VADEMECUM DELLA GARANZIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VADEMECUM DELLA GARANZIA"

Transcript

1 VADEMECUM DELLA GARANZIA Il contributo sul tema della garanzia è rappresentato da: - una relazione del nostro consulente Avv. Roberto Spreafico Studio legale Spreafico - un estratto da Il Sole 24 Ore del 22 novembre indirizzi utili per approfondimenti: o su una guida alla garanzia e il modello per le segnalazioni; o Autorità garante della concorrenza e del mercato P. zza Verdi, 6/a Roma, numero verde (lun. ven ), fax: 06/ ; o Su una guida alle garanzie post vendita. Il progetto è finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico e realizzato da sei associazioni: Assoutenti, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Movimento Consumatori, Movimento difesa del cittadino, Unione Nazionale Consumatori.

2 A cura del nostro consulente Avv. Roberto Spreafico Studio Legale Spreafico LA GARANZIA BIENNALE DEL CONSUMATORE E LA SUA APPLICAZIONE NEI RAPPORTI TRA DEALER E PRODUTTORE (IL DIRITTO DI REGRESSO) 1. Introduzione; 2. La normativa in materia di garanzia. 3 Le condizioni: 3.1 i soggetti, 3.2 i contratti, 3.3 il bene di consumo e le esclusioni. 4. La non conformità. 5 I termini. 6. I rimedi per il consumatore. 7. Il diritto di regresso del dealer nei confronti di produttore e distributore: 7.1 La legittimazione passiva, 7.2 L oggetto dell azione di regresso, 7.3 Il termine per l esercizio dell azione di regresso, 7.4 La derogabilità. 1. Introduzione: Il D. Lgs. N. 24/2002 ha stabilito l obbligo di assicurare al consumatore una garanzia biennale sui prodotti ceduti allo stesso consumatore. Ma quali sono le condizioni per l applicazione di tale garanzia e tale garanzia può essere utilizzata anche nei rapporti tra dealer e produttore / distributore? E cosa succede se la merce acquistata dal dealer rimane in deposito per alcuni mesi e poi viene ceduta al cliente finale: da quando decorreranno i due anni e per quali soggetti? A queste ed altre domande cercheremo di dare una risposta in questo breve scritto, senza ovviamente pretendere di affrontare in modo esaustivo tutte le problematiche inerenti l applicazione del Decreto La Normativa in materia di garanzia. Le norme contenute in questo paragrafo sono state introdotte con il D.lgs , n. 24, con il quale il legislatore italiano ha dato attuazione alla direttiva della Comunità Europea 1999/44. Questa disciplina, insieme ad altre, rientra a pieno titolo in quello che viene definito diritto europeo del consumatore, intendendosi in tal modo quell insieme di norme di origine perlopiù comunitaria teso a tutelare il consumatore, considerato soggetto debole. 2 1 Non verranno affrontate in questo scritto le problematiche di diritto internazionale privato e quelle relative alla garanzia convenzionale aggiuntiva di cui all art septies. La garanzia convenzionale è definibile come quella ulteriore garanzia che preveda l obbligo del venditore o del produttore verso l'acquirente a rimborsare il prezzo pagato o sostituire il bene o ripararlo o eseguire qualsivoglia altra operazione idonea a ripristinare la funzionalità del bene, per il caso in cui il bene concretamente consegnato non sia rispondente a quanto era stato dichiarato nel contratto o nella dichiarazione di garanzia o, ancora, nelle relative pubblicità G. Bonilini, Commentario al codice civile. 2 La discussione sulla debolezza del consumatore quale elemento che giustifica un intervento protettivo è in realtà molto più complessa, essendo parte della dottrina arrivata a sostenere che al consumatore debbano

3 La scelta del legislatore italiano è stata quella di non emanare una Legge speciale, ma di aggiungere 8 nuovi articoli nel codice civile, rubricati all interno della Vendita di cose mobili con numerazione dal 519-bis al 519-novies. Nessun intervento è stato, però, eseguito sulle vecchie norme relative alla garanzia per vizi (artt e 1497 cc), lasciando qualche dubbio su un eventuale abrogazione tacita di tali norme. 3. Le condizioni: a) i soggetti; b) i contratti; c) il bene di consumo e le esclusioni Ma cosa dice in sintesi tale norma? La stessa prevede la possibilità per il consumatore-acquirente che abbia ricevuto dal venditore professionista un bene di consumo non conforme al contratto di chiedere alcuni rimedi. In sostanza se il venditore professionista consegna al consumatore acquirente un bene non conforme, allora il consumatore può chiedere la riparazione o la sostituzione o la riduzione del prezzo o la risoluzione del rapporto. Tale tutela del consumatore non può, inoltre, essere preventivamente fatta oggetto di rinuncia (l eventuale patto sarebbe nullo). Esaminiamo ora nel dettaglio tutti gli elementi sopra descritti. 3.1 L acquirente consumatore: La garanzia biennale è stabilita solo a favore di consumatori, cioè clienti finali che agiscano al di fuori della propria attività imprenditoriale o professionale 3. La garanzia biennale non potrà mai, quindi, valere a favore di aziende o professionisti. E importante sottolineare che lo stesso soggetto persona fisica potrebbe agire in talune occasioni in veste di consumatore in altre in veste di professionista. Così se acquisto un pc da utilizzare nel mio studio starò agendo in veste di professionista e non avrò diritto alla garanzia biennale; se invece acquistassi lo stesso pc per utilizzarlo a casa per attività extra professionali avrei diritto alla garanzia biennale, agendo quale consumatore A quali contratti si applica essere equiparati ad es. l artigiano o il piccolo imprenditore rispetto alla media e grande impresa. Tale condivisibile opinione non ha avuto purtroppo alcun riconoscimento giurisprudenziale, almeno finora. In tal senso si richiama la pronuncia della Corte Costituzionale (Ord n. 469). 3 L art. 519 bis definisce consumatore qualsiasi persona fisica che, nei contratti di cui al comma primo, agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta. 4 Ovviamente questo potrà comportare qualche problema di qualificazione dell acquisto, anche se nel primo caso suindicato avrò richiesto al venditore la fattura per poter scaricare l acquisto. In alcuni contratti standard viene spesso inserita una clausola dove viene specificato che l acquisto viene effettuato per fini professionali: ovviamente conterà la situazione reale, rispetto a quanto indicato, magari simulatamene, nel contratto.

4 Tale disciplina si applica innanzitutto ai contratti di vendita 5. L art bis la estende esplicitamente anche ad altri contratti, che ai fini della applicazione della presente disciplina, vengono assimilati alla vendita: si tratta dei casi di permuta, somministrazione, appalto e contratto d'opera. Viene, inoltre specificato che la disciplina si applica anche "a tutti gli altri contratti comunque finalizzati alla fornitura di beni di consumo da fabbricare o da produrre". La garanzia biennale non si applicherà, quindi, ai contratti di fornitura di servizi o ai casi di locazione o di noleggio. 3.3 Il bene di consumo e le esclusioni: Ai fini della presente legge sono considerati beni di consumo tutti i "beni mobili anche da assemblare", sia materiali, che immateriali (ad es.il software). Sono, invece, escluse 3 ipotesi: a) i beni oggetto di vendita forzata (es. esecuzioni mobiliari, vendite fallimentari ecc.); b) la fornitura di acqua e gas; c) la fornitura di energia elettrica. 4. La non conformità: La conformità è il concetto essenziale su cui si fonda la garanzia, in quanto la garanzia scatta in caso di consegna di bene non conforme. Ma cosa si intende per bene non conforme? La nozione di conformità viene spiegata nell'art ter, che prevede 4 circostanze che devono tutte coesistere perché il bene sia conforme a quanto ceduto Art ter: Si presume che i beni di consumo siano conformi al contratto se, ove pertinenti, coesistono le seguenti circostanze: a) sono idonei all'uso al quale servono abitualmente beni dello stesso tipo; b) sono conformi alla descrizione fatta dal venditore e possiedono le qualità del bene che il venditore ha presentato al consumatore come campione o modello; c) presentano la qualità e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il consumatore può ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e, se del caso, delle dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche dei beni fatte al riguardo dal venditore, dal produttore o dal suo agente o rappresentante, in particolare nella pubblicità o sull'etichettatura; d) Sono altresì idonei all'uso particolare voluto dal consumatore e che sia stato da questi portato a conoscenza del venditore al momento della conclusione del contratto e che il venditore abbia accettato anche per fatti concludenti 6. 5 E irrilevante che la vendita venga poi caratterizzata da specifiche clausole quale vendita con riservato dominio, o a campione ecc. 6 In dottrina si ritiene che le circostanze indicate siano da considerarsi presunzioni relative e non assolute. Questo significa che nel caso concreto sarà possibile provare che anche in presenza di tutte tali circostanze non vi sia la conformità.

5 4.1 Sulla circostanza a): è richiesto che il bene sia idoneo all'uso al quale servono beni dello stesso tipo. L inidoneità deriva dall'esistenza di imperfezioni attinenti al processo di formazione, fabbricazione, produzione o conservazione del bene. 4.2 Sulla circostanza b): è necessario che i beni consegnati siano conformi alla descrizione fatta dal venditore. E evidente che maggiore sarà il dettaglio della descrizione, tanto maggiore sarà lo standard qualitativo che il consumatore potrà esigere. Inoltre il bene deve possedere le qualità del bene che il venditore ha presentato come modello o campione. Questa circostanza presuppone che il venditore abbia mostrato al compratore un bene come campione o come tipo. campione. 4.3 Sulla circostanza c): Il bene deve presentare qualità e prestazioni di beni dello stesso tipo. Questa circostanza non è molto diversa da quella già sperimentata dal legislatore nella norma che disciplina l'ipotesi della mancanza di qualità della cosa venduta. Il legislatore precisa che deve aversi riguardo alla ragionevole attese del consumatore, tenuto conto: 1) della natura del bene, 2) alle eventuali dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche dei beni rese dal venditore - produttore o da suo rappresentate o agente (pubblicità ed etichettatura). 4.4 Sulla circostanza d): E, infine, necessario che il bene sia idoneo all'uso particolare voluto dal consumatore. Ovviamente è necessario che tale uso particolare stato portato a conoscenza del venditore al momento della conclusione del contratto e dal venditore accettato anche per fatti concludenti. Si tratta, quindi, di una specifica clausola contrattuale che rileva solo se inserita, anche verbalmente, nel contratto di vendita. Il difetto di conformità è in ogni caso escluso se il consumatore aveva una conoscenza effettiva o legale della difformità del bene al contratto, ossia della non rispondenza del bene alle circostanze indicate all'art ter L imperfetta istallazione. La legge consente di applicare la disciplina sulle garanzie a favore del consumatore anche nel caso in cui il difetto di conformità dipenda dalla imperfetta installazione del bene, in presenza dei seguenti requisiti: a) l'installazione sia compresa nel contratto di vendita, per impegno espresso del venditore/produttore; b) l'installazione sia stata direttamente eseguita dal venditore o da suo responsabile. 5. I termini Quali sono innanzitutto i termini da rispettare per potere esercitare la garanzia? 5.1 I due anni: il difetto di conformità deve manifestarsi entro due anni dalla consegna del bene 7 e deve riferirsi a difetti esistenti al momento della consegna. 7 Il termine può essere ridotto in caso di vendita di beni usati, ma comunque per u periodo non inferiore all anno.

6 La legge presume, poi, salvo prova contraria che dovrà essere data dal venditore, che i difetti di conformità manifestatisi entro sei mesi dalla consegna del bene, si considerano già esistenti al momento della consegna. 5.2 La decadenza del consumatore: il consumatore deve denunciare il difetto di conformità al venditore entro due mesi dalla scoperta del difetto, pena la decadenza dello stesso consumatore dai diritti di garanzia. Non sussiste tale onere di denunzia se il venditore abbia riconosciuto l'esistenza del vizio o se il venditore ha nascosto l'esistenza del difetto. 5.3 la prescrizione dell'azione: indipendentemente da quanto sopra indicato, l'azione per far valere i difetti di conformità non dolosamente occultati si prescrive nel termine di ventisei mesi dalla consegna del bene. Questo significa che trascorsi 26 mesi dalla consegna il consumatore non potrà più rivolgersi ad un giudice per ottenere la condanna del venditore, salvo ovviamente l eventuale interruzione del termine di prescrizione8. 6. I rimedi per il consumatore L art quater stabilisce, che in caso di consegna di bene non conforme il consumatore ha la possibilità di scegliere tra tre opzioni: a) il diritto al ripristino; b) il diritto ad ottenere la riduzione del prezzo; c) la risoluzione del contratto 9. Tali rimedi accordati al consumatore sono esperibili anche in assenza di colpa da parte del venditore/produttore/ importatore. 6.1 Il ripristino: la riparazione e la sostituzione del bene non conforme. La riparazione e la sostituzione sono i primi rimedi che il legislatore ha posto a tutela del consumatore acquirente. Qualora il difetto fosse di tipo quantitativo (ad es. viene consegnata una quantità di merce inferiore) il ripristino avverrà tramite un integrazione della consegna. La riparazione dovrà avvenire senza alcuna spesa per il consumatore (es. spedizione, manodopera, materiali), a fronte, invece, di una prassi che prevede spesso il ripristino collegato a spese di vario tipo. Quanto alla scelta tra riparazione e sostituzione il consumatore dovrà in ogni caso optare per il rimedio meno oneroso per il venditore. Il rimedio dovrà considerarsi eccessivamente oneroso per il venditore quando gli imponga di sostenere spese irragionevoli, con riguardo ad una serie di elementi (il valore del bene, in assenza del difetto di conformità; l'entità del difetto di conformità ecc.). Riguardo ai tempi di ripristino la norma precisa che la sostituzione e la riparazione debbano essere effettuiate entro un congruo termine dalla richiesta, 8 La legislazione italiana, a differenza di altri paesi europei, prevede in generale che il termine di prescrizione possa essere interrotto con una semplice lettera raccomandata. Dalla ricezione di tale lettera decorrerà un nuovo termine di prescrizione e così via. 9 Si discute in dottrina se l elencazione comporti anche una gerarchia nell esperimento dei 3 rimedi.

