SEZIONE 1 AMMONTARE DEGLI ACQUISTI EFFETTUATI MODELLO NEL IVA 2014 TERRITORIO DELLO STATO, DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI E DELLE IMPORTAZIONI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SEZIONE 1 AMMONTARE DEGLI ACQUISTI EFFETTUATI MODELLO NEL IVA 2014 TERRITORIO DELLO STATO, DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI E DELLE IMPORTAZIONI"

Transcript

1 Sezione Ammontare degli acquisti effettuati nel territorio dello Stato, degli acquisti intracomunitari e delle importazioni SEZIONE AMMONTARE DEGLI ACQUISTI EFFETTUATI MODELLO NEL IVA 0 Periodo d imposta 0 TERRITORIO DELLO STATO, DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI E DELLE IMPORTAZIONI E IVA AMMESSA IN DETRAZIONE IMPONIBILE % IMPOSTA VF VF E IVA AMMESSA IN DETRAZIONE VF VF Acquisti e importazioni imponibili (esclusi quelli di cui, SEZ. - Ammontare VF ai righi VF8, VF9 e VF0) distinti per aliquota d imposta, degli acquisti effettuati VF o per percentuale di compensazione, tenendo conto nel territorio dello 8, delle variazioni di cui all art., e relativa imposta Stato, degli acquisti VF 8, intracomunitari VF8 e delle importazioni 8,8 VF9 0 VF0, VF VF VF Acquisti e importazioni senza pagamento d imposta, con utilizzo del plafond VF Altri acquisti non imponibili, non soggetti ad imposta e relativi ad alcuni regimi speciali VF Acquisti esenti (art. 0) e importazioni non soggette all imposta VF Acquisti da soggetti di cui all art., commi e, decreto-legge 98/0 VF Acquisti e importazioni non soggetti all imposta effettuati dai terremotati VF8 Acquisti e importazioni per i quali la detrazione è esclusa o ridotta (art. 9-bis) VF9 Acquisti e importazioni per i quali non è ammessa la detrazione VF0 Acquisti registrati nell anno ma con detrazione dell imposta differita ad anni successivi art. -bis, decreto-legge n. 8/0 VF (meno) Acquisti registrati negli anni precedenti ma con imposta esigibile nel 0 SEZ. - Totale acquisti VF TOTALE ACQUISTI E IMPORTAZIONI e importazioni, totale VF Variazioni e arrotondamenti d imposta (indicare con il segno +/ ) imposta, acquisti intracomunitari, VF TOTALE IMPOSTA SUGLI ACQUISTI E IMPORTAZIONI IMPONIBILI (VF colonna + VF) importazioni e acquisti da San Marino Suddivisione delle operazioni distinte per aliquota d imposta o per percentuale di compensazione di cui agli appositi decreti per le cessioni di pro- Acquisti intracomunitari VF Importazioni dotti agricoli ed ittici compresi nella tabella A, parte ^, allegata al D.P.R. con pagamento IVA senza pagamento IVA Righi dell IVA ammessa da VF in a VF agenzie di viaggio Acquisti e importazioni imponibili In tali righi vanno evidenziati agriturismo gli acquisti e le importazioni per i quali imprese si agricole è verificata l esigibilità IVA 8 ed è stato esercitato il diritto alla detrazione nel 0 ð indicazione di imponibile ed imposta, distinti per aliquota SEZ. -A VF Acquisti destinati alle operazioni imponibili occasionali o percentuale di compensazione. Operazioni esenti Acquisti da San Marino SEZ. - Determinazione VF0 METODO UTILIZZATO PER LA DETERMINAZIONE DELL IVA AMMESSA IN DETRAZIONE associazioni operanti in agricoltura detrazione beni usati spettacoli viaggianti e contribuenti minori operazioni esenti VF Se per l anno 0 sono state effettuate esclusivamente operazioni esenti barrare la casella VF Se per l anno 0 ha avuto effetto l opzione di cui all art. -bis barrare la casella Dati per il calcolo della percentuale di detrazione VF Operazioni esenti relative all oro da investimento effettuate dai soggetti di cui all art. 9, co., lett. d) /. Operazioni non soggette Operazioni esenti di cui ai nn. da a 9 dell art. 0 non rientranti nell attività propria dell impresa o accessorie ad operazioni imponibili Operazioni non soggette di cui all art, co. Mod. N. Ripartizione totale acquisti e importazioni (rigo VF ): VF Beni ammortizzabili Beni strumentali non ammortizzabili Beni destinati alla rivendita ovvero alla produzione di beni e servizi Arrotondamento all unità di euro. attività agricole connesse Operazioni esenti di cui all art. 0, n. -quinquies Operazioni esenti art. 9, co., lett. a-bis) VF IVA non assolta sugli acquisti e importazioni indicati al rigo VF VF IVA detraibile per gli acquisti relativi all oro effettuati dai soggetti diversi dai produttori e trasformatori ai sensi dell art. 9, comma bis VF IVA ammessa in detrazione Altri acquisti e importazioni Percentuale di detrazione (arrotondata all unità più prossima) 8 % Beni ammortizzabili e passaggi interni esenti

2 Sezione Ammontare degli acquisti effettuati nel territorio dello Stato, degli acquisti intracomunitari e delle importazioni Aumento dell aliquota ordinaria IVA al % Nel corso del 0 abbiamo assistito all aumento dell aliquota ordinaria dell IVA dal % al %, con effetto a decorrere dal ottobre. Per individuare l aliquota corretta da applicare è necessario fare riferimento al momento in cui le operazioni soggette ad IVA si considerano effettuate. Sul punto la circolare Assonime 0/0 ha fornito interessanti chiarimenti e, dopo aver ricordato le regole dettate dall art. del D.P.R. /9 in merito al momento di effettuazione delle operazioni, si è soffermata sull effetto dell aumento dell aliquota per particolari tipologie di operazioni e per le operazioni con l estero. Per le cessioni di beni immobili si deve far riferimento alla data di stipula dell atto, mentre per i beni mobili il momento di effettuazione viene individuato con riferimento alla consegna o spedizione. Nel caso particolare in cui le merci siano state consegnate in esecuzione di contratti estimatori le cessioni si considerano effettuate all atto della rivendita a terzi, oppure, per i beni non restituiti, alla scadenza del termine convenuto tra le parti e comunque dopo il decorso di un anno dalla consegna o spedizione; per le cessioni periodiche o continuative in esecuzione di contratti di somministrazione la cessione si considera effettuata all atto del pagamento del corrispettivo, prescindendo quindi dalla data della consegna o della spedizione dei beni. Per le prestazioni di servizi il momento di effettuazione deve essere individuato con riferimento al pagamento del corrispettivo ad eccezione delle prestazioni di servizi indicate nell articolo, terzo comma, primo periodo, del D.P.R. /9 che si considerano effettuate al momento in cui sono rese, ovvero, se di carattere periodico o continuativo, nel mese successivo a quello in cui sono rese. Nei casi in cui venga emessa anticipatamente la fattura o, per le cessioni di beni, sia stato pagato in tutto o in parte il corrispettivo, l operazione si considera effettuata alla data di emissione della fattura o a quella del pagamento del corrispettivo, limitatamente all importo fatturato e pagato. Per le operazioni ad esigibilità differita (tra cui le operazioni in regime di IVA per cassa), non viene modificato il momento di effettuazione dell operazione, ma solamente l esigibilità dell imposta. Pertanto, anche per tali operazioni, per individuare la decorrenza dell aumento dell aliquota applicabile bisogna fare riferimento ai principi stabiliti dall art. del D.P.R. /. Con particolare riferimento, invece, alle operazioni con l estero: Per le cessioni o gli acquisti intracomunitari di beni, l art. 9 del D.L. /99 prevede un unica regola per quanto riguarda il momento di effettuazione delle operazioni, ovvero il momento di partenza del bene dallo Stato membro di origine; pertanto, dovrà essere applicata l aliquota IVA vigente al momento di inizio del trasporto o della spedizione dal Paese UE di partenza, fermo restando che, in caso di emissione anticipata della fattura, l operazione si considera effettuata alla data di emissione della fattura, limitatamente all importo fatturato (mentre non sono rilevanti eventuali acconti incassati o pagati); Per le importazioni si dovrà applicare l aliquota IVA con riferimento alla nascita dell obbligazione doganale che, come precisato nella R.M. 8/E/00, coincide con l accettazione della dichiarazione da parte dell ufficio doganale; Le prestazioni di servizi generiche rese ai sensi dell art. ter del D.P.R. /9 da un soggetto non residente, comunitario o extra comunitario, a soggetti IVA nazionali, si considerano effettuate nel momento della loro ultimazione, e pertanto l aliquota IVA da applicare sarà quella vigente alla data di ultimazione della prestazione (sul punto si ricorda che l Agenzia delle Entrate nelle C.M. /E/0 e /E/0 ha precisato che il ricevimento della fattura del prestatore comunitario o di qualunque documento volto a certificare l operazione resa da un prestatore extracomunitario, possa essere assunto come indice di effettuazione dell operazione). Si rileva infine che è fatto salvo l eventuale pagamento anticipato, totale o parziale, del corrispettivo: in tale circostanza infatti le prestazioni di servizi si considerano effettuate, limitatamente all ammontare pagato, alla data del pagamento. 8

3 Sezione Ammontare degli acquisti effettuati nel territorio dello Stato, degli acquisti intracomunitari e delle importazioni Per quanto riguarda, invece, eventuali variazioni in aumento o in diminuzione dell imponibile o dell imposta, non si dovrà fare riferimento al momento dell emissione della nota di variazione, ma si dovrà fare riferimento all operazione che si va a rettificare: quindi, l aumento dell aliquota IVA non avrà effetto su note di variazione emesse anche successivamente, ma relative ad operazioni effettuate prima del ottobre 0. Infine, con riferimento alla possibilità di regolarizzare le fatture eventualmente emesse con l erronea applicazione dell aliquota IVA al %, o i corrispettivi annotati in modo non corretto, la stessa Agenzia delle Entrate nel comunicato stampa del 0 settembre 0, ha precisato che sarà possibile effettuare la variazione in aumento ai sensi dell art., primo comma, del D.P.R. del 9. La regolarizzazione non comporterà alcuna sanzione se la maggiore imposta (incrementato degli interessi eventualmente dovuti) collegata all aumento dell aliquota verrà comunque versata nei termini indicati dalla C.M. /E/0: per i contribuenti mensili, entro il dicembre (termine stabilito per il versamento dell acconto IVA) relativamente alle fatture emesse nei mesi di ottobre e novembre, o entro il marzo (termine stabilito per la liquidazione annuale) per le fatture emesse nel mese di dicembre; per i contribuenti trimestrali (anche per opzione) entro il marzo (termine stabilito per la liquidazione annuale) per le fatture emesse nel quarto trimestre. Nel caso in cui il contribuente nel 0 abbia registrato operazioni assoggettate ad IVA con aliquote di imposta o percentuali di compensazione non più presenti nel quadro VF, dovrà indicare i relativi imponibili nel rigo corrispondente all aliquota più prossima a quella applicata, calcolando le imposte corrispondenti e dovendo poi includere la differenza di IVA, positiva o negativa, nel rigo VF tra le variazioni. Acquisti e importazioni di oro, argento puro, rottami e altri materiali di recupero ai quali è stato applicato il meccanismo del reverse charge. Acquisti di oro e argento puro L art., co. D.P.R. /9 prevede per gli acquisti di oro diverso da quello di investimento (oro, prodotti e semilavorati di purezza pari o superiore a millesimi), per gli acquisti di argento, in lingotto e grani, di purezza pari o superiore a 900 millesimi (art., co. 0 della L. /000) e per gli acquisti di oro da investimento per i quali è stata esercitata l opzione per l applicazione dell IVA (art. 0 n. D.P.R. /9) l applicazione del meccanismo del reverse charge. Tale sistema si caratterizza per l inversione del carico tributario: il cessionario diventa pertanto debitore dell imposta in luogo del cedente. Quest ultimo emetterà pertanto la fattura senza IVA con l annotazione inversione contabile e l eventuale indicazione dell art., co. D.P.R. /9 ed il cessionario dovrà integrare la fattura con indicazione dell aliquota IVA e della relativa imposta; fattura che dovrà poi essere annotata nel registro delle fatture emesse ( inserimento nel quadro VJ e non nel quadro VE) entro il mese di ricevimento, ovvero, anche oltre ma entro giorni dal ricevimento e con riferimento al relativo mese e in quello degli acquisti ( inserimento nel quadro VF). Acquisti di rottami e materiali di recupero L art., co. D.P.R. /9 prevede per gli acquisti di rottami e altri materiali di recupero l applicazione del meccanismo del reverse charge, con le stesse modalità descritte sopra. 9

4 QUADRO VJ OPERAZIONI Acquisti di beni provenienti PASSIVE dallo E Stato IVA Città AMMESSA del Vaticano IN DETRAZIONE VJ e dalla Repubblica di San Marino art., comma (inclusi acquisti di oro Sezione Ammontare industriale,argento degli acquisti puro e beni effettuati di cui all art., nel commi territorio e 8) dello Stato, degli acquisti intracomunitari e delle importazioni DETERMINAZIONE DELL IMPOSTA RELATIVA A PARTICOLARI TIPOLOGIE DI OPERAZIONI QUADRO VH LIQUIDAZIONI PERIODICHE F Sez. - Liquidazioni VH periodiche riepilogative per tutte le attività VH esercitate ovvero VH crediti e debiti trasferiti dalle società controllanti e controllate VH VH IMPOSTA RELATIVA A PARTICOLARI TIPOLOGIE DI OPERAZIONI, LIQUIDAZIONI PERIODICHE, SOCIETÀ CONTROLLANTI E CONTROLLATE VJ Estrazione di beni da depositi IVA (art. 0-bis, comma, d.l. n. /99) VJ Acquisti di beni e servizi da soggettii non residenti ai sensi dell art., comma VJ Operazioni di cui all art., comma, lett. e) VJ Provvigioni Collegamento corrisposte dalle agenzie con altri di viaggio quadri ai loro intermediari (art. -ter, comma 8) VJ VJ VJ8 VJ9 Acquisti all interno di beni di cui all art., commi e 8 Acquisti all interno di oro industriale e argento puro (art., comma ) Acquisti di oro da investimento imponibile per opzione (art., comma ) Acquisti intracomunitari di beni (inclusi acquisti di oro industriale, argento puro e beni di cui all art., commi e 8) Mod. N. IMPONIBILE Importazioni di oro industriale e argento puro senza pagamento dell IVA VJ in dogana (art. 0, comma ) di tartufi da rivenditori dilettanti ed occasionali non muniti di partita IVA Acquisti VJ all interno VF/VF; VJ (art., comma 09, legge n. /00) VJ Acquisti di servizi resi da subappaltatori nel settore edile (art., comma, lett. a) VJ Acquisti di fabbricati (art., comma, lett. a-bis) VJ Acquisti di telefoni cellulari (art., comma, lett. b) VJ Acquisti di microprocessori (art., comma, lett. c) VJ TOTALE IMPOSTA (somma dei righi da VJ a VJ) CREDITI DEBITI Ravvedimento CREDITI DEBITI VH VH VH VH8 VH9 VH0 VH VH VH Subfornitori art., comma Si tratta delle prestazioni di cui al co. lett. a) dell art. D.P.R. / rese nel settore edile da soggetti subappaltatori nei confronti delle imprese, che svolgono l attività di costruzione e ristrutturazione di immobili, ovvero, nei confronti dell ap- Sez. - Versamenti immatricolazione auto UE VH0 VH VH VH VH VH VH VH VH8 VH9 VH0 VH QUADRO VK paltatore principale o di un altro subappaltatore. DATI DELLA CONTROLLANTE SOCIETÀ CONTROLLANTI E CONTROLLATE Ultimo mese Sez. - Dati generali VK Partita Iva di controllo Denominazione VK Codice Sez. - Determinazione VK0 Totale dei crediti trasferiti dell eccedenza d imposta VK VK Totale dei debiti trasferiti Eccedenza di debito (VK-VK0) VK Eccedenza di credito (VK0-VK) Sez. - Cessazione VK0 IVA a debito del controllo in corso VK IVA detraibile d anno Dati relativi al periodo VK Interessi dovuti per le liquidazioni trimestrali di controllo VK Crediti d imposta utilizzati nelle liquidazioni periodiche prime due cifre, ovvero: VK Versamenti a seguito di ravvedimento VK Versamenti integrativi d imposta VK Acconto riaccreditato dalla controllante SOTTOSCRIZIONE DELL ENTE O SOCIETÀ CONTROLLANTE Firma Acconto dovuto Metodo IMPOSTA Nella Importazioni tabella di sottostante beni di cui all art., si commi riportano e 8 i righi da compilare in relazione alle diverse fattispecie di acquisti di rottami ex art.,co. D.P.R. /9. VJ0 senza pagamento dell IVA in dogana (art. 0, comma ) Acquisti da San Marino VF/VF; VJ; VF campo Acquisti intracomunitari VF/VF; VJ9; VF campo Importazioni VF/VF; VJ0; VF campo Ravvedimento Prestazioni di servizi ricevute in edilizia alle quali è stato applicato il meccanismo del reverse charge. Perché si applichi il meccanismo del reverse charge, ai sensi della lett. a) dell art., co. del D.P.R. /, è necessario che sussistano contemporaneamente i seguenti presupposti: VK Eccedenza credito compensata oggettivo: l operazione deve avere natura VK Eccedenza edilizia. chiesta a rimborso A tal dalla proposito, controllante l Agenzia delle Entrate, con la circolare /E/00, VK ha indicato Crediti imposta un utilizzati criterio rigidamente ancorato alla classificazione delle attività economiche ATECOFIN 00, individuando VK Interessi trimestrali trasferiti come attività edili quelle di cui alla sezione F ATECOFIN 00 (rubricata Costruzioni ). Si tratta dunque delle attività contrassegnate con il codice che ha come - lavori generali di costruzione; - lavori speciali di costruzione per edifici e opere di ingegneria civile; - lavori di installazione in esso dei servizi; - lavori di completamento di un fabbricato. Sono, inoltre, inclusi nella sezione F del codice ATECOFIN 00 i nuovi lavori, le riparazioni, i rinnovi e restauri, le aggiunte e le alterazioni, la costruzione di edifici e strutture prefabbricate in cantiere e anche le costruzioni temporanee: contrattuale: la prestazione deve essere resa al committente in forza di un rapporto giuridico riconducibile allo schema negoziale dell appalto e assimilati. ribaltamento di posizione contrattuale: la prestazione deve essere resa ad un committente che a sua volta si è impegnato, nei confronti di un terzo, all esecuzione della medesima prestazione sulla base di un rapporto giuridico. Il soggetto (appaltatore o altro subappaltatore) che riceve la fattura senza applicazione dell IVA, ai sensi della lett. a) dell art., co. del D.P.R. /, deve pertanto inte- 0

5 QUADRI VJ-VH-VK IMPOSTA RELATIVA A PARTICOLARI TIPOLOGIE DI OPERAZIONI, LIQUIDAZIONI PERIODICHE, Mod. N. SOCIETÀ CONTROLLANTI E CONTROLLATE E IVA AMMESSA IN DETRAZIONE IMPONIBILE IMPOSTA Sezione Ammontare Acquisti di degli beni provenienti acquisti dallo effettuati Stato Città del nel Vaticano territorio dello Stato, degli acquisti intracomunitari MODELLO e delle IVA 0 importazioni QUADRO VJ DETERMINAZIONE DELL IMPOSTA RELATIVA A PARTICOLARI TIPOLOGIE DI OPERAZIONI QUADRO VJ DETERMINAZIONE DELL IMPOSTA RELATIVA A PARTICOLARI TIPOLOGIE DI OPERAZIONI Sez. - Determinazione dell eccedenza QUADRO SOTTOSCRIZIONE VK d imposta DELL ENTE SOCIETÀ O CONTROLLANTI CONTROLLANTE E CONTROLLATE VJ VJ VJ e dalla Repubblica di San Marino art., comma (inclusi acquisti di oro industriale,argento puro e beni di cui all art. CODICE, commi FISCALE e 8) Estrazione di beni da depositi IVA (art. 0-bis, comma, d.l. n. /99) Acquisti di beni e servizi da soggettii non residenti ai sensi dell art., comma Periodo d imposta 0 grare VJ Operazioni il documento di cui all art., ricevuto comma, lett. applicando e) l IVA con le aliquote dovute in relazione alla QUADRI VJ-VH-VK Provvigioni corrisposte dalle agenzie di viaggio ai loro intermediari specifica VJ natura delle IMPOSTA prestazioni RELATIVA ricevute; A PARTICOLARI annotare TIPOLOGIE DI il OPERAZIONI, documento integrato nel registro (art. -ter, comma 8) MODELLO IVA 0 IVA delle vendite, di cui LIQUIDAZIONI agli artt. PERIODICHE, o del D.P.R. /, entro il mese Periodo di ricevimento VJovvero Acquisti all interno anche di successivamente, oro industriale e argento puro ma (art., comunque comma ) entro quindici giorni dal ricevimento e VJ8 Acquisti di oro da investimento imponibile per opzione (art., comma ) IMPONIBILE IMPOSTA d imposta 0 VJ Acquisti all interno di beni di cui all art., CODICE commi FISCALE e 8 Mod. N. SOCIETÀ CONTROLLANTI E CONTROLLATE con riferimento al relativo mese di emissione ( inserimento nel quadro VJ e non nel Acquisti di beni provenienti dallo Stato Città del Vaticano VJ Acquisti intracomunitari di beni (inclusi acquisti di oro industriale, quadro VJ9 e dalla Repubblica di San Marino argento VE). puro e beni Ai di fini cui all art. della QUADRI art.,, commi detrazione VJ-VH-VK comma (inclusi acquisti di oro industriale,argento puro e beni di cui all art., e 8) commi e 8) dell IVA, annotare il documento integrato anche IMPOSTA RELATIVA A PARTICOLARI TIPOLOGIE DI OPERAZIONI, sul VJregistro Estrazione Importazioni di IVA di beni beni da di degli depositi cui all art. IVA acquisti,, (art. commi 0-bis, comma e di 8 cui, d.l. all art. n. /99) del D.P.R. / ( inserimento nel VJ0 VJ Acquisti LIQUIDAZIONI PERIODICHE, senza pagamento di beni e servizi dell IVA da in soggettii dogana non (art. residenti 0, comma ai sensi ) dell art., comma Mod. N. quadro VF). VJ Operazioni Importazioni di di cui oro all art. industriale, SOCIETÀ comma e argento, CONTROLLANTI lett. puro e) E CONTROLLATE senza pagamento dell IVA VJ QUADRO VJ Provvigioni in dogana (art. corrisposte 0, comma dalle ) agenzie di viaggio ai loro intermediari IMPONIBILE IMPOSTA VJ DETERMINAZIONE (art. F Acquisti -ter, Acquisti Collegamento di di beni comma tartufi provenienti 8) da rivenditori dallo con dilettanti Stato altri Città ed occasionali quadri del Vaticano non muniti di partita IVA DELL IMPOSTA RELATIVA VJ e dalla Repubblica di San Marino art., comma (inclusi acquisti di oro VJ Acquisti (art., comma 09, legge n. /00) A PARTICOLARI TIPOLOGIE industriale,argento all interno puro di beni e beni di cui di all art. cui all art.,, commi commi e 8 e 8) DI OPERAZIONI VJ VJ VJ Estrazione Acquisti di all interno servizi di beni resi da di da oro depositi subappaltatori industriale IVA (art. e argento nel 0-bis, settore comma puro edile (art. (art.,, d.l., comma n. comma /99) ), lett. a) VJ VJ8 VJ Acquisti di beni oro fabbricati da e servizi investimento (art. da, soggettii comma imponibile non, lett. residenti per a-bis) opzione ai sensi (art. dell art., comma, comma ) VJ VJ Operazioni Acquisti intracomunitari di telefoni di cui all art. cellulari di beni, (art. comma (inclusi, comma acquisti, lett., di e) lett. oro b) industriale, VJ9 argento puro e beni di cui all art., commi e 8) VJ Provvigioni Acquisti di microprocessori corrisposte dalle (art. agenzie, comma di viaggio, lett. ai c) loro intermediari VJ VJ (art. Importazioni TOTALE -ter, IMPOSTA comma di beni (somma 8) di cui dei all art. righi, da VJ commi a VJ) e 8 VJ0 QUADRO VH VJ Acquisti senza pagamento all interno dell IVA CREDITIdi beni in di dogana cui all art. (art., 0, DEBITI commi comma e ) 8 Ravvedimento CREDITI DEBITI Ravvedimento LIQUIDAZIONI VH VJ Acquisti Importazioni all interno di Acquisti oro di industriale oro industriale e di argento e argento telefoni puro senza puro (art. cellulari pagamento, comma dell IVA ) ai quali VH è stato applicato il meccanismo del PERIODICHE VJ VH VJ8 Acquisti in dogana di (art. oro da 0, investimento comma ) imponibile per opzione (art., comma ) VH8 reverse charge. Sez. - Liquidazioni VH Acquisti intracomunitari di tartufi da rivenditori beni (inclusi dilettanti acquisti ed occasionali di oro industriale, non muniti di partita VH9 IVA periodiche riepilogative VJ9 VJ (art. argento, comma puro e beni 09, di legge cui all art. n. /00), commi e 8) per tutte le attività VH VH0 esercitate ovvero VH VJ Importazioni Acquisti di servizi di F beni resi di da cui subappaltatori all art. Collegamento, commi nel settore e edile 8 (art., comma, lett. con altri quadri VH a) crediti e debiti trasferiti VJ0 dalle società controllanti e controllate VJ Acquisti Importazioni di telefoni di oro cellulari industriale (art. e, argento comma puro, lett. senza b) pagamento Metododell IVA VH VJ senza Acquisti pagamento di fabbricati dell IVA (art., in dogana comma, (art. lett. 0, a-bis) comma ) VH VJ VJ VH Acquisti in Acconto dogana di dovuto (art. microprocessori 0, comma (art. ), comma, lett. c) VH Subfornitori art., comma Sez. - Versamenti VJ Acquisti TOTALE IMPOSTA di tartufi da (somma rivenditori dei righi dilettanti da VJ ed a occasionali VJ) non muniti di partita IVA auto UE VJ VH0 (art., comma CREDITI 09, /00) VH DEBITI ai quali è applicato VH il CREDITI VH del reverse DEBITI immatricolazione QUADRO VH microprocessori legge n. stato Ravvedimento meccanismo charge. Ravvedimento LIQUIDAZIONI VH VH VJ Acquisti di servizi resi da subappaltatori VHnel settore edile (art., comma, VH lett. VH a) VH PERIODICHE VH8 VJ Acquisti di fabbricati (art. VH9 VH0 VH F Collegamento, comma, lett. a-bis) VH8 con altri quadri Sez. QUADRO - Liquidazioni VK VH VJ Acquisti di telefoni cellulari (art., comma, lett. b) VH9 periodiche riepilogative DATI DELLA CONTROLLANTE SOCIETÀ CONTROLLANTI per VJ Acquisti di microprocessori (art., comma, lett. c) E CONTROLLATE tutte le attività VH VH0 Ultimo mese esercitate ovvero VH VJ TOTALE Partita IMPOSTA Iva (somma dei righi da VJ a VJ) di controllo Denominazione VH crediti Sez. e - Dati debiti generali trasferiti VK QUADRO dalle società VH controllanti e controllate VH VK Codice Metodo VH VH CREDITI DEBITI Ravvedimento VH CREDITI DEBITI Ravvedimento Reverse charge acquisti telefoni cellulari e microprocessori LIQUIDAZIONI PERIODICHE Sez. - Determinazione VH VH VK0 Acconto Totale dei dovuto crediti trasferiti VK Subfornitori di credito compensata art., comma Eccedenza VH8 VH Sez. dell eccedenza Versamenti Liquidazioni periodiche immatricolazione d imposta riepilogative auto UE per tutte le attività esercitate ovvero crediti e debiti trasferiti dalle Sez. società - Cessazione controllanti QUADRO del controllo e controllate VK in corso d anno SOCIETÀ CONTROLLANTI E Dati CONTROLLATE relativi al periodo di controllo Sez. - Versamenti immatricolazione Sez. - Dati generali auto UE Sez. Dati generali Sez. - Cessazione del controllo in corso d anno Sez. Dati relativi - Determinazione al periodo dell eccedenza di controllo d imposta Sez. - Cessazione del controllo in corso d anno SOTTOSCRIZIONE DELL ENTE Dati O SOCIETÀ relativi CONTROLLANTE al periodo di controllo SOTTOSCRIZIONE DELL ENTE O SOCIETÀ CONTROLLANTE È VH VK decorso Totale dei dal debiti trasferiti aprile 0 l obbligo di VK applicazione Eccedenza VH9 chiesta a del rimborso meccanismo dalla controllante dell inversione VH VH0 VK Eccedenza di debito (VK-VK0) contabile (cd. reverse VH charge) alle cessioni VK Crediti VH VH0 di imposta utilizzati di telefoni cellulari e VH di dispositivi a circuito VH VH VK Eccedenza di credito (VK0-VK) VH VK Interessi VH VHtrimestrali trasferiti VH integrato VH VH8 VK0 IVA a debito (microprocessori, circuiti integrati elettronici), per meglio contrastare le frodi VH9 VH0 VH VH e VK l evasione IVA detraibile fiscale. DATI DELLA Metodo CONTROLLANTE VH VK Acconto Interessi dovuti dovutoper le liquidazioni trimestrali VH Subfornitori art., comma L applicazione del meccanismo dell inversione Ultimo mese contabile comporta che l acquirente, se VK Crediti Partita Iva d imposta utilizzati nelle liquidazioni periodiche di controllo Denominazione VK soggetto VH0 VK Versamenti passivo a seguito d imposta di ravvedimento nel territorio dello Stato, è obbligato all assolvimento dell I- VH VH VH VA VH VK VK Codice al Versamenti posto integrativi del cedente. d imposta VH VH VH VH8 VK0 VK Totale Acconto dei riaccreditato crediti trasferiti dalla controllante VH9 VK Eccedenza VH0 di credito compensata VH La circolare..00, 9/E e la risoluzione..0, /E contengono importanti VK precisazioni FirmaEccedenza di debito e chiarimenti (VK-VK0) in merito al campo VK Crediti di imposta applicazione utilizzati della norma. VK Totale dei debiti trasferiti DATI DELLA VK Eccedenza chiesta a rimborso dalla controllante CONTROLLANTE Ultimo mese VK Eccedenza In particolare, Partita Iva di credito (VK0-VK) di controllo Denominazione la circolare ha chiarito che VK l applicazione Interessi trimestrali trasferiti del meccanismo del reverse VK VK0 IVA a debito charge per i cessionari residenti in Italia si applica per quanto riguarda i personal computer VK0 VK Interessi Totale soltanto dei dovuti crediti per ai trasferiti le componenti liquidazioni trimestrali che costituiscono VK VK Codice IVA detraibile VK Eccedenza dispositivi credito compensata a circuito integrato, come i Totale dei debiti trasferiti microprocessori VK VK Crediti d imposta utilizzati nelle liquidazioni periodiche e le unità centrali di elaborazione VK Eccedenza chiesta prima a rimborso della dalla loro controllante istallazione in pro- VK VK Eccedenza Versamenti di a debito seguito (VK-VK0) di ravvedimento VK Crediti di imposta utilizzati dotti destinati al consumatore finale. VK VK Eccedenza Versamenti di integrativi credito (VK0-VK) d imposta VK Interessi trimestrali trasferiti L Agenzia VK0 VK IVA Acconto a debito riaccreditato ha inoltre dalla controllante precisato che il reverse charge si applica per le sole cessioni di beni VK IVA detraibile effettuate nella fase distributiva, e quindi non si applica alla fase del commercio VK FirmaInteressi dovuti per le liquidazioni trimestrali al dettaglio. Sono inoltre escluse le cessioni dei beni effettuate da contribuenti minimi. VK Crediti d imposta utilizzati nelle liquidazioni periodiche La VK risoluzione Versamenti a seguito /E di ravvedimento ha inoltre chiarito che sono escluse dal reverse charge (con conseguente applicazione della fatturazione ordinaria) le cessioni: VK Versamenti integrativi d imposta VK Firma Acconto riaccreditato dalla controllante

6 Sezione Ammontare degli acquisti effettuati nel territorio dello Stato, degli acquisti intracomunitari e delle importazioni effettuate dai commercianti al minuto, anche se l acquirente è un soggetto passivo IVA; dei componenti ed accessori dei telefoni cellulari, ma solo quando non sono effettuate nel quadro dell operazione principale di cessione del telefono cellulare, al fine di completare o integrare quest ultima; effettuate da soggetti diversi dai commercianti al dettaglio, nelle ipotesi in cui siano accessorie alla fornitura del c.d. traffico telefonico. Si considera, comunque, accessoria alla fornitura del c.d. traffico telefonico, anche la cessione di telefoni cellulari effettuata in sostituzione di altri telefoni già ceduti nell ambito del medesimo rapporto principale di fornitura del c.d. traffico telefonico. Con la risoluzione..0 n., l Agenzia delle Entrate ha chiarito che sussiste l obbligo di inversione contabile anche per le cessioni di dispositivi a circuito integrato. Acquisti di fabbricati ai quali è stato applicato il meccanismo del reverse charge. Il meccanismo del reverse charge si applica, ai sensi dell art., co. let. a-bis), alle cessioni di fabbricati o di porzioni di fabbricato ad uso abitativo e strumentale di cui ai nn. 8-bis) e 8-ter) del primo comma dell articolo 0, per le quali nel relativo atto il cedente abbia espressamente manifestato l opzione per l imposizione. In particolare, la normativa (entrata in vigore a partire dal..0) prevede: l applicazione naturale dell IVA per le cessioni, sia di abitazioni che di fabbricati strumentali per natura, effettuate da imprese costruttrici o ristrutturatrici nel termine di anni dalla data di ultimazione della costruzione o dell intervento; l applicazione del regime naturale di esenzione negli altri casi salvo la possibilità, in occasione dell atto di cessione, di optare per l applicazione dell IVA: per l impresa di costruzione/ristrutturazione (solo per queste) di fabbricati abitativi; per l impresa cedente (costruttrice o non) di fabbricati strumentali per natura. Contestualmente, l art., co., lett. a-bis) del D.P.R. / prevede l applicabilità del meccanismo del reverse charge per i casi in cui il cedente abbia optato per l imponibilità dell operazione (anche se si tratta di fabbricati abitativi) e l acquirente sia (ovviamente) un soggetto passivo IVA. Di seguito si riporta una tabella riepilogativa della casistica relativa alla cessione di fabbricati strumentali.

7 Sezione Ammontare degli acquisti effettuati nel territorio dello Stato, degli acquisti intracomunitari e delle importazioni QUADRO VJ DETERMINAZIONE DELL IMPOSTA RELATIVA A PARTICOLARI TIPOLOGIE DI OPERAZIONI QUADRO VH LIQUIDAZIONI PERIODICHE Sez. - Liquidazioni periodiche riepilogative per tutte le attività esercitate ovvero crediti e debiti trasferiti dalle società controllanti e controllate Sez. - Versamenti immatricolazione auto UE QUADRO VK SOCIETÀ CONTROLLANTI E CONTROLLATE Sez. - Dati generali Casistica cessione fabbricati Fabbricati strumentali per natura VJ VJ VJ VJ VJ VJ VJ VJ8 VJ9 F VK Sez. - Determinazione VK0 dell eccedenza VK d imposta VK Sez. - Cessazione a) Cessione da parte dell impresa costruttrice (o ristrutturatrice) Regime IVA fino al //0 Assoggettamento ad IVA obbligatorio (IVA esposta) per cessioni entro anni dalla data di ultimazione Regime IVA dal //0 IVA per obbligo (esposta in fattura) per cessioni entro anni dall ultimazione Esenzione, oppure possibilità di opzione per l IVA (in atto) per cessioni oltre anni (N.B. reverse charge nel caso di cessionario MODELLO soggetto passivo) IVA 0 b) Cessione nei confronti di un Assoggettamento ad IVA obbligatorio (il cessionario Esenzione, oppure possibilità soggetto che QUADRI non VJ-VH-VK deve dichiarare in atto la % di di opzione per l IVA (in atto) detrae l IVA IMPOSTA per più RELATIVA A detrazione) PARTICOLARI con TIPOLOGIE il sistema DI OPERAZIONI, del (N.B. reverse charge nel del % (quando LIQUIDAZIONI non PERIODICHE, reverse charge ex art., co., caso di cessionario soggetto Mod. N. si ricade nel SOCIETÀ punto CONTROLLANTI a) E CONTROLLATE lett. a-bis passivo) c) Cessione nei confronti di un privato (quando non si ricade nel punto a) d) Cedente (che non si trova nelle situazioni a), b) o c)) che opta per l applicazione dell IVA Acquisti di beni provenienti dallo Stato Città del Vaticano e dalla Repubblica di San Marino art., comma (inclusi acquisti di oro industriale,argento puro e beni di cui all art., commi e 8) Estrazione di beni da depositi IVA (art. 0-bis, comma, d.l. n. /99) Acquisti di beni e servizi da soggettii non residenti ai sensi dell art., comma Operazioni di cui all art., comma, lett. e) Provvigioni corrisposte dalle agenzie di viaggio ai loro intermediari (art. -ter, comma 8) Acquisti all interno di beni di cui all art., commi e 8 Acquisti all interno di oro industriale e argento puro (art., comma ) Acquisti di oro da investimento imponibile per opzione (art., comma ) Acquisti intracomunitari di beni (inclusi acquisti di oro industriale, argento puro e beni di cui all art., commi e 8) Assoggettamento ad IVA obbligatorio IMPONIBILE Assoggettamento ad IVA previa opzione in atto di vendita, da parte del cedente. N.B. con applicazione del reverse charge (dal 0/0/00) se il cessionario è soggetto passivo Esenzione, oppure possibilità di opzione per l IVA (in atto) Esenzione, oppure possibilità di opzione per l IVA (in atto) (N.B. reverse charge nel caso di cessionario soggetto passivo) Importazioni di beni di cui all art., commi e 8 VJ0 senza pagamento dell IVA in dogana (art. 0, comma ) e) Casi diversi da quelli Esenzione da IVA ex art. 0 Importazioni di oro cui industriale sopra e argento puro senza pagamento dell IVA VJ n 8-ter in dogana (art. 0, comma ) Acquisti di tartufi da rivenditori dilettanti ed occasionali non muniti di partita IVA VJ (art., comma 09, legge n. /00) Collegamento con altri quadri VJ Acquisti di servizi resi da subappaltatori nel settore edile (art., comma, lett. a) VJ Acquisti di fabbricati (art., comma, lett. a-bis) VJ Acquisti di telefoni cellulari (art., comma, lett. b) VJ Acquisti di microprocessori (art., comma, lett. c) VJ TOTALE IMPOSTA (somma dei righi da VJ a VJ) CREDITI DEBITI Ravvedimento CREDITI DEBITI VH VH VH Acquisti realizzati mediante estrazione VH8 da depositi IVA. VH VH9 VH VH0 Ravvedimento VH I depositi fiscali IVA, istituiti con L. 8 del 8/0/99 e regolamento VH VH 9 del 8//998, sono regolati VH dall articolo 0-bis del D.L. /99: Metodo sono speciali depositi fiscali istituiti per la custodia di beni nazionali e comunitari non VH Acconto dovuto VH Subfornitori art., comma destinati alla vendita al minuto nei locali dei depositi stessi, e non soggetti all imposta sul VH0 valore aggiunto. VH VH VH VH VH VH VH All interno dei depositi fiscali è possibile trasferire merci senza assoggettare i VH8 VH9 VH0 VH singoli passaggi ad IVA; IVA che sarà assolta dall acquirente finale al momento DATI DELLA CONTROLLANTE dell immissione in consumo dei beni Ultimo nel meseterritorio nazionale ( inserimento nel Partita Iva di controllo Denominazione quadro VK VF). Codice Totale dei crediti trasferiti Totale dei debiti trasferiti Eccedenza di debito (VK-VK0) VK Eccedenza di credito (VK0-VK) VK0 IVA a debito VK Eccedenza di credito compensata VK Eccedenza chiesta a rimborso dalla controllante VK Crediti di imposta utilizzati VK Interessi trimestrali trasferiti Periodo d imposta 0 IMPOSTA

8 E IVA AMMESSA IN DETRAZIONE Sezione Ammontare degli acquisti effettuati nel territorio dello Stato, degli acquisti intracomunitari e delle importazioni MODELLO IVA Periodo d imp E IVA AMMESSA IN DETRAZIONE Nel caso in cui i beni siano estratti dallo stesso soggetto che li ha precedentemente acquistati senza pagamento dell IVA, si possono verificare due situazioni con diverse conseguenze dal punto di vista della compilazione della dichiarazione IVA: estrazione nel medesimo periodo di imposta in cui è effettuata l immissione/acquisto del bene indicazione OPERAZIONI di imponibile PASSIVE e IVA nei righi da VF a VF; Mod. N. E IVA AMMESSA IN DETRAZIONE estrazione in un periodo di imposta successivo indicazione dell imponibile nel rigo VF nell esercizio di acquisto del bene/immissione in deposito. Nell anno VF in cui avviene l estrazione indicazione di imponibile e IVA nei righi da VF VF a VF, e del solo imponibile nel rigo VF. VF VF Acquisti e importazioni imponibili (esclusi quelli di cui SEZ. - Ammontare VF ai righi VF8, VF9 e VF0) distinti per aliquota d imposta degli acquisti effettuati VF o per percentuale di compensazione, tenendo conto nel territorio dello delle variazioni di cui all art., e relativa imposta Stato, degli acquisti VF intracomunitari VF8 e delle importazioni VF9 VF0 VF Dichiarazione IVA es. 0 VF VF Acquisti e importazioni senza pagamento d imposta, con utilizzo del plafond VF Altri acquisti non imponibili, non soggetti ad imposta e relativi ad alcuni regimi speciali Acquisti esenti (art. 0) e importazioni non soggette all imposta Dichiarazione VF IVA es. 0 VF Acquisti da soggetti di cui all art., commi e, decreto-legge 98/0 E IVA AMMESSA IN DETRAZIONE VF Acquisti e importazioni non soggetti all imposta effettuati dai terremotati VF8 Acquisti e importazioni VF per i quali la detrazione è esclusa o ridotta (art. 9-bis) VF E IVA AMMESSA VF9 Acquisti e importazioni per i quali non è ammessa la detrazione IN DETRAZIONE IMPONIBILE % IMPOSTA,, 8, 8, 8,8 0, MODELLO IVA 0 Periodo d imposta 0 ESEMPIO DI COMPILAZIONE Estrazione nel 0 di un bene acquistato senza pagamento dell IVA nel 0 per.000 euro + IVA %. VF0 Acquisti registrati VF nell anno Acquisti e importazioni ma con imponibili detrazione (esclusi quelli dell imposta di cui differita ad anni successivi SEZ. - Ammontare VF ai righi VF8, VF9 e VF0) distinti per aliquota d imposta art. -bis, decreto-legge n. 8/0 degli acquisti effettuati nel territorio dello Stato, degli acquisti intracomunitari e delle importazioni VF VF VF VF8 o per percentuale di compensazione, tenendo conto delle variazioni di cui all art., e relativa imposta VF (meno) Acquisti VF9 registrati negli anni precedenti ma con imposta esigibile nel 0 0 VF0 SEZ. - Totale acquisti VF TOTALE ACQUISTI E IMPORTAZIONI, VF e importazioni, totale.000 MODELLO IVA 0 0 VF Variazioni e arrotondamenti d imposta (indicare con il segno +/ ) Periodo d imposta 0 VF imposta, acquisti VF Acquisti e importazioni senza pagamento d imposta, con utilizzo del plafond intracomunitari, TOTALE IMPOSTA SUGLI ACQUISTI E IMPORTAZIONI IMPONIBILI (VF colonna + VF) VF VF Altri acquisti non imponibili, non soggetti ad imposta e relativi ad alcuni regimi speciali importazioni e acquisti VF Acquisti esenti (art. 0) e importazioni non soggette all imposta da San Marino VF Acquisti MODELLO IVA 0 Acquisti intracomunitari QUADRI da soggetti di cui VJ-VH-VK all art., commi e, decreto-legge 98/0 Periodo d imposta 0 VF Acquisti e importazioni non soggetti all imposta effettuati dai terremotati IMPOSTA RELATIVA A PARTICOLARI TIPOLOGIE DI OPERAZIONI, VF VF8 Acquisti e importazioni per i quali la detrazione è esclusa o ridotta (art. 9-bis) VF9 Acquisti LIQUIDAZIONI e importazioni per i quali PERIODICHE, non è ammessa la detrazione Importazioni Mod. N. VF0 Acquisti registrati SOCIETÀ nell anno CONTROLLANTI ma con detrazione dell imposta E CONTROLLATE differita ad anni successivi art. -bis, decreto-legge n. QUADRI VJ-VH-VK con 8/0 pagamento IVA senza pagamento IV QUADRO VJ IMPONIBILE IMPOSTA DETERMINAZIONE Acquisti Acquisti di beni da provenienti San Marino dallo IMPOSTA Stato Città RELATIVA del Vaticano A PARTICOLARI TIPOLOGIE DI OPERAZIONI, VF (meno) Acquisti registrati negli anni precedenti ma con imposta esigibile nel 0 DELL IMPOSTA RELATIVA VJ e dalla Repubblica di San Marino LIQUIDAZIONI art., comma PERIODICHE, (inclusi acquisti di oro.000 A PARTICOLARI TIPOLOGIE SEZ. industriale,argento - Totale Ripartizione acquisti VF puro TOTALE totale e beni ACQUISTI acquisti di cui all art. E IMPORTAZIONI e importazioni, commi e (rigo 8) VF ): Mod. N. DI OPERAZIONI e importazioni, totale VJ Estrazione di beni VF da depositi Variazioni IVA SOCIETÀ e arrotondamenti (art. 0-bis, CONTROLLANTI d imposta comma, (indicare d.l. E n. CONTROLLATE con /99) il segno +/ ) Beni destinati alla rivendita ovvero VF imposta, acquisti Beni ammortizzabili Beni strumentali non ammortizzabili alla produzione di beni e servizi Altri acquisti e importa intracomunitari, VF TOTALE IMPOSTA SUGLI ACQUISTI E IMPORTAZIONI IMPONIBILI (VF colonna + VF) QUADRO VJ VJ Acquisti di beni e servizi da soggettii non residenti ai sensi dell art., comma IMPONIBILE IMPOSTA importazioni e acquisti DETERMINAZIONE VJ da San Operazioni Acquisti Marino di di beni cui provenienti all art., dallo comma Stato, lett. Città e) del Vaticano F Collegamento Acquisti con intracomunitari altri quadri DELL IMPOSTA RELATIVA VJ e dalla Repubblica di San Marino art., comma (inclusi acquisti di oro SEZ. A - PARTICOLARI Determinazione VF0Provvigioni TIPOLOGIE industriale,argento METODO corrisposte VF UTILIZZATO puro dalle e beni agenzie di PER cui di all art. LA viaggio DETERMINAZIONE, ai commi loro intermediari e 8) DELL IVA AMMESSA IN DETRAZIONE VJ dell IVA DI OPERAZIONI ammessa in VJ (art. Estrazione -ter, comma agenzie di beni di viaggio da 8) depositi Importazioni IVA (art. 0-bis, comma, d.l. n. /99) associazioni operanti in agricoltura detrazione VJ VJ Acquisti all interno di beni e servizi di beni da di soggettii cui all art. non, residenti commi ai sensi e 8 con pagamento IVA dell art., comma senza pagamento IVA beni usati Acquisti da San Marino spettacoli viaggianti e contribuenti minori VJ VJ Acquisti Operazioni all interno di cui di all art. oro industriale, comma e argento, lett. e) puro (art., comma ) operazioni esenti Ripartizione totale acquisti e importazioni (rigo VF ): VJ8 Acquisti attività agricole connesse Provvigioni di oro corrisposte da investimento dalle agenzie imponibile di viaggio per opzione ai loro (art. intermediari, comma ) Beni destinati alla rivendita ovvero VJ VF Beni ammortizzabili Beni strumentali non ammortizzabili alla produzione di beni e servizi Altri acquisti e importazioni Acquisti (art. agriturismo -ter, intracomunitari comma 8) di beni (inclusi acquisti di oro industriale, imprese agricole VJ9 argento puro e beni di cui all art., commi e 8) VJ SEZ. - Acquisti Determinazione all interno VF0di beni METODO di cui UTILIZZATO all art., PER commi LA DETERMINAZIONE e 8 DELL IVA AMMESSA IN DETRAZIONE dell IVA ammessa in agenzie di viaggio associazioni operanti in agricoltura VJ detrazione Importazioni Acquisti all interno di beni di oro cui all art. industriale, e commi argento e puro 8 (art., comma ) VJ0 SEZ. -A VF Acquisti destinati beni alle usati operazioni imponibili occasionali spettacoli viaggianti e contribuenti minori senza VJ8 Acquisti pagamento di oro da dell IVA investimento in dogana imponibile (art. 0, per comma opzione ) (art., comma ) operazioni esenti attività agricole connesse Operazioni esenti VFImportazioni Se per l anno 0 sono state effettuate esclusivamente operazioni esenti barrare la casella Acquisti intracomunitari di oro industriale agriturismo di beni e (inclusi argento acquisti puro di senza oro industriale, pagamento dell IVA VJ imprese agricole 8 VJ9 in argento dogana puro (art. e beni 0, comma di cui all art. ), commi e 8) VF Se per l anno 0 ha avuto effetto l opzione di cui all art. -bis barrare la casella SEZ. -A Acquisti Importazioni di tartufi di VF beni da rivenditori Acquisti cui all art. destinati dilettanti, alle commi ed operazioni occasionali e 8imponibili non muniti occasionali di partita IVA VJ VJ0 Operazioni (art. Dati per il calcolo della percentuale di detrazione senza esenti, comma pagamento 09, VF dell IVA legge Se per n. in /00) l anno dogana 0 (art. sono 0, state comma effettuate ) esclusivamente operazioni esenti barrare la casella Operazioni VFesenti Se per relative l anno 0 all oro ha avuto effetto l opzione Operazioni di cui all art. esenti -bis di cui barrare ai nn. la da casella a 9 VJ Acquisti Importazioni di servizi da investimento di oro resi industriale da subappaltatori effettuate e dai argento nel soggetti puro settore senza edile dell art. pagamento (art., comma 0 non dell IVA, lett. a) rientranti nell attività propria Operazioni esenti di cui all art. 0, Beni ammortizzabili e Mod. N. IMPONIBILE % IMPOSTA.000,, 8, 8, 8,8

9 degli acquisti effettuati nel territorio dello Stato, degli acquisti intracomunitari e delle importazioni VF VF VF8 VF9 o per percentuale di compensazione, tenendo conto delle variazioni di cui all art., e relativa imposta 8, 8, 8,8 0 VF0 E IVA, AMMESSA IN DETRAZIONE Sezione Ammontare VF degli acquisti effettuati nel territorio dello Stato, degli acquisti intracomunitari e delle importazioni SEZ. - Totale acquisti e importazioni, totale imposta, acquisti intracomunitari, importazioni e acquisti da San Marino VF VF Acquisti e importazioni senza pagamento d imposta, con utilizzo del plafond VF Altri acquisti non imponibili, non soggetti ad imposta e relativi ad alcuni regimi speciali VF Acquisti esenti (art. 0) e importazioni non soggette all imposta VF Acquisti da soggetti di cui all art., commi e, decreto-legge 98/0 VF Acquisti e importazioni non soggetti all imposta effettuati dai terremotati VF8 Acquisti e importazioni per i quali la detrazione è esclusa o ridotta (art. 9-bis) Acquisti intracomunitari effettuati all atto dell estrazione dei beni da parte del depositario nell ipotesi di consignment stock. VF9 Acquisti e importazioni per i quali non è ammessa la detrazione Il contratto di consignment stock si basa sul trasferimento di beni di proprietà del fornitore presso un deposito art. -bis, decreto-legge del cliente, n. 8/0 il quale ha la facoltà, in base alle sue VF0 Acquisti registrati nell anno ma con detrazione dell imposta differita ad anni successivi esigenze, di effettuare prelievi in qualsiasi momento. VF (meno) Acquisti registrati negli anni precedenti ma con imposta esigibile nel 0 Il diritto di proprietà sui beni si trasferisce in capo al cliente solo nel momento del VF TOTALE ACQUISTI E IMPORTAZIONI prelievo, VF Variazioni ed e arrotondamenti è in questo d imposta momento (indicare con il segno che +/ ) avviene l assoggettamento ad IVA dell operazione. VF TOTALE IMPOSTA SUGLI ACQUISTI E IMPORTAZIONI IMPONIBILI (VF colonna + VF) Acquisti da San Marino Rigo VF e importazioni senza pagamento dell imposta con utilizzo del Ripartizione totale acquisti e importazioni (rigo VF ): Beni destinati alla rivendita ovvero plafond VF Beni ammortizzabili Beni strumentali non ammortizzabili alla produzione di beni e servizi Altri acquisti e importazioni Tale rigo interessa agenzie i cosiddetti di viaggio esportatori abituali, ovvero coloro associazioni che effettuano operanti in agricoltura esportazioni dirette e operazioni assimilate, beni per usati più del 0% del volume d affari, e possono spettacoli avvalersi viaggianti delle e contribuenti disposizioni minori di cui all art. 8, operazioni esenti attività agricole connesse co. lett. c) per acquistare beni e servizi senza applicazione dell imposta entro la disponibilità di un determinato plafond e dietro presentazione di apposite dichiarazioni di intento ai fornitori o alla agriturismo imprese agricole 8 Dogana. SEZ. -A Operazioni esenti VF Acquisti intracomunitari Importazioni con pagamento IVA L ammontare complessivo di tali acquisti va indicato nel rigo VF. dell art. 0 non rientranti nell attività propria Operazioni esenti di cui all art. 0, Beni ammortizzabili e passaggi di cui all art. F 9, Collegamento co., lett. d) dell impresa con o accessorie altri ad quadri operazioni imponibili n. -quinquies interni esenti VF Quadro VC Esportatori e operatori assimilati, a cui si rimanda Percentuale di detrazione per gli Operazioni non soggette Operazioni esenti (arrotondata all unità Operazioni non soggette di cui all art, co. approfondimenti. art. 9, co., lett. a-bis) più prossima) senza pagamento IVA SEZ. - Determinazione VF0 METODO UTILIZZATO PER LA DETERMINAZIONE DELL IVA AMMESSA IN DETRAZIONE dell IVA ammessa in detrazione VF Acquisti destinati alle operazioni imponibili occasionali VF Se per l anno 0 sono state effettuate esclusivamente operazioni esenti barrare la casella VF Se per l anno 0 ha avuto effetto l opzione di cui all art. -bis barrare la casella Dati per il calcolo della percentuale di detrazione Operazioni esenti relative all oro Operazioni esenti di cui ai nn. da a 9 da investimento effettuate dai soggetti VF IVA non assolta sugli acquisti e importazioni indicati al rigo VF VF IVA detraibile per gli acquisti relativi all oro effettuati dai soggetti diversi dai produttori e trasformatori ai sensi dell art. 9, comma bis VF IVA ammessa in detrazione 8 % Rigo VF Altri acquisti non imponibili, non soggetti ad imposta e relativi ad alcuni regimi speciali In questo rigo vanno indicati gli altri acquisti non imponibili, non compresi nel precedente VF. In particolare, vi rientrano: gli acquisti interni, compresi quelli effettuati in triangolazione nazionale ai sensi dell art. 8 D.L. /99; gli acquisti intracomunitari non imponibili ai sensi dell art., co. D.L. /99; gli acquisti effettuati in una triangolazione comunitaria come cessionario-cedenti di cui all art. 0, co. D.L. /99; gli acquisti di beni in transito o depositati in luoghi soggetti a vigilanza doganale; gli acquisti di beni introdotti nei depositi IVA ai sensi dell art. 0-bis, co. lett. a), b) e d) D.L. /99; gli acquisti di beni e servizi aventi ad oggetto beni custoditi nei depositi IVA ai sensi dell art. 0-bis, co. lett. e) e h) D.L. /99;

G P P N D R 7 1 P 1 4 L 7 2 7 S

G P P N D R 7 1 P 1 4 L 7 2 7 S G P P N D R P L S MODELLO IVA 0 Periodo d imposta 0 QUADRO VE DETERMINAZIONE DEL VOLUME D AFFARI E DELLA IMPOSTA RELATIVA ALLE OPERAZIONI IMPONIBILI Sez. - Conferimenti di prodotti agricoli e cessioni

Dettagli

QUADRO VA INFORMAZIONI SULL'ATTIVITÀ

QUADRO VA INFORMAZIONI SULL'ATTIVITÀ 0 7 7 0 0 8 7 8 MODELLO IVA 0 Periodo d'imposta 00 QUADRO VA INFORMAZIONI SULL'ATTIVITÀ Mod. N. QUADRO VA Da compilare a cura del soggetto risultante da operazioni straordinarie INFORMAZIONI E DATI In

Dettagli

IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE INFORMATIVA N. 088 02 APRILE 2013 IVA IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Artt. 30 e 38-bis, DPR n. 633/72 Provvedimento Agenzia Entrate 20.3.2012 I soggetti in possesso di specifici requisiti possono

Dettagli

MODELLO IVA BASE 2015

MODELLO IVA BASE 2015 BOZZA INTERNET del //0 MODELLO IVA BASE 05 Periodo d imposta 0 Informativa sul dei dati personali (art. D.lgs. n.9/00) Finalità del Con questa informativa l Agenzia delle Entrate spiega come utilizza i

Dettagli

UFFICIO COMPETENTE TIPO DI DICHIARAZIONE DATI DEL CONTRIBUENTE. Persone fisiche

UFFICIO COMPETENTE TIPO DI DICHIARAZIONE DATI DEL CONTRIBUENTE. Persone fisiche CODICE FISCALE MODELLO IVA 74-bis DICHIARAZIONE DELLE OPERAZIONI EFFETTUATE NELLA FRAZIONE D ANNO ANTECEDENTE LA DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO O DI LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA AVVENUTA NELL ANNO 0

Dettagli

DATI DEL CONTRIBUENTE PARTITA IVA Indirizzo di posta elettronica. Persone fisiche

DATI DEL CONTRIBUENTE PARTITA IVA Indirizzo di posta elettronica. Persone fisiche CODICE FISCALE MODELLO IVA 74-bis DICHIARAZIONE DELLE OPERAZIONI EFFETTUATE NELLA FRAZIONE D ANNO ANTECEDENTE LA DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO O DI LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA ANNO UFFICIO COMPETENTE

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA DICHIARAZIONE ANNUALE IVA In occasione della compilazione della Dichiarazione Annuale IVA 2014, relativa all anno di imposta 2013, siamo a fornire indicazioni per la compilazione del modello ministeriale

Dettagli

Dichiarazione annuale Iva 2012 per anno 2011 - Modello richesta dati

Dichiarazione annuale Iva 2012 per anno 2011 - Modello richesta dati Dichiarazione annuale Iva 2012 per anno 2011 - Modello richesta dati Cliente N.ro Informazioni generali o Copia prospetto riepilogativo "dichiarazione Iva annuale per anno 2011" stampata da Vs. computer.

Dettagli

INDICE GUIDA OPERATIVA

INDICE GUIDA OPERATIVA INDICE GUIDA OPERATIVA MODELLI DI DICHIARAZIONE IVA RELATIVI ALL ANNO 2012 1 Premessa 1 Novità 1 Soggetti che presentano la dichiarazione IVA in via autonoma 2 Struttura dei modelli 3 Modalità e termini

Dettagli

SEGUE DICHIARAZIONE I.V.A.

SEGUE DICHIARAZIONE I.V.A. SEGUE DICHIARAZIONE I.V.A. Il quadro VJ è riservato all indicazione di particolari tipologie di operazioni, per le quali l imposta, in base a specifiche disposizioni, è dovuta da parte del cessionario

Dettagli

Modello Iva 2014: cessione di immobili con reverse charge

Modello Iva 2014: cessione di immobili con reverse charge Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 33 30.01.2014 Modello Iva 2014: cessione di immobili con reverse charge Categoria: Iva Sottocategoria: Dichiarazione L art. 17, comma 6, lett.

Dettagli

Dichiarazione IVA 2010: Check List per la compilazione

Dichiarazione IVA 2010: Check List per la compilazione Dichiarazione IVA 2010: Check List per la compilazione Informazioni e dati preliminari - frontespizio Contribuente I dati anagrafici sono aggiornati? Verificare (soggetti diversi dalle persone fisiche):

Dettagli

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Vicenza, Gennaio 2012 Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Gentile cliente, al fine di adempiere agli obblighi previsti dalle scadenze fiscali

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Protocollo n. 2013/5272 Approvazione delle istruzioni per la compilazione del modello di dichiarazione IVA 74-bis per il fallimento o per la liquidazione coatta amministrativa approvato con provvedimento

Dettagli

MODELLO IVA 2015. Periodo d imposta 2014

MODELLO IVA 2015. Periodo d imposta 2014 MODELLO IVA 0 Periodo d imposta 0 Informativa sul trattamento dei dati personali (art. D.lgs. n.6/00) Finalità del trattamento Con questa informativa l Agenzia delle Entrate spiega come utilizza i dati

Dettagli

MODELLO IVA 2015. Periodo d imposta 2014. BOZZA INTERNET del 22/12/2014

MODELLO IVA 2015. Periodo d imposta 2014. BOZZA INTERNET del 22/12/2014 BOZZA INTERNET del //0 MODELLO IVA 0 Periodo d imposta 0 Informativa sul trattamento dei dati personali (art. D.lgs. n.96/00) Finalità del trattamento Con questa informativa l Agenzia delle Entrate spiega

Dettagli

11 febbraio 2011 Le operazioni con l estero Le operazioni intracomunitarie Il reverse charge Dr. Michele La Torre

11 febbraio 2011 Le operazioni con l estero Le operazioni intracomunitarie Il reverse charge Dr. Michele La Torre Primo Corso Base di Contabilità Bilancio e Diritto Tributario 2011 11 febbraio 2011 Le operazioni con l estero Le operazioni intracomunitarie Il reverse charge Dr. Michele La Torre Territorialità art.

Dettagli

Comunicazione Dati Iva relativa al 2009

Comunicazione Dati Iva relativa al 2009 PERIODICO INFORMATIVO N. 08/2010 Comunicazione Dati Iva relativa al 2009 Come di consueto entro la fine del mese di febbraio va presentata, esclusivamente in via telematica, la Comunicazione dati IVA.

Dettagli

Cedente/prestatore soggetto passivo IVA Non residente ma con: stabile organizzazione rappresentante fiscale identificazione diretta.

Cedente/prestatore soggetto passivo IVA Non residente ma con: stabile organizzazione rappresentante fiscale identificazione diretta. Premessa PREMESSA Nella disciplina IVA è previsto l obbligo di documentare le operazioni (cessioni di beni e prestazioni di servizi) mediante l emissione della fattura. Ai sensi dell articolo 21, comma

Dettagli

La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014

La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014 Numero 24/2014 Pagina 1 di 10 La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014 Numero : 24/2014 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : IVA COMUNICAZIONE DATI IVA PROVVEDIMENTO DIRETTORE AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI

DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI Dott. M A U R O R O V I D A 16128 GENOVA - Via Corsica 2/18 Dott. F R A N C E S C A R A P E T T I Telef.: +39 010 876.641 Fax: +39 010 874.399 Dott. L U C A

Dettagli

MODELLO IVA 2008. Periodo d imposta 2007

MODELLO IVA 2008. Periodo d imposta 2007 MODELLO IVA 008 Periodo d imposta 007 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 3 del D.Lgs. n. 9 del 003 Finalità del trattamento Dati personali Modalità del trattamento Titolari

Dettagli

COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA ; Scadenza 28.02.2014 Verifica, predisposizione e invio telematico.

COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA ; Scadenza 28.02.2014 Verifica, predisposizione e invio telematico. INFORMATIVA N. 3 / 2014 Ai gentili Clienti dello Studio COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA ; Scadenza 28.02.2014 Verifica, predisposizione e invio telematico. DICHIARAZIONE ANNUALE IVA ; Verifica e predisposizione

Dettagli

LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013. Esemplificando, le novità possono essere ricondotte alle seguenti fattispecie: Contenuto.

LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013. Esemplificando, le novità possono essere ricondotte alle seguenti fattispecie: Contenuto. LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013 La legge 24/12/2012 n. 228, pubblicata nella G.U. 29/12/2012 N. 312, supplemento ordinario n. 212 (legge di stabilità), ha recepito nell ordinamento nazionale le misure

Dettagli

EURO. Informativa ai sensi dell art. 10 della legge n. 675 del 1996 sul trattamento dei dati personali. Dati personali. Modalità del.

EURO. Informativa ai sensi dell art. 10 della legge n. 675 del 1996 sul trattamento dei dati personali. Dati personali. Modalità del. Riservato alla Banca o alle Poste italiane Spa N. Protocollo AGENZIA DELLE ENTRATE Data di presentazione DENOMINAZIONE, RAGIONE SOCIALE ovvero COGNOME E NOME MODELLO IVA 003 Periodo d imposta 00 Informativa

Dettagli

1. COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA PER L ANNO D IMPOSTA 2011

1. COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA PER L ANNO D IMPOSTA 2011 Circolare n. 1 pagina 1 di 10 Achille Delmonte Alberto Bertani Mario Montepietra Anna Fantini Andrea Sassi Giacobbe Silvi Dottore Commercialista Revisore Contabile Dottore Commercialista Revisore Contabile

Dettagli

STUDIO ANTONELLI. Forlì, 27 settembre 2004

STUDIO ANTONELLI. Forlì, 27 settembre 2004 Dott. Alessandro Antonelli TRIBUTARISTA - PUBBLICISTA REVISORE CONTABILE Dott.ssa Giancarla Berti COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE Dott. Federico Mambelli ASSISTENTE Dott. Alessandro Mengozzi COMMERCIALISTA

Dettagli

A tutti i Sigg.ri Clienti loro sede LE NOVITA 2013 SULLE REGOLE DI FATTURAZIONE

A tutti i Sigg.ri Clienti loro sede LE NOVITA 2013 SULLE REGOLE DI FATTURAZIONE A tutti i Sigg.ri Clienti loro sede Castelfranco Veneto, 7 gennaio 2013 Oggetto: circolare informativa. LE NOVITA 2013 SULLE REGOLE DI FATTURAZIONE Segnaliamo a tutti i Sigg.ri Clienti che, a decorrere

Dettagli

CHIUSURA IVA ANNO D'IMPOSTA 2013

CHIUSURA IVA ANNO D'IMPOSTA 2013 SCHEDA INFORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA CHIUSURA IVA ANNO D'IMPOSTA 2013 DOCUMENTI DA ALLEGARE: CHIUSURA ANNUALE IVA ANNO 2013 COMPRENSIVA DI RIEPILOGHI (ACQUISTI, VENDITE, CORRISPETTIVI)

Dettagli

1) COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA PER L ANNO D IMPOSTA 2012 2) DICHIARAZIONE ANNUALE IVA PER L ANNO D IMPOSTA 2012

1) COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA PER L ANNO D IMPOSTA 2012 2) DICHIARAZIONE ANNUALE IVA PER L ANNO D IMPOSTA 2012 Circolare n. 3/2013 Pagina 1 di 10 A tutti i Clienti Loro sedi Circolare n. 3/2013 del 25 gennaio 2013 1) COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA PER L ANNO D IMPOSTA 2012 2) DICHIARAZIONE ANNUALE IVA PER L ANNO

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Comunicazione dati IVA per l anno 2014 Dichiarazione IVA per l anno 2014 - Chiusure contabili 2014 Entro lunedì 2 marzo 2015 deve

Dettagli

MODELLO IVA 2010 Periodo d imposta 2009

MODELLO IVA 2010 Periodo d imposta 2009 CODICE FISCALE MODELLO IVA 2010 Periodo d imposta 2009 MODELLO VR/2010 RICHIESTA DI RIMBORSO DEL CREDITO IVA RELATIVO AL 2009 CONTRIBUENTE Cognome, denominazione o ragione sociale Nome Data di nascita

Dettagli

IVA 2015. 1. Dichiarazione annuale Iva per l anno d imposta 2014 (Modello Iva 2015)

IVA 2015. 1. Dichiarazione annuale Iva per l anno d imposta 2014 (Modello Iva 2015) Circolare n. 1/2015 Pagina 1 di 9 A tutti i Clienti Loro sedi Circolare n. 1/2015 del 23 gennaio 2015 (tutte le circolari sono consultabili anche sul nostro sito all indirizzo www.bdassociati.it ) Riferimenti

Dettagli

IVA. Liquidazioni Periodiche e Versamenti. Art. 27 del D.P.R. 633/72

IVA. Liquidazioni Periodiche e Versamenti. Art. 27 del D.P.R. 633/72 IVA Liquidazioni Periodiche e Versamenti Art. 27 del D.P.R. 633/72 Periodicità delle liquidazioni Mensile Trimestrale per opzione Limiti Prestazioni di servizi: 309.874,14 Altre attività: 516.456,90 L

Dettagli

Studio Colella Associato

Studio Colella Associato Dott. Luigi Dottore Commercialista Dott.ssa Alessandra Lecchi Ragioniere Commercialista Dott. Giovanni Dottore Commercialista Dott. Gaetano Scordo Dottore Commercialista CONSULENZA TRIBUTARIA E SOCIETARIA

Dettagli

CODICE FISCALE. Riservato al soggetto non residente nelle ipotesi di passaggio da rappresentente fiscale a identificazione diretta e viceversa

CODICE FISCALE. Riservato al soggetto non residente nelle ipotesi di passaggio da rappresentente fiscale a identificazione diretta e viceversa 0 0 0 0 0 0 CONFORME AL DECRETO MIN. FINANZE DEL /0/00 - DATA PRINT GRAFIK tecnologia di stampa FISCOLASER www.dataprint.it QUADRO VA INFORMAZIONI E DATI RELATIVI ALL'ATTIVIT Sez. - Dati analitici generali

Dettagli

Bologna, 5 febbraio 2015. Circolare n. 05/2015. Oggetto: le novità in tema di Split Payment e Reverse Charge

Bologna, 5 febbraio 2015. Circolare n. 05/2015. Oggetto: le novità in tema di Split Payment e Reverse Charge Dott. Rag. Giorgio Palmeri Rag. Tiberio Frascari Dott. Fabio Ceroni Dott. Carlo Bacchetta Dott. Filippo Foresti Dott. Mariangela Frascari Dott. Marta Lambertucci Dott. Lorenzo Nadalini Dott. Valentina

Dettagli

COSTITUZIONE ED UTILIZZO DEL PLAFOND

COSTITUZIONE ED UTILIZZO DEL PLAFOND Circolare N. 51 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 10 luglio 2009 COSTITUZIONE ED UTILIZZO DEL PLAFOND Al sussistere di determinate condizioni, i soggetti che operano abitualmente con l estero

Dettagli

DICHIARAZIONE IVA E COMUNICAZIONE DATI IVA DICHIARAZIONE ANNUALE

DICHIARAZIONE IVA E COMUNICAZIONE DATI IVA DICHIARAZIONE ANNUALE DICHIARAZIONE IVA E COMUNICAZIONE DATI IVA DICHIARAZIONE ANNUALE I soggetti passivi Iva anche se nel periodo di riferimento non hanno effettuato operazioni rilevanti ai fini del tributo, sono obbligati

Dettagli

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Entro il 28 febbraio 2014 i titolari di partita Iva sono tenuti a presentare

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ Circolare informativa per la clientela n. 3/2013 del 31 gennaio 2013 FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ In questa Circolare 1. Normativa Iva nazionale Novità

Dettagli

Capitolo 5. L imposta sul valore aggiunto (IVA) 1. I soggetti passivi

Capitolo 5. L imposta sul valore aggiunto (IVA) 1. I soggetti passivi Edizioni Simone - Vol. 62/A Capitolo 5 L imposta sul valore aggiunto (IVA) Sommario 1. I soggetti passivi. - 2. La nascita dell obbligazione tributaria. - 3. Le denunce. - 4. Gli elenchi. 5. Liquidazioni

Dettagli

IVA E PRATICA PROFESSIONALE

IVA E PRATICA PROFESSIONALE master DI approfondimento Master in 6 incontri (42 ore formative) a numero chiuso IVA E PRATICA PROFESSIONALE Le regole nazionali di funzionamento dell imposta e gli adempimenti negli scambi con l estero

Dettagli

IVA per Cassa analisi novità

IVA per Cassa analisi novità Funzione già presente Funzione in corso di realizzazione RIFERIMENTI NORMATIVI Art. 6 DPR 633/72, art. 7 DL 185/2008, art 32-bis DL 83/2012, DM 11.10.12 SOGGETTI INDIVIDUAZIONE Il nuovo regime di liquidazione

Dettagli

IVA: rimborso credito 2013. Normativa e procedure operative

IVA: rimborso credito 2013. Normativa e procedure operative Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 52 17.02.2014 IVA: rimborso credito 2013 Normativa e procedure operative Categoria: Iva Sottocategoria: Rimborso Per i soggetti che si trovano

Dettagli

FATTURAZIONE DELLE OPERAZIONI ATTIVE

FATTURAZIONE DELLE OPERAZIONI ATTIVE Ravenna, 3 Gennaio 2013 Circolare n. 1/13 OGGETTO: NOVITA IVA DAL 1 GENNAIO 2013 Nella Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29/12/2012 è stata pubblicata la Finanziaria 2013 (Legge n. 228 del 24/12/2012), c.d.

Dettagli

PLAFOND IVA 2015 GESTIONE COMPLETA DEL PLAFOND IVA E DI TUTTI GLI ADEMPIMENTI PER L ESPORTATORE ABITUALE E IL FORNITORE

PLAFOND IVA 2015 GESTIONE COMPLETA DEL PLAFOND IVA E DI TUTTI GLI ADEMPIMENTI PER L ESPORTATORE ABITUALE E IL FORNITORE PLAFOND IVA 2015 GESTIONE COMPLETA DEL PLAFOND IVA E DI TUTTI GLI ADEMPIMENTI PER L ESPORTATORE ABITUALE E IL FORNITORE COSA C'E' IN QUESTO E-BOOK 03 Settembre 2015 Questo e-book si propone come aiuto

Dettagli

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 3 del decreto legislativo 30 giugno 003 n.

Dettagli

GUIDA AL REVERSE CHARGE : IL PUNTO DOPO LA LEGGE DI STABILITA' N.190-2014

GUIDA AL REVERSE CHARGE : IL PUNTO DOPO LA LEGGE DI STABILITA' N.190-2014 GUIDA AL REVERSE CHARGE : IL PUNTO DOPO LA LEGGE DI STABILITA' N.190-2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa normativa generale L'inversione contabile (o reverse charge) è una particolare modalità di assolvimento

Dettagli

REVERSE CHARGE PER CELLULARI E MICROPROCESSORI: NUOVI CHIARIMENTI

REVERSE CHARGE PER CELLULARI E MICROPROCESSORI: NUOVI CHIARIMENTI Circolare N. 27 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 8 aprile 2011 REVERSE CHARGE PER CELLULARI E MICROPROCESSORI: NUOVI CHIARIMENTI Dallo scorso 1 aprile vige l obbligo di applicazione del reverse

Dettagli

OBBLIGHI FATTURAZIONE, CONTENUTO, MODALITA,TERMINI DELLA FATTURAZIONE

OBBLIGHI FATTURAZIONE, CONTENUTO, MODALITA,TERMINI DELLA FATTURAZIONE Circolare n. 14 - pagina 1 di 11 Circolare n. 14 del 20 dicembre 2012 A tutti i Clienti Loro sedi Nuove disposizioni in materia di fatturazione Riferimenti normativi: Decreto Legge n. 216 del 11 dicembre

Dettagli

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners ragionieri commercialisti economisti d impresa valdagno (vi) via l. festari,15 tel. 0445/406758/408999 - fax 0445/408485 dueville (vi) - via g. rossi, 26 tel. 0444/591846

Dettagli

S T U D I O A S S O C I A T O B U S S O

S T U D I O A S S O C I A T O B U S S O Baschi 27 novembre 2012 VERSAMENTO DELL IVA DOPO LA RISCOSSIONE DEL CORRISPETTIVO (Art. 32 bis D.L. 83/2012 Decreto Min. Economia del 11 ottobre 2012 Provvedimento Direttore Agenzia Entrate n. 165764/2012

Dettagli

Novità in tema di fatturazione dall 1.01.2013

Novità in tema di fatturazione dall 1.01.2013 Ai Gentili Clienti Novità in tema di fatturazione dall 1.01.2013 1 La L. 24.12.2012, n. 228 (legge di Stabilità 2013) ha introdotto novità in materia di fatturazione da applicare su tutte le operazioni

Dettagli

AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22%

AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22% Numero circolare 2/2013 Data 8/10/2013 Redattore Davide David AUMENTO ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22% Abstract: Rif.to normativi: Dal 1.10.2013 l aliquota IVA ordinaria è aumentata dal 21% al 22%. La nuova

Dettagli

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2012

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2012 NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2012 1 IVA NEL SETTORE IMMOBILIARE La separazione delle attività. L'articolo 57 del Dl 1/2012 ha introdotto, per le imprese di costruzione, la possibilità di separare

Dettagli

Modello richiesta rimborsi IVA infrannuali (art. 38 bis comma 2)

Modello richiesta rimborsi IVA infrannuali (art. 38 bis comma 2) IVA infrannuali (art. 38 bis comma 2) MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE (Conforme al provvedimento Agenzia delle Entrate del 20 Marzo 2012 - Prot.

Dettagli

La nuova disciplina dell IVA per cassa si applica alle operazioni effettuate dall 1.12.2012.

La nuova disciplina dell IVA per cassa si applica alle operazioni effettuate dall 1.12.2012. Circolare n. 2/2013 Versamento dell IVA dopo la riscossione del corrispettivo (c.d. IVA per cassa ) - Nuova disciplina - Esercizio, durata e revoca dell opzione 1 Premessa Come anticipato nella circolare

Dettagli

Studio Commercialisti Associati

Studio Commercialisti Associati Revisore Contabile AI SIGNORI CLIENTI LORO SEDI Circolare Studio N. 1 / 2013 del 10/01/2013 Oggetto: le novità inerenti l I.V.A. e la fatturazione a decorrere dal 01/01/2013 Numerose sono le novità in

Dettagli

Novità in materia di Iva

Novità in materia di Iva Dr. Anton Pichler Dr. Walter Steinmair Dr. Helmuth Knoll Sparkassenstraße 18 Via Cassa di Risparmio I-39100 Bozen Bolzano T 0471.306.411 F 0471.976.462 E info@interconsult.bz.it I www.interconsult.bz.it

Dettagli

INDICE. 5.2.1 Documentazione che l intermediario deve rilasciare al dichiarante... 8 5.2.2 Attestazione di ricevimento della comunicazione...

INDICE. 5.2.1 Documentazione che l intermediario deve rilasciare al dichiarante... 8 5.2.2 Attestazione di ricevimento della comunicazione... Informativa - ONB Comunicazione dati IVA relativa al 2013 - Modalità e termine di presentazione INDICE 1 Premessa... 3 2 Soggetti obbligati alla presentazione... 3 3 Soggetti esonerati dalla presentazione...

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

CIRCOLARE N. 44/E. Roma, 26 novembre 2012

CIRCOLARE N. 44/E. Roma, 26 novembre 2012 CIRCOLARE N. 44/E Direzione Centrale Normativa Roma, 26 novembre 2012 OGGETTO: Liquidazione dell IVA secondo la contabilità di cassa, cd. Cash accounting Articolo 32-bis del d.l. 22 giugno 2012, n. 83,

Dettagli

I DIVERSI AMBITI DI APPLICAZIONE DEL REVERSE CHARGE

I DIVERSI AMBITI DI APPLICAZIONE DEL REVERSE CHARGE I DIVERSI AMBITI DI APPLICAZIONE DEL REVERSE CHARGE A CURA DEL DOTT. PIERLUIGI CAPUANO Con l accezione reverse charge ci si riferisce, in ambito tributario, al meccanismo dell'inversione contabile che

Dettagli

Network for Value. A tutti i Sig.ri Clienti Loro Sedi. Informatore n 1 del 11 gennaio 2013. Oggetto: NOVITA IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013

Network for Value. A tutti i Sig.ri Clienti Loro Sedi. Informatore n 1 del 11 gennaio 2013. Oggetto: NOVITA IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013 A tutti i Sig.ri Clienti Loro Sedi Informatore n 1 del 11 gennaio 2013 Oggetto: NOVITA IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013 PREMESSA Al fine di recepire il contenuto della direttiva 2010/45/UE, la L. 24.12.2012

Dettagli

ISTRUZIONI MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

ISTRUZIONI MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE ISTRUZIONI Gli articoli di legge richiamati nel modello e nelle istruzioni si riferiscono al D.P.R. 26 ottobre

Dettagli

Raccolta dati per compilazione Dichiarazione IVA 2014

Raccolta dati per compilazione Dichiarazione IVA 2014 Periodico informativo n. 25/2014 Raccolta dati per compilazione Dichiarazione IVA 2014 Gentile Cliente, la presente per comunicarle che Lo Studio è a disposizione per la compilazione e l invio telematico

Dettagli

LE NOVITA' IVA 2012 DICHIARAZIONE ANNUALE

LE NOVITA' IVA 2012 DICHIARAZIONE ANNUALE O C S E 1 LE NOVITA' IVA 2012 DICHIARAZIONE ANNUALE Francesco Campanile Dirigente Ministero Economia e Finanze Revisore dei conti CNSD Dottore commercialista Docente di Diritto Tributario internazionale

Dettagli

CONSIGNMENT STOCK AGREEMENT

CONSIGNMENT STOCK AGREEMENT Periodico quindicinale FE n. 09 9 agosto 2012 ABSTRACT CONSIGNMENT STOCK AGREEMENT Il consignment stock agreement è una forma contrattuale di origine anglosassone che si è andata sempre più sviluppando

Dettagli

Tempistica della fatturazione delle operazioni transfrontaliere

Tempistica della fatturazione delle operazioni transfrontaliere Gentile Lettore, La ringraziamo per aver utilizzato i nostri servizi per il Suo aggiornamento professionale. Quando abbiamo pensato a strutturare ed organizzare gli strumenti di cui Lei oggi è fruitore,

Dettagli

News di approfondimento. OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013

News di approfondimento. OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013 News di approfondimento N. 25 16 Ottobre 13 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

CHIARIMENTI IN MATERIA DI COMPENSAZIONE DEI CREDITI IVA

CHIARIMENTI IN MATERIA DI COMPENSAZIONE DEI CREDITI IVA Dottori commercialisti revisori contabili dott. Roberto Bozzo dott. Giovanni Beniscelli In collaborazione con: dott. Giovanni Battista Raggi dott. Luca Leone Avvocati In collaborazione con: avv. Dante

Dettagli

NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012

NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012 Milano, 2 gennaio 2013 NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012 EMISSIONE FATTURE La legge di stabilità ha modificato

Dettagli

Ai gentili Clienti Loro sedi. OGGETTO: La compensazione/rimborso del credito IVA del 2 trimestre 2013

Ai gentili Clienti Loro sedi. OGGETTO: La compensazione/rimborso del credito IVA del 2 trimestre 2013 Roma 24/07/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: La compensazione/rimborso del credito IVA del 2 trimestre 2013 Gentile Cliente, La presente per informarla che entro il prossimo 30 luglio 2013 va

Dettagli

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI Varese, 19 dicembre 2012 NOVITÀ IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013 DECRETO LEGGE 216/2012 ( SALVA INFRAZIONI ) Si segnalano le novità in materia di iva che entreranno

Dettagli

LOCAZIONI E CESSIONI DEGLI IMMOBILI D IMPRESA

LOCAZIONI E CESSIONI DEGLI IMMOBILI D IMPRESA Direzione Regionale del Lazio Ufficio Formazione LOCAZIONI E CESSIONI DEGLI IMMOBILI D IMPRESA a cura di Giovanni Caldarelli Aggiornato al 9 settembre 2008 L IMPOSIZIONE INDIRETTA NELLE LOCAZIONI E NELLE

Dettagli

Imposta sul Valore Aggiunto

Imposta sul Valore Aggiunto Imposta sul Valore Aggiunto Detrazione Art. 19 dpr 633/72 Rivalsa Art. 18 dpr 633/72 Neutralit à 1 Momento impositivo art. 6 d.p.r. n. 633/72 Momento di effettuazione dell operazione Esigibilità Obbligo

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot.205/4774 Approvazione dei modelli di dichiarazione IVA/205 concernenti l anno 204, con le relative istruzioni, da presentare nell anno 205 ai fini dell imposta sul valore aggiunto IL DIRETTORE DELL

Dettagli

Lineamenti dell Imposta sul Valore Aggiunto. Parte II

Lineamenti dell Imposta sul Valore Aggiunto. Parte II RTB NETWORK Lineamenti dell Imposta sul Valore Aggiunto Parte II (Prof. Giuseppe D ANDREA) Obiettivi Proseguire l analisi della struttura dell Imposta sul Valore Aggiunto. Classificazione delle operazioni

Dettagli

Legge di stabilità 2013 Novità in materia di fatturazione

Legge di stabilità 2013 Novità in materia di fatturazione Legge di stabilità 2013 Novità in materia di fatturazione Al fine di recepire il contenuto della direttiva 2010/45/UE, la L. 24.12.2012 n. 228 (legge di stabilità 2013) introduce numerose novità in materia

Dettagli

LEGGE COMUNITARIA 2010 (L. 15/12/2011, N. 217)

LEGGE COMUNITARIA 2010 (L. 15/12/2011, N. 217) NOVITA IVA 2012 LEGGE COMUNITARIA 2010 (L. 15/12/2011, N. 217) 17.3.12 Momento impositivo nei servizi «generici» con l estero Integrazione fatture per servizi generici ricevuti da soggetti UE Nuove ipotesi

Dettagli

Informativa per il professionista

Informativa per il professionista Informativa per il professionista Informativa n. 3 dell 11 febbraio 2013 Comunicazione dati IVA relativa al 2012 - Modalità e termine di presentazione INDICE 1 Premessa... 3 2 Soggetti obbligati alla presentazione...

Dettagli

Roma, 23 dicembre 2010. Prot. n.

Roma, 23 dicembre 2010. Prot. n. CIRCOLARE N. 59/E Roma, 23 dicembre 2010 Direzione Centrale Normativa Settore Imposte Indirette Ufficio Iva Prot. n. OGGETTO: Applicabilità del meccanismo dell inversione contabile o reverse charge alle

Dettagli

I SERVIZI GENERICI RICEVUTI DA OPERATORI NON RESIDENTI

I SERVIZI GENERICI RICEVUTI DA OPERATORI NON RESIDENTI Circolare n. 05 del 21 febbraio 2011 A tutti i Clienti Loro sedi I SERVIZI GENERICI RICEVUTI DA OPERATORI NON RESIDENTI Come noto, dal 2010, sono state introdotte rilevanti novità in materia di territorialità

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA IVA NEI RAPPORTI CON L ESTERO: FATTURAZIONE, RIMBORSI E MODELLI INTRASTAT. Dott. Salvatore GIORDANO

LA NUOVA DISCIPLINA IVA NEI RAPPORTI CON L ESTERO: FATTURAZIONE, RIMBORSI E MODELLI INTRASTAT. Dott. Salvatore GIORDANO LA NUOVA DISCIPLINA IVA NEI RAPPORTI CON L ESTERO: L FATTURAZIONE, RIMBORSI E MODELLI INTRASTAT Dott. Salvatore GIORDANO Diretta 1 febbraio 2010 MOMENTO DI EFFETTUAZIONE DELLA PRESTAZIONE 1) La direttiva

Dettagli

LE NOVITA IVA 2013. Studio Del Nevo srl

LE NOVITA IVA 2013. Studio Del Nevo srl LE NOVITA IVA 2013 Studio Del Nevo srl FONTE NORMATIVA Recepimento della Direttiva 2010/45/UE Obiettivi: Standardizzare ed uniformare i 27 Paesi della UE in ambito fiscale Ridurre i costi amministrativi

Dettagli

Modello IVA TR. Modalità di compilazione per la richiesta di rimborso (o utilizzo in compensazione) del credito IVA Trimestrale.

Modello IVA TR. Modalità di compilazione per la richiesta di rimborso (o utilizzo in compensazione) del credito IVA Trimestrale. Modello IVA TR Modalità di compilazione per la richiesta di rimborso (o utilizzo in compensazione) del credito IVA Trimestrale scadenze & more Ai sensi dell articolo 38-bis del DPR 633/1972, la richiesta

Dettagli

Le principali novità della dichiarazione IVA 2013 - Esame dei casi particolari

Le principali novità della dichiarazione IVA 2013 - Esame dei casi particolari Le principali novità della dichiarazione IVA 2013 - Esame dei casi particolari Con il Provvedimento datato 15 gennaio 2013, provvedimento emanato in base a quanto viene previsto dall articolo 8 del D.P.R.

Dettagli

Check-list raccolta dati dello spesometro 2015 (anno 2014)

Check-list raccolta dati dello spesometro 2015 (anno 2014) Periodico informativo n. 51/2015 Check-list raccolta dati dello spesometro 2015 (anno 2014) Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo ricordarle che il prossimo 10/20

Dettagli

IL CONTENUTO DELLA NUOVA FATTURA

IL CONTENUTO DELLA NUOVA FATTURA PREMESSA La Legge di stabilità 2013 (L. 228 del 24/12/2012, pubblicata in G. U. il 29/12/2012) ha modificato la disciplina IVA introducendo nuove regole in merito al contenuto della nuova fattura, alla

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA 2011

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA 2011 SOMMARIO Frontespizio... 2 VA Informazioni sull attività... 2 VE Operazioni attive e determinazione del volume d affari... 3 VE 30 e ve 39... 3 VF operazioni passive e iva ammessa in detrazione... 5 SEZ.

Dettagli

C i r c o l a r e d e l 14 g e n n a i o 2 0 1 3 P a g. 1 di 12

C i r c o l a r e d e l 14 g e n n a i o 2 0 1 3 P a g. 1 di 12 C i r c o l a r e d e l 14 g e n n a i o 2 0 1 3 P a g. 1 di 12 Circolare Numero 5/2013 Oggetto NOVITA IN MATERIA DI IVA - LEGGE DI STABILITA 2013 (LEGGE N. 228 DEL 24 DICEMBRE 2012 c.d. Finanziaria 2013

Dettagli

Circolare n. 1. del 4 gennaio 2013 INDICE. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di fatturazione

Circolare n. 1. del 4 gennaio 2013 INDICE. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di fatturazione Circolare n. 1 del 4 gennaio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di fatturazione INDICE 1 Premessa... 2 2 Nuovi obblighi di fatturazione... 2 2.1 Operazioni nei confronti di soggetti passivi

Dettagli

STUDIO NEGRI E ASSOCIATI

STUDIO NEGRI E ASSOCIATI Sommario... 2 COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA : SCADENZA PRESENTAZIONE 28.02.2014... 3 DICHIARAZIONE ANNUALE I.V.A. 2014 ANNUALITÀ 2013... 5 VERIFICA DELLA PERIODICITA VERSAMENTI I.V.A.... 11 PERIODICITA

Dettagli

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 3 del decreto legislativo 30 giugno 003 n.

Dettagli

www.alexpander.it REVERSE CHARGE

www.alexpander.it REVERSE CHARGE REVERSE CHARGE Il reverse charge è un meccanismo di inversione contabile che consiste nel far ricadere l obbligo di fatturazione dell IVA sul soggetto acquirente, mediante emissione di autofattura, in

Dettagli

NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE E REGISTRAZIONE PREVISTE DA - Dir UE 2010/45

NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE E REGISTRAZIONE PREVISTE DA - Dir UE 2010/45 NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE E REGISTRAZIONE PREVISTE DA - Dir UE 2010/45 Dr. Maurizio Bottoni Dr. Stefano Lecchi Dr. Norberto Villa Milano, C.so Venezia 47 3 Febbraio 2013 STUDIO ASSOCIATO Sede Legale:

Dettagli

IL RIMBORSO E LA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

IL RIMBORSO E LA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Circolare N. 24 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 29 marzo 2011 IL RIMBORSO E LA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE In presenza dei necessari requisiti il credito IVA maturato in periodi

Dettagli

IVA E PRATICA PROFESSIONALE Le regole nazionali di funzionamento dell imposta e gli adempimenti negli scambi con l estero e nelle operazioni doganali

IVA E PRATICA PROFESSIONALE Le regole nazionali di funzionamento dell imposta e gli adempimenti negli scambi con l estero e nelle operazioni doganali Master in 6 incontri (42 ore formative) a numero chiuso VERIFICA I CREDITI FORMATIVI IVA E PRATICA PROFESSIONALE Le regole nazionali di funzionamento dell imposta e gli adempimenti negli scambi con l estero

Dettagli