Risultati di Gruppo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Risultati di Gruppo - 2012"

Transcript

1 Risultati di Gruppo 212 Conference Call Adolfo Bizzocchi 18 Marzo 213

2 Principali evidenze del 212 Margine Finanziario, al netto di poste straordinarie, in crescita nel trimestre (+,8% QoQ) grazie al buon sviluppo degli impieghi alla clientela (+3,6% QoQ) e nonostante una dinamica dei tassi di interesse ancora sotto pressione. Sull anno l aggregato mostra un trend analogo, con una crescita superiore all 1% pur in presenza di uno scenario macroeconomico in deciso deterioramento. Margine da Servizi a oltre 144 milioni nel trimestre (+14,4% QoQ) trainato dall ottimo dato delle commissioni di performance: anche al netto degli elementi più volatili (commissioni di performance e trading) il Margine da Servizi rimane in crescita di oltre il 6% QoQ. La crescita diventa dell 8,7% confrontando il 212 con il 211, con un dato del Trading sostanzialmente stabile e le Commissioni Nette in aumento del 7,5% Costi Operativi in crescita nel trimestre (+5,2% QoQ), principalmente a seguito di maggiori accantonamenti sugli strumenti incentivanti (spese del personale + 5,5% QoQ), ma in sostanziale stabilità sull anno (,1%) Rettifiche su Crediti in aumento del 71% nell anno a seguito dell accentuarsi della recessione economica in corso. Il costo del credito arriva a 44 bps, nettamente superiore alla media storica di 34 bps ma lontano dai picchi di 62 bps del 29 Utile Netto in forte aumento sia nel trimestre ( 31 milioni; +29,7% QoQ) sia nell anno ( 121,2 milioni; +25,5%), con un dividendo pari a,12 per azione, in crescita del 2% rispetto al dato del 211 Tier 1 a 9,4%, in aumento di 7bps rispetto a fine 211 2

3 Evoluzione del Conto Economico Milioni di Euro 1Q12 2Q12 3Q12 4Q12 % vs. 3Q % a/a Margine di Intermediazione 238,7 227,3 244,1 261,1 7, 925,9 971,2 4,9 Margine di Intermediazione (al netto di Trading e comm, di performance) 219,5 223,6 225,5 231,1 2,5 881,3 897,6 1,8 Costi Operativi 154,1 148,7 147, 154,7 5,2 65,2 64,5,1 Risultato Lordo di Gestione 84,6 78,6 97,1 16,4 9,6 32,7 366,7 14,3 Ammortamenti 7,7 8, 8,2 8,8 7,3 3,5 32,7 7,2 Risultato Operativo 76,9 7,6 88,9 97,6 9,8 29,2 334, 15,1 Rettifiche nette su crediti 22,5 13,9 16,4 36,3 121,3 52, 89,1 71,3 Accantonamenti per rischi ed oneri 5,7 9,3 41,5 6,6 n.a. 15,3 63,1 n.a. Oneri/ proventi straordinari 16,1,5 35,8 6, n.a. 7,1 46,4 n.a. Utile ante imposte 64,8 47,9 66,8 48,7 27,1 215,8 228,2 5,8 Imposte/ Utile di terzi 23,2 23,2 42,9 17,7 58,7 119,2 17, 1,2 Utile netto 41,6 24,7 23,9 31, 29,7 96,6 121,2 25,5 Utile netto (al netto di cessione di asset, accantonamenti rilevanti e benefici fiscali*) 29,7 31,5 42,5 38,7 8,9 137, 142,5 4, Il miglioramento nel trimestre del Margine di intermediazione (+7,% QoQ) ha consentito, nonostante 2 milioni di maggiori rettifiche su crediti, di preservare l utile netto consolidato, anche al netto degli eventi non ricorrenti legati alla vertenza con l Agenzia delle Entrate o alla cessione di assets non core * Deducibilità IRAP ai fini IRES 3

4 Impatto delle poste non ricorrenti sul Conto Economico Milioni di Euro 4Q12 Poste non ricorrenti relative a cessioni, accantonamenti rilevanti e benefici fiscali* 212 Poste non ricorrenti relative a cessioni, accant. rilevanti e benefici fiscali* Margine Finanziario 116,6 2,6 (1,7 netto imposte): interessi relativi ad un accordo sottoscritto con l Agenzia delle Entrate 468,3 3,1 (2,2 netto imposte): interessi relativi ad accordi sottoscritti nel 212 con l Agenzia delle Entrate Accantonamenti per rischi ed oneri 6,6 1,2 (,3 netto imposte) a fronte di potenziali contenziosi fiscali 6,1 (4,1 netto imposte) su operatività fondi Hedge 63,1 6,7 (59,8 netto imposte) a fronte di potenziali contenziosi fiscali 6,1 (4,1 netto imposte) su operatività fondi Hedge Oneri/ proventi straordinari 6, 3,3: sanzioni relative ad un accordo sottoscritto con l Agenzia delle Entrate 46,4 +37,6 (27,3 netto imposte) dalla cessione dei servizi di Banca Depositaria +25,9 (25,1 netto imposte) dalla cessione del 5% di Credemassic. (accordo siglato nel 28)** +5,8 (5,6 netto imposte) dalla cessione di Banca Euromobiliare (Suisse) 3,3: sanzioni relative ad accordi sottoscritti con l Agenzia delle Entrate 8, (5,8 netto imposte) per la chiusura di un contenzioso rilevante Imposte sul reddito/ Utile di Terzi 17,7 19,2: imposte relative ad un accordo sottoscritto con l Agenzia delle Entrate +2,9: deducibilità IRAP 17, 24,9: imposte relative ad accordi sottoscritti nel 212 con l Agenzia delle Entrate +2,9: deducibilità IRAP Utile Netto 31, 7,7 effetto complessivo sull Utile Netto del quarto trimestre ,2 21,3 effetto complessivo sull Utile Netto del 212 * Contenziosi fiscali con l Agenzia delle Entrate e deducibilità IRAP ai fini IRES ** 24,6 derivanti dalla cessione del 5% e dalla rivalutazione della quota in portafoglio e 1,3 da il recupero netto di accantonamenti passati legati all operazione 4

5 Margine Finanziario (1/2) MAF (netto straord.) Margine Finanziario (Milioni di Euro) 115,8 115,1 118,8 118,3 119,2 1,2 114,6 115,1,5 2,6 118,8 117,8 116,6 4Q11 1Q12 2Q12 3Q12 4Q12 MAF (dato contabile) Impatto accordi con Ag. Entrate Il Margine Finanziario, specialmente al netto delle componenti straordinarie, si mantiene sostanzialmente stabile sui valori degli ultimi due trimestre, grazie anche alla significativa crescita degli impieghi registrata negli ultimi mesi dell anno, e nonostante l ulteriore riduzione dei tassi Rispetto all ultimo trimestre del 211, la rapida discesa dei tassi (116 bps) ha comportato infatti una progressiva riduzione della forbice clientela ( 52 bps), sostenuta da un elevato spread BTp/ Bund, in miglioramento solo nell ultima parte dell anno % 4, 3, 2, 1,, 2,54 Forbice clientela (Dati gestionali di Credem SpA) 3,74 3,76 1,2 2,43 1,33 2,27 3,55 3,43 3,31 1,28 2,19 1,25 2,2 1,29 4Q11 1Q12 2Q12 3Q12 4Q12 spread tasso medio impieghi tasso medio depositi Evoluzione Tassi Euribor e spread BTP/Bund 1,4% 1,2% 1,%,8%,6%,4%,2%,% 441 1,27% 38,67% ,4%,17% 335,11% 4Q11 1Q12 2Q12 3Q12 4Q12 Euribor 1 mese BTP vs. Bund 1 anni bps 5

