Ciclo di vita delle aevità Android Mobile Programming Prof. R. De Prisco

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ciclo di vita delle aevità Android Mobile Programming Prof. R. De Prisco"

Transcript

1 Ciclo di vita delle aevità Ogni AcHvity ha dei metodi standard A(vità non esiste 1. oncreate() 2. onstart() 3. onresume() A(vità in esecuzione 4. onpause() 5. onstop() 6. ondestroy() A(vità non esiste 69 EseguiH secondo un determinato schema Ciclo di vita delle aevità 70 1

2 Ciclo di vita delle aevità 71 Ciclo di vita delle aevità 72 Quando l utente preme il pulsante Home vengono chiamate onpause() onstop() Quando si ritorna all aevità vengono chiamate onrestart() onstart() onresume() 2

3 Ciclo di vita delle aevità 73 Quando l utente ruota il disposihvo l aevità viene prima eliminata: onpause() onstop() ondestroy() e poi ricreata: oncreate() onstart() onresume() ondestroy(): perdita dello stato!!!! onsaveinstancestate 74 Si salva lo stato in public void onsaveinstancestate(bundle savedinstancestate) { // Salvare lo stato dell app savedinstancestate.putstringarraylist("lista_stringhe", array_di_stringhe); savedinstancestate.putint("contatore", counter); // Always call the superclass so it can save the view hierarchy state super.onsaveinstancestate(savedinstancestate); } Lo si recupera in protected void oncreate(bundle savedinstancestate) { if (savedinstancestate!= null) { array_di_stringhe = savedinstancestate.getstringarraylist("lista_stringhe"); counter = savedinstancestate.getint("contatore"); } } 3

4 Main achvity 75 <achvity android:name=".mainachvity" <intent- filter> <achon android:name="android.intent.achon.main" /> <category android:name="android.intent.category.launcher" /> </intent- filter> </achvity> ActivityLifeCycle Ciclo di vita delle aevità 76 App Calcolatrice Cosa succede se ruohamo il disposihvo? Correggere l errore nell app Calcolatrice 4

5 Backstack 77 Un app normalmente è fana di più achvity ogni achvity ha uno specifico compito modularità Es. un app per la posta elenronica un aevità per la scrinura del messaggio un aevità per spedire il messaggio un aevità per vedere una lista dei messaggi un aevità per vedere il contenuto di un messaggio ecc. Backstack 78 Un aevità può lanciare un altra aevità anche aevità che appartengono ad altre app Class Intent serve a lanciare una nuova aevità e passare i dah all aevità che si lancia la vedremo fra poco Task è un insieme di aevità con cui l utente interagisce 5

6 Backstack Più aevità possono coesistere, vengono organizzate in un backstack 79 Solitamente un task parte dall Home screen l utente clicca un icona e lancia un aevità l applicazione viene mostrata sulla schermo gergo tecnico: viene portata in foreground Se vengono lanciate nuove aevità l aevità corrente viene messa nel backstack l utente ci può tornare con il pulsante Back Backstack 80 ConHnuando a premere Back si ritorna all Home screen 6

7 Foreground e background 81 Un task con le sue aevità può essere spostato in background quando l utente inizia un nuovo task oppure preme il pulsante Home Le aevità vengono messe in stato di stop, ma il loro backstack rimane intano Istanze mulhple 82 Se un aevità può essere lanciata da più di un altra aevità si possono avere istanze mulhple hnp://developer.android.com/guide/components/tasks- and- back- stack.html 7

8 VisualizzaMappa 83 Un app che usa aevità di altre app permene di inserire un indirizzo L indirizzo può essere preso dalla rubrica sfruna un aevità della rubrica permesso per leggere la rubrica!!! Visualizza la mappa sfruna un aevità dell app GoogleMaps VisualizzaMappa Classe Intent 84 Intent è una descrizione (astrana) di un operazione da svolgere Permene di startachvity: lanciare una nuova aevità broadcastintent: spedire l intent in broadcast verrà ricevuto dai BroadcastReceiver interessah startservice o bindservice: comunicare con un servizio di background 8

9 Intent ParH principale di un oggeno Intent AcHon: l azione da svolgere es. ACTION_VIEW, ACTION_EDIT, ACTION_MAIN Data: i dah su cui operare espresse come URI Uniform Resuorse IdenHfier: <schema>:<parte specifica> hnp://www.di.unisa.it/ geo:0,0?via+posidonia+salerno+italy tel: content://com.android.contacts/contacts Esempi di coppie (azione,dah): ACTION_VIEW, content://contacts/people/1 ACTION_DIAL, content://contacts/people/1 ACTION_DIAL, tel: Intent Altri parh di un intent Category informazioni aggiunhve sull azione da eseguire es. CATEGORY_BROWSABLE significa che si può usare un browser come Component Type specifica in modo esplicito il Hpo (MIME) dei dah. Normalmente il Hpo viene dedono automahcamente Component Specifica in modo esplicito l aevità da eseguire (che altrimenh verrebbe dedona dalle altre informazioni) Extras un bundle di informazioni addizionali (dah specifici per l aevità). 86 9

10 Intent Risoluzione esplicita specifichiamo in modo esplicito l aevità (Component) che vogliamo lanciare 87 Risoluzione implicita Component non è specificata Android sceglie un aevità appropriata, in base a AcHon Type URI Category Le aevità dichiarano le achon che possono soddisfare nel manifesto Intent 88 Intent i; i = newintent(intent.action_pick,contactscontract.contacts.content_uri); startachvityforresult(i, REQUEST_CODE); Azione: ACTION_PICK Chiede di selezionare un item Data: ContactsContract.Contacts.CONTENT_URI content://com.android.contacts/contacts startachvityforresult lancia l aevità chiedendo un risultato REQUEST_CODE serve ad indenhficare la richiesta 10

