PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *"

Transcript

1 PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari per il riconoscimento dei benefici fiscali a favore degli esercenti l attività di autotrasporto si evidenziano gli aspetti maggiormente significativi per assicurare una regolare e completa compilazione della dichiarazione e dei relativi quadri allegati alla stessa, come previsto dalla vigente normativa. Le modalità per la concessione di tale agevolazione fiscale sono stabilite dal DPR n. 277 del 9 giugno Tale regolamento infatti disciplina l agevolazione fiscale a favore degli esercenti dell attività di trasporto delle merci e delle persone, detta gli adempimenti da porre in essere per il riconoscimento di tale agevolazione attraverso la presentazione di una dichiarazione con allegazione di specifica documentazione, stabilisce i limiti temporali per la presentazione della dichiarazione, indica le modalità di fruizione dell agevolazione ovvero compensazione o rimborso. A. Soggetti aventi titolo 1. Esercenti le attività di autotrasporto per conto terzi (esercenti nazionali). Rientrano in tale tipologia le imprese nazionali che svolgono tale attività, che sono iscritte nell albo degli autotrasportatori di cose per conto terzi istituito con Legge n. 298 del 06/6/1974. Il beneficio spetta soltanto per i veicoli aventi massa massima complessiva pari o superiore a 7,5 tonnellate; DIREZIONE INTERREGIONALE PER LA CAMPANIA E LA CALABRIA UFFICIO DELLE DOGANE DI CASERTA Direzione Maddaloni (CE) Via Ficucella c/o Interporto Sud Europa Tel Fax Posta elettronica certificata:

2 2. Esercenti le attività di autotrasporto merci per conto proprio. Rientrano in tale tipologia le imprese nazionali munite di licenza di cui all art. 32 della Legge n.298 del 06/6/1974 ed iscritte nell elenco degli autotrasportatori di cose per conto proprio. Il beneficio spetta soltanto per i veicoli aventi massa massima complessiva pari o superiore a 7,5 tonnellate; 3. Esercenti comunitari di attività di autotrasporto merci. Rientrano in tale tipologia le imprese appartenenti ad altri Stati Membri dell Unione Europea in possesso della licenza comunitaria per trasporti internazionali di merci su strada per conto terzi di cui al Reg. CEE n. 881 del 1992 del Consiglio, ovvero in conto proprio esentate da ogni regime di licenza comunitaria e da ogni altra autorizzazione in presenza delle condizioni previste dall allegato 2 punto 4 del citato Regolamento. Il beneficio spetta soltanto per i veicoli aventi massa massima complessiva pari o superiore a 7,5 tonnellate; 4. Enti pubblici ed imprese pubbliche locali esercenti l attività di trasporto. Rientrano in tale tipologia le aziende pubbliche e le società,compreso le gestioni governative e le ferrovie in concessione, che svolgono servizio di trasporto pubblico di persone in ambito locale e regionale, regolamentati dal D.Lvo n. 422 del 19/11/1997 a livello statale, e dalle leggi regionali di attuazione. 5. Imprese esercenti servizi di competenza statale, regionale e locale. Rientrano in tale tipologia le imprese che svolgono autoservizi sia di competenza statale( Legge n del 28/9/1939) sia di competenza regionale e locale, in regime di concessione ( Legge n del 1939) o in regime di affidamento ( D.Lvo n. 422/1997). Rientrano anche le imprese che svolgono l attività di trasporto relative ai servizi minimi ovvero di integrazione delle reti di trasporto a favore dei cosiddetti pendolari ( D.L.vo n. 422/1997). 6. Enti pubblici e imprese esercenti trasporti a fune in servizio pubblico per trasporto di persone. Rientrano in tale tipologia gli enti pubblici e le imprese che svolgono attività di trasporto con impianti a fune. B. Modalità di richiesta dell agevolazione

3 Tale modalità sono disciplinate dall art. 3 comma 1 del DPR n. 277/2000. In particolare è necessario presentare all Ufficio delle Dogane territorialmente competente una dichiarazione trimestrale entro il mese successivo alla scadenza di ciascun trimestre, termine da considerarsi ordinatorio e non perentorio come previsto dalla Legge n. 44/2012. Per le imprese nazionali l ufficio delle Dogane territorialmente competente è quello nel cui ambito territoriale è ubicata la sede operativa e nel caso di più sedi operative, la competenza si stabilisce sulla base della sede legale o della principale tra le sedi operative. Per gli esercenti comunitari che presentano la dichiarazione dei redditi in Italia la competenza appartiene all Ufficio delle Dogane nel cui ambito territoriale si trova la sede di rappresentanza. Per gli esercenti comunitari non tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi in Italia la competenza è attribuita all Ufficio delle Dogane di Roma 1. La dichiarazione, resa sotto forma di dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà, sottoscritta dal titolare o dal legale o negoziale rappresentante dell impresa, deve espressamente riportare nel frontespizio: le modalità di fruizione del credito ovvero la richiesta di compensazione o la richiesta di rimborso; i dati dell impresa ( denominazione, codice fiscale/p. Iva,identificativo della ditta per gli esercenti comunitari,sede legale ed amministrativa, generalità del titolare,del rappresentante legale o negoziale); tipologia di attività: trasporto conto proprio o conto terzi; codice attività Istat dell impresa, impresa nazionale o comunitaria; estremi di iscrizione all albo ( trasporto merci conto terzi) estremi della licenza nazionale ( trasporto merci conto proprio); numero documenti allegati ( certificato di immatricolazione, certificato di possesso); totale litri consumati; importo a credito sulla base dei litri consumati; si evidenzia che il momento della fornitura del gasolio costituisce parametro per imputare il consumo al corrispondente periodo per il quale è chiesta l agevolazione. In particolare risulta essere fondamentale che nel frontespizio vi sia la dichiarazione relativa ai quadri che sono stati compilati unitamente alla stessa e costituenti, quindi, parte integrante della dichiarazione