6 Margine Finanziario (2/2) Riprezzamento degli impieghi a breve termine*.. (Dati gestionali Credem SpA)..Preservando il vantaggio sulla raccolta (Dati gestionali Credem SpA) 5,5 5, 4,5 4, 3,5 3, ,66 4,99 5,1 5, 5,1 5, 5, 4,9 4,8 4,8 4,8 4,9 4,8 4,84 4,4 4,3 4,2 4,3 4,5 4,5 4,4 4,3 4,3 4,4 3,99 4,2 4,18 3,2 Dec1 Dec11 Fonte: ABI 1 bps Jan12 Feb12 Mar12 Apr12 May12 Jun12 Jul12 Aug12 Sep12 Oct12 Nov12 Dec12 Credem: Tasso medio impieghi a breve a società nonfin. Settore: Tasso medio impieghi a breve a società nonfin. Portafoglio BTP (Banking Group) % H12 9M bps 2,5 2, 1,5 1,,5,96 1,77 81 bps 2,9 2,8 2,1 2,1 2,9 1,33 1,28 1,25 1,29 1, Q12 2Q12 3Q12 4Q Credem: Tasso medio depositi Durata media dei titoli: 4 anni Settore: Tasso medio depositi Nonostante la contrazione della forbice clientela, il calo dei tassi è stato parzialmente controbilanciato da una significativa attività di repricing sui crediti a breve, dove la differenza tra i tassi medi applicati dal sistema e da Credem si è ridotta da 1bps a 66bps, mentre, sul lato della raccolta, si è preservato il vantaggio di costo registrato nel 211 Contestualmente è stata ridotta l esposizione ai Titoli di Stato Italiani di quasi il 4% nel periodo 8 bps * Impieghi a breve termine (CC e finanziamenti entro 1 anno) a imprese nonfinanziarie 6

7 Margine da Servizi Comm. Performance Trading Altri proventi Comm. Bancarie Marg. Assicurazioni Vita Comm. Gestione ed Inter. Riserve assicurative Fondi comuni SICAVs Margine da Servizi : evoluzione trimestrale Milioni di Euro MAS al netto di Trading e comm. di performance Milioni di Euro Gestioni patrimoniali Altra e prodotti di terzi Raccolta gestita ,4 114,4 124,4 19,2,7 1,3 3,3 3,7 6,1 44,2 2,9 42,2 42 7,2 6,1 28,2 18,6 1,8 3,3 13,4 42,3 44,1 11,4 7,9 47,7 51,7 5,6 5,7 49,1 4Q11 1Q12 2Q12 3Q12 4Q12 15,1 14,4 14,8 9M ,4 17,7 9M ,6 114, , 2, 15, 1, 5,, Margine da Servizi : evoluzione annuale +9,5% 23,3 21,3 Comm. Gestione ed Inter. +4,9% 162,6 17,6 Comm. Bancarie +2,1% +37,6% +1,6% 42,343,3 23,832,6 23,626,1 Positiva dinamica del Margine da Servizi nel trimestre, grazie al buon risultato sia delle commissioni bancarie (+4,3% nel trimestre; +4,9% nell anno) sia delle commissioni di gestione (+9,5% nell anno) Particolarmente positivo il dato trimestrale delle comm. di gestione al netto delle comm. di performance, in grado già di riassorbire quasi completamente i minori ricavi legati alla cessione dei servizi di Banca Depositaria (circa 2 milioni al trimestre) Trading Marg. Assicurazioni Vita Altri proventi 7

8 Costi Operativi Costi Operativi: evoluzione annuale e trimestrale Milioni di Euro 154,1 148,7 147, 154,7 48,6 47,6 45,6 47,7 15,5 11,1 11,4 17 1Q12 2Q12 3Q12 4Q12 Costi in crescita nel trimestre, principalmente a seguito di maggiori accantonamenti sugli strumenti incentivanti (spese del personale + 5,5% QoQ), seppur il confronto anno su anno mostri valori sostanzialmente analoghi (Costi Operativi:,1% a/a) ,2 64,5 187,1 189,5 418, Spese amministrative Spese del personale Evoluzione numerica dei dipendenti Prosegue, inoltre, la politica di investimento sulle nuove risorse avviata dopo l attività di razionalizzazione tra il 29 ed il

9 Evoluzione del network distributivo Network fisico Totale Filiali Centri imprese Credem Points Negozi Finanziari Banca Euromobiliare Totale Promotori finanziali % 11212,5 2,3 8,8 12,5 5,7 Continua ad evolvere anche il modello distributivo del Gruppo, sempre più orientato a servire il cliente attraverso diversi canali integrati tra loro Multicanalità Agenti Network virtuale Agenti Creacasa Agenti cessione del V Possesso Online banking su totale C/C (Tra parentesi il dato del sistema) Utilizzo Online banking su totale C/C (Tra parentesi il dato del sistema) Numero di transazioni veicolate sui servizi Online (dato in milioni di trans.) ,5% (23,3%) 24,1% (17,3%) 19, ,6% (3,8%) 28,4% (18,6%) 2, ,7% (n.d.) 31,% (n.d.) 23,3 2,6 n.d. +2,1 p.p. +2,6 p.p. 14,7 Ad un ridimensionamento del network fisico si affiancano gli investimenti in nuove reti (es. Agenti per la cessione del V) e sui canali virtuali, non in un ottica di sostituzione, ma per consentire al cliente di scegliere il canale preferito in funzione dei propri bisogni Fonte: ABI 9

10 Evoluzione degli impieghi Crediti alla clientela (al netto dei PCT con controparti centrali e dei crediti verso SPV del gruppo) Crediti alla clientela (Valore di bilancio) Mil M Breve Termine Leasing Mutui Residenziali Altri Mutui Quota di mercato* 1,12% 1,54% 1,127% 1,125% 1,161% Grazie anche alla rilevante crescita degli impieghi registrata nell ultimo trimestre dell anno (oltre 7 milioni), il Gruppo prosegue nel trend di sviluppo delle quote di mercato avviato da fine 29 Per il terzo anno consecutivo, si conferma il raggiungimento di una crescita obiettivo superiore di 2/3 punti percentuali rispetto al dato di sistema Fonte: ABI Monthly Outlook Febbraio 213 Evoluzione dei crediti alla clientela vs. sistema al netto dei PCT con controparti centrali** 8,% 6,% 4,% 2,%,% 2,% 4,4% 7,% 2,4% 5,1% 1,1% 1,2% Crescita 21 Crescita 211 Crescita 212 Settore Credem * Totale quota core : società non finanziarie, famiglie consumatrici e famiglie produttrici ** * Al netto di impieghi alla Cassa di Compensazione e Garanzia e Monte Titoli e SPV del Gruppo 1