11 Intent protected void onachvityresult(int request, int result, Intent data) { if (request == REQUEST_CODE && result == AcHvity.RESULT_OK) { onachvityresult viene chiamato quando si ritorna all aevità di partenza permene di controllare il risultato reshtuito controlliamo il REQUEST_CODE in questo case anche un flag di OK geshamo i dah reshtuih Intent Extras 90 Informazioni extra coppie chiave- valore putextra getextra intent.putextra( CONTATORE,c); intent.putextra( STRINGA, Ciao ); intent.putextras(bundle); c = intent.getextra( CONTATORE ); stringa = intent.getextra( STRINGA ); Bundle b = intent.getextras(); 11

12 Intent Flags 91 Informazione su come l intent dovrebbe essere tranato Esempi: FLAG_ACTIVITY_NO_HISTORY non memorizzare l aevità nello stack delle aevità FLAG_DEBUG_LOG_RESOLUTION stampa informazioni addizionali quando si l intent viene eseguito molto uhle in fase di debug se l intent che vogliamo far eseguire non viene eseguito Intent Component 92 Permene di specificare l aevità target da usare quando c è una sola specifica aevità (componente) che deve ricevere l intent Intent intent = new Intent(Context context, Class<?> class); //oppure intent.setcomponent( ); intent.setclass( ); intent.setclassname( ); 12

13 Intent 93 Quiz Quiz 94 Cosa succede se ruohamo lo schermo? Un utente può barare sfrunando questo fano Correggere l errore dovuto alle rotazioni nell app Quiz L app Quiz conhnua a contare le risposte sbagliate Fare in modo che il click su una risposta venga contato una sola volta per ogni domanda 13

Android. Android03: Ciclo di vita di una Activity. diegozabot@yahoo.it

Android. Android03: Ciclo di vita di una Activity. diegozabot@yahoo.it Android Android03: Ciclo di vita di una Activity diegozabot@yahoo.it Ciclo di vita Ciclo di vita La classe Activity gestisce i propri stati definendo una serie di eventi che ne governano il ciclo. Spetta

Dettagli

Programmazione. Android

Programmazione. Android Lezioni 4 e 5 Programmazione Android Componenti di un'applicazione AndroidManifest.xml Le Activity Definizione Ciclo di vita Layout & View Interazione Laboratorio 9 e 12 Ottobre 2012 2 Componenti di un'applicazione

Dettagli

Sistemi Mobili e Wireless Android Activity

Sistemi Mobili e Wireless Android Activity Sistemi Mobili e Wireless Android Activity Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it Activity Tipicamente, un'activity

Dettagli

Android. Ciclo di vita di Activity, Service e Processi

Android. Ciclo di vita di Activity, Service e Processi Android Ciclo di vita di Activity, Service e Processi Introduzione In questa lezione analizzeremo il ciclo di vita delle Activity e dei Service mettendo in evidenza i criteri utilizzati da Android nella

Dettagli

Mobile Programming. Prova scritta del 28/01/2015. Prof. De Prisco. Corso di laurea in Informatica

Mobile Programming. Prova scritta del 28/01/2015. Prof. De Prisco. Corso di laurea in Informatica Corso di laurea in Informatica Mobile Prof. De Prisco Prova scritta del 28/01/2015 NOME: COGNOME: MATRICOLA: Domande Punti 1 /100 2 /100 3 /100 4 /100 5 /100 6 /100 7 /100 8 /100 9 /100 10 /100 TOTALE

Dettagli

Android. Intent e intent-filter. diegozabot@yahoo.it

Android. Intent e intent-filter. diegozabot@yahoo.it Android Intent e intent-filter diegozabot@yahoo.it Intent Cos è un Intent Un intent è una richiesta da parte di un componente di una funzionalità che viene implementata in un altro componente. Viene utilizzato

Dettagli

Programmazione Android. Luca Morettoni http://www.morettoni.net

Programmazione Android. Luca Morettoni <luca@morettoni.net> http://www.morettoni.net Programmazione Android Luca Morettoni http://www.morettoni.net Android Programming Cos'è Android; Concetti di base sulla programmazione: Q&A AndroidManifest; Activities; Services;

Dettagli

Lezione 3 Le attività

Lezione 3 Le attività A cura di Carlo Pelliccia Le applicazioni Android, come si è accennato durante la prima lezione, si compongono di quattro mattoni fondamentali: le attività (activity), i servizi (service), i broadcast

Dettagli

Android. Anatomia di una applicazione

Android. Anatomia di una applicazione Android Anatomia di una applicazione Elementi di base Gli elementi di base per costruire una applicazione Android sono cinque: Activity Intent Broadcast Receiver Service Content Provider 2 Activity (1/3)

Dettagli

Lezione 3 Le attività

Lezione 3 Le attività A cura di Carlo Pelliccia Le applicazioni Android, come si è accennato durante la prima lezione, si compongono di quattro mattoni fondamentali: le attività (activity), i servizi (service), i broadcast

Dettagli

Realizzazione di una semplice applicazione HelloWorld con una introduzione delle API di base del SDK Android.

Realizzazione di una semplice applicazione HelloWorld con una introduzione delle API di base del SDK Android. HelloWorld App Realizzazione di una semplice applicazione HelloWorld con una introduzione delle API di base del SDK Android. Introduzione Programmiamo una applicazione di base Android, prendendo confidenza

Dettagli

Corso Base. ActionSMS. Maurizio Cozzetto, Francesco Sarasini

Corso Base. ActionSMS. Maurizio Cozzetto, Francesco Sarasini Corso Base ActionSMS Maurizio Cozzetto, Francesco Sarasini Broadcast Receivers A broadcast receiver is a component that does nothing but receive and react to broadcast announcements (Intents). For a Broadcast

Dettagli

Strumenti per il testing di applicazioni in ambiente Android

Strumenti per il testing di applicazioni in ambiente Android Facoltà di Ingegneria Corso di Studi in Ingegneria Informatica tesi di laurea Strumenti per il testing di applicazioni in ambiente Android Anno Accademico 2010\11 relatore Ch.mo prof. Marcello Cinque candidato

Dettagli

Mobile Programming. Prova scritta del 07/04/2016. Prof. De Prisco. Corso di laurea in Informatica

Mobile Programming. Prova scritta del 07/04/2016. Prof. De Prisco. Corso di laurea in Informatica Corso di laurea in Informatica Mobile Prof. De Prisco Prova scritta del 07/04/2016 NOME: COGNOME: MATRICOLA: Domande Punti 1 /10 2 /10 3 /10 4 /10 5 /10 6 /10 7 /10 8 /10 9 /10 10 /10 TOTALE /100 Quesito

Dettagli

SimpleFeedReader App

SimpleFeedReader App SimpleFeedReader App Realizzazione di un semplice feed reader Android. Introduzione Programmiamo una semplice applicazione Android. La nostra applicazione dovrà essere in grado di scaricare un feed RSS

Dettagli

Android. Android. Sviluppo di applicazioni. Dalvik 19/03/2011. A. Ferrari

Android. Android. Sviluppo di applicazioni. Dalvik 19/03/2011. A. Ferrari Android Android A. Ferrari Android è un sistema opera8vo per disposi8vi mobili. Inizialmente sviluppato da Startup Android Inc. acquisita poi nel 2005 da Google Inc. Il cuore di Android è un kernel Linux.

Dettagli

Fondamenti di sviluppo mobile su Android

Fondamenti di sviluppo mobile su Android Fondamenti di sviluppo mobile su Android Dott. A. Tedeschi antonio.tedeschi@uniroma3.it Corso di Telecomunicazioni Wireless a.a. 2015-2016 1 Outline Fondamenti di programmazione Android Creare un nuovo

Dettagli

Permessi Android Mobile Programming Prof. R. De Prisco

Permessi Android Mobile Programming Prof. R. De Prisco Permessi 95 Android protegge risorse e dad con un meccanismo di permessi di accesso Servono a limitare l accesso a informazioni dell utente (e.g. i contai della rubrica) servizi con cosd (e.g., invio SMS,

Dettagli

Corso Base. Lezione 6. Maurizio Cozzetto, Francesco Sarasini

Corso Base. Lezione 6. Maurizio Cozzetto, Francesco Sarasini Corso Base Lezione 6 Maurizio Cozzetto, Francesco Sarasini Database SQLite (1/2) Android provides full support for SQLite databases. Any databases you create will be accessible by name to any class in

Dettagli

Android 4.0: overview, novità e funzionamento del sistesma operativo targato Google

Android 4.0: overview, novità e funzionamento del sistesma operativo targato Google Università degli Studi di Padova Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica tesi di laurea Android 4.0: overview, novità e funzionamento del sistesma operativo targato Google

Dettagli

Sistemi Mobili e Wireless Android - Intent

Sistemi Mobili e Wireless Android - Intent Sistemi Mobili e Wireless Android - Intent Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it Intent Un Intent è sostanzialmente

Dettagli

20 Sviluppo di Applicazioni Mobile in Android

20 Sviluppo di Applicazioni Mobile in Android 20 Sviluppo di Applicazioni Mobile in Android Andrea Santi a.santi@unibo.it C.D.L. Ingegneria e Scienze Informatiche Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Cesena a.a. 2013/2014 A. Santi (Università

Dettagli

Realizzazione di un servizio per la rilevazione di malfunzionamenti in ambiente Android

Realizzazione di un servizio per la rilevazione di malfunzionamenti in ambiente Android Facoltà di Ingegneria Corso di Studi in Ingegneria Informatica tesi di laurea Realizzazione di un servizio per la rilevazione di malfunzionamenti in ambiente Android Anno Accademico 2011/12 relatore Ch.mo

Dettagli

La geolocalizzazione

La geolocalizzazione La geolocalizzazione La maggior parte dei dispositivi mobili di ultima generazione è dotata di un antenna GPS che permette di conoscere, in breve tempo e con la precisione di qualche metro, la propria

Dettagli

Lo sviluppo sarà diviso in passi incrementali. I file coinvolti ad ogni passo saranno indicati insieme alla descrizione del procedimento.