7 anche stragiudiziale, e, comunque, in modo da non arrecare al consumatore notevoli inconvenienti La riduzione del prezzo Il legislatore consente al consumatore acquirente, in alternativa alla richiesta di ripristino, il ricorso agli strumenti della riduzione del prezzo e della risoluzione del contratto, ma solo in presenza di un lieve difetto di conformità. Tali rimedi, inoltre, possono essere esperiti in via subordinata rispetto al ripristino e solo in presenza di almeno una delle seguenti circostanze: a) la riparazione o la sostituzione sono impossibili o eccessivamente onerosi, b) il consumatore ha chiesto la sostituzione o la riparazione e il professionista non vi ha provveduto entro un congruo termine; c) la sostituzione o la riparazione già effettuata dal venditore ha provocato notevoli inconvenienti al consumatore. 7. Il diritto di regresso Il legislatore riconosce al venditore la possibilità di agire a sua volta contro il precedente anello della catena per ottenere il rimborso di quanto riconosciuto all acquirente consumatore, ma sempre nei limiti di tutela previsti dalla normativa qui commentata. Così il dealer potrà a sua volta, purché sussistano le condizioni che di seguito vengono descritte, esercitare l azione di regresso 10 verso il produttore o il distributore che gli abbia fornito i beni difettosi. E necessario, però, che il consumatore abbia lamentato un difetto di conformità, che possa essere imputabile ad un altro anello della medesima catena contrattuale. Così vi sarà responsabilità del produttore nel caso di un difetto di fabbricazione; oppure la responsabilità potrà essere quella di un precedente venditore in caso di un errata conservazione del bene (es. esposizione a temperature eccessive). E, inoltre, necessario che il venditore sia obbligato a rimediare al difetto di conformità: questo significa che, ad es., qualora il consumatore non abbia denunciato il difetto entro i termini previsti dall art sexies decadendo così dalla garanzia, l eventuale intervento ripristinatorio del venditore (magari effettuato per motivi commerciali) non potrebbe essere oggetto di una rivalsa sul produttore o sui precedenti venditori La legittimazione passiva: ma contro quali soggetti il venditore finale può esercitare la rivalsa? Come sopra anticipato i soggetti legittimati passivi sono il produttore, il precedente venditore della medesima catena contrattuale distributiva o qualsiasi altro intermediario. Per produttore viene identificato il 10 Più correttamente l azione dovrebbe qualificarsi come rivalsa e non come regresso.

8 soggetto che fabbrichi il bene di consumo, o che si limiti ad importare il bene all'interno di uno dei paesi rientranti nella Unione europea o che venga identificato dal consumatore come produttore per avere apposto sul bene il proprio nome o marchio o segno distintivo. 7.2 L oggetto dell azione di regresso: il venditore potrà richiedere in regresso (rectius: rivalsa) nei confronti dei soggetti suindicati la reintegrazione di quanto dallo stesso prestato a favore del consumatore in ottemperanza ai rimedi previsti dalla legge. Quindi qualora abbia concesso un rimedio ripristinatorio o risarcitorio maggiore rispetto a quanto previsto dagli artt bis e segg. tale differenza non potrà essere richiesta ad uno dei precedenti anelli della catena distributiva. 7.3 Il termine per l esercizio dell azione di regresso: quanto al termine per l esercizio di tale regresso il venditore avrà tempo un anno dalla data di esecuzione della prestazione a favore del consumatore (ripristino o riduzione prezzo), come chiaramente recita l art quinquies secondo comma: Il venditore finale che abbia ottemperato ai rimedi esperiti dal consumatore, può agire, entro un anno dall'esecuzione della prestazione, in regresso nei confronti del soggetto o dei soggetti responsabili per ottenere la reintegrazione di quanto prestato. Diventa, quindi, irrilevante un eventuale sfasamento temporale tra la consegna del bene dal produttore o dal distributore al dealer e la vendita del bene stesso al consumatore. Addirittura si potrebbe arrivare ad ipotizzare che il venditore possa agire nei confronti del produttore o del distributore molto tempo dopo il rapporto di fornitura. Così, ad es., se il venditore finale tenga in magazzino merci acquistate per 4 anni prima di rivenderle, l acquirente consumatore potrebbe far valere eventuali difetti fino a due anni dopo la consegna, mentre il venditore potrebbe agire in regresso contro produttore o distributore entro un anno da quando ha posto rimedio ai difetti denunciati. In questo esempio saranno trascorsi fino a 7 anni dal contratto di fornitura. E evidente il difetto della norma, che lascia il produttore o il distributore per parecchio tempo nell incertezza su un eventuale azione di regresso del venditore finale La derogabilità: è permessa la derogabilità dell azione di regresso, tramite rinuncia o tramite accordo, costituito da apposita clausola contrattuale. Questa possibilità rende in concreto di difficile attuazione il regresso, in quanto è facile attendersi la predisposizione di clausole di deroga da parte di produttori o distributori dotati di maggiore forza contrattuale rispetto al singolo dealer. 11 Non tutte le leggi che hanno dato esecuzione alla Direttiva hanno adottato la stessa soluzione del legislatore italiano. Per esempio il legislatore tedesco, al 479, comma 2 del BGB, ha previsto per l azione di regresso un termine di prescrizione di 5 anni dalla data di consegna del bene.

9 Ovviamente qualora la clausola di rinuncia al diritto di regresso sia contenuta in condizioni generali di contratto o in moduli e formulari, essa dovrà essere sottoscritta separatamente ex art c.c 12 (la c.d. doppia sottoscrizione ). 12 Un forma di tutela del dealer, quale contraente più debole potrebbe essere ottenuta con l applicazione dell art. 9 della L. 192/1998 (subfornitura), che punisce l abuso della situazione di dipendenza economica.

10 IL VADEMECUM DELLA GARANZIA STOP ALLE SCORRETTEZZE IN SEI MOSSE Fonte: Il Sole 24 Ore del 22/11/2010 DISCIPLINA PROTEZIONE DURATA E PROVE RUOLO DEL VENDITORE RIPARAZIONE RIMBORSO 1) IL PRINCIPIO 2) DA SAPERE La garanzia legale sui beni di consumo si applica ai contratti fra consumatore e venditore: il primo è la persona fisica che agisce per scopi estranei all attività imprenditoriale o professionale eventualmente scolta ; il secondo è la persona fisica o giuridica che agisce nell esercizio della propria attività imprenditoriale o professionale La garanzia legale di conformità tutela il consumatore nel caso di acquisti di prodotti difettosi oppure non conformi al contratto di vendita: è il caso, per esempio, di quei prodotti che presentino vizi di funzionamento o non rispondano all uso dichiarato dal venditore oppure alla funzione alla quale quel bene è generalmente destinato La garanzia legale dura due anni dalla consegna del bene e deve essere fatta valere entro due mesi dalla scoperta del difetto: in totale dura quindi 26 mesi. Passati i primi sei mesi dall acquisto, è però il consumatore che deve fornire prova dell esistenza del vizio, salvo che il venditore non lo riconosca spontaneamente Il consumatore deve rivolgersi al venditore. Questi dovrà prendere in consegna il prodotto per verificare se il difetto o il malfunzionamento dipendano da un vizio di conformità e provvedere a mettere in atto i rimedi previsti dalla disciplina sulla garanzia, senza oneri a carico del consumatore e in un tempo ragionevole Il primo rimedio che il venditore deve offrire, a scelta del consumatore, è quello della riparazione o della sostituzione del bene che presenti il difetto di conformità. Qualunque sia la scelta del consumatore, questi non deve vedersi addebitato alcun onere. Inoltre, il rimedio va attuato in un congruo termine dalla richiesta. Qualora riparazione o sostituzione non siano possibili, il consumatore potrà chiedere in alternativa: a) la risoluzione del contratto di acquisto, con restituzione dell importo pagato e del bene stesso; b) la riduzione del prezzo, proporzionata all uso fatto della cosa. Esclusa la risoluzione per difetti lievi. La garanzia legale di conformità è disciplinata dal Codice del consumo, ossia il decreto legislativo 206 del settembre 2005 che, agli articoli , ha assorbito la legge (Dlgs 24/2002) con cui era stata recepita la relativa direttiva comunitaria (la 1999/44/Ce) Anche i prodotti acquistati in saldo o durante le vendite promozionali rientrano nella disciplina della garanzia legale, così come i beni usati (per difetti non derivanti dall uso normale e tenendo conto del tempo di utilizzo precedente). Sull usato la garanzia può essere ridotta a un anno con espresso accordo fra le parti Cruciali per fare valere la garanzia sono le prove dell acquisto effettuato. Occorre quindi conservare sempre lo scontrino (magari in fotocopia, visto che le carte termiche tendono a scolorirsi nel tempo) o la fattura. In mancanza, può valere anche la ricevuta del bancomat La garanzia si estende anche ai contratti di vendita in cui sia compresa l installazione: il venditore sarà perciò responsabile anche nel caso di imperfetta installazione (anche da parte di terzi sotto la sua responsabilità) o nel caso di installazione fai-da-te, qualora le istruzioni di montaggio siano carenti oppure fuorvianti Attenzione alle illecite limitazioni imposte da alcuni venditori per evitare di impegnarsi nell assicurare le tutele previste dalla garanzia: per esempio, il tempo minimo necessario per la riparazione, l indicazione di rivolgersi al centro assistenza o alla casa produttrice, tempi inferiori per la validità della garanzia legale La garanzia legale è prevista dalla legge ed è gratuita. Accanto a essa esistono le garanzie convenzionali, gratuite o a pagamento, che sono offerte del venditore o dal produttore e prevedono ulteriori coperture e prestazioni. Non sostituiscono la garanzia legale e chi le offre deve spiegarlo all acquirente.