11 Elevata granularità e qualità del portafoglio crediti Concentrazione del portafoglio crediti Top 1 Top 2 Distribuzione per rating impieghi Corporate (dati gestionali Credem SpA) ,4% 4,7% ,4% 3,3% ,2% 3,2% 8% 7% 67,5% 73,3% 76,8% 77,4% ,1% 3,% 6% L ottima performance a livello di crescita degli impieghi è stata ottenuta preservando innanzitutto l attenzione alla qualità del credito Rispetto alla fine del 29 si è evidenziata un progressiva riduzione della concentrazione degli impieghi, con una progressiva contrazione del Large Corporate principalmente a favore delle SME s Contestualmente la percentuale di impieghi corporate appartenente alle prime 4 classi di rating ha raggiunto il valore più elevato degli ultimi 4 anni 1 5% % di impieghi corporate nelle prime 4 classi di rating Distribuzione impieghi per tipologia clientela 4,4 4,6 5,7 5,1 36,7 37,1 37,9 38,2 23,9 22,7 22,3 22,3 22,3 23,3 25,1 25,2 12,7 12,3 9, 9, large corporate middle corporate small business privati altri crediti 11

12 Depositi e obbligazioni Milioni di Euro C/C e risparmio CD e altri rapporti PCT Tot. Diretta Bancaria Obbligazioni Istituzionali Retail Diretta e Obbl. Retail M Il marcato sviluppo degli impieghi è stato contestualmente bilanciato dalla forte crescita dei depositi legati alla clientela retail e corporate (+ 1 miliardo nell ultimo trimestre; + 2 miliardi dalla fine del 21), con un conseguente e progressivo calo del loan to deposit ratio rispetto ai valori raggiunti a fine 21 Tale dinamica è ancora più virtuosa considerando che, nello stesso arco temporale, la componente dei depositi relativa alla sola clientela corporate è in calo di oltre 1 miliardo Diretta e Obbl. Retail per tipologia di clientela (dati gestionali Credem SpA),mil Diretta e Obbl. Retail Diretta Corporate Loan to Deposit Ratio (Crediti alla clientela* su Diretta e Obbl. Retail) 1,3 1,25 1,2 1,15 1,1 1,5 1, 1,28 1,26 1,23 1, M * Al netto di impieghi alla Cassa di Compensazione e Garanzia e Monte Titoli 12

13 Obbligazioni emesse e prossime scadenze Obbligazioni Emesse Obbligazioni in scadenza (fino al 215) 2.5 Retail Emissioni 21 Emissioni 211 Emissioni 212 Istituzionali Retail Scadenze 213 Scadenze 214 Scadenze 215 Grazie alla positiva evoluzione dei depositi retail, il Gruppo ha potuto evitare di emettere obbligazioni sul mercato istituzionale nel corso 212, concentrandosi su emissioni e time deposits a favore della clientela commerciale Se la recente contrazione dello spread BTPBund si confermerà nel corso del 213, il Gruppo è pronto per tornare ad emettere sul mercato dei Covered Bond, con l obiettivo di iniziare una parziale uscita dal LTRO Istituzionali Scadenze 213 Scadenze 214 Scadenze 215 1Q 2Q 3Q 4Q 5 13

14 Qualità del Credito (1/2) Crediti Problematici Lordi 211 1Q12 1H12 9M Milioni di Euro , 549,2 567,1 587,6 61,1 35,9 35,3 329,5 37,3 383,2 98,2 157,7 141,7 143,5 115,7 Sofferenze Lorde Incagli/ Ristrutturati Lordi Scaduti Lordi % su Impieghi (Credem) 2,6 2,7 2,8 2,8 2,9 1,5 1,5 1,6 1,8 1,8,5,8,7,7,5 % su Impieghi (Mercato) 5,4 5,4 5,7 5,9 6,3 3,7 3,9 4, 4,2,7 1, 1,1 1,3 Incidenza delle Sofferenze Lorde 7, 6,3 6, 5,4 5, 4,1 4, 3,3 3, 2,4 2, 2,6 2,9 2, 1,, Fonte: ABI; Banca d Italia Settore Credem Prosegue il trend di crescita dei crediti problematici, specialmente a livello di sofferenze ed incagli, coerentemente con uno scenario macroeconomico ancora in sensibile deterioramento Tale peggioramento rimane comunque inferiore al trend medio del settore, indice della miglior qualità del portafoglio crediti del Gruppo Nel corso del 4Q12 sono state cedute sofferenze per circa 21 milioni di euro che erano state quasi completamente svalutate Incidenza del settore: 2,2 voltre incid. Credem 14

15 Qualità del Credito (2/2) Milioni di Euro Sofferenze nette Incagli netti Ristrutturati netti Pastdue netti Totale impieghi problematici al valore di realizzo ,3 218,8 4,8 13,5 466, ,5 223,2 5,6 99,1 523, ,8 267,8 3,9 94,5 598, ,4 315,6 21, 19,7 714,6 A livello di crediti problematici netti si conferma il trend osservato a livello di crediti problematici lordi, con una dinamica più accentuata sulle sofferenze a causa della recente cessione di crediti completamente svalutati Nel raffronto con il sistema, rimane sostanzialmente stabile il rapporto di 1 a 3, pur avendo il Gruppo, rispetto alle medie del settore, un incidenza di mutui residenziali (crediti fortemente collaterallizzati) superiore a quella media del sistema stesso Incidenza delle Sofferenze Nette 4, 3,5 3,7 3,5 3, 2,7 2,5 2,3 2, 1, 1,2 1,3 1,5 1,,8,5, Fonte: ABI Settore Credem Incidenza del settore: 2,8 volte incid. Credem 15

16 Coperture ,4 Copertura delle sofferenze del Settore 6,% 5,% 4,% Fonte: Banca d Italia Copertura delle sofferenze (%) 56, 55, ,1% 48, 49,8% 48,5 Incidenza crediti problematici collateralizzati (dati gestionali Credem SpA) 52,% % di sofferenze lorde collateralizzate Il tasso di copertura delle sofferenze rimane decisamente sopra alla media del settore e sostanzialmente stabile sul dato di fine 211, nonostante la cessione di circa 21 milioni di euro di crediti quasi completamente svalutati Il calo delle coperture evidenziato negli ultimi anni deriva dall aumento dell incidenza dei crediti collateralizzati: a fronte della diminuzione di circa 2 punti percentuali del rapporto di copertura delle sofferenze, si è registra infatti, negli ultimi anni, una crescita dell incidenza delle sofferenze collateralizzate di circa 7 punti percentuali Copertura dei crediti problematici compl. (%) ,3 35,8 35,

17 Costo del credito Costo del credito (bps) Q11 1H11 9M Q12 1H12 9M Costo del credito Costo del credito (al netto di poste non lineari) Costo del credito: evoluzione storica (bps) 7 Crack Parmalat Il deterioramento del contesto economico si trasferisce necessariamente anche al costo del credito che vede una significativa crescita rispetto al dato dei primi 9 mesi dell anno Al netto delle poste straordinarie (adeguamento della generica e modifiche normative al regime dei pastdue) del 1Q12, il dato rimane comunque particolarmente buono e prossimo alla media storica di 34 bps 17

