AGENTI SPEDIZIONIERI (o Pianificatori di trasporti multimodali) OPERATORI DI MAGAZZINO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AGENTI SPEDIZIONIERI (o Pianificatori di trasporti multimodali) OPERATORI DI MAGAZZINO"

Transcript

1 Manuale per la formazione di: AGENTI SPEDIZIONIERI (o Pianificatori di trasporti multimodali) & OPERATORI DI MAGAZZINO Redatto come parte del progetto CENTRAL Qualifiche Professionali nell ambito dei Trasporti e della Logistica in Europa (CENTRAL) n FR1 LEO Questo progetto è stato finanziato dalla Commissione Europea. L autore è il solo responsabile di questa pubblicazione. La Commissione non può ritenersi responsabile dell eventuale uso che verrà fatto delle informazioni in essa contenute.

2 1. INTRODUZIONE Europa 2020 Strategie per l Educazione e la Formazione Professionale (VET) Il sistema ECVET : definizione, obiettivi, strumenti e metodologia Il Sistema VET nel settore della logistica e dei trasporti Il progetto CENTRAL: un approccio step by step IL PROFILO PROFESSIONALE Il profilo secondo la Classificazione delle professioni Descrizione della professione Quadro di riferimento della qualifica Risultati dell apprendimento METODO DI FORMAZIONE Attività Criteri per la selezione degli insegnanti e dei formatori Lingua inglese Pratica Requisiti di partenza dei tirocinanti Numero di partecipanti Durata Centri di formazione CONTENUTI DELLE UNITA FORMATIVE Unità formativa n Valutare la fattibilità del trasporto e delle operazioni logistiche Unità formativa Unità formativa Unità formativa Implementare e coordinare il trasporto e le operazioni logistiche Unità formativa Unità formativa Monitoring transport and logistics operations Unità formativa Unità formativa Valutare e incrementare l efficienza e la gamma di servizi offerti dall azienda Unità formativa MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DEL SISTEMA E DELLE METODOLOGIE CERTIFICAZIONE CENTRAL Project n FR1 LEO

3 PARTE SECONDA: OPERATORE DI MAGAZZINO IL PROFILO PROFESSIONALE Il profilo secondo la Classificazione delle professioni Descrizione della professione Quadro di riferimento della qualifica Risultati di apprendimento METODO DI FORMAZIONE Attività Criteri per la selezione degli insegnanti e dei formatori Lingua inglese Pratica Numero di partecipanti Durata Centri di formazione CONTENUTI DELLE UNITA FORMATIVE Unità formativa Conoscenze e abilità generali, competenze individuali e di gruppo, attitudine e requisiti Manutenzione, controllo e sicurezza Unità formativa Ricevere e trasferire merci Spostare e reimballare Shipping orders Unità formativa Immagazzinare e rintracciare merci Unità formativa Prelevare e imballare ordini MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DEL SISTEMA E DELLE METODOLOGIE CERTIFICAZIONE CENTRAL Project n FR1 LEO

4 1. INTRODUZIONE Il capitolo introduce i concetti principali che riguardano l istruzione e la formazione professionale (IFP o VET, vocational and educational training) in Europa. Saranno presi in considerazione i seguenti argomenti: la strategia europea per l istruzione e formazione professionale (IFP), una panoramica generale dell occupazione e dei profili professionali del settore trasporti e logistica, settore che costituisce il focus di questo studio; un riassunto degli obiettivi e delle attività del progetto CENTRAL, e un introduzione al sistema ECVET, a cui il progetto CENTRAL rivolge grande attenzione Europa 2020 Strategie per l Istruzione e la Formazione Professionale (IFP) Un ottima formazione delle risorse umane è un requisito di cruciale importanza per il successo dell Europa. La Strategia Europea per il 2020 attribuisce grande importanza all istruzione e alla formazione per promuovere una crescita rapida, sostenibile e diffusa. Questo Comunicato risponde alla richiesta della Strategia Europea per il 2020 di accrescere l interesse verso la formazione professionale (VET) [ ]. La formazione deve svolgere un duplice ruolo: essere strumento per aiutare a soddisfare le competenze richieste, nell immediato e in prospettiva futura; e, allo stesso tempo, ridurre l impatto sociale della crisi e facilitare la ripresa. Questa doppia sfida richiede riforme urgenti. In particolare, lo sviluppo di maggiori competenze in Europa diventa ancor più urgente se si considera la rapidissima crescita a livello globale delle abilità professionali e dello sviluppo dei sistemi di Istruzione e Formazione (E&T, Education and Training) nelle economie emergenti, come Cina, Brasile e India. Le competenze professionali richieste dal mercato per i prossimi anni, fino al 2020, mostrano una domanda in continua crescita per qualifiche di medio e alto livello. La continua evoluzione di prodotti e processi basati sull ICT, unita allo svilupparsi dell esigenza di un economia a basso consumo di combustibili e all invecchiamento della popolazione, porterà a un cambiamento dei mestieri e delle strutture sociali: l istruzione e la formazione, inclusa la formazione professionale, dovranno adeguarsi di conseguenza. [ ] Inoltre, il tradizionale ciclo formazione lavoro pensionamento subirà inevitabilmente delle modifiche, come conseguenza dei cambiamenti di carriera e occupazione che interverranno nella CENTRAL Project n FR1 LEO

5 vita delle persone di mezza età, ragione per cui gli adulti dovranno essere capaci di aggiornare le proprie nozioni e competenze attraverso un processo ininterrotto di formazione (CVET). COMMISSIONE EUROPEA Brussels, COM(2010) 296 final 1.2. Il sistema ECVET : definizione, obiettivi, strumenti e metodologia Il Sistema Europeo dei Crediti per l Istruzione e Formazione Professionale (ECVET, European Credit System for Vocational Education and Training) è un quadro di riferimento per il trasferimento, il riconoscimento e, in alcuni casi, l accumulo di Risultati dell Apprendimento (Learning Outcomes) al fine del conseguimento di una Qualifica Professionale. Il Sistema ECVET si pone l obiettivo di fornire alle persone una maggiore consapevolezza delle proprie esperienze formative, incentivando la mobilità dei lavoratori tra i diversi Paesi e all interno di contesti di apprendimento differenti. Il sistema punta a raggiungere una sempre maggiore compatibilità tra diversi sistemi di Istruzione e Formazione professionale (IFP), tra le rispettive qualifiche e tra i diversi programmi di formazione esistenti in Europa. La Commissione Europea sta elaborando una guida per l applicazione del Sistema, e allo stesso tempo, sta procedendo alla creazione di un gruppo di utenti e di una rete ECVET a livello europeo. Ciascuno degli stati membri dell Unione Europea dovrà garantire che le Qualifiche Professionali e i documenti Europass rilasciati dalle autorità nazionali o regionali contengano informazioni chiare relative all uso di ECVET. Diversi progetti, finanziati dal programma comunitario Leonardo Da Vinci per la formazione professionale, e incentrati sullo sviluppo e la promozione di ECVET sono in fase di messa a punto per vari settori economici. CENTRAL è uno di questi progetti. ECVET è un meccanismo per il riconoscimento della formazione e la mobilità dei lavoratori tra i Paesi membri: riconoscimento dei Risultati dell Apprendimento stimolare gli scambi e la fiducia reciproca tra Paesi (favorendo la mobilità dei cittadini europei) riconoscimento dei risultati di apprendimento senza prolungare il percorso di formazione degli allievi (facilitare l Apprendimento Permanente) Gli strumenti e la metodologia ECVET comprendono: CENTRAL Project n FR1 LEO

6 la descrizione delle qualifiche, in termini di risultati dell apprendimento e relativi crediti un processo di accumulo e trasferimento di documentazioni complementari, come attestati di formazione, e guide per gli utenti ECVET 1.3. Il Sistema di IFP nel settore della logistica e dei trasporti Nella comunità europea, le società di trasporti e logistica, perlopiù imprese di piccole e medie dimensioni, occupano oltre il 4% della popolazione attiva. La maggior parte dei Paesi europei considerano la logistica e i trasporti uno di quei settori ancora in via di definizione. Si tratta infatti di un ambito globale e polifunzionale che può generare difficoltà nell identificazione, nella caratterizzazione e nella quantificazione delle mansioni a esso correlate. Il settore dei Trasporti e della Logistica oggi come oggi conferisce un importanza sempre maggiore alle politiche di impiego e di formazione. Le dinamiche nazionali tendono a uniformarsi al livello europeo: attraverso una formazione e certificazione standardizzata, attraverso la collaborazione e il coordinamento dei soggetti coinvolti e, infine, tramite un approccio e strumenti comuni ai diversi settori e ai diversi Paesi. Le negoziazioni relative alla formazione professionale intercorse tra le parti sociali hanno evidenziato l esistenza di un rischio collegato all effettiva e adeguata formazione delle risorse. A questo proposito, nel maggio 2004 in Francia, sono sorte questioni e tensioni all interno del mercato in seguito all approvazione della nuova normativa. E essenziale che l Europa sia in grado di: prevedere l impatto del cambiamento nel sistema globale dell occupazione, definire, riconoscere e saper trasferire le competenze richieste dal sistema lavoro per fare fronte alle nuove sfide del mercato globale. Ancora oggi alcune professioni del settore logistica e trasporti sono sottovalutate o non ben definite e, di conseguenza, il mercato fatica a reclutare personale competente in possesso di una formazione adeguata per il livello richiesto, e di tutte le competenze necessarie all interno di un economia globale in continuo cambiamento. La certificazione della formazione o delle qualifiche conseguite è differente tra i Paesi, e dipende dal metodo con cui si riconoscono le conoscenze e dalle abilità richieste per ricoprire in modo competente un determinato ruolo professionale nei diversi stati membri. Questo ha come risultato il fatto che una serie di abilità che i dipendenti possiedono non verranno correttamente CENTRAL Project n FR1 LEO

7 riconosciute dai formatori e dai datori di lavoro ma, e al contrario, alcune lacune nelle competenze richieste al lavoratore non verranno riconosciute. Secondo l EUROFOUND, la mancanza di personale qualificato sta diventando un problema serio in Europa, è quindi necessario adottare misure che riducano le discrepanze tra i contenuti formativi e tra livelli di formazione degli stati membri. I sondaggi condotti dall AFT IFTIM all interno delle aziende (2010, 2011) rivelano una richiesta di formazione e qualifiche professionali adeguate Il progetto CENTRAL: un approccio step by step Il progetto CENTRAL, co finanziato dal Comunità Europea tramite il programma di Apprendimento Permanente (Lifelong Learning Programme Leonardo Da Vinci), affronta il tema della formazione e delle qualifiche professionali a livello Europeo. L obiettivo del progetto, con riferimento al settore del trasporto e della logistica, è sviluppare figure professionali specifiche e programmi formativi di elevata qualità, al fine di soddisfare le esigenze delle imprese europee del settore. La metodologia utilizzata per la realizzazione del progetto si basa su un approccio step by step, che a partire da un classificazione delle professioni, definisce profili professionali che siano di interesse per le imprese sulla base delle esigenze formative attuali, e propone un offerta formativa nuova, specifica e orientata alla professione, per mestieri selezionati nel universo del settore logistica e trasporti. Fig.2 Progetto CENTRAL: un approccio step by step CENTRAL Project n FR1 LEO

8 La prima fase dello studio ha previsto l analisi dei sistemi di classificazione dei profili professionali in ogni nazione aderente al progetto, con focus, chiaramente, sui mestieri del trasporto e della logistica. Sono stati quindi raccolti i principali dati statistici relativi all occupazione nei diversi paesi, ma in particolare si sono ottenute informazioni relative alla descrizione e classificazione di tutti i profili professionali riconosciuti a livello nazionale. I risultati della ricerca sono una classificazione di tutte le professioni del settore sulla base di 4 categorie principali (logistica, trasporto, supporto amministrativo e spedizioni) e una valutazione sulle priorità e sul contesto di sviluppo della formazione professionale da una prospettiva europea. I profili professionali, catalogati secondo le 4 funzioni principali, sono stati successivamente divisi in ulteriori gruppi, rappresentativi del tipo di attività e dei mansioni. In conclusione al primo step di analisi sono quindi stati selezionati due qualifiche da sviluppare nel dettaglio: l agente spedizioniere e l operatore di magazzino. Le ragioni della scelta sono diverse: l interesse per le qualifiche da parte di ciascun paese partecipante, la presenza di tali qualifiche in ogni sistema nazionale, una versione più o meno comune delle funzioni e delle competenze richieste per i mestieri individuati, la necessità comune a tutti i paesi di un personale altamente qualificato per l esecuzione di entrambe le professioni. Una volta individuati i mestieri su cui focalizzarsi si è proceduto, in sessione plenaria del gruppo di lavoro, alla caratterizzazione di questi profili secondo i risultati dell apprendimento (Learning Outcomes). Si è definito quindi lo schema della qualifica professionale secondo il metodo ECVET, per cui la qualifica è identificata da una serie di risultati dell apprendimento, a loro volta espressi in termini di conoscenza, abilità e competenza. Fig.3 Classificazione dei mestieri: le principali funzioni CENTRAL Project n FR1 LEO

9 Ad ogni risultato dell apprendimento è stato abbinato un grado di importanza, un peso rispetto alla totalità, che indica quanto incida quella determinata serie di conoscenze abilità e competenza nello svolgimento del mestiere a cui si fa riferimento. Il grado di importanza è utile anche per definire i punti ECVET da assegnare ad ogni LO. Il meccanismo dei punti ECVET mira ad agevolare la mobilità e il riconoscimento delle competenze acquisite in diverse aziende e paesi europei. I punti ECVET sono proporzionali, all interno di uno schema di qualifica, alle ore di formazione necessarie per acquisire un risultato dell apprendimento, in sostanza indicano quale peso abbiano le unità formative relative a quel risultato sul complesso del corso di formazione. L ultima fase, successiva alla definizione dello schema di qualifica, ha previsto la progettazione di un corso di formazione per ciascuno dei due profili. Sulla base dei LO sono stati individuati diversi moduli formativi, con indicazione di: numero di ore totali, di classe e pratiche, descrizione e area argomenti. La progettazione del corso di formazione non si è però chiaramente limitata ai moduli formativi, ma ha preso in considerazione anche aspetti quali: l insegnamento della lingua inglese, le caratteristiche di formatori, studenti e centri di formazione, le modalità per lo svolgimento delle attività pratiche. Tutte questi aspetti sono stati valutati e validati da tutto il gruppo di lavoro e dal consiglio scientifico del progetto, e inoltre tutti i prodotti sono stati definiti in accordo ai principi del sistema ECVET, hanno quindi una forte connotazione europea. I moduli formativi europei per l agente spedizioniere e l operatore di magazzino si pongono come pilastri del sistema CENTRAL, da cui discendono le versioni nazionali dei moduli formativi che tengono in considerazione aspetti specifici legati ad ogni singola nazione, come regole applicative o argomenti di interesse specifico. Le versioni nazionali dei corsi di formazione mirano quindi a mantenere le caratteristiche e la valenza europea integrandosi con i diversi sistemi nazionali, per questo sono stati tradotti in ogni corrispondente lingua. I moduli formativi nazionali hanno già attraversato una fase di test applicativi, con la valutazione da parte di diversi centri di formazione e la validazione del consiglio scientifico di CENTRAL. Il presente manuale formativo è stato prodotto e tradotto nelle lingue dei paesi partecipanti al progetto e funge da linea guida per l applicazione dei programmi nazionali. CENTRAL Project n FR1 LEO

10 Il prossimo passo è quello di applicare i corsi di formazione così sviluppati nei rispettivi paesi partner introducendo e sviluppando il sistema ECVET, al fine di facilitare la mobilità dei lavoratori in Europa. Il significato stesso di Unione Europea porta ad agire in questa direzione, porta ad integrare sistemi nazionali differenti, in ogni campo, economia, ambiente, formazione, infrastrutture, al fine di creare un unico network europeo in cui le diverse nazioni, pur mantenendo proprie caratteristiche sviluppano un disegno, un idea di fondo unica. CENTRAL Project n FR1 LEO

11 PRIMA PARTE: AGENTE SPEDIZIONIERE 2. IL PROFILO PROFESSIONALE Il capitolo descrive il profilo professionale per il ruolo di Agente Spedizioniere o Pianificatore di Trasporti Multimodali. Nelle prossime sezioni troverete informazioni riguardo alla classificazione delle professioni e alla descrizione di ciascuna di esse, oltre che i dettagli del programma di formazione (quadro di riferimento della qualifica). QUALIFICA: Agente spedizioniere (o pianificatore di trasporti multimodali) 2.1. Il profilo secondo la Classificazione delle professioni Funzione: Spedizione Gruppo 11: Spedizione merci Descrizione gruppo: "La spedizione [ ] è un servizio di qualsiasi tipo collegato all attività di trasporto (in modalità unica o in multimodalità, attraverso più mezzi di trasporto): il consolidamento, l immagazzinamento, la gestione, l imballaggio, la distribuzione delle merci così come dei servizi collaterali e consultivi, che comprendono ma non si limitano a l ambito fiscale e doganale, dichiarando le merci per scopi particolari, assicurandole, riscuotendo il pagamento e raccogliendo la documentazione a essa relativa. I servizi di spedizione includono anche servizi di logistica supportati da moderne tecnologie di informazione e comunicazione relativamente al trasporto, alla gestione e allo stoccaggio delle merci, e di fatto a tutta la gestione della catena di distribuzione (Supply Chain management). Questi servizi possono essere personalizzati per soddisfare in modo flessibile le richieste inerenti ai servizi erogati. (Descrizione officiale dei servizi di spedizione, adottata by CLECAT & FIATA) 2.2. Descrizione della professione Pianifica, organizza, controlla, monitora e amministra il carico e la spedizione, individuando la migliore soluzione in termini di costo, tempo, e sicurezza, e lo fa in conto proprio o per conto di un azienda (conto terzi). Collabora con le compagnie di trasporto e organizza il consolidamento, lo stoccaggio, la gestione, l imballaggio o la distribuzione delle merci. Fornisce anche servizi di consulenza e altri servizi aggiuntivi. CENTRAL Project n FR1 LEO

12 2.3. Quadro di riferimento della qualifica Risultati dell apprendimento Il riferimento comune per la qualifica e per i moduli di apprendimento è stato determinato valutando il contenuto della qualifica comune per gli agenti spedizionieri di cinque diversi Paesi europei. Questo nucleo è stato a sua volta definito in termini di risultati di apprendimento (LO s Learning Outcomes) che soddisfino i requisiti dell ECVET e dell EQF. Per questa ragione, le qualifiche nazionali o determinate aziende potrebbero richiedere risultati di apprendimento supplementari. Ciascun risultato di apprendimento è definito in termini di conoscenze, abilità e competenze e corrisponde a una o più unità formative. n Unità Unità 0* Unità 1 Unità 2 Unità 3 Unità 4 Risultati dell Apprendimento (LOs) Conoscenze e abilità generali, competenze individuali e di gruppo, attitudine e requisiti Valutare la fattibilità del trasporto e delle operazioni logistiche Implementare e coordinare il trasporto e le operazioni logistiche Monitorare il trasporto e le operazioni logistiche Valutare e incrementare l efficienza e la gamma di servizi offerti dall azienda * L unità 0 comprende i risultati di apprendimento richiesti in tutte le altre unità; le unità dalla 1 alla 4 prevedono attività pratiche. Fig.1 - Standard di qualifica CENTRAL Project n FR1 LEO

13 Ciascun risultato di apprendimento si ottiene partecipando a uno o più moduli che fanno riferimento a un determinato risultato di apprendimento, sottoforma di competenze qualificanti, di conoscenze e di abilità. I moduli formativi sono preparatori al raggiungimento di un risultato di apprendimento e al conseguimento dei relativi crediti ECVET e sono caratterizzati da argomenti e materie direttamente collegate alla definizione del risultato di apprendimento. CENTRAL Project n FR1 LEO

14 3. METODO DI FORMAZIONE Il capitolo n.3 introduce le principali tematiche relative all organizzazione e all applicazione dei corsi di formazione elaborate all interno del progetto CENTRAL Attività Il corso di formazione si compone di una parte teorica e di una pratica, presso un azienda o in un ambiente di lavoro realistico Criteri per la selezione degli insegnanti e dei formatori I requisiti legali verranno definiti e verificati dai centri di formazione sulla base delle normative vigenti in ciascun Paese. Tuttavia, è richiesto che i formatori abbiano maturato un esperienza in campo tecnico o industriale, che può essere così riassunta: se l insegnate/formatore proviene da un contesto aziendale, deve aver maturato almeno cinque anni di esperienza nel settore; se l insegnante/formatore proviene da una scuola, da un istituto, dall università o da un centro di formazione, deve avere alle spalle almeno tre anni di esperienza sia nell insegnamento che nell apprendimento in ambito industriale Lingua inglese L inglese è un requisito per questo programma di formazione, perché tanti dei termini tecnici comunemente utilizzati internazionalmente sono inglesi. Per questa ragione un unità formativa (TU, Training Unit) è dedicata all insegnamento dell inglese Pratica Le attività pratiche si svolgono in un azienda o in ambienti di lavoro realistici e possono svolgersi in una o più fasi (per esempio, un unico tirocinio di 300 ore, oppure due momenti di tirocinio, di 150 ore ciascuno) Requisiti di partenza dei tirocinanti I destinatari sono coloro che hanno ottenuto una qualifica EQF di Livello 5 QCF di Livello 4 o coloro che hanno maturato una formazione o un esperienza in un ruolo corrispondente al Livello 4 EQF o al Livello 3 QCF. CENTRAL Project n FR1 LEO

15 3.6. Numero di partecipanti Il programma di formazione è rivolto a un gruppo idealmente composto da un numero compreso tra 15 e 25 persone. Il numero può variare in base alle normative vigenti nel singolo Paese membro o in base a quanto stabilito dal formatore o dal datore di lavoro Durata Durata complessiva della formazione: 1100 ore Questo dato può variare in base alle normative vigenti nei Paesi membri o in base alle esigenze del datore di lavoro Centri di formazione Centri di formazione autorizzati L approvazione dei centri di formazione è a discrezione dei corpi competenti per il rilascio delle qualifiche nazionali ed europee. Materiali / strumenti: (per le attività in aula) Uno spazio dedicato ICT Strumenti e materiali per l insegnamento Materiali / strumenti: (per le attività pratiche) Accesso a una struttura adeguata, che si tratti di un azienda o un ambiente di lavoro realistico (RWE, Realistic Working Environment) ICT Materiali e strumenti adeguati al modulo formativo e alle normative nazionali vigenti. CENTRAL Project n FR1 LEO

16 4. CONTENUTI DELLE UNITA FORMATIVE Un anno di formazione corrisponde a 60 crediti del sistema ECVET. Quindi, questo programma di formazione assicura 60 crediti. Sulla base del punteggio ECVET sono state definite le ore e le unità formative per ciascun risultato di apprendimento. EP LO N UF Titolo Unità Formativa (UF) Durata Teoria Stage/Pratica 12 0 UF 1 Concetti generali di gestione aziendale e logistica, informatica e inglese 220 h 160 h 60 h UF 1a Concetti principali di economia e impresa 40 h 40 h UF 1b Introduzione a norme e regolamenti del settore trasporti 8 h 8 h UF 1c Inglese 44 h 44 h UF 1e Informatica: Excel e Access 60 h 60 h UF 1f Il CV e I colloqui di lavoro 8 h 8 h UF 2 Il Diritto dei trasporti 130 h 90 h 40 h 15 1 UF 3 Analizzare la domanda di trasporto 80 h 55 h 25 h UF 4 Definire l offerta del servizio di spedizione 40 h 30 h 10 h 15 2 UF 5 Gestione della Supply Chain 115 h 80 h 35 h UF 6 Pianificazioni dei trasporti 125 h 85 h 40 h UF 9 UF 7 Monitoraggio dei servizi di trasporto 98 h 68 h 30 h UF 8 Norme per salute, sicurezza e manutenzione 47 h 32 h 15 h Metodologie per l analisi e la valutazione delle prestazioni del servizio 145 h 100 h 45 h Sub TOTALE 1000 h 700 h 300 h ESAME FINALE 80 h VISITE AZIENDALI TOTALE CORSO 20 h 1100 h LEGENDA EP: punti ECVET LO : Learning Outcome (Risultato dell Apprendimento) UF : Unità Formativa Accanto a ciascuna unità formativa è riportato il risultato di apprendimento (LO) conoscenze, abilità e competenze corrispondente alle singole unità formative. CENTRAL Project n FR1 LEO

17 4.1. Concetti generali di gestione aziendale e logistica, informatica e inglese Schema di qualifica: Risultato dell Apprendimento n.0 - UF 1 Conoscenze Una volta acquisito il risultato dell apprendimento il candidato conosce: I metodi per il calcolo dei costi il mercato logistico: le modalità di trasporto, i servizi e gli attori coinvolti i contratti e gli aspetti principali delle normative connesse INCOTERMS il controllo qualità le merci, gli imballaggi, le tecnologie di stoccaggio, il controllo della logistica lingua inglese la documentazione pertinente la gamma di servizi offerti dall azienda, la sua struttura e il suo processo lavorativo Conosce gli aspetti fondamentali delle seguenti materie: geografia del traffico gestione e logistica della catena di distribuzione commercio internazionale aspetti legali delle transazioni commerciali finanza (operazioni bancarie) Abilità Una volta acquisito il risultato dell apprendimento il candidato sarà in grado di: usare i sistemi tecnologici di informazione e comunicazione, il software standard e il software aziendale collaborare all implementazione di nuove metodologie per il controllo qualità comunicare con i partner commerciali in inglese, lavorare con documenti scritti in inglese considerare il rendimento in termini di costi e tempo nella pianificazione e nell organizzazione del lavoro applicare metodi di ricerca Competenze Una volta acquisito il risultato dell apprendimento il candidato avrà le competenze per: prendere decisioni consapevoli in tempi rapidi organizzare il suo lavoro e quello dei colleghi in modo funzionale ed efficace comunicare efficacemente con i clienti e con gli altri reparti coordinare il lavoro con il resto della squadra e con gli altri reparti agire da imprenditore nella stesura di nuovi piani di lavoro e nelle collaborazioni con l esterno CENTRAL Project n FR1 LEO

18 Unità formativa n.1 Titolo: Nozioni generali di gestione aziendale e logistica, ICT di base e lingua inglese Durata: 220 ore Aula: 160 ore Pratica: 60 ore ID TITOLO DEL MODULO AULA TU1 M1 Concetti principali di economia e impresa 40 h TU1 M2 Introduzione a norme e regolamenti del settore trasporti 8 h TU1 M3 Inglese 44 h TU1 M4 Informatica: Excel e Access 60 h TU1 M5 Il CV e I colloqui di lavoro 8 h TU1 M1 Nozioni di base di gestione aziendale ed economia 40 ORE Questa unità formativa introduce le nozioni economiche e commerciali di base, anche dal punto di vista della logistica. Esamina la relazione tra logistica e gli ambiti commerciali come la gestione della catena di distribuzione, le diverse modalità di trasporto, il routing e la classificazione delle informazioni. Questa sezione introduce concetti di sostenibilità ambientale, presenta le strutture organizzative che si possono trovare all interno delle società di logistica, specificando i ruoli e le responsabilità delle diverse figure professionali presenti al suo interno. 1.1a. Concetti di base di economia Diversi settori economici e commerciali Relazione tra diversi settori commerciali e il settore della logistica Strutture organizzative Sviluppo sostenibile Presentazione del budget, creazione di report; il routing, e programmazione 1.1b. L azienda Reclutamento delle risorse umane Fattori politico, economico, sociale e tecnologico (PEST) Creare e dirigere team di lavoro Finanza Marketing Logistica di ritorno CENTRAL Project n FR1 LEO

19 TU1 M2 Introduzione all ambito legislativo e normativo 8 ORE Questa sezione fornisce un introduzione all ambito legislativo, applicato alle attività civili, commerciali e aziendali. Esamina, inoltre, concetti di materia contrattuale, contratti collettivi e diritti e doveri dei dipendenti e dei datori di lavoro. Diritto civile; Definizione della legislazione e delle normative applicate alle attività commerciali e aziendali; Contratti. TU1 M3 44 ORE Lingua inglese La conoscenza della lingua inglese è indispensabile per questa unità formativa. Nozioni di inglese e i termini tecnici inglesi più ricorrenti verranno presentati in ciascuna unità formativa. Scrivere; Leggere; Parlare; Ascoltare. TU1 M4 60 ORE ICT: Uso dei fogli di calcolo Excel e dei database Access Questa sezione introduce due dei principali strumenti ICT utilizzati nelle spedizioni: i fogli di calcolo Excel e i database Access, usati per raccogliere, analizzare e fornire resoconti di dati utili per la spedizione di merci e materiali. Funzioni e uso dei fogli di calcolo Excel; Funzioni e uso dei database Access. CENTRAL Project n FR1 LEO

20 TU1 M5 Competenze per ricerca di lavoro/occupazione 8 ORE Questa sezione fornisce ai candidati gli strumenti necessari per avere accesso a un posto del lavoro, essere in grado di presentare le conoscenze e le competenze acquisite durante il corso e di sostenere colloqui di lavoro. Attenzione: questa parte potrebbe venire presentata al termine del corso, per aiutare i candidati sul posto di lavoro. Esaminare le opportunità di lavoro; Redigere il Curriculum Vitae (CV); Redigere lettere di assunzione e moduli di assunzione; Prepararsi per sostenere colloqui di lavoro. CENTRAL Project n FR1 LEO

TECNICO DI SPEDIZIONE, TRASPORTI E LOGISTICA

TECNICO DI SPEDIZIONE, TRASPORTI E LOGISTICA TECNICO DI SPEDIZIONE, TRASPORTI E LOGISTICA Corso GRATUITO per giovani e adulti disoccupati, già in possesso di conoscenze e capacità nel settore Rif. PA n 2015-4134/RER Finanziato dalla Regione Emilia

Dettagli

OPERATORE DI MAGAZZINO MERCI

OPERATORE DI MAGAZZINO MERCI OPERATORE DI MAGAZZINO MERCI Corso GRATUITO per giovani e adulti disoccupati, non in possesso di conoscenze e capacità nel settore Rif. PA n 2015-4134/RER Finanziato dalla Regione Emilia Romagna tramite

Dettagli

APPLICAZIONE di ECVET PL n 4. Casi di Studio Europei RISULTATO n 7

APPLICAZIONE di ECVET PL n 4. Casi di Studio Europei RISULTATO n 7 APPLICAZIONE di ECVET PL n 4 Casi di Studio Europei RISULTATO n 7 DEKRA (LUGLIO, 2015) PROMETEO Project - Lifelong Learning Programme Leonardo Da Vinci (ToI) This project has been funded with support from

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

Dettagli

Unita di apprendimento per un impiegato di commercio nei servizi di spedizione e logistica. servizi di spedizione e logistica

Unita di apprendimento per un impiegato di commercio nei servizi di spedizione e logistica. servizi di spedizione e logistica Dieses Projekt wurde mit Unterstützung der Europäischen Kommission finanziert. Die Verantwortung für den Inhalt dieser Veröffentlichung (Mitteilung) trägt allein der Verfasser; die Kommission haftet nicht

Dettagli

MARKETING VENDITE Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche

MARKETING VENDITE Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche MARKETING VENDITE Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche legale: Corso Mazzini 151, Ascoli Piceno operativa: C.da S. Giovanni Scafa, San Benedetto del Tronto (centro

Dettagli

LOGISTIC MANAGER. STRUTTURA DEL PERCORSO: 700 ore di formazione d aula, 300 ore di stage e 3 mesi di Work Experience.

LOGISTIC MANAGER. STRUTTURA DEL PERCORSO: 700 ore di formazione d aula, 300 ore di stage e 3 mesi di Work Experience. LOGISTIC MANAGER. CONTESTO: La figura professionale Logistic Manager trova la sua collocazione in aziende operanti nell ambito del trasporto/logistica, di media/piccola o grande dimensione, in cui v è

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. Liceo Tecnologico. Indirizzo Logistica e Trasporti

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. Liceo Tecnologico. Indirizzo Logistica e Trasporti Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Tecnologico Indicazioni nazionali per i Piani di Studio Personalizzati Obiettivi Specifici di Apprendimento Allegato_C8-LT-08-Logistica

Dettagli

Management delle spedizioni internazionali

Management delle spedizioni internazionali Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo Management delle spedizioni internazionali Corsi

Dettagli

Ut Occat ora et eaquam esed modisit.

Ut Occat ora et eaquam esed modisit. Ut Occat ora et eaquam esed modisit. Go International! The UniCredit Learning Experience L offerta formativa UniCredit al servizio delle Imprese Catalogo 2014 Company Profile 2013 Benvenuto in Go International!

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

Liceo Tecnologico. Indirizzo Logistica e Trasporti. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati

Liceo Tecnologico. Indirizzo Logistica e Trasporti. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Discipline con attività di laboratorio 3 4 5 Sistemi di trasporti 132 132 132 Tecnologie informatiche, dell automazione e della comunicazione 66

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE

TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Gli indirizzi del settore economico fanno riferimento a comparti in costante crescita sul piano occupazionale e interessati a forti innovazioni

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E

Dettagli

Operatore dei sistemi e dei servizi logistici. Standard della Figura nazionale

Operatore dei sistemi e dei servizi logistici. Standard della Figura nazionale Operatore dei sistemi e dei servizi logistici Standard della Figura nazionale 122 Denominazione della figura OPERATORE DEI SISTEMI E DEI SERVIZI LOGISTICI Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT

Dettagli

in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA

in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA INDICE 1) Premessa 2) Obiettivo 3) Il profilo professionale in uscita: lo Store Manager 4) Organizzazione delle attività 5) Programma

Dettagli

Guida metodica per il regolamento degli esami. Esame professionale superiore per parrucchiera e parrucchiere

Guida metodica per il regolamento degli esami. Esame professionale superiore per parrucchiera e parrucchiere Guida metodica per il regolamento degli esami Esame professionale superiore per parrucchiera e parrucchiere Indice 1 Introduzione 3 1.1 Scopo della guida metodica 3 1.2 Ambito di lavoro 3 1.3 Organizzazione

Dettagli

UMIQ. Il metodo UMIQ. Unindustria Bologna. Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende

UMIQ. Il metodo UMIQ. Unindustria Bologna. Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende QUALITA UNINDUSTRIA INNOVAZIONE METODO UMIQ Il metodo UMIQ Unindustria Bologna Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende Obiettivi del corso Fornire

Dettagli

CORSO GRATUITO ADDETTO MAGAZZINO (SCAFFALISTA GDO) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA

CORSO GRATUITO ADDETTO MAGAZZINO (SCAFFALISTA GDO) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA CORSO GRATUITO SEDI E CONTATTI ADDETTO MAGAZZINO ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA Frequenza infrasettimanale Corso gratuito Corpo docente formato da professionisti provenienti

Dettagli

Formazione interaziendale 2014 CATALOGO MANAGEMENT, SVILUPPO E RISORSE UMANE

Formazione interaziendale 2014 CATALOGO MANAGEMENT, SVILUPPO E RISORSE UMANE 2014 Formazione interaziendale 2014 CATALOGO MANAGEMENT, SVILUPPO E RISORSE UMANE Vers. 18 marzo 2014 Pag. 1 2014 INDICE INDICE... 2 INFORMAZIONI GENERALI... 3 Interaziendale... 3 Corso CO1... 4 COMUNICAZIONE

Dettagli

Traduzione non ufficiale

Traduzione non ufficiale Traduzione non ufficiale Proposta di RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO sulla costituzione del Quadro europeo delle Qualifiche per l apprendimento permanente (testo con attinenza all

Dettagli

Formarsi oggi per costruire le imprese di domani

Formarsi oggi per costruire le imprese di domani Formarsi oggi per costruire le imprese di domani Impresario costruttore diplomato Formazione a moduli in preparazione all Esame superiore di Impresario costruttore diplomato Centro di formazione professione

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 TRASPORTI Processo Trasporto intermodale, logistica integrata e distribuzione Sequenza di processo

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA Anno accademico 2012/13

OFFERTA FORMATIVA Anno accademico 2012/13 OFFERTA FORMATIVA Anno accademico 2012/13 ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PEGASUS AREA MOBILITA SOSTENIBILE GESTIONE INFOMOBILITA E INFRASTRUTTURE LOGISTICHE SITO DEL CORSO: ITIS M.M.Milano Polistena Via dello

Dettagli

RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

Dettagli

TECNICO DELLE VENDITE PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA

TECNICO DELLE VENDITE PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA TECNICO DELLE VENDITE PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA Corso GRATUITO per giovani e adulti disoccupati già in possesso di conoscenze e capacità nel settore Rif. PA n 2015-4133/RER Finanziato dalla

Dettagli

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica ECCELLERE NELLA LOGISTICA Generare opportunità con la logistica INTRODUZIONE Il settore della logistica rappresenta una risorsa strategica per la competitività delle imprese e del territorio ed è attualmente

Dettagli

AREA human resources. La selezione del personale 3. L assessment e la valutazione del potenziale 4. Gli strumenti 5. L analisi di clima 7

AREA human resources. La selezione del personale 3. L assessment e la valutazione del potenziale 4. Gli strumenti 5. L analisi di clima 7 AREA human resources La selezione del personale 3 L assessment e la valutazione del potenziale 4 Gli strumenti 5 L analisi di clima 7 AREA management & behavioral training La formazione del personale 9

Dettagli

19. OPERATORE DEI SISTEMI E DEI SERVIZI LOGISTICI. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

19. OPERATORE DEI SISTEMI E DEI SERVIZI LOGISTICI. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): Denominazione della figura 19. OPERATORE DEI SISTEMI E DEI SERVIZI LOGISTICI Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 4.1 Impiegati di ufficio. 4.1.3.1 Personale

Dettagli

LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI

LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI (ERP) Le soluzioni Axioma per l'industria Le soluzioni di Axioma per l'industria rispondono alle esigenze di tutte le aree funzionali dell azienda industriale.

Dettagli

Kiwa Cermet Idea. Corsi di Formazione

Kiwa Cermet Idea. Corsi di Formazione Kiwa Cermet Idea Corsi di Formazione Aggiornamento è Crescita La formazione permette di stimolare e accompagnare, in modo costante, lo sviluppo professionale delle persone, in coerenza con le strategie

Dettagli

Corso in Store Management

Corso in Store Management in collaborazione con presenta Corso in Store Management EDIZIONE SICILIA INDICE 1) Premessa 2) Obiettivo 3) Il profilo professionale in uscita: lo Store Manager 4) Organizzazione delle attività 5) Programma

Dettagli

TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL

TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL Il trasporto: normativa e caratteristiche mezzi Introduzione 1 IL PUNTO DI PARTENZA MICROLOGISTICA: tutto ciò che concettualmente è (o avviene o viene

Dettagli

ACCORDO in materia di. ANTICIPAZIONE del CAMBIAMENTO e dell EVOLUZIONE in ALSTOM. Indice

ACCORDO in materia di. ANTICIPAZIONE del CAMBIAMENTO e dell EVOLUZIONE in ALSTOM. Indice ACCORDO in materia di ANTICIPAZIONE del CAMBIAMENTO e dell EVOLUZIONE in ALSTOM Stipulato da: ALSTOM, rappresentata da Patrick Dubert, E: la FEM (Federazione Europea Metalmeccanici), rappresentata da Bart

Dettagli

IL GIUSTO PARTNER. www.licon.it

IL GIUSTO PARTNER. www.licon.it IL GIUSTO PARTNER www.licon.it Affidatevi ad un consulente globale LICON si propone alle aziende come un consulente globale per lo sviluppo di soluzioni gestionali personalizzate ad alto valore aggiunto,

Dettagli

THEME Matrice di Competenza - Commercio con competenze parziali / risultati di apprendimento

THEME Matrice di Competenza - Commercio con competenze parziali / risultati di apprendimento AREA DI COMPETENZA FASI DELLO SVILUPPO DELLE COMPETENZE 1. Organizzazione e conduzione del il processo di vendita di prodotti e servizi E in grado di rispondere alle esigenze del cliente attraverso indagini,

Dettagli

RESPONSABILE DELLA LOGISTICA

RESPONSABILE DELLA LOGISTICA CORSO PER RESPONSABILE DELLA LOGISTICA Certificazione Sistemi di Gestione Qualità ISO 9001 53 CORSO PER RESPONSABILE DELLA LOGISTICA Materiale propedeutico (studio a casa) + 48 ore di lezioni frontali

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LA PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE E LA LOGISTICA

TECNICO SUPERIORE PER LA PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE E LA LOGISTICA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER LA PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE E LA LOGISTICA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TURISMO TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER

Dettagli

La certificazione 14001 e le azioni per promuovere la sostenibilità ambientale

La certificazione 14001 e le azioni per promuovere la sostenibilità ambientale La certificazione 14001 e le azioni per promuovere la sostenibilità ambientale Milano 9 Luglio 2013 Relatore Lorenzo Leone Gruppo Arcese: chi siamo Arcese Trasporti è stata fondata nel 1966. In oltre 40

Dettagli

Formare i formatori al tempo della crisi

Formare i formatori al tempo della crisi Settembre 2013, anno VII N. 8 Formare i formatori al tempo della crisi di Giusi Miccoli 1 La situazione della formazione e confronto con l Europa La crisi economica e finanziaria che da alcuni anni colpisce

Dettagli

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu CHI SIAMO Carmaconsulting nasce dall intuizione dei soci fondatori di offrire

Dettagli

Università degli Studi di Macerata Economia e Gestione delle Imprese. L impresa. Il sistema impresa

Università degli Studi di Macerata Economia e Gestione delle Imprese. L impresa. Il sistema impresa Università degli Studi di Macerata Economia e Gestione delle Imprese L impresa Il sistema impresa L impresa come sistema Le principali funzioni aziendali I principali processi aziendali La catena del valore

Dettagli

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Una soluzione ERP integrata CONNETTERE Microsoft Dynamics NAV 2009 SEMPLIFICARE ANALIZZARE Microsoft Dynamics NAV 2009 è un ERP innovativo, flessibile

Dettagli

Direttive Esame professionale per Specialista del personale

Direttive Esame professionale per Specialista del personale Direttive Esame professionale per Specialista del personale Opzioni A Gestione del personale B Consulente del personale secondo il Regolamento 2000, versione 2.0 Organo svizzero responsabile degli esami

Dettagli

WAREHOUSE MANAGEMENT DESTINATARI CONTENUTI DOCENTE Andrea Payaro

WAREHOUSE MANAGEMENT DESTINATARI CONTENUTI DOCENTE Andrea Payaro WAREHOUSE MANAGEMENT WAREHOUSE MANAGEMENT Il corso mira a creare le abilità di base necessarie a progettare e svolgere lo stoccaggio e il prelievo corretto delle merci. Inoltre si vuole delineare un quadro

Dettagli

AMMINISTRAZIONE AZIENDALE E-COMMERCE

AMMINISTRAZIONE AZIENDALE E-COMMERCE ` This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI

TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 4 3. DOVE LAVORA... 5 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 7 5. COMPETENZE... 8 Quali competenze sono necessarie... 8 Conoscenze... 12

Dettagli

European Nature System (ENS):

European Nature System (ENS): Programma dell Unione Europea di Apprendimento Permanente 2007-13 Sottoprogramma Leonardo da Vinci Invito a presentare proposte 2011 EAC/49/10 Priorità "ECVET per la trasparenza e il riconoscimento dei

Dettagli

EURES: strumento per favorire e migliorare la mobilità del lavoro europeo

EURES: strumento per favorire e migliorare la mobilità del lavoro europeo EURES: strumento per favorire e migliorare la mobilità del lavoro europeo Puntare sul futuro Vivere e lavorare in un altro paese è un opportunità molto interessante per i cittadini europei di tutte le

Dettagli

PROPOSTA FORMATIVA AREA SUPPLY CHAIN - LOGISTICA

PROPOSTA FORMATIVA AREA SUPPLY CHAIN - LOGISTICA PROPOSTA FORMATIVA AREA SUPPLY CHAIN - LOGISTICA Chi conosce la storia del Mago di Oz, ricorderà perfettamente che il Mago non regala nulla che i bizzarri personaggi non abbiano già in sé. Nel corso delle

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Corso di alta formazione Manager per l innovazione turistica

Dettagli

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM Master di I Livello - IX EDIZIONE - A.A. 2015-2016 Premessa Il MIGEM è dedicato a tutti coloro che sentono l esigenza di un programma formativo completo e

Dettagli

FUNDING MANAGER- esperto nel reperire, gestire e promuovere i finanziamenti

FUNDING MANAGER- esperto nel reperire, gestire e promuovere i finanziamenti Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo FUNDING MANAGER- esperto nel reperire, gestire

Dettagli

FORMARE I FORMATORI AL TEMPO DELLA CRISI. INTERVISTA A GIUSI MICCOLI 1

FORMARE I FORMATORI AL TEMPO DELLA CRISI. INTERVISTA A GIUSI MICCOLI 1 FORMARE I FORMATORI AL TEMPO DELLA CRISI. INTERVISTA A GIUSI MICCOLI 1 (A CURA DI PAOLO VIEL 2 ) QUALE È LA SITUAZIONE DELLA FORMAZIONE OGGI IN ITALIA? La crisi economica e finanziaria che da alcuni anni

Dettagli

MEET Project: Management E-learning Experience for Training secondary school's students

MEET Project: Management E-learning Experience for Training secondary school's students MEET Project: Management E-learning Experience for Training secondary school's students Code: LLP-LDV-TOI-10-IT-560 Lifelong Learning Programme (2007-2013) Leonardo da Vinci Programme Multilateral projects

Dettagli

L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale L-33 Scienze economiche

L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale L-33 Scienze economiche Facoltà ECONOMIA (Sede di Rimini) Corso ECONOMIA DELL IMPRESA Classe L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale L-33 Scienze economiche Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione

Dettagli

CentroStudi 30 Capitolo 2 Francesco Muzzarelli è esperto di formazione e corporate training consulting, autore di numerosi saggi sulle tematiche della formazione rivolta

Dettagli

AMMINISTRARE I PROCESSI

AMMINISTRARE I PROCESSI LE SOLUZIONI AXIOMA PER LE AZIENDE DI SERVIZI AMMINISTRARE I PROCESSI (ERP) Axioma Value Application Servizi Axioma, che dal 1979 offre prodotti software e servizi per le azienda italiane, presenta Axioma

Dettagli

ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE

ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE 1 AREA PROFESSIONALE LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE

Dettagli

Authorised Economic Operator (AEO) Sicurezza sul sistema logistico. Silvia Nakos, Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008

Authorised Economic Operator (AEO) Sicurezza sul sistema logistico. Silvia Nakos, Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008 Authorised Economic Operator (AEO) Sicurezza sul sistema logistico Silvia Nakos, Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008 Premessa Analisi iniziale Pre-assessment modifiche Il percorso per

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

SEMINARI & CORSI 2016

SEMINARI & CORSI 2016 UCIMA Unione Costruttori Italiani Macchine Automatiche per il Confezionamento e l Imballaggio SEMINARI & CORSI 2016 Planning delle attività Via Fossa Buracchione 84 41126 Baggiovara (MO) T. 059 510 336

Dettagli

SimplERP in sintesi. Open Source SimplERP è un progetto Open Source. Il software è pubblicato sotto licenza AGPL ed AGPL + Uso Privato.

SimplERP in sintesi. Open Source SimplERP è un progetto Open Source. Il software è pubblicato sotto licenza AGPL ed AGPL + Uso Privato. SimplERP in sintesi SimplERP è una suite completa di applicazioni aziendali dedicate alla gestione delle vendite, dei clienti, dei progetti, del magazzino, della produzione, della contabilità e delle risorse

Dettagli

Master in Retail e Store Management Napoli Prima Edizione dal 11 Ottobre 2010

Master in Retail e Store Management Napoli Prima Edizione dal 11 Ottobre 2010 Master in Retail e Store Management Napoli Prima Edizione dal 11 Ottobre 2010 La Formazione continua quale fattore di successo 4 mesi full-time 160 ore di didattica d aula e 500 ore di stage in Azienda

Dettagli

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Una soluzione ERP ALL AVANGUARDIA CONNETTERE Microsoft Dynamics NAV 2009 SEMPLIFICARE ANALIZZARE Microsoft Dynamics NAV 2009 è una soluzione di gestione

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE

CORSO DI ALTA FORMAZIONE CORSO DI ALTA FORMAZIONE TITOLO DEL CORSO Sales Manager TIPOLOGIA FORMATIVA DEL PROGETTO Formazione professionale PROFILO PROFESSIONALE Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di gestire tutte

Dettagli

Le nostre soluzioni logistiche fatte sulle vostre esigenze.

Le nostre soluzioni logistiche fatte sulle vostre esigenze. Le nostre soluzioni logistiche fatte sulle vostre esigenze. sieber@sky ea sieber@rail the way of logistics Sieber il vostro partner per soluzioni logistiche complete. Le moderne soluzioni logistiche oggi,

Dettagli

Esperto in Direzione e Valutazione dei Sistemi di Gestione Integrata: Qualità, Ambiente e Sicurezza

Esperto in Direzione e Valutazione dei Sistemi di Gestione Integrata: Qualità, Ambiente e Sicurezza QUALITY FOR MASTER Esperto in Direzione e Valutazione dei Sistemi di Gestione Una preparazione meramente teorica, seppur di rilievo, non è più sufficiente per affrontare le complesse dinamiche aziendali.

Dettagli

SMART LOGISTICS SPECIALIST: gestione e ottimizzazione dei sistemi logistici e dei trasporti

SMART LOGISTICS SPECIALIST: gestione e ottimizzazione dei sistemi logistici e dei trasporti Bando per l ammissione al Corso I.F.T.S per SMART LOGISTICS SPECIALIST: gestione e ottimizzazione dei sistemi logistici e dei trasporti Il Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente,

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROJECT MANAGER ED I CORSI DI Cod. QI 62 01 00a REGOLAMENTO GENERALE

REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROJECT MANAGER ED I CORSI DI Cod. QI 62 01 00a REGOLAMENTO GENERALE STORIA DELLE REVISIONI: REGOLAMENTO GENERALE Rev. 02 Pagina 1 di 7 REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROJECT MANAGER ED I CORSI DI N DATA MOTIVO EMETTE APPROVA 00 2013-03-18 PRIMA EMISSIONE

Dettagli

Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004

Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004 Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004 Allegato La Conferenza generale dell Organizzazione internazionale del Lavoro, convocata a Ginevra dal Consiglio di amministrazione

Dettagli

Master Bancario in Area Commerciale

Master Bancario in Area Commerciale Master Bancario in Area Commerciale Premessa Il mondo del credito è in costante evoluzione e le innovazioni si susseguono con sempre maggior frequenza nel campo legislativo, gestionale, organizzativo e

Dettagli

INDICE. p. 3 AZIENDA. p. 4. FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua. p. 6 RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE

INDICE. p. 3 AZIENDA. p. 4. FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua. p. 6 RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE Indice INDICE AZIENDA FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE CONSULENZA - Risorse Umane - Sviluppo Organizzativo - Commerciale

Dettagli

ATTESTATO DI QUALIFICA

ATTESTATO DI QUALIFICA PROGETTO COFINANZIATO DALL UNIONE EUROPEA PSS LINEA ECONOMIA DEL MARE PROGETTO IL GOLFO FA RETE NEL BLU AZIONE FORMATIVA: ADDETTO AI SISTEMI DI GESTIONE INTEGRATA CODICE ISTAT: 2.5.1.2.0 Ente realizzatore:

Dettagli

Ferrovie dello Stato Italiane Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight

Ferrovie dello Stato Italiane Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight CUSTOMER SUCCESS STORY April 2014 Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight PROFILO DEL CLIENTE: Azienda: S.p.A. Settore: logistica e trasporti Fatturato: 8,2

Dettagli

CORSO PER ADDETTO PAGHE E AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE

CORSO PER ADDETTO PAGHE E AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE CORSO PER ADDETTO PAGHE E AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE La Scuola PFORM s.r.l., Scuola di Alta Formazione Manageriale con sede a Salerno, è accreditata alla Regione Campania per le attività di formazione

Dettagli

AGENDA. Presentazione Posizione Servizi Stabilimenti Network Logistica integrata Certificazioni: ISO 9001 e A.E.O.F.

AGENDA. Presentazione Posizione Servizi Stabilimenti Network Logistica integrata Certificazioni: ISO 9001 e A.E.O.F. 1 AGENDA Presentazione Posizione Servizi Stabilimenti Network Logistica integrata Certificazioni: ISO 9001 e A.E.O.F. 2 Presentazione di Prisma S.p.a. Fondata nel 1989 da un gruppo di soci con un esperienza

Dettagli

ISTITUTO PRIMO LEVI SEREGNO

ISTITUTO PRIMO LEVI SEREGNO ISTITUTO PRIMO LEVI SEREGNO TRASPORTI E LOGISTICA Articolazione LOGISTICA Cos è la logistica Insieme delle attività organizzative, gestionali e strategiche che governano i flussi di materiali e delle relative

Dettagli

DIREZIONE QUALITÀ. Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità.

DIREZIONE QUALITÀ. Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità. DIREZIONE QUALITÀ La carta servizi di Verona Innovazione Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità. 1 Verona Innovazione 5 servizio nuova impresa 10 sportello comunica

Dettagli

roj X Soluzione SCM Experience the Innovation www.solgenia.com

roj X Soluzione SCM Experience the Innovation www.solgenia.com roj X Soluzione SCM www.solgenia.com Experience the Innovation OBIET T IVO: catena del valore www.solgenia.com Experience the Innovation 2 Proj è la soluzione Solgenia in ambito ERP e SCM per l ottimizzazione

Dettagli

fornitore globale per la GDO

fornitore globale per la GDO fornitore globale per la GDO evision srl è specializzata in soluzioni software per le aziende della Grande Distribuzione (alimentare e non), per le piattaforme ortofrutticole e per le aziende manifatturiere.

Dettagli

QUALIFICAZIONE DEI FORNITORI E DEGLI APPALTI. Soluzioni, servizi di consulenza e business process outsourcing

QUALIFICAZIONE DEI FORNITORI E DEGLI APPALTI. Soluzioni, servizi di consulenza e business process outsourcing QUALIFICAZIONE DEI FORNITORI E DEGLI APPALTI Soluzioni, servizi di consulenza e business process outsourcing 0 La qualificazione dei Fornitori e degli Appalti Valutare attraverso la raccolta e l analisi

Dettagli

Tecnico di spedizione/ Tecnica di spedizione

Tecnico di spedizione/ Tecnica di spedizione Tecnico di spedizione/ Tecnica di spedizione Ordinamento formativo dell apprendistato di II livello 1. Descrizione del profilo professionale 2. Requisiti d accesso all'apprendistato 3. Durata dell apprendistato

Dettagli

MBS Business School. Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati. La missione di MBS è aiutare le migliori

MBS Business School. Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati. La missione di MBS è aiutare le migliori MBS Business School Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati Come sta reagendo il Suo settore alla crisi finanziaria in corso? Quali sono le previsioni per i prossimi

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Educazione e promozione culturale - Sportelli informa

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Educazione e promozione culturale - Sportelli informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: GIOVANI INFORMATI 7 SETTORE e Area di Intervento: Educazione e promozione culturale - Sportelli informa OBIETTIVI DEL PROGETTO Obiettivo

Dettagli

Il Piano d indirizzo per la Riabilitazione ed i risultati del progetto MaecVET: una piena coerenza

Il Piano d indirizzo per la Riabilitazione ed i risultati del progetto MaecVET: una piena coerenza Il Piano d indirizzo per la Riabilitazione ed i risultati del progetto MaecVET: una piena coerenza La centralità del cittadino salvaguardata dal progetto individuale personalizzato e dal conseguente percorso

Dettagli

Costi della logistica troppo alti: la riduzione passa dal trasporto merci

Costi della logistica troppo alti: la riduzione passa dal trasporto merci Costi della logistica troppo alti: la riduzione passa dal trasporto merci Il primo centro studio aziendale interamente dedicato alla gestione della catena di fornitura, la Supply Chain Academy di Makeitalia,

Dettagli

Il percorso formativo è organizzato in OTTO AREE TEMATICHE che corrispondono agli standard ELA:

Il percorso formativo è organizzato in OTTO AREE TEMATICHE che corrispondono agli standard ELA: INTRODUZIONE La Formazione AILOG fornisce i più alti standard qualitativi in linea con le direttive della European Logistics Association (ELA), la federazione delle associazioni europee di logistica. Gli

Dettagli

Logistica. Giovanni Righini. Anno accademico 2010-11. Dipartimento di Tecnologie dell Informazione - Università degli Studi di Milano (Crema)

Logistica. Giovanni Righini. Anno accademico 2010-11. Dipartimento di Tecnologie dell Informazione - Università degli Studi di Milano (Crema) Logistica Giovanni Righini Dipartimento di Tecnologie dell Informazione - Università degli Studi di Milano (Crema) Anno accademico 2010-11 Definizione La logistica è la disciplina che studia come organizzare

Dettagli

Politica del personale del Gruppo CSS.

Politica del personale del Gruppo CSS. Politica del personale del Gruppo CSS. Noi disponiamo dei collaboratori e delle collabo - ratrici per affrontare le sfide del futuro. A Valori di politica del personale e prese di posizione della CSS 1

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 4 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 4 Modulo 4 Il Sistema Informativo per la gestione della catena di fornitura: Supply Chain Management; Extended

Dettagli

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita PRESENTAZIONE Bluform, società affermata nell ambito della Consulenza e della Formazione aziendale, realizza percorsi formativi rivolti ai dirigenti ed ai dipendenti delle aziende che vogliono far crescere

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI FACOLTA DI ECONOMIA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI 1. Corsi di laurea L offerta formativa della Facoltà di Economia

Dettagli

I 10 Vantaggi Competitivi di una gestione del lavoro orientata alla sicurezza e allo sviluppo delle Risorse Umane

I 10 Vantaggi Competitivi di una gestione del lavoro orientata alla sicurezza e allo sviluppo delle Risorse Umane I 10 Vantaggi Competitivi di una gestione del lavoro orientata alla sicurezza e allo sviluppo delle Risorse Umane La presente pubblicazione si rivolge ai dirigenti del settore sanitario e ha come obiettivo

Dettagli