SQL nei linguaggi di programmazione

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SQL nei linguaggi di programmazione"

Transcript

1 SQL nei linguaggi di programmazione Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone Basi Di Dati Modelli e Linguaggi di Interrogazione, McGraw-Hill Italia, Capitolo 6 SQL in Linguaggi di Programmazione L uso diretto dell interprete SQL è tipicamente riservato a pochi utenti esperti. L utente generico accede alla base di dati attraverso applicazioni scritte usando linguaggi tradizionali di alto livello o speciali. I linguaggi tradizionali sono di tipo procedurale mentre SQL è un linguaggio dichiarativo. Le istruzioni SQL sono allora incapsulate nel linguaggio e passate all interprete tramite opportune chiamate. Bisognerà allora dotare il compilatore di un pre-processore per la rilevazione di tali chiamate. SQL 1 SQL in Linguaggi di Programmazione Stored Procedures SQL Uso diretto Linguaggi ad hoc In linguaggi classici Stored Prcedures Triggers SQL Embedded Call Level Interface ODBC JDBC Statica Dinamica Soluzioni Proprietarie Procedure che vengono memorizzate come parte dello schema Lo standard SQL-2 si occupa solo di procedure costituite da un solo comando SQL Procedure AssegnCitta ( :Dip varchar(20), :Citta varchar(20)) update Dipartimento set Citta = :Citta where Nome=:Dip exec AssegnaCitta( Amministrazione, Milano ).. SQL 2 SQL 3

2 Stored Procedures I sistemi commerciali estendono la sintassi prevedendo sequenze di comandi e/o (alcune) strutture di controllo mettendo di fatto a disposizione dei veri e propri linguaggi di programmazione Anche SQL-3 estende notevolmente la sintassi a disposizione Stored Procedures: PL/SQL Procedure Addebita ( codcont char(5), Prelievo integer) is AmmontarePrec integer; NuovoAmmontare integer; Limite integer; begin select ammontare, scoperto into AmmontarePrec, Limite from CC where Codice = codconto for update of Ammontare NuovoAmmontare = AmmontarePrec Prelievo if NuovoAmmontare > Scoperto then update CC set Ammontare = nuovoammontare Prelievo where Codice= codconto; else insert into T values(codconto,prelievo,sysdate); endif end Addebita SQL 4 SQL 5 Stored Procedures: SQLSERVER CREATE PROC int int OUTPUT AS SELECT * FROM authors SET SELECT * FROM titles SET RETURN(0) int EXEC OUTPUT Triggers I triggers sono (in estrema sintesi) delle stored procedures che scattano in relazione ad eventi. Evento Condizione Azione (ECA) Se c è un evento (insert, update e delete su una certa tabella) ed è verificata una certa condizione (un predicato SQL) viene eseguita una certa azione (un singolo comando SQL od una intera procedura) Definiti a livello di standard da SQL-3, ma presenti nei sistemi (con sintassi e caratteristiche diverse) già dalla fine degli anni Ottanta. SQL 6 SQL 7

3 Triggers Si possono creare delle catene di esecuzione difficili da analizzare In Oracle before, after row, statement Esempio di Trigger Oracle create trigger Ordine after update of QtaDisp on Magazzino when (new.qtadisp < new.qtasoglia) for each row declare X number; begin select count(*) into X from OrdiniPendenti where Parte = new.parte; if X =0 then insert into OrdiniPendenti values(new.parte,newqtariord, sysdate) end SQL 8 SQL 9 SQL nei linguaggi tradizionali: Il Problema del Conflitto di Impedenza Un linguaggio tradizionale scandisce gli elementi di una tabella riga per riga (approccio tuple oriented). SQL lavora su tabelle, essendo il risultato di una query una tabella (approccio set-oriented). Soluzioni: Utilizzo di Cursori. Utilizzo di linguaggi con costruttori di tipi complessi (OO). Cursori Un cursore consente ad un programma di ispezionare le riga di una tabella una per una. Viene dichiarato con riferimento ad una interrogazione declare NomeCur [scroll] cursor for SelectSql [for <read only update [Attributo {, Attributo}]>] open NomeCur fetch [Posizione from] NomeCur into ListaDiFetch SQL 10 SQL 11

4 Cursori (continua) Posizone: next, prior, first, last, absolute ExprInt, relative ExprInt Se l opzione scroll non è specificata, l unica scelta possibile è next. L opzione scroll spesso comporta che venga costruita una materializzazione completa del risultato. Se non è specificata il sistema ha più gradi di libertà e può, ad esempio, costruire il risultato una riga alla volta e passare man mano le righe al chiamante velocizzando le elaborazioni su query che restituiscono molte righe. Cursori (continua) declare CurImp for Impiegati select * from Impiegati where stip > 40. open CurImp update nometab set Attributo= <Espr null default> {, set Attributo= <Espr null default>} where current of NomeCur delete from NomeTab where current of NomeCur close NomeCur SQL 12 SQL 13 Cursori SQLSERVER DECLARE cursor_name CURSOR [LOCAL GLOBAL] [FORWARD_ONLY SCROLL] [STATIC KEYSET DYNAMIC FAST_FORWARD] [READ_ONLY SCROLL_LOCKS OPTIMISTIC] [TYPE_WARNING] FOR select_statement [FOR UPDATE [OF column_list]] Cursori SQLSERVER (cont.) Local / Global I cursori sono globali (default) per l intera connessione. Con Local indichiamo che il cursore è locale, ad esempio, alla stored procedure in cui è definito [FORWARD_ONLY SCROLL] Ha il significato descritto precedentemente. SQL 14 SQL 15

5 Cursori SQLSERVER (cont.) STATIC Sono cursori statici che cioè non riflettono modifiche sui dati (nel caso in esame si crea una copia in tempdb). Nei cursori ANSI la parola chiave è Insensitive. Il default per Static diventa Scroll (diverso dall ANSI). KEYSET Con un cursore Keyset viene mantenuta una lista dei valori di chiave che soddisfano ai criteri della query. In questo modo i cambiamenti effettuati da altri utenti sono visibili. Non sono visibili inserimenti di nuove righe che soddisfano la query. Cursori SQLSERVER (cont.) DYNAMIC In questo caso abbiamo che la Select è virtualmente riapplicata ad ogni FETCH. FAST_FORWARD Read_only + forward_only SQL 16 SQL 17 SQL embedded #include <stdio.h> main() { exec sql begin declare section; char *nomedip = manutenzione ; char *cittadip = Roma ; exec sql end declare section; exec sql connect to if (sqlca.sqlcode!= 0) { printf( errore\n ); return; } exec sql insert into dipartimento values (:nomedip, :cittadip); if (sqlca.sqlcode!= 0) { printf( errore\n ); return; } exec sql disconnect all; } SQL Dinamico Con la soluzione embedded l interrogazione deve essere nota a tempo si compilazione. Quando la struttura delle interrogazioni è molto variabile, l approccio appena descritto (SQL statico) non è più utilizzabile in modo efficiente. Si può allora consentire all utente di accedere all interprete SQL, con costi notevoli in termini di training e con problemi legati all integrazione con le applicazioni. Una possibilità alternativa è costituita dal SQL dinamico che permette di costruire programmi che effettuano interrogazioni costruite a run-time. SQL 18 SQL 19

6 SQL Dinamico (continua) comandosql = delete.. execute immediate :comandosql è utilizzabile solo se non si hanno parametri di ingresso e\o di uscita. Il vantaggio dell SQL statico: i comandi SQL sono passati ad un compilatore che li traduce nel linguaggio interno del sistema. Ogni qual volta il programma è eseguito, il comando SQL non deve essere tradotto dall interprete SQL. E in qualche modo possibile mantenere tale vantaggio nel SQL dinamico. Tale seconda forma è inoltre l unica possibile nel caso in cui esistono parametri di ingresso e\o di uscita. SQL Dinamico (continua) prepare NomCom from ComSql Analizza il comando e lo traduce nel linguaggio procedurale interno del sistema. prepare :comando from select Citta from Dipartimento where nome=? execute :comando into :citta using :dipartimento declare cursor from NomeCom deallocate prepare NomeCom SQL 20 SQL 21 Call Level Interface Mettono a disposizione del programmatore una serie di funzioni che interagiscono con il DBMS. ODBC OLE DB, ActiveX Data Object (ADO), ADO.NET JDBC Soluzioni proprietarie CLI: Passi fondamentali Ci si connette al DMBS Si invia al DBMS una stringa che rappresenta il comando SQL Si riceve il risultato in un opportuno formato Si analizza attraverso alcune primitive il risultato Si chiude la connessione SQL 22 SQL 23

7 CLI: Struttura Applicazione Connessione Connessione Connessione ODBC Open Data Base Connectivity, proposta dalla Microsoft Soluzione molto ricca e potente Comandi SQL Comandi SQL Comandi SQL SQL 24 SQL 25 JDBC Tipo 1 Il driver è scritto in formato nativo e le richieste JDBC vengono convertite Tipo 2 JDBC/ODBC bridge Middleware server Drive JAVA Package java.sql.* Connection Statement PreparedStatement ResultSet SQL 26 SQL 27

8 JDBC: Esempio import java.sql.*; public class PrimoJDBC { public static void main (String [] arg) { Connection conn = null; try{ Class. froname (sun.jdbc.odbc.jdbcodbcdriver); conn = DriverManager.getConnection( jdbc:odbc:swbd,u,p); } catch (ClassNotFoudException e) {..} catch (SQLException e) {} JDBC: Esempio try { Statement stm = conn.createstatement(); String query = select * from impiegato ; ResultSet rst = stm.executequery(query); while (rst.next()) { String matricola = rst.getstring( matr ); int stipendio = rst.getint( stipendio ); } catch (SQLEcception e ) { } }} SQL 28 SQL 29 CreateStatement Connection.createStatement() Connection.createStatement(int type, int concurrency) Type: TYPE_FORWARD_ONLY TYPE_SCROLL_INSENSITIVE, TYPE_SCROLL_SENSITIVE Concurrency CONCUR_READ_ONLY CONCUR_UPDATABLE java.sql.statement ResultSet executquery(string query) ritorna il risultato della query in un ResultSet int executeupdate usato principalmente per insert, update, delete ritorna il numero di righe modificate/candellate/inserite o 0 de il comendo non torna nulla SQL 30 SQL 31

9 PreparedStatement Connection.prepareStatement(Strng query) Connection.prepareStatement(String quey,int type, int concurrency) Esempio PreparedStatement pstmt = con.preparestatement ("UPDATE EMPLOYEES SET SALARY =? WHERE ID =?"); pstmt.setdecimal(1, ) pstmt.setint(2, ) pstmt.execute(); SQL 32

Funzioni scalari in SQL. Capitolo 5. coalesce. nullif. Altre funzioni scalari. case

Funzioni scalari in SQL. Capitolo 5. coalesce. nullif. Altre funzioni scalari. case Funzioni scalari in SQL Capitolo 5 Costrutti definiti in SQL-2 che estendono la sintassi delle espressioni nella target list coalesce nullif case Prof. Stefano Paraboschi Vengono valutate per ogni riga

Dettagli

SQL e applicazioni. Capitolo 8. SQL e linguaggi di programmazione. Applicazioni ed SQL: architettura. Una difficoltà importante.

SQL e applicazioni. Capitolo 8. SQL e linguaggi di programmazione. Applicazioni ed SQL: architettura. Una difficoltà importante. SQL e applicazioni Capitolo 8 Applicazioni tradizionali In applicazioni complesse, l utente non vuole eseguire comandi SQL, ma programmi, con poche scelte SQL non basta, sono necessarie altre funzionalità,

Dettagli

DBMS ed Applicazioni Motivazioni

DBMS ed Applicazioni Motivazioni DBMS ed Applicazioni Motivazioni Sin ora abbiamo visto SQL come linguaggio per interrogare DBMS da interfaccia interattiva Nella pratica, un efficace sfruttamento delle potenzialità dei DBMS deriva dalla

Dettagli

SQL. Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS)

SQL. Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS) 1 SQL Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS) a.a. 2014/2015 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/basi-dati/bd2014-15.htm Dott.ssa Francesca A. Lisi dott.ssa Francesca A.

Dettagli

APPENDICE. Procedure in SQL (1)

APPENDICE. Procedure in SQL (1) APPENDICE Procedure in SQL Transazioni in SQL Embedded SQL Remote Procedure Call Appendice 1 Procedure in SQL (1) Standard SQL2 permette di definire procedure, associate a singoli comandi SQL, memorizzate

Dettagli

JDBC versione base. Le classi/interfacce principali di JDBC

JDBC versione base. Le classi/interfacce principali di JDBC JDBC versione base Java Database Connectivity è il package Java per l accesso a database relazionali il package contiene interfacce e classi astratte uno dei pregi è la completa indipendenza del codice

Dettagli

SQL e linguaggi di programmazione Applicazioni ed SQL: architettura

SQL e linguaggi di programmazione Applicazioni ed SQL: architettura SQL e applicazioni Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone Basi di dati McGraw-Hill, 1996-2002 Capitolo 5: SQL nei linguaggi di programmazione 21/10/2002 In applicazioni complesse, l utente non vuole eseguire

Dettagli

SQL. Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS)

SQL. Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS) 1 SQL Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS) a.a. 2014/2015 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/basi-dati/bd2014-15.htm Dott.ssa Francesca A. Lisi dott.ssa Francesca A.

Dettagli

Introduzione. 8- Programmazione di una base di dati attraverso JDBC ESEMPIO

Introduzione. 8- Programmazione di una base di dati attraverso JDBC ESEMPIO 8- Programmazione di una base di dati attraverso JDBC Introduzione ai differenti approcci - JDBC: Architettura e Programmazione Introduzione Nella pratica gli utenti finali accedono al contenuto di una

Dettagli

Dominio applicativo. Progettazione. v SQL incluso in codice applicativo v Embedded SQL v Cursori v Dynamic SQL v JDBC v Stored procedures

Dominio applicativo. Progettazione. v SQL incluso in codice applicativo v Embedded SQL v Cursori v Dynamic SQL v JDBC v Stored procedures Dominio applicativo (Capitolo 6) v SQL incluso in codice applicativo v Embedded SQL v Cursori v Dynamic SQL v JDBC v Stored procedures Basi di dati 1 Docente Claudia Amari 1 Progettazione PROGETTAZIONE

Dettagli

Capitoli 8 e 9. SQL embedded. Applicazioni tradizionali Applicazioni Internet. Sistemi di basi di dati Raghu Ramakrishnan, Johannes Gehrke

Capitoli 8 e 9. SQL embedded. Applicazioni tradizionali Applicazioni Internet. Sistemi di basi di dati Raghu Ramakrishnan, Johannes Gehrke Capitoli 8 e 9 Applicazioni tradizionali Applicazioni Internet SQL embedded SQL nel codice applicativo I comandi SQL possono essere chiamati dall interno di un programma in un linguaggio ospite (ad esempio

Dettagli

Introduzione JDBC interfaccia java.sql driver caricare i driver

Introduzione JDBC interfaccia java.sql driver caricare i driver J D B C DISPENSE Introduzione JDBC (Java Database Connectivity) è un interfaccia completamente Java utilizzata per eseguire istruzioni SQL sui database. L'API JDBC si trova nel pacchetto java.sql; contiene

Dettagli

Basi di dati (8) Docente: Andrea Bulgarelli. Università di Modena e Reggio Emilia. andrea.bulgarelli@gmail.com Argomento: trigger e cursori (1.

Basi di dati (8) Docente: Andrea Bulgarelli. Università di Modena e Reggio Emilia. andrea.bulgarelli@gmail.com Argomento: trigger e cursori (1. Università di Modena e Reggio Emilia Basi di dati (8) Docente: andrea.bulgarelli@gmail.com Argomento: trigger e cursori (1.1) 1 Panoramica Trigger Creazione Tipi di trigger Tabelle inserted/deleted Esempi

Dettagli

DBMS ED APPLICAZIONI (CAPITOLO 6) SQL incluso in codice applicativo Embedded SQL Cursori Dynamic SQL JDBC Stored procedures

DBMS ED APPLICAZIONI (CAPITOLO 6) SQL incluso in codice applicativo Embedded SQL Cursori Dynamic SQL JDBC Stored procedures 1 DBMS ED APPLICAZIONI (CAPITOLO 6) SQL incluso in codice applicativo Embedded SQL Cursori Dynamic SQL JDBC Stored procedures Progettazione 2 Dominio Applicativo PROGETTAZIONE CONCETTUALE PROGETTAZIONE

Dettagli

JDBC di base. Le classi/interfacce principali di JDBC

JDBC di base. Le classi/interfacce principali di JDBC JDBC di base Java Database Connectivity è il package Java per l accesso a database relazionali il package contiene interfacce e classi astratte completa indipendenza del codice dal tipo di database o di

Dettagli

Come trattare il risultato di un comando SQL (relazioni) che

Come trattare il risultato di un comando SQL (relazioni) che USO DI SQL DA PROGRAMMI: PROBLEMI 1 Come collegarsi alla BD Come trattare gli operatori SQL Come trattare il risultato di un comando SQL (relazioni) che Come scambiare informazioni sull esito delle operazioni.

Dettagli

JDBC: Introduzione. Java Database Connectivity (JDBC): parte 1. Schema dei legami tra le classi principali. Principali classi/interfacce di JDBC

JDBC: Introduzione. Java Database Connectivity (JDBC): parte 1. Schema dei legami tra le classi principali. Principali classi/interfacce di JDBC JDBC: Introduzione Java Database Connectivity (JDBC): parte 1 Gianluca Moro DEIS - Università di Bologna gmoro@deis.unibo.it Java Database Connectivity è il package Java per l accesso a database relazionali

Dettagli

Corso di Informatica Modulo T3 B2 - Database in rete

Corso di Informatica Modulo T3 B2 - Database in rete Corso di Informatica Modulo T3 B2 - Database in rete 1 Prerequisiti Programmazione web Applicazione web Modello OSI Architettura client/server Conoscenze generali sui database Tecnologia ADO in Visual

Dettagli

Non si deve fare ALCUN riferimento alla parte specifica di JDBC.

Non si deve fare ALCUN riferimento alla parte specifica di JDBC. Un applicazione per la quale sia fondamentale l indipendenza dal Database può essere scritta in Java usando le specifiche. (Package java.sql) Non devono essere usate chiamate specifiche del database: Si

Dettagli

JDBC. A. Bechini 2004. Accesso a DataD con Java

JDBC. A. Bechini 2004. Accesso a DataD con Java JDBC Accesso a DataD atabase ase con Java Utilizzo di DB da applicazioni esterne Un DB contiene e gestisce dati, importanti per varie operazioni supportate da applicazioni software Come può un applicazione

Dettagli

SQL e linguaggi di programmazione

SQL e linguaggi di programmazione SQL e linguaggi di programmazione Complementi di Basi di Dati 1 SQL e linguaggi di programmazione Angelo Montanari Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine SQL e linguaggi di programmazione

Dettagli

Applicazioni tradizionali

Applicazioni tradizionali 1 BASI DI DATI Paolo Zirilli Applicazioni tradizionali Concetti di questa lezione SQL nel codice applicativo SQL incluso in codice applicativo Embedded SQL Cursori Dynamic SQL JDBC Stored procedures I

Dettagli

Capitolo 5. Soluzione: Soluzione in C:

Capitolo 5. Soluzione: Soluzione in C: Capitolo 5 Esercizio 5.1 Realizzare una procedura in un linguaggio di programmazione di alto livello che tramite SQL Embedded elimina dalla tabella DIPARTIMENTO l'elemento che ha il nome che viene fornito

Dettagli

Triggers. Basi dati attive. Trigger. Indipendenza della conoscenza

Triggers. Basi dati attive. Trigger. Indipendenza della conoscenza Basi dati attive Triggers Antonella Poggi Domenico Lembo Dipartimento di informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Progetto di Applicazioni Software Anno accademico 2009-2010 Una base di dati

Dettagli

APPLICAZIONI DELLE BASI DI DATI

APPLICAZIONI DELLE BASI DI DATI APPLICAZIONI DELLE BASI DI DATI APPLICAZIONI TRADIZIONALI APPLICAZIONI INTERNET SQL EMBEDDED SQL nel codice applicativo! I comandi SQL possono essere chiamati dall interno di un programma in un linguaggio

Dettagli

Stored Procedures. Massimo Mecella Dipartimento di Ingegneria informatica automatica e gestionale Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma

Stored Procedures. Massimo Mecella Dipartimento di Ingegneria informatica automatica e gestionale Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Stored Procedures Massimo Mecella Dipartimento di Ingegneria informatica automatica e gestionale Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Progetto di Applicazioni Software Stored Procedure e User Defined

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

Basi di Dati: Corso di laboratorio

Basi di Dati: Corso di laboratorio Basi di Dati: Corso di laboratorio Lezione 10 Raffaella Gentilini 1 / 46 Sommario 1 Introduzione: DB e Programmazione 2 3 2 / 46 Approcci alla Programmazione di un DB Meccanismi Disponibili 1 Linguaggi

Dettagli

Stored Procedures. Antonella Poggi, Claudio Corona. Dipartimento di informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma

Stored Procedures. Antonella Poggi, Claudio Corona. Dipartimento di informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Stored Procedures Antonella Poggi, Claudio Corona Dipartimento di informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Progetto di Applicazioni Software Anno accademico 2008-2009 Questi lucidi sono stati

Dettagli

Oracle PL/SQL. Motivazioni

Oracle PL/SQL. Motivazioni Oracle PLSQL Motivazioni Supponiamo che nella gestione del database Azienda ci venga chiesto di apportare le modifiche necessarie a far sì che ad ogni impiegato possa essere assegnato, alla fine di ogni

Dettagli

Sviluppo Applicazioni Mobile Lezione 12 JDBC. Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2012

Sviluppo Applicazioni Mobile Lezione 12 JDBC. Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2012 + Sviluppo Applicazioni Mobile Lezione 12 JDBC + Cosa vediamo nella lezione di oggi Oggi analizzeremo insieme una specifica tecnologia Java per l accesso e la manipolazione di basi di dati relazionali

Dettagli

Esercitazione su JDBC

Esercitazione su JDBC Esercitazione su JDBC Basi di Dati L Ingegneria dei Processi Gestionali (Ilaria Bartolini - Roberto Cabras) come usare SQL (1) Le istruzioni SQL possono essere eseguite interattivamente Ese JDBC 2 come

Dettagli

JDBC Driver Manager. JDBC Architettura generale. JDBC - Tipi di dato. JDBC - Flusso applicativo. JDBC - Tipi di dato. ODBC Driver. Livello di gestione

JDBC Driver Manager. JDBC Architettura generale. JDBC - Tipi di dato. JDBC - Flusso applicativo. JDBC - Tipi di dato. ODBC Driver. Livello di gestione Interfacce DBMS in breve Corso di BD1 Ripasso comandi applicazione JDBC Manipolazione estensioni OR in JDBC Interfacce per DBMS Problema: Far accedere un applicazione ad una base di dati Soluzione: Librerie

Dettagli

Laboratorio di reti II: Gestione di database lato server

Laboratorio di reti II: Gestione di database lato server Laboratorio di reti II: Gestione di database lato server Stefano Brocchi brocchi@dsi.unifi.it 23 marzo, 2009 Stefano Brocchi Laboratorio di reti II: Database 23 marzo, 2009 1 / 32 Uso di database lato

Dettagli

Utilizzare SQL nelle applicazioni

Utilizzare SQL nelle applicazioni Uso di SQL e nei linguaggi di programmazione Nella vita reale l interazione con basi di dati utilizzando SQL non è diretta, ma mediata attraverso l uso di programmi applicativi. Oltre ai tradizionali linguaggi

Dettagli

Basi di Dati Esercitazione JDBC. Giugno 2007

Basi di Dati Esercitazione JDBC. Giugno 2007 Basi di Dati Esercitazione JDBC Giugno 2007 Esercizi Considerando il seguente schema: Fornitori (CodiceFornitore, Nome, Indirizzo, Citta) Prodotti (CodiceProdotto, Tipo, Marca, Modello) Catalogo (CodiceFornitore,

Dettagli

SQL e linguaggi di programmazione Applicazioni ed SQL: architettura

SQL e linguaggi di programmazione Applicazioni ed SQL: architettura SQL e applicazioni Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone Basi di dati McGraw -Hill, 1996-2002 Capitolo 5: SQL nei linguaggi di programmazione (versione preliminare e parziale) 16/10/2002 In applicazioni complesse,

Dettagli

Sviluppo di applicazioni per basi di dati

Sviluppo di applicazioni per basi di dati Sviluppo di applicazioni per basi di dati 1 Sviluppo di applicazioni per basi di dati Quattro parti: Gestione dati Business rules (vincoli di integrità e dati derivati) Logica applicativa Interfaccia utente

Dettagli

Siti web centrati sui dati Architettura MVC-2: i JavaBeans

Siti web centrati sui dati Architettura MVC-2: i JavaBeans Siti web centrati sui dati Architettura MVC-2: i JavaBeans 1 ALBERTO BELUSSI ANNO ACCADEMICO 2009/2010 Limiti dell approccio SEVLET UNICA La servlet svolge tre tipi di funzioni distinte: Interazione con

Dettagli

Le Basi di Dati Attive

Le Basi di Dati Attive Le Basi di Dati Attive Basi di dati: Architetture e linee di evoluzione - Seconda edizione Capitolo 5 Appunti dalle lezioni SQL in Linguaggi di programmazione L uso diretto dell interprete SQL è tipicamente

Dettagli

PROVA FINALE Ingegneria del software

PROVA FINALE Ingegneria del software PROVA FINALE Ingegneria del software Ing. Jody Marca jody.marca@polimi.it Laboratorio N 4 Cos è JDBC 2 JDBC significa Java Database Connectivity Standard definito da Sun MicroSystems per connettere programmi

Dettagli

JDBC: SQL NEI LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE

JDBC: SQL NEI LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE JDBC: SQL NEI LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE Disheng Qiu disheng.qiu@gmail.com SQL e Applicazioni In applicazioni complesse, l utente non vuole eseguire comandi SQL, ma programmi, con poche scelte SQL non

Dettagli

Lezione 8. Metadati, Viste e Trigger

Lezione 8. Metadati, Viste e Trigger Lezione 8 Metadati, Viste e Trigger Pag.1 Metadati e catalogo di sistema I metadati sono dati a proposito dei dati (quali tabelle esistono?, quali campi contengono?, quante tuple contengono?, ci sono vincoli

Dettagli

Architettura MVC-2: i JavaBeans

Architettura MVC-2: i JavaBeans Siti web centrati sui dati Architettura MVC-2: i JavaBeans Alberto Belussi anno accademico 2008/2009 Limiti dell approccio SEVLET UNICA La servlet svolge tre tipi di funzioni distinte: Interazione con

Dettagli

Procedure memorizzate SQL-2003/PSM. Forma base di PSM. Parametri in PSM

Procedure memorizzate SQL-2003/PSM. Forma base di PSM. Parametri in PSM Procedure memorizzate SQL-2003/PSM Procedure memorizzate nel database Programmazione general-purpose Leggere sezione 8.2 di Garcia-Molina et al. Lucidi derivati da quelli di Jeffrey D. Ullman 1 Una estensione

Dettagli

Nozione ed uso. Operazioni eseguite automaticamente ogni volta che avviene un certo evento Uso:

Nozione ed uso. Operazioni eseguite automaticamente ogni volta che avviene un certo evento Uso: Nozione ed uso Operazioni eseguite automaticamente ogni volta che avviene un certo evento Uso: Gestione di vincoli di integrità: Per fallimento Per modifica Auditing: Sicurezza Statistiche Valori derivati

Dettagli

PL/SQL PL/SQL. Ordine degli elementi dei triggers di Oracle. Differenze nei triggers. Versione dei trigger e PSM di Oracle

PL/SQL PL/SQL. Ordine degli elementi dei triggers di Oracle. Differenze nei triggers. Versione dei trigger e PSM di Oracle Versione dei trigger e PSM di Oracle Lucidi derivati da quelli di Jeffrey D Ullman Oracle usa una variante di SQL/PSM che si chiama non consente solo di creare e memorizzare procedure e funzioni, ma puo

Dettagli

Il linguaggio SQL: trigger. Versione elettronica: 04.7.SQL.trigger.pdf

Il linguaggio SQL: trigger. Versione elettronica: 04.7.SQL.trigger.pdf Il linguaggio SQL: trigger Sistemi Informativi T Versione elettronica: 04.7.SQL.trigger.pdf DBMS attivi Un DBMS si dice attivoquando dispone di un sottosistema integrato per definire e gestire regole I

Dettagli

JDBC. Dispense per il corso di Ingegneria del Web

JDBC. Dispense per il corso di Ingegneria del Web JDBC Dispense per il corso di Ingegneria del Web Revisione 05/11 Giuseppe Della Penna (giuseppe.dellapenna@di.univaq.it) Dipartimento di Informatica Università degli studi dell'aquila Java Database Connectivity:

Dettagli

Lezione 9. Applicazioni tradizionali

Lezione 9. Applicazioni tradizionali Lezione 9 Applicazioni tradizionali Pag.1 Sommario Concetti trattati in questa lezione: SQL nel codice applicativo Cursori API native ODBC Pag.2 SQL nel codice applicativo I comandi SQL possono essere

Dettagli

Cap. 5 Basi di dati attive

Cap. 5 Basi di dati attive SOMMARIO 2 Cap. 5 Basi di dati attive Introduzione. 3 Trigger in SQL:999.. Esecuzione di un solo trigger... 4 Esecuzione di più trigger... Esempio di esecuzione 23 Progettazione delle regole attive....

Dettagli

Suggerimenti per lo Sviluppo delle Applicazioni con PL/SQL. Simona Rotolo

Suggerimenti per lo Sviluppo delle Applicazioni con PL/SQL. Simona Rotolo Suggerimenti per lo Sviluppo delle Applicazioni con PL/SQL Simona Rotolo 2 Questo documento, rivolto a chi sviluppa codice in PL/Sql, è stato redatto al fine di fornire degli standard di sviluppo che aiuteranno

Dettagli

Accesso a Database con JDBC

Accesso a Database con JDBC 1 Sommario Accesso a Database con JDBC Introduzione architettura generale di riferimento flusso tipico delle applicazioni ODBC/JDBC ODBC architettura il flusso generale di un applicazione ODBC JDBC architettura

Dettagli

SQL Server. SQL server e un RDBMS di tipo client/server che utilizza Transact-SQL per gestire la comunicazione fra un client e SQL Server

SQL Server. SQL server e un RDBMS di tipo client/server che utilizza Transact-SQL per gestire la comunicazione fra un client e SQL Server SQL Server 7.0 1 SQL Server SQL server e un RDBMS di tipo client/server che utilizza Transact-SQL per gestire la comunicazione fra un client e SQL Server 2 Strumenti per la gestione Enterprise Manager

Dettagli

JDBC. Marco Tessarotto Programmazione dei Web Server Anno Accademico

JDBC. Marco Tessarotto Programmazione dei Web Server Anno Accademico JDBC Marco Tessarotto Programmazione dei Web Server Anno Accademico 2004-2005 JDBC JDBC (Java Database Connectivity) è una API Java per accedere ed elaborare dati in una sorgente dati (di solito un db

Dettagli

Java: la libreria delle classi

Java: la libreria delle classi Java: la libreria delle classi Applet anatomia di un applet cenni di html La libreria JDBC per l accesso ai database il package java.sql 213 Applet Un applet è una applicazione Java che ha una forma particolare

Dettagli

SQL e linguaggi di programmazione E possibile eseguire enunciati SQL da un programma scritto in un linguaggio di programmazione quale COBOL, PL/1, RPG, C,... ed avere una interazione tra variabili di programma

Dettagli

Caricamento della classe driver. Apertura della connessione. DriverManager.getConnection() Creazione di uno statement

Caricamento della classe driver. Apertura della connessione. DriverManager.getConnection() Creazione di uno statement JDBC Programmazione in Ambienti Distribuiti V 1.4 Marco Torchiano 2006 Uso di JDBC Caricamento della classe driver Class.forName() Apertura della connessione DriverManager.getConnection() Creazione di

Dettagli

Programmazione Java Avanzata Spring - JDBC

Programmazione Java Avanzata Spring - JDBC Programmazione Java Avanzata Spring - JDBC Ing. Gianluca Caminiti Riferimenti Spring http://www.springsource.org/ (scaricate il reference) Beginning Spring 2 - From Novice to Professional. APress. 2008

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Programmazione su Basi di Dati: ADO.NET versione 1.1 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina) G. Mecca mecca@unibas.it

Dettagli

Corso di Basi di Dati. Linguaggi per basi di dati. Linguaggi per basi di dati. Linguaggi per basi di dati: Algebra Relazionale

Corso di Basi di Dati. Linguaggi per basi di dati. Linguaggi per basi di dati. Linguaggi per basi di dati: Algebra Relazionale Corso di Basi di Dati Linguaggi per basi di dati: lgebra Relazionale Donatella Gubiani Linguaggi per basi di dati Si possono distinguere diversi tipi di linguaggi per la gestione dei dati: Linguaggio di

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Fondamenti di JDBC (parte1) Java. Fondamenti di JDBC

Laboratorio di Sistemi Fondamenti di JDBC (parte1) Java. Fondamenti di JDBC Fondamenti di JDBC Concetto di driver Il dialogo fra applicazione e DBMS non è mai gestito direttamente ma passa in genere per un opportuno modulo software chiamato driver che agisce da interfaccia fra

Dettagli

APPENDICE B Le Active Server Page

APPENDICE B Le Active Server Page APPENDICE B Le Active Server Page B.1 Introduzione ad ASP La programmazione web è nata con la Common Gateway Interface. L interfaccia CGI tuttavia presenta dei limiti: ad esempio anche per semplici elaborazioni

Dettagli

JDBC: Java e database.

JDBC: Java e database. JDBC: Java e database. Introduzione all architettura e esempi di utilizzo 1.0 INTRODUZIONE ALL ARCHITETTURA JDBC è (anche se non ufficialmente riconosciuto da Sun) l acronimo per Java DataBase Connectivity.

Dettagli

Sistema di Gestione di Basi di Dati DataBase Management System DBMS

Sistema di Gestione di Basi di Dati DataBase Management System DBMS Base di dati (accezione generica) collezione di dati, utilizzati per rappresentare le informazioni di interesse per una o più applicazioni di una organizzazione (accezione specifica) collezione di dati

Dettagli

JDBC per l accesso Java a DB. Tito Flagella tito@link.it

JDBC per l accesso Java a DB. Tito Flagella tito@link.it JDBC per l accesso Java a DB Tito Flagella tito@link.it JDBC fornisce una libreria standard per l accesso a database relazionali Non è un acronimo ufficiale ma è comunemente interpretato come Java DataBase

Dettagli

Uso dei data bases con PHP. Prof. Francesco Accaino Iis Altiero Spinelli Sesto Sa Giovanni

Uso dei data bases con PHP. Prof. Francesco Accaino Iis Altiero Spinelli Sesto Sa Giovanni Uso dei data bases con PHP Prof. Francesco Accaino Iis Altiero Spinelli Sesto Sa Giovanni MDAC MDAC è l acronimo di Microsoft Data Access Component e fa parte della tecnologia Microsoft denominata Universal

Dettagli

TUTORIAL. CREAZIONE DI TRIGGER IN ORACLE LITE 8i MEDIANTE CLASSI JAVA

TUTORIAL. CREAZIONE DI TRIGGER IN ORACLE LITE 8i MEDIANTE CLASSI JAVA TUTORIAL CREAZIONE DI TRIGGER IN ORACLE LITE 8i MEDIANTE CLASSI JAVA Michele de Nittis Generalità... 2 Modello di Caricamento e Pubblicazione... 3 Modello Per Allegato (Attachment)... 9 Esempio di creazione

Dettagli

Capitolo 7. Esercizio 7.1

Capitolo 7. Esercizio 7.1 Capitolo 7 Esercizio 7.1 Dato lo schema relazionale: IMPIEGATO (Nome, Salario, DipNum) DIPARTIMENTO (DipNum, NomeManager) Definire le seguenti regole attive in Oracle e DB2: 1. una regola, che quando il

Dettagli

2104 volume III Programmazione

2104 volume III Programmazione 2103 SQLite Capitolo 77 77.1 Utilizzo generale................................. 2104 77.1.1 Utilizzo di sqlite3».......................... 2104 77.1.2 Copie di sicurezza............................ 2106

Dettagli

JDBC. Di Michele de Nittis Versione 06/08/2008 www.mdenittis.it

JDBC. Di Michele de Nittis Versione 06/08/2008 www.mdenittis.it JDBC Di Michele de Nittis Versione 06/08/2008 www.mdenittis.it JDBC...1 Introduzione...2 Caricamento dell appropriato Driver JDBC...2 Classi...3 Connection...4 Statement...5 PreparedStatement...6 ResultSet...7

Dettagli

Che cos è un DBMS? Capitolo 1. Perché usare un DBMS? DBMS. Descrizioni dei dati nei DBMS. Modelli di dati

Che cos è un DBMS? Capitolo 1. Perché usare un DBMS? DBMS. Descrizioni dei dati nei DBMS. Modelli di dati Che cos è un DBMS? Capitolo 1 Introduzione ai sistemi di basi di dati Una collezione integrata molto grande di dati Modella organizzazioni del mondo reale Entità (ad esempio studenti, corsi) Relazioni

Dettagli

Esercitazione sulle libpq - libreria C per PostgreSQL

Esercitazione sulle libpq - libreria C per PostgreSQL Esercitazione sulle libpq - libreria C per PostgreSQL Roberto Tronci roberto.tronci@diee.unica.it Basi di Dati A.A. 2007/2008 Tronci ( roberto.tronci@diee.unica.it ) Esercitazione libpq Basi di Dati 2007/2008

Dettagli

PROGRAMMA CORSO Analista Programmatore JAVA - ORACLE

PROGRAMMA CORSO Analista Programmatore JAVA - ORACLE PROGRAMMA CORSO Analista Programmatore JAVA - ORACLE 1. JAVA 1.1 Introduzione a Java Introduzione Cosa è Java 1.2 Sintassi e programmazione strutturata variabili e metodi tipi di dati, array operatori

Dettagli

Corso di Web Programming

Corso di Web Programming Corso di Web Programming 11. PHP - Complementi Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea in Informatica Applicata

Dettagli

SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI

SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL)) CREATE SCHEMA

Dettagli

SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma. Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL))

SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma. Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL)) SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI 1 SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL)) CREATE SCHEMA

Dettagli

Scheda 15 Accedere ai DataBase con JDBC

Scheda 15 Accedere ai DataBase con JDBC Scheda 15 Accedere ai DataBase con JDBC G IOVANNI PULITI Panoramica: che cosa è JDBC La API JDBC, introdotta per la prima volta con il JDK 1.0, è una API che permette di accedere a database relazionali

Dettagli

12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP)

12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP) 12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP) Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica,

Dettagli

LA REALIZZAZIONE DI APPLICAZIONI ALCUNE ARCHITETTURE

LA REALIZZAZIONE DI APPLICAZIONI ALCUNE ARCHITETTURE LA REALIZZAZIONE DI APPLICAZIONI ALCUNE ARCHITETTURE Quattro parti: Gestione dati Client-Server Logica + interfaccia Logica + interfaccia Business rules Sistema di comunicazione Logica applicativa DBMS:

Dettagli

Vincoli di Integrità

Vincoli di Integrità Vincoli di Integrità Approccio procedurale Antonella Poggi Dipartimento di informatica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza Progetto di Applicazioni Software Anno accademico 2008-2009 Questi lucidi

Dettagli

LA REALIZZAZIONE DI APPLICAZIONI. Quattro parti: Gestione dati. Business rules. Logica applicativa. Interfaccia utente. Molte possibili architetture

LA REALIZZAZIONE DI APPLICAZIONI. Quattro parti: Gestione dati. Business rules. Logica applicativa. Interfaccia utente. Molte possibili architetture LA REALIZZAZIONE DI APPLICAZIONI Quattro parti: Gestione dati Business rules Logica applicativa Interfaccia utente Molte possibili architetture L approccio tradizionale: uso di un linguaggio PLSQL 1.1

Dettagli

Basi di dati (6) Docente: Andrea Bulgarelli. Università di Modena e Reggio Emilia. andrea.bulgarelli@gmail.com Argomento: T-SQL (1.

Basi di dati (6) Docente: Andrea Bulgarelli. Università di Modena e Reggio Emilia. andrea.bulgarelli@gmail.com Argomento: T-SQL (1. Università di Modena e Reggio Emilia Basi di dati (6) Docente: andrea.bulgarelli@gmail.com Argomento: T-SQL (1.0) 1 Panoramica T-SQL Variabili Controllo di flusso Trattamento errori Print Operatori e funzioni

Dettagli

MDAC. Attualmente la versione disponibile di MDAC è la 2.8 ma faremo riferimento alla 2.6. ADO Active Data Objects ADO OLE DB ODBC

MDAC. Attualmente la versione disponibile di MDAC è la 2.8 ma faremo riferimento alla 2.6. ADO Active Data Objects ADO OLE DB ODBC MDAC MDAC è l acronimo di Microsoft Data Access Component e fa parte della tecnologia Microsoft denominata Universal Data Access (UDA). Mette a disposizione una serie di componenti per l accesso a svariate

Dettagli

Basi di dati e Web (Moduli: Laboratorio e Siti Web centrati sui Dati) Prova scritta del 14 luglio 2008

Basi di dati e Web (Moduli: Laboratorio e Siti Web centrati sui Dati) Prova scritta del 14 luglio 2008 Basi di dati e Web (Moduli: Laboratorio e Siti Web centrati sui Dati) Prova scritta del 14 luglio 2008 Avvertenze: e severamente vietato consultare libri e appunti; chiunque verrà trovato in possesso di

Dettagli

Uso delle variabili di alias. SQL slide aggiuntive. Interrogazione 25. Interrogazione 26

Uso delle variabili di alias. SQL slide aggiuntive. Interrogazione 25. Interrogazione 26 Uso delle variabili di alias SQL slide aggiuntive Laurea magistrale in Scienze della mente Laurea magistrale in Psicologia dello sviluppo e dell'educazione educazione Non solo per disambiguare la notazione

Dettagli

Indice. Java. JDBC è l interfaccia di base standard di Java ai database relaionali

Indice. Java. JDBC è l interfaccia di base standard di Java ai database relaionali Java java database connectivity -- jdbc G. Prencipe prencipe@di.unipi.it Indice JDBC: Java Data Base Connectivity connessioni a basi di dati esecuzione di statement SQL accesso ai result set JDBC: Java

Dettagli

JDBC: SQL nei linguaggi di programmazione

JDBC: SQL nei linguaggi di programmazione JDBC: SQL nei linguaggi di programmazione Matteo Cannaviccio mcannaviccio@gmail.com Basi di Dati I 2016/17 Panoramica 1. Dialogare con un DBMS Applicazioni software DBMS 2. Introduzione a JDBC Scopo

Dettagli

Tecnologia e Applicazioni Internet 2011/12

Tecnologia e Applicazioni Internet 2011/12 Tecnologia e Applicazioni Internet 2011/12 Lezione 4 - Persistenza Matteo Vaccari http://matteo.vaccari.name/ matteo.vaccari@uninsubria.it Perché usare un DB relazionale? Per l accesso concorrente ai dati

Dettagli

Esercitazione 8. Basi di dati e web

Esercitazione 8. Basi di dati e web Esercitazione 8 Basi di dati e web Rev. 1 Basi di dati - prof. Silvio Salza - a.a. 2014-2015 E8-1 Basi di dati e web Una modalità tipica di accesso alle basi di dati è tramite interfacce web Esiste una

Dettagli

Basi di Dati: Corso di laboratorio

Basi di Dati: Corso di laboratorio Basi di Dati: Corso di laboratorio Lezione 2 Raffaella Gentilini 1 / 45 Sommario 1 Il DDL di SQL: Cancellazione ed Aggiornamento di una BD Cancellazione di Schemi, Tabelle, e Domini Aggiornamento di Tabelle

Dettagli

ROUTINE E PROGRAMMAZIONE

ROUTINE E PROGRAMMAZIONE LEZIONE-TSQL-02 TRIGGER E PROCEDURE (VER03 PAG. 1 / 6 LEZIONE-TSQL-02 TRIGGER E PROCEDURE (VER03 T-SQL PROGRAMMAZIONE PARTE SECONDA ROUTINE E PROGRAMMAZIONE In TSQL è possibile definire alcune routine

Dettagli

Il DBMS Oracle. Express Edition. Donatella Gubiani e Angelo Montanari

Il DBMS Oracle. Express Edition. Donatella Gubiani e Angelo Montanari Gubiani & Montanari Il DBMS Oracle 1 Il DBMS Oracle Express Edition Donatella Gubiani e Angelo Montanari Il DBMS Oracle Il DBMS Oracle Oracle 10g Express Edition Il DBMS Oracle (nelle sue versioni più

Dettagli

Accesso Web a Data Base

Accesso Web a Data Base Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Reggio Emilia CORSO DI TECNOLOGIE E APPLICAZIONI WEB Accesso Web a Data Base Ing. Marco Mamei Anno Accademico 2004-2005 M. Mamei -

Dettagli

Introduzione al Python

Introduzione al Python Andrea Passerini passerini@disi.unitn.it Informatica Caratteristiche procedurale si specifica la procedura da eseguire sui dati strutturato concetto di visibililtà delle variabili orientato agli oggetti

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

DUGI, DB2 User Group Italia. i Trigger INSTEAD OF ; SELECT FROM INSERT, UPDATE, MERGE, DELETE con Colonne INCLUDE

DUGI, DB2 User Group Italia. i Trigger INSTEAD OF ; SELECT FROM INSERT, UPDATE, MERGE, DELETE con Colonne INCLUDE DUGI, DB2 User Group Italia Milano, 9 Aprile 2013 -- Roma 10 Aprile 2013 DB2 for z/os i Trigger INSTEAD OF ; SELECT FROM INSERT, UPDATE, MERGE, DELETE con Colonne INCLUDE massimo MACERA massimo MACERA

Dettagli

Database e reti. Piero Gallo Pasquale Sirsi

Database e reti. Piero Gallo Pasquale Sirsi Database e reti Piero Gallo Pasquale Sirsi Approcci per l interfacciamento Il nostro obiettivo è, ora, quello di individuare i possibili approcci per integrare una base di dati gestita da un in un ambiente

Dettagli

PL/SQL Uso di un linguaggio procedurale per un database

PL/SQL Uso di un linguaggio procedurale per un database PL/SQL Uso di un linguaggio procedurale per un database Roberto Basili Corso di Basi Di Dati 1 a.a. 2000-2001 Abstract Questa breve dispensa descrive piu etesamente i contenuti della esercitazione del

Dettagli

Open Database Connettivity (ODBC) Integrazione web-dbms. Open Database Connectivity (ODBC) Open Database Connectivity (ODBC)

Open Database Connettivity (ODBC) Integrazione web-dbms. Open Database Connectivity (ODBC) Open Database Connectivity (ODBC) The image cannot be displayed. Your computer may not have enough memory to open the image, or the image may have been corrupted. Restart your computer, and then open the file again. If the red x still

Dettagli