REPORT IKO Settembre 2012

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REPORT IKO 2012. Settembre 2012"

Transcript

1 Settembre 2012

2 L incontro annuale dell IKO (International Kiwifruit Organization) si è tenuto quest anno in California (USA), ad Healdsburg, dal 23 al 25 settembre. Erano presenti le delegazioni di Italia, Cile, Francia, Nuova Zelanda, Spagna, Stati Uniti e Corea. L incontro è stato l occasione per fare il punto sullo stato della coltivazione nei diversi paesi per quel che riguarda produzioni, superfici, commercializzazione e consumi. Copyright: 2

3 F R A N C I A La produzione commercializzabile La produzione di kiwi in Francia nella campagna 2011/12 ha raggiunto le tonnellate. Per il 2012/13 si stimano circa tonnellate, l 8% in meno rispetto all anno precedente. Francia Kiwi: Serie storica della produzione commercializzabile e delle superfici in produzione prev Produzioni (tonnellate) Superfici in prod. (ha) fonte: IKO La superficie in produzione appare stabile negli anni più recenti su valori attorno ai ettari. Le esportazioni La Francia esporta mediamente circa un terzo dell offerta nazionale disponibile ogni anno. Nell ultima campagna di commercializzazione sono state esportate quasi tonnellate, il 5% in più rispetto alla campagna precedente; il volume esportato Copyright: 3

4 incrementa nonostante la diminuzione della produzione (-8%) nel passaggio tra le due ultime campagne commerciali. Il principale paese di destinazione diviene il Belgio con una quota salita al 23% del totale, che supera la Spagna che al contrario diminuisce gli approvvigionamenti di prodotto francese. Segue al terzo posto per importanza la Germania, la cui quota nella campagna 2011/12 risulta essere costante sul 13%. Al di fuori dell UE (27) per kiwi francese interessanti sono i mercati dell Estremo Oriente, a cui nel 2011/12 è stato spedito il 27%, contro il 23% della precedente campagna commerciale. Hong Kong, Taiwain e Cina sono i principali sbocchi commerciali di quest area. Il prezzo medio di esportazione nell ultima campagna, pari a 1,45 euro/kg, risulta appena al di sotto della media degli anni più recenti (eccetto il 2009/10 ). Francia Kiwi: Serie storica delle esportazioni a kiwi, per paese di destinazione Paesi di destinazione 2007/ / / / /12 Tonn. /kg Tonn. /kg Tonn. /kg Tonn. /kg Tonn. /kg UE (27) Belgio e Lussemburgo , , , , ,78 UE (27) Spagna , , , , ,26 UE (27) Germania , , , , ,68 Estremo Oriente Hong Kong 74 1, , , , ,60 Estremo Oriente Taiwan , , , , ,43 Estremo Oriente Cina 769 1, , ,44 UE (27) Paesi Bassi , , , , ,24 Europa extra UE (27) Polonia 415 0, , , ,26 Oceania Australia 84 1, , , , ,13 UE (27) Portogallo 269 0, ,04 Africa Sudafrica 333 1,28 Estremo Oriente Tailandia 129 1, , , ,53 Europa extra UE (27) Svizzera 216 1, , , , ,65 UE (27) Regno Unito 311 1, , , , ,45 Altri Asiatici India 99 1, ,00 Africa Marocco 115 0, ,55 Nord America Canada 67 0, , , , ,83 UE (27) Italia 654 1, , ,70 Estremo Oriente Malaysia 105 1, ,27 Africa Algeria 419 0, , ,72 UE (27) Lituania 191 0, ,17 Altri Altri paesi , , , , ,02 TOTALE , , , , ,45 fonte: Eurostat Le importazioni Le importazioni di kiwi in Francia, dopo aver superato le tonnellate nel 2009, scendono su livelli medi, attorno alle tonnellate nei due anni successivi. Le importazioni di kiwi proveniente dall emisfero sud nel complesso appaiono costanti, pur evidenziando un rafforzamento del prodotto neozelandese a scapito di quello cileno. L Italia rimane il primo paese fornitore, con una quota vicina al 40% del totale, tuttavia si nota una crescente presenza di prodotto proveniente da Spagna e Grecia. Copyright: 4

5 Francia Kiwi: Serie storica delle importazioni di kiwi, per paese di origine Paese di origine tonn. /kg tonn. /kg tonn. /kg tonn. /kg tonn. /kg Italia , , , , ,88 Belgio + Nuova Zelanda , , , , ,55 Olanda + Cile , , , , ,96 Spagna 832 1, , , , ,49 Grecia 215 0, , , , ,71 Altri paesi , , , , ,39 Totale , , , , ,11 fonte: Eurostat La redditività della coltivazione Nella campagna 2011/12 il prezzo medio pagato al produttore si è attestato su 0,58 /kg, in flessione del 12% rispetto alla precedente annata (0,66 /kg). S P A G N A La coltivazione di kiwi in Spagna conta attualmente poco più di ettari, concentrati per 440 ettari in Galizia e per circa 230 ettari in Asturia. Incrementano però gli impianti nelle regioni di Extremadura, Valencia e Catalonia. Hayward continua ad essere la varietà prevalente; 10 ettari di Summerkiwi ed altri 15 ettari di Jintao sono stati estirpati e non rimpiazzati, a causa della diffusione della PSA. Per queste due varietà è previsto un incremento della produzione solamente dopo il 2014/2015. A livello generale ci si attende nei prossimi cinque anni nuovi impianti di kiwi per un totale di 40 ettari. Per quanto riguarda l entità dell offerta, le previsioni 2012 indicano una produzione commercializzabile di circa tonnellate, il 17% in meno rispetto all offerta del Spagna Kiwi: Serie storica della produzione commercializzabile Produzione (tonn.) Prev fonte: IKO Copyright: 5

6 Import - Export Quasi tutta la produzione è destinata al mercato interno; nell ultima annata la quota raggiunge ben il 98% della produzione e, conseguentemente, la quota rimanente irrisoria viene esportata. Le statistiche (Eurostat) però indicano quantitativi esportati annui di circa tonnellate, ma si tratta in gran parte di prodotto che entra in Spagna per venire poi successivamente riesportato (prevalentemente verso il Portogallo, Marocco ed Algeria). Le importazioni ammontavano mediamente sulle tonnellate nel triennio Nel 2010 i quantitativi sono leggermente scesi portandosi sulle tonnellate, per poi diminuire nuovamente nel 2011 a circa tonnellate. Considerate le frequenti triangolazioni fra paesi tra prodotto in entrata e prodotto in uscita è difficile valutare la dimensione del mercato interno partendo da un bilancio di utilizzazione (produzione+import-export). Spagna Kiwi: Serie storica delle importazioni per paese di origine tonnellate Nuova Zelanda Italia Cile Belgio Portogallo Francia Altri paesi Totale fonte: Eurostat La redditività della coltivazione Nella campagna 2011/12 il prezzo medio pagato al produttore si è attestato su 0,51 /kg, confermando la bassa remunerazione della precedente annata. C O R E A del SUD Le stime per il 2012 indicano una superficie dedicata a kiwi in questo paese di ettari, di cui 105 ettari della varietà Hort 16 A ed i rimanenti di Hayward. Copyright: 6

7 Non sono previsti nuovi impianti di kiwi nei prossimi anni, ma saranno testate nuove cultivar a polpa gialla (ad esempio Hort 19A) e continua la sperimentazione di altre cultivar di kiwi (Haegum, Hanla Gold, Jeshi Gold e Hongdarae). Nel 2011 sono state prodotte tonnellate di Hayward e di Hort 16A. Per il 2012 le previsioni indicavano inizialmente un incremento rispetto all anno 2011, con l Hayward sulle tonnellate e l Hort 16 A stabile sulle tonnellate. Le previsioni sono state poi riviste al ribasso in seguito ai danni causa dal tifone che ha colpito la Corea a fine agosto. Le stime aggiornate indicano una riduzione della produzione di circa il 20/30% rispetto alla passata stagione. Nei prossimi anni è previsto un lieve e progressivo incremento della produzione sia sul verde che sul giallo. Tutta la produzione coreana viene destinata al mercato interno, che sostanzialmente sembra stabile negli anni più recenti su circa 42/ tonnellate. La Corea del Sud è un paese importatore: dal 2008 al 2010 le importazioni sono costantemente attorno alle tonnellate. Nella stagione 2011 le entrante hanno sfiorato le tonnellate di kiwi, mentre per la stagione in entrata si prevede una lieve riduzione (poco meno di tonnellate). Le importazioni riguardano quasi esclusivamente prodotto proveniente dall Emisfero Sud, in primis dalla Nuova Zelanda ( tonnellate nel 2011), a cui segue a distanza il Cile, con circa tonnellate. Dall emisfero nord arriva prodotto dagli USA, con una quota piuttosto marginale: è previsto in novembre 2012 l arrivo sul mercato coreano del kiwi italiano. Corea del Sud Kiwi: Produzioni e Importazioni Prod. (tonn.) Import (tonn.) Prod.+Import (tonn.) Prev fonte: IKO Copyright: 7

8 Corea del Sud Kiwi: Importazioni per paese d origine (tonn.) Nuova Zelanda Cile USA Prev fonte: IKO Anche altri paesi produttori stanno trattando con il governo coreano per aprire questo mercato al proprio export. La Francia sarà probabilmente presente su questo mercato a partire dalla fine del 2013/2014. Più arretrata pare essere la posizione dell Iran. USA - C A L I F O R N I A Nel 2011/12 sono state prodotte in California quasi tonnellate di kiwi, su una superficie complessiva di poco meno di ettari. Per la stagione 2012/2013 le stime indicano una produzione di circa tonnellate, in riduzione a causa di problemi di gelate e danni da grandine. Quasi l 80% della produzione è destinata al mercato nazionale, circa il 20% del prodotto è spedito verso il Messico mentre quote minori raggiungono Canada, Giappone e Taiwan. Nella campagna commerciale 2011/12 le vendite sono state concentrate nei mesi di gennaio e febbraio. La quota della produzione biologica è sostanzialmente stazionaria attorno al 10% ma si attende un incremento della domanda nei prossimi anni. A livello generale anche negli anni a venire la maggior parte del prodotto sarà destinata sul mercato interno che rimarrà il principale riferimento per il kiwi californiano, tuttavia si ricercheranno opportunità per sviluppare anche le esportazioni in paesi terzi. Copyright: 8

9 USA - California Kiwi: Superfici e Produzioni Superfici (ha) Produzione (Tonn.) Prev fonte: IKO GRECIA Superfici e produzioni La superficie dedicata a kiwi e conseguentemente la produttività in Grecia è segnalata ancora in incremento. Quasi la totalità degli investimenti riguarda la varietà Hayward, mentre sono marginali gli impianti presenti delle cultivar Summerkiwi, Soreli e Tsechelidis. Nel 2012 la produzione commercializzabile appare in tendenziale incremento grazie al progressivo apporto dei nuovi impianti e di una resa media migliore rispetto alla passata stagione. Le regioni di Pieria (Katerini) ed Kavala dovrebbero avere gli aumenti più elevati +10% /+15%. In entrambe le regioni si prevede però una diminuzione del peso medio, dovuta alle non idonee condizioni climatiche (pioggia durante la fase di fioritura, estate troppo calda). Nella regione di Arta l aumento sembra essere più lieve (+5%) con una migliore distribuzione dei calibri rispetto alle altre due aree, seppur più concentrata anch essa sui calibri piccoli. Nella campagna 2011/12 sono state raccolte circa tonnellate di prodotto, mentre per l annata 2012/13 si attendono circa tonnellate. Esiste il dubbio che la reale produzione greca sia più elevata di quella riportata. Le statistiche ufficiali (FAO e d Eurostat) indicavano una produzione greca superiore alle tonnellate già nel 2009, circa tonnellate nel 2010 ed oltre tonnellate nel 2011; le superfici totali secondo i dati Eurostat ammontavano nel 2011 a oltre ettari. Copyright: 9

10 Grecia Kiwi: Serie storica della produzione e delle superfici prev Prod. Comm. - Tonn. Superficie Totale - ettari Fonte: IKO, Eurostat/FAO Mercato estero ed interno La produzione greca è caratterizzata da una forte propensione all export, come si evince dal grafico seguente. Il mercato interno al contrario appare ridotto e stabile. Analizzando le esportazione di kiwi greche dal punto di vista temporale si nota anche il progressivo allungamento del periodo di commercializzazione che fino a qualche stagione fa era molto concentrato nella fase iniziale (fino a dicembre/gennaio), mentre negli anni più recenti le spedizioni si prolungano fino ad aprile. Copyright: 10

11 Grecia Kiwi: Serie storica della produzione e delle esportazioni tonnellate Export di kiwi Produzione di kiwi / / / / /2012 fonte: Eurostat/IKO Grecia Kiwi: serie storica delle esportazioni per mese / / / / / tonnellate ottobre novembre dicembre gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno fonte: Eurostat Copyright: 11