Lo sviluppo sarà diviso in passi incrementali. I file coinvolti ad ogni passo saranno indicati insieme alla descrizione del procedimento. SimpleAudioPlayer Realizzazione di un semplice player Audio. Introduzione Programmiamo una semplice applicazione Android che ci consenta di riprodurre dei file audio locali e/o remoti. Per rendere l applicazione

Dettagli

ANDROID 4.2 JELLY BEAN Installazione e configurazione dell ambiente

ANDROID 4.2 JELLY BEAN Installazione e configurazione dell ambiente INTRODUZIONE Per sviluppare applicazioni in grado di girare su sistemi Android servono tre cose: il Java JDK (Java Development Kit), che contiene tutti gli strumenti necessari a sviluppare nel linguaggio

Dettagli

MediaPlayer Android Mobile Programming Prof. R. De Prisco

MediaPlayer Android Mobile Programming Prof. R. De Prisco MediaPlayer 172 AudioManager controlla le sorgene audio e l output volume MediaPlayer Play di audio e video Sorgente dae Risorse locali URI (interni) URL MediaPlayer 173 Play di un file in res/raw MediaPlayer

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Seconda Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica SVILUPPO DI APPLICAZIONI MOBILE SU PIATTAFORMA ANDROID: ANALISI DEL MODELLO DI PROGRAMMAZIONE

Dettagli

Tools For Autism 1.0. Manuale d uso

Tools For Autism 1.0. Manuale d uso Tools For Autism 1.0 Manuale d uso Introduzione L applicazione per tablet Android Tools For Autism consente la creazione, visualizzazione e modifica di due strumenti didattici quali le storie sociali e

Dettagli

Scaletta. Strumenti di sviluppo Prima applicazione Aspetti peculiari di Android. Conclusioni. Activity e Intent. MoBe s.r.l.

Scaletta. Strumenti di sviluppo Prima applicazione Aspetti peculiari di Android. Conclusioni. Activity e Intent. MoBe s.r.l. Scaletta Strumenti di sviluppo Prima applicazione Aspetti peculiari di Android Activity e Intent Conclusioni Strumenti di sviluppo Disponibili per Windows, Mac OS X (Intel) e Linux Strumenti JDK (Java

Dettagli

Sviluppo di App per sistema operativo Android

Sviluppo di App per sistema operativo Android Università degli Studi di Padova Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Corso di Laurea Triennale in Ingegneria dell Informazione Tesina di laurea triennale Sviluppo di App per sistema operativo

Dettagli

Esercizi lezione 7. Esercizio A Progettate un'applicazione Android che consenta di fare una telefonata. Pag. 1/9

Esercizi lezione 7. Esercizio A Progettate un'applicazione Android che consenta di fare una telefonata. Pag. 1/9 Pag. 1/9 Esercizi lezione 7 Esercizio A Progettate un'applicazione Android che consenta di fare una telefonata. Suggerimenti: si può usare un intent e il metodo startactivity(), seguendo il frammento di

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DRIVER WINDOWS 8 (32 O 64 BIT)

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DRIVER WINDOWS 8 (32 O 64 BIT) PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DRIVER WINDOWS 8 (32 O 64 BIT) PREMESSA: Per installare i driver corretti è necessario sapere se il tipo di sistema operativo utilizzato è a 32 bit o 64 bit. Qualora non si conosca

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1 CdS Ingegneria Informatica a.a. 2011/2012. Introduzione a Visual Studio 2005/2008/2010

Fondamenti di Informatica T-1 CdS Ingegneria Informatica a.a. 2011/2012. Introduzione a Visual Studio 2005/2008/2010 Fondamenti di Informatica T-1 CdS Ingegneria Informatica a.a. 2011/2012 Introduzione a Visual Studio 2005/2008/2010 1 Outline Solution e Project Visual Studio e linguaggio C Visual Studio schermata principale

Dettagli

Sistemi Mobili e Wireless Android - Servizi

Sistemi Mobili e Wireless Android - Servizi Sistemi Mobili e Wireless Android - Servizi Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it Servizi Un servizio è un componente

Dettagli

Manuale Utilizzo App Intercall ViP

Manuale Utilizzo App Intercall ViP IT MANUALE UTILIZZO Manuale Utilizzo App Intercall ViP PER DISPOSITIVI: www.comelitgroup.com Indice Installazione App Intercall ViP... Configurazione indirizzo Vip... 4 Rispondere a una chiamata... 5 Gestione

Dettagli

Applicazione WeSenseIt Manuale d uso. WeSenseIt Consortium

Applicazione WeSenseIt Manuale d uso. WeSenseIt Consortium Applicazione WeSenseIt Manuale d uso Installarel applicazione WeSenseIT Per iniziare: L applicazione è disponibile solo per telefoni con tecnologia Android versione 2.3.3 (e successive) Assicurarsi di

Dettagli

Corso di programmazione di sistemi mobile 1. Android Laboratorio. Activity, ListView e Adapter

Corso di programmazione di sistemi mobile 1. Android Laboratorio. Activity, ListView e Adapter Corso di programmazione di sistemi mobile 1 Android Laboratorio Activity, ListView e Adapter Corso di programmazione di sistemi mobile 2 Passaggio di dati tra activity Il passaggio di tra activity può

Dettagli

Laboratorio di Smart Vision and Sensor Networks. Niki Martinel Marco Vernier Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Udine

Laboratorio di Smart Vision and Sensor Networks. Niki Martinel Marco Vernier Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Udine + Laboratorio di Smart Vision and Sensor Networks Niki Martinel Marco Vernier Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Udine Outline Lezione 1 - Il sistema operativo Android Cos

Dettagli

I link o collegamenti ipertestuali

I link o collegamenti ipertestuali I link o collegamenti ipertestuali Lo sviluppo mondiale di Internet è cominciato all inizio degli anni 90 quando un ricercatore del CERN ha inventato un sistema di mostrare le pagine basato su due semplici

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA APPLICAZIONI ANDROID PER ACCESSO A PERSONAL HEALTH RECORD

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA APPLICAZIONI ANDROID PER ACCESSO A PERSONAL HEALTH RECORD ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SCUOLA DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA DISI INGEGNERIA INFORMATICA TESI DI LAUREA in TECNOLOGIE WEB T APPLICAZIONI ANDROID PER ACCESSO A PERSONAL HEALTH RECORD

Dettagli

Mobility Manager 2.7 USER MANUAL. Guida. Pag. 1/11. SISTeMA s.r.l. www.sistemaits.com

Mobility Manager 2.7 USER MANUAL. Guida. Pag. 1/11. SISTeMA s.r.l. www.sistemaits.com Mobility Manager 2.7 Guida Pag. 1/11 1 Introduzione... 3 2 Guida... 4 2.1 Accedere e cambiare la password... 4 2.2 Per il mobility manager... 5 2.2.1 Configurare l indagine... 5 2.2.2 Funzionalità Mappa...

