RICHIEDENTE Cognome e Nome Sesso Codice fiscale Rapporto di parentela

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RICHIEDENTE Cognome e Nome Sesso Codice fiscale Rapporto di parentela"

Transcript

1 N. PRAT. CREMAZIONE Comune di morte Prov. Stato iniziale Luogo dove si trova la salma CHIUSURA ANTICIPATA Comune destinazione finale Prov. Stato finale DEFUNTO Cognome e Nome Sesso Cognome coniuge Codice fiscale Comune di nascita Prov. Data di nascita Data e ora morte Stato civile Comune di residenza Prov. Indirizzo Cittadinanza RICHIEDENTE Cognome e Nome Sesso Codice fiscale Rapporto di parentela Comune di nascita Prov. Data di nascita Telefono Cittadinanza Comune di residenza Prov. Indirizzo IOF DELEGATA DA Data e ora di stipulazione del contratto presso la sede dell impresa Altra impresa mandante Richiedente Altra impresa Impresa incaricata del trasporto N. e data permesso di seppellimento N. e data autorizzazione al trasporto N. e data autorizzazione Cremazione Cremazione per TESTAMENTO ISTANZA ATTO NOTORIO AUT. COMUNE SOCREM Usa Cellario SOCREM Familiare Legno Zinco Urna Feretrino Note Telo biodegradabile Tipologia feretro Tipo sepoltura di Inumaz. Tumulaz. Roseto Accoglienza cremazione Trasporto ceneri Comune di sosta trasporto funebre Prov. TRASPORTO FUNEBRE (Attività) COMUNE PROV. DOVE DATA ORA Chiusura bara (se in città) Partenza servizio (se in città) Funzione religiosa o civile TORINO TORINO TORINO TO TO TO Partenza per fuori / Arrivo Cimitero (se in città nel "Dove" indicare nome del Cimitero) *** Partenza ceneri per (se in città nel "Dove" indicare nome del Cimitero) Note Prelievo Ditta esecutrice Funzione Personale addetto (cognome e nome) Tipo Autofunebre Autista Targa TRASPORTO Necroforo PRELIEVO Necroforo PRELIEVO Necroforo PRELIEVO L impresa conferma di aver scelto l orario di arrivo tra quelli disponibili al momento della richiesta e di provvedere, di concerto con gli aventi titolo, ad organizzare di conseguenza gli orari di partenza e dell esequie. L impresa resta responsabile della scelta degli orari di sosta e funzione precedenti l arrivo al cimitero. DURATA SEPOLTURA TIPOLOGIA SEPOLTURA Ubicazione della sepoltura individuale o privata Campo in uso Scomparto diverso dal corrente del parente sepolto Ubicazione attuale del parente sepolto Fila TIPO SEPOLTURA PRIVATA Giorno e ora sopralluogo tomba TIPO LOCULI / CELLETTE Sotterranei Esterni Monopiano Porticato Anno morte SALMA RESTI Tumulazione in sepoltura già occupata POSIZIONE TESTA FASCIA CENERI Marca e Modello incaricato impresa alla partenza servizio Telefono: Firma dell Impresa incaricata Cimitero GRATUITA Per residenza/decesso Ingresso tomba fam. Data e ora ritiro documentazione autorizzatoria dall Ufficio AMMISSIONE IN CITTA' A PAGAMENTO Richiesta avente titolo Parenti già sepolti Già residenti nel Comune SCELTA CIMITERO GRATUITA A PAGAMENTO Per residenza/decesso Per residenza avente tit. Non occorre nessuna altra autorizzazione Per attrazione SCELTA SEPOLTURA GRATUITA A PAGAMENTO Barriere architettoniche Richiesta avente titolo Avvicinamento/abbinamento Abbinamento Scomparto Diverso Rapporto di parentela Ubicazione futura (solo in caso di abbinamento)

2 MODELLO DI IMPEGNATIVA BOLLO 14,62 Il sottoscritto richiedente il servizio funebre Sesso Codice fiscale Numero Documento di identità e rilascio Comune di nascita Prov. Data di nascita Telefono Cittadinanza Comune di residenza Prov. Indirizzo In qualità di del defunto Sesso coniuge Codice fiscale Comune di nascita Prov. Data di nascita Data e ora di morte Stato civile Comune di residenza Prov. Indirizzo del defunto Paternità Maternità Altri dati Spazio riservato all'ufficio Comunale per eventuali annotazioni Avente titolo a disporre ai sensi dell'art. 4 del Regolamento del Servizio Mortuario e dei Cimiteri del Comune di Torino e sollevando il Comune da eventuali pretese da parte di altri parenti aventi titolo Inoltra domanda per ottenere il rilascio delle autorizzazioni inerenti il trasporto funebre così come indicato sul retro e allega n. marche da bollo da 14,62 da apporre sulla presente istanza e sulla relativa documentazione autorizzatoria rilasciata da codesto Comune INCARICA la sottoindicata Impresa di effettuare secondo quanto pattuito: - l'espletamento di tutte le pratiche il servizio funebre comprese quindi le anticipazioni verso il Comune (diritti, corrispettivi, concessioni e operazioni cimiteriali) e verso gli altri Enti (ASL e SOCREM); - di fornire, sia direttamente che tramite terzi, i servizi inerenti il funerale (sistemazione salma, fornitura feretro, trasporto e servizio necroforico, necrologie, manifesti, fiori, ricordini, eventuali sistemazioni della sepoltura ove necessario e consentito); Data e ora della sottoscrizione Firma del richiedente Informativa sintetica sulla privacy, ai sensi dell art. 13 del D Lgs 196/2003, Codice in materia di protezione dei dati personali Ai sensi dell'articolo 13 del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), La informiamo che: a) Il trattamento dei dati personali è finalizzato a dar seguito al servizio funebre richiesto, in particolare al rilascio da parte degli uffici competenti delle autorizzazioni al trasporto, all inumazione o tumulazione salma, o, ove richiesta, alla cremazione e successiva sistemazione delle ceneri. Il trattamento dei dati è inoltre finalizzato alla gestione sino a scadenza delle concessioni cimiteriali relative ai defunti sepolti nei cimiteri di Torino. b) il trattamento avviene mediante strumenti manuali, informatici e telematici con l applicazione di procedure logiche e gestionali che garantiscono la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi; c) il conferimento dei dati personali è necessario per dar seguito alle scelte di sepoltura effettuate dagli aventi titolo; l eventuale mancato conferimento dei dati impedisce di dare seguito alle volontà di sepoltura che gli aventi titolo abbiano manifestato; d) i dati personali raccolti sono trattati per gli ambiti di rispettiva competenza dai Servizi Demografici della Città di Torino e da AFC Torino S.p.A. incaricata della gestione dei servizi cimiteriali cittadini; i dati possono essere comunicati alla Società per la cremazione quando sia richiesta tale tipologia di sepoltura e ad altri soggetti diversi da AFC e dalla Civica Amministrazione nei casi previsti da norme di legge o regolamenti ; e) l interessato, ai sensi dell art. 7 del D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196, può verificare i propri dati e ottenerne l aggiornamento, l integrazione, la rettifica rivolgendo istanza ai Responsabili del Trattamento sotto riportati; f) Il Responsabile del trattamento dei dati per i Servizi Demografici della Città di Torino è il Dottor Giuseppe Ferrari, Vice Direttore Generale Servizi Amministrativi; per AFC Torino S.p.A. è il Signor Franco Carcillo - Responsabile ICT di AFC Torino S.p.A. - Corso Peschiera, Torino DICHIARAZIONE DELL'IMPRESA ai sensi D.P.R. n. 445/2000 Il sottoscritto in qualità di (ai sensi art. 115 T.U.L.P.S. e art. 16 D.Lvo 112/98) (OBBLIGATORIO BARRARE CASELLA) Titolare Licenza P.S. Rappresentante di P.S. dell Impresa - che la firma del richiedente è stata apposta in sua presenza e che ha provveduto all'accertamento dell'identità del richiedente mediante presa visione del documento sopra indicato - che il presente contratto è stato stipulato presso la sede dell'impresa via Firma di accettazione del richiedente Firma e timbro dell Impresa

3 Nei casi di grave e certificato handicap motorio previsti dall art. 50 comma 7 del Regolamento comunale Il/La Sottoscritto/a Indirizzo n. telefono In qualità di del/della defunto/a Indirizzo n. Deceduto/a il Consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere e falsità negli atti, richiamate dall articolo 76 del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 DICHIARA Di avere titolo, ai sensi del comma 7, dell articolo 50, del Regolamento per il servizio mortuario e dei cimiteri alla concessione di manufatti opportunamente raggiungibili dal piano stradale ed ubicati: nella fila dalla prima alla seconda (Loculi) nella fila dalla prima alla quarta (Cellette) Di accettare di sottoporsi, se richiesto, ad eventuale controllo medico disposto dal Comune di Torino presso l ASL 1- di Torino. Di essere a conoscenza che, se tale visita non confermasse quanto dichiarato, o nel caso di mancata presentazione alla visita, oltre ad incorrere nelle sanzioni previste dalla legge, l autorizzazione non sarà concessa o verrà revocata con addebito dei conseguenti oneri derivanti dalle operazioni cimiteriali. Allega, unitamente alla fotocopia della propria carta di identità: documentazione medica nella quale è certificata la patologia di cui è gravato; copia del certificato di invalidità della quale se ne dichiara la conformità all originale che si trova presso altro documento (specificare) Torino, Firma Informativa aggiuntiva: I dati sopra riportati sono comunicati all ASL Torino 1 Medicina legale per gli accertamenti di competenza. 3

4 Alla AFC Torino S.p.A. Concessionaria del servizio cimiteriale della Città di Torino n. prot. Il/La Sottoscritto/a Indirizzo n. telefono Dichiara di essere (rapporto di parentela) del/della defunto/a Anno di Morte Sepolto presso Ubicazione Stato Preso atto che l art. 4 del Regolamento comunale per il Servizio Mortuario e dei Cimiteri stabilisce che la facoltà di disporre in materia in difetto di espressa volontà del defunto è dovuta nell ordine: al coniuge, ai figli, ai genitori, ai fratelli, sorelle ed affini di primo grado, altri parenti in ordine di grado, altri affini in ordine di grado, agli eredi testamentari qualora non rientranti nella precedente categoria. Consapevole altresì che l estumulazione di defunti sepolti in loculi o cellette avuti in concessione determina la decadenza delle medesime concessioni e che non sono autorizzate, in caso di sepoltura plurima nello stesso manufatto, traslazioni di uno solo dei defunti ivi sepolti. Consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere e falsità negli atti, richiamate dall articolo 76 del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 Chiede la traslazione del defunto presso Dichiara altresì sotto la sua personale responsabilità che gli aventi diritto, come sopra indicati, sono a conoscenza e concordano con la presente richiesta di traslazione e pertanto sollevano il Comune di Torino ed AFC Torino S.p.A. da ogni eccezione o pretesa che eventualmente pervenga da parte di qualsiasi dei familiari suddetti. In riferimento alla traslazione richiesta: Autorizza l operazione cimiteriale d ufficio con la raccolta degli arredi Dichiara di voler presenziare all operazione Assume inoltre la piena responsabilità dei dati riportati nel contesto della presente richiesta. Torino, Firma del dichiarante Il/La Sottoscritto/a IN CASO DI CONCESSIONARIO DIVERSO DAL RICHIEDENTE DELL OPERAZIONE Indirizzo n. telefono in qualità di concessionario del loculo/celletta del defunto sopra indicato autorizza l operazione di cui sopra e allega alla presente copia del proprio documento di identità Torino lì Firma del dichiarante DICHIARAZIONE DELL'IMPRESA ai sensi D.P.R. n. 445/2000 Il sottoscritto in qualità di (ai sensi art. 115 T.U.L.P.S. e art. 16 D.Lvo 112/98) OBBLIGATORIO BARRARE CASELLA Titolare Licenza P.S. Rappresentante di P.S. dell Impresa - che la firma del richiedente è stata apposta in sua presenza e che ha provveduto all'accertamento dell'identità del richiedente mediante presa visione del documento sopra indicato - che il presente contratto è stato stipulato presso la sede dell'impresa via - Firma e timbro dell Impresa Firma di accettazione del richiedente

5 Allegato 1 (compilare in stampatello) Obbligatoria per gli arrivi o transiti da altri Comuni DELEGA DEL CITTADINO ALL IMPRESA Dichiarazione ai sensi del D.P.R. N. 445 Il sottoscritto nato a Il residente in Via codice fiscale In relazione al decesso di Consapevole delle sanzioni penali previste dall art. 76 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000 (T.U. disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa) in caso di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, DICHIARA Di aver titolo a disporre del funerale in qualità di (grado di parentela con il defunto) E DELEGA L impresa di onoranze funebri a svolgere tutte le pratiche funerarie e cimiteriali relative al funerale ed alla sepoltura del defunto. Data firma (leggibile) Informativa sintetica sulla privacy, ai sensi dell art. 13 del D Lgs 196/2003, Codice in materia di protezione dei dati personali Ai sensi dell'articolo 13 del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), La informiamo che: a) Il trattamento dei dati personali è finalizzato a dar seguito al servizio funebre richiesto, in particolare al rilascio da parte degli uffici competenti delle autorizzazioni al trasporto, all inumazione o tumulazione salma, o, ove richiesta, alla cremazione e successiva sistemazione delle ceneri. Il trattamento dei dati è inoltre finalizzato alla gestione sino a scadenza delle concessioni cimiteriali relative ai defunti sepolti nei cimiteri di Torino. b) il trattamento avviene mediante strumenti manuali, informatici e telematici con l applicazione di procedure logiche e gestionali che garantiscono la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi; c) il conferimento dei dati personali è necessario per dar seguito alle scelte di sepoltura effettuate dagli aventi titolo; l eventuale mancato conferimento dei dati impedisce di dare seguito alle volontà di sepoltura che gli aventi titolo abbiano manifestato; d) i dati personali raccolti sono trattati per gli ambiti di rispettiva competenza dai Servizi Demografici della Città di Torino e da AFC Torino S.p.A. incaricata della gestione dei servizi cimiteriali cittadini; i dati possono essere comunicati alla Società per la cremazione quando sia richiesta tale tipologia di sepoltura e ad altri soggetti diversi da AFC e dalla Civica Amministrazione nei casi previsti da norme di legge o regolamenti ; e) l interessato, ai sensi dell art. 7 del D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196, può verificare i propri dati e ottenerne l aggiornamento, l integrazione, la rettifica rivolgendo istanza ai Responsabili del Trattamento sotto riportati; f) Il Responsabile del trattamento dei dati per i Servizi Demografici della Città di Torino è il Dottor Giuseppe Ferrari, Vice Direttore Generale Servizi Amministrativi; per AFC Torino S.p.A. è il Signor Franco Carcillo - Responsabile ICT di AFC Torino S.p.A. - Corso Peschiera, Torino. DICHIARAZIONE DELL IMPRESA ai sensi del D.P.R. 445/2000 Il titolare dell impresa incaricata, consapevole delle sanzioni penali previste dall art. 76 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000 (T.U. disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa) in caso di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, Di essere titolare (o rappresentante) di licenza di P.S. rilasciata ai sensi dell art. 115 T.U.L.P.S. da Di essere iscritto all elenco delle imprese ai sensi dell art. 19 del Regolamento per il Servizio Mortuario e dei Cimiteri del Comune di Torino al numero (obbligatorio per imprese aventi sede in Torino) Di aver inviato/consegnato la documentazione per l iscrizione all elenco delle imprese del Comune di Torino. Si impegna altresì a completare l eventuale documentazione/autocertificazione mancante prevista ai sensi dell art. 19 del Regolamento per il Servizio Mortuario e dei Cimiteri del Comune di Torino entro 30 giorni dall avvenuta richiesta di iscrizione Di impegnarsi ad osservare le prescrizioni richieste dal Regolamento per il Servizio Mortuario e dei Cimiteri del Comune di Torino (reperibile all indirizzo Internet e dall Ordinanza del Sindaco di Torino n. 2216/2000 per l esercizio dell attività funebre sul proprio territorio Che la firma del Sig/Sig.ra quale cittadino delegante, è stata apposta in presenza del sottoscritto. L identità del delegante corrisponde alla documento di identità (specificare) n. rilasciato da (specificare) in data Torino, Timbro dell impresa e firma del titolare

6 Allegato 2 (compilare in stampatello) Obbligatoria quando interviene più di un impresa DELEGA TRA IMPRESE PER LO SVOLGIMENTO DI TRASPORTI, ARRIVI E TRANSITI DA E PER LA CITTA DI TORINO Il sottoscritto nato a Il cod. fiscale Consapevole delle sanzioni penali previste dall art. 76 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000 (T.U. disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa) in caso di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, DICHIARA Di essere titolare/rappresentante di licenza P.S./autorizzazione comunale ai sensi dell art. 115 T.U.L.P.S. per il disbrigo di pratiche amministrative in materia funeraria dell agenzia sita nel comune di via P. Iva Di essere iscritto all elenco delle imprese ai sensi dell art. 19 del Regolamento per il Servizio Mortuario e dei Cimiteri del Comune di Torino al numero (obbligatorio per imprese aventi sede in Torino) Di aver inviato/consegnato la documentazione per l iscrizione all elenco delle imprese del Comune di Torino. Si impegna altresì a completare l eventuale documentazione/autocertificazione mancante prevista ai sensi dell art. 19 del Regolamento per il Servizio Mortuario e dei Cimiteri del Comune di Torino entro 30 giorni dall avvenuta richiesta di iscrizione Di impegnarsi ad osservare le prescrizioni richieste dal Regolamento per il Servizio Mortuario e dei Cimiteri del Comune di Torino (reperibile all indirizzo Internet e dall Ordinanza del Sindaco di Torino n. 2216/2000 per l esercizio dell attività funebre sul proprio territorio CON IL PRESENTE ATTO DELEGA L impresa con sede in A svolgere le pratiche funerarie e cimiteriali presso gli uffici della Città di Torino, relative al defunto deceduto a il DICHIARA ALTRESI (obbligatorio barrare casella) Che effettuerà il sottoindicato trasferimento del defunto con proprio personale dipendente idoneo ad essere incaricato di pubblico servizio (art. 358 C.P. e s.m.i.) facendo uso di proprie autofunebri rispondenti ai requisiti (art. 20 D.P.R. 285/90) In tale ipotesi comunica che il trasporto avverrà con il seguente automezzo (Marca - Modello - Targa) guidato da (cognome nome data e luogo di nascita) Che per il personale indicato all allegato B) (in caso di uso di proprio personale) sono stati adempiuti gli obblighi previdenziali ed assicurativi obbligatori, di sorveglianza sanitaria e di quanto previsto dal d. lgs. 9 aprile 2008 n. 81 e s.m.i.; Che per il lavoro subordinato si applica il C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti attività di pompe e trasporti funebri Che effettuerà il trasferimento del defunto tramite l impresa In riferimento all impresa che effettuerà il trasporto DICHIARA altresì: Che la stessa è iscritta all elenco delle imprese del Comune di Torino al n. oppure Che la stessa ha inviato/consegnato la documentazione per l iscrizione all elenco delle imprese del Comune di Torino. Si impegna altresì a completare l eventuale documentazione/autocertificazione mancante prevista ai sensi dell art. 19 del Regolamento per il Servizio Mortuario e dei Cimiteri del Comune di Torino entro 30 giorni dall avvenuta iscrizione oppure Di impegnarsi ad osservare le prescrizioni richieste dal Regolamento per il Servizio Mortuario e dei Cimiteri del Comune di Torino (reperibile all indirizzo Internet e dall Ordinanza del Sindaco di Torino n. 2216/2000 per l esercizio dell attività funebre sul proprio territorio In tale ipotesi comunica che il trasporto avverrà con il seguente automezzo (Marca - Modello - Targa) guidato da (cognome nome data e luogo di nascita) Che per il personale indicato all allegato B) (in caso di uso di proprio personale) sono stati adempiuti gli obblighi previdenziali ed assicurativi obbligatori, di sorveglianza sanitaria e di quanto previsto dal d. lgs. 9 aprile 2008 n. 81 e s.m.i.; Che per il lavoro subordinato si applica il C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti attività di pompe e trasporti funebri TIPO DI TRASFERIMENTO Trasporto dalla Città di Torino al Comune di Arrivo dal Comune di alla Città di Torino per sepoltura nei cimiteri cremazione funzione religiosa transito nella Città di Torino con provenienza dal Comune di e destinazione nel Comune di con sosta per funzione religiosa cremazione Attesta la regolarità del feretro con COD n. nell osservanza delle prescrizioni dettate all art. 30 del D.P.R. n. 285/90. Torino, Timbro dell impresa e firma del titolare

7 ALLEGATO 3 (compilare in stampatello) VARIAZIONE SQUADRA OPERANTE da produrre obbligatoriamente all ufficio Funerali prima dell attuazione del servizio funebre autorizzato PARTE RISERVATA AGLI UFFICI N. PRAT. Pervenuta il Ore Servizio funebre del Defunto COMUNICAZIONE VARIAZIONE SQUADRA OPERANTE relativa al servizio funebre del/della defunto/a da consegnare al cimitero di competenza e da produrre obbligatoriamente prima dell attuazione del servizio funebre ai servizi cimiteriali di C.so Peschiera 193 al numero di fax / L impresa che effettua il servizio di trasporto e/o necroforaggio COMUNICA LA SEGUENTE VARIAZIONE PERSONALE ADDETTO (barrare caselle) AUTISTA NECROFORO COGNOME NOME CODICE FISCALE E/0 ESTREMI DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ai sensi D.P.R. n. 445 del 28/12/2000 L impresa in oggetto nella persona del Sig./Sig.ra in qualità di (in osservanza a quanto previsto dal Regolamento in materia di attività funebre e dei servizi necroscopici e cimiteriali approvato con Decreto Presidente della Giunta Regionale del Piemonte 8 Agosto 2012 n.7/r e dal Regolamento del servizio mortuario e cimiteriale della Città di Torino n. 264 del 11/10/1999 e s.m.i.) che il personale incaricato allo svolgimento del servizio è stato acquisito nel rispetto della normativa vigente in materia di mercato del lavoro e che sono stati adempiuti gli obblighi previdenziali ed assicurativi obbligatori, di sorveglianza sanitaria e di quanto previsto dal d. lgs. 9 aprile 2008 n. 81 e s.m.i. ; che il trasporto, secondo le prescrizioni della Autorità Sanitaria e del Regolamento Regionale, verrà effettuato con:: Auto funebre marca / modello Targa data ultimo controllo ASL Data Firma del dichiarante e timbro della Ditta note:

RICHIESTA ISCRIZIONE DITTA Oppure AGGIORNAMENTO DATI DELLA DITTA (Codice Ditta)

RICHIESTA ISCRIZIONE DITTA Oppure AGGIORNAMENTO DATI DELLA DITTA (Codice Ditta) N Protocollo Data registrazione Mod. A/06 CITTA DI TORINO Il ricevente RICHIESTA ISCRIZIONE DITTA Oppure AGGIORNAMENTO DATI DELLA DITTA (Codice Ditta) SPECIFICARE TIPOLOGIA ISTANZA ISCRIZIONE AGGIORNAMENTO

Dettagli

i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA

i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA AGEC gestisce i servizi Cimiteriali dal 1999, impegnandosi a garantire un servizio di qualità, nel rispetto del decoro e della riservatezza. Tutti i servizi

Dettagli

GUIDA INFORMATIVA PER LE PRATICHE DI POLIZIA MORTUARIA

GUIDA INFORMATIVA PER LE PRATICHE DI POLIZIA MORTUARIA Comune di Budrio Settore Affari Generali Servizio Comunicazione e Certificazione GUIDA INFORMATIVA PER LE PRATICHE DI POLIZIA MORTUARIA Abbiamo predisposto questa guida nell intento di facilitare i contatti

Dettagli

, il / / e residente a. codice fiscale, tel. della salma del/della defunto/a. n. p. s. ),deceduto/a a il / / (atto n. p. s. ), in vita residente a,

, il / / e residente a. codice fiscale, tel. della salma del/della defunto/a. n. p. s. ),deceduto/a a il / / (atto n. p. s. ), in vita residente a, Marca da bollo 16,00 Spett.le Ufficio Servizi Cimiteriali Servizio SUAP Piazza San Michele 1 30020 QUARTO D ALTINO Tel. 0422 826233 Fax. 0422 826256 servizicimiteriali@comunequartodaltino.it PEC comune.quartodaltino.ve@pecveneto.it

Dettagli

COMUNE DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI.

COMUNE DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. COMUNE DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. CAPO I NORME GENERALI Art. 1 Oggetto e finalità. 1. Il presente

Dettagli

ISTANZA E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CREMAZIONE E DISPERSIONE CENERI

ISTANZA E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CREMAZIONE E DISPERSIONE CENERI Marca da bollo ISTANZA E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CREMAZIONE E DISPERSIONE CENERI Al Signor Sindaco del Comune di San Mauro Torinese Atteso che giorno è deceduto luogo decesso comune residenza Il/la

Dettagli

COMUNE DI BISACQUINO (PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO)

COMUNE DI BISACQUINO (PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO) COMUNE DI BISACQUINO (PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO) AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI. 1.PREMESSA. È in corso di esecuzione il progetto I stralcio per l importo di euro 267.058,87

Dettagli

COMUNE DI COSIO D ARROSCIA PROVINCIA DI IMPERIA

COMUNE DI COSIO D ARROSCIA PROVINCIA DI IMPERIA COMUNE DI COSIO D ARROSCIA PROVINCIA DI IMPERIA Regolamento relativo alla dispersione ed alla conservazione personale delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Art. 1 Oggetto e finalità Il presente

Dettagli

ISTANZA E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CREMAZIONE E AFFIDAMENTO DELL URNA

ISTANZA E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CREMAZIONE E AFFIDAMENTO DELL URNA Marca da bollo ISTANZA E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CREMAZIONE E AFFIDAMENTO DELL URNA Al Signor Sindaco del Comune di San Mauro Torinese Atteso che giorno è deceduto luogo decesso comune residenza Il/la

Dettagli

CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola Servizi Demografici e Cimiteriali

CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola Servizi Demografici e Cimiteriali CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola Servizi Demografici e Cimiteriali SERVIZI CIMITERIALI - CONCESSIONE CIMITERIALE DI SEPOLTURA INDIVIDUALE I servizi cimiteriali si occupano di tutti gli

Dettagli

ATTIVITÀ FUNEBRE. Art. 13 Legge Emilia Romagna n. 156/2005 DOMANDA DI RILASCIO AUTORIZZAZIONE

ATTIVITÀ FUNEBRE. Art. 13 Legge Emilia Romagna n. 156/2005 DOMANDA DI RILASCIO AUTORIZZAZIONE Marca da bollo ATTIVITÀ FUNEBRE Art. 13 Legge Emilia Romagna n. 156/2005 DOMANDA DI RILASCIO AUTORIZZAZIONE PER ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI [] FORNITURA DI ARTICOLI FUNERARI, DISBRIGO PRATICHE AMMINISTRATIVE

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INCARICO. Il sottoscritto. nato a il residente. a in via n.

DICHIARAZIONE DI INCARICO. Il sottoscritto. nato a il residente. a in via n. Mod. 1 DICHIARAZIONE DI INCARICO Il sottoscritto nato a il residente a in via n. consapevole delle sanzioni penali richiamate dall art. 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 in caso di dichiarazioni mendaci,

Dettagli

CITTA di IMPERIA. Viale Matteotti, 157 UFFICIO POLIZIA MORTUARIA

CITTA di IMPERIA. Viale Matteotti, 157 UFFICIO POLIZIA MORTUARIA CITTA di IMPERIA Viale Matteotti, 157 UFFICIO POLIZIA MORTUARIA Regolamento relativo alla dispersione ed alla conservazione personale delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Art. 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI VILLONGO Provincia di Bergamo

COMUNE DI VILLONGO Provincia di Bergamo Allegato alla determina N. 184 del 08/05/2014 COMUNE DI VILLONGO Provincia di Bergamo BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI N.2 LOTTI PER LA COSTRUZIONE DI CAPPELLA GENTILIZIA NEI CIMITERI COMUNALI DI S. FILASTRO

Dettagli

Comune di RIPARBELLA Provincia di PISA

Comune di RIPARBELLA Provincia di PISA Comune di RIPARBELLA Provincia di PISA U.O. SERVIZI CIMITERIALI E POLIZIA MORTUARIA REGOLAMENTO PER LA CREMAZIONE, LA CONSERVAZIONE, L AFFIDAMENTO E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE

Dettagli

DEFINIZIONI PIANO REGOLATORE CIMITERIALE COMUNE DI CASTANO PRIMO

DEFINIZIONI PIANO REGOLATORE CIMITERIALE COMUNE DI CASTANO PRIMO DEFINIZIONI PIANO REGOLATORE CIMITERIALE COMUNE DI CASTANO PRIMO ALLEGATO O PROGETTO Piano Regolatore Cimiteriale Settembre 2012 COMMITTENTE: Comune di Castano Primo presso Villa Rusconi Corso Roma 20022

Dettagli

COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO tel. 011 9234407 - Fax 011 9234422 E-mail: ragioneria@comune.robassomero.to.it -

COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO tel. 011 9234407 - Fax 011 9234422 E-mail: ragioneria@comune.robassomero.to.it - COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO tel. 011 9234407 - Fax 011 9234422 E-mail: ragioneria@comune.robassomero.to.it - www.comune.robassomero.to.it Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Comune di Tortorici (Provincia di Messina)

Comune di Tortorici (Provincia di Messina) 1. PREMESSE Comune di Tortorici (Provincia di Messina) SETTORE 3 TECNICO AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI DI NUOVA COSTRUZIONE - PREVENDITA L'Amministrazione comunale intende completare

Dettagli

Istanza di affidamento dell urna contenente le ceneri CHIEDE

Istanza di affidamento dell urna contenente le ceneri CHIEDE Al Sindaco del Comune di Sesto Fiorentino Marca da bollo Istanza di affidamento dell urna contenente le ceneri Il/La sottoscritto/a nato/a a il / / e residente in (prov. ) via/piazza n. in qualità di del

Dettagli

Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012

Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012 Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012 INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 2 DISPOSIZIONI GENERALI Art. 3 DURATA DELLE CONCESSIONI Art. 4 MODALITÀ DI ASSEGNAZIONE Art. 5 DIRITTO

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEI SERVIZI FUNEBRI

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEI SERVIZI FUNEBRI SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEI SERVIZI FUNEBRI ART. 1 ACCORDO ED OGGETTO DELLA CONVENZIONE DA UNA PARTE: L impresa, Nome commerciale: Serena Onoranze Funebri Nome legale: Domenico Della Malva

Dettagli

Il sottoscritto... nato a... e residente a... in Via... n... Codice Fiscale..., tel..., cell... email...

Il sottoscritto... nato a... e residente a... in Via... n... Codice Fiscale..., tel..., cell... email... AL COMUNE DI RIMINI - SERVIZI CIMITERIALI P.le Umberto Bartolani n. 1 47921 RIMINI Oggetto: Richiesta di una Tomba di Famiglia a concessione novantanovennale presso il Cimitero di RIMINI - edicola edificata

Dettagli

Concessione di manufatti cimiteriali

Concessione di manufatti cimiteriali Concessione di manufatti cimiteriali Oggi xxxxx (. ) del mese di dell anno 2xxx (xx/xx/xxxx), negli Uffici Presso il comune di Melito di Napoli. Con la presente scrittura privata, avente per le parti forza

Dettagli

COMUNE DI MOMPANTERO REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI

COMUNE DI MOMPANTERO REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI COMUNE DI MOMPANTERO REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Approvato con deliberazione del C.C. n. 1 del 05.03.2009

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO REGOLAMENTO COMUNALE RELATIVO ALLA CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con deliberazione del

Dettagli

COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone)

COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) * * * * * REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI * * * * * ART. 1 AUTORIZZAZIONE ALLA CREMAZIONE DI CADAVERI, DI RESTI

Dettagli

C O M U N E D I A R C E N E Provincia di Bergamo CONVENZIONE

C O M U N E D I A R C E N E Provincia di Bergamo CONVENZIONE C O M U N E D I A R C E N E Provincia di Bergamo CONVENZIONE TRA IL COMUNE E L IMPRESA DI ONORANZE FUNEBRI PER PRESTAZIONI DI SERVIZI FUNEBRI ANNO 2012 Approvato con determinazione n. 427 del 20/12/2011

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI COMUNE DI VILLAR FOCCHIARDO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n.20) Art. DESCRIZIONE Art.

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, AFFIDAMENTO CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI. APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 49 DEL 30.10.2008 Art: 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento

Dettagli

IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti

IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti I CIMITERI Il Comune di Cremona gestisce i seguenti cimiteri: il Civico Cimitero di Cremona (foto 1) via Cimitero 1 - Cremona 1 il Cimitero

Dettagli

COMUNE DI PALERMO SETTORE RISORSE IMMOBILIARI SERVIZIO GESTIONE IMPIANTI CIMITERIALI

COMUNE DI PALERMO SETTORE RISORSE IMMOBILIARI SERVIZIO GESTIONE IMPIANTI CIMITERIALI COMUNE DI PALERMO SETTORE RISORSE IMMOBILIARI SERVIZIO GESTIONE IMPIANTI CIMITERIALI via Lincoln 144 0917403469 - FAX 0917403425 e-mail: impianticimiteriali@comune.palermo.it MANUALE DELLE PROCEDURE U.O.

Dettagli

COMUNE DI LABICO (Provincia di Roma)

COMUNE DI LABICO (Provincia di Roma) COMUNE DI LABICO (Provincia di Roma) Cap. 00030 Telefono e fax 069510260 - e-mail: comune@labico.com DIPARTIMENTO I UFFICIO DELLO STATO CIVILE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, DISPERSIONE ED AFFIDAMENTO

Dettagli

Delibera CC 68 del 30-09-1996 Modifica ed Integrazione di alcuni articoli del Regolamento di Polizia Mortuaria

Delibera CC 68 del 30-09-1996 Modifica ed Integrazione di alcuni articoli del Regolamento di Polizia Mortuaria Delibera CC 68 del 30-09-1996 Modifica ed Integrazione di alcuni articoli del Regolamento di Polizia Mortuaria CAPO IV TRASPORTO DEI CADAVERI ART. 24 1. Il trasporto di un cadavere, di resti mortali o

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI

REGOLAMENTO COMUNALE CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI REGOLAMENTO COMUNALE CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Art. 1 (Oggetto e finalità) 1. Il presente titolo disciplina la cremazione,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con Delibera C.C. n 59 del 28/11/2008 modificato con Delibera C.C. n 45 del 11/09/2012 e modificato con Delibera C.C. n

Dettagli

LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7

LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7 LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7 Disciplina della cremazione e altre disposizioni in materia cimiteriale (b.u. 1 luglio 2008, n. 27, suppl. n. 1) Art. 1 Oggetto e finalità 1. Questa legge, nel rispetto

Dettagli

Comune di Castellammare del Golfo Provincia Regionale di Trapani

Comune di Castellammare del Golfo Provincia Regionale di Trapani Comune di Castellammare del Golfo Provincia Regionale di Trapani UFFICIO CIMITERIALE AVVISO PUBBLICO N.2 PER L ASSEGNAZIONE DI SEPOLTURE CIMITERIALI DA AFFIDARE IN CONCESSIONE IL RESPONSABILE DEL III SETTORE

Dettagli

REGOLAMENTO TRASPORTI FUNEBRI

REGOLAMENTO TRASPORTI FUNEBRI Pagina 1 di 10 REGOLAMENTO TRASPORTI FUNEBRI APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 130 DEL 20 DICEMBRE 2011 ART. 1 DEFINIZIONI Ai fini della Legge Regionale 3 agosto 2011 n. 15 costituisce trasporto

Dettagli

CONVENZIONE ART. 1 OGGETTO DELLA FORNITURA

CONVENZIONE ART. 1 OGGETTO DELLA FORNITURA Allegato A alla delibera di G.C. n. 127 del 30.11.2009 IL SEGRETARIO COMUNALE Dott. Salvatore Velardi CONVENZIONE CONVENZIONE TRA IL COMUNE E LE IMPRESE ESERCENTI ATTIVITA FUNEBRI PER I SERVIZI DI CUI

Dettagli

COMUNE DI AIRASCA. Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI

COMUNE DI AIRASCA. Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI COMUNE DI AIRASCA Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 49 del 28/11/2008

Dettagli

Come fare la denuncia di morte decesso a casa decesso in ospedale o istituto privato Dove fare la denuncia di morte Morte avvenuta in casa

Come fare la denuncia di morte decesso a casa decesso in ospedale o istituto privato Dove fare la denuncia di morte Morte avvenuta in casa Come fare la denuncia di morte La denuncia di morte deve essere fatta da un familiare o da una persona incaricata, entro 24 ore, all'ufficio di Stato Civile. Le pubbliche assistenze e le agenzie di pompe

Dettagli

Allegato 3 Modulistica di riferimento

Allegato 3 Modulistica di riferimento Allegato 3 Modulistica di riferimento All. 3 Sub 1 DICHIARAZIONE SULLA DESTINAZIONE DELLE CENERI D I C H I A R A Z I O N E Il/la sottoscritto/a, nato/a a il, residente a, codice individuale (codice fiscale)

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI COMUNE DI OSASCO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI I N D I C E Art. DESCRIZIONE Art. DESCRIZIONE 1 CAPO I - NORME GENERALI

Dettagli

Istanza di dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione CHIEDE

Istanza di dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione CHIEDE Al Sindaco del Comune di Sesto Fiorentino Marca da bollo Istanza di dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione Il/La sottoscritto/a nato/a a il / / e residente in (prov. ) via/piazza n. in qualità

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI REGOLAMENTO COMUNALE PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI Approvato con deliberazione del C.C. n. 18 del 08.04.2014 INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 2 DISPOSIZIONI GENERALI Art. 3 DURATA DELLE CONCESSIONI

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI

REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 62 del 28/11/2008)

Dettagli

Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino)

Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino) Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino) DOCUMENTO SPECIFICAZIONE DEL SERVIZIO E DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO CREMATORIO Contratto di concessione per la progettazione, realizzazione e gestione

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CONSORZIO INTERCOMUNALE PRIULA Comune di Quinto di Treviso CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI La Carta dei servizi è lo strumento che permette agli utenti il controllo sull erogazione dei servizi anche in termini

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO Provincia di Grosseto

COMUNE DI ORBETELLO Provincia di Grosseto U.O. 3/I Settore - Servizi Demografici e Statistici Responsabile del coordinamento Dr. Silvano Costantini COMUNE DI ORBETELLO Provincia di Grosseto Regolamento relativo all affidamento, conservazione e

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI LIMONE PIEMONTE Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 33 del 08.04.2008

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI

REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI COMUNE DI SAN PIETRO IN GUARANO (Prov. di COSENZA) IV SETTORE - SERVIZI CIMITERIALI Largo Municipio n 1 87047 San Pietro in Guarano (CS) Tel./Fax 0984.4725.24/44 E-mail: servizicimiteriali@comune.sanpietroinguarano.cs.it

Dettagli

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto APPENDICE AL REGOLAMENTO PER L USO, L ACCESSO E LA VISITABILITÀ DEI CIMITERI COMUNALI ------------------------------- NORME RELATIVE ALL AFFIDAMENTO, ALLA CONSERVAZIONE ED ALLA DISPERSIONE DELLE CENERI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE Servizi cimiteriali REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale nr. 18 del 28 maggio 2005 modificato ed integrato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA approvato con deliberazione del Commissario Straordinario n.24 del 15.05.2002 - OMISSIS - Il capo IV viene sostituito interamente dal seguente: Capo IV Trasporti funebri

Dettagli

CITTÀ DI MONDOVÌ Provincia di Cuneo SERVIZIO AUTONOMO SERVIZI AL CITTADINO E ALLE IMPRESE

CITTÀ DI MONDOVÌ Provincia di Cuneo SERVIZIO AUTONOMO SERVIZI AL CITTADINO E ALLE IMPRESE Allegato A CITTÀ DI MONDOVÌ Provincia di Cuneo SERVIZIO AUTONOMO SERVIZI AL CITTADINO E ALLE IMPRESE INDAGINE DI MERCATO PER AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE PER NON ABBIENTI (FUNERALE DI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI CAPO I CLASSIFICAZIONE DEL TRASPORTO FUNEBRE ART. 1 (Definizione di trasporto funebre) Per trasporto funebre si intende il

Dettagli

Regolamento comunale relativo a: cremazione, affidamento,conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti

Regolamento comunale relativo a: cremazione, affidamento,conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti COMUNE DI CAMPOSANTO PROVINCIA DI MODENA via F. Baracca 11 41031 Camposanto (MO) tel.: 0535 80905 fax: 0535 80917 (Cod. Fisc.: 82000370369 P. IVA: 00697150365) e mail: attività.produttive@comune.camposanto.mo.it

Dettagli

Comune di Arezzo. Regolamento relativo alla cremazione, affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti

Comune di Arezzo. Regolamento relativo alla cremazione, affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti Comune di Arezzo Regolamento relativo alla cremazione, affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti (deliberazione CC n. del in vigore dal) NORME GENERALI

Dettagli

C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052

C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052 C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052 REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI Adottato con deliberazione del

Dettagli

COMUNE DI LADISPOLI Provincia di Roma

COMUNE DI LADISPOLI Provincia di Roma COMUNE DI LADISPOLI Provincia di Roma Regolamento di Polizia Mortuaria. (Approvato con delibera di C.C. n. 69 del 20.09.1999) (Modificato con delibera di C.C. n. 79 del 12.12.2001) INDICE GENERALE TITOLO

Dettagli

Allegato 2 Schema di regolamento comunale in materia di cremazione Art. 1 (Autorizzazione alla cremazione) 1. La cremazione di cadavere deve essere

Allegato 2 Schema di regolamento comunale in materia di cremazione Art. 1 (Autorizzazione alla cremazione) 1. La cremazione di cadavere deve essere Allegato 2 Schema di regolamento comunale in materia di cremazione Art. 1 (Autorizzazione alla cremazione) 1. La cremazione di cadavere deve essere autorizzata dal Comune (2) ove è avvenuto il decesso,

Dettagli

SETTORE QUALITA DELLA VITA

SETTORE QUALITA DELLA VITA SETTORE QUALITA DELLA VITA AVVISO DI ACCREDITAMENTO Per operatori funebri per l erogazione di funerali a carico del Comune di Rosignano: inumazione per persone indigenti e cremazione per coloro che scelgono

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI COMACCHIO Provincia di Ferrara Reg. delib. N. 1 Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Seduta del 08/01/2008 alle ore 09.30. In seguito ad inviti si è riunita nell apposita sala della

Dettagli

Domanda per l assegnazione in concessione decennale di posteggio libero fuori mercato e relativa autorizzazione nel Comune di Impruneta.

Domanda per l assegnazione in concessione decennale di posteggio libero fuori mercato e relativa autorizzazione nel Comune di Impruneta. Bollo 14,62 Comune di Impruneta Ufficio Comunicazione e Sviluppo Via Cavalleggeri 16 50023 Impruneta (FI) Domanda per l assegnazione in concessione decennale di posteggio libero fuori mercato e relativa

Dettagli

Aldo Palumbo Direzione Generale Sanità Regione Lombardia. Firenze 20 maggio 2011

Aldo Palumbo Direzione Generale Sanità Regione Lombardia. Firenze 20 maggio 2011 PIANIFICAZIONE CIMITERIALE: FRA NUOVE REGOLE E ANTICHI DOVERI Normativa della Regione Lombardia in materia di attività e servizi necroscopici funebri e cimiteriali Firenze 20 maggio 2011 Aldo Palumbo Direzione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI CITTA' di CANALE Provincia di CUNEO REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Approvato con

Dettagli

Estratto dal Regolamento di Polizia Mortuaria Approvato con deliberazione consiliare nr.73 del 29.6.2005

Estratto dal Regolamento di Polizia Mortuaria Approvato con deliberazione consiliare nr.73 del 29.6.2005 Estratto dal Regolamento di Polizia Mortuaria Approvato con deliberazione consiliare nr.73 del 29.6.2005 Art.61 Oggetto e finalità 1. Il presente Capo disciplina la cremazione, l affidamento, la conservazione

Dettagli

SUAP DELLE VALLI SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE

SUAP DELLE VALLI SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE SUAP DELLE VALLI SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE PRESSO LA COMUNITÀ MONTANA VALLE SUSA E VAL SANGONE S.C.I.A - SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ AGENZIA D AFFARI DISBRIGO PRATICHE FUNEBRI

Dettagli

Impresa Funebre Segnalazione certificata di inizio attività per ADEGUAMENTO ATTIVITÀ AI SENSI DELL ART. 2 COMMA 4 DEL DPGR 8 AGOSTO 2012 N.

Impresa Funebre Segnalazione certificata di inizio attività per ADEGUAMENTO ATTIVITÀ AI SENSI DELL ART. 2 COMMA 4 DEL DPGR 8 AGOSTO 2012 N. Allo SUAP della Comunità Montana del Pinerolese Impresa Funebre Segnalazione certificata di inizio attività per ADEGUAMENTO ATTIVITÀ AI SENSI DELL ART. 2 COMMA 4 DEL DPGR 8 AGOSTO 2012 N. 7/R Al Signor

Dettagli

Allegato C (Articolo 3, comma 5)

Allegato C (Articolo 3, comma 5) Allegato C (Articolo 3, comma 5) Oggetto: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER APERTURA AGENZIA D AFFARI PER DISBRIGO PRATICHE AMMINISTRATIVE IN MATERIA FUNERARIA ( AI SENSI DELLART. 115 T.U.L.P.S.,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE Adottato con deliberazione del Consiglio comunale n. 53 del 13 ottobre 2003 ART. 1 ESERCIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI NEL TERRITORIO COMUNALE

Dettagli

C O M U N E D I F O R M I A (PROVINCIA DI LATINA)

C O M U N E D I F O R M I A (PROVINCIA DI LATINA) C O M U N E D I F O R M I A (PROVINCIA DI LATINA) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 01 del 13.02.2012 e successiva

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE C O M U N E DI G E N O L A Provincia di Cuneo REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI S O

Dettagli

SO.CREM - VARESE Società Varesina per la Cremazione c/o Palazzo Comunale Via Sacco 5 - Varese via Marcobi 10 Varese tel 0332 234216

SO.CREM - VARESE Società Varesina per la Cremazione c/o Palazzo Comunale Via Sacco 5 - Varese via Marcobi 10 Varese tel 0332 234216 SO.CREM - VARESE Società Varesina per la Cremazione c/o Palazzo Comunale Via Sacco 5 - Varese via Marcobi 10 Varese tel 0332 234216 VADEMECUM PER IL SOCIO SOMMARIO SO. CREM Associazione senza scopo di

Dettagli

REGOLAMENTO per l affidamento familiare delle ceneri delle salme e dei resti mortali. Indice

REGOLAMENTO per l affidamento familiare delle ceneri delle salme e dei resti mortali. Indice REGOLAMENTO per l affidamento familiare delle ceneri delle salme e dei resti mortali Art. 1 Ambito di applicazione Indice Art. 2 La cremazione di salme e resti mortali e ossei Art. 3 La cremazione disposta

Dettagli

COMUNE DI MEZZOLOMBARDO IL LAVORO S.C.S. onlus IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE E LEG. RAPPRESENTANTE

COMUNE DI MEZZOLOMBARDO IL LAVORO S.C.S. onlus IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE E LEG. RAPPRESENTANTE Esente dall'imposta di bollo ai sensi dell'art. 27 bis del D.P.R.26.10.1972 n. 642 (Onlus). Rep. n. atti privati CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO COMUNALE DI MEZZOLOMBARDO

Dettagli

proposta di legge n. 256

proposta di legge n. 256 REGIONE MARCHE 1 CONSIGLIO REGIONALE proposta di legge n. 256 a iniziativa dei Consiglieri Procaccini, Martoni presentata in data 16 settembre 2004 NORME IN MATERIA DI ATTIVITA E SERVIZI NECROSCOPICI FUNEBRI

Dettagli

Città di Tortona Provincia di Alessandria

Città di Tortona Provincia di Alessandria Città di Tortona Provincia di Alessandria REGOLAMENTO COMUNALE AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

CITTÀ DI AFRAGOLA Provincia di Napoli

CITTÀ DI AFRAGOLA Provincia di Napoli CITTÀ DI AFRAGOLA Provincia di Napoli Sportello Unico attività produttive Via Firenze n.35 e-mail: suap@pec.comune.afragola.na.it Data: IMPRESA FUNEBRE (Articolo n. 115 T.U.L.P.S; D.Lgs. 114/98, art.19

Dettagli

ATTIVITA FUNEBRE. Richiesta di autorizzazione per sede principale ai sensi dell art. 16 della Legge Regionale 29/7/2004 n. 19

ATTIVITA FUNEBRE. Richiesta di autorizzazione per sede principale ai sensi dell art. 16 della Legge Regionale 29/7/2004 n. 19 ALLO SPORTELLO UNICO DEL COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA marca da bollo ATTIVITA FUNEBRE Richiesta di autorizzazione per sede principale ai sensi dell art. 16 della Legge Regionale 29/7/2004 n. 19 Il sottoscritto

Dettagli

Regolamento relativo all affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti.

Regolamento relativo all affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Regolamento relativo all affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Art. 1 - Oggetto e finalità Il presente regolamento disciplina la cremazione, l'affidamento,

Dettagli

Comune REGIONE LAZIO PER LA DESCRIZIONE. Art. Feretri per la cremazione. Crematori Caratteristiche DELLE CENERI

Comune REGIONE LAZIO PER LA DESCRIZIONE. Art. Feretri per la cremazione. Crematori Caratteristiche DELLE CENERI Comune di Marta Provincia di Viterbo Piazzaa Umberto I n.1 010 010 Marta (VT) Tel. 0769187381 Fax 0761873828 8 Si Provincia ito web ww di ww.comune. Viterbo.marta.vt.itt REGIONE LAZIO REGOLAMENTO COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI SANTO STEFANO DI MAGRA. Provincia della Spezia IL SINDACO

COMUNE DI SANTO STEFANO DI MAGRA. Provincia della Spezia IL SINDACO COMUNE DI SANTO STEFANO DI MAGRA Provincia della Spezia ORDINANZA N. 17 Data 17-02-2014 IL SINDACO VISTI gli artt. 82 e 85 del D.P.R. 285/1990 che attribuiscono al Sindaco i compiti di regolazione, in

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE L AFFIDAMENTO - - LA CONSERVAZIONE LA DISPERSIONE - DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Approvato con Delib. CC n. 13/8.5.08 Esecutivo dal 28/5/08

Dettagli

In caso di lutto in famiglia

In caso di lutto in famiglia Ingresso Cimitero Monumentale di Lecco In caso di lutto in famiglia Norme e indicazioni utili Servizi di Stato civile - Servizi cimiteriali Quando accade un evento luttuoso, ci troviamo spesso impreparati.

Dettagli

Comune di LOMBRIASCO

Comune di LOMBRIASCO Comune di LOMBRIASCO Provincia di TORINO REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Approvato

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISPERSIONE, AFFIDAMENTO E CONSERVAZIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISPERSIONE, AFFIDAMENTO E CONSERVAZIONE DELLE CENERI PROVINCIA DI SAVONA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISPERSIONE, AFFIDAMENTO E CONSERVAZIONE DELLE CENERI (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del 28.11.2008) 1 Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art.

Dettagli

AVVISO DI ACCREDITAMENTO Per operatori funebri per l erogazione di funerali a carico del Comune di Rosignano DISCIPLINARE

AVVISO DI ACCREDITAMENTO Per operatori funebri per l erogazione di funerali a carico del Comune di Rosignano DISCIPLINARE Comune di Rosignano Marittimo Provincia di Livorno AREA SERVIZI ALLA PERSONA Servizio Attività Sociali AVVISO DI ACCREDITAMENTO Per operatori funebri per l erogazione di funerali a carico del Comune di

Dettagli

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì - Cesena REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALLA CREMAZIONE, DISPERSIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI Adottato con atto deliberativo di Consiglio

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI.

COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con deliberazione C.C. n. 47 del 27/11/2008

Dettagli

COMUNE DI TARZO (TV) Approvato con deliberazione consiliare n. /2013.

COMUNE DI TARZO (TV) Approvato con deliberazione consiliare n. /2013. All. A del. C.C. n. /2013 COMUNE DI TARZO (TV) REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DI DEFUNTI E/O RESTI MORTALI Approvato con deliberazione

Dettagli

38 CON DELIBERAZINE CONSILIARE N. 37/08.07.2009 SONO STATE APPROVATE LE SEGUENTI MODIFICHE AL REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA, APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 100 IN DATA

Dettagli

attestata la regolarità amministrativa ai sensi della deliberazione di Giunta regionale sopra citata;

attestata la regolarità amministrativa ai sensi della deliberazione di Giunta regionale sopra citata; Determinazione del Responsabile del Servizio Sanità Pubblica della Regione Emilia Romagna 6 ottobre 2004, n. 13871 DISCIPLINA DELLE MODALITÀ TECNICHE DELLE PROCEDURE PER IL TRASPORTO DELLE SALME, DEI CADAVERI

Dettagli

Allegato. Comune di Campogalliano

Allegato. Comune di Campogalliano Allegato Comune di Campogalliano REGOLAMENTO COMUNALE RELATIVO ALLA CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con delibera di C.

Dettagli

Regolamento per la cremazione, l affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti.

Regolamento per la cremazione, l affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Provincia di Livorno Regolamento per la cremazione, l affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 192 del

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa Regolamento recante disciplina sulla conservazione, l affidamento e la dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Art. 1 Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE COMUNE DI CALATAFIMI SEGESTA (Provincia di Trapani) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE (Approvato con deliberazione C.C. n 99 del 29/12/2008) CAPO I CLASSIFICAZIONE DEL TRASPORTO FUNEBRE

Dettagli

VISTA la legge regionale 18 novembre 2003, n. 22 Norme in materia di attività e servizi cimiteriali ;

VISTA la legge regionale 18 novembre 2003, n. 22 Norme in materia di attività e servizi cimiteriali ; DELIBERAZIONE N. VII/20278 DEL 21.01.2005 Oggetto: ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO REGIONALE N. 6 IN MATERIA DI ATTIVITA' FUNEBRI E CIMITERIALI. APPROVAZIONE DEI CONTENUTI FORMATIVI PER GLI OPERATORI ESERCENTI

Dettagli

BANDO PREMESSO RENDE NOTO

BANDO PREMESSO RENDE NOTO COMUNE DI SAVONA Settore Servizi Demografici e Commercio Servizio Cimiteri BANDO PER LA CONCESSIONE DIRETTA O IN PRENOTAZIONE DI TOMBE DI FAMIGLIA PRESSO IL CIMITERO DI ZINOLA - ZONA AMPLIAMENTO - PER

Dettagli

Timbro Protocollo. Riquadro da compilare in caso di presentazione da parte di società e simili

Timbro Protocollo. Riquadro da compilare in caso di presentazione da parte di società e simili Timbro Protocollo MOD. 1136/quater Servizio Attività Economiche e di Servizio SUAP Pianificazione Commerciale DIREZIONE COMMERCIO E ATTIVITA PRODUTTIVE Sportello Unificato per il Commercio Marca da bollo

Dettagli