UFFICIO FEDERALE DI GIUSTIZIA DELLA CONFEDERAZIONE EL- VETICA. NOTE DEL 18 OTTOBRE 2001 E DEL 2 NOVEMBRE 2001

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UFFICIO FEDERALE DI GIUSTIZIA DELLA CONFEDERAZIONE EL- VETICA. NOTE DEL 18 OTTOBRE 2001 E DEL 2 NOVEMBRE 2001"

Transcript

1 1 UFFICIO FEDERALE DI GIUSTIZIA DELLA CONFEDERAZIONE EL- VETICA. NOTE DEL 18 OTTOBRE 2001 E DEL 2 NOVEMBRE 2001 Berna, il 18 ottobre 2001 Lettre signature Ministero della Giustizia Direzione Generale degli Affari Penali delle Grazie e del Casellario Ufficio 1 Via Arenula Roma Oggetto: Richiesta di chiarimenti in ordine alle rogatorie inoltrate nell ambito del procedimento p.p. 9520/95/21 RGNR (poi 11343/99/21 RGNR) formulata in data 17 ottobre 2001 dal Tribunale ordinario di Milano Gentili Signore, egregi Signori, nel dar seguito alla richiesta formulata nello scritto del 17 ottobre 2001 della Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Milano (allegato), lo scrivente Ufficio ha il pregio di trasmettere i seguenti chiarimenti: Chiarimento nr. 1 Gli atti trasmessi ad esecuzione delle commissioni rogatorie formulate dalle autorità richiedenti italiane in generale ed, in modo particolare, quelli relativi alle richieste di assistenza italiane formulate nell ambito del procedimento penale nr. 9520/95/21 RGNR di cui alle lettere del 24 luglio 1997, 22 luglio 1999, 20 novembre 1998, 26 marzo 1998, 14 aprile 1998, 8 luglio 1998, 7 maggio 1989, sono stati trasmessi alle competenti AG italiane per il tramite dell autorità federale svizzera, Ufficio federale di polizia (divenuto Ufficio federale di giustizia a partire dal 1 luglio 2000). L originale della lettera di trasmissione della documentazione all AG italiana competente è sempre stato trasmesso al Ministero di Giustizia a Roma. Gli atti trasmessi sono stati assunti dalle competenti AG elvetiche conformemente ai principi della CEAG e nel rispetto delle garanzie processuali offerte dalla normativa elvetica. I titolari della documentazione seque-

2 2 strata, successivamente trasmessa. hanno potuto come effettivamente è avvenuto nelle procedure precitate impugnare gli ordini di trasmissione della documentazione richiesta dinanzi al Tribunale federale. È solo dopo l attenta analisi giuridica delle lagnanze addotte dai ricorrenti, l accurato esame giuridico formale e materiale delle condizioni della CEAG, l analisi dell utilità potenziale delle prove sequestrate o assunte per il procedimento descritto nella rogatoria che il predetto Tribunale ha autorizzato la trasmissione della documentazione. L autorità federale competente per la trasmissione della documentazione (Ufficio federale di giustizia) ha trasmesso la documentazione conformemente alla CEAG, segnatamente in ossequio degli articoli 2, 3, e 17 come altresì della prassi ormai consolidata tra gli Stati parte alla CEAG. V è inoltre da aggiungere che le modalità di assunzione della documentazione era pure conforme ai moderni principi di cooperazione internazionale previsti dalla Convenzione di Strasburgo del 1990 sul riciclaggio, la ricerca, il sequestro e la confisca dei proventi di reato ratificata dalla Svizzera e dall Italia. L articolo 8 di tale Convenzione recita infatti che rientra nel novero delle misure di assistenza l assicurare la prova dell esistenza, dell ubicazione, del movimento, della natura, dello statuto giuridico e dell ammontare dei valori patrimoniali suscettibili di confisca. Nell eseguire le richieste precitate, lo Stato richiesto ha osservato l articolo 9 della predetta Convenzione che obbliga a concedere l assistenza nei modi consentiti dalla legge interna e, se del caso, secondo le procedure specificate nella richiesta. Le richieste precitate sono state evase a norma dell articolo 8 e 9 della Convenzione del La trasmissione della documentazione all Italia è avvenuta nell identica forma con la quale vengono trasmessi gli atti rogatoriali dalla Svizzera agli altri Stati parte alla CEAG e viceversa. In egual misura, l Ufficio federale opponeva al Ministero di giustizia e, di riflesso, alle AG italiane, come lo oppone a qualunque Stato della collettività internazionale, la sola riserva della specialità. Chiarimento nr. 2 A più di trent anni dalla ratifica della CEAG ed a più di vent anni di giurisprudenza nazionale ed altrettanti di prassi internazionale, ormai a valore stringente nei rapporti con gli Stati parte alla CEAG, è la prima volta che un simile quesito è posto alle autorità elvetiche. Qualora la documentazione sequestrata presso istituti di credito svizzeri non fosse materialmente la stessa di quella detenuta presso le banche, i titolari della documentazione (clienti, sempre informati dalle banche, o dalle autorità di esecuzione, dell esistenza di una richiesta di assistenza) potrebbero farlo valere dinanzi alle competenti autorità elvetiche. Nella fattispecie i titolari delle relazioni bancarie sequestrate si sono

3 3 opposti all esecuzione delle commissioni rogatorie inoltrando ricorso al Tribunale federale adducendo le loro lagnanze. Il Tribunale respinse i ricorsi. Va inoltre precisato che, in virtù della Convenzione di diligenza delle Banche, gli istituti di credito sono tenuti a collaborare con le autorità svizzere delegate all esecuzione di commissioni rogatorie o nell ambito di inchieste penali. L inadempienza e/o la negligenza, da parte di un istituto di credito, nel dar seguito ad un ordine di produzione di documentazione bancaria nell ambito dell esecuzione di una richiesta di assistenza potrebbe comportare conseguenze amministrative e financo penali, per le persone responsabili (avvio di inchieste penali per favoreggiamento, o per falsità di documenti). I titolari delle informazioni ed in generale tutti gli aventi diritto a norma dell AIMP, ricevono formale notifica della decisione di chiusura, tramite l istituto di credito, o direttamente dall autorità di esecuzione qualora essi risiedano o eleggano domicilio in Svizzera. Nel trasmettere alla competente autorità elvetica la documentazione di cui all ordine di sequestro, i rispettivi istituti di credito accompagnano la documentazione mediante lettera nella quale sono compendiate le documentazioni sequestrate. La lettera è firmata dal servizio giuridico delle banche produttrici della documentazione e, in seguito, tale lettera è trasmessa con la documentazione sequestrata all autorità d esecuzione. Al termine della procedura di assistenza la stessa documentazione è trasmessa all Ufficio federale di giustizia che, a sua volta, la trasmette, ad esecuzione della rogatoria, alle autorità richiedenti. Tale procedura è stata seguita nelle fattispecie di cui alla richiesta di chiarimento nr. 2. Ne consegue che la documentazione acquisita presso le banche, susseguentemente integralmente inviata alle autorità richiedenti italiane dall Ufficio federale di giustizia, è la stessa documentazione che è stata acquisita presso le banche. Chiarimento nr. 3 L autorità elvetica delegata all esecuzione di un sequestro rogatoriale emana una decisione di entrata nel merito ed esecuzione della rogatoria a norma degli articolo 80a della Legge federale sull assistenza in materia penale (AIMP). Nell ipotesi di sequestro di documentazione bancaria, la decisione è notificata all istituto di credito elvetico ove potrebbe trovarsi, secondo le indicazioni rogatoriali, la documentazione da sequestrare. Mediante la decisione di entrata nel merito, decisione di esecuzione, l autorità giudiziaria elvetica ordina all istituto dì credito di esibire la documentazione richiesta.

4 4 Ai sensi dell articolo 80n (AIMP), il detentore dei documenti ha il diritto di informare i suoi mandanti (titolari dei conti, ecc.) in merito all esistenza della rogatoria e di tutti i fatti connessi ad essa. Tale notifica persegue lo scopo di ossequiare il diritto di essere sentito delle persone toccate dall esecuzione della richiesta dando loro la possibilità di consultare la richiesta di assistenza, valutare la pertinenza della documentazione richiesta alla luce dei fatti esposti nella rogatoria, consultare la documentazione da produrre presso l istituto di credito o riceverne copia, ed esercitare i diritti ricorsuali riconosciuti dall AIMP (valutare la necessità o no di ricorrere contro la decisione di trasmissione che sarà pronunciata in seguito). Quando l istituto di credito ha ultimato le ricerche ordinate, produce all autorità giudiziaria la documentazione oggetto della decisione di sequestro. Se le persone toccate dall esecuzione acconsentono alla trasmissione della documentazione allo Stato richiedente, questa viene trasmessa ed il consenso è irrevocabile (articolo 80c EIMP). Qualora ciò non fosse il caso, l autorità Togata pronuncia una decisione, in gergo denominata decisione di chiusura della procedura (art. 80 AIMP), mediante la quale l autorità motiva la concessione e la portata dell assistenza ordinando la trasmissione degli atti allo Stato richiedente. I titolari delle informazioni ed in generale tutti gli aventi diritto a norma dell AIMP, ricevono formale notifica della decisione di chiusura, tramite l istituto di credito, o direttamente dall autorità di esecuzione qualora essi risiedano o eleggano domicilio in Svizzera. Contro la decisione di chiusura è dato doppio grado di ricorso se l autorità di esecuzione è un autorità giudiziaria cantonale (camera d accusa cantonale, contro tale decisione è infine data facoltà di ricorso, entro 30 giorni dalle notifica o dalla conoscenza della decisione, al Tribunale federale). Nei casi in cui «autorità d esecuzione della rogatoria è un autorità federale (Ministero pubblico della Confederazione, Amministrazione federale delle dogane, Ufficio federale di giustizia), la decisione di chiusura emessa dall autorità federale è unicamente impugnabile dinanzi al Tribunale federale. Nell ambito del contenzioso gli aventi diritto possono sollevare qualsiasi lagnanza inerente all inadempienza delle condizioni alle quali soggiace la concessione dell assistenza (carenza della doppia punibilità, fishing expedition, proporzionalità, pertinenza o no della documentazione alla luce dell indagine in corso all estero, violazioni delle regole formali inerenti alla trasmissione della documentazione allo Stato richiedente a norma della CEAG, della Convenzione di Strasburgo del 1990 e del diritto internazionale applicabile). Il Tribunale federale esamina d ufficio e con piena cognizione l ammissibilità dei ricorsi che gli sono sottoposti. La decisione del Tribunale federale è immediatamente esecutiva. Ciò implica che la documentazione può essere trasmessa alle autorità richiedenti im-

5 5 mediatamente dopo l emanazione della stessa sempre che venga ammessa la concessione dell assistenza. * * * Nella speranza di aver risposto compiutamente alla richiesta formulata dalle AG italiane, si coglie l occasione per rinnovare i sensi della nostra alta stima e considerazione. c.c. Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano. Via Freguglia 1, Milano (Raccomandata e fax ) (ref: P.p /99/21 RGNR. Ca. Dott. Gherardo Colombo, Dott.ssa Ilda Boccassini)

6 Berna, il l2 novembre 2001 Lettre signature Ministero della Giustizia Direzione Generale degli Affari Penali delle Grazie e del Casellario Ufficio Il Via Arenula Roma Oggetto: Procedura di assistenza giudiziaria internazionale tra la Confederazione Elvetica e l Italia. Lettera del 29 ottobre 2001 del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano Gentili Signore, egregi Signori, nel rispondere alla lettera precitata (allegato), lo scrivente Ufficio ha il pregio di comunicare quanto segue: I chiarimenti di cui alla nostra lettera del 18 ottobre 2001 hanno portata generale come risulta dal testo medesimo dello scritto precitato. Le modalità di consegna diretta degli atti di esecuzione alle competenti AG dello Stato richiedente con relativa trasmissione della lettera certificante la consegna alle autorità centrali degli Stati richiedenti è considerata prassi sempre più in uso nei rapporti tra il nostro Ufficio e gli Stati parte alla CEAG. Lo scrivente Ufficio non si oppone alla consegna diretta da parte delle autorità giudiziarie esecutrici di richieste svizzere alle autorità giudiziarie svizzere richiedenti (in merito vedasi copia del nostro scritto del 19 ottobre 2001). In egual misura nessuna parte alla CEAG non si è mai opposta a tale modalità di trasmissione. L occasione è grata per rinnovare i sensi della nostra alta stima e considerazione.

Legge federale sulla promozione dello sport e dell attività fisica

Legge federale sulla promozione dello sport e dell attività fisica Legge federale sulla promozione dello sport e dell attività fisica (Legge sulla promozione dello sport, LPSpo) 415.0 del 17 giugno 2011 (Stato 1 ottobre 2012) L Assemblea federale della Confederazione

Dettagli

http://www.ti.ch/can/argomenti/legislaz/rleggi/rl/dati_rl/f/s/16.htm

http://www.ti.ch/can/argomenti/legislaz/rleggi/rl/dati_rl/f/s/16.htm Pagina 1 di 5 Legge sulle attività private di investigazione e di sorveglianza (dell 8 novembre 1976) 1.4.3.1 IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 10 aprile 1974 n. 1958

Dettagli

Decreto legislativo 7 settembre 2010, n. 161

Decreto legislativo 7 settembre 2010, n. 161 Decreto legislativo 7 settembre 2010, n. 161 Disposizioni per conformare il diritto interno alla Decisione quadro 2008/909/GAI relativa all applicazione del principio del reciproco riconoscimento alle

Dettagli

Sentenza del 30 luglio 2015 Corte dei reclami penali

Sentenza del 30 luglio 2015 Corte dei reclami penali B u n d e s s t r a f g e r i c h t T r i b u n a l p é n a l f é d é r a l T r i b u n a l e p e n a l e f e d e r a l e T r i b u n a l p e n a l f e d e r a l Numero dell incarto: RR.2015.106 Sentenza

Dettagli

Legge federale sull applicazione di sanzioni internazionali

Legge federale sull applicazione di sanzioni internazionali Legge federale sull applicazione di sanzioni internazionali (Legge sugli embarghi, LEmb) 946.231 del 22 marzo 2002 (Stato 27 luglio 2004) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli

Dettagli

agevolare e accelerare lo scambio di informazioni e fornire assistenza nelle indagini.

agevolare e accelerare lo scambio di informazioni e fornire assistenza nelle indagini. DISEGNO DI LEGGE RECANTE RATIFICA ED ESECUZIONE DELL ACCORDO DI COOPERAZIONE TRA LA COMUNITÀ EUROPEA E I SUOI STATI MEMBRI DA UN LATO, E LA CONFEDERAZIONE SVIZZERA, DALL ALTRO, PER LOTTARE CONTRO LA FRODE

Dettagli

sullo scambio automatico internazionale di informazioni in materia fiscale (LSAI)

sullo scambio automatico internazionale di informazioni in materia fiscale (LSAI) Legge federale sullo scambio automatico internazionale di informazioni in materia fiscale (LSAI) Avamprogetto del L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 173 capoverso 2 della

Dettagli

Sentenza del 7 febbraio 2014 Corte dei reclami penali

Sentenza del 7 febbraio 2014 Corte dei reclami penali B u n d e s s t r a f g e r i c h t T r i b u n a l p é n a l f é d é r a l T r i b u n a l e p e n a l e f e d e r a l e T r i b u n a l p e n a l f e d e r a l Numero dell incarto: RR.2013.289 Sentenza

Dettagli

Legge federale sulle professioni psicologiche

Legge federale sulle professioni psicologiche Progetto della Commissione di redazione per il voto finale Legge federale sulle professioni psicologiche (LPPsi) del 18 marzo 2011 L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli

Dettagli

723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741

723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741 Codice di Procedura Penale articoli: 723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741 723. Poteri del ministro di grazia e giustizia. 1. Il ministro di grazia e giustizia

Dettagli

Assicurazione di protezione giuridica collettiva

Assicurazione di protezione giuridica collettiva Assicurazione di protezione giuridica collettiva Nr. 12.488.800 Fra la Winterthur-ARAG Società d Assicurazione di Protezione giuridica Gartenhofstrasse 17, 8070 Zurigo, denominata qui di seguito Winterthur-ARAG

Dettagli

Legge federale sulle professioni psicologiche

Legge federale sulle professioni psicologiche Legge federale sulle professioni psicologiche (Legge sulle professioni psicologiche; LPPsi) Disegno del L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 95 capoverso 1 e 97 capoverso

Dettagli

11.1.3.2. Pubblicato nel BU 2008, 212. Oggetto. Scopo. Organi. Competenza. serie I/2008 1

11.1.3.2. Pubblicato nel BU 2008, 212. Oggetto. Scopo. Organi. Competenza. serie I/2008 1 11.1.3.2 Convenzione intercantonale sulla sorveglianza, l autorizzazione e la ripartizione dei proventi delle lotterie e delle scommesse gestite sul piano intercantonale o su tutto il territorio della

Dettagli

In applicazione dell articolo 2 dell ordinanza sulla consultazione (RS 172.061.1).

In applicazione dell articolo 2 dell ordinanza sulla consultazione (RS 172.061.1). Dipartimento federale delle finanze DFF Berna, 18 gennaio 2007 Indagine conoscitiva sulle proposte a complemento dell avamprogetto del 12 gennaio 2005 concernente l attuazione delle Raccomandazioni rivedute

Dettagli

Sentenza del 27 maggio 2004 Corte dei reclami penali

Sentenza del 27 maggio 2004 Corte dei reclami penali Bundesstrafgericht Tribunal pénal fédéral Tribunale penale federale Tribunal penal federal N. incarto BK_B 017/04 Sentenza del 27 maggio 2004 Corte dei reclami penali Composizione Giudici penali federali

Dettagli

Sentenza del 28 gennaio 2008 II Corte dei reclami penali

Sentenza del 28 gennaio 2008 II Corte dei reclami penali Bundesstrafgericht Tribunal pénal fédéral Tribunale penale federale Tribunal penal federal Numero dell incarto: RR.2007.163 Sentenza del 28 gennaio 2008 II Corte dei reclami penali Composizione Giudici

Dettagli

Legge federale sulla promozione dello sport e dellʼattività fisica

Legge federale sulla promozione dello sport e dellʼattività fisica Termine di referendum: 6 ottobre 2011 Legge federale sulla promozione dello sport e dellʼattività fisica (Legge sulla promozione dello sport, LPSpo) del 17 giugno 2011 LʼAssemblea federale della Confederazione

Dettagli

Titolo I Disposizioni generali. Testo originale

Titolo I Disposizioni generali. Testo originale Testo originale 0.831.109.454.23 Accordo amministrativo concernente le modalità di applicazione della convenzione relativa alla sicurezza sociale tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica Italiana

Dettagli

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera (Legge sulla cittadinanza, LCit) 1 141.0 del 29 settembre 1952 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

Decisione del 27 marzo 2015 Corte dei reclami penali

Decisione del 27 marzo 2015 Corte dei reclami penali B u n d e s s t r a f g e r i c h t T r i b u n a l p é n a l f é d é r a l T r i b u n a l e p e n a l e f e d e r a l e T r i b u n a l p e n a l f e d e r a l Numero dell incarto: BB.2014.187+BP.2014.82

Dettagli

Le sanzioni per l omesso versamento contributivo

Le sanzioni per l omesso versamento contributivo Le sanzioni per l omesso versamento contributivo Sanzioni civili Il regime sanzionatorio per i casi di omesso o ritardato versamento dei contributi è contenuto nell art. 116, c. 8 e segg., L. n. 388/2000,

Dettagli

NORMATIVA. Legge 31 dicembre 1996, n. 675 Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali

NORMATIVA. Legge 31 dicembre 1996, n. 675 Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali NORMATIVA Legge 31 dicembre 1996, n. 675 Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali DOCUMENTI LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO

Dettagli

Regolamento del Tribunale penale federale sulle spese, gli emolumenti, le ripetibili e le indennità della procedura penale federale

Regolamento del Tribunale penale federale sulle spese, gli emolumenti, le ripetibili e le indennità della procedura penale federale Regolamento del Tribunale penale federale sulle spese, gli emolumenti, le ripetibili e le indennità della procedura penale federale (RSPPF) del 31 agosto 2010 Il Tribunale penale federale, visti gli articoli

Dettagli

1. DEGLI IMPIANTI DI SOLLEVAMENTO E DEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE COMUNALI SITI IN RIGNANO FLAMINIO, LOC. PARTE DI SOTTO, LOC.

1. DEGLI IMPIANTI DI SOLLEVAMENTO E DEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE COMUNALI SITI IN RIGNANO FLAMINIO, LOC. PARTE DI SOTTO, LOC. Allegato A DOMANDA DI PARTECIPAZIONE E MODELLO UNICO PER DICHIARAZIONI ED AUTOCERTIFICAZIONI NECESSARIE PER L AMMISSIONE ALLA PROCEDURA DI SELEZIONE DI CUI ALL AVVISO PUBBLICO PER LA MANIFESTAZIONE D INTERESSE

Dettagli

DECRETO INGIUNTIVO PER RECUPERO CANONI. (In calce a citazione di sfratto)

DECRETO INGIUNTIVO PER RECUPERO CANONI. (In calce a citazione di sfratto) DECRETO INGIUNTIVO PER RECUPERO CANONI (In calce a citazione di sfratto) Ai sensi e per gli effetti di cui alla L. 23/12/1999 n.488 e succ. mod. si dichiara che il valore della presente controversia è

Dettagli

Resta pertanto da vedere quale competenza rimanga al giudice tutelare in seguito alla riferita norma. Non sembra possa dubitarsi che siano rimasti

Resta pertanto da vedere quale competenza rimanga al giudice tutelare in seguito alla riferita norma. Non sembra possa dubitarsi che siano rimasti L ESECUZIONE DEI PROVVEDIMENTI IN MATERIA DI MINORI Relatore: dott. Antonino Luigi SCARPULLA pretore della Pretura circondariale di Palermo Premessa. I. Nel nostro ordinamento giuridico non esiste una

Dettagli

PROTOCOLLO RELATIVO ALLA CONVENZIONE PER LA PROTEZIONE DELLE ALPI (CONVENZIONE DELLE ALPI) SULLA COMPOSIZIONE DELLE CONTROVERSIE

PROTOCOLLO RELATIVO ALLA CONVENZIONE PER LA PROTEZIONE DELLE ALPI (CONVENZIONE DELLE ALPI) SULLA COMPOSIZIONE DELLE CONTROVERSIE PROTOCOLLO RELATIVO ALLA CONVENZIONE PER LA PROTEZIONE DELLE ALPI (CONVENZIONE DELLE ALPI) SULLA COMPOSIZIONE DELLE CONTROVERSIE La Repubblica d Austria, la Repubblica Francese, la Repubblica Federale

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

852.1 Legge federale sull aiuto sociale e i prestiti ai cittadini svizzeri all estero

852.1 Legge federale sull aiuto sociale e i prestiti ai cittadini svizzeri all estero Legge federale sull aiuto sociale e i prestiti ai cittadini svizzeri all estero (LAPE) 1 del 21 marzo 1973 (Stato 1 gennaio 2010) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli

Dettagli

L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto il messaggio del Consiglio federale del 13 dicembre 2013 1, decreta:

L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto il messaggio del Consiglio federale del 13 dicembre 2013 1, decreta: Proposte della Commissione del Consiglio degli Stati del 18.02.2014 Legge federale concernente l attuazione delle Raccomandazioni del Gruppo d azione finanziaria rivedute nel 2012 del L Assemblea federale

Dettagli

Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI

Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI Il sottoscritto nato il a in qualità di legale rappresentante dello studio associato ovvero di titolare dello studio professionale/ditta

Dettagli

del 19 giugno 1992 (Stato 1 gennaio 2014)

del 19 giugno 1992 (Stato 1 gennaio 2014) Legge federale sulla protezione dei dati (LPD) 235.1 del 19 giugno 1992 (Stato 1 gennaio 2014) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 95, 122 e 173 capoverso 2 della Costituzione

Dettagli

Oggetto: quesito in merito all applicazione delle disposizioni in materia di Fondo Unico Giustizia alle forme pensionistiche complementari

Oggetto: quesito in merito all applicazione delle disposizioni in materia di Fondo Unico Giustizia alle forme pensionistiche complementari Settembre 2010 Oggetto: quesito in merito all applicazione delle disposizioni in materia di Fondo Unico Giustizia alle forme pensionistiche complementari (risposta fornita a un associazione di categoria)

Dettagli

Schema della procedura d esecuzione

Schema della procedura d esecuzione Schema della procedura d esecuzione Soggetto responsabile per la fase Creditore Debitore Ufficio d esecuzione Giudice P I G N O R A M E N T O E S E C U Z I O N E Pagamento Avviso di pignoramento Esecuzione

Dettagli

Legge federale concernente l attuazione delle Raccomandazioni del Gruppo d azione finanziaria rivedute nel 2012

Legge federale concernente l attuazione delle Raccomandazioni del Gruppo d azione finanziaria rivedute nel 2012 Legge federale concernente l attuazione delle Raccomandazioni del Gruppo d azione finanziaria rivedute nel 2012 Disegno del L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto il messaggio del Consiglio

Dettagli

CONVENZIONE sull esazione internazionale di prestazioni alimentari nei confronti di figli e altri membri della famiglia (Conclusa il 23 novembre 2007)

CONVENZIONE sull esazione internazionale di prestazioni alimentari nei confronti di figli e altri membri della famiglia (Conclusa il 23 novembre 2007) 22.7.2011 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 192/51 CONVENZIONE sull esazione internazionale di prestazioni alimentari nei confronti di figli e altri membri della famiglia (Conclusa il 23 novembre

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA REGIONE DEL VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 1420 del 19/12/2013 OGGETTO: Regolamento per l'affidamento di incarichi legali. Il Direttore della SC Legale e Assicurazioni

Dettagli

935.470 I. DISPOSIZIONI GENERALI. Oggetto e scopo

935.470 I. DISPOSIZIONI GENERALI. Oggetto e scopo 935.470 Convenzione intercantonale sulla sorveglianza, l'autorizzazione e la ripartizione dei proventi delle lotterie e delle scommesse gestite sul piano intercantonale o su tutto il territorio della Confederazione

Dettagli

142.318.1 Ordinanza sullo svolgimento di fasi di test relative alle misure di accelerazione nel settore dell asilo

142.318.1 Ordinanza sullo svolgimento di fasi di test relative alle misure di accelerazione nel settore dell asilo Ordinanza sullo svolgimento di fasi di test relative alle misure di accelerazione nel settore dell asilo (Ordinanza sulle fasi di test, OTest) del 4 settembre 2013 (Stato 1 ottobre 2013) Il Consiglio federale

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SUL POSSESSO DEI REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SUL POSSESSO DEI REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA (Facsimile) Allegato 1 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SUL POSSESSO DEI REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

Sentenza del 6 settembre 2013 Corte dei reclami penali

Sentenza del 6 settembre 2013 Corte dei reclami penali B u n d e s s t r a f g e r i c h t T r i b u n a l p é n a l f é d é r a l T r i b u n a l e p e n a l e f e d e r a l e T r i b u n a l p e n a l f e d e r a l Numero dell incarto: RR.2013.166 Sentenza

Dettagli

Le novità del periodo in materia doganale

Le novità del periodo in materia doganale Le novità del periodo in materia doganale Avv. Sara Armella, Armella & Associati, Milano e Genova www.studioarmella.com Nel corso degli ultimi mesi, la materia doganale è stata interessata da importanti

Dettagli

Sentenza del 25 aprile 2012 Corte penale

Sentenza del 25 aprile 2012 Corte penale B u n d e s s t r a f g e r i c h t T r i b u n a l p é n a l f é d é r a l T r i b u n a l e p e n a l e f e d e r a l e T r i b u n a l p e n a l f e d e r a l Numero dell incarto: SK.2012.12 Sentenza

Dettagli

Dichiarazione cumulativa - Assenza cause di esclusione e requisiti di partecipazione AVVALIMENTO (solo per ditta/impresa ausiliaria)

Dichiarazione cumulativa - Assenza cause di esclusione e requisiti di partecipazione AVVALIMENTO (solo per ditta/impresa ausiliaria) Dichiarazione cumulativa - Assenza cause di esclusione e requisiti di partecipazione AVVALIMENTO (solo per ditta/impresa ausiliaria) Dichiarazioni dell impresa ausiliaria articolo 49, commi 2, lettere

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

- SCHEMA TIPO - DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE A CORREDO DELLA DOMANDA E DELL OFFERTA

- SCHEMA TIPO - DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE A CORREDO DELLA DOMANDA E DELL OFFERTA - SCHEMA TIPO - DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE A CORREDO DELLA DOMANDA E DELL OFFERTA All AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA Via S. Agostino, 7 67100 L AQUILA LAVORI DI SISTEMAZIONE

Dettagli

AVVISO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI PROFESSIONISTI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI LEGALI e CONSULENZE

AVVISO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI PROFESSIONISTI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI LEGALI e CONSULENZE AVVISO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI PROFESSIONISTI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI LEGALI e CONSULENZE ART. 1 - OGGETTO CASA LIVORNO E PROVINCIA S.P.A. (in seguito

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia-Sezione di Lecce. Seconda Sezione SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia-Sezione di Lecce. Seconda Sezione SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia-Sezione di Lecce N. 1609 Reg.Dec N. 530 Reg.Ric. ANNO 2008 Composto dai Signori Magistrati: Seconda Sezione

Dettagli

La Camera di esecuzione e fallimenti del Tribunale d'appello quale autorità di vigilanza

La Camera di esecuzione e fallimenti del Tribunale d'appello quale autorità di vigilanza http://www.sentenze.ti.ch Incarto n. 15.2005.3 Lugano 2 febbraio 2005 CJ/sc/rgc In nome della Repubblica e Cantone del Ticino La Camera di esecuzione e fallimenti del Tribunale d'appello quale autorità

Dettagli

DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA.

DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA. ISTANZA E RELATIVE DICHIARAZIONI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI COPERTURA ASSICURATIVA DELLA SOCIETA STRUTTURA VALLE D AOSTA S.R.L. PERIODO 01/10/2014 01/10/2017

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 4 del 20/03/2013 INDICE TITOLO I - DISPOSIZIONI SULL ESERCIZIO

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Falsi documentali: alcune note operative. Il problema dei falsi documentali investe ormai molte nostre realtà anche piccole: basta leggere sui giornali che numerose patenti e documenti

Dettagli

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Regolamento di disciplina dei requisiti di professionalità, onorabilità, indipendenza e patrimoniali per l iscrizione all albo delle persone fisiche consulenti finanziari. IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

Diritti dei pazienti in caso di rifiuto di presa a carico delle prestazioni di fisioterapia

Diritti dei pazienti in caso di rifiuto di presa a carico delle prestazioni di fisioterapia Diritti dei pazienti in caso di rifiuto di presa a carico delle prestazioni di fisioterapia Quando una serie di sedute di fisioterapia prescritta dal medico non viene presa a carico totalmente o parzialmente

Dettagli

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI Gli Stati firmatari della presente Convenzione, Profondamente convinti che l'interesse del minore sia

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA Scuola Forense Vittorio Emanuele Orlando

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA Scuola Forense Vittorio Emanuele Orlando Il ricorso per annullamento di atti, quale tipico ricorso giurisdizionale amministrativo, consta di quattro parti essenziali, oltre accessori ed eventuali: intestazione dell atto, premessa di fatto, motivi

Dettagli

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti (Legge sul Tribunale federale dei brevetti; LTFB) Avamprogetto del... L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 191a capoverso

Dettagli

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese Assolombarda - CdS slides 3 1 Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese VITO DATTOLICO Coordinatore Giudici di Pace di Milano Milano, 7

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Decreto Legislativo 16 aprile 2012, n. 45 Attuazione della direttiva 2009/110/CE, concernente l avvio, l esercizio e la vigilanza prudenziale dell attività degli istituti di moneta elettronica, che modifica

Dettagli

SERUSO S.p.A. MODELLO A

SERUSO S.p.A. MODELLO A Modello A) Tale dichiarazione deve essere resa dal Legale Rappresentante o dal Titolare o dal Procuratore. Nel caso di concorrenti costituiti da imprese associate o da associarsi, la medesima dichiarazione

Dettagli

S e n t e n z a d e l 1 7 g i u g n o 2 0 0 5 I I C o r t e d i d i r i t t o p u b b l i c o

S e n t e n z a d e l 1 7 g i u g n o 2 0 0 5 I I C o r t e d i d i r i t t o p u b b l i c o B u n d e s g e r i c h t T r i b u n a l f é d é r a l T r i b u n a l e f e d e r a l e T r i b u n a l f e d e r a l {T 0/2} 2A.114/2005 /biz S e n t e n z a d e l 1 7 g i u g n o 2 0 0 5 I I C o r

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

dossier politica Bilaterali II: lotta contro la frode Significativo miglioramento della collaborazione con l'ue

dossier politica Bilaterali II: lotta contro la frode Significativo miglioramento della collaborazione con l'ue Bilaterali II: lotta contro la frode Significativo miglioramento della collaborazione con l'ue 29 ottobre 2003 Numero 20/2 dossier politica economiesuisse Federazione delle imprese svizzere Verband der

Dettagli

OGGETTO: Procedura aperta, mediante la piattaforma SINTEL, per l affidamento del servizio di copertura assicurativa All Risks (Anni 2014-2019).

OGGETTO: Procedura aperta, mediante la piattaforma SINTEL, per l affidamento del servizio di copertura assicurativa All Risks (Anni 2014-2019). ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE UNICA (Ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa

Dettagli

L UTILIZZO DI DATI E NOTIZIE ACQUISITI NEL CORSO DELLE INDAGINI. INTERFERENZE TRA INDAGINI FINANZIARIE IN SEDE AMMINISTRATIVA E IN SEDE PENALE

L UTILIZZO DI DATI E NOTIZIE ACQUISITI NEL CORSO DELLE INDAGINI. INTERFERENZE TRA INDAGINI FINANZIARIE IN SEDE AMMINISTRATIVA E IN SEDE PENALE Seminario di formazione LE INDAGINI FINANZIARIE Milano, 1 luglio 2008 L UTILIZZO DI DATI E NOTIZIE ACQUISITI NEL CORSO DELLE INDAGINI. INTERFERENZE TRA INDAGINI FINANZIARIE IN SEDE AMMINISTRATIVA E IN

Dettagli

Progetto della Commissione di redazione per il voto finale

Progetto della Commissione di redazione per il voto finale Progetto della Commissione di redazione per il voto finale Decreto federale che approva e traspone nel diritto svizzero lo scambio di note tra la Svizzera e l Unione europea concernente il recepimento

Dettagli

di essere ammesso alla gara di cui in oggetto come impresa singola mandatario mandante in raggruppamento temporaneo o in consorzio di e a tal fine

di essere ammesso alla gara di cui in oggetto come impresa singola mandatario mandante in raggruppamento temporaneo o in consorzio di e a tal fine marca da bollo 14,62 Al Sindaco Comune di San Raffaele Cimena Via Ferrarese 16 10090 SAN RAFFAELE CIMENA Oggetto LAVORI DI BANDO DI GARA LAVORI DI REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID CONNECTED INSTALLATO

Dettagli

Raggruppamento Temporaneo d Imprese in qualità di Mandataria/Mandante

Raggruppamento Temporaneo d Imprese in qualità di Mandataria/Mandante Allegato 3) Spettabile Istituto Nazionale per le Malattie Infettive L. Spallanzani I.R.C.C.S. Via Portuense, 292 00149 Roma OGGETTO: Procedura aperta per l'affidamento del servizio assicurativo della Responsabilità

Dettagli

Servizio Affari Generali

Servizio Affari Generali Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provincia de Aristanis Servizio Affari Generali AVVISO PUBBLICO (allegato alla Determinazione n. 46/AG del 22.02.2013) INDAGINE DI MERCATO PER L

Dettagli

DICHIARAZIONE DI PARTECIPAZIONE PROCEDURA NEGOZIATA

DICHIARAZIONE DI PARTECIPAZIONE PROCEDURA NEGOZIATA DICHIARAZIONE DI PARTECIPAZIONE PROCEDURA NEGOZIATA Spettabile Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza Veterinari Via Castelfidardo, 41 00185 Roma Appalto Lavori di manutenzione straordinaria e ristrutturazione

Dettagli

L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto il messaggio del Consiglio federale del 13 dicembre 2013 1, decreta:

L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto il messaggio del Consiglio federale del 13 dicembre 2013 1, decreta: Decisioni del Consiglio nazionale del 27.11.2014 Proposte della Commissione del Consiglio degli Stati del 2.12.2014 Legge federale concernente l attuazione delle Raccomandazioni del Gruppo d azione finanziaria

Dettagli

Titolo I Disposizioni generali. Traduzione 1. (Stato 9 maggio 2000)

Titolo I Disposizioni generali. Traduzione 1. (Stato 9 maggio 2000) Traduzione 1 0.831.109.418.11 Accordo amministrativo concernente l applicazione della Convenzione di sicurezza sociale del 4 giugno 1996 tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica di Ungheria Concluso

Dettagli

COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ISTITUTO DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE E DELL AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA

COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ISTITUTO DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE E DELL AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ISTITUTO DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE E DELL AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA Approvato con delibera di C.C. n. 10 del 10.02.1999 INDICE

Dettagli

CORTE DI CASSAZIONE Sentenza 09 settembre 2013, n. 36894

CORTE DI CASSAZIONE Sentenza 09 settembre 2013, n. 36894 CORTE DI CASSAZIONE Sentenza 09 settembre 2013, n. 36894 Ritenuto in fatto 1. Con decreto dì sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente del 26 ottobre 2012, il GIP presso il Tribunale

Dettagli

nei confronti di: IMPUTATO tratteneva nel territorio dello Stato,in violazione delle disposizioni dello stesso

nei confronti di: IMPUTATO tratteneva nel territorio dello Stato,in violazione delle disposizioni dello stesso SENTENZA N. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO GIUDICE DI PACE DI ROMA I SEZIONE PENALE DIBATTIMENTALE Il Giudice di Pace dott.ssa CHIASSAI Cristina Alla pubblica udienza del 16.06.2011 SENTENZA

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO REGOLAMENTO DELLE PROCEDURE DISCIPLINARI Approvato dal Consiglio Nazionale con Delibera n. 310 del 25 settembre 2014 Modificato con Delibera del 27 febbraio

Dettagli

AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA

AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA Il/La sottoscritto/a nato/a a il residente in CAP via tel., chiede di essere iscritto/a al Registro Praticanti Avvocati per trasferimento dall Ordine

Dettagli

ALBO DEI FORNITORI DI BENI E SERVIZI 1) Requisiti per l iscrizione 2) Elenco delle categorie merceologiche 3) Modalità di presentazione della domanda

ALBO DEI FORNITORI DI BENI E SERVIZI 1) Requisiti per l iscrizione 2) Elenco delle categorie merceologiche 3) Modalità di presentazione della domanda ALBO DEI FORNITORI DI BENI E SERVIZI 1) Requisiti per l iscrizione 2) Elenco delle categorie merceologiche 3) Modalità di presentazione della domanda Premessa In applicazione a quanto previsto dalla normativa

Dettagli

Ministero della Giustizia UFFICIO LEGISLATIVO SCHEMA DI DISEGNO DI LEGGE CONCERNENTE SQUADRE INVESTIGATIVE COMUNI RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Ministero della Giustizia UFFICIO LEGISLATIVO SCHEMA DI DISEGNO DI LEGGE CONCERNENTE SQUADRE INVESTIGATIVE COMUNI RELAZIONE ILLUSTRATIVA Ministero della Giustizia UFFICIO LEGISLATIVO Prot. n. 9/4-150 AD SCHEMA DI DISEGNO DI LEGGE CONCERNENTE SQUADRE INVESTIGATIVE COMUNI RELAZIONE ILLUSTRATIVA Premessa Il disegno di legge è diretto a disciplinare

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Allegato 2 requisiti di ordine generale e idoneità professionale DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR. 445/2000) Il/ la sottoscritto/a: nato/a a: ( ) il / / domiciliato per la

Dettagli

Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia di Milano

Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia di Milano Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia di Milano Via Corridoni, 39-20122 Milano Credits Il Prontuario per l ammissione al patrocinio a spese dello Stato è stato redatto, con la supervisione

Dettagli

OGGETTO: Circolare 8.2015 Seregno, 16 marzo 2015

OGGETTO: Circolare 8.2015 Seregno, 16 marzo 2015 OGGETTO: Circolare 8.2015 Seregno, 16 marzo 2015 VOLUNTARY DISCLOSURE La collaborazione volontaria (detta anche voluntary disclosure, in seguito "VD") consente entro la data del 30 settembre 2015 la regolarizzazione:

Dettagli

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 21 del 02.05.2007 Modificato con Delibera del Consiglio n. 52 del 20.12.2007

Dettagli

del 15 ottobre 2008 (Stato 1 gennaio 2013)

del 15 ottobre 2008 (Stato 1 gennaio 2013) Ordinanza sul Registro nazionale di polizia 361.4 del 15 ottobre 2008 (Stato 1 gennaio 2013) Il Consiglio federale svizzero, visti gli articoli 17 capoverso 8 lettera a e 19 della legge federale del 13

Dettagli

_l_ sottoscritt nat_ a il, residente a, in Via n, in qualità di, dell azienda con sede a in Via n, C.F. P.IVA Tel. fax e mail ; CHIEDE

_l_ sottoscritt nat_ a il, residente a, in Via n, in qualità di, dell azienda con sede a in Via n, C.F. P.IVA Tel. fax e mail ; CHIEDE Modello A M a r c a da bo l l o da 14,6 2 Al Comune di Cabras P.zza Eleonora, 1 09072 CABRAS OR OGGETTO: Procedura aperta per l affidamento in concessione della gestione in via sperimentale del Mercato

Dettagli

Master of Advanced Studies in Diritto Economico e Business Crime

Master of Advanced Studies in Diritto Economico e Business Crime Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento scienze aziendali e sociali Centro competenze tributarie SUPSI Master of Advanced Studies in Diritto Economico e Business Crime 1

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L APPALTO

PROCEDURA APERTA PER L APPALTO Allegato A1 PROCEDURA APERTA PER L APPALTO SERVIZIO DI CONCESSIONE DI UN MUTUO CHIROGRAFO PARI AD 5.000.000,00 ALLA VALLE UMBRA SERVIZI S.P.A. GARANTITO DA DELEGAZIONI DI PAGAMENTO SULLE ENTRATE ORDINARIE

Dettagli

Capitolo 4 Z Filiazione ed adozione

Capitolo 4 Z Filiazione ed adozione Edizioni Simone - Vol. 45/1 Compendio di Diritto Internazionale privato e processuale Parte seconda Cenni di parte speciale Capitolo 4 Z Filiazione ed adozione Sommario Z 1. La filiazione. - 2. L adozione.

Dettagli

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012,

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, RIFORMA DELLA LEGGE PINTO Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, riforma la legge Pinto (L. n. 89/2001) per l indennizzo per la durata del processo. Le nuove disposizioni

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI XVI LEGISLATURA

CAMERA DEI DEPUTATI XVI LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI XVI LEGISLATURA PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato GARAVINI Disposizioni concernenti l istituzione di squadre investigative comuni sovranazionali, in attuazione della Decisione

Dettagli

Master of Advanced Studies in Diritto Economico e Business Crime

Master of Advanced Studies in Diritto Economico e Business Crime Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale Master of Advanced Studies in Diritto Economico e Business Crime 1 Informazioni tecniche Ammissione

Dettagli

Struttura giuridica e sede del Tribunale

Struttura giuridica e sede del Tribunale Bundesgericht Tribunal fédéral Benvenuti! Visita del Tribunale federale Tribunale federale Tribunal federal Vista della facciata frontale, Tribunale federale Losanna Foto: Philippe Dudouit L organizzazione

Dettagli

Lotto 2 Appezzamenti di terreno in agro di Matera, zona industriale Contrada Serritello

Lotto 2 Appezzamenti di terreno in agro di Matera, zona industriale Contrada Serritello TRIBUNALE DI MATERA SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI G.E. Dr. Laura MARRONE Professionista delegato: Avv. Mariano AGRESTI * * * * * - Espropriazione immobiliare n. 94/00 R.G.E.I. AVVISO DI VENDITA Il sottoscritto

Dettagli

Legge federale sulle borse e il commercio di valori mobiliari

Legge federale sulle borse e il commercio di valori mobiliari Commissione di redazione del... Relatore / Relatrice:... Approvato dal Consiglio degli Stati il 20.12.2011 Legge federale sulle borse e il commercio di valori mobiliari (, LBVM) Disegno Modifica del L

Dettagli

Procedura aperta per l aggiudicazione di: IMPORTO APPALTO : 72.000,00 iva esclusa

Procedura aperta per l aggiudicazione di: IMPORTO APPALTO : 72.000,00 iva esclusa MODELLO A Attestazione e relative dichiarazioni per la partecipazione alla Procedura aperta per l aggiudicazione di: Istruzioni per la compilazione IMPORTO APPALTO : 72.000,00 iva esclusa 1. Completare,

Dettagli

Direttive dell Associazione Svizzera dei Banchieri

Direttive dell Associazione Svizzera dei Banchieri Direttive dell Associazione Svizzera dei Banchieri Relative alla gestione degli averi senza notizie (conti, depositi e cassette di sicurezza) presso le banche svizzere (sostituiscono le Direttive dell

Dettagli

Allegato 1 - da compilare on-line sul sito www.aziendesanitarieavpn.albofornitori.net

Allegato 1 - da compilare on-line sul sito www.aziendesanitarieavpn.albofornitori.net Allegato 1 - da compilare on-line sul sito www.aziendesanitarieavpn.albofornitori.net FAC-SIMILE n 1 ISTANZA DEL LEGALE RAPPRESENTANTE PER L ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI FORNITORI DI BENI E APPALTATORI DI

Dettagli

AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA ARPAS

AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA ARPAS Offerta per la gara relativa all appalto per l affidamento del servizio assicurativo inerente la copertura dei rischi di responsabilità civile verso terzi e prestatori d opera, responsabilità patrimoniale,

Dettagli