Business Process Modeling Caso di Studio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Business Process Modeling Caso di Studio"

Transcript

1 Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December IBM Corporation

2 Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione della SOA ed attività svolte Identificazione, descrizione e decisioni in merito alla realizzazione dei servizi: focus sulla analisi Il Center of Excellence (CoE) del Cliente come condizione per il successo dell iniziativa 2

3 Nell ambito del progetto di rifacimento del proprio sistema informativo, l adozione di architettura SOA e approccio metodologico ha rappresentato uno strumento di valorizzazione dei propri asset, finalizzato alla flessibilità applicativa Il progetto di [cliente] ha come oggetto il rifacimento in architettura J2EE dell applicazione che supporta il Ciclo di Vendita della Pubblicità L applicazione esistente (modifiche stratificate nel tempo) non consente più di supportare l evoluzione del business Uno dei requisiti fondamentali risiede nella flessibilità applicativa, passando da un modello basato su applicazioni monolitiche (a silos) ad un modello basato su servizi L adozione di un architettura SOA è stata la risposta all esigenza di flessibilità e di valorizzazione degli asset informatici in corso di riscrittura. L utilizzo della metodologia SOMA è stato lo strumento che ha consentito di identificare e descrivere i servizi ed a prendere le decisioni realizzative relative alla loro implementazione 3

4 Definizione Processo Amministrazione Vendite e Assegnazione Spazi Pubblicitari Il Macro Processo Amministrazione Vendite e Assegnazione Spazi Pubblicitari ottimizza i margini economici attraverso il miglior utilizzo dell intero bacino Marketing Prog.Prodotti Polit.Commer Commercia lizzazione Amministra zione Vendite Programma zione Pubblicità Fatturazione Il Macro Processo è articolato in 5 Processi / Fasi. Acquisizione proposta campagna Assegnazione Spazi richiesti Ottimizzazione Vendite del bacino Negoziazione con forza di vendita Amministrazione Ordini Ogni fase è articolata in diverse attività, la maggior parte gestite da specifiche funzionalità informatiche, che rappresentano l obiettivo finale della presente analisi 4

5 Descrizione del processo Amministrazione Vendite e Assegnazione Spazi nel processo di Vendita. Processi precedenti (Input) Il Marketing predispone l offerta Bacino vuoto Il Cliente e il Funzionario Commerciale discutono una esigenza di investimento pubblicitario Il Funzionario Commerciale raccoglie l esigenza e precarica l ordine a sistema Il processo Amministrazione Vendite e Assegnazione Spazi Acquisisce le proposte di vendita Verifica il rispetto della politica commerciale Verifica la disponibilità degli spazi richiesti e elabora soluzioni alternative Monitora la disponibilità degli spazi e indirizza le forze di vendita per massimizzare il venduto Se necessario negozia proposte alternative al richiesto con le forze di vendita e le supporta Amministra gli ordini, conferma le proposte di campagna e emette le conferme d ordine. Processi successivi (Output) Programmazione Pubblicità Venduta Definisce la posizione puntuale degli spot dei diversi clienti all interno dei break Controlla i contenuti dei materiali (filmati) e inserisce codici blocco Definisce e Invia scaletta-filmati all Editore per la trasmissione e certificazione Fatturazione Verifica emesso e emissione fatture 5

6 Mappatura del Processo Generale di Vendita (Macro). Clienti Agenzie Accordo Conferma d ordine S=03 Calendari Controllo Trasmissione Funzionari commerciali Negoziazione ordine S=01 Ri-Negoziazione contestazioni Marketing Direzione Commerciale Amministrazione Vendite Bacino Vuoto (Offerta) Indisponibilità spazi Assegnazione Spazi e conferma Gest. Variazione Ordine e Omaggi Gestione eccezioni o contestazione Fatturazione Certidicazione emesso Fatturazione Programmazione Pubblicità Venduta Emittente Editore Collocazione puntuale degli spot e abbinamento filmati Incompatibilità o Variazioni palinsesto urgenza Gestione Calendari Richiesta sostituzione materiali a Funzionari o a Clienti se rilevata incompatibili Emissione Scaletta Pulizia Bacino Effettivo Certificazione Emesso Trasmissione 6

7 La principale funzione del processo è la conferma della disponibilità degli spazi richiesti. Dal Processo Input * Processo Output Al Processo Commercializzazione Conferme d ordine Stato 01 Amministrazione Vendite e Assegnazione spazi Conferme ordine Stato 03 Programmazione Pubblicità venduta Dati in conferma d ordine Per la Pubblicità Tabellare è richiesta Un Numero di spot (es. 10 spot di 30 ) di un Prodotto (es. Gran Sera) all interno di una Settimana (es. 21^) per un Cliente (es, Barilla) e per una Marca (es. Tarallucci) Processo Dati risultanti da processo La conferma indica che per un determinato cliente e marca, [cliente] vende n passaggi di n secondi del prodotto x in una determinata settimana, a un determinato costo, con eventuali omaggi. 7

8 La gestione del processo deve bilanciare le esigenze aziendali con la soddisfazione dei clienti. Acquisizione proposta campagna Assegnazione Spazi richiesti Ottimizzazione Vendite del bacino Negoziazione con forza di vendita Amministrazione Ordini Preferenze del cliente non vincolanti Esigenze aziendali Preferenze del cliente vincolanti la tabellare Libera, prevede un impegno su posizione, orario ecc. e relativo prezzo addizionale (AV determina il sovraprezzo e produce un allegato alla conferma d ordine) Bilanciare le richieste concorrenti fra diversi spazi in bacino, fornendo informazioni alle forze di vendita per guidare le negoziazioni con i clienti Necessità di utilizzare spazi non prenotati Ottimizzare la profittabilità della vendita Contribuire a risolvere le contese fra funzioni commerciali 8

9 Il processo elabora i diversi input al fine di pianificare l emissione della pubblicita Ammini. Vendite Assegnazione Spazi Fatturazione Marketing INPUT Bacino di vendita Obiettivi e criteri di assegnazione spazi OUTPUT Allocazione puntuale bacino (scaletta emissione) Programmaz Pubblicità Commercia lizzazione Richieste di assegnazione spazi (da ordini) Conferme d ordine di campagne Programmaz Pubblicità Riempimento storico del bacino Offerte alternative Am.Vendite. Riempimento in essere del bacino Riempimento ottimizzato del bacino Marketing Riempimento previsto del bacino 9

10 Le fasi sono state suddivise in singole attività codificate Pubblicità Tabellare Acquisizione proposta campagna Assegnazione Spazi richiesti Ottimizzazione Vendite del bacino Negoziazione con forza di vendita Amministrazione Ordini Acquisire la proposta di vendita Verificare la disponibilità degli spazi richiesti Monitorare disponibilità degli spazi Negoziare alternative con forza vendite Confermare proposte campagna Verificare il rispetto della Politica commerciale Elaborare soluzioni alternative Rielaborare soluzioni alternative Supportare forze vendita Emettere le conferme d ordine Indirizzare le vendite Adeguare le proposte di campagna Generare reportistica delle vendite 10

11 Darwin supporta il processo Amministrazione Vendite e Assegnazione Spazi Pubblicità Tabellare Acquisizione proposta campagna Assegnazione spazi richiesti Ottimizzazione vendite del bacino Negoziazione con forza vendita Amministraz. ordini (Darwin) Gestione Commissioni (Darwin) Gestione Commissioni (Darwin) Gestione Commissioni (Darwin) Gestione Commissioni (Darwin) Gestione Commissioni (Proposte) Sales proposal (Darwin) Ordini (Darwin) Prodotti Listini e Politica Commerc. di periodo (Darwin) Bacino (Infosimo) Analisi Vendite/ Investimenti (Proposte) Proposte di campagne 11

12 Il Sistema copre la maggior parte delle funzioni del processo di Amministrazione Vendite e Assegnazione Spazi. Pubblicità Tabellare Acquisizione proposta campagna Assegnazione Spazi richiesti Ottimizzazione Vendite del bacino Negoziazione con forza di vendita Amministrazione Ordini Acquisire la proposta di vendita Verificare la disponibilità degli spazi richiesti Monitorare disponibilità degli spazi Negoziare alternative con forza vendite Confermare proposte campagan Verificare il rispetto della Politica commerciale Elaborare soluzioni alternative Rielaborare soluzioni alternative Supportare forze vendita Emettere le conferme d ordine Indirizzare le vendite Adeguare le proposte di campagna Generare reportistica delle vendite Non coperte Parzialmente coperte Coperte da darwin 12

13 AS-IS Amministrazione Vendite (esempio) Sotto processo: 1.1 Acquisizione proposta campagna Nr. Attività Input Output Responsabile Acquisire la proposta di vendita Verificare il rispetto delle politiche commerciali 1) Obiettivi e criteri di assegnazione spazi, definiscono le modalità per occupare il bacino. 2) Bacino: contiene i singoli punti d emissione break, i prodotti disponibili in periodo determinato. Amministrazione Vendite, che riceve le modalità definite per l accettazione delle proposte da DG Marketing e dal Responsabile della struttura commerciale 3) Richieste assegnazione spazi Descrizione attività Il funzionario carica l ordine a sistema. L ordine comprende solo la quantità di prodotto per periodo. Amministrazione Vendite riceve il caricamento da parte del funzionario, verifica e conferma se le condizioni dell ordine sono compatibili con la politica commerciale e in caso positivo emette conferma d ordine. AV allega le condizioni generali e invia la conferma d ordine al cliente. Descrizione IT Darwin: acquisire la proposta di vendita Darwin: verificare il rispetto della politica commerciale Note Il caricamento delle richieste era eseguito fino a un rece nte passato da parte di Amministrazione Vendite. Il decentramento collegato alla adozione della TQ80 ha trasferito il compito ai funzionari commerciali che ora eseguono il precaricamento. Lo stato 01 indica che la richiesta è stata precaricata dal Funzionario Commerciale a sistema. Lo stato 03 indica che Amministrazione Vendite ha confermato l accettazione della richiesta. Richieste 13

14 Note di approfondimento: analisi rapporto storico con il cliente se i Funzionari chiedono l accettazione di un ordine, AV esamina la storia del rapporto con il cliente delle ultime 3 settimane trascorse quale base decisionale, se ad esempio il cliente chiede un prodotto da 3 settimane, ricevendo sempre proposte di conversione, diventa ora necessario accontentarlo. nei criteri di assegnazione spazi sono comprese le condizioni che regolano il rapporto con il cliente; se [cliente] ha garantito che nel mese di maggio assegnerà un certo numero di passaggi nei break, diventa necessario confermare quanto pattuito. Attualmente la conciliazione dei diversi input, il controllo del rispetto di tutte le condizioni necessarie per l emissione della conferma d ordine, comporta un rilevante impegno del personale della Amministrazione Vendite. 14

15 Conclusioni In conclusione pur essendo il processo complessivo di gestione del core business relativamente semplice la gestione di Amministrazione Vendite richiede un impegno rilevante del personale in quanto: Non c e magazzino. Il prodotto è soggetto a variabilità. Sono necessarie risposte tempestive. Esistono vincoli esterni. Tali condizioni impattano su tutta l organizzazione aziendale. AV risulta particolarmente impegnata nelle attività di rinegoziazione, che richiedono l elaborazione di proposte alternative nei casi di concorrenza dei clienti sui medesimi prodotti. 15

16 L applicazione della SOA ha riguardato 2 aree della Gestione della Vendita della pubblicità Marketing Prog.Prodotti Polit.Commer Commercial izzazione Amministra zione Vendite Programma zione Pubblicità Fatturazione Plan / Direct A. Amministrazione Aziendale Strategia aziendale Tesoreria e Finanza Strategia IT B. Analisi e Strategie di Marketing Ricerche di Mercato Strategie di Prodotto Strategie di Mercato C. Progettazoine prodotti e Pol. Comm. Accordi con Editore Strategia Vendita Pubblicitaria Pianificazione vendita pubblicità D. Commercializzazione Definizione di Target e Budget E. Amministrazione Vendite Strategia di massimizzazione del valore F. Programmazione Pubblicità Strategia di massimizzazione dell utilizzo degli spazi 4 Strategie di canale / 3e Parti e Agenzie Strategia Campagne di Vendita 5 Business Performance Analisi Comportamento d Acquisto Definizione del prodotto Gestione Portafoglio Clienti / Agenzie Verifica rispetto politica commerciale Controllo contenuti filmati 6 Supporto Legale Analisi Concorrenza Definizione Periodi di Vendita Coordinamento Agenzie Assegnazione Disponibilità e ottimizzazione Massimizzazione utilizzo degli spazi 7 Definizione e gestione dei Contratti Analisi Normativa e Accordi di settore Definizione Condizioni di Vendita (prezzi/sconti) Gestione Forze di Vendita Tracking & Reporting delle Performance Programmazione Control / Manage 8 9 Audit e Risk Management Analisi Vendite Analisi Audience Sviluppo e aggiornamento del bacino Analisi Vendite Negoziazione Forze di vendita Gestione contestazioni 10 Stima Audience Gestione Campagne Tracciatura e Certificazione pubblicità emessa 11 Segmentazione Clienti Analisi Valore e redditività del Bacino Analisi di Mercato / Media Gestione Eccezioni di trasmissione 12 Definizione Campagne di Vendita Riallineamento Bacino Acquisti Relazioni esterne Pubblicazione Politica Commerciale Vendita pubblicitaria Conversioni Amministrazione Ordini Finalizzazione programmazione e distribuzione calendari Codifica e abbinamento filmati Execute 15 Risorse Umane Sviluppo Mercato Fatturazione Invio Scaletta 16 Sviluppo e Supporto IT Esecuzione piani di Marketing Gestione Credito Gestione Iniziative Speciali (promo) 18 Gestione Sedi e Manutenzione Servizio Cliente 16

17 Passi di analisi compiuti per ciascuna delle 2 aree Sessioni di analisi condotte con gli Utenti mirate alla descrizione del business dell area oggetto di analisi Attività condivise con la Direzione Utente Descrizione dei processi in cui si articolano le operazioni Identificazione dei Business Goal e dei KPI Decomposizione funzionale mirata a definire: Aree funzionali Componenti dei processi Identificazione delle componenti funzionali a partire da Analisi As-Is Costruzione della lista delle componenti candidate a Servizi (Componenti dei Processi + Componenti da As-Is + Misuratori da Goal Service Modeling) Valutazione dei candidati sulla base dei criteri di eleggibilità a servizio (Service Litmus Test) Identificazione dei servizi Descrizione dei servizi in termini di composizione, flusso e messaggi Collocazione dei servizi e delle componenti sui diversi layer della architettura SOA Risultati delle attività condivise con il CoE. Partecipazione al CoE della Direzione Utente Descrizione dei processi di business con Websphere Business Modeler Catalogazione tecnica dei Servizi e delle Componenti di servizio Mappatura dei servizi rispetto alla logica GUI già sviluppata o da sviluppare 17

18 Descrizione Processo (esempio) Ipotizzare una possibile evoluzione migliorativa dei processi consente il confronto tra la lista dei servizi identificati nella situazione attuale e una ragionevole alternativa, permettendo così di: Confermare le decisioni prese in merito all esposizione dei servizi (se la maggior parte dei servizi compare nelle 2 liste) Verificare il grado di flessibilità introdotta con un approccio SOA 18

19 Il Center of Excellence del Cliente svolge un ruolo insostituibile nell introduzione ed implementazione di un architettura SOA La decisione di esporre o meno un servizio (e di sostenere i costi correlati alla sua gestione) è una decisione che compete unicamente al cliente. Sotto il profilo della valutazione dell impatto della modifica e della manutenzione un servizio, una volta esposto, equivale ad una piccola applicazione Il livello di servizio (in termini prestazionali, di disponibilità, ) deve essere garantito dall infrastruttura IT I temi precedenti (ed in generale tutto ciò che ricade nell ambito della SOA Governance) impongono l esistenza di un referente (il CoE) in grado di: Stabilire le regole di elezione di una componente a servizio Rivedere e validare la lista delle componenti e dei servizi Definirne i processi di gestione Presiedere a tali processi La presenza del CoE come ente designato dal Cliente in grado di assumere le responsabilità legate alla SOA Governance si propone come elemento essenziale per il successo delle iniziative SOA 19

20 20

La conoscenza del Cliente come fonte di profitto

La conoscenza del Cliente come fonte di profitto La conoscenza del Cliente come fonte di profitto Giorgio Redemagni Responsabile CRM Convegno ABI CRM 2003 Roma, 11-12 dicembre SOMMARIO Il CRM in UniCredit Banca: la Vision Le componenti del CRM: processi,

Dettagli

La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience. ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014

La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience. ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014 La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014 Agenda Il contesto di mercato La centralità del Pricing Come sfruttare le potenzialità

Dettagli

ESSERE O APPARIRE. Le assicurazioni nell immaginario giovanile

ESSERE O APPARIRE. Le assicurazioni nell immaginario giovanile ESSERE O APPARIRE Le assicurazioni nell immaginario giovanile Agenda_ INTRODUZIONE AL SETTORE ASSICURATIVO La Compagnia di Assicurazioni Il ciclo produttivo Chi gestisce tutto questo Le opportunità di

Dettagli

Le nuove soluzioni in risposta alle esigenze delle imprese

Le nuove soluzioni in risposta alle esigenze delle imprese Le nuove soluzioni in risposta alle esigenze delle imprese Giuseppe Troncone Partner, Business Consulting Service Financial Services Sector Leader IBM Italia Il Modello competitivo del mercato Corporate

Dettagli

I N D I C E 1 [ FILIALE LEGGERA O CLIENTE? ] 2 [ GESTIONE PER MATRICE O PER SOCIETA? ] 3 [ EFFICACIA O EFFICIENZA? ]

I N D I C E 1 [ FILIALE LEGGERA O CLIENTE? ] 2 [ GESTIONE PER MATRICE O PER SOCIETA? ] 3 [ EFFICACIA O EFFICIENZA? ] MODELLI DI SVILUPPO INTERNAZIONALE I N D I C E 1 [ FILIALE LEGGERA O CLIENTE? ] 2 [ GESTIONE PER MATRICE O PER SOCIETA? ] 3 [ EFFICACIA O EFFICIENZA? ] La scelta del modello ottimale per lo sviluppo nei

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Technical Document Release Version 1.0. Product Sheet. MediaSpot. Creazione e gestione palinsesto pubblicitario

Technical Document Release Version 1.0. Product Sheet. MediaSpot. Creazione e gestione palinsesto pubblicitario Technical Document Release Version 1.0 Product Sheet MediaSpot Creazione e gestione palinsesto pubblicitario MediaSpot MediaSpot è il software di SI Media sviluppato per la gestione completa dei contratti

Dettagli

UMIQ. Il metodo UMIQ. Unindustria Bologna. Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende

UMIQ. Il metodo UMIQ. Unindustria Bologna. Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende QUALITA UNINDUSTRIA INNOVAZIONE METODO UMIQ Il metodo UMIQ Unindustria Bologna Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende Obiettivi del corso Fornire

Dettagli

Lista delle descrizioni dei Profili

Lista delle descrizioni dei Profili Lista delle descrizioni dei Profili La seguente lista dei Profili Professionali ICT è stata definita dal CEN Workshop on ICT Skills nell'ambito del Comitato Europeo di Standardizzazione. I profili fanno

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

IL DIRECT MARKETING CAMPAGNE MARKETING CON

IL DIRECT MARKETING CAMPAGNE MARKETING CON IL DIRECT MARKETING CAMPAGNE MARKETING CON INTRODUZIONE Ad ognuno la giusta azione di Marketing All interno del cosiddetto Customer Acquisition Funnel 1, le attività di Direct Marketing si posizionano

Dettagli

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti Si rivolge a: Forza vendita diretta Agenti Responsabili vendite Il catalogo MARKET Responsabili commerciali Imprenditori con responsabilità diretta sulle vendite 34 di imprese private e organizzazioni

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 INDICE IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Requisiti generali Responsabilità Struttura del sistema documentale e requisiti relativi alla documentazione Struttura dei

Dettagli

*(67,21(,03$77,25*$1,==$7,9,(

*(67,21(,03$77,25*$1,==$7,9,( 3,1,),=,21((21752//2, *(67,21(,0377,25*1,==7,9,( 68//(5,6256(801( 7HVWLPRQLDQ]DGHO*UXSSR%DQFD/RPEDUGD *=DQRQL 0LODQRJLXJQR Struttura del Gruppo Banca Lombarda 6WUXWWXUDGHO*UXSSR%DQFD/RPEDUGDH3LHPRQWHVH

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Allegato 5 CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Legge Regionale 24 febbraio 2006, n. 1 art. 6 comma 4 lett. d) 1 Indice Introduzione...3....3 Piano di marketing strategico per l estero... 4 Organizzazione funzione

Dettagli

VALUE LAB CONSULENZA DI DIREZIONE AZIENDALE

VALUE LAB CONSULENZA DI DIREZIONE AZIENDALE VALUE LAB CONSULENZA DI DIREZIONE AZIENDALE LOYALTY PROGRAM Le fasi di definizione di un programma fedeltà Di Marco Di Dio Roccazzella Partner di Value Lab marcodidio@valuelab.it 2 Numerose aziende si

Dettagli

CRM per il marketing associativo

CRM per il marketing associativo CRM per il marketing associativo Gestire le relazioni e i servizi per gli associati Premessa Il successo di un associazione di rappresentanza dipende dalla capacità di costituire una rete efficace di servizi

Dettagli

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager è una soluzione completa

Dettagli

Il controllo di gestione nelle aziende che operano su commessa e l informativa di bilancio sui lavori in corso

Il controllo di gestione nelle aziende che operano su commessa e l informativa di bilancio sui lavori in corso Dipartimento Impresa Ambiente & Management Mirella Zito Il controllo di gestione nelle aziende che operano su commessa e l informativa di bilancio sui lavori in corso Copyright MMIX ARACNE editrice S.r.l.

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Eccellenza in Business Process Management edizione 2010 Con il patrocinio e la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica dell Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Marketing e Vendita della Formazione

Marketing e Vendita della Formazione Formazione-azione in: Marketing e Vendita della Formazione Percorso formativo promosso da Cespim srl e CONFAPI in collaborazione con Creattività srl Percorso formativo finanziato dal Fondo FAPI. Struttura

Dettagli

Le filiere della comunicazione

Le filiere della comunicazione ASK - Centro di ricerca Art, Science and Knowledge Le filiere della Paola Dubini Mario Campana 24 marzo 2009 Osservatorio Business TV Le domande della ricerca 1. Come si articola il processo di costruzione

Dettagli

Corso semestrale di Analisi e Contabilità dei Costi

Corso semestrale di Analisi e Contabilità dei Costi Corso semestrale di Analisi e Contabilità dei Costi Il target costing Che cosa è il target costing. In prima analisi. E un metodo di calcolo dei costi, utilizzato in fase di progettazione di nuovi prodotti,

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO

Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO di Massimo Lazzari e Davide Mondaini (*) L evoluzione rapida e irreversibile dei contesti di riferimento in cui le aziende si

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 AREA 2 FORMAZIONE TECNICO-MANAGERIALE IRECOOP UMBRIA Ente di formazione professionale di CONFCOOPERATIVE UMBRIA 0 INDICE DEI CORSI A CATALOGO COMUNICAZIONE EFFICACE.....

Dettagli

Evidenziare le modalità con le quali l azienda agrituristica produce valore per i clienti attraverso la gestione dei propri processi.

Evidenziare le modalità con le quali l azienda agrituristica produce valore per i clienti attraverso la gestione dei propri processi. 5. Processi Evidenziare le modalità con le quali l azienda agrituristica produce valore per i clienti attraverso la gestione dei propri processi. Il criterio vuole approfondire come l azienda agrituristica

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - IMPIEGATO SERVIZI MARKETING E COMUNICAZIONE - DESCRIZIONE

Dettagli

Direzione Centrale Sistemi Informativi

Direzione Centrale Sistemi Informativi Direzione Centrale Sistemi Informativi Missione Contribuire, in coerenza con le strategie e gli obiettivi aziendali, alla definizione della strategia ICT del Gruppo, con proposta al Chief Operating Officer

Dettagli

Approfondimento L interazione tra mercato e impresa

Approfondimento L interazione tra mercato e impresa Approfondimento L interazione tra mercato e impresa Glossario di marketing Accettazione: pubblico. misura l accoglimento di un annuncio pubblicitario da parte del Account: figura professionale che svolge

Dettagli

Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione

Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap. 23 Le competenze

Dettagli

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

Export Development Export Development

Export Development Export Development SERVICE PROFILE 2014 Chi siamo L attuale scenario economico nazionale impone alle imprese la necessità di valutare le opportunità di mercato offerte dai mercati internazionali. Sebbene una strategia commerciale

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Seminario di Formazione Sales & Marketing Alberghiero SALES & MORE CONSULTING FORMAZIONE

Seminario di Formazione Sales & Marketing Alberghiero SALES & MORE CONSULTING FORMAZIONE Seminario di Formazione Sales & Marketing Alberghiero SALES & MORE CONSULTING FORMAZIONE Marketing Strategico L'analisi attenta del mercato di riferimento può aprire nuove prospettive al business alberghiero:

Dettagli

Tentata Vendita Raccolta ordini Rifatturazione

Tentata Vendita Raccolta ordini Rifatturazione Plurimpresa Mobile La soluzione software specifica per Tentata Vendita Raccolta ordini Rifatturazione Prima Parte: Introduzione Plurimpresa Mobile Pagina 2 di 12 PREMESSA La diminuzione sempre più crescente

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA. Service Oriented Architecture

SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA. Service Oriented Architecture SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA Service Oriented Architecture Ormai tutti, nel mondo dell IT, conoscono i principi di SOA e i benefici che si possono ottenere

Dettagli

IAS nei sistemi bancari: la visione Banksiel

IAS nei sistemi bancari: la visione Banksiel Fondo Interbancario: IAS nei sistemi bancari: la visione Banksiel Indice Gli impegni normativi Gli impatti L approccio Banksiel Le soluzioni Banksiel Case study 2 Gli impegni normativi 3 Gli impegni normativi

Dettagli

Direzione Marketing Small Business Missione

Direzione Marketing Small Business Missione Direzione Marketing Small Business Missione Soddisfare i bisogni della clientela Small Business 1, compresi gli Enti, attraverso un presidio integrato di segmento, prodotto e canale Definire un modello

Dettagli

Il Business Game di Conform. Il Piano di Marketing

Il Business Game di Conform. Il Piano di Marketing Il Business Game di Conform Il Piano di Marketing 2 Indice -- Premessa -- Business game - marketing plan -- La struttura del gioco -- Un caso concreto -- Le modalità di gioco -- L inizio del percorso --

Dettagli

Il marketing in rete Marketing relazionale e nuove tecnologie

Il marketing in rete Marketing relazionale e nuove tecnologie Il marketing in rete Marketing relazionale e nuove tecnologie Obiettivi della lezione Illustrare il passaggio dall orientamento alla transazione all orientamento alla relazione nel marketing contemporaneo

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

5.1. LA STRUTTURA DEL MASTER BUDGET: BUDGET OPERATIVI, FINANZIARI E DEGLI INVESTIMENTI

5.1. LA STRUTTURA DEL MASTER BUDGET: BUDGET OPERATIVI, FINANZIARI E DEGLI INVESTIMENTI 5.1. LA STRUTTURA DEL MASTER BUDGET: BUDGET OPERATIVI, FINANZIARI E DEGLI INVESTIMENTI Master Budget: insieme coordinato e coerente dei budget operativi, finanziari e degli investimenti è rappresentato

Dettagli

Solvency II Operational Trasformation. Evidenze sull area Commerciale e Comunicazione 19 Gennaio 2012 1

Solvency II Operational Trasformation. Evidenze sull area Commerciale e Comunicazione 19 Gennaio 2012 1 Solvency II Operational Trasformation Evidenze sull area 19 Gennaio 2012 1 Agenda Modello di analisi adottato Modello dei processi standard area Impatti Solvency II sull area Modello di riferimento a tendere

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Project Management Office per centrare tempi e costi

Project Management Office per centrare tempi e costi Project Management Office per centrare tempi e costi Il Project Management Office (PMO) rappresenta l insieme di attività e strumenti per mantenere efficacemente gli obiettivi di tempi, costi e qualità

Dettagli

IL BUDGET IN UNA SOCIETA DI SERVIZI. SINTESI S.r.l. Potenza, 17.06.2015 - Università degli Studi della Basilicata

IL BUDGET IN UNA SOCIETA DI SERVIZI. SINTESI S.r.l. Potenza, 17.06.2015 - Università degli Studi della Basilicata IL BUDGET IN UNA SOCIETA DI SERVIZI SINTESI S.r.l. Potenza, 17.06.2015 - Università degli Studi della Basilicata SINTESI S.r.l 1 SINTESI S.r.l. è una società di servizi che opera nel settore della formazione

Dettagli

CORSO SENIOR New Media Marketing for Hospitality Marzo-Aprile-Maggio 2012 Firenze Milano

CORSO SENIOR New Media Marketing for Hospitality Marzo-Aprile-Maggio 2012 Firenze Milano CORSO SENIOR New Media Marketing for Hospitality Marzo-Aprile-Maggio 2012 Firenze Milano La padronanza di mezzi innovativi e la capacità di realizzare un piano di social media marketing adottando soluzioni

Dettagli

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Osservatorio Cloud & ICT as a Service Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Mariano Corso Stefano Mainetti 17 Dicembre 2013 Collaborative Business

Dettagli

MARKETING DEI PRODOTTI VITIVINICOLI

MARKETING DEI PRODOTTI VITIVINICOLI Anno Accademico 2008/09 MARKETING DEI PRODOTTI VITIVINICOLI Appunti dalle lezioni del Prof. Diego Begalli 5. STRATEGIA, PIANIFICAZIONE E CONTROLLO Pianificazione d azienda Pianificazione strategica Pianificazione

Dettagli

COME MISURARE UN SERVICE DESK IT

COME MISURARE UN SERVICE DESK IT OSSERVATORIO IT GOVERNANCE COME MISURARE UN SERVICE DESK IT A cura di Donatella Maciocia, consultant di HSPI Introduzione Il Service Desk, ovvero il gruppo di persone che è l interfaccia con gli utenti

Dettagli

Business Intelligence Revorg. Roadmap. Revorg Business Intelligence. trasforma i dati operativi quotidiani in informazioni strategiche.

Business Intelligence Revorg. Roadmap. Revorg Business Intelligence. trasforma i dati operativi quotidiani in informazioni strategiche. soluzioni di business intelligence Revorg Business Intelligence Utilizza al meglio i dati aziendali per le tue decisioni di business Business Intelligence Revorg Roadmap Definizione degli obiettivi di

Dettagli

ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA Allegato 2 Modello di offerta tecnica Pagina 1 di 23 Premessa Nella redazione dell Offerta tecnica il concorrente deve seguire lo schema del modello proposto in questo

Dettagli

SETTORE PER SETTORE, I PROFILI PIU RICHIESTI (E PIU PAGATI) DALLE AZIENDE

SETTORE PER SETTORE, I PROFILI PIU RICHIESTI (E PIU PAGATI) DALLE AZIENDE SETTORE PER SETTORE, I PROFILI PIU RICHIESTI (E PIU PAGATI) DALLE AZIENDE SALUTE FINANZA LUSSO & MODA DIGITALE RISTORAZIONE VENDITA ENERGIA DIGITALE 1) Web marketing manager Ruolo: responsabile dello sviluppo

Dettagli

PRICING E REVENUE MANAGEMENT

PRICING E REVENUE MANAGEMENT PRICING E REVENUE MANAGEMENT Strategie di Pricing Alberghiero Listino Fisso VS Listino Dinamico Ha ancora senso oggi avere un listino prezzi statico per una struttura alberghiera? La strategia del listino

Dettagli

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu CHI SIAMO Carmaconsulting nasce dall intuizione dei soci fondatori di offrire

Dettagli

Gestire gli eventi di business per ottimizzare i processi

Gestire gli eventi di business per ottimizzare i processi Gestire gli eventi di business per ottimizzare i processi Antonella Bertoletti Senior Certified Consultant IT Specialist WebSphere Technical Sales Team IBM Software Group Gli eventi di business Qualunque

Dettagli

SAFETY & QUALITY FORUM 2010. Metodi e strumenti per il governo delle prestazioni aziendali 10-137 FQ001 Rev.0

SAFETY & QUALITY FORUM 2010. Metodi e strumenti per il governo delle prestazioni aziendali 10-137 FQ001 Rev.0 SAFETY & QUALITY FORUM 2010 1 Metodi e strumenti per il governo delle prestazioni aziendali 2 Le Tappe: 1987-1994 2000-2008 Le Tappe: 1987-1994 2000-2008 OGGETTO 1987 Sistema Qualità FORNITORE/ ORGANIZZAZIONE

Dettagli

D ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DEL PROGETTO ORGANIZZATIVO, CRITERI E MODALITÀ DI VALUTAZIONE

D ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DEL PROGETTO ORGANIZZATIVO, CRITERI E MODALITÀ DI VALUTAZIONE PROCEDURA DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DEL GIOCO DEL LOTTO AUTOMATIZZATO E DEGLI ALTRI GIOCHI NUMERICI A QUOTA FISSA Allegato D ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE

Dettagli

Microsoft Dynamics AX per le aziende di servizi

Microsoft Dynamics AX per le aziende di servizi Microsoft Dynamics AX per le aziende di servizi Una crescita sostenibile attraverso il potenziamento dei clienti più redditizi 2012 Microsoft Dynamics AX con il modulo Professional Services offre una soluzione

Dettagli

Appendice 2 Piano di business preliminare

Appendice 2 Piano di business preliminare Appendice 2 Piano di business preliminare Sistema di valutazione di business idea e/o start-up innovative Piano di business preliminare DOCUMENTO DA RIEMPIRE A CURA DEL PROPONENTE Indice 1 Analisi tecnica

Dettagli

1- Corso di IT Strategy

1- Corso di IT Strategy Descrizione dei Corsi del Master Universitario di 1 livello in IT Governance & Compliance INPDAP Certificated III Edizione A. A. 2011/12 1- Corso di IT Strategy Gli analisti di settore riportano spesso

Dettagli

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business 2 La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business (2 - migliorate la vostra credibilità: i 5 passi per dimostrare l efficacia del Marketing) Pagina 1 di 9 SOMMARIO PREMESSA...

Dettagli

INFORMATIVA AL PUBBLICO AI SENSI DEL PROVVEDIMENTO BANCA D ITALIA 24 OTTOBRE 2007 TITOLO III CAPITOLO 1

INFORMATIVA AL PUBBLICO AI SENSI DEL PROVVEDIMENTO BANCA D ITALIA 24 OTTOBRE 2007 TITOLO III CAPITOLO 1 INFORMATIVA AL PUBBLICO AI SENSI DEL PROVVEDIMENTO BANCA D ITALIA 24 OTTOBRE 2007 TITOLO III CAPITOLO 1 Premessa Il Regolamento della Banca d Italia in materia di vigilanza prudenziale per le SIM (Titolo

Dettagli

VISION 2000 VISION 2000

VISION 2000 VISION 2000 VISION 2000 dalle QUALITA? ISO 9000 alle VISION 2000 SOMMARIO Aspetti generali, architettura e caratteristiche delle norme Evoluzione dei contenuti Ricadute sui processi di certificazione Applicazione

Dettagli

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INDICE Premessa 3 Obiettivi e strumenti metodologici dell intervento di formazione 4 Moduli e contenuti dell intervento di

Dettagli

DISPOSIZIONE ORGANIZZATIVA n. 654/AD del 24 lug 2007. Trenitalia

DISPOSIZIONE ORGANIZZATIVA n. 654/AD del 24 lug 2007. Trenitalia DISPOSIZIONE ORGANIZZATIVA n. 654/AD del 24 lug 2007 Trenitalia Principali logiche organizzative: Al fine di migliorare l efficacia del processo di monitoraggio del servizio di trasporto passeggeri e merci

Dettagli

La reingegnerizzazione dei processi nella Pubblica Amministrazione

La reingegnerizzazione dei processi nella Pubblica Amministrazione La reingegnerizzazione dei processi nella Pubblica Amministrazione Dott.ssa Teresa Caltabiano Area della Ricerca Catania, 15 luglio 2011 Agenda Il contesto di riferimento Le organizzazioni I processi Il

Dettagli

ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 429/AD del 11 mar 2005 Trenitalia S.p.A.

ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 429/AD del 11 mar 2005 Trenitalia S.p.A. ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 429/AD del 11 mar 2005 Trenitalia S.p.A. La struttura organizzativa DIREZIONE MANUTENZIONE E LOGISTICA, la cui titolarità è confermata ad interim all ing. Roberto TESTORE,

Dettagli

Organizzazione aziendale e controllo di gestione

Organizzazione aziendale e controllo di gestione Organizzazione aziendale e controllo di gestione I nostri servizi: Definizione procedure di pianificazione e controllo Studio e miglioramento lay-out Studio tempi e metodi di lavorazione Ottimizzazione

Dettagli

Lo Studio di Fattibilità

Lo Studio di Fattibilità Lo Studio di Fattibilità Massimo Mecella Dipartimento di Informatica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza Definizione Insieme di informazioni considerate necessarie alla decisione sull investimento

Dettagli

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing LEZIONE N. 3 di Marketing Alessandro De Nisco Università del Sannio Corso di Marketing OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO DELLA LEZIONE COMPRENDERE IL PROCESSO DI PIANIFICAZIONE, IMPLEMENTAZIONE E CONTROLLO DI

Dettagli

Questionario Costi 2012 a livello individuale

Questionario Costi 2012 a livello individuale Attività prevalenti / Linee di business (evidenziare il peso relativo: totale = 100) trading asset management finanza personale banca commerciale e-banking, e-finance banca d'investimento credito al consumo

Dettagli

CORSI PER INSERIMENTO NEL MERCATO LAVORO DURATA 350 600 ORE

CORSI PER INSERIMENTO NEL MERCATO LAVORO DURATA 350 600 ORE 1 La Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni, ente di formazione collegato all Unione CTSP di Milano e provincia, propone la seguente offerta formativa: CORSI PER INSERIMENTO

Dettagli

CONFORMITÀ CONTRATTI CONTROLLO DI GESTIONE GESTIONE INTERVENTI

CONFORMITÀ CONTRATTI CONTROLLO DI GESTIONE GESTIONE INTERVENTI CONFORMITÀ NOLEGGIO CONTRATTI MANUTENZIONE PROGRAMMATA CONTROLLO DI GESTIONE GESTIONE INTERVENTI PLANNING GRAFICO Handmade è una azienda giovane e dinamica, con una decennale esperienza nel settore del

Dettagli

IL CONTACT CENTER COME STRUMENTO DI CRM NELL AMBITO DI UNA STRATEGIA DI RIDUZIONE DEI COSTI

IL CONTACT CENTER COME STRUMENTO DI CRM NELL AMBITO DI UNA STRATEGIA DI RIDUZIONE DEI COSTI IL CONTACT CENTER COME STRUMENTO DI CRM NELL AMBITO DI UNA STRATEGIA DI RIDUZIONE DEI COSTI I consumatori sono saturi e hanno poco tempo, ha sentenziato recentemente Enrico Finzi, presidente di Astra/Demoskopea,

Dettagli

Piano di marketing internazionale

Piano di marketing internazionale UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO CORSO DI MARKETING INTERNAZIONALE anno accademico 2004/2005 ISSUE 6: Piano di marketing internazionale Prof. Mauro Cavallone Dott.ssa Chiara Zappella Materiale didattico

Dettagli

di servizi complessi Roma, 10 Maggio 2012

di servizi complessi Roma, 10 Maggio 2012 La gestione in outsourcing di servizi complessi Roma, 10 Maggio 2012 Divisione Mercato complessità in numeri Contact Center 50 milioni Chiamate ricevute Punti fisici Oltre 1.300 diretti e indiretti Web

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ DI

MANUALE DELLA QUALITÀ DI MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 13 MANUALE DELLA QUALITÀ DI Copia master Copia in emissione controllata (il destinatario di questo documento ha l obbligo di conservarlo e di restituirlo, su richiesta della

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL B

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL B Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL B Francesco Clabot 1 Responsabile erogazione servizi tecnici francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici IT

Dettagli

ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 434/AD del 11 mar 2005 Trenitalia S.p.A.

ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 434/AD del 11 mar 2005 Trenitalia S.p.A. ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 434/AD del 11 mar 2005 Trenitalia S.p.A. La struttura organizzativa DIREZIONE è confermata al dr. Paolo GAGLIARDO, con le specificazioni di seguito riportate. Alle dirette

Dettagli

Shared Services Centers

Shared Services Centers Creating Value Through Innovation Shared Services Centers IBM Global Business Services Definizione di Shared Services Center (SSC) I Centri di Servizio Condivisi (Shared Services Center SSC) sono: Organizzazioni

Dettagli

IL NUOVO MODELLO ORGANIZZATIVO DELLE STRUTTURE COMMERCIALI TERRITORIALI

IL NUOVO MODELLO ORGANIZZATIVO DELLE STRUTTURE COMMERCIALI TERRITORIALI IL NUOVO MODELLO ORGANIZZATIVO DELLE STRUTTURE COMMERCIALI TERRITORIALI 22 gennaio 2004 Posteitaliane 1 LINEE DI CONTESTO Negli anni passati è stato fatto un vigoroso sforzo per arricchire e diversificare

Dettagli

www.fastferrovie.it SEGRETERIA REGIONALE PIEMONTE E VALLE D AOSTA

www.fastferrovie.it SEGRETERIA REGIONALE PIEMONTE E VALLE D AOSTA informa www.fastferrovie.it SEGRETERIA REGIONALE PIEMONTE E VALLE D AOSTA FOGLIO INFORMATIVO STAMPATO IN PROPRIO - ANNO 3, N. 048 - FEBBRAIO 2010 CARGO DIISPOSIIZIIONE ORGANIIZZATIIVA 952//10 FAST FerroVie

Dettagli

ESAME CISA 2003: 3. Protezione del patrimonio dati e degli asset aziendali (25%) 4. Ripristino in caso di calamità e continuità operativa (10%)

ESAME CISA 2003: 3. Protezione del patrimonio dati e degli asset aziendali (25%) 4. Ripristino in caso di calamità e continuità operativa (10%) ESAME CISA 2003: 1. Gestione, pianificazione ed organizzazione SI (11%) 2. Infrastrutture tecniche e prassi operative (13%) 3. Protezione del patrimonio dati e degli asset aziendali (25%) 4. Ripristino

Dettagli

Memorandum sul Sistema di controllo di gestione. Format esemplificativo

Memorandum sul Sistema di controllo di gestione. Format esemplificativo Memorandum sul Sistema di di gestione Format esemplificativo Settembre 2011 Borsa Italiana S.p.A. Tutti i diritti riservati. Ai sensi della legge sui diritti d autore e del codice civile è vietata la riproduzione

Dettagli

Il flusso di lavoro in un agenzia media

Il flusso di lavoro in un agenzia media Il flusso di lavoro in un agenzia media Il flusso di lavoro in un agenzia media Il Brief del Cliente Il planning strategico Analisi della concorrenza Analisi e costruzione del target Gli obiettivi di comunicazione

Dettagli

Processi e Risk Assessment nel Gruppo Reale Mutua 23/05/2013

Processi e Risk Assessment nel Gruppo Reale Mutua 23/05/2013 Processi e Risk Assessment nel Gruppo Reale Mutua 23/05/2013 Agenda 1. Il Gruppo Reale Mutua 2. Il progetto BPM 3. Il processo di Control Risk Self Assessment 4. Le sfide del futuro Il Gruppo Reale Mutua

Dettagli

Chi Siamo. Esperienza Ricerca Forte impronta quantitativa Condivisione dei bisogni Soluzioni tailored made

Chi Siamo. Esperienza Ricerca Forte impronta quantitativa Condivisione dei bisogni Soluzioni tailored made Chi Siamo Metodia nasce a Siena nel 2004 da un gruppo di consulenti e ricercatori, professionisti in discipline statistiche ed economiche, già impegnati da diversi anni in collaborazioni con l Università

Dettagli

La Formazione: elemento chiave nello Sviluppo del Talento. Enzo De Palma Business Development Director

La Formazione: elemento chiave nello Sviluppo del Talento. Enzo De Palma Business Development Director La Formazione: elemento chiave nello Sviluppo del Talento Enzo De Palma Business Development Director Gennaio 2014 Perché Investire nello Sviluppo del Talento? http://peterbaeklund.com/ Perché Investire

Dettagli

ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITA NELLO STUDIO LEGALE

ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITA NELLO STUDIO LEGALE 22 aprile 2015 ore 14:30 / 18:30 Sala della Fondazione Forense Bolognese Via del Cane, 10/a Presiede e modera Avv. Federico Canova Consigliere dell Ordine degli Avvocati di Bologna ANALISI,REVISIONEEIMPLEMENTAZIONEDIUNMODELLO

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Clienti e

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Clienti e LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Clienti e vendite Novembre 2013 Indice 1. Crediti e vendite 2. Obiettivi di revisione 3. Pianificazione della revisione 4. La valutazione del sistema di controllo interno

Dettagli

MARKETING AUTOMATION Potenzialità, numeri e vantaggi

MARKETING AUTOMATION Potenzialità, numeri e vantaggi 01 MARKETING AUTOMATION Potenzialità, numeri e vantaggi Contenuti 1.0 1.1 1.2 Marketing Automation, un introduzione Cosa e quanto cambia in azienda Le prestazioni Le aziende che utilizzano la marketing

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE Titolo progetto: Ente: ALDEBRA SPA Indirizzo: VIA LINZ, 13 38121 TRENTO Recapito telefonico: 0461/302400 Indirizzo e-mail: info@aldebra.com Indirizzo

Dettagli

LEZIONE 3 CUSTOMER RELATIONSHIP ICT GOVERNANCE. ECONOMIA dell ICT ECONOMIA DELL ICT 1. Facoltà di Ingegneria Università di Roma Tor Vergata

LEZIONE 3 CUSTOMER RELATIONSHIP ICT GOVERNANCE. ECONOMIA dell ICT ECONOMIA DELL ICT 1. Facoltà di Ingegneria Università di Roma Tor Vergata LEZIONE 3 CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) ICT GOVERNANCE ECONOMIA dell ICT ECONOMIA DELL ICT 1 Sviluppo storico del CRM 50 60 Avvento dei brand items e delle agenzie di pubblicità 70 Avvento del

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

DCR consulting email: info@dcrconsulting.it website: www.dcrconsulting.it - cellulare: 345.502.0019 - telefono: 0824.42.969 Partiva iva 01559270622

DCR consulting email: info@dcrconsulting.it website: www.dcrconsulting.it - cellulare: 345.502.0019 - telefono: 0824.42.969 Partiva iva 01559270622 PROGRAMMA CORSO MARKETING ED INNOVAZIONE NEL MERCATO FARMACEUTICO TITOLO RAZIONALE PRINCIPALI ARGOMENTI ORE Modulo 1 Modulo 2 Marketing strategico Marketing operativo Questo modulo introduce gli aspetti

Dettagli