12 Gran parte del prodotto inviato all estero ha come destinazione i paesi Europei extra UE (27), con particolare riferimento alla Russia (con la quota del 33% del totale), Ucraina (9%) e Moldavia (5%); l insieme dei paesi europei extra UE (27) ha assorbito quasi il 60% del totale esportato e la quota continua ad aumentare ogni anno. Parallelamente si contrae la rappresentatività dei paesi dell UE27, che flette dal 40% della campagna precedente al 33% della stagione 2011/12. In quest ultima annata il volume esportato nel complesso dei paesi comunitari è risultato inferiore alle sole spedizioni destinate alla Russia. All interno della comunità europea la Grecia concentra il proprio export verso i paesi più a est in particolare verso Romania (8%), Germania (6%), Bulgaria (5%). Contenuto l export verso le altre aree di destinazione tra cui si segnalano quantitativi non elevati inviati in paesi medio orientali, africani (Egitto) e dalla campagna 2011/12 in Cina. Grecia - Esportazioni di kiwi 2010/2011 % sul totale 2011/2012 % sul totale Tonnellate /Kg 2010/2011 Tonnellate /Kg 2011/2012 EUROPA EXTRA UE (27) ,78 56% ,78 59% di cui: Russia ,88 29% ,90 33% Ucraina ,71 11% ,63 9% Moldavia ,77 7% ,70 5% Macedonia ,54 3% ,64 4% Turchia ,60 3% ,60 3% Serbia ,59 2% ,67 3% Albania ,44 2% ,42 2% Altri paesi 543 0,75 1% 514 0,53 1% UE ,75 40% ,63 33% di cui: Romania ,57 8% ,43 8% Germania ,94 8% ,80 6% Bulgaria ,49 7% ,39 5% Polonia ,74 4% ,55 3% Spagna ,98 2% ,80 2% Regno Unito 581 1,09 1% ,92 2% Italia ,80 2% ,66 2% Olanda ,99 2% ,77 2% Cipro ,79 2% 715 0,81 1% Altri paesi ,89 4% ,73 4% MEDIO ORIENTE ,62 3% ,54 4% di cui: Giordania ,57 2% ,43 2% Altri paesi 743 0,69 1% ,68 2% AFRICA 118 0,62 0% ,38 2% di cui: Egitto 118 0,62 0% ,37 2% Altri paesi 0% 55 0,76 0% ESTREMO ORIENTE 302 1,09 0% 811 1,02 1% di cui: Cina 0% 548 1,05 1% Altri paesi 302 1,09 0% 263 0,95 0% NORD AMERICA 293 1,01 0% 321 1,00 0% ALTRI PAESI ASIATICI 0% 356 0,60 0% paesi non determinati 0% 20 0,70 0% TOTALE ,77 100% ,72 100% fonte: Eurostat Copyright: 12

13 C I L E Superfici e produzioni La superficie a kiwi in Cile appare in leggera riduzione, da ettari totali del 2011 si passa agli attuali ettari circa. Gli impianti della varietà Hayward sono in significativa flessione, pur rimanendo ancora la principale cultivar impiantata. Tra le altre varietà, la più impiantata è Jintao, seguita a distanza da Summerkiwi e Kiss Kiss. Nei prossimi anni è prevista ancora una riconversione di molti impianti presenti poiché parecchi di questi (circa il 40%) presentano un età superiore ai 20 anni. I nuovi investimenti sono più concentrati su diverse varietà a polpa gialla. Cile Kiwi: Evoluzione delle superfici a Kiwi - ettari Le esportazioni Quasi la totalità della produzione cilena è destinata all esportazione. Cile Kiwi: Trend delle esportazioni Anni Export (Ton) fino alla sett fonte: elaborazione CSO su dati Expordata - ASOEX Nel 2011 sono state esportate quasi tonnellate di kiwi e per la stagione 2012 si stima che l export totale possa raggiungere le tonnellate a fine anno. Alla fine della prima decade di settembre risultavano collocate sui mercati esteri già oltre tonnellate di prodotto, +10% rispetto alla passata stagione. La principale area di destinazione rimane l Europa, ma la quota di mercato pare in flessione nel 2012; circa il 17% del prodotto è stato destinato al mercato Nord Americano; in Estremo e Medio Oriente è stato spedito un ulteriore 15% di prodotto. Copyright: 13

14 Cile storico export di kiwi per mese (totale) tonnellate Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic fonte: elaborazioni CSO su dati Odepa Cile export per destinazione 2011 Africa 0% Estremo Oriente 8% Medio Oriente 5% Altre destinazioni 0% UE(27) 45% Centro-Sudamerica 18% Nord Ameria 14% Europa Extra UE(27) 10% Copyright: 14

15 Cile export per destinazione 2012 (fino ad agosto 2012) Africa 1% Centro-Sudamerica 15% Estremo Oriente 11% Medio Oriente 4% Altre destinazioni 0% UE(27) 43% Nord Ameria 17% Europa Extra UE(27) 9% fonte: elaborazioni CSO su dati Odepa Le spedizioni destinate al mercato europeo per il 2012 sono già state ultimate a metà settembre, il rimanente prodotto da esportate da ora alla fine della campagna commerciale verrà destinato quasi unicamente al mercato del Centro-Sud America. Cile storico export di kiwi per destinazione ESTREMO ORIENTE UE 27 NORD AMERICA ALTRI PAESI AMERICANI MEDIO ORIENTE EUROPA EXTRA UE AFRICA % 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45% 50% 55% 60% 65% fonte: elaborazioni CSO su dati Odepa Copyright: 15

16 Cile storico export di kiwi per destinazione dati in tonnellate Area Paese * UE di cui: Italia Olanda Spagna Regno Unito Francia Portogallo Grecia Altri paesi NORD AMERICA di cui: USA Canada ALTRI PAESI AMERICANI di cui: Brasile Messico Argentina Colombia Ecuador Perù Biolivia Altri paesi ESTREMO ORIENTE di cui: Cina Corea del sud Giappone Hong Kong Altri paesi EUROPA EXTRA UE di cui: Russia Altri paesi MEDIO ORIENTE di cui: Arabia Saudita Emirati Arabi Altri paesi altre destinazioni TOTALE *dato 2012 non definitivo, aggiornato ad agosto 2012 fonte: elaborazioni CSO su dati Odepa La redditività della coltivazione Per la campagna 2012 il prezzo alla produzione è risultato leggermente inferiore ai 0,30 $/kg, raggiungendo i livelli più bassi dell ultimo quinquennio. Il rafforzamento del Peso Cileno rispetto al Dollaro USA associato all incremento dei costi di produzione, a partire dal 2009, influisce negativamente sul reddito del produttore, ai limiti della soglia di sostenibilità. Copyright: 16

17 N U O V A Z E L A N D A La produzione di kiwi nel 2011 aveva raggiunto il record di tonnellate, coinvolgendo quasi frutteti, mentre per la stagione 2012 la produzione raccolta è scesa a circa tonnellate (-13%). La flessione ha interessato sia il prodotto a polpa verde, passato da a tonnellate, sia il giallo, in flessione da a tonnellate. La superficie interessata a kiwi attualmente è stimata in circa ettari. Il prodotto a polpa verde vede ora una superficie di circa ettari, mentre il giallo scende a poco meno di ettari. Sono stati recentemente innestati e si contano pertanto circa ettari di G3 (alcuni da hayward e molti da Hort 16A), varietà che sembra meno suscettibile (ma non resistente alla PSA). Relativamente all evoluzione dell export, il Giappone rimane il più importante mercato di riferimento (18% del totale delle spedizioni) seguito da Spagna (11%), Germania e Cina (ciascuno 9%), Korea e Taiwan (ciascuno 7%), Olanda (6%), Francia e Stati Uniti (ciascuno 5%) ed infine Italia (4%). Rilevante l incremento del volume destinato alla Cina che nel giro di pochi anni è già arrivato a sfiorare il 10% del totale; in incremento anche altri paesi asiatici a cui viene indirizzato il kiwi gold. Quando si parla di produzione neozelandese è importante, soprattutto per i paesi dell emisfero Nord capire quando terminerà la commercializzazione del prodotto nella campagna in corso per valutare la possibilità o meno di accavallamenti di prodotto fra emisfero nord ed emisfero sud all inizio della stagione italiana. La campagna di commercializzazione 2012 sembra possa terminare prima della precedente, in virtù anche della minore produzione. Dai dati presentati dalla delegazione neozelandese il termine delle forniture di prodotto sul mercato europeo è stato previsto per la settimana 48 del Dovrebbero proseguire le spedizioni nella fase finale della campagna solamente verso la Cina. Copyright: 17

18 Nuova Zelanda storico export di kiwi per mese (totale) tonnellate Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic fonte: elaborazioni CSO su dati Statistic of New Zealand Nuova Zelanda storico export di kiwi GOLD per mese tonnellate Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic fonte: elaborazioni CSO su dati Statistic of New Zealand Copyright: 18

19 Nuova Zelanda storico export di kiwi per area di destinazione % sul totale (2012 non definitivo, aggiornato ad agosto 2012) ESTREMO ORIENTE UE 27 NORD AMERICA 35% 44% 46% 51% OCEANIA ALTRI PAESI AMERICANI MEDIO ORIENTE ALTRI PAESI ASIATICI EUROPA EXTRA UE AFRICA % 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45% 50% 55% fonte: elaborazioni CSO su dati Statistic of New Zealand Copyright: 19

20 Nuova Zelanda storico export di kiwi per destinazione dati in tonnellate Area Paese * ESTREMO ORIENTE di cui: Giapone Cina Taiwan Korea Hong Kong Malaysia Indonesia Singapore Tailandia Altri paesi UE di cui: Belgio Spagna Italia Altri paesi NORD AMERICA di cui: USA Canada OCEANIA Totale di cui: Australia Altri paesi ALTRI PAESI AMERICANI MEDIO ORIENTE ALTRI PAESI ASIATICI AFRICA EUROPA EXTRA UE TOTALE *dato 2012 non definitivo, aggiornato ad agosto 2012 fonte: elaborazioni CSO su dati Statistic of New Zealand Copyright: 20

21 Nuova Zelanda storico export di kiwi GOLD per destinazione dati in tonnellate Area Paese * ESTREMO ORIENTE di cui: Giappone Cina Taiwan Korea Hong Kong Malaysia Altri paesi UE di cui: Belgio Spagna Italia NORD AMERICA di cui: USA Canada OCEANIA Totale di cui: Australia Altri paesi MEDIO ORIENTE ALTRI PAESI AMERICANI AFRICA ALTRI PAESI ASIATICI EUROPA EXTRA UE TOTALE *dato 2012 non definitivo, aggiornato ad agosto 2012 fonte: elaborazioni CSO su dati Statistic of New Zealand Copyright: 21

22 Previsioni 2012 di kiwi nell Emisfero Nord Sintetizzando in tabella i dati relativi alle previsioni 2012 per paese, per la campagna entrante nei paesi dell Emisfero Nord, è attesa una produzione commercializzabile di circa tonnellate, -19% rispetto all annata precedente. Flettono tutti i principali paesi produttori eccetto la Grecia, che appare in controtendenza. La diminuzione dell Italia, principale paese produttore, determina così la flessione dell offerta prevista per la campagna entrante anche rispetto alla media delle annate più recenti (-12%). dati in tonnellate 2007/ / / / / /13 var. % 2012/13 su 2011/12 var. % 2012/13 su media 2007/11 Italia Francia USA - California Corea Portogallo Spagna Grecia Totale Totale Europa fonte: IKO Informazioni da altri paesi emisfero nord Per molti paesi interessanti per la coltivazione del kiwi non esistono dati produttivi attendibili. Di seguito riportiamo le informazioni scambiate relativamente ad alcuni di questi paesi. Iran: le statistiche ufficiali (FAO) indicano una produzione di poco oltre le tonnellate, ma è più veritiero pensare che la produzione reale possa ammontare a circa tonnellate, soprattutto ad Hayward. Cina: è difficile stimare esattamente l ampiezza della coltivazione in questo paese poiché a seconda delle fonti la produzione varia dalle a circa 1 milione di tonnellate. Sono presenti in questo paese svariate cultivar, di diversa tipologia di colorazione, molte delle quali non si adattano all esportazione ma sono rivolte a soddisfare la richiesta del mercato interno. Nel paese sono in atto massicce trasformazioni e probabilmente nei prossimi anni si diffonderanno produzioni differenti rispetto alle attuali. Copyright: 22

23 dati in tonnellate 2007/ / / / / /13 var. % 2012/13 su 2011/12 var. % 2012/13 su media 2007/11 Iran Cina Giappone Altri paesi E.N (Turchia, Israele, Svizzera) fonte: IKO Produzione 2012 di kiwi nell Emisfero Sud Sintetizzando in tabella i dati relativi alle produzioni 2012 per paese, le produzioni di Cile e Nuova Zelanda raccolte nel 2012 dovrebbero ammontare a circa tonnellate, il 5 % in meno rispetto al dati in tonnellate var. % 2012/ 2011 var. % 2012 su media 2007/11 Cile Nuova Zelanda Totale fonte: IKO Informazioni da altri paesi emisfero sud dati in tonnellate var. % 2012/ 2011 var. % 2012 su media 2007/11 Argentina/Uruguay Australia Brasile Sudafrica fonte: IKO Copyright: 23

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

Situazione produttiva e commercio estero dei Paesi del Bacino del Mediterraneo

Situazione produttiva e commercio estero dei Paesi del Bacino del Mediterraneo Situazione produttiva e commercio estero dei Paesi del Bacino del Mediterraneo Tomas Bosi Cesena, 22 settembre 2015 Melone, superfici e produzione Francia Superficie: meno di 15.000 ha Produzione: 280.000

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8 L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 I DATI RELATIVI AL 2011 2 LE ESPORTAZIONI 4 LE CARATTERISTICHE STRUTTURALI 6 La macchina utensile 6 La robotica 7 L INDUSTRIA

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

IL PUNTO SULLA PRODUZIONE DI PROGETTI APPROFONDIMENTI E PROSPETTIVE

IL PUNTO SULLA PRODUZIONE DI PROGETTI APPROFONDIMENTI E PROSPETTIVE CSO - ALBICOCCHE UE / ALBICOCCHE: trend della produzione A livello generale la produzione di albicocche nella UE è sostanzialmente stabile e si aggira, recentemente, sulle 650.000 tonnellate annue ma è

Dettagli

DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13

DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13 DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13 - VENDITE PER PRODOTTO GENN- SETT 14 VS 13 2013 2014 var. var % Asti docg 38.220.269 37.358.438-861.831-2,3% Moscato d'asti docg 14.082.178

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

Alcuni dati recenti sul mercato dei limoni in Italia e Europa

Alcuni dati recenti sul mercato dei limoni in Italia e Europa Alcuni dati recenti sul mercato dei limoni in Italia e Europa La produzione di limoni in Italia L area di produzione dei limoni, negli anni, è progressivamente diminuita: le cause sono gli elevati costi

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

IL MERCATO DELLE ARANCE

IL MERCATO DELLE ARANCE IL MERCATO DELLE ARANCE tendenze recenti e dinamiche attese Catania, 11 luglio 2013 QUALI ELEMENTI DI CRITICITÀ dimensione aziendale medio-bassa, impianti poco moderni, problemi fitosanitari (virosi) filiera

Dettagli

IL MERCATO DEL MELONE TENDENZE RECENTI. Ismea. a cura di Mario Schiano lo Moriello

IL MERCATO DEL MELONE TENDENZE RECENTI. Ismea. a cura di Mario Schiano lo Moriello IL MERCATO DEL MELONE TENDENZE RECENTI AGGIORNAMENTO PER LA RIUNIONE DEL COMITATO DI PRODOTTO DELL ORGANISMO INTERPROFESSIONALE «ORTOFRUTTA ITALIA» BRESCELLO, 7 SETTEMBRE 2015 a cura di Mario Schiano lo

Dettagli

MERCATO LATTIERO CASEARIO

MERCATO LATTIERO CASEARIO MERCATO LATTIERO CASEARIO Scenario mondiale e nazionale Treviso, 10 giugno 2011 1 LA PRODUZIONE MONDIALE DI LATTE Nel 2010 la produzione mondiale di latte è aumentata, grazie all incremento dell offerta

Dettagli

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2008-2010

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2008-2010 Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2008-2010 il caffè Direzione Dipartimento Promozione NOTA INTRODUTTIVA Le elaborazioni statistiche si propongono di fornire al Lettore uno strumento per

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 l olio di oliva marzo 2012 Dipartimento Promozione dell'internazionalizzazione Area Agro-alimentare

Dettagli

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 Un ulteriore consolidamento del fatturato estero del settore caratterizza questi primi 8 mesi del 2015: tra gennaio e agosto sono stati esportati prodotti per 4,2

Dettagli

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 Prosegue la corsa dell export di settore anche nella parte finale del 2012: + 21,8% nei primi 10 mesi dell anno. La conferma del dato a

Dettagli

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME. Patrocinato da SAIE E PROMOSSO DA

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME. Patrocinato da SAIE E PROMOSSO DA CRESME RICERCHE SPA OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI CRESME Patrocinato da SAIE E PROMOSSO DA FEDERCOSTRUZIONI Cantiermacchine-ASCOMAC Comamoter-FEDERUNACOMA Ucomesa- ANIMA EXPORT

Dettagli

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1 Industria alberghiera e altre infrastrutture. Pernottamenti Fonte TS 2013 2014 Differenza Assoluta Differenza % ET Lago Maggiore 6 593 021 6 1 7 2 6 4,5 Gambarogno Turismo 1 357 144 1 366 558 9 414 0,7

Dettagli

Il mais nel mercato globale e nazionale Luca Rossetto

Il mais nel mercato globale e nazionale Luca Rossetto Il mais nel mercato globale e nazionale Luca Rossetto Università degli Studi di Padova Dipartimento Tesaf Il mercato Il quadro internazionale L Unione Europea La situazione italiana Riflessioni Mercato

Dettagli

Le opportunità di un mondo che cresce

Le opportunità di un mondo che cresce UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA TEMPORARY EXPORT MANAGER 2014 Le opportunità di un mondo che cresce Camera di Commercio di Ravenna 26 marzo 2014 Dentro il tunnel Partire dai numeri nonostante quanto si dice

Dettagli

Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero

Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero Andrea Alivernini L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL 2005 Venezia 11 aprile 2006 http:// ://www.uic.itit Struttura e tendenze della spesa

Dettagli

Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino LUGLIO 2014

Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino LUGLIO 2014 Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino LUGLIO 2014 LUGANO, 05.09.2014 Ticino, il maltempo di luglio continua a frenare il turismo Rispetto ai dati del 2013, le statistiche provvisorie

Dettagli

Il mercato della frutta in Italia. Frutta: Indice dei prezzi all origine (2010=100)

Il mercato della frutta in Italia. Frutta: Indice dei prezzi all origine (2010=100) Il mercato della frutta in Italia Nelle ultime settimane il mercato della frutta è stato contraddistinto dai prodotti tipici del periodo estivo ed in particolare: pesche, nettarine, percoche, albicocche,

Dettagli

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA CRESME RICERCHE SPA OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA Cantiermacchine-ASCOMAC Comamoter-FEDERUNACOMA Ucomesa-ANIMA NELL AMBITO DI FEDERCOSTRUZIONI

Dettagli

ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE

ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE Ministero degli Affari Esteri Dalla RELAZIONE GOVERNATIVA 2004 ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE Paese di destinazione

Dettagli

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa PROSPETTIVE FUTURE I temi di approfondimento I consumi

Dettagli

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST JUNE

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST JUNE 10 Fonte Elaborazioni ANES Monitor su dati ZENITH OPTIMEDIA 2 10 Previsione della spesa pubblicitaria globale e PIL 2014-2017 (%) ZenithOptimedia (una delle più grandi centrali media del mondo) prevede

Dettagli

Classifica delle esportazioni italiane di shampoo

Classifica delle esportazioni italiane di shampoo SHAMPOO 1 19.696 14,3% 2 16.443 11,9% 3 13.501 9,8% 4 10.683 7,7% 5 7.127 5,2% 6 6.262 4,5% 7 5.717 4,1% 8 5.370 3,9% 9 Belgio 3.622 2,6% 10 3.533 2,6% 11 Slovenia 3.057 2,2% 12 Svizzera 2.578 1,9% 13

Dettagli

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Roberto Cassanelli - Responsabile Commerciale Corporate Nord Est Verona, 8 aprile 2013 INDICE IL QUADRO

Dettagli

VANTAGGI IMPRESE ESTERE

VANTAGGI IMPRESE ESTERE IMPRESE ESTERE IMPRESE ESTERE è il servizio Cerved Group che consente di ottenere le più complete informazioni commerciali e finanziarie sulle imprese operanti in paesi europei ed extra-europei, ottimizzando

Dettagli

Report sul gas naturale

Report sul gas naturale Report sul gas naturale A) Focus Energia B) Produzione Gas Naturale C) Consumo Gas Naturale D) Riserve Gas Naturale E) Il Commercio Mondiale di Gas Naturale F) I prezzi G) Il Nord America H) L Europa I)

Dettagli

micro¯o - mercati emergenti piccoli

micro&macro - mercati emergenti piccoli micro¯o - mercati emergenti Il vino è stato a lungo uno dei prodotti alimentari più scambiati al mondo. Dal 1980 il commercio internazionale del vino è risultato in continua e rapida espansione, nonostante

Dettagli

Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino GIUGNO 2012

Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino GIUGNO 2012 Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino GIUGNO 2012 LUGANO, 06.08.2012 Ticino, forte calo nella domanda alberghiera in giugno Le statistiche provvisorie fornite dall Ufficio federale

Dettagli

IL PROGETTO emarketservices

IL PROGETTO emarketservices Centro Studi SCiNT IL PROGETTO emarketservices Otranto, 14 giugno 2003 emarket Services Italia 5^modulo d.ssa S. Mussolino (ICE) Scaletta intervento 1. Cos è il progetto emarket Services 2. Ruolo degli

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci confetra - nota congiunturale sul trasporto merci a cura del Centro Studi Confetra Periodo di osservazione gennaio-dicembre 2002 Anno VI - n 1 febbraio 2003 La nota congiunturale Confetra sul trasporto

Dettagli

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009 8. Turismo Nel 2009 nella categoria esercizi alberghieri gli alberghi a 4 stelle costituiscono il 40,0% degli esercizi con una dotazione di posti letto pari al 59,4% del totale. La permanenza media del

Dettagli

Il mercato tedesco del vino

Il mercato tedesco del vino Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Berlino Nota Settoriale Il mercato tedesco del vino Berlino, marzo 2013 2 INDICE 1. Importanza del mercato

Dettagli

Tavola 1 - Quote di mercato sulle esportazioni mondiali per area e paese (a)

Tavola 1 - Quote di mercato sulle esportazioni mondiali per area e paese (a) Quote di mercato Nel corso degli ultimi anni si è assistito ad una graduale erosione delle quote di mercato sulle esportazioni mondiali dell Unione europea, principalmente a vantaggio dei paesi dell Asia

Dettagli

LA PRODUZIONE DI ORTOFRUTTA MONDIALE ED EUROPEA

LA PRODUZIONE DI ORTOFRUTTA MONDIALE ED EUROPEA LA PRODUZIONE DI ORTOFRUTTA MONDIALE ED EUROPEA L evoluzione del panorama ortofrutticolo dal 2000 al 2012 delineato da CSO sui dati FAO. INDICE pagina 1 Il trend della produzione ortofrutticola mondiale

Dettagli

IL SETTORE LATTIERO CASEARIO. Dinamiche recenti del mercato mondiale e nazionale e prospettive

IL SETTORE LATTIERO CASEARIO. Dinamiche recenti del mercato mondiale e nazionale e prospettive IL SETTORE LATTIERO CASEARIO Dinamiche recenti del mercato mondiale e nazionale e prospettive www.ismea.it www.ismeaservizi.it Villorba (TV), 25 /03/2015 1 IL CONTESTO INTERNAZIONALE www.ismea.it www.ismeaservizi.it

Dettagli

DOCUMENTI IAI UN INDICATORE PER IL COINVOLGIMENTO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE ITALIANE IN TERMINE DI COMMERCIO E IDE. di Luca Laureti DRAFT

DOCUMENTI IAI UN INDICATORE PER IL COINVOLGIMENTO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE ITALIANE IN TERMINE DI COMMERCIO E IDE. di Luca Laureti DRAFT IAI927 DOCUMENTI IAI UN INDICATORE PER IL COINVOLGIMENTO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE ITALIANE IN TERMINE DI COMMERCIO E IDE di Luca Laureti DRAFT Documento preparato nell ambito del programma di ricerca

Dettagli

BILANCIO ANNO 2014. MERCATO DI MODENA Prezzo medio categoria 156/176 kg: 1,469 /kg (-2,1%)

BILANCIO ANNO 2014. MERCATO DI MODENA Prezzo medio categoria 156/176 kg: 1,469 /kg (-2,1%) 01/2015 Mercato Mercati nazionali 5.1.11 di Cosmino Giovanni Basile BILANCIO ANNO 2014 MERCATO DI MODENA Prezzo medio categoria 156/176 kg: 1,469 /kg (-2,1%) Nel 2014, il prezzo medio dei suini da industria

Dettagli

RAPPORTO 2012. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo

RAPPORTO 2012. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo RAPPORTO 2012 sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo A CURA DELLA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI E DELL UFFICIO LAVORI ALL ESTERO E RELAZIONI INTERNAZIONALI Espansione

Dettagli

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO ARRIVI STRANIERI 1999 PER PROVENIENZA U.S.A. 1% S DK 1% 2% CZ 2% CH 2% ALTRI 10% GB 8% E 1% B 3% NL 6% F 2% A 7% D 55% STATI 1999 arrivi e presenze in provincia

Dettagli

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI Atlante Statistico dell Energia RIE per AGI Settembre 215 ENERGIA E AMBIENTE 14 Emissioni totali di CO2 principali nei paesi Europei 12 1 mln tonn. 8 6 4 2 199 1992 1994 1996 1998 2 22 24 26 28 21 212

Dettagli

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche EUROPA Il mercato delle autovetture Aprile 2012 Nell Europa27+EFTA 1 sono state registrate complessivamente 1,06 milioni di vetture nel mese di aprile 2012, con una flessione del 6,5 % rispetto allo stesso

Dettagli

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST SEPTEMBER

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST SEPTEMBER 10 Fonte Elaborazioni ANES Monitor su dati ZenithOptimedia 2/10 Previsione della spesa pubblicitaria globale e PIL 2014-2017 (%) ZenithOptimedia (una delle più grandi centrali media del mondo) prevede

Dettagli

Fertilizzanti: il quadro mondiale di produzione e impiego

Fertilizzanti: il quadro mondiale di produzione e impiego ECNMIA PRDUZINE, CNSUMI, IMPRT-EXPRT E DETTAGLI PER L ITALIA Fertilizzanti: il quadro mondiale di produzione e impiego Sono relativamente pochi i Paesi che producono la maggior parte dei fertilizzanti

Dettagli

Produzione di tabacco in alcuni Paesi rispetto alla produzione mondiale (anno 2005*): valori percentuali

Produzione di tabacco in alcuni Paesi rispetto alla produzione mondiale (anno 2005*): valori percentuali I CONSUMI DI TABACCO E I FUMATORI OSSFAD Istituto Superiore di Sanità Situazione mondiale La produzione mondiale di tabacco è pari a circa 6,6 milioni di tonnellate. Il principale Paese produttore rimane

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015 Le esportazioni di Vicenza e la dinamica del cambio nei mercati del made in Vicenza Tra i primi 20 mercati di destinazione dei prodotti