4 Nel quadro A allegato alla dichiarazione deve essere riportato: l elenco dei mezzi aventi titolo, aventi massa uguale o superiore a 7,5 tonnellate; per ogni singolo mezzo devono essere indicati:la targa, il titolo di possesso( A= possesso; B= leasing; C= locazione senza conducente) il periodo iniziale e finale di possesso, il numero delle fatture per il trasporto merci e le schede carburante per il trasporto persone, il chilometraggio registrato dal contachilometri a fine periodo( errata è l indicazione,invece, dei chilometri percorsi nel periodo), il quantitativo di gasolio consumato, l importo a credito maturato. Nel quadro B deve essere dichiarata l eventuale disponibilità di un distributore privato carburanti ad imposta assolta con indicazione dell ubicazione dell impianto e della capacità di stoccaggio nonché degli estremi della licenza fiscale di esercizio ( codice ditta) per serbatoi superiori a 10 mc. Si fa presente che il distributore privato carburanti, indipendentemente dalla capacità di stoccaggio, deve essere autorizzato dal Comune. Si intende per distributore privato di carburanti un serbatoio collegato ad un sistema di erogazione con contalitri di gasolio destinato esclusivamente all autotrazione ovvero a mezzi targati che possono circolare su strada. Pur non essendo espressamente prevista in dichiarazione (quadro B) il deposito privato lo stesso deve essere indicato in tale quadro in quanto il DPR. 277/2000 stabilisce che la dichiarazione deve contenere anche l indicazione dell eventuale titolarità dei depositi di carburanti ad imposta assolta. Pertanto il quadro B deve essere compilato anche nell ipotesi di disponibilità di un deposito privato e qualora la sua capacità di stoccaggio superi i 25 mc. dovranno essere specificati gli estremi identificativi della licenza fiscale di esercizio ( codice ditta) rilasciata dall Ufficio delle Dogane. Si fa presente che qualora la capacità di stoccaggio superi i 25 mc. deve essere autorizzato dalla Regione se inferiore a mc. e dal Ministero dello Sviluppo Economico se uguale o superiore a mc. Nel quadro B, relativamente ai distributori collegati con serbatoi o ai depositi privati, altresì devono essere indicati: il numero delle fatture (DAS per quantitativi superiori a 1000 Kg., XAB per quantitativi non superiori a 1000 Kg. se proveniente da deposito fiscale, DDT o fattura accompagnatoria per quantitativi non superiori a 1000 Kg. se proveniente da deposito commerciale); il totale dei litri fatturati; - 4 -

5 il totale importo delle fatture relative al prodotto immesso nel distributore o nel deposito. Fondamentale è che il prodotto scortato a destino con tali documenti sia immesso direttamente nel distributore o deposito privato dell avente diritto. Nel caso in cui si disponga di un distributore o di un deposito privato, infine, è necessario indicare nel quadro B se il gasolio in stoccaggio viene utilizzato esclusivamente per rifornire i mezzi aventi titolo, indicati nel quadro A, o se viene utilizzato per il rifornimento di altri mezzi aziendali compilando in tale caso anche il quadro C e riportando per ogni mezzo escluso dal regime agevolativo: la targa; la tipologia ; il periodo di possesso (data iniziale e data finale); nell ipotesi di mezzi senza targa il numero di matricola, il tipo di macchina o il telaio. Alla dichiarazione deve essere allegata la seguente documentazione: certificati di immatricolazione e certificato di proprietà (se di proprietà); contratto di locazione con facoltà di compera (leasing); contratto di noleggio; copia del documento di riconoscimento del richiedente in corso di validità. E importante evidenziare che qualora la predetta documentazione sia stata già precedentemente presentata, nelle dichiarazioni successive è sufficiente farne riferimento indicando però in modo preciso in quale dichiarazione la predetta documentazione è stata allegata. Risulta utile per l istruttoria della pratica, seppur non normativamente richiesto, allegare la seguente ulteriore documentazione: elenco delle fatture del gasolio acquistato presso i depositi commerciali, fiscali e presso i distributori stradali di carburante; in alternativa copie di tali fatture; copia attestazione pagamento tassa annuale per il trasporto conto terzi

6 C. Modalità di fruizione del beneficio fiscale: compensazione, rimborso. Nell ipotesi in cui viene richiesto di utilizzare il beneficio fiscale con il sistema della compensazione e l Ufficio non abbia emesso atti di diniego, si forma il cosiddetto silenzio/assenso, dopo 60 gg. dalla presentazione della dichiarazione, e la compensazione dovrà avvenire perentoriamente entro il 31 dicembre dell anno solare successivo a quello in cui il credito è sorto. E fondamentale che qualora il credito richiesto in compensazione non venga completamente compensato o solo in parte l eventuale eccedenza deve essere richiesta a rimborso entro i 6 mesi successivi al termine stabilito per poter effettuare la compensazione. A titolo meramente esplicativo si riportano i seguenti esempi: La dichiarazione relativa ai consumi del IV trimestre del 2013 deve essere presentata entro il 31 gennaio 2014 ( in questo caso il credito sorge il 1 gennaio 2014) e la compensazione deve avvenire entro il 31/12/2015. L eventuale credito residuo potrà essere richiesto in denaro entro il 30 giugno 2016; La dichiarazione relativa ai consumi del I trimestre 2014 deve essere presentata entro il 30 aprile 2014 ( in questo caso il credito sorge il 1 aprile 2014) e la compensazione deve avvenire entro il 31 dicembre L eventuale credito residuo potrà essere richiesto in denaro entro il 30 giugno Per effetto dell ordinarietà del termine previsto per la presentazione della dichiarazione è anche possibile la seguente ipotesi: La dichiarazione relativa ai consumi del I trimestre 2012 ( da presentare entro il 1 aprile 2012), presentata tardivamente nel mese di aprile 2013 ( 1 anno in ritardo), può essere accolta e l esercente potrà utilizzare il credito fino al 31/12/2014 e potrà richiedere in contanti l eventuale credito residuo entro il 30 giugno Deve essere comunque rispettato il termine di decadenza biennale stabilito dall art. 14 comma 2 del D.Lvo n. 504/1995 decorrente dal giorno in cui il rimborso stesso avrebbe potuto essere richiesto. Quindi nell esempio precedente, relativo ai consumi del I trimestre 2012, i due anni decorrono dal 1 aprile 2012 decorsi i quali l agevolazione non può più essere richiesta. D. Modello di dichiarazione, software per la compilazione, trasmissione della dichiarazione. Al fine di uniformare le informazioni l agenzia delle Dogane ha predisposto un modello di dichiarazione e dall anno 2001 è stato messo a disposizione degli utenti uno specifico software - 6 -

