Che cosa occorre sapere sull alopecia.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Che cosa occorre sapere sull alopecia."

Transcript

1 01/ 2014 Sandoz Pharmaceuticals S.A. Suurstoffi 14 Casella postale 6343 Rotkreuz Tel Fax Che cosa occorre sapere sull alopecia.

2 Struttura dei capelli 4 Ciclo dei capelli 6 Quando si parla di alopecia? 8 Quando si parla di alopecia? 8 Quali forme di alopecia esistono? 9 Sommario Quali forme di alopecia esistono? 12 Terapia 15 Che cosa si può fare per contrastare 15 l alopecia ereditaria di tipo maschile? Come agisce la finasteride? 16 In che misura è tollerabile la finasteride? 16 Quando posso riscontrare un successo del trattamento? 17 Per chi è adatta la finasteride? 17 Sapevate già Glossario

3 Struttura dei capelli I capelli sono sottili annessi cutanei. Hanno origine da cellule epiteliali specializzate e sono composti da proteine cheratinizzate, prevalentemente dalla proteina fibrosa cheratina, con lipidi depositati. Strato fibroso Zona midollare Cuticola Fusto del capello Ghiandola sudoripara Guaina epiteliale della radice Radice del capello Guaina connettivale della radice (rivestimento del capello) Papilla dermica del capello Vasi sanguigni Cavità della radice del capello Ghiandola sebacea Fibre nervose Muscolo erettore del pelo Bulbo pilifero con matrice e cellule pigmentate (melanociti) Il capello è composto fondamentalmente da tre parti: Il fusto del capello Il fusto del capello è quella parte del capello che risulta visibile per prima, in quanto spunta dalla cute. Esso è avvolto dalla guaina interna ed esterna della radice e si suddivide in tre strati dall interno verso l esterno: La zona midollare In questo nucleo si trovano le cellule midollari. La zona midollare spesso contiene midollo solo a tratti irregolari oppure non ne contiene affatto. Il midollo è ciò che caratterizza i capelli spessi e quelli fini. Ai capelli fini manca il midollo. Strato fibroso o «corteccia» La corteccia avvolge la zona midollare e rappresenta con circa l 80% la parte principale del fusto del capello. È composta da fibre di cheratina la cui struttura costituisce la base per l elasticità, la solidità e la resistenza del capello. In questa sede sono depositati anche i pigmenti del colore, le melanine. Il colorante melanina viene prodotto nel follicolo pilifero da specifiche cellule epiteliali, i melanociti. La cuticola Essa avvolge lo strato fibroso e ne rappresenta al tempo stesso lo strato esterno. È composta da cellule cheratinizzate, morte, a forma di scaglie. Le scaglie sono trasparenti e si sovrappongono in modo ravvicinato. La cuticola ricorda una pigna. Quando con il corso degli anni la produzione di melanina diminuisce, si formano i capelli grigi. Nello strato fibroso sottostante, la melanina viene progressivamente sostituita dal deposito di bollicine d aria. In tal modo i capelli appaiono grigi o bianchi. La radice del capello provvede al fissaggio dei capelli nella cute e alla loro crescita. La sua base è rappresentata dalla papilla dermica del capello ricca di vasi. La radice del capello è inserita nel follicolo pilifero e si ispessisce all estremità inferiore verso il bulbo del capello. Il bulbo del capello supporta il fissaggio del capello e si presenta sotto forma di ingrossamento dalle sembianze di un bulbo al termine della radice del capello. Ogni capello è collegato a una ghiandola sebacea che lo lubrifica e crea così una protezione aggiuntiva per la superficie dei capelli. 5 6

4 A B Fase di crescita (anagen) Fase di transizione 7(catagen) C D Papilla dermica del capello 2 Bulbo pilifero con matrice e cellule pigmentate 3 Muscolo erettore del pelo 4 Ghiandola sebacea 5 Cheratinizzazione della matrice del capello 6 Capello con bulbo a clava A A B B C D C D 7 Fusto del capello 6 A A B B Wachstums-(Anagen-)Phase Fase di crescita (anagen) Übergangs-(Katagen-)Phase C D Ruhe-(Telogen-)Phase C Neue Wachstums-(Anlagen-)Phase Fase di riposo (telogen) Fase di transizione (catagen) D Nuova fase di crescita (anlagen) 1 Haarpapille Ciclo dei capelli La crescita dei capelli è soggetta a un ritmo ben preciso: il capello in media cresce di un millimetro ogni tre giorni e i follicoli piliferi attraversano diverse fasi. Il ciclo di un capello dura in genere circa 7 anni e si suddivide nelle seguenti fasi: La fase della crescita (fase anagen) dura nell uomo dai 2 ai 4 anni e nella donna dai 4 ai 6 anni, ed è quella più lunga in assoluto. In questo lasso di tempo la radice del capello produce attivamente un filamento del capello, il fusto. Nella fase di transizione (fase catagen), che dura circa dalle 2 alle 4 settimane, il follicolo si accorcia e si giunge all arresto della crescita del (filamento del) capello. 2 Haarbulbus mit Matrix und Pigmentzellen 1 Papilla dermica del capello 3 Haarbalgmuskel 2 Bulbo pilifero con matrice 4 Talgdrüse Successivamente e cellule pigmentate il capello entra nella fase di riposo (fase telogen) 5 Haarmatrix-Verhornung 3 Muscolo erettore del pelo 6 Kolbenhaar per circa 3 4 mesi. In questo lasso di tempo il capello non cresce più. Si 74 Haarschaft verifica Ghiandola una regressione sebacea della sezione inferiore del follicolo fino al di sotto 5 dell attaccatura Cheratinizzazione del muscolo della erettore del pelo. In questa fase del capello si parla matrice anche del di un capello «capello con bulbo a clava». Solo dopo questo lasso di tempo il capello cade definitivamente, in quanto non sussiste più un fissaggio mediante 6 la Capello radice e con il bulbo del a clava capello. 7 Fusto del capello Nella nuova fase di crescita (fase anlagen) avviene la ricostruzione del follicolo mediante una nuova crescita del (fusto del) capello. In questa fase della crescita viene espulso il vecchio «capello con bulbo a clava». Il nuovo capello cresce dalla medesima radice del capello dalla quale prima è caduto il vecchio capello. Nel corso della vita di una persona, un follicolo pilifero attraversa il ciclo per volte. La procedura della crescita dei capelli è perlopiù determinata geneticamente e per i follicoli non avviene contemporaneamente (in modo asincrono). Così viene garantito che il cambio dei capelli avvenga in modo non visibile e continuativamente. Poiché i capelli sono formati da sostanza cellulare «morta», è possibile anche controbattere all opinione ampiamente diffusa secondo cui tagliare i capelli ne stimolerebbe la crescita. 7 8

5 Qui vedete un tipico esempio: Alopecia androgenetica dell uomo stadio 1 7 (secondo la scala di Hamilton-Norwood). Quando si parla di alopecia? La perdita dei capelli di norma è un processo naturale. Ogni capello cresce solo per un determinato periodo e infine cade. Pertanto, una caduta di capelli al giorno è considerata normale. Il confine tra perdita di capelli naturale e che necessita di una terapia è sottile. In genere si parla di perdita di capelli patologica quando sussiste una notevole differenza tra il numero di capelli che cadono e quelli che ricrescono. La perdita quotidiana di capelli in questo caso è di oltre 100 capelli per un periodo prolungato. Che cos è l alopecia? Con il termine «alopecia» si intende la condizione non fisiologica della diminuzione visibile dei capelli che si protrae per un periodo prolungato di tempo in punti che normalmente sono ricoperti da capelli. In altre parole, l alopecia indica in generale un diradamento visibile della capigliatura e rappresenta quindi la conseguenza della perdita di capelli. Una maggiore caduta dei capelli non deve necessariamente portare a un alopecia. Quali forme di alopecia esistono? Alopecia ereditaria (alopecia androgenetica) L alopecia androgenetica può verificarsi sia nelle donne sia negli uomini. Si parla quindi ad esempio di un alopecia androgenetica di tipo maschile. Negli uomini questa patologia ha inizio tipicamente con la regressione dei capelli alle tempie, si formano le cosiddette stempiature. Con l avanzamento della patologia vengono poi colpite anche le aree superiori e posteriori del cranio. In genere il diradamento avviene all inizio rapidamente e successivamente rallenta. In un terzo delle persone colpite la patologia inizia prima del 30 anno di vita, è possibile anche la manifestazione già nella pubertà. La velocità e l entità della perdita dei capelli varia su base individuale. Le cause dell alopecia ereditaria sono riconducibili a 3 fattori: geni, androgeni ed età. Quindi geneticamente non viene solo determinata l età di insorgenza dell alopecia, bensì anche la velocità di progressione e l entità delle calvizie. 9 10

6 Ad un età diversa per ogni persona, le radici dei capelli delle persone interessate iniziano a reagire in modo sensibile al DHT (diidrotestosterone). Questa sostanza è un cosiddetto androgene e si forma nell organismo per via della conversione enzimatica del testosterone, il più importante ormone sessuale maschile. Il DHT ricopre importanti funzioni nell organismo. Ad esempio, è responsabile dello sviluppo e della funzionalità della prostata. Il DHT, negli uomini che reagiscono in modo sensibile alla sostanza prodotta dall organismo stesso, porta ad un abbreviamento della fase di crescita dei capelli e a una riduzione delle dimensioni del follicolo pilifero. I capelli, in tal modo, diventano sempre più sottili e più corti, fino a quando la formazione di capelli cessa del tutto. Il tipico modello di alopecia si presenta quando gli uomini nella parte anteriore del cranio presentano il 30 % in più di recettori degli androgeni rispetto all area posteriore del cranio. Anche le donne possono essere affette da questa forma di alopecia. Nella maggior parte dei casi la patologia nelle donne si presenta in età più avanzata e con un decorso differente. Si osserva solo di rado un alopecia totale, in quanto le donne possiedono circa il 40% in meno di recettori degli androgeni rispetto agli uomini. Per via di queste differenze, nelle donne si impiega quindi un altro tipo di terapia. Alopecia areata Questa forma di alopecia definisce una perdita di capelli patologica circolare, delimitata a livello locale. Per via dei punti calvi tipicamente a forma circolare sulla testa altrimenti ricoperta di capelli, si parla di alopecia areata. L alopecia areata è la patologia infiammatoria di perdita di capelli più frequente e si manifesta prevalentemente tra il 10 e il 30 anno di vita. Non è nota una causa precisa. Si presume che si tratti di una cosiddetta reazione autoimmune durante la quale il sistema immunitario dell organismo attacca le proprie cellule dei capelli. Alopecia diffusa L alopecia diffusa è caratterizzata dal fatto che la perdita di capelli non si limita a determinate aree, bensì avviene in genere in modo non specifico su tutto il cranio. Possibili cause: Infezioni Patologie quali ad esempio il diabete Malnutrizione o alimentazione insufficiente Cambiamenti ormonali ad esempio dopo un parto Situazioni di stress Medicamenti Intossicazioni Patologie del cuoio capelluto Se riscontrate in voi uno dei sintomi descritti, vi raccomandiamo di rivolgervi ad un medico specialista (dermatologo) per definire l esatta causa e per trovare un trattamento adeguato al vostro caso

7 Inizio dell aumentata perdita di capelli Correlazione con particolari eventi quali ad esempio situazioni di stress e assunzione di medicamenti Durata Durata dell aumentata perdita di capelli e di altri disturbi di salute concomitanti Forma Tipo di alopecia: aumentata perdita di capelli, capelli che si assottigliano, in modo lento o a ciocche, rottura dei capelli Posizione Distribuzione della perdita di capelli Il medico come diagnostica l alopecia? All inizio della formulazione della diagnosi ha sempre luogo un approfondito colloquio. L immagine a destra illustra a titolo esemplificativo uno schema di come il medico procede nella sua formulazione della diagnosi. Egli si accerta da quando sussiste la caduta aumentata di capelli e quali cause devono essere considerate. A tal riguardo, è inoltre interessante osservare se la persona colpita assume medicamenti, soffre di patologie quali il diabete o iperfunzioni tiroidee e analizzare l ereditarietà. Mediante una visita del cranio, ad occhio nudo oppure tramite una lente d ingrandimento, il medico definisce la tipologia e il grado di perdita di capelli analizzando più in dettaglio il cuoio capelluto, la struttura e la densità dei capelli. Un metodo semplice e affidabile che può anche essere eseguito a casa consiste nel contare il numero di capelli persi. Pettinate i vostri capelli sempre la mattina da entrambi i lati per 5 volte. Poi contate i capelli che sono rimasti nel pettine o nella spazzola. Fatte salve poche eccezioni, in questo modo è possibile riconoscere di quale disturbo della crescita dei capelli si tratta. Occorre anche tenere conto di come si manifesta l alopecia: I capelli cadono solo in determinati punti oppure sull intero cranio? La perdita di capelli progredisce lentamente oppure si manifesta un improvvisa alopecia? È possibile riconoscere uno schema nell alopecia? 13 14

8 In caso questo metodo non dovesse funzionare, potete eseguire successivamente uno o più dei seguenti esami: Pull test Questo test può risultare utile al fine del riconoscimento della gravità dell alopecia. Per lo svolgimento, il medico afferra una ciocca di capelli e la tira dolcemente. Se si tratta di capelli sani che si trovano in fase di crescita non si staccano, in caso contrario risulta necessaria un ulteriore diagnostica. Tricogramma Si tratta di un analisi della radice dei capelli. Il medico procede nel seguente modo: preleva al paziente circa 50 capelli con la radice da un punto colpito dalla perdita di capelli e da un punto «sano». Questi capelli, successivamente, vengono analizzati al microscopio ottico per stabilire in quale fase del ciclo del capello si trovano. Normalmente circa l 85 % dei capelli si trova nella fase di crescita, circa l 1 % nella fase di transizione e circa il 14 % nella fase di riposo o caduta. Se la percentuale di capelli che si trova nella fase di riposo o di caduta risulta decisamente maggiore, potrebbe sussistere una perdita di capelli ereditaria. Inoltre questo test fornisce informazioni circa le condizioni della radice del capello, sull eventuale maggiore rottura dei capelli e se la struttura della superficie del capello è alterata in modo patologico. Analisi di laboratorio Per completare la diagnostica, può risultare necessario analizzare il sangue del paziente. Ad esempio a tal proposito possono essere rilevanti i livelli di ferro e zinco così come il quadro ormonale. TrichoScan Con questo metodo è possibile misurare in modo riproducibile la crescita e la caduta dei capelli. Un area di 2 cm 2 del cranio viene rasata e colorata per migliorare il contrasto in caso di cuoio capelluto chiaro. Mediante un apposito software è poi possibile determinare il numero di capelli, il loro spessore e il loro tasso di crescita. Questa procedura comporta il vantaggio per il paziente di essere indolore. Inoltre, i risultati possono essere archiviati nel computer e in tal modo è possibile valutare il decorso della perdita dei capelli e una terapia. Terapia Che cosa si può fare per contrastare l alopecia ereditaria di tipo maschile? La diagnosi dell alopecia androgenetica non implica che l interessato debba rassegnarsi alla perdita dei suoi capelli. Studi clinici hanno sostanzialmente dimostrato l efficacia dei principi attivi finasteride e minoxidil per il Biopsia del cuoio capelluto trattamento farmacologico dell alopecia androgenetica di gravità da lieve Una biopsia del cuoio capelluto può poi essere utile nel caso in cui non sia a moderata. possibile chiarire in altro modo la causa della perdita dei capelli. Previa La finasteride, che viene assunta in modo semplice una volta al giorno anestesia locale, il medico preleva un lembo di circa 4 mm di dimensione dal cuoio capelluto interessato comprensivo di radici dei capelli e lo esamina al sotto forma di compresse, ha dimostrato la miglior efficacia al riguardo. Per microscopio. via del meccanismo di azione, la terapia a base del principio attivo finasteride è autorizzata solo per il trattamento degli uomini

9 Meccanismo di azione di finasteride Quando posso riscontrare un successo del trattamento? Conversione DHT Finasteride Testosterone Il requisito per il successo della terapia è che siano presenti ancora capelli fini (peluria). Se i capelli tuttavia sono già caduti definitivamente, non ci sono più radici sulle quali potrebbe agire la finasteride. Minoxidil viene applicato due volte al giorno direttamente sul cuoio capelluto sotto forma di tintura o spray. L obiettivo primario di un trattamento farmacologico dell alopecia ereditaria può consistere sempre solo nell interruzione della perdita di capelli e nell arresto dell avanzamento del diradamento dei capelli. Per conseguire questo obiettivo è necessario iniziare la terapia il prima possibile. Come agisce la finasteride? La finasteride è un principio attivo che inibisce l enzima chiave adibito alla conversione del testosterone in diidrotestosterone (DHT). In tal modo si crea una quantità minore di DHT, i follicoli piliferi possono riprendersi e si formano nuovi capelli robusti. Nella maggior parte dei soggetti che lo impiega, la densità dei capelli migliora notevolmente già dopo circa 6 12 mesi. La finasteride viene impiegata già da anni in dosaggi maggiori e con una buona tollerabilità per il trattamento dell ingrossamento benigno della prostata. Nel frattempo sono anche disponibili dati di lunga data sulla sicurezza, tollerabilità ed efficacia di finasteride 1 mg per il trattamento dell alopecia androgenetica. Possibili effetti collaterali quali un impulso sessuale minore e debolezza di erezione possono manifestarsi in circa il 10 % dei pazienti che ne fanno uso, principalmente all inizio del trattamento, e scompaiono perlopiù nel successivo prosieguo del trattamento. Poiché la crescita di capelli è un processo lento, l efficacia della finasteride è visibile solo dopo circa 3 6 mesi di assunzione regolare con una stabilizzazione della perdita dei capelli. Pertanto, è raccomandabile eseguire il trattamento per almeno 6 mesi per poter valutare se il metodo risulta efficace. La finasteride non ha un effetto prolungato. In caso di interruzione del trattamento può riformarsi il DHT, che si ripercuote nuovamente in modo negativo sulla crescita dei capelli. Per chi è adatta la finasteride? Una terapia a base di finasteride è adatta per tutti gli uomini che soffrono di forme precoci di alopecia ereditaria. La finasteride non ha effetto sull alopecia areata o su perdite di capelli con altri tipi di cause. Le donne e i bambini non possono essere sottoposti a un trattamento a base di finasteride

10 Sapevate già... che la capigliatura funge da protezione contro l irradiazione dei raggi UV e come isolamento dal calore in quanto assorbe l umidità in eccesso mediante le ghiandole sudoripare sul cuoio capelluto? Per una parte non trascurabile la capigliatura ha anche una funzione estetica. che quasi la superficie completa del corpo dell uomo è coperta da peli? Rappresentano delle eccezioni ad esempio i palmi delle mani, le piante dei piedi e le labbra. Tutti i peli la cui crescita dipende dagli ormoni sono definiti peli terminali, ad esempio il cuoio capelluto e la barba. I peli del vello sono più corti e più fini e si trovano su tutto il corpo. La peluria o lanugine ricopre il corpo dei neonati dopo la nascita. che le persone bionde perdono più capelli al giorno delle persone con i capelli rossi o scuri? Tuttavia questo non è influente, in quanto le persone bionde possiedono per natura più radici di capelli e la maggiore perdita in tal modo viene compensata. Il numero medio di capelli infatti è correlato al colore dei capelli: le persone bionde hanno circa capelli, quelle brune circa e quelle con i capelli rossi circa che indossare delle coperture dei capelli quali cappellini da baseball non porta alla perdita di capelli e non impedisce ai capelli di crescere? I capelli vengono approvvigionati di tutto ciò che occorre loro tramite le radici dei capelli e queste ultime tramite il sangue. che al giorno cadono fino a 100 capelli e dopo aver lavato i capelli è possibile perdere fino a 200 capelli? 19 20

11 tipo 1, un tempo detto diabete giovanile, il pancreas non è più in grado di produrre insulina. Nel diabete mellito di tipo 2, anche denominato diabete senile, la produzione disponibile di insulina non è sufficiente in quanto le cellule dell organismo reagiscono in modo solo limitato all insulina rilasciata. Diidrotestosterone Ormone sessuale maschile che viene prodotto dal testosterone. pressione: durante questa operazione i capelli sani non si staccano dal cuoio capelluto. Reazione autoimmune Reazione infiammatoria con la quale, erroneamente, non vengono attaccati i corpi estranei (quali batteri e virus), bensì i tessuti propri dell organismo. Sintomo Segno di una malattia, disturbo. Enzima Complesso proteico che consente, accelera o fa evolvere nel modo desiderato il decorso di una reazione chimica nell organismo. Sistema immunitario Sistema di difesa proprio dell organismo per la protezione da corpi estranei quali batteri, miceti e virus. Glossario Finasteride Principio attivo che inibisce la conversione del testosterone in diidrotestosterone. Viene impiegato in caso di ingrossamento benigno della prostata (iperplasia prostatica benigna) e in caso di alopecia ereditaria negli uomini. Testosterone Ormone sessuale maschile. TrichoScan Metodo in cui mediante l uso di un apposito software viene determinato il numero di capelli, il loro spessore e il loro tasso di crescita. Alopecia Calvizie; la quantità di capelli risulta visibilmente ridotta per lunghi periodi di tempo in punti normalmente ricoperti di capelli. Alopecia areata Perdita di capelli di forma circolare; si formano punti circolari glabri sul cranio altrimenti ricoperto di capelli. Alopecia androgenetica Perdita di capelli ereditaria che può colpire sia gli uomini sia le donne. Per via di una maggiore sensibilità della radice del capello al diidrotestosterone, la fase di crescita dei capelli si abbrevia e i follicoli piliferi si riducono di dimensioni. Alopecia diffusa Perdita di capelli che non si limita a singole aree, bensì si manifesta in modo non specifico su tutto il cranio. Androgeni Ormoni sessuali maschili, ad esempio testosterone; si formano nei testicoli ma anche nelle ovaie e sono importanti per la definizione dei caratteri sessuali maschili. Biopsia Prelievo ed esame di un campione di tessuto da un organismo vivente per poter determinare alterazioni benigne o maligne. Cheratina Sostanza cornea nella cute, nei capelli e nelle unghie. Dermatologo Medico specialista delle patologie cutanee e veneree. DHT Diidrotestosterone. Diabete mellito Malattia del metabolismo cronica, caratterizzata da un tasso glicemico aumentato. Si distinguono due forme: nel diabete mellito di Infezione Trasmissione, aderenza e penetrazione di microrganismi (virus, batteri, miceti, protozoi, vermi ecc.) in un macrorganismo (piante, animali, uomo) e la riproduzione nello stesso. Lipidi Grassi. Melanina Pigmento rossastro, marrone o nero responsabile dell abbronzatura della cute, del colore della pelle e del colore degli occhi. Melanociti Cellule pigmentate della cute che producono melanina. Minoxidil Medicamento impiegato in caso di ipertensione e in caso di alopecia ereditaria. Pull test Metodo per determinare il grado di gravità della perdita di capelli. Il medico afferra una ciocca di capelli e la tira esercitando una leggera Tricogramma Metodo di analisi per determinare lo stato attuale della radice del capello. A tal fine vengono prelevate cellule delle radici dei capelli da aree malate e sane del cuoio capelluto

Tumori cerebrali e tumori del sistema nervoso centrale. Un informazione della Lega contro il cancro per malati e familiari

Tumori cerebrali e tumori del sistema nervoso centrale. Un informazione della Lega contro il cancro per malati e familiari Tumori cerebrali e tumori del sistema nervoso centrale Un informazione della Lega contro il cancro per malati e familiari Impressum _Editrice Lega svizzera contro il cancro Effingerstrasse 40 casella postale

Dettagli

TUMORI DELLA MAMMELLA

TUMORI DELLA MAMMELLA TUMORI DELLA MAMMELLA INFORMAZIONI GENERALI La mammella Struttura e funzione della mammella La mammella è costituita da grasso (tessuto adiposo), tessuto connettivo e tessuto ghiandolare. Quest'ultimo

Dettagli

Tumori della pelle non melanoma

Tumori della pelle non melanoma Tumori della pelle non melanoma Basalioma, spinalioma, stadi precursori Un informazione della Lega contro il cancro per malati e familiari Impressum _Editrice Lega svizzera contro il cancro Effingerstrasse

Dettagli

IL MIELOMA MULTIPLO Guida per i pazienti

IL MIELOMA MULTIPLO Guida per i pazienti Az.Osp.San Camillo-Forlanini-Roma IL MIELOMA MULTIPLO Guida per i pazienti a cura del Dr. Luca De Rosa Ematologia e Centro Trapianti Cellule Staminali Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini Istituto

Dettagli

IL CERVELLO CHE INVECCHIA

IL CERVELLO CHE INVECCHIA IL CERVELLO CHE INVECCHIA Conoscere per affrontare al meglio il declino cognitivo i quaderni della salute 2 a cura dell Assessorato alla Salute INDICE il cervello che invecchia pag 02 Quali norme comportamentali

Dettagli

ANMAR ONLUS. Conoscere le malattie reumatiche

ANMAR ONLUS. Conoscere le malattie reumatiche ANMAR ONLUS Conoscere le malattie reumatiche ANMAR Associazione Nazionale Malati Reumatici ONLUS Conoscere le malattie reumatiche A cura di: ANMAR Associazione Nazionale Malati Reumatici ONLUS Realizzato

Dettagli

Aferesi terapeutica. Vivere con un elevato livello di colesterolo Quando dieta e farmaci non bastano

Aferesi terapeutica. Vivere con un elevato livello di colesterolo Quando dieta e farmaci non bastano Aferesi terapeutica Vivere con un elevato livello di colesterolo Quando dieta e farmaci non bastano Sommario: breve e dolce Parte 1: i dati 1 Parte 3: la lipidoaferesi 3 Colesterolo buono e colesterolo

Dettagli

e nella prostata il segreto della virilita : impariamo a conoscerla e a proteggerla

e nella prostata il segreto della virilita : impariamo a conoscerla e a proteggerla Grande inchiesta di Dipiù sulla ghiandola più importante del corpo maschile e nella prostata il segreto della virilita : impariamo a conoscerla e a proteggerla Ha la forma di una castagna e serve a produrre

Dettagli

Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari

Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari Jane Gick www.e-imd.org Indice Introduzione...3 Il metabolismo...4 Ecco come l organismo utilizza le proteine...4 Quali sono

Dettagli

effetti collaterali Come evitare e gestire gli OTTOBRE 2003

effetti collaterali Come evitare e gestire gli OTTOBRE 2003 Come evitare e gestire gli effetti collaterali Quando, cosa, e perché Cambio di terapia Terapie convenzionali e alternative Tu ed il tuo medico Riferimenti internet Sommario Sezione 1: Informazioni generali

Dettagli

Come, reumatismo infantile? Ma esiste?

Come, reumatismo infantile? Ma esiste? Come, reumatismo infantile? Ma esiste? Dr. med. Traudel Saurenmann, Ospedale pediatrico di Zurigo Quando racconto a qualcuno che mi occupo di reumatologia infantile, spesso la reazione si tratti di un

Dettagli

IL PARERE DELL ESPERTO

IL PARERE DELL ESPERTO IL PARERE DELL ESPERTO Nei giorni più caldi e afosi dell estate, molte condizioni di disagio o malessere fisico possono essere ridotte o prevenute mediante una corretta conoscenza dei rischi e sapendo

Dettagli

Camminiamo insieme. Gli ematologi ai pazienti con trombocitemia

Camminiamo insieme. Gli ematologi ai pazienti con trombocitemia Camminiamo insieme Gli ematologi ai pazienti con trombocitemia 1 A cura di: Prof. Valerio De Stefano Professore Ordinario Istituto di Ematologia Università Cattolica di Roma - Policlinico Agostino Gemelli

Dettagli

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie La nefropatia cronica Una guida per i pazienti e le famiglie Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L'iniziativa Kidney Disease Outcomes Quality

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

Un indagine empirica sul vissuto dei giovani pazienti e dei loro genitori

Un indagine empirica sul vissuto dei giovani pazienti e dei loro genitori Il bambino con diabete nella vita quotidiana Un indagine empirica sul vissuto dei giovani pazienti e dei loro genitori a cura di Monica Azzolini In collaborazione con Il bambino con diabete nella vita

Dettagli

Tutto sul sangue. A cura di Vincenzo Saturni

Tutto sul sangue. A cura di Vincenzo Saturni Tutto sul sangue A cura di Vincenzo Saturni 1 GLOSSARIO... 3 LA COMPOSIZIONE DEL SANGUE... 11 LE CELLULE DEL SANGUE... 11 IL MIDOLLO OSSEO... 14 LE FUNZIONI DEL SANGUE... 15 I GRUPPI SANGUIGNI... 16 L

Dettagli

LA CHEMIOTERAPIA quando è utile, quali sono i suoi risultati, gli effetti collaterali

LA CHEMIOTERAPIA quando è utile, quali sono i suoi risultati, gli effetti collaterali I MANUALI DI ULISSE LA CHEMIOTERAPIA quando è utile, quali sono i suoi risultati, gli effetti collaterali Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori a cura dell Ufficio Relazioni con il Pubblico Si

Dettagli

Dopo il cancro: aspetti psicosociali e qualità di vita

Dopo il cancro: aspetti psicosociali e qualità di vita guide CROinforma Piccole Dopo il cancro: aspetti psicosociali e qualità di vita Questa guida fornisce un informazione scientifica generale: soltanto il medico può, in base alla storia clinica e familiare

Dettagli

Dolori da cancro e loro cura. Una guida della Lega contro il cancro per pazienti e familiari

Dolori da cancro e loro cura. Una guida della Lega contro il cancro per pazienti e familiari Dolori da cancro e loro cura Una guida della Lega contro il cancro per pazienti e familiari Impressum _Editore Lega svizzera contro il cancro Effingerstrasse 40 Casella postale 8219 3001 Berna Tel. 031

Dettagli

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Come ridurre il rischio di cancro Un informazione della Lega contro il cancro Un alimentazione equilibrata rafforza la salute 1 Indice Editoriale 5 Una sana

Dettagli