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

RAPPORTO 2013. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo

RAPPORTO 2013. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo RAPPORTO 2013 sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo A CURA DELLA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI E DELL UFFICIO LAVORI ALL ESTERO E RELAZIONI INTERNAZIONALI Crescita

Dettagli

Ulisse per le vendite all estero

Ulisse per le vendite all estero 1Sistema Informativo Ulisse per le vendite all estero Gennaio 2014 PER CONOSCERE I MERCATI ESTERI DI VENDITA E DI APPROVVIGIONAMENTO 2Sistema Informativo, In un contesto di forti cambiamenti dell ambiente

Dettagli

L internazionalizzazione del sistema economico milanese

L internazionalizzazione del sistema economico milanese L internazionalizzazione del sistema economico milanese Il grado di apertura di un sistema economico locale verso l estero rappresenta uno degli indicatori più convincenti per dimostrare la sua solidità

Dettagli

CONVENZIONE REPlat Listino 2011

CONVENZIONE REPlat Listino 2011 CONVENZIONE REPlat 01. VISURE IMMOBILIARI VISURE IPOTECARIE TOTALE - 15% Visura Ipotecaria Light 26,00 22,10 Visura Ipotecaria Strong 48,00 40,80 Elenco Formalità 18,00 15,30 Visura Ipotecaria per Immobile

Dettagli

Il turismo nei primi 10 mesi del 2014. Servizio Turismo Ufficio Statistica

Il turismo nei primi 10 mesi del 2014. Servizio Turismo Ufficio Statistica Il turismo nei primi 10 mesi del 2014 Servizio Turismo Ufficio Statistica Presenze province Emilia-Romanga Serie storica Province 2012 2013 Var. % 2012-13 Piacenza 487.398 451.185-7,4 Parma 1.455.669 1.507.066

Dettagli

L export di vini Doc-Docg e Igt vale 4,3 miliardi euro: l 84% del totale

L export di vini Doc-Docg e Igt vale 4,3 miliardi euro: l 84% del totale Il commercio con l estero dell Italia: I vini Doc-Docg e PREVISIONI Igt nel 2014 di PRODUZIONE Il commercio con l estero dell Italia 14 aprile 2015 L export di vini Doc-Docg e Igt vale 4,3 miliardi euro:

Dettagli

L industria alessandrina della gioielleria: il commercio internazionale Osservatorio Internazionale del Distretto di Valenza e del settore orafo Rocco Paradiso Valenza, 31.01.2008 1 Internazionalizzazione.

Dettagli

INDAGINE TELEMARKETING

INDAGINE TELEMARKETING INDAGINE TELEMARKETING INTRODUZIONE L indagine è stata effettuata, mediante intervista telefonica, dalla società Telemarketing per conto dell Area Internazionalizzazione di Assolombarda nel periodo -settembre

Dettagli

IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO)

IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO) I Forum di Cronache di Gusto Taormina, 20 ottobre 2014 IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO) DENIS PANTINI Direttore Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa I temi di approfondimento Lo scenario:

Dettagli

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita Facoltàdi Economia, Università degli studi di Trento 19 novembre 2009 Anagni, Istituto Tecnico Commerciale G. Marconi IL MONDO E CAMBIATO

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

Provincia di Forlì - Cesena

Provincia di Forlì - Cesena 1 Il settore avicolo si presenta Marzo 2013 Introduzione: il settore avicunicolo in carni avicole 19% carni ovicaprine 3% La produzione avicola italiana si compone per oltre il 57% da carne di pollo, per

Dettagli

Il mercato del vino negli Stati Uniti

Il mercato del vino negli Stati Uniti Il mercato del vino negli Stati Uniti Baccelle Enrico Aprile 2012 Mercato del vino imbottigliato in USA (GTI, Aprile 2012) L export Stati Uniti statistiche d esportazione vino imbottigliato in valore Canada,

Dettagli

L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare

L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare Milano, 28 aprile 2014 L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare Paolo De Castro Presidente Commissione Agricoltura e Sviluppo

Dettagli

Stime 2012 degli investimenti e delle produzioni dei principali cereali in Italia. Maggio 2012

Stime 2012 degli investimenti e delle produzioni dei principali cereali in Italia. Maggio 2012 produzioni dei principali cereali in Italia Maggio 2012 1 produzioni dei principali cereali in Italia L ISTAT ha divulgato a febbraio 2012 le intenzioni di semina delle principali coltivazioni erbacee.

Dettagli

I prezzi delle materie prime nel comparto moda (dicembre 2008)

I prezzi delle materie prime nel comparto moda (dicembre 2008) I prezzi delle materie prime nel comparto moda (dicembre 20) Lo scorso mese di dicembre, l indice SMI dei prezzi delle materie prime tessili misurato in euro ha registrato un calo congiunturale non marginale

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 9 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 9 1. L andamento del mercato

Dettagli

L ESPORTAZIONE DI VINO 1

L ESPORTAZIONE DI VINO 1 L ESPORTAZIONE DI VINO 1 Premessa L Italia, come è noto, è uno dei principali produttori di vino, contendendo di anno in anno alla Francia, a seconda dell andamento delle vendemmie, la leadership mondiale.

Dettagli

Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online

Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online INFO ITALIA Il presente listino è valido dal Marzo 0. Le tariffe indicate si intendono al netto d IVA e inclusivi dei diritti di segreteria

Dettagli

Nel mondo pag.2 In Italia pag.6

Nel mondo pag.2 In Italia pag.6 II TRIMESTRE 2014 numero 3/14 7 agosto 2014 IN SINTESI Nel mondo pag.2 In Italia pag.6 Inizio positivo per le esportazioni di kiwi della Nuova Zelanda. Nel secondo trimestre 2014, le esportazioni di kiwi

Dettagli

RAPPORTO 2015. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo

RAPPORTO 2015. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo RAPPORTO 2015 sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo A CURA DELLA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI E DELL UFFICIO LAVORI ALL ESTERO E RELAZIONI INTERNAZIONALI Dieci anni

Dettagli

IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI

IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: CRITICITÀ ED OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa I temi di approfondimento

Dettagli

7 Ottobre 2015 VERONA KIWI 2015/2016. Stime di produzione e commercializzazione ELISA MACCHI DIRETTORE CSO

7 Ottobre 2015 VERONA KIWI 2015/2016. Stime di produzione e commercializzazione ELISA MACCHI DIRETTORE CSO 7 Ottobre 2015 VERONA ELISA MACCHI DIRETTORE CSO Stime di produzione LE SUPERFICI A KIWI IN ITALIA In Italia nel 2015 sono stimati complessivamente circa 24.440 ettari in produzione (età > di 2 anni) coltivati

Dettagli

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota *

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota * Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina Paese /non richiesto Nota * 1. Austria Visto non richiesto per un soggiorno 2. Afghanistan DP titolari di passaporti diplomatici SP titolari di

Dettagli

Fatti & Tendenze - Economia 3/2008 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2007