18 Attività e Passività Att. fin. per la negoziazione (banking book)* Scomposizione delle Attività (Milioni di Euro) Att. fin. valutate al fair value (banking book)* Att. fin. per la vendita (banking book)* Attività fin. (società assicurative)* Crediti verso le banche Crediti alla clientela 9M A livello patrimoniale si conferma la sostanziale stabilità degli aggregati, con l unica eccezione dei Crediti verso le Banche, sulla scorta dell ulteriore miglioramento del profilo di liquidità del Gruppo nel trimestre, in crescita di circa 4 milioni di euro Scomposizione delle Passività (Milioni di Euro) 2. Istituzionale Clientela Patrimonio Obbl. Istituzionali Altro Istituzionale 33 BEI BCE Tot. Diretta Bancaria Obbl. Retail Riserve assicurative Patrimonio 9M Dal lato delle passività, appare evidente la crescita della Diretta Bancaria (circa + 9 milioni) a cui si associa anche l incremento delle Obbligazioni Retail (*) Dati gestionali sul 9M12, di bilanci con riferimento al

19 Coefficienti Patrimoniali Coefficienti Patrimoniali Milioni di Euro ,1% ,1% ,6% ,3% ,7% ,6% ,4% ,6% Tier I Capital Tier Total Capital Capitale in eccesso Attività ponderate per il rischio ( ) Nel corso degli ultimi 3 anni, pur avendo sviluppato gli impieghi di quasi 2 miliardi di euro, il Gruppo è stato in grado di generare oltre 13 bps di capitale senza ricorrere al mercato e proseguendo nella propria politica di dividendi 68,6% 39,2% 5,8% Dividendi e Payout 5,% 57,1% 55,8% 42,4% 42,6% 49,% 4,9% 37,9% 35,3%,5 29,6% 34,4% 32,9% Il Tier 1 è tutto Core: non sono inclusi nel patrimonio di base strumenti ibridi di capitale,8,1,12,18,2,2,2,25,35,36,8,1,1, Dividendi Payout Ratio 19

20 Disclaimer e Contatti Il Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari dichiara ai sensi del comma 2 dell articolo 154 bis del Testo Unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria, che l informativa contabile contenuta nel presente documento corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili *** Questa presentazione contiene previsioni, obiettivi e stime che riflettono le attuali opinioni del management Credito Emiliano in merito ad eventi futuri. Previsioni, obiettivi e stime sono in genere identificate da espressioni come è possibile, si dovrebbe, si prevede, ci si attende, si stima, si ritiene, si intende, si progetta, obiettivo oppure dall uso negativo di queste espressioni o da altre varianti di tali espressioni oppure dall uso di terminologia comparabile. Queste previsioni, obiettivi e stime comprendono, ma non si limitano a, tutte le informazioni diverse dai dati di fatto, incluse, senza limitazione, quelle relative alla posizione finanziaria futura di Credito Emiliano e ai risultati operativi, la strategia, i piani, gli obiettivi e gli sviluppi futuri nei mercati in cui Credito Emiliano opera o intende operare. A seguito di tali incertezze e rischi, si avvisano i lettori che non devono fare eccessivo affidamento su tali informazioni di carattere previsionale come previsione di risultati effettivi. La capacità del Gruppo Credito Emiliano di raggiungere i risultati o obiettivi previsti dipende da molti fattori al di fuori del controllo del management. I risultati effettivi possono differire significativamente (ed essere più negativi di) da quelli previsti o impliciti nei dati previsionali. Tali previsioni e stime comportano rischi ed incertezze che potrebbero avere un impatto significativo sui risultati attesi e si fondano su assunti di base. Le previsioni, gli obiettivi e le stime ivi formulate si basano su informazioni a disposizione di Credito Emiliano alla data odierna. Credito Emiliano non si assume alcun obbligo di aggiornare pubblicamente e di rivedere previsioni e stime a seguito della disponibilità di nuove informazioni, di eventi futuri o di altro, fatta salva l osservanza delle leggi applicabili. Tutte le previsioni e le stime successive, scritte ed orali, attribuibili a Credito Emiliano o a persone che agiscono per conto della stessa sono espressamente qualificate, nella loro interezza, da queste dichiarazioni cautelative. Investor Relations Team Daniele Morlini Head of IR Paolo Pratissoli

Risultati di Gruppo 1H2013

Risultati di Gruppo 1H2013 Risultati di Gruppo 1H213 Conference Call Adolfo Bizzocchi 3 Agosto 213 Principali evidenze del semestre Margine di Intermediazione, al netto del risultato del Trading, in crescita sia trimestre su trimestre

Dettagli

Risultati di Gruppo 2014. 12 Febbraio 2015

Risultati di Gruppo 2014. 12 Febbraio 2015 Risultati di Gruppo 214 12 Febbraio 215 Principali evidenze del 214 Superati tutti gli obiettivi di crescita per il 214: Impieghi in crescita di 1.57 milioni rispetto all obiettivo annunciato di un miliardo

Dettagli

Risultati di Gruppo 2013. 17 Marzo 2014

Risultati di Gruppo 2013. 17 Marzo 2014 Risultati di Gruppo 213 17 Marzo 214 Principali evidenze Margine di Intermediazione in crescita anno su anno (+2,5%) grazie al: Margine Finanziario sostanzialmente stabile, -,4% a/a, ed in significativo

Dettagli

Risultati di Gruppo 1H2014

Risultati di Gruppo 1H2014 Risultati di Gruppo 1H214 Conference Call Adolfo Bizzocchi 8 Agosto 214 Principali evidenze del trimestre Forte sviluppo degli aggregati patrimoniali con gli Impieghi in crescita dell 4,2% nel trimestre

Dettagli

Risultati di Gruppo - 2011

Risultati di Gruppo - 2011 Risultati di Gruppo - 2011 Conference Call Adolfo Bizzocchi 16 Marzo 2012 Highlights del 2011 Il Margine Finanziario è salito (+3.3% a/a) a seguito di un significativo incremento dei volumi di impiego

Dettagli

CREDEM, RISULTATI 9M2014. PROSEGUE CRESCITA PER LINEE INTERNE: UTILE +28,1% A/A; PRESTITI +4,3% A/A (SISTEMA -2,3% A/A (1) ); CET 1 RATIO 11,29%

CREDEM, RISULTATI 9M2014. PROSEGUE CRESCITA PER LINEE INTERNE: UTILE +28,1% A/A; PRESTITI +4,3% A/A (SISTEMA -2,3% A/A (1) ); CET 1 RATIO 11,29% CREDEM, RISULTATI 9M2014. PROSEGUE CRESCITA PER LINEE INTERNE: UTILE +28,1% A/A; PRESTITI +4,3% A/A (SISTEMA -2,3% A/A (1) ); CET 1 RATIO 11,29% Utile netto consolidato +28,1% a/a a 128,5 milioni di euro;

Dettagli

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati relativi al primo semestre 2011 del Gruppo Bipiemme 1.

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati relativi al primo semestre 2011 del Gruppo Bipiemme 1. Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati relativi al primo semestre 2011 del Gruppo Bipiemme 1. L utile netto si posiziona a 42,7 milioni, mentre l utile netto normalizzato 2 si attesta a

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CREDEM, RISULTATI 1Q2015: UTILE +47,4% A/A, PRESTITI +6,6% A/A

COMUNICATO STAMPA CREDEM, RISULTATI 1Q2015: UTILE +47,4% A/A, PRESTITI +6,6% A/A CREDEM, RISULTATI 1Q2015: UTILE +47,4% A/A, PRESTITI +6,6% A/A Raccolta da clientela (1) +11,8% a/a a 56.235 milioni di euro, con un incremento in valore assoluto di circa sei miliardi di euro a/a; raccolta

Dettagli

BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1

BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1 COMUNICATO STAMPA BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1 Performance commerciale: +20% turnover factoring nei primi nove mesi 2015 a/a Outstanding CQS/CQP al 30 settembre 2015 pari

Dettagli

CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO

CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO Prestiti (1) +7,9% a/a (vs -1,4% del sistema (2) ); rapporto sofferenze impieghi a 1,55% tra i più bassi del

Dettagli

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008.

