AIMS Pro. Software di lettura e configurazione per contatori Manuale d uso Programmazione del contatore SL7000

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AIMS Pro. Software di lettura e configurazione per contatori Manuale d uso Programmazione del contatore SL7000"

Transcript

1 AIMS Pro Software di lettura e configurazione per contatori Manuale d uso Programmazione del contatore SL7000 AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 1 di 60

2 Le copie di questo documento non sono controllate. Prima di utilizzare il presente documento, verificate sempre di avere a disposizione l ultima versione applicabile. Copyright Actaris, creato nel Questo documento non può essere riprodotto, registrato o trasmesso, in parte o nella sua totalità, mediante qualsiasi mezzo elettronico, meccanico o di altro tipo, senza previa autorizzazione scritta di ACTARIS. La Società Actaris SpA declina ogni responsabilità per eventuali omissioni o errori tecnici o editoriali eventualmente contenuti, oltre che per danni accidentali o conseguenti derivanti dalla fornitura, dalle prestazioni o dall uso di questo materiale. I prodotti richiamati nel presente documento risultano conforme alle direttive EU applicabili, quando correttamente installati, mantenuti ed usati per gli scopi previsti. Resta inteso inoltre che tutte le norme relative ad uso ed installazione siano state seguite ed applicate secondo la regola d arte. Tutte le caratteristiche tecniche sono impegnative solo dietro conferma scritta di Actaris. A motivo del continuo sviluppo e miglioramento dei propri prodotti, Actaris si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso. Tutti i marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 2 di 60

3 Indice 1 Scopo Descrizione generale Limitazioni d uso Interfaccia uomo macchina Selezione grandezze Programmazioni comuni Risorse Cliente Identificazione Identificazione (da 1 a 9) Sommario Programmazioni Id Programmazione Sommario Inizializzazione Identificazione della Inizializzazione Identificatore del produttore Numero di serie del contatore Configurazione del contatore Actaris SL Metrologia Connessione Metrologia secondaria Distorsione armonica totale I/O ausiliari Linee input di controllo Linee di controllo in uscita Tariffazione esterna Ingresso impulsi Uscite impulsi Calcolo dell energia Energia totale Somma Fasce tariffarie energia Inizializzazione totalizzatori Calcolo della potenza media Parametri Fasce di potenza Potenza in eccesso Curve di carico Parametri Orologio Uso a tariffa Parametri indice Tariffa Futura Giorni speciali Tariffa Corrente UFER/DCMR Gestione Fine Periodo di Fatturazione (EOB) Parametri Controllo Visualizzazione su Display Parametri AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 3 di 60

4 Display e tabella indicatori Nota sulla generazione automatica del codice OBIS Monitoraggio Controllo Tensione Monitoraggio batteria Registrazioni/Allarmi Controllo Libro eventi Destinazione notifica allarme (a partire dalla versione IEC5) Controllo Allarmi Comunicazione Porta Ottica IEC Porta Utility Porta Cliente Modem Utility Modem Cliente AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 4 di 60

5 1 Scopo Lo scopo di questo documento è illustrare le funzioni del software di programmazione e lettura per i contatori SL7000 ed ACE6000 per applicazioni commerciali ed industriali, e di servire come manuale di riferimento per l utente. In particolare il presente documento è complementare alla parte generale che descrive le funzionalità del programma, e fornisce le informazioni di dettaglio relative alla configurazione dei contatori. Si rimanda pertanto al manuale d uso relativo alle funzionalità del programma per tutte le informazioni relative alla gestione del programma stesso, alla lettura dati ed allo scaricamento da/verso i contatori delle relative configurazioni. 1.1 Descrizione generale La configurazione di un contatore è un insieme di parametri, i quali permettono al contatore di funzionare secondo le necessità dell utilizzatore; una configurazione è leggibile, modificabile, programmabile. L intera configurazione può essere visualizzata come un albero, con i rami principali e quelli derivati, contenenti i singoli oggetti di configurazione. Ogni ramo della configurazione presenta una interfaccia utente che permette la selezione, la modifica o l inserimento di dati; durante la lettura della configurazione tutti i campi di tutti i rami sono compilati dai valori letti nel contatore. L accesso alle modifiche dei valori di ogni campo è limitato da due fattori: l accesso è limitato a quei campi che possano essere modificati nel contatore, in accordo al tipo di connessione stabilita col contatore ( client ). l accesso è limitato a quei campi che siano stati autorizzati ad essere modificati dai diritti di accesso appartenenti alla tipologia dell utente ( autorizzazioni ). Il presente manuale fornisce indicazioni relative alla programmabilità di tutti i parametri, ovvero corrispondente ad un livello di accesso completo e dotato di tutti i diritti. Ogni volta che un campo è modificato, il software propone automaticamente l operazione di aggiornamento del contatore attraverso l attivazione del segno di spunta da trasferire ; tutti i campi appartenenti allo stesso ramo vengo comunque scaricati nel contatore, siano stati modificati o meno. Una verifica generica di coerenza della configurazione viene eseguita ogni volta che si passa da un ramo ad un altro e il risultato viene visualizzato nell albero presente a sinistra dello schermo. Per quanto riguarda la gestione delle configurazioni e del relativo database si rimanda al manuale generale descrittivo del funzionamento del programma. 1.2 Limitazioni d uso Alcuni parametri sono modificabili senza modificare lo stato del contatore. In altri caso sarà necessario porre lo stesso in stato di STOP. L utente verrà sempre informato di questa necessità all atto del tentativo di programmazione. Alcune modifiche, quali la ridefinizione dei profili di carico o dei registri tariffari, comportano in linea di principio la perdita di dati registrati in precedenza. Si consiglia pertanto di effettuare sempre uno scaricamento di tutti i dati prima di modificare la configurazione del contatore. La possibilità di modificare un parametro nelle finestre di configurazione, consentita dai diritti di accesso al programma, non implica necessariamente la possibilità fisica di modificare il parametro all interno del contatore. In particolare esistono predisposizioni di fabbrica (facoltative) e limitazioni di carattere normativolegale (obbligatorie) che richiedono, al fine di programmare alcuni parametri, la disattivazione di AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 5 di 60

6 ulteriori livelli di protezione, quali ad esempio la rimozione di sigilli. In questi casi l utente riceverà la necessaria informazione al momento della scrittura della configurazione. Attenzione: la rimozione dei sigilli può invalidare la certificazione del contatore. Per ulteriori dettagli si faccia riferimento al manuale generale del programma. 1.3 Interfaccia uomo macchina Lo schermo dell interfaccia utente, una volta che venga aperta una configurazione, risulta diviso in due zone principali. Nella zona in alto a sinistra è presentato un disegno che illustra l albero della configurazione. Questa finestra dà una prima informazione sull accessibilità dei vari rami, sulla coerenza della configurazione, e se tutti i rami previsti siano selezionati oppure no per il caricamento nel contatore. La parte destra dello schermo contiene le Interfacce Utente (UI) per la compilazione dei campi di ogni ramo; ciascuna UI fa riferimento a una serie di oggetti che devono essere configurati e programmati per il contatore (con le limitazione previste). Se l oggetto è evidenziato in grigio significa che non è accessibile e quindi nessun campo di questo oggetto è modificabile. Questo campo mostra il valore attuale programmato. In ogni caso il test di coerenza tiene conto anche di questi oggetti. Ogni UI contiene due bottoni di navigazione: precedente salverà e chiuderà automaticamente l interfaccia utente corrente passando a quella precedente. successivo come sopra, passando a quella successiva La schermata (UI) correntemente visualizzata viene anche evidenziata nella struttura ad albero. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 6 di 60

7 La commutazione tra UI può essere effettuata anche facendo clic su una voce dell albero. In questo modo si chiude l interfaccia utente corrente e se ne apre un altra. Se persistono incongruenze, tutte le relative schermate saranno segnalate sull albero da un icona come la seguente :. L utilizzo dei bottoni di navigazione in una UI è possibile solo se l UI corrente è coerente con il resto della configurazione. La chiusura di una UI non coerente è possibile solo attraverso il bottone cancella, a meno che sia possibile eliminare le ragioni della non coerenza. Se ci sono delle UI incoerenti, ai piedi della finestra contenente lo schema dell albero vengono riportate alcune informazioni utili alla soluzione dei punti di incoerenza. 1.4 Selezione grandezze I contatori Actaris elaborano una grande quantità di misure di base. Ogni volta sia necessario selezionare una grandezza per un parametro di configurazione, si può accedere ad un albero che riporta tutte le grandezze disponibili. La selezione si effettua facendo clic sulla voce nell albero relativa alla grandezza. Le grandezze sono presentate, ove applicabile, sia per fase che come aggregati, per direzione positiva ( + = prelevata dalla rete ), o negativa ( - = immessa in rete). 2 Programmazioni comuni 2.1 Risorse Questa schermata, diversa per ciascun tipo di contatore, ha scopo informativo e consente di individuare la configurazione hardware del contatore ( scheda I/O, tipo contatore) e la configurazione del firmware ( versione del FW, livello delle risorse di elaborazione). La schermata risorse influenza la disponibilità dei parametri nelle schermate successive, permettendo di sviluppare configurazioni coerenti con le risorse del contatore cui esse si riferiscono. Alcuni parametri di configurazione possono essere infatti diversi in funzione della versione del Firmware e anche gli oggetti da configurare e le autorizzazioni di accesso possono essere diversi. Le risorse saranno confrontate con quelle di un contatore reale quando si trasferisce la configurazione. Se la configurazione viene creata off-line, il livello delle risorse dovrà quindi essere selezionato manualmente. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 7 di 60

8 Quando una configurazione viene modificata, il livello delle risorse non deve essere modificato altrimenti molti parametri di configurazione possono diventare non validi. Quando una configurazione viene riletta da un contatore, l informazione del livello di risorse viene invece trasferita automaticamente e non è possibile modificarla. Appena si sceglie un livello di risorse, il software fornisce dettagli informativi su Energia, Potenza e curve di carico/fasce tariffarie disponibili: queste informazioni non possono essere modificate. Allo stesso modo, la versione firmware deve pure essere selezionata manualmente se la configurazione viene creata off-line. Quando una configurazione viene modificata, la versione firmware non deve essere modificata altrimenti molti parametri di configurazione possono diventare non validi. Quando una configurazione viene riletta da un contatore, l informazione della versione firmware viene letta automaticamente e non è possibile modificarla. Quando una configurazione è programmata nel contatore, viene effettuato un controllo delle risorse del contatore e di quelle disponibili nella configurazione e, in caso di non concordanza, non è possibile effettuare la programmazione. Lo stesso controllo viene fatto per quanto riguarda la versione firmware. ATTENZIONE: AIMSPro non consente di modificare il livello di risorse hardware e firmware in un contatore! 2.2 Cliente La UI per la definizione del livello del Cliente ( Client ) contiene un solo campo. Questa interfaccia utente definisce il livello di Cliente necessario per poter trasferire la configurazione quando il contatore è collegato. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 8 di 60

9 In funzione del livello del Client, i diritti di accesso per la programmazione degli oggetti della configurazione possono essere diversi. Questi diritti di configurazione degli oggetti sono codificati immutabilmente nel contatore. La gerarchia dei livelli di Client, cioè qualsiasi tipo di utente che entrerà in comunicazione con il contatore ( dal più alto al più basso) è: Laboratorio Elettrico Utility ( tecnici del laboratorio elettrico della società ). Manutenzione Elettricità ( tecnici abilitati per operazioni in campo come installazione e verifica ). Letturista ( Elettricità, gas o acqua ). Cliente finale. Tecnico (personale di manutenzione con solo diritti di accesso per lettura della configurazione, in grado di identificare guasti ). 2.3 Identificazione Questa interfaccia utente consente di impostare/leggere alcuni campi informativi (denominati "ID") nel contatore Identificazione (da 1 a 9) Questi sono i campi dati (fino a 8 caratteri ciascuno) che possono essere programmati o letti in un contatore. Il loro contenuto non influenza il comportamento del contatore. Possono essere usati per registrare nella memoria del contatore alcuni parametri rilevanti per l installatore o l utente. Il contenuto di questi campi può essere letto dal contatore o essere mostrato sul display del medesimo Sommario Programmazioni Numero di programmazioni: questo valore può solo essere letto dal contatore o dal database se la configurazione è stata salvata dopo essere stata letta dal contatore; il valore aumenta ad ogni programmazione riuscita (di qualsiasi tipo) del parametro o ad ogni AZIONE. Data dell ultima programmazione: data e ora dell ultimo evento di programmazione Id Programmazione Campo dati (fino a 8 caratteri) che possono essere programmati o letti in un contatore. Il loro contenuto non influenza il comportamento del contatore. Può essere programmato alla fine della programmazione di configurazione per identificare univocamente la configurazione utilizzata Sommario Inizializzazione Numero dei comandi di inizio Misurazione: incrementato a ogni successiva azione riuscita di "avvio di misura". Data dell ultima Inizializzazione: data e ora dell ultimo evento avvio di misura. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 9 di 60

10 2.3.5 Identificazione della Inizializzazione Campo dati (fino a 8 caratteri) che può essere programmato o letto in un contatore. Il suo contenuto non influenza il comportamento del contatore. Può essere programmato alla fine di una programmazione di configurazione che richiede l interruzione di misura per identificare un insieme particolare di parametri Identificatore del produttore Codice specifico di identificazione del costruttore Numero di serie del contatore Il numero di serie appare con 8 caratteri, così come è scritto nel contatore. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 10 di 60

11 3 Configurazione del contatore Actaris SL Metrologia Controlla la configurazione del contatore relativa alla metrologia; contiene tre schede: una per i parametri di connessione, una per il metodo di calcolo, ed un'altra per la programmazione relativa alla misura della distorsione armonica Connessione Questa interfaccia utente consente di configurare i parametri di connessione relativi al tipo e ai valori di connessione in impianto. Alcuni di questi parametri possono essere modificati solo al livello di elaborazione della configurazione, e servono per controllo di congruenza della stessa. Diretta/Su trasformatori: questo parametro viene definito durante la fabbricazione in quanto dimensiona la tipologia della morsettiera. Può essere letto dal contatore; può essere modificato ma non può essere programmato nel contatore. Viene utilizzato per verificare la coerenza della configurazione col tipo di contatore. All interno dello schermo il tipo di connessione ( 3 o 4 fili) e il rapporto trasformatori sono configurabili solo se è selezionata la versione Su trasformatori. Alimentazione ausiliaria è un campo da configurare, se necessario. Il contatore è in grado di essere alimentato da una sorgente ausiliaria di alimentazione (se previsto in sede costruttiva) in modo da garantire la completa funzionalità ( esclusa eventualmente la misura ) in qualunque condizione di rete. I parametri corrente di funzionamento e di utilizzo, pur non avendo effetto sulla programmazione del contatore, sono di fondamentale importanza in quanto consentono al AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 11 di 60

12 programma di verificare incongruenze nella programmazione della maggior parte delle funzionalità legate alla registrazione dei profili di calcolo, al calcolo delle potenze ed alla restituzione degli impulsi. Tipo di connessione: Il tipo di rete a cui il contatore va connesso va scelta fra rete a 3 o a 4 fili. Ancora una volta il parametro è indicativo e non programmabile all interno del contatore, in quanto esso definisce una caratteristica costruttiva. La frequenza nominale è scelta in funzione della frequenza di rete. Anche questo parametro è di natura costruttiva e non è modificabile all interno del contatore. La tensione nominale è inserita come riferimento e può essere modificata grazie alle caratteristiche dell alimentazione del contatore. Sussistono tuttavia limitazioni con alcune certificazioni (es Direttiva MID), in quanto con tale programmazione si modifica un dato di targa. Se un contatore è conforme alla Direttiva MID il dato non è modificabile, a meno di provocare la rottura dei sigilli. Rapporto trasformatori: per un contatore ad inserzione mediante trasformatori, tutti i valori collegati all energia appaiono come valori misurati al primario; i valori misurati all ingresso del contatore (valori secondari) sono cioè moltiplicati dal rapporto di trasformazione qui definito. Questa programmazione è soggetta a specifiche funzionalità nel caso di contatori conformi alla Direttiva MID. La modifica dei rapporti di trasformazione può avere effetti indesiderati quali, ad esempio, la saturazione dei registri del contatore, che non hanno capacità infinita. Occorre pertanto prestare particolare attenzione, quando si modificano tali valori, che il calcolo delle potenze, la registrazione dei profili di carico e la restituzione degli impulsi siano ancora congruenti. Si veda successivamente alle specifiche pagine descrittive per maggiori dettagli. Alcune regole nazionali, per particolari applicazioni, potrebbero richiedere che la misura sia effettuata al secondario (ovvero con rapporto di trasformazione impostato a 1). Occorre pertanto prestare attenzione particolare quando si decida di modificare tali parametri Metrologia secondaria Questa interfaccia utente definisce le modalità di calcolo relative all energia e alla potenza. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 12 di 60

13 Tutti i registri di tariffe relative all energia si comportano allo stesso modo per quanto riguarda l integrale del tempo, in relazione all evento di copia nei registri storici, detto anche fine fatturazione (EOB). L utente può scegliere tra due modalità di trattamento dei registri correnti, nel calcolo energia. Cumulativa (modo 1) Azzeramento ad ogni EOB (fine fatturazione) (modo 2) Modalità cumulativa I registri correnti di energia relativi alla tariffa pertinente sono invariati, ed i loro valori copiati nei registri di periodo. I valori di massima potenza sono azzerati ad ogni fine periodo di fatturazione; naturalmente i valori di massima potenza registrata sono copiati, prima dell azzeramento, con data e ora, nei registri storici. Azzeramento a fine fatturazione I registri correnti di energia relativi alla tariffa pertinente sono azzerati dopo essere copiati nei registri di periodo. I registri di massima potenza seguono lo stesso trattamento descritto per la modalità cumulativa. Questo parametro di configurazione non ha alcuna influenza sui Registri Totalizzatori Globali di Energia che funzionano sempre nella modalità cumulativa. Il calcolo della potenza apparente è reso in modalità aritmetica o vettoriale. Aritmetico Il valore è calcolato come S = U rms. I rms (esso dà buoni risultati a valori di corrente superiori a Ib/10); Il calcolo aritmetico non è disponibile per inserzioni e tre fili. Se usato per la configurazione, il programma AIMS7000 informa dell eventuale incongruenza di programmazione. Vettoriale 2 2 P + Q Il valore è calcolato come S = (esso risulta più preciso del precedente, ma è leggermente più suscettibile al contenuto armonico delle correnti e delle tensioni). Il calcolo delle energie aggregate (cioè trifasi) si basa sulle misure effettuate distintamente per ciascuna fase, in quanto il contatore è a tre sistemi di misura indipendenti (tri-monofase). Il calcolo delle energie trifasi è programmabile secondo diversi algoritmi, che consentono di definire in che modo le tre misure di fase vengono aggregate (cioè sommate algebricamente) per attribuire le energie ai diversi quadranti. L utente può selezionare la tipologia di calcolo più appropriata al contesto dell installazione. Algo 1: una direzione valori netti L energia attiva è calcolata sommando algebricamente le energie delle fasi ed accumulando, decidendo in base al segno del totale, il valore nel registro dell energia prelevata oppure in quello dell energia immessa in rete. Questa modalità simula il funzionamento simultaneo di due contatori Ferraris, uno per l energia prelevata, l altro per quella immessa in rete. Il metodo è denominato una direzione in quanto ad ogni istante l energia totale trifase è attribuibile ad una sola direzione. Algo 2: somma di fasi positive I valori corrispondenti alle fasi che prelevano energia, e a quelle che immettono energia sono sommati separatamente. Delle due quantità viene considerata solo la maggiore in valore assoluto e l altra è posta a 0. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 13 di 60

14 Algo 3: calcolo simultaneo in due direzioni L energia attiva è calcolata sommando separatamente le energie delle fasi che prelevano energia, e di quelle che immettono energia ed accumulando contemporaneamente e separatamente i due valori nei totali di energia prelevata ed in quello dell energia immessa in rete. Algo3 è quello che fornisce la maggior quantità di informazioni relative al flusso di energia in rete, in quanto conserva separatamente tutti i valori relativi alle energie. Algo 4: antifrode In questa modalità, presente dalle versioni hardware dalla IEC5 in poi, l energia aggregata prelevata dalla rete corrisponde alla somma dei moduli dell energia importata ed esportata. L energia aggregata immessa corrisponde alla somma dei moduli delle sole energie immesse per fase. La selezione dell algoritmo di calcolo influenza anche il calcolo dell energia reattiva, per maggiori dettagli ed esempi occorre fare riferimento al manuale del contatore interessato. Se un contatore è conforme alla Direttiva MID le modalità di calcolo della potenza non sono modificabili se non dopo rottura dei sigilli. In tal caso la validità della certificazione verrà meno. Il calcolo energia è invece programmabile liberamente Distorsione armonica totale Questa finestra consente di attivare il calcolo del THD, ed insieme di impostarne le soglie di allarme e l algoritmo di calcolo. Ulteriori informazioni sono disponibili nei manuali specifici dei contatori. Si consiglia di mantenere l algoritmo di calcolo disattivato, tranne dove effettivamente necessario. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 14 di 60

15 3.2 I/O ausiliari L interfaccia mette a disposizione quattro finestre per la programmazione degli ingressi ed uscite. È ovviamente necessario assicurarsi che la configurazione così definita sia congruente con quella effettivamente disponibile nel contatore che si andrà a programmare. Come già detto, è possibile garantire ciò sia programmando il livello di risorse corretto nella pagina risorse (in particolare piastra I/O ), sia leggendo al configurazione direttamente dal contatore interessato Linee input di controllo A seconda delle risorse HW sono disponibili ingressi di controllo che possono essere configurati individualmente per espletare le funzioni descritte nel seguito. Per ciascuna linea è possibile definire quale sia il livello attivo. Se non è utilizzato, il segnale può essere definito Non allocato. Sincronizzazione Clock: questa funzione consente di sincronizzare l orologio interno a partire da una sorgente esterna inviando un impulso sull ingresso dedicato. L orologio interno è sincronizzato sull ora piena più vicina con una finestra di accettazione di +/- 1 minuto intorno all ora piena. Allarme : il contatore attiva un allarme di uscita di controllo nell evento (o alla scomparsa) di un segnale di allarme proveniente dall ambiente esterno. Si veda anche la sezione relativa al display. Fine Fatturazione (EOB): questa funzione avvierà un reset di Fine Periodo Fatturazione fornita da un ingresso di controllo. La funzione utilizza un ingresso di controllo (EOB) contatto singolo - oppure due ingressi di controllo (EOB 1 e EOB 2) contatto di scambio. Quest ultimo è utilizzato per evitare che sia accettato un doppio impulso generando una situazione di errore: in questo caso sarà accettato un passaggio su un ingresso solo previa accettazione di un passaggio precedente sull altro ingresso. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 15 di 60

16 Fine integrazione: questa funzione attiverà un interruzione del periodo di integrazione; se selezionata, si aggiungerà alle interruzioni di integrazione automatiche attivate dall orologio interno del contatore. Direzione impulso ingresso x: questa funzione consente di definire la direzione della misura della grandezza corrispondente ad un impulso in ingresso, ove non ne sia definita la direzione in permanenza (es. flusso di energia elettrica in entrambe le direzioni). In logica positiva, una tensione presente sull ingresso determina una direzione positiva (ad esempio: energia prelevata dalla rete). Indice bx : questa funzione consente di determinare mediante stato degli ingressi, le tariffe applicate all energia e ai canali di potenza, e l eventuale attivazione dell uscita di controllo a seconda del tipo di ingresso di controllo applicato. In presenza di uno schema tariffario opportuno (vedere la scheda "tariffazione esterna ) si attiverà l indice corrispondente (e di conseguenza la tariffa). Dato che sono possibili 50 indici (da 1 a 50) l eventuale attivazione individuale di un qualsiasi indice richiederebbe 6 bit in binario (da b0 a b5), o 6 ingressi di controllo. Nel Light I/O è però disponibile un solo ingresso di controllo, e in Full I/O ce ne sono solo 2: le attivazioni possibili sono pertanto limitate, ed a seconda dei bit prescelti sarà attivato l indice corrispondente. Esempio 1: se si utilizza un ingresso di controllo configurato come index b0" ( indice b0 ), con livello attivo positivo, il rilevamento di tensione su questo ingresso attiverà l indice 2 (2 0 +1=2), mentre la sua scomparsa avvierà l indice 1, o, se non autorizzato (vedere la schermata successiva), reimposterà l indice tariffario interno. Esempio 2: se si utilizzano 2 ingressi di controllo configurati come "index b0" e "index"b1", con "livello attivo positivo", il rilevamento di tensione su uno qualsiasi di questi ingressi attiverà l indice corrispondente (indice 1 per b0=0 e b1=0, indice 2 per b0=1 e b1=0; indice 3 per b0=0 e b1= 1; indice 4 per b0=1 e b1=1). Nota: invece di attivare b0 o b1, si può scegliere di attivare un altro bit; l attivazione di b5 (da solo) attiverà ad esempio l indice =33. Profilo giornaliero bx: valgono gli stessi principi elencati qui sopra, con un numero massimo di ingressi di controllo pari a 5 (dal profilo giornaliero b0 al profilo giornaliero b4), consentendo di attivare un profilo giornaliero da 1 a 24. Stagione bx: valgono gli stessi principi elencati qui sopra, con un numero massimo di ingressi di controllo pari a 4 (dalla stagione b0 alla stagione b3), consentendo di attivare una stagione da 1 a 12. Controllo visualizzazione dei dati sul display consente, se attivato, di far scorrere le visualizzazioni sul display da comando esterno, esempio disponendo di un pulsante remoto di rimando. La funzionalità realizzata è identica a quella corrispondente alla pressione del pulsante di avanzamento sul contatore. Magnet sensor è utilizzato in presenza di rilevatore di campo magnetico esterno Linee di controllo in uscita A seconda delle risorse hardware, sono disponibili alcune uscite di controllo (2 per Light I/O, 4 per Full I/O), che possono essere configurate individualmente con un procedimento simile agli ingressi di controllo (negli esempi riportati qui di seguito si utilizza una logica "livello attivo positivo"): Se la linea non è utilizzata, viene definita Non Allocato. Sincronizzazione clock: questa funzione attiva il contatto (per 1 secondo) sull uscita dedicata per sincronizzare un apparecchiatura esterna. L azione è effettuata ad ogni ora piena. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 16 di 60

17 Allarme : se configurato in controllo allarme, il contatore emetterà un segnale di allarme interno (contatto attivo) se si verifica una situazione di allarme tra quelle previste e configurate nella pagina di gestione allarmi. Potenza in eccesso: Il relè si attiva se (e finché) il contatore rileva una situazione di "Potenza in eccesso" come programmato nella pagina opportuna. Mancanza della fase : Il relè si attiva se (e finché) il contatore rileva una situazione di mancanza di una qualsiasi fase. EOB : questa funzione restituisce le informazioni (attiva il contatto per 1 secondo) in caso di fine fatturazione (EOB) del contatore. La funzione richiede o un uscita di controllo (EOB) contatto singolo - o due uscite di controllo (EOB 1 e EOB 2) contatto di scambio. In tal modo è possibile concatenare la fine fatturazione di diversi contatori. Fine integrazione: questa funzione emette le informazioni (attiva il contatto per 1 secondo) relative a una interruzione del periodo di integrazione del contatore. Ad esempio, per profili di carico al quarto d ora, verrà emesso un impulso ogni quanto d ora in corrispondenza della chiusura del periodo. Indice uscita di controllo x: questa funzione attiva il contatto, a seconda degli ordini di attivazione definiti nel sistema di tariffa a tempo, ove è possibile far corrispondere l attivazione di una tariffa ad uno specifico indice sull uscita. Per ulteriori spiegazioni vedere il capitolo corrispondente. NOTA: è possibile emettere impulsi di energia sia su impulsi in uscita sia su uscite di controllo. Questa funzione non viene attivata in questa pagina ma solo nella scheda Uscite impulsi selezionando: Emissione su CO ( Emetti su Uscita di controllo ) Con CO n (con n Uscita di controllo). Le programmazioni delle due schede sono interdipendenti in quanto nella scheda Uscite impulsi saranno selezionabili solo uscite di controllo non già allocate ad altre funzioni. Viceversa, una volta assegnata l uscita di controllo ad una funzione impulso, nella scheda relativa alle linee di controllo la corrispondente selezione verrà disabilitata Tariffazione esterna Questa scheda funziona in combinazione con le selezioni indice, profilo giorno e stagione degli ingressi di controllo. Attivando le linee come precedentemente descritto, si renderanno programmabili gli indici tariffari, giornalieri o stagionali corrispondenti, secondo le combinazioni binarie già descritte. Se gli ingressi di controllo (segnali esterni) non sono utilizzati per definire la tariffa, questa schermata non è rilevante, e tutti i campi al suo interno sono di colore grigio. Questa schermata consente eventualmente di limitare l effetto degli ingressi di controllo sulla tariffazione (se selezionati nella schermata precedente). AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 17 di 60

18 Se le linee di ingresso sono assegnate alla funzione Indice bx o Profilo giorno bx o Stagione bx, questa schermata visualizza tutti i possibili indici che possono essere utilizzati. Questo viene fatto disegnando un piccolo quadrato bianco sotto la riga degli indici corrispondenti. Se il quadrato è attivo, ciò è indicato da un segno di spunta. In tal caso, se lo schema tariffario è applicato agli ingressi, il corrispondente indice è attivo indipendentemente dallo schema tariffario interno. Un quadratino non spuntato fa sì che la corrispondente combinazione degli ingressi non abbia influenza quando sia applicata per lo specifico schema tariffario. Esempio: Se ad esempio si utilizza l ingresso 1 per un controllo tariffa, configurato (nella schermata precedente) come "Indice b0", ciò teoricamente consente di selezionare l indice 1 (se l ingresso non è attivo), o l indice 2 (se si rileva l ingresso come attivo) come mostrato nella figura dove i campi per l indice 1 e l indice 2 sono evidenziati in bianco. Se i campi sono bianchi, è possibile abilitare l attivazione dell indice corrispondente spuntando il campo relativo. Se c è un segno di spunta, l indice corrispondente sarà applicato quando l ingresso si trova nello stato corrispondente. Nell esempio della schermata riportata sopra, l indice 2 sarà attivato se l ingresso è attivo, ma l indice 1 non sarà attivato con ingresso inattivo, dato che il campo non è selezionato. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 18 di 60

19 Quando ciò accade, sarà adottata e applicata la struttura tariffaria interna, finché non sarà applicato nuovamente un schema di ingresso di controllo esterno autorizzato. Nell esempio successivo consideriamo come si possano selezionare molti numeri di indice dagli ingressi di controllo (1 o 2). Dato che qualsiasi numero di indice (da 1 a 50) può essere rappresentato in numerazione binaria con sei bit (da indice_b0 a indice_b5), basta scegliere l appropriato peso binario. Ad esempio, per ottenere l indice 11 (da solo) consideriamo che : 11 = (+1 è necessario dato che l indice inizia da 1e non da 0). È necessario pertanto attivare Indice_b3 e Indice_b1, che saranno selezionati nella schermata di definizione dell ingresso di controllo. Successivamente, nella schermata di autorizzazione si selezionerà solo 11. Le modalità per l attivazione del profilo giornaliero (24 codici su 5 bit) e la stagione (12 codici su 4 bit) sono simili Ingresso impulsi Questa schermata consente di configurare il comportamento delle linee di impulsi in ingresso. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 19 di 60

20 In funzione del tipo di hardware, ogni ingresso di impulsi è configurabile separatamente. Si devono stabilire per ogni ingresso la grandezza corrispondente e il valore di ogni impulso. È possibile impostare la grandezza per mezzo di un tasto che richiama un elenco con le seguenti opzioni: elettricità (attiva, reattiva, apparente); fluido (gas o acqua) Se si seleziona No Qty l ingresso è inattivo. Per le diverse quantità, ove la cosa abbia significato, è possibile già identificare la direzione della stessa. È tuttavia anche possibile, ove la grandezza possa fluire nelle due direzioni, determinarne la direzione istantanea mediante un ingresso di controllo: selezionare in tal caso la quantità con estensione ext, non dimenticando di programmare opportunamente l ingresso di controllo (vedi più sopra). Il valore dell impulso è fissato indicando il valore energetico del medesimo ( es 1 impulso = 1000 Wh ) Uscite impulsi Il numero di linee di impulsi in uscita è controllato dal livello di risorse hardware. È anche eventualmente possibile allocare tali uscite a quelle di controllo (se utilizzate per ritrasmettere gli impulsi di energia). È disponibile un massimo di sei impulsi in uscita per la scheda I/O Full, e due per la scheda I/O Light. Ogni impulso in uscita è definito da un tipo di quantità ( selezionabile tramite il bottone di fianco al campo grandezza ) e dal peso dell impulso (unità come definita nella schermata/impulso); se la quantità assegnata è No_Qty, l uscita non è attiva. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 20 di 60

21 Su ogni impulso in uscita è possibile selezionare un uscita di controllo per ritrasmettere l impulso (con CO1, ecc ), con lo stesso calcolo dei tempi qui definito. Occorre selezionare in tal caso l uscita opportuna ( CO n ) nella casella Emissione su CO. La durata dell impulso e l intervallo tra due impulsi successivi devono essere almeno pari a 30ms ciascuna, corrispondente cioè ad una frequenza massima di 16 Hz, come definito dalle norme applicabili. La frequenza massima viene comunque calcolata e visualizzata dal programma, in funzione dell impostazione dei tempi suddetti. I pesi degli impulsi in uscita sono definiti come per gli impulsi ingresso e risultano riferiti ai valori primari, essi devono essere selezionati attentamente affinché non superino la frequenza massima derivante dalla scelta di T ON e T OFF. Il peso di ciascun impulso corrisponde al valore del moltiplicatore, diviso per il divisore, e riferito all unità di misura visibile nella colonna corrispondente Il programma utilizza i valori nominali impostati per calcolare la frequenza massima teorica di emissione impulsi. Tale frequenza viene anche visualizzata, e deve essere inferiore alla frequenza massima ammessa in funzione della durata di T ON e T OFF. Nel caso in cui tale frequenza sia troppo elevata il programma informerà l utente evidenziando i canali interessati. La programmazione tuttavia non verrà rifiutata. NOTA: Nella finestra relativa alla metrologia, il programma visualizza la massima potenza istantanea per fase corrispondente alle impostazioni di impianto, consentendo anche all utente di verificare la correttezza dei calcoli effettuati ed impostare i valori dei pesi degli impulsi in maniera ragionata. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 21 di 60

22 3.3 Calcolo dell energia Questa interfaccia utente consente di configurare il calcolo e la registrazione dell energia. Essa contiene quattro schede: energia totale somma fasce tariffarie energia inizializzazione totalizzatori Energia totale L interfaccia utente energia interna consente di configurare la risoluzione per le quantità interne di energia. A titolo informativo, si richiamano il tipo di unità e fluido. Il moltiplicatore definisce appunto la risoluzione dei dati archiviati nella memoria del contatore (ad esempio, per quanto riguarda l energia attiva, "unity" memorizzerà in Wh, "kilo" in kwh, e "Mega" in MWh). Attenzione: il contatore calcolerà e visualizzerà i valori corrispondenti con una risoluzione che non può essere migliore della risoluzione della memorizzazione; se ad esempio si vogliono visualizzare le energie attive su LCD in kwh con un decimale, sarà richiesto di memorizzare in Wh (non in kwh). Alcune limitazioni aggiuntive sono inoltre conseguenti alla conformità alla Direttiva MID, in considerazione del tempo trascorso prima di un completo riazzeramento del registro, imposto dalla normativa. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 22 di 60

23 È importante tenere conto nella programmazione dei limiti di capienza dei registri onde scegliere esattamente il moltiplicatore, specie se si intenda leggere i valori primari, quindi con rapporto di trasformazione diverso da uno. Ad esempio, per l energia attiva e con con moltiplicatore unity si avrà la possibilità di memorizzare da 0 Wh a Wh. La visualizzazione su LCD potrà essere poi impostata ad esempio in Wh (avendo un comportamento identico alla memorizzazione), oppure con kwh e tre decimali ottenendo sul display da kwh a kwh, oppure con MWh e tre decimali ottenendo da MWh a MWh. Come altro esempio, con moltiplicatore kilo avremo una registrazione da 0 kwh a kwh. Lo stesso avremo sul display in assenza di decimali programmati e visualizzazione impostata ai kwh. Se si utilizzano tre decimali, con visualizzazione al Wh avremo però da Wh a Wh. Invece, con tre decimali e con visualizzazione al MWh avremo un campo da MWh a MWh. L interfaccia utente energia esterna consente allo stesso modo di attivare registri accumulatori di energia provenienti dagli ingressi ad impulso. Valgono anche in questo caso le programmazioni già viste. Si raccomanda anche in questo caso di selezionare il peso impulsi in ingresso e le unità di registrazione in modo coerente, in modo da evitare rapide saturazioni dei registri. L interfaccia utente somma consente di definire le caratteristiche (moltiplicatore, unità di misura e fluido o tipo di energia) di un numero di registri di somma fino ad un massimo di quattro Somma Questa interfaccia consente di definire la funzione di somma di diversi canali di energia (con segno, interni od esterni), in numero massimo pari a cinque per ciascun registro di sommatoria. La somma così calcolata viene accumulata nel registro di sommatoria solo se il risultato è positivo. Tale funzionalità si applica dalla versione IEC5 (MID) in poi. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 23 di 60

24 Nella definizione di una somma saranno accettate solo le voci in cui le unità hanno lo stesso valore e la definizione del fluido è la stessa, ovvero le grandezze da sommare siano omogenee. Si fa osservare che a carichi molto bassi la risoluzione interna potrebbe non consentire di contabilizzare le somme con la massima precisione Fasce tariffarie energia Questa interfaccia utente consente di configurare i canali relativi all energia (Quantità, moltiplicatore e numero di fasce tariffarie applicate). A seconda del livello di risorse, è possibile selezionare fino a 10 canali indipendenti di energia dall elenco di tutte le grandezze energetiche. Le tariffe sono applicate a questi canali con un livello massimo di 8 registri di tariffe per canale e un totale di 32 registri di tariffe. È possibile avere una diversa configurazione tariffaria in ogni canale relativo all energia (ad esempio: diverse tariffe per l energia attiva e una sola tariffa per l energia reattiva). È possibile anche assegnare una grandezza a più di un canale per conteggiare diversi schemi tariffari sulla medesima; in questo caso l identificazione dell energia dovrà essere accompagnata da una etichetta speciale. D altra parte, è anche possibile definire l applicazione di fasce tariffarie diversificate per i vari canali. La risoluzione per i registri di tariffe è definita come per quanto riguarda le energie totali, tuttavia senza le limitazioni imposte dalla Direttiva MID. Unità e tipo di fluido sono assegnate automaticamente in funzione del tipo di grandezza scelta. Un menù a scorrimento assegna, per ogni canale, il numero di fasce tariffarie. Si ricorda che, nella finestra relativa alla metrologia, è possibile selezionare se i registri tariffari siano azzerati o meno al termine del periodo di fatturazione, ad esempio a fine mese. Nel primo caso i registri conterranno il valore netto consumato (o prodotto) per ciascuna tariffa nel periodo di fatturazione, nel secondo il consumo si dovrà ottenere come differenza tra il valore finale e quello iniziale dei registri tariffari nel periodo interessato. Si rammenta inoltre che uno specifico registro, non azzerabile, registra il tempo cumulato in cui ciascuna tariffa è attiva. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 24 di 60

25 3.3.4 Inizializzazione totalizzatori Se non si utilizzano le funzioni di somma e di ingressi impulsi, questa funzione può essere totalmente ignorata. Nel caso in cui siano invece definiti registri di ingressi impulsi o di sommatoria, è possibile inizializzare il loro valore in modo da allinearlo a quello di altri totalizzatori esterni. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 25 di 60

26 3.4 Calcolo della potenza media Questa interfaccia utente definisce la funzionalità del calcolo della potenza e l assegnazione di registri di tariffe di potenza. parametri fasce di potenza potenza in eccesso Parametri Questa finestra definisce le modalità principali di funzionamento del calcolo della potenza. Il valore della potenza viene calcolato come media dell energia su un periodo programmabile. Tale periodo è suddiviso in sub-intervalli di durata fissa, ed il calcolo viene pertanto eseguito allo scorrere dei sub-intervalli. L utente può programmare il numero di sub-intervalli e la loro durata. I registri di potenza corrente memorizzano i valori per un periodo prefissato di tempo denominato periodo di integrazione. Alla fine di ogni intervallo i valori sono copiati nel registro di potenza media e i registri di potenza corrente sono quindi azzerati per iniziare il conteggio per il periodo di integrazione successivo. Il periodo di integrazione è programmabile da 1 a 60 minuti ed è lo stesso per tutti i canali. I registri sono aggiornati ogni secondo. Le potenze massime sono disponibili come valori cumulativi e valori netti, e registrate con data e ora. Nel corso dello stesso periodo di fatturazione, il contatore memorizza i quattro valori più alti di ciascun registro di potenza, il fattore di potenza aggregata medio minimo e il fattore di potenza aggregata medio. La programmabilità del numero sub-intervalli e della durata dell integrazione consente di adattare la misura alle esigenze particolari del luogo. Un caso particolare si ha quando il numero di sub-intervalli è uguale ad uno. Ciò corrisponde in pratica ad una integrazione con finestra fissa di durata programmabile. Nelle figure seguenti si riportano le due modalità corrispondenti a titolo di esempio. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 26 di 60

27 Valore crescente Periodo bloccato Potenza corrente Modalità con Sub-intervallo del periodo di integrazione = 1 Valore crescente T= periodo totale di integrazione Periodo scorrevole Potenza corrente Periodo esempio = 5 scorrevole S = periodo del sub-intervallo Periodo scorrevole Modalità con Sub-intervallo del periodo di integrazione > 1 ( max = 15 ) La modalità di calcolo della potenza nel primo periodo di integrazione avviene come in precedenza. Al termine del primo sub-intervallo del periodo successivo il calcolo della potenza viene fatto scartando il primo periodo dell intervallo precedente e includendo il primo sub-intervallo del periodo iniziato. Altri parametri consentono di definire il comportamento della misura. La Modalità Accensione consente di definire il comportamento del contatore nei riguardi del periodo di integrazione interrotto da una mancanza tensione. È in particolare possibile selezionare: Modalità Re-start: dopo l attivazione inizia un nuovo periodo di integrazione: ciò lascia un periodo incompleto per il periodo di tempo prima della mancanza di alimentazione ( il periodo di integrazione è inizializzato alla ripresa dell alimentazione). Resume/ Recupero: il periodo interrotto a causa della caduta di corrente prosegue dopo l attivazione, al fine di mantenere un periodo di integrazione completo (il periodo di integrazione è bloccato alla mancanza tensione e ripreso alla ricomparsa dell alimentazione). Synchronise/ Sincronizzazione: il periodo di integrazione è sempre sincronizzato sull ora piena. Nella figura successiva si evidenziano le tre diverse modalità di calcolo a seguito di mancanza tensione. AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 27 di 60

28 Mancanza tensione dalle allle = Fine integrazione Soglia di modifica orologio Questa soglia (definita come una percentuale del periodo di integrazione ad esempio per 15 minuti, 4% = 36 secondi) rappresenta la massima differenza di tempo fra ora del contatore e ora di sincronizzazione, in caso di aggiornamento dell orologio del contatore, che non attiva la fine del periodo di integrazione in corso. Nell esempio in figura il periodo di integrazione non viene in caso di aggiornamento ora ripristinato se risulta più lungo o più corto fino ad un massimo di 36 sec. Se la differenza è maggiore, il periodo di integrazione in corso viene chiuso al momento della sincronizzazione. Questa funzione è utilizzata principalmente affinché non siano avviate Interruzioni di integrazione indesiderate se l orologio interno è sincronizzato ogni giorno (o ogni ora) da una sorgente esterna attraverso un ingresso di controllo. Modalità periodo incompleto La potenza calcolata per un periodo di integrazione incompleto può essere a scelta: Tralasciato: il valore non viene preso in considerazione per il calcolo di potenza media massima e per il controllo di potenza in eccesso; Utilizzato: il valore viene preso in considerazione anche se non riferito al periodo completo. La stessa regola si applica al fattore di potenza, tranne nel caso in cui il calcolo sia effettuato sulla durata effettiva del periodo di integrazione; in altri casi, per il calcolo del valore medio si utilizza la durata teorica del periodo. Modalità Controllo Potenza in Eccesso È possibile definire fino a 10 registri Potenza in eccesso secondo le seguenti opzioni: confrontando ogni secondo la potenza crescente con una soglia (modalità "Rising Value - Valore in crescita ) ed attivando l allarme (ed il contatto, se il caso) immediatamente al superamento della soglia; confrontando ogni secondo l estrapolazione della potenza alla fine del periodo con una soglia. Questo confronto è automaticamente inibito durante il primo 30% del periodo. (modalità "Projection Proiezione ). In tal modo si ha un informazione predittiva utile a ridurre eventualmente il carico; AIMS Pro - Manuale d uso Programmazione del contatore SL ver.aa Pagina 28 di 60

Ver. 1.1. Manuale d uso e configurazione

Ver. 1.1. Manuale d uso e configurazione Ver. 1.1 Manuale d uso e configurazione Introduzione Questa applicazione consente di gestire le principali funzioni delle centrali Xpanel, Imx e Solo da un dispositivo mobile dotato di sistema operativo

Dettagli

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Il programma Gestione Negozi permette la gestione del materiale presso i clienti Benetton tramite le sue funzionalità di gestione anagrafica

Dettagli

ZFIDELITY - ZSE Software & Engineering Pag.1 / 11

ZFIDELITY - ZSE Software & Engineering Pag.1 / 11 ZFIDELITY - ZSE Software & Engineering Pag.1 / 11 Indice Presentazione ZFidelity... 3 Menù Principale... 4 La Gestione delle Card... 5 I tasti funzione... 5 La configurazione... 6 Lettore Con Connessione

Dettagli

Manuale operativo applicazione mobile ios.

Manuale operativo applicazione mobile ios. Manuale operativo applicazione mobile ios. Leggere attentamente prima di utilizzare il sensore e l applicazione. iosappmanual - 09/04/15 1 Introduzione - Il presente manuale si riferisce all applicazione

Dettagli

COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE

COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE INSTALLAZIONE DEL PROGRAMMA Requisisti di sistema L applicazione COMUNICAZIONI ICI è stata installata e provata sui seguenti

Dettagli

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma Indice 1. Introduzione...3 2. Installazione di WinEMTLite...3 3. Descrizione generale del programma...3 4. Impostazione dei parametri di connessione...4 5. Interrogazione tramite protocollo nativo...6

Dettagli

TiAxoluteNighterAndWhiceStation

TiAxoluteNighterAndWhiceStation 09/09-01 PC Manuale d uso TiAxoluteNighterAndWhiceStation Software di configurazione Video Station 349320-349321 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

Istruzioni per l uso Display grafico per SINEAX CAM

Istruzioni per l uso Display grafico per SINEAX CAM Istruzioni per l uso Display grafico per SINEAX CAM CAM Display Bi 162 602 06.10 Camille Bauer AG Aargauerstrasse 7 CH-5610 Wohlen / Svizzera Telefono +41 56 618 21 11 Fax +41 56 618 35 35 e-mail: info@camillebauer.com

Dettagli

Note applicative OFFICINA ELETTRICA. Compilazione del registro di produzione dell energia elettrica modello Mbis 36

Note applicative OFFICINA ELETTRICA. Compilazione del registro di produzione dell energia elettrica modello Mbis 36 LPReport Note applicative OFFICINA ELETTRICA Compilazione del registro di produzione dell energia elettrica modello Mbis 36 I titolari di licenza di esercizio di Officina Elettrica sono tenuti alla compilazione

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

Manuale utente per la Wireless Mobile Adapter Utility. Caratteristiche

Manuale utente per la Wireless Mobile Adapter Utility. Caratteristiche Manuale utente per la Wireless Mobile Adapter Utility Installate la Wireless Mobile Adapter Utility sul vostro dispositivo intelligente per scaricare immagini da una fotocamera o per controllare fotocamere

Dettagli

UPS... 1. 2 2. 3 2.1. 4 2.2. RS : 5 3. UPS

UPS... 1. 2 2. 3 2.1. 4 2.2. RS : 5 3. UPS Sommario 1. Che cosa è UPS Communicator?... 2 2. Installazione di UPS Communicator... 3 2.1. Server UPS... 4 2.2. RS System : Remote Shell System... 5 3. UPS Diag Monitor... 6 3.1. Connessione e disconnessione

Dettagli

Archimede Beta 1. Manuale utente

Archimede Beta 1. Manuale utente Archimede Beta 1 Manuale utente Archimede (Beta 1) Antares I.T. s.r.l. Indice Prerequisiti... 3 Installazione... 3 Accesso... 4 Recupero password... 4 Scadenza password... 4 Gestione Clienti... 6 Ricerca

Dettagli

È ora di cambiare il vecchio contatore. Manuale d uso per l utilizzo del nuovo contatore elettronico trifase bidirezionale

È ora di cambiare il vecchio contatore. Manuale d uso per l utilizzo del nuovo contatore elettronico trifase bidirezionale È ora di cambiare il vecchio contatore Manuale d uso per l utilizzo del nuovo contatore elettronico trifase bidirezionale 2Modello GIST Questa tipologia di Contatore Trifase si riconosce dalla dicitura

Dettagli

HOTEL MANAGER NOTE DI FINE ANNO 2012-2013

HOTEL MANAGER NOTE DI FINE ANNO 2012-2013 HOTEL MANAGER NOTE DI FINE ANNO 2012-2013 SOMMARIO 1. Introduzione... 3 2. Procedura automatica... 4 3. Procedura manuale... 7 3.1 Front Office... 7 3.2 Ristorante... 9 3.3 Economato... 10 4. Creazione

Dettagli

FUNZIONALITÀ CHE DEVONO ESSERE ASSICURATE DAI SISTEMI DI SMART METERING DI SECONDA GENERAZIONE (ENERGIA ELETTRICA, BT)

FUNZIONALITÀ CHE DEVONO ESSERE ASSICURATE DAI SISTEMI DI SMART METERING DI SECONDA GENERAZIONE (ENERGIA ELETTRICA, BT) FUNZIONALITÀ CHE DEVONO ESSERE ASSICURATE DAI SISTEMI DI SMART METERING DI SECONDA GENERAZIONE (ENERGIA ELETTRICA, BT) Indice Versione 2.0 0. Gestione del tempo [R-0.01] Orologio e calendario [R-0.02]

Dettagli

1. I database. La schermata di avvio di Access

1. I database. La schermata di avvio di Access 7 Microsoft Access 1. I database Con il termine database (o base di dati) si intende una raccolta organizzata di dati, strutturati in maniera tale che, effettuandovi operazioni di vario tipo (inserimento

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

Installazione Moduli Parcellazione, Software Agenzia Entrate e Dichiarativi

Installazione Moduli Parcellazione, Software Agenzia Entrate e Dichiarativi Installazione Moduli Parcellazione, Software Agenzia Entrate e Dichiarativi Versioni....NET e VB Tipo agg.to...dynet Rel. agg.to...08.06.10 Rel. docum.to...eu180615 Data docum.to...18/06/2015 Alla cortese

Dettagli

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti.

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti. SH.MedicalStudio Presentazione SH.MedicalStudio è un software per la gestione degli studi medici. Consente di gestire un archivio Pazienti, con tutti i documenti necessari ad avere un quadro clinico completo

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

Manuale Terminal Manager 2.0

Manuale Terminal Manager 2.0 Manuale Terminal Manager 2.0 CREAZIONE / MODIFICA / CANCELLAZIONE TERMINALI Tramite il pulsante NUOVO possiamo aggiungere un terminale alla lista del nostro impianto. Comparirà una finestra che permette

Dettagli

Software di programmazione

Software di programmazione Software di programmazione TwinLoad MANUALE D INSTALLAZIONE E D USO Indice 1. Presentazione... 3 2. Installazione del software... 4 3. Programmazione in locale... 6 3.1 Procedura... 6 3.2 Accesso al sistema...

Dettagli

Regione del Veneto Direzione Sistemi Informativi 144. Modello documento. MU_ModelloManualeUtente_v01.3.dot

Regione del Veneto Direzione Sistemi Informativi 144. Modello documento. MU_ModelloManualeUtente_v01.3.dot Regione del Veneto Direzione Sistemi Informativi 144 144 - Ve.Net.energia-edifici Manuale Utente Versione 1.0 Modello documento MU_ModelloManualeUtente_v01.3.dot Nome doc.: Manuale Utente 144 Ve.Net. Energia-edifici

Dettagli

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE (Vers. 2.0.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Prima Nota... 8 Registrazione nuovo movimento... 10 Associazione di file all operazione...

Dettagli

Argo Palm Manuale utente Versione 4.0.0 del 05-05-2010

Argo Palm Manuale utente Versione 4.0.0 del 05-05-2010 Argo Palm Manuale utente Versione 4.0.0 del 05-05-2010 Sommario Premessa... 3 Installazione... 3 Requisiti minimi per l installazione:... 3 Installazione del software sul Palmare... 4 Uso del programma...

Dettagli

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros Configurator è uno strumento facile ed intuitivo nel suo utilizzo, che vi permetterà di realizzare in breve tempo il dimensionamento di canne fumarie e renderà

Dettagli

Domino DFCKIII. DFCKIII: modulo per gestione fasce orarie con orologio integrato. Schema di collegamento. Programmazione indirizzi

Domino DFCKIII. DFCKIII: modulo per gestione fasce orarie con orologio integrato. Schema di collegamento. Programmazione indirizzi : modulo per gestione fasce orarie con orologio integrato Il modulo rende possibile la gestione di fasce orarie, giornaliere e settimanali, in un sistema. Mediante la funzione CLOCK (vedere manuale di

Dettagli

SUITE BY11250. Editor Parametri e Configurazione

SUITE BY11250. Editor Parametri e Configurazione Via Como, 55 21050 Cairate (VA) Pagina 1 di 16 SUITE BY11250 (1.0.0.1) Editor Parametri e Configurazione (1.0.0.0) IMPORTANTE Pagina 2 di 16 Le immagini riportate nel presente manuale fanno riferimento

Dettagli

Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza

Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza (ITALIANO) Software Gestionale Professionale Specifico per Comuni Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza Indice Introduzione e requisiti tecnici 3 Installazione 5 Menu principale 6 Gestione 7 Dati Societari

Dettagli

Sistema Web. Gestione Documenti Elettronici

Sistema Web. Gestione Documenti Elettronici GUIDA RAPIDA Sistema Web CONSORZIO CO.D.IN. M A R C H E Gestione Documenti Elettronici INDICE Capitolo 1: Avvio Applicazione Capitolo 2: Autenticazione Utente e Accesso al Sistema Capitolo 3: Navigazione

Dettagli

Manuale per la compilazione del modello mediante la PROCEDURA ONLINE

Manuale per la compilazione del modello mediante la PROCEDURA ONLINE Programma Statistico Nazionale Rilevazione IST-02082 Le tecnologie dell informazione e della comunicazione nelle Pubbliche amministrazioni locali Manuale per la compilazione del modello mediante la PROCEDURA

Dettagli

Manuale Progetto Placement

Manuale Progetto Placement Manuale Progetto Placement V. 5 del 20/06/2013 FUNZIONI PRINCIPALI: Fornire uno strumento per la gestione centralizzata di stage, alternanze e placement. Costruire un database contenente i curriculum degli

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

MANUALE UTENTE Fiscali Free

MANUALE UTENTE Fiscali Free MANUALE UTENTE Fiscali Free Le informazioni contenute in questa pubblicazione sono soggette a modifiche da parte della ComputerNetRimini. Il software descritto in questa pubblicazione viene rilasciato

Dettagli

PORTALE PER GESTIONE REPERIBILITA Manuale e guida O.M. e ufficio distribuzione

PORTALE PER GESTIONE REPERIBILITA Manuale e guida O.M. e ufficio distribuzione PORTALE PER GESTIONE REPERIBILITA Manuale e guida O.M. e ufficio distribuzione Portale Numero Verde Vivisol pag. 1 di 31 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. SCHERMATA PRINCIPALE...4 3. REPERIBILITÀ...5 4. RICERCA

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.1.0 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 CONTABILITA... 3 1.1 Consultazione Mastrini: Richiamo movimenti di anni

Dettagli

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax 1 INDICE Capitolo 0: Per iniziare Configurazione. 3 Struttura del software.. 4 Utilizzo del software 5 Capitolo 1: Tabelle di base Clienti 6 Consulenti

Dettagli

Scrutinio Argo Software s.r.l. e-mail: info@argosoft.it -

Scrutinio Argo Software s.r.l. e-mail: info@argosoft.it - 1 INDICE INDICE...2 PREMESSA...3 MENÙ PRINCIPALE...4 ICONE UTILIZZATE PER ACCEDERE ALLE PROCEDURE PIÙ FREQUENTEMENTE USATE...5 ICONE UTILIZZATE NELLE PROCEDURE DI STAMPA...6 SISTEMA...7 SCRUTINI...7 CARICAMENTO

Dettagli

F524 Energy IP data logger. Istruzioni d uso. www.legrand.com

F524 Energy IP data logger. Istruzioni d uso. www.legrand.com F524 Energy IP data logger www.legrand.com Indice Energy IP data logger Introduzione e funzioni base 5. Concetti fondamentali 5.2 Utilizzo dell Energy IP data logger con pagine Web 6.2. Procedura per

Dettagli

Sistema Informatico per l Elaborazione dei Ruoli e la Gestione Integrata degli Avvisi

Sistema Informatico per l Elaborazione dei Ruoli e la Gestione Integrata degli Avvisi S.IN.E.R.G.I.A. Sistema Informatico per l Elaborazione dei Ruoli e la Gestione Integrata degli Avvisi Manuale Operativo SINERGIA Manuale Operativo S.IN.E.R.G.I.A. 2.5 Pagina 1 di 26 SOMMARIO PRESENTAZIONE...

Dettagli

FlukeView Forms Documenting Software

FlukeView Forms Documenting Software FlukeView Forms Documenting Software N. 5: Uso di FlukeView Forms con il tester per impianti elettrici Fluke 1653 Introduzione Questa procedura mostra come trasferire i dati dal tester 1653 a FlukeView

Dettagli

Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione

Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione Airone Funzioni di Esportazione Importazione 1 Indice AIRONE GESTIONE RIFIUTI... 1 FUNZIONI DI ESPORTAZIONE E IMPORTAZIONE... 1 INDICE...

Dettagli

Piattaforma di scambio delle Garanzie di Origine Estere

Piattaforma di scambio delle Garanzie di Origine Estere Manuale d utilizzo 1 di 31 Indice dei Contenuti 1 Introduzione... 4 1 Accesso al portale Garanzie di Origine GO estere... 4 2 Primo accesso al portale GO estere (Scelta del profilo)... 4 2.1 Profilo Impresa

Dettagli

MANUALE UTENTE. Portale Web Scambio Sul Posto GSE SCAMBIO SUL POSTO. stato documento draft approvato consegnato

MANUALE UTENTE. Portale Web Scambio Sul Posto GSE SCAMBIO SUL POSTO. stato documento draft approvato consegnato MANUALE UTENTE Portale Web Scambio Sul Posto GSE SCAMBIO SUL POSTO stato documento draft approvato consegnato Riferimento Versione 1.7 Creato 21/12/2009 INDICE 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.1 Ambito di

Dettagli

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti:

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: GESTIONE INVENTARI La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: 1. CHIUSURA DI MAGAZZINO: il classico inventario di fine anno o cambio gestione.

Dettagli

LOCALIZZAZIONE SATELLITARE GEOREFENRENZIATA

LOCALIZZAZIONE SATELLITARE GEOREFENRENZIATA LOCALIZZAZIONE SATELLITARE GEOREFENRENZIATA 1 Indice 1 Indice... 2 2 Introduzione... 3 2.1 Glossario... 3 2.2 Generalità... 3 3 Applicativo... 4 4 Stato del mezzo... 6 4.1 Toolbar Mezzo... 6 4.2 Identificativo

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL 'LVSHQVD 'L :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL ',63(16$',:,1'2:6,QWURGX]LRQH Windows 95/98 è un sistema operativo con interfaccia grafica GUI (Graphics User Interface), a 32 bit, multitasking preempitive. Sistema

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) ------------------------------------------------- GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)... 1 Installazione Billiards Counter... 2 Primo avvio e configurazione

Dettagli

Introduzione. Alberto Fortunato alberto.fortunato@gmail.com. www.albertofortunato.com Pag. 1 di 137

Introduzione. Alberto Fortunato alberto.fortunato@gmail.com. www.albertofortunato.com Pag. 1 di 137 Introduzione Il software Gestione magazzino è stato realizzato con l intenzione di fornire uno strumento di apprendimento per chi intendesse cominciare ad utilizzare Access 2010 applicando le tecniche

Dettagli

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS)

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) 2015 Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di

Dettagli

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net - Introduzione Con questo articolo chiudiamo la lunga cavalcata attraverso il desktop di Windows XP. Sul precedente numero ho analizzato il tasto destro del mouse sulla Barra delle Applicazioni, tralasciando

Dettagli

ELSTER A1700i. Manuale software di lettura Dati Power Master Unit Read Olny. Contatore ELSTER A1700i. Manuale software di lettura dati PMU Read Olny

ELSTER A1700i. Manuale software di lettura Dati Power Master Unit Read Olny. Contatore ELSTER A1700i. Manuale software di lettura dati PMU Read Olny ELSTER A1700i Manuale software di lettura Dati Power Master Unit Read Olny Revisione : 0 Data : Aprile 2011 Software : Power Master Unit Read only 2.4 Firmware : Enel Pagina 1 di 20 1. Presentazione del

Dettagli

Programmatore per telaio scheller

Programmatore per telaio scheller Divo Di Lupo Sistemi per telai Cotton Bentley Monk Textima Scheller Closa Boehringer http://www.divodilupo.191.it/ Programmatore per telaio scheller Attuatore USB semplificato Numero totale di pagine =

Dettagli

Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso.

Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso. Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso. -Introduzione. Il software consente, tramite opportuna interfaccia USB Rowan C426S, di leggere e scrivere i dati presenti

Dettagli

BavInAzienda. Manuale di Attivazione. Edizione Maggio 2010

BavInAzienda. Manuale di Attivazione. Edizione Maggio 2010 BavInAzienda Manuale di Attivazione Edizione Maggio 2010 Manuale Attivazione BavInAzienda - Maggio 2010 INDICE 1. Requisiti preliminari 3 2. Dati per l accesso al servizio 3 3. Istruzioni per l attivazione

Dettagli

Guida di Pro PC Secure

Guida di Pro PC Secure 1) SOMMARIO 2) ISTRUZIONI DI BASE 3) CONFIGURAZIONE 4) INFORMAZIONI AGGIUNTIVE 1) SOMMARIO Guida di Pro PC Secure Pro PC Secure è un programma che si occupa della protezione dagli attacchi provenienti

Dettagli

Manuale di Attivazione. Edizione Ottobre 2008

Manuale di Attivazione. Edizione Ottobre 2008 Manuale di Attivazione Edizione Ottobre 2008 Manuale attivazione PaschiInTesoreria - Ottobre 2008 INDICE 1. Requisiti preliminari 3 2. Dati per l accesso al servizio 3 3. Istruzioni per l attivazione del

Dettagli

SCHEDA UNIVERSALE PER CAMBIAMONETE

SCHEDA UNIVERSALE PER CAMBIAMONETE SCHEDA UNIVERSALE PER CAMBIAMONETE Scheda ASD234A - rev. 1.40 Manuale di installazione ed uso SPECIAL GAME s.r.l. Via L. Volpicella, 223 80147 Barra (NA) Tel +39 081 572 68 54 Fax +39 081 572 15 19 www.specialgame.it

Dettagli

Per ulteriori informazioni, vedere l'articolo Nozioni fondamentali della progettazione di database.

Per ulteriori informazioni, vedere l'articolo Nozioni fondamentali della progettazione di database. 1 di 13 22/04/2012 250 Supporto / Access / Guida e procedure di Access 2007 / Tabelle Guida alle relazioni tra tabelle Si applica a: Microsoft Office Access 2007 Uno degli obiettivi di una buona strutturazione

Dettagli

Manuale riferito alla versione 1.2.0

Manuale riferito alla versione 1.2.0 Manuale riferito alla versione 1.2.0 1 INDICE Pag. 1 INSTALLAZIONE DI XSTREAMING 3 1.1 AZIONI PRELIMINARI 3 1.1.1 OTTENERE UN FILE DI LICENZA 3 1.2 INSTALLAZIONE 3 1.3 VERSIONI 3 1.4 CONFIGURAZIONE HARDWARE

Dettagli

Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente

Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente Prerequisiti Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente L opzione Provvigioni agenti è disponibile per le versioni Vendite, Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione

Dettagli

Database Modulo 3 DEFINIRE LE CHIAVI

Database Modulo 3 DEFINIRE LE CHIAVI Database Modulo 3 DEFINIRE LE CHIAVI Nell organizzazione di un archivio informatizzato è indispensabile poter definire univocamente le informazioni in esso inserite. Tale esigenza è abbastanza ovvia se

Dettagli

H/LN4710-0 672 05-64171. Energy display. Manuale Installatore. www.homesystems-legrandgroup.com

H/LN4710-0 672 05-64171. Energy display. Manuale Installatore. www.homesystems-legrandgroup.com H/LN4710-0 672 05-64171 Energy display www.homesystems-legrandgroup.com Indice Descrizione generale 4 Icone e tasti 4 Configurazione 5 Messa in funzione 6 Indicazioni del display 6 Segnalazioni di errore

Dettagli

GUIDA PER L UTENTE DEL REGISTRO DEI TEE (aggiornata l 11 gennaio 2006)

GUIDA PER L UTENTE DEL REGISTRO DEI TEE (aggiornata l 11 gennaio 2006) GUIDA PER L UTENTE DEL REGISTRO DEI TEE (aggiornata l 11 gennaio 2006) SOMMARIO PREMESSA...3 PROCEDURA DI ISCRIZIONE...3 FUNZIONI REGISTRO...8 1.1. Transazioni bilaterali...14 1.1.1. Inserimento transazione...14

Dettagli

Aggiornamento, backup e ripristino del software

Aggiornamento, backup e ripristino del software Aggiornamento, backup e ripristino del software Guida per l utente Copyright 2007 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Windows è un marchio registrato negli Stati Uniti di Microsoft Corporation. Le

Dettagli

Manuale EacqCE. Versione manuale 3.0.2. Copyright 2011 MMS Srl. Manuale EacqCE Pagina 1

Manuale EacqCE. Versione manuale 3.0.2. Copyright 2011 MMS Srl. Manuale EacqCE Pagina 1 Manuale EacqCE Versione manuale 3.0.2 Copyright 2011 MMS Srl Manuale EacqCE Pagina 1 Sommario Sommario... 2 Informazioni generali... 3 Introduzione... 3 Installazione del programma... 4 Primo avvio del

Dettagli

Ricambi Esplosi Ordini vers. 1.0.1 settembre 2007

Ricambi Esplosi Ordini  vers. 1.0.1 settembre 2007 spa Sito Web di Consultazione Disegni Esplosi e Distinte Ricambi, Gestione Preventivi e Ordini Ricambi e Consultazione della Documentazione Tecnica Prodotti Esplosi Ricambi Ordini vers. 1.0.1 settembre

Dettagli

Manuale d uso e configurazione

Manuale d uso e configurazione Manuale d uso e configurazione Versione 1.0 1 Introduzione Questa applicazione consente di gestire le principali funzioni delle centrali Xpanel, imx e Solo da un dispositivo mobile dotato di sistema operativo

Dettagli

MANUALE INSTALLATORE CAR WASH SENTINEL

MANUALE INSTALLATORE CAR WASH SENTINEL MANUALE INSTALLATORE CAR WASH SENTINEL MANUALE INSTALLATORE CAR WASH GENIO ITALIA si riserva il diritto di apportare modifiche o miglioramenti ai propri prodotti in qualsiasi momento senza alcun preavviso.

Dettagli

CSEMIDMT831 CONTATORE MULTIFUNZIONE DI ENERGIA MID, TELELEGGIBILE, APPROVATO DA ENEL DISTRIBUZIONE 9.27

CSEMIDMT831 CONTATORE MULTIFUNZIONE DI ENERGIA MID, TELELEGGIBILE, APPROVATO DA ENEL DISTRIBUZIONE 9.27 CSEMIDMT83... CONTATORE MULTIFUNZIONE DI ENERGIA MID, DATI TECNICI display 8 cifre 7 segmenti 8x4 (lettura) 5 cifre 7seg. 6x3 (identificazione) energia attiva MID C ex 0,5S (IEC 62053-22) flusso di energia

Dettagli

Che cos'è un modulo? pulsanti di opzione caselle di controllo caselle di riepilogo

Che cos'è un modulo? pulsanti di opzione caselle di controllo caselle di riepilogo Creazione di moduli Creazione di moduli Che cos'è un modulo? Un elenco di domande accompagnato da aree in cui è possibile scrivere le risposte, selezionare opzioni. Il modulo di un sito Web viene utilizzato

Dettagli

RE Registro Elettronico SISSIWEB

RE Registro Elettronico SISSIWEB RE Registro Elettronico e SISSIWEB Guida Docenti Copyright 2013, Axios Italia 1 Voti finali e Scrutini Premessa La gestione Scrutini è ora completamente integrata dentro RE. Sono previste diverse funzioni

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI. Aggiornato alla versione 2015I

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI. Aggiornato alla versione 2015I CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI Aggiornato alla versione 2015I CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA Se l utente intende gestire la conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti a livello fiscale differenti

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it -

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it - 1 ARGO DOC ARGO DOC è un sistema per la gestione documentale in formato elettronico che consente di conservare i propri documenti su un server Web accessibile via internet. Ciò significa che i documenti

Dettagli

SUITE BY10850 Editor Parametri e Configurazione

SUITE BY10850 Editor Parametri e Configurazione Pagina 1 di 15 SUITE BY10850 Editor Parametri e Configurazione Per usare l Editor non occorre l apparecchiatura. Funziona autonomamente offline. Serve per preparare files di configurazioni personalizzate

Dettagli

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3 Foglio elettronico OpenOffice.org Calc 1.1.3 PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Aprire il programma Menu Avvio applicazioni Office OpenOffice.org Calc. Chiudere il programma Menu File Esci. Pulsanti

Dettagli

Foglio di calcolo. Il foglio di calcolo: Excel. Selezione delle celle

Foglio di calcolo. Il foglio di calcolo: Excel. Selezione delle celle Foglio di calcolo Il foglio di calcolo: Excel I dati inseriti in Excel sono organizzati in Cartelle di lavoro a loro volta suddivise in Fogli elettronici. I fogli sono formati da celle disposte per righe

Dettagli

Manuale per la compilazione dei Questionari di rilevazione Monitor440 Modalità On-line e Off-Line

Manuale per la compilazione dei Questionari di rilevazione Monitor440 Modalità On-line e Off-Line Manuale per la compilazione dei Questionari di rilevazione Monitor440 Modalità On-line e Off-Line INVALSI Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione Via Borromini,

Dettagli

Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS. Esercitatore: Fabio Palopoli

Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS. Esercitatore: Fabio Palopoli Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS Esercitatore: Fabio Palopoli IL SISTEMA OPERATIVO Il Sistema Operativo è il software che permette l interazione tra uomo e macchina (hardware). Il S.O.

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE AUDITGARD Serratura elettronica a combinazione LGA ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE Le serrature AuditGard vengono consegnate da LA GARD con impostazioni predefinite (impostazioni di fabbrica); pertanto non

Dettagli

SCOoffice Mail Connector for Microsoft Outlook. Guida all installazione Outlook 97, 98 e 2000

SCOoffice Mail Connector for Microsoft Outlook. Guida all installazione Outlook 97, 98 e 2000 SCOoffice Mail Connector for Microsoft Outlook Guida all installazione Outlook 97, 98 e 2000 Rev. 1.1 4 dicembre 2002 SCOoffice Mail Connector for Microsoft Outlook Guida all installazione per Outlook

Dettagli

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15 Xpress I440I04_15 Software di configurazione e controllo remoto MANUALE OPERATIVO INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE... 3 3 SETUP... 3 4 PASSWORD... 4 5 HOME PAGE... 4 6 CANALE...

Dettagli

CALCOLATORI ELETTRONICI A cura di Luca Orrù. Lezione n.6. Unità di controllo microprogrammata

CALCOLATORI ELETTRONICI A cura di Luca Orrù. Lezione n.6. Unità di controllo microprogrammata Lezione n.6 Unità di controllo microprogrammata 1 Sommario Unità di controllo microprogrammata Ottimizzazione, per ottimizzare lo spazio di memoria occupato Il moltiplicatore binario Esempio di architettura

Dettagli

Dichiarazione sull uso previsto. Declinazione di responsabilità

Dichiarazione sull uso previsto. Declinazione di responsabilità Come può un paziente condividere i suoi dati con me? Come posso collegare l invito di un paziente al relativo record nel mio Come posso trasferire i dati condivisi di un paziente dal sistema online di

Dettagli

Sistema SMSWeb Monitoring

Sistema SMSWeb Monitoring scheda tecnica Sistema SMSWeb Monitoring 1 SICUREZZA ANTIFURTO Cos è il sistema SMSWebMonitoring SMSWebMonitoring è un ricevitore di segnali di tipo CONTACT ID, che consente alla clientela finale di accedere

Dettagli

Applicazione Web Measurement Gas Allocation System Release 3.2

Applicazione Web Measurement Gas Allocation System Release 3.2 Manuale Utente Applicazione Web Measurement Gas Allocation System Release 3.2 Utenti Esercenti l attività di vendita Pag. 1 di 24 INDICE 1 GENERALITÀ... 3 2 IL PROFILO DI ACCESSO DEGLI ESERCENTI L ATTIVITÀ

Dettagli

GUIDA ALL IMMISSIONE MANUALE DEI DATI

GUIDA ALL IMMISSIONE MANUALE DEI DATI PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA ALL IMMISSIONE MANUALE DEI DATI ART. 7-BIS DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, N. 35 Versione 1.1 del 01/07/2014 Sommario Premessa... 3 1. Istruzioni operative

Dettagli

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a: Lab 2.1 Guida e assistente LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE In questa lezione imparerete a: Descrivere la Guida in linea e l'assistente Office, Descrivere gli strumenti della Guida in linea di Windows XP,Utilizzare

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

MANUALE UTENTE. Manuale utente relativo al software implementato per unità funzionale C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione

MANUALE UTENTE. Manuale utente relativo al software implementato per unità funzionale C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione 1 INFORMAZIONI GENERALI MANUALE UTENTE Progetto Modulo del Piano di Lavoro Unità funzionale del Piano di Lavoro Descrizione SIGFRIDO Modulo C Rendicontazione C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione

Dettagli

Software Emeris Communication Manager

Software Emeris Communication Manager ecm Software Emeris Communication Manager Manuale operativo Fantini Cosmi S.p.A. Via dell Osio 6 20090 Caleppio di Settala MI Tel 02.956821 - Fax 02.95307006 e-mail: info@fantinicosmi.it http://www.fantinicosmi.it

Dettagli

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni it 2 Informazioni generali Informazioni generali Questo manuale contiene importanti informazioni sulle caratteristiche e sull impiego

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione completa delle fidelity card & raccolta punti. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa delle fidelity card & raccolta punti. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa delle fidelity card & raccolta punti Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 La gestione delle fidelity card nel POS... 4 Codificare una nuova fidelity

Dettagli

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS)

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) 2014 Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI. Aggiornato alla versione 2015J

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI. Aggiornato alla versione 2015J CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI Aggiornato alla versione 2015J CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA Se l utente intende gestire la conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti a livello fiscale differenti

Dettagli