Il D.L. 5 del 10/02/2009 Le principali disposizioni INCENTIVI AUTO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il D.L. 5 del 10/02/2009 Le principali disposizioni INCENTIVI AUTO"

Transcript

1 Il D.L. 5 del 10/02/2009 Le principali disposizioni Mario Agostinelli Nuovo decreto volto al sostegno della situazione economica e finanziaria e al contrasto della crisi globale. Le misure contenute nel decreto spaziano dalle agevolazioni per il sostegno del mercato auto, alle agevolazioni per i soggetti che acquistano mobili, televisori, computer nell ambito di operazioni di ristrutturazione edilizia, nonchè alle agevolazioni per le imprese afferenti i distretti industriali, operazioni di aggregazione. Il Decreto legge n. 5/2009 ha trovato spazio anche per intervenire su due disposizioni del D.L. 185/2008 di recente convertito in Legge n. 2/2009, con riferimento alle sanzioni per le violazioni da compensazioni mediante utilizzo di crediti inesistenti, e con riferimento alle misure delle imposte sostitutive in materia di rivalutazione di immobili. INCENTIVI AUTO L agevolazione in argomento contenuta nell articolo 1 ricalca le vecchie disposizioni già approntate per il rinnovo del patrimonio Auto. La disposizioni prevede varie misure, tra l altro cumulabili laddove ne sussistano i presupposti, in ragione sia del mezzo acquistato NUOVO, sia dell operazione cioè a dire se la stessa è effettuata in sostituzione di altro veicolo o senza la sostituzione di alcune veicolo. Prima di produrre un sintetico schema delle agevolazioni in argomento si precisa che ai sensi del comma 9 dell articolo 1 del D.L. l erogazione del credito è effettuata mediante il meccanismo di sconto riconosciuto dal rivenditore che recupera tali importi quali crediti di imposta. In merito è precisato, al successivo comma 10, norma questa interpretativa, che nel computo del limite massimo di utilizzo dei crediti, nel periodo di imposta, pari ad ,00 (norma in vigore dal 1 gennaio 2008) non devono concorrere i crediti di imposta che trovino causa nell anticipazione di agevolazioni a terzi mediante sconti da applicare ai prezzi di vendita; fattispecie di cui alla norma in argomento. Incentivi per acquisto autoveicoli: - Rottamazione: bonus di 1500 euro per acquisto di auto Euro 4 o 5; - Incentivi all'acquisto di auto ecologiche senza rottamazione (nel caso in cui ci sia anche la rottamazione l'incentivo si cumula con il precedente): 1500 euro per auto metano/elettrico/idrogeno; 3500 euro per le stesse auto con emissioni ridotte al minimo; 1500 euro per auto GPL. Incentivi per acquisto di veicoli commerciali leggeri: - Rottamazione : bonus di 2500 euro per acquisto di veicoli nuovi a fronte di rottamazione di veicoli euro 0, 1 e 2 immatricolati entro il 31 dicembre 1999; - Incentivi fino a 4000 euro per acquisto (senza rottamazione) di veicoli nuovi innovativi a metano/gpl/idrogeno (gli incentivi sono cumulabili con la rottamazione). Rottamazione motocicli o ciclomotori:

2 - Incentivo di euro 500 per acquisto di un motociclo nuovo fino a 400 centimetri cubici di cilindrata di categoria Euro 3, con contestuale rottamazione di un motociclo o di un ciclomotore di categoria Euro 0 oppure Euro 1. Incentivazione all'installazione di dispositivi antiparticolato sui mezzi pubblici: - Finanziamento straordinario per i contributi per l'installazione dei dispositivi per l'abbattimento delle emissioni di particolato dei gas di scarico da parte delle aziende del trasporto pubblico locale, in collaborazione con il Ministero dell'ambiente e le Regioni e Province autonome. Meccanismo di erogazione degli incentivi: - Gli incentivi, secondo una metodologia consolidata, verranno fruiti direttamente dal consumatore presso i concessionari con uno sconto che lo stesso concessionario recupera attraverso credito d'imposta. Detrazione per l acquisto di mobili ed elettrodomestici L articolo 2 del D.L. prevede un agevolazione a favore dei soggetti che fruiscono della detrazione per le ristrutturazioni edilizie. In sostanza la formula della disposizione dovrebbe essere correttamente interpretata nel senso che la detrazione per le ristrutturazioni edilizie, richiamate dalla stessa norma, consento l accesso alle ulteriori detrazioni per l acquisto di mobili ed elettrodomestici. Ambito soggettivo I soggetti interessati sono i contribuenti che fruiscono della detrazione per le ristrutturazioni edilizie (nota come detrazione 36%), effettuate su singole unità immobiliari residenziali, i cui interventi di recupero abbiamo avuto inizio dalla data del 1 luglio Per quanto sopra non dovrebbero consentire la ulteriore detrazione, di cui alla norma in esame, gli interventi di ristrutturazione che non hanno ad oggetto la singola unità immobiliare, come per esempio, l intervento di ristrutturazione eseguito nell ambito di un edificio condominiale (sulle parti comuni). La norma inoltre precisa che la detrazione che consente l innesco della ulteriore detrazione per mobili ed elettrodomestici, non solo deve riferirsi a interventi di recupero effettuati dalla data del 1 luglio 2008, ma la detrazione stessa deve trovare causa in spese sostenute dalla predetta data. Pertanto si dovrebbe concludere che il soggetto che abbia pagato in anticipo gli interventi di recupero di cui sopra rispetto alla data del 1 luglio 2008, e che di seguito abbia effettuato tali interventi di recupero non potrà beneficiare delle disposizioni agevolative in argomento. Per concludere, l intervento di recupero edilizio deve essere dotato dei seguenti requisiti: - avere ad oggetto una singola unità immobiliare; - deve essere iniziato a partire dalla data del 1 luglio 2008; - le spese sostenute per l intervento di recupero e di cui è causa la detrazione devono essere sostenute a partire dalla data del 1 luglio In merito va anche detto che la norma espressamente afferma che il soggetto beneficiario della nuova detrazione deve essere contribuente che fruisce della detrazione... 36%. Pertanto lo stesso deve avere effettuato correttamente tutti gli adempimenti richiesta dalla norma di detrazione per il recupero edilizio residenziale che consentono l accesso all agevolazione stessa. La conseguenza della disposizione in argomento è che i soggetti aventi diritto saranno quelli che sostengono le spese di cui infra. Ma va aggiunto che, tali soggetti, per poter beneficiare dell agevolazione devono essere anche fruitori dell agevolazione per il recupero edilizio nei termini di cui sopra.

3 Individuata la detrazione che consente l accesso all ulteriore detrazione per acquisti di mobili ed elettrodomestici si tratta di verificare l ambito oggettivo e la misura della nuova agevolazione. Ambito oggettivo La detrazione spetta per le spese sostenute dalla data del 7 febbraio 2009 alla data del 31 dicembre 2009 per l acquisto dei seguenti beni: - mobili; - elettrodomestici ad alta efficienza energetica ad esclusione dei frigoriferi e congelatori e loro combinazioni di cui al comma 353 dell articolo 1 della legge 296/2006; - apparecchi televisivi; - computer. L acquisto di cui sopra deve essere finalizzato all arredo degli immobili oggetto di recupero. Per quanto alla modalità di spesa, la stessa deve essere effettuata mediante bonifico. Va da se che la spesa stessa deve essere documentata (fattura o documento equivalente). Misura dell agevolazione. La misura del credito di imposta è pari al 20% delle spese di cui sopra. Tale misura è cumulabile con il credito di imposta riconosciuto per l acquisto di frigoriferi e congelatori e loro combinazioni di cui al comma 353 dell articolo 1 della legge 296/2006; si ricorda che l agevolazione ad opera della legge 244/2007 è stata prorogata al 31 dicembre L importo massimo della base su cui calcolare la detrazione è pari ad ,00, pertanto l agevolazione sarà pari al massimo ad 2.000,00. La norma precisa che la detrazione è da ripartire tra gli aventi diritto (vedi sopra) ed è fruibile in anni 5. Ora si tratta di capire se la detrazione per acquisto di mobili ed elettrodomestici sia da ripartire tra gli aventi diritto in ragione degli acquisti effettuati in comunione oppure in ragione e con riferimento all immobile. Propongo un esempio: Due coniugi effettuano l intervento di recupero su casa di proprietà. Acquistano quindi di seguito mobili per arredamento per ,00. Ora se l acquisto è effettuato in comunione (per comunione non intendo comunione legale) allora il limite massimo è pari ad ,00 e la detrazione spetta a ciascun coniuge nella misura di 1.000,00 da ripartire in 5 anni. Se invece un coniuge sostiene da solo l acquisto fino ad ,00 e l altro per la parte residua, si potrebbe concludere che l agevolazione per il primo coniuge sia pari ad 2.000,00 mentre per il secondo sia pari ad 1.000,00. Tale conclusione merita un asseverazione da parte dell agenzia delle entrate. Distretti industriali e aggregazioni. Sono riaperti di interesse due istituti già proposti. Trattasi dei distretti industriali di cui alla legge finanziaria per il 2006 e dell istituto dell aggregazione agevolata. I distretti industriali possono godere della tassazione consolidata delle imprese aderenti al distretto ed inoltre della tassazione concordata per tre anni, sia con riferimento all opzione per la consolidata, sia con riferimento a ciascuna impresa aderente al distretto in assenza di esercizio dell opzione per la tassazione del distretto. Tralasciando tale istituto valgono le seguenti osservazioni per quanto all istituto dell aggregazione. Anche questo non costituisce novità assoluta.

4 L articolo 4 in sostanza riproduce la vecchia norma di agevolazione per le operazioni di aggregazione. Va subito evidenziato che elemento importate di differenza rispetto all istituto della vecchia aggregazione è che nel nuovo non sussiste più l adempimento del preventivo Interpello. Operazioni di Aggregazione L agevolazione si applica alle operazioni di fusione e scissione ovvero alle operazioni di conferimento che dal 1 gennaio 2008 sono regolamentate dall articolo 176 del TUIR. Nell ambito delle operazioni di conferimento, l agevolazione consiste nel riconoscere i maggiori valori iscritti dalla conferitaria nell attivo dello stato patrimoniale in ordine agli elementi costituenti Immobilizzazioni Immateriali e immobilizzazioni materiali, rispetto ai valore mutuati dalla stessa operazione di conferimento ai sensi dell articolo 176 del TUIR. L agevolazione è riconosciuta alla società conferitaria di cui all articolo 176, e quindi, oltre alle società di capitali anche alle società di persone frutto dell operazione di conferimento. I conferimento che possono essere oggetto dell agevolazione si devono perfezionare nell anno Il limite massimo di rivalutazione delle immobilizzazioni di cui sopra è pari ad 5 milioni. La norma riproduce i limiti oggettivi e soggettivi di cui al precedente analogo istituto. Soggetti: i soggetti attori dell aggregazione devono essere operativi da almeno due anni. In merito si rammento le precedenti elaborazioni di prassi, che risultano valide anche per la nuova aggregazione. L operatività deve essere intese in senso reale e sostanziale. L agevolazione non può trovare applicazione se le imprese che partecipano all operazione facciano parte del medesimo gruppo societario, come pure se le imprese medesime sono controllate, anche indirettamente, dallo stesso soggetto, ai sensi dell articolo 2359 primo comma n. 1) 1, e in ogni caso quando le imprese sono collegate tra loro da un rapporto societario superiore al 20 %. In sintesi l operazione di aggregazione non potrà beneficiare dell agevolazione quando: 1 le imprese appartengono allo stesso gruppo di società; 2 le imprese sono legate da partecipazioni l una nell altra ovvero l altra nell una per una quota superiore al 20%; 3 le imprese (evidentemente società in questo caso) sono controllate da uno stesso soggetto che anche indirettamente ha capacità di voto in assemblea ordinaria nella misura della maggioranza dei voti. I requisiti di cui sopra (non legame tra le parti dell aggregazione ed esercizio delle attività operative) devono sussistere in modo ininterrotto nei due anni precedenti l operazione. 1 Si riporta l articolo 2359 c.c. Sono considerate società controllate: 1) le società in cui un'altra società dispone della maggioranza dei voti esercitabili nell'assemblea ordinaria; 2) le società in cui un'altra società dispone di voti sufficienti per esercitare un'influenza dominante nell'assemblea ordinaria; 3) le società che sono sotto influenza dominante di un'altra società in virtù di particolari vincoli contrattuali con essa. Ai fini dell'applicazione dei numeri 1) e 2) del primo comma si computano anche i voti spettanti a società controllate, a società fiduciarie e a persona interposta: non si computano i voti spettanti per conto di terzi. Sono considerate collegate le società sulle quali un'altra società esercita un'influenza notevole. L'influenza si presume quando nell'assemblea ordinaria può essere esercitato almeno un quinto dei voti ovvero un decimo se la società ha azioni quotate in mercati regolamentati.

5 Riconoscimento dei maggiori valori Il maggiore valore è riconosciuto ai fini delle imposte dirette ed IRAP a decorrere dall esercizio successivo a quello in cui ha avuto luogo l operazione di aggregazione. Quindi, come in via analoga per le operazioni di conferimento e successivo affrancamento ai maggiori valori iscritti dalla conferitaria in ordine agli elementi costituenti Immobilizzazioni Immateriali e materiali, si determina che i maggiori valori non sono riconosciuti dal periodo di imposta di effettuazione dell operazione di aggregazione ma dal periodo di imposta successivo. Periodo di sorveglianza L agevolazione da aggregazione ha due vincoli di sorveglianza. Qualora tali vincoli non siano rispettati l agevolazione è neutralizzata e la società, frutto dell aggregazione, dovrà liquidare le maggiori imposte (anche con riferimento ad anni precedenti) senza applicazione di sanzioni. I vincoli di sorveglianza sono: 1 nuova operazione straordinaria effettuata entro i 4 periodi di imposta dall effettuazione dell operazione; 2 cessione dei beni iscritti o rivalutati ai sensi dell agevolazioni in argomento. Rivalutazione beni Immobili Ulteriore modifica alla recente disposizione in materia di rivalutazione dei beni immobili riconosciuta alle società che non adottano i principi contabili internazionali. La norma rivede le aliquote dovute per ottenere il riconoscimento fiscale dei valori rivalutati in ordine agli immobili iscritti in bilancio alla data del 31 dicembre Si ricorda che la disposizione prevede la possibilità per le società di rivalutare i beni immobili, diverse da quelli merce e dalle aree fabbricabili, iscritti in bilancio alla data del 31 dicembre 2007, mediante iscrizione della stessa rivalutazione nel bilancio La rivalutazione potrà avvenire nell ambito di due categorie diverse, quella dei beni immobili ammortizzabile e quella dei beni immobili non ammortizzabili (terreni non edificabili, fabbricati patrimonio). Inoltre la disposizione prevede la possibilità di affrancare la riserva di rivalutazione mediante versamento di imposta sostitutiva pari al 10%. Oltre a quanto sopra la disposizione prevede la possibilità di ottenere il riconoscimento fiscale da rivalutazione mediante il versamento di un imposta sostitutiva che a seguito dell articolo 5 del D.l. 5/2009 è determinata nelle seguenti misure: - per i beni immobili strumentali l aliquota è pari al 3% (sostituisce la precedente pari al 7%); - per i beni immobili non strumentali l aliquota è pari al 1,5% (sostituisce la precedente pari al 4%). Si fa notare che nell ambito delle modifiche in argomento non è stata variate l aliquota prevista per l affrancamento del fondo riserva di rivalutazione che rimane nella sua misura originaria pari al 10%.

6 Controlli fiscali Interessanti le disposizioni di cui all articolo 7 del D.L. 5/2009. Tale norma assume due funzioni, una quella di riorganizzare l attività di controllo avente ad oggetto le imposte indirette diverse dall IVA nell ambito di applicazione degli atti di trasferimento per donazione o successione, l altra, quella di incentivare il controllo sulle operazioni di indebita compensazione con, infine, l inasprimento delle sanzioni per tali violazioni, da ultime revisionate nel D.L. 185/2008. In sostanza un provvedimento del Direttore dell'agenzia delle entrate determinerà i criteri di selezione dei controlli delle agevolazioni previste in materia di imposte di registro, ipo-catastali, sulle successioni e donazioni. La maggiore capacità di controllo sarà indirizzata all attività di controllo avente ad oggetto le indebite compensazioni. La sanzione per indebita compensazione qualora l importo utilizzato e non spettante sia superiore ad ,00, per ciascun periodo di imposta, dovrà esser applicata nella misura del 200%. Nell ambito del telefisco 2009 gli esperti hanno avuto modo di precisare che le nuove sanzioni per le violazioni di indebita compensazione troveranno applicazione solo per le compensazioni illegittime perfezionate a decorrere dalla data di entrata in vigore delle nuove disposizioni. Pertanto: - per quanto alle misure di cui al D.L. 185/2008, sanzione dal 100% al 200%, la nuova disposizione trova applicazione dalle indebite compensazioni perfezionata dalla data del 29 novembre 2008; - per quanto alle nuove misure di cui al D.L. 5/2009, sanzione del 200%, la nuova disposizione troverà applicazione con riferimento al periodo di imposta 2009, avendo l applicazione della norma in argomento quale riferimento i seguenti due termini: o importo della compensazione indebita superiore ad ,00; o riferimento al periodo di imposta per la verifica della compensazione indebita per il maggior importo. Infine si ricorda che l applicazione della maggiore sanzioni in argomento si accompagna anche all applicazione delle disposizioni penali di cui al D.Lgs 74/2000 art. 10 quater.

Acquisto di autovetture nuove alimentate a metano, elettriche o ad idrogeno (art. 1, comma 3) e di autocarri alimentati a metano (art.

Acquisto di autovetture nuove alimentate a metano, elettriche o ad idrogeno (art. 1, comma 3) e di autocarri alimentati a metano (art. Milano, 16 febbraio 2009 Prot. 01/09 Alle Imprese Associate OGGETTO: Rottamazione - Decreto Legge 10 febbraio 2009 n. 5 Con riferimento all argomento in oggetto, si comunica che sulla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

Tel. 035.43.76.262 - Fax 035.62.22.226 E-mail:info@alservizi.it Reg.Imprese di Bergamo n. REA 362371 www.lalentesulfisco.it A cura di Laura Zanolin

Tel. 035.43.76.262 - Fax 035.62.22.226 E-mail:info@alservizi.it Reg.Imprese di Bergamo n. REA 362371 www.lalentesulfisco.it A cura di Laura Zanolin N. 193 A.L Servizi s.r.l. Via Bergamo n. 25 24035 Curno (Bg) P.Iva e C.F. 03252150168 Maggio 03.05.2010 Tel. 035.43.76.262 - Fax 035.62.22.226 E-mail:info@alservizi.it Reg.Imprese di Bergamo n. REA 362371

Dettagli

Prot. 173/2013. Milano, 30-09-2013. Circolare n. 94/2013. AREA: Circolari, Fiscale

Prot. 173/2013. Milano, 30-09-2013. Circolare n. 94/2013. AREA: Circolari, Fiscale Prot. 173/2013 Milano, 30-09-2013 Circolare n. 94/2013 AREA: Circolari, Fiscale Interventi di efficienza energetica, di ristrutturazione edilizia - Acquisto di mobili: Detrazione Circolare dell Agenzia

Dettagli

L energia per uscire dalla crisi:

L energia per uscire dalla crisi: L energia per uscire dalla crisi: La riqualificazione e l efficienza energetica: obiettivi ambientali e obblighi di legge le opportunità per la riqualificazione energetica degli edifici Claudio Degano

Dettagli

CIRCOLARE N.35/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 16 luglio 2009

CIRCOLARE N.35/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 16 luglio 2009 CIRCOLARE N.35/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 16 luglio 2009 OGGETTO: Detrazione per acquisto mobili, elettrodomestici ad alta efficienza energetica, apparecchi televisivi e computer

Dettagli

INTERVENTI DI RECUPERO EDILIZIO E DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Ecco le novità sulle detrazioni

INTERVENTI DI RECUPERO EDILIZIO E DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Ecco le novità sulle detrazioni INTERVENTI DI RECUPERO EDILIZIO E DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Ecco le novità sulle detrazioni Di Luca Cantagalli Responsabile Sezione Fiscale Con gli articoli 14 e 16 del DL 63/2013, in vigore dal 6/6/2013

Dettagli

Le ristrutturazioni edilizie

Le ristrutturazioni edilizie AGENZIA DELLE ENTRATE Le ristrutturazioni edilizie h Mod Unico 2015 ù Mod 730 2015 Recupero del patrimonio edilizio Legge di stabilità per il 2015 (L. 190/2014) - Confermata detrazione del 50% - Confermato

Dettagli

Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico e le ristrutturazioni edilizie

Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico e le ristrutturazioni edilizie Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico e le ristrutturazioni edilizie Dott.ssa Elisa Salvadeo energetico e ristrutturazioni edilizie 1 La circolare ministeriale 13/E del 09.05.2013 ha fornito

Dettagli

Bonus arredi e ristrutturazione edilizia

Bonus arredi e ristrutturazione edilizia 1 Ottobre 2009 Bonus arredi e ristrutturazione edilizia Gentile cliente, con la presente desideriamo ricordarle che il contribuente che esegue lavori di ristrutturazione su più unità abitative ha diritto

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Recupero edilizio: ampliato il raggio d azione dell agevolazione Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che l Agenzia delle

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche Coordinamento Nazionale Giustizia Ministeri e Polizia Penitenziaria Reperibilità 3928836510-3206889937 Coordinamento Nazionale: c/o Ministero della

Dettagli

Bonus macchinari: nuovo credito d imposta del 15% di quanto speso. (Art. 19 DL n. 91 del 24.06.2014)

Bonus macchinari: nuovo credito d imposta del 15% di quanto speso. (Art. 19 DL n. 91 del 24.06.2014) N. 195 del 10.07.2014 La Memory A cura di Riccardo Malvestiti Bonus macchinari: nuovo credito d imposta del 15% di quanto speso (Art. 19 DL n. 91 del 24.06.2014) Con il DL n. 91 del 24.06.2014 pubblicato

Dettagli

RIGO E37-1 SOSTITUZIONE FRIGORIFERI E CONGELATORI CON APPARECCHI CLASSE A+

RIGO E37-1 SOSTITUZIONE FRIGORIFERI E CONGELATORI CON APPARECCHI CLASSE A+ RIGO E37-1 SOSTITUZIONE FRIGORIFERI E CONGELATORI CON APPARECCHI CLASSE A+ L art 1, comma 353, Legge n. 296/2006 ha introdotto una nuova detrazione dall Irpef per la sostituzione di frigoriferi, congelatori

Dettagli

STUDIO DOTT. BONVICINI Circolare n. 5 del 10 gennaio 2006

STUDIO DOTT. BONVICINI Circolare n. 5 del 10 gennaio 2006 STUDIO DOTT. BONVICINI Circolare n. 5 del 10 gennaio 2006 LA DETRAZIONE PER GLI INTERVENTI DI RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO SALE AL 41% Riferimenti: Art. 1, Legge n. 449/97 Art. 1, comma 121, Legge

Dettagli

ARES COMUNE DI MOSSA. Agenzia Regionale per. l Edilizia Sostenibile INCENTIVI FISCALI. Martedì 19 novembre 2013 Mossa. Relatore ing.

ARES COMUNE DI MOSSA. Agenzia Regionale per. l Edilizia Sostenibile INCENTIVI FISCALI. Martedì 19 novembre 2013 Mossa. Relatore ing. ARES Agenzia Regionale per l Edilizia Sostenibile COMUNE DI MOSSA INCENTIVI FISCALI Martedì 19 novembre 2013 Mossa Relatore ing. Claudio Degano IL BONUS MOBILI È consentita detrazione dall'imposta lorda,

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio 11 Luglio 2013 News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Arredi e detrazioni fiscali: le prime indiscrezioni delle Entrate sulla nuova agevolazione Gentile cliente con la presente intendiamo

Dettagli

Circolare N. 151 del 18 Novembre 2014

Circolare N. 151 del 18 Novembre 2014 Circolare N. 151 del 18 Novembre 2014 DL Sblocca Italia: le novita dopo la conversione in legge (DL n. 133/2014 convertito con legge n. 16/2014) Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 11/2015

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 11/2015 Como, 3.3.2015 INFORMATIVA N. 11/2015 Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi INDICE 1 Premessa... pag. 2 2 Soggetti beneficiari del credito d imposta... pag. 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Circolare 8 del 3 marzo 2015 Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari del credito d imposta... 2 3 Ambito oggettivo di applicazione...

Dettagli

Il bonus arredi per il 2015

Il bonus arredi per il 2015 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 132 23.04.2015 Il bonus arredi per il 2015 Categoria: Irpef Sottocategoria: Detrazione 36% Come noto la Legge di Stabilità 2015 ha prorogato fino

Dettagli

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili Roma, 24 gennaio 2014 Gent.li CLIENTI Loro Sedi Via mail Oggetto: Circolare n. 2/2014 principali novità fiscali 2014 1 Gentili Clienti, La legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 1473), in vigore dall

Dettagli

Fiscal News N. 83. Bonus mobili con tetto a 10.000. La circolare di aggiornamento professionale 20.03.2014

Fiscal News N. 83. Bonus mobili con tetto a 10.000. La circolare di aggiornamento professionale 20.03.2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 83 20.03.2014 Bonus mobili con tetto a 10.000 Categoria: Irpef Sottocategoria: Detrazione 36% La detrazione fiscale al 50% (in 10 anni) per l'acquisto

Dettagli

= Circolare n. 5 18.09.2014

= Circolare n. 5 18.09.2014 = Scadenze = Circolare n. 5 18.09.2014 + 19 settembre + Invio telematico modello 770/2014 semplificato e ordinario + 25 settembre + Presentazione elenchi Intrastat contribuenti mensili + 30 settembre +

Dettagli

Via Guantai Nuovi, 25 80133 Napoli Tel. 081/5520148 Fax 081/5800322 E-mail: info@studioforlani.it

Via Guantai Nuovi, 25 80133 Napoli Tel. 081/5520148 Fax 081/5800322 E-mail: info@studioforlani.it Ultime novità fiscali Movimentazioni di c/c sospette e falsa fatturazione Sentenza Corte Cassazione 7.4.2009, n. 14933 La presenza sul c/c bancario di movimentazioni sospette, ossia non corrispondenti

Dettagli

Detrazione Irpef spese ristrutturazione Casi risolti

Detrazione Irpef spese ristrutturazione Casi risolti Detrazione Irpef spese ristrutturazione Casi risolti Saverio Cinieri Dottore Commercialista Revisore Contabile Giornalista pubblicista Agg. 23/06/2015 1 Soggetti Circolare 10 giugno 2004, n. 24/E Nel caso

Dettagli

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici CIRCOLARE gennaio 2014: La Legge di Stabilità e le altre novità fiscali Vi riepiloghiamo le principali e più rilevanti novità introdotte in materia fiscale dalla Legge 27.12.2013 n 147 (Legge di Stabilità

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 7/2012

NOTA OPERATIVA N. 7/2012 NOTA OPERATIVA N. 7/2012 OGGETTO: ristrutturazioni edilizie, detrazioni 36-50% - Introduzione I lavori di ristrutturazione edilizia consentono alle persone fisiche di beneficiare, ormai da molti anni,

Dettagli

RISOLUZIONE N. 143/E

RISOLUZIONE N. 143/E RISOLUZIONE N. 143/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 30 giugno 2003 Oggetto: Istanza di interpello - Credito d imposta investimenti aree svantaggiate - Articolo 8 della legge 23 dicembre

Dettagli

Fiscal News N. 186. Bonus investimenti. La circolare di aggiornamento professionale 10.07.2014

Fiscal News N. 186. Bonus investimenti. La circolare di aggiornamento professionale 10.07.2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 186 10.07.2014 Bonus investimenti Investimenti da effettuare nel periodo 25.06.2014 30.06.2015 Categoria: Agevolazioni Sottocategoria: Varie L

Dettagli

Documenti delle Commissioni di Studio

Documenti delle Commissioni di Studio Documenti delle Commissioni di Studio GIUGNO 4, 2013 ANNO 1, NUMERO 4 Segnalazioni Novità Prassi Interpretative COMMISSIONE FISCALITA Edilizia: Proroga delle detrazioni sulle ristrutturazioni e per gli

Dettagli

Circolare 2014 Pinerolo, 23 dicembre 2014

Circolare 2014 Pinerolo, 23 dicembre 2014 Circolare 2014 Pinerolo, 23 dicembre 2014 DL 12.9.2014 n. 133 conv. L. 11.11.2014 n. 164 (c.d. Sblocca Italia ) - Principali novità INDICE 1 Premessa... 2 2 Accordo di riduzione del canone di locazione

Dettagli

AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE. a cura di Paola Martina

AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE. a cura di Paola Martina AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE a cura di Paola Martina RIFERIMENTI NORMATIVI Art. 1 co, 87 Legge di stabilità 2014 D.L. 4 giugno 2013 n. 63, convertito, con modifiche, dalla L. 3

Dettagli

Per l installazione o sostituzione dell impianto di climatizzazione

Per l installazione o sostituzione dell impianto di climatizzazione Per l installazione o sostituzione dell impianto di climatizzazione PRIMA DI INIZIARE Il presente documento vuole essere un aiuto per tutti i Clienti Daikin Italy, siano essi professionisti del settore

Dettagli

DETRAZIONI 36%: il limite di 48.000 è per le unità abitative e sue pertinenze unitariamente considerate

DETRAZIONI 36%: il limite di 48.000 è per le unità abitative e sue pertinenze unitariamente considerate DETRAZIONI 36%: il limite di 48.000 è per le unità abitative e sue pertinenze unitariamente considerate a cura Federico Gavioli L Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 181 del 29 aprile 2008 è nuovamente

Dettagli

CIRCOLARE N. 01/2008 Treviso, 30 gennaio 2008

CIRCOLARE N. 01/2008 Treviso, 30 gennaio 2008 A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE N. 01/2008 Treviso, 30 gennaio 2008 OGGETTO: Legge Finanziaria 2008 In data 21 dicembre 2007 è stata definitivamente approvata la legge Finanziaria 2008 che contiene

Dettagli

RISOLUZIONE N. 230/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 230/E QUESITO RISOLUZIONE N. 230/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 06 giugno 2008 OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 n. 954-173/2008 - Incentivi fiscali alle operazioni

Dettagli

RISOLUZIONE N.55/E QUESITO

RISOLUZIONE N.55/E QUESITO RISOLUZIONE N.55/E Roma, 7 giugno 2012 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Agevolazione del 36% - Incompletezza dei dati del bonifico

Dettagli

Anche quest anno questo Studio predisporrà mensilmente la rubrica Normative Aziende.

Anche quest anno questo Studio predisporrà mensilmente la rubrica Normative Aziende. DI MASTROMATTEI LUIGI C.F. MSTLGU48M08F631R - P.IVA 041834209699 REA 1731503 E-MAIL: GECOSRL@GECO.191.IT SITO WEB: WWW.STUDIOGECO.BIZ ELABORAZIONE DATI CONTABILI SEDE: VIALE MATTEOTTI, 8 20095 CUSANO MILANINO

Dettagli

Normative per l acquisto di beni ecologici

Normative per l acquisto di beni ecologici ITALIA Normative per l acquisto di beni ecologici I provvedimenti governativi per l acquisto di auto, moto ed elettrodomestici di classe A+ e A++. Focus sull impatto degli incentivi sulle vendite di frigoriferi

Dettagli

Recupero edilizio, risparmio energetico, bonus arredi: Novità della Legge di Stabilità 2014

Recupero edilizio, risparmio energetico, bonus arredi: Novità della Legge di Stabilità 2014 COMITATO REGIONALE TOSCANO GEOMETRI Via Volturno /12/C - 50019 Osmannoro Sesto Fiorentino - FIRENZE Tel. 055/5002380 - Fax 055/5522399 Cod. Fiscale 80011550482 E-mail - comtoscanogeometri@libero.it Informativa

Dettagli

INFORMATIVA N. 19/2013. Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate -

INFORMATIVA N. 19/2013. Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate - STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE COMO 25.9.2013 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 www.studiogorini.it FAX 031.27.33.84 E-mail: segreteria@studiogorini.it INFORMATIVA

Dettagli

RISOLUZIONE N. 8 /DPF

RISOLUZIONE N. 8 /DPF RISOLUZIONE N. 8 /DPF Roma, 21 marzo 2008 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE FISCALI UFFICIO FEDERALISMO FISCALE Prot. n. 4991-2008/DPF/UFF OGGETTO: Art. 29 del d. l.

Dettagli

INDICE. Premessa...2. 1. Rideterminazione dei valori di acquisto delle partecipazioni e dei terreni posseduti alla data del 1 gennaio 2003...

INDICE. Premessa...2. 1. Rideterminazione dei valori di acquisto delle partecipazioni e dei terreni posseduti alla data del 1 gennaio 2003... Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N. 27/E Roma, 9 maggio 2003 Oggetto: Rideterminazione dei valori dei terreni e delle partecipazioni. Articolo 2, comma 2, del decreto-legge 24 dicembre

Dettagli

Circolare n. 5/2015 Ai Sigg. Clienti Loro Sedi ------------------- Credito di imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Circolare n. 5/2015 Ai Sigg. Clienti Loro Sedi ------------------- Credito di imposta per investimenti in beni strumentali nuovi -------------------------------------- Via C. Colombo, 436 00145 ROMA Tel. 06/5416800 06/5416801 Fax 06/59601838 Mail: info@studiosantececchi.it PEC : studiosantececchi@legalmail.it --------------------------------------

Dettagli

LA NUOVA COMPENSAZIONE IVA LE NUOVE REGOLE DA ADOTTARE DAL 2010

LA NUOVA COMPENSAZIONE IVA LE NUOVE REGOLE DA ADOTTARE DAL 2010 LA NUOVA COMPENSAZIONE IVA LE NUOVE REGOLE DA ADOTTARE DAL 2010 Le altre novità dell articolo 10 del D.L.78/2009 Numerose le modifiche tributarie introdotte dall articolo 10 del D.L.78/2009 che interessano

Dettagli

Soggetto interessato. Intestazione documento di spesa

Soggetto interessato. Intestazione documento di spesa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 319 03.12.2015 Bonus ristrutturazione: detrazione fiscale delle spese Categoria: Irpef Sottocategoria: Detrazione 36% La detrazione fiscale delle

Dettagli

LA TREMONTI-TER TER. Dott. Giampiero GUARNERIO AGENDA

LA TREMONTI-TER TER. Dott. Giampiero GUARNERIO AGENDA LA TREMONTI-TER TER Dott. Giampiero GUARNERIO Diretta 17 maggio 2010 AGENDA Che cosa è la Tremonti-ter Principali differenze rispetto alle precedenti versioni Quali soggetti ne possono beneficiare Quali

Dettagli

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 3 del 28 gennaio 2013

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 3 del 28 gennaio 2013 Servizio circolari per la clientela Circolare n. 3 del 28 gennaio 2013 1 Premessa 2 Deducibilità delle auto aziendali e dei professionisti 2.1 Auto aziendali 2.2 Auto dei professionisti 2.3 Auto concesse

Dettagli

LA RIVALUTAZIONE DEGLI IMMOBILI DELLE IMPRESE

LA RIVALUTAZIONE DEGLI IMMOBILI DELLE IMPRESE LA RIVALUTAZIONE DEGLI IMMOBILI DELLE IMPRESE a cura di Diego Cigna Direzione Regionale dell Emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Fiscalità delle Imprese e Finanziaria LA RIVALUTAZIONE DEGLI

Dettagli

di Massimo Gabelli, Roberta De Pirro

di Massimo Gabelli, Roberta De Pirro 12 Gennaio 2011, ore 09:03 Agevolazione 36% - Il caso La ritenuta del 10% si applica sui bonifici a favore di fondi immobiliari? E applicabile la ritenuta d acconto del 10% ai bonifici disposti a favore

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile Circolare di gennaio 14 Santa Lucia di Piave, lì 7 gennaio 14 Oggetto: : Finanziaria 2014 prima parte È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Finanziaria 2014 (Legge 27.12.2013, n. 147) c.d. «Legge

Dettagli

OGGETTO: LA DETRAZIONE IRPEF DEL 36% PER LE SPESE DI RISTRUTTURAZIONE CIRCOLARE N. 1/2003

OGGETTO: LA DETRAZIONE IRPEF DEL 36% PER LE SPESE DI RISTRUTTURAZIONE CIRCOLARE N. 1/2003 Direzione Regionale del Piemonte Ufficio Fiscalità Generale Torino, 29/01/2003 Prot. n. 03/5727 OGGETTO: LA DETRAZIONE IRPEF DEL 36% PER LE SPESE DI RISTRUTTURAZIONE CIRCOLARE N. 1/2003 Premessa È necessario

Dettagli

Circolare N.137 del 19 ottobre 2011. Le ultime novità in materia di detrazione del 36%

Circolare N.137 del 19 ottobre 2011. Le ultime novità in materia di detrazione del 36% Circolare N.137 del 19 ottobre 2011 Le ultime novità in materia di detrazione del 36% Le ultime novità in materia di detrazione del 36% Gentile cliente, con la presente, desideriamo informarla che l art.2,

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 22 del 27 luglio 2011 DL 13.5.2011 n. 70 convertito

Dettagli

Comunicazioni e documenti da conservare

Comunicazioni e documenti da conservare I chiarimenti dell Agenzia in materia di detrazione delle spese per recupero edilizio/risparmio energetico (circolare n. 19/2012 Agenzia delle Entrate) Con la circolare n. 19/E del 01.06.2012 l Agenzia

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI (BERLUSCONI) (TREMONTI)

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI (BERLUSCONI) (TREMONTI) Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2187 DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI (BERLUSCONI) DAL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE (TREMONTI)

Dettagli

SOCIETA NON OPERATIVE DOPO LE NOVITA DELLA FINANZIARIA 2007

SOCIETA NON OPERATIVE DOPO LE NOVITA DELLA FINANZIARIA 2007 SOCIETA NON OPERATIVE DOPO LE NOVITA DELLA FINANZIARIA 2007 La legge Finanziaria 2007 è nuovamente intervenuta sulla disciplina delle società non operative, già oggetto di modifiche da parte del Decreto

Dettagli

Le agevolazioni fiscali per la tua casa. Quinto video

Le agevolazioni fiscali per la tua casa. Quinto video Quinto video 1 Nel secondo video abbiamo parlato dei lavori per i quali spetta l agevolazione In questo terzo video parleremo invece di: 1. Gli adempimenti richiesti 2. Come fare i pagamenti 3. La ritenuta

Dettagli

Novità Fiscali della Legge 90/2013 di conversione del DL 63 del 4/6/2013 e altre novità

Novità Fiscali della Legge 90/2013 di conversione del DL 63 del 4/6/2013 e altre novità CIRCOLARE agosto 2013: Novità Fiscali della Legge 90/2013 di conversione del DL 63 del 4/6/2013 e altre novità La legge n. 90 del 3/8/2013 di conversione del DL n. 63 del 4 giugno 2013 ha introdotto alcune

Dettagli

L APPLICAZIONE DELL IVA E DELL IMPOSTA DI REGISTRO PER LE CESSIONI DI FABBRICATI

L APPLICAZIONE DELL IVA E DELL IMPOSTA DI REGISTRO PER LE CESSIONI DI FABBRICATI L APPLICAZIONE DELL IVA E DELL IMPOSTA DI REGISTRO PER LE CESSIONI DI FABBRICATI Sommario Introduzione... 2 Il principio generale di esenzione dall Iva... 2 La nozione di impresa costruttrice... 3 Fabbricati

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA Le problematiche civilistiche e fiscali delle operazioni di finanza strutturata bancaria e dei fondi immobiliari UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA Lezione del 11 febbraio 2014 Lezione

Dettagli

COMUNE DI CREMA AREA RISORSE UMANE E STRUMENTALI POLIZIA LOCALE - TRIBUTI E COMMERCIO SERVIZIO TRIBUTI, COMMERCIO, CATASTO

COMUNE DI CREMA AREA RISORSE UMANE E STRUMENTALI POLIZIA LOCALE - TRIBUTI E COMMERCIO SERVIZIO TRIBUTI, COMMERCIO, CATASTO Allegato A) delibera di CC n. 2013/00044 del 20/06/2013 COMUNE DI CREMA AREA RISORSE UMANE E STRUMENTALI POLIZIA LOCALE - TRIBUTI E COMMERCIO SERVIZIO TRIBUTI, COMMERCIO, CATASTO REGOLAMENTO PER L AGEVOLAZIONE

Dettagli

13.11.2013 Bonus mobili: i beni agevolati

13.11.2013 Bonus mobili: i beni agevolati Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 305 13.11.2013 Bonus mobili: i beni agevolati Categoria: Irpef Sottocategoria: 36% Con il D.L. 4 giugno 2013, n. 63 convertito con modificazioni

Dettagli

Bonus Mobili 2016. Cos è il Bonus Mobili? Misura dell agevolazione:

Bonus Mobili 2016. Cos è il Bonus Mobili? Misura dell agevolazione: Bonus Mobili 2016 La nuova Legge di Stabilità 2016, approvata il 22 Dicembre dal Senato della Repubblica, ha confermato la proroga del bonus mobili per tutto il 2016 e ha previsto una "nuova tipologia

Dettagli

Decreto Legge 5/2009 (GU n. 34 del 11-2-2009 ) Misure per il rinnovo del parco circolante, l acquisto di veicoli ecologici e altre misure

Decreto Legge 5/2009 (GU n. 34 del 11-2-2009 ) Misure per il rinnovo del parco circolante, l acquisto di veicoli ecologici e altre misure Roma, 18 febbraio 2009 Decreto Legge 5/2009 (GU n. 34 del 11-2-2009 ) - Misure per il rinnovo del parco circolante, l acquisto di veicoli ecologici e altre misure Introduzione Nel Consiglio dei Ministri

Dettagli

Le regole, la misura e le modalità di fruizione delle detrazioni fiscali sulle RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE e sul RISPARMIO ENERGETICO

Le regole, la misura e le modalità di fruizione delle detrazioni fiscali sulle RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE e sul RISPARMIO ENERGETICO Le regole, la misura e le modalità di fruizione delle detrazioni fiscali sulle RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE e sul RISPARMIO ENERGETICO Relatori: Bazzarello Antonella: Dottore Commercialista e revisore contabile

Dettagli

VADEMECUM INCENTIVI PER ROTTAMAZIONI E RISTRUTTURAZIONI ECOEFFICIENTI

VADEMECUM INCENTIVI PER ROTTAMAZIONI E RISTRUTTURAZIONI ECOEFFICIENTI VADEMECUM INCENTIVI PER ROTTAMAZIONI E RISTRUTTURAZIONI ECOEFFICIENTI INDICE PREMESSA SOSTITUZIONE FRIGORIFERI E CONGELATORI CON ALTRI DI CLASSE A+ ROTTAMAZIONE + ACQUISTO AUTOVETTURA SOSTITUZIONE DI IMPIANTI

Dettagli

CIRCOLARE N. 25/E. OGGETTO: Risposte a quesiti posti dalla stampa specializzata

CIRCOLARE N. 25/E. OGGETTO: Risposte a quesiti posti dalla stampa specializzata CIRCOLARE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 19 giugno 2012 OGGETTO: Risposte a quesiti posti dalla stampa specializzata 2 INDICE 1 Detrazione del 36 per cento...4 1.1 Dichiarazioni ICI e detrazione

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI DEL 50% INCENTIVI FISCALI

DETRAZIONI FISCALI DEL 50% INCENTIVI FISCALI INCENTIVI FISCALI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF DEL 50% IN COSA CONSISTE? Limitatamente al settore della climatizzazione, l agevolazione consiste nel riconoscimento

Dettagli

Oggetto: principali novità fiscali contenute nella legge finanziaria 2007.

Oggetto: principali novità fiscali contenute nella legge finanziaria 2007. Circolare n. 1/2007 Bologna, 17 gennaio 2007 Oggetto: principali novità fiscali contenute nella legge finanziaria 2007. LEGGE FINANZIARIA n.296/2006 (in vigore dal 1 gennaio 2007); le norme con decorrenza

Dettagli

Agenzia delle Entrate: risoluzione 22/E del 2 aprile 2013

Agenzia delle Entrate: risoluzione 22/E del 2 aprile 2013 Agenzia delle Entrate: risoluzione 22/E del 2 aprile 2013 La risoluzione 22/E del 2 aprile 2013 dell Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti interpretativi sull applicabilità della detrazione alle spese

Dettagli

VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sulle anticipazioni (ed. 01/14)

VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sulle anticipazioni (ed. 01/14) VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sulle anticipazioni (ed. 01/14) Pagina 2 di 6 - Documento sulle anticipazioni Edizione 01.2014 Valore Pensione

Dettagli

DETRAZIONE SUL RISPARMIO ENERGETICO

DETRAZIONE SUL RISPARMIO ENERGETICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PUNTO FISCALE DI FINE ANNO: OPPORTUNITA, CRITICITA E RIFLESSIONI DETRAZIONE SUL RISPARMIO ENERGETICO Walter Cerioli 18 dicembre 2013 Sala Orlando Corso

Dettagli

RISOLUZIONE N. 118/E

RISOLUZIONE N. 118/E RISOLUZIONE N. 118/E Direzione Centrale Normativa Roma, 30 dicembre 2014 OGGETTO: Imposte sui redditi - Spese sostenute per la redazione di un atto di vincolo unilaterale - Art. 16-bis del TUIR - Istanza

Dettagli

PACCHETTI INTEGRATI di AGEVOLAZIONE (PIA) INDUSTRIA, ARTIGIANATO E SERVIZI AI SENSI DELLA DELIBERAZIONE G.R. n. 39/3 del 10.11.

PACCHETTI INTEGRATI di AGEVOLAZIONE (PIA) INDUSTRIA, ARTIGIANATO E SERVIZI AI SENSI DELLA DELIBERAZIONE G.R. n. 39/3 del 10.11. UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PACCHETTI INTEGRATI di AGEVOLAZIONE (PIA) INDUSTRIA, ARTIGIANATO E SERVIZI AI SENSI DELLA DELIBERAZIONE G.R. n. 39/3 del 10.11.2010 FAQ

Dettagli

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile Circolare di Gennaio 2015 Santa Lucia di Piave, lì 19 gennaio 2015 Oggetto: Finanziaria 2015 NOVITA E CONFERME PER IL 65% ( RISPARMIO ENERGETICO ) E 50 %( RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA ) Con la Finanziaria

Dettagli

Interventi di ristrutturazione edilizia Bonus mobili per giovani coppie

Interventi di ristrutturazione edilizia Bonus mobili per giovani coppie CIRCOLARE N. 7 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 31 marzo 2016 OGGETTO: Interventi di ristrutturazione edilizia Bonus mobili per giovani coppie Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa

Dettagli

I dossier fiscali. Telefisco 2014 - Le risposte dell Agenzia delle Entrate - Circolare 14 maggio 2014, n.10/e -

I dossier fiscali. Telefisco 2014 - Le risposte dell Agenzia delle Entrate - Circolare 14 maggio 2014, n.10/e - I dossier fiscali Telefisco 2014 - Le risposte dell Agenzia delle Entrate - Circolare 14 maggio 2014, n.10/e - Maggio 2014 SOMMARIO Deducibilità IMU... 3 Bonus mobili... 3 Rivalutazioni beni d impresa...

Dettagli

ALCUNE RIFLESSIONI SULLA CIRCOLARE N. 51/E DEL 28 NOVEMBRE 2011 DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

ALCUNE RIFLESSIONI SULLA CIRCOLARE N. 51/E DEL 28 NOVEMBRE 2011 DELL AGENZIA DELLE ENTRATE ALCUNE RIFLESSIONI SULLA CIRCOLARE N. 51/E DEL 28 NOVEMBRE 2011 DELL AGENZIA DELLE ENTRATE E di pochi giorni fa la circolare n. 51/E emessa dall Agenzia delle Entrate, con la quale si chiariscono i requisiti

Dettagli

Interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica degli immobili: le regole per bonus e detrazioni fiscali.

Interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica degli immobili: le regole per bonus e detrazioni fiscali. Interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica degli immobili: le regole per bonus e detrazioni fiscali Antonio Piccolo Milano, 19 marzo 2015 AGEVOLAZIONI FISCALI Ristrutturazioni Edilizie

Dettagli

Incentivi auto GPL e metano, l'agenzia delle Entrate blocca, a concessione già avvenuta, l'utilizzo del credito d'imposta.

Incentivi auto GPL e metano, l'agenzia delle Entrate blocca, a concessione già avvenuta, l'utilizzo del credito d'imposta. Incentivi auto GPL e metano, l'agenzia delle Entrate blocca, a concessione già avvenuta, l'utilizzo del credito d'imposta. CNA Servizi alla Comunità Autoriparazione Confartigianato Autoriparazione e Consorzio

Dettagli

Le agevolazioni per il recupero edilizio, risparmio energetico e arredi

Le agevolazioni per il recupero edilizio, risparmio energetico e arredi Ai gentili clienti Loro sedi Le agevolazioni per il recupero edilizio, risparmio energetico e arredi Gentile cliente, desideriamo informarla che l Agenzia delle Entrate con la circolare n. 29 del 18.09.2013

Dettagli

Circolare N.101 del 4 Luglio 2012

Circolare N.101 del 4 Luglio 2012 Circolare N.101 del 4 Luglio 2012 Recupero edilizio: la detrazione si può negoziare anche in caso di cessione di una sola quota dell immobile Recupero edilizio: la detrazione si può negoziare anche in

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Oggetto: Proroga delle detrazioni per le spese di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica Con il D.L. 4 giugno 2013, n. 63,

Dettagli

Ristrutturazioni edilizie

Ristrutturazioni edilizie Ristrutturazioni edilizie Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre

Dettagli

Capitolo III IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE

Capitolo III IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE 1. IMPOSTA IPOTECARIA IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE Vi sono soggette le formalità di trascrizione, iscrizione, rinnovazione ed annotazione eseguite nei pubblici registri immobiliari. Per quanto riguarda

Dettagli

PACCHETTI INTEGRATI di AGEVOLAZIONE (PIA) INDUSTRIA, ARTIGIANATO E SERVIZI AI SENSI DELLA DELIBERAZIONE G.R. n. 39/3 del 10.11.

PACCHETTI INTEGRATI di AGEVOLAZIONE (PIA) INDUSTRIA, ARTIGIANATO E SERVIZI AI SENSI DELLA DELIBERAZIONE G.R. n. 39/3 del 10.11. UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PACCHETTI INTEGRATI di AGEVOLAZIONE (PIA) INDUSTRIA, ARTIGIANATO E SERVIZI AI SENSI DELLA DELIBERAZIONE G.R. n. 39/3 del 10.11.2010 FAQ

Dettagli

ULTIMI INTERVENTI DI PRASSI IN TEMA DI REDDITO D IMPRESA

ULTIMI INTERVENTI DI PRASSI IN TEMA DI REDDITO D IMPRESA ULTIMI INTERVENTI DI PRASSI IN TEMA DI REDDITO D IMPRESA Prof. ssa Loredana CARPENTIERI Diretta 17 maggio 2010 CIRCOLARE N. 46/E DEL 3 NOVEMBRE 2009 Adempimenti dichiarativi per costi da operazioni con

Dettagli

Periodico informativo n. 44/2013

Periodico informativo n. 44/2013 Periodico informativo n. 44/2013 Impianto fotovoltaico e detrazione del 36% Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che a seguito di un chiarimento

Dettagli

Previdenza Attiva. Documento sulle anticipazioni. Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo - Fondo pensione Tariffa: PIP 15-07/2015

Previdenza Attiva. Documento sulle anticipazioni. Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo - Fondo pensione Tariffa: PIP 15-07/2015 BG Previdenza Attiva Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo - Fondo pensione Tariffa: PIP 15-07/2015 Documento sulle anticipazioni Il presente documento costituisce parte integrante della

Dettagli

Bonus casa: recupero edilizio e risparmio energetico potenziati al 50 e 65% fino al 31.12.2013. (DL n. 63 del 04.06.2013)

Bonus casa: recupero edilizio e risparmio energetico potenziati al 50 e 65% fino al 31.12.2013. (DL n. 63 del 04.06.2013) Ai gentili clienti Loro sedi Bonus casa: recupero edilizio e risparmio energetico potenziati al 50 e 65% fino al 31.12.2013 (DL n. 63 del 04.06.2013) Gentile cliente con la presente intendiamo informarla

Dettagli

SOMMARIO CAPITOLO 1 PREMESSA CAPITOLO 2 REDDITO D IMPRESA

SOMMARIO CAPITOLO 1 PREMESSA CAPITOLO 2 REDDITO D IMPRESA SOMMARIO CAPITOLO 1 PREMESSA 1.1 Principali novità fiscali della Legge di Stabilità 2014 CAPITOLO 2 REDDITO D IMPRESA 2.1 Novità in materia di deduzioni 2.2.1 Presupposto soggettivo 2.2.2 Misura dell agevolazione

Dettagli

Detrazione del 36-50% per le spese relative all acquisto e installazione di impianti fotovoltaici

Detrazione del 36-50% per le spese relative all acquisto e installazione di impianti fotovoltaici Detrazione del 36-50% per le spese relative all acquisto e installazione di impianti fotovoltaici Con la presente si analizzano i chiarimenti recentemente forniti dall Agenzia delle Entrate con la Risoluzione

Dettagli

RISOLUZIONE N. 74/E ESPOSIZIONE DEL QUESITO

RISOLUZIONE N. 74/E ESPOSIZIONE DEL QUESITO RISOLUZIONE N. 74/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 agosto 2015 OGGETTO: Interpello art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212 - Condominio minimo - Detrazione spese per interventi edilizi - art. 16-bis

Dettagli

Acconto Iva al 27 dicembre 2013

Acconto Iva al 27 dicembre 2013 Numero 237/2013 Pagina 1 di 10 Acconto Iva al 27 dicembre 2013 Numero : 237/2013 Gruppo : IVA Oggetto : ACCONTO IVA Norme e prassi : ART. 6, LEGGE N. 405/90; RISOLUZIONE AGENZIA ENTRATE N. 157/2004. Sintesi

Dettagli

semplificazione ed attuazione

semplificazione ed attuazione ANNA GIACOMONI mercoledì, giovedì, 18 26 settembre giugno 2014 2013 6 mesi dopo il decreto del fare: bilancio, G i o r n a ta d e l D e c r e to del fare semplificazione ed attuazione RIFLESSI FISCALI

Dettagli

Circolare N.146 del 7 novembre 2011

Circolare N.146 del 7 novembre 2011 Circolare N.146 del 7 novembre 2011 Detrazione del 36% sugli interventi di recupero edilizio. I documenti da conservare per i controlli e le verifiche Detrazione del 36% sugli interventi di recupero edilizio:

Dettagli

PROVVEDIMENTO A SOSTEGNO SETTORI INDUSTRIALI IN CRISI

PROVVEDIMENTO A SOSTEGNO SETTORI INDUSTRIALI IN CRISI MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO PROVVEDIMENTO A SOSTEGNO SETTORI INDUSTRIALI IN CRISI 6 febbraio 2009 1 Indice 1. Settore automotive Pag. 3 2. Le altre misure del provvedimento Pag. 20 2 1. SETTORE

Dettagli

Risoluzione n.125/e. Con l interpello specificato in oggetto, concernente l interpretazione del D.P.R. n. 131 del 1986, è stato esposto il seguente

Risoluzione n.125/e. Con l interpello specificato in oggetto, concernente l interpretazione del D.P.R. n. 131 del 1986, è stato esposto il seguente Risoluzione n.125/e Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 03 aprile 2008 OGGETTO: Istanza di interpello - riacquisto di prima casa a titolo gratuito Decadenza dai benefici di cui alla nota II-bis

Dettagli