Fatti & Tendenze - Economia 3/2008 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2007 Fatti & Tendenze - Economia 3/2008 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2007 luglio 2008 1 IL SETTORE DELLA ROBOTICA NEL 2007 1.1 L andamento del settore nel 2007 Il 2007 è stato un anno positivo per

Dettagli

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 il caffè marzo 2012 Dipartimento Promozione dell'internazionalizzazione Area Agro-alimentare Tel.:

Dettagli

(in gestione transitoria - ex Legge 214 del 2011) Gli imballaggi nel commercio estero

(in gestione transitoria - ex Legge 214 del 2011) Gli imballaggi nel commercio estero (in gestione transitoria - ex Legge 214 del ) Gli imballaggi nel commercio estero Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento

Dettagli

Newsletter n. 51 Settembre 2013

Newsletter n. 51 Settembre 2013 Newsletter n. 51 Settembre 2013 In evidenza I mercati dei futures delle principali commodities agricole quotate alla borsa merci di Chicago continuano a muoversi sui binari già intrapresi negli ultimi

Dettagli

DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI

DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI Anna Carbone (Università della Tuscia) Antonella Finizia (Ismea) Workshop del Gruppo 2013 L agroalimentare italiano nel commercio mondiale:

Dettagli

ANDAMENTO DEL PREZZO DEL GPL IN PROVINCIA DI PERUGIA

ANDAMENTO DEL PREZZO DEL GPL IN PROVINCIA DI PERUGIA ANDAMENTO DEL PREZZO DEL GPL IN PROVINCIA DI PERUGIA Ottobre 2011 A cura dell Ufficio Protesti e Prezzi e dell Ufficio Studi e Ricerche Economiche Camera di Commercio di Perugia Indice Introduzione pag.

Dettagli

Il Programma per Installatori Qualificati di PROINSO supera le 2.000 aziende integrate in tutto il mondo

Il Programma per Installatori Qualificati di PROINSO supera le 2.000 aziende integrate in tutto il mondo Il Programma per Installatori Qualificati di PROINSO supera le 2.000 aziende integrate in tutto il mondo La società consolida così la sua leadership internazionale Da quando è stato attivato, nel 2010,

Dettagli

LA MODA FEMMINILE ITALIANA NEL 2014-2015

LA MODA FEMMINILE ITALIANA NEL 2014-2015 LA MODA FEMMINILE ITALIANA NEL 2014-2015 Nota a cura di SMI SISTEMA MODA ITALIA Il commercio con l estero nei primi dieci mesi del 2014 Secondo i dati ISTAT ad oggi disponibili, relativi al periodo gennaio-ottobre

Dettagli

LE IMPORTAZIONI IN ITALIA DI PRODOTTI DA AGRICOLTURA BIOLOGICA PROVENIENTI DA PAESI TERZI

LE IMPORTAZIONI IN ITALIA DI PRODOTTI DA AGRICOLTURA BIOLOGICA PROVENIENTI DA PAESI TERZI LE IMPORTAZIONI IN ITALIA DI PRODOTTI DA AGRICOLTURA BIOLOGICA PROVENIENTI DA PAESI TERZI Le importazioni di prodotti ottenuti con il metodo di produzione biologico provenienti da Paesi Terzi possono realizzarsi

Dettagli

Rapporto sulla presenza delle imprese di costruzioni italiane nel mondo - 2015

Rapporto sulla presenza delle imprese di costruzioni italiane nel mondo - 2015 Rapporto sulla presenza delle imprese di costruzioni italiane nel mondo - 2015 Roma, 5 ottobre 2015 Direzione Affari Economici e Centro Studi Ufficio Lavori all Estero Relazioni Internazionali Le 38 imprese

Dettagli

LA NUOVA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE. Dott. Filippo Fornasiero

LA NUOVA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE. Dott. Filippo Fornasiero LA NUOVA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE Dott. Filippo Fornasiero Con il decreto legge 66/2014 dal 1 luglio l aliquota che colpisce le rendite finanziarie sale dal 20% al 26% L aumento riguarderà

Dettagli

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro 2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro Nel 2004 (dopo 3 anni di crescita stagnante dovuta principalmente agli effetti degli attacchi terroristici dell 11 settembre e all

Dettagli

Flussi di cittadini nella UE

Flussi di cittadini nella UE Flussi di cittadini nella UE Immigrazione UE-27, 2009-2011. Fonte Eurostat. Immigrati ogni 1000 abitanti, 2011. Fonte Eurostat. Quota di immigrati per gruppo cittadinanza, UE-27, 2011. Fonte Eurostat.

Dettagli

27.281 permessi rilasciati

27.281 permessi rilasciati Corso Libertà 66 / Freiheitsstraße 66 39100 Bolzano / Bozen Alto Adige / Südtirol Tel. ++39 0471 414 435 www.provincia.bz.it/immigrazione www.provinz.bz.it/einwanderung 10/09/2007 Riproduzione parziale

Dettagli

I dati significativi del mercato assicurativo italiano nel contesto economico (dati aggiornati a febbraio 2016)

I dati significativi del mercato assicurativo italiano nel contesto economico (dati aggiornati a febbraio 2016) I dati significativi del mercato assicurativo italiano nel contesto economico (dati aggiornati a febbraio 2016) Servizio Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati ANIA Agenda Il contesto economico

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 8 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 8 1. L andamento del mercato

Dettagli

Manta, 30 Gennaio 2015 Kiwi: Situazione e prospettive della coltura nel mondo. Tomas Bosi CSO

Manta, 30 Gennaio 2015 Kiwi: Situazione e prospettive della coltura nel mondo. Tomas Bosi CSO Manta, 30 Gennaio 2015 Situazione e nel mondo CSO KIWI / evoluzione delle superfici: Cina e resto del mondo (ettari) Mondo totale al 2000: 105.000 ha Mondo totale al 2009: 160.000 ha, +51% sul 2000 Mondo

Dettagli

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale Rapporto Export 2015/2018 Trasformare una geografia dei rischi in una geografia delle opportunità Il mondo ha mantenuto, nel suo complesso,

Dettagli

LE PROSPETTIVE DEL SETTORE ORAFO NELL'ATTUALE CONTESTO MACROECONOMICO

LE PROSPETTIVE DEL SETTORE ORAFO NELL'ATTUALE CONTESTO MACROECONOMICO Centro Produttività Veneto Gruppo di studio Settore Orafo LE PROSPETTIVE DEL SETTORE ORAFO NELL'ATTUALE CONTESTO MACROECONOMICO Stefania Trenti Servizio Studi e Ricerche Vicenza, 13 novembre 2013 Agenda

Dettagli

L internazionalizzazione del trasporto: la posizione dell impresa italiana

L internazionalizzazione del trasporto: la posizione dell impresa italiana FEDERTRASPORTO L internazionalizzazione del trasporto: la posizione dell impresa italiana I dati dell interscambio con l estero e le tendenze delle M&A e degli Accordi sul mercato globale e nazionale DATI

Dettagli