Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16"

Transcript

1 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

2 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Schneider Electric - 13/05/2009 2

3 Procedura di inserimento delle regolazioni e delle parametrizzazioni nel Sepam Serie 20 Il presente documento fornisce le indicazioni di massima per effettuare l inserimento delle regolazioni e delle parametrizzazioni di un Sepam Serie 20 direttamente dal tastierino posto sul fronte dell unità oppure da software SFT2841. Le due procedure sono equivalenti ma leggermente differenti. Le regolazioni e le parametrizzazioni del relè devono essere determinate in funzione delle caratteristiche dell impianto: Schneider Electric non si assume nessuna responsabilità in caso di errato inserimento di valori di regolazione/parametrizzazione effettuato a partire dal presente documento. In particolare, nel presente documento si parte dalle regolazioni richieste dal distributore secondo la norma CEI L operazione di inserimento delle regolazioni e delle parametrizzazioni deve essere eseguita da personale esperto: l effettuazione di operazioni errate può essere causa di gravi conseguente sia sull operatore (ferite o morte) che sull impianto (danneggiamento, distruzione). Documentazione di riferimento per maggiori dettagli - Catalogo Sepam - Guida all utilizzo Sepam Serie 20 - Software di programmazione e regolazione SFT2841 V.10.4 e successivi Nota regolazione Sepam S20 Versione firmware Sepam: e successive Versione presente documento: 2.0 Schneider Electric - 13/05/2009 3

4 Inserimento dei valori di parametrizzazione in ottemperanza alle richieste del distributore per CEI 0-16 Le indicazioni contenute nelle pagine seguenti si riferiscono all inserimento dei valori di regolazione e parametrizzazione di un Sepam Serie 20 tipo S20 in ottemperanza alle richieste contenute nelle lettere dei distributori per allacciamento alla rete MT secondo la norma CEI 0-16 in impianti in cui NON è richiesta la protezione direzionale di terra. Verranno considerate le ipotetiche richieste del distributore in base alla norma CEI 0-16; tutte le curve delle protezioni sono a tempo indipendente o tempo definito o tempo costante. Protezione terminologia CEI 0-16 Soglie Temporizzazione max I fase seconda soglia I>> 250A 500ms max I fase terza soglia I>>> 600A 120ms max I terra prima soglia Io> 2A 170ms Schneider Electric - 13/05/2009 4

5 Procedura di inserimento delle regolazioni e delle parametrizzazioni nel Sepam Serie 20 via tastierino frontale Schneider Electric - 13/05/2009 5

6 Presentazione dell interfaccia IHM Schneider Electric - 13/05/2009 6

7 Accesso ai menù Schneider Electric - 13/05/2009 7

8 Codici di accesso Schneider Electric - 13/05/2009 8

9 Tasti misura, diagnostica, allarmi Schneider Electric - 13/05/2009 9

10 Tasti reset, clear, spie luminose NB: in caso di intervento, se le protezioni sono programmate con la funzione di blocco la pressione del tasto reset riarma la protezione ma non cancella il/i messaggio/i di intervento o di allarme a schermo. NB: in caso di presenza di messaggio/i di intervento o di allarme a schermo, la pressione del tasto clear cancella il più recente. In caso siano avvenuti più eventi, sarà necessario premere il tasto clear più volte per cancellare tutti i messaggi. Schneider Electric - 13/05/

11 Tasti parametrizzazione, protezione, password Schneider Electric - 13/05/

12 Tasti di spostamento e invio nei menù parametrizzazione e regolazione Schneider Electric - 13/05/

13 Inserimento della password Schneider Electric - 13/05/

14 Inserimento di valori e parametri Schneider Electric - 13/05/

15 Inserimento dei valori di parametrizzazione: Parametri generali Impostare i seguenti campi e valori: Lingua: spunta su locale Frequenza: spunta su 50 Hz Selezione A/B = selezionare sel. Logica risulterà: (Attivo: A+B) Teleregolazione: spunta su off Regolazione T.I.: spunta su 10I/Is Codice di accesso: 0000 (regolazione) e 0000 (parametrizzazione) NB: per modificare i valori di questa schermata, bisogna accedere tramite il tasto chiave ed inserire la password. Una volta inserita, in alto a destra compariranno le due chiavi. Una volta inseriti i valori desiderati, effettuare Applica prima di uscire dalla schermata. Schneider Electric - 13/05/

16 Inserimento dei valori di parametrizzazione: Sensore Corrente Impostare i seguenti campi e valori: TA Fase Numero: selezionare I1-I3 se sono presenti 2 TA; selezionare I1-I2-I3 se sono presenti 3 TA o se sono presenti sensori non convenzionali tipo LPCT Rapporto: indicare valore del primario / valore del secondario (ad es: 300 / 5). Se sono presenti sensori non convenzionali tipo LPCT, bisogna selezionare la voce LPCT come valore del secondario. Omopolare Sensore: selezionare la voce CSH/GO(*) per rispondenza CEI 0-16 Ino: selezionare 20A (per CEI 0-16) Periodo di integrazione: inserire 15 m Ib: inserire lo stesso valore del primario del TA (per l esempio: 300A) NB: per modificare i valori di questa schermata, bisogna accedere tramite il tasto chiave ed inserire la password. Una volta inserita, in alto a destra compariranno le due chiavi. Una volta inseriti i valori desiderati, effettuare Applica prima di uscire dalla schermata. (*) I toroidi CSH160 e GO110 rispondono alla norma CEI 0-16 contro i guasti intermittenti verso terra. Schneider Electric - 13/05/

17 Inserimento dei valori di parametrizzazione: Sensore Corrente Se il Sepam è collegato ad una terna di TA tipo TLP160, i campi della voce Rapporto dovranno essere compilati nel modo seguente: primo campo: indicare il valore della corrente nominale assegnata ai TLP160. Questo valore dovrà essere coerente con quanto selezionato, tramite dip-switch, sul connettore CCA670 (codice 59631) posto sul retro del Sepam. secondo campo: selezionare la voce LPCT. NB: sul connettore CCA670 le tre righe di dip switch LPCT settings (L1, L2, L3) devono essere settate nello stesso modo. Esempio 1 di impostazione del Sepam in presenza di TA tipo LPCT TLP160 con corrente nominale dell impianto pari a 8A Nella schermata Sensore Corrente del menù generale del Sepam, alla voce Rapporto: selezionare 25A / LPCT. Regolare le tre righe di dip-switch del connettore CCA670 per il valore (25&125A) ovvero, per ciascuna riga, primo dip-switch a sinistra posizionato ad 1, tutti gli altri lasciati a zero. Esempio 2 di impostazione del Sepam in presenza di TA tipo LPCT TLP160 con corrente nominale dell impianto pari a 90A Nella schermata Sensore Corrente del menù generale del Sepam, alla voce Rapporto: selezionare 125A / LPCT. Regolare le tre righe di dip-switch del connettore CCA670 per il valore (25&125A) ovvero, per ciascuna riga, primo dip-switch a sinistra posizionato ad 1, tutti gli altri lasciati a zero. Connettore CCA670 TA LPCT tipo TLP160 Schneider Electric - 13/05/

18 Inserimento dei valori di parametrizzazione: Logica di comando Non attivare Controllo Int. (spunta su Off). E possibile attivare il controllo interruttore (spunta su On) se il relè è dotato di modulo ingressi/uscite MES114. Verificare l attivazione della Selettività logica (spunta su On) NB: per modificare i valori di questa schermata, bisogna accedere tramite il tasto chiave ed inserire la password. Una volta inserita, in alto a destra compariranno le due chiavi. Una volta inseriti i valori desiderati, effettuare Applica prima di uscire dalla schermata. Schneider Electric - 13/05/