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008. Approvati dal Consiglio di Amministrazione i Bilanci della Banca Popolare di Milano e del Gruppo Bipiemme al 31 dicembre 2008. Utile netto consolidato a 75,3 milioni di euro: risente dell andamento negativo

Dettagli

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Milano, 27 ottobre 2015 Approvata la relazione trimestrale al 30/09/2015 Utile netto a 244m, miglior risultato trimestrale degli ultimi 5 anni Margine di interesse

Dettagli

Il presente documento è stato redatto da Banca Etruria Soc. Coop. a Responsabilità Limitata ( Banca Etruria e, unitamente alle sue controllate e

Il presente documento è stato redatto da Banca Etruria Soc. Coop. a Responsabilità Limitata ( Banca Etruria e, unitamente alle sue controllate e 4 Settembre 2012 Il presente documento è stato redatto da Banca Etruria Soc. Coop. a Responsabilità Limitata ( Banca Etruria e, unitamente alle sue controllate e consociate, il Gruppo Banca Etruria ).

Dettagli

REDDITIVITA Utile netto 151,8 mln, +31% a/a. Rapporto sofferenze/prestiti. Raccolta da clientela (1) Prestiti a clientela (1) Nuovi clienti (3)

REDDITIVITA Utile netto 151,8 mln, +31% a/a. Rapporto sofferenze/prestiti. Raccolta da clientela (1) Prestiti a clientela (1) Nuovi clienti (3) CREDEM, RISULTATI PRELIMINARI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MLN EURO; PRESTITI (1) +7,9% A/A VALUTAZIONE BCE Stress test scenario avverso Prima banca italiana per CET1 Ratio REDDITIVITA Utile netto 151,8

Dettagli

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011 RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2011 Costante supporto all economia reale dei territori di insediamento: circa 3 miliardi di euro di crediti erogati alle famiglie e alle PMI, in condizioni di liquidità

Dettagli

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO COMUNICATO STAMPA Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO In forte accelerazione i flussi commerciali, 56.000 nuovi clienti nei primi quattro mesi

Dettagli

1 Relazione sulla gestione

1 Relazione sulla gestione Settore Bancario Andamento della gestione del Gruppo Unipol Banca Il 2013 è stato un anno caratterizzato da profondi cambiamenti che hanno riguardato sia la struttura direzionale della banca che la composizione

Dettagli

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Advisory Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Ricerca di efficienza, gestione del capitale e dei crediti non performing Esercizio kpmg.com/it Indice Executive Summary 4 Approccio metodologico

Dettagli

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013:

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: Nei primi sei mesi dell anno, la gestione economica del Gruppo ha generato un risultato della gestione operativa in

Dettagli

Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria

Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria Comunicato Stampa Risultati consolidati al 30 settembre 2006 Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria Ricavi in crescita -

Dettagli

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007)

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007) CREDITO BERGAMASCO: il Consiglio di Amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale. Crescono i ricavi. Continua espansione dei prestiti a piccole e medie imprese e della raccolta diretta complessiva.

Dettagli

I RISULTATI AL 31 MARZO 2014

I RISULTATI AL 31 MARZO 2014 PRESS RELEASE COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BANCA CARIGE I RISULTATI AL 31 MARZO 2014 VITTORIO ROCCHETTI SUBENTRA A DIEGO MAGGIO QUALE SINDACO EFFETTIVO Tenuta della raccolta

Dettagli

Rapporto ABI 2013 sul settore bancario in Italia. Roma, 21 maggio 2013. Giovanni Sabatini

Rapporto ABI 2013 sul settore bancario in Italia. Roma, 21 maggio 2013. Giovanni Sabatini Rapporto ABI 2013 sul settore bancario in Italia Roma, 21 maggio 2013 Giovanni Sabatini Lo scenario di riferimento macro La dinamica del mercato del credito Risultati 2012 Primo trimestre 2013 Prospettive

Dettagli

Viene confermata la focalizzazione della Banca sulla concessione del credito e sulla gestione delle

Viene confermata la focalizzazione della Banca sulla concessione del credito e sulla gestione delle COMUNICATO STAMPA Il Consiglio d Amministrazione di Banca del Mezzogiorno MedioCredito Centrale approva il nuovo Piano Industriale Triennale 2015 2017 e la Relazione Semestrale al 30 giugno 2015 Roma,

Dettagli

Consiglio di Gestione di Mediobanca

Consiglio di Gestione di Mediobanca Consiglio di Gestione di Mediobanca Milano, 7 marzo 2008 Approvata la relazione semestrale al 31 dicembre 2007 * * * Redditività in aumento malgrado il deterioramento dei mercati Aperte le filiali di Francoforte

Dettagli

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 Risultati annuali APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 - Confermati i risultati preliminari consolidati già approvati lo scorso 11 febbraio

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PRINCIPALI DATI PATRIMONIALI RACCOLTA

COMUNICATO STAMPA PRINCIPALI DATI PATRIMONIALI RACCOLTA COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.P.A. HA APPROVATO I RISULTATI PRELIMINARI DELL ESERCIZIO 1 AGOSTO 2014 31 DICEMBRE 2014 PRIMO BILANCIO D ESERCIZIO IN

Dettagli

Approvati i risultati al 31 marzo 2015

Approvati i risultati al 31 marzo 2015 COMUNICATO STAMPA Approvati i risultati al 31 marzo 2015 UTILE NETTO: 47,8 milioni ( 36,9 milioni al 31 marzo 2014, +29,4%) Ricavi totali: 137 milioni ( 113 milioni al 31 marzo 2014, +20,9%) Cost/Income

Dettagli

RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RIFORMA DELLE BANCHE POPOLARI: IL CDA APPROVA LE MODIFICHE STATUTARIE OBBLIGATORIE

RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RIFORMA DELLE BANCHE POPOLARI: IL CDA APPROVA LE MODIFICHE STATUTARIE OBBLIGATORIE RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RIFORMA DELLE BANCHE POPOLARI: IL CDA APPROVA LE MODIFICHE STATUTARIE OBBLIGATORIE RISULTATI COMMERCIALI IN ULTERIORE ACCELERAZIONE: I MUTUI A PRIVATI EROGATI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE Tel. +39.040.671180 - Tel. +39.040.671085 press@generali.com INVESTOR RELATIONS Tel. +39.040.671202 - Tel. +39.040.671347 - generali_ir@generali.com www.generali.com RISULTATI

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Data/Ora Ricezione 27 Marzo 2015 18:58:41 MOT - DomesticMOT Societa' : BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Identificativo Informazione Regolamentata : 55362 Nome utilizzatore

Dettagli

Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati:

Dettagli

Risultati trimestrali al 30 settembre 2014 Risultati Comprehensive Assessment

Risultati trimestrali al 30 settembre 2014 Risultati Comprehensive Assessment Risultati trimestrali al 30 settembre 2014 Risultati Comprehensive Assessment Milano, 27 ottobre 2014 Agenda Sezione 1. Risultati trimestrali al 30 settembre 2014 Sezione 2. Risultati Comprehensive Assessment

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2009 DATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO

Dettagli

Consiglio di amministrazione del 28 agosto 2014: approvazione del bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30 giugno 2014.

