rischioso si deprezzi del 2%. 5 aprile 2006 Teoria matematica del portafoglio finanziario Esercizio 1 In uno schema uniperiodale e sotto le ipotesi del modello CAPM, si consideri un mercato di titoli in cui sia presente un titolo non rischioso con rendimento i = Supporre che il prezzo di mercato del rischio sia π M = 1.5 e che il portafoglio di mercato M abbia rendimento atteso µ M = 0.32.

24 1. Determinare σ M. 2. È dato un portafoglio P efficiente: indicando con I P il relativo rendimento, sia Cov(I P, I M ) = Calcolare µ P. 3. Supporre che un secondo portafoglio Q abbia ρ Q,M = 0.5 ed abbia il seguente payoff: { 5 con probabilità 0.4 A Q = 3 con probabilità 0.6 Determinare β Q. Esercizio 2 Utilizzando il modello binomiale a un periodo, assumere che: b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire un movimento al rialzo con fattore a = 1.25 o al ribasso con fattore b = 0.90, c. K è pari a 100. Sia Y il contratto con payoff Y T = 3 max( K 2 S T, 0) max (S T K, 0). 1. Disegnare il payoff Y T e dire di quali opzioni si compone. 2. Determinare il prezzo Y 0 in t = 0 di Y. 3. Determinare il Y. 4. Qual è il della posizione Z ottenuta: 1) comprando una quota di Y e 2) vendendo due opzioni call su S con strike K? 5 aprile 2006 Modelli matematici per i mercati finanziari Esercizio 1 Il prezzo di una azione S è 100 e in ognuno dei prossimi tre semestri il prezzo può variare moltiplicativamente, apprezzandosi o deprezzandosi con fattori a = 1.1 e b = 0.8 rispettivamente. Il tasso di interesse semestrale è pari al 2%. 1. Calcolare il prezzo C 0 in t = 0 di una call europea C con scadenza un anno e strike K = Calcolare il Delta di C in t = 2 3. Calcolare il Delta di C in t = 1. Esercizio 2 Sulla base del modello di Black e Scholes per attivi che non pagano dividendi, sapendo che l attivo in t = 0 vale S 0 = 100, che σ = 0.25, r = 0.02 (tutte le quantità sono espresse in base annua), calcolare:

25 1. il prezzo V 0 in t = 0 del contratto V con scadenza T pari ad un anno e payoff V T = min{s T, S 0 } + S T (riportando i valori di d 1 e di d 2 ). 2. il Delta di V in t = 0; 3. il Delta di V tra un mese, supponendo che il titolo rischioso resti costante. 14 giugno 2006 Teoria matematica del portafoglio finanziario Esercizio 1 In uno schema uniperiodale e sotto le ipotesi del modello CAPM, si consideri un mercato di titoli in cui sia presente un titolo non rischioso con rendimento i = Supporre che il prezzo di mercato del rischio sia π M = 1.00 e che il portafoglio di mercato M abbia rendimento atteso µ M = Determinare σ M. 2. Si sa che il β di portafoglio P è Calcolare µ P. 3. Supponiamo di aver stimato la correlazione del portafoglio P al punto precedente con M e di aver ottenuto ρ P M = 1. Determinare σ P e descrivere l insieme dei portafogli ottenibili come mixing di P ed M. 4. Supponiamo di aver invece stimato la deviazione standard σ P e di aver trovato σ P = Calcolare la correlazione ρ P M in questo nuovo contesto. Esercizio 2 Utilizzando il modello binomiale a un periodo, assumere che: b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire un movimento al rialzo con fattore a = 1.2 o al ribasso con fattore b = 0.90, c. c è un parametro positivo, che fissiamo pari a 5. Sia Y c il contratto con payoff Y c T = max(s T (S 0 + c), 0) max (S 0 S T, 0). 1. Disegnare il payoff Y c T e dire di quali opzioni si compone. 2. Determinare il prezzo Y c 0 in t = 0 di Y c. 3. Ora, sia semplicemente c 0. In una ottica simile a quella dei contratti forward, trovare il valore di c che rende nullo il valore iniziale di un contratto del tipo sopra descritto (ovvero, Y c 0 = 0).

26 14 giugno 2006 Modelli matematici per i mercati finanziari Esercizio 1 Il prezzo di una azione S è 100 e in ognuno dei prossimi quattro semestri il prezzo può variare moltiplicativamente, apprezzandosi o deprezzandosi con fattori a = 1.2 e b = 0.9 rispettivamente. Il tasso di interesse semestrale è pari al 2.5%. 1. Calcolare il prezzo C 0 in t = 0 di una call europea C con scadenza un anno e strike K = Calcolare il Delta di C in t = 2. Esercizio 2 Sulla base del modello di Black e Scholes per attivi che non pagano dividendi, sapendo che l attivo in t = 0 vale S 0 = 50, che σ = 0.25, r = 0.01 (tutte le quantità sono espresse in base annua), calcolare: 1. il prezzo V 0 in t = 0 del contratto V con scadenza T pari a sei mesi e payoff V T = max(s T, S 0 ) (riportando i valori di d 1 e di d 2 ). 2. il Delta di V in t = 0; 3. Detto W il contratto con scadenza T e payoff W T = V T + min(s T, S 0 ), trovare il Delta di W in ogni istante 0 t T. 19 luglio 2006 Teoria matematica del portafoglio finanziario Esercizio 1 In uno schema uniperiodale e nelle ipotesi del modello CAPM, si consideri un mercato formato da titoli rischiosi e da un titolo non rischioso N con rendimento i = Si supponga che il portafoglio di mercato M abbia rendimento atteso µ M = 0.22 e deviazione standard σ M = Sia P il portafoglio a varianza minima tra quelli costituiti solo da titoli rischiosi. Ponendo che tale portafoglio abbia deviazione standard σ = 0.10 e rendimento atteso µ = 0.11, calcolare: 1. le quote di composizione w (1) N, w(1) M del portafoglio efficiente P 1 con deviazione standard σ P 1 = σ P ; 2. il coefficiente di correlazione di P col portafoglio di mercato; 3. i prezzi a inizio periodo di P 1 e di P col metodo RAD, supponendo che per i valori attesi dei rispettivi payoff si abbia: E[A 1 ] = E[A ] = 100. Interpretare il risultato. Esercizio 2 Utilizzando il modello binomiale a un periodo, assumiamo che:

27 b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire un movimento al rialzo con fattore a = 1.30 o al ribasso con fattore b = 0.90, c. K è pari a 100. e sia Y il contratto con payoff Y T = 2 min(s T, K). 1. Disegnare il payoff Y T e darne una decomposizione in sole opzioni e investimenti nel titolo rischioso. 2. Determinare il prezzo Y 0 in t = 0 di Y. 3. Determinare il Y. 4. Se il fattore di rialzo a diminuisce (fermi restando gli altri valori e la relazione a > 1 + i), come cambierà il prezzo Y 0? 19 luglio 2006 Modelli matematici per i mercati finanziari Esercizio 1 Utilizzando il modello binomiale a tre periodi, assumiamo che: b. un titolo azionario S ha prezzo corrente S 0 = 100 Euro e può subire un movimento al rialzo con fattore a = 1.15 o al ribasso con fattore b = 0.8, c. K = Determinare il prezzo Y 0 in t = 0 della put europea Y T = max(k S T, 0). 2. Calcolare il prezzo Z 0 della put americana con payoff come al punto precedente. Esercizio 2 Sulla base del modello di Black e Scholes per attivi che non pagano dividendi, sapendo che l attivo in t = 0 vale S 0 = 100, che σ = 0.21, r = 0.02 (tutte le quantità sono espresse in base annua), calcolare: 1. il prezzo V 0 in t = 0 del contratto V con scadenza T pari ad un anno e payoff V T = S max(s 0 S T, 0) (riportando i valori di d 1 e di d 2 ). 2. il Delta di V in t = 0; 3. il Delta di V tra due mesi, supponendo che il titolo rischioso valga in tale data 105.

Il modello binomiale ad un periodo

Il modello binomiale ad un periodo Opzioni Un opzione dà al suo possessore il diritto (ma non l obbligo) di fare qualcosa. Un opzione call (put) europea su un azione che non paga dividendi dà al possessore il diritto di comprare (vendere)

Dettagli

ESERCITAZIONE MATEMATICA FINANZIARIA OPZIONI. Matematica finanziaria Dott. Andrea Erdas Anno Accademico 2011/2012

ESERCITAZIONE MATEMATICA FINANZIARIA OPZIONI. Matematica finanziaria Dott. Andrea Erdas Anno Accademico 2011/2012 ESERCITAZIONE MATEMATICA FINANZIARIA 1 OPZIONI 2 LE OPZIONI Le opzioni sono contratti che forniscono al detentore il diritto di acquistare o vendere una certa quantità del bene sottostante a una certa

Dettagli

Introduzione alberi binomiali

Introduzione alberi binomiali Introduzione alberi binomiali introduzione L albero binomiale rappresenta i possibili sentieri seguiti dal prezzo dell azione durante la vita dell opzione Il percorso partirà dal modello a uno stadio per

Dettagli

LEZIONE 4. Il Capital Asset Pricing Model. Professor Tullio Fumagalli Corso di Finanza Aziendale Università degli Studi di Bergamo.

LEZIONE 4. Il Capital Asset Pricing Model. Professor Tullio Fumagalli Corso di Finanza Aziendale Università degli Studi di Bergamo. LEZIONE 4 Il Capital Asset Pricing Model 1 Generalità 1 Generalità (1) Il Capital Asset Pricing Model è un modello di equilibrio dei mercati che consente di individuare una precisa relazione tra rendimento

Dettagli

OPZIONI, DURATION E INTEREST RATE SWAP (IRS)

OPZIONI, DURATION E INTEREST RATE SWAP (IRS) ESERCITAZIONE MATEMATICA FINANZIARIA 1 OPZIONI, DURATION E INTEREST RATE SWAP (IRS) Valutazione delle opzioni Esercizio 1 2 ESERCIZIO 1 Il portafoglio di un investitore è composto di 520 azioni della società

Dettagli

Il piano d ammortamento (francese) prevede un totale di 20 rate semestrali pari a: D 300.000 a 14, 2888 Il debito residuo dopo 10 semestri sarà:

Il piano d ammortamento (francese) prevede un totale di 20 rate semestrali pari a: D 300.000 a 14, 2888 Il debito residuo dopo 10 semestri sarà: Gli esercizi sono suddivisi per argomenti. A) Piani d ammortamento. ) I esonero 003. Un individuo si accorda per restituire un importo di 300 mila euro mediante il versamento di rate costanti semestrali

Dettagli

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Rosa Maria Mininni a.a. 2014-2015 1 Introduzione ai modelli binomiali La valutazione degli strumenti finanziari derivati e, in particolare, la valutazione

Dettagli

Metodi Stocastici per la Finanza

Metodi Stocastici per la Finanza Metodi Stocastici per la Finanza Tiziano Vargiolu vargiolu@math.unipd.it 1 1 Università degli Studi di Padova Anno Accademico 2012-2013 Indice 1 Mercati finanziari 2 Arbitraggio 3 Conseguenze del non-arbitraggio

Dettagli

VI Esercitazione di Matematica Finanziaria

VI Esercitazione di Matematica Finanziaria VI Esercitazione di Matematica Finanziaria 2 Dicembre 200 Esercizio. Verificare la proprietà di scindibilità delle leggi del prezzo { v(t, s) = exp } 2 (s2 t 2 ) e v(t, s) = e t(s t) Soluzione. Possiamo

Dettagli

Quesiti livello Application

Quesiti livello Application 1 2 3 4 Se la correlazione tra due attività A e B è pari a 0 e le deviazioni standard pari rispettivamente al 4% e all 8%, per quali dei seguenti valori dei loro pesi il portafoglio costruito con tali

Dettagli

Rischio e rendimento degli strumenti finanziari

Rischio e rendimento degli strumenti finanziari Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Rischio e rendimento degli strumenti finanziari Capitolo 15 Indice degli argomenti 1. Analisi dei rendimenti delle principali attività

Dettagli

Introduzione alle opzioni

Introduzione alle opzioni QUIZ CAPITOLO 19 Introduzione alle opzioni 1. La Figura 19.13a rappresenta un venditore dell opzione call; la Figura 19.13b un acquirente dell opzione call. 2. a. Il prezzo di esercizio dell opzione put

Dettagli

Valore equo di un derivato. Contingent claim

Valore equo di un derivato. Contingent claim Contingent claim Ci occuperemo ora di determinare il prezzo equo di un prodotto derivato, come le opzioni, e di come coprire il rischio associato a questi contratti. Assumeremo come dinamica dei prezzi

Dettagli

FINANZA AZIENDALE Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale

FINANZA AZIENDALE Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale FINANZA AZIENDALE Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale 6 parte Prof. Giovanna Lo Nigro # 1 I titoli derivati # 2 Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl Argomenti trattati Tipologie

Dettagli

Opzioni americane. Opzioni americane

Opzioni americane. Opzioni americane Opzioni americane Le opzioni di tipo americano sono simili a quelle europee con la differenza che possono essere esercitate durante tutto l intervallo [0, T ]. Supponiamo di avere un opzione call americana

Dettagli

RISCHIO E RENDIMENTO DEGLI STRUMENTI FINANZIARI. Docente: Prof. Massimo Mariani

RISCHIO E RENDIMENTO DEGLI STRUMENTI FINANZIARI. Docente: Prof. Massimo Mariani RISCHIO E RENDIMENTO DEGLI STRUMENTI FINANZIARI Docente: Prof. Massimo Mariani 1 SOMMARIO Il rendimento di un attività finanziaria: i parametri rilevanti Rendimento totale, periodale e medio Il market

Dettagli

Note integrative di Moneta e Finanza Internazionale. c Carmine Trecroci 2004

Note integrative di Moneta e Finanza Internazionale. c Carmine Trecroci 2004 Note integrative di Moneta e Finanza Internazionale c Carmine Trecroci 2004 1 Tassi di cambio a pronti e a termine transazioni con consegna o regolamento immediati tasso di cambio a pronti (SR, spot exchange

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

Black-Scholes: le Greche

Black-Scholes: le Greche Black-Scholes: le Greche R. Marfé Indice 1 Delta 2 2 Gamma 4 3 Theta 6 4 Vega 7 5 Rho 8 6 Applicazione in VBA 9 1 1 Delta Il delta di un opzione (o di un portafoglio di opzioni) indica la sensibilità del

Dettagli

Finanza Aziendale. Lezione 12. Analisi del rischio

Finanza Aziendale. Lezione 12. Analisi del rischio Finanza Aziendale Lezione 12 Analisi del rischio Obiettivi i della lezione I rendimenti e la loro misurazione I rendimenti medi ed il loro rischio La misurazione del rischio e l effetto diversificazione

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valutazione e Analisi di (48 punti) Il Sig. Smith è responsabile per gli investimenti obbligazionari presso una società di consulenza finanziaria, e ha analizzato la curva di rendimento delle

Dettagli

Introduzione alle opzioni

Introduzione alle opzioni Introduzione alle opzioni Tipi di Opzioni La call è un opzione di acquisto La put è un opzione di vendita Le opzioni europee possono essere esercitate solo alla scadenza Le opzioni americane possono essere

Dettagli

ALCUNI ESEMPI DI PROVE SCRITTE

ALCUNI ESEMPI DI PROVE SCRITTE ALCUNI ESEMPI DI PROVE SCRITTE Nota: questo file raccoglie alcuni esempi di prove scritte assegnate negli ultimi anni per gli esami di Matematica Finanziaria IIB e. I testi vanno presi come indicativi,

Dettagli

Esercizi di Matematica Finanziaria - Corso Part Time scheda 1 - Leggi finanziarie, rendite ed ammortamenti

Esercizi di Matematica Finanziaria - Corso Part Time scheda 1 - Leggi finanziarie, rendite ed ammortamenti Esercizi di Matematica Finanziaria - Corso Part Time scheda 1 - Leggi finanziarie, rendite ed ammortamenti 1. Un capitale d ammontare 100 viene investito, in regime di interesse semplice, al tasso annuo

Dettagli

Corso di FINANZA AZIENDALE AVANZATA

Corso di FINANZA AZIENDALE AVANZATA Corso di FINANZA AZIENDALE AVANZATA Teoria delle opzioni e struttura finanziaria Valutazione opzioni Non posso usare le formule di attualizzazione in quanto non riesco a trovare un accettabile tasso a

Dettagli

5.4 Solo titoli rischiosi

5.4 Solo titoli rischiosi 56 Capitolo 5. Teoria matematica del portafoglio finanziario II: analisi media-varianza 5.4 Solo titoli rischiosi Suppongo che sul mercato siano presenti n titoli rischiosi i cui rendimenti aleatori sono

Dettagli

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Alcuni strumenti finanziari particolari Alcuni strumenti proposti nel panorama internazionale Gli strumenti ai quali faremo riferimento sono: i financial

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 23 giugno 2003 studenti nuovo ordinamento

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 23 giugno 2003 studenti nuovo ordinamento MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 23 giugno 2003 studenti nuovo ordinamento Cognome e Nome................................................................... C.d.L....................... Matricola n................................................

Dettagli

rendimento PROGRAMMA 0. Introduzione 1. Valore. 2. Valutazione del rischio: Introduzione a rischio e rendimento; Teoria del portafoglio e CAPM;

rendimento PROGRAMMA 0. Introduzione 1. Valore. 2. Valutazione del rischio: Introduzione a rischio e rendimento; Teoria del portafoglio e CAPM; PROGRAMMA 0. Introduzione 1. Valore.. Valutazione del rischio: Introduzione a rischio e rendimento; Teoria del portafoglio e CAPM; Rischio e capital budgeting Introduzione a rischio e rendimento 3. Decisioni

Dettagli

FINANZA AZIENDALE AVANZATO. Le opzioni e l option theory. Lezioni 14 e 15

FINANZA AZIENDALE AVANZATO. Le opzioni e l option theory. Lezioni 14 e 15 FINANZA AZIENDALE AVANZATO Le opzioni e l option theory Lezioni 14 e 15 I derivati asimmetrici ono contratti/prodotti che fissano le condizioni a cui POTRA aver luogo la compravendita futura dell attività

Dettagli

Fronteggiamento dei rischi della gestione

Fronteggiamento dei rischi della gestione Fronteggiamento dei rischi della gestione Prevenzione (rischi specifici) Impedire che un determinato evento si manifesti o limitare le conseguenze negative Assicurazione (rischi specifici) Trasferimento

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello dell 8 ottobre 2010 programma a.a. precedenti

MATEMATICA FINANZIARIA Appello dell 8 ottobre 2010 programma a.a. precedenti MATEMATICA FINANZIARIA Appello dell 8 ottobre 2010 programma a.a. precedenti Cognome e Nome........................................................................... C.d.L....................... Matricola

Dettagli

Finanza Aziendale. Teoria delle opzioni, metodologie di valutazione e implicazioni per la finanza aziendale. BMAS Capitolo 20

Finanza Aziendale. Teoria delle opzioni, metodologie di valutazione e implicazioni per la finanza aziendale. BMAS Capitolo 20 Finanza Aziendale Teoria delle opzioni, metodologie di valutazione e implicazioni per la finanza aziendale BMAS Capitolo 20 1 Le opzioni nei mercati reali e finanziari Si dicono opzioni i contratti finanziari

Dettagli

Introduzione. Capitolo 1. Opzioni, Futures e Altri Derivati, 6 a Edizione, Copyright John C. Hull 2005 1

Introduzione. Capitolo 1. Opzioni, Futures e Altri Derivati, 6 a Edizione, Copyright John C. Hull 2005 1 Introduzione Capitolo 1 1 La Natura dei Derivati I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali variabili sottostanti 2 Esempi di Derivati Forwards Futures Swaps Opzioni

Dettagli

MODELLO DI BLACK SCHOLES

MODELLO DI BLACK SCHOLES MODELLO DI BLACK SCHOLES 1 Greche della Put Dalla put-call parity: C P = S Ke P = SN(d 1 ) Ke N(d ) S + Ke P = Ke (1 N(d )) S(1 N(d 1 )) quindi la FORMULA DI BLACK SCHOLES PER LA PUT è P = Ke N( d ) SN(

Dettagli

Il Capital asset pricing model è un modello di equilibrio dei mercati, individua una relazione tra rischio e rendimento, si fonda sulle seguenti

Il Capital asset pricing model è un modello di equilibrio dei mercati, individua una relazione tra rischio e rendimento, si fonda sulle seguenti Il Capital asset pricing model è un modello di equilibrio dei mercati, individua una relazione tra rischio e rendimento, si fonda sulle seguenti ipotesi: Gli investitori sono avversi al rischio; Gli investitori

Dettagli

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit.

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. http://www.borsaitaliana.it/borsa/azioni/scheda.html?isin=it0004781412&lang=en http://www.borsaitaliana.it/borsa/derivati/idem-stock-futures/lista.html?underlyingid=ucg&lang=en

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Schede Esercizi a.a. 2014-2015 Elisabetta Michetti

MATEMATICA FINANZIARIA Schede Esercizi a.a. 2014-2015 Elisabetta Michetti MATEMATICA FINANZIARIA Schede Esercizi a.a. 2014-2015 Elisabetta Michetti 1 MODULO 1 1.1 Principali grandezze finanziarie 1. Si consideri una operazione finanziaria di provvista che prevede di ottenere

Dettagli

studi e analisi finanziarie LA PUT-CALL PARITY

studi e analisi finanziarie LA PUT-CALL PARITY LA PUT-CALL PARITY Questa relazione chiarisce se sia possibile effettuare degli arbitraggi e, quindi, guadagnare senza rischi. La put call parity è una relazione che lega tra loro: il prezzo del call,

Dettagli

ESERCIZI OPZIONI CALCOLO VALORE

ESERCIZI OPZIONI CALCOLO VALORE ESERCIZI OPZIONI CALCOLO VALORE Si consideri un opzione CALL Europea con prezzo di esercizio (strike) pari a X = 170 Euro e scadenza T = 1 trimestre su uno stock di valore iniziale pari a 175 Euro che

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni (41 punti) Lei ha iniziato a lavorare quale analista obbligazionario. Il primo giorno di lavoro si trova confrontato con il seguente portafoglio obbligazionario

Dettagli

TEST FINANZA OTTOBRE 2013

TEST FINANZA OTTOBRE 2013 TEST FINANZA OTTOBRE 03. Si consideri la funzione f ( ) ln( e ). Determinare l espressione corretta della derivata seconda f ( ). e f( ) ( e ) A B f( ) e f( ) ln ( e ) C D f( ). Dati i tre vettori (, 3,

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni / Gestione di Portafoglio (33 punti) Peso secondo il valore di mercato

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni / Gestione di Portafoglio (33 punti) Peso secondo il valore di mercato Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni / Gestione di Portafoglio (33 punti) Il Sig. X è un gestore obbligazionario cui è stata assegnata la gestione del comparto obbligazionario internazionale

Dettagli

Esercizi Svolti di Matematica Finanziaria

Esercizi Svolti di Matematica Finanziaria Esercizi Svolti di Matematica Finanziaria Esercizio. Nel mercato obbligazionario italiano del 0 Novembre 009 si osservano i seguenti prezzi: - prezzo 96, per un titolo il cui valore a scadenza in T è 0,

Dettagli

studi e analisi finanziarie Put ladder

studi e analisi finanziarie Put ladder Put ladder ( guadagniamo con i forti ribassi di mercato ) In questo articolo ci accingiamo ad esporre l analisi di un Put ladder, affronteremo prima la parte teorica poi, in successivo articolo, esporremo

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT FLAVIO ANGELINI. Definizioni In generale, un contratto a termine o forward permette una compravendita di una certa quantità di un bene differita a una data futura a un prezzo fissato

Dettagli

1a 1b 2a 2b 3 4 5 6 6 5 4 3

1a 1b 2a 2b 3 4 5 6 6 5 4 3 MATEMATICA FINANZIARIA A e B - Prova scritta del 30 maggio 2000 1. (11 pti) Un tale deve pagare un debito di ammontare D. L ammortamento viene strutturato su 3 anni valutando gli interessi coi tassi variabili

Dettagli

19-2 Argomenti trattati

19-2 Argomenti trattati Principi di finanza aziendale Capitolo 19-20 IV Edizione Richard A. Brealey Stewart C. Myers Sandro Sandri Introduzione alle opzioni e cenni al problema della valutazione 19-2 Argomenti trattati Call,

Dettagli

Capitolo XIII. I mercati dei beni e i mercati finanziari in economia aperta

Capitolo XIII. I mercati dei beni e i mercati finanziari in economia aperta Capitolo XIII. I mercati dei beni e i mercati finanziari in economia aperta 1. I mercati dei beni in economia aperta Economia aperta applicata a mercati dei beni: l opportunità per i consumatori e le imprese

Dettagli

unità didattica n. 7 LE OPZIONI SU TASSI DI INTERESSE: CAPS E FLOORS SDA Bocconi School of Management Danilo

unità didattica n. 7 LE OPZIONI SU TASSI DI INTERESSE: CAPS E FLOORS SDA Bocconi School of Management Danilo Danilo unità didattica n. 7 LE OPZIONI SU TASSI DI INTERESSE: CAPS E FLOORS Definizione Modalità di utilizzo Elementi di valutazione: valore minimo e valore temporale Relazione di parità Copyright SDA

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

ECONOMIA INTERNAZIONALE Biennio CLEM - Prof. B. Quintieri

ECONOMIA INTERNAZIONALE Biennio CLEM - Prof. B. Quintieri ECONOMIA INTERNAZIONALE Biennio CLEM - Prof. B. Quintieri IL TASSO DI CAMBIO Anno Accademico 2013-2014, I Semestre (Tratto da: Feenstra-Taylor: International Economics) Si propone, di seguito, una breve

Dettagli

Gli strumenti derivati. Prof. Mauro Aliano mauro.aliano@unica.it

Gli strumenti derivati. Prof. Mauro Aliano mauro.aliano@unica.it Gli strumenti derivati Prof. Mauro Aliano mauro.aliano@unica.it 1 I FRA (Forward Rate Agreement) Sono contratti con i quali due parti si mettono d accordo sul tasso di interesse da applicare ad un certo

Dettagli

Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni

Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni A.A. 2008-2009 20 maggio 2009 Agenda I contratti Swap Definizione Gli Interest Rate Swap Il mercato degli Swap Convenienza economica e finalità Le opzioni

Dettagli

INDICE PREFAZIONE 3 1. COSA SONO I COVERED WARRANT? 4 2. GLI ELEMENTI STANDARD DEL CONTRATTO 4 4. VALUTAZIONE DI UN COVERED WARRANT 6

INDICE PREFAZIONE 3 1. COSA SONO I COVERED WARRANT? 4 2. GLI ELEMENTI STANDARD DEL CONTRATTO 4 4. VALUTAZIONE DI UN COVERED WARRANT 6 GUIDA ALLA NEGOZIAZIONE INDICE PREFAZIONE 3 1. COSA SONO I COVERED WARRANT? 4 2. GLI ELEMENTI STANDARD DEL CONTRATTO 4 3. EFFETTO LEVA 6 4. VALUTAZIONE DI UN COVERED WARRANT 6 5. I FATTORI CHE INFLUENZANO

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 22 gennaio 2015

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 22 gennaio 2015 MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 22 gennaio 2015 Cognome e Nome................................................................... C.d.L....................... Matricola n................................................

Dettagli

Greche. Fondamenti dei Mercati di Futures e Opzioni, 5 a Edizione, Copyright John C. Hull 2004 15.1

Greche. Fondamenti dei Mercati di Futures e Opzioni, 5 a Edizione, Copyright John C. Hull 2004 15.1 Greche Problema per i trader è di gestire il rischio di posizioni su mercati over the counter e in borsa Ogni greca corrisponde a una misura di rischio Quindi i traders dovranno gestire le greche per gestire

Dettagli

Corso di Analisi dei Sistemi Finanziari 2 Prof. Nathan Levialdi. Derivati. Derivati. sciangula@ing.uniroma2.it

Corso di Analisi dei Sistemi Finanziari 2 Prof. Nathan Levialdi. Derivati. Derivati. sciangula@ing.uniroma2.it Dipaimento di Ingegneria dell Impresa Corso di Analisi dei Sistemi Finanziari 2 Prof. Nathan Levialdi A cura di: Ing. Fiorella Sciangula sciangula@ing.uniroma2.it 1 Opzioni: variabili Prezzo Spot, o valore

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 2 marzo 2010 programma vecchio ordinamento

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 2 marzo 2010 programma vecchio ordinamento MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 2 marzo 2010 programma vecchio ordinamento Cognome e Nome........................................................................... C.d.L....................... Matricola

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 13 06 2008. Cattedra: prof. Pacati prof. Renò dott. Quaranta dott. Falini dott. Riccarelli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 13 06 2008. Cattedra: prof. Pacati prof. Renò dott. Quaranta dott. Falini dott. Riccarelli MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 13 06 2008 Cognome e Nome................................................................... C.d.L....................... Matricola n................................................

Dettagli

GLI STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI

GLI STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI GLI STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI ABSTRACT PRINCIPI SULLE OPZIONI!A cura di Mauro Liguori!Seminario del 7 giugno 2003!V. delle Botteghe Oscure, 54 -Roma DEFINIZIONE DI OPZIONE OPZIONE DIRITTO DI ACQUISTARE

Dettagli

Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento.

Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento. Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento. I Certificate descritti in questa pubblicazione sono strumenti finanziari strutturati complessi a capitale non protetto. Non è garantito

Dettagli

Volatilità implicita. P(t) = S(t)Φ(d 1 ) e r(t t) K Φ(d 2 ) con. d 1 = d 2 + σ T t. d 2 =

Volatilità implicita. P(t) = S(t)Φ(d 1 ) e r(t t) K Φ(d 2 ) con. d 1 = d 2 + σ T t. d 2 = Volatilità implicita Abbiamo visto come sia possibile calcolare la volatilità di un titolo attraverso la serie dei log-return. In teoria però la volatilità di un sottostante può essere determinata dal

Dettagli

Ipotizzando una sottostante legge esponenziale e considerando l anno solare (365 gg), determinare:

Ipotizzando una sottostante legge esponenziale e considerando l anno solare (365 gg), determinare: MATEMATICA FINANZIARIA - 6 cfu quadrate, i punti che saranno assegnati se l esercizio è stato svolto in modo corretto. con le seguenti caratteristiche: prezzo di emissione: 99,467e, valore a scadenza 100e,

Dettagli

LA VALUTAZIONE DI PORTAFOGLIO. Giuseppe G. Santorsola 1

LA VALUTAZIONE DI PORTAFOGLIO. Giuseppe G. Santorsola 1 LA VALUTAZIONE DI PORTAFOGLIO Giuseppe G. Santorsola 1 Rendimento e rischio Rendimento e rischio di un singolo titolo Rendimento e rischio di un portafoglio Rendimento ex post Media aritmetica dei rendimenti

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni (56 punti) Lei lavora nel dipartimento di tesoreria di una banca internazionale. La banca è molto conosciuta e può emettere, se necessario, obbligazioni

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni (43 punti) Lei è il responsabile del dipartimento emissioni obbligazionarie di una banca europea. Questa 10 anni fa ha emesso un obbligazione perpetua subordinata

Dettagli

Le opzioni come strumento di copertura del portafoglio

Le opzioni come strumento di copertura del portafoglio Le opzioni come strumento di copertura del portafoglio BORSA ITALIANA S.p.A. Derivatives Markets Private Investors Business Development Relatore: Gabriele Villa Disclaimer La pubblicazione del presente

Dettagli

Matematica finanziaria: svolgimento della prova di esame del 4 settembre 2007 1

Matematica finanziaria: svolgimento della prova di esame del 4 settembre 2007 1 Matematica finanziaria: svolgimento della prova di esame del 4 settembre. Calcolare il montante che si ottiene dopo anni con un investimento di e in regime nominale al tasso annuale del % pagabile due

Dettagli

Prefazione. Capitolo 1 Introduzione ai contratti derivati 1 1.1 I derivati 1

Prefazione. Capitolo 1 Introduzione ai contratti derivati 1 1.1 I derivati 1 Prefazione XV Capitolo 1 Introduzione ai contratti derivati 1 1.1 I derivati 1 Capitolo 2 Il mercato delle opzioni azionarie 11 2.1 Le opzioni sui singoli titoli azionari 11 2.2 Il mercato telematico delle

Dettagli

Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1

Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1 00_caparrelli 20-01-2004 13:10 Pagina VII Prefazione XIII Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1 Capitolo 1 I prodotti del mercato monetario 3 1.1 Introduzione al mercato monetario

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

Corso di FINANZA AZIENDALE AVANZATA

Corso di FINANZA AZIENDALE AVANZATA Corso di FINANZA AZIENDALE AVANZATA anno accademico 2007/2008 modulo n. 1 Lezioni 6 Corso di FINANZA AZIENDALE AVANZATA Teoria delle opzioni e struttura finanziaria LE OPTION Contratto a termine mediante

Dettagli

FINANZA AZIENDALE AVANZATO

FINANZA AZIENDALE AVANZATO FINANZA AZIENDALE AVANZATO La diversificazione di portafoglio e il CAPM Lezione 3 e 4 1 Scopo della lezione Illustrare il modello logico-teorico più utilizzato nella pratica per stimare il rendimento equo

Dettagli

I MERCATI DEI BENI E I MERCATI FINANZIARI IN ECONOMIA APERTA

I MERCATI DEI BENI E I MERCATI FINANZIARI IN ECONOMIA APERTA I MERCATI DEI BENI E I MERCATI FINANZIARI IN ECONOMIA APERTA 1 I MERCATI DEI BENI IN ECONOMIA APERTA Il concetto di Economia aperta si applica ai mercati dei beni: l opportunità per i consumatori e le

Dettagli

Soluzioni del Capitolo 5

Soluzioni del Capitolo 5 Soluzioni del Capitolo 5 5. Tizio contrae un prestito di 5.000 al cui rimborso provvede mediante il pagamento di cinque rate annue; le prime quattro rate sono ciascuna di importo.00. Determinare l importo

Dettagli

I modelli fondati sul mercato dei capitali

I modelli fondati sul mercato dei capitali I modelli fondati sul mercato dei capitali Slides tratte da: Andrea Resti Andrea Sironi Rischio e valore nelle banche Misura, regolamentazione, gestione Egea, 2008 AGENDA L approccio basato sugli spread

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA A.A. 2007 2008 Prova del 4 luglio 2008. Esercizio 1 (6 punti)

MATEMATICA FINANZIARIA A.A. 2007 2008 Prova del 4 luglio 2008. Esercizio 1 (6 punti) MATEMATICA FINANZIARIA A.A. 2007 2008 Prova del 4 luglio 2008 Nome Cognome Matricola Esercizio 1 (6 punti) Dato un debito di 20 000, lo si voglia rimborsare mediante il pagamento di 12 rate mensili posticipate

Dettagli

Scelte in condizioni di rischio e incertezza

Scelte in condizioni di rischio e incertezza CAPITOLO 5 Scelte in condizioni di rischio e incertezza Esercizio 5.1. Tizio ha risparmiato nel corso dell anno 500 euro; può investirli in obbligazioni che rendono, in modo certo, il 10% oppure in azioni

Dettagli

Macroeconomia 12 gennaio 2015 SCRIVI NOME E COGNOME SU OGNI FOGLIO

Macroeconomia 12 gennaio 2015 SCRIVI NOME E COGNOME SU OGNI FOGLIO Macroeconomia 12 gennaio 2015 1. (*) Spiega in che consiste la procedura di calcolo del deflatore implicito del PIL e se questo è più/meno attendibile di un qualunque deflatore a paniere fisso. 2. (*)

Dettagli

call europea viene esercitata, consentendo un guadagno pari a

call europea viene esercitata, consentendo un guadagno pari a INTRODUZIONE Un opzione è un contratto derivato che conferisce al proprio detentore il diritto di disporre del titolo sottostante ad esso. Più precisamente, l acquisto di un opzione call (put) conferisce

Dettagli

APPROFONDIMENTO IL TWIN WIN DA IL MEGLIO SUL BIGLIETTO VERDE

APPROFONDIMENTO IL TWIN WIN DA IL MEGLIO SUL BIGLIETTO VERDE APPROFONDIMENTO IL TWIN WIN DA IL MEGLIO SUL BIGLIETTO VERDE Per puntare sul recupero del dollaro, o per difendere investimenti in valuta da un ulteriore allungo dell euro, i risparmiatori italiani possono

Dettagli

Dato il Mercato, è possibile individuare il valore e la duration del portafoglio:

Dato il Mercato, è possibile individuare il valore e la duration del portafoglio: TEORIA DELL IMMUNIZZAZIONE FINANZIARIA Con il termine immunizzazione finanziaria si intende una metodologia matematica finalizzata a neutralizzare gli effetti della variazione del tasso di valutazione

Dettagli

La struttura a Termine dei Tassi d interesse

La struttura a Termine dei Tassi d interesse La struttura a Termine dei Tassi d interesse Idee fondamentali Il tempo è rischio, quindi 100 domani non valgono 100 oggi. Ergo si deve attualizzare, ossia trovare il valore attuale dei 100 domani. Tuttosi

Dettagli

1.Compro Azioni. 2.Vendo Azioni

1.Compro Azioni. 2.Vendo Azioni 1.Compro Azioni Question #1: Cos' è una Azione (un titolo azionario)? A) E' un Titolo rappresentativo della quota di una società B) E' una ricevuta per investire C) E' una assicurazione Question #2: Perchè

Dettagli

Modelli a tempo discreto per la copertura tramite futures. Tommaso Ercole

Modelli a tempo discreto per la copertura tramite futures. Tommaso Ercole Modelli a tempo discreto per la copertura tramite futures Tommaso Ercole anno accademico 2006/2007 1 Indice 1 Introduzione 3 2 Ipotesi e conoscenze preliminari 5 3 Valutazione dei flussi di cassa 8 4 Prezzo

Dettagli

3b. [2] Dopo aver determinato la rata esatta, scrivere il piano di ammortamento.

3b. [2] Dopo aver determinato la rata esatta, scrivere il piano di ammortamento. MATEMATICA FINANZIARIA - 6 cfu Prova del 23 aprile 2014 - Riservata a studenti fuori corso Cognome Nome e matr.................................................................................. Anno di

Dettagli

Modelli probabilistici per la finanza

Modelli probabilistici per la finanza Capitolo 5 Modelli probabilistici per la finanza 51 Introduzione In questo capitolo introdurremo un modello probabilistico utile per lo studio di alcuni problemi di finanza matematica, a cui abbiamo già

Dettagli

Rischio poco e guadagno molto

Rischio poco e guadagno molto Pubblicazioni PlayOptions Rischio poco e guadagno molto Strategist Cagalli Tiziano Disclaimer I pensieri e le analisi qui esposte non sono un servizio di consulenza o sollecitazione al pubblico risparmio.

Dettagli

10 ESEMPIO DI VALUTAZIONE IN BILANCIO DI UN OPZIONE

10 ESEMPIO DI VALUTAZIONE IN BILANCIO DI UN OPZIONE SOMMARIO 1 INTRODUZIONE ALLE OPZIONI 1.1 Teoria delle opzioni 1.2 Specifiche contrattuali delle opzioni su azioni 2 FORMALIZZAZIONI 3 PROPRIETA FONDAMENTALI DELLE OPZIONI SU AZIONI 3.1 Put-Call Parity

Dettagli

Guida ai Covered Warrants

Guida ai Covered Warrants Guida ai Covered Warrants Per qualunque Vostra domanda o eventuale approfondimento contattate il numero verde 800 550 350 dove, nell orario d ufficio, troverete un operatore a Vostra disposizione. EQUITY

Dettagli

Derivati: principali vantaggi e utilizzi

Derivati: principali vantaggi e utilizzi Derivati: principali vantaggi e utilizzi Ugo Pomante, Università Commerciale Luigi Bocconi Trading Online Expo Milano 28, Marzo 2003 CONTENUTI In un mondo senza derivati I futures Le opzioni Strategie

Dettagli

2) Calcolare il prezzo ad oggi di una Put europea con un albero a 3 periodi.

2) Calcolare il prezzo ad oggi di una Put europea con un albero a 3 periodi. 1) Calcolare il prezzo ad oggi di una Call europea con un albero a 2 periodi. tasso risk free: r =3,00%; Scadenza: 2 anni Step: n=2 Prezzo spot del sottostante: S 0 =100 Strike Price: K=98 u = 1,1 e d

Dettagli

Elementi di Risk Management Quantitativo

Elementi di Risk Management Quantitativo Elementi di Risk Management Quantitativo (marco.bee@economia.unitn.it) Marzo 2007 Indice 1 Introduzione 2 1.1 Argomenti e testi di riferimento................. 2 2 Nozioni preliminari 3 2.1 Un po di storia..........................

Dettagli

MinIFIB IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI

MinIFIB IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI SOMMARIO i vantaggi offerti 4 l indice mib30 6 come funziona 7 quanto vale 8 la durata del contratto 9 cosa accade alla scadenza 10 il prezzo al quale si può negoziare

Dettagli

Modelli matematici per la valutazione dei derivati: dalla formula CRR alla formula di Black-Scholes

Modelli matematici per la valutazione dei derivati: dalla formula CRR alla formula di Black-Scholes Capitolo 4 Modelli matematici per la valutazione dei derivati: dalla formula CRR alla formula di Black-Scholes Quanto è ragionevole pagare per entrare in un contratto d opzione? Per affrontare questo problema

Dettagli

Introduzione all Option Pricing

Introduzione all Option Pricing Introduzione all Option Pricing Arturo Leccadito Corso di Matematica Finanziaria 3 Anno Accademico 2008 2009 1 Il Modello Binomiale Si supponga che oggi (epoca 0) sia disponibile un titolo azionario il

Dettagli

Università di Milano Bicocca Esercitazione 7 di Matematica per la Finanza 12 Marzo 2015

Università di Milano Bicocca Esercitazione 7 di Matematica per la Finanza 12 Marzo 2015 Università di Milano Bicocca Esercitazione 7 di Matematica per la Finanza 12 Marzo 2015 Esercizio 1 Si consideri la funzione f(t) := 2t/10 1 + 0, 04t, t 0. 1. Verificare che essa rappresenta il fattore

Dettagli

2 + (σ2 - ρσ 1 ) 2 > 0 [da -1 ρ 1] b = (σ 2. 2 - ρσ1 σ 2 ) = (σ 1

2 + (σ2 - ρσ 1 ) 2 > 0 [da -1 ρ 1] b = (σ 2. 2 - ρσ1 σ 2 ) = (σ 1 1 PORTAFOGLIO Portafoglio Markowitz (2 titoli) (rischiosi) due titoli rendimento/varianza ( μ 1, σ 1 ), ( μ 2, σ 2 ) Si suppone μ 1 > μ 2, σ 1 > σ 2 portafoglio con pesi w 1, w 2 w 1 = w, w 2 = 1- w 1

Dettagli

Le opzioni. (1 parte) A cura di Stefano Zanchetta

Le opzioni. (1 parte) A cura di Stefano Zanchetta Le opzioni (1 parte) A cura di Stefano Zanchetta 1 Disclaimer La pubblicazione del presente documento non costituisce attività di sollecitazione del pubblico risparmio da parte di Borsa Italiana S.p.A.

Dettagli