19 Inserimento dei valori di parametrizzazione: Uscita O1 Verificare che l uscita sia attivata (spunta su On). Selezionare la modalità Di minima mediante spunta sul campo corrispondente, e selezionare il modo mantenuto mediante spunta sul campo di fianco a Attenzione: in caso di mancanza alimentazione ausiliaria, il contatto, programmato come sopra, torna in posizione di aperto. Se viene ridata alimentazione al Sepam, il contatto si porta in posizione chiuso dopo la procedura di riavvio del relè. NB: per modificare i valori di questa schermata, bisogna accedere tramite il tasto chiave ed inserire la password. Una volta inserita, in alto a destra compariranno le due chiavi. Una volta inseriti i valori desiderati, effettuare Applica prima di uscire dalla schermata. Schneider Electric - 13/05/

20 Inserimento dei valori di regolazione: prima soglia di corrente di fase a discrezione del distributore (terminologia CEI 0-16: I> corrispondente a codice ANSI 50/51) Prima soglia del banco B (indicazione 1B nel campo di fianco a 50/51) Attivare (spunta su On) Scatto: Curva: Tempo VIT Soglia: inserire il valore in Ampere indicato sulla lettera del distributore Tempo: inserire il valore in secondi individuato sottraendo, al tempo indicato sulla lettera del distributore per la soglia I>>, il tempo di intervento dell interruttore (70ms per interruttore SF1 sia con bobina di minima tensione che a lancio di corrente). Tempo di ricaduta: Curva: Definito Tempo: 0.00 ms NB: per modificare i valori di questa schermata, bisogna accedere tramite il tasto chiave ed inserire la password. Una volta inserita, in alto a destra compariranno le due chiavi. Una volta inseriti i valori desiderati, effettuare Applica prima di uscire dalla schermata. Schneider Electric - 13/05/

21 Inserimento dei valori di regolazione: seconda soglia di corrente di fase (terminologia CEI 0 16: I>> corrispondente a codice ANSI 50/51) Prima soglia del banco A (indicazione 1A nel campo di fianco a 50/51) Attivare (spunta su On) Scatto: Curva: Tempo ind. Soglia: inserire il valore in Ampere indicato sulla lettera del distributore Tempo: inserire il valore in millisecondi individuato sottraendo, al tempo indicato sulla lettera del distributore per la soglia I>>, il tempo di intervento dell interruttore (70ms per interruttore SF1 sia con bobina di minima tensione che a lancio di corrente); oppure inserire 0.00s per intervento istantaneo della protezione se il calcolo porta ad un valore minore di 50ms. Tempo di ricaduta: Curva: Definito Tempo: 0.00 ms NB: per modificare i valori di questa schermata, bisogna accedere tramite il tasto chiave ed inserire la password. Una volta inserita, in alto a destra compariranno le due chiavi. Una volta inseriti i valori desiderati, effettuare Applica prima di uscire dalla schermata. Schneider Electric - 13/05/

22 Inserimento dei valori di regolazione: terza soglia di corrente di fase (terminologia CEI 0-16: I>>> corrispondente a codice ANSI 50/51) Seconda soglia del banco A (indicazione 2A nel campo di fianco a 50/51) Verificare la spunta su On Scatto: Curva: Tempo ind. Soglia: inserire il valore in Ampere indicato sulla lettera del distributore Tempo: inserire il valore in millisecondi individuato sottraendo, al tempo indicato sulla lettera del distributore per la soglia I>>>, il tempo di intervento dell interruttore (70ms per interruttore SF1 sia con bobina di minima tensione che a lancio di corrente); oppure inserire 0.00s per intervento istantaneo della protezione se il calcolo porta ad un valore minore di 50ms. Tempo di ricaduta: Curva: Definito Tempo: 0.00 ms NB: per modificare i valori di questa schermata, bisogna accedere tramite il tasto chiave ed inserire la password. Una volta inserita, in alto a destra compariranno le due chiavi. Una volta inseriti i valori desiderati, effettuare Applica prima di uscire dalla schermata. Schneider Electric - 13/05/

23 Inserimento dei valori di regolazione: prima soglia di massima corrente omopolare terminologia CEI 0-16: Io> corrispondente a codice ANSI 50N/51N) Prima soglia (indicazione 1A nel campo di fianco a 50N/51N) Attivare (spunta su On) Scatto: Curva: Tempo ind. Soglia: inserire il valore in Ampere indicato sulla lettera del distributore Tempo: inserire il valore in millisecondi indicato sulla lettera del distributore sottraendo il tempo di intervento dell interruttore (70ms per interruttore SF1 sia con bobina di minima tensione che a lancio di corrente); oppure inserire 0.00s per intervento istantaneo della protezione se il calcolo porta ad un valore minore di 50ms. Tempo di ricaduta: Curva: Definito Tempo: 0.00 ms Ritenuta H2: spunta su Off NB: per modificare i valori di questa schermata, bisogna accedere tramite il tasto chiave ed inserire la password. Una volta inserita, in alto a destra compariranno le due chiavi. Una volta inseriti i valori desiderati, effettuare Applica prima di uscire dalla schermata. Schneider Electric - 13/05/

24 Procedura di inserimento delle regolazioni e delle parametrizzazioni nel Sepam Serie 20 via software SFT2841 Schneider Electric - 13/05/

25 Procedura di inserimento delle regolazioni e delle parametrizzazioni nel Sepam Serie 20 via software SFT2841 Installazione del software SFT2841 dal CD di installazione. Nella finestra Serial Number inserire il codice riportato sull etichetta Merlin Gerin/ Schneider posta sul retro del CD SFT2841. Schneider Electric - 13/05/

26 Procedura di inserimento delle regolazioni e delle parametrizzazioni nel Sepam Serie 20 via software SFT2841 Se il codice inserito è corretto, comparirà questa schermata: scegliere Yes e proseguire Schneider Electric - 13/05/

27 Se il codice inserito NON è corretto, comparirà questa schermata: scegliere Back e reinserire il codice corretto Schneider Electric - 13/05/

28 Procedura per la traduzione del software in Italiano. 1. Questa procedura è valida solo se il software Sft2841 versione xx è già stato installato tramite apposito CD di installazione (con inserimento del codice di attivazione/serial number riportato sull etichetta Merlin Gerin applicata sul retro del CD) 2. Fare l unzip del file versione_italiano_sft2841_vxx.zip utilizzando l operazione Extract to here Schneider Electric - 13/05/

29 3. Comparirà la cartella versione_italiano_sft2841_vxx dove saranno contenute la cartella Sft2841 e il presente file leggimi.ppt Schneider Electric - 13/05/

30 4. Copiare la cartella Sft2841 così ottenuta nella directory in cui è stato creato il software Sft2841 (di default è la directory D/programmi/Schneider) Schneider Electric - 13/05/

31 5. Rispondere Si tutti al messaggio che comparirà a schermo Schneider Electric - 13/05/

32 Procedura di inserimento delle regolazioni e delle parametrizzazioni nel Sepam Serie 20 via software SFT2841 Connettere il Sepam, far partire il software SFT2841, e scegliere la lingua italiana Una volta connesso il Sepam, tramite cavetto, premere il pulsante a sinistra. Schneider Electric - 13/05/

33 Regolazione Sepam S20 con SFT2841 Premere il pulsante chiave e identificarsi per avere i diritti di regolazione. La password è Una volta inserita premere ok Schneider Electric - 13/05/