DIRITTI DEL CONSUMATORE IN MATERIA DI GARANZIA LEGALE DI CONFORMITÀ (D.lgs. 206/2005 Codice del Consumo)

DIRITTI DEL CONSUMATORE IN MATERIA DI GARANZIA LEGALE DI CONFORMITÀ (D.lgs. 206/2005 Codice del Consumo) DIRITTI DEL CONSUMATORE IN MATERIA DI GARANZIA LEGALE DI CONFORMITÀ (D.lgs. 206/2005 Codice del Consumo) Gentile Cliente, vogliamo informarti dei tuoi diritti nel caso in cui i prodotti acquistati presso

Dettagli

GARANZIA LEGALE DI CONFORMITà

GARANZIA LEGALE DI CONFORMITà GARANZIA LEGALE DI CONFORMITà DIRITTI DEL CONSUMATORE IN MATERIA DI GARANZIA LEGALE DI CONFORMITÀ (D.lgs. 206/2005 Codice del Consumo) Gentile Cliente, vogliamo informarti dei tuoi diritti nel caso in

Dettagli

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE Tutti i prodotti che compri da Apple, anche quelli non a marchio Apple, sono coperti dalla garanzia legale di due anni del venditore prevista dal Codice del Consumo (Decreto

Dettagli

Questa pagina contiene le seguenti informazioni:

Questa pagina contiene le seguenti informazioni: I vantaggi della garanzia limitata Apple si aggiungono ai diritti previsti dalla normativa a tutela del consumatore applicabile nel tuo paese. Ai sensi degli articoli 128 135 del Decreto Legislativo n.

Dettagli

GUARDA CHE TI RIGUARDA!

GUARDA CHE TI RIGUARDA! GUARDA CHE TI RIGUARDA! GARANZIE POST-VENDITA Progetto finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico 1 Un po di storia Con l espressione garanzie post-vendita si intende il complesso di tutele che

Dettagli

La tutela dell acquirente nei contratti con causa di consumo.

La tutela dell acquirente nei contratti con causa di consumo. - Gabriele Gentilini - La tutela dell acquirente nei contratti con causa di consumo. Premessa Ambito di applicazione della nuova normativa La conformità al contratto La tutela del consumatore ====================================================

Dettagli

Verifica delle condizioni generali di garanzia dei prodotti ricondizionati della AGP spa e loro conformità al Codice del Consumo.

Verifica delle condizioni generali di garanzia dei prodotti ricondizionati della AGP spa e loro conformità al Codice del Consumo. Adriatica Green Power spa C.da Molino n. 9 60020n Agugliano (AN) 26 febbraio 2015 Verifica delle condizioni generali di garanzia dei prodotti ricondizionati della AGP spa e loro conformità al Codice del

Dettagli

S T U D I O M I S U R A C A, A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i S t u d i o l e g a l e / L a w F i r m

S T U D I O M I S U R A C A, A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i S t u d i o l e g a l e / L a w F i r m . OLANDA TUTELA DEL CONSUMATORE IN OLANDA di Avv. Francesco Misuraca www.smaf-legal.com Premessa La tutela del consumatore in Olanda da attuazione alle seguenti direttive, di contorno alla direttiva n.

Dettagli

Quando si acquista un prodotto spesso ci si trova di fronte

Quando si acquista un prodotto spesso ci si trova di fronte Quando si acquista un prodotto spesso ci si trova di fronte ad inconvenienti quali il malfunzionamento o, in alcuni casi, il non-funzionamento del bene in questione. La prima cosa da fare è portare il

Dettagli

La garanzia post vendita è legge.

La garanzia post vendita è legge. ******************* Vademecum del consumatore La garanzia post vendita è legge. Vademecum del consumatore Indice pagina 04 IL CODICE DEL CONSUMO TUTELA I TUOI ACQUISTI Lo sapevi che hai una garanzia legale

Dettagli

La garanzia per i vizi nella vendita di diritto comune e di beni di consumo

La garanzia per i vizi nella vendita di diritto comune e di beni di consumo La garanzia per i vizi nella vendita di diritto comune e di beni di consumo Dott. Alessio Faccia www.alexpander.it Art. 1476 c.c. Obbligazioni del venditore: -Consegnare la cosa comperata -Fare acquistare

Dettagli

LE NORME STUDIO LEGALE ANDREELLO VIA MEDOACO 4 PADOVA TEL. 0498765327 FAX 0498647543

LE NORME STUDIO LEGALE ANDREELLO VIA MEDOACO 4 PADOVA TEL. 0498765327 FAX 0498647543 LE NORME La responsabilità del produttore per i danni derivanti da prodotto difettoso è stata introdotta nel nostro ordinamento dal D.P.R. 224/1988 che ha dato attuazione alla Direttiva 85/374/CEE relativa

Dettagli

LA GARANZIA NEL D. LGS. 206/2005 La garanzia legale e la garanzia commerciale nella vendita di beni di consumo.

LA GARANZIA NEL D. LGS. 206/2005 La garanzia legale e la garanzia commerciale nella vendita di beni di consumo. LA GARANZIA NEL D. LGS. 206/2005 La garanzia legale e la garanzia commerciale nella vendita di beni di consumo. Indice Introduzione pag. 3 La garanzia in Italia pag. 4 Garanzia di conformità pag. 6 Che

Dettagli

Avv. Maurizio Iorio 2013

Avv. Maurizio Iorio 2013 Garanzia di legge e garanzia convenzionale sui prodotti venduti ai consumatori Avv. Maurizio Iorio Si conclude con questo elaborato, dedicato alla garanzia, la trilogia di tre articoli dedicata alle principali

Dettagli

Indice generale. Termini e condizioni contrattuali. Introduzione. Accettazione delle condizioni di vendita. Modalità di acquisto

Indice generale. Termini e condizioni contrattuali. Introduzione. Accettazione delle condizioni di vendita. Modalità di acquisto Indice generale Termini e condizioni contrattuali...1 Introduzione...1 Accettazione delle condizioni di vendita...1 Modalità di acquisto...1 Garanzie...2 Garanzia legale...2 Esclusione della garanzia...2

Dettagli

CURIOSITÀ E DOMANDE PIÙ FREQUENTI VADEMECUM2012

CURIOSITÀ E DOMANDE PIÙ FREQUENTI VADEMECUM2012 CURIOSITÀ E DOMANDE PIÙ FREQUENTI VADEMECUM2012 CAMBI MERCE: QUANDO E OBBLIGATORIO CAMBIARE LA MERCE E QUANDO E OBBLIGATORIO, INVECE, RESTITUIRE IL PREZZO PAGATO? Preliminarmente il D.LGS. 206/05 (Codice

Dettagli

dei beni acquistati dai consumatori, e cioè i criteri di determinazione del contenuto dell obbligo, gravante sul «venditore»,

dei beni acquistati dai consumatori, e cioè i criteri di determinazione del contenuto dell obbligo, gravante sul «venditore», Non conformità del bene di consumo e responsabilità del venditore La nozione di vendita accolta dal Codice del consumo, comprende tutti i contratti di fornitura di beni di consumo: in primo luogo, dunque,

Dettagli

AUTO USATA E CONGIUNTURA ECONOMICA COME REAGIRA L AUTO USATA ALLE ATTUALI DIFFICOLTA DEL MERCATO AUTO?

AUTO USATA E CONGIUNTURA ECONOMICA COME REAGIRA L AUTO USATA ALLE ATTUALI DIFFICOLTA DEL MERCATO AUTO? AUTO USATA E CONGIUNTURA ECONOMICA COME REAGIRA L AUTO USATA ALLE ATTUALI DIFFICOLTA DEL MERCATO AUTO? INNOVAZIONI NORMATIVE SUL COMMERCIO DELL AUTO USATA EMANUELA PREGNOLATO ANFIA Studi e Statistiche

Dettagli

La nuova disciplina in materia di garanzie nella vendita di beni di consumo. Nota esplicativa al Decreto legislativo n.

La nuova disciplina in materia di garanzie nella vendita di beni di consumo. Nota esplicativa al Decreto legislativo n. Ministero delle Attività Produttive Direzione Generale per l Armonizzazione del Mercato e la Tutela dei Consumatori Ufficio C3 Politiche Nazionali e Diritti dei consumatori La nuova disciplina in materia

Dettagli

DIRETTIVA 99/44/CE DIRETTIVA GARANZIE

DIRETTIVA 99/44/CE DIRETTIVA GARANZIE DIRETTIVA 99/44/CE DIRETTIVA GARANZIE RELATORE: ing. Angelo Bernardini amm. del. C.L.L.A.T. spa CHE COSA E UNA DIRETTIVA EUROPEA La Comunità Europea emana delle Direttive per rendere uniformi i comportamenti

Dettagli

Ministero delle Attività Produttive

Ministero delle Attività Produttive Ministero delle Attività Produttive Direzione Generale per l Armonizzazione del Mercato e la Tutela dei Consumatori Ufficio C3 Politiche Nazionali e Diritti dei consumatori La nuova disciplina in materia

Dettagli

Presentazione. Contratto tipo di vendita di elettrodomestici. presso il domicilio del consumatore.

Presentazione. Contratto tipo di vendita di elettrodomestici. presso il domicilio del consumatore. Presentazione Contratto tipo di vendita di elettrodomestici presso il domicilio del consumatore. I) Gli elettrodomestici sono apparecchi o utensili (prodotti di telefonia, televisori, lettori CD e DVD,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Nelle presenti condizioni generali: si intende come Venditrice o Società la Berner Spa, con sede in Verona, via dell Elettronica 15, Partita IVA 02093400238, C.F. e numero

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Articolo 1 - Definizioni 1. Ai fini del presente contratto si intende per: - Produttore, la società Calligaris S.p.A. con sede a Manzano (UD) in via Trieste 12, P. IVA 05617370969;

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Le presenti condizioni generali di vendita (di seguito le CGV ), ove non espressamente derogate per iscritto, regolano le vendite dei prodotti tra DTG srl. (di seguito la

Dettagli

IL TELEVISORE APPENA ACQUISTATO NON FUNZIONA?

IL TELEVISORE APPENA ACQUISTATO NON FUNZIONA? IL TELEVISORE APPENA ACQUISTATO NON FUNZIONA? INDICE 3 4 7 14 16 19 23 24 26 27 Il progetto Occhi Aperti! L iter normativo della garanzia dei beni di consumo Un po di storia Ambito di applicazione della

Dettagli

S T U D I O M I S U R A C A, A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i S t u d i o l e g a l e / L a w F i r m

S T U D I O M I S U R A C A, A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i S t u d i o l e g a l e / L a w F i r m . POLONIA TUTELA DEL CONSUMATORE IN POLONIA di Avv. Francesco Misuraca www.smaf-legal.com Premessa Le fonti della normativa di tutela dei consumatori sono: - Legge del 16 aprile 1993 contro la concorrenza

Dettagli

1.3 Con l espressione Press Up S.r.l. si intendono il soggetto indicato in epigrafe ovvero il soggetto prestatore dei servizi di informazione.

1.3 Con l espressione Press Up S.r.l. si intendono il soggetto indicato in epigrafe ovvero il soggetto prestatore dei servizi di informazione. CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO 1. Identificazione della Press Up S.r.l. I servizi oggetto delle presenti condizioni generali sono offerti dalla Press Up s.r.l. con sede in Roma, Via Catone, 6 iscritta

Dettagli

Contratto-tipo di compravendita delle autocaravan Maggiori garanzie di trasparenza, correttezza e buona fede

Contratto-tipo di compravendita delle autocaravan Maggiori garanzie di trasparenza, correttezza e buona fede Contratto-tipo di compravendita delle autocaravan Maggiori garanzie di trasparenza, correttezza e buona fede Dal 2009 l Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti ha deciso di monitorare con maggiore

Dettagli

VENDITA DI ELETTRODOMESTICI A DOMICILIO

VENDITA DI ELETTRODOMESTICI A DOMICILIO CONTRATTO TIPO di VENDITA DI ELETTRODOMESTICI A DOMICILIO 1 CONTRATTO DI VENDITA DI ELETTRODOMESTICI A DOMICILIO La Società...., con sede legale in, partita IVA. ed iscritta nel Registro delle Imprese

Dettagli

Il contratto di distribuzione

Il contratto di distribuzione Fondazione per la Formazione Forense dell'ordine degli Avvocati di Firenze Il contratto di distribuzione Avv. Donato Nitti Firenze, 19 giugno 2012 Donato Nitti 2012 - www.nitti.it - www.ipinflorence.com

Dettagli

Condizioni Generali. GARANZIA LIMITATA PER IL KOBO AURA ereader REGNO UNITO

Condizioni Generali. GARANZIA LIMITATA PER IL KOBO AURA ereader REGNO UNITO Condizioni Generali GARANZIA LIMITATA PER IL KOBO AURA ereader REGNO UNITO La presente Garanzia Limitata viene concessa da Kobo Inc. ("Kobo") e conferisce diritti specifici in relazione al Kobo ereader

Dettagli

Nautica da diporto: territorialità IVA dei servizi di noleggio

Nautica da diporto: territorialità IVA dei servizi di noleggio Nautica da diporto: territorialità IVA dei servizi di noleggio Premessa Il presente lavoro è finalizzato a fornire una descrizione della normativa italiana in materia di IVA nel settore della nautica da

Dettagli

L Automobile Autoricambi srl

L Automobile Autoricambi srl L Automobile Autoricambi srl Condizioni generali di vendita Titolarità del sito Il sito internet http://www.lautomobileautoricambisrl.it è di titolarità di L Automobile Autoricambi srl con sede legale

Dettagli

Procedimento di controllo Commissione Contratti

Procedimento di controllo Commissione Contratti Procedimento di controllo Commissione Contratti PARERE RELATIVO ALLA PROPOSTA DI CONTRATTO E ALLE CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER IL RESTAURO DI BENI MOBILI Premessa: Visto l art. 35 del D.Lgs. 206/2005

Dettagli

Condizioni Generali di Vendita di Licenze Software e Servizi Professionali

Condizioni Generali di Vendita di Licenze Software e Servizi Professionali Condizioni Generali di Vendita di Licenze Software e Servizi Professionali 1. Accettazione, validità e diritto di modifica delle condizioni generali 1.1. Qualsiasi contratto tra Comparex Italia S.r.l.

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE. si intende come Venditrice la Berner S.p.A., con sede in Verona, via dell Elettronica 15, Partita

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE. si intende come Venditrice la Berner S.p.A., con sede in Verona, via dell Elettronica 15, Partita CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE Nelle presenti condizioni generali di vendita on line: si intende come Venditrice la Berner S.p.A., con sede in Verona, via dell Elettronica 15, Partita IVA 02093400238,

Dettagli

1. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

1. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Le presenti Condizioni Generali condizionano i contratti di vendita o di fornitura di prodotti del Venditore ( di seguito denominati Prodotti Contrattuali ). A tali contratti

Dettagli

L internazionalizzazione delle imprese attraverso il consignment stock. Dott.ssa Noemi Graceffo noemi.graceffo@ssalex.com

L internazionalizzazione delle imprese attraverso il consignment stock. Dott.ssa Noemi Graceffo noemi.graceffo@ssalex.com L internazionalizzazione delle imprese attraverso il consignment stock. Dott.ssa Noemi Graceffo noemi.graceffo@ssalex.com Tra i contratti d impresa, il consignment stock agreement, o più semplicemente

Dettagli

S T U D I O M I S U R A C A, A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i S t u d i o l e g a l e / L a w F i r m

S T U D I O M I S U R A C A, A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i S t u d i o l e g a l e / L a w F i r m . REGNO UNITO TUTELA DEL CONSUMATORE NEL REGNO UNITO di Avv. Francesco Misuraca www.smaf-legal.com TUTELA DEL CONSUMATORE NEL REGNO UNITO Premessa Le fonti della normativa di riferimento cambiano a seconda

Dettagli

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e principi generali Art. 2 - Decorrenza e durata del

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA TRENTOFRUTTA S.p.A.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA TRENTOFRUTTA S.p.A. Ai sensi e per gli effetti degli artt.1469 bis e segg. c.c. le parti dichiarano che l'intero contratto ed ogni sua clausola è stato tra le stesse trattato e negoziato. 1. Ambito di validità - Natura del

Dettagli

CONTRATTO DI VENDITA (CON RISERVA DELLA PROPRIETA') DI APPARECCHIATURE PER L ELABORAZIONE ELETTRONICA DEI DATI

CONTRATTO DI VENDITA (CON RISERVA DELLA PROPRIETA') DI APPARECCHIATURE PER L ELABORAZIONE ELETTRONICA DEI DATI Ent 1 CONTRATTO DI VENDITA (CON RISERVA DELLA PROPRIETA') DI APPARECCHIATURE PER L ELABORAZIONE ELETTRONICA DEI DATI... (Ragione Sociale dell Azienda) 1) Compravendita. La... (qui di seguito denominata

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Premessa L offerta e la vendita di prodotti sul sito web www.natevo.com sono regolate da queste Condizioni generali di Vendita. Natevo è un marchio di Flou S.p.A (di seguito

Dettagli

S T U D I O M I S U R A C A, A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i S t u d i o l e g a l e / L a w F i r m

S T U D I O M I S U R A C A, A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i S t u d i o l e g a l e / L a w F i r m . FRANCIA TUTELA DEL CONSUMATORE IN FRANCIA di Avv. Francesco Misuraca www.smaf-legal.com Premessa La normativa del Code de la Consommation recepisce tutte le regole del diritto comunitario in tema di

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l. 1. OGGETTO Le presenti condizioni generali di vendita regolano e disciplinano in via esclusiva i rapporti commerciali di compravendita tra SATI S.r.l. e i propri

Dettagli

Le condizioni generali di contratto

Le condizioni generali di contratto Inserire testo Inserire testo Le condizioni generali di contratto Condizioni generali di contratto e clausole vessatorie: in particolare, la riserva di proprietà A cura dell Avv. Simona Cardillo CONDIZIONI

Dettagli

ASSOCIAZIONE ICT DOTT. COM I L R A P P R E S E N T A N T E F I S C A L E D E L S O G G E T T O N O N R E S I D E N T E.

ASSOCIAZIONE ICT DOTT. COM I L R A P P R E S E N T A N T E F I S C A L E D E L S O G G E T T O N O N R E S I D E N T E. ASSOCIAZIONE ICT DOTT. COM I L R A P P R E S E N T A N T E F I S C A L E D E L S O G G E T T O N O N R E S I D E N T E A c u r a d i : Giovanni Scagnelli Dottore Commercialista Associazione IC T Dott.C

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

Condizioni generali di vendita e consegna per contratti al di fuori del WebShop

Condizioni generali di vendita e consegna per contratti al di fuori del WebShop Condizioni generali di vendita e consegna per contratti al di fuori del WebShop 1. Concetti generali 1.1 Queste condizioni generali di vendita e consegna sono vincolanti, ove dichiarate applicabili in

Dettagli

http://www.studiodicarlo.org

http://www.studiodicarlo.org Contratto di affiliazione commerciale Tra le Parti: A s.p.a. , con sede in (provincia di ) in via al civico numero (), capitale sociale deliberato euro (/00),

Dettagli

APPENDICE INTEGRATIVA DEL FASCICOLO INFORMATIVO PER CONTRATTI DANNI STIPULATI A DISTANZA

APPENDICE INTEGRATIVA DEL FASCICOLO INFORMATIVO PER CONTRATTI DANNI STIPULATI A DISTANZA APPENDICE INTEGRATIVA DEL FASCICOLO INFORMATIVO PER CONTRATTI DANNI STIPULATI A DISTANZA La presente appendice integrativa costituisce parte integrante del Fascicolo informativo. Il presente documento

Dettagli

Condizioni di vendita

Condizioni di vendita Condizioni di vendita Tutti i rapporti commerciali sul Sito www.per-outlet.com sono regolati dalle presenti Condizioni Generali di Vendita. Per utilizzare i servizi forniti dal Sito www.per-outlet.com

Dettagli

LA NUOVA TERRITORIALITÀ IVA DAL 2010 Introduzione INTRODUZIONE

LA NUOVA TERRITORIALITÀ IVA DAL 2010 Introduzione INTRODUZIONE Introduzione INTRODUZIONE Per poter considerare rilevanti ai fini IVA le operazioni effettuate dagli operatori economici, deve sussistere contemporaneamente, oltre ai presupposti soggettivo, oggettivo

Dettagli

www.elsaweb.it CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DI PRODOTTI E SERVIZI

www.elsaweb.it CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DI PRODOTTI E SERVIZI Imola, 01/01/2013 CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DI PRODOTTI E SERVIZI 1 GENERALITA 1.1 Le seguenti condizioni generali di vendita si intendono valide per qualsiasi Conferma di Ordine (di seguito CdO )

Dettagli

LA TERRITORIALITA DEI SERVIZI INTRACOMUNITARI TRA NOVITA', PROFILI PROBLEMATICI E CONSEGUENZE ACCERTATIVE E SANZIONATORIE

LA TERRITORIALITA DEI SERVIZI INTRACOMUNITARI TRA NOVITA', PROFILI PROBLEMATICI E CONSEGUENZE ACCERTATIVE E SANZIONATORIE LA TERRITORIALITA DEI SERVIZI INTRACOMUNITARI TRA NOVITA', PROFILI PROBLEMATICI E CONSEGUENZE ACCERTATIVE E SANZIONATORIE IL CONCETTO DI TERRITORIALITÀ NEGLI SCAMBI TRA SOGGETTI RESIDENTI NELL'UNIONE EUROPEA

Dettagli

Condizioni generali di acquisto

Condizioni generali di acquisto Condizioni generali di acquisto 1. Generalità 1.1 Ogni ordine è valido solo se recante la firma del Committente 1.2 L'evasione dell ordine comporta l'esplicita accettazione delle presenti condizioni di

Dettagli

Laminati Lunghi Condizioni Generali di Vendita

Laminati Lunghi Condizioni Generali di Vendita pag. 1 di 6 ART. 1 - DISCIPLINA DELLE FORNITURE 1.1 II rapporto di fornitura è regolato - esclusivamente - dai patti e dalle condizioni di cui alle presenti condizioni generali, che saranno integrate da

Dettagli

Termine e condizione per la vendita on line

Termine e condizione per la vendita on line Termine e condizione per la vendita on line L Acquirente dichiara espressamente di compiere l acquisto per fini estranei all attività commerciale o professionale esercitata. Identificazione del Fornitore

Dettagli

Modulo 3.7 Revisione4 Pagina 1 di 5

Modulo 3.7 Revisione4 Pagina 1 di 5 Italcuscinetti S.p.A. CAPITOLATO DI FORNITURA (CONDIZIONI GENERALI) Introduzione Le forniture dei prodotti, presenti in questo documento redatto da Italcuscinetti S.p.A., sono gestite e regolate dalle

Dettagli

Sblocco di telefoni cellulari. a tutela del consumatore.

Sblocco di telefoni cellulari. a tutela del consumatore. questioni STRAGIUdizialI CONSUMATORI / GARANZIE Sblocco di telefoni cellulari e tutela del consumatore Vendita di telefoni cellulari manomessi, tutela del consumatore e natura informatico-giuridica della

Dettagli

CONTRATTO PER LA VENDITA ON LINE DI BENI DI CONSUMO

CONTRATTO PER LA VENDITA ON LINE DI BENI DI CONSUMO CONTRATTO PER LA VENDITA ON LINE DI BENI DI CONSUMO L acquirente dichiara espressamente di compiere l acquisto per fini estranei all attività commerciale o professionale esercitata. Identificazione dei

Dettagli

Il contratto di compravendita P R O F. S A R T I R A N A

Il contratto di compravendita P R O F. S A R T I R A N A Il contratto di compravendita P R O F. S A R T I R A N A Il contratto di comprevendita è un NEGOZIO Bilaterale (in quanto prevede di norma due parti: un venditore ed un compratore) Consensuale (in quanto

Dettagli

Nel ricordo del prof. Luigi Cariota Ferrara

Nel ricordo del prof. Luigi Cariota Ferrara Nel ricordo del prof. Luigi Cariota Ferrara INDICE Introduzione 1. La vendita di cose mobili tra contratto «commerciale» (o «di impresa») e contratto «di consumo».... 1 2. La frammentaria sovrapposizione

Dettagli

Supponiamo che. La garanzia B2B: forniture di beni o servizi vendita e appalto. parere legale. parere legale garanzia b2b di Maurizio Iorio

Supponiamo che. La garanzia B2B: forniture di beni o servizi vendita e appalto. parere legale. parere legale garanzia b2b di Maurizio Iorio parere legale garanzia b2b di Maurizio Iorio parere legale La garanzia B2B: forniture di beni o servizi vendita e appalto Nel caso di fornitura B2B vi sono due tipi di garanzia: una legale, quasi totalmente

Dettagli

Aspetti della vendita e delle garanzie dei beni di consumo

Aspetti della vendita e delle garanzie dei beni di consumo Aspetti della vendita e delle garanzie dei beni di consumo Guida al Decreto Legislativo 2 febbraio 2002, n. 24 (Attuazione della Direttiva CE n.44/1999) Premessa Il decreto legislativo 2 febbraio 2002,

Dettagli

APPENDICE INTEGRATIVA DEL FASCICOLO INFORMATIVO PER CONTRATTI DANNI STIPULATI A DISTANZA

APPENDICE INTEGRATIVA DEL FASCICOLO INFORMATIVO PER CONTRATTI DANNI STIPULATI A DISTANZA APPENDICE INTEGRATIVA DEL FASCICOLO INFORMATIVO PER CONTRATTI DANNI STIPULATI A DISTANZA La presente appendice integrativa costituisce parte integrante del Fascicolo informativo. Il presente documento

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO DI BROKER DI ASSICURAZIONE

DISCIPLINARE D INCARICO DI BROKER DI ASSICURAZIONE DISCIPLINARE D INCARICO DI BROKER DI ASSICURAZIONE L anno duemilaquattordici (2014), il giorno del mese di con la presente scrittura privata da valere ad ogni effetto di legge, TRA Il comune di Campotosto

Dettagli

S T U D I O M I S U R A C A, A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i S t u d i o l e g a l e / L a w F i r m

S T U D I O M I S U R A C A, A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i S t u d i o l e g a l e / L a w F i r m . REPUBBLICA CECA TUTELA DEL CONSUMATORE IN REPUBBLICA CECA di Avv. Francesco Misuraca www.smaf-legal.com Premessa La Repubblica Ceca adotta ogni 5 anni una Consumer Policy (l ultima è quella decorrente

Dettagli

Agosto 2015 EUR/A/IM CONDIZIONI

Agosto 2015 EUR/A/IM CONDIZIONI ACQUISTI MICHELIN ITALIA Agosto 2015 EUR/A/IM CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1 CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. Premessa... 3 2. Principi etici... 3 3. Prezzi... 3 4. Consegna della fornitura... 3 5.

Dettagli

LA GARANZIA NEI RAPPORTI TRA AZIENDE (B2B)

LA GARANZIA NEI RAPPORTI TRA AZIENDE (B2B) LA GARANZIA NEI RAPPORTI TRA AZIENDE (B2B) Avvocato Maurizio Iorio, presidente di ANDEC Seminario organizzato da ANDEC Martedì 17 giugno 2014 Milano, Confcommercio - Corso Venezia 47 Sala Turismo LA GARANZIA

Dettagli

Compravendita internazionale : quale legge si applica? Qual è il giudice competente a giudicare?

Compravendita internazionale : quale legge si applica? Qual è il giudice competente a giudicare? Compravendita internazionale : quale legge si applica? Qual è il giudice competente a giudicare? La realtà commerciale del settore dei beni di consumo tecnici e tecnologici è caratterizzata dalla commercializzazione

Dettagli

Condizioni internazionali di vendita e fornitura

Condizioni internazionali di vendita e fornitura Condizioni internazionali di vendita e fornitura 1. Generalità a) Le Condizioni Generali di Contratto (di seguito denominate CGC ) disciplinano la collaborazione fra la Warendorfer Küchen GmbH e l acquirente

Dettagli

Clausole e Condizioni generali dell industria Tessile Tedesca Testo del 01.01.2002

Clausole e Condizioni generali dell industria Tessile Tedesca Testo del 01.01.2002 Clausole e Condizioni generali dell industria Tessile Tedesca Testo del 01.01.2002 Queste clausole e condizioni generali sono valide esclusivamente tra commercianti 1 Luogo dell adempimento, consegna ed

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. GRUPPO GEFRAN S.p.A.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. GRUPPO GEFRAN S.p.A. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA GRUPPO GEFRAN S.p.A. In vigore dal 01/07/2007 Revisione ottobre 2011 Il presente documento contiene le Condizioni Generali di Vendita che disciplinano i rapporti di compravendita

Dettagli

LA RESPONSABILITA CIVILE DEGLI AUTORIPARATORI

LA RESPONSABILITA CIVILE DEGLI AUTORIPARATORI LA RESPONSABILITA CIVILE DEGLI AUTORIPARATORI Avvocato Andrea Valerio Si precisa che la presentazione che segue intende essere una guida operativa, senza pretesa di esaustività di tutte le problematiche

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

(1) Condizioni generali di contratto

(1) Condizioni generali di contratto (1) Condizioni generali di contratto Il sito web www.e-ryb.com (di seguito, Sito ), così come i prodotti ivi offerti e venduti, sono di proprietà di RYB di Ugo Coppari, con sede legale in Perugia (06123),

Dettagli

Riunione Clienti. in programma presso lo Studio Corno, a Lissone, il giorno. lunedì 28 gennaio p.v. alle ore 17.

Riunione Clienti. in programma presso lo Studio Corno, a Lissone, il giorno. lunedì 28 gennaio p.v. alle ore 17. Lissone, 8 gennaio 2013 Circolare n 1 / 2013 Ai signori clienti loro sedi Oggetto: Legge di stabilità 2013 Gentile Cliente, il Parlamento ha approvato il testo della Legge di Stabilità 2013 con la Legge

Dettagli

Condizioni generali di vendita con i consumatori

Condizioni generali di vendita con i consumatori Condizioni generali di vendita con i consumatori Art. 1) Ambito di applicazione delle Condizioni generali - Oggetto della fornitura 1.1) Le presenti Condizioni generali di vendita (le Condizioni ) costituiscono

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. Articolo 1 Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. Articolo 1 Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Articolo 1 Definizioni Ai fini del presente contratto si intende per: "Venditore", la società BBang S.r.l. (P.IVA 02716060302), avente sede a Tavagnacco (fraz. Feletto Umberto)

Dettagli

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2010

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2010 NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2010 Normativa comunitaria e normativa nazionale L imposta sul valore aggiunto è disciplinata da leggi nazionali che sono subordinate alle direttive comunitarie. Queste

Dettagli

Concessionari di vendita: distributori e importatori esclusivi

Concessionari di vendita: distributori e importatori esclusivi Concessionari di vendita: distributori e importatori esclusivi Per poter competere con successo nei mercati stranieri è fondamentale la consapevolezza delle regole del gioco, dei rischi da evitare e delle

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

2 DECORRENZA DELLE NOVITÀ Le novità in materia di territorialità IVA si applicano alle operazioni effettuate dall 1.1.2010.

2 DECORRENZA DELLE NOVITÀ Le novità in materia di territorialità IVA si applicano alle operazioni effettuate dall 1.1.2010. CIRCOLARE n. 12/2010 Oggetto: Territorialità IVA - Recepimento della normativa comunitaria - Nuova disciplina 1 PREMESSA Con il DLgs. 11.2.2010 n. 18, pubblicato sulla G.U. 19.2.2010 n. 41 ed entrato in

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI. infrastrutture ICT su misura

CONDIZIONI GENERALI. infrastrutture ICT su misura Reg. No: 9859 A UNI EN ISO 9001:2008 CONDIZIONI GENERALI 1) Oggetto. 1.1 Le presenti condizioni generali debbono intendersi valere per e vengono allegate a ogni contratto stipulato fra IFIConsulting srl

Dettagli

La fiscalità degli enti associativi

La fiscalità degli enti associativi Dal Decreto Sviluppo nuove modifiche ai regimi contabili applicabili agli enti non commerciali di Luca Caramaschi * Il recente D.L. n.70 del 13 maggio 2011 - provvedimento noto come Decreto Sviluppo convertito

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Campo di applicazione Qualsiasi contratto stipulato tra Nossa Elettronica s.a.s (d ora in poi Nossa) per la fornitura dei propri Prodotti/Servizi (d ora in poi Prodotto)

Dettagli

Camera di Commercio di Cuneo Cuneo, 19 novembre 2012. con committente francese. Avv. Marina Motta Centro Estero per l Internazionalizzazione

Camera di Commercio di Cuneo Cuneo, 19 novembre 2012. con committente francese. Avv. Marina Motta Centro Estero per l Internazionalizzazione Camera di Commercio di Cuneo Cuneo, 19 novembre 2012 Il contratto d opera d con committente francese Avv. Marina Motta Centro Estero per l Internazionalizzazione Il contratto internazionale d opera Quale

Dettagli

S T U D I O M I S U R A C A, A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i S t u d i o l e g a l e / L a w F i r m

S T U D I O M I S U R A C A, A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i S t u d i o l e g a l e / L a w F i r m . GERMANIA TUTELA DEL CONSUMATORE IN GERMANIA di Avv. Francesco Misuraca www.smaf-legal.com Premessa Le regole di tutela del consumatore, precedentemente contenute in distinte e autonome leggi, dal 1 gennaio

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Disposizioni generali Le presenti Condizioni, oggetto di discussione e negoziazione tra le Parti riguardo ciascuna clausola, ove non derogate da condizioni particolari

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA INTRODUZIONE: Le presenti condizioni generali di vendita (di seguito solo Condizioni Generali ) disciplinano la vendita dei prodotti commercializzati da Colmegna Srl tramite

Dettagli

Acquista Online Auto Km 0

Acquista Online Auto Km 0 Acquista Online Auto Km 0 Prezzo trasparente. Pagamento sicuro. Nessuna sorpresa! Scopri Come: Prezzo Trasparente Tutto Compreso Siamo tra i primi operatori del settore Automotive a presentarti un prezzo

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTARELLI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTARELLI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) LAPERTOSA (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) SANTARELLI Membro

Dettagli

Fiscal News N. 117. Finanziamento soci postergato. La circolare di aggiornamento professionale 08.04.2015. Premessa. Codice civile

Fiscal News N. 117. Finanziamento soci postergato. La circolare di aggiornamento professionale 08.04.2015. Premessa. Codice civile Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 117 08.04.2015 Finanziamento soci postergato Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Nonostante l entrata in vigore della riforma

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. (stipulato ai sensi dell art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431)

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. (stipulato ai sensi dell art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431) CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (stipulato ai sensi dell art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431) TRA: la Signora ROSSI MARIA nata a ROMA (RM) il 03/08/1966 domiciliata in ROMA (RM), VIA DELLE

Dettagli

Condizioni commerciali generali di Plasmatreat GmbH

Condizioni commerciali generali di Plasmatreat GmbH stare in piedi: 26.06.2006 Condizioni commerciali generali di Plasmatreat GmbH Art. 1 Disposizioni generali 1. Tutte le nostre forniture, prestazioni e offerte sono subordinate, anche laddove non espressamente

Dettagli

Padova, 30 Settembre 2013. Spett.li Signori Clienti. Oggetto: CIRCOLARE INFORMATIVA n. 11/2013 L AUMENTO DELL ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22%

Padova, 30 Settembre 2013. Spett.li Signori Clienti. Oggetto: CIRCOLARE INFORMATIVA n. 11/2013 L AUMENTO DELL ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22% Dott. Francesco Ferri de Lazara Dott. Enrico Grigolin Avv. Filippo Lo Presti Avv. Vincenza Valeria Cicero Avv. Marianovella Gianfreda Dott. Giulia Zanardi Dott. Luca Lombardo Padova, 30 Settembre 2013

Dettagli

SERVIZI LEGALI E LEGISLATIVI ANNO 2012 pag. 99

SERVIZI LEGALI E LEGISLATIVI ANNO 2012 pag. 99 SERVIZI LEGALI E LEGISLATIVI ANNO 2012 pag. 99 Circolare n. 13 IDR/cg 10 aprile 2012 DIRETTIVA UE N. 2011/83/UE - MODIFI- CHE ALLA DISCIPLINA RELATIVA AI DIRITTI DEI CONSUMATORI Il 25 ottobre 2011 il Parlamento

Dettagli

Avv. Maurizio Iorio. Ci si chiede se sussista in capo ad un venditore l obbligo di mantenere disponibili per un certo

Avv. Maurizio Iorio. Ci si chiede se sussista in capo ad un venditore l obbligo di mantenere disponibili per un certo Avv. Maurizio Iorio Giugno 2011 1 Sull obbligo o meno per il venditore di mantenere la disponibilità delle parti di ricambio alla stregua della normativa italiana e di quella dei principali paesi europei

Dettagli