Dettagli

6.3 E-MAIL: Invio Estratto Conto, Recupero Crediti e Rubrica

6.3 E-MAIL: Invio Estratto Conto, Recupero Crediti e Rubrica Bollettino 5.0.1H4-23 6.3 E-MAIL: Invio Estratto Conto, Recupero Crediti e Rubrica E disponibile una nuova gestione dell invio e-mail per le funzioni: - Rubrica - Stampa Estratto Conto - Recupero Crediti.

Dettagli

ISTRUZIONI XCODE. Autore: Luca Florio (luca.floriopolimi.it)

ISTRUZIONI XCODE. Autore: Luca Florio (luca.florio<at>polimi.it) ISTRUZIONI XCODE Autore: Luca Florio (luca.floriopolimi.it) XCode è l ambiente di sviluppo fornito da Apple che permette la creazione di applicazioni OSX e iphone. In questa guida vedremo come installarlo

Dettagli

I satelliti. Accesso Remoto

I satelliti. Accesso Remoto I satelliti Utilissimi nelle zone senza copertura cablata anche se vincolata alla sola ricezione dati. Mezzi necessari: 1. Parabola 2. Scheda satellitare Velocità di Download Velocità di Upload 400 Kbps

Dettagli

L ambiente di sviluppo Android Studio

L ambiente di sviluppo Android Studio L ambiente di sviluppo Android Studio Android Studio è un ambiente di sviluppo integrato (IDE, Integrated Development Environment) per la programmazione di app con Android. È un alternativa all utilizzo

Dettagli

GESTIONE DEI PROCESSI

GESTIONE DEI PROCESSI Sistemi Operativi GESTIONE DEI PROCESSI Processi Concetto di Processo Scheduling di Processi Operazioni su Processi Processi Cooperanti Concetto di Thread Modelli Multithread I thread in Java Concetto

Dettagli

Introduzione a Visual Studio 2005

Introduzione a Visual Studio 2005 Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB Ingengeria Elettronica e Telecomunicazioni a.a. 2008/2009 Introduzione a Visual Studio 2005 Outline Solutions e Projects Visual Studio e il linguaggio C Visual

Dettagli

Corso Eclipse. Prerequisiti. 1 Introduzione

Corso Eclipse. Prerequisiti. 1 Introduzione Corso Eclipse 1 Introduzione 1 Prerequisiti Uso elementare del pc Esecuzione ricerche su Internet Esecuzione download Conoscenza elementare della programmazione 2 1 Cos è Eclipse Eclipse è un IDE (Integrated

Dettagli

Lezione 13 Content Provider

Lezione 13 Content Provider A cura di Carlo Pelliccia Come si è visto nelle due lezioni precedenti, secondi i meccanismi di gestione della sicurezza di Android, sia i file che i database sono solitamente di esclusiva proprietà dell

Dettagli

MyDiagnostick Management Studio

MyDiagnostick Management Studio MyDiagnostick Management Studio Manuale d uso MyDiagnostick Medical All Rights Reserved 1 Indice MANUALE D'USO... 1 FABBRICANTE... 3 VENDITA E ASSISTENZA... 3 REQUISITI DEL SISTEMA... 3 1. PRIMO UTILIZZO

Dettagli

FRANKY I.A. Ecco i 5 motori di ricerca che lavorano con FRANKY. Perché proprio questi motori e non altri?

FRANKY I.A. Ecco i 5 motori di ricerca che lavorano con FRANKY. Perché proprio questi motori e non altri? FRANKY I.A. Franky GTW, l ultima frontiera dell Intelligenza Artificiale applicata all interpretazione del linguaggio e all e-mail Marketing. Il Software di facilissimo utilizzo e completamente in lingua

Dettagli

Scheda attività. Lingue. Barra menu situ. Accesso (login) Attività vicine. Recapiti. descrizione. Fotografie

Scheda attività. Lingue. Barra menu situ. Accesso (login) Attività vicine. Recapiti. descrizione. Fotografie Scheda attività La scheda attività è una pagina Internet dedicata alla presentazione dell attività (turistica e/o commerciale) e alla usa gestione. È composta da vari sezioni. La visualizzazione per l

Dettagli

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE PREMESSA La presente guida è da considerarsi come aiuto per l utente per l installazione e configurazione di Atollo Backup. La guida non vuole approfondire

Dettagli

Facciamo click su Ricerca tra i miei Viaggi

Facciamo click su Ricerca tra i miei Viaggi Facciamo click su Ricerca tra i miei Viaggi Lasciamo selezionato Sul sito e click su Inizia la Ricerca Il primo in alto è quello attuale, gli altri sono viaggi fatti e salvati in passato Sono mostrate

Dettagli

Gestione Automatizzata delle RDL

Gestione Automatizzata delle RDL Gestione Automatizzata delle RDL Tabella Revisioni [Version] STEFANO SPADARO [Manuale per il Tecnico] Manuale per il Tecnico per l apprendimento e l utilizzo del sito web per effettuare la compilazione

Dettagli

Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione link Save it to disk OK.

Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione link Save it to disk OK. Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione Per svolgere correttamente alcune esercitazioni operative, è previsto che l utente utilizzi dei dati forniti attraverso

Dettagli

GESCO MOBILE per ANDROID

GESCO MOBILE per ANDROID GESCO MOBILE per ANDROID APPLICAZIONE PER LA GESTIONE DEI DISPOSITIVI GSM GESCO aggiornamenti su www.gesco.it GUIDA ALL USO Vi ringraziamo per aver scelto la qualità dei prodotti GESCO. Scopo di questa

Dettagli

Tecniche di progettazione e sviluppo di applicazioni mobile

Tecniche di progettazione e sviluppo di applicazioni mobile Slide del corso FSE Tecniche di progettazione e sviluppo di applicazioni mobile svolto presso AREA Science Park Padriciano - Trieste - Italy diegozabot@yahoo.it Android Introduzione diegozabot@yahoo.it

Dettagli

MyVoice Home Manuale Utente ios

MyVoice Home Manuale Utente ios Manuale Utente ios Elenco dei contenuti 1. Cosa è MyVoice Home?... 4 1.1. Introduzione... 5 2. Utilizzo del servizio... 6 2.1. Accesso... 6 2.2. Disconnessione... 8 3. Rubrica... 8 4. Contatti... 9 4.1.

Dettagli

Software centralizzazione per DVR

Software centralizzazione per DVR Software centralizzazione per DVR Manuale installazione ed uso 2 INTRODUZIONE Il PSS (Pro Surveillance System) è un software per PC utilizzato per gestire DVR e/o telecamere serie VKD. Tramite esso è possibile

Dettagli

MDaemon e Outlook Connector for MDaemon

MDaemon e Outlook Connector for MDaemon MDaemon e Outlook Connector for MDaemon Introduzione...2 Cos'è il groupware...2 Che cosa significa groupware?...2 Cos è WorldClient...2 MDaemon e l evoluzione delle funzionalità groupware...3 Nuove funzionalità

Dettagli

Corso Base. Lezione 7. Maurizio Cozzetto, Francesco Sarasini

Corso Base. Lezione 7. Maurizio Cozzetto, Francesco Sarasini Corso Base Lezione 7 Maurizio Cozzetto, Francesco Sarasini Effettuare una telefonata String dial = "tel:0301234567"; Uri teluri = Uri.parse(dial); Intent intent = new Intent(Intent.ACTION_DIAL, teluri);

Dettagli

TUTORIAL PER UTILIZZO CATALOGO RICAMBI WEB

TUTORIAL PER UTILIZZO CATALOGO RICAMBI WEB TUTORIAL PER UTILIZZO CATALOGO RICAMBI WEB 1. COME ACCEDERE AL CATALOGO... 2 2. DESCRIZIONE BARRA DEL MENU... 3 2.1 LINGUE... 3 2.2 ACCEDI/RESET... 4 2.3 RICERCA RICAMBI... 4 2.3.1 RICERCA PER DESCRIZIONE...

Dettagli

@ ITT M. BUONARROTI, TRENTO ANDROID DEVELOPMENT ELEMENTI BASE. RAMAN KAZHAMIAKIN OSCAR GIOVANNI DE

@ ITT M. BUONARROTI, TRENTO ANDROID DEVELOPMENT ELEMENTI BASE. RAMAN KAZHAMIAKIN OSCAR GIOVANNI DE @ ITT M. BUONARROTI, TRENTO ANDROID DEVELOPMENT ELEMENTI BASE RAMAN KAZHAMIAKIN OSCAR ZAMBOTTI @oskarnrk GIOVANNI DE FRANCESCO @jibbolus Sommario 1. Permissions 2. Intent 3. Intent espliciti e impliciti

Dettagli

Istruzioni per accedere al Corso sulla Legge 81, edizione 2013 - Versione 2 ASL11-26/03/2013

Istruzioni per accedere al Corso sulla Legge 81, edizione 2013 - Versione 2 ASL11-26/03/2013 Istruzioni per accedere al Corso sulla Legge 81, edizione 2013 - Versione 2 ASL11-26/03/2013 1. Vai alla pagina iniziale della piattaforma erogativa del FORMAS. Il link diretto alla piattaforma è: http://fad.formas.toscana.it/

Dettagli

A tal fine il presente documento si compone di tre distinte sezioni:

A tal fine il presente documento si compone di tre distinte sezioni: Guida on-line all adempimento Questa guida vuole essere un supporto per le pubbliche amministrazioni, nella compilazione e nella successiva pubblicazione dei dati riguardanti i dirigenti sui siti istituzionali

Dettagli

Guida Installazione esam

Guida Installazione esam Requisiti Hardware per PC (Laptop e Desktop PC) Pentium 4 o maggiore USB 2.0, min. 2 porte disponibili (una vicina all altra) Connessione ad internet Sistema operativo: Windows 2000 con SP4 Windows XP

Dettagli

Figura 1 Esempio di messaggio di attenzione per Settore FGA

Figura 1 Esempio di messaggio di attenzione per Settore FGA SQP Gestione Certificazione Fornitore Settembre 2014 Quando il Fornitore accede per la prima volta ad SQP, il sistema mostra il messaggio visualizzato di seguito: significa che il Fornitore deve caricare

Dettagli

A tal fine il presente documento si compone di tre distinte sezioni:

A tal fine il presente documento si compone di tre distinte sezioni: Guida on-line all adempimento Questa guida vuole essere un supporto per le pubbliche amministrazioni, nella compilazione e nella successiva pubblicazione dei dati riguardanti i dirigenti sui siti istituzionali

Dettagli

Manuale d Uso. Portale ERM Gestione Risorse Umane Web

Manuale d Uso. Portale ERM Gestione Risorse Umane Web Manuale d Uso Portale ERM Gestione Risorse Umane Web ACCESSO AL SISTEMA... 3 Apertura del programma... 3 Primo accesso al sistema... 4 UTILIZZO DEL PORTALE... 7 Il layout principale... 7 GESTIONI ANAGRAFICHE

Dettagli

Guida. Macchina Scratch

Guida. Macchina Scratch Pagina 1 di 22 Guida Macchina Scratch Pagina 2 di 22 Scopo Lo scopo della guida è quello di spiegare all'utente come sia possibile creare un unità da scratch con il software Nuovo AHU. La guida spiegherà

Dettagli

Documentazione. Divisione Sicurezza Dati

Documentazione. Divisione Sicurezza Dati Documentazione mailto:beable@beable.it http://www.beable.it 1 Questa guida è rilasciata con la licenza Creative Commons Attribution-Non- Commercial-NoDerivs 2.5, consultabile all indirizzo http://creativecommons.org.

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Parthenope Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di Laurea in Informatica Generale

Università degli Studi di Napoli Parthenope Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di Laurea in Informatica Generale Università degli Studi di Napoli Parthenope Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di Laurea in Informatica Generale Progetto realizzato per l esame di Programmazione III e Laboratorio di Programmazione

Dettagli

MANUALE UTENTE. Computer Palmare WORKABOUT PRO

MANUALE UTENTE. Computer Palmare WORKABOUT PRO MANUALE UTENTE Computer Palmare WORKABOUT PRO INDICE PROCEDURA DI INSTALLAZIONE:...3 GUIDA ALL UTILIZZO:...12 PROCEDURA DI AGGIORNAMENTO:...21 2 PROCEDURA DI INSTALLAZIONE: Per il corretto funzionamento

Dettagli

SITI Convocazioni. Manuale Utente. SITI Convocazioni. ed. Settembre 2006. Revisione 1.1

SITI Convocazioni. Manuale Utente. SITI Convocazioni. ed. Settembre 2006. Revisione 1.1 Manuale Utente SITI Convocazioni ed. Settembre 2006 Revisione 1.1 Sommario REQUISITI... 1 Hardware... 1 Software... 1 Internet... 1 INTERFACCIA... 2 MENU... 2 BOTTONI... 2 IMMAGINI... 2 PAGINA DI LOGIN...

Dettagli

Clicca sul link Gmail in alto nella pagina. Arriverai ad una pagina simile alla seguente: G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 68

Clicca sul link Gmail in alto nella pagina. Arriverai ad una pagina simile alla seguente: G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 68 G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 68 Usiamo Gmail In questo capitolo vedremo come creare un proprio accesso alla posta elettronica (account) ad uno dei servizi di mail on line più diffusi: Gmail, la

Dettagli

Sportello Unico DURC

Sportello Unico DURC Sportello Unico DURC Manuale Utente ad uso della Stazione Appaltante per la gestione di: Anagrafica stazione appaltante Subdelegati stazione appaltante Indice Indice 2 Modifica anagrafica Stazione Appaltante

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO PER LA DOMANDA DI NOMINA A MAGISTRATO ONORARIO MINORILE O ESPERTO DI SORVEGLIANZA

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO PER LA DOMANDA DI NOMINA A MAGISTRATO ONORARIO MINORILE O ESPERTO DI SORVEGLIANZA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO PER LA DOMANDA DI NOMINA A MAGISTRATO ONORARIO MINORILE O ESPERTO DI SORVEGLIANZA Il modello permette la compilazione dell'istanza di nomina o conferma di magistrato

Dettagli

Manuale di Utilizzo del Programma Boma Ri.Ba. Gestione Ricevute Bancarie di Boma Software

Manuale di Utilizzo del Programma Boma Ri.Ba. Gestione Ricevute Bancarie di Boma Software Manuale di Utilizzo del Programma Boma Ri.Ba. Gestione Ricevute Bancarie di Boma Software Istallazione Eseguire la procedura di istallazione, seguendo le istruzioni che vengono fornite di volta in volta.

Dettagli

BLOCK CALL Manuale utente Block Call Manuale Utente

BLOCK CALL Manuale utente Block Call Manuale Utente Block Call Manuale Utente 1. Sommario 1 Introduzione... 3 2 Installazione... 4 2.1 Preparazione back end... 4 2.2 Installazione device... 6 3 Configurazione Back End... 10 3.1 Gestione gruppi Nominativi...

Dettagli

Prenotazione on-line degli esami

Prenotazione on-line degli esami Prenotazione on-line degli esami Prenotazione on-line degli esami... 1 1 Accesso all area web... 2 2 Prenotazione esami... 4 3 Bacheca prenotazioni... 7 4 Bacheca esiti rifiuto del voto... 8 1 Accesso

Dettagli

RSS Manager. Versione 1.0 per RIM BlackBerry TM. Manuale Utente

RSS Manager. Versione 1.0 per RIM BlackBerry TM. Manuale Utente Versione 1.0 per RIM BlackBerry TM Manuale Utente Versione del 02/10/2008 www.data-ware.it Sommario 1 Breve descrizione del prodotto...2 2 - Lanciare e chiudere l'applicativo...3 3 - Configurazione...4

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE ANDROID

INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE ANDROID INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE ANDROID Giuseppe Marziale Bari, 27 Novembre 2013 About Me (Giuseppe Marziale) Sono Laureato in Ingegneria informatica specializzazione in sistema informativi e reti ( Ottobre

Dettagli

IMPOSTARE LO SFONDO DEL DESKTOP

IMPOSTARE LO SFONDO DEL DESKTOP IMPOSTARE LO SFONDO DEL DESKTOP per Windows 7 (SEVEN) Sei stanco di vedere il solito sfondo quando accendi il computer? Bene, è giunto il momento di cambiare lo sfondo dello schermo iniziale (il desktop).

Dettagli

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152)

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Commissario Delegato per l Emergenza Bonifiche e la Tutela delle Acque in Sicilia PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Sistema WEB-GIS

Dettagli

Basi Android. Android si definisce open. Con8ene tecnologie open source. Il codice di Android è open. Licenza Open Source Apache 2.

Basi Android. Android si definisce open. Con8ene tecnologie open source. Il codice di Android è open. Licenza Open Source Apache 2. Basi Android 1 Android Cosa è Android? Android è un insieme di strumen8 e librerie per sviluppare applicazioni mobili è più di un SO Android si definisce open Con8ene tecnologie open source Linux Il codice

Dettagli

IL MODULO CAUZIONI A&D srl

IL MODULO CAUZIONI A&D srl IL MODULO CAUZIONI 1 Sommario 1. INTRODUZIONE ALLE CAUZIONI... 3 2. CAUZIONI LEGATE AD UN DOCUMENTO... 3 1.1. GESTIONE CAUZIONI IN USCITA RIFERIMENTO AD UN DOCUMENTO (ORDINE)... 3 1.2. GESTIONE CAUZIONI

Dettagli

Tale attività non è descritta in questa dispensa

Tale attività non è descritta in questa dispensa Fondamenti di informatica Oggetti e Java ottobre 2014 1 Nota preliminare L installazione e l uso di Eclipse richiede di aver preliminarmente installato Java SE SDK Tale attività non è descritta in questa

Dettagli

Servizio on-line di Analisi e Refertazione Elettrocardiografica

Servizio on-line di Analisi e Refertazione Elettrocardiografica Servizio on-line di Analisi e Refertazione Elettrocardiografica Guida utente Scopo del servizio... 2 Prerequisiti hardware e software... 3 Accesso all applicazione... 4 Modifica della password... 7 Struttura

Dettagli

DESKTOP. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file. Vediamo in dettaglio queste parti.

DESKTOP. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file. Vediamo in dettaglio queste parti. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file DESKTOP All accensione del nostro PC, il BIOS (Basic Input Output System) si occupa di verificare, attraverso una serie di test, che il nostro hardware

Dettagli

Introduzione all uso di Eclipse

Introduzione all uso di Eclipse Introduzione all uso di Eclipse Daniela Micucci Programmazione Outline Eclipse: concetti generali Definire un workspace Creare un project Importare un file Utilizzo 1 Introduzione Eclipse è un ambiente

Dettagli

La posta elettronica. ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale

La posta elettronica. ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale La posta elettronica ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Posta elettronica E mail Elettronica Posta In questo argomento del nostro corso impareremo

Dettagli

IL TELEFONO DI ALICE Manuale utente

IL TELEFONO DI ALICE Manuale utente IL TELEFONO DI ALICE Manuale utente INDICE 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO 2 2 ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO 2 3 INVIO CHIAMATA 3 4 LISTA CONTATTI 4 5 CONTATTI ABILITATI 7 6 RICEZIONE DELLA CHIAMATA 8 7 REGISTRAZIONE

Dettagli

Manuale Utilizzo App Intercall Remote ViP

Manuale Utilizzo App Intercall Remote ViP IT MANUALE UTILIZZO Manuale Utilizzo App Intercall Remote ViP PER DISPOSITIVI: www.comelitgroup.com Indice Installazione App Intercall Remote ViP... 3 Configurazione Applicazione... 4 CONFIGURAZIONE INDIRIZZO

Dettagli

Attiva la APP di BigBlueButton. Clicca su ATTIVA APP

Attiva la APP di BigBlueButton. Clicca su ATTIVA APP Questo breve manuale ha lo scopo di mostrare la procedura con la quale interfacciare la piattaforma di web conferencing BigBlueButton e la tua piattaforma E-Learning Docebo. Questo interfacciamento consente

Dettagli

Guida all uso di Java Diagrammi ER

Guida all uso di Java Diagrammi ER Guida all uso di Java Diagrammi ER Ver. 1.1 Alessandro Ballini 16/5/2004 Questa guida ha lo scopo di mostrare gli aspetti fondamentali dell utilizzo dell applicazione Java Diagrammi ER. Inizieremo con

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE OMNIPOINT

MANUALE DI INSTALLAZIONE OMNIPOINT MANUALE DI INSTALLAZIONE OMNIPOINT Pagina 1 di 31 Requisiti necessari all installazione:... 3 Configurazione Browser per WIN7... 3 Installazione Software... 6 Configurazione Java Runtime Environment...

Dettagli

LA FINESTRA DI GOAL (SCHERMATA PRINCIPALE E PANNELLO DEI COMANDI)

LA FINESTRA DI GOAL (SCHERMATA PRINCIPALE E PANNELLO DEI COMANDI) FUNZIONI DEL PROGRAMMA GOAL Il programma GOAL consente all utilizzatore di creare animazioni grafiche rappresentanti schemi, esercitazioni e contrapposizioni tattiche. Le animazioni create possono essere

Dettagli