34 Regolazione Sepam S20 con SFT2841 Aggiungere la spunta sugli eventuali accessori presenti (MES, ACE, ) Schneider Electric - 13/05/

35 Regolazione Sepam S20 con SFT2841 Impostare la frequenza a 50Hz Impostare data ed ora Impostare secondario dei TA e numero Impostare il banco di regolazione Impostare corrente nominale (primario dei TA) Impostare toroide: CSH/GO Calibro 20A Schneider Electric - 13/05/

36 Regolazione Sepam S20 con SFT2841 In assenza di modulo MES, impostare No Accedere alla parte Parametrizzazione uscite Schneider Electric - 13/05/

37 Procedura di inserimento delle regolazioni e delle parametrizzazioni nel Sepam Serie 20 via software SFT2841 Verificare che il contatto di uscita utilizzato per il comando interruttore sia attivato ( Utilizzato : si ) e parametrizzato adeguatamente. Per utilizzo con bobina di minima tensione, la spunta deve essere sulla colonna corrispondente. Premere Ok per tornare alla schermata precedente, dove bisignerà confermare le scelte mediante il pulsante Applica Attenzione: in caso di mancanza alimentazione ausiliaria il contatto programmato per utilizzo con bobina di minima tensione torna in posizione di aperto. Se viene ridata alimentazione al Sepam, il contatto si porta in posizione chiuso al termine della procedura di riavvio del relè. Schneider Electric - 13/05/

38 Inserire i valori indicati dal distributore per la soglia I>>: Curva di intervento: Tempo indip. Corrente di soglia: il valore in Ampere indicato sulla lettera del distributore Temporizzazione: il valore in millisecondi indicato dal distributore al quale si devono sottrarre 70ms (tempo di intervento dell interruttore SF1 equipaggiato con bobina di minima tensione o lancio di corrente) Mettere In servizio la protezione Inserire le spunte su ing/uscite, Blocco e O1 ; L1, L9 e OPG. NB: nell esempio O1 è il contatto di uscita collegato alla bobina di sgancio dell interruttore (morsetti 4 e 5 della morsettiera A del Sepam) Schneider Electric - 13/05/

39 Inserire i valori indicati dal distributore per la soglia I>>>: Curva di intervento: Tempo indip. Corrente di soglia: il valore in Ampere indicato sulla lettera del distributore Temporizzazione: il valore in millisecondi indicato dal distributore al quale si devono sottrarre 70ms (tempo di intervento dell interruttore SF1 equipaggiato con bobina di minima tensione o lancio di corrente) Mettere In servizio la protezione Inserire le spunte su ing/uscite, Blocco e O1 ; L1, L9 e OPG. NB: nell esempio O1 è il contatto di uscita collegato alla bobina di sgancio dell interruttore (morsetti 4 e 5 della morsettiera A del Sepam) Schneider Electric - 13/05/

40 Inserire i valori indicati dal distributore per la soglia Io>: Curva di intervento: Tempo indip. Corrente di soglia: il valore in Ampere indicato sulla lettera del distributore Temporizzazione: il valore in millisecondi indicato dal distributore al quale si devono sottrarre 70ms (tempo di intervento dell interruttore SF1 equipaggiato con bobina di minima tensione o lancio di corrente) Mettere In servizio la protezione Inserire le spunte su ing/uscite, Blocco e O1 ; L1, L9 e OPG. NB: nell esempio O1 è il contatto di uscita collegato alla bobina di sgancio dell interruttore (morsetti 4 e 5 della morsettiera A del Sepam) Schneider Electric - 13/05/

41 Procedura di verifica rispondenza Sepam alla norma CEI 0-16 Schneider Electric - 13/05/

42 Elenco dei dispositivi certificati alla norma CEI 0-16 L elenco ufficiale su cui verificare la rispondenza del relè e delle catene di protezione del dispositivo generale (DG) secondo CEI 0-16 è quello emesso e posto sul sito da ANIE (WWW.ANIE.IT). Schneider Electric - 13/05/

43 Lettura dell elenco dei dispositivi certificati alla norma CEI 0-16 Relativamente ai relè Sepam, le caratteristiche da verificare direttamente sull apparecchio per la rispondenza sono le seguenti, come indicato nell elenco (si veda sotto un esempio): modello e relativa applicazione (riconoscibile dal codice commerciale) versione firmware (riconoscibile dall indice numerico) tipologia di riduttore toroidale (riconoscibile dal codice commerciale) Schneider Electric - 13/05/

44 Identificazione dell apparecchiatura Sepam Modello e relativa applicazione: leggere le etichette adesive riportate sulla spalla dx dell apparecchio Modello e applicazione: come da elenco posto su sito ANIE o Schneider Electric i codici rispondenti sono LEEMS20VTCEI016 e LEEMS20VLCEI016 (Sepam Serie 20 con visore) Schneider Electric - 13/05/

45 Esempio d identificazione dell apparecchiatura Sepam Applicazione firmware: si leggono nel relè premendo ripetutamente il tasto status fino alla schermata Informazioni Sepam. La versione firmware è quella riportata nella parte bassa dello schermo, di fianco alla scritta Sepam. Schneider Electric - 13/05/

46 Esempio d identificazione del toroide G0110 Il tipo si legge tampografato sul toroide: GO La tampografia dei due cerchi concentrici individua la faccia corrispondente a P2. Il codice si legge tampografato sul toroide: Schneider Electric - 13/05/

Sepam Serie 10: note per la regolazione da tastierino frontale secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 10: note per la regolazione da tastierino frontale secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 10: note per la regolazione da tastierino frontale secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale secondo norma CEI 0-16 Schneider Electric - 25/02/2009

Dettagli

Sepam Serie 40: note per la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 40: note per la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 40: note per la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 40: note per la regolazione secondo norma CEI 0-16 2 Procedura di inserimento delle regolazioni e delle parametrizzazioni

Dettagli

Sepam Serie 40 tipo S41 e S42 DATA LOGGER: note per il cablaggio e la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 40 tipo S41 e S42 DATA LOGGER: note per il cablaggio e la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 40 tipo S41 e S42 DATA LOGGER: note per il cablaggio e la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 40 tipo S41 e S42 DATA LOGGER: note per il cablaggio e la regolazione

Dettagli

Sepam Serie 40 tipo S40 e S41 e S42 DATA LOGGER: note per il cablaggio e la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 40 tipo S40 e S41 e S42 DATA LOGGER: note per il cablaggio e la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 40 tipo S40 e S41 e S42 DATA LOGGER: note per il cablaggio e la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 40 tipo S40 e S41 e S42 DATA LOGGER: note per il cablaggio

Dettagli

Protezione Media Tensione. Sepam 1000+ serie 20 Merlin Gerin. Manuale d installazione e di utilizzazione. Building a New Electric Word

Protezione Media Tensione. Sepam 1000+ serie 20 Merlin Gerin. Manuale d installazione e di utilizzazione. Building a New Electric Word Protezione Media Tensione Sepam 1000+ serie 20 Merlin Gerin Manuale d installazione e di utilizzazione Building a New Electric Word Sepam 1000+ serie 20 Sommario Presentazione 1/2 Tabella di scelta 1/3

Dettagli

di Schneider Electric

di Schneider Electric Implicazioni della norma CEI 0-16 su DG e SPG e relative SOLUZIONI: L esperienza di Schneider Electric Implicazioni CEI 0-16 su DG e SPG Per Sistema di Protezione del cliente è da intendersi l insieme

Dettagli

INVERTER FOTOVOLTAICI SERIE INGECON SUN

INVERTER FOTOVOLTAICI SERIE INGECON SUN INVERTER FOTOVOLTAICI SERIE INGECON SUN Procedura di aggiornamento firmware inverter Ingeteam serie Ingecon Sun Lite Tel. + 39 0546 651490 Fax: +39 0546 655391 e-mail: italia.energy@ingeteam.com Pagina

Dettagli

INVERTER FOTOVOLTAICI SERIE INGECON SUN

INVERTER FOTOVOLTAICI SERIE INGECON SUN INVERTER FOTOVOLTAICI SERIE INGECON SUN Rispetto dei requisiti della Delibera AEEG 84/2012/R/EEL Procedura per verifica e impostazione dei parametri nella fase di transizione dal 01/04/2012 al 30/06/2012

Dettagli

Procedura di Installazione del Modem 3Com ADSL DUAL LINK con intefaccia USB ed Ethernet, su protocollo PPP over ATM

Procedura di Installazione del Modem 3Com ADSL DUAL LINK con intefaccia USB ed Ethernet, su protocollo PPP over ATM Procedura di Installazione del Modem 3Com ADSL DUAL LINK con intefaccia USB ed Ethernet, su protocollo PPP over ATM Questo manuale è rivolto all utente finale, per fornire un supporto in fase di installazione

Dettagli

GUARINI PATRIMONIO CULTURALE VERSIONE MSDE/SQL SERVER MANUALE DI INSTALLAZIONE GUARINI PATRIMONIO CULTURALE VERSIONE MSDE/SQL SERVER

GUARINI PATRIMONIO CULTURALE VERSIONE MSDE/SQL SERVER MANUALE DI INSTALLAZIONE GUARINI PATRIMONIO CULTURALE VERSIONE MSDE/SQL SERVER MANUALE DI INSTALLAZIONE GUARINI PATRIMONIO CULTURALE SOMMARIO 1. Installazione guarini patrimonio culturale MSDE... 3 1.1 INSTALLAZIONE MOTORE MSDE...4 1.2 INSTALLAZIONE DATABASE GUARINI PATRIMONIO CULTURALE

Dettagli

La seguente procedura permette di configurare il Vostro router per accedere ad Internet. Vengono descritti i seguenti passaggi:

La seguente procedura permette di configurare il Vostro router per accedere ad Internet. Vengono descritti i seguenti passaggi: Configurazione di base WGR614 La seguente procedura permette di configurare il Vostro router per accedere ad Internet. Vengono descritti i seguenti passaggi: 1. Procedura di Reset del router (necessaria

Dettagli

SendMedMalattia v. 1.0. Manuale d uso

SendMedMalattia v. 1.0. Manuale d uso 2 SendMedMalattia v. 1.0 Pagina 1 di 25 I n d i c e 1) Introduzione...3 2) Installazione...4 3) Prima dell avvio di SendMedMalattia...9 4) Primo Avvio: Inserimento dei dati del Medico di famiglia...11

Dettagli

Modulo 5 Gestione del corso docente: i compiti

Modulo 5 Gestione del corso docente: i compiti Modulo 5 Gestione del corso docente: i compiti 5.1 Assegnazione e correzione di compiti preimpostati All interno del corso il docente, l insegnante può impostare o assegnare dei compiti, che gli studenti

Dettagli

Ver. 1.1. Manuale d uso e configurazione

Ver. 1.1. Manuale d uso e configurazione Ver. 1.1 Manuale d uso e configurazione Introduzione Questa applicazione consente di gestire le principali funzioni delle centrali Xpanel, Imx e Solo da un dispositivo mobile dotato di sistema operativo

Dettagli

GESTIONE INCASSI SAGRA. Ver. 2.21

GESTIONE INCASSI SAGRA. Ver. 2.21 GESTIONE INCASSI SAGRA Ver. 2.21 Manuale d installazione e d uso - aggiornamento della struttura del database - gestione delle quantità per ogni singolo articolo, con disattivazione automatica dell articolo,

Dettagli

Deliberazione AEEG 84/2012/R/EEL 8 Marzo 2012: requisiti e modalità di attuazione per inverter Power-One Aurora

Deliberazione AEEG 84/2012/R/EEL 8 Marzo 2012: requisiti e modalità di attuazione per inverter Power-One Aurora Deliberazione AEEG 84/2012/R/EEL 8 Marzo 2012: requisiti e modalità di attuazione per inverter Power-One Aurora Principali contenuti della Delibera AEEG 84/2012/R/EEL In data 08 Marzo 2012, l Autorità

Dettagli

CENTRALE ANTINCENDIO PMT 200/202 (EN54-2/4)

CENTRALE ANTINCENDIO PMT 200/202 (EN54-2/4) CENTRALE ANTINCENDIO PMT 200/202 (EN54-2/4) MANUALE DEL SOFTWARE DI CONFIGURAZIONE IMQ APPROVED CERTIF. N :CA12.00048 (PMT200) CA12.00049 (PMT202) Sw20xa02 del 01.09.2000 INDICE GENERALE Installazione

Dettagli

Trasmissione del certificato medico di malattia per zone non raggiunte da adsl (internet a banda larga).

Trasmissione del certificato medico di malattia per zone non raggiunte da adsl (internet a banda larga). Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Coordinamento Generale Medico Legale Roma, 10-03-2011 Messaggio n. 6143 Allegati n.1 OGGETTO:

Dettagli

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM.

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM. Manuale istruzioni 094 Comunicatore GSM. Indice. Descrizione................................................................ 2 2. Campo di applicazione.......................................................

Dettagli

AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME

AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME AR32 PLUS RICEVITORE PER INTERFACCIAMENTO A CENTRALI DI ALLARME ( MANUALE PROVVISORIO DI FUNZIONAMENTO ED USO CARATTERISTICHE TECNICHE) 1.0 DESCRIZIONE GENERALE DI FUNZIONAMENTO Il ricevitore AR-32 Plus,

Dettagli

SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE...

SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE... Sommario SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE... 4 INTRODUZIONE ALLE FUNZIONALITÀ DEL PROGRAMMA INTRAWEB... 4 STRUTTURA DEL MANUALE... 4 INSTALLAZIONE INRAWEB VER. 11.0.0.0... 5 1 GESTIONE INTRAWEB VER 11.0.0.0...

Dettagli

TRASMISSIONE DEL CERTIFICATO MEDICO DI MALATTIA PER ZONE NON RAGGIUNTE DA ADSL

TRASMISSIONE DEL CERTIFICATO MEDICO DI MALATTIA PER ZONE NON RAGGIUNTE DA ADSL Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche Dipartimento Studi e Legislazione 00187 ROMA Via Piave 61 sito internet: www.flp.it Email: flp@flp.it tel. 06/42000358 06/42010899 fax. 06/42010628

Dettagli

LA SCHEDA DEL MODULO BLUETOOTH

LA SCHEDA DEL MODULO BLUETOOTH F42-LAB-pag 11-13-ok 27-04-2006 16:15 Pagina 11 LA SCHEDA DEL MODULO BLUETOOTH COMPONENTI 1. Il componente allegato a questo fascicolo è il più sofisticato di tutta la fase di assemblaggio: con esso il

Dettagli

U N I O N C A F GUIDA ALLA COMPILAZIONE ONLINE DEL MODELLO 730/2015

U N I O N C A F GUIDA ALLA COMPILAZIONE ONLINE DEL MODELLO 730/2015 U N I O N C A F GUIDA ALLA COMPILAZIONE ONLINE DEL MODELLO 730/2015 REGISTRATI AL SERVIZIO ED UTILIZZA INTERNET EXPLORER USERNAME E PASSWORD DI ACCESSO HANNO DURATA ANNUALE. PER FRUIRE DEL SERVIZIO DI

Dettagli

TARATURA DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE GENERALE E DI INTERFACCIA SECONDO LE

TARATURA DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE GENERALE E DI INTERFACCIA SECONDO LE Massimo Gandini (MASSIMO-G) TARATURA DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE GENERALE E DI INTERFACCIA SECONDO LE 11 October 2011 Premessa Il progettista e l installatore che dovranno mettere in servizio una cabina

Dettagli

Manuale Istruzioni TELEPESCA. Sommario

Manuale Istruzioni TELEPESCA. Sommario Manuale Istruzioni TELEPESCA Sommario Manuale Istruzioni TELEPESCA...1 Sommario...1 1. CONFIGURAZIONE SISTEMA TELEPESCA...2 1.1. INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE...2 1.2. PRIMA INSTALLAZIONE CONFIGURAZIONE...2

Dettagli

Ubiquity getting started

Ubiquity getting started Introduzione Il documento descrive I passi fondamentali per il setup completo di una installazione Ubiquity Installazione dei componenti Creazione del dominio Associazione dei dispositivi al dominio Versione

Dettagli

Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software

Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software Invert er LG Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software Mot ori elet t ric i Informazioni preliminari... 2 Installazione... 3 Avvio del programma... 4 Funzionamento Off-Line... 7 Caricamento di una

Dettagli

ALLEGATO A INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO DI ESERCIZIO MT. Caratteristiche dell impianto di produzione

ALLEGATO A INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO DI ESERCIZIO MT. Caratteristiche dell impianto di produzione ALLEGATO A INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO DI ESERCIZIO MT Quanto segue annulla e sostituisce le parti del Regolamento di Esercizio relative a capability dell impianto di produzione e caratteristiche ed impostazioni

Dettagli

CONTENUTO Struttura grafica del prodotto Primo utilizzo Operazioni basilari dell X4000 Accesso dal computer per visualizzare file X4000

CONTENUTO Struttura grafica del prodotto Primo utilizzo Operazioni basilari dell X4000 Accesso dal computer per visualizzare file X4000 CONTENUTO Struttura grafica del prodotto... 3 Primo utilizzo... 4 Caricabatterie... 4 Preparazione della scheda memoria (TF)... 4 Regolazione posizione dell obiettivo... 4 Accensione e spegnimento... 4

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSERIMENTO DEL MODULO F24

ISTRUZIONI PER L INSERIMENTO DEL MODULO F24 ISTRUZIONI PER L INSERIMENTO DEL MODULO F24 Sommario Funzione F24 Deleghe Pag. 3 Funzione F24 Singolo Pag. 8 F24 Semplificato Pag. 14 Come stampare la quietanza F24 Pag. 18 Come revocare una delega F24

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

FUNZIONE DI AUTOTEST INTEGRATA NEGLI INVERTER POWER-ONE: DESCRIZIONE DEL FUNZIONAMENTO E POSSIBILITA DI UTILIZZO

FUNZIONE DI AUTOTEST INTEGRATA NEGLI INVERTER POWER-ONE: DESCRIZIONE DEL FUNZIONAMENTO E POSSIBILITA DI UTILIZZO FUNZIONE DI AUTOTEST INTEGRATA NEGLI INVERTER POWER-ONE: DESCRIZIONE DEL FUNZIONAMENTO E POSSIBILITA DI UTILIZZO Data 2012/08/06 Prima revisione. 2012/08/15 Seconda revisione: integrazioni. Note INDICE

Dettagli

GUIDA RAPIDA SOFTWARE GESTIONE RIFIUTI CONTROL WASTE 15.06. Revisione OO del 01/06/2015

GUIDA RAPIDA SOFTWARE GESTIONE RIFIUTI CONTROL WASTE 15.06. Revisione OO del 01/06/2015 SOFTWARE GESTIONE RIFIUTI CONTROL WASTE 15.06 Revisione OO del 01/06/2015 Copyright 2015 by Maggioli S.p.A. Maggioli Editore è un marchio di Maggioli S.p.A. Azienda con sistema qualità certificato ISO

Dettagli

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) Serie GBW

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) Serie GBW QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO () Generalità Quadro di comando e controllo manuale/automatico () fornito a bordo macchina, integrato e connesso al gruppo elettrogeno. Il quadro utilizza un compatto

Dettagli

PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485

PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 P_002 rev.01 Pag. 1 PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 MANUALE UTENTE italiano P_002 rev.01 Pag. 2 INDICE Pag. 1. AVVERTENZE 3 2. DESCRIZIONE APPARECCHIO 3 3. DESCRIZIONE FUNZIONAMENTO 3 4.

Dettagli

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

Catalogo Elettronico Lancia, Fiat e Alfa Romeo

Catalogo Elettronico Lancia, Fiat e Alfa Romeo Catalogo Elettronico Lancia, Fiat e Alfa Romeo Manuale sulla Navigazione Release 1.0 Indice Manuale Struttura pagine Caratteristiche prodotto Utilizzo carrello ( Carrello Prodotti ) Funzionalità di ricerca

Dettagli

BICI 2000 - Versione 1.9

BICI 2000 - Versione 1.9 Pagina 1/8 BICI 2000 - Versione 1.9 Il controllo BICI 2000 nasce per il pilotaggio di piccoli motori a magnete permanente in alta frequenza per veicoli unidirezionali alimentati da batteria. La sua applicazione

Dettagli

Software di applicazione Tebis

Software di applicazione Tebis 5 Software di applicazione Tebis Uscite RF tapparelle / veneziane quicklink Caratteristiche elettriche / meccaniche: vedere manuale prodotto Riferimento prodotto Denominazione prodotto Rif. software di

Dettagli

Tutor System v 3.0 Guida all installazione ed all uso. Tutor System SVG. Guida all'installazione ed all uso

Tutor System v 3.0 Guida all installazione ed all uso. Tutor System SVG. Guida all'installazione ed all uso Tutor System SVG Guida all'installazione ed all uso Il contenuto di questa guida è copyright 2010 di SCM GROUP SPA. La guida può essere utilizzata solo al fine di supporto all'uso del software Tutor System

Dettagli

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE w w w.pr otexital i a. it Combinatore Telefonico GSM MANUALE DI PROGRAMMAZIONE 8 numeri di telefono per canale 2 canali vocali o sms programmabili 2 teleattivazioni 2 risposte a teleattivazioni Display

Dettagli

Manuale d uso e configurazione

Manuale d uso e configurazione Manuale d uso e configurazione Versione 1.0 1 Introduzione Questa applicazione consente di gestire le principali funzioni delle centrali Xpanel, imx e Solo da un dispositivo mobile dotato di sistema operativo

Dettagli

Manuale Utente. Indice. Your journey, Our technology. 1. Introduzione 2. 6. Come aggiornare le mappe 6. 2. Installazione di Geosat Suite 2

Manuale Utente. Indice. Your journey, Our technology. 1. Introduzione 2. 6. Come aggiornare le mappe 6. 2. Installazione di Geosat Suite 2 Manuale Utente Indice 1. Introduzione 2 2. Installazione di Geosat Suite 2 3. Prima connessione 2 4. Operazioni Base 3 4.1 Come avviare la Suite 3 4.2 Come chiudere la Suite 4 4.3 Come cambiare la lingua

Dettagli

INFORMAZIONI PER LA REGOLAZIONE DELLE SOGLIE DI FREQUENZA NEGLI INVERTER POWER-ONE IN ACCORDO ALLA DELIBERA DELL AEEG 243/2013/R/EEL (6 Giugno, 2013)

INFORMAZIONI PER LA REGOLAZIONE DELLE SOGLIE DI FREQUENZA NEGLI INVERTER POWER-ONE IN ACCORDO ALLA DELIBERA DELL AEEG 243/2013/R/EEL (6 Giugno, 2013) INFORMAZIONI PER LA REGOLAZIONE DELLE SOGLIE DI FREQUENZA NEGLI INVERTER POWER-ONE IN ACCORDO ALLA DELIBERA DELL AEEG 243/2013/R/EEL (6 Giugno, 2013) Data 2013/12/16 Prima revisione. 2014/01/08 Aggiunto

Dettagli

Versione 1.0. Manuale d uso. del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl. Software per la configurazione 02/08-01 PC

Versione 1.0. Manuale d uso. del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl. Software per la configurazione 02/08-01 PC Versione 1.0 02/08-01 PC Manuale d uso TiStereoControl Software per la configurazione del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl 2 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4

Dettagli

DUEMMEGI. VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI Manuale d'uso. Versione 1.0 - Gennaio 2007

DUEMMEGI. VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI Manuale d'uso. Versione 1.0 - Gennaio 2007 DUEMMEGI minidisp2 minidisp2 VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI Manuale d'uso Versione 1.0 - Gennaio 2007 HOME AND BUILDING AUTOMATION Via Longhena 4-20139 MILANO Tel. 02/57300377 - FAX 02/55213686 www.duemmegi.it

Dettagli

TACHOSAFE Lite. Requisiti di sistema: Il TachoSafe Lite è un software per la gestione dei Dati dei tachigrafi digitali.

TACHOSAFE Lite. Requisiti di sistema: Il TachoSafe Lite è un software per la gestione dei Dati dei tachigrafi digitali. TACHOSAFE Lite Il TachoSafe Lite è un software per la gestione dei Dati dei tachigrafi digitali. Requisiti di sistema: Prima di iniziare l'installazione assicuratevi che il vostro PC è conforme alle seguenti

Dettagli

ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER I RIVENDITORI

ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER I RIVENDITORI SISTEMA DISTRIBUZIONE SCHEDE OnDemand GUIDA ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER I RIVENDITORI un servizio Avviso agli utenti Il prodotto è concesso in licenza come singolo prodotto e le parti che lo compongono

Dettagli

Compilazione rapporto di Audit in remoto

Compilazione rapporto di Audit in remoto Compilazione rapporto di Audit in remoto Installazione e manuale utente CSI S.p.A. V.le Lombardia 20-20021 Bollate (MI) Tel. 02.383301 Fax 02.3503940 E-mail: info@csi-spa.com Rev. 1.1 23/07/09 Indice Indice...

Dettagli

Agritherm50. Software per la visualizzazione e controllo delle temperature SPECIFICHE

Agritherm50. Software per la visualizzazione e controllo delle temperature SPECIFICHE Agritherm50 documentazione tecnica 825A143A Software per la visualizzazione e controllo delle temperature Sistema di monitoraggio e supervisione Rilevamento in continuo di tutti i punti di lettura di sonde

Dettagli

IT DA2 Kit Guida al a programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015

IT DA2 Kit Guida al a programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015 DA2 Kit IT Guida alla programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015 GUIDA AI SIMBOLI DI QUESTO MANUALE Al fine di agevolare la consultazione del documento

Dettagli

Concentratore RoomBus EasyCall con display a 7 segmenti per visualizzazione allarmi

Concentratore RoomBus EasyCall con display a 7 segmenti per visualizzazione allarmi ARTICOLO DESCRIZIONE 1049/062A Dispositivo di reset allarmi Il dispositivo è utilizzato per il reset degli allarmi provenienti dalla camera. Caratteristiche e prestazioni: Micro contatto in scambio da

Dettagli

NF IT FTV300-400 CONTROLLO LOCALE Ed.12 Pagina 1 di 119 CASSETTA PROVA RELE. Manuale Controllo Locale

NF IT FTV300-400 CONTROLLO LOCALE Ed.12 Pagina 1 di 119 CASSETTA PROVA RELE. Manuale Controllo Locale NF IT FTV300-400 CONTROLLO LOCALE Ed.12 Pagina 1 di 119 CASSETTA PROVA RELE ITALIANO Manuale Controllo Locale NF IT FTV300-400 CONTROLLO LOCALE Ed.12 Pagina 2 di 119 Sommario 1 INTRODUZIONE... 4 1.1 PRELIMINARI...

Dettagli

LYNX-eye Manuale d uso

LYNX-eye Manuale d uso 1 LINX eye ver. 10.2 Manuale d uso Indice: 1 Come funziona. 2 Caratteristiche tecniche.. 3 Contenuto della confezione.. 4 Installazione e attivazione. 5 Pannello di controllo. 6 Comandi tramite invio di

Dettagli

Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza

Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza (ITALIANO) Software Gestionale Professionale Specifico per Comuni Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza Indice Introduzione e requisiti tecnici 3 Installazione 5 Menu principale 6 Gestione 7 Dati Societari

Dettagli

MANUALE D USO. EPSON FP90, FP81 e compatibili

MANUALE D USO. EPSON FP90, FP81 e compatibili MANUALE D USO EPSON FP90, FP81 e compatibili COMPATIBILE WINDOWS VISTA Versione 1.0.0.0 Manuale RTS WPOS1 INDICE INDICE... 2 LEGENDA... 2 PREMESSA... 3 VERSIONI DEL PROGRAMMA... 3 COMPATIBILITA CON WINDOWS

Dettagli

Il sistema wireless nell Università degli studi della Basilicata Indicazioni tecniche

Il sistema wireless nell Università degli studi della Basilicata Indicazioni tecniche Il sistema wireless nell Università degli studi della Basilicata Indicazioni tecniche (le attività descritte si riferiscono al sistema operativo Windows Seven) Per l utilizzo del sistema wireless, ogni

Dettagli

Splash RPX-iii Xerox 700 Digital Color Press. Guida alla soluzione dei problemi

Splash RPX-iii Xerox 700 Digital Color Press. Guida alla soluzione dei problemi Splash RPX-iii Xerox 700 Digital Color Press Guida alla soluzione dei problemi 2008 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione

Dettagli

Standard Nazionale di Comunicazione Mercato Gas

Standard Nazionale di Comunicazione Mercato Gas Standard Nazionale di Comunicazione Mercato Gas Istruzioni per l uso del modulo di comunicazione DGCOMM 1 CONFIGURAZIONE LOCALE Nel PC che il Venditore utilizzerà per connettersi, dovrà essere preventivamente

Dettagli

Manuale utente imagic e imagic Plus. Manuale Utente. imagic. imagic Plus

Manuale utente imagic e imagic Plus. Manuale Utente. imagic. imagic Plus Manuale Utente imagic imagic Plus 0 INDICE Introduzione... 2 Contenuto della scatola... 3 Capitolo 1 Procedura di accensione... 4 Capitolo 2 Procedura di configurazione... 5 2.1 Individuazione IP... 5

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma Indice 1. Introduzione...3 2. Installazione di WinEMTLite...3 3. Descrizione generale del programma...3 4. Impostazione dei parametri di connessione...4 5. Interrogazione tramite protocollo nativo...6

Dettagli

DATI PER COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI ENEL SECONDO QUANTO PRESCRITTO DALLA NORMA CEI-021 E DALL'ALLEGATO A70 AL CODICE DI RETE TERNA

DATI PER COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI ENEL SECONDO QUANTO PRESCRITTO DALLA NORMA CEI-021 E DALL'ALLEGATO A70 AL CODICE DI RETE TERNA DATI PER COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI ENEL SECONDO QUANTO PRESCRITTO DALLA NORMA CEI-01 E DALL'ALLEGATO A70 AL CODICE DI RETE TERNA Nel presente documento vengono fornite le informazioni necessarie alla

Dettagli

Manuale d uso Gestionale di contabilità Ver. 1.0.8 [05/01/2015]

Manuale d uso Gestionale di contabilità Ver. 1.0.8 [05/01/2015] Manuale d uso Gestionale di contabilità Ver. 1.0.8 [05/01/2015] Realizzato e distribuito da Leggerasoft Sommario Introduzione... 3 Guida all installazione... 4 Fase login... 5 Menù principale... 6 Sezione

Dettagli

UNITA DI RINNOVO ARIA E RECUPERO TERMICO CON CIRCUITO FRIGORIFERO INTEGRATO A POMPA DI CALORE SERIE RFM

UNITA DI RINNOVO ARIA E RECUPERO TERMICO CON CIRCUITO FRIGORIFERO INTEGRATO A POMPA DI CALORE SERIE RFM MANUALE DEL CONTROLLO ELETTRONICO UNITA DI RINNOVO ARIA E RECUPERO TERMICO CON CIRCUITO FRIGORIFERO INTEGRATO A POMPA DI CALORE SERIE RFM Il sistema di controllo elettronico presente a bordo delle unità

Dettagli

Compilazione Reg. Esercizio CEI0-21_Inv. TRIO-5.8_7.5_8.5_rev.2013-11-14

Compilazione Reg. Esercizio CEI0-21_Inv. TRIO-5.8_7.5_8.5_rev.2013-11-14 INFORMAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI AL REGOLAMENTO DI ESERCIZIO DEL DISTRIBUTORE DI ENERGIA ELETTRICA, PER LA DISABILITAZIONE DELLA FUNZIONE DI LIMITAZIONE DI POTENZA IN FUNZIONE DELLA FREQUENZA

Dettagli

Indice. Istruzioni per un utilizzo sicuro. 1. Prima dell utilizzo

Indice. Istruzioni per un utilizzo sicuro. 1. Prima dell utilizzo 2 Indice Istruzioni per un utilizzo sicuro 1. Prima dell utilizzo 1.1 Componenti 1.2 Struttura 1.3 Metodi per l inserimento delle impronte 1.4 Procedure d installazione 1.4.1 Registrazione dell amministratore

Dettagli

Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [10/09/2015] Manuale d uso [del 10/09/2015]

Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [10/09/2015] Manuale d uso [del 10/09/2015] Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [10/09/2015] Manuale d uso [del 10/09/2015] Realizzato e distribuito da LeggeraSoft Sommario Introduzione... 2 Guida all installazione... 2 Login...

Dettagli

MANUALE PRATICO. CT3000 Office

MANUALE PRATICO. CT3000 Office CT3000 Office MANUALE PRATICO Via Cartesio 3/1 42100 Bagno (RE) Tel. +39 0522 262 500 Fax +39 0522 624 688 Web www.eter.it E-mail info@eter.it Data revisione: 07.2010 Schema Centralina di Cablaggio Morsetto

Dettagli

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros Configurator è uno strumento facile ed intuitivo nel suo utilizzo, che vi permetterà di realizzare in breve tempo il dimensionamento di canne fumarie e renderà

Dettagli

Convertitore di rete NETCON

Convertitore di rete NETCON MANUALE DI PROGRAMMAZIONE INTERFACCIA TCP/IP PER SISTEMI REVERBERI Convertitore di rete NETCON RMNE24I0 rev. 1 0708 I N D I C E 1. Scopo... 4 2. Descrizione... 4 3. Collegamenti elettrici del dispositivo...

Dettagli

24Vdc in (rosso e nero) K-P2C-000001 o K-P2C-000003

24Vdc in (rosso e nero) K-P2C-000001 o K-P2C-000003 Aggiornamento Hopper Manuale d uso Rev. 1.02 OPERAZIONI PRELIMINARI: 1. Prima di installare il software, verificare che il PC deve contenere il Framework 3.5 di Microsoft. In caso contrario, scaricarlo

Dettagli

MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X

MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X MANUALE D INSTALLAZIONE LEGGERE ATTENTAMENTE IL PRESENTE MANUALE PRIMA DI METTERE IN FUNZIONE L'APPARECCHIATURA. INDICE Caratteristiche

Dettagli

A.0.0 ACCENTRA WEB PER ACQUISIZIONE DATI

A.0.0 ACCENTRA WEB PER ACQUISIZIONE DATI A.0.0 ACCENTRA WEB PER ACQUISIZIONE DATI Il programma Accentra Web fornito, installato dall utente sui PC Accentratori di sorveglianza ( 1 principale +3secondari), permette la comunicazione in rete Ethernet

Dettagli

Istruzioni per l utilizzo 06/2015. LOGO! App V3.0. LOGO! 8 e LOGO! 7

Istruzioni per l utilizzo 06/2015. LOGO! App V3.0. LOGO! 8 e LOGO! 7 Istruzioni per l utilizzo 06/2015 LOGO! App V3.0 LOGO! 8 e LOGO! 7 Responsabilità e Garanzie Responsabilità e Garanzie Note Gli esempi applicativi non sono vincolanti e non pretendono di essere esaustivi

Dettagli

Manuale operativo applicazione mobile ios.

Manuale operativo applicazione mobile ios. Manuale operativo applicazione mobile ios. Leggere attentamente prima di utilizzare il sensore e l applicazione. iosappmanual - 09/04/15 1 Introduzione - Il presente manuale si riferisce all applicazione

Dettagli

TiAxoluteNighterAndWhiceStation

TiAxoluteNighterAndWhiceStation 09/09-01 PC Manuale d uso TiAxoluteNighterAndWhiceStation Software di configurazione Video Station 349320-349321 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

REGOLATORE RPC 8BGA FAQ. Rev6

REGOLATORE RPC 8BGA FAQ. Rev6 REGOLATORE RPC 8BGA FAQ Rev6 1) Quali moduli bisogna aggiungere affinchè il regolatore svolga il servizio di emailing/sms? Bisogna aggiungere il modulo COMGSM codice A25060046580006 che dovrà essere dotato

Dettagli

GENIUSPRO. Installazione del software Installazione del driver Configurazione del software Registrazione Attivazione

GENIUSPRO. Installazione del software Installazione del driver Configurazione del software Registrazione Attivazione 1 GENIUSPRO REQUISITI DI SISTEMA PC con Processore Pentium Dual-Core inside 2 Gb di memoria RAM Porta USB 2 Gb di spazio disponibile su HD Scheda video e monitor da 1280x1024 Sistema operativo: Windows

Dettagli

VIDEOREGISTRATORE DIGITALE VR3004

VIDEOREGISTRATORE DIGITALE VR3004 VIDEOREGISTRATORE DIGITALE VR3004 4 canali stand-alone Page 1 Indice: 1. Caratteristiche 2. L apparecchio a. Fronte b. Retro c. Telecomando 3. Installazione a. Installazione dell hard disk b. Collegamento

Dettagli

Manuale Progetto Placement

Manuale Progetto Placement Manuale Progetto Placement V. 5 del 20/06/2013 FUNZIONI PRINCIPALI: Fornire uno strumento per la gestione centralizzata di stage, alternanze e placement. Costruire un database contenente i curriculum degli

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Dal sito https://alloggiatiweb.poliziadistato.it accedere al link Accedi al Servizio (figura 1) ed effettuare l operazione preliminare

Dettagli

UNITÀ DI SEGNALAZIONE SACE PR021/K

UNITÀ DI SEGNALAZIONE SACE PR021/K UNITÀ DI SEGNALAZIONE SACE PR021/K 1SDH000559R0001 L3016 1/52 IT SOMMARIO 1. GENERALITÀ...4 1.1. PREMESSA...4 1.2. SCENARIO APPLICATIVO...5 2. CARATTERISTICHE TECNICHE...6 2.1. CARATTERISTICHE ELETTRICHE...6

Dettagli

Nuovo server E-Shop: Guida alla installazione di Microsoft SQL Server

Nuovo server E-Shop: Guida alla installazione di Microsoft SQL Server Nuovo server E-Shop: Guida alla installazione di Microsoft SQL Server La prima cosa da fare è installare SQL sul pc: se si vuole utilizzare SQL Server 2012 SP1 versione Express (gratuita), il link attuale

Dettagli

U N I O N C A F GUIDA ALLA COMPILAZIONE ONLINE DEL MODELLO 730/2016

U N I O N C A F GUIDA ALLA COMPILAZIONE ONLINE DEL MODELLO 730/2016 U N I O N C A F GUIDA ALLA COMPILAZIONE ONLINE DEL MODELLO 730/2016 PREMESSA ISCRIZIONE: ricordiamo agli utenti che la USERNAME e la PASSWORD di accesso hanno durata annuale. Per fruire del servizio di

Dettagli

Istruzioni per il cambio della password della casella di posta

Istruzioni per il cambio della password della casella di posta Istruzioni per il cambio della password della casella di posta La password generata e fornita al cliente in fase di creazione della casella di posta è una password temporanea, il cliente è tenuto a modificarla.

Dettagli

Verifica delle regolazioni del sistema di protezione di interfaccia (da effettuare

Verifica delle regolazioni del sistema di protezione di interfaccia (da effettuare INFORMAZIONI TECNICHE PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA E VERIFICA DELL IMPIANTO DI PRODUZIONE E SISTEMA DI PROTEZIONE DI INTERFACCIA Verifica delle regolazioni del sistema di protezione

Dettagli

7.10 FINE PROGRAMMAZIONE Connettore Antenna GSM ACCESO LED MODULO GSM Connettore SIM LED Alimentazione periferiche INSERITO ANOMALIA PROGR. TECNICA 0) FINE PROGRAM. ESCLUSO MODULO GSM PROGR. TECNICA 0)

Dettagli

CM-UFD.M32 Relè di protezione d interfaccia conforme alla norma CEI 0-21

CM-UFD.M32 Relè di protezione d interfaccia conforme alla norma CEI 0-21 Relè di protezione d interfaccia conforme alla norma CEI 0-21 Relè di protezione di interfaccia conforme alla norma CEI 0-21 Il nuovo relè di protezione di interfaccia (SPI), deputato al controllo della

Dettagli

Utilizzo del Terminalino

Utilizzo del Terminalino Utilizzo del Terminalino Tasti: - ENT: funzionano come INVIO - SCAN: per attivare il lettore di barcode - ESC: per uscire dal Menù in cui si è entrati - BKSP: per cancellare l ultimo carattere digitato

Dettagli

Manuale Utente. Sistema Informativo Ufficio Centrale Stupefacenti

Manuale Utente. Sistema Informativo Ufficio Centrale Stupefacenti Manuale Utente Sistema Informativo Ufficio Sistema di registrazione Registrazione Utenti.doc Pag. 1 di 18 Accesso al sistema Il, quale elemento del NSIS, è integrato con il sistema di sicurezza e di profilatura

Dettagli

FINE ANNO BOLLE / FATTURE PER E/SATTO

FINE ANNO BOLLE / FATTURE PER E/SATTO FINE ANNO BOLLE / FATTURE PER E/SATTO (ver. 3 07/11/2014) Sito web:!"#$%$# e-mail istituzionale: $ &'!"#$%$# PEC:!"#$%'(")*(+*$($# % INDICE e-mail istituzionale: #&'!"#$#" PEC:!"#$'(!)*(+*#(#" & Premessa

Dettagli

Panasonic. KX-TDA Hybrid IP-PBX Systems Upgrade Software Ver.1.x to Ver.2.x. Centrali Telefoniche KX-TDA 15/30/100/200 Informazione Tecnica N 015

Panasonic. KX-TDA Hybrid IP-PBX Systems Upgrade Software Ver.1.x to Ver.2.x. Centrali Telefoniche KX-TDA 15/30/100/200 Informazione Tecnica N 015 Panasonic KX-TDA Hybrid IP-PBX Systems Upgrade Software Ver.1.x to Ver.2.x Centrali Telefoniche KX-TDA 15/30/100/200 Informazione Tecnica N 015 Panasonic Italia S.p.A. System Product Group Rif No. PITPBX-IT0404

Dettagli

Per qualsiasi problema di installazione potete contattare l assistenza inviando una mail a: assistenza@rocketlab.it

Per qualsiasi problema di installazione potete contattare l assistenza inviando una mail a: assistenza@rocketlab.it Versione 1.7 Manuale d uso Introduzione Dance Club è un programma che nasce per soddisfare le esigenze organizzative e gestionali delle Scuole di Ballo. Per qualsiasi problema di installazione potete contattare

Dettagli

Versione 2.0. Manuale d uso. Software per la gestione. degli applicativi Bticino. TiManager 03/07-01 PC

Versione 2.0. Manuale d uso. Software per la gestione. degli applicativi Bticino. TiManager 03/07-01 PC Versione 2.0 03/07-01 PC Manuale d uso TiManager Software per la gestione degli applicativi Bticino TiManager INDICE 2 1. Requisiti Hardware e Software Pag. 4 2. Installazione Pag. 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

I N D I C E 1. PREMESSA...3 3. PROCEDURE UTENTE CAPOTURNO PRESIDIO COMPARTIMENTALE...15

I N D I C E 1. PREMESSA...3 3. PROCEDURE UTENTE CAPOTURNO PRESIDIO COMPARTIMENTALE...15 I N D I C E 1. PREMESSA...3 1.1. Contenuto e finalità del documento...3 1.2. Indisponibilità del sistema di posta elettronica...3 1.3. Configurazione postazioni informatiche...3 2. PROCEDURE OPERATIVE

Dettagli

COM ID. Comunicatore telefonico Contact-ID. Manuale installazione ed uso. versione 1.0

COM ID. Comunicatore telefonico Contact-ID. Manuale installazione ed uso. versione 1.0 COM ID Comunicatore telefonico Contact-ID Manuale installazione ed uso versione 1.0 Questo apparecchio elettronico è conforme ai requisiti delle direttive R&TTE (Unione Europea) SCHEDA ELETTRICA LED3 Errore

Dettagli

Manuale Utilizzo App Intercall ViP

Manuale Utilizzo App Intercall ViP IT MANUALE UTILIZZO Manuale Utilizzo App Intercall ViP PER DISPOSITIVI: www.comelitgroup.com Indice Installazione App Intercall ViP... Configurazione indirizzo Vip... 4 Rispondere a una chiamata... 5 Gestione

Dettagli

KIT Antiallagamento Universale per uso domestico e industriale

KIT Antiallagamento Universale per uso domestico e industriale RILEVATORE DI LIVELLO MULTIFUNZIONALE KIT Antiallagamento Universale per uso domestico e industriale M A N U A L E D I U T I L I Z Z O E A P P L I C A Z I O N E - Sistema per gestione doppia pompa con

Dettagli