Consiglio di amministrazione del 28 agosto 2014: approvazione del bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30 giugno 2014. Società cooperativa per azioni - Fondata nel 1871 Sede sociale e direzione generale: I - 23100 Sondrio SO - Piazza Garibaldi 16 Iscritta al Registro delle Imprese di Sondrio al n. 00053810149 Iscritta

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a)

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a) GRUPPO CARIPARMA CRÉDIT AGRICOLE: UTILE NETTO 2014 A 182 MILIONI (+21% A/A) TRAINATO DALLA GESTIONE OPERATIVA (+14% A/A); POSIZIONE PATRIMONIALE SOLIDA E LIVELLI PIÙ CHE ADEGUATI DI LIQUIDITÀ Il ha conseguito

Dettagli

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Milano, 17 settembre 2014 Approvato il progetto di bilancio al 30/06/2014 Utile netto salito a 465m CET1 all 11,1% Ritorno al dividendo: 0,15 per azione Il Piano

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 Combined Ratio a 103,5%, in miglioramento rispetto al 108% di fine 2009 ed al 105% del primo trimestre 2010 Raccolta Danni

Dettagli

Risultati consolidati al 31 marzo 2015. 13 maggio 2015

Risultati consolidati al 31 marzo 2015. 13 maggio 2015 Risultati consolidati al 31 marzo 2015 13 maggio 2015 Disclaimer Questo documento è stato preparato da Banca Carige S.p.A. a scopi esclusivamente informativi e solo per presentare i principali dati finanziari

Dettagli

Risultati consolidati al 31 marzo 2007 (schemi riclassificati confronto con il 31 marzo 2006)

Risultati consolidati al 31 marzo 2007 (schemi riclassificati confronto con il 31 marzo 2006) COMUNICATO STAMPA Risultati consolidati al 31 marzo 2007 (schemi riclassificati confronto con il 31 marzo 2006) UBI BANCA pro-forma (non inclusivi dell effetto dell appostazione della differenza di fusione)

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 EBITDA positivo per 1 milione di Euro (negativo per 2,2 milioni di Euro nello stesso periodo

Dettagli

Gruppo Unipol Presentazione dei risultati consolidati al 30 giugno 2013. Carlo Cimbri - Amministratore Delegato Bologna, 8 agosto 2013

Gruppo Unipol Presentazione dei risultati consolidati al 30 giugno 2013. Carlo Cimbri - Amministratore Delegato Bologna, 8 agosto 2013 Gruppo Unipol Presentazione dei risultati consolidati al 30 giugno 2013 Carlo Cimbri - Amministratore Delegato Bologna, 8 agosto 2013 PREMESSA E stato completato, entro il termine di un anno previsto dall

Dettagli

INFORMAZIONI FINANZIARIE INFRANNUALI AL 30 GIUGNO 2010

INFORMAZIONI FINANZIARIE INFRANNUALI AL 30 GIUGNO 2010 INFORMAZIONI FINANZIARIE INFRANNUALI AL 30 GIUGNO 2010 Società Cooperativa Sede Sociale 47900 Rimini Via XX Settembre, 63 Iscritta al Registro Imprese C.C.I.A.A. di Rimini R.E.A. 287035 Codice Fiscale

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio consolidato al 31 dicembre 2009

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio consolidato al 31 dicembre 2009 SOCIETÀ PER AZIONI Sede legale: Cagliari - Viale Bonaria 33 Sede amministrativa e Direzione generale: Sassari - Viale Umberto 36 Capitale sociale Euro 155.247.762,00 i.v. Cod. fisc. e num. iscriz. al Registro

Dettagli

Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%)

Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%) 10/05/2013 COMUNICATO STAMPA Risultati consolidati al 31 marzo 2013 1 Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%) Vita: solida

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 Approvata la proposta di autorizzazione all acquisto e disposizione di azioni proprie Margine di intermediazione consolidato

Dettagli

ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015

ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO RICAVI IN PROGRESSO, IN PARTICOLARE IN INDIA E MAROCCO SOSTANZIALE STABILITA DEI VOLUMI DI VENDITA DI CEMENTO: LA DEBOLEZZA

Dettagli

Dati significativi di gestione

Dati significativi di gestione Relazione economica Posso dire che ritengo oggi ci siano tutte le condizioni per riportare la Banca al ruolo che le compete anche grazie all impegno dei colleghi, che ho potuto apprezzare in questo periodo,

Dettagli

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2012

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2012 RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2012 Presentazione alla comunità finanziaria Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 10 Maggio 2012 Risultato consolidato Area assicurativa AGENDA Area assicurativa

Dettagli

UTILE NETTO A 132,4 MILIONI (+26%) ACCELERA LA RACCOLTA NETTA OLTRE GLI OBIETTIVI L INTEGRAZIONE DEL RAMO D AZIENDA DI CREDIT SUISSE

UTILE NETTO A 132,4 MILIONI (+26%) ACCELERA LA RACCOLTA NETTA OLTRE GLI OBIETTIVI L INTEGRAZIONE DEL RAMO D AZIENDA DI CREDIT SUISSE Risultati nove mesi UTILE NETTO A 132,4 MILIONI (+26%) - Utile del 3 trimestre a 43,9 milioni (+31%) - Commissioni di gestione a 262 milioni (+21%) - Cost/Income in calo al 35,4% ACCELERA LA RACCOLTA NETTA

Dettagli

Risultati 2013 Banca Profilo e Controllate. 27 Marzo 2014

Risultati 2013 Banca Profilo e Controllate. 27 Marzo 2014 Risultati 2013 Banca Profilo e Controllate 27 Marzo 2014 Agenda Sintesi 2013 Commento ai risultati esercizio 2013 Analisi per segmento di business Conclusioni Allegati 2 Punti Base performance % Scenario

Dettagli

IGD SIIQ SPA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015.

IGD SIIQ SPA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015. COMUNICATO STAMPA IGD SIIQ SPA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015. Principali risultati dei primi novi mesi del 2015: Utile Netto del Gruppo:

Dettagli

Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011

Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011 Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011 COMUNICATO STAMPA Nel 1H11: Ricavi consolidati: 174,0 milioni di euro (+1,4% sul 1H10) Utile ante imposte: 48,6 milioni di euro (+2,7% sul 1H10) Utile netto

Dettagli

G L O S S A R I O. Analitico - Indicatori Gestionali Individuali SISTEMA A 5 INDICATORI. segnalazione trimestrale

G L O S S A R I O. Analitico - Indicatori Gestionali Individuali SISTEMA A 5 INDICATORI. segnalazione trimestrale G L O S S A R I O Analitico - Indicatori Gestionali Individuali SISTEMA A 5 INDICATORI segnalazione trimestrale Alineato alla circolare 272/08-5 aggiornamento luglio 2013 PROFILO GESTIONALE: RISCHIOSITA'

Dettagli

Informativa al pubblico

Informativa al pubblico Informativa al pubblico Terzo pilastro di Basilea 2 al 31 dicembre 2009 Le disposizioni emanate dalla Banca d Italia in applicazione della normativa europea in materia di Convergenza internazionale della

Dettagli

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Veneto Banca rafforza il patrimonio promuovendo un operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la conversione del prestito obbligazionario convertibile

Dettagli

Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano. Gregorio De Felice Chief Economist

Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano. Gregorio De Felice Chief Economist Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano Gregorio De Felice Chief Economist 1 Credito alle imprese in forte crescita negli ultimi 1 anni La recente flessione del credito segue un periodo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008. NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A.

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008. NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A. COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2008 NASCE UGF ASSICURAZIONI S.p.A. RACCOLTA DANNI AGGREGATA IN CRESCITA A 2.182 MILIONI DI EURO (+3,4%) COMBINED RATIO DANNI STABILE A

Dettagli

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2013 Il Piano Industriale 2014-2017. Milano, 25.03.2014

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2013 Il Piano Industriale 2014-2017. Milano, 25.03.2014 Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2013 Il Piano Industriale 2014-2017 Milano, 25.03.2014 Agenda I Profilo del Gruppo II Dinamica delle attività III Risultati di esercizio al 31.12.2013

Dettagli

Utile netto della capogruppo Anima Holding: 72,4 milioni di euro (+38% sul 2013)

Utile netto della capogruppo Anima Holding: 72,4 milioni di euro (+38% sul 2013) COMUNICATO STAMPA ANIMA Holding: risultati esercizio 2014 Ricavi totali consolidati: 226,9 milioni (+3% sul 2013) Utile netto consolidato: 84,9 milioni (-29% sul 2013 che includeva proventi straordinari)

Dettagli

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 2012

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 2012 COMUNICATO STAMPA GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 2012 UTILE NETTO: Euro 351,0 milioni, +422% MASSE AMMINISTRATE: Euro 51,6 miliardi, +12% RACCOLTA NETTA BANCA MEDIOLANUM: Euro 2.258 milioni ACQUISIZIONE DI

Dettagli

Informativa al pubblico

Informativa al pubblico ZENITH SERVICE S.P.A. Informativa al pubblico In ottemperanza alle norme relative alla vigilanza prudenziale sugli intermediari inscritti nell Elenco speciale ex art. 107 TUB (Circolare della Banca d Italia

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2013. Performance in netto miglioramento nel 3Q2013

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2013. Performance in netto miglioramento nel 3Q2013 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2013. Performance in netto miglioramento nel 3Q2013 Cagliari, 14 novembre 2013 Il Consiglio di Amministrazione di ha approvato

Dettagli

GRUPPO BIPIEMME: RISULTATI 1 SEMESTRE 2013 INVESTOR RELATIONS

GRUPPO BIPIEMME: RISULTATI 1 SEMESTRE 2013 INVESTOR RELATIONS GRUPPO BIPIEMME: INVESTOR RELATIONS 28 agosto 2013 INDICE 1 Executive summary 2 Highlights 3 Risultati 1S 2013 4 Allegati IL PRESENTE DOCUMENTO NON È DESTINATO ALLA PUBBLICAZIONE, DISTRIBUZIONE O CIRCOLAZIONE,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 30 Luglio 2015

COMUNICATO STAMPA 30 Luglio 2015 COMUNICATO STAMPA 30 Luglio 2015 Il Consiglio di Amministrazione di A2A S.p.A. ha esaminato e approvato la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015 Margine Operativo Lordo, a 562 milioni di euro,

Dettagli

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo In corso la trasformazione del Gruppo verso la privatizzazione

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo In corso la trasformazione del Gruppo verso la privatizzazione Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo In corso la trasformazione del Gruppo verso la privatizzazione Il Gruppo conferma positivi risultati nella raccolta del risparmio

Dettagli

Relazione sulla gestione dell impresa RISULTATI

Relazione sulla gestione dell impresa RISULTATI RISULTATI Gli schemi di conto economico e stato patrimoniale del Banco Popolare vengono di seguito rappresentati in forma riclassificata secondo criteri gestionali per fornire una lettura più immediata

Dettagli

Le banche e le assicurazioni

Le banche e le assicurazioni IV 1 La redditività delle banche quotate Nei primi nove mesi del 213 la redditività delle principali banche quotate, misurata rispetto agli attivi ponderati per il rischio (RWA), è stata connotata da andamenti

Dettagli

Base di Preparazione. Analisi dei Ricavi Semestrali

Base di Preparazione. Analisi dei Ricavi Semestrali COMUNICATO STAMPA CERVED INFORMATION SOLUTIONS: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO FIRMATO CONTRATTO DI FINANZIAMENTO FORWARD START DI EURO 660 MILIONI PER RIFINANZIARE A

Dettagli

- Principali dati economico-finanziari contabili consolidati espressi in migliaia di Euro:

- Principali dati economico-finanziari contabili consolidati espressi in migliaia di Euro: MITTEL S.P.A. Sede in Milano - Piazza A. Diaz 7 Capitale sociale 66.000.000 i.v. Codice Fiscale - Registro Imprese di Milano - P. IVA 00742640154 R.E.A. di Milano n. 52219 Iscritta all U.I.C. al n. 10576

Dettagli

UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014. Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1

UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014. Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1 Bologna, 11 febbraio 2015 UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014 Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1 Raccolta assicurativa diretta a 16.008

Dettagli

Andamento della gestione del Gruppo al 30 giugno 2015

Andamento della gestione del Gruppo al 30 giugno 2015 COMUNICATO STAMPA PRELIOS: APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 GIUGNO 2015 I RISULTATI SCONTANO LA TEMPORANEA FLESSIONE DELLE MASSE GESTITE IN ITALIA RIDOTTE A UN TERZO LA PERDITE RISPETTO ALLO STESSO PERIODO

Dettagli

G L O S S A R I O. Analitico - Indicatori Gestionali Individuali SISTEMA A 5 INDICATORI. segnalazione trimestrale

G L O S S A R I O. Analitico - Indicatori Gestionali Individuali SISTEMA A 5 INDICATORI. segnalazione trimestrale G L O S S A R I O Analitico - Indicatori Gestionali Individuali SISTEMA A 5 INDICATORI segnalazione trimestrale Alineato alle circolari n. 272/08 (5 aggiornamento luglio 2013) e n. 286/2013 (1 aggiornamento

Dettagli

Assemblea degli azionisti di Unipol Gruppo Finanziario

Assemblea degli azionisti di Unipol Gruppo Finanziario Assemblea degli azionisti di Unipol Gruppo Finanziario Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 18 giugno 2015 Semplificazione, Solidità, Sostenibilità Il 2014 in sintesi 1 Semplificazione della struttura

Dettagli

In merito ai punti all ordine del giorno della parte Ordinaria, l Assemblea ha deliberato:

In merito ai punti all ordine del giorno della parte Ordinaria, l Assemblea ha deliberato: ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA VENETO BANCA I Soci hanno approvato il bilancio al 31 dicembre 2014 e nominato quattro Consiglieri di Amministrazione. Si è svolta oggi a Villa Spineda, a Venegazzù

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Mittel S.p.A. ha approvato il Resoconto intermedio sulla gestione 1 ottobre 30 giugno 2015

Il Consiglio di Amministrazione di Mittel S.p.A. ha approvato il Resoconto intermedio sulla gestione 1 ottobre 30 giugno 2015 MITTEL S.p.A. Sede in Milano - Piazza A. Diaz n. 7 Capitale Sociale 87.907.017 i.v. Iscritta al Registro Imprese di Milano al n. 00742640154 www.mittel.it *** *** *** *** *** *** *** *** *** COMUNICATO

Dettagli

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%)

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE

SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE Società per Azioni avente unico socio Sede Legale e Direzione Generale: Bergamo, Piazza Vittorio Veneto 8 Iscritta all'albo delle Banche al n. 5561-ABI n. 5428.8 Appartenente al Gruppo bancario Unione

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2013 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2013 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2013 (principali evidenze) PRINCIPALI GRANDEZZE BANCARIE: CONFRONTO 2013 VS 2007 2007 2013 Prestiti all'economia (mld di euro) 1.673 1.851 Raccolta da clientela (mld di euro)

Dettagli

Rimborso anticipato prestito subordinato convertibile

Rimborso anticipato prestito subordinato convertibile COMUNICATO STAMPA Risultati al terzo trimestre 21 1 - Utile netto: 16,7 milioni di euro (+85,6%) - Patrimonio netto di Gruppo: 365,1 milioni di euro (+3,4% rispetto al 31/12/29) - Raccolta complessiva

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Luglio 2013 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Luglio 2013 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Luglio 2013 (principali evidenze) 1. A giugno 2013 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.893 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è sempre

Dettagli

BANCA CARIGE SpA - Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15

BANCA CARIGE SpA - Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 BANCA CARIGE SpA - Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 340 SCHEDA DI SINTESI E INDICATORI DI GESTIONE Situazione al Variazione % 31/12/11 30/09/11 31/12/10

Dettagli

Aggiornamento sul Gruppo: Febbraio 2013

Aggiornamento sul Gruppo: Febbraio 2013 Aggiornamento sul Gruppo: Febbraio 2013 1 Appendice B: Gruppo Banco Popolare Banco Popolare: la struttura del Gruppo al 30/09/2012 Holding e Divisioni Territoriali integrate Controllate bancarie nazionali**

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2015

Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2015 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2015 Risultati progressivi in forte miglioramento (EBITDA +23%). Indebitamento finanziario

Dettagli

Profilo del Gruppo Mediobanca 30 giugno 2013

Profilo del Gruppo Mediobanca 30 giugno 2013 Mediobanca 30 giugno 2013 Storia e missione 1946 Fondazione Anni 1950-70 Sviluppo Anni 1970-80 Ristrutturazione dell industria italiana Fondata nel 1946 da Comit, Credit e Banco di Roma, le tre banche

Dettagli

Gruppo Bipiemme: Risultati 1 trimestre 2014

Gruppo Bipiemme: Risultati 1 trimestre 2014 Gruppo Bipiemme: Risultati 1 trimestre 2014 Disclaimer Questo documento è stato preparato da Banca Popolare di Milano S.c.a r.l. (la Società o BPM e, insieme alle società controllate, il Gruppo ) a scopi

Dettagli

PIANO INDUSTRIALE 2011-2013/2015

PIANO INDUSTRIALE 2011-2013/2015 COMUNICATO STAMPA PIANO INDUSTRIALE 2011-2013/2015 Qualità coniugata a redditività alla base del nuovo Piano Industriale di UBI UBI si pone come obiettivo un utile netto (escluso l effetto della PPA) pari

Dettagli

ROAD SHOW 2008 Company Results

ROAD SHOW 2008 Company Results ROAD SHOW 2008 Company Results Milano, 24 marzo 2009 1 Relatori Luca Bronchi Direttore Generale Ugo Borgheresi Investor Relator 2 Agenda Company Highlights 31 Dicembre 2008 Linee Guida Piano Industriale

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO IL BILANCIO CONSOLIDATO E IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE AL 31 DICEMBRE 2007 DATI DI BILANCIO

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2014 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2014 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2014 (principali evidenze) 1. A febbraio 2014 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.855 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

SEZIONE A INTRODUZIONE E AVVERTENZE

SEZIONE A INTRODUZIONE E AVVERTENZE NOTA DI SINTESI SEZIONE A INTRODUZIONE E AVVERTENZE Elemento Imformazioni Obbligatorie A.1 Introduzione: La Nota di Sintesi è costituita da una serie di informazioni denominate gli Elementi. Tali elementi

Dettagli

Assemblea 29.4.15 BANCAMEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

Assemblea 29.4.15 BANCAMEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Assemblea 29.4.15 BANCAMEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Dopo un 2013 difficile chiuso con una forte perdita che aveva significativamente inciso la solidità patrimoniale della Banca, pur in un contesto

Dettagli

Informativa Pubblica

Informativa Pubblica Informativa Pubblica (Terzo Pilastro) 31 Dicembre 2014 Sigla Srl Indice del documento PREMESSA... 3 TAVOLA 1: ADEGUATEZZA PATRIMONIALE... 4 Informativa Qualitativa... 4 Informativa Quantitativa... 6 TAVOLA

Dettagli

Gestione patrimoniale e finanziaria

Gestione patrimoniale e finanziaria Gestione patrimoniale e finanziaria Investimenti e disponibilità Operatività svolta nel corso del 2013 Durante il 2013 le politiche di investimento adottate dall area finanza hanno perseguito, in un ottica

Dettagli

Il CDA propone ai soci di distribuire il 50% dell utile di esercizio

Il CDA propone ai soci di distribuire il 50% dell utile di esercizio CONAFI PRESTITò: Risultati 2007 Il CDA propone ai soci di distribuire il 50% dell utile di esercizio DATI ECONOMICI CONSOLIDATI 2007 2006 Variazione % (Euro ml) Margine di Intermediazione 22,6 14,4 +56,8%

Dettagli

L analisi del bilancio della banca

L analisi del bilancio della banca L analisi del bilancio della banca Agenda 2 L analisi del bilancio bancario: alcune considerazioni preliminari L analisi del bilancio bancario L analisi dei bilanci consolidati 2009-2011 del gruppo Unicredit

Dettagli

risultato operativo (EBIT) positivo e pari ad euro 58 migliaia; risultato netto di competenza del Gruppo negativo e pari ad euro 448 migliaia.

risultato operativo (EBIT) positivo e pari ad euro 58 migliaia; risultato netto di competenza del Gruppo negativo e pari ad euro 448 migliaia. Il Gruppo Fullsix consolida la crescita e la marginalità industriale. Il Consiglio di Amministrazione di FullSix S.p.A. ha approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2015. Nel dettaglio,

Dettagli

UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015. Utile netto consolidato a 455 milioni di euro (+27,4% rispetto al primo semestre 2014)

UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015. Utile netto consolidato a 455 milioni di euro (+27,4% rispetto al primo semestre 2014) Bologna, 7 agosto 2015 UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 Utile netto consolidato a 455 milioni di euro (+27,4% rispetto al primo semestre 2014) Raccolta diretta assicurativa a 7.284

Dettagli

Gruppo Bancario Cassa di Risparmio di San Miniato Relazione sulla gestione relativa al bilancio consolidato

Gruppo Bancario Cassa di Risparmio di San Miniato Relazione sulla gestione relativa al bilancio consolidato Gruppo Bancario Cassa di Risparmio di San Miniato Relazione sulla gestione relativa al bilancio consolidato 238 Premessa Il Gruppo Bancario Cassa di Risparmio di San Miniato, con riferimento alle società

Dettagli