Gruppo Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gruppo Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2013"

Transcript

1 Gruppo Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2013

2 INDICE RELAZIONE Dati societari... 1 Composizione degli organi sociali... 2 La composizione del Gruppo... 3 L organigramma del Gruppo... 4 La rete distributiva al 30 giugno Dati economico-finanziari di sintesi... 6 Highlights dei risultati... 8 Relazione intermedia sulla gestione... 9 L attività del Gruppo I marchi del Gruppo I mercati valutari Principali eventi ed operazioni del periodo I risultati del Gruppo nel primo semestre Posizioni o transazioni derivanti da operazioni atipiche e/o inusuali Fatti di rilievo emersi dopo la chiusura del periodo Evoluzione prevedibile della gestione Bilancio consolidato semestrale abbreviato Prospetti contabili Conto economico consolidato Conto economico complessivo consolidato Situazione patrimoniale-finanziaria consolidata Rendiconto finanziario consolidato Variazioni del Patrimonio netto consolidato Bilancio consolidato semestrale abbreviato Note esplicative Note generali Criteri generali di redazione Principi contabili adottati Stagionalità o ciclicità delle operazioni intermedie Indicatori alternativi di performance Area di consolidamento Informativa di settore Eventi ed operazioni significative non ricorrenti Utile per azione Dividendi La gestione dei rischi finanziari Attività immateriali e materiali Capitale sociale Posizione finanziaria netta Fondi relativi al personale Accantonamenti Operazioni con entità correlate Fatti di rilievo emersi dopo la chiusura del periodo Attestazione del bilancio consolidato semestrale abbreviato del ai sensi dell art. 154 bis del D.LGS. 58/98 e dell art. 81 -ter del Regolamento Consob n del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni Indice

3 Dati societari Sede legale Capogruppo TOD S S.p.A. Via Filippo Della Valle, Sant'Elpidio a Mare (Fermo) - Italia Tel Dati legali Capogruppo Capitale Sociale deliberato euro Capitale Sociale sottoscritto e versa to euro Codice fiscale e n o iscrizione: del Reg. Imprese Fermo Iscr. C.C.I.A.A. Fermo al n R.E.A. Uffici e Showrooms Dusseldorf Kaistrasse, 2 Hong Kong 35/F The Lee Gardens, 33 Hysan Avenue, Causeway Bay Londra Wilder Walk, 1 Milano Corso Venezia, 30 Milano Via Savona, 56 Milano Via Serbelloni 1-4 Milano Via della Spiga, 22 New York 450, West 15 th Street Parigi Rue Royale, 20 Parigi Rue de l Elysée, 22 Seoul 89-10, Cheongdam-dong, Kangnam-ku Shanghai Nanjing West Road, Wheelock Square 46/F Tokyo Omotesando Building, Jingumae Stabilimenti produttivi Comunanza (AP) - Via Merloni, 7 Comunanza (AP) - Via S.Maria, Sant'Elpidio a Mare (FM) - Via Filippo Della Valle, 1 Bagno a Ripoli, Loc. Vallina (FI) - Via del Roseto, 60 Bagno a Ripoli, Loc. Vallina (FI) - Via del Roseto, 50 Tolentino (MC) - Via Sacharov 41/43 1 Dati societari

4 Composizione degli organi sociali Consiglio di Diego Della Valle Presidente Amministrazione ( 1) Andrea Della Valle Vice-Presidente Luigi Abete Maurizio Boscarato Luigi Cambri Luca Cordero di Montezemolo Emanuele Della Valle Fabrizio Della Valle Emilio Macellari Pierfrancesco Saviotti Stefano Sincini Vito Varvaro Comitato esecutivo Diego Della Valle Presidente Andrea Della Valle Fabrizio Della Valle Emilio Macellari Stefano Sincini Vito Varvaro Comitato per la Luigi Abete Presidente Remunerazione Luigi Cambri Pierfrancesco Saviotti Comitato Controllo e Rischi Luigi Cambri Presidente Maurizio Boscarato Pierfrancesco Saviotti Comitato Amministratori Pierfrancesco Saviotti Presidente Indipendenti Luigi Abete Luigi Cambri Collegio Sindacale ( 2) Giulia Pusterla Presidente Enrico Colombo Sindaco effettivo Fabrizio Redaelli Sindaco effettivo Myriam Amato Sindaco supplente Gilfredo Gaetani Sindaco supplente Società di Revisione ( 3) Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari PricewaterhouseCoopers S.p.A. Rodolfo Ubaldi ( 1) Durata della carica esercizi (delibera Assemblea degli Azionisti del 19 aprile 2012) ( 2) Durata della carica esercizi (delibera Assemblea degli Azionisti del 19 aprile 2013) ( 3) Durata incarico esercizi (delibera Assemblea degli Azionisti del 19 aprile 2012) 2 Organi sociali

5 La composizione del Gruppo TOD S S.p.A. Società Capogruppo, proprietaria dei marchi TOD S, HOGAN e FAY e licenziataria del marchio ROGER VIVIER Del.Com. S.r.l. Sub holding per la gestione di partecipazioni nazionali e di DOS in Italia TOD S International B.V. Sub holding per la gestione di partecipazioni internazionali e di DOS in Olanda An.Del. Usa Inc. Sub holding per la gestione di partecipazioni negli USA Del.Pav S.r.l. Società che gestisce DOS in Italia Filangieri 29 S.r.l. Società che gestisce DOS in Italia Gen.del. SA Società che gestisce DOS in Svizzera TOD S Belgique S.p.r.l. Società che gestisce DOS in Belgio TOD S Deutschland Gmbh Società che distribuisce e promuove i prodotti in Germania e gestisce DOS in Germania TOD S Espana SL Società che distribuisce e promuove i prodotti in Spagna e gestisce DOS in Spagna TOD S France Sas Società che distribuisce e promuove i prodotti in Francia e gestisce DOS in Francia TOD S Luxembourg S.A. Società che gestisce DOS in Lussemburgo TOD S Hong Kong Ltd Società che distribuisce e promuove i prodotti nel Far East e nel South Pacifico, e gestisce DOS in Hong Kong. Sub holding per la gestione di partecipazioni in Asia TOD S Japan KK Società che gestisce DOS in Giappone TOD S Korea Inc. Società che gestisce DOS in Korea TOD S Macao Ltd Società che gestisce DOS in Macao TOD S Retail India Private Ltd Società che gestisce DOS in India TOD S (Shanghai) Trading Co. Ltd Società che gestisce DOS in Cina TOD S Singapore Pte Ltd Società che gestisce DOS in Singapore TOD S UK Ltd Società che distribuisce e promuove i prodotti in Gran Bretagna gestisce DOS in Gran Bretagna Webcover Ltd Società che gestisce DOS in Gran Bretagna Cal.Del. Usa Inc. Società che gestisce DOS in California (USA) Deva Inc. Società che distribuisce e promuove i prodotti nel Nord America, e gestisce DOS nello stato di NY (USA) Flor. Del. Usa Inc. Società che gestisce DOS in Florida (USA) Hono. Del. Inc. Società che gestisce DOS nelle Hawaii (USA) Il. Del. Usa Inc. Società che gestisce DOS in Illinois (USA) Neva. Del. Inc. Società che gestisce DOS in Nevada (USA) Or. Del. Usa Inc. Società che gestisce DOS in California (USA) TOD S Tex. Del. Usa Inc. Società che gestisce DOS in Texas (USA) E-TOD S Inc. Società per la gestione dell ecommerce nel mercato USA Holpaf B.V. Società immobiliare Alban.Del Sh.p.k. Società che svolge attività produttive Sandel SA Società non operativa Un.Del. Kft Società che svolge attività pr oduttive Re.Se.Del. S.r.l. Società di servizi TOD S Brasil Ltda Società che gestisce DOS in Brasile Partecipazioni Internazionali S.r.l. Società non operativa 3

6 L organigramma del Gruppo TOD S S.p.A. TOD S International BV Amsterdam - Olanda C.S. - Euro Gen.Del. SA Zurigo Svizzera C.S. Chf ALBAN.DEL Sh.p.k Tirana Albania C.S. Euro % TOD S (Shanghai) Trading Co.Ltd Shanghai- Cina C.S. - Usd TOD S Hong Kong Ltd Hong Kong C.S. - Usd % TOD S UK Ltd Londra - Inghilterra C.S. - Gbp TOD S India Retail Private Ltd 1% 50% Webcover Ltd 50% Mumbai India Londra - Inghilterra C.S. - Inr C.S. - Gbp 2 1% 10% TOD S Belgique S.p.r.l. Bruxelles - Belgio C.S. - Euro TOD S Japan KK Tokio - Giappone C.S. - Jpy TOD S Macao Lda Macao C.S. Mop Un.Del Kft Tata - Ungheria C.S. - Huf % 90% 90% TOD S Brasil Ltda. 10% San Paolo - Brasile C.S. Brl An.Del. USA Inc. New York U.S.A. C.S. - Usd % TOD S Espana SL Madrid Spagna C.S. - Euro ,77 TOD S Korea Inc Seoul - Corea C.S. Won TOD S Singapore Ltd Singapore C.S. - Sgd TOD S Luxembourg S.A. Lussemburgo C.S. Euro Sandel SA San Marino C.S. - Euro Cal.Del. USA Inc. Beverly Hills, Ca U.S.A. C.S. - Usd TOD S Tex. Del. Inc. Dallas, Tx U.S.A C.S. Usd Deva Inc. Wilmington, De U.S.A. C.S. - Usd Flor.Del. USA Inc. Tallahassee, Fl U.S.A. C.S. - Usd Hono.Del. Inc. Honolulu, Hi U.S.A. C.S. - Usd Il.Del. USA Inc. Springfield, Il U.S.A. C.S. - Usd Neva.Del. Inc. Carson City, Nv U.S.A. C.S. - Usd Or.Del. USA Inc. Sacramento, Ca U.S.A. C.S. - Usd E-TOD S Inc. Wilmington, De U.S.A C.S. Usd 200 Del.Com S.r.l. S.Elpidio a Mare - Italia C.S. - Euro TOD S France Sas Parigi - Francia C.S. - Euro Del.Pav. S.r.l. S.Elpidio a Mare - Italia C.S. - Euro % Re.Se.Del. S.r.l. S.Elpidio a Mare - Italia C.S. - Euro TOD S Deutschland Gmbh Dusseldorf - Germania C.S. - Euro ,56 50% Filangieri 29 S.r.l. S.Elpidio a Mare - Italia C.S. - Euro Holpaf B.V. Amsterdam - Olanda C.S. - Euro Partecipazioni Internazionali S.r.l. Sant Elpidio a Mare - Italia C.S. - Euro

7 La rete distributiva al 30 giugno 2013 Americhe (*) (D) (F) U.S.A Brasile 1 Totale 15 2 Greater China (**) (D) (F) Cina 46 1 Hong Kong 11 1 Macao 1 1 Taiwan 19 Totale Europa (D) (F) Italia 45 3 Belgio 1 Francia 14 1 Germania 10 Gran Bretagna 5 Grecia 5 Lussemburgo 1 Olanda 1 Portogallo 1 Russia 3 Spagna 2 1 Svizzera 3 Turchia 1 Totale Resto del Mondo (D) (F) Arabia Saudita 2 Bahrain 2 Emirati Arabi Uniti 7 Kuwait 3 Libano 2 Qatar 1 Giappone 28 1 Corea 14 6 Filippine 2 India 1 Indonesia 4 Malesia 3 Singapore 2 2 Thailandia 3 Guam 1 Azerbaijan 1 Totale (D)=DOS (F)=FRANCHISING (*) A partire dal 2013, l area geografica Nord America viene sostituita da Americhe, che include l intero continente americano (Nord e Sud America). (**) A partire dal 2013, viene distinta l area della cosiddetta Greater China, che comprende: Cina continentale, Hong Kong, Macao e Taiwan. DOS, le nuove aperture del 2013 Franchising, le nuove aperture del 2013 Greater China Chengdu Ningbo Shanghai Hangzhou (Cina) (Cina) (Cina) (Cina) Resto del Mondo Bangkok Singapore (Thailandia) (Singapore) Americhe San Paolo (Brasile) Europa Strasburgo Parigi (Francia) (Francia) Italia Enna (Italia) Per la lista completa dei punti vendita della rete distributiva diretta ed in franchising si rimanda al sito corporate 5 Rete distributiva

8 Dati economico-finanziari di sintesi Ricavi % per marchio Principali indicatori economici (milioni di euro) HOGAN 22,7% FAY 4.9%Roger Vivier 12,0% 1 sem sem sem sem. 10 Ricavi 491,2 482,5 439,5 377,5 EBITDA 129,5 26,4% 123,5 25,6% 115,6 26,3% 90,7 24,0% EBIT 108,2 22,0% 103,4 21,4% 96,4 21,9% 74,3 19,7% TOD'S 60,3% PRE-TAX 106,8 21,7% 104,0 21,5% 96,9 22,0% 77,0 20,4% Utile netto 75,7 15,4% 74,1 15,4% 66,1 15,0% 52,4 13,9% Europa 20,6% Ricavi % per area Amer. 9,3% Gr. China 26,0% Italia 32,8% RdM 11,3% Principali indicatori patrimoniali (milioni di euro) 30 giu dic giu.12 CCN operativo (*) 279,7 278,5 242,5 Capitale investito 387,9 393,2 399,4 Patrimonio netto (1) 752,7 763,1 690,6 PFN 118,2 103,7 79,4 Investimenti 22,2 49,9 26,2 (*) Crediti commerciali + rimanenze - debiti commerciali Ricavi % per merceologia Principali indicatori finanziari (milioni di euro) Calz. 78,0% Pell. e acc. 16,1% Abb. 5,7% Altro 0,2% 1 sem Eserc sem Cash flow (Autofinanziamento) 96,7 183,6 93,0 Cash flow operativo 111,5 105,2 68,2 Free cash flow 8,5 (16,4) (33,9) ( 1 ) A seguito dell applicazione dal 1 gennaio 2013 (in modo retrospettivo) dell emendamento allo IAS 19, i dati comparativi al 31 dicembre 2012 e al 30 giugno 2012 sono stati rideterminati così come previsto dallo IAS 1. Per ulteriori dettagli si rimanda alla sezione delle note esplicative "Principi contabili adottati". 6 Dati di sintesi

9 Organici 2013: composizione Organici del gruppo OP 31% DIR 1% 30 giu dic giu giu.11 Alla data IMP 68% Legenda: DIR = dirigenti IMP = impiegati OP = operai Principali indicatori borsistici (euro) Quotazione azioni Prezzo ufficiale al ,94 Prezzo ufficiale al ,18 Prezzo minimo (gennaio - giugno) 95,95 Prezzo massimo (gennaio - giugno) 116,80 Capitalizzazione borsistica Capitalizzazione borsistica al Capitalizzazione borsistica al Dividendo per azione Dividendo per azione ,70 Dividendo per azione ,50 Azioni ordinarie N azioni in circolazione Utile per azione Andamento del titolo 120,00 2,47 2,43 115,00 2,14 110,00 1,69 Euro 105,00 100,00 1 sem sem sem sem ,00 90,00 85,00 gennaio -giugno Dati di sintesi

10 Highlights dei risultati Ricavi: pari a 4 9 1, 2 milioni di euro il fatturato del periodo (positivo per 1,9 milioni l effetto indotto dalla variazione dei tassi medi di cambio), per una crescita dell 1, 8 % sul dato dei primi sei mesi del Pari a 312,6 milioni il dato delle vendite realizzate dalla rete de i DOS (+14,3 punti percentuali). EBITDA: il risultato operativo lordo si attesta a 129,5 milioni di euro, +6,0 milioni rispetto al 30 giugno 2012 (123,5 milioni) e rappresenta il 26,4% delle vendite. Pari a 124,9 milioni l EBITDA a cambi costanti. Ricavi (Milioni di euro) 489,3 491,2 482,5 1 sem. 13 cambi cost. 124,9 439,5 EBITDA (Milioni di euro) 377,5 1 sem sem sem sem ,5 123,5 115,6 90,7 EBIT: risultato operativo netto a 108,2 milioni di euro, +4,6% rispetto al primo semestre (103,4 milioni). Ammonta a 1 0 3, 5 milioni l EBIT a cambi medi costanti. Posizione finanziaria netta (PFN): ammontano a 1 7 3, 1 milioni di euro le disponibilità liquide del Gruppo al 30 giugno Pari a 1 1 8, 2 milioni la posizione finanziaria netta alla stessa data (+14,5 milioni rispetto al 31 dicembre 2012). 1 sem. 13 cambi cost. 103,5 1 sem. 13 cambi cost. 1 sem sem sem sem. 10 EBIT (Milioni di euro) 108,2 103,4 96,4 74,3 1 sem sem sem sem. 10 Posizione finanziaria netta (Milioni di euro) Investimenti (capital expenditures): sono 22,2 milioni di euro gli investimenti effettuati nei primi sei mesi del 2013, erano 26,2 milioni di euro al 30 giugno ,2 200,3 Rete distributiva: al 30 giugno, la rete distributiva dei monomarca si compone di 200 DOS e 79 Franchised stores. 79,4 88, Highligths dei risultati

11 Gruppo Relazione intermedia sulla gestione

12 L attività del Gruppo Il opera nel settore del lusso, con marchi di propr ietà (TOD S, HOGAN e FAY) ed in licenza (ROGER VIVIER). E attivo nella creazione, produzione e distribuzione di calzature, di articoli di pelletteria ed accessori e di abbigliamento. La missione dell azienda è offrire, ad una clientela mondiale, prodotti di altissima qualità che rispondano alle sue esigenze funzionali ed aspirazionali. La struttura organizzativa del Gruppo. La configurazione dell organizzazione del Gruppo ruota attorno alla TOD S S.p.A., società capogruppo proprietaria dei marchi TOD S, H OGAN e FAY, e licenziataria del marchio ROGER VIVIER, nonché polo produttivo e distributivo del Gruppo. L organizzazione si completa, anche attraverso alcune sub-holdings, con una serie di società commerciali alle quali è interamente delegata la distribuzi one retail attraverso la rete dei DOS (Directly Operated Stores). Ad alcune di esse, localizzate in punti strategici dei mercati internazionali, nell ambito della catena del valore sono assegnati importanti ruoli nei processi di distribuzione dei prodotti, di marketing & promotion e di public relations, garantendo nello stesso tempo l imprescindibile omogeneità di immagine che i marchi del Gruppo si impongono a livello mondiale. L organizzazione produttiva. L organizzazione della produzione del Gruppo è fondata sul controllo completo dell intera filiera produttiva, dalla creazione delle collezioni, alla produzione, fino alla distribuzione dei prodotti; si ritiene che questa impostazione sia determinante per garantire il prestigio dei marchi. La produzione delle calzature e della pelletteria è affidata agli stabilimenti interni di proprietà del Gruppo, con il parziale ricorso a laboratori esterni specializzati, tutti dislocati in aree nelle quali storicamente è forte la tradizione nella rispettiva produzion e calzaturiera e pellettiera, in considerazione del fatto che si tratta di produzioni in cui è estremamente elevato il livello di professionalità richiesto per l esecuzione delle lavorazioni, ed altrettanto significativo il valore aggiunto apportato al prodotto dalla componente manuale. Per la produzione della linea di abbigliamento, il Gruppo utilizza esclusivamente selezionati laboratori esterni specializzati, ciò che consente di usufruire dell elevato grado di specializzazione di ognuno di essi nella rea lizzazione dei singoli prodotti che costituiscono l offerta della linea abbigliamento. La distribuzione. Il prestigio dei marchi distribuiti e l elevata specializzazione necessaria per presentare alla clientela i relativi prodotti, rendono indispensabile operare, a livello distributivo, attraverso una rete di negozi altamente specializzati. A tal fine, il Gruppo si avvale 10 Relazione intermedia sulla gestione

13 Relazione finanziaria Semestrale principalmente di tre canali: i DOS (negozi a gestione diretta), i punti vendita in franchising ed una serie di selezionati negozi indipendenti multimarca. Il focus strategico del Gruppo è incentrato sullo sviluppo della rete dei DOS e dei franchising, in considerazione del fatto che tali canali consentono un maggiore controllo della distribuzione e una più fedele trasmissione dell immagin e dei singoli marchi. E peraltro di tutta evidenza che, in particolari situazioni di mercato, risulta più efficiente una distribuzione attraverso i negozi multimarca indipendenti, canale la cui importanza riveste carattere assolutamente centrale per il Gruppo. I marchi del Gruppo Il marchio TOD S contraddistingue calzature e pelletteria di lusso. Caratterizzatosi sin dall'inizio per la creazione di modelli diventati un cult dello stile di vita contemporaneo, rappresenta, nel mondo degli accessori di lusso, la perfetta combinazione di tradizione, alta qualità e modernità. Ogni prodotto è eseguito a mano, con tecniche di alto artigianato, per diventare, dopo numerosi passaggi e controlli, un oggetto esclusiv o, riconoscibile, modernissimo e funzionale. Alcuni dei prodotti ideati, quali ad esempio la Driving Shoe o la D-Bag, amati da celebrities e personaggi in tutto il mondo, sono diventati un mito e antesignani di un nuovo stile dell'eleganza maschile e femminile. Il marchio HOGAN è posizionato nel mercato del lusso dinamico urbano, ed offre al consumatore calzature, pelletteria, accessori ed abbigliamento di stile e design contemporaneo, con una visione internazionale. I prodotti HOGAN, che si distinguono per la loro innovatività ed alta qualità, hanno creato uno stile unico, contribuendo a cambiare il modo di vestire del consumatore che vuole un prodotto di alta qualità e funzionale, al tempo stesso informale ed elegante, per la vita di tutti i giorni. Alcuni modelli sono dei best sellers, come ad esempio le calzature Interactive. Marchio nato nella seconda metà degli anni ottanta, contraddistingue una linea di prodotti di abbigliamento di qualità, che si fa notare, oltre che per il know how del marchio, per 11 Relazione intermedia sulla gestione

14 Relazione finanziaria Semestrale il trattamento tecnico dei tessuti, per il culto dei dettagli, per l'estrema funzionalità dei capi, che si distinguono con eccellenza combinando stile e qualità. I prodotti FAY si distinguono per la loro caratteristica di essere indossabili ovunque: dallo stadio all'ufficio, dalla città alla campagna. La linea, che comprende ad ogni stagione una collezione da uomo, da donna e da bambino, è concentrata, soprattutto nell'uomo, su modelli ritenuti "basici", già proposti con successo, continuamente aggiornati, e da nuovi articoli, che hanno contemporaneamente caratteristiche di innovazione e di riconoscibilità. Il Fabergé della calzatura, e artefice del primo tacco a spillo creato negli anni 50, ROGER VIVIER disegnava scarpe stravaganti e lussuosamente arricchite, che egli descriveva come sculture. Il patrimonio artistico e le eccellenti radici tradizionali della Maison Vivier hanno oggi trovato nuova vita. Sotto la Direzione Creativa di Bruno Frisoni, il lavoro e la visione del Signor Vivier continuano a vivere, e nuovi capitoli si aggiungono ogni stagione a questa storia unica, che va oltre il mondo della calzatura per includere borse, piccola pelletteria, gioielli e occhiali da sole. I mercati valutari L analisi dei tassi medi di cambio dell euro nei confronti delle principali valute extra -UE, nel periodo gennaio-giugno 2013, non evidenzia, rispetto ai valori medi del primo semestre 2012, variazioni rilevanti, ad eccezione dello Yen giapponese, nei confronti del quale si evidenzia un significativo rafforzamento della moneta comunitaria. Tasso medio di cambio 1 sem vs 2012 (variazione %) 5 0 (5) (10) 2,1 0,8 0,4 CHF GBP HKD JPY KRW RMB SGD USD (2,1) (3,5) (1,3) (1,3) (15) (20) (25) (21,4) 12 Relazione intermedia sulla gestione

15 Relazione finanziaria Semestrale Principali eventi ed operazioni del periodo Grazie ad un buon secondo trimestre, il Gruppo archivia i primi sei mesi del 2013 confermando le aspettative di crescita dei ricavi e dei margini formulate ad inizio anno. I significativi risultati prodotti dalla rete dei DOS, grazie alle nuove aperture di negozi ed alla continua crescita organica, e le eccellenti performances dei mercati internazionali, con i marchi TOD S e ROGER VIVIER, in particolare di quelli americano (+19,7% rispetto ai primi sei mesi del 2012) e della Greater China (che al 30 giugno 2013 rappresenta il 26% del fatturato consolidato, e si conferma come l area con il più alto tasso di crescita per il Gr uppo), hanno consentito al Gruppo di assorbire gli effetti della strategia di razionalizzazione della distribuzion e indipendente, avviata già nel corso dell esercizio precedente, che ha penalizzato i risultati dei marchi HOGAN e FAY, ovvero quelli con la maggiore esposizione al mercato italiano e al canale dei clienti indipendenti. Il marchio ROGER VIVIER continua a registrare eccellenti tassi di crescita in tutti i mercati, (+80,6% i ricavi del marchio rispetto al primo semestre 2012) confermandosi come una delle più prestigiose maison di accessori e calzature del segmento più esclusivo del lusso. Ad oggi, la rete distributiva delle boutiques monomarca conta diciassette punti vendita (di cui 13 DOS), ed altri quattro saranno presumibilmente inaugurati entro fi ne anno. Al fine di supportare efficacemente la fortissima crescita del marchio, nonché svilupparne la presenza nei principali mercati internazionali in maniera efficiente a tutti i livelli operativi, valorizzando al contempo gli elementi chiave dell immag ine del brand, il Gruppo ha avviato un progetto di riorganizzazione dell organigramma societario, che, al termine, porterà il marchio ROGER VIVIER ad avere una propria struttura societaria autonoma. A tal fine è stata costituita la società Partecipazioni Internazionali S.r.l., controllata al dalla Capogruppo TOD S S.p.A., destinata ad assumere il ruolo di holding delle società operative nelle quali saranno conferite le attività relative al marchio ROGER VIVIER, attualmente presenti nelle varie società del Gruppo. Nel semestre il Gruppo ha proseguito nell estensione territoriale del canale e-commerce, dando seguito al piano di sviluppo concordato con il partner Italiantouch S.r.l., il pure on line player al quale è stata affidata la commercializzazion e on-line di tutti i brands. Con l inizio delle vendite della collezione autunno-inverno , all operatore e-commerce è stata infatti affidata la distribuzione dei prodotti, in aggiunta al mercato italiano e ai principali paesi europei, anche nel mercato USA. Prosegue senza sosta, inoltre, l impegno del Gruppo nel campo della responsabilità sociale. L Assemblea dei Soci del 19 aprile 2013 della capogruppo TOD S S.p.A., ha infatti deliberato di destinare l 1% dell utile netto realizzato dal Gruppo ne ll esercizio 2012, pari a circa 1,5 milioni di euro, ad uno speciale fondo di riserva destinato ad essere utilizzato per il perseguimento di progetti di solidarietà nel territorio. 13 Relazione intermedia sulla gestione

16 Relazione finanziaria Semestrale I risultati del Gruppo nel primo semestre 2013 Il fatturato consolidato del Gruppo ammonta a 491,2 milioni di euro nel primo semestre del 2013, con una crescita dell 1,8% rispetto allo stesso periodo del Non significativo l effetto prodotto dalla variazione dei tassi medi di cambio: in costanza di cross rates i ricavi si attesterebbero a 489,3 milioni di euro, per un tasso di crescita dell 1,4%. Importante la crescita della marginalità: EBITDA e EBIT rappresentano rispettivamente il 26,4% ed il 22,0% dei ricavi consolidati, per una crescita di 80 e 60 basis points rispetto ai valori dei primi sei mesi del 2012, segnano tassi di crescita vicini ai cinque punti percentuali, attestandosi a 129,5 (+4,8%) e 108,2 (+4,6%) milioni di euro. Euro/000 Eserc. 12 Principali indicatori economici 1 sem sem Variaz. Var. % Ricavi dalle vendite , EBITDA ,8 (41.330) Ammortamenti riv./sva., acc. (21.288) (20.071) (1.217) 6, EBIT , Risultato ante imposte , Risultato netto consolidato ,2 Effetto cambi su ricavi (1.901) Adjusted ricavi ,4 Effetto cambi su costi (2.637) Adjusted EBITDA ,2 Effetto cambi su amm.ti (135) Adjusted EBIT ,1 EBITDA % 26,4 25,6 EBIT % 22,0 21,4 Adjusted EBITDA % 25,5 25,6 Adjusted EBIT % 21,2 21,4 Tax Rate 29,1 28,8 14 Relazione intermedia sulla gestione

17 Relazione finanziaria Semestrale Euro/ Principali indicatori patrimoniali Variaz CCN operativo (*) Attività immateriali e materiali (5.286) (30.660) Altre attività/(passività) nette (33.099) (12.314) (20.785) Capitale investito (24.832) Posizione finanziaria netta Patrimonio netto (10.379) Investimenti lordi in attivita immateriali e materiali (27.669) Cash flow operativo (33.941) Free cash flow (16.393) (*) Crediti commerciali + rimanenze - debiti commerciali I ricavi. Il fatturato consolidato del Gruppo ammonta a 491,2 milioni di euro nel primo semestre del 2013, con una crescita dell 1,8% rispetto allo stesso periodo del A cambi costanti, utilizzando cioè gli stessi cambi medi d el primo semestre 2012, i ricavi si att esterebbero a 489,3 milioni di euro (+1,4% rispetto al primo semestre 2012). Particolarmente positivo l andamento dei ricavi del secondo trimestre, nel quale si registra una crescita dell 8,4% rispetto allo stesso periodo del precedente esercizio, trainata dalle eccellenti performances del canale DOS. La crescita del secondo trimestre dell anno si contrappone alla riduzione del 3,7% registrata nei primi tre mesi: tale periodo si caratterizza, infatti, per una importante incidenza sulle vendite complessive della componente wholesale, che ha risentito in modo significativo della strategia di razionalizzazione della distribuzion e indipendente avviata già nel corso dell esercizio precedente, allo scopo di preservare l esclusività ed il posizionamento dei marchi, oltre che la protezione dell ottima qualità del portafoglio crediti. Tale razionalizzazione ha interessato tutti i marchi, soprattutto sul mercato domestico, ten uto conto della difficile situazione presente nel mercato italiano, ma ha prodotto effetti particolarmente visibili sull andamento dei ricavi dei marchi HOGAN e FAY, quelli con la maggiore esposizione a tale mercato e al canale dei clienti indipendenti. Ottimi i risultati derivanti dalla strategia di crescita focalizzata sullo sviluppo dei mercati internazionali, dove si evidenziano gli eccellenti risultati dell Asia e delle Americhe, soprattutto per i marchi TOD S e ROGER VIVIER. 15 Relazione intermedia sulla gestione

18 Relazione finanziaria Semestrale La rete dei DOS continua a registrare significativi risultati, grazie alle nuove aperture di negozi ed alla buona crescita organica. I ricavi complessivi del canale diretto ammontano a 312,6 milioni di euro nei (Milioni di euro) 1 sem % 1 sem % var. ass. var. % DOS 312,6 63,6 273,4 56,7 39,2 14,3 Clienti terzi 178,6 36,4 209,1 43,3 (30,5) (14,5) Totale 491,2 100,0 482,5 100,0 8,7 1,8 Clienti terzi 36,4% DOS 63,6% Clienti terzi DOS Clienti terzi DOS 1 sem sem primi sei mesi del 2013, con una crescita del 14,3% rispetto allo stesso periodo del 2012 (+13,9% a cambi costanti). Il Same Store Sales Growth (SSSG), calcolato come media a livello mon diale dei tassi di crescita, a cambi costanti, dei ricavi registrati nei DOS esistenti al 1 gennaio 2012, è pari a 5,3% nelle prime 31 settimane dell anno (periodo 1 gennaio 4 agosto 2013). Al 30 giugno 2013, la rete distributiva del G ruppo è composta da 200 DOS e 79 negozi in franchising, rispetto ai 182 DOS e 71 negozi in franchising al 30 giugno Come già più volte ricordato, l andamento dei ricavi a clienti terzi è stato influenzato dalla razionalizzazione della distribuzione indipendente e dalla crisi del mercato italiano. Le vendite complessive di questo canale ammontano a 178,6 milioni di e uro nel primo semestre del 2013, con un calo del 14,5% rispetto allo stesso periodo del Nel primo semestre del 2013, il marchio TOD S ha registrato ricavi pari a 296,3 milioni di euro, con un incremento del 3,5% rispetto allo stesso periodo del Il marchio HOGAN ha realizzato 111,3 milioni di euro di ricavi nel primo semestre del 2013, rispetto ai 130,6 milioni di euro dello stesso periodo del Il calo delle vendite è interamente (Milioni di euro) 1 sem % 1 sem % var. ass. var. % TOD'S 296,3 60,3 286,2 59,3 10,1 3,5 HOGAN 111,3 22,7 130,6 27,1 (19,3) (14,8) FAY 23,9 4,9 32,5 6,7 (8,6) (26,3) ROGER VIVIER 59,0 12,0 32,7 6,8 26,3 80,6 Altro 0,7 0,1 0,5 0,1 0,2 n.s. Totale 491,2 100,0 482,5 100,0 8,7 1,8 Altro 0,1% ROGER VIVIER 12,0% FAY 4,9% HOGAN 22,7% TOD'S 60,3% RV FAY HOGAN TOD'S RV FAY HOGAN TOD'S 1 sem sem determinato dall andamento del mercato italiano. Particolarmente positivi, invece, i risultati registrati dal marchio all estero: da segnalare, in particolare, la solida crescita a doppia cifra in 16 Relazione intermedia sulla gestione

19 Asia, mercato ancora poco significativo, ma dove è attualmente focalizzata la sua politica di espansione internazionale. Nel primo semestre del 2013, le vendite del marchio FAY, ammontano a 23,9 milioni di euro, in calo rispetto ai 32,5 milioni dello stesso periodo del 2012, riflettendo la crisi del mercato italiano e la già commentata razionalizzaz ione della distribuzione. Ricordiamo, infatti, che questo marchio è principalmente distribuito in Italia e attraverso il canale wholesale. Infine, ROGER VIVIER continua a registrare eccellenti risultati, proseguendo il suo percorso di crescita e confermandosi come una delle più prestigiose maison di accessori e calzature del segmento più esclusivo del lusso, a livello mondiale. Nel primo semestre del 2013, le sue ven dite ammontano a 59 milioni di euro, con una crescita dell 80,6% rispetto al primo semestre del 2012 (+77,6% a cambi costanti). I ricavi delle calzature ammontano a 383,3 milioni di e uro nel primo semestre del 2013, con una crescita del 6,3% rispetto allo stesso periodo del 2012; confermata la leadership del Gruppo nel core business delle calzature. Le vendite di pelletteria e (Milioni di euro) 1 sem % 1 sem % var. ass. var. % Calzature 383,3 78,0 360,6 74,7 22,7 6,3 Accessori e Pelletteria 79,3 16,1 83,1 17,2 (3,8) (4,6) Abbigliamento 27,9 5,7 38,3 8,0 (10,4) (27,2) Altro 0,7 0,2 0,5 0,1 0,2 n.s. Totale 491,2 100,0 482,5 100,0 8,7 1,8 accessori sono complessivamente pari a 79,3 milioni di euro nel primo semestre del La differenza del 4,6% rispetto allo Pell. e acc. 16,1% Abb. 5,7% Calz. 78,0% Abb. Abb. Pell. e acc. Pell. e acc. Calz. Calz. 1 sem sem stesso periodo del 2012 è principalmente dovuta all impatto della razionalizzazione della rete wholesale. Nel primo semestre del 2013, i ricavi di abbigliamento ammontano a 27,9 milioni di euro; il calo rispetto allo stesso periodo del 2012 riflette sostanzialmente il già commentato andamento del marchio FAY. Nel primo semestre del 2013, i ricavi in Itali a ammontano a 161,1 milioni di euro. La diminuzione rispetto allo stesso periodo del 2012, è stato determinato dalla crisi di questo mercato, oltre che dalla già commentata razionalizzazione della distribuzione indipendente. Nel resto dell Europa, le vendite del Gruppo sono complessiv amente pari a 101,4 milioni di euro, con una crescita dello 0,6% rispetto al primo semestre Il diverso andamento dei singoli trimestri (incremento del 5,2% nel secondo, che si contrappone al calo del 3,7% del primo) riflette la diversa incidenza nei due periodi dei canali distributivi: maggior peso dei ricavi wholesale nel primo, quindi influenzato dalla razionalizzazione della distribuzione, maggior peso delle vendite retail nel secondo. 17 Relazione intermedia sulla gestione

20 Continua la solida crescita a doppia cifra del mercato americano; nel primo semestre del 2013, i ricavi del Gruppo quest area in ammontano a 45,6 milioni di euro, con un incremento del 19,7% rispetto ai primi sei mesi del (Milioni di euro) 1 sem % 1 sem % var. ass. var. % Italia 161,1 32,8 199,0 41,2 (37,9) (19,0) Europa 101,4 20,6 100,8 20,9 0,6 0,6 Americhe 45,6 9,3 38,1 7,9 7,5 19,7 Greater China 127,5 26,0 94,3 19,5 33,2 35,2 Resto del Mondo 55,6 11,3 50,3 10,5 5,3 10,5 Totale 491,2 100,0 482,5 100,0 8,7 1,8 Americhe 9.3% Gr. China 26,0% Europa 20,6% RdM 11,3% Italia 32,8% RdM Great. China Nord Am. Europa Italia RdM Great. China Nord Am. Europa Italia 1 sem sem (+18,9% a cambi costanti). Ottimi risultati sia nel canale dei DOS, che in quello wholesale. Il mercato della Greater China, che al 30 giugno 2013 rappresenta il 26% del fatturato consolidato, si conferma come l area con il più alto tasso di crescita per il Gruppo. Nel primo semestre del 2013, i ricavi di questo mercato sono pari a 127,5 milioni di euro, con un incremento del 35,2% (+30,9% a cambi costanti), rispetto allo stesso periodo del Infine, nell area Resto del Mondo, i ricavi del Gruppo ammontano comp lessivamente a 55,6 milioni di e uro nel semestre del 2013, con una crescita del 10, 5% rispetto ai primi sei mesi del 2012 (+15,5% a cambi costanti). I r i s u l t a t i o p e r a t i v i. L EBITDA dei primi sei mesi del 2013 ammonta a 129,5 milioni di euro, in crescita di 6,0 milioni rispetto al dato del primo semestre del precedente esercizio, in cui era pari a 123,5 milioni di euro. Il risultato operativo lordo equivale al 26,4% dei ricavi consolidati (primo semestre 2012: 25,6%). Positivo l effetto prodotto dalla variazione dei tassi medi di cambio: pari a 124,9 milioni di euro l EBITDA a cambi costanti, per un incidenza sul fatturato pari al 25,5%. Sulla marginalità, positivi gli effetti prodotti dall accelerazione delle vendite del canale diretto (DOS), peraltro concentrate nelle aree a più elevata marginalità (Asia e USA), e dal conseguente maggior peso della componente retail sui complessivi ricavi del Gruppo. 124,9 1 sem. 13 cambi cost. EBITDA (Milioni di euro) 129,5 123,5 1 sem sem Relazione intermedia sulla gestione

21 La crescita dei margini industriali è stata parzialmente assorbita dalla fisiologica crescita del peso di alcune tipologie di costi operativi, legata allo sviluppo dei volumi del business. In particolare, la spesa per godimento beni di terzi (affitti delle locations e royalties per lo sfruttamento della licenza ROGER VIVIER), al giugno 2013 si attesta a 49,1 milioni di euro, in crescita di 8,7 milioni rispetto al dato 2012, con un incidenza sui ricavi che passa dall 8,4% del primo semestre 2012 al 10% del corrente semestre. La crescita è principalmente associata alla forte espansione delle vendite della rete distributiva diretta nei me rcati asiatici, dove il modello di distribuzione retail si caratterizza prevalentemente per affitti variabili sul fatturato. In crescita anche il costo sostenuto per le remunerazioni del personale alle dipendenze del Gruppo, che nei primi sei mesi del 2013 ammonta a 76,8 milioni di euro, contro i 71,3 milioni dello stesso periodo del precedente esercizio. La dinamica è sostanzialmente correlata all aumento degli organici (principalmente per l espansione della rete distributiva diretta ), che al 30 giugno 2013 contano dipendenti, rispettivamente 113 e 204 unità aggiuntive in confronto a quelle in essere al 31 dicembre ed al 30 giugno del Il costo per il personale al 30 giugno 2013 incide per il 15,6% dei ricavi del Gruppo, contro il 14,8% dei pri mi sei mesi del Sostanzialmente stabile la spesa per l ammortamento del capitale fisso, passata dai 19,0 milioni del primo semestre 2012, ai 19,2 milioni del corrente periodo, con un incidenza sui ricavi che rimane costante e si attesta al 3,9%. Al netto di ulteriori accantonamenti operativi per 2,1 milioni di euro, l EBIT del primo semestre 2013 ammonta a 108,2 milioni di euro in crescita di 4,8 milioni rispetto al 30 giugno 2012, quando ammontava a 103,4 milioni di euro. In miglioramento l incidenza sulle vendite che si attesta al 22% (30 giugno 2012: 103,5 1 sem. 13 cambi cost. EBIT (Milioni di euro) 108,2 103,4 1 sem sem ,4%). In costanza di cambi, l EBIT si attesterebbe a 1 0 3, 5 milioni di euro, e corrisponderebbe al 21,2 % dei ricavi. L utile consolidato del primo semestre 2013 si attesta a 75,7 milioni di euro, mentre era pari a 74,1 milioni di euro al 30 giugno dell esercizio precedente. Al 30 giugno, l utile rappresenta il 1 5, 4 % dei ricavi, medesima percentuale dei primi sei mesi del Il risultato netto sconta imposte sul reddito di competenza del periodo (inclusi gli effetti della fiscalità differita ) per 31,1 milioni di euro, per un tax rate del 29,1% (28,8% nel primo semestre 2012). 19 Relazione intermedia sulla gestione

22 Gli investimenti in capitale fisso. Gli investimenti in capitale fisso dei primi sei mesi del 2013 ammontano a 22,2 milioni di euro, contro i 26,2 milioni del primo semestre dello scorso esercizio Attività materiali e immateriali - Capital expenditures (euro milioni) 96,1 49,9 61,9 22,2 26,2 1 sem sem Pari a circa 9,8 milioni di euro le risorse investite nella rete distributiva a gestione diretta, finalizzate sia all allestimento dei nuovi DOS sia alle attività di renovation realizzate nel periodo, tra cui spicca quella della boutique TOD S di Las Vegas. Sempre nel periodo si segnala, inoltre, l allestimento a Parigi di un nuovo showroom per il marchio ROGER VIVIER. La restante quota degli investimenti del periodo, oltre che ai normali processi di ammodernamento delle strutture e delle attrezzature industriali, è stata principalmente destinata alle attività di sviluppo dei sistemi gestionali (software) aziendali. Investimenti per destinazione Altro 38% Prod. 18% DOS 44% La posizione finanziaria netta. Al 30 giugno 2013 la posizione finanziaria netta è attiva per 118,2 milioni di euro (era positiva per 103,7 milioni e 79,4 milioni rispettivamente al 31 dicembre e al 30 giugno 2012), costituita da attività liquide (cassa e depositi bancari) per 173,1 milioni di euro, e passività per 54,9 milioni di euro, delle quali 26,1 milioni a titolo di esposizione a medio-lungo termine. 20 Relazione intermedia sulla gestione

23 Posizione finanziaria netta (Euro/000) Variazione Attività finanziarie correnti Depositi a vista e cassa Liquidità Passività finanziarie correnti (30.383) Scoperti di conto corrente (23.642) (27.025) (5.943) Quota corrente di indebitamento a m/l termine (5.162) (5.540) 378 (36.326) Indebitamento finanziario corrente (28.804) (32.565) Posizione finanziaria netta a breve Passività finanziarie non correnti (38.782) Indebitamento a m/l termine (26.082) (32.023) (38.782) Indebitamento finanziario non corrente (26.082) (32.023) Posizione finanziaria netta Al lordo dei dividendi distribuiti nel semestre, la PFN ammonterebbe a 201,1 milioni di euro (+ 97,4 milioni rispetto al dato di inizio anno). (Euro/000) Periodo Periodo Flussi di cassa Gen-Giu 13 Gen-Giu 12 Utile (Perdita) del periodo Poste non monetarie Cash flow Variazione CCN (24.854) Cash flow operativo Cash flow ottenuto (impiegato) dall'attività d'investimento (15.756) (26.809) Cash flow ottenuto (impiegato) dall'attività di finanziamento (87.213) (75.291) Cash flow ottenuto (impiegato) attività in funzionamento (33.941) Cash flow ottenuto (impiegato) attività in dismissione Cash flow ottenuto (impiegato) (33.941) Posizione finanziaria a breve all'inizio del periodo Posizione finanziaria a breve alla fine del periodo Variazione posizione finanziaria a breve (33.941) Pari a 96,7 milioni di euro il cash flow (autofinanziamento) prodotto nel periodo gennaio-giugno 2013, in crescita rispetto al dato del primo semestre 20 12, quando si attestava a 93,0 milioni di euro. Grazie ad una oculata gestione del circolante (positivo per 14,8 milioni di euro il contributo del semestre), il cash flow operativo del periodo si attesta a 111,5 milioni di euro, evidenziando una significativa crescita rispetto al dato del 30 giugno 2012, pari a 43,3 milioni di euro. In crescita il valore degli impieghi relativi all attività di finanziamento, rivenienti principalmente dalla distribuzione di dividendi (pari a circa 82,9 milioni di euro i dividendi erogati ne l periodo), al netto dei quali la liquidità prodotta nei primi sei mesi del 2013 ammonterebbe a 91,4 milioni di euro. 21 Relazione intermedia sulla gestione

24 Posizioni o transazioni derivanti da operazioni atipiche e/o inusuali Non si segnalano posizioni o transazioni derivanti da operazioni at ipiche e/o inusuali nel corso del primo semestre. Fatti di rilievo emersi dopo la chiusura del periodo Nel corso del mese di luglio 2013, in attuazione del progetto di ristrutturazione societaria del marchio ROGER VIVIER, il Gruppo, attraverso la holding Partecipazioni Internazionali S.r.l., ha proceduto alla costituzione delle società Roger Vivier HK Limited e Roger Vivier Singapore Pte Ltd, alle quali saranno affidate le attività relative al marchio ROGER VIVIER nelle rispettive aree di competenza. Evoluzione prevedibile della gestione In linea con le attese del management, il secondo trimestre del corrente esercizio 2013 ha registrato una buona crescita dei ricavi e degli utili. Coerentemente con la strategia del Gruppo, che sta sviluppando ogni marchio nel rispetto del suo DNA, TOD S e ROGER VIVIER continuano a realizzare ottimi risultati sui mercati internazionali, confermando il forte apprezzamento dei clienti per la qualità ed esclusività dei prodo tti; al contempo i marchi HOGAN e FAY sono stati influenzati dalla significativa riduzione della distribuzione indipendente, per la loro forte esposizione all Italia ed al canale wholesale. Nel complesso si può ragionevolmente prevedere che anche in questo esercizio il Gruppo potrà registrare una ulteriore crescita di ricavi e utili. Sant Elpidio a Mare, 7 agosto 2013 Il Presidente del Consiglio di Amministrazione Diego Della Valle 22 Relazione intermedia sulla gestione

25 Gruppo Bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30 giugno 2013 Prospetti contabili

26 Conto economico consolidato Euro/000 1 sem sem. 12 Eserc. 12 Ricavi Ricavi dalle vendite Altri ricavi Totale ricavi Costi Operativi Variazione rimanenze PF e SL Costi per materie prime e di consumo ( ) ( ) ( ) Spese per servizi ( ) ( ) ( ) Costi per utilizzo beni di terzi (49.113) (40.444) (85.747) Costo per il personale (76.757) (71.288) ( ) Altri oneri operativi (13.924) (15.366) (30.902) Totale costi operativi ( ) ( ) ( ) EBITDA Ammortamenti e svalutazioni Ammortamenti attività immateriali (4.202) (4.569) (8.935) Ammortamenti attività materiali (14.981) (14.405) (29.154) Rivalutazioni (Svalutazioni) - - (246) Totale ammortamenti e svalutazioni (19.183) (18.974) (38.335) Accantonamenti (2.105) (1.097) (2.995) EBIT Proventi e oneri finanziari Proventi finanziari Oneri finanziari (10.280) (8.215) (19.294) Proventi (oneri) finanziari (1.432) 531 (1.120) Proventi (oneri) da partecipazioni Risultato prima delle imposte Imposte sul reddito (31.065) (29.890) (61.980) Risultato netto consolidato Risultato di pertinenza di terzi (23) 288 (276) Risultato netto del Gruppo Utile base per azione 2,47 2,43 4,75 Utile diluito per azione 2,47 2,43 4,75 24 Prospetti contabili

27 Conto economico complessivo consolidato Euro/000 1 sem sem Utile (perdita) del periodo (A) Altri utili/(perdite) complessivi che saranno successivamente riclassificati nell'utile/(perdita) d'esercizio Utili/(perdite) sulla parte efficace degli strumenti di copertura (cash flow hedge ) (*) (3.928) Utile / (perdita) da conversione dei bilanci delle controlate estere Totale altri utili/(perdite) complessivi che saranno successivamente riclassificati nell'utile/(perdita) d'esercizio (B) (3.184) Totale utili/(perdite) complessivi (A) + (B) Di cui: Soci controllante Interessenze di terzi (11) (268) (*) Gli utili e le perdite complessivi sono rappresentati al netto del relativo effetto fiscale. 25 Prospetti contabili

28 Situazione patrimoniale-finanziaria consolidata Euro\000 Note Attività non correnti Attività immateriali Attività a vita utile indefinita Attività a vita utile definita Altre attività a vita utile definita Totale attività immateriali Attività materiali Immobili e terreni Impianti e macchinari Attrezzature Opere su beni di terzi Altre Totale attività materiali Altre attività Investimenti immobiliari Partecipazioni Attività fiscali differite Altre Totale altre attività Totale attività non correnti Attività correnti Rimanenze Crediti commerciali Crediti tributari Attività per derivati Altre Disponibilità liquide Totale attività correnti Totale attività (continua) 26 Prospetti contabili

29 Euro\000 (continua) Note Patrimonio netto del Gruppo Capitale sociale Riserve di capitale Riserva copertura e traduzione (1.915) (918) Altre riserve * Risultato di periodo Patrimonio netto del Gruppo Di terzi Capitale e riserve di terzi Risultato di periodo di terzi (288) Totale patrimonio netto Passività non correnti Accantomenti per rischi Passività fiscali differite Fondi relativi al personale * Passività finanziarie non correnti Altre Totale passività non correnti Passavità correnti Debiti commerciali Debiti tributari Strumenti derivati Altre Passività finanziarie correnti Totale passività correnti Totale Patrimonio netto e passività * A seguito dell applicazione dal 1 gennaio 2013 (in modo retrospettivo) dell emendamento allo IAS 19, i dati comparativi al 31 dicembre 2012 e al 30 giugno 2012 sono stati rideterminati così come previsto dallo IAS 1. Per ulteriori dettagli si rimanda alla sezione delle note esplicative Principi contabili adottati". 27 Prospetti contabili

30 Rendiconto finanziario consolidato Euro/000 Note Gen. - Giu- 13 Gen. - Giu- 12 Utile (Perdita) del periodo Rettifiche relative alle voci che non hanno effetto sulla liquidita': Ammortamenti, rivalutazioni, svalutazioni e accantonamenti Variazione fondi per il personale (80) - Variazione imposte differite/anticipate (2.363) (4.382) Incremento (riduzione) fondi rischi e altri movimenti (407) 197 Cash flow (A) Variazioni nelle attivita' e passivita' corrrenti: Crediti commerciali (4.443) Altre attività correnti 679 (435) Rimanenze (23.764) (30.908) Crediti tributari (7.796) Debiti Commerciali Altre passività correnti Debiti tributari Variazione CCN (B) (24.854) Cash flow operativo (C) = (A)+(B) (Incrementi) netti delle immobilizzazioni immateriali e materiali 12 (21.720) (24.746) (Incremento) decremento nelle partecipazioni - - Altre variazioni delle immobilizzazioni (730) (Incremento) decremento altre att. immobilizzate (1.858) (1.333) Cash flow ottenuto (impiegato) dall'attività d'investimento (D) (15.756) (26.809) Dividendi distribuiti 10 (82.895) (76.524) Altre variazioni del Patrimonio netto (3.179) Variazione debiti e altre passività non correnti (1.139) (2.720) Aumento capitale - - Cash flow ottenuto (impiegato) dall'attività di finanziamento (E) (87.213) (75.291) Cash flow attività in funzionamento (F) = (C)+(D)+(E) (33.941) Cash flow ottenuto (impiegato) (33.941) Posizione finanziaria a breve all'inizio del periodo Posizione finanziaria a breve alla fine del periodo Variazione posizione finanziaria a breve (33.941) 28 Prospetti contabili

TOD S S.p.A.: Ricavi del Gruppo pari a 965,5 milioni nell esercizio 2014; margine EBITDA del 20%. Dividendo a 2 Euro (con pay-out del 63%).

TOD S S.p.A.: Ricavi del Gruppo pari a 965,5 milioni nell esercizio 2014; margine EBITDA del 20%. Dividendo a 2 Euro (con pay-out del 63%). Milano, 12 marzo 2015 TOD S S.p.A.: Ricavi del Gruppo pari a 965,5 milioni nell esercizio 2014; margine EBITDA del 20%. Dividendo a 2 Euro (con pay-out del 63%). Approvato dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Gruppo Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2012

Gruppo Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2012 Gruppo Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2012 INDICE RELAZIONE Dati societari... 1 Composizione degli organi sociali... 2 La composizione del Gruppo... 3 L organigramma del Gruppo... 4 La rete

Dettagli

Gruppo Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2014

Gruppo Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2014 Gruppo Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2014 INDICE RELAZIONE Dati societari... 1 Composizione degli organi sociali... 2 La composizione del Gruppo... 3 L organigramma del Gruppo... 4 La rete

Dettagli

Gruppo Resoconto intermedio sul a gestione al 31 marzo 2012

Gruppo Resoconto intermedio sul a gestione al 31 marzo 2012 Gruppo Resoconto intermedio sulla gestione al 31 marzo 2012 a l 3 1. 0 3. 2 0 1 2 INDICE Dati societari... 1 Composizione degli organi sociali... 2 La composizione del Gruppo... 3 La rete distributiva

Dettagli

TOD S S.p.A. continua lo sviluppo internazionale del Gruppo. Rafforzata la posizione finanziaria.

TOD S S.p.A. continua lo sviluppo internazionale del Gruppo. Rafforzata la posizione finanziaria. Milano, 14 maggio TOD S S.p.A. continua lo sviluppo internazionale del Gruppo. Rafforzata la posizione finanziaria. Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del

Dettagli

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i dati preliminari di vendita dell esercizio 2013

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i dati preliminari di vendita dell esercizio 2013 Sant Elpidio a Mare, 29 gennaio 2014 TOD S S.p.A.: i ricavi del Gruppo, a cambi costanti, salgono a 979,2 milioni nell (+1,7%); crescita a doppia cifra in Greater China e nelle Americhe. Ottima performance

Dettagli

Esercizio 2011 - Relazioni e Bilanci

Esercizio 2011 - Relazioni e Bilanci s.p.a. Esercizio 2011 - Relazioni e Bilanci E s e r c i z i o 2 0 11 R e l a z i o n i e B i l a n c i INDICE RELAZIONE Dati societari... 1 Composizione degli organi sociali... 2 La composizione del Gruppo...

Dettagli

ESERCIZIO 2013 RELAZIONI E BILANCI

ESERCIZIO 2013 RELAZIONI E BILANCI ESERCIZIO 2013 RELAZIONI E BILANCI Esercizio 2013 Relazioni e Bilanci INDICE RELAZIONE Lettera agli azionisti................................................................................ 9 Dati societari....................................................................................

Dettagli

Gruppo Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2011

Gruppo Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2011 Gruppo Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2011 INDICE RELAZIONE Dati societari... 1 Composizione degli organi sociali... 2 La composizione del Gruppo... 3 L organigramma del Gruppo... 4 La rete

Dettagli

Salvatore Ferragamo S.p.A.

Salvatore Ferragamo S.p.A. COMUNICATO STAMPA Salvatore Ferragamo S.p.A. Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata al 30 giugno 2015 Continua la crescita dei Ricavi e dei Profitti del

Dettagli

Milano, 30 marzo 2004

Milano, 30 marzo 2004 Milano, 30 marzo 2004 Gruppo TOD S: crescita del fatturato (+8.1% a cambi costanti). Continua la politica di forte sviluppo degli investimenti. 24 nuovi punti vendita nel 2003. TOD S Il Consiglio di Amministrazione

Dettagli

MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2015 1

MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2015 1 MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2015 1 MONCLER: RICAVI IN CRESCITA DEL 30% A CAMBI COSTANTI. UTILE NETTO A EURO 40 MILIONI (+69%)

Dettagli

MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014 1

MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014 1 MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014 1 MONCLER: RICAVI IN CRESCITA DEL 18% A TASSI DI CAMBIO COSTANTI Ricavi Consolidati: Euro

Dettagli

Salvatore Ferragamo S.p.A.

Salvatore Ferragamo S.p.A. COMUNICATO STAMPA Salvatore Ferragamo S.p.A. Il Consiglio di Amministrazione approva il Progetto di Bilancio di Esercizio 2014 e il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2014 Un altro anno di crescita del

Dettagli

RELAZIONE SULL ANDAMENTO DEL GRUPPO GEOX NEL PRIMO TRIMESTRE DEL 2006

RELAZIONE SULL ANDAMENTO DEL GRUPPO GEOX NEL PRIMO TRIMESTRE DEL 2006 RELAZIONE SULL ANDAMENTO DEL GRUPPO GEOX NEL PRIMO TRIMESTRE DEL 2006 Geox S.p.A. Sede in Biadene di Montebelluna (TV) - Via Feltrina Centro 16 Capitale Sociale euro 25.884.400 = int. versato Codice fiscale

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014 RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014 SOMMARIO Geox S.p.A. Sede in Biadene di Montebelluna (TV) - Via Feltrina Centro 16 Capitale Sociale euro 25.920.733,1 - Int. versato Codice fiscale

Dettagli

Resoconto Intermedio di Gestione

Resoconto Intermedio di Gestione GIORGIO FEDON & FIGLI S.P.A. RAGIONE SOCIALE - SEDE LEGALE Via dell Occhiale, 11 - Vallesella 32040 Domegge di Cadore (BL) Codice fiscale e Partita I.V.A. 00193820255 Iscritta al Registro delle Imprese

Dettagli

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno. (ai sensi dell art. 154-ter del D.lgs 58/98)

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno. (ai sensi dell art. 154-ter del D.lgs 58/98) Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno 2015 (ai sensi dell art. 154-ter del D.lgs 58/98) INDICE PREMESSA... 4 RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015... 5 HIGHLIGHTS DEL PERIODO... 6

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ELICA S.p.A. IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ELICA S.p.A. APPROVA I RISULTATI PRECONSUNTIVI AL 31 DICEMBRE 2013

COMUNICATO STAMPA. ELICA S.p.A. IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ELICA S.p.A. APPROVA I RISULTATI PRECONSUNTIVI AL 31 DICEMBRE 2013 COMUNICATO STAMPA ELICA S.p.A. IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ELICA S.p.A. APPROVA I RISULTATI PRECONSUNTIVI AL 31 DICEMBRE 2013 NELL ANNO RICAVI IN CRESCITA DEL 4,2% A CAMBI COSTANTI E DELL 1,8% AL

Dettagli

Gefran, il CdA approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014

Gefran, il CdA approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Gefran, il CdA approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Fatturato in crescita del 2,9% rispetto all anno precedente. EBITDA a 12,9 milioni di Euro, in aumento del 17% rispetto al 2013. EBIT

Dettagli

Salvatore Ferragamo S.p.A.

Salvatore Ferragamo S.p.A. COMUNICATO STAMPA Dati Preliminari di Vendita del Gruppo per l Esercizio 2014 Continua la crescita delle vendite del Gruppo Salvatore Ferragamo Ricavi dell anno 2014 a 1.332 milioni di euro, in aumento

Dettagli

Comunicato stampa della Giorgio Fedon & Figli S.p.A.

Comunicato stampa della Giorgio Fedon & Figli S.p.A. Comunicato stampa della Giorgio Fedon & Figli S.p.A. RAGIONE SOCIALE - SEDE LEGALE Giorgio Fedon & Figli S.p.A. Via dell Occhiale, 11 - Vallesella 32040 Domegge di Cadore (BL) Codice fiscale e Partita

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

IL CDA DI BENETTON GROUP APPROVA I RISULTATI DEI PRIMI 9 MESI: CONFERMATA LA CRESCITA DI RICAVI E MARGINI

IL CDA DI BENETTON GROUP APPROVA I RISULTATI DEI PRIMI 9 MESI: CONFERMATA LA CRESCITA DI RICAVI E MARGINI IL CDA DI BENETTON GROUP APPROVA I RISULTATI DEI PRIMI 9 MESI: CONFERMATA LA CRESCITA DI RICAVI E MARGINI Ricavi consolidati a 1.504 milioni di euro, +9,6% rispetto ai 1.372 milioni dei primi 9 mesi del

Dettagli

Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011

Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011 Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011 COMUNICATO STAMPA Nel 1H11: Ricavi consolidati: 174,0 milioni di euro (+1,4% sul 1H10) Utile ante imposte: 48,6 milioni di euro (+2,7% sul 1H10) Utile netto

Dettagli

Cembre SpA. Relazione trimestrale consolidata al 30 settembre 2002. Prospetti contabili

Cembre SpA. Relazione trimestrale consolidata al 30 settembre 2002. Prospetti contabili Cembre SpA Sede in Brescia - via Serenissima, 9 Capitale sociale euro 8.840.000 interamente versato Iscritta al Registro delle Imprese di Brescia al n.00541390175 Relazione trimestrale consolidata al 30

Dettagli

Fidia S.p.A.: il CdA approva il Progetto di Bilancio d Esercizio ed il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2014

Fidia S.p.A.: il CdA approva il Progetto di Bilancio d Esercizio ed il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2014 Comunicato stampa Fidia S.p.A.: il CdA approva il Progetto di Bilancio d Esercizio ed il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2014 In considerazione dei positivi risultati economico finanziari il CdA propone

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.: Approvato il Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2011

COMUNICATO STAMPA. Il Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.: Approvato il Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2011 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.: Approvato il Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2011 Principali risultati consolidati del primo trimestre 2011: Ricavi: pari

Dettagli

REGISTRATO A MILANO 3 Il 15/10/2012 al n.20880 serie 1T Euro 168,00

REGISTRATO A MILANO 3 Il 15/10/2012 al n.20880 serie 1T Euro 168,00 REPERTORIO N. 79127 RACCOLTA N. 554 VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemiladodici il giorno dodici del mese di ottobre, alle ore undici. 12.10.2012 In Milano, Corso

Dettagli

IGD SIIQ SPA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015.

IGD SIIQ SPA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015. COMUNICATO STAMPA IGD SIIQ SPA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015. Principali risultati dei primi novi mesi del 2015: Utile Netto del Gruppo:

Dettagli

EUROTECH: IL CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO D ESERCIZIO E CONSOLIDATO 2014

EUROTECH: IL CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO D ESERCIZIO E CONSOLIDATO 2014 EUROTECH: IL CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO D ESERCIZIO E CONSOLIDATO 2014 Convocata l Assemblea ordinaria della società per il prossimo 24 aprile in unica convocazione Valutati i requisiti di indipendenza

Dettagli

Relazione Finanziaria Annuale 2012

Relazione Finanziaria Annuale 2012 Relazione Finanziaria Annuale 2012 RElazione finanziaria annuale 2012 INDICE 3 > Indice Relazione sulla Gestione 5 Appendice 44 Relazione sul Governo Societario 55 Bilancio consolidato 95 Situazione

Dettagli

Investimenti e Sviluppo spa

Investimenti e Sviluppo spa Comunicato Stampa Investimenti e Sviluppo S.p.A.: approvata la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2009; Paolo Bassi nominato consigliere per cooptazione; la società partecipata I Pinco Pallino

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE 2013 IAS/IFRS

RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE 2013 IAS/IFRS RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE 2013 IAS/IFRS Luxottica Group S.p.A., Via Cantù, 2, 20123 Milano - C.F. Iscr. Reg. Imp. Milano n. 00891030272 - Partita IVA 10182640150 1. RELAZIONE SULLA GESTIONE 2. RELAZIONE

Dettagli

TERNA: 10 ANNI DI VALORE PER GLI AZIONISTI E PER LA CRESCITA DEL PAESE

TERNA: 10 ANNI DI VALORE PER GLI AZIONISTI E PER LA CRESCITA DEL PAESE TERNA: APPROVATI I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2014 Ricavi a 950,4 milioni di euro (918,8 milioni nel 1H 2013, +3,4%) Ebitda a 753 milioni di euro (732,2 milioni nel 1H 2013, +2,8%) Utile netto a 274,5 milioni

Dettagli

EUROTECH: RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 30 SETTEMBRE 2015

EUROTECH: RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 30 SETTEMBRE 2015 EUROTECH: RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 30 SETTEMBRE 2015 Amaro (UD), 13 novembre 2015 Ricavi consolidati: da 45,95 milioni a 47,26 milioni Primo margine consolidato: da 22,15 milioni

Dettagli

Sede in Zona Industriale Villanova, 12-32013 Longarone (BL) Capitale sociale 10.968.535,24 i.v.

Sede in Zona Industriale Villanova, 12-32013 Longarone (BL) Capitale sociale 10.968.535,24 i.v. Sede in Zona Industriale Villanova, 12-32013 Longarone (BL) Capitale sociale 10.968.535,24 i.v. 2 Relazione sulla gestione del bilancio d esercizio e consolidato chiuso al 31/12/2012 Relazione sulla gestione

Dettagli

GRUPPO DIGITAL BROS:

GRUPPO DIGITAL BROS: COMUNICATO STAMPA GRUPPO DIGITAL BROS: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI APPROVA IL BILANCIO D ESERCIZIO 2013-2014 IN AUMENTO I RICAVI LORDI A 141,6 MILIONI DI EURO (+11,4%) MARGINE OPERATIVO LORDO A 8,2 MILIONI

Dettagli

Comunicato Stampa 28 agosto 2014

Comunicato Stampa 28 agosto 2014 Landi Renzo: marginalità e flussi finanziari di cassa in miglioramento al 30 giugno 2014; secondo trimestre 2014 caratterizzato da significativa crescita di fatturato e ritorno all utile Fatturato al 30

Dettagli

MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE HA APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO RELATIVO ALL ESERCIZIO 2014 1

MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE HA APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO RELATIVO ALL ESERCIZIO 2014 1 MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE HA APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO RELATIVO ALL ESERCIZIO 2014 1 MONCLER: CONTINUA LA FORTE ESPANSIONE IN TUTTI I MERCATI INTERNAZIONALI. FATTURATO CONSOLIDATO

Dettagli

Relazione trimestrale

Relazione trimestrale Relazione trimestrale 1 trimestre 2007 Reno De Medici S.p.A. Sede Legale in Milano Via dei Bossi, 4 Direzione Generale e Amministrativa: Pontenuovo di Magenta (MI) Via G. De Medici, 17 Capitale sociale

Dettagli

Gruppo. Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2014. Salvatore Ferragamo S.p.A.

Gruppo. Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2014. Salvatore Ferragamo S.p.A. Gruppo Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2014 Salvatore Ferragamo S.p.A. Palazzo Feroni Firenze Indice relazione Relazione finanziaria semestrale 30.06.2014 Dati societari... 3 Composizione

Dettagli

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI FORTE CRESCITA DEL CASH FLOW OPERATIVO (+87%) A 74,3

Dettagli

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012)

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) La Holding chiude il 2013 con un utile di 0,5 milioni (perdita

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione approva il bilancio consolidato dell esercizio 2014.

Il Consiglio di Amministrazione approva il bilancio consolidato dell esercizio 2014. Comunicato stampa Il Consiglio di Amministrazione approva il bilancio consolidato dell esercizio 2014. Ricavi a 354,7 milioni di euro (355 milioni di euro nel 2013) EBITDA a 31,5 milioni di euro (33,1

Dettagli

(Valori in milioni di Euro) 1 SEM. 2015 1 SEM. 2014 BILANCIO 31/12/2014

(Valori in milioni di Euro) 1 SEM. 2015 1 SEM. 2014 BILANCIO 31/12/2014 Semestrale Gruppo Pininfarina Fatti di rilievo intervenuti dopo la chiusura del semestre Valutazione sulla continuità aziendale, evoluzione prevedibile della gestione Cambiano, 30 luglio 2015 Il Consiglio

Dettagli

Comunicato Stampa BRUNELLO CUCINELLI: il C.d.A. esamina i Ricavi Netti Preliminari della gestione del primo semestre 2014.

Comunicato Stampa BRUNELLO CUCINELLI: il C.d.A. esamina i Ricavi Netti Preliminari della gestione del primo semestre 2014. Comunicato Stampa BRUNELLO CUCINELLI: il C.d.A. esamina i Ricavi Netti Preliminari della gestione del primo semestre 2014. Ricavi netti 1 a 175,8 milioni di Euro, in crescita dell 11,6% (a cambi correnti

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 30 Luglio 2015

COMUNICATO STAMPA 30 Luglio 2015 COMUNICATO STAMPA 30 Luglio 2015 Il Consiglio di Amministrazione di A2A S.p.A. ha esaminato e approvato la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015 Margine Operativo Lordo, a 562 milioni di euro,

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015 MONCLER BILANCIO CONSOLIDATO SEMESTRALE ABBREVIATO Prospetti del bilancio consolidato semestrale abbreviato Prospetto consolidato di conto economico Prospetto

Dettagli

Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99

Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 APPROVATI I RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2015 Ricavi consolidati totali: 36,1

Dettagli

Poligrafica S. Faustino S.p.A.: approvato il progetto di bilancio 2012

Poligrafica S. Faustino S.p.A.: approvato il progetto di bilancio 2012 Poligrafica S. Faustino S.p.A.: approvato il progetto di bilancio 2012 Vendite pari a Euro 40,7 milioni (Euro 41,4 milioni al 31 dicembre 2011) EBITDA negativo per Euro 0,66 milioni (negativo per Euro

Dettagli

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009.

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. Fatturato oltre le attese e marginalità in forte miglioramento. Il quarto trimestre è in forte

Dettagli

GRUPPO FIDIA RESOCONTO INTERMEDIO SULLA GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014

GRUPPO FIDIA RESOCONTO INTERMEDIO SULLA GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014 GRUPPO FIDIA RESOCONTO INTERMEDIO SULLA GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014 Fidia S.p.A. Sede legale in San Mauro Torinese, corso Lombardia, 11 Capitale Sociale versato euro 5.123.000 Registro delle Imprese

Dettagli

Gruppo Relazione Finanziaria Annuale al 31 dicembre 2014 Salvatore Ferragamo S.p.A.

Gruppo Relazione Finanziaria Annuale al 31 dicembre 2014 Salvatore Ferragamo S.p.A. Gruppo Relazione Finanziaria Annuale al 31 dicembre 2014 Salvatore Ferragamo S.p.A. Firenze Indice Dati societari... 4 Relazione sulla Gestione al 31 dicembre 2014... 5 Composizione organi sociali... 6

Dettagli

ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015

ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO RICAVI IN PROGRESSO, IN PARTICOLARE IN INDIA E MAROCCO SOSTANZIALE STABILITA DEI VOLUMI DI VENDITA DI CEMENTO: LA DEBOLEZZA

Dettagli

Comunicato Stampa 12 novembre 2015

Comunicato Stampa 12 novembre 2015 Landi Renzo: il CDA approva i risultati al 30 settembre 2015 Fatturato pari a Euro 145,6 mln (Euro 173,9 mln al 30 settembre 2014) EBITDA pari a Euro 1,9 mln (Euro 14,1 mln al 30 settembre 2014) EBIT pari

Dettagli

SALUGGIA, 8 NOVEMBRE 2013 IL CDA DI DIASORIN S.P.A

SALUGGIA, 8 NOVEMBRE 2013 IL CDA DI DIASORIN S.P.A Comunicato Stampa SALUGGIA, 8 NOVEMBRE 2013 IL CDA DI DIASORIN S.P.A. APPROVA I RISULTATI DEL 3 TRIMESTRE 2013: ACCELERAZIONE DELLE VENDITE A CAMBI COSTANTI E CONTINUA ESPANSIONE DELLA BASE INSTALLATA

Dettagli

Comunicato Stampa 13 novembre 2014

Comunicato Stampa 13 novembre 2014 Landi Renzo: ricavi, marginalità e flussi finanziari di cassa in miglioramento al 30 settembre 2014; il terzo trimestre conferma il trend di crescita di fatturato e utile Fatturato pari a Euro 173,9 mln,

Dettagli

Gruppo. Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2013. Salvatore Ferragamo S.p.A.

Gruppo. Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2013. Salvatore Ferragamo S.p.A. Gruppo Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2013 Salvatore Ferragamo S.p.A. Palazzo Feroni Firenze 1 Indice relazione Dati societari... 3 Composizione organi sociali... 4 Struttura di Gruppo...

Dettagli

Sintesi 9 mesi 2010. 18 M oneri non ricorrenti vs. 15 M nei 9 mesi 09. 9 mesi 09. Var % 9 mesi 10. Ricavi 1.491 1.498 0,5% EBIT 134 141 5,1%

Sintesi 9 mesi 2010. 18 M oneri non ricorrenti vs. 15 M nei 9 mesi 09. 9 mesi 09. Var % 9 mesi 10. Ricavi 1.491 1.498 0,5% EBIT 134 141 5,1% 1 Sintesi 9 mesi 2010 9 mesi 09 9 mesi 10 Var % Ricavi 1.491 1.498 0,5% Positivo impatto della valuta e della curva di consegna delle collezioni. EBIT gest. Ord. 149 159 6,6% Completamento Piano Riorganizz.:

Dettagli

P R E S S R E L E A S E

P R E S S R E L E A S E TXT e-solutions: Ricavi 2014 +6,3% a 55,9 milioni EBITDA +8,4%, Utile netto 4,2 milioni Proposto dividendo di 0,25 per azione 1 azione gratuita ogni 10 possedute Ricavi netti consolidati: 55,9 milioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Ricavi consolidati da vendite a +16,1%

COMUNICATO STAMPA. Ricavi consolidati da vendite a +16,1% COMUNICATO STAMPA Damiani S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione ha approvato la Relazione finanziaria semestrale al 30 settembre 2013 relativo al primo semestre dell esercizio 2013/2014 Ricavi consolidati

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO ACOTEL: il C.d.A. approva la relazione semestrale consolidata al 30 giugno 2015.

COMUNICATO STAMPA GRUPPO ACOTEL: il C.d.A. approva la relazione semestrale consolidata al 30 giugno 2015. COMUNICATO STAMPA GRUPPO ACOTEL: il C.d.A. approva la relazione semestrale consolidata al 30 giugno 2015. Ricavi a 25,5 milioni di Euro (29,6 milioni di Euro nel 1 semestre 2014) EBITDA a -2,9 milioni

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 15 MAGGIO 2002 INDICE Organi societari Gabetti Holding S.p.A.... pag. 2 Struttura del Gruppo Gabetti al 31 marzo 2002... pag. 3 Prima

Dettagli

Poste Italiane: fatturato e risultato operativo in crescita

Poste Italiane: fatturato e risultato operativo in crescita Poste Italiane: fatturato e risultato operativo in crescita Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati semestrali 2015 Deliberata la domanda di ammissione in quotazione e l adozione del nuovo

Dettagli

RAI WAY S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015

RAI WAY S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 COMUNICATO STAMPA RAI WAY S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 Principali risultati economici al 30 giugno 2015 (vs 30 giugno 2014 pro-forma 1 ): - Ricavi

Dettagli

Bilancio Consolidato 2012 Gruppo Salvatore Ferragamo. Gruppo. Bilancio consolidato 2012. Salvatore Ferragamo S.p.A. Palazzo Feroni Firenze

Bilancio Consolidato 2012 Gruppo Salvatore Ferragamo. Gruppo. Bilancio consolidato 2012. Salvatore Ferragamo S.p.A. Palazzo Feroni Firenze Gruppo Bilancio consolidato 2012 Salvatore Ferragamo S.p.A. Palazzo Feroni Firenze 1 Indice Dati societari... 4 Composizione organi sociali... 5 Organigramma del Gruppo... 6 Relazione sulla gestione...

Dettagli

Relazione Finanziaria Semestrale. Dati societari 3. Organi sociali 4. Organigramma al 30 giugno 2014 5. Composizione del Gruppo 6

Relazione Finanziaria Semestrale. Dati societari 3. Organi sociali 4. Organigramma al 30 giugno 2014 5. Composizione del Gruppo 6 al 30 giugno 2014 INDICE al 30 giugno 2014 Dati societari 3 Organi sociali 4 Organigramma al 30 giugno 2014 5 Composizione del Gruppo 6 Relazione intermedia sulla gestione 8 Andamento della gestione 8

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2005

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2005 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2005 Crescita dei ricavi: 185,7 milioni di Euro nel trimestre (+16% su base annua) portano i ricavi nei nove mesi a 539,3

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: Le Linee guida del prossimo Piano Industriale pluriennale

Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: Le Linee guida del prossimo Piano Industriale pluriennale Milano, 5 Agosto 2011 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: I dati consolidati del 1 semestre 2011 Le Previsioni 2011 Le Linee guida del prossimo Piano Industriale

Dettagli

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 COMUNICATO STAMPA Riunito il Consiglio di Amministrazione PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 RICAVI 1.607,4 MLN (+10,7% SU 2005) EBITDA 204 MLN, PARI AL 12,7% DEL FATTURATO (+10,4% SU 2005)

Dettagli

Comunicato Stampa 27 agosto 2013

Comunicato Stampa 27 agosto 2013 Landi Renzo: il CDA approva i risultati al 30 giugno 2013 o Fatturato a 112,0 milioni di euro (139,2 milioni di euro al 30 giugno 2012) o EBITDA a 5,1 milioni di euro (16,2 milioni di euro al 30 giugno

Dettagli

Ferrari ha registrato una performance straordinaria nel terzo trimestre 2015

Ferrari ha registrato una performance straordinaria nel terzo trimestre 2015 Ferrari ha registrato una performance straordinaria nel terzo trimestre 2015 Le vetture consegnate alla rete sono state pari a 1.949 unità, in crescita del 21% I ricavi netti sono aumentati del 9% (3%

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014

RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014 RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014 SOMMARIO Geox S.p.A. Sede in Biadene di Montebelluna (TV) - Via Feltrina Centro 16 Capitale Sociale euro 25.920.733,1 - Int. versato Codice fiscale ed

Dettagli

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo Il Gruppo conferma la leadership nella raccolta del risparmio e dei premi assicurativi. Nel settore postale incide l onere per

Dettagli

risultato operativo (EBIT) positivo e pari ad euro 58 migliaia; risultato netto di competenza del Gruppo negativo e pari ad euro 448 migliaia.

risultato operativo (EBIT) positivo e pari ad euro 58 migliaia; risultato netto di competenza del Gruppo negativo e pari ad euro 448 migliaia. Il Gruppo Fullsix consolida la crescita e la marginalità industriale. Il Consiglio di Amministrazione di FullSix S.p.A. ha approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2015. Nel dettaglio,

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 EBITDA positivo per 1 milione di Euro (negativo per 2,2 milioni di Euro nello stesso periodo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015.

COMUNICATO STAMPA. Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015. COMUNICATO STAMPA Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015. Fatturato consolidato a Euro 450,5 milioni, in crescita del 29,0% rispetto allo

Dettagli

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2012 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2012 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2012 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI Il Consiglio di Amministrazione della Fiat S.p.A., riunitosi oggi a Torino, ha: approvato il Bilancio

Dettagli

Risultati ed andamento della gestione

Risultati ed andamento della gestione Risultati ed andamento della gestione L esercizio 2011 si chiude con un risultato economico positivo, in quanto la distribuzione dei dividendi di Equitalia Nord ha consentito - insieme ai benefici fiscali

Dettagli

Esercizio 2014. Numero dipendenti 3.053 3.170

Esercizio 2014. Numero dipendenti 3.053 3.170 Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati 2014 Il Gruppo ha chiuso il 2014 superando gli obiettivi di margine operativo lordo e indebitamento finanziario netto Ricavi a 948,0

Dettagli

Utile netto della capogruppo Anima Holding: 72,4 milioni di euro (+38% sul 2013)

Utile netto della capogruppo Anima Holding: 72,4 milioni di euro (+38% sul 2013) COMUNICATO STAMPA ANIMA Holding: risultati esercizio 2014 Ricavi totali consolidati: 226,9 milioni (+3% sul 2013) Utile netto consolidato: 84,9 milioni (-29% sul 2013 che includeva proventi straordinari)

Dettagli

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 Risultati annuali APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 - Confermati i risultati preliminari consolidati già approvati lo scorso 11 febbraio

Dettagli

- Principali dati economico-finanziari contabili consolidati espressi in migliaia di Euro:

- Principali dati economico-finanziari contabili consolidati espressi in migliaia di Euro: MITTEL S.P.A. Sede in Milano - Piazza A. Diaz 7 Capitale sociale 66.000.000 i.v. Codice Fiscale - Registro Imprese di Milano - P. IVA 00742640154 R.E.A. di Milano n. 52219 Iscritta all U.I.C. al n. 10576

Dettagli

Base di Preparazione. Analisi dei Ricavi Semestrali

Base di Preparazione. Analisi dei Ricavi Semestrali COMUNICATO STAMPA CERVED INFORMATION SOLUTIONS: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO FIRMATO CONTRATTO DI FINANZIAMENTO FORWARD START DI EURO 660 MILIONI PER RIFINANZIARE A

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO ACOTEL: il C.d.A. approva la relazione semestrale consolidata al 30 giugno 2014.

COMUNICATO STAMPA GRUPPO ACOTEL: il C.d.A. approva la relazione semestrale consolidata al 30 giugno 2014. COMUNICATO STAMPA GRUPPO ACOTEL: il C.d.A. approva la relazione semestrale consolidata al 30 giugno 2014. Ricavi a 35,2 milioni di Euro (51,9 milioni di Euro nel 1 semestre 2013) EBITDA a -3,5 milioni

Dettagli

RAPPORTO SEMESTRALE 2010: SWATCH GROUP SEMESTRE DA RECORD, SIA PER QUANTO CONCERNE IL FATTURATO, SIA A LIVELLO DI UTILE

RAPPORTO SEMESTRALE 2010: SWATCH GROUP SEMESTRE DA RECORD, SIA PER QUANTO CONCERNE IL FATTURATO, SIA A LIVELLO DI UTILE COMUNICATO STAMPA BIEL/BIENNE, 4 AgOstO 2010 RAPPORTO SEMESTRALE 2010: SWATCH GROUP SEMESTRE DA RECORD, SIA PER QUANTO CONCERNE IL FATTURATO, SIA A LIVELLO DI UTILE Il fatturato nel settore Orologi & Gioielli

Dettagli

OVS SpA - Il Consiglio di Amministrazione riunitosi oggi a Venezia ha approvato i risultati del primo semestre 2015 (1 Febbraio 2015 31 Luglio 2015).

OVS SpA - Il Consiglio di Amministrazione riunitosi oggi a Venezia ha approvato i risultati del primo semestre 2015 (1 Febbraio 2015 31 Luglio 2015). OVS SpA - Il Consiglio di Amministrazione riunitosi oggi a Venezia ha approvato i risultati del primo semestre 2015 (1 Febbraio 2015 31 Luglio 2015). OVS chiude il primo semestre 2015 con ottimi risultati

Dettagli

Comunicato Stampa 13 marzo 2015

Comunicato Stampa 13 marzo 2015 Landi Renzo: ricavi, marginalità e flussi finanziari di cassa in miglioramento nel 2014 Fatturato pari a Euro 233,2 mln, +5% rispetto a Euro 222,8 mln nel 2013 EBITDA pari a Euro 18,3 mln, +66% rispetto

Dettagli

Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS. 8 settembre 2005

Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS. 8 settembre 2005 1 Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS 8 settembre 2005 Indice 2 N Slide Introduzione 3 Totale impatti 4 IFRS con influenza sul Gruppo 5 CE: riconciliazione Anno 2004-1 6 Descrizione dei principali IFRS

Dettagli

Bilancio Consolidato 2013 Gruppo Salvatore Ferragamo. Gruppo. Bilancio consolidato 2013. Salvatore Ferragamo S.p.A. Palazzo Feroni Firenze

Bilancio Consolidato 2013 Gruppo Salvatore Ferragamo. Gruppo. Bilancio consolidato 2013. Salvatore Ferragamo S.p.A. Palazzo Feroni Firenze Gruppo Bilancio consolidato 2013 Salvatore Ferragamo S.p.A. Palazzo Feroni Firenze Indice Dati societari... 4 Composizione organi sociali... 5 Struttura del Gruppo... 6 Relazione sulla gestione... 7 Principali

Dettagli

Sede in Zona Industriale Villanova, 12-32013 Longarone (BL) Capitale sociale 10.968.535,24 i.v.

Sede in Zona Industriale Villanova, 12-32013 Longarone (BL) Capitale sociale 10.968.535,24 i.v. Sede in Zona Industriale Villanova, 12-32013 Longarone (BL) Capitale sociale 10.968.535,24 i.v. 2 Relazione sulla gestione del bilancio d esercizio e consolidato chiuso al 31/12/2013 Relazione sulla gestione

Dettagli

GRUPPO DIGITAL BROS: IN AUMENTO I RICAVI LORDI A 141,6 MILIONI DI EURO (+11,4%)

GRUPPO DIGITAL BROS: IN AUMENTO I RICAVI LORDI A 141,6 MILIONI DI EURO (+11,4%) COMUNICATO STAMPA Il CdA ha approvato il Progetto di Bilancio dell esercizio chiuso al 30 giugno 2014 GRUPPO DIGITAL BROS: IN AUMENTO I RICAVI LORDI A 141,6 MILIONI DI EURO (+11,4%) MARGINE OPERATIVO LORDO

Dettagli

COBRA Automotive Technologies S.p.A.

COBRA Automotive Technologies S.p.A. COBRA Automotive Technologies S.p.A. Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2013 Gruppo Cobra ritorna in Utile dopo 4 anni Dati Consolidati Ricavi

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE II TRIMESTRE 2005

RELAZIONE TRIMESTRALE II TRIMESTRE 2005 RELAZIONE TRIMESTRALE II TRIMESTRE 2005 Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 29 luglio 2005 Poligrafica San Faustino S.p.A. 25030 CASTREZZATO (BS) ITALY - V. Valenca 15 Tel. (030) 70.49.1 - (10

Dettagli

Il Cda di IMA approva il progetto di bilancio 2014 In crescita i risultati del Gruppo nel 2014 Proposto dividendo di 1,35 euro per azione

Il Cda di IMA approva il progetto di bilancio 2014 In crescita i risultati del Gruppo nel 2014 Proposto dividendo di 1,35 euro per azione Comunicato stampa Bologna, 13 marzo 2015 Il Cda di IMA approva il progetto di bilancio 2014 In crescita i risultati del Gruppo nel 2014 Proposto dividendo di 1,35 euro per azione Risultati consolidati

Dettagli

Modena, 29 Maggio 2015

Modena, 29 Maggio 2015 Expert System: Valore della Produzione consolidata al 31 dicembre 2014, pari a Euro 17,2 milioni ed EBITDA pari a Euro 2,3 milioni (EBITDA margin 13,6%) Principali risultati consolidati al 31/12/2014 Valore

Dettagli

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013)

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2014 GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) Il risultato è influenzato dagli oneri

Dettagli