7 della compilazione della dichiarazione rinvenibile sul sito Internet dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (www.agenziadogane.it) seguendo il seguente percorso: Area Dogane Accise - Benefici per il gasolio autotrazione - Benefici per il gasolio autotrazione relativo trimestre di competenza. La dichiarazione compilata con il predetto software può essere trasmessa in modalità telematica, ad oggi ancora facoltativa, ma comunque consigliabile perché consente dei controlli e dei calcoli automatici, riducendo al minimo la possibilità di commettere errori ed omettere dati e consente all Ufficio delle Dogane di acquisire dati in automatico ed emanare, in tempi brevi, i provvedimenti di competenza relativi all agevolazione fiscale richiesta. Qualora non sia utilizzabile il software messo a disposizione dall agenzia deve essere usato il modello di dichiarazione nel modello excel che risulta essere l unico strumento per l invio telematico della dichiarazione. Se non si intende trasmettere la dichiarazione in via telematica, la stessa, una volta compilata usando l apposita funzione del software, dovrà essere stampata e, successivamente, datata e firmata. Tale dichiarazione, a cui dovrà essere allegata tutta la documentazione prevista dall attuale normativa, dovrà essere inviata o consegnata all Ufficio delle Dogane competente unitamente al CD-ROM, DVD, penna USB, contenente il file della dichiarazione stessa. L invio telematico della dichiarazione è sicuramente uno strumento da preferire e preventivamente l utente dovrà essere autorizzato ed abilitato all utilizzo del servizio doganale telematico (EDI) e, in particolare, alla trasmissione della tipologia di documenti agevolazione accise. Nell ipotesi di utilizzo della trasmissione telematica della dichiarazione, considerato che ad oggi non è possibile trasmettere files aggiuntivi, la documentazione da allegare alla documentazione dovrà essere inviata utilizzando la posta elettronica ordinaria oppure preferibilmente utilizzando la PEC dell Ufficio delle Dogane di Caserta Dichiarazioni infedeli, effetti. Come illustrato precedentemente per ottenere il beneficio i soggetti aventi diritto hanno l obbligo di presentare all Ufficio delle Dogane competente specifica dichiarazione che deve essere sottoscritta dal titolare o dal legale rappresentante o dal rappresentante negoziale della società e viene resa sotto forma di dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà

8 Pertanto tale dichiarazione viene considerata come fatta al pubblico ufficiale ai sensi degli artt. 47 e 48 del DPR. N. 445 del 28/12/2000 con le modalità stabilite dal DPR. N. 277/2000 e specificate nel presente documento. Ai sensi dell art. 76 del citato D.P.R. chiunque rilascia dichiarazione mendace, forma atti falsi o ne fa uso.. è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia. Inoltre, l art. 75 di tale DPR prevede la decadenza dei benefici ottenuti per effetto delle dichiarazioni infedeli. Alla luce di quanto sopra si sottolinea l estrema importanza dell esatta, completa e veritiera compilazione della dichiarazione diretta ad usufruire del beneficio fiscale in questione. Il Dirigente Dr. Pasquale De Lucia Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi dell art. 3, comma 2, del D.Lgs. n. 31/93-8 -

Benefici gasolio ad uso autotrazione quarto trimestre 2013: presentazione della dichiarazione entro il 31.01.2014

Benefici gasolio ad uso autotrazione quarto trimestre 2013: presentazione della dichiarazione entro il 31.01.2014 CIRCOLARE A.F. N. 6 del 15 Gennaio 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Benefici gasolio ad uso autotrazione quarto trimestre 2013: presentazione della dichiarazione entro il 31.01.2014 (Nota Agenzia delle

Dettagli

Circolare N.11 del 18 Gennaio 2013

Circolare N.11 del 18 Gennaio 2013 Circolare N.11 del 18 Gennaio 2013 Benefici fiscali sul gasolio per autotrazione per il quarto trimestre 2012. Appuntamento al 31 Gennaio 2013 Benefici fiscali sul gasolio per autotrazione per il quarto

Dettagli

Roma, 23 settembre 2015

Roma, 23 settembre 2015 Roma, 23 settembre 2015 Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane Prot.: 104552/RU Rif.: Allegati: Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Agli Uffici delle Dogane

Dettagli

RIDUZIONE DELL'ALIQUOTA DI ACCISA SUL GASOLIO PER AUTOTRAZIONE. Dichiarazione

RIDUZIONE DELL'ALIQUOTA DI ACCISA SUL GASOLIO PER AUTOTRAZIONE. Dichiarazione UFFICIO (1) RIDUZIONE DELL'ALIQUOTA DI ACCISA SUL GASOLIO PER AUTOTRAZIONE 1) D.D. RU 88789 del 9.8.2012 Legge n.228/2012, art.1, comma 487 Dichiarazione (Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà

Dettagli

Dichiarazione (Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà - artt. 47 e 48 del DPR 28.12.2000 n.445)

Dichiarazione (Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà - artt. 47 e 48 del DPR 28.12.2000 n.445) UFFICIO (1) DIREZIONE DELLA CIRCOSCRIZIONE DOGANALE DI ROMA I RIDUZIONE DELL'ALIQUOTA DI ACCISA SUL GASOLIO PER AUTOTRAZIONE (D.L. 26 SETTEMBRE 2000, N 265 E SUCCESSIVI) Dichiarazione (Dichiarazione sostitutiva

Dettagli

Roma, 27 marzo 2014. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento

Roma, 27 marzo 2014. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Roma, 27 marzo 2014 Protocollo: RU 35204 Rif.: Allegati: Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Agli Uffici delle Dogane

Dettagli

TEMPISTICA DELLE ISTRUZIONI EMANATE DALL AGENZIA DELLE DOGANE CONSUMI ANNO NOTA AG. DOGANE DEL

TEMPISTICA DELLE ISTRUZIONI EMANATE DALL AGENZIA DELLE DOGANE CONSUMI ANNO NOTA AG. DOGANE DEL Rimborso Accisa anno 2011 Modalità e tempi per usufruire del beneficio NOTA AGENZIA DELLE DOGANE N 771 DEL 4 GENNAIO 2012 : TEMPI RECORD L Agenzia delle Dogane ha emanato in tempi record ( come da noi

Dettagli

Al Comitato di Presidenza Al Consiglio Direttivo Alla Commissione Legale Alla Commissione Sindacale Alle Associazioni Territoriali

Al Comitato di Presidenza Al Consiglio Direttivo Alla Commissione Legale Alla Commissione Sindacale Alle Associazioni Territoriali Roma, 30 settembre 2015 Al Comitato di Presidenza Al Consiglio Direttivo Alla Commissione Legale Alla Commissione Sindacale Alle Associazioni Territoriali Circolare n. 122/2015 Oggetto: Recupero accise

Dettagli

Roma, 17 dicembre 2015. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento

Roma, 17 dicembre 2015. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Roma, 17 dicembre 2015 Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane Prot.: 141033/RU Rif.: Allegati: Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Agli Uffici delle Dogane

Dettagli

Periodico informativo n. 148/2015

Periodico informativo n. 148/2015 Periodico informativo n. 148/2015 Bonus gasolio: invio richiesta entro il 31.10 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento intendiamo informarla che la dichiarazione per ottenere il recupero

Dettagli

Anno 2015 N.RF102. La Nuova Redazione Fiscale

Anno 2015 N.RF102. La Nuova Redazione Fiscale Anno 2015 N.RF102 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 10 OGGETTO BONUS CARO GASOLIO - ISTANZA 1 TRIMESTRE 2015 RIFERIMENTI NOTE AGENZIA DOGANE N 37062 DEL 24/03/2015

Dettagli

Roma, 24 marzo 2015. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento

Roma, 24 marzo 2015. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Roma, 24 marzo 2015 Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane Prot.: RU 37062 Rif.: Allegati: Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Agli Uffici delle Dogane Agli

Dettagli

Anno 2013 N. RF081. La Nuova Redazione Fiscale AUTOTRASPORTO - ISTANZA CREDITO D'IMPOSTA PER CARO GASOLIO

Anno 2013 N. RF081. La Nuova Redazione Fiscale AUTOTRASPORTO - ISTANZA CREDITO D'IMPOSTA PER CARO GASOLIO Anno 2013 N. RF081 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 6 OGGETTO RIFERIMENTI CIRCOLARE DEL 23/04/2013 AUTOTRASPORTO - ISTANZA CREDITO D'IMPOSTA PER CARO GASOLIO NOTE

Dettagli

Come di consueto l Agenzia delle Dogane, con la nota in parola, ha comunicato le

Come di consueto l Agenzia delle Dogane, con la nota in parola, ha comunicato le 1 Comitato Regionale dell Emilia Romagna Prot.n. 30/DS/fc UFFICIO FISCALE Bologna, 7 Aprile 2014 Ai Resp.li Territoriali Comparto Trasporto Merci ------------------------------ll.ss. OGGETTO: BENEFICI

Dettagli

Roma, 30.09.2014. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento

Roma, 30.09.2014. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Roma, 30.09.2014 Protocollo: RU 106795 Rif.: Allegati: Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Agli Uffici delle Dogane

Dettagli

Roma, 30.09.2014. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento

Roma, 30.09.2014. Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane. Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Roma, 30.09.2014 Protocollo: RU 106795 Rif.: Allegati: Alle Direzioni regionali ed interregionali delle dogane Alla Direzione interprovinciale delle dogane di Bolzano e Trento Agli Uffici delle Dogane

Dettagli

Roma, 30 dicembre 2013. Alle Direzioni regionali, interregionali e provinciali dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli LORO SEDI

Roma, 30 dicembre 2013. Alle Direzioni regionali, interregionali e provinciali dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli LORO SEDI Roma, 30 dicembre 2013 RU 148547 Rif.: Allegati: Alle Direzioni regionali, interregionali e provinciali dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici

Dettagli

Agevolazioni autotrasportatori Dichiarazione trimestrale Manuale utente

Agevolazioni autotrasportatori Dichiarazione trimestrale Manuale utente Agevolazioni autotrasportatori Dichiarazione trimestrale Manuale utente Marzo 2015 1 1. INTRODUZIONE... 3 1.1. NOVITÀ DELLA PRESENTE VERSIONE... 3 1.2. REQUISITI TECNICI... 3 1.3. GENERALITA... 3 1.4.

Dettagli

Al Dipartimento delle Finanze Via Pastrengo n. 22 00185 ROMA (df.dirgen.segreteria@finanze.it)

Al Dipartimento delle Finanze Via Pastrengo n. 22 00185 ROMA (df.dirgen.segreteria@finanze.it) Roma, 28.12.2012 RU 151656 Rif.: Allegati: Alle Direzioni regionali, interregionali e provinciali dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici di diretta

Dettagli

Agevolazioni autotrasportatori Dichiarazione trimestrale Manuale utente

Agevolazioni autotrasportatori Dichiarazione trimestrale Manuale utente Agevolazioni autotrasportatori Dichiarazione trimestrale Manuale utente Marzo 2013 1 1. INTRODUZIONE... 3 1.1. NOVITÀ DELLA PRESENTE VERSIONE... 3 1.2. REQUISITI TECNICI... 3 1.3. GENERALITA... 3 1.4.

Dettagli

Agevolazioni autotrasportatori Manuale utente

Agevolazioni autotrasportatori Manuale utente Agevolazioni autotrasportatori Manuale utente Versione 9 Anno 2010 1 1. INTRODUZIONE...3 1.1. REQUISITI TECNICI...3 1.2. GENERALITA...3 2. ACQUISIRE NUOVA DICHIARAZIONE...5 2.1. FRONTESPIZIO...6 2.2. QUADRO

Dettagli

Benefici sul gasolio utilizzato nel settore dell autotrasporto

Benefici sul gasolio utilizzato nel settore dell autotrasporto Ufficio delle Dogane di Ferrara Benefici sul gasolio utilizzato nel settore dell autotrasporto Relatore: Simona Palazzi Ferrara, 16 settembre 2014 INDICE 1. L agevolazione fiscale - Genesi ed evoluzione

Dettagli

Roma, 10 marzo 2011. Alle Direzioni regionali ed interregionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI

Roma, 10 marzo 2011. Alle Direzioni regionali ed interregionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Roma, 10 marzo 2011 RU 30485 Rif.: Allegati:1 Alle Direzioni regionali ed interregionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI e per conoscenza: Agli Uffici di diretta

Dettagli

Roma, 4 Gennaio 2012. Alle Direzioni Regionali, Interregionali e Provinciali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI

Roma, 4 Gennaio 2012. Alle Direzioni Regionali, Interregionali e Provinciali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Roma, 4 Gennaio 2012 RU 771 Rif.: Allegati: Alle Direzioni Regionali, Interregionali e Provinciali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI e per conoscenza: Agli Uffici di

Dettagli

Autotrasportatori: importi e modalità di rimborso del caro gasolio

Autotrasportatori: importi e modalità di rimborso del caro gasolio CIRCOLARE A.F. N. 13 del 31 gennaio 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Autotrasportatori: importi e modalità di rimborso del caro gasolio Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che con un

Dettagli

Agevolazioni autotrasportatori MANUALE UTENTE

Agevolazioni autotrasportatori MANUALE UTENTE Agevolazioni autotrasportatori MANUALE UTENTE Versione 6.0 Febbraio 2007 1 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. ACQUISIRE FRONTESPIZIO, QUADRO A1, QUADRO A2, QUADRO B E... QUADRO C...4 3. FORNIRE DICHIARAZIONI

Dettagli

Roma, 12 febbraio 2008. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI.

Roma, 12 febbraio 2008. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI. Roma, 12 febbraio 2008 Protocollo: 221/V Rif.: Allegati: Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI e per conoscenza: Agli Uffici di diretta collaborazione

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Credito d imposta gasolio per autotrazione: come compilare il modello F24 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che l Agenzia

Dettagli

Agevolazioni autotrasportatori MANUALE UTENTE

Agevolazioni autotrasportatori MANUALE UTENTE Agevolazioni autotrasportatori MANUALE UTENTE Versione 4.0 Febbraio 2005 1 INDICE 1. ACQUISIRE FRONTESPIZIO, QUADRO A, QUADRO B E QUADRO C...4 2. FORNIRE DICHIARAZION I SU SUPPORTO MAGNETICO...12 3. INTERCHANGE...13

Dettagli

Roma, 30 marzo 2009. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI.

Roma, 30 marzo 2009. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI. Roma, 30 marzo 2009 RU:45822 Rif.: Allegati: Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI e per conoscenza: Agli Uffici di diretta collaborazione del

Dettagli

Avv. Dott. Rag. Giuseppe Di Dio Avvocato - Commercialista e Revisore Contabile

Avv. Dott. Rag. Giuseppe Di Dio Avvocato - Commercialista e Revisore Contabile Bergamo, 10 gennaio 2007 A tutti i clienti Loro Sedi Circolare n. 7/2007 Oggetto: SCHEDA CARBURANTE Il D.P.R. 444/1997 regolamenta le annotazioni da apporre sulle schede relative all acquisto dei carburanti

Dettagli

SEMINARIO SUGLI USI AGEVOLATI DEI PRODOTTI ENERGETICI. Per. Ind. Felice Longo

SEMINARIO SUGLI USI AGEVOLATI DEI PRODOTTI ENERGETICI. Per. Ind. Felice Longo DIREZIONE INTERREGIONALE PER IL VENETO E IL FRIULI VENEZIA GIULIA ------------- SEMINARIO SUGLI USI AGEVOLATI DEI PRODOTTI ENERGETICI -------------- Per. Ind. Felice Longo Responsabile dell Area Assistenza

Dettagli

DOGANE ACCISE. Milano, 30 settembre 2014. Circolare n. 234/14. Alle Aziende Associate. Loro Sedi

DOGANE ACCISE. Milano, 30 settembre 2014. Circolare n. 234/14. Alle Aziende Associate. Loro Sedi DOGANE ACCISE Milano, 30 settembre 2014 Circolare n. 234/14 Alle Aziende Associate Loro Sedi Oggetto: Autotrasporto - Benefici sul gasolio per uso autotrazione utilizzato nel settore del trasporto - Invio

Dettagli

STUDIO PASSARELLI Rag. Adriano

STUDIO PASSARELLI Rag. Adriano STUDIO PASSARELLI Rag. Adriano Commercialista - Revisore Contabile Tributi Lavoro - Società SCHEDA CARBURANTE Regole compilazione L'acquisto di carburanti (benzina, gasolio, GPL) è da documentare al fine

Dettagli

MODULO DI RICHIESTA DI PRENOTAZIONE CONTRIBUTO PER INTERVENTI: A1 SOSTITUZIONE CALDAIA; A2 PANNELLI SOLARI TERMICI

MODULO DI RICHIESTA DI PRENOTAZIONE CONTRIBUTO PER INTERVENTI: A1 SOSTITUZIONE CALDAIA; A2 PANNELLI SOLARI TERMICI ALLEGATO 2) Compilazione a cura del Settore Ambiente Numero di prenotazione Data Ora MODULO DI RICHIESTA DI PRENOTAZIONE CONTRIBUTO PER INTERVENTI: A1 SOSTITUZIONE CALDAIA; A2 PANNELLI SOLARI TERMICI Al

Dettagli

Circolare N. 5/2008 LA SCHEDA CARBURANTE E LE SUE ALTERNATIVE LA SCHEDA CARBURANTE. Premessa. Modalità di compilazione e periodicità di riferimto

Circolare N. 5/2008 LA SCHEDA CARBURANTE E LE SUE ALTERNATIVE LA SCHEDA CARBURANTE. Premessa. Modalità di compilazione e periodicità di riferimto Via G. Bovini, 41-48100 Ravenna (RA) Tel. 0544-501881 Fax 0544-461503 www.consulentiassociati.ra.it Altra sede: Dott. Franco Foschini 48012 Bagnacavallo (RA) Dott. Paolo Mazza Via Brandolini, 11 Dott.

Dettagli

Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi - Novità del DLgs. 5.8.2015 n. 127

Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi - Novità del DLgs. 5.8.2015 n. 127 Circolare 23 del 28 settembre 2015 Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi - Novità del DLgs. 5.8.2015 n. 127 INDICE 1 Premessa... 2 2 Regime opzionale per la trasmissione

Dettagli

Il sottoscritto nato a prov.. il codice fiscale.. e residente in... prov.

Il sottoscritto nato a prov.. il codice fiscale.. e residente in... prov. Marca da Bollo 16,00 ALL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI RAVENNA QUADRO A) DATI ANAGRAFICI DEL TITOLARE/LEGALE RAPPRESENTANTE CHE PRESENTA LA DOMANDA Il sottoscritto nato a CAP prov.. il codice fiscale..

Dettagli

La deduzione spetta una sola volta per ogni giorno di effettuazione del trasporto, indipendentemente dal numero di viaggi.

La deduzione spetta una sola volta per ogni giorno di effettuazione del trasporto, indipendentemente dal numero di viaggi. AGEVOLAZIONI SETTORE AUTOTRASPORTO IMPOSTE SUI REDDITI Deduzione forfettarie (Art. 66 comma 5 TUIR) Alle imprese autorizzate all autotrasporto di merci per conto terzi spetta una deduzione forfettaria

Dettagli

Circolare n. 34. del 21 ottobre 2013

Circolare n. 34. del 21 ottobre 2013 Circolare n. 34 del 21 ottobre 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione

Dettagli

FOCUS NOVEMBRE 2008 LA SCHEDA CARBURANTE

FOCUS NOVEMBRE 2008 LA SCHEDA CARBURANTE FOCUS NOVEMBRE 2008 LA SCHEDA CARBURANTE Tratto da: Inform@Mail n. 18 del 30 settembre 2008 Copyright 2008 Wolters Kluwer Italia Srl Per gli acquisti di carburante per autotrazione (benzina normale, benzina

Dettagli

Informativa - ONB INDICE. ORDINE NAZIONALE dei BIOLOGI Via Icilio n 7 00153 ROMA - Tel. 06.57060221 Email: consulenzafiscale@onb.

Informativa - ONB INDICE. ORDINE NAZIONALE dei BIOLOGI Via Icilio n 7 00153 ROMA - Tel. 06.57060221 Email: consulenzafiscale@onb. Informativa - ONB Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione - Modello

Dettagli

INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO DI AGOSTO 2011

INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO DI AGOSTO 2011 Circolare informativa n. 24 del 7 Ottobre 2011 Sono deducibili le penali per inosservanza di obblighi contrattuali Le spese relative alle penalità per inosservanza di obblighi contrattuali, quale la ritardata

Dettagli

PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI

PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI Commercialisti Associati Revisori Legali Largo Caleotto, 1-23900 LECCO (LC) Tel. 0 3 4 1 / 3 6 4 0 2 2 - Fax 0 3 4 1 / 2 8 7 0 4 2 Gent. Sig.ra / Egr. Sig. Spett. le Ditta

Dettagli

INTERVENTI PER LA NASCITA E LO SVILUPPO DEL LAVORO AUTONOMO

INTERVENTI PER LA NASCITA E LO SVILUPPO DEL LAVORO AUTONOMO ALLEGATO C INTERVENTI PER LA NASCITA E LO SVILUPPO DEL LAVORO AUTONOMO 1. BENEFICIARI Possono presentare domanda di agevolazione i soggetti, di cui all articolo 29 della l.r. 34/2008 e s.m.i., che abbiano

Dettagli

Circolare Mensile n. 10 OTTOBRE 2013

Circolare Mensile n. 10 OTTOBRE 2013 Circolare Mensile n. 10 OTTOBRE 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO RIPA BLANDINO

STUDIO ASSOCIATO RIPA BLANDINO STUDIO ASSOCIATO RIPA BLANDINO Dottori Commercialisti e Consulenti del Lavoro SCADENZE APRILE 2015 Scadenza Adempimento Commento 10.4.2015 Comunicazione operazioni rilevanti IVA ( spesometro ) 10.4.2015

Dettagli

Newsletter 2013 24 del 23 Ottobre 2013

Newsletter 2013 24 del 23 Ottobre 2013 Newsletter 2013 24 del 23 Ottobre 2013 SPESOMETRO OPERAZIONI CON PARADISI FISCALI CONTRATTI DI LEASING, LOCAZIONE E NOLEGGIO E ALTRE COMUNICAZIONI ALL ANAGRAFE TRIBUTARIA NUOVE MODALITÀ E TERMINI DI EFFETTUAZIONE

Dettagli

Roma, 24 febbraio 2012. Alle Direzioni regionali, Interregionali e Provinciali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI

Roma, 24 febbraio 2012. Alle Direzioni regionali, Interregionali e Provinciali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Roma, 24 febbraio 2012 RU 22756 Rif.: Allegati: Alle Direzioni regionali, Interregionali e Provinciali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI e per conoscenza: Agli Uffici

Dettagli

BONELLI BERNARDI AGOSTINO E ASSOCIATI COMMERCIALISTI

BONELLI BERNARDI AGOSTINO E ASSOCIATI COMMERCIALISTI FULVIO BONELLI LUCIA BERNARDI ROSETTA AGOSTINO ROSSANA CIRIGLIANO ANNA QUAI Torino, lì 24 ottobre 2013 Ai signori Clienti Loro indirizzi email Questa circolare ha la finalità di informare i clienti che

Dettagli

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale Domanda per il rilascio di licenza per l'autotrasporto di cose in conto proprio Alla PROVINCIA DI TRIESTE AREA AMBIENTE E MOBILITÀ U.O. Trasporti e Motorizzazione Via Giuseppe Mazzini, 14 34121 Trieste

Dettagli

Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi: novità a decorrere dal 01.01.2017

Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi: novità a decorrere dal 01.01.2017 del 6 Novembre 2015 Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi: novità a decorrere dal 01.01.2017 Secondo quanto previsto dal DLgs. 127/2015, tutti i soggetti passivi IVA possono

Dettagli

Gli adempimenti per la compilazione delle schede carburanti

Gli adempimenti per la compilazione delle schede carburanti Gli adempimenti per la compilazione delle schede carburanti La regola Per i rifornimenti di carburante effettuati presso gli impianti stradali di distribuzione, gli acquisti devono essere documentati attraverso

Dettagli

P r o d u t tive. Circolare n.

P r o d u t tive. Circolare n. Circolare n. Legge 23 agosto 2004, n. 239 - articoli 53 e 54, recanti modifiche e integrazioni ai requisiti per l accesso ai contributi in favore degli autoveicoli alimentati a GPL e metano di cui al decreto

Dettagli

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI Allegato 5 al dds LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI AVVISO 526 FINANZIAMENTI ON-LINE (GEFO) 1. Premessa Le presenti linee guida sono destinate ai beneficiari dell avviso Generazione

Dettagli

Recuperi, rimborsi e abbuoni

Recuperi, rimborsi e abbuoni Recuperi, rimborsi e abbuoni Ing. Donato Rosa Rimborsi Il rimborso in materia tributaria, rappresenta una applicazione dei principi civilistici della ripetizione dell indebito (art. 2033 c.c.). L imposta

Dettagli

CIRCOLARE N.89/2000 OGGETTO: AUTOTRASPORTO RESTITUZIONE DELLA CARBON TAX

CIRCOLARE N.89/2000 OGGETTO: AUTOTRASPORTO RESTITUZIONE DELLA CARBON TAX Roma, 22 giugno 2000 CIRCOLARE N.89/2000 OGGETTO: AUTOTRASPORTO RESTITUZIONE DELLA CARBON TAX CIRCOLARE MIN.FINANZE N.125/D DEL 20.6.2000. Nel contesto delle trattative sull ultima vertenza dell autotrasporto,

Dettagli

Il/La sottoscritto/a. nato/a a. il e residente in prov. via n. codice fiscale P. IVA D I C H I A R A (3)

Il/La sottoscritto/a. nato/a a. il e residente in prov. via n. codice fiscale P. IVA D I C H I A R A (3) mod. TR071 ver. 01-10.12 TRASPORTI DOMANDA DI RILASCIO LICENZA AUTOTRASPORTO DI COSE IN CONTO PROPRIO PER VEICOLI CON PORTATA UTILE sotto i 30 QUINTALI marca da bollo da 16,00 anche assolta in modo virtuale

Dettagli

Al Dipartimento delle Finanze Via Pastrengo n. 22 00187 ROMA (fax 06/47603910)

Al Dipartimento delle Finanze Via Pastrengo n. 22 00187 ROMA (fax 06/47603910) Roma, 30 gennaio 2012 RU 11181 Rif.: Allegati:1 Alle Direzioni Regionali, Interregionali e Provinciali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI e per conoscenza: Agli Uffici

Dettagli

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013 Circolare n. 33 del 10 ottobre 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione

Dettagli

Domanda sottoscritta avvalendosi delle dichiarazioni sostitutive di cui agli artt. 46 e 47 del D.P.R. n 445 del 28/12/2000. Il sottoscritto nato a il

Domanda sottoscritta avvalendosi delle dichiarazioni sostitutive di cui agli artt. 46 e 47 del D.P.R. n 445 del 28/12/2000. Il sottoscritto nato a il RICHIESTA Autorizzazione per la gestione di scuola di istruzione per la nautica (ai sensi dell'art. 28 commi 1 e 2 del D.P.R. 431/97, di competenza provinciale ai sensi dell'art. 4 comma 3 lett. e bis

Dettagli

Spett.le Provincia di Pordenone Settore Politiche Sociali Largo San Giorgio, 12 33170 PORDENONE

Spett.le Provincia di Pordenone Settore Politiche Sociali Largo San Giorgio, 12 33170 PORDENONE Spett.le Provincia di Pordenone Settore Politiche Sociali Largo San Giorgio, 12 33170 PORDENONE DOMANDA DI AMMISSIONE AL PROGETTO MICROCREDITO Il/la sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a (Prov. ), il

Dettagli

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI Allegato 5 al dds LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI 1. Premessa Le presenti linee guida sono destinate ai beneficiari dell avviso Generazione Web Lombardia, di seguito denominata GWL,

Dettagli

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI Art. 1, comma 89, Legge n. 147/2013 DM n. 307/2014 Circolare MIT 22.9.2014, n. 18358 Modena, 07 ottobre 2014 La Finanziaria 2014 ha previsto

Dettagli

Roma, 20 aprile 2012. Alle Direzioni regionali, interregionali e provinciali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI

Roma, 20 aprile 2012. Alle Direzioni regionali, interregionali e provinciali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI RU 45963 Rif.: Allegati: Roma, 20 aprile 2012 Alle Direzioni regionali, interregionali e provinciali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI e per conoscenza: Agli Uffici

Dettagli

LICENZA TAXI (L. 15.1.1992 n. 21)

LICENZA TAXI (L. 15.1.1992 n. 21) 1 ESTREMI DI ISCRIZIONE DELLA DICHIARAZIONE (A CURA DELL UFFICIO) Ufficio ricevente Presentata il Modalità di inoltro Data protocollo Num. Prot fax a mano posta via telematica NUMERO ASSEGNATO ALLA PRATICA

Dettagli

SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA

SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA L art. 21 del DL 31.5.2010 n. 78 (conv. L. 30.7.2010 n. 122) ha introdotto l obbligo, per i soggetti passivi IVA, di comunicare in via telematica all Agenzia delle Entrate le

Dettagli

BERTOLINI CARBURANTI S.r.l. Via F.lli Cervi, n. 151 42100 Reggio Emilia Telefono 0522.301818 r.a. Telefax 0522.308321

BERTOLINI CARBURANTI S.r.l. Via F.lli Cervi, n. 151 42100 Reggio Emilia Telefono 0522.301818 r.a. Telefax 0522.308321 BERTOLINI CARBURANTI S.r.l. Via F.lli Cervi, n. 151 42100 Reggio Emilia Telefono 0522.301818 r.a. Telefax 0522.308321 Circolare n. 01/2003 A tutte le Aziende di Autotrasporti Protocollo n. 01997 Reggio

Dettagli

Prot. 10278 Santa Lucia di Piave, 13.10.2009

Prot. 10278 Santa Lucia di Piave, 13.10.2009 Prot. 10278 Santa Lucia di Piave, 13.10.2009 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI PER LA CONVERSIONE A GAS METANO O GPL DEI VEICOLI PRIVATI DEI RESIDENTI NEL COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE

Dettagli

Collegato alla Finanziaria 2007. D.L. 03.10.2006 n. 262 convertito in Legge il 23.11.2006 n. 286

Collegato alla Finanziaria 2007. D.L. 03.10.2006 n. 262 convertito in Legge il 23.11.2006 n. 286 Collegato alla Finanziaria 2007 D.L. 03.10.2006 n. 262 convertito in Legge il 23.11.2006 n. 286 Mancata emissione scontrino/ricevuta fiscale art. 1 commi da 8 a 8-ter In caso di mancata emissione dello

Dettagli

Circolare 21. del 3 novembre 2014. Veicoli concessi in comodato Adempimenti nei confronti della Motorizzazione Civile INDICE

Circolare 21. del 3 novembre 2014. Veicoli concessi in comodato Adempimenti nei confronti della Motorizzazione Civile INDICE Circolare 21 del 3 novembre 2014 Veicoli concessi in comodato Adempimenti nei confronti della Motorizzazione Civile INDICE 1 Premessa... 2 2 Decorrenza... 2 3 Ambito soggettivo... 3 3.1 Soggetti legittimati

Dettagli

ADEMPIMENTI. Con l occasione, inviamo distinti saluti. Sidigas.com S.r.l. SERVIZIO CLIENTI

ADEMPIMENTI. Con l occasione, inviamo distinti saluti. Sidigas.com S.r.l. SERVIZIO CLIENTI RICHIESTA AGEVOLAZIONE ACCISE FORNITURA GAS METANO C/O IMPIANTI SPORTIVI PER ATTIVITÀ DILETTANTISTICHE, SENZA FINI DI LUCRO ED ATTIVITÀ RICETTIVE, SENZA FINI DI LUCRO Gentile Cliente, con riferimento alla

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE AI CONTRIBUTI A FAVORE DEGLI INVESTIMENTI NEL SETTORE DELL AUTOTRASPORTO DI MERCI PER L ANNO 2015

DOMANDA DI AMMISSIONE AI CONTRIBUTI A FAVORE DEGLI INVESTIMENTI NEL SETTORE DELL AUTOTRASPORTO DI MERCI PER L ANNO 2015 ALLEGATO 1 Modello di domanda da compilare in stampatello, e da recapitare tramite raccomandata A.R., ovvero mediante consegna a mano. DOMANDA DI AMMISSIONE AI CONTRIBUTI A FAVORE DEGLI INVESTIMENTI NEL

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

Informativa n 3 11 marzo 2010. Indice

Informativa n 3 11 marzo 2010. Indice Informativa n 3 11 marzo 2010 Indice 1- LE NOVITÀ DEL DECRETO MILLEPROROGHE...2 RIAPERTURA DEI TERMINI PER LO SCUDO FISCALE...2 STUDI DI SETTORE PER IL 2009 E 2010...2 ACCESSO AI SERVIZI DELLA PUBBLICA

Dettagli

Merci per conto terzi: la nuova «scheda di trasporto»

Merci per conto terzi: la nuova «scheda di trasporto» Trasporti internazionali Merci per conto terzi: la nuova «scheda di trasporto» di Maria Giulia Furlanetto (*) Dal 19 luglio 2009, è divenuta a tutti gli effetti obbligatoria la scheda di trasporto documento

Dettagli

Direttive e criteri di attuazione della legge regionale 13 agosto 2001, n. 12

Direttive e criteri di attuazione della legge regionale 13 agosto 2001, n. 12 ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N. 36/ 20 DEL 26.7.2005 Direttive e criteri di attuazione della legge regionale 13 agosto 2001, n. 12 Art. 1 Ai fini dell applicazione delle presenti direttive e criteri di

Dettagli

VISTO il decreto legge 28 dicembre 1998, n. 451, convertito con legge 26 febbraio 1999, n.40;

VISTO il decreto legge 28 dicembre 1998, n. 451, convertito con legge 26 febbraio 1999, n.40; DELIBERAZIONE 2013 Disposizioni relative alla riduzione compensata dei pedaggi autostradali per i transiti effettuati nell'anno 2012. (Deliberazione n.10/2013). IL COMITATO CENTRALE per l'albo nazionale

Dettagli

STUDIO DUCOLI Dottori Commercialisti Revisori Legali BRENO

STUDIO DUCOLI Dottori Commercialisti Revisori Legali BRENO STUDIO DUCOLI Dottori Commercialisti Revisori Legali BRENO Spesometro e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Modello di comunicazione polivalente relativo al 2014 1 2 1 SPESOMETRO L art. 21 del

Dettagli

Roma, 20.03.2009. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI.

Roma, 20.03.2009. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI. Roma, 20.03.2009 RU 29696 Rif.: Allegati: Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI e per conoscenza: Agli Uffici di diretta collaborazione del Direttore

Dettagli

Roma, 5 aprile 2011. Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Provinciali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI

Roma, 5 aprile 2011. Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Provinciali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Roma, 5 aprile 2011 Protocollo: Rif.: 39218/RU Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Provinciali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Allegati: 2 E, per conoscenza:

Dettagli

Gazzetta Ufficiale N. 212 del 12 Settembre 2003

Gazzetta Ufficiale N. 212 del 12 Settembre 2003 Gazzetta Ufficiale N. 212 del 12 Settembre 2003 MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 25 luglio 2003, n.256 Regolamento concernente le modalita' di applicazione dell'accisa agevolata sul prodotto

Dettagli

- Segreteria DGT/NO sede di Milano (via Cilea n. 119) per le istanze di autoscuole e centri d istruzione automobilistica aventi sede in Lombardia;

- Segreteria DGT/NO sede di Milano (via Cilea n. 119) per le istanze di autoscuole e centri d istruzione automobilistica aventi sede in Lombardia; MILANO 08/03/13 ALLE SEGRETERIE REGIONALI UNASCA- LOMBARDIA UNASCA LIGURIA UNASCA PIEMONTE CONFARCA - LOMBARDIA CONFARCA LIGURIA CONFARCA- PIEMONTE e p.c. AI DIRETTORI UU. M. C. DGT/NORD OVEST LORO SEDI

Dettagli

DICHIARAZIONE DI COSTITUZIONE DI NUOVA FAMIGLIA CON O SENZA CAMBIAMENTO DI INDIRIZZO ALL INTERNO DI LA LOGGIA CASO B sotto specificato

DICHIARAZIONE DI COSTITUZIONE DI NUOVA FAMIGLIA CON O SENZA CAMBIAMENTO DI INDIRIZZO ALL INTERNO DI LA LOGGIA CASO B sotto specificato DICHIARAZIONE DI COSTITUZIONE DI NUOVA FAMIGLIA CON O SENZA CAMBIAMENTO DI INDIRIZZO ALL INTERNO DI LA LOGGIA CASO B sotto specificato PRINCIPIO GENERALE Quando l'interessato/famiglia va ad abitare in

Dettagli

--------------------------------------------

-------------------------------------------- D.L. 28 dicembre 2001, n. 452 Disposizioni urgenti in tema di accise, di gasolio per autotrazione, di smaltimento di oli usati, di giochi e scommesse, nonchè sui rimborsi IVA, sulla pubblicità effettuata

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Direzione Interregionale per l Emilia Romagna e le Marche. Relatore: Ing. G. Velleca

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Direzione Interregionale per l Emilia Romagna e le Marche. Relatore: Ing. G. Velleca Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Direzione Interregionale per l Emilia Romagna e le Marche Relatore: Ing. G. Velleca 1 L Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, tra gli altri compiti istituzionali, è competente

Dettagli

BANDO PER CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DANNEGGIATE DAL SISMA. Disposizioni generali

BANDO PER CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DANNEGGIATE DAL SISMA. Disposizioni generali BANDO PER CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DANNEGGIATE DAL SISMA Disposizioni generali Art. 1 Finalità e destinatari A seguito degli eccezionali eventi sismici che hanno colpito, nel mese di maggio 2012, alcune

Dettagli