Business Process Management Suite (BPMS) White Paper Settembre Paolo Poto Docflow Italia Spa. Sommario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Business Process Management Suite (BPMS) White Paper Settembre 2011. Paolo Poto Docflow Italia Spa. Sommario"

Transcript

1 Business Process Management Suite (BPMS) White Paper Settembre 2011 Paolo Poto Docflow Italia Spa Sommario I BPMS sono piattaforme software che abilitano l implementazione e il miglioramento continuo dell automazione dei processi operativi, orchestrando e integrando anche sistemi già presenti nel sistema informatico, accordando così l esigenza di specializzazione dei sistemi con la trasversalità dell orientamento ai processi. I BPMS consentono la definizione del flusso applicativo con un linguaggio grafico comprensibile dai clienti interni dei sistemi informativi: analisti di organizzazione e process owner. Keyword: Business Process Management Suite, WorkFlow Management, Model driven architecture. 1 Introduzione Un Business Process, o processo gestionale, è una sequenza di attività eseguite da una o più organizzazioni per produrre un risultato utile per i clienti (Motta et al. 2008). Con il termine Business Process Management (BPM), invece, si vuole indicare l emergere di un approccio complessivo al cambiamento dei Business Process, che combini il meglio delle aree relative al miglioramento dei processi, alla loro gestione, riprogettazione e alla loro automazione. In altre parole il BPM è l insieme delle metodologie e tecnologie che permettono alle organizzazioni di analizzare, descrivere e ottimizzare i processi di business. Gartner (Sinur et al. 2010) evidenzia come il BPM leghi esplicitamente l Information Technology (IT) alle priorità del business. Nel presente testo si tenterà una descrizione delle tecnologie software che realizzano questo approccio: le Business Process Management Suite. Saranno quindi descritte le loro caratteristiche rilevanti e, per tracciare dei confini, saranno riportati alcuni significativi confronti presenti in letteratura con le tecnologie che possiedono un qualche grado di similarità o sinergia. Esiste difatti un ampia varietà di tecnologie per l automazione dei processi di business che si presentano con le più diverse sigle dell informatica per le imprese, ad esempio: WorkFlow Management (WFM), Business Process Analysis (BPA), Enterprise Resource Planning (ERP). E questo può generare confusione. BPMS pagina 1 di 10

2 2 Business Process Management Suite I BPMS sono degli Integrated Composition Environment (ICE) che supportano il Business Process Management. Un BPMS è un sistema software generico che guidato dal disegno esplicito dei processi realizza applicazioni di gestione dei processi operativi. (M. Weske, et al. 2004) In questa definizione l aggettivo generico vuole significare la possibilità di plasmare con un alto grado di libertà i differenti processi di business e ogni specifico processo nel tempo. Questo pone evidenza sulla natura dei BPMS di framework di sviluppo applicativo che, oltre ad automatizzare l operatività all interno dei singoli processi, abilita le diverse fasi di gestione dell intero ciclo di vita dei processi di business, con particolare riferimento al miglioramento continuo. I BPMS rendono espliciti gli aspetti di un processo attraverso la definizione di un modello. Questo modello è di immediata comprensione e facilmente modificabile. L astrazione del modello rende inoltre indipendente la definizione dall implementazione. Ulteriore attenzione deve essere prestata alla parola suite che manifesta il fatto che queste piattaforme siano una collezione integrata di tecnologie software. Le diverse tecnologie sono intimamente integrate, in particolare: dotate di strumenti di gestione e amministrazione integrati, metodi di sicurezza comuni, meta modelli condivisi, procedure di installazione e documentazione comuni, unico supporto tecnico e un consistente look & feel delle interfacce utente. Le funzioni all interno della suite non sono duplicate, malgrado ci siano distinti motori applicativi (server) che rispondono alle diverse esigenze interoperando. Quindi la suite, benché composta di diverse tecnologie, è percepibile come un unico prodotto per la coerenza architetturale che consente un passaggio fluido attraverso le diverse fasi del ciclo di miglioramento dei processi di business che la suite peculiarmente supporta. La caratteristica peculiare è quindi che i BPMS disegnano il processo con la definizione di un modello esplicito, che coordina le interazioni fra persone, sistemi e informazioni come aspetti ugualmente importanti del lavoro. In fase di esecuzione il motore di BPM agisce poi come un orchestratore generale, coordinando tutte le risorse coinvolte indipendentemente dal fatto che le risorse software siano state create nel proprio ambiente o in altre piattaforme. La necessità di disegnare il processo attraverso un modello costituito da sequenze esplicite di attività ha come inevitabile conseguenza che in genere i BPMS possono automatizzare solo i processi operativi, escludendo quindi i processi di livello strategico, il cui procedere è di solito scarsamente definibile a priori. Le componenti delle Suite di Business Process Management. (Gartner Group) A detta di Gartner (Sinur et al. 2010), i prodotti software BPMS sono maturi e una delle conseguenze è che il set di tecnologie incluse dai diversi vendor tende ad essere piuttosto simile. I diversi BPMS sono essenzialmente differenziati sull integrazione delle tecnologie e sulla risultante user experience piuttosto che sui punti di forza puramente tecnologici. I fattori chiave dei BPMS sono: BPMS pagina 2 di 10

3 ottimizzare le performance dei processi di business che attraversano diverse funzioni aziendali e possono coinvolgere altre organizzazioni; rendere il processo visibile (esplicito) sia all IT sia alle funzioni di business, attraverso la modellazione, il monitoraggio e l ottimizzazione, utilizzando un linguaggio grafico condiviso fra informatici e process owner; saldare il modello formale del processo di business con l implementazione nel sistema informativo; abilitare gli analisti di organizzazione e in generale gli utenti non tecnici alla modifica del modello e quindi delle istanze del processo realizzate; abilitare la rapida integrazione dei flussi di processo e i sistemi esistenti. Fra queste caratteristiche è particolarmente degno di nota l uso di un linguaggio condiviso fra addetti dell informatica e i loro colleghi che si occupano di organizzazione e degli specifici processi. Poiché, sebbene il disegno del processo attraverso i moduli di design grafico sia in realtà di solito realizzato da tecnici IT, è comunque comprensibile anche per chi è culturalmente distante dal mondo dello sviluppo software. Il disegno del modello di un processo realizzato con il designer di un BPMS. Con la stessa applicazione si possono disegnare le form per l input/output dei dati che saranno poi mostrate come pagine di una web application. 3 BPMS e WorkFlow Management (WFM) Negli anni 90, in concomitanza con la diffusione delle tecniche di Business Process Reeingineering, le organizzazioni iniziarono a integrare le attività svolte a livello dipartimentale in processi che si estendevano trasversalmente attraversando le varie funzioni aziendali. Di conseguenza anche le infrastrutture del sistema informativo aziendale seguirono questa tendenza e dunque le applicazioni e i database iniziarono a interagire e a scambiare informazioni tra loro. (Harmon, 2007) Furono quindi sviluppati strumenti di WorkFlow per una migliore gestione dei processi riguardanti l elaborazione dei documenti da parte del personale, cioè per quegli oggetti che nel linguaggio burocratico sono identificati con il termine pratica. La Workflow Management Coalition (WfMS) definisce il WorkFlow come l automazione di un processo di business, parziale o completa, durante la quale i documenti, le informazioni e le attività fluiscono da un attore a un altro secondo regole procedurali definite. Ma anche i BPMS automatizzano i processi di business, anche se con una particolare enfasi al ciclo del miglioramento continuo. Identificare la relazione effettiva fra le sigle WFM e BPMS non è impresa facile. Esaminando le fasi che metodologicamente costituiscono il ciclo di BPM e la copertura funzionale di queste due famiglie di soluzioni può emergere qualche chiaro indicatore. Alcuni autori identificano le seguenti fasi: Design, quando i processi sono (ri)disegnati; Configuration, dove il disegno è implementato configurando un sistema software; Enact, realizzazione dei processi operativi utilizzando il sistema configurato nella fase precedente; Diagnosis, il processo operativo è analizzato per identificare eventuali problemi e per cercare possibili miglioramenti. Altri autori fanno esplicitamente riferimento al ciclo di Deming che prevede una sequenza logica di quattro punti ripetuti per un miglioramento continuo: Plan, pianificazione; BPMS pagina 3 di 10

4 Do, esecuzione del programma, dapprima in contesti circoscritti; Check, test e controllo, studio e raccolta dei risultati e dei feedback; Act, azione per rendere definitivo e/o migliorare il processo. Altrove si possono trovare definizioni simili come: Design, Enact, Control & Analyze. Comunque si suddividano le fasi del ciclo del miglioramento dei processi emergono alcune differenze fra BPMS e WFM. Ciclo del BPM e copertura funzionale dei sistemi software. (M. Weske et al. 2004) I sistemi di WorkFlow sono dotati di strumenti di disegno limitati e, principalmente, sono carenti di strumenti per la fase di analisi. I BPMS estendono quindi i sistemi di gestione dei WorkFlow aggiungendo strumenti per la fase di diagnosi, consentendo così l emersione di miglioramenti nella gestione dei processi. Per questo le BPM Suite sono spesso considerate l evoluzione dei sistemi di WFM degli anni 90. Se poi consideriamo che negli ultimi anni alcuni vendor di WFM hanno riposizionato i loro prodotti come BPMS, si può semplificare pragmaticamente il discorso concludendo che il WorkFlow è una delle componenti tecnologiche dei BPMS che ne rappresentano un evoluzione. 4 BPMS e Business Process Analysis (BPA) Le piattaforme di Business Process Analysis (BPA) sono strumenti software per la modellazione, l analisi e l ottimizzazione dei processi. Fra BPMS e BPA esistono alcune differenze funzionali che devono essere messe in evidenza. Fondamentalmente le diversità nascono dal fatto che sono prodotti rivolti a interlocutori con ruoli e bisogni diversi. E proprio questo rende gli strumenti notevolmente diversi, come architettura, funzioni, interfaccia. I BPMS hanno come obiettivo l automazione dei processi operativi, i BPA sono utilizzati per definire e documentare i processi, non solo i processi di produzione, ma anche e specialmente i processi di controllo, spesso legati al rispetto di particolari leggi. Per questo, a differenza dei software di BPA, le funzioni di modellizzazione offerte dai sistemi BPMS risultano essere idonee più per gli sviluppatori IT che per i manager responsabili dei processi. Simmetricamente le funzioni di modellazione dei BPA sono adatte agli analisti dell organizzazione e completate da strumenti per la produzione della relativa documentazione che, di fatto, rappresenta l output di questi sistemi. Non molto diversamente, per altri autori i software di BPA sono utilizzati principalmente per la realizzazione della Business Process Architecture aziendale e per i progetti di miglioramento e re-design di specifici processi di business; i sistemi BPMS sono invece utilizzati dagli sviluppatori software per supportare l esecuzione e il monitoraggio dei processi aziendali. In altre parole, le piattaforme software di BPA sono utilizzate per il disegno di alto livello dei processi aziendali e per la produzione del corpo normativo aziendale. L output di questi sistemi non è quindi costituito da regole in grado di guidare un WorkFlow, ma: documenti che devono essere resi fruibili al personale operativo; documentazione di come l azienda ha disposto i controlli interni per ottemperare ad alcuni obblighi di legge. Sebbene, quindi, entrambi i sistemi si occupino della definizione dei processi di business, i loro ambiti di utilizzo sono in genere nelle aziende due mondi separati: da una parte si definisce il modello organizzativo di alto livello, con una particolare attenzione alla compliance con leggi e regolamenti; BPMS pagina 4 di 10

5 dall altra si realizzano le applicazioni per automatizzare i processi operativi. L integrazione dei due sistemi, cioè il passaggio dei dati di definizione di alto livello dei processi disegnati nel BPA al sistema di puntuale disegno di dettaglio del BPMS, è suggerito da alcuni autori come una possibile fonte di efficienza, governance e reale compliance di processo. Nella pratica però questo non avviene salvo che in casi rarissimi. E questo probabilmente perché la compliance è considerata solo un costo che deve essere sostenuto obbligatoriamente e non una opportunità di governo coerente dell impresa. Di fatto, comunque il disegno di processo del BPA è insufficientemente dettagliato per guidare l automazione del processo, ed è pertanto necessario un intervento importante all interno degli strumenti di disegno del BPMS. L avere due versioni diverse del processo, una di alto livello e documentata, l altra dettagliata ed eseguibile, pone però difficoltà di sincronizzazione delle informazioni nelle due direzioni (round-trip). In letteratura questo argomento è stato trattato mettendo in evidenza i due aspetti critici: il gap di definizione funzionale dei processi fra i due diversi sistemi; l interazione fra i due sistemi. Ma nei BPA sono presenti importanti strumenti di simulazione e analisi che, se alimentati con i dati registrati durante l esecuzione dei processi da parte del BPMS, possono fornire un notevole aiuto nel raggiungimento dell efficienza e del controllo in un ottica di reale compliance. 5 BPMS ed Enterprise Architecture (EA) I software architect hanno bisogno di integrare, analizzare e comunicare un ampia varietà di informazioni e dati che riguardano il sistema informatico, come le tecnologie utilizzate, le soluzioni, le interfacce, i business process, la struttura dell organizzazione, le strategie. Queste informazioni devono essere poi comunicate ai diversi stakeholder dell azienda, rendendo necessaria così una rappresentazione con diversi punti di vista e differente livello di dettaglio. In genere queste informazioni risiedono in diversi sistemi, spesso in documenti creati e gestiti con strumenti di Office Automation. Ad esempio, le informazioni su di una applicazione possono essere contenute in schemi architetturali, diagrammi sul processo di business, rappresentazioni delle interfacce, fogli elettronici con i più svariati elenchi di dati, documenti testuali descrittivi. L aggiornamento di tutte queste informazioni richiede l intervento coerente sulle diverse fonti. L adozione di un tool di EA vuole proprio rispondere all esigenza di gestione efficiente e ordinata dell intera documentazione. Secondo Gartner (Wilson et al. 2010), i requisiti minimi per un tool di EA sono: la capacità di creare o importare modelli e artefatti; funzioni di presentazione delle informazioni specifiche per i bisogni degli stakeholder, con rappresentazioni grafiche e testuali; robusti e flessibili repository e metamodelli in grado di aiutare i cambiamenti delle relazioni fra oggetti e i punti di vista dell architettura, con la possibilità di tracciare i cambiamenti; gestione dei diversi ambienti (sviluppo, test e produzione). Molti tool di EA hanno funzioni avanzate di modellazione, che rispondono ai bisogni degli architetti del sistema informativo. Queste funzioni di modellazione si sono nel tempo arricchite estendendosi in aree come task management, governance, risk & compliance, communication & collaboration. Con l incremento delle funzioni di modellazione i tool di EA hanno cominciato a competere con gli strumenti di BPA. L integrazione di EA, BPA e BPMS può consentire la condivisione delle informazioni BPMS pagina 5 di 10

6 sui processi, rendendo la base di conoscenza consistente. 6 BPMS ed Enterprise Resource Planning (ERP) I sistemi ERP automatizzano molti processi gestionali con una applicazione software integrata. Un importante caratteristica dei sistemi ERP è la prescrittività, cioè la normazione dei processi gestionali derivante dal modello funzionale incorporato nel software. Questo comporta che l'approccio al progetto ERP è l'esatto contrario di quanto avveniva e avviene con lo sviluppo di un sistema informatico su misura dove è il software che si adatta all'azienda. (Bracchi et al. 2010) L'impatto organizzativo della prescrittività può essere elevato perché costringe un'azienda a conformare il suo comportamento allo standard previsto dal sistema. (Bracchi et al. 2010) Quindi quando si sceglie un prodotto di un vendor di ERP con una vasta base installata, si acquista in realtà una soluzione organizzativa one best fit, cioè un modo di fare le cose che dovrebbe rispondere al meglio a determinate condizioni di mercato. Questo corrisponde dal punto di vista epistemologico alla concezione dell organizzazione come sistema organico aperto, visione dei fenomeni organizzativi oggi molto presente nelle imprese e nelle società di consulenza direzionale. In altre parole, se si pensa che esista una soluzione migliore di tutte le altre per organizzare e svolgere determinate attività dell impresa, adottare l ERP di maggior successo garantisce la migliore organizzazione dei processi operativi. Sebbene le piattaforme ERP consentano sia parametrizzazione sia vera e propria personalizzazione, il disegno dei processi è quasi completamente imposto dal sistema, ed è in realtà proprio questo il punto di forza degli ERP, coerentemente con il concetto di one best fit. Invece, la spiegazione soggettivistica dei fenomeni organizzativi, per la quale è il soggetto che è emergente rispetto al sistema, prevede che ogni azienda sia necessariamente diversa dalle altre organizzazioni per storia, cultura e valori. Con tali premesse non si può credere nel concetto di one best fit e l omologazione di conseguenza deve essere vista come una perdita delle caratteristiche particolari che rendono l impresa unica e per questo efficace sul mercato. In questo caso, l adozione di un ERP deve necessariamente limitarsi ai processi istituzionali, cioè quei processi omogenei nei diversi settori perché sostanzialmente rispondenti a obblighi normativi. Difatti, anche con una visione soggettivistica dei fenomeni organizzativi, molti processi di supporto non rappresentano una competenza distintiva. Ecco allora che l acquisizione di una soluzione standard ampiamente collaudata per l area Amministrazione Finanza e Controllo non rischia di compromettere un vantaggio competitivo basato su competenze distintive. Invece, per i processi core, nella concezione dell azienda come realtà unica e irripetibile, è necessariamente il software che deve adattarsi al modo di lavorare dell azienda e non il contrario. In questo caso i BPMS, per la loro natura di strumenti facilmente plasmabili, rappresentano quindi una soluzione preferibile. 7 BPM e Service Oriented Architecture (SOA) SOA è una architettura software che abilita il coordinamento dei sistemi distribuiti supportando i business process, e non deve essere confuso con le Suite di BPM. BPM è una disciplina di gestione dell organizzazione orientata ai processi assistita dalle tecnologie informatiche, mentre SOA è un paradigma architetturale informatico. BPMS pagina 6 di 10

7 Secondo Gartner (Hill et al. 2006), il BPM organizza le persone per una maggiore agilità, mentre SOA organizza le tecnologie per una maggiore agilità. I BPMS in fase di orchestrazione delle diverse attività in genere sfruttano i servizi SOA. Ma un BPMS può anche automatizzare delle attività utilizzando sistemi non SOA, ad esempio accedendo direttamente ai database o richiamando moduli funzionali in tecnologia proprietaria. È possibile difatti implementare un architettura SOA senza sfruttare le capacità di modellazione e manutenzione dei processi di un BPMS, così come è possibile utilizzare un BPMS in una architettura non SOA. Ma l adozione di un BPMS in una architettura SOA può offrire i migliori vantaggi in termini di agilità dei processi e riusabilità dei componenti. rifiuto dell idea di sostituire il sistema con una nuova tecnologia, anche se quest ultima potrebbe essere in grado di andare incontro alle esigenze attuali di integrazione dei sistemi per la gestione per processi end-toend. Altra metafora particolarmente adatta a descrivere la situazione di molte aree del sistema informativo aziendale è quella dei silos, cioè delle torri che immagazzinano dati senza comunicare con il mondo esterno se non con le proprie interfacce applicative. Ma i BPMS possono facilmente orchestrare le funzioni dei sistemi esterni, mascherando interfacce utente obsolete e riuscendo a integrare anche i sistemi legacy più antiquati. Per fare questo esistono connettori pronti per molte tecnologie o abili metodi per colloquiare anche con sistemi monolitici a interfaccia carattere. BPMS BPMS L orchestrazione dei silos lungo il processo. Uno schema della relazione fra SOA e BPMS. (Gopala et al. 2006) 8 BPMS e Sistemi Legacy Per sistema Legacy si intende un sistema informatico in produzione da molto tempo che continua a essere usato perché l organizzazione non vuole o non può rimpiazzarlo per motivi economici od organizzativi. Nella realtà aziendale, con particolare riferimento alle grandi organizzazioni che hanno affrontato da qualche tempo l informatizzazione, alcune attività sono oramai automatizzate in maniera efficace, e con tramandata memoria di un percorso doloroso per arrivare a un risultato soddisfacente. Questo causa un invincibile È questo un valore aggiunto del BPMS particolarmente apprezzato, poiché preservando gli investimenti passati e rispettando la specializzazione dei sistemi, introduce comunque tutti i vantaggi della gestione per processi. 9 I processi di business collaborativi Recentemente il tema dei processi di business destrutturati sta uscendo dall angusto ambito dell enterprise social network, concepito come un mero adattamento dei social network internet, per arricchirsi dei concetti di processo collaborativo e di case management. Questa evoluzione rappresenta il riconoscimento che l azienda sia un sistema sociale e che le prassi, l organizzazione BPMS pagina 7 di 10

8 informale e i processi decisionali, sebbene non siano automatizzabili rigidamente, possano comunque sfruttare le tecnologie informatiche per raggiungere maggiori livelli di efficienza e controllo. Per fare un esempio, la decisione aziendale di un acquisto entra nel sistema gestionale tipicamente quando è oramai tutto deciso, e la registrazione di una Richiesta di Acquisto (RDA) di fatto avviene nella fase immediatamente precedente all emissione dell ordine. Tutte le attività destrutturate (come la definizione del bisogno, l assegnazione del budget, l identificazione dei fornitori e la raccolta delle offerte) in genere vivono di , fogli Excel e documenti salvati in un sistema documentale o addirittura sui file system delle persone coinvolte. Gli attori del processo non sono identificabili a priori e il processo stesso, come sequenza di attività, non ripete quasi mai lo stesso iter. Mentre i BPMS funzionano egregiamente sui processi strutturati, cioè a bassa variabilità, e la loro adozione ha garantito ottimi risultati, per i processi che coinvolgono i knowledge worker, cioè i processi ad alta variabilità o il cui output non è definibile a priori, gli attuali prodotti sono carenti, proprio negli strumenti collaborativi. Cominciano, però, a nascere nelle aziende interessanti implementazioni di processi collaborativi con le tecnologie di BPM, ma questo ha richiesto l integrazione con tecnologie esterne in grado di colmare le carenze e la rigidità attuale, ad esempio con strumenti di gestione dinamica dei flussi, piattaforme per il co-editing, integrazione dell . Per la dinamicità dei flussi, le funzioni di supporto rapido ai cambiamenti nel processo, da parte di qualsiasi ruolo e in qualsiasi momento, sono in genere identificate con l etichetta Dynamic BPM. Si tratta di un insieme di discipline e tecnologie che abilitano le persone e i sistemi a rispondere in tempi appropriati ai cambiamenti resi necessari dalle esigenze implicite ed esplicite dei processi. (Dixon et al. 2011) La tematica delle , invece, prevede molteplici aspetti: l utilizzo di messaggi automatici per coinvolgere o sollecitare un attore al momento giusto e comunicando il contesto di riferimento; l inclusione delle rilevanti nel flusso di lavoro, con archiviazione ordinata nel repository del processo e associazione alla corretta fase di lavoro. Inoltre, per l analisi dei processi e il miglioramento, comincia ad assumere un certo interesse la Social Network Analysis for BPM, che si concreta con l analisi delle e- mail e di altri documenti, evidenziando così le relazioni fra gruppi e persone al fine di comprendere le strutture sociali e le interdipendenze dell organizzazione, con l obiettivo di migliorare l operatività e l organizzazione dei processi, riconoscendo così l importanza dell organizzazione informale. 10 Stato del mercato Il valore totale stimato del mercato dei BPMS per il 2009 è di 1,9 miliardi di dollari, con un incremento del 15% rispetto all anno precedente ( Magic Quadrant for Business Process Management Suites Gartner Group, Ottobre 2010). Si prevede inoltre che il 67% delle aziende nel corso del 2010 avrà aumentato gli investimenti in BPMS ( 2010 BPM Summit Attendee Surveys Gartner Group). Altre informazioni disponibili che possono aiutare a comprendere il mercato dei BPMS sono: il 75% delle aziende che utilizzano i BPMS ha ottenuto vantaggi maggiori del milione di dollari ( 2011 BPM Excellence Awards Nominees ); l 82% delle aziende ha recuperato l investimento entro un anno ( 2011 BPM Excellence Awards Nominees ). BPMS pagina 8 di 10

9 capacità di orchestrare i sistemi specializzati esistenti all interno di un flusso di processo end-to-end; essere un indispensabile elemento dell architettura SOA. Responsabilità della decisione di adozione dei BPMS (1 non responsabile, 7 completamente responsabile). ( 2010 Gartner CIO Survey ) I settori che risultano trainare il mercato dei BPMS sono i servizi finanziari, cioè banche e assicurazioni. Difatti le Suite di BPM sembrano essere più appetibili nel settore dei servizi, dove la produttività umana e l efficacia sono critiche per la performance del processo. ( Magic Quadrant for Business Process Management Suites Gartner Group, Ottobre 2010) Infine, i quattro più importanti scenari di utilizzo dei BPMS sono: supporto al miglioramento continuo dei processi; implementazione di soluzioni di processo specifiche per il settore o per l azienda; iniziative di business trasformation; supporto al ridisegno del sistema informativo in un ottica SOA/BPM. ( Magic Quadrant for Business Process Management Suites Gartner Group, Ottobre 2010) 11 Conclusioni La natura infrastrutturale dei BPMS e gli investimenti da loro richiesti in licenze d uso determinano l adozione di questi strumenti per programmi di sviluppo di un certo respiro e non per un singolo progetto. Le caratteristiche in grado di fornire maggior valore sono: supporto al miglioramento continuo; definizione del processo di business con un linguaggio comprensibile dal cliente interno dell applicazione (process owner), con evidenti vantaggi in comunicazione, comprensione e coinvolgimento nei progetti; Comunque, se si ritiene che le competenze distintive dell organizzazione non debbano essere compromesse omologando i processi con soluzioni con un alto livello di prescrittività, il BPMS sembra essere la scelta obbligata. Infine, il BPMS consente l automazione di tutti quei processi che, poiché variabili e destrutturati, finiscono per essere trascurati dalle applicazioni tradizionali, mentre la loro automazione potrebbe dare buoni risultati in termini di controllo ed efficienza. Bibliografia Designing business processes for business performance: a framework G. Motta, G. Pignatelli Business And Information (BAI), Seoul, 2008 Magic Quadrant for Business Process Management Suites Jim Sinur, Janelle B. Hill Gartner, 18 October 2010 Advances in business process management M. Weske, W.M.P. van der Aalst, H.M.W. Verbeek Data & Knowledge Engineering 50(2004)1 8 Business Process Management: A Survey W.M.P. van der Aalst, A.H.M. ter Hofstede, and M. Weske Business Process Management: the Third Wave Howard Smith and Peter Finger On the Suitability of BPMN for Business Process Modelling P. Wohed, W.M.P. van der Aalst, M. Dumas, A.H.M. ter Hofstede, N. Russell BPMS pagina 9 di 10

10 Elements of a business process management system: theory and practice Duncan R. Shaw, Christopher P. Holland, Peter Kawalek, Bob Snowdon, Brian Warboys Business Process Management Journal Vol. 13 No. 1, 2007pp Business Process Management: Getting Work in Order Virginia Citrano Baseline, Giugno 2007 Implementing BPM systems: the role of process orientation Hajo A. Reijers Business Process Management Journal Vol. 12 No. 4, 2006 pp The new industrial engineering information technology and business process redesign Thomas H. Davenport, James E. Short Sloan Management Review, summer 1990 Vol 31. No. 4 An Evaluation Framework for Business Process Management Products Stefan R. Koster, Maria-Eugenia Iacob, Luís Ferreira Pires Round-trip iterative business process modelling between BPA and BPMS tools Melissa Cheung and Jan Hidders Business Process Management Journal Vol. 17 No. 3, 2011 pp Designing Compliant Business Processes with Obligations and Permissions Stijn Goedertier and Jan Vanthienen BPM 2006 Workshops, LNCS 4103, pp. 5 14, 2006 Business Process Change. A guide for business managers and BPM and Six Sigma professionals P. Harmon Morgan Kaufman, 2007 An assessment of facilitators and inhibitors for the adoption of enterprise application integration technology Bouchaib Bahli and Fei Ji Business Process Management Journal Vol. 13 No. 1, 2007 pp Magic Quadrant for Enterprise Architecture Tools Chris Wilson, Julie Short Gartner, 28 October 2010 Sistemi informativi d'impresa Bracchi, Francalanci, Motta McGraw-Hill, 2010 Note epistemologiche - Razionalità e benessere. Studio interdisciplinare dell organizzazione B. Maggi Etas Milano, 1990 Web services and business process management F. Leymann, D. Roller, M.-T. Schmidt IBM Systems Journal, Vol 41, No 2, 2002 BPM and SOA: A Strategic Alliance Gopala Krishna Behara BPtrend, May 2006 Hype Cycle for Business Process Management, 2011 John Dixon, Teresa Jones Gartner, 25 July BPM Summit Attendee Surveys Business Process Management Summit 2010 Gartner, BPM Excellence Awards Nominees Gartner, Gartner CIO Survey Gartner, 2010 BPMS pagina 10 di 10

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult Terminologia Ci sono alcuni termini che, a vario titolo, hanno a che fare col tema dell intervento KM ECM BPM E20 Enterprise

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP Storia ed evoluzione dei sistemi ERP In questo breve estratto della tesi si parlerà dei sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) utilizzabili per la gestione delle commesse; questi sistemi utilizzano

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza PROCESS MAPPING (2) Approcci: 2- Identificazione del processo Esaustivo (o dei processi) da analizzare Mappatura a largo spettro (es.: vasta implementazione di un ERP) In relazione al problema ad es. i

Dettagli

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management BEST PRACTICES WHITE PAPER ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management Sharon Taylor, Presidente di Aspect Group, Chief Architect e Chief Examiner per ITIL Ken

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

IBM UrbanCode Deploy Live Demo

IBM UrbanCode Deploy Live Demo Dal 1986, ogni giorno qualcosa di nuovo Marco Casu IBM UrbanCode Deploy Live Demo La soluzione IBM Rational per il Deployment Automatizzato del software 2014 www.gruppoconsoft.com Azienda Nata a Torino

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT Executive Master in Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT OBIETTIVI Il Master ha l obiettivo di formare executive e professional nella governance dei progetti e dei servizi IT, integrando quelle

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Caratteristiche e Posizionamento ver. 2.1 del 21/01/2013 Cos è ESI - Enterprise Service Infrastructure? Cos è ESI? ESI (Enteprise Service Infrastructure) è una

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

EMC Documentum xcp for Business Process Management

EMC Documentum xcp for Business Process Management Analisi dettagliata Abstract Oggi le aziende devono affrontare una sfida comune: ottimizzare i processi di business e la loro efficienza operativa. Per vincere questa sfida, EMC Documentum xcelerated Composition

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

Ricognizione di alcune Best Practice

Ricognizione di alcune Best Practice Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale di riferimento Ricognizione di alcune Best Practice applicabili

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com 2 Tecnoteca è nata nel 2000 con sede a Tavagnacco ha scelto da subito di lavorare

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli