Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale"

Transcript

1 Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che fare con l'information technology, ed, in particolare, con le soluzioni ERP ( Enterprise Resource Planning ) e con l EAI ( Enterprise Application Integration )? E ancora, perché parlare di Business Process Management, letteralmente gestione dei processi di business, quando è evidente che i processi di business devono essere gestiti? In questo articolo forniremo risposta e verifica a questi temi e a queste osservazioni. Parleremo di organizzazione e di come si possono superare i vincoli e le limitazioni che la tecnologia ed i sistemi informativi impongono. Vedremo perché e come deve essere avviato un processo di Business Process Management in ogni impresa che voglia rimanere competitiva. LE ESPERIENZE PASSATE Nelle aziende, si è iniziato a parlare di processi a partire dagli anni 20, con Taylor. La sua teoria descriveva i processi come parte non automatizzabile indistinguibile dall'esperienza nel lavoro. Il tema è ritornato di attualità negli anni 90, quando il Business Process Reingeneering (di seguito, BPR ) ci ha fornito una visione nuova, che presupponeva la riprogettazione manuale dei processi, costituiti da attività umane eseguite una alla volta, in sequenza. Queste attività potevano, e possono tuttora, essere automatizzate con l aiuto dei sistemi ERP. Per molte aziende, il BPR ha rappresentato la distruzione di realtà consolidate e note, sacrificate nel nome di ottimizzazioni e di riduzioni di costi ritenute utili al fine di creare nuovi modelli che nessuna impresa è stata in grado di metabolizzare. I casi più fortunati sono stati quelli dove i progetti di BPR sono falliti, ed i processi sono stati quindi, più o meno velocemente, riadattati, per tornare ad operare come le aziende e le relative persone sapevano fare da sempre. Il tutto è avvenuto a fronte di costi ingenti, soprattutto in termini di tempo dedicato a questi scopi dal management e dai consulenti esterni, chiamati a riprogettare realtà che non conoscevano. A causa della progressiva sostituzione o della riduzione del management, in nome del BPR sono andate perdute le conoscenze tacite dell impresa, 16

2 BPM, ossia Business Process Management : una nuova sigla per un vecchio tema? Oppure si tratta di una vecchia soluzione con un nome diverso? Guida al Business Process Management, inteso come strumento per gestire ed incrementare il business, per salvaguardare e comprendere il patrimonio di conoscenza dell impresa, per valutare l impatto ed il valore di ogni azione nei riguardi del core business dell azienda e per intraprendere rapidamente cambiamenti. quell insieme di competenze consolidate e non formalizzate che costituivano il reale patrimonio dell'azienda, il vantaggio competitivo che consentiva a questa di distinguersi e caratterizzarsi sul mercato. In sintesi, anziché andare a valorizzare i processi dell impresa, si è andati a distruggere, per poi ricreare tutto daccapo. Insieme ai progetti di BPR è stato necessario inserire progetti di ridefinizione dei sistemi informativi, in quanto anche questi dovevano trasformarsi per supportare una nuova organizzazione. Si sono così affermati gli ERP (Enterprise Resource Planning), spesso costituiti da soluzioni internazionali più adatte ad organismi statici e consolidati che ad organismi in evoluzione, inadatti a seguire i cambiamenti, se non attraverso personalizzazioni elaborate ed implementate a Individuare e porre in gestione tutti i processi presenti, renderli governabili, offrire un opportunità per individuare ed applicare nuove soluzioni a realtà esistenti e consolidate, salvaguardando e valorizzando l esperienza : questi sono gli obiettivi del BPM costi esorbitanti. Le imprese hanno dovuto scegliere una delle due strade possibili: modellare i propri processi in funzione del software, oppure incapsulare i processi nel software. Raramente sono venuti in aiuto agli ERP i sistemi di workflow management, che hanno introdotto la possibilità di passare documenti, informazioni, compiti, da un partecipante all altro sulla base di regole predefinite. Solo in pochi casi sono arrivati a fornirci qualche controllo sul processo, attraverso strumenti facilmente utilizzabili per monitorare lo stato di avanzamento delle attività o per attribuire un compito ad una persona diversa. L'esperienza degli anni 90 ci ha insegnato che in ogni azienda c'è un immenso patrimonio da salvare e da valorizzare. Ogni azienda è unica ed è costruita sulla base delle conoscenze e delle esperienze dell'imprenditore e dei suoi collaboratori. Anni ed anni di esperienze non possono essere dimenticati per far posto a modelli più moderni. Ogni azienda sopravvive grazie al fatto che, al pari di un organismo, sa come far interagire le proprie membra con i propri organi al fine di generare profitto. Oggi, in un contesto di globalizzazione, di creazione di un nuovo modo di fare business ( e-business ) e di esternalizzazione di attività che non costituiscono il core business ( outsourcing ), la capacità di sopravvivere, di resistere, non è più sufficiente ed è spesso necessario attuare dei cambiamenti repentini, e quindi far adattare rapidamente 17

3 Il Business Process Management: nuova via verso la competitività I processi sono le fondamenta dell impresa, il mezzo attraverso il quale essa può condurre il proprio business. I processi possono essere migliorati, ma non vanno riprogettati. Distruggere un processo significa perdere tutta la conoscenza insita nel processo stesso e quindi distruggere la capacità di fare business dell impresa l organismo azienda al cambiamento. Per cambiare, cercando di non commettere errori, è necessario conoscere il proprio business e valutare anticipatamente l'impatto di ogni modifica. Soprattutto nelle piccole e medie imprese, la conoscenza del business non può più essere nota solo all'imprenditore, ma deve essere condivisibile, altrimenti costituisce un vincolo all'espansione. Oggi i partner, i fornitori, i clienti, sono parte attiva nella conduzione delle attività dell'impresa; i processi non sono costituiti esclusivamente da azioni eseguite all'interno dell'azienda, ma coinvolgono realtà esterne. I processi dell'azienda devono essere integrabili con i processi dei partner, dei fornitori e dei clienti. I CONCETTI CHIAVE DEL BUSINESS PROCESS MANAGEMENT Individuare e porre in gestione tutti i processi presenti, renderli governabili, offrire un'opportunità per individuare ed applicare nuove soluzioni a realtà esistenti e consolidate, salvaguardando e valorizzando l esperienza : questi sono gli obiettivi del Business Process Management (BPM). Per processo s intende, usando una nota definizione, una serie di azioni, eseguite in sequenza, che producono valore per il cliente. L errore più frequente è quello di identificare il cliente solo con chi riconosce un corrispettivo per il risultato fornito, e di individuare solo i processi di produzione oppure di vendita, tralasciando tutte le altre attività. Il cliente è invece il destinatario del risultato ed, in quanto tale, può identificarsi con un cliente vero e proprio, un fornitore (che riceve un ordine o una richiesta di offerta, o un pagamento), un individuo all interno di un organizzazione, un reparto dell azienda, un altro processo, e così via. I processi sono le fondamenta dell impresa, il mezzo attraverso il quale essa può condurre il proprio business. I processi possono essere migliorati, ma, salvo il caso in cui ci si accinga a rifondare una nuova realtà, non vanno riprogettati. Distruggere un processo significa perdere tutta la conoscenza insita nel processo stesso e quindi distruggere la capacità di fare business dell impresa. Il business è costituito da diversi fattori: azioni, procedure, sistemi informativi, processi frammentati. L'azienda che non conosce i propri processi non conosce il proprio business e non può quindi valutare l impatto di un eventuale cambiamento. La mancanza di conoscenza crea inevitabilmente duplicazioni di funzioni, di processi, di attività nei diversi dipartimenti, con l accollo dei relativi costi. Il BPM fornisce gli strumenti per avere una visione sistemica, senza dover prima cambiare sistemi informativi, procedure, azioni. Un progetto di BPM comporta automaticamente la creazione di un sistema di conoscenza: esplicitare ogni processo, in un solo ed unico modo, significa esporre un unica visione della catena del valore dell azienda, a tutti i livelli. Ogni azienda è unica ed è costruita sulla base delle conoscenze e delle esperienze dell imprenditore e dei suoi collaboratori. In ciascuna, vi è un immenso patrimonio da salvare e da valorizzare: anni ed anni di esperienze non possono essere dimenticati per far posto a modelli più moderni Una volta realizzata una visione unica e condivisa, ottenuti il riconoscimento, la gestione, il miglioramento, la modifica e la verifica, si viene a creare un ciclo senza interruzione di continuità. I processi non sono infatti rigidi, ma dinamici, fluidi, adattabili. Descrivere un processo non significa congelarlo: il disegno è la base di partenza per le modifiche. Portare un processo in gestione non significa accentrarlo; un processo può essere gestito 18

4 al centro dell azienda o in periferia, ovunque sia necessario. Nei decenni passati, gli imprenditori ed i gruppi dirigenti delle aziende hanno investito buona parte del loro tempo nel tentare di definire organigrammi, di riempire caselle vuote con nomi e cariche. Oggi, questo tempo è lasciato libero e può essere dedicato all analisi dei punti di garantire alcune caratteristiche fondamentali. I processi sono informazioni e vanno memorizzati e descritti attraverso sistemi di descrizione standard. Così come i dati dell azienda sono oggi organizzati in un database, e sono un capitale per l azienda stessa, anche i Ciclo di individuazione e gestione dei processi Individuazione Riorganizzazione Strategia Disegno Implementazione Esecuzione Esecuzione Interazione Gestione Ottimizzazione Analisi Miglioramento Risultati miglioramento, in quanto l approccio per processi non richiede la definizione di un organigramma, di un unico ruolo e di un unica responsabilità per ogni individuo. Ogni persona è collocata all interno dei processi in ciascuno dei punti in corrispondenza dei quali si trova coinvolta, e quindi anche in posizioni diverse in processi diversi. ELIMINARE I FRENI AL CAMBIAMENTO La rappresentazione dei processi, effettuata allo scopo di un loro miglioramento, è un attività che richiede l utilizzo di tecnologie informatiche. Il sistema di rappresentazione dei processi deve processi sono organizzati in una sola raccolta, in un database. Così come i dati dell azienda sono rappresentati in modo standard, sono a disposizione dell azienda stessa e sono consultabili con qualsiasi strumento adatto ad eseguire interrogazioni (e non necessariamente con il sistema informativo che li ha elaborati), così i processi sono descritti attraverso un linguaggio standard denominato BPML e sono analizzabili attraverso il corrispondente del linguaggio SQL per i dati: il BPQL. I dati sono oggi distinti dalla logica applicativa degli strumenti che li hanno generati ed allo stesso modo le regole del business, e quindi i processi devono rimanere separati dai sistemi informativi, demandando la loro definizione al management e 19

5 Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Oggi, in un contesto di globalizzazione, di creazione di un nuovo modo di fare business e di esternalizzazione di attività noncore, è necessario far adattare rapidamente l organismo azienda al cambiamento. E per cambiare, è necessario conoscere in modo approfondito il proprio business e valutare con ampio anticipo l impatto di ogni modifica operata non ai tecnici informatici. Il linguaggio BPML, di dominio dell analista del processo e non del tecnico informatico, consente di descrivere e modificare i processi o solo di simularne modifiche senza l intervento del dipartimento sistemi informativi, a differenza di quanto avviene attraverso i tradizionali sistemi ERP. Siamo abituati ancora oggi ad attendere settimane, se non mesi, per l adeguamento del software a nuovi modelli di business, e spesso, appena ottenuto l adeguamento, è già tempo di ridefinire il business stesso. BPML e BPQL hanno lo scopo di spostare al di fuori dei centri di calcolo la gestione del workflow dei documenti e la definizione delle interfacce attraverso le quali gli utenti operano. E importante tenere presente che, attraverso il BPML, l attenzione è posta alla rappresentazione di processi eterogenei attraverso strumenti standard e non alla rappresentazione di processi standard, identici per tutte le aziende. Gli strumenti necessari per definire e gestire i processi rientrano in un ambiente più ampio, chiamato BPMS, Business Process Management System. Questo non è un sistema esperto che si sostituisce all intuito umano per individuare nuove idee, bensì uno strumento che consente di rappresentare i modelli, le persone, i gruppi di lavoro coinvolti, di verificare se gli obbiettivi sono raggiungibili ed a quali costi. Il BPMS consente non solo di creare strumenti in grado di rappresentare e documentare i processi, ma anche di pilotarne e seguirne l esecuzione. Vedere non solo i dati, le informazioni, ma lo stato di ogni processo, l avanzamento dei lavori, le aree critiche assoggettabili a miglioramenti, i colli di bottiglia, il numero di interventi umani eseguiti per completare un compito, le attività assegnate agli individui o ai gruppi di lavoro, avere una visione globale del proprio dipartimento: queste sono funzioni che un BPMS offre. OLTRE IL WORKFLOW MANAGEMENT È facile confondere il BPMS con il workflow management. Quest ultimo è parte integrante di un sistema di BPM, ma non costituisce il sistema stesso. Il workflow management consente di gestire il flusso di lavoro, ponendo particolare attenzione ai documenti ed agli interventi umani, ma non è sufficiente per identificare i processi che hanno generato tali flussi, per definirli, rappresentarli e migliorarli. Come affrontare il processo di BPM Per apprestarsi ad avviare un progetto di BPM è prima di tutto indispensabile avere a disposizione un Business Process Management System, una soluzione che consente di rappresentare i processi in modo univoco, standard, comprensibile a tutti i partecipanti al business. Poi, dovranno seguire le soluzioni software applicative, che dovranno interagire con il modello dei processi. Fermo restando che non è obiettivo di questo articolo fornire una metodologia esaustiva per gestire un progetto di BPM, proponiamo alcune indicazioni volte a far comprendere come si deve affrontare un tale intervento. Un progetto di BPM richiede il coinvolgimento non solo del management, ma di ogni partecipante ad un processo che può procedere autonomamente con l individuazione e la rappresentazione delle attività svolte. Nel descrivere il business non ci sono gerarchie da rispettare e metodologie diverse da adottare per processi diversi. Il punto di partenza non è l organigramma, ma l insieme delle attività eseguite. Una volta avviato, il process management diviene attività propria di ogni individuo, e non richiede quindi investimenti specifici. Le forme di collaborazione e condivisione delle informazioni non sono parte di un unico processo standard per tutta l'azienda. Appartengono ad ogni singolo processo e sono descritte nello stesso. Non esiste un unico sistema di knowledge management : ogni processo ha al suo interno attività, strumenti, informazioni che riguardano la condivisione e la gestione della conoscenza. La descrizione dei processi costituisce un manuale di lavoro. Il sistema di Business Process Management è un supervisore che guida all esecuzione dei compiti, ed è quindi esso stesso uno strumento di formazione. Inoltre, tutti gli individui, anche le persone operative, si vedranno collocati all interno dei processi, in posizioni ben precise, e soprattutto conosceranno l'impatto sul sistema delle loro azioni individuali. 20

6 La rappresentazione formale delle attività può indurre in errori, quali i tentativi di intervenire per apportare modifiche e semplificazioni prima di aver Oggi i partner, i fornitori ed i clienti sono parte attiva nella conduzione delle attività dell impresa: i processi non sono costituiti esclusivamente da azioni eseguite all interno dell azienda, ma coinvolgono realtà esterne, i processi delle quali devono risultare integrabili con i processi dell azienda I dati sono oggi distinti dalla logica applicativa degli strumenti che li hanno generati ed allo stesso modo le regole del business, e quindi i processi devono rimanere separati dai sistemi informativi, demandando la loro definizione al management e non ai tecnici informatici individuato tutte le azioni. Non necessariamente i processi complessi possono essere semplificati ed il loro livello di complessità dipende dalla loro natura. Semplificare un processo può significare snaturarlo e comprometterne il funzionamento. Non sempre i processi possono essere cambiati in modo da ridurre le operazioni manuali, le verifiche richieste, il numero di documenti prodotti. Un processo non va mai distrutto; se è possibile eliminarlo, significa che non è un processo, ma una serie di attività che non portano alcun valore e che come tali non ha senso che siano eseguite. Nel rappresentare i processi è indispensabile rappresentare la realtà e non eliminare le ridondanze di dati o gli scambi di informazioni apparentemente inutili. Con il BPM, i processi devono essere rilevati fotografando ciò che effettivamente accade, non ciò che si vorrebbe accadesse. Se un processo è condotto in modo diverso da dipartimenti diversi o da individui diversi, è necessario rappresentarne tutte le varianti. Solo così dopo potranno essere eseguiti interventi efficaci e corretti, ma questa sarà una conseguenza naturale derivante dalla gestione. La rappresentazione dei processi migliora la condivisione delle informazioni, permette di eseguire rapidamente interventi che portano ottimizzazioni immediate e libera quindi, istantaneamente, delle risorse. 21 L'approccio BPM presuppone che venga analizzato un processo alla volta, scendendo però nei minimi dettagli. Un processo è composto da una serie di attività umane, svolte da persone diverse, e tutte devono essere considerate. Il BPM presuppone quindi un'attività incrementale, che si estende via via per tutta l'azienda, considerando tutti i processi. Non è utile perdere tempo per individuare i processi principali e cercare quindi di individuare un punto di partenza. Una volta individuato un punto qualsiasi, in un processo qualsiasi, si troveranno subito le aree che più necessitano di chiarezza. Si scoprirà che i processi sono moltissimi, ma questo non costituirà una limitazione al successo del progetto. Pianificazione, gestione della qualità, analisi dei costi e del valore sono componenti dei processi, da non trattare separatamente, bensì da considerare all'interno della descrizione di ogni processo. I processi rappresentano ciò che il business realizza, sono il business. Analizzare e gestire i processi significa perciò gestire al meglio il proprio business. Il business non nasce e si conclude all interno dell azienda, ma si interfaccia con partner, clienti, fornitori. Anche queste interfacce vanno esplicitate. Ai partner, ai clienti ed ai fornitori vanno fornite le informazioni che consentono loro di organizzare e coordinare le loro attività; ogni azienda deve preoccuparsi non solo della propria pianificazione, ma anche di contribuire a quella di coloro che le consentono di condurre il business. BPMS E SISTEMI INFORMATIVI Cosa accade nei sistemi informativi se si cambia un processo? Quali sono i tempi di risposta dei sistemi informativi? Molto spesso, ad ogni variazione di processo deve seguire un adeguamento del sistema informativo, attività che può richiedere delle settimane, talvolta dei mesi. Una volta completato l adattamento, spesso il processo è già obsoleto e va riprogettato. Per questo motivo, una buona parte del software realizzato non entra mai in funzione. I sistemi informativi sono basati su strutture di dati, su programmi software, non sui compiti o sulle attività. Le procedure software forniscono un'immagine del momento, ma non la storia percorsa per giungere alla situazione attuale. Non

7 Il Business Process Management: nuova via verso la competitività c'è possibilità di valutare le azioni del passato e pianificare quelle future. Il BPM offre la capacità di valutare anche le azioni intraprese e non solo i dati. Anche le azioni sono informazioni che devono essere analizzate. Il Business Process Management System consente non solo di creare strumenti in grado di rappresentare e documentare i processi, ma anche di pilotarne e seguirne l esecuzione. Vedere non solo i dati, le informazioni, ma lo stato di ogni processo, l avanzamento dei lavori, le aree critiche assoggettabili a miglioramenti, i colli di bottiglia, il numero di interventi umani eseguiti per completare un compito, le attività assegnate agli individui o ai gruppi di lavoro, avere una visione globale del proprio dipartimento: queste sono funzioni che un BPMS offre Oggi, grazie al BPM, non è più impossibile cambiare rapidamente il business perché i sistemi informativi non possono essere cambiati. Le regole di business sono rappresentate nel sistema di BPM e cambiarle significa cambiare il processo, il suo disegno, non il sistema informativo. Ciò è ottenuto attraverso il passaggio da un sistema di gestione basato sul data processing ad un sistema process-centric. I sistemi informativi devono seguire automaticamente il cambiamento del business, non frenarne l attuazione. Come è possibile quindi modificare un processo e di conseguenza far modificare i flussi informativi nelle proprie soluzioni? Il sistema ERP per un azienda che vuole affrontare un progetto di BPM non potrà essere costituito da poche ed enormi componenti monolitiche, o da componenti legate tra loro secondo una sequenza prestabilita dai progettisti di software. Dovà invece essere costituito da una nuova generazione di strumenti, applicazioni, componenti, soluzioni per i quali regole ed ordine di esecuzione saranno governati dal sistema di gestione del business e saranno diversi in ogni azienda o dipartimento dell azienda. Giunti alla conclusione del nostro percorso, possiamo ridefinire il BPM come lo strumento per gestire e incrementare il business, per salvaguardare e comprendere il patrimonio di conoscenza dell impresa, per valutare l impatto ed il valore di ogni azione nei riguardi del core business dell azienda, per intraprendere rapidamente cambiamenti. Abbiamo indicato le direzioni principali che consentono di avviare un progetto di BPM che potrà condurre a benefici immediati, senza necessità di pianificare ingenti investimenti. Non esiste un momento più adatto per intraprendere il nuovo percorso. Alle aziende che hanno capito l importanza di essere pronte per reagire in tempo reale ai cambiamenti repentini del mercato, salvaguardando investimenti e mantenendo la profittabilità, non resta che avviarsi subito attraverso questa entusiasmante nuova via. 22

LA GESTIONE INFORMATIZZATA DELL ORGANIZZAZIONE

LA GESTIONE INFORMATIZZATA DELL ORGANIZZAZIONE LA GESTIONE INFORMATIZZATA DELL ORGANIZZAZIONE Ioanis Tsiouras 1 (Rivista Gli speciali di Qualità - Qualità Informatica suppl. n.1 al n.3 di QUALITÀ, Maggio/Giugno 1998) 1. L organizzazione: dalle funzioni

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.1 Gestire

Dettagli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli I sistemi informativi Il processo

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Organizzazione aziendale Lezione 10 - L organizzazione dell impresa Cap. 6. Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.3641

Organizzazione aziendale Lezione 10 - L organizzazione dell impresa Cap. 6. Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.3641 Organizzazione aziendale Lezione 10 - L organizzazione dell impresa Cap. 6 Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.3641 Le funzioni aziendali La ricerca e sviluppo Il marketing e le vendite Le

Dettagli

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Un azienda è caratterizzata da: 1. Persone legate tra loro da

Dettagli

Corso di Informatica per la Gestione Aziendale

Corso di Informatica per la Gestione Aziendale Corso di Informatica per la Gestione Aziendale Anno Accademico: 2008/2009 4 parte DOCENTI: Prof.ssa Cecilia Rossignoli Dott. Gianluca Geremia Università degli Studi di Verona Dipartimento di Economia Aziendale

Dettagli

SISTEMI DI SVILUPPO PRODOTTO. Realizzazione di maggiore valore. con le soluzioni di gestione del ciclo di vita del prodotto

SISTEMI DI SVILUPPO PRODOTTO. Realizzazione di maggiore valore. con le soluzioni di gestione del ciclo di vita del prodotto SERVIZI E SUPPORTO PROCESSI E INIZIATIVE SISTEMI DI SVILUPPO PRODOTTO PRODOTTI SOFTWARE SOLUZIONI VERTICALI Realizzazione di maggiore valore con le soluzioni di gestione del ciclo di vita del prodotto

Dettagli

Processi di Business e Sistemi di Gestione di Workflow: concetti di base. Prof. Giancarlo Fortino g.fortino@unical.it

Processi di Business e Sistemi di Gestione di Workflow: concetti di base. Prof. Giancarlo Fortino g.fortino@unical.it Processi di Business e Sistemi di Gestione di Workflow: concetti di base Prof. Giancarlo Fortino g.fortino@unical.it Introduzione Le aziende devono modificare la loro organizzazione per cogliere le nuove

Dettagli

25/11/14 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE. Tecnologie dell informazione e controllo

25/11/14 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE. Tecnologie dell informazione e controllo ORGANIZZAZIONE AZIENDALE 1 Tecnologie dell informazione e controllo 2 Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale IT e coordinamento esterno IT e

Dettagli

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

ELATOS WEB SOFTWARE GESTIONALE ASP

ELATOS WEB SOFTWARE GESTIONALE ASP ELATOS WEB SOFTWARE GESTIONALE ASP L OUTSOURCING È uno degli strumenti manageriali, di carattere tattico e strategico, che hanno conosciuto maggiore espansione nel corso dell ultimo decennio e che continuerà

Dettagli

Koinè Consulting. Profilo aziendale

Koinè Consulting. Profilo aziendale Koinè Consulting Profilo aziendale Koinè Consulting è una società cooperativa a responsabilità limitata che svolge attività di consulenza e servizi alle imprese, avvalendosi di competenze interne in materia

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.2 Gestire

Dettagli

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente.

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. esperienza + innovazione affidabilità Da IBM, una soluzione completamente nuova: ACG Vision4,

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II

Dettagli

Groupware e workflow

Groupware e workflow Groupware e workflow Cesare Iacobelli Introduzione Groupware e workflow sono due parole molto usate ultimamente, che, a torto o a ragione, vengono quasi sempre associate. Si moltiplicano i convegni e le

Dettagli

Conservazione Sostitutiva. Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza.

Conservazione Sostitutiva. Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza. Conservazione Sostitutiva Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza. Paperless office Recenti ricerche hanno stimato che ogni euro investito nella migrazione di sistemi tradizionali verso tecnologie

Dettagli

CA Mainframe Chorus for DB2 Database Management

CA Mainframe Chorus for DB2 Database Management SCHEDA PRODOTTO CA Mainframe Chorus for DB2 Database Management CA Mainframe Chorus for DB2 Database Management Le attività di gestione del carico di lavoro di DB2 per z/os vengono semplificate e ottimizzate,

Dettagli

Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server

Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server Caso di successo Microsoft Virtualizzazione Gruppo Arvedi Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server Informazioni generali Settore Education Il Cliente Le

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI

SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI Prof. Andrea Borghesan venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento: Alla fine di ogni lezione Modalità esame: scritto 1 Sistema informativo. Prima definizione Un sistema

Dettagli

PRESENTAZIONE DI ABLE TECH S.R.L.

PRESENTAZIONE DI ABLE TECH S.R.L. PRESENTAZIONE DI ABLE TECH S.R.L. ABLE TECH S.r.l. è uno dei principali attori di riferimento nel mondo delle soluzioni software per il Document & Process Management. Able Tech rappresenta un polo di sviluppo

Dettagli

OT BPM introduce ed automatizza i meccanismi relativi alla gestione del ciclo di vita dei dati e dei documenti.

OT BPM introduce ed automatizza i meccanismi relativi alla gestione del ciclo di vita dei dati e dei documenti. Ottimizzare, Automatizzare e Monitorare i processi aziendali... Migliorare la produttività e la redditività riducendo l investimento Affrontare le sfide del mercato con gli strumenti giusti OT BPM è un

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

BASE DI DATI: introduzione. Informatica 5BSA Febbraio 2015

BASE DI DATI: introduzione. Informatica 5BSA Febbraio 2015 BASE DI DATI: introduzione Informatica 5BSA Febbraio 2015 Di cosa parleremo? Base di dati relazionali, modelli e linguaggi: verranno presentate le caratteristiche fondamentali della basi di dati. In particolare

Dettagli

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING I N F I N I T Y Z U C C H E T T I Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere MARKETING SALES SUPPORT CMS KNOWLEDGE BASE E COMMERCE B2B E COMMERCE B2C AD HOC INFINITY ACQUISIZIONE PROTOCOLLAZIONE

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Un azienda è caratterizzata da: 1. Persone legate tra loro da

Dettagli

PRESENTAZIONE Taurus Informatica S.r.l. Area Lotus

PRESENTAZIONE Taurus Informatica S.r.l. Area Lotus Pag. 1 di 9 PRESENTAZIONE Taurus Informatica S.r.l. Sommario...2 IL MONDO LOTUS...2 LA NOSTRA ESPERIENZA...4 Formazione...4 Sviluppo e Sistemi...4 LA NOSTRA PROPOSTA...8 Area formazione...8 Area sviluppo...8

Dettagli

Un approccio complessivo alla Gestione della Performance Aziendale. Sestri Levante 19-20 maggio 2003

Un approccio complessivo alla Gestione della Performance Aziendale. Sestri Levante 19-20 maggio 2003 1 Un approccio complessivo alla Gestione della Performance Aziendale Sestri Levante 19-20 maggio 2003 Performing - Mission 2 Performing opera nel mercato dell'ingegneria dell organizzazione e della revisione

Dettagli

L [ERP] PER IL MERCATO DEL [WINE & BEVERAGE] WINE BEVERAGE

L [ERP] PER IL MERCATO DEL [WINE & BEVERAGE] WINE BEVERAGE L [ERP] PER IL MERCATO DEL [ & ] ERP per il settore Wine&Beverage Enterprise Resource Planning Wine&Beverage for Sap Business One è un ERP, appositamente parametrizzato per il commercio del vino, alcolici,

Dettagli

Introduzione alle basi di dati. Gestione delle informazioni. Gestione delle informazioni. Sistema informatico

Introduzione alle basi di dati. Gestione delle informazioni. Gestione delle informazioni. Sistema informatico Introduzione alle basi di dati Introduzione alle basi di dati Gestione delle informazioni Base di dati Modello dei dati Indipendenza dei dati Accesso ai dati Vantaggi e svantaggi dei DBMS Gestione delle

Dettagli

Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM. Alice Pavarani

Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM. Alice Pavarani Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM Alice Pavarani Un ERP rappresenta la maggiore espressione dell inseparabilità tra business ed information technology: è un mega-package di applicazioni

Dettagli

IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE

IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE CL. 5ATP - A.S. 2006/2007 L azienda e i suoi elementi PERSONE AZIENDA BENI ECONOMICI ORGANIZZAZIONE L azienda è un insieme di beni organizzati e coordinati dall imprenditore

Dettagli

Le sfide future per il Facility Management: l open facility management come nuova soluzione

Le sfide future per il Facility Management: l open facility management come nuova soluzione CHE COS È IL FACILITY MANAGEMENT Il Facility Management è una disciplina in continua evoluzione ed infatti in un contesto altamente dinamico, tipico della società odierna, si trova a dover interpretare

Dettagli

Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment (CPFR) 1

Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment (CPFR) 1 Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment (CPFR) 1 Il Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment (CPFR) è uno approccio di gestione a disposizione delle imprese che ha lo scopo di

Dettagli

La selezione e la formazione on-line come supporto alla gestione del capitale intellettuale

La selezione e la formazione on-line come supporto alla gestione del capitale intellettuale La selezione e la formazione on-line come supporto alla gestione del capitale intellettuale di Alberto Boletti INTRODUZIONE Lo studio dell organizzazione aziendale ha sempre suscitato in me una forte curiosità,

Dettagli

Processi e Risk Assessment nel Gruppo Reale Mutua 23/05/2013

Processi e Risk Assessment nel Gruppo Reale Mutua 23/05/2013 Processi e Risk Assessment nel Gruppo Reale Mutua 23/05/2013 Agenda 1. Il Gruppo Reale Mutua 2. Il progetto BPM 3. Il processo di Control Risk Self Assessment 4. Le sfide del futuro Il Gruppo Reale Mutua

Dettagli

Economia e gestione delle imprese 3/ed Franco Fontana, Matteo Caroli Copyright 2009 The McGraw-Hill Companies srl RISPOSTE ALLE DOMANDE DI VERIFICA

Economia e gestione delle imprese 3/ed Franco Fontana, Matteo Caroli Copyright 2009 The McGraw-Hill Companies srl RISPOSTE ALLE DOMANDE DI VERIFICA RISPOSTE ALLE DOMANDE DI VERIFICA (CAP. 9) 1. Illustra le principali tipologie dei processi produttivi. Sulla base della diversa natura tecnologica del ciclo di produzione, i processi produttivi si distinguono

Dettagli

Reti e sistemi informativi II Il ruolo delle IT nell organizzazione

Reti e sistemi informativi II Il ruolo delle IT nell organizzazione Reti e sistemi informativi II Il ruolo delle IT nell organizzazione Prof. Andrea Borghesan & Dr.ssa Francesca Colgato venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento: mercoledì dalle 10.00 alle 11.00 Modalità

Dettagli

Corso di Programmazione e Controllo SEDE DI FANO

Corso di Programmazione e Controllo SEDE DI FANO Corso di Programmazione e Controllo SEDE DI FANO Docente: Selena Aureli LEZIONE 4 1 Le esigenze di cambiamento LA TRADIZIONALE STRUMENTAZIONE E LE METODOLOGIE DEL CONTROLLO si contraddistinguono per: Focalizzazione

Dettagli

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano.

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. di: Enrico MASTROFINI Ottobre 2004 Nella formulazione iniziale del Piano Ict sono di solito inseriti

Dettagli

Introduzione alla Business Intelligence. E-mail: infobusiness@zucchetti.it

Introduzione alla Business Intelligence. E-mail: infobusiness@zucchetti.it Introduzione alla Business Intelligence E-mail: infobusiness@zucchetti.it Introduzione alla Business Intelligence Introduzione Definizione di Business Intelligence: insieme di processi per raccogliere

Dettagli

I Modelli della Ricerca Operativa

I Modelli della Ricerca Operativa Capitolo 1 I Modelli della Ricerca Operativa 1.1 L approccio modellistico Il termine modello è di solito usato per indicare una costruzione artificiale realizzata per evidenziare proprietà specifiche di

Dettagli

PTC: THE PRODUCT DEVELOPMENT COMPANY. Creazione di valore. ottimizzando i processi

PTC: THE PRODUCT DEVELOPMENT COMPANY. Creazione di valore. ottimizzando i processi SERVIZI E SUPPORTO PROCESSI E INIZIATIVE PTC: THE PRODUCT DEVELOPMENT COMPANY PRODOTTI SOFTWARE SOLUZIONI VERTICALI Creazione di valore ottimizzando i processi Il leader globale nella tecnologia di sviluppo

Dettagli

piattaforma comune miglioramento del processo adeguamento all anno 2000 sistemi legacy obsoleti visibilità dei dati standardizzazione di più sedi

piattaforma comune miglioramento del processo adeguamento all anno 2000 sistemi legacy obsoleti visibilità dei dati standardizzazione di più sedi AO automazioneoggi Facciamo un po d ordine L approccio ai progetti di implementazione di sistemi ERP è spesso poco strutturato e il processo di implementazione risulta essere frequentemente inefficiente

Dettagli

Progettaz. e sviluppo Data Base

Progettaz. e sviluppo Data Base Progettaz. e sviluppo Data Base! Introduzione ai Database! Tipologie di DB (gerarchici, reticolari, relazionali, oodb) Introduzione ai database Cos è un Database Cos e un Data Base Management System (DBMS)

Dettagli

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA Il project management nella scuola superiore di Antonio e Martina Dell Anna 2 PARTE II ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO UDA 4 IL TEAM DI PROGETTO LEZIONE: IL

Dettagli

THRU-PUT INFOR SCM > THRU-PUT. Qual è la Teoria dei Vincoli (TOC)? www.twingroup.com

THRU-PUT INFOR SCM > THRU-PUT. Qual è la Teoria dei Vincoli (TOC)? www.twingroup.com THRU-PUT Qual è la Teoria dei Vincoli (TOC)? La Teoria dei Vincoli è la filosofia globale sviluppata dal Dott. Eiyahu M. Goldratt pubblicata in vari libri, tra cui L obiettivo. TOC si concentra sulle restrizioni

Dettagli

Quali sono le tecnologie che l ente ha a disposizione e quelle predisposte ad essere implementate in un prossimo futuro.

Quali sono le tecnologie che l ente ha a disposizione e quelle predisposte ad essere implementate in un prossimo futuro. Esercizio di GRUPPO: PROTOCOLLO INFORMATICO Mappa concettuale TECNOLOGIE DISPONIBILI Quali sono le tecnologie che l ente ha a disposizione e quelle predisposte ad essere implementate in un prossimo futuro.

Dettagli

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione I sistemi gestionali e le Piccole Medie Imprese A cura di Fabrizio Amarilli Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione Articoli Sono noti

Dettagli

NOTE E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING) LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI STRATEGIA E FUNZIONALITÀ

NOTE E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING) LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI STRATEGIA E FUNZIONALITÀ LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING) STRATEGIA E FUNZIONALITÀ L INTEGRAZIONE DELLE ATTIVITÀ LA COMUNICAZIONE TRA LE UNITA AZIENDALI I PROCESSI DECISIONALI RILEVANZA

Dettagli

Le effettive esigenze della Direzione del Personale nella gestione delle risorse umane in azienda. Andamento dal 2005 ad oggi

Le effettive esigenze della Direzione del Personale nella gestione delle risorse umane in azienda. Andamento dal 2005 ad oggi Le effettive esigenze della Direzione del Personale nella gestione delle risorse umane in azienda. Andamento dal 2005 ad oggi Indagine ottenuta grazie alla somministrazione di questionario ad oltre 260

Dettagli

SVILUPPO ONTOLOGIE PER LA GESTIONE DOCUMENTALE E LORO INTEGRAZIONE ALL INTERNO DI UNA PIATTAFORMA WEB

SVILUPPO ONTOLOGIE PER LA GESTIONE DOCUMENTALE E LORO INTEGRAZIONE ALL INTERNO DI UNA PIATTAFORMA WEB Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica SVILUPPO ONTOLOGIE PER LA GESTIONE DOCUMENTALE E LORO INTEGRAZIONE ALL INTERNO DI UNA PIATTAFORMA WEB Relatore Chiarissimo

Dettagli

PMO: così fanno le grandi aziende

PMO: così fanno le grandi aziende PMO: così fanno le grandi aziende Tutte le grandi aziende hanno al loro interno un PMO - Project Management Office che si occupa di coordinare tutti i progetti e i programmi aziendali. In Italia il project

Dettagli

MCi BUSINESS SUITE MANAGEMENT

MCi BUSINESS SUITE MANAGEMENT MCi BUSINESS SUITE MANAGEMENT Acquisizione, archiviazione, gestione e consultazione flussi documentali Fatturazione elettronica e conservazione sostitutiva Soluzione rivolta a tutte le aziende che : generano,

Dettagli

La certificazione del processo/prodotto in outsourcing

La certificazione del processo/prodotto in outsourcing La certificazione del processo/prodotto in outsourcing Maurizio Capelli Responsabile Qualità Azienda Ospedaliero Universitaria di Bologna Policlinico S. Orsola - Malpighi outsourcing Obiettivo L obiettivo

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING)

LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING) LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING) L IMPATTO SULLA GESTIONE LA MISURAZIONE DELL IMPATTO IL SUPPORTO ALLA CREAZIONE DEL VALORE L INTEGRAZIONE ESIGENZE DEL BUSINESS

Dettagli

Gestione per processi: utilità e sfide. Ettore Bolisani DTG Dipartimento di Tecnica e Gestione dei Sistemi Industriali Università di Padova

Gestione per processi: utilità e sfide. Ettore Bolisani DTG Dipartimento di Tecnica e Gestione dei Sistemi Industriali Università di Padova Gestione per processi: utilità e sfide Ettore Bolisani DTG Dipartimento di Tecnica e Gestione dei Sistemi Industriali Università di Padova 1 Ingegneria industriale Ingegneria gestionale Didattica: KNOWLEDGE

Dettagli

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I.

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. Profilo La Società Hermes nasce nel 2010 per portare sul mercato le esperienze maturate da un team di specialisti e ricercatori informatici che hanno operato per anni come

Dettagli

Simulazione di seconda prova scritta

Simulazione di seconda prova scritta Simulazione di seconda prova scritta Economia aziendale di Luisa Menabeni Pianificazione, programmazione aziendale e controllo di gestione; nuove formule strategiche, controllo strategico, calcolo dei

Dettagli

UN SALTO DI QUALITA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

UN SALTO DI QUALITA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE UN SALTO DI QUALITA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Snellimento organizzativo, egovernment, servizi ai cittadini: il rinnovamento della PA trova slancio nelle tecnologie e soluzioni per la gestione dei

Dettagli

open minded crm for wide activities

open minded crm for wide activities open minded crm for wide activities il software per la gestione dei processi e crm direct marketing vendite assistenza il Business Process Management per aiutare le aziende ad automatizzare i processi

Dettagli

KNOWLEDGE MANAGEMENT. Knowledge Management. Knowledge: : cos è. Dispense del corso di Gestione della Conoscenza d Impresa

KNOWLEDGE MANAGEMENT. Knowledge Management. Knowledge: : cos è. Dispense del corso di Gestione della Conoscenza d Impresa KNOWLEDGE MANAGEMENT Pasquale Lops Giovanni Semeraro Dispense del corso di Gestione della Conoscenza d Impresa 1/23 Knowledge Management La complessità crescente della società, l esubero di informazioni

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO GRUPPO ITALIANO VINI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO GRUPPO ITALIANO VINI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO GRUPPO ITALIANO VINI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Master Management Infermieristico per le Funzioni di Coordinamento

Master Management Infermieristico per le Funzioni di Coordinamento Università Tor Vergata di Roma Master Management Infermieristico per le Funzioni di Coordinamento Tivoli, 2011 Mario Gentili Università Tor Vergata di Roma Perché? Master Management Infermieristico per

Dettagli

documenta PLM certificato da Autodesk

documenta PLM certificato da Autodesk documenta PLM documenta PLM certificato da Autodesk Implementare un progetto PLM significa spesso riorganizzare e razionalizzare molti dei processi aziendali legati alla progettazione e produzione. In

Dettagli

Basi di Dati. Introduzione ai sistemi di basi di dati. K.Donno - Introduzione ai sistemi di basi di dati

Basi di Dati. Introduzione ai sistemi di basi di dati. K.Donno - Introduzione ai sistemi di basi di dati Basi di Dati Introduzione ai sistemi di basi di dati Introduzione ai sistemi di basi di dati Gestione dei Dati Una prospettiva storica File system verso DBSM Vantaggi di un DBMS Modelli dei dati Utenti

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE

TECNICO SUPERIORE PER IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA

Dettagli

Introduzione ai sistemi di basi di dati

Introduzione ai sistemi di basi di dati Basi di Dati Introduzione ai sistemi di basi di dati Alessandro.bardine@gmail.com alessandro.bardine@iet.unipi.it Introduzione ai sistemi di basi di dati Gestione dei Dati Una prospettiva storica File

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Programma ELISA - Proposta progettuale

Programma ELISA - Proposta progettuale Macro descrizione del progetto Il progetto intende fornire alle amministrazioni locali gli strumenti per un ottimale governo dell erogazione dei servizi sui diversi canali e per la definizione di concrete

Dettagli

TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA. Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi

TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA. Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi A CHE PUNTO SIAMO Cogliere opportunità le dell evoluzione normativa Dagli anni 90 l innovazione

Dettagli

Con RICOH è più facile

Con RICOH è più facile Con RICOH è più facile RICOH aiuta le aziende ad aumentare l efficienza e l efficacia della gestione documentale, dei processi informativi e dei flussi di lavoro. RICOH si propone come unico partner di

Dettagli

Organizzazione delle informazioni: Database

Organizzazione delle informazioni: Database Organizzazione delle informazioni: Database Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. IBM and Business

Dettagli

Zerouno Executive Dinner

Zerouno Executive Dinner Zerouno Executive Dinner Business e IT per la competitività Annamaria Di Ruscio diruscio@netconsulting.it Milano,18 novembre 2010 Cambia il ruolo dell azienda e dell IT 18 novembre 2010 Slide 1 La New

Dettagli

Criteri fondamentali per un sistema CRM

Criteri fondamentali per un sistema CRM Criteri fondamentali per un sistema CRM Definizione di C.R.M. - Customer Relationship Management Le aziende di maggiore successo dimostrano abilità nell identificare, capire e soddisfare i bisogni e le

Dettagli

Premessa... 1. Vantaggi di un sistema ERP... 2. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4

Premessa... 1. Vantaggi di un sistema ERP... 2. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4 Sommario Premessa... 1 Vantaggi di un sistema ERP... 2 Fasi del processo... 3 Zone di rischio... 4 Premessa Le tecnologie informatiche hanno rivoluzionato da tempo il modo in cui lavorano le aziende e

Dettagli

Lezione 10 Business Process Modeling

Lezione 10 Business Process Modeling Lezione 10 Business Process Modeling Ingegneria dei Processi Aziendali Modulo 1 - Servizi Web Unità didattica 1 Protocolli Web Ernesto Damiani Università di Milano Step dell evoluzione del business process

Dettagli

tel soft servizi Vi accompagniamo nell'evoluzione dei Vostri sistemi informativi, creando valore e competitività.

tel soft servizi Vi accompagniamo nell'evoluzione dei Vostri sistemi informativi, creando valore e competitività. tel soft servizi Vi accompagniamo nell'evoluzione dei Vostri sistemi informativi, creando valore e competitività. tel soft servizi Da oltre un decennio al Vostro fianco Chi siamo Mission Telinsoft Servizi

Dettagli

BALANCED SCORECARD. Premessa

BALANCED SCORECARD. Premessa BALANCED SCORECARD Premessa Il progresso tecnologico, la globalizzazione dei mercati, l avvento dei paesi emergenti hanno provocato turbolenze e mutamenti tali da poter affermare che la più grande sfida

Dettagli

Sistemi Informativi I Lezioni di Sistemi Informativi

Sistemi Informativi I Lezioni di Sistemi Informativi 1 SISTEMI INFORMATIVI DI INTEGRAZIONE (CENNI)...2 1.1 ERP - ENTERPRISE RESOURCE PLANNING...2 1.2 SCM - SUPPLY-CHAIN MANAGEMENT...4 1.3 KW - KNOWLEDGE MANAGEMENT...5 Pagina 1 di 5 1 Sistemi Informativi

Dettagli

Infor Ming.le Social Business

Infor Ming.le Social Business TM Social Business 1 Nuove modalità per risolvere vecchi problemi Una singola piattaforma per social collaboration e business process management I mezzi che utilizziamo per comunicare non sono perfetti.

Dettagli

Antonio Maria Tambato Dirigente Sistemi Informativi Ministero dello sviluppo economico 9 maggio 2013 MISE: un cammino verso la logica di processo

Antonio Maria Tambato Dirigente Sistemi Informativi Ministero dello sviluppo economico 9 maggio 2013 MISE: un cammino verso la logica di processo Antonio Maria Tambato Dirigente Sistemi Informativi Ministero dello sviluppo economico 9 maggio 2013 MISE: un cammino verso la logica di processo Scopo della presentazione Condividere una esperienza Progetto

Dettagli

Integrazione ed elaborazione di dati real-time

Integrazione ed elaborazione di dati real-time 76 Integrazione ed elaborazione di dati real-time Le nuove tecnologie dell automazione hanno permesso di acquisire e rendere disponibili enormi quantità di segnali. Spesso risulta complesso utilizzare

Dettagli

Lezione 1. Introduzione e Modellazione Concettuale

Lezione 1. Introduzione e Modellazione Concettuale Lezione 1 Introduzione e Modellazione Concettuale 1 Tipi di Database ed Applicazioni Database Numerici e Testuali Database Multimediali Geographic Information Systems (GIS) Data Warehouses Real-time and

Dettagli

LA SUITE ARCHIMEDE PER LA GESTIONE E L IMPIEGO

LA SUITE ARCHIMEDE PER LA GESTIONE E L IMPIEGO LA SUITE ARCHIMEDE PER LA GESTIONE E L IMPIEGO DEL PERSONALE IN TURNAZIONE Di cosa si tratta? La Suite Archimede è uno strumento scalabile, pratico ed efficiente, per la pianificazione e la gestione strategica

Dettagli

SOLUZIONI PER LA PMI myjob.e&c qualificata mysap All-in-One

SOLUZIONI PER LA PMI myjob.e&c qualificata mysap All-in-One SOLUZIONI PER LA PMI myjob.e&c qualificata mysap All-in-One La Soluzione per le piccole e medie imprese di impiantistica e macchinari myjob.e&c è la soluzione qualificata mysap All-in-One basata su mysap

Dettagli

PROGETTO CONTROLLO GESTIONE. Per la P.M.I. Per l Artigianato

PROGETTO CONTROLLO GESTIONE. Per la P.M.I. Per l Artigianato PROGETTO CONTROLLO GESTIONE Per la P.M.I. Per l Artigianato Valutare costantemente l'andamento economico della attività dell'azienda per stabilire se la sua struttura dei costi è adeguata per confrontarsi

Dettagli

Informatica I per la. Fisica

Informatica I per la. Fisica Corso di Laurea in Fisica Informatica I per la Fisica Lezione: Software applicativo II Fogli elettronici e Data Base Software: software di sistema (BIOS) sistema operativo software applicativo ROM Dischi

Dettagli

Share The Vision 2010. La vostra missione, il nostro obiettivo

Share The Vision 2010. La vostra missione, il nostro obiettivo La vostra missione, il nostro obiettivo Obiettivo L'obiettivo di SOFTECH è assistere le aziende manifatturiere nel raggiungimento del successo soddisfacendone le esigenze di globalizzazione, time-to-market

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO KNOWITA

CATALOGO FORMATIVO KNOWITA Il Catalogo Formativo 2015 di Knowità è composto da incontri pensati per soddisfare le esigenze di figure di responsabilità che necessitano di risposte concrete alle principali e più attuali priorità aziendali.

Dettagli

STRATEGIC Management Partners

STRATEGIC Management Partners STRATEGIC Management Partners Strategic Report Creare un vantaggio competitivo nella relazione IT e business Gianluca Quarto Sintesi 2 E un dato di fatto che i sistemi informatici rappresentano uno strumento

Dettagli

Capitolo 8 TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E CONTROLLO

Capitolo 8 TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E CONTROLLO Capitolo 8 TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E CONTROLLO L utilizzo di Internet è un aspetto fondamentale del business, in quanto ha fornito nuove opportunità per lo svolgimento di attività commerciali, nuovi

Dettagli