IONARIO DI ETIE. abbozzo: v. bozzetto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IONARIO DI ETIE. abbozzo: v. bozzetto"

Transcript

1 DIZIONAR IONARIO DI ETIE TIMOLOGIA abbaiare: voce di origine onomatopeica da ba... o bai... verso del cane. Generalmente i verbi che indicano i versi degli animali sono di origine onomatopeica: belare da be..., muggire da mu..., tubare da tu, cinguettare da cin... A volte, per effetto della mediazione della corrispondente voce latina, il rapporto con l origine onomatopeica è più sfumato; è il caso p. es. di nitrire, dal lat. hinnire, e di barrire, dal lat. tardo barrire da barrus, elefante (v. onomatopea). abbozzo: v. bozzetto A abolire: deriva dal lat. abolere, annullare ; nel passato la voce è stata erroneamente interpretata come composto di ab, allontanamento, e olire, odorare, cioè a dire togliere (di qualcosa fin) l odore. abuso: il termine deriva dal lat. abusus, a sua volta da usus; quest ultima voce ha dato luogo a numerosi derivati: usuale, usurpare, usufruire, usura, usitato, ecc. Ma anche l infinito del verbo, dal quale questi termini derivano, cioè uti, ha avuto in italiano una sua linea di sviluppo: utile, utilitario, utilizzare, utente, utensile, ecc. ne sono esempi. accademia: non lontano dall antica Atene vi era un bosco, sacro all eroe Academo, chiamato Akadémeia. Il filosofo Platone vi insegnava passeggiando fra gli alberi e tale circostanza fece sì che, con il passare del tempo, il nome proprio Akademia si trasformasse in nome comune con il significato di scuola platonica. In epoca romana Marco Tullio Cicerone volle chiamare academia il parco presso Tuscolo dove avevano luogo le dotte conversazioni tra lui e i suoi amici e discepoli. Il termine, di così alta tradizione, fu ripreso dagli Umanisti, sempre tuttavia con il significato di luogo suburbano di riunioni di dotti. Nel Seicento infine assistiamo a una vera e propria esplosione della moda delle accademie; ormai il termine sta a significare sodalizio di dotti, cioè insieme di persone più che luogo, e da questo significato a quello attuale il passo è stato molto breve. accento: la voce latina dalla quale deriva è accentus, composta da ad, vicino, e cantus, canto ; sono gli stessi elementi che costituiscono il termine greco prosodia: pros, vicino, e oidé, canto. Tale modo di procedere nella formazione di una parola (e la parola stessa) tecnicamente si chiama calco. Esempio recente di calco è la locuzione fine settimana, dall inglese weekend (da week, settimana, e end, fine ). acciaio: il termine ci viene dal lat. tardo aciarium, da acies, ei, punta, filo tagliente e (fig.) acutezza. La voce latina è, a sua volta, una derivazione dalla radice ac, alla quale risalgono una serie di parole che in senso letterale o figurato hanno a che fare con l idea di cosa pungente, punta : acido, aceto, acre, acerbo, agrume, acuto, ago, aculeo, aguzzo, acume, acuire, aguzzare, guglia, ecc. accordo: è un derivato di accordare e questo viene dal lat. cor, cordis, cuore, dunque un avvicinare i cuori. Il cuore, si sa, è simbolo potente degli affetti, delle virtù, della vita superiore dell uomo: è per questa ragione che la lingua se ne è servita per foggiare termini come concordia, concordare, cordiale, coraggio, cordoglio, corroborante, misericordia. Poiché gli affetti e le sensazioni rimangono, per così dire, scolpiti nel cuore, ecco anche: ricordo, ricordare e scordare (v. anche cuore). aculeo: v. acciaio acuto: v. acciaio adolescente: dal lat. adolescens, p. pres. di adoléscere, crescere. Il verbo latino adolescere è un derivato di 503

2 álere, nutrire, allevare a cui risale una grande quantità di parole: alimentare, alto, alunno, allevare, prole e molte altre. Adolescere, quindi, significa crescere fino a diventare adulti. affatto: comp. di a e fatto; bisogna fare attenzione quando uno degli elementi che compongono una parola è rappresentato da una a iniziale. Questo elemento può avere due origini e due significati che differiscono. Può, come nel nostro caso, derivare dal lat. ad ed essere unito a verbi, sostantivi e aggettivi, con esiti quali: ornare-adornare; costa-accostare, bello-abbellire (nota il raddoppiamento della consonante), con valore di avvicinamento o intensivo. Può, in altri casi, derivare dal greco, dal cosiddetto alfa privativo, e indicare negazione, mancanza, privazione : p. es. morale-amorale, ecc. È bene ricordare infine che davanti a vocale l alfa priv. assume la forma eufonica an (produce suono gradevole e facilita la pronuncia): p. es. alcolico-analcolico. agonia: deriva dal latino dei primi Cristiani, i quali presero dal greco la parola. La voce greca agonia significava lotta, sforzo ; tale significato, per noi, è andato perduto. Ma, come spesso accade, qualche traccia di esso è possibile ritrovare nelle voci agonismo, agonista, agonistico, protagonista, antagonista, che si sono formate sul latino agon, agonis, luogo di contesa, ancora vivo nel linguaggio colto (agone) (v. antagonista). agricoltura: parola latina, comp. di ager, agri, campo, e cultura, ae, coltura, coltivazione. Agro, campagna, è presente anche in italiano, sebbene limitatamente alle espressioni agro romano e simili. Alcuni suoi derivati, invece, sono molto comuni: agreste, contadinesco, campagnolo ; agricolo, della campagna ; agronomo e agronomia, lo scienziato delle coltivazioni e la sua scienza. aguzzino: il termine deriva dall arabo al-wazir, ministro, luogotenente ; un luogotenente che ha percorso due carriere non poco differenti. L al-wazir incaricato di comandare una nave, una galea, diventa, dovendo vigilare sui galeotti, un aguzzino vero e proprio; l al-wazir al quale invece viene affidata l amministrazione di un distretto o di una provincia, diventa vizir o visir. aia: v. area altare: dal lat. altare, altaris, usato prevalentemente al pl. altaria, ium. Per gli antichi era soltanto la parte superiore della pietra sacrificale, cioè proprio la lastra sulla quale la vittima veniva immolata. E a proposito di immolare ( sacrificare, dare in olocausto ), va ricordato che il termine significava inizialmente spargere di salsa mola, cioè cospargere la vittima di un misto di farro e sale prima di sacrificarla. alto: v. adolescente alunno: dal verbo àlere, nutrire, in latino alumnus, che è stato nutrito, naturalmente del cibo del sapere. alzare: v. adolescente amnesia: viene dal fr. amnésie, comp. dagli elementi greci alfa priv. (v. affatto) e mnesis, ricordo. Le voci greche ricordare, ricordo sono presenti nella nostra lingua nel prefissoide mnemo che da esse deriva e che ritroviamo in mnemonico, della memoria, mnemotecnica, tecnica per usare al meglio la memoria, e, per finire, anámnesi, cioè la raccolta delle informazioni riguardanti i precedenti patologici di un paziente che viene compilata dai sanitari. Nella mitologia greca Mnemósine, dea della memoria, aveva significativi rapporti parentali: figlia di Gea (la Terra) e sorella di Crono (il Tempo), fu amata da Zeus e da questi resa madre delle Muse. anacronismo: dal gr. ana, contro, e chronos, tempo (v. cronaca). Questo prefisso greco ana-, presente in moltissime parole, oltre che contro, significa anche all in su, indietro, sopra, ed è comune in italiano (p. es. anagrafe, anagramma, ecc.). analfabeta: dal gr. an (alfa priv. euf.) e alphabetos, alfabeto. Alfabeto viene appunto dal greco e precisamente dai nomi delle prime due lettere dell alfabeto greco, alpha e beta. anfibio: è parola composta greca amphibios; amphi, da una parte e dall altra (ma anche all intorno, in giro, si pensi p. es. ad anfiteatro), e bios, vita (v. biologia, biografia, ecc.). antagonista: dal gr. antagonistés, comp. di anti, contro, e agonistés, lottatore (v. agonia). Nel teatro antagonista è colui che si contrappone direttamente al protagonista (gr. protos, primo ), il quale, non di rado, è alleato con il deuteragonista (gr. deuter, secondo ). È bene precisare che disponiamo, in italiano di un antí, di origine greca, che significa contro ; se ne fa un grande uso anche nella formazione di parole nuove (neologismi): antifurto, antisportivo, antigelo, antifascista, per citarne solo alcune. Ma abbiamo un anti (o ante), di origine latina, che può tradursi con prima, davanti, ed indica anteriorità, precedenza nel tempo o nello spazio : p. es. anticamera, antipasto, anticipare, antefatto, ecc. apogèo: dal gr. apogeion, comp. di apo, lontano, da, via, e ge, Terra ; il termine è usato insieme a perigèo, comp. di peri, vicino, e ge, Terra. Sulla base di questi due termini, Keplero coniò afèlio e perièlio in riferimento questa volta a helios, il Sole. ara: lat. ara, arae (v. anche altare); l etimologia permette di non confondere questa voce con ara, unità di misura di superficie, che deriva dal fr. are (v. aria). arabesco: dal lat. Arabes, bum (pl.), gli Arabi, e questo dall ar. Arab, beduini nomadi. Il beduino è, in buona sostanza, l abitante del deserto che vive da nomade, cioè esercitando la pastorizia e spostandosi di continuo (dal gr. nomas, colui che erra per mutare pascoli ) nelle regioni del Medio Oriente e dell Africa Settentrionale. arcaico: dal gr. archaikós e questo da archáios, antico. La voce greca nella forma del prefissoide italiano archeoè presente in parole composte che si riferiscono allo studio delle antichità: archeologia, archeologo, ecc. A ogni modo questo archeo- va tenuto distinto dal somigliante 504

3 archi- (in qualche caso arche-) che significa primo, principio, capo, ed è facilmente individuabile in composti che si riferiscono a persone: arciduca, arcivescovo, archimandrita, pastore (v. aristocrazia). arcipelago: dal gr. Aigaios pélagos, mare Egeo, a causa della presenza in questo mare di numerosissime isole vicine. Siamo in presenza di una arbitraria trasformazione della prima parola Aigaios in arci (v. arcaico). Quanto al secondo termine, esso è usato in poesia come sinonimo di mare nella forma pelago e sopravvive nel linguaggio comune nel verbo impelagarsi, cacciarsi in situazioni difficili. area: v. aria aria: dal lat. aër, aeris. La voce latina ha avuto in italiano un esito aere, caro ai poeti, che, attraverso l accusativo alla greca aera, e un intermedio area, si è trasformato successivamente in aria. Tutte queste modificazioni hanno avuto luogo senza che il termine venisse a confondersi con area, ae, alla base non solo dell italiano area, ma anche di aia e, attraverso il francese are, di ara, misura di superficie (v. ara). Area, ae deriva da arere, essere secco, e quindi aia, luogo dove si essiccano i cereali, suo primo significato. Dal verbo arere, infine, derivano sia arido, sia ardere. aristocrazia: gr. aristocrazia, comp. di áristos, ottimo, e kratía, dominio, potere. La voce offre lo spunto per chiarire l origine e il significato di analoghi composti: democrazia, dal gr. demos, popolo ; teocrazia, dal gr. theós, dio, cioè sistema di governo basato sull osservanza di precetti religiosi ; autocrazia, dal gr. autós, di se stesso, cioè governo assoluto e dispotico ; plutocrazia, dal gr. ploutos, ricchezza, cioè dominio dei più ricchi (v. burocrazia). In qualche caso nel composto entra l oggetto del dominio, come nell antico talassocrazia, dal gr. thálassa, mare, potenza basata sul dominio del mare. A questo proposito si può ricordare che dal già citato archi-, capo (v. arcaico), deriva un suffissoide -archía, che vuol dire anch esso governo, dominio e che spiega l origine di termini quali: monarchia, dal gr. monos, uno, cioè governo di uno solo ; oligarchia, dal gr. olígoi, pochi ; anarchia, con alfa priv., cioè assenza totale di governo, vuoto assoluto di potere. arma: dal lat. arma, neutro plurale pervenutoci come femminile singolare; il plurale arme, soppiantato completamente da armi, sopravvive nella parola allarme. Nel XV secolo dal fr. gens d arme derivò il nostro gendarme, che in alcuni dialetti si pronuncia giandarme, proprio alla francese. Armistizio è pure il francese armistice, formato sul modello di solstizio. Il luogo dove si tengono le armi si chiama arsenale. Inizialmente questa parola aveva il significato di luogo dove si costruiscono e si riparano le navi, dal veneziano arzanà. Arzanà è un adattamento dell ar. dãr as-sina a, casa di lavoro, fabbrica, ed è curioso che questo stesso termine si sia poi diffuso a partire da Genova (o Pisa) e nella forma darsena, con il significato di parte interna del porto circondata da officine. articolo: dal lat. articulus, i, dim. di artus, arto, quindi piccolo arto, poi articolazione, giuntura, e, infine, elemento grammaticale. Questo stesso articolo ci è giunto in seguito dal provenzale, con tutt altro significato, nella forma artiglio. assassino: dall ar. hashīshiyya, fumatore di haschish. Assassino era l appartenente a una setta musulmana diffusa in Siria nell XI secolo e obbediva agli ordini di un capo chiamato Veglio della Montagna. Sicario, invece, viene da sica, un pugnale che a Roma veniva usato prevalentemente dai briganti. astronomia: ai giorni nostri si sta bene attenti a tenere distinte l astronomia, scienza che studia gli astri, e l astrologia, tentativo di individuare le influenze degli astri sulla vita umana ; ma un tempo le cose non stavano così. Per gli antichi vi era solo l astrologia, dal gr. aster astron, astro, stella, ed essi dedicavano molte energie allo studio delle stelle. In anni a noi più vicini è diventato comune sentir parlare di astrodinamica o di astrofisica e si è inaugurata l avventura dell astronautica. Ma già gli antichi avevano l astrolabio, strumento portatile per determinare l altezza di un astro, e da parte nostra si continua a chiamare disastro (cioè cattiva stella ) ogni sciagura. Dall inglese asteroid, tratto sempre dal greco, abbiamo asteroide (v. geoide) e da un diminutivo di aster deriva la stelletta grafica o tipografica, detta asterisco. Il verbo astrologare ha il significato di congetturare, fantasticare, parlare a vanvera e, forse per influenza di questo verbo, si è dato il nome di strolaga ad un palmipede dalle abitudini bizzarre. atomo: i Greci avevano un verbo, temnein, che significava tagliare, sezionare, dividere. Dall idea della divisibilità della materia essi trassero la nozione di atomo (comp. di alfa priv. e un deriv. di temnein), cioè di una particella di materia che non è ulteriormente frazionabile, divisibile. I Latini, per esprimere lo stesso concetto, operarono un calco dal greco (per la nozione di calco v. accento) e coniarono la voce individuo, comp. di in, che non, e dividuum, (è) divisibile. Sempre per i Greci un atomo significava in una parentesi di tempo tanto breve da non poter essere frazionata e nel latino tardo tale locuzione venne espressa con in atomo, divenuto il nostro attimo. Da temnein, per concludere, deriva il termine anatomia; con quel -tomìa che, come secondo elemento di parola composta del linguaggio medico, indica il taglio, l asportazione operata con intervento chirurgico (p. es. tonsillectomìa, tracheotomìa, laparotomìa, ecc.). attivo: il verbo latino ágere significava fare e aveva, al pari della corrispondente voce italiana, un impiego vastissimo. Dal verbo ágere derivano, oltre ad attivo, agente, agire, agitare, anche atto, attuale, attualità, attuazione, attività, attivare, attore, azione, ecc. atto: v. attivo attualità: v. attivo automatico: fino al secolo scorso auto- significava soltanto di se stesso, da se stesso, e nelle parole com- 505

4 poste, derivanti dal greco o foggiate con elementi greci o anche misti, serviva a riferire l azione o la cosa al soggetto stesso: autocombustione, autoritratto, autonomia, ecc. Con l avvento dell automobile (termine formato nel modo che sopra si è visto) un secondo auto- si è affacciato alla ribalta; la forma abbreviata di automobile infatti è divenuta elemento utilizzabile per la formazione di parole composte che hanno a che fare con l automobile: autocolonna, autoambulanza, autostrada, autotrasporti, ecc. autonomia: nomos in greco è, fra gli altri significati, la legge ed il termine autonomia è un derivato dall agg. gr. autonomos, che si governa da solo (v. automatico). avvocato: dal latino advocatus, colui che è stato chiamato, p. pass. di avocare, comp. da vocare, chiamare e ad, presso. L advocatus, dunque, era chiamato per difendere l imputato. Per il femminile, perciò, sarebbe più preciso dire avvocata (advocata). B baccano: i baccanali erano le feste celebrate dai Romani in onore di Bacco. Bacco (per i greci, Dioniso) era il dio del vino e durante le feste che avvenivano di notte, le sacerdotesse del dio, le baccanti, urlavano a squarciagola, mentre l insieme dei partecipanti si abbandonava all ubriachezza e alla sregolatezza. bacillo: da un diminutivo del lat. baculus, i, bastone, bacillum fu introdotto nel linguaggio scientifico nel XIX secolo parallelamente a batterio, che è l equivalente greco di bastoncino. Secondo alcuni imbecille deriverebbe appunto da bacillum e trarrebbe il suo significato da un iniziale senza bastone quindi debole, senza difese, remissivo. Sicuramente derivano da baculus, invece, bacchio, la lunga pertica usata per far cadere dall albero le castagne e le noci, con i suoi derivati; baccello per la forma. badare: per i Latini questo verbo significava esattamente stare a bocca aperta, guardare ammirati. In epoca più tarda se ne trasse bataculare che è diventato, ai giorni nostri, sbadigliare. baffi: voce di origine forse popolare romanesca. L espressione leccarsi i baffi si riferisce alle tracce che restano intorno alla bocca dopo aver mangiato o bevuto qualcosa con avidità. bagnare: dal lat. balneare. Il termine ha una doppia tradizione: da un lato bagno e bagnare testimoniano una derivazione popolare; dall altro balneo e balneare denotano la contemporanea tradizione colta. La recente voce balneazione, presente soprattutto nei frequenti divieti lungo rive e coste, non gode della simpatia dei linguisti. banale: nel francese antico ban era il proclama del signore feudale e banal, che inizialmente significava appartenente al signore, in seguito passò a significare comune agli abitanti del villaggio, di tutti. Da questa voce si fece la locuzione être a bandon, essere esposto (e simili), dalla quale derivano abbandono e abbandonare. Il termine bando deriva sia da questo ban, sia dal gotico bandwo, segno, a cui sono da ricondurre pure bandito, banda e bandiera. barbaro: per gli antichi un barbaro era un individuo che balbettava, ma non nel senso letterale della parola; pareva ai Greci e ai Latini che lo straniero, parlando, balbettasse. Il termine, forse solo scherzoso, ha subito nella tarda latinità il sostanziale spostamento di senso che ha portato alla connotazione negativa con la quale è tuttora in circolazione. Le parole risentono del contesto socio-culturale nel quale sono forgiate e/o circolano. Gli storici di casa nostra, considerando gli eventi dal punto di vista dell Impero Romano, hanno denominato invasioni barbariche l arrivo in massa in Italia di alcuni bellicosi popoli del Nord. È bene ricordare che lo stesso insieme di eventi nella cultura tedesca viene indicato con una parola che significa migrazione dei popoli. Le stesse osservazioni potrebbero sostanzialmente ripetersi per il termine vandalo, che è dal tedesco wandeln, vagare, peregrinare. Una curiosità. Nei film western di solito i Messicani chiamano i Nordamericani gringos; ebbene, gringo deriva da griego, greco, lingua incomprensibile ; quindi gringo è colui che non parla bene il castigliano. basilica: per i Greci stoà, portico, basiliké, dei re, era un pubblico edificio con funzione di tribunale, di luogo d incontro dei mercanti, ecc.; in seguito il termine passò a significare semplicemente sala con colonne. In quest ultima accezione la parola fu utilizzata dai Cristiani per indicare il luogo dove usavano riunirsi e, ancora oggi, in questo senso, sia pure specializzato, la voce vive accanto al più generico e diffuso chiesa (v. ecclesiastico). Oltre al portico è sopravvissuta fino ai nostri giorni anche l erba del re: si tratta dell okimon basilikós, il basilico, insomma. battesimo: dal verbo greco baptízein, immergere ; infatti il rito battesimale prevedeva l immersione totale o parziale del battezzando nell acqua. bello: i Latini usavano altri aggettivi, come pulcher, formosus; nel linguaggio familiare usavano inoltre il diminutivo di bonus, buono e bellus, carino. La fortuna di questa parola è stata tale che essa non solo ha definitivamente scalzato pulcher e formosus, ma ha probabilmente determinato l adozione del germanico werra ( mischia ), divenuto il nostro guerra, in luogo del latino bellum, i, che poteva confondersi con bello e dal quale comunque l italiano ha tratto: bellico, bellicoso, belligerante, ecc. bibbia: dal gr. tà biblía, i libri (v. biblioteca). biblioteca: dal gr. bìblion, papiro, poi libro, e theke, custodia, deposito ; molte sono le parole composte sia con l una sia con l altra di queste voci. Bibliofilia (con il gr. filia, amore ) è l amore per il libro, inteso come oggetto fisico; bibliofilo è colui che ama i libri; bibliografia (con il gr. graphia, scrittura, descri- 506

5 zione ) è la scienza della catalogazione dei libri, e, nell accezione maggiormente corrente, sia l elenco degli scritti apparsi su un argomento o su un autore, sia l elenco delle opere consultate per realizzare un saggio, una ricerca, un trattato. La forma -teca, il secondo termine che ci interessa, ha avuto di recente un enorme fortuna. Già in anni a noi non vicinissimi c erano, oltre che biblioteche, anche pinacoteche (dal gr. pinax, pinakos, quadro ), emeroteche (dal gr. emera, giorno, cioè locale nel quale vengono conservati giornali, riviste e periodici in genere) e altre raccolte di prodotti dell arte e dell ingegno; ma il successo di composti arditi quali: discoteca, enoteca, paninoteca lascia supporre che sia stato arbitrariamente attribuito all elemento -teca un significato di negozio, bottega, temibile per gli sviluppi che può avere (è già stata avvistata qualche scarpoteca). bidello: fr. bidil, messo di giustizia, presso i Franchi era il messo che portava le notizie ufficiali; da qui il francese bedel. Molto probabilmente il termine fu importato in Italia dagli studenti universitari francesi venuti qui a studiare, specialmente all Università di Bologna; bedellus, infatti, voleva dire servo dell Università. biografia: dal gr. bíos, vita, e graphía, scrittura. Molte delle informazioni intorno alla vita degli uomini illustri e dei personaggi storici sono note grazie all opera di scrittori che in ogni epoca si sono dedicati alle biografie, anche se talvolta esse risultano infarcite di eventi e situazioni frutto di fantasia o conseguenza di scarsa informazione. Spesso, poi, il personaggio famoso provvede da sè a consegnare alla carta le sue memorie, componendo un autobiografia, cioè una narrazione della propria vita (per l elemento auto- v. automatico). Lo spazio non consente di fare un elenco delle parole composte con ciascuno dei due elementi in discussione. Basti accennare all elemento bio- come prima parte di composti del linguaggio scientifico, nei quali, più che alludere alla vita individuale, bio significa l insieme delle condizioni che rendono possibile l esistenza organica: p. es. biologia, biosfera, microbiologia, ecc. Quanto al secondo elemento, grafia, è sufficiente ricordare che esso concorre alla formazione di composti che si diramano in due direzioni: a. quelli che si riferiscono alle tecniche della creazione artistica (dalla riproduzione a stampa) e alle varie forme nelle quali può avvenire l impressione di immagini (p. es. fotografia, litografia, serigrafia, cinematografia, ecc.); b. quelli che si riferiscono a una descrizione, a una teoria, a un elaborazione (p. es. geografia, cosmografia, demografia, ecc.). bisestile: dal lat. bisextus, i (o bisextum, i), comp. di bis, due volte, doppio, a due a due, e sextum, sesto. Nel 46 a.c. Giulio Cesare riformò il calendario romano. Adottando l anno solare degli Egizi ed aggiungendo 10 giorni al calendario precedente, portò l anno a 365 giorni. Tuttavia, secondo i calcoli che gli erano stati forniti, mancava ancora un quarto di giorno per completare l anno solare; fu così che Cesare stabilì che, ogni quattro anni, il sesto giorno precedente le Calende di marzo (l attuale 24 febbraio) si dovesse ripetere; bisextus fu chiamato quel giorno e bisextiles l anno (v. calendario, mese). bisettrice: termine formato con il prefisso bi- (lat. bis, due ) e sectrice(m), equivalente f. di sector, oris, tagliatore, divisore (da secare, segare, tagliare ); come si vede, anche secante deriva dallo stesso verbo latino, al quale si fa risalire (oltre alla scure) pure il termine settore, inteso sia come spazio, àmbito, campo di attività sia, più alla lettera, come perito settore, cioè medico addetto all autopsia. bivio: lat. bivium, ii da bis, due, due volte e via, ae, strada. Ancora una volta (v. bisettrice, bisestile) bi- (lat. bis) con significato di due; questo prefisso, tuttavia, può in italiano significare tutt altro. È evidente, infatti, che se la bisaccia è una doppia sacca e il biscotto qualcosa di cotto due volte, questo significato di duplicità è assente, per esempio, in un termine come bistrattare. Allora, per ricapitolare, bi- dà l idea della duplicità (bidente); bis dà l idea della duplicazione, della cosa ripetuta (biscotto); bis, ancora, può avere valore negativo, peggiorativo (bistorto, bistrattate, ecc.). bocciare: da boccia; molto probabilmente deriva dall usanza di giudicare chi si presentava a un esame introducendo in un urna una boccia nera, se si voleva bocciare, o una bianca, se si voleva promuovere. bora: lat. boreas, ae e gr. boreas, tramontana. Il termine ha una doppia tradizione: bora, del dialetto triestino, vento impetuoso dell alto Adriatico e borea, vento di settentrione, con il suo derivato boreale (p. es. aurora boreale), cioè dell emisfero settentrionale. Hanno origine da queste voci sia burrasca che buriana (lett. temporale e fig. trambusto, chiasso ) e, infine boria superbia, vana ostentazione di grandezza. bozzetto: diminutivo di bozza, prima stesura di un lavoro letterario. Bozzetto è anche equivalente di abbozzo, breve scritto ; tutte e tre queste parole derivano da una voce del latino parlato bottia, la pietra rotondeggiante lavorata approssimativamente e in rilievo su un muro. Dalla stessa bottia, infine, hanno origine tanto boccia, palla per il gioco, quanto bòccio, bocciolo, cioè il fiore non ancora sbocciato. burocrazia: termine coniato in Francia nel XVIII secolo ed esportato in tutta Europa con la Rivoluzione. Si tratta di un ibrido (cioè qualcosa di formato dall unione di elementi eterogenei ) costituito dall elemento di origine greca -crazia (v. aristocrazia) e da una parola francese, bureau, che significa ufficio. C calcio: dal lat. calx, calcis. In latino calx è il tallone o calcagno, termine, quest ultimo, che l italiano ha tratto da un derivato del latino tardo calcaneus. Da calx derivano, oltre a calcio e derivati, calza, calzino, calzatura, calzare e calzoni, oggi messi in ombra dai più comuni pantaloni (dal fr. pantalon, ma di origine italiana, avendo i Francesi chiamato così questo indumento perché indos- 507

6 sato dalla maschera popolare veneziana Pantalon). Alla voce latina calx va riferito il verbo incalzare, che significa stare alle calcagna di qualcuno; la nota in calce cioè una nota a pie di pagina, attraverso l ulteriore significato di calx che indicava pure la base, il piede dell albero, e che in qualche misura ritroviamo nel calcio del fucile. Dal gr. chalix i Latini trassero un secondo calx, calcis: la calce, con i suoi molti derivati che a volte hanno esiti uguali a calcio; p. es. calcare v. tr. (da calcagno), pigiare, premere, e calcare s. m., roccia di calcite ; calcio s. m. piede delle armi da fuoco, colpo che si dà col piede (dal quale deriva il nome del gioco), e calcio s. m., elemento chimico delle rocce. Un importante diminutivo di calx è calculus, i, sassolino, che è divenuto il nostro calcolo, perché gli antichi usavano dei sassolini per far di conto; non solo, nient altro che un sassolino è infine quel compatto deposito dell organismo umano che nei casi più gravi va asportato chirurgicamente (p. es. calcolo renale). calendario: le calende erano per i Romani il primo giorno del mese. Ma calendario inizialmente significò soltanto annotazione di scadenze di crediti. I Latini chiamavano nonae il quinto giorno del mese e idus il tredicesimo; in marzo, maggio, luglio e ottobre però le none cadevano il settimo giorno e le idi il quindicesimo. Il giorno, dies, era sia di genere femminile che maschile e durante la settimana c era il giorno dedicato alla Luna, quello dedicato a Marte, quello dedicato a Mercurio, quello dedicato a Venere; seguivano, poi, un giorno dedicato a Saturno, allora l ultimo della settimana, e uno al Sole. I primi Cristiani presero dagli Ebrei shabbáth, sabato, e con esso sostituirono il giorno dedicato a Saturno; quindi chiamarono dies dominica, giorno del Signore, domenica, il primo giorno della settimana. Tutti gli altri giorni furono chiamati feria seconda, feria terza e così via. Queste ultime denominazioni sono, in seguito, venute meno e si è tornati ai vecchi nomi pagani (v. bisestile; mese). L espressione alle calende greche, infine, è scherzosa, (significa mai ) poiché nel calendario greco non c erano le calende. calligrafia: voce composta dagli elementi greci kallos, bellezza, e graphia, scrittura (v. biografia), quindi, bella scrittura. Sembrerebbe dunque che in frasi come hai una bella calligrafia si ripeta due volte lo stesso concetto. Ciò è perdonabile. Calligrafia, infatti, ormai significa scrittura a mano, semplicemente; e se in tribunale viene disposta una perizia calligrafica, si tratterà di un indagine volta ad accertare la paternità di un manoscritto, non certo a verificarne la bellezza formale. campione: chi combatte in campo, nel Medioevo, chi scendeva in campo nei tornei cavallereschi e combatteva in duello per sostenere le ragioni di un altro. Da campo deriva anche campionato. candidato: colui che nella Roma antica avesse posto la propria candidatura a una magistratura, indossava una toga bianca. Bianco in latino è candidus, candido, e candidatus, vestito di bianco, si chiamava il nostro speranzoso personaggio. Si rammenti che la toga (i diversi tipi di toga) scandiva la vita e i successi del romano libero in tempo di pace. Egli, infatti, indossava la toga virilis al compimento del diciassettesimo anno di vita; la toga candida se, come abbiamo visto, aspirava a qualche magistratura; la toga praetexta se diventava magistrato; la toga picta, cioè ricamata, quando veniva portato in trionfo. Dal verbo latino tégere, coprire, derivano sia la toga che la tunica, oltre che il tetto, la tegola e, a causa della somiglianza con quest ultima, la teglia, cioè il tegame basso e largo per cuocere cibo nel forno. caos: dal gr. kháos. Quasi tutte le tradizioni mitologiche prendono le mosse dal caos, che non di rado viene divinizzato e ritenuto il remoto progenitore di tutte le cose. Nel XVII secolo un medico e chimico fiammingo, Van Helmont, scoprì uno spirito sottile che volle chiamare, deformando leggermente il termine caos, gas. Si tratta di uno dei tanti casi di onomaturgia, cioè di accertata creazione di una parola da parte di una persona determinata. cariatide: le statue femminili che nelle facciate degli edifici sostengono sporti e mensole; sono dette cariatidi, perché raffigurano le donne di Caria fatte prigioniere dagli Ateniesi. Le statue maschili che hanno la stessa funzione, invece, sono dette atlanti. Atlante, dal gr. Atlas, era uno dei Titani (giganti della mitologia greca) che, per aver mosso guerra contro Zeus, fu condannato a reggere sulle spalle la volta del cielo. In seguito il mito subì una modificazione e sulle spalle del titano venne posto il globo terrestre. La funzione di tenere sollevato il mondo spiega facilmente l attribuzione del nome di atlante a questo genere di statue maschili. Inoltre, nel 1585 Gerardo Mercatore cominciò a pubblicare una raccolta di carte geografiche, intitolata Atlas: da allora anche questo genere di libro porta il nome di atlante. La funzione di reggere un enorme sfera, infine, ha spinto gli anatomisti a denominare atlante la prima vertebra cervicale, cioè quella che regge il cranio. carica: sia carica che carico derivano dal verbo caricare, il quale a sua volta ha origine dalla voce caricare del latino parlato. Quest ultima deriva da carrus e letteralmente significa mettere qualcosa sopra un carro. Da un ampliamento di senso in direzione del significato esagerare, deriva il termine caricatura, disegno che mette esageratamente in risalto i tratti tipici di un personaggio. carta: con tale termine nel corso dei secoli si sono indicati oggetti tra loro diversissimi. La carta, come noi la conosciamo, giunge in Europa negli anni dell espansione araba, cioè durante il Medioevo; in Italia, a Fabriano, si afferma nel IX secolo il primo e il più importante centro di produzione cartaria. I primi in assoluto a fabbricare la carta sembra che siano stati comunque i Cinesi nel lontano I secolo d.c. Se, invece, con il termine carta si intende il supporto sul quale scrivere, in questo senso più ampio la parola risale a tempi molto antichi. Furono gli Egizi a unire insieme delle listerelle di papiro (albero molto diffuso lungo le rive nel Nilo) in modo da formare un comodo foglio sul quale scrivere, che poi veniva arrotolato. Dal verbo volvere ( arrotolare ) nasce- 508

Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13

Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13 Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13 LE FONTI DELLA CATECHESI RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI Al capitolo VI il Documento di Base indica 4 fonti per la catechesi: 1. la SACRA

Dettagli

NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI

NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI Intorno al 1200 a.c. nuovi popoli arrivano in Grecia. Questi popoli partono dal Nord dell'asia e dal Nord dell'europa. Queste persone diventano i nuovi padroni del territorio.

Dettagli

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali.

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali. il testo: 01 L Impero romano d Oriente ha la sua capitale a Costantinopoli. Costantinopoli è una città che si trova in Turchia, l antico (vecchio) nome di Costantinopoli è Bisanzio, per questo l Impero

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

La religione degli antichi greci

La religione degli antichi greci Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La religione degli antichi 1 Osserva gli schemi.

Dettagli

La democrazia moderna è nata in Grecia

La democrazia moderna è nata in Grecia 01 Democrazia significa potere del popolo La democrazia è un sistema politico (regole e istituzioni di uno stato) dove tutti i cittadini hanno gli stessi diritti. La democrazia ha queste caratteristiche:

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte.

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte. RELIGIONE I Fenici erano un popolo molto religioso: erano politeisti, cioè credevano in molti dei. Questi dei erano i fenomeni naturali: la pioggia, i tuoni, i fulmini, i fiumi, i mari, le stagioni, la

Dettagli

La storia della carta stampata dal papiro a www.quotidiano.net

La storia della carta stampata dal papiro a www.quotidiano.net La storia della carta stampata dal papiro a www.quotidiano.net Uno dei primi supporti per la scrittura, che precedettero la carta, fu il papiro. Questo veniva ottenuto già verso il 3500 a.c. in Egitto,

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

LE TRASFORMAZIONI DELL ETA MEDIEVALE A PARTIRE DALL XI SECOLO

LE TRASFORMAZIONI DELL ETA MEDIEVALE A PARTIRE DALL XI SECOLO LE TRASFORMAZIONI DELL ETA MEDIEVALE A PARTIRE DALL XI SECOLO A partire dall XI secolo si introducono rilevanti novità nella SOCIETA MEDIEVALE Tali trasformazionie novità provocheranno, in un lungo periodo

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

1Le origini. Una storia che parte dal centro della Terra

1Le origini. Una storia che parte dal centro della Terra 1 Dalle prime forme di vita alle prime civiltà 1Le origini. Una storia che parte dal centro della Terra º 1. Dalle origini della Terra alle origini della vita 4 º 2. L origine delle specie 6 º 3. La nascita

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ 2011-2012 Μάθημα: Iταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA 1 QUADRIMESTRE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTIVITÀ 1. L alunno riflette su Dio creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

UN LIBRO PER DUE RELIGIONI

UN LIBRO PER DUE RELIGIONI UN LIBRO PER DUE RELIGIONI La Bibbia è un libro il cui contenuto è considerato sacro sia dalla religione ebraica sia dalla religione cristiana. Le prime comunità cristiane conoscevano come libro sacro

Dettagli

ASSOCIAZIONE CULTURALE LA RONDINE PROGETTO CULTURALE PREMIO LETTERARIO LA RONDINE TI SCRIVO QUESTA LETTERA

ASSOCIAZIONE CULTURALE LA RONDINE PROGETTO CULTURALE PREMIO LETTERARIO LA RONDINE TI SCRIVO QUESTA LETTERA 1 ASSOCIAZIONE CULTURALE LA RONDINE PROGETTO CULTURALE PREMIO LETTERARIO LA RONDINE TI SCRIVO QUESTA LETTERA 2 REGOLAMENTO DEL PREMIO (VEDI REGOLAMENTO) Il Premio ha un proprio regolamento scaricabile,

Dettagli

I rapporti sociali di produzione e la coscienza

I rapporti sociali di produzione e la coscienza Lettura 6 Karl Marx - Friedrich Engels I rapporti sociali di produzione e la coscienza K. Marx, F. Engels, L ideologia tedesca, Roma, Editori Riuniti, 1972, pp. 12-14; 35-38 Tra la fine del 1845 e l autunno

Dettagli

Primo Rinascimento: gli artisti Piero della Francesca. Prof. Antonio Fosca Docente di Arte e Immagine

Primo Rinascimento: gli artisti Piero della Francesca. Prof. Antonio Fosca Docente di Arte e Immagine Primo Rinascimento: gli artisti Piero della Francesca Prof. Antonio Fosca Docente di Arte e Immagine La vita e le opere Per capire bene alcuni aspetti dell arte del primo Rinascimento, proviamo ad analizzare

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Il Neolitico. Le nostre lontane origini. quando dove aspetto fisico abilità. Africa, Asia ed Europa meridionali.

Il Neolitico. Le nostre lontane origini. quando dove aspetto fisico abilità. Africa, Asia ed Europa meridionali. il testo: Uguali e diversi. Alle radici dell umanità. 01 Le nostre lontane origini L homo sapiens sapiens è comparso in Africa circa 40000 (quarantamila) anni fa. L homo sapiens è il risultato di una lunga

Dettagli

SCIENZE. Il Sistema Solare. Introduzione. il testo: 2012/2013 La Semplificazione dei Testi Scolastici per gli Alunni Stranieri IPSIA A.

SCIENZE. Il Sistema Solare. Introduzione. il testo: 2012/2013 La Semplificazione dei Testi Scolastici per gli Alunni Stranieri IPSIA A. 01 Introduzione è formato dal Sole, da otto pianeti e da altre parti di materia (vedi figura 1). Figura1.. Tutte le parti del Sistema Solare si sono formate quasi 5 miliardi di anni fa. Esse si sono formate

Dettagli

Museo della pergamena, del libro e del documento d archivio. 6 - La storia della conoscenza

Museo della pergamena, del libro e del documento d archivio. 6 - La storia della conoscenza Museo della pergamena, del libro e del documento d archivio 6 - La storia della conoscenza La misura del tempo Quando gli uomini hanno voluto misurare il tempo, in tutte le epoche e in tutte le parti del

Dettagli

Giovedì Santo, Messa del Crisma 2015

Giovedì Santo, Messa del Crisma 2015 Giovedì Santo, Messa del Crisma 2015 Cari confratelli, cari fratelli e sorelle nel Signore, volgiamo lo sguardo alla Parola dell Apocalisse di Giovanni: Colui (Gesù) che ci ama e ci ha liberati dai nostri

Dettagli

Si parla molto oggi di quanti preferiscono

Si parla molto oggi di quanti preferiscono COPERTINA Natale: una grata dipendenza da Cristo Il messaggio per i lettori di 30Giorni di sua grazia Rowan Williams, arcivescovo di Canterbury Si parla molto oggi di quanti preferiscono spiritualità a

Dettagli

Unità di apprendimento semplificata

Unità di apprendimento semplificata Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero Testo di Amalia Guzzelloni, IP Bertarelli, Milano La prof.ssa Guzzelloni

Dettagli

EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA

EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA PREISTORIA SCIMMIE ANTROPOMORFE: SONO SIMILI ALL UOMO VIVONO SUGLI ALBERI NELLE FORESTE DELL AFRICA DIVENTANO ONNIVORE: MANGIANO TUTTO, ANCHE LA CARNE DA QUADRUPEDI DIVENTANO

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

I Cristiani e gli Ebrei

I Cristiani e gli Ebrei I Cristiani e gli Ebrei La casa del Papa: Basilica di San Pietro e Musei Vaticani Le catene di San Pietro e la neve estiva nella Basilica di San Pietro in vincoli e nella Basilica di Santa Maria Maggiore

Dettagli

Introduzione alla lingua cinese moderna

Introduzione alla lingua cinese moderna Introduzione alla lingua cinese moderna Per lingua cinese moderna si intende la lingua ufficiale, parlata e scritta, nella Repubblica Popolare Cinese, lingua definita dal 1956 Ptnghuà 普 通 话 (letter.: lingua

Dettagli

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO DI ROBBIO - SCUOLA PRIMARIA CLASSE: PRIMA A.S

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO DI ROBBIO - SCUOLA PRIMARIA CLASSE: PRIMA A.S ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO DI ROBBIO - SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: ITALIANO partecipa a scambi linguistici con compagni ed insegnanti, attraverso messaggi semplici, chiari e pertinenti. Si esprime

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

Onore Agli Eroi Una speranza di pace nel giorno in cui si celebrano i caduti in guerra. Testo e foto: Giuseppe Famiglietti

Onore Agli Eroi Una speranza di pace nel giorno in cui si celebrano i caduti in guerra. Testo e foto: Giuseppe Famiglietti w w w. p r o g p h o t o a g e n c y. c o m Onore Agli Eroi Una speranza di pace nel giorno in cui si celebrano i caduti in guerra Testo e foto: Giuseppe Famiglietti Onore Agli Eroi Una speranza di pace

Dettagli

II. I DOVERI NELLE COSTITUZIONI FRANCESI

II. I DOVERI NELLE COSTITUZIONI FRANCESI II. I DOVERI NELLE COSTITUZIONI FRANCESI 1. PROGETTO DI COSTITUZIONE DI SIEYES (12 agosto 1789) 2. DICHIARAZIONE DEI DIRITTI DELL UOMO E DEL CITTADINO (26 agosto 1789) 3. COSTITUZIONE DELLA MONARCHIA (3

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

Evoluzione della carta nel corso dei secoli

Evoluzione della carta nel corso dei secoli Evoluzione della carta nel corso dei secoli Introduzione della carta Le prime iscrizioni di cui si ha notizia risalgono a 4.000 anni prima di Cristo. èin Egitto che s inizia a produrre un primo materiale

Dettagli

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi A SCUOLA DI COSTITUZIONE COLORA IL TITOLO BIANCO, ROSSO E VERDE. PER VIVERE BENE IN CLASSE ABBIAMO BISOGNO DELLE DIRITTI REGOLE DOVE VI SONO DEI DIRITTI E DEI DOVERI SENZA LEGGI e REGOLE DA RISPETTARE

Dettagli

La colonizzazione greca e le sue conseguenze

La colonizzazione greca e le sue conseguenze Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La colonizzazione greca e le sue conseguenze

Dettagli

LA PARTENZA. La valigia. 1 Con chi farai la valigia? 2 Quali vestiti prenderai con te? 3 Cosa non devi assolutamente dimenticare*?

LA PARTENZA. La valigia. 1 Con chi farai la valigia? 2 Quali vestiti prenderai con te? 3 Cosa non devi assolutamente dimenticare*? LA PARTENZA La valigia Con chi farai la valigia? Quali vestiti prenderai con te? 3 Cosa non devi assolutamente dimenticare*? 4 Completa il cruciverba per scoprire il nome di un famoso stilista italiano.

Dettagli

Istituto Maria Consolatrice

Istituto Maria Consolatrice ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:direzioneprimaria@ismc.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare.

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare. Secondo noi le cose significative della zona archeologica di Villa Clelia sono molte: innanzitutto la cappella di San Cassiano, di cui oggi restano solo le fondamenta in sassi arrotondati, di forma quadrata.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse

Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse Contiene tre tipi di letteratura: Apocalisse: «Rivelazione (αποκαλυψις) di Gesù Cristo, che Dio gli diede per mostrare ai suoi servi le cose che devono avvenire tra

Dettagli

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 I. RADUNO Inno processionale Coloro che guidano la celebrazione entrano e possono portare una Bibbia, una candela e del sale Indirizzo

Dettagli

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori FRATELLI D'ITALIA spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori Di seguito vi proponiamo una serie di tematiche, presenti nello spettacolo teatrale, che possono

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

La voce de "Gli Amici"

La voce de Gli Amici Gli Amici La voce de "Gli Amici" domenica 11 agosto 2002 La domenica con Gesù Tempo ordinario Domenica 11 agosto 2002 Gesù si ritira a pregare L'artista della settimana Carmela Parente La scuola della

Dettagli

Il Vangelo secondo Giovanni

Il Vangelo secondo Giovanni Corso biblico diocesano 1994 Il Vangelo secondo Giovanni Conversazioni bibliche di don Claudio Doglio La festa della Dedicazione (10,22-42) Alla festa delle Capanne fa seguito la festa della Dedicazione

Dettagli

Biblioteca Teresiana: Alla scoperta della Biblioteca Teresiana

Biblioteca Teresiana: Alla scoperta della Biblioteca Teresiana Linee di indirizzo progettuali Percorsi didattici Biblioteca Teresiana - Biblioteca G. Baratta - a.s. 2015/2016 Biblioteca Teresiana: Alla scoperta della Biblioteca Teresiana Dal libro di carta al libro

Dettagli

STORIA. La preistoria. Tutti gli esseri umani sono figli di homo sapiens sapiens. il testo:

STORIA. La preistoria. Tutti gli esseri umani sono figli di homo sapiens sapiens. il testo: il testo: 01 Tutti gli esseri umani sono figli di homo sapiens sapiens La foto a pag.18 fa vedere un immagine del film 2001 Odissea nello spazio. Nella foto si vede un ominide che tiene in mano un osso.

Dettagli

I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO

I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO 1 1. I tre mondi dell alto medioevo I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO INTRODUZIONE. MEDIOEVO SIGNIFICA ETÀ DI MEZZO, CIOÈ IN MEZZO TRA L ETÀ ANTICA E L ETÀ MODERNA ( MEDIO = MEZZO; EVO = ETÀ). IL MEDIOEVO

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

Il viaggio di Colombo

Il viaggio di Colombo Centro Territoriale Intercultura, CTI 3 Chiari CIS - Centro di Italiano per Stranieri - Università degli Studi di Bergamo Insegnare nella classe plurilingue: stesura di un sillabo delle competenze in Italiano

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI UNITA DI 1 gli alunni delle classi prime Riconoscere l importanza dello stare insieme e del conoscere se stessi e gli altri. Riconoscere l importanza dell imparare legata alla nuova esperienza scolastica.

Dettagli

I filosofi greci del IV secolo a.c. come Platone e Aristotele ritenevano che le stelle fossero oggetti celesti eterni e immutabili, che ruotavano

I filosofi greci del IV secolo a.c. come Platone e Aristotele ritenevano che le stelle fossero oggetti celesti eterni e immutabili, che ruotavano Corso di Astronomia I filosofi greci del IV secolo a.c. come Platone e Aristotele ritenevano che le stelle fossero oggetti celesti eterni e immutabili, che ruotavano attorno alla Terra con orbite circolari.

Dettagli

Esorcizzare gli astri significa in un certo senso anticiparli, attivarsi cercando di incanalare opportunamente la loro energia in modo tale da

Esorcizzare gli astri significa in un certo senso anticiparli, attivarsi cercando di incanalare opportunamente la loro energia in modo tale da Esorcizzare gli astri significa in un certo senso anticiparli, attivarsi cercando di incanalare opportunamente la loro energia in modo tale da evitare che essi stessi possano creare inconvenienti maggiori

Dettagli

º 1. Perché sono necessari il sistema di riferimento

º 1. Perché sono necessari il sistema di riferimento Gli uomini e la storia º 1. Che cos è la storia 1 º 2. Le coordinate della storia: il tempo e lo spazio 2 º 3. Le molte domande della storia 4 º 4. Il documento 5 º 5. Il mestiere dello storico 6 º 6.

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI LA STORIA DEI DIRITTI UMANI IL DOCUMENTO CHE SEGNA UNA TAPPA FONDAMENTALE NELL AFFERMAZIONE DEI DIRITTI UMANI È LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL UOMO SIGLATA NEL 1948. OGNI DIRITTO PROCLAMATO

Dettagli

Opere di misericordia 1

Opere di misericordia 1 Percorso di riscoperta delle Opere di misericordia 1 DAR DA MANGIARE AGLI AFFAMATI INSEGNARE AGLI IGNORANTI Spunti di riflessione per un dibattito sull Opera di misericordia corporale Dar da mangiare agli

Dettagli

Li inviò a due a due

Li inviò a due a due FEBBRAIO 2015 Adorazione eucaristica dell Istituto Santa Famiglia Li inviò a due a due Proseguiamo la riflessione e preghiera sulla Chiesa in uscita missionaria a partire questa volta dalle indicazioni

Dettagli

Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi

Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi 2011-2012 Modulo 8 Ancora un altra tradizione di ricerca in biologia: Gregor Mendel, gli ibridatori e la riscoperta di Mendel nel Novecento

Dettagli

www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania

www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania IL PECCATO LA CADUTA e L ORIGINE DUE SPECIE DI PECCATO IL PECCATO ATTUALE IL PECCATO ORIGINALE Il peccato

Dettagli

LA SCUOLA IN ITALIA UNITÁ 20

LA SCUOLA IN ITALIA UNITÁ 20 LA SCUOLA IN ITALIA In Italia, l istruzione è obbligatoria per otto anni, dai sei ai quattordici anni di età. La scuola dell obbligo inizia con la scuola elementare, che dura cinque anni, e continua con

Dettagli

L INVENZIONE DELLA STAMPA

L INVENZIONE DELLA STAMPA L INVENZIONE DELLA STAMPA L invenzione della stampa è una rivoluzione (= cambiamento molto grande) perché la stampa fa riprodurre velocemente uno stesso testo in un grande numero di copie. La stampa riduce

Dettagli

Quando eravamo scimmie

Quando eravamo scimmie Quando eravamo scimmie Zio, è vero che tu insegni antro... non mi ricordo più come si chiama. Antropologia, sì è vero Chiara. Mi spieghi cos è? Che non è mica tanto chiaro. Sedetevi qui, anche tu, Elena.

Dettagli

STORIA COMPETENZE CHIAVE:

STORIA COMPETENZE CHIAVE: STORIA COMPETENZE CHIAVE: consapevolezza ed espressione culturale, le competenze sociali e civiche, imparare ad imparare Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno: Riconosce e usa le tracce storiche

Dettagli

Indice del volume. 1 La comunicazione 2. 1 Per una corretta pronuncia. 2 Quale italiano? La nostra lingua, 2 Scrivere senza errori 39

Indice del volume. 1 La comunicazione 2. 1 Per una corretta pronuncia. 2 Quale italiano? La nostra lingua, 2 Scrivere senza errori 39 Parte I Premesse teoriche per un uso consapevole della lingua 1 Dal latino all italiano Come leggere i messaggi pubblicitari 1 La comunicazione 2 1 Cos è la comunicazione: significante, significato, segno

Dettagli

Dichiarazione dei diritti dell uomo e del cittadino (1789) Dichiarazione universale dei diritti dell uomo (1948)

Dichiarazione dei diritti dell uomo e del cittadino (1789) Dichiarazione universale dei diritti dell uomo (1948) I diritti umani nelle Dichiarazioni Dichiarazione dei diritti dell uomo e del cittadino (1789) Dichiarazione universale dei diritti dell uomo (1948) leggere scrivere parlare TESTO REGOLATIVO livello di

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI CLASSE V ANNO SCOLASTICO PROVE DI INGRESSO

DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI CLASSE V ANNO SCOLASTICO PROVE DI INGRESSO DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI PROVE DI VERIFICA DI LINGUA CLASSE V ANNO SCOLASTICO PROVE DI INGRESSO ALUNNO 1 PROVA DI COMPRENSIONE DEL TESTO Leggi

Dettagli

COMPETENZE IN USCITA PREVISTE AL TERMINE DEL MONOENNIO ( CLASSE 1 )

COMPETENZE IN USCITA PREVISTE AL TERMINE DEL MONOENNIO ( CLASSE 1 ) COMPETENZE IN USCITA PREVISTE AL TERMINE DEL MONOENNIO ( CLASSE 1 ) Funzioni comunicative previste. Per il lessico si fa riferimento alla metodologia del docente Funzioni comunicative per: salutare, congedarsi,

Dettagli

L impostazione dottrinaria del De rerum natura

L impostazione dottrinaria del De rerum natura L impostazione dottrinaria del De rerum natura LA LIBERAZIONE DALLA PAURA E DAL DOLORE: l obiettivo principale del poeta è quello di aiutare gli uomini ad ottenere un bene inestimabile, la serenità interiore

Dettagli

LA CIVILTÀ CINESE. Dove. Lavoro sul testo. La civiltà cinese è nata lungo il Fiume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya.

LA CIVILTÀ CINESE. Dove. Lavoro sul testo. La civiltà cinese è nata lungo il Fiume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya. LA CIVILTÀ CINESE Dove La civiltà cinese è nata lungo il iume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya. Perché si chiama iume Giallo? Giallastro: un colore giallo sporco, non brillante. Perché in

Dettagli

PERCORSO DANTESCO A VERONA

PERCORSO DANTESCO A VERONA PERCORSO DANTESCO A VERONA In giro per Verona sulle orme di Dante SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CAVALCHINI - MORO PIAZZA BRA Al tempo di Dante non esistevano i palazzi che vediamo ora, c'erano solo

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Giuliano Scabia. GENESI/LA CREAZIONE SCHEMA VUOTO PER L ODIN TEATRET DI HOLSTEBRO (due stesure) 1974

Giuliano Scabia. GENESI/LA CREAZIONE SCHEMA VUOTO PER L ODIN TEATRET DI HOLSTEBRO (due stesure) 1974 Giuliano Scabia GENESI/LA CREAZIONE SCHEMA VUOTO PER L ODIN TEATRET DI HOLSTEBRO (due stesure) 1974 Nel 67 ho avuto con Barba un lungo incontro a Venezia dove eravamo entrambi presenti alla Biennale. Camminammo

Dettagli

Paternità e maternità di Dio. Dal Dio in cui crediamo, dipende la nostra esistenza

Paternità e maternità di Dio. Dal Dio in cui crediamo, dipende la nostra esistenza Incontri tematici Paternità e maternità di Dio Dal Dio in cui crediamo, dipende la nostra esistenza "Il Vangelo è una bomba: la speranza è che almeno qualche scheggia ci colpisca" I concetti di paternità

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Le fonti della storia

Le fonti della storia Le fonti della storia Per comprendere bene queste pagine devi conoscere il significato delle parole autoctono ed editto. Aiutati con il dizionario: Autoctono:... Editto:.... La storia è una scienza che

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT ALLEGATO 3 PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT Il programma comune di storia del dispositivo per il doppio rilascio del diploma di Baccalauréat e d Esame

Dettagli

Storia facile per la classe terza

Storia facile per la classe terza Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Carlo Scataglini per la classe terza L origine della Terra e la Preistoria Scuola primaria

Dettagli

La parola tutela è molto ricca di significati, e ha una storia molto lunga che affonda le sue radici nel

La parola tutela è molto ricca di significati, e ha una storia molto lunga che affonda le sue radici nel Il Tutore volontario... quasi un Microgarante Tutela e protezione La parola tutela è molto ricca di significati, e ha una storia molto lunga che affonda le sue radici nel diritto romano. In generale, nella

Dettagli

La nascita della democrazia ad Atene

La nascita della democrazia ad Atene Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La nascita della democrazia ad Atene 1 Osserva

Dettagli

IL PELLEGRINAGGIO NEL MEDIOEVO GLI ABITI E I SIMBOLI DEL PELLEGRINO

IL PELLEGRINAGGIO NEL MEDIOEVO GLI ABITI E I SIMBOLI DEL PELLEGRINO IL PELLEGRINAGGIO NEL MEDIOEVO GLI ABITI E I SIMBOLI DEL PELLEGRINO I SIMBOLI DEI PELLEGRINI I principali simboli che identificano i pellegrini (signa peregrinationis) sono: la conchiglia: rappresenta

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA

SCUOLA DELL INFANZIA IL SE E L ALTRO IL CORPO IN MOVIMENTO Prendere coscienza della propria identità Scoprire le diversità Apprendere le prime regole di vita sociale Osservare l ambiente che lo circonda Ascoltare le